You are on page 1of 5

Prefazione di Julian Scott

Sono veramente contento che sia stato pubblicato questo libro e che l’importanza della pediatria nell’ambito della medicina cinese venga sempre più riconosciuta. I primi anni di vita del bambino sono infatti fondamentali per lo sviluppo di una buona salute e pochi trattamenti possono spesso evitare una serie di malattie nel presente e nel futuro. La medicina cinese, con i suoi secoli di esperienza, offre elementi preziosi nella cura del benessere dei bambini e della loro crescita, svincolati dalle oscillazioni delle mode. Può fornire indicazioni e trattamenti calibrati individualmente. Elisa, con i molti anni dedicati al trattamento dei bambini, ha avuto ampie possibilità di verificare queste conoscenze e di applicarle nella pratica clinica. Questo libro costituisce una lettura fondamentale per chiunque voglia trattare i bambini con la medicina cinese: illustra con chiarezza fisiologia e patologia pediatrica, presenta l’esperienza diretta attraverso le numerose e dettagliate storie cliniche e discute le diverse metodiche terapeutiche, con i relativi aspetti di efficacia e di problematicità. È inoltre utile per genitori e pediatri che vogliono conoscere il lavoro dell’ambulatorio Xiaoxiao e i modi in cui la medicina cinese può essere di aiuto ai bambini. Julian Scott

ma con altrettanta prontezza rispondono all’intervento terapeutico. agopuntura. così da rendere disponibili risorse importanti per una crescita più armonica. la medicina cinese è ancora poco diffusa in ambito pediatrico. che legge disturbi e malattie come manifestazioni di uno squilibrio del sistema energetico. anche tra chi sceglie una medicina non-convenzionale: l’agopuntura può infatti suscitare nei genitori perplessità e paure. che caratterizza anche le modificazioni dello stato di salute: i piccoli si ammalano facilmente. perché gli aghi sono spesso percepiti come strumenti cruenti.). che non interferiscono pesantemente e non invadono con violenza. l’apparato digerente o la sfera emotivo- . In Italia. La scelta dello strumento terapeutico dipende dall’età. all’alba. consente di sciogliere alcuni nodi. farmacoterapia e tuina (cioè le tecniche manuali tradizionali) fanno parte della formazione medica tradizionale e vengono comunemente utilizzati in ospedali e ambulatori anche in ambito pediatrico. La medicina cinese. al crescere dello yang nello yin. più acquista importanza il ruolo di moxibustione e agopuntura. mentre più il bimbo cresce. che per lo più riguardano il sistema respiratorio. In Cina. Le prime descrizioni sistematiche di trattamenti specifici per l’età infantile si trovano in testi medici del periodo Song (9601279 d. nella prima infanzia si usa prevalentemente il tuina pediatrico. In linea di massima. rapido. è spesso possibile modificare il loro sistema energetico che si è scompensato verso la malattia e spostarlo verso un equilibrio migliore attraverso azioni «piccole». Genitori e pediatri si rivolgono alla medicina cinese soprattutto quando non trovano risposte soddisfacenti nella medicina convenzionale. repentino. Il loro qi ha quindi una qualità di movimento impetuoso. I pediatri in genere ci inviano i piccoli pazienti in caso di malattie ricorrenti o croniche. al vento. dall’atteggiamento del bambino e dei genitori.Introduzione I bambini corrispondono alla primavera. Quando i bambini stanno male. liberare gli accumuli. tanto che il trattamento dei bambini intimidisce anche molti agopuntori e il tuina fino a qualche anno fa era praticamente sconosciuto nella sua forma pediatrica.C. tonificare e rinforzare. dal quadro clinico.

il piccolo urla e soffre per le coliche neonatali. si ammala in continuazione. senza cioè introdurre sostanze esterne. allora vuol dire che si hanno le risorse interne per guarire. ma un lavoro di «risistemazione» del qi del bambino fa sì che il piccolo possa tollerare meglio le situazioni disturbanti. In quest’ottica è importante ricordare il valore della prevenzione. A volte. ma presuppone la comprensione delle caratteristiche energetiche di fondo del particolare bambino (la «costituzione»): se conosciamo la direzione verso cui il piccolo tende quando non ce la fa e si ammala. però. La speranza è inoltre che tuina e agopuntura agiscano anche sulla percezione profonda che i bimbi hanno di se stessi: se si può stare meglio senza prendere medicine. ma si avvale anche di testi cui fare riferimento. Un qi del bambino più in ordine va poi a influire anche sull’insieme familiare. oppure per un aiuto in caso di patologie che comportano gravi ritardi dello sviluppo. rimedi. o fatiche psichiche che hanno origine nelle difficoltà dei genitori. siano esse invasioni dei patogeni esterni. tossici che provengono da aria e alimenti. cioè sulle condizioni di fondo del sistema. Il lavoro terapeutico della medicina cinese può anche procedere congiuntamente con altri tipi di trattamento. che non è aspecifica. che scorre bene. riusciamo anche a individuare quali sono le abitudini alimentari o di vita quotidiana più dannose per lui e possiamo capire come modificarle. è già grandino e fa ancora la pipì a letto di notte. soffre di stipsi o diarrea. Presentazione del testo Ogni medicina richiede un apprendimento diretto. In molti casi ci chiediamo se non sarebbe meglio curare madre o genitori invece di agire sul bambino. è inappetente. È quindi vero che il bimbo è profondamente influenzato dall’ambiente. non riesce a stare fermo e concentrato. Questo consolidamento ha un suo senso anche rispetto al futuro: un buon qi. anche perché conosciamo l’altissimo grado di condivisione del qi del nuovo nato con il qi che lo circonda. ha rigurgiti e cresce poco. i tempi di risposta. con febbre. Certo. si oppone a tutto e si infuria per un nonnulla. che sono in genere molto rapidi per quanto riguarda l’aspetto di remissione dei sintomi acuti. otiti o tonsilliti. ha asma o dermatite atopica.XIV Introduzione ISBN 978-88-08-18266-1 comportamentale. tosse. si rivolgono a noi anche per un lavoro di prevenzione. I genitori ci portano il loro bimbo per disturbi per lo più molto comuni: per esempio. sono invece più lunghi se si vuole intervenire sulla «radice». per cui assume antibiotici più volte all’anno. frigna e vuole sempre attenzione. erbe. . siano essi farmacologici. sia durante le fasi formative. Questo libro è strutturato in modo da essere uno strumento di base per agopuntori e operatori che vogliono approfondire la pediatria in medicina cinese e allo stesso tempo un supporto per i colleghi che già trattano i bambini. tende a indirizzarsi da solo in senso fisiologico. sia nel momento della pratica clinica. fa fatica ad addormentarsi o si sveglia troppe volte. fisioterapici o psicoterapeutici. Si tratta di un lavoro di rettifica dell’assetto energetico.

