You are on page 1of 24

Enterprise Social Network

...molto di pi di un Facebook dietro al firewall !

Le informazioni contenute in questo documento sono state elaborate utilizzando fonti ritenute attendibili. Si declina tuttavia ogni responsabilit in merito a mancanza di completezza, accuratezza ed adeguatezza nelluso delle informazioni. Gli autori e coloro che hanno contribuito con informazioni e dati non hanno nessuna responsabilit per errori, omissioni o errate interpretazioni. I contenuti di questo documento possono essere liberamente riprodotti, per favore se possibile citatene la fonte. Ogni marchio citato propriet del rispettivo detentore. Le opinioni espresse qui sono soggette a modifica senza preavviso. Gennaio 2013

Perch un Social Network privato


Si oggi consolidato un fenomeno mai accaduto prima: le modalit di interazione che un individuo ha a disposizione nella vita privata, sono di gran lunga pi semplici ed efficaci di quelle che tradizionalmente ha nellambito lavorativo, dove solitamente non si va molto oltre lemail, un repository per il file sharing e, nei casi migliori, un portale aziendale in genere monodirezionale, cio poco orientato a consentire un proficuo scambio di contenuti prodotti dagli utenti. Non devono trarre in inganno i differenti obiettivi di comunicazione che si possono avere nella vita privata piuttosto che nel lavoro, perch in entrambi i casi si tratta di ricavarne del valore, ed questo il punto su cui necessario focalizzare lattenzione: se nella vita privata il valore autodeterminato, in ambito lavorativo deve essere orientato (dallorganizzazione, dal management). Ma quali i benefici pratici che si possono ottenere? Sono molteplici e dipendono dalle caratteristiche che differenziano unorganizzazione da unaltra, ma se ne possono citare almeno quattro che sono comuni a tutte (li approfondiremo pi avanti) e che sommati assieme consentono di favorire i processi di innovazione :

Incoraggia la condivisione

Cattura la conoscenza

Potenzia le persone

Abilita all azione

Un Facebook privato per tutti?


Quando si parla di social network naturale che il pensiero vada a quello che viene definito tale per eccellenza, Facebook, non unico e n il migliore, ma il pi diffuso, che ha ricevuto il favore del pubblico per la sua semplicit: bene, come vedremo lambito aziendale ha bisogno di molto di pi, primo fra tutti la sicurezza, ma utile dare un occhiata alle similitudinidifferenze, prima ancora di approfondire le caratteristiche di quello che viene oramai concordemente definito Enterprise Social Network, per comprendere perch sia molto di pi di un Facebook dietro ad un firewall.

Funzionalit
Profilo delle Persone

Pubblic Social Network


Chi sei, dove hai studiato, i tuoi interessi

Enterprise Social Network


Simile al network pubblico, ma con in pi le informazioni relative al proprio lavoro ed expertizing (team, project, skill)

Profilo degli Oggetti (o Soggetti) Aggiornamenti e Flusso di Attivit

Luoghi e brands sono ben In aggiunta, oggetti di business (account identificati ed hanno specifi- clienti, documenti, note spese,...) hanno i ci flussi di attivit propri flussi di attivit associati Creati dalle persone, pu anche includere chat, video, messaggi di gruppo e pianificazione di eventi Simile, creati dalle persone interagendo con gli altri, ma anche determinati in automatico da oggetti di business e da procedure aziendali (ad esempio provenienti dallERP o dal CRM)

Notifiche

Le persone possono control- Alcuni aggiornamenti possono essere di lare completamente da chi tipo broadcast, ad esempio le comunicaziovogliono ricevere gli aggior- ni del CEO, ed inviati a tutti namenti Bidirezionale, come pure del tipo monodirezionale, follow/subscribe. Sempre controllate dalla persona La natura delle relazioni impone i permessi, cos bisogna prestare molta attenzione nel far s che informazioni private stiano allinterno della giusta cerchia Simile, ma le relazioni possono anche essere predeterminate in funzione della associazione lavorativa (dipartimento, team, progetto, locazione, ) La persona consapevole che tutti gli aggiornamenti sono visti dal datore di lavoro, per cui la privacy di fatto non un fattore considerato. Le permission invece riguardano chi abilitato a vedere una certa informazione.

