You are on page 1of 32

Presenta:

La guida definitiva per il Posizionamento su Google WebImprendo.com


Vieni a trovarci sul sito http://webimprendo.com per ulteriori consigli, recensioni, tutorial e news.

http://webimprendo.com

INDICE
INDICE ........................................................................................................................................................................ 2 INTRODUZIONE .......................................................................................................................................................... 3 LA RICERCA DELLARGOMENTO DEL BLOG E DELLA PAROLA CHIAVE .......................................................................... 4 COME SCEGLIERE LA GIUSTA KEYWORD .................................................................................................................................. 5 TRAFFICO, OVVERO UN CONSISTENTE NUMERO DI RICERCHE ESATTE............................................................................................. 6 BUON CPC ........................................................................................................................................................................ 7 COME CONTROLLIAMO IL CPC? ............................................................................................................................................. 7 COMPETIZIONE MEDIO-BASSA ............................................................................................................................................... 8 POTENZIALE COMMERCIALE ................................................................................................................................................ 10 OTTIMIZZAZIONE ON PAGE: FATTI AMARE DA GOOGLE! ...........................................................................................12 CREAZIONE DI UNA MAPPA XML ....................................................................................................................................... 13 LINK INTERNI.................................................................................................................................................................... 13 TITOLO DELLARTICOLO ...................................................................................................................................................... 13 PERMALINK...................................................................................................................................................................... 14 PRESENZA DELLA KW NEL CORPO DELLARTICOLO .................................................................................................................... 14 HEAD1 ............................................................................................................................................................................ 14 TAGS .............................................................................................................................................................................. 14 IMMAGINI ....................................................................................................................................................................... 15 VIDEO ............................................................................................................................................................................. 16 OUTBOUND LINK DI QUALIT ............................................................................................................................................. 17 TITOLO SEO, META DESCRIPTION E META KW ........................................................................................................................ 17 I SEGRETI DEL POSIZIONAMENTO SU GOOGLE: ECCO COME ARRIVARE IN PRIMA PAGINA! ......................................19 POSIZIONAMENTO SU GOOGLE: LE TECNICHE OFF-PAGE .......................................................................................................... 19 VARIAZIONE ANCHOR TEXT ................................................................................................................................................ 22 VARIET DI LINK ............................................................................................................................................................... 23 COME CREARE RAPIDAMENTE ARTICOLI ............................................................................................................................... 23 LA STRATEGIA DEL SEO OFF PAGE ...................................................................................................................................... 24 CHE LINK UTILIZZARE: IL POSIZIONAMENTO SUI MOTORI DI RICERCA ........................................................................................ 25 CREAZIONE PROFILI SOCIAL ................................................................................................................................................ 27 CREAZIONE LINK DI PRIMO LIVELLO...........................................................................................................................27 WEB 2.0 ......................................................................................................................................................................... 28 ARTICLE DIRECTORY .......................................................................................................................................................... 29 VARIET DI ALTRI LINK: SOCIAL BOOKMARKS, WIKI, GUEST POSTING, ECC ................................................................................. 30 CREAZIONE LINK DI SECONDO LIVELLO ......................................................................................................................31

http://webimprendo.com

INTRODUZIONE
Benvenuto! Se vuoi imparare un metodo serio per guadagnare online, stai per leggere le-book giusto! La rete strapiena di metodi per guadagnare, ma in gran parte si tratta di sistemi che possono portare solo pochi spiccioli. Qui non voglio spiegarti come guadagnare pochi euro passando lintera giornata a cliccare su banner pubblicitari. Qui sto per spiegarti come creare un blog, e guadagnare uno stipendio rimanendo comodamente a casa. Il nostro percorso si compone di 3 step: 1. La ricerca dellargomento sul quale creare il blog; 2. Il posizionamento a livello on page; 3. Il posizionamento a livello off page, ovvero COME ARRIVARE IN PRIMA PAGINA SU GOOGLE!! Se hai gi un tuo blog, e vuoi scoprire come ottenere tante visite e guadagni, questa la sezione pi importante (leggi per prima le altre, che male non fa ;) ). Se ti sembra tutto complicato, tranquillo, non lo . Al termine di queste pagine saprai tutto, ma proprio tutto quello che ti serve per iniziare a fare soldi sul web. Se poi ti sentirai pigro, potrai utilizzare i nostri servizi su SeoImprendo e faremo tutto noi per te. Sei pronto? Iniziamo!

http://webimprendo.com

LA RICERCA DELLARGOMENTO DEL BLOG E DELLA PAROLA CHIAVE


Innanzitutto i servizi cui consiglio vivamente di affidarsi per il blog sono: Namecheap per lacquisto del dominio, e per il servizio di hosting, che una spanna sopra gli altri. Ti suggerisco davvero di non utilizzare servizi di hosting non dalta qualit, perch alcuni parametri relativi allhosting sono determinanti per la buona riuscita di tutto quello che stiano per costruire insieme. Questo aspetto determinante, un fattore che da solo pu determinare la sorte del nostro bel blog, quindi leggi attentamente quello che sto per spiegare. Questo larticolo teorico; se invece vuoi vedere il video tutorial pratico, lo trovi qui. Tutto quel che ti racconto frutto di esperimenti fatti in prima persona, di successi e fallimenti, di studi e ricerche. E sto per descrivere il corretto metodo di ricerca delle kw in modo dettagliato e quanto pi completo mi riesca. Allora, iniziamo: come spunto iniziale puoi prendere in considerazione una tua passione, o una paura che hai, oppure un problema che non riesci a risolvere. Da qui ti fai unidea di quello che vorresti fosse largomento, in linea di massima, di cui parlare nel tuo blog. Leggi questo articolo per ulteriori approfondimenti. . Una volta che abbiamo individuato largomento di cui parlare (ad esempio, di animali domestici), il nostro scopo quello di trovare delle kw (ovvero keyword, parole chiave) che vengono cercate su Google da un bel po di persone ogni mese (per esempio, animali in vendita, oppure adozione cani). Definiamo con precisione le kw sulle quali puntare, quindi, e circoscriveremo meglio largomento del nostro blog, riferendoci alla nicchia di mercato sulla quale vogliamo puntare. Perch una nicchia di mercato? Semplicemente perch impensabile per noi aprire un blog riguardante, ad esempio, gli animali in generale! E un argomento estremamente vasto, quindi dovremo riferirci a una cerchia pi ristretta di persone, ad esempio a coloro (e sono migliaia), che vogliono adottare un cucciolo. Ecco perch si parla di nicchia di mercato, perch quando creiamo il nostro blog dobbiamo decidere qual il nostro target. Ovvero alla fetta di persone cui ci stiamo rivolgendo. Con un target troppo generico e vasto, i nostri sforzi saranno inutili, perch non riusciremo a soddisfare in maniera specifica le attese e le necessit di tutti.

