You are on page 1of 1

18 R

GIOVEDÌ 11 GIUGNO 2009

LA GAZZETTA DELLO SPORT

PLAYOFF SERIE B OGGI RITORNO SEMIFINALI

Tutto in 90’ Livorno e Empoli cercano il colpo più complicato
Ruotolo: «Si deve dimenticare la paura dei tifosi» Baldini: «Obbligati a vincere? E’ un vantaggio»
GUGLIELMO LONGHI

LIVORNO GROSSETO
LIVORNO (4-3-1-2) 19 MAZZONI 87 ROSI 77 GRANDONI 17 MIGLIONICO 8 BONETTO 7 PULZETTI 21 LOVISO 6 BERGVOLD 23 DIAMANTI 10 TAVANO 9 DANILEVICIUS All. RUOTOLO PANCHINA 29 Vono, 2 Perticone, 66 Galante, 5 Terranova, 3 A. Filippini, 20 Rossini, 83 Cellerino. GROSSETO (4-4-2) 16 POLITO 5 FREDDI 6 STENDARDO 21 ABRUZZESE 19 GAROFALO 20 GESSA 18 CORDOVA 10 CONSONNI 33 MORA 9 SANSOVINI 11 PICHLMANN All. GUSTINETTI PANCHINA 12 Caparco, 38 Federici, 25 Porchia, 7 Vitiello, 8 Lazzari, 77 Bonanni, 29 Pellicori.

ARBITRO Celi di Campobasso GUARDALINEE Tagnoli-Copelli PREZZI da 12 a 95 euro TV Sky Calcio 2 e Dahlia Sport Inizio alle ore 19 (andata 0-2) LIVORNO Spazio a Grandoni, a centrocampo torna Bergvold con Loviso e A. Filippini che si giocano un posto. Squalificati De Lucia. Diffidati Loviso, Miglionico, Pulzetti e Tavano. GROSSETO L'unica novità potrebbe essere Vitiello al posto di Gessa. Squalificati nessuno. Diffidati Garofalo e Gessa.

Gennaro Ruotolo, 42 anni, ha preso il posto di Acori dopo la 41ª PEGASO

dPer Baldini è un vantaggio, per Ruotolo qualcosa di possibile ma che richiede un rapido esercizio di memoria. L’Empoli deve vincere, il Livorno deve farlo con almeno due gol di scarto: i due allenatori vedono così l’imperativo categorico che li tiene aggrappati alla speranza di conquistare la finale dei playoff.

Ottimista «Il Padova è passato dopo aver pareggiato l’andata in casa, perché non potrebbe accadere anche a noi?», si chiede Baldini, uno abituato a vedere

sempre il bicchiere mezzo pieno e che il giorno dopo l’infausto 1-1 col Brescia aveva provocato: «L’obbligo della vittoria può diventare un vantaggio». Sicuro? «Certo — spiega adesso —, perché avere un solo risultato a disposizione può liberarti la testa da cattivi pensieri e darti una forza che non pensavi di avere. Non mi piacciono le persone negative, quelle che si piangono addosso e facendo così rischiano di peggiorare la situazione. Io invece credo nell’impossibile. E ho un presentimento: vinceremo con un gol tra il 90’ e il 95’. Dovremo sfruttare al meglio i minuti finali,

con l’avversario disattento». Certo, se la serie positiva (12 partite) fosse cominciata prima, se l’Empoli avesse giocato così per tutta la stagione... «Il mondo dei se e dei ma è il mondo dei fessi — taglia corto il tecnico —: noi ce l’abbiamo messa tutta per arrivare a una posizione importante. Ma abbiamo incontrato una squadra tosta come il Brescia, sapevamo che non sarebbe stato facile». A distanza di dieci anni, Baldini torna in una piazza che non lo ha mai molto amato e ritrova un presidente che l’ha esonerato in agosto dopo una brutta sconfitta in coppa Italia e dopo aver-

