Metodologia e critica della ricerca sociale Riassunti Prof: Salvini Autore: Barbara Cosimi

Dispensa di Digital Notes (P. I: 01614670493) e Barbara Cosimi. Vietata la riproduzione e la vendita fuori del sito www.appuntiunipi.it

retroduttiva da presente si ricollega al passato. parte da interessi generali. costruzione attiva del soggetto. codifica dati. comprendente scopo di arrivare il piu vicino possibile al punto di vista della realtà studiata -ESITI base fatta nella comunità scientifica fine a se stessa. individuare processi causali. Le nostre azioni possono essere indotte da quel che ci circonda. Rispondere significa collocarsi all’interno della società. obiettività. approfondire -RAPPORTO TEORIA E REALTA’ induttiva da concetti astratti generali al caso particolare concreto. l’uno causa l’altro.cambiamenti. deduttiva da dato a formulazione teoria. nessuno è disposto a riconoscere l’altro se questo non è disposto a riconoscerlo. obiettivo indagine sociologica generalizzazione. classificazione. definizione indagine. pubblicità standard o meno le scelte devono essere ricostruibili. ricerca autoriflessiva riflessione tra scelte fatte e che si stanno facendo. fare previsioni. sistematica programmazione del percorso. raccolta dati. le scelte compiute sono maturate nell’interazione con altri. far arrivare le scienze sociologiche a quelle matematiche. cumulare dati (focus groups). ricerca circolare procedimento sempre aperto. studio variabili per identificare uniformità. Come si studia la società? Tutti i classici se lo sono chiesto. avanzamento conoscenza. assunzione punto di vista dell’oggetto studiato. COSTRUTTIVISMO: conoscenza ancorata al contesto. apertura percorso mutevole -FINI DELLA RICERCA esplicativa si individuano due elementi in rapporto tra loro. relazione osservatore-osservante distante. assumere una prospettiva.METODOLOGIA Metodo: processo cognitivo che orienta il percorso di ricerca e consente di scegliere in modo coerente tra tecniche di raccolta e analisi dati. Stare dentro la dinamica mentre la si osserva ma anche fuori per interpretare quel che sta accadendo. le variazioni possono alterare il tutto -ESTENSIONE TEMPORALE longitudinale (time series) si svolge nel tempo in cui lo stesso gruppo viene rilevato in momenti diversi “indagine panel”. La realtà ci rimbalza. atto conoscitivo concreto. trasversale (cross section) indagine realizzata in un momento con un campione trasversale rappresentativo della popolazione -FASI RICERCA definizione ipotesi. comunicazione interpersonale. esteriorità dei fenomeni. no improvvisazione. La realtà è costruita in modo processuale. applicata risponde a problematiche esistenti. “mediazione conoscitiva”. esplorativa precede un’altra ricerca. Ogni fenomeno nasce nell’interazione. dissoluzione distanze Caratteri generali della ricerca sociale: TIPI RICERCA empirica si scontra con la realtà. descrittiva intento ricercatore fare una fotografia della realtà. abduttiva ricorsività tra teoria e analisi. relazione eventi. le cose possono andare diversamente da come si aspettava che andassero. Concetto di comunità. interpretazione risultati 1 . messa in scena collettiva possibile. Metropolitana: quel che c’è sopra influenza quel che c’è sotto. condivisione. Durkheim considerava i fatti sociali come cose. Paradigma interpretativo. POSITIVISMO: natura unitaria realtà sociale.