http://webimprendo.com

Inoltre puntando su kw troppo generiche come, appunto, animali, sar in genere estremamente pi difficile raggiungere la prima pagina di Google. Selezionando invece ad hoc kw molto ricercate e con bassa concorrenza, posizioneremo il nostro blog in prima pagina senza problemi (vedremo poi come), ottenendo molti visitatori e guadagnando di conseguenza. Bene quindi, ribadiamo il concetto: noi costruiremo un blog, o sito, che punta a una determinata nicchia di mercato. Questo sito sar comunque autorevole e pieno di contenuti validi e originali (anche questi facilmente recuperabili, stay tuned ). Soddisferemo quel che il nostro target di persone ricerca, e otterremo traffico e guadagno col posizionamento.

Come Scegliere La Giusta Keyword


Le kw valide, e che permettono davvero di guadagnare, presentano tutte degli aspetti in comune: 1. Numero di ricerche esatte consistente; 2. Buon CPC (se puntiamo a guadagnare con i bannerini di Google, altrimenti questo aspetto non importante); 3. Competizione medio-bassa; 4. Commercialit. Nb: Se puntiamo a guadagnare con i bannerini di Google possiamo conoscere allincirca, in modo piuttosto orientativo, quanto il nostro sito, raggiunta la prima posizione, generer (per una singola parola chiave). Basta fare cos: guadagno per una singola parola chiave = numero di ricerche esatte x 50% (numero di persone che cliccano mediamente sul primo risultato di ricerca) x CPC (nostro guadano per ogni click sui bannerini) x3%(percentuale di persone che clicca mediamente su un bannerino ben posizionato). Quindi ad esempio, mettiamo di avere una kw da 40 mila ricerche mensili, con un CPC di 0,30 (non un esempio a caso, la kw principale di uno dei miei siti). Questa kw ci dar indicativamente 40.000 x 50% x 0,30 x 3% = 180 al mese (solo questa keyword, non tutto il sito!). In realt con una serie di accorgimenti di cui parleremo nei prossimi articoli, possiamo ulteriormente aumentare il nostro guadagno, portando in maniera semplice molto pi traffico e molti pi click. Importante: tutta la ricerca delle kw pu essere effettuata con tool gratuiti (pur con alcune limitazioni). Dovrai utilizzare per bene Google Adwords, Ahrefs, e altri tool online per controllare let del dominio e

http://webimprendo.com

il PR dei vari siti (se ne trovano facilmente con una rapida ricerca su Google). Io utilizzo Market Samurai per trovare le parole chiave. Questo software mi consente di trovare moltissime parole chiave in maniera semplice, e mi d in pochi minuti risultati che altrimenti mi prenderebbero molto molto pi tempo. Market Samurai gratuito per i primi 14 giorni di utilizzo, e supporta le ricerche in inglese, italiano, francese e moltissime altre lingue. Nel video in cui mostro dal vivo come trovare le parole chiave, infatti, utilizzo proprio questo software (che mi accompagna ormai da anni). Lo trovate a questo link. Se invece vuoi che siamo noi a effetturare una ricerca di mercato per te, basta cliccare qui. Ma torniamo a noi, parlavamo delle caratteristiche che devono avere le parole chiave. Iniziamo con ordine.

Traffico, ovvero un consistente numero di ricerche esatte


Il nostro blog ruoter intorno a una kw principale, pi altre secondarie per le quali potremo scrivere altri articoli. Ad esempio, se la nostra kw animali domestici, potremo acquistare da namecheap (che il servizio pi economico per i domini) un dominio come animalidomestici.com. Successivamente scriveremo articoli per altre kw, dette secondarie, come ad esempio http://animalidomestici.com/giochidianimali. Questo articolo sar spinto in prima pagina per la parola chiave giochi di animali. Limportante per che la nostra parola chiave principale abbia un buon traffico. Diciamo almeno 3000 ricerche esatte, ma questo valore varia in base ad altri fattori. Infatti come vedremo, se una kw molto commerciabile, anche un numero limitato di ricerche va bene. Che vuol dire ricerche esatte? Semplicemente che la gente ricerca esattamente quella parola chiave, e non parole chiave simili. Quindi se usiamo google adwords dobbiamo stare attenti a mettere la spunta a sinistra, accanto alla dicitura [Esatto] (vedi immagine). Altrimenti, scegliendo Esteso (o Broad in inglese), ci verr detto quante ricerche sono effettuate non solo per quella particolare kw, ma per tutte quelle attinenti. E un fattore abbastanza importante anche un valore Esteso elevato, perch vuol dire che il nostro argomento vasto e molto ricercato. Per comunque meglio avere almeno una kw precisa sulla quale focalizzarci.

http://webimprendo.com

Come puoi vedere dallimmagine (clicca per ingrandire), dobbiamo ricordarci di selezionare il Paese di nostro interesse (USA se vogliamo fare un blog per gli Americani, Francia se sar un sito Francese, Italia per un sito italiano e cos via) e considerare il numero di ricerche Locali.

Buon CPC
Ripetiamo innanzitutto che questo fattore va considerato se abbiamo intenzione di guadagnare tramite i bannerini pubblicitari di Google. Il CPC la somma che guadagni ogni volta che qualcuno clicca su una pubblicit presente sul tuo sito. Si va da CPC da 8 centesimi a click, a CPC anche abbondantemente superiori alleuro. Va da s che pi alto il CPC (a parit di altri fattori) pi la kw appetibile.

Come controlliamo il CPC?