LE POSSIBILITA’

Il Grosseto può anche perdere Al Brescia basta un pareggio
Ecco devono fare le 4 squadre per andare in finale, il Grosseto può anche perdere con un gol di scarto; il Livorno deve vincere con almeno due gol di scarto; al Brescia basta il pari; l’Empoli deve vincere. Finali domenica 14 e sabato 20 (ore 21). di risultati e di gol nei 180 minuti (i gol in trasferta valgono come quelli segnati in casa), è considerata vincente la squadra meglio piazzata in campionato. Nella finale, in caso di parità nel doppio confronto, si giocano due tempi supplementari da 15’; se rimane la parità, va in serie A la meglio classificata.

gli chiesto: «Ma crede ancora in questa squadra?». E lui a Corioni: «No, pensavo di avere a che fare con uomini e invece ho soltanto giocatori». La delusione per la A sfumata bruciava ancora. E ricordate chi è arrivato al posto di Baldini? Sì, proprio lui: Nedo Sonetti, l’uomo dell’ultima promozione del Brescia. Male in casa Il Livorno deve fare qualcosa che, prima del campionato, sembrava una semplice formalità: vincere in casa. E invece nel girone di ritorno è successo una sola volta, il 7 febbraio, 3-0 al Piacenza. L’Ardenza è

Regolamento In caso di parità

LEGA PRO IL CASO

«Venezia salvo con i miei gol ma da 7 mesi vivo senza soldi»
Ibekwe: «Risparmi finiti, non pago l’affitto da febbraio e la sera non esco»
ALBERTO FRANCESCUT

w
I NUMERI
I gol di Ibekwe in questa stagione con il Venezia: uno realizzato nel ritorno del playout contro la Pro Sesto

PLAYOFF IN PRIMA E SECONDA

Domenica le cinque finali
Si giocano domenica le finali dei playoff di Prima e Seconda divisione: ecco il programma (ore 16). PRIMA-A Padova-Pro Patria. PRIMA-B Crotone-Benevento (diretta su RaiSport Più). SECONDA-A Como-Alessandria. SECONDA-B Prato-Giulianova. SECONDA-C Pescina-Gela (ad Avezzano). Il ritorno si gioca domenica 21. In caso di parità di risultato e di gol (quelli in casa valgono come quelli in trasferta) si giocano due tempi supplementari da 15’, se la situazione non dovesse cambiare, sarà promossa la squadra che in campionato si è piazzata meglio.

2

VENEZIA

Club in crisi, ma cessione vicina
VENEZIA (m.c.) Ancora una settimana poi il Venezia passerà finalmente di mano. Giovedì 18 l'assemblea straordinaria del club sancirà il passaggio di proprietà dai fratelli Poletti al gruppo capeggiato dalla coppia Golban-Firus per 4 milioni di euro, Un paio serviranno per la ricapitalizzazione della società e per saldare le pendenze con giocatori e dipendenti. Intanto la ditta Sgaravatti, che curava la manutenzione dei campi, è arrivata al decreto ingiuntivo per 191 mila euro, ottenendo il pignoramento dei cartellini dei giocatori di proprietà del club.

d Preferirebbe farli solo sul campo per esultare dopo un gol. E invece, già da un po', i salti tripli gli occorrono anche con il... portafogli. Costretto dal vento della crisi che mette in ginocchio anche il solido calcio. A Venezia soffia già da tempo. «E' da novembre che non percepiamo lo stipendio, così non si può più andare avanti», dice l’attaccante Francis Ibekwe. Sette lunghi mesi senza entrate. Il nigeriano, autore del gol del vantaggio domenica scorsa nel ritorno playout con la Pro Sesto (finita 1-1) che ha decretato la salvezza degli arancioneroverdi in Prima Divisone, non ci sta. «Così è dura: io e mia moglie Sandra dobbiamo centellinare i nostri risparmi. Ma ne sono rimasti ancora pochi. Nessuno svago, sforare è proibito».

