Oggetto: SURROGAZIONE DEL CONSIGLIERE TALLARITA NICOLA NELLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE PER DIMISSIONI DELLO STESSO.

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che con deliberazione consiliare n.1 del 27/06/2013, immediatamente eseguibile, è stata convalidata l’elezione alla carica di Consigliere Comunale del Cons. Tallarita Nicola, appartenente alla lista Tallarita Sindaco-Tallarita per Seveso nelle ultime elezioni comunali; Vista la nota prot. n. 15845 del 17/07/2013 con la quale il Cons. Tallarita Nicola rassegna personalmente le proprie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale; Considerata la necessità di provvedere alla sua surrogazione nella carica di Consigliere Comunale ai sensi dell’art. 38, comma 8, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali; Richiamato l’art. 45, comma 1, dello stesso T.U. che consente di attribuire il seggio rimasto vacante per qualsiasi motivo al candidato che nella medesima lista segue immediatamente l’ultimo eletto; Dato atto che il Sig. Alampi Natale, con cifra individuale n. 820, è il candidato che nella lista Tallarita Sindaco-Tallarita per Seveso segue immediatamente l’ultimo eletto, così come risultante dal verbale delle operazioni dell’Ufficio Centrale (prot. n. 13146 dell’11/06/2013); Richiamate le norme di cui al capo II, titolo III, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali relative all’ineleggibilità ed incompatibilità per i Consiglieri Comunali; Visto il D.Lgs. n°39/2013, capo VI recante “Incompatibilità tra incarichi nelle pubbliche amministrazioni e negli enti privati in controllo pubblico e cariche di componenti di organi di indirizzo politico”; Rilevato che nei confronti del Sig. Alampi Natale non sussistano motivi di incandidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità previsti dal capo II, Titolo III, del D. Lgs. 267/2000 né i motivi di incompatibilità di cui al capo VI del D. Lgs. 39/2013; Visto l’art. 38, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti locali; Visti i pareri espressi ai sensi dell’art. 49 dello stesso T.U.; Visto l’art. 134, comma 4, del suddetto Testo Unico;

Con voti DELIBERA 1) La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata; 1) Di surrogare nella carica di Consigliere Comunale il Sig. Alampi Natale, appartenente alla lista Tallarita Sindaco-Tallarita per Seveso con cifra individuale n. 820, in sostituzione dal Sig. Tallarita Nicola, dimissionario;

2

2) Di convalidare l’elezione a Consigliere Comunale del Sig. Alampi Natale, dando atto che nei confronti del medesimo non sussistono motivi di incandidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità previsti dal capo II, Titolo III del D. Lgs. 267/200 né i motivi di incompatibilità di cui al capo VI del D. Lgs. 39/2013; 3) Di dare atto di quanto previsto dall’art. 38, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali; 4) Di dare atto che sono stati acquistati i pareri prescritti dall’art. 49 dello stesso T.U.; 5) Di comunicare la presente deliberazione all’Ufficio Territoriale del Governo per gli adempimenti di competenza.

Con voti -------- il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali.

Allegati: - dimissioni Cons. Tallarita Nicola - pareri

3

Oggetto: LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI SEDUTE 25/06/2012 - 30/07/2012

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto che sono stati presentati per l’approvazione i verbali delle sedute del Consiglio Comunale del 25/06/2012 e 30/07/2012; Ritenuti i medesimi, sia in motivazione che in dispositivo, conformi alla volontà espressa; Visto il D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”; Visti i pareri resi a norma dell’art. 49 del Testo Unico sopra citato, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Visto il seguente risultato della votazione: Consiglieri presenti: Voti favorevoli: Voti contrari: Astenuti: n. n. n. n. D E LIB E R A 1. 2. La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata; Di approvare i verbali delle deliberazioni adottate nelle sedute del Consiglio Comunale del 25/06/2012 e 30/07/2012, depositati agli atti.

Con successiva votazione …………………. il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134 comma 4 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali. Allegati: pareri.

2

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PER IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO E PER LO STUDIO E LA MODIFICA DEI DIVERSI REGOLAMENTI COMUNALI.