Market Samurai lo evidenzia immediatamente, quindi possiamo confrontare subito i CPC delle varie kw. Invece se usiamo Google Adwords, dal menu Strumenti e analisi dobbiamo selezionare la voce Strumenti per il targeting contestuale. Da qui possiamo inserire le kw di nostra scelta, e sotto la voce offerta suggerita troveremo una cifra che indicativamente ci dir quanto aspettarci da ogni click. Ecco 2 immagini che spiegano i semplici passaggi:

http://webimprendo.com

Facile, no?

Competizione medio-bassa
Dunque: noi non vogliamo rivaleggiare con blog troppo grandi, vecchi e affermati, che puntano proprio alle stesse nostre kw, no? Come possiamo pretendere di superare in tempi ragionevoli autentici colossi on-line? Ci sono kw con una competizione estremamente elevata, per le quali noi non possiamo competere. Meglio puntare a parole per le quali la concorrenza nettamente inferiore. Sorgono dunque 2 domande: quali fattori dobbiamo tenere in considerazione per valutare il livello di concorrenza, e in che modo possiamo controllare tali fattori. Quindi apriamo il nostro bel browser, andiamo su Google.it (se la nostra kw itliana, o Google.fr se francese, e cos via), e vediamo che risultati vengon fuori.

http://webimprendo.com

Ecco i fattori da considerare: 1. I siti nostri concorrenti in prima pagina hanno la kw nel titolo? 2. Contengono lesatta kw? 3. Sono siti vecchi di diversi anni? 4. Sono presenti in prima pagina con pagine interne o con la home? Fanno parte si siti autorevoli? 5. Hanno PR elevato (3 o maggiore)? 6. Hanno molti link indirizzati alla pagina e/o alla home? 7. Gli anchor text dei loro link sono in genere relativi alla kw che abbiamo cercato? In linea di massima, se vedete in prima pagina siti quali: Ezine, Yahoo Answer, pagine di forum, ecc potete facilmente raggiungere la prima pagina. Tutti questi aspetti possono essere controllati gratis con tool online. Per quanto riguarda let dei domini e il loro PR basta cercare su Google domain age check o pagerank check per trovare un po di servizi gratuiti. Per controllare i link e gli anchor text invece possiamo usare servizi quali Ahrefs o MajesticSeo. Questi servizi sono a pagamento (e costano molto, non vale la pena di acquistarli francamente, lasciate stare). Offrono per una versione pi limitata, gratuita, che vi permette di effettuare un certo numero di ricerche al giorno. Market Samurai invece effettua unanalisi a tutto tondo, completissima, compreso il check dei link (questo programma infatti incorpora il servizio di MajesticSeo gratuitamente). In linea generale, se molti dei blog (o relative pagine) che rankano in prima pagina per una determinata kw hanno caratteristiche quali: un vecchio dominio, un PR uguale o maggiore a 3, molti backlink di qualit con anchor text specifici per la kw, ecc, sar meglio spostarci verso una parola chiave con meno concorrenza. Questi aspetti, oltre a tutto quello di cui abbiamo parlato, li spiego dal vivo nel video-tutorial qui!

http://webimprendo.com

Riguardo i primi 2 punti, facciamo un esempio. Cerco su Google la kw Michele vola con la bicicletta. So che una kw stupida, solo un esempio Ecco i risultati che ottengo in prima pagina:

Possiamo notare che nessuno dei siti nelle prime posizioni presenta nel titolo (n allinterno della pagina) lesatta kw da noi cercata. Questo mostra che possiamo facilmente raggiungere la prima pagina, anzi la prima posizione, per la parola chiave michele vola in bicicletta. Questo a prescindere da tutti gli altri fattori. Il motivo che anche se sono presenti siti grossi e importanti, tali siti non puntano (anzi, nemmeno nominano) lesatta kw, quindi possono essere facilmente superati da noi! Edit: cercate su Google.it michele vola in bicicletta e vedrete che infatti per questa kw WebImprendo in prima pagina dopo solo un paio di giorni, senza fare assolutamente nulla

Potenziale Commerciale
Questo aspetto fondamentale se hai intenzione di guadagnare offrendo prodotti affiliati o vendendo tuoi prodotti/servizi. Mettiamola cos: basta una rapida ricerca su Google per notare che la kw funny pictures ha qualcosa come 450 mila ricerche solo negli USA, e 1 milione a livello mondiale! Per pensaci: la gente che cerca su google funny pictures non ha la minima intenzione di acquistare nulla: sta solo cercando, appunto, immagini divertenti in giro per la rete. Stop. Invece la kw best diet to lose weight, ad esempio, che ha solo 2400 ricerche negli USA e 5400 nel

http://webimprendo.com

10

mondo, ricercata da gente che ha effettivamente un problema: il sovrappeso. Questa gente disposta ad acquistare una guida, o prodotti, per dimagrire. E quindi questa kw ha un maggior valore commerciale. Spesso e volentieri, kw che iniziano con comprare , miglior , dove acquistare , o nomi di specifici prodotti, son kw che hanno un buon potenziale commerciale, perch probabile che chi le cerca voglia effettivamente acquistare qualcosa o risolvere un problema. In linea generale pi il bisogno da soddisfare urgente, pi la kw ha valore commerciale ed remunerativa. Ma su questo aspetto torneremo presto, con articoli ad hoc.

Clicca sul link seguente per il pratico video tutorial sulla ricerca delle parole chiave: vai al video tutorial.
Ti senti pigro? Lascia fare a noi tutto quanto al posto tuo! Clicca qui

http://webimprendo.com

11

OTTIMIZZAZIONE ON PAGE: FATTI AMARE DA GOOGLE!


Eccoci con la guida di WebImprendo.com al secondo step: lOttimizzazione a Livello On Page di un articolo

Cos' l'Ottimizzazione On Page LOttimizzazione On Page un insieme di tecniche e


accorgimenti che noi effetuiamo direttamente sul nostro sito, che servono a far capire a Google di cosa tratta il nostro blog, che contenuti presentiamo e per quali kw dobbiamo essere posizionati dal motore di ricerca. Ad esempio, abbiamo un blog di nome Corsodichitarrafacile.com, che tratta di musica.