le squadre di Ibekwe in Italia oltre al Venezia, (una gara in B), Trento, Castel Di Sangro, Cavese, Paganese e Portosummaga

6

MERCATO

Pro Vercelli: tocca a Sesia
Oggi il Novara (Prima divisione) presenta il nuovo tecnico Attilio Tesser. In Seconda divisione, invece, la Pro Vercelli ha scelto Marco Sesia, 39 anni, che era alla guida del Canavese e subentrerà a Motta. Il Viareggio invece, ha annunciato il divorzio da Alfredo Aglietti: fatale la eliminazione dai playoff (sconfitta con il Prato). Bel colpo della Sangiovannese: ingaggiato il centrocampista Andrea Bernini (ultima stagione a Lecco).

La punta nigeriana Francis Ibekwe, 25 anni, gioca in Italia dal 2002 LIVERANI

Incubo benzina Nella lista della spesa solo generi di prima necessità, alimentari in testa. E meno male che il campionato è finito: «Così posso risparmiare sulla benzina — fa notare Ibekwe — che mi serviva per andare da San Donà, dove abi-

to, a Venezia». Di questi tempi ogni spesa in meno diventa un sospiro di sollievo. Francis racconta: «Ma in una cosa siamo fortunati. Oltre che essere una persona comprensibile, il titolare dell’appartamento in cui alloggiamo è un tifoso del Venezia». Due indizi «salva sfratto»: «Non paghiamo l’affitto da 4 mesi. Ma il proprietario continua a ripeterci: "Tranquilli, lo farete quando avrete di nuovo i soldi". Non finiremo mai di ringraziarlo». Soprattutto pensando alla malasorte di alcuni suoi

compagni: «In 7 hanno dovuto abbandonare la casa. La società gli ha pagato l'albergo. Altrimenti saremmo rimasti senza squadra». Conquistata la salvezza, Ibekwe si rivolge ai proprietari del Venezia: «Già prima di dicembre i fratelli Poletti dicevano che non c’erano problemi e che tutto si sarebbe risolto a breve. Invece nulla. Possiamo solo sperare che i nuovi acquirenti si facciano avanti. Anche prima del match con la Pro Sesto hanno assicurato che qualcosa si sarebbe sbloccato».

Vacanze da forzati Nel frattempo l'attesa sarà sobria. «Io e Sandra avremo desiderato andare in Nigeria per trascorrere le vacanze con le nostre famiglie, ma dovremo fermarci qui. Andare avanti così diventa sempre più difficile». Come difficile sarà che il nigeriano, in prestito dal Portosummaga, rimanga al Venezia. Francis attende notizie anche dal suo procuratore, Romualdo Corvino, figlio di Pantaleo, d.s. della Fiorentina. Per continuare con i salti tripli. Ma sul campo.

i punti (-4 per penalizzazione) del Venezia nell’ultimo campionato di Prima divisione: penultimo posto, salvezza raggiunta ai playout

31

SERIE D
Playoff: Nocerina k.o. a Salò
Si è giocata ieri nei playoff di serie D la seconda giornata dei triangolari. Ecco i risultati. Triangolare 1 Renate-Chioggia 1-2 (riposava Viterbese); classifica: Viterbese e Chioggia p. 3, Renate 0. Triangolare 2 Fano-Vico Equense 1-1 (riposava Spezia); classifica: Spezia p. 3, Fano e Vico Equense 1. Triangolare 3 Salò-Nocerina 3-1 (riposava Gavorrano); classifica: Gavorrano e Salò p. 3, Nocerina 0. La terza giornata si gioca domenica 14 con queste gare: Viterbese-Renate, Vico Equense-Spezia e NocerinaGavorrano. Le prime più il Sapri (qualificato per la vittoria in Coppa Italia) alle semifinali del 17 e il 21, la finale il 28.