Inquadramento diagnostico e trattamento vengono esaminati secondo i quadri più ricorrenti nella pratica clinica. guasha. oltre ad alcuni esempi di trattamento con agopuntura o tuina pediatrico e di interazione con i genitori. i punti di forza che troviamo nella medicina cinese. tenendo presenti i possibili processi patogenetici e le eventuali evoluzioni patologiche. sia nel racconto delle diverse storie cliniche. inizia con l’approfondimento di fisiopatologia. che presuppone la conoscenza della MTC. che richiede una trattazione estesa e approfondita. coppettazione). focalizzando l’attenzione sulle loro funzioni nei bambini e le relative modalità d’uso. mettendo a fuoco lo spazio in cui avviene un trattamento. mentre si sono inseriti alcuni elementi di alimentazione. ma anche i loro esiti positivi. auricoloterapia. le soddisfazioni che questo lavoro ci dà. che sappiamo poter essere la manifestazione finale di molte alterazioni diverse del qi. L’attenzione si focalizza quindi sulla discussione differenziale di segni e sintomi. le questioni relazionali a volte complicate. con le loro difficoltà di inquadramento diagnostico.ISBN 978-88-08-18266-1 XV Introduzione Poiché in Italia il lavoro in ambito pediatrico è ancora in una fase iniziale. Si sofferma quindi sul lavoro che facciamo con il qi e sul versante della relazione con bimbi e genitori. . Si sono comunque volute presentare due patologie (dermatite atopica e ipercinesie) come esempi di un utilizzo del pensiero medico cinese di fronte a malattie in cui l’inquadramento diagnostico e l’approccio terapeutico sono piuttosto complessi. Non vengono invece discusse malattie più rare. dal momento che non abbiamo sufficiente esperienza per differenziarne l’inquadramento rispetto a quello degli adulti. La trattazione. «fior di pruno». Il DVD allegato introduce localizzazioni e metodi-fa del tuina pediatrico e mostra come funziona l’ambulatorio Xiaoxiao. Si è preferito non introdurre il grande capitolo della farmacologia tradizionale cinese. che è innanzitutto uno spazio energetico e mentale. La questione della pratica clinica è anche affrontata nel capitolo sui progetti-pilota FISTQ. gli sviluppi non sempre lineari. i punti di agopuntura principalmente utilizzati in pediatria e le metodiche collaterali (moxibustione. ben conoscendo i dubbi. eziologia e semeiotica del bambino e prosegue con l’illustrazione dei metodi-fa specifici di tuina pediatrico. Queste tematiche vengono trattate sia in capitoli specifici. Si è scelto di non prendere in considerazione le singole malattie o sintomi. ormai al quinto anno di attività. il testo può costituire anche un punto di partenza per il coordinamento delle diverse realtà cliniche che lavorano con la medicina cinese e coi bambini. che riferisce l’esperienza dell’ambulatorio Xiaoxiao. le incertezze e le difficoltà che incontriamo quando usiamo gli aghi con i bambini o ci avviciniamo con il massaggio. che rimane quindi la griglia diagnostica a cui fare riferimento. a cui vengono mostrate le sequenze di tuina da effettuare a casa. Il libro dà una rilevanza particolare agli aspetti concreti della pratica clinica. con le relative linee-guida per il trattamento.

«manovre». tranne quelle di uso più comune nel testo (yin. . verifica e traduzione dei testi cinesi. qi e tuina). CEA 2002. linee. • Per evitare di appesantire la lettura. • Ci si riferisce a punti. la trascrizione è a base bisillabica. 1991. «stimolazioni») innanzitutto con il nome cinese anche per evitare equivoci. il sistema ufficiale in Cina. secondo le attuali convenzioni sinologiche. tutte le parole in cinese sono in corsivo. dal momento che non esiste una traduzione convenzionalmente condivisa. tranne quando per chiarezza si sono mantenuti separati i due termini. yang. al quale la sinologa Laura Caretto ha contribuito con il lavoro di ricerca. zone del tuina pediatrico e ai metodi-fa (detti anche «manipolazioni». gli ideogrammi vengono in genere inseriti nel testo solo la prima volta che compare il termine cinese.XVI Introduzione ISBN 978-88-08-18266-1 Annotazioni • Tutte le citazioni dei classici provengono da Shen – Aspetti psichici nella medicina cinese: i classici e la clinica contemporanea. • Le sigle dei punti seguono le indicazioni dell’OMS. • La trascrizione fonetica segue il pinyin. riconosciuto dall’OMS. «tecniche».