Decidiamo di scrivere un articolo riguardante gli arpeggi di chitarra, e vogliamo che proprio per questa kw il nostro sito sia posizioni in prima pagina. Dobbiamo quindi curare loff-page (fondamentale) e anche lon page, seguendo le semplici indicazioni di questo articolo. Per ottimizzare a livello on-page un articolo del nostro sito dobbiamo considerare i seguenti elementi: 1. mappa xml; 2. link interni; 3. titolo dellarticolo; 4. permalink; 5. presenza della kw nel corpo dellarticolo; 6. head1; 7. tags; 8. immagini; 9. video;

http://webimprendo.com

12

10. outbound link di qualit; 11. titolo SEO, meta description e meta kw. Bene E ora vediamo tutto un passo alla volta!

Creazione Di Una Mappa XML


La sitemap xml sostanzialmente un elenco di tutte le pagine e di tutti gli url di cui composto il tuo sito internet. Questa aiuta Google a registrare tutti gli url e a non perdere nulla del tuo blog. Crearla molto semplice, basta usare un plugin wordpress, ad esempio Google XML Sitemaps. Lo installi, lo attivi, e al resto penser lui. Il risultato sar questo: sitemap webimprendo

Link Interni
Se abbiamo un blog con un certo numero di pagine, e inseriamo in maniera oculata dei link interni, diretti ad altre pagine del nostro stesso sito, passiamo un po di link juice alla pagina linkata. In sostanza vuol dire che i link, anche quando provengono da pagine interne dello stesso sito, funzionano comunque bene per passare un po di forza in termini di posizionamento. Attenzione per a non linkare in massa ogni pagina del nostro blog a tutte le altre: in questo caso si rischia di essere spammosi e questo non piacer a mamma Google. Una giusta presenza di men e link contestuali, come ad esempio questo, invece, utile in termini di posizionamento.

Titolo dellArticolo
Poniamo che la nostra pagina interna punti alla kw Ottimizzazione On-Page. Come titolo dellarticolo non scriviamo semplicemente la kw: meglio scrivere un titolo che suoni pi naturale, meno spammoso. Ad esempio Ottimizzazione On Page: Fatti Amare Da Google!, oppure Come Eseguire Una Efficace Ottimizzazione On Page Sul Tuo Blog, e via dicendo. Il titolo contiene la nostra kw, ma solo allinterno di un titolo pi lungo.

http://webimprendo.com

13

Permalink
Il permalink lurl che noi vogliamo dare al nostro articolo. Se la nostra kw fosse adottare un pastore tedesco, lurl che daremmo a questo articolo sarebbe http://nostroblog.com/adottare-un-pastore-tedesco

Presenza della kw nel corpo dellarticolo


Per un articolo di circa 500 caratteri possiamo ripetere la kw 3 volte: la prima volta allinizio del post, nel primo paragrafo. Una volta in mezzo, e una alla fine. Una di queste 3 volte possiamo utilizzare i caratteri in grassetto e sottolineato, ad esempio cos: ottimizzazione on page. Non prendere questi numeri alla lettera, diciamo semplicemente che bene non esagerare con la ripetizione della kw, perch potrebbe risultare un po spammosa agli occhi dei motori di ricerca. Un uso naturale e oculato la miglior cosa.

Head1
LHead1 un particolare formato di carattere, trovi lopzione per utilizzarlo sul menu a tendina di wordpress, accanto alla selezione della dimensione del carattere. Se il tuo blog usa wordpress in italiano, questo tag si chiama Testata1. Possiamo usare questo formato per la nostra kw. Non scriviamo lesatta kw, ma una sua rielaborazione. Ad esempio in questo modo:

Tags
Nella colonnina a destra wordpress ci permette di specificare dei tag. Qui possiamo scrivere delle parole chiave attinenti al contenuto del nostro blog, parole per le quali vogliamo che Google ci dia rilevanza. Non inseriamo la nostra kw esatta anche qui, limitiamoci a inserirne altre un po diverse. Quindi per questo articolo potr scrivere ad esempio sitemap xml, head1, ottimizzazione sito, ecc In maniera molto naturale.

http://webimprendo.com

14

Immagini

Inseriamo nel post almeno unimmagine, meglio due o tre. Le immagini vanno caricate sul nostro blog, e inserite nellarticolo con un titolo ad hoc. Quando le carichiamo compariranno queste opzioni (clicca sullimmagine per ingrandire): come titolo mettiamo la nostra kw; come testo alternativo, altrettanto; come url link mettiamo una pagina del nostro sito: pu essere la nostra home page, la pagina dello stesso articolo, oppure lurl dellimmagine stesso (url file). Ancora una volta, naturali e user-friendly: linkiamo alla home o ad altri articoli solo quando farlo coerente con il contenuto, o utile per lutente. Altrimenti lasciamo stare. Se limmagine solo di abbellimento possiamo linkarla ad una pagina del nostro sito, mentre se ha una funzione pratica e i visitatori potrebbero volerla ingrandire cliccandoci sopra, usiamo lurl del file (come ho fatto per limmagine qui sopra). Scegliamo allineamento e dimensione come pi ci piace, e clicchiamo infine su Inserisci nellarticolo, ottenendo quindi la nostra immagine.

http://webimprendo.com

15

Video

Avere un video embeddato nella pagina del nostro sito ha un duplice vantaggio: a Google piace che il nostro blog contenga contenuti multimediali; inoltre possiamo caricare video fatti da noi che linkano direttamente al nostro sito. Google ha acquistato YouTube, infatti i video di questo social stranamente rankano sempre alla grande. E noi sfruttiamo questo a nostro vantaggio: creiamo un account youtube, poi carichiamo un video collegato al nostro blog. Possiamo riprendere con una webcam quello che ci pare, oppure registrare lo schermo del pc come ho fatto per il video tutorial sulla ricerca della parola chiave (ho utilizzato il programma Fraps). Oppure possiamo creare slide con Powerpoint e da queste un video con il gratuito e intuitivo Windows Movie Maker. A questo punto scegliamo come titolo del video un titolo che catturi lattenzione e che contenga la nostra kw, ad esempio Lottimizzazione On Page: ecco come migliorare il tuo blog in 10 minuti.

http://webimprendo.com

16

Scriviamo poi nella descrizione lurl del post, comprensivo del prefisso http://. Scriviamo inoltre una breve descrizione. Aggiungiamo come tag delle kw alle quali vogliamo sia associato il video. Ecco qui a destra unimmagine che riassume il tutto: Dopodich, andiamo sulla pagina del sito, clicchiamo su condividi, poi su codice da incorporare, e copiamo-incolliamo il codice di embed nel nostro post, ottenendo questo risultato:

Ora il nostro post piacer di pi a Google, sia perch contiene un video, sia perch addirittura quel video linka a noi!