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: - l’art. 38 – comma 6 – del D.Lgs. n. 267/2000 testualmente dispone: “Quando lo Statuto lo prevede, il Consiglio si avvale di commissioni costituite nel proprio seno con criterio proporzionale. Il Regolamento determina i poteri delle Commissioni e ne disciplina l’organizzazione e le forme di pubblicità dei lavori”; - l’art. 28 dello Statuto Comunale prevede la nomina da parte del Consiglio di una Commissione Consiliare per il Regolamento del Consiglio Comunale, su designazione dei gruppi in relazione alla loro composizione numerica; - anche l’art. 26 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale prevede la Commissione per il regolamento del Consiglio e per lo studio e la modifica dei diversi regolamenti comunali, nominata per l’intera durata del Consiglio, nella quale deve essere garantita la proporzionalità tra maggioranza e minoranza e della quale fanno parte, oltre al Sindaco o suo delegato ed al Presidente del Consiglio, almeno un componente per gruppo consiliare; Dato atto che, ai sensi dell’art. 26 del vigente Statuto Comunale, le Commissioni Consiliari devono essere elette dal Consiglio Comunale in modo da garantire la proporzionalità tra la maggioranza e la minoranza e garantendo le pari opportunità con la presenza, se possibile, di almeno un componente di sesso diverso nelle commissioni; Udita la proposta del Presidente del Consiglio Comunale in merito alla composizione della Commissione in argomento secondo il seguente prospetto: Presidente del Consiglio (componente di diritto e Presidente) Sindaco o suo delegato (componente di diritto) n. 9 componenti, prevedendosi: n. 1 componente al gruppo consiliare Pdl-Udc-Lavoro per Seveso n. 1 componente al gruppo consiliare Tallarita per Seveso – Stare Insieme per Baruccana e Meredo n. 1 componente al gruppo consiliare Sevesoviva n. 1 componente al gruppo consiliare Lega Nord-Allievi Sindaco n. 1 componente al gruppo consiliare Lista civica Seveso nel Cuore n. 1 componente al gruppo consiliare Impegno è servizio n. 3 componenti al gruppo consiliare del Partito Democratico

Sentite le designazioni effettuate dai gruppi consiliari come segue:

Visti gli artt. 38, 42, 49, e 134 del D.Lgs. n. 267/2000; Con voti

2

DELIBERA 1) Le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intendono approvate; 2) di nominare la Commissione per il Regolamento del Consiglio e per lo studio e la modifica dei diversi regolamenti comunali nel modo seguente: - Presidente del Consiglio (componente di diritto e Presidente) - Sindaco o suo delegato (componente di diritto) Alla presenza di n. ….. Consiglieri, con voti……., il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 – comma 4 – D.Lgs. 267/2000.

Allegati: pareri

3

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE DELL'ELENCO DEI GIUDICI POPOLARI. Il relatore fa presente che in forza dell’art. 13 della L. 10/04/1951 n. 287 occorre procedere al rinnovo della Commissione per la formazione dell’elenco dei giudici popolari. Precisa che la Commissione è composta dal Sindaco o suo rappresentante e da due Consiglieri Comunali e che verranno eletti coloro che avranno riportato il maggior numero di voti, ai sensi dell’art. 24 – 8° comma dello Statuto vigente. Seguono le designazioni da parte dei gruppi consiliari: Per la maggioranza viene proposto il Cons. Per la minoranza viene proposto il Cons. Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto. Distribuire, raccolte e fatto lo spoglio delle schede, alla presenza degli scrutatori Conss. -------------------------------------, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri presenti e votanti: n. Hanno ottenuto voti:

Il Presidente proclama pertanto eletti a membri della Commissione per la formazione dell’elenco dei giudici popolari i Sigg. Conss. La suddetta commissione è pertanto composta da: - Sindaco o suo rappresentante
-

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’art. 134, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000; Alla presenza di n. Consiglieri, con voti DELIBERA di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali. Si dà atto che la presente deliberazione ha riportato i pareri favorevoli previsti dall’art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000.

