You are on page 1of 1

Urbino

16

MARTED 20 AGOSTO 2013

TEATROCUST BOCCA DOMBRA AL FESTIVAL DIRLANDA


LO SPETTACOLO Bocca dOmbra interpretato dalla Compagnia Cust di Urbino e diretto da Donatella Marchi sar al Festival internazionale dedicato a Samuel Beckett a Enniskillen in Irlanda da gioved 22 a luned 26 agosto. Un prestigioso riconoscimento per il Cust, che rappresenter lItalia in uno

degli appuntamenti pi importanti in memoria dello scrittore, poeta e drammaturgo irlandese. Partecipano compagnie da tutto il mondo, tra cui Portogallo, Francia e Australia. Lo spettacolo stato gi in scena anche a Urbino, Milano, San Pietroburgo, Berlino e Hueasca in Spagna.

ARRABBIATO Sopra, Stefano Pivato. A destra, leconomista Giavazzi e la sua frase anti-Urbino

Leconomista Giavazzi schiaffeggia lAteneo


In un editoriale invita il governo a chiudere lUniversit di Urbino
CHI IERI ha sfogliato il Corriere della Sera avr fatto un balzo sulla sedia, compreso il rettore dellUniversit degli Studi di Urbino, Stefano Pivato. Leconomista bocconiano, Francesco Giavazzi, concludeva il suo editoriale in prima pagina suggerendo la chiusura dellateneo urbinate per gli scarsi risultati ottenuti nella classifica dellAnvur, lAgenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. Secondo Giavazzi la resistenza delle lobby in Italia impedisce qualsiasi riforma, ostacola i tagli a sprechi e spesa pubblica. CREDERO che il governo ha scritto in ultima battuta sia impegnato a ridurre le spese quando Letta e Saccomanni si recheranno [] a Bari, Messina, Urbino a spiegare che la chiusura di quelle tre Universit (in fondo alla classifica dellAnvur) nellinteresse dei loro figli. Non frequentando una fabbrica delle illusioni che ci si costruisce un futuro. Pivato liquida la questione per le rime: Siamo in un Paese in cui esiste la libert di espressione, che a volte porta alla facolt di trattare temi importanti con superficialit. Giavazzi si riferisce a una classifica basata sui dati raccolti tra il 2004 e il 2010, quando la nostra universit ha subito il periodo pi difficile dovuto al processo di statalizzazione con la perdita di oltre cento docenti, perdita che ha inevitabilmente avuto un influsso negativo sulla ricerca. Da allora le cose sono camno rivelate oculate nella modernizzazione dellAteneo, che dimostra la propria identit nel panorama regionale e nazionale, soprattutto per lofferta formativa umanistica e scientifica e sottolinea lo sforzo degli attuali organi accademici nellindividuare strategie per la valorizzazione della didattica di qualit e della ricerca scientifica interdisciplinare. Pivato ricorda anche gli ultimi dati Almalaurea sulloccupazione dei laureati nel 2012: Urbino si colloca al 12 posto tra 64 atenei. Pi che una fabbrica di illusioni siamo una fabbrica di occupati. La media di chi lavora a un anno dalla tesi di 54,6%, superiore alla media di

LO SDEGNO DI PIVATO Giudizio superficiale, basato su dati del 2004, antecedenti al processo di statizzazione
biate parecchio. Dati aggiornati alla mano, il Consiglio direttivo dellAnvur il 23 maggio 2012 ha dato un giudizio positivo alla Carlo Bo, portandola alla definitiva statalizzazione. Nella relazione si legge: Le azioni intraprese si so-

47,8%. Per i laureati triennali la media urbinate 34,8% contro quella nazionale di 28,6%; per i laureati magistrali di 57,6% in linea con quella degli altri atenei, ma a tre anni dalla specialistica lavora il 79,8% contro il 73,7% generale: 10 posto nella graduatoria nazionale. Infine, anche il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ha attaccato lAteneo dicendo urbinate che va chiuso. La replica di Pivato: Pensi alle condizioni degli Atenei della sua regione... I politici farebbero bene ad occuparsi di cose che conoscono, ammesso che conoscano qualcosa. Valentina Bicchiarelli

Con la Festa del Duca un pienone da tutto esaurito. Crespini: un successo


LA 32 FESTA del Duca, sipari rinascimentali ha portato in citt circa 80mila persone in tre giorni, almeno il 30 per cento di presenze in pi rispetto allanno scorso. E la stima dellassessore alle Attivit produttive Maria Francesca Crespini che, come tradizione, ha organizzato levento insieme allArs ducale. E la risposta della citt che fa alla citt che parla, il suo commento. Solo domenica alla Fortezza Albornoz si sono contati 1.300 spettatori al Gioco dellAita. Domenica sera continua la Crespini in piazza Duca Federico ci saranno state 4mila persone per lo spettacolo pirotecnico, venerd alle 21 avevamo finito tutti i biglietti. Costo complessivo 50mila euro, 37mila di sponsor, il resto coperto con lincasso degli ingressi. Questanno si abbattuta la spesa per allestire il Gioco dellAita, che ha avuto unambientazione pi ruspante ma altrettanto coinvolgente alla Fortezza, riuscendo a risparmiare i 22mila euro spesi lanno scorso per arena, tribune e impianto luci a Borgo Mercatale. LORGANIZZAZIONE ha coinvolto circa 150 volontari, una trentina i giovani retribuiti per controllare gli accessi, per la cucina e il volantinaggio. Pienone per le vie del centro di giorno e di sera.
LE FOTO DEGLI SCONTRI
NEL NOSTRO SITO INTERNET LE IMMAGINI DELLA DURA LOTTA DELLAITA www.ilrestodelcarlino.it/pesaro

Partecipata anche lestrazione a premi della 1 Lotteria del Duca, ecco i biglietti vincenti: C0727 (Fucile Montefeltro semiautomatico Benelli, da ritirare presentando regolare documento di Polizia di Stato); progr. titolo 507768 (iPad Mini 16GB); F0509 (viaggio in capitali e citt europee); progr. titolo 657126 (set di pento-

le TVS); G0102 (borsa Piero Guidi); progr. titolo 931345 (cellulare Vodaphone Smart Chat); B0031 (weekend in Italia); progr. titolo 627475 (fioriere da giardino); A0094 (ingresso centro benessere Urbino Resort); progr. titolo 705642 (ingresso centro benessere Mamiani Ki-spa). PER RITIRARE i premi scrivere a: marifra13@yahoo.it. La contrada Valbona ha trionfato nelle garedi tiro con larco del torneo della Cortegiania e Luca Santi della contrada Hong Kong ha vinto il torneo individuale Marco Risi. La Compagnia Feltria Aquile Ducali ha curato i tornei. LaSfida dellAquila nera, tappa del

campionato della Federazione italiana tiro con larco storico e tradizionale, ha visto battersi pi di 250 tiratori provenienti da Lazio, Marche, Emilia Romagna, Veneto e Umbria. Tra i tiratori premiati laquila ducale Aaron Bischi. Unica nota stonata riflette la Crespini stata la mancanza di illuminazione a Palazzo ducale, di sera la Soprintendenza avrebbe potuto almeno tenere aperto il cortile donore. Un ringraziamento invece va allArcidiocesi che ha tenuto aperto e illuminato tutte le sere il Museo Albani, le Grotte e la Cattedrale. Soddisfatti ristoratori e albergatori, che hanno registrato tutto esaurito. v. b.

Related Interests