Outbound Link di Qualit


Un sito di qualit linka ad altri siti di qualit. Questa una realt facilmente osservabile. Quindi, semplicemente, ricordatevi di non linkare a siti di basso livello qualitativo e spammosi, ma a blog di qualit.

Titolo SEO, meta description e meta kw


Per lultimo passo ci serve un plugin gratuito di wordpress, lottimo WordPress SEO by Yoast. Dopo averlo installato, scriviamo la nostra kw nel campo Parola Chiave Principale A questo punto possiamo settare: Titolo SEO: il titolo della pagina che compare in Google. Possiamo semplicemente cliccare su Genera un titolo SEO e il plugin far in modo che questo titolo corrisponda al titolo dellarticolo; Meta Description: la descrizione della pagina web che compare su Google. Scriviamo una descrizione accattivante, senza ripetere lesatta parola chiave, ma utilizzando altri termini, oppure separandola. Ad esempio se la kw ottimizzazione on page, scriviamo qualcosa tipo ottimizzazione a livello on page. questo perch la kw esatta compare gi nel titolo e nellurl, e noi vogliamo sembrare il pi naturali possibile;

http://webimprendo.com

17

Meta Keywords: possiamo inserire kw correlate allargomento del nostro articolo. Anche in questo caso, non ripetiamo la nostra kw, inseriamo altri termini.

Ecco unimmagine che riassume il tutto: Et voil, ora abbiamo una pagina ottimizzata per la nostra kw, ma in maniera naturale e non eccessiva. Ottimizzata il giusto per risultare attinente alla kw, ma non spammosa e artificiale! Qui trovi un articolo in cui ti viene spiegato cosa si rischia con una sovraottimizzazione imprudente. Vuoi che siamo noi a ottimizzare il tuo blog? Basta scegliere questo servizio!

http://webimprendo.com

18

I SEGRETI DEL POSIZIONAMENTO SU GOOGLE: ECCO COME ARRIVARE IN PRIMA PAGINA!


Eccoci alle tecniche off page, quelle pi potenti, che permettono di far salire il nostro blog in prima pagina! Dopo aver fatto un buon lavoro a livello on page (vedi capitolo 2) possiamo ora dedicarci a rendere potente e famoso il nostro blog! Nelle prossime pagine ti spiegheremo tutto passo passo. Se, invece di fare tutto in prima persona, vuoi che siamo noi per te a posizionare il tuo blog, scegli uno dei nostri servizi qui: Seo Imprendo. E a te non rester che guadagnare!

Posizionamento su Google: le tecniche Off-Page


Una premessa innanzitutto: c una grande differenza fra posizionare un sito, e indicizzarlo.

Cos' l'IndicizzazioneLindicizzazione di un sito la fa Google, e vuol dire semplicemente che il motore di


ricerca sa che il nostro blog esiste. Per sapere se il sito indicizzato andiamo sul Google.com, e nella barra di ricerca digitiamo site: pi lesatto url del blog. Ad esempio site:webimprendo.com. Se il blog viene visualizzato nei risultati di ricerca, allora il blog indicizzato, cio presente nel database di Google.

Cos' il PosizionamentoIl posizionamento invece tuttaltra cosa: vuol dire che non solo il blog
indicizzato, ma che posizionato in una certa pagina, per alcune determinate parole chiave. Per esempio WebImprendo indicizzato, infatti se cerchiamo WebImprendo.com in Google, compare nei risultati di ricerca. Ma non posizionato per la parola chiave pasta al sugo, ad esempio. Infatti se cerchiamo queste parole, non troviamo WebImprendo tra i risultati.

Noi non vogliamo accontentarci che il blog sia indicizzato, cio presente nel database di Google; noi vogliamo che Google lo ritenga cos importante da posizionarlo per le parole chiave (o keyword, kw) che decidiamo.

http://webimprendo.com

19

Per far ci dobbiamo fare 2 lavori: ottimizzazione on page e SEO off page.

SEO Off Page: Le tecniche di SEO Off-Page riguardano praticamente quello che noi dobbiamo fare per far
salire il nostro blog in prima pagina sui mototi di ricerca, ma che non facciamo direttamente sul nostro blog. Son quindi le operazioni compiute al di fuori, ecco perch si chiamano Off-Page. Sono estremamente potenti. Nella maggior parte dei casi andremo a creare dei link verso il nostro sito. Google d valore ai link, e quindi considerer il nostro sito importante, facendolo salire di posizioni.

Ho gi scritto un articolo riguardante le qualit che devono avere i link, lo trovi su questa pagina web: posizionamento off page e qualit link. Ti consiglio di leggere prima quello se non lhai gi fatto, perch ti dar le basi necessarie per comprendere quello che sto per spiegare ora.
Importante: le seguenti tecniche sono valide sia per siti in inglese, che per siti in italiano, francese, e qualunque altra lingua al mondo. Per esempio se abbiamo un blog italiano, e per posizionarlo creiamo un link su un sito americano, che pubblica articoli in inglese, il link sar ugualmente efficace!!