Allegati: pareri

2

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE BIBLIOTECA. Il relatore informa che si deve procedere alla nomina della Commissione Biblioteca prevista dall’art. 27 del Regolamento del Consiglio Comunale, a seguito del recente rinnovo degli organi comunali. Aggiunge che la Commissione è composta da: - Sindaco o Assessore delegato dal Sindaco, componente di diritto - n. 6 membri in rappresentanza del Consiglio Comunale, scelti anche al di fuori dei propri componenti, garantendo la rappresentanza di due membri alla minoranza - bibliotecario o assistente di biblioteca responsabile con compiti specifici di consulenza e con voto solo consultivo. Per la votazione si applica l’art. 24, comma 8, dello Statuto vigente. Seguono quindi le designazioni da parte dei gruppi consiliari: Per la maggioranza vengono designati i Sigg. : Per la minoranza vengono designati i Sigg. : Si passa poi alla votazione a scrutinio segreto. Distribuite, raccolte e fatto lo spoglio delle schede alla presenza degli scrutatori Conss. ----------------------------, si ha il seguente risultato: Consiglieri presenti n° Hanno ottenuto voti:

Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di componenti della Commissione Comunale Biblioteca i Sigg. : La suddetta Commissione è pertanto composta da: - Sindaco o Assessore delegato dal Sindaco, componente di diritto - Bibliotecario o assistente di biblioteca responsabile La presente deliberazione ha riportato i pareri favorevoli di cui all’art.49 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’esito della votazione e la proclamazione degli eletti come sopra riportato; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Con voti

2

DELIBERA Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali.

Allegato: pareri

3

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE SPORT. Il relatore informa che si deve procede alla nomina della Commissione Comunale Sport prevista dal Regolamento del Consiglio Comunale, a seguito del recente rinnovo degli organi comunali. Lo stesso Regolamento, all’art. 27, stabilisce che la Commissione è composta dall’Assessore allo Sport o suo delegato, al quale spetta la presidenza, e dai sei membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di due membri alla minoranza e attribuendo i restanti alla maggioranza. Per la votazione si applica l’art. 24, comma 8, dello Statuto vigente. Seguono quindi le designazioni da parte dei gruppi consiliari: per la maggioranza vengono proposti i Sigg. : per la minoranza vengono proposti i Sigg. : Si passa poi alla votazione a scrutinio segreto. Distribuite, raccolte e fatto lo spoglio delle schede alla presenza degli scrutatori Conss. ----------------------------, si ha il seguente risultato: Consiglieri presenti n° Hanno ottenuto voti:

Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di componenti della Commissione Comunale Sport i Sigg. : La suddetta Commissione è pertanto composta da: - Assessore allo sport o suo delegato (componente di diritto e Presidente) La presente deliberazione ha riportato i pareri favorevoli di cui all’art. 49 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’esito della votazione e la proclamazione degli eletti come sopra riportato; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Con voti DELIBERA

2

di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali.

Allegato: pareri

3

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE SERVIZI SOCIALI Il relatore riferisce che, a norma dell’art. 27 del vigente Regolamento per il Consiglio Comunale, occorre procedere alla nomina della Commissione Servizi Sociali. Aggiunge che la predetta Commissione è composta da n. 9 membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza ed attribuendo i restanti alla maggioranza. Alla nomina si applicano le norme sulle votazioni di cui all’art. 24 comma 8 dello Statuto vigente. Seguono le designazione da parte dei gruppi consiliari. Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.:

Per la minoranza vengono proposti i Sigg.:

Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto ed alla presenza degli scrutatori Conss. ----------------------, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri votanti: n. Hanno ottenuto voti: Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di membri della Commissione Servizi Sociali i Sigg.: - (rappresentanti minoranza)

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’art. 134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000 Con voti DELIBERA 1) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile. 2) Di dare atto che sono stati acquisiti i pareri prescritti dall’art. 49 D.Lgs. 267/2000, pareri che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale. All.ti: pareri

2

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE URBANISTICA Il relatore riferisce che, a norma dell’art. 27 del vigente Regolamento per il Consiglio Comunale, occorre procedere alla nomina della Commissione Urbanistica. Aggiunge che la predetta Commissione è composta da n. 9 membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza ed attribuendo i restanti alla maggioranza. Alla nomina si applicano le norme sulle votazioni di cui all’art. 24, comma 8 dello Statuto vigente. Seguono le designazione da parte dei gruppi consiliari. Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.:

Per la minoranza vengono proposti i Sigg.:

Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto ed alla presenza degli scrutatori Conss. ----------------------, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri votanti: n. Hanno ottenuto voti: Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di membri della Commissione Urbanistica i Sigg.: - (rappresentanti minoranza)

