You are on page 1of 3

Differenziale

Sia f : X → R, x0 ∈ X ∩ DX e f (x0 ) ∈ R, allora, ∀x ∈ R la funzione df (x0 ) : x ∈ R → f (x0 ) (x − x0 ) , si chiama differenziale (primo o di ordine 1) di f in x0 . In particolare per la funzione identica f (x) : x → x si ha: dx0 = 1 (x − x0 ) ; ora, essendo ∆f (x0 ) : x ∈ X → f (x) − f (x0 ) l’incremento della f in x0 il che, per la funzione identica diventa ∆x0 = x − x0 = dx0 , risulta che df (x0 ) = f (x0 ) dx0 , e, qualora la funzione sia costante si ha df (x0 ) = 0. Teorema 0.0.1 (Teorema del differenziale) Se f ` e derivable in x0 , la funzione ∆f (x0 ) − df (x0 ) ` e un infinitesimo in x0 di ordine superiore rispetto a ∆x0 . Dim. Sia, per esempio, ω (x) = (∆f (x0 ) − df (x0 )) (x) , allora si avr` a che
x→x0

lim ω (x) = 0, ω (x) = 0. x − x0

(1)

e
x→x0

lim

(2)

Infatti
x→x0

lim ω (x) = lim [f (x) − f (x0 ) − f (x0 ) (x − x0 )] = 0,
x→x0

e, quindi, vale la (??). Inoltre, da come si ` e definito ω (x) , risulta chiaramente che ` e possibile scrivere ∆f (x0 ) (x) = df (x0 ) (x) + ω (x) . Facciamo, allora, vedere che l’ordine di infinitesimo di ω (x) ` e superiore a quello di x − x0 .
x→x0

lim

ω (x) = x − x0

f (x) − f (x0 ) − f (x0 ) (x − x0 ) = x→x0 x − x0 f (x) − f (x0 ) = lim − f (x0 ) = 0. x→x0 x − x0 lim

f (x0 )) . x − x0 |f (x) − f (x0 ) − f (x0 ) (x − x0 )| < ε |x − x0 | . si sostituiscono ad f (x) i valori di p1 (x) . fissato un ε > 0. inoltre. Ricordiamo. QR In altre parole. cio` e il differenziale di una funzione relativo al punto x0 ` e l’incremento che subisce l’ordinata del punto che si muove sulla tangente alla curva nel punto P0 ≡ (x0 . QR = f (x0 ) (x − x0 ) . ∃I ∈ ovvero |∆f (x0 ) − df (x0 )| < ε |x − x0 | .∆f (x0 ) − df (x0 ) (x) = 0. P R = P Q + QR = f (x) − f (x0 ) . se f ` e derivabile una volta. allora. Se. la seguente funzione polinomiale p1 (x) = f (x0 ) + f (x0 ) (x − x0 ) . ftbpF3.emfSi vede subito che P Q = f (x) − f (x0 ) − f (x0 ) (x − x0 ) . essendo tan α = . che |f (x) − p1 (x)| < ε |x − x0 | . x ∈ I ∩ (X {x0 }) : (x0 ) . e. interseca sulla verticale passante per P ≡ (x. si commette un errore pari ad (x − x0 ) . si ha P0 R QR = P0 R tan α = P0 Rf (x0 ) = ∆x · f (x0 ) = df (x0 ) . che lim ∀ε > 0. Introduciamo. y = p1 (x) . allora. Consideriamo P0 di coordinate (x0 . ∃I ∈ (x0 ) . A questo punto possiamo x→x0 x − x0 applicare la definizione di limite. in un opportuno intorno di x0 . Inoltre. Risulta. f (x0 ) + f (x0 ) (x − x0 )) ed R ≡ (x.2508in2. per cui: Sappiamo. alla curva f (x) . quindi.2459in0ptdifferenziale. che ω (x) ` e un infinitesimo di ordine superiore a x − x0 ovvero ω (x) → 0 in un intorno prossimo ad x0 . dunque. f (x0 )) e Q ≡ (x. f (x0 )) i punti che la tangente t. x ∈ I ∩ (X {x0 }) : ∆f (x0 ) − df (x0 ) < ε. f (x)) . detta Polinomio di Taylor di primo grado reale (la differenza tra la f (x) e p1 (x) ` e un infinitesimo al tendere di x a x0 do ordine superiore a x − x0 ).

come si comprende dalla figura. Quest’approssimazione ` e tanto pi` u accettabile quanto pi` u` e piccolo ∆x. def 1. Si parla anche di differenziale di ordine superiore. dove dn x0 si definisce per induzione su n essendo dx0 = (x − x0 )1 . 2. . il differenziale n-esimo di una funzione f (x) ` e d(n) f (x0 ) = f (n) (x0 ) (x − x0 )n = f (n) (x0 ) dn x0 . 0. ovvero. geometricamente. la curva con la tangente in questo punto. Dim.quando la sua ascissa passa dal valore x0 al valore x0 + ∆x. Deriva evidentemente dalla regola di derivazione di un prodotto di funzioni. d (c1 f1 (x) + c2 f2 (x)) (x0 ) = c1 d (f1 (x0 )) + c2 d (f2 (x0 )) . Infatti si ha d (g ◦ f ) (x0 ) = (g ◦ f ) (x0 ) dx0 = g (f (x0 )) f (x0 ) dx0 = g (f (x0 )) df (x0 ) . nell’intorno di x0 .1 Propriet` a del Differenziale Dim. 3. Dim. Infatti si ha d (c1 f1 (x) + c2 f2 (x)) (x0 ) = (c1 f1 (x0 ) + c2 f2 (x0 )) dx0 = c1 (f1 (x0 )) dx0 + c2 (f2 (x0 )) dx0 = c1 d (f1 (x0 )) + c2 d (f2 (x0 )) . d (g ◦ f ) (x0 ) = g (f (x0 )) df (x0 ) . approssimare. d (f1 (x) · f2 (x)) (x0 ) = df1 (x0 ) · f2 (x0 ) + f1 (x0 ) · df2 (x0 ) . sostituire l’incremento della funzione con il differenziale significa. Essendo QR = df (x0 ) .