Bisogna infatti considerare che inseriremo i nostri link in siti e riviste online che sono per la maggior parte americani. Questi linkeranno (con anchor text anche italiani) al nostro blog. Il nostro blog pu essere in inglese, italiano, francese o quel che preferisci. E ripeto, i link sono ugualmente efficaci. Quindi se abbiamo un sito italiano, questa strategia comunque perfettamente valida (tanto che la maggior parte dei miei blog sono italiani!) Prima di tutto voglio mostrarti uno screenshot preso dal mio Google Analytics. Purtroppo non posso rivelare il nome del sito, perch ora possibile fare SEO negativo per demolire i siti dei concorrenti. Come esempio per ho scelto di mostrarti i dati di un blog su cui ho iniziato a lavorare solo dal 28 luglio, quindi molto recente, e i cui risultati son solo allinizio. Ci tengo comunque a sottolineare che il dominio aveva gi qualche mese di vita alle spalle, quindi i risultati son stati agevolati da questo. Bando alle ciance, ecco la foto!

http://webimprendo.com

20

Come puoi vedere i primi risultati si son visti a circa 2 settimane di distanza dallinizio dei lavori. Questo perch serve un po di tempo a Google per indicizzare (ovvero, come abbiamo spiegato sopra, per sapere che esistono, i link che creiamo. Inizialmente cerano praticamente zero visite sul sito, considera infatti che quelle poche erano state effettuate da amici cui facevo vedere il blog. In un paio di settimane per ho raggiunto le 30-40 visite giornaliere, che nel giro di un altro mese si son avvicinate alle 100, per poi superarle abbondantemente poco dopo!! E considerando che per tutto settembre non ho toccato nulla, non niente male! In meno di 3 mesi infatti ho praticamente raggiunto le 140 visite uniche giornaliere, ho un CTR (ovvero una percentuale di persone che cliccano sui miei banner) del 2,5% e un CPC (il guadagno per un singolo click su un mio banner) che mediamente di 0,70. Questo vuol dire: 140 visite x 2,5% x 0,70 = 2,45 al giorno, che sono oltre 70 al mese, ovvero poco meno di mille euro lanno. Non male per un sito di soli 3 mesi, che ha appena iniziato a salire di posizioni, no? Lo strumento principale da me utilizzato per ottenere questo risultato stato Backlinks Genie, di cui trovi qui la recensione e il video tutorial Ma questo un blog nuovissimo, siamo solo allinizio Voglio condividere le mie esperienze con te per mostrarti che, cos come faccio io, anche tu puoi iniziare a guadagnare da subito! Ti bastano solo un po di impegno e fantasia ;)

http://webimprendo.com

21

Edit: come puoi vedere nellimmagine qui accanto (clicca per ingrandire), il 5 novembre, dopo pochi altri giorni, il traffico praticamente raddoppiato ancora, cos come i guadagni, la cui stima si avvicina ora ai 120 euro al mese. A fine mese invece ho toccato le 500 visite giornaliere, e ora i guadagni iniziano ad essere davvero seri!

Variazione Anchor Text


Cos' l'Anchor Text: Allora, iniziamo da un concetto semplicissimo: noi vogliamo che i link che piazziamo
siano collegati a determinate kw, che fanno da link cliccabili. Queste parole cliccabili si chiamano anchor text. Quindi se voglio che Web Imprendo sia considerato da Google per la kw guadagnare online, render la parola guadagnare online cliccabile, linkandola allhome page in questo modo: guadagnare online. Questa una anchor text, infatti se clicchi col mouse (tenendo premuto Ctrl), ti si aprir la pagina web corrispondente.

Per creare un link cliccabile basta in genere selezionare le parole chiave e poi cliccare sul tasto a forma di catena sulla barra dei comandi, oppure se non abbiamo questo tasto, basta utilizzare questo formato html: <a target=_new href=http://nomedelnostrosito.com/>parola chiave</a> Detto questo, noi non vogliamo essere spammosi, quindi dobbiamo variare lanchor text per far risultare i nostri link naturali. Poniamo di voler essere in prima pagina per la parola guadagnare online. Variamo molto le anchor text utilizzando:

la kw esatta , in questo caso guadagnare online; estensioni o variazioni della kw, ad esempio come guadagnare online, possibile guadagnare online, informazioni sul guadagno online guadagnare su internet, ecc; kw riguardanti lo stesso argomento ma diverse, ad esempio modi per far soldi sul web, far soldi online, guadagnare su internet, posso fare soldi sul web online, ecc.; variazioni del nostro url, ad esempio http://webimprendo.com/, http://www.webimprendo.com/, webimprendo.com, http://webimprendo.co m ecc; kw casuali, tipo clicca qui, pi informazioni, questo link, ecc

In questo modo i nostri link saranno naturali e molto vari, e piaceranno per questo di pi a mamma Google.

http://webimprendo.com

22

Variet di Link
E importante che il nostro blog abbia link provenienti da fonti variegate e diverse tra loro. Sarebbe infatti innaturale un blog con link provenienti solo da social, solo da forum, o solo da articoli di riviste. Per questo motivo faremo in modo di ottenere tanti link provenienti da tutte (o quasi) le fonti possibili. E inoltre importante che i nostri link risultino creati da computer diversi. Per questo, quando creiamo i link di primo livello (vedremo presto cosa sono) davvero utile utilizzare proxy come My Private Proxy o il pi economico ma comunque valido Proxy Bonanza. E ora un ultimo capitoletto, prima della strategia vera e propria.

Come Creare Rapidamente Articoli


Allora: dobbiamo inserire i nostri bei link in siti che spesso richiedono anche un articolo. Dato che non possiamo certo scrivere centinaia di articoli, ne creiamo uno solo e lo spinniamo! Che vuol dire spinnare? Spin in inglese vuol dire girare. E un metodo che ci permette di creare rapidamente, a partire da un solo articolo, migliaia e migliaia di possibili combinazioni. In questo modo potremo postare lo stesso articolo (in una versione ogni volta diversa) in centinaia di altri blog e riviste online, e questo risulter sempre unico e originale. Per spinnare una frase dobbiamo inserire le variazioni di una stessa parola/frase tra 2 parentesi graffe, e inserire una barra vericale cos | tra i sinonimi. Ecco un esempio veloce: Frase originale: Come Ottenere Un Passaporto Velocemente Spinnata potr essere ad esempio: {Come|In Che Modo Posso|Che Metodo C Per} {Ottenere|Avere} Un Passaporto {Velocemente|Rapidamente|Ora} Ora: farlo manualmente sarebbe lunghissimo, e dato che unoperazione basilare che ci serve di continuo, dobbiamo automatizzarla. Ci sono 2 programmi per fare questa cosa rapidissimamente. Si chiamano: The Best Spinner e Article Builder.