QUANTITATIVO oggettivismo. Storia di vita (ricostruire passaggi cruciali della vita dei soggetti. “valorizzazione”). Rapporto causale direttamente proporzionale. prevede che le risposte siano previste. le proposizioni astratte si definiscono concetti. Misura per scala: nominale (livello basso. resoconto di lungo periodo. Tipi di interviste: non strutturate (far parlare l’interlocutore facendolo entrare nella dinamica analizzando i temi toccati) Strutturate (pacchetto di domande prestabilite. Ipotesi proposizione che riguarda il possibile collegamento tra due variabili. “surveyresearch”. ordinale (distribuire casi in un continuum qualitativo per cui si può individuare un ordine). di contrasto (scorta di conoscenze già sistematizzate). inserire entità all’interno di classi. Sondaggi di opinione (rapidità raccolta. segue modello dell’interpretivismo. Tre tipi di domande: descrittive (conoscere contesti). costruire un contesto positivo). ad intervalli (si distinguono casi in base all’applicazione di un unità di misura che valuta quanto è presente una certa proprietà). strutturali (chiarimenti su situazioni conosciute). “ricerca sul campo” fieldresearch (contenitore entro cui si sviluppano esperienze di ricerca usando metodi qualitativi) Intervista forma non invasiva di raccolta dei dati. Scopo rilevare rapporti di causa effetto. Analisi quantitativa studio del modo in cui l’attore narra la sua esperienza. Comprensione del vissuto. in base al fatto che l’una o l’altra possa favorire o meno l’inclusione. Es: il livello di istruzione influisce sul reddito. rapporto di indicazione tra concetto specifico (indicatore) e uno generale. GIUDIZI DI POSSIBILITA’ OGGETTIVA uno stesso effetto può essere generato da un numero vario di cause che in modo diverso generano l’effetto. Si traduce un concetto astratto in dato empirico con graduale discesa da teorico a empirico (schema Bailey) e si suddivide il concetto in ulteriori concetti che si approssimano con la realtà (operazionalizzazione). deduttivo. audio richiama il tag dati che vengono marcati con nomi. casi osservati differenziati in classi o categorie). segue modello delle scienze naturali. le entità variabili. Rilevazione totale (censimento) o parziale (parte della popolazione campione). Momenti: approccio (si deve conquistare la fiducia della persona. percorso di specificazione. induttivo. Quando le ramificazioni sono finite e trovano risposta si alla domanda “si puo misurare direttamente?” ad ogni concetto possono essere attribuiti vari valori. Affidabilità ripetendo una misurazione ottengo piu o meno lo stesso risultatoAttendibilità usa lo strumento piu adeguatoClassificazione operazione basica dell’uomo. Gli stati di una proprietà sono detti modalità. Analisi qualitativa uso di elementi che si toccano senza essere intrusivi.QUALITATIVO costruttivismo. Tra le classi si può individuare un ordine. ridotta estensione obiettivi conoscitivi). analisi (file video. Sono esclusive. parole prendono posto di numeri. prima colonna ampia contiene il testo. orizzonte di possibilità limitato in modo che le risposte siano comparabili) Semi strutturate (domande uguali fatte a tutti gli intervistati supponendo che alcune risposte devono emergere) Quella necessariamente utilizzata è la non strutturata nell’analisi qualitativa. 2 . Variabili: continue (assumono numero infinito di valori come in un continuum) e discrete (assumono set fisso di valori esclusivi) influenzano il livello id misurazione attraverso cui cogliere i fenomeni osservati.

interconnessione direttrici di azione. semplifica. trasforma i significati alla luce della situazione di cui è parte. sospende.secondo l’analisi o codifica di testo che può essere diviso in blocchi). Prospettiva sulla società: uomo osservatore e studioso che interagisce attivamente col mondo sociale. Weber ognuno assume un suo punto di vista nell’osservare la realtà. ma l’attività deve seguire una linea sincronica. Anello di cula cerchio continuo in antropologia dono unilaterale. I significati sono usati come strumenti per la guida e formazione dell’azione. Goffman attore sociale se alla base della società c’è l’agire chi è che agisce? Non l’agente ma l’attore. coerente. La cura di sé è direzione culturale condivisa: è un comportamento base previsto. Il dialogo interiore è una interazione con se stessi. L’attore seleziona. concetto di potere). oggetti. Non è fondamentale quel che si scambia ma il significato che assume l’oggetto scambiato. Si stringe un patto di solidarietà. piu ci troviamo a negoziare piu un fatto è costrittivo). cerca parole chiave) I fatti sociali sono modi collettivi di agire e pensare (stadio: le reazioni a un gol rientrano in una oscillazione data. che persa. L’assegnazione è derivata (esperienza. I assioma comunicazione: è impossibile non comunicare. Secondo Blumer i sistemi non sussistono se non sono riprodotti e confermati dagli individui. BLUMER introduce l’espressione di interazionismo simbolico (ISMO evoca una struttura rigida e schematica che chiude la realtà entro tali sistemi). raggruppa. non si è mai soli. raggruppa. interazione. ma gli viene attribuito da coloro che interagiscono con tali cose. sintetizza. Criterio è che quel che si sta facendo coincida con una idea. Le strutture sociali sono prodotto dell’azione reciproca. analisi focalizzata (codifica che codifica i codici. controlla. questi