LA PIRAMIDE DECISIONALE DELLA METODOLOGIA OPERATIVA Raffaele Di Pasquale allenatore UEFA PRO

Scopo: scegliere Abilità: decidere
QUI ED ORA CATEGORIE
CONCETTI PRINCIPI SISTEMA DI GIOCO

PROGETTO DI GIOCO

1

PAROLE CHIAVE - Complessità - Sistema
Metodologia Operativa Interazione Progetto di gioco Strategia Tattica Emergenza Specificità Scoperta guidata Zona di sviluppo prossimale

2 22

L’approccio specifico e sistemico della METODOLOGIA OPERATIVA

3

Il calcio è uno sport collettivo?

4

È uno sport intelligente?

5

È uno sport di invasione?

6

È uno sport di contrasto?

7

LOGICA DEL CALCIO
INTERAZIONI DI ATTIVITA’ DI COOPERAZIONE E DI OPPOSIZIONE RAPPORTI DI FORZE DELLE SQUADRE NELLE FASI E NELLE TRANSIZIONI

AUTORGANIZZAZIONI DINAMICHE

VISIONE SISTEMICA

INDIVIDUALI CONTESA DELLA PALLA PER RAGGIUNGERE CATENE LINEE BLOCCHI SQUADRA 8

LO SCOPO

Integrare non separare

IL giuoco del CALCIO SISTEMA COMPLESSO
9

9

COMPLESSITA’: plector – plectus Intrecciare = interdipendenza
• Si definisce per : -la grande varietà degli elementi ; -il livello gerarchico di questi elementi ; -la grande varietà dei legami tra questi elementi ; -la non linearità delle interazioni tra questi elementi.

10 10

SISTEMA

« Insieme organizzato di interazioni tra gli elementi ; dal greco systema : che tiene insieme, ma con l’idea di unione (syn) in un tutto organizzato , histani, radice sta. Un sistema ha una struttura : un insieme di elementi in interazione dinamica, organizzato in funzione di uno scopo .
11

Modello Tradizionale
Divisione e separazione nel processo di allenamento in: fisico, tecnico, mentale e tattico.

RIDUZIONISMO CARTESIANO
12

Tecnica Di base

Visione Analitica del Calcio
Rimessa laterale Tecnica del portiere
Capacità condizio nali

calciare

Ricevere

conduzio ne

Colpo di testa

contrasto

resistenza

forza

velocità

flessibilità

Apprendim ento motorio

Capacità coordinativ e generali Organizza zione

controllo

Coordinative

Speciali
Adattament o E trasformazi one

Orienta mento

anticipaz ione

combina zione

differenz iazione

equilibrio

Spaziale ritmizzaz e temp. ione
temporal e

reazione

fantasia

13

13

VISIONE OLISTICA
TECNICA TATTICA FISICA

VISIONE ANALITICA

MENTALE LE DIMENSIONI
RELAZIONALE TECNICA

SISTEMICA

14 14

COMPARAZIONE APPROCCI ANALITICO M.O.
• Separa e riduce; • • Opera in modo seriale; • • Lavora su un elemento per volta; • • Programmazione del • dettaglio avulso dal • contesto; • • Ripetizione ossessiva; • Il calciatore esecutore • Si concentra sulle relazioni degli elementi; Sollecita percezioni unitarie; Opera in modo strutturale; Integra i dettagli; Tiene conto del contesto; Il calciatore protagonista dell’apprendimento Ripete nella variabilità
15

IL CALCIO della
INDIVIDUO GRUPPO

INTERAZIONE DINAMICA E SISTEMICA
SQUADRA CONTESTO

METODOLOGIA OPERATIVA
16

Tecnica Di base

calciare

Ricevere

conduzio ne

Colpo di testa

contrasto

Rimessa laterale

Tecnica del portiere

Capacità condizio nali

resistenza

forza

velocità

flessibilità

Apprendim ento motorio

Capacità coordinativ e generali Organizza zione

controllo

Coordinative

Speciali
Adattament o E trasformazi one

Orienta mento

anticipaz ione

combina zione

differenz iazione

equilibrio

Spaziale ritmizzaz e temp. ione
temporal e

reazione

fantasia

17

17

Spazio e tempo

Tecnica Tattica Fisico mentale

singolo squadra

Libertà Progetto Di gioco L’ INTERAZIONE SISTEMICA

Fasi di gioco

Strategie didattica

Pensiero azione

Principi contesto

Memoria Qui ed ora Allenatore squadra
18 18

ATTACCO

PERDITA DELLA PALLA

INTERAZIONE
FASI DI GIOCO

RICONQUISTA DELLA PALLA

DIFESA
19

LA SISTEMICA DELLA M.O.