http://webimprendo.com

23

The Best Spinner costa poco ed velocissimo: copiamo-incolliamo un articolo (invece di scriverlo noi, possiamo copiarlo da qualche parte su internet, ma non usiamo MAI articoli del nostro stesso blog mi raccomando!!), dopodich clicchiamo sul pulsante spin, e il programma spinner tutto larticolo per noi in un istante. Cliccando poi sul tasto spun article otterremo di volta in volta un articolo diverso, che potremo copiare e incollare dove vogliamo! TBS Utilizza un database di sinonimi in continuo aggiornamento, supporta molte lingue, tra cui inglese e anche italiano. Non sempre gli articoli prodotti automaticamente sono completamente leggibili, ma utilizzando al meglio le impostazioni (ad esempio settando una qualit elevata nelle opzioni), i nostri articoli saranno sufficienti per luso che dobbiamo farne. Se volete provarlo, lo trovate qua. Article Builder invece davvero su un altro pianeta. Scegliamo largomento (ce ne sonno decine tra i quali scegliere), spuntiamo lopzione Super Spun Content (che aumenta la % di unicit dellarticolo), decidiamo quanti articoli vogliamo, e poi clicchiamo su Build My Article!. In pochi istanti avremo di fronte a noi articoli perfettamente leggibili e grammaticalmente corretti, con una buona % di unicit. Davvero un gioco da ragazzi. Trovate il programma qui. Bene, a questo punto abbiamo il nostro blog, e possiamo contare su articoli abbastanza unici. Quindi abbiamo tutto loccorrente per la nostra strategia off page!

La Strategia Del SEO Off Page


La nostra una strategia a 2 livelli. Il concetto questo: vogliamo mandare al nostro blog link che siano potenti. Per potenziare questi link (che chiameremo link di primo livello) manderemo a questi altri link, in massa (di secondo livello). Ecco una rappresentazione grafica: Se utilizziamo solo link di 1 livello, otteniamo questo effetto:

Se invece bombardiamo i link di primo livello con link di 2 livello, ecco quello che otteniamo!!

http://webimprendo.com

24

Sorge legittima una domanda: perch non mandare tutti i link direttamente al nostro blog? E presto detto: Google si insospettirebbe se verso il nostro blog, che ha magari solo 1-2 mesi di vita, spedissimo migliaia di link, no? Non naturale che un nuovo blog abbia subito un numero elevatissimo di link. Inoltre i link di 1 livello saranno qualitativamente superiori, ed bene linkare al nostro blog con link di buona qualit, come spiego anche qui, a riguardo del Penguin Update.

Che Link Utilizzare: Il Posizionamento Sui Motori Di Ricerca


Bene, veniamo al dunque. Ecco cosa fare per portare il nostro blog in prima pagina. Ovviamente d per scontato che il blog sia gi stato ottimizzato a livello on page. Se non lavete fatto trovate la guida qui! Come ottimizzare on page il proprio blog. Fatto questo, ecco i passi da seguire:
1. creazione di account o pagine per i principali social; 2. creazione link 1 livello; 3. creazione link 2 livello.

Ecco lo schema della strategia (clicca per ingrandire):

http://webimprendo.com

25

http://webimprendo.com

26

Creazione Profili Social


Creiamo una nuova pagina Facebook (come categoria possiamo usare Marchi e prodotti > Sito Web). Inseriamo unimmagine di profilo e scriviamo il nostro dominio sia alla voce Descrizione, che in quella Sito web. Creiamo un account per Twitter. Inseriamo anche lurl del nostro blog nel campo Sito web, nel profilo dellaccount. Creiamo poi una pagina Google+. Dobbiamo avere un account personale (qui il link Google Plus). Creiamo quindi una pagina per il nostro sito, mettendo anche in questo caso lurl alla voce Sito web. Ogni volta che pubblichiamo un articolo sul nostro sito, ricordiamoci di pubblicarne lurl anche su questi 3 social. Per automatizzare il tutto possiamo usare lottimo servizio (gratuito) ifttt, he trovate qui: ifttt. Registriamo infine un account Youtube. Creiamo un video velocemente, come ho gi spiegato al punto 9 diquesto articolo.

CREAZIONE LINK DI PRIMO LIVELLO


Eccoci ai link di 1 livello. Questi sono i link che vanno direttamente al nostro blog. Per prima cosa fortemente consigliabile utilizzare un servizio di Proxy per rendere i link pi naturali. Consiglio My Private Proxy (con il 10% di sconto), che quello che uso da sempre, o lalternativa pi economica Proxy Bonanza. I link che usiamo come primo livello son link scelti, che Google considera di buona qualit. Come ricordato a inizio post, qui trovi larticolo riguardante la qualit dei link. Quello che vogliamo ottenere link che siano recepiti da Google come di qualit. Se non vuoi crearli tu in prima persona, affida tutto a noi con un semplice click qui! Quindi ecco quali link useremo:

http://webimprendo.com

27

Web 2.0
Sono servizi che permettono di creare blog gratuitamente. Noi ci iscriviamo, creiamo un blog , scriviamo un articolo (meglio 2 o 3, magari con contenuti che siano coerenti con la kw per la quale vogliamo essere in prima pagina col nostro blog principale, ovviamente creati con TBS o Article Builder), e allinterno di un articolo inseriamo 2 link, diretti uno alla home del nostro blog (o a una sua pagina interna) e laltro a uno dei social creati in precedenza. Una volta creato, ci scriviamo lurl e basta. Web 2.0 di questo tipo sono ad esempio WordPress.com, Blogspot ecc Il dominio principale di questi siti ha un PR estremamente alto. Per questo anche il blogghettino che noi creiamo (che di per s ha PR n/a o 0 allinizio) beneficia comunque di gran considerazione da parte di Google. Ecco la lista di servizi che uso: wordpress.com my.opera.com weebly.com livejournal.com tumblr.com posterous.com wetpaint.com hubpages.com onsugar.com blogger.com xanga.com migente.com insanejournal.com

http://webimprendo.com

28

Article Directory
Sono riviste online che ci permettono di scrivere articoli. Il bello che scrivendo larticolo possiamo anche inserire 2 link nella parte finale. Dopo il corpo dellarticolo, infatti, dobbiamo scrivere un veloce resource box (o bio), allinterno del quale mettere i link. Ovviamente anche qui gli articoli saranno quelli prodotti in pochi attimi da The Best Spinner e Article Builder . Scegliamo Article Directory che siano ben considerate da Google, quindi quelle con PR alto. Evitiamo invece di utilizzare siti con dominio con PR n/a o 0 direttamente verso il nostro blog. Il resource box sar qualcosa di questo tipo: Alex is a guy who loves to share informations about this topic. You can find more informations here LINK CON PAROLA CHIAVE and here ALTRO LINK Ecco le Article Directory principali che possiamo utilizzare: ezinearticles.com (accetta solo anchor text in inglese verso siti in inglese e in generale davvero