Rapporti di Relazione

Permessi e privacy

Definiamo il significato di Enterprise Social Network


Nei paesi con una maggior predisposizione ai cambiamenti e alladozione di nuove tecnologie (come quelli anglosassoni, ma anche Francia e Germania), oramai pi della met delle persone adulte usa i social network pubblici e non solo hanno familiarit con i vari Facebook, Linkedin e Twitter, ma comprendono appieno il valore dellessere connessi con le persone nella loro vita. Ma poi quando vanno al lavoro le stesse persone si trovano tradizionalmente separate in silos determinati dai dipartimenti e dalle gerarchie: ladozione degli Enterprise Social Network consente loro di portare la propria capacit ed esperienza mutuata dalle reti sociali pubbliche ed applicarla alle specifiche esigenze di un organizzazione. Un ESN diventa quindi uno strumento abilitante, un insieme di tecnologie che crea valore connettendo i membri di unorganizzazione, attraverso profili, soggetti, aggiornamenti, notifiche.

I 4 benefici principali di un Enterprise Social Network


Prima di approfondire i principali benefici necessario sottolineare, per non creare false aspettative, che per ottenerli la tecnologia di per s non un elemento sufficiente: ESN rappresenta un modo nuovo di comunicare e formare relazioni e, in ragione di questo, pu coprire il gap che esiste in termini di condivisone delle informazioni ed il processo decisionale, ma necessario che, anche se per gradi, tutta lorganizzazione venga coinvolta ed il management spinga e favorisca il coinvolgimento e la partecipazione delle persone.

Beneficio n.1: Incoraggia la condivisione


Ricordate quanto rivoluzionario fu lemail? Cambi il modo di comunicare, velocizzandolo e raggiungendo pi destinatari contemporaneamente. Il Social rappresenta un cambiamento ancora pi fondamentale perch, nella sua essenza, incoraggia la condivisione, facendo nel contempo risparmiare tempo ed evitando dispersione di informazioni. La semplice presenza di un box di update dello status incoraggia le persone a condividere stati danimo, attivit, esperienze. Di seguito 5 ragioni per le quali la grande condivisione genera valore per lorganizzazione. Crea un dialogo bidirezionale. Attraverso i flussi di attivit e le notifiche, ESN rende il consumo della condivisione facile e adatto alle proprie necessit, che significa pi tempo ed energia speso nel dialogo, piuttosto che sulle limitazioni del mezzo. Questo reso possibile dall andata e ritorno della conversazione senza il peso delle interruzioni tipiche dellemail.

Mette in evidenza le persone. Non importa, poi, se qualche contenuto condiviso pu assumere un veste troppo personale o in qualche caso banale, anche questo fa parte del tessuto che costituisce la cultura dell organizzazione e contribuisce a migliorarsi e quindi a migliorarla.
Riduce la distanza dai leaders. Favorisce il fluire delle informazioni tra le gerarchie, con la certezza che il messaggio veicolato sia lo stesso. Ad esempio, quando Stephen Elop, CEO di Nokia, inizi il suo lavoro, volle focalizzare lorganizzazione su come aumentare la sua capacit di innovare. Pose la questione sull ESN aziendale chiedendo quali cose Nokia dovesse cambiare e cosa era necessario per farlo. Il dialogo non solo lo aiut a capire lorganizzazione, ma evidenzi anche che un nuovo tipo di relazione si era instaurata tra il leader ed i collaboratori. Connette in modo globale persone con persone. Una persona in un ufficio dall altra parte del mondo, ma anche solo dallaltra parte della citt, pu essere solo un nome ed una foto in una directory, ma questa persona prende vita se diventa possibile avere un feeling con essa attraverso il flusso della sua attivit su ESN. Solo per il fatto di poter facilmente condividere e partecipare a diversi contesti lavorativi si possono abbassare le barriere linguistiche e culturali, i fusi orari. Un esempio: unimportante catena worldwide di pizzerie il cui business dipende dalluniformit, ha installato un ESN per condividere sfide, best practices e intuizioni intorno al globo. Risultato: il general manager del Messico condivide best practices sulla consegna della pizza con la sua controparte in UK. Forma gruppi spontanei. ESN facilita la creazione di gruppi spontanei all interno dellorganizzazione accomunati da affinit ed interessi lavorativi anche solo temporanei, cosicch la vita e la partecipazione all interno dei gruppi si amplia, modifica, decade, con lo scorrere delle attivit dei singoli partecipanti. Tutto questo per avviene allinterno di un contesto specificatamente pensato per favorire queste dinamiche e tutta la conoscenza prodotta rimane a disposizione dellorganizzazione.