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’art.134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000 Con voti DELIBERA 1) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile. 2) Di dare atto che sono stati acquisiti i pareri prescritti dall’art. 49 D.Lgs. 267/2000, pareri che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale. All.ti: pareri

2

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PUBBLICA ISTRUZIONE Il relatore riferisce che, a norma dell’art. 27 del vigente Regolamento per il Consiglio Comunale, occorre procedere alla nomina della Commissione Pubblica Istruzione. Aggiunge che la predetta Commissione è composta da n. 9 membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza ed attribuendo i restanti alla maggioranza. Alla nomina si applicano le norme sulle votazioni di cui all’art. 24 comma 8 dello Statuto vigente. Seguono le designazione da parte dei gruppi consiliari. Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.:

Per la minoranza vengono proposti i Sigg.:

Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto ed alla presenza degli scrutatori Conss. ----------------------, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri votanti: n. Hanno ottenuto voti: Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di membri della commissione Pubblica Istruzione i Sigg.: - (rappresentanti minoranza)

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’art.134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000 Con voti DELIBERA 1) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile. 2) Di dare atto che sono stati acquisiti i pareri prescritti dall’art. 49 D.Lgs. 267/2000, pareri che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale. All.ti: pareri

2

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

PROROGA CONVENZIONE

PER LO SVOLGIMENTO IN MODO COORDINATO DEL SERVIZIO DI

SEGRETERIA COMUNALE TRA I COMUNI DI SEVESO, NOVA MILANESE E BURAGO MOLGORA.

L’anno duemilatredici, addì

del mese di

nella sede del Comune di Seveso,

con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge ai sensi dell’art. 1372 del codice civile. T R A - Il Comune di Seveso, Ente Capofila, codice fiscale n. 01650780156 e partita IVA n. 00720300961, rappresentato dal Sig. Paolo BUTTI, nato a Milano il 10/04/1965, il quale agisce nell’esclusivo interesse di detto Comune che in questo atto

rappresenta nella sua qualità di Sindaco; - Il Comune di Nova Milanese, Ente convenzionato, codice fiscale n. 01731060156 e partita I.V.A. n. 00722350964, rappresentato dal Sig. il

, nato a

, il quale agisce nell’esclusivo interesse di detto Comune che in

questo atto rappresenta nella sua qualità di Sindaco. - Il Comune di Burago Molgora, Ente convenzionato, codice fiscale n. 02906850157 e partita I.V.A. n. 00739550960, rappresentato dal. Sig.

, nato a

il

20822 SEVESO – Viale Vittorio Veneto, 3/5 – Tel. 0362.5171 – Fax 0362-517268 - www.comune.seveso.mb.it Codice Fiscale 01650780156 – Partita IVA 00720300961

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 2/1

, il quale agisce nell’esclusivo interesse di detto Comune che in questo atto rappresenta nella sua qualità di Vice-Sindaco; PREMESSO CHE: il Comune di Seveso, con deliberazione di Consiglio Comunale n. ___ del _________ 2013, esecutiva ai sensi di legge, ha stabilito di proseguire nello svolgimento in modo associato e coordinato con il Comune di Nova Milanese ed il Comune di Burago Molgora il servizio di Segreteria comunale, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 465 del 04.12.1997, avvalendosi di un unico Segretario comunale;

il Comune di Nova Milanese, con deliberazione di Consiglio Comunale n. _____ del
_________, ha stabilito di svolgere in modo associato e coordinato con il Comune di Seveso ed il Comune di Burago Molgora il servizio di Segreteria comunale, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 465 del 04.12.1997, avvalendosi di un unico Segretario comunale; il Comune di Burago Molgora, con deliberazione di Consiglio Comunale n. _____ del ___________, esecutiva ai sensi di legge, ha stabilito di svolgere in modo associato e coordinato con il Comune di Nova Milanese ed il Comune di Seveso il

servizio di Segreteria comunale, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 465 del 04.12.1997, avvalendosi di un unico Segretario comunale

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 3/1

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: Art. 1 – SCOPO DELLA CONVENZIONE La presente convenzione disciplina il servizio di Segreteria comunale tra il Comune di Seveso che diviene capofila, il Comune di Nova Milanese ed il Comune di

Burago Molgora allo scopo di avvalersi dell’opera di un unico Segretario comunale. Art. 2 – DURATA DELLA CONVENZIONE La presente convenzione avrà durata a decorrere dal 1° luglio 2013 fino al 30 settembre 2013. Art. 3 – NOMINA E REVOCA DEL SEGRETARIO COMUNALE Ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. n. 465 del 1997, il Sindaco competente alla nomina e revoca del Segretario comunale è il Sindaco del Comune di Seveso, in accordo con il Sindaco del Comune di Nova Milanese e di Burago Molgora. In caso di assoluto disaccordo, i Sindaci possono proporre ai rispettivi Consigli Comunali la risoluzione della presente convenzione. Art. 4 – SOSTITUZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE In caso di assenza per qualsivoglia ragione e/o di impedimento del Segretario generale provvederà alla sua sostituzione il Vice Segretario del Comune di Nova Milanese; In caso di assenza o impedimento contemporaneo del Segretario e Vice Segretario si procederà alla richiesta di sostituzione alla Prefettura competente;

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 4/1

Art. 5 – ORARIO DI SERVIZIO Il Segretario Comunale assegnato alla Segreteria convenzionata presterà servizio nei tre Comuni come segue: 50% presso il Comune di Seveso, quale Comune Capofila della convenzione; 25% presso il Comune di Nova Milanese; 25% presso il Comune di Burago Molgora;

Art. 6 – TRATTAMENTO ECONOMICO E RIMBORSO SPESE Il trattamento economico e il rimborso delle spese spettanti al Segretario Comunale sono determinati dal contratto collettivo di lavoro vigente e successive

modificazioni ed integrazioni. Art. 7 – RIPARTIZIONE DELLA SPESA – RENDICONTI – RIMBORSI Tutte le spese concernenti il servizio di Segreteria di cui all’art. 6, saranno ripartite fra i tre Comuni convenzionati in misura proporzionale all’orario di servizio come previsto dall’art. 5. Il Comune di Seveso, quale Comune Capofila, assume l’onere di anticipare tutte le attribuzioni spettanti al Segretario generale, nonché il versamento degli oneri previdenziali ed assistenziali e quant’altro attiene al servizio convenzionato.

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 5/1

A cadenza trimestrale il Comune di Seveso provvederà a richiedere il rimborso proquota agli altri due Comuni di Nova Milanese e Burago Molgora. Art. 8 – FORME DI CONSULTAZIONE La consultazione tra gli Enti convenzionati avviene tra i Sindaci dei rispettivi Comuni. Il Sindaco del Comune di Seveso convoca la consultazione quando lo ritiene opportuno, quando richiesto dai Sindaci dei Comuni convenzionati, almeno una volta ogni anno. Per quanto non previsto dalla presente Convenzione, si fa riferimento alle disposizioni vigenti in materia.

Letto, confermato e sottoscritto. IL SINDACO DEL COMUNE DI SEVESO IL SINDACO DEL COMUNE DI NOVA MILANESE IL SINDACO DEL COMUNE DI BURAGO MOLGORA

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 6/1

Oggetto: PROROGA CONVENZIONE DI SEGRETERIA TRA I COMUNI DI SEVESO, NOVA MILANESE E BURAGO DI MOLGORA AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL'ART. 10 D.P.R. N.465/1997 E S.M.I.

IL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso che: • con deliberazione C.C. n. 6 del 07/02/2011 veniva approvata l’estensione della convenzione di Segreteria tra i Comuni di Seveso, Nova Milanese e Burago di Molgora ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 D.P.R. n. 465/1997 e successive modifiche ed integrazioni; tale convenzione individuava il Comune di Seveso quale Comune Capofila: con la delibera consiliare sopra richiamata si stabiliva che la convenzione avrebbe avuto durata pari al mandato delle Amministrazioni Comunali suddette e comunque, sino al recesso di una delle predette Amministrazioni;

• •

Considerato che nel Comune di Seveso e nel Comune di Nova Milanese si sono svolte le elezioni comunali lo scorso 26 e 27 Maggio 2013 e successivo turno di ballottaggio del 9 e 10 Giugno 2013; Preso atto che i Sindaci delle nuove Amministrazioni e il Vicesindaco reggente del Comune di Burago di Molgora hanno inviato una comunicazione all’Agenzia Autonoma per la gestione dell’Albo dei Segretari comunali e provinciali di Milano esprimendo il loro parere favorevole alla proroga fino al 30 Settembre 2013 della Convenzione medesima, comunicazioni che si allegano quale parte integrante e sostanziale del presente atto; Ritenuto di prorogare la convenzione confermando lo schema di condizioni della Segreteria convenzionata così come approvato nella delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 7/2/2011; Visto il D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”; Visti i pareri resi a norma dell’art. 49 del Testo Unico sopracitato, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; con voti D E L I B E R A

2

1) 2)

La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata; Di procedere alla proroga fino al 30 Settembre 2013 della Convenzione di Segreteria esistente tra i Comuni di Seveso, Nova Milanese e Burago di Molgora confermando lo schema di condizioni già approvate con delibera Consiliare n. 6 del 07/02/2011.

Con _______ votazione ___ il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134 comma 4 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali.

Allegati: n. 3 lettere all’Agenzia Autonoma dei Segretari n. 1 schema di convenzione tra le parti pareri

3

Oggetto: DETERMINAZIONE DELLA MISURA MENSILE DELL'INDENNITA' DI FUNZIONE SPETTANTE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE E DEL GETTONE DI PRESENZA SPETTANTE AI CONSIGLIERI COMUNALI.

IL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso che: - L’art. 82 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i. fissa i criteri per l’erogazione dell’indennità mensile di funzione al Presidente del Consiglio Comunale e del gettone di presenza ai Consiglieri Comunali; - Il Decreto del Ministero dell’Interno 4 aprile 2000, n.119, tutt’ora vigente, all’art. 5 stabilisce, in relazione alla fascia demografica dei comuni il compenso dovuto al Presidente del Consiglio Comunale e l’ammontare del gettone di presenza per i Consiglieri; - L’art. 1, comma 2, della legge 26 marzo 2010, n. 42, per le consultazioni elettorali successive all’anno 2011, riduce il numero dei componenti del consiglio comunale, in base alla popolazione prevedendo per il Comune di Seveso il numero di 16 consiglieri oltre al Sindaco; Preso atto del prospetto predisposto dall’Ufficio Personale che stabilisce le indennità spettanti agli amministratori del ns. Ente in ottemperanza a quanto dispone la Legge, che si allega quale parte integrante e sostanziale del presente atto (all. A); Ritenuto, pertanto, di fissare i valori dell’indennità di funzione del Presidente del Consiglio e dei gettoni di presenza spettanti ai componenti del Consiglio Comunale come di seguito indicato: - Indennità di funzione al Presidente del Consiglio (indennità mensile pari a quella degli assessori) €. 1.292,64 - Gettone di presenza ai Consiglieri Comunali €. 20,59

Per effetto di quanto disposto dall’art. 82 – comma 1 – del D.Lgs. 267/2000 l’indennità di funzione spettante al Presidente è dimezzata per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa; Preso atto che nel Bilancio di Previsione 2013, approvato dal Commissario Straordinario con deliberazione n. 64 del 20/05/2013, sono state impegnate le risorse per le indennità di cui trattasi; Visto l’art. 82 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.; Vista la Legge 23/12/2005, n. 266; Vista la Legge 26/3/2010, n. 42;

2

Visto il D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”; Visti i pareri resi a norma dell’art. 49 del Testo Unico sopracitato, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Con voti _________ D E L I B E R A

1) 2)

La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata. Di fissare i valori per l’indennità mensile di funzione spettante al Presidente del Consiglio Comunale e per il gettone di presenza spettante ai Consiglieri come segue: - Indennità di funzione mensile per il Presidente €. 1.292,64 - Gettone di presenza per Consiglieri €. 20,59 di prendere atto che, ai sensi dell’art. 82, comma 1, del D.lgs 267/2000, l’indennità di funzione spettante al Presidente è dimezzata per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa.

3)

Con successiva votazione unanime il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134 comma 4 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali.

Allegati: pareri Prospetto indennità – all. A

3

Master your semester with Scribd & The New York Times

Special offer for students: Only $4.99/month.

Master your semester with Scribd & The New York Times

Cancel anytime.