molto pignola riguardo gli articoli, quindi non la utilizzo) amazines.com goarticles.com articleblast.com articletrader.com pubarticles.com articleclick.com articlesfactory.com selfgrowth.com wrytestuff.com articlesbus.com squidoo.com snipsly.com

http://webimprendo.com

29

letsbefamous.com articlerich.com Ovviamente dobbiamo attendere che i nostri articoli siano approvati (possono volerci pochi minuti o qualche giorno, a seconda della rivista). Qualche articolo pu non essere accettato a volte, baster crearne uno nuovo con un altro articolo spinnato. Copiamo gli url degli articoli pubblicati da qualche parte.

Variet di altri link: social bookmarks, wiki, guest posting, ecc


A Google, labbiam gi detto, piace che il nostro sito abbia link provenienti da pi fonti diverse. Quindi oltre ad article directory e web 2.0 bene creare anche link provenienti da altri social (come ad esempio delicious, diigo, reddit.com), da blog di tipo wiki, da blog gov e edu, ecc Possiamo inoltre ottenere link da altri blog , che trattino magari pi o meno le nostre stesse tematiche. Per ottenere link da altri blog dobbiamo utilizzare il guest posting. In pratica non dobbiamo far altro

che individuare altri siti e spedire una mail, chiedendo di poter scrivere gratuitamente per loro un articolo e vederlo pubblicato sul loro sito. Dobbiamo scegliere siti autorevoli, non certo siti con PR 0 o 1. In cambio il proprietario del sito dovr darci la possibilit di inserire uno o due link verso il nostro blog. E un gioco di tipo win-win, dato che loro guadagneranno un articolo gratuito, e noi otterremo dei buoni link. Questi link sono molto potenti se scegliamo bene i siti in cui fare guest posting. Il lato per noi negativo che gli articoli da pubblicare in questo caso dovranno essere di buona qualit, quindi ad esempio utilizzare articoli spinnati in automatico con TBS, a volte grammaticalmente sconnessi, non sarebbe una buona idea. Ricordiamoci infatti che siamo ospiti su un blog non nostro, e ladmin di questo blog potrebbe tenere alla qualit di ci che vien pubblicato sul suo sito.
Fino a qualche tempo fa era molto efficace e potente il metodo dei Blog Network: potevamo pagare dei servizi, anche abbastanza cari a volte, che ci permettevano di mettere link in una serie di siti gestiti da loro. Questi siti erano in genere potenti e con buon PR, ed avevano la funzione di ospitare link. Google contrario allacquisto e vendita di link, e per questo ha deindicizzato molti siti facenti parte di questi blog network, penalizzando oltretutto i siti che ne avevano fatto un uso eccessivo. A meno che quindi tu non abbia un certo numero di blog privati da usare per i link (sempre senza esagerare), ti sconsiglio di utilizzare http://webimprendo.com

30

servizi di blog network, che oltre che costosi possono portare a penalizzazioni.

Inoltre tecniche un tempo molto potenti, come linserimento di link nei commenti dei blog e nelle firme dei forum, ora sono malvisti da Google, perch molto utilizzati in maniera spammosa. Per questo puoi anche utilizzarli, ma con parsimonia, verso il tuo sito. Puoi invece utilizzarli come link di 2 livello. Bene, abbiamo completato i link di 1livello, ora possiamo dedicarci al 2!

CREAZIONE LINK DI SECONDO LIVELLO


Ora che abbiamo creato i link diretti al nostro blog, dobbiamo renderli potenti, inviando a questi link migliaia di altri link, di tipo diverso tra loro, in massa! Non sottovalutate questo punto perch fondamentale!! In passato ho sottovalutato limportanza dei link indiretti, e i risultati son stati scarsi e deludenti. Non ripetere i miei errori, mi raccomando. Per creare tanti tanti link rapidamente dovremo farci aiutare da un programma automatico, che crea per noi migliaia di link in pochissimo tempo! I migliori due sono senza alcun dubbio Unique Article Wizard (UAW) e Submit Your Article (SYA). Non dovremo fare altro che caricare articoli spinnati (li inseriamo in forma spinnata, con la sintassi {|}) direttamente tramiteArticle Builder, e questi servizi distribuir questi articoli verso centinaia e centinaia di altri blog, riviste, social, ecc ecc.

Tu puoi scegliere uno dei 2 servizi, non strettamente necessario utilizzarli entrambi. Quindi visita la loro pagina (trovi qui quella di UAW e qui quella di SYA) e scegli quello dei 2 che ti ispira di pi. Son entrambi assolutamente ottimi, facilissimi da usare e automatici. Su webimprendo.com comunque ovviamente c il video tutorial ;) UAW si occupa anche automaticamente dellindicizzazione dei link, quindi avremo in breve tempo tanti, ma davvero tanti, link che potenziano al massimo i link creati da noi precedentemente. Questo porter tantissima potenza verso il nostro blog principale!! Anche SenukeXCr, che un ottimo software, molto potente, crea tanti link ottimi. Tuttavia un servizio molto molto costoso, al cui prezzo bisogna aggiungere quello dei captcha e dei proxy. Ha anche la sua rilevanza aumentare i valori social del nostro blog, ad esempio creando like di

http://webimprendo.com

31

facebook, retweet e follower del nostroTtwitter, e +1 di Google Plus (attenzione a non esagerare con i +1, perch essendo direttamente controllati da Google, non prudente farli aumentare artificialmente in maniera troppo rapida!). Ora sai tutto quello che ti serve sapere per iniziare anche tu a posizionare il tuo blog! Non perdere tempo, tutto qui, e funziona! Se invece non hai voglia di portare avanti tutto questo procedimento, basta utilizzare i nostri servizi SeoImprendo, e faremo tutto noi al posto tuo!

Vieni a trovarci sul sito http://webimprendo.com per ulteriori consigli, recensioni, tutorial e news.

http://webimprendo.com

32