PROGETTO DI GIOCO

PRINCIPI DI GIOCO SISTEMA DI GIOCO

STRATEGIA CONCETTI DI GIOCO

CATEGORIE

QUI ED ORA
20 20

Apprendere GIOCANDO pensiero/azione

ESPERIENZA
PRINCIPI E CONCETTI

ENAZIONE
PENSIERO
PROGETTOI DI GIOCO

AZIONE
INTROIEZIONE GERARCHIZZATA

QUI ED ORA DELLE CATEGORIE SPAZIO/TEMPO DI
GIOCO

IMPREVISTO

21 21 21

PERCHE’ APPRENDERE GIOCANDO

Assimilare Scoprire

Crescere Capire

Interiorizzare

Svilupparsi Trasformare

Inventare Memorizzare Avventurarsi

Applicare Personalizzare

22 22

PERCHE’ ALLENARSI Giocando:

Pensare

Agire

Prendere decisioni costantemente

Tattica/Capacità decisionale
23

TEMA

ATTIVITA’ AVVERSARIO

INTERAZIONE OPERATIVA

DIMENSIONE SPAZIO

NUMERO GIOCATORI E SQUADRE
24

un approccio metodologico complesso
Antiautoritario Didattica Stili cognitivi Comunicazione Metacognizione Trasversalità dei saperi Modelli mentali Individuazione e rispetto delle differenze 2525

Emozioni

Il GIOCO della M.O.

Zone di sviluppo prossimale Comunità di pratica: la squadra

PRINCIPI della M.O.
- Interazione ( tutti gli aspetti della prestazione individuale e di squadra e del processo) - Emergenza ( qui ed ora) - Specificità ( realtà del gioco) - Sfondo integratore ( contesto operativo: dimensioni spazio, numero giocatori e delle squadre, attività del/degli avversari, numero tocchi, tema tattico) - Ricorsività ( didattica a spirale) - Reticolarità ( interrelazione operativa) - Introiezione gerarchizzata ( livelli di complessità) 26 - Continuità;

La parola chiave è esplicitare,attraverso l’azione maieutica fare in modo che il calciatore sia consapevole di ciò che fa e ragioni sul proprio processo di apprendimento : CHI? PERCHE’? DOVE? QUANDO? COME?
27 27

L’EVOLUZIONE DEL PROCESSO DI ALLENAMENTO CALCISTICO

LA SQUADRA UNA RETE MENTALE/OPERATIVA
28

INTERAZIONE PRESTAZIONE INDIVIDUALE

29

INTERAZIONE PRESTAZIONE COLLETTIVA
P. Fisica
Relazionale/Sociale

CALCIO

30

LE DIMENSIONI DEL CALCIATORE
Unità significativa Unità: tutt’uno Significativa : diversità

UNITA’
SIGNIFICATIVA

Tecnica di base Rapporto con la palla Principi: punti di Osservazione per capire l’errore

Tattica individuale Presenza Dell’’avversario Fase possesso Fase non possesso

Fisico •morfologico
•motorio: - condizionale - coordinativo

Personalità: senso di appartenenza curiosità attenzione motivazione aiuto e disponibilità

31

32

33

34

Il calcio per la M.O. è quindi:

Gioco di Squadra

Organizzazione

Decisioni

Essenzialmente TATTICO/STRATEGICO
35

STILE ATTENTIVO DEL CALCIATORE

36 36

37

LE 7 CATEGORIE
Spazio e tempo di situazione imprevista

Spazio e tempo di reparto

Spazio e tempo di sistema

Spazio e Tempo di base

Spazio e tempo di catena

Spazio e tempo di gara

Spazio e Tempo di ruolo

38

La modulazione del carico cognitivo
LA SEQUENZA
GIOCO LIBERO

SITUAZIONE

GIOCO

GIOCHI RIDOTTI

GIOCO A TEMA

39

-

La presa di decisione nelle strutture dinamiche
Situazioni generali ed universali: Progetto di gioco Situazioni di reparto e/o di blocco

Situazioni di gara.

Situazioni funzionali di ruolo

40 40 40

GLI SPAZI OPERATVI

41

Settore A

SettoreB

Settore C

Settore D

UNA SEDUTA OPERATIVA
SETTORE C

Fase I: possesso palla 8vs.8 con 4 porte settore A; Fase II: Back to back 4VS.2 a rotazione nel settore B; Fase III: 8vs.8+8 Back to back settore D ; Fase IV: 8 vs.8+8 in attesa Settore C.

42 42

http://allenatorenuovo.blogspot.com/ dipasqualeraffaele@libero.it Skipe: mister.taffaele Telefono: 3389745469

43

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful