You are on page 1of 3

L'Influenza Suina fa il salto di specie in Messico

Bernardo Mattiucci | Sabato 02 Maggio 2009 8:13 pm

2 May 2009 -- The situation continues to evolve.


As of 18:00 GMT+1, 2 May 2009, 16 countries have officially reported 658 cases of influenza A(H1N1) infection.
Questa mattina erano 15 le nazioni!

Mexico (397)
USA (160)
Canada (51)
United Kingdom (15)
Spain (13)
Germany (6)
New Zealand (4)
Israel (3)
France (2)
Austria (1)
China, Hong Kong Special Administrative Region (1)
Costa Rica (1)
Denmark (1)
Netherlands (1)
Republic of Korea (1)
Switzerland (1)

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

kpirata78 | Sabato 02 Maggio 2009 10:12 pm

Permettemi un paio di considerazioni.


Innanzitutto sulla SARS, che mi pare abbia fatto un totale di circa 300 morti se non ricordo male, quindi uno sconvolgimento
mondiale, un all'armismo generale per poco meno di niente, perchè sui Miliardi di persone (anche solo considerando la Cina)3-400
morti sono davvero una cifra davvero risibile. ci sono moltissime cause di morte, non ultima l'influenza comune, che causano
appunto tanti tanti morti in più.

Seconda considerazione: cui prodest??


Cioè, per capire un avvenimento, bisogna credo cercare di capire quale è la parte che si avvantaggia.
E qui la parte del Leone pare farla il Tamiflu. chi produce questo farmaco?I Laboratori Gilead Sciences Inc, diretti da Donald
Rumsfeld, ex segretario alla Difesa statunitense, che ha i diritti sul farmaco "Tamiflu".
E se parliamo di difesa USA, mi vengono in mente tante cose (io sono un militare, lo ripeto per chi non se lo ricordasse) e da noi si
studia anche la NBC, guerra Nucleo Battereologica Chimica.
Sono ormai certi e declassificati gli esperimenti militari svolti con aerosol (sostanze disperse in atmosfera con aerei....ci sono
analogie con altri interessanti argomenti) svolti negli USA negli anni 50 e 60 su popolazione civile e anche irrorando di nascosto gli
stessi militari USA imbarcati sulle navi. La notizia è stata resa nota nel 2003.
Anche la mitica "antrace", chi se la ricorda?? Partirono dopo l'11 settembre 2001 lettere rivolte "guardacaso" a senatori
democratici che si opponevano all'approvazione del primo Patrioct Act, lettere grazie alle quali oltre all'azione intimidatoria
vennero sospese le sedute, e l'atto che toglieva parecchie libertà civili agli americani fu approvato in quatro e quattrotto nel silezio
generale. L'antrace si è poi scoperto avere collegamenti certi con i laboratori di armi batteriologiche di Fort Detrick (vedere sito
http://www.effedieffe.com)
La Sars avrebbe anche un interessante chiave di lettura in ambito di guerra bioeconomica: operazioni economiche volte ad avere
un impatto sull'impianto produttivo dell'avversario. Casualmente colpì la Cina, in grande espansione commerciale, la Germania e il
Canada che si opponevano all'intervento USA in Iraq. Addirittura morirono dei marinai su una nave commerciale (non ricordo ora di
quale bandiera) perchè vennero a contatto con una valigia contenente antrace e diretta in Canada, se quella valigia fosse arrivata a
destinazione in Canada non se la sarebbero passata tanto bene.

Per la suina, vedere questo interessante sito qui:


http://scienzamarcia.blogspot.com/
Qui riporto un passo interessante:

"..... Già perchè gli ESPERTI ci dicono che l’incubazione dell’influenza suina è di 4/6 giorni, mentre ROCHE consiglia l’assunzione (del
Tamiflu) nelle prime 48 ore di contrazione del virus, pena l’inefficacia totale.

Non siamo superesperti, non ci inviteranno mai a Matrix oppure a Porta a Porta, ma non ci vuole molto per capire che è impossibile
assumere un farmaco entro 48 ore da una contaminazione, se i sintomi si rivelano almeno 4 giorni dopo..."

quindi, il Tamiflu non sarebbe efficace contro l'influenza suina, è solo efficace alle tasche dei produttori.
Ora che hanno rifilato le scorte giacenti dei magazzini, sembra che questa influenza suina sia meno terribile del previsto.

Vogliamo invece parlare di AIDS? non vi è la PROVA SCIENTIFICA che il Virus HIV provochi la malattia catalogata come AIDS (in
realtà sarebbe una somma di malattie già conosciute, certo che se per curarlo si usa il tossicissimo AZT, farmaco chemioterapico
degli anni '60 abbandonato proprio per la sua elevata tossicità, allora si capisce il perchè di tante morti.) Ho letto da qualche parte
su internet la testimonianza di un serio positivo che diceva che dei suoi amici nelle sue condizioni, quelli che non sono stati
ricoverati sono ancora vivi, gli altri "curati" sono invece morti tutti.

Anche qui ce ne sarebbe da dire, e anche da leggere, per esempio


Alcuni libri di divulgazione sull’argomento (ma ce ne sono tantissimi altri):

Peter Duesberg: «Aids, il virus inventato», 1996, pubblicato in italiano da Baldini&Castoldi;


Kary Mullis, capitoli «Il caso non è chiuso» e successivo di «Ballando nudi nel campo della mente», 1994, pubblicato in italiano da
Baldini&Castoldi;
Harvey Bialy, «Oncogenes, Aneuploidy, and Aids: A Scientific Life and Times of Peter
H. Duesberg», 2004;
Etienne De Harven, Jean-Claude Roussez, «Ten Lies about Aids», 2008;
Rebecca Culshaw, «Science Sold Out: Does HIV Really Cause Aids?», 2007;
Henry H. Bauer, «The Origin, Persistence and Failings of HIV/Aids Theory», 2007;
Celia Farber, «Serious Adverse Events: An Uncensored History of Aids», 2006.

Qualche sito:

http://www.duesberg.com
http://www.rethinkingaids.com/
http://www.virusmyth.com
http://aras.ab.ca/index.php
http://www.reviewingaids.com/awiki/index.php/Main_Page

La scienza pare a volte non essere proprio quel che sembra....

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Aggiornamento dati influenza


839 casi confermati 4120 sospetti 20 morti confermati 101 sospetti

http://en.wikipedia.org/wiki/2009_swine_flu_outbreak

interessante l'origine dei componenti del virus :

HA Hemagglutinin swine (H1) North America


NA Neuraminidase swine (N1) Europe
PA Polymerase Acid avian North America
PB1 Polymerase Basic Subunit 1, PB1-F2[82] human 1993 H3N2 strain
PB2 Polymerase Basic subunit 2 avian North America
NP Nucleoprotein swine North America
M Matrix protein M1, M2 swine Eurasia
NS Non-structural proteins NS1, NEP swine North America

Se mettevano anche il laboratorio dove lo hanno assemblato …


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Bernardo Mattiucci | Sabato 11 Maggio 2009 8:38 am

...da un governo ci si aspetta un comportamento sempre a favore dei cittadini, conforme alla costituzione vigente e rispettando
sempre le leggi, sia scritte che etiche. Ci si aspetta sempre una dinamicita' tale da indurre chiunque a pensare allo stato/governo
come attento e responsabile, sempre pronto a fronteggiare ogni piccolo problema, reale o potenzialmente tale.
Ed e' in quest'ottica che puo' essere inquadrata l'emergenza dell'influenza A/H1N1.

Qualche mese fa qualcuno ha affermato che le case farmaceutiche non sarebbero fallite.... ma anzi.... avrebbero contiuato a
guadagnare. Con l'articolo del post precedente, si insinua in me un piccolo dubbio. Ma attenzione.... non voglio dare ragione a
Debora che afferma con ferrea sicurezza che e' tutta una bufala!
Il dubbio in questione e' il seguente: l'influenza suina A/H1N1, e' di origina "naturale" o "artificiale"?

Torniamo indietro di qualche anno...... tanti anni.... circa 3 anni prima che l'Aids diventasse un problema a livello mondiale,
qualcuno affermo' con sicurezza che ci sarebbe stata una malattia infettiva, che si tramandava per via sessuale, e che avrebbe
colpito i giovani e tutti gli stati africani, decimandone la popolazione. Solo facendo investimenti in un ben determinato settore si
sarebbe potuto scongiurare il peggio.
All'inizio l'Aids e' stata presentata come una malattina trasmessa dalla scimmia all'uomo... a causa di una contaminazione ematica
(si dice cosi'?). Poi e' stato scoperto che di "naturale" l'Aids non ha assolutamente niente... e che questo virus e' stato "costruito" in
laboratorio come arma militare.... poi diffuso per non si sa bene quale motivo.
Da numerose testimonianze si viene a sapere che i malati di aids che muoiono a causa di questa malattia, sono solo quelli che
cercano di farsi curare. Chi non si cura non subisce danni e non accusa peggioramenti evidenti nella propria vita di tutti i giorni.

Passano gli anni e i decenni...


Nel 2006 a Londra organizzano una grande esercitazione in vista di una possibile pandemia da febbre suina proveniente dal
messico. 3 anni dopo, dal messico si diffonde una influenza suina che diventa ben presto Pandemia.
Migliaia di infettati in tutto il mondo e decine di morti.
In Brasile appare il PRIMO CASO DI INFETTO DA VIRUS A/H1N1 NON IMPORTATO.
Ovvero.... l'influeza suina in Brasile e' stata riscontrata in un tizio che non ha avuto rapporti diretti o indiretti con il messico. E
allora, questa influenza, nel caso del brasile, da dove e' saltata fuori?

Facciamo un ulteriore passo indietro: Gli USA chiedono a gran voce al messico di aumentare la produzione di petrolio.... ma la
risposta e' negativa. E chiedono anche al Brasile di aumentare la produzione di biocarburanti.... ma anche qui se non erro non c'e'
stato accordo.
L'europa, l'Australia e la Nuova Zelanda, sono gli stati "industrializzati" con i quali gli USA devono scontrarsi. E hanno una economia
che, comunque, non permette agli USA, sempre piu' in recessione, di primeggiare.

Qual'e' il nocciolo della matassa?

Torniamo al dubbio iniziale: l'influenza suina A/H1N1, e' di origina "naturale" o "artificiale"?
Forse e' artificiale, ma non e' quello che prendi prima che ti viene riscontrato.

Potrebbe succedere una cosa di questo tipo:


il tizio, uno a caso, inizia ad accusare i primi sintomi di una normale e banale influenza. Allarmato dai media di tutto il mondo che
parlano di pandemia, si reca subito dal dottore con in testa l'atroce e ingombrante domanda "non varri mica infettare e far morire
tutti i tuoi cari?". La coscienza e il lavaggio del cervello perpetrato per via mediatica, gli impongono di recarsi al distretto sanitario
piu' vicino. Li' gli infermieri gli prelevano il sangue... lo mandano ai laboratori specializzati per farlo controllare e il tizio viene
dichiarato "positivo".
Il dramma prende il sopravvento... ma per fortuna che esiste un Farmaco... che in realta' non fa assolutamente niente... che pero'
ha, al suo interno, un virus ad effetto ritardato.
Te lo iniettano... e dopo una settimana sei definitivaente guarito. Il tizio torna a casa tutto contento e felice... riabbracia i suoi cari e
ricomincia a vivere tranquillamente.

Qualche tempo dopo il tizio muore.


Nessuno puo' ricollegare la sua morte, assolutamente naturale, alla pandemia influenzale.
Obiettivo raggiunto: popolazione in diminuzione, case farmaceutiche salve, governo responsabile che ha fatto di tutto per
scongiurare una pandemia.

http://forum.crisis.blogosfere.it/viewtopic.php?f=11&t=1127&sid=b4916af75dab0f4812e9c80b759e4de0&start=80