significati sono trattati lungo un processo interpretativo usato dalla persona nel rapporto con altri. Le cose non hanno significato in se. Non è detto che non muti. il loro significato è derivato dall’interazione sociale di ciascuno coi suoi simili. che non viene rimessa in discussione). Ognuno ha una faccia pubblica.L’attore comunica con se stesso e mentre interpreta gestisce i significati. nel dialogo con se. il conflitto rientra nelle esperienze sociali. base della routine. Prospettiva sociologica che si pone in antitesi rispetto a quelle in voga in quel periodo (strutturalfunzionalismo). si parla di altri. azione umana. sminuisce l’identità. L’interazione è 3 . I simboli assumono significato nel momento in cui si comunica. c’è uno scambio generalizzato. l’individuo categorizza sulla base di idealtipi (costruzione teorica che contiene dati di fenomeni le cui relazioni sono riconducibili a un unico modello con cui si comprendono i tratti essenziali di una realtà storico sociale. Tra identità di attore e parte ci deve essere sovrapposizione “io ci sono per via delle conferme che mi giungono da altri” Immagini fondamentali (rispondono alla domanda cos’è la società): gruppi umani. essere umano come attore. L’azione include l’attività. Premesse: gli uomini agiscono verso le cose sulla base del significato che queste hanno per loro. I comportamenti che hanno senso per chi li compie sono un agire individuale (aprire ombrello) che diventa sociale quando ha un senso intenzionato rispetto all’agire di un altro. La società è agire sociale. Esistono poi società conflittuali. la vita di una società consiste in un processo in cui le attività dei suoi membri si adattano reciprocamente. NATURA SOCIETA’ UMANA la cultura è derivazione di quel che la gente fa.

L’orientamento settoriale veicola una concezione lineare del cambiamento. Negli anni 80 in ambito psicologico si osserva una crescita nella psicologia del lavoro e un fiorire di ricerche sui cambiamenti evolutivi mentre in ambito sociologico si ha un parallelo passaggio dalla sociologia delle età a quella del corso di vita e al nascere di subdiscipline che identificano la trasmissione culturale in microprocessi quotidiani che trovano nel 4 . ostentazione) Percepisco la presenza di un individuo ma si direbbe che sia stata la forza delle circostanze a tracciarne il profilo” emerge la fatica di costruzione del se. progetto scuola e volontariato. uso di simboli significanti (simbolica se coinvolge l’interpretazione dell’azione. Funzioni della ricerca: promuovere. costruire un campione significa compiere scelte. Istanze stabili dell’azione (agendo reciprocamente la gente ha una certa consapevolezza di come agire. valutare l’agire sociale (mutamento continuo della società complessa. quando il gesto ha lo stesso significato per entrambe le parti. La reciproca assunzione di ruolo delle parti è condizione per l’efficacia dell’interazione. Corrisponde a una connessione comune dei partecipanti. con transizioni discorsive. Ricerche azione: effettuata nel minor tempo possibile. PUNTI DI SVOLTA “l’esistenza degli eroi va dritto al suo scopo come una freccia e gli uomini si compiacciono di riassumere la loro esistenza in una formula (lamentela. Criticità: incontrare soggetti indagati. astratti. 3 categorie: oggetti fisici. decidere. Persone che appartengono ad uno stesso spazio possono appartenere ad ambienti molto differenti. NATURA DEGLI OGGETTI consiste nel significato che ha per la persona cui diviene tale. Il se oggetto nasce dal processo di interpretazione. centrata sull’adattamento al contesto studiato. Gli oggetti devono essere visti come creazioni sociali. attività di ricerca. agenzia formativa. 1 CONFRONTO INTERDISCIPLINARE nel mondo della ricerca è diffusa la tendenza a riferirsi a un singolo contesto di indagine. presentazione risultati. da questi dipende il destino delle istituzioni) FARE RICERCA SUL VOLONTARIATOCESVOT centro servizi volontariato toscana è un’associazione VOLONTARIATO fondata sul principio della cittadinanza attiva. le due parti si comprendono). comunicazione e promozione.processo che forma la condotta umana: non si può agire senza interagire. consulenza e sostegno per promuovere il servizio civile regionale. disegno ricerca. Interconnessione e dinamica storica (i gruppi di significato hanno una loro dimensione e sono sostenuti da un processo socialmente definito. complessità del tema. Attività principali: progettazione europea. nella vita dei gruppi sorgono sempre nuove situazioni problematiche rispetto a cui le regole esistenti sono inadeguate). analisi dati. sociali. MEAD E INTERAZIONE SOCIALE due tipi di interazione: conversazione dei gesti (interazione non simbolica quando si risponde direttamente all’azione di altri senza interpretarla). Attributi individuali richiesti all’inizio di un questionario sono definiti anche variabili. Gli oggetti comuni emergono da un processo di indicazione reciproca. Fasi ricerca: progettazione. l’agire sociale è condizionato da aspettative). Ci si interroga sulle caratteristiche di un setting interattivo (intervista) caratterizzato dalla comunicazione faccia a faccia. L’uomo costruisce le azioni accertando il significato delle azioni altrui e determinando dunque la sua linea di azione. Collegamenti dell’azione: un’azione comune è differente da ogni componente distinta che contribuisce alla sua formazione.

L’analisi è condotta attraverso la prospettiva dello studio di caso privilegiando l’osservazione ravvicinata di pochi casi. Transizione salute malattia: Giacomo. Lo sviluppo viene descritto in termini di stabilità e mutamento. Si trovano aperture con altre discipline (semiotica. Assume importanza il riconoscimento del singolo come soggetto attivo che si destreggia tra vincoli e opportunità. Marta ricerca del rapporto tra lavoro e disturbo psichico messe a confronto con Serena. Ad ogni età non si può partire che da dove si è in quel momento. Transizioni precoci al lavoro: Giorgio ricerca longitudinale su adolescenti di origine operaia che vivono due punti di svolta: da insuccesso a successo scolastico. pazzi. Eventi che possono apparire marginali possono invece influenzare una riorganizzazione del percorso di vita. stati indesiderabili che incidono con rotture imprevedibili). Il cambiamento umano è riconducibile a tre transizioni teoretiche: passaggio da una visione lineare ad una dinamica aperta ad una molteplicità di direzioni. può risultare piu interessante delle fasi di stabilità. la perdita della destinazione. la stazione di approdo si può mostrare diversa da come la si era immaginata. La teoria del caos e sistemi dinamici ha evidenziato come l’imprevedibile e apparente disordine. Il concetto di traiettoria tempera il valore assoluto della 5 . I passaggi generano una domanda di senso “perché proprio a me?” che si impone a coloro che devono affrontare un evento critico. uditrice di voci che ha imparato a conviverci senza ricorrere all’aiuto dei servizi psichiatrici. le persone vedono mutare il loro profilo e la rete di relazioni di cui sono parte. TRANSIZIONI BIOGRAFICHE il passaggio da uno stato all’altro. Pericolo e opportunità (ideogramma cinese) le transizioni sono diverse per il grado di codificazione sociale che le avvolge: attese (passaggio sospinto da pressioni normative come passaggio da occupato a disoccupato) attese ma meno stringenti (tratti del corso di vita meno istituzionalizzati come la costituzione di una vita propria) e inattese (assunzione di ruoli devianti. Il passaggio che segna un punto di svolta impone al soggetto di essere in un altro modo. visione deterministica in cui assume rilevanza la revisione della concezione di equilibrio ideale e standard. Il binomio deficit compensazione secondo cui si riconduceva ogni tendenza di mancanza a cause uniche che si cercavano di rimuovere con interventi compensatori viene criticato per la visione aculturale che lo ispirava. Diventando adulti. La rottura biografica che accompagna l’irruzione di una malattia severa induce un senso di profondo smarrimento. da certezza a incertezza del lavoro per via della crisi Transizioni lavoro remunerato: Stefano e Ornella implicazioni di genere circa la possibilità di conciliare lavoro e altri ruoli Percorsi di povertà Brigida si colloca in una traiettoria vulnerabile Conversione religiosa continuità e meno rispetto a se e agli altri “la fiducia è la piu precoce attitudine psicosociale ma se la vita deve continuare occorre che la speranza persista anche quando la fiducia è stata tradita” Erikson. linguistica) che trovano nella svolta narrativa occasione di incontro. A essa si risponde costruendo una narrazione che lega gli eventi di cui si è protagonisti.linguaggio un ambito di interpretazione privilegiato. il limite è vissuto come funzionale ai soggetti da cui riconoscere il cambiamento). il transito da un modo di essere a un altro si configura come processo. caratteristici della fase di transizione. passaggio da una visione che assegna al concetto di vincolo una duplice funzione (invariabilità di significato.