Beneficio n.2: Cattura la conoscenza


Catturare la conoscenza collettiva di unorganizzazione un lavoro difficile, perch deve comprendere una casistica molto ampia di fatti, informazioni e skill acquisiti con lesperienza. ESN fornisce la possibilit di fare bene tutto questo perch consente di catturare anche la conoscenza spicciola, quella di tutti i giorni, attraverso i profili, i flussi di attivit, le interazioni. Identifica gli esperti. A livello statico, gli esperti sono evidenziati dai profili in ESN. Su quali progetti stanno lavorando, il loro background formativo, i lavori svolti in precedenza: tutto questo fornisce una ricca fonte di dati su cui cercare. Ma solo catturando il lavoro che ognuno fa giorno dopo giorno che il database degli esperti riflette la profondit e la freschezza di questa conoscenza. Evita le duplicazioni e consente un miglior coordinamento. Il solo conoscere che cosa una parte dellorganizzazione sta facendo pu essere un enorme beneficio per le aziende grandi o distribuite. Invece di reinventare lacqua calda ogni volta, possono cos verificare se il lavoro che gi stato fatto pu essere riproposto a nuovi utenti (o clienti). Trasferimento di conoscenza. Quando una nuova persona viene inserita in un progetto gi avviato, o in un team che segue specifiche attivit, o appena arrivata, trova spesso grande difficolt ad allinearsi velocemente ai colleghi, proprio per la mancanza di documentazione, o del suo aggiornamento, sulla loro attivit. Con un ESN, un nuovo membro di un team pu pi velocemente allinearsi ai colleghi guardando i flussi di attivit che il team ha sino ad allora prodotto. Comprendendo i benefici del catturare la conoscenza, i membri del team diventano pi diligenti nel condividerla su ESN, piuttosto che disperderla con l effimero email. Perfeziona le pratiche migliori. Uno degli elementi basilari del catturare la conoscenza non tanto l acquisizione in s, ma piuttosto il suo evolversi in un continuo miglioramento. Questo ancora pi vero con le best practices, che per loro natura necessitano di una frequente selezione e aggiornamento. ESN consente di andare ben oltre il classico a domanda risposta, rappresentando invece il giusto habitat per contribuire alla costruzione della conoscenza. Un esempio: una catena di librerie, utilizzando un ESN, ha consentito ai loro store managers di condividere con i colleghi le pratiche migliori per mettere in buona evidenza i best seller, ci ha permesso ad ogni negozio di adattare le sue vetrine ai cambiamenti che via via si dimostravano pi efficaci, con ottimi risultati di vendita.

Beneficio n.3: Abilita allazione


Disporre di un ESN significa che le operations ed i processi possono cominciare a cambiare in meglio e con minor difficolt. ESN abilita nuove relazioni e comportamenti che favoriscono il cambiamento dei processi, perch consentono di comprendere meglio le ragioni che impediscono di eseguire le azioni pi corrette. Risolve i problemi pi velocemente ed in modo migliore. Grazie al fatto di catturare la conoscenza, pi facile per le persone fare un search per trovare risposte gi postate, piuttosto di dover aspettare che qualcuno risponda ad una nuova domanda. Con il passare del tempo e via via che aumenta la conoscenza prontamente disponibile, le persone diventano pi confidenti che se vanno sull ESN troveranno le risposte che cercano. Come avere un proprio Google interno. Coinvolge gli outsiders. Le ricche e rapide interazioni di un team di progetto interno diventano molto pi difficoltose quando devono coinvolgere elementi esterni allorganizzazione, come clienti o stakeholder. Ma con le funzionalit presenti nei pi avanzati ESN che possono rappresentare pi reti fisicamente separate (e quindi oltre a quella interna, quella dei clienti, dei fornitori, degli stakeholder e cos via), coinvolgere in modo

mirato lintero ecosistema dellazienda diventa semplice e sicuro, abilitando nuovi modi di lavorare e di collaborare.
Rende pi fluidi i processi. Molti processi ed operations vanno perfettamente bene allinterno dellorganizzazione, ma quando non cos la gestione delle eccezioni e la risoluzione dei problemi pu essere molto difficoltosa e dispendiosa in termini di tempo, generando un giro infinito di email. ESN pu rendere pi fluidi alcuni processi mantenendo il lavoro d ufficio centralizzato in un unico ambiente, facendoli diventare un oggetto con un flusso di attivit. Poich tutte le parti interessate possono vedere lintero flusso, non sono necessari tanti avanti ed indietro delle informazioni (come avviene con lemail).

Beneficio n.4: Potenzia le persone


Il quarto modo in cui ESN porta dei benefici potenziando e incoraggiando le persone a farsi sentire e unirsi assieme, come pure dando loro lopportunit di contribuire con i loro skill e le loro idee. Da voce ai collaboratori. Questo significa molto di pi di dare ai collaboratori un opportunit per dire qualcosa, ma quella di assicurare che saranno ascoltati dalle persone interessate. Per esempio: un azienda si rese conto che i propri collaboratori manifestavano su siti esterni le proprie frustazioni sul lavoro. Li abilit ed incoraggi a inserire dei post su ESN, consentendo ai leaders di affrontare opportunamente i problemi di cui divennero cos consapevoli. Da uno scopo ai contributi ed allinnovazione. La prima ragione per la quale una persona lascia un organizzazione non relativa alla retribuzione, ma alla mancanza di opportunit di dare dei contributi che vengano riconosciuti. In Humana, una delle iniziative di maggior successo che la compagnia ha messo in atto una sorta di scatola dei suggerimenti allinterno del suo ESN. Le idee non finiscono nel vuoto ma inserite in un flusso di conversazioni e poi etichettate e tracciate. Le idee migliori stimolano pi conversazioni e avvalorano lungo il percorso lo sforzo di chi contribuisce. Semplicemente rendendo visibile chi ha contribuito a realizzare le innovazioni si da un senso, un significato, ai loro sforzi. Rende loro pubblicamente merito. Incrementa il coinvolgimento, la soddisfazione e fidelizzazione. Diverse organizzazioni hanno messo in evidenza come il loro ESN non solo le ha aiutate a fare meglio il loro lavoro, ma ha anche aiutato i collaboratori ad essere lavoratori migliori e persone migliori. Il focus per queste organizzazioni riportare le persone al cuore del business, usando lESN per sbloccare il potenziale che umanizza il modo in cui le persone lavorano. Questo consente di attrarre nuovi talenti e di fidelizzare quelli gi in azienda.

tibbr lEnterprise Social Network che ti porta le informazioni.


tibbr un ESN completamente progettato

da zero, vale a di-

re che stato costruito senza quei compromessi tecnologici o funzionali che sono inevitabili quando si fa evolvere un prodotto precedente, cos come quando si ristruttura una casa.

E pensato per unutenza ampia ed articolata, per skill, cultura e funzione, e geograficamente distribuita, per avvicinare

le persone

come se fossero tutte in un unico luogo e quasi potessero lavorare gomito a gomito, come nelle startup.

Imparare ad usare tibbr per unutente questione

di minuti

piuttosto che di ore, ma questo non deve trarre in inganno sullampiezza delle funzionalit offerte e sulla granularit di controllo delle proprie attivit, che ne fanno uno strumento molto potente ma sempre agile.

tibbr anche una piattaforma, dove il concetto di

integrazione

sviluppato con la massima flessibilit e facilit di realizzazione, sia essa verso i brand leader, che verso brand emergenti o locali.

La recente versione 4.0 presenta una completa revisione dell con un benefico impatto sulla

interfaccia grafica

esperienza duso dellutente.

Il formato ricorrente della pagina il seguente: un panel di sinistra, con funzione di menu, una sidebar di destra configurabile con un serie di oggetti di interesse per lutente, la parte centrale come veicolo informativo principale e di inserimento dei contributi. Si noti ladozione delle stile Klout (Whats Happening Around me) per mettere in evidenza le informazioni di sintesi, quegli status update che a seconda del contesto consentono con un colpo docchio di avere il polso della situazione.

I profili delle persone


I profili definiscono gli attori principali di un ESN, le persone. Gi lazione di compilare bene il proprio profilo consente di ottenere da subito i primi benefici: ci si fa meglio conoscere, si conosce meglio. Tralasciando le naturali informazioni anagrafiche, si evidenzia la possibilit di collegamento con il profilo Linkedin, di sintetizzare gli skill per una pi facile ricerca, di riportare la posizione nella gerarchia aziendale e un abstract di se stessi. Interessante la possibilit di inserire un proprio showcase con documenti, link ed immagini che presentano le cose pi importanti fatte e che si stanno facendo.

E possibile poi vedere le attivit di un profilo (post, like, following), e le app che usa, come pure landamento del suo punteggio come influencer, determinato da tibbr con un opportuno algoritmo che tiene conto dellattivit, di quanto si seguiti e dal livello di approvazione ricevuto sui contenuti postati.

I soggetti
tibbr mette a disposizione il concetto di soggetto come collettore virtuale di informazioni, che pu facilmente rappresentare un team di lavoro, una community interna (vedremo poi quelle esterne allazienda), o semplicemente un modo per mappare la struttura aziendale, aggregare le informazioni di un progetto, strutturare dei luoghi virtuali dove invitare delle persone e stimolare delle conversazioni. I soggetti possono avere dei sottosoggetti ed il livello di incapsulamento pressoch illimitato. Un soggetto ha sempre un proprietario che definisce anche le modalit con cui le persone lo possono seguire: Privato, se solo su invito, Pubblico se aperto a tutto il network, su Approvazione se la richiesta di seguire soggetta ad una approvazione. Da notare che i soggetti Privati non compaiono sulle pagine delle persone che non li seguono, vale a dire che rimane riservata anche la sola esistenza. La sidebar a destra nella pagina di un soggetto riporta la timeline dei post sul soggetto stesso, cos da facilitare la consultazione temporale.

Le attivit
Ogni utente pu svolgere su tibbr un insieme di attivit che possono essere cos sintetizzate:

consulta, legge i post ed i documenti che tibbr porta sul suo


MyWall in base alle persone ed ai soggetti seguiti

ricerca, post e documenti utilizzando la funzionalit di enterprise search pubblica, dei post con documenti o link allegati condivide, contenuti pubblicati da altri approva, un contenuto (like) risponde, ad un sondaggio commenta, un post di un altro utente discute, in chat con uno o pi utenti crea un evento, per convocare una riunione, una demo, ecc.

Le Apps
tibbr consente lutilizzo e la realizzazione di app che ne estendono le funzionalit in modo pressoch illimitato.

Unapp pu essere lapplicazione che permette di collegare il proprio profilo interno con quello su linkedin, piuttosto che fare attivit su Facebook o Twitter, o collegarsi a repository come SharePoint o (nel cloud) a Box.net e molti altri.

Ma pu anche essere unapplicazione per interfacciare la gestione ordini del proprio ambiente operativo, o consultare i dati dei clienti, ecc. ecc.

Rappresenta quindi un potente percorso di integrazione che la piattaforma mette a disposizione per abilitare gli utenti a svolgere la maggior quantit di lavoro possibile senza uscire dallambiente tibbr , con evidenti vantaggi in termini di efficienza.

Uno sguardo a cosa sta succedendo nel network


Quando il numero degli utenti cresce e cresce anche la loro partecipazione in termini di contenuti e di nuovi soggetti, diventa particolarmente utile poter avere velocemente un colpo docchio sulle dinamiche in corso, come ad esempio gli utenti pi attivi, le conversazioni pi calde, i soggetti pi seguiti e cos via. Le pagine collegate al menu Insight evidenziano tutto questo e riportano anche la classifica degli utenti che stanno diventando dei leader naturali (o per meglio dire convocati) perch determinati tali dagli stessi colleghi. Lemergere quindi di una risorsa molto importante per lorganizzazione.

Le comunit esterne
Coinvolgere tutto lecosistema aziendale significa far partecipare al proprio network potenzialmente qualsiasi fonte esterna possa essere utile, clienti, fornitori, partner, formatori, addetti allinformazione. Questo deve poter essere fatto in estrema sicurezza, nel rispetto quindi delle relative policy aziendali, ma con la stessa semplicit del network interno. tibbr mette a disposizione istanze separate di se stesso (quindi fisicamente isolate nei contenuti) ma logicamente accedibili sempre dalla stessa home page (per gli utenti abilitati). Attivare e gestire comunit esterne non mai stato cos semplice.

Le notifiche
tibbr consente di ridurre luso dellemail a tutto beneficio dellefficienza e della condivisione delle informazioni, e quindi della conoscenza. Tuttavia, in particolare nelle fasi iniziali di utilizzo, per agevolare la transizione ed il cambiamento del modo di lavorare pu essere tranquillizzante per lutente poter schedulare linvio automatico di email ad un suo account di posta in relazione a soggetti o persone seguite di particolare importanza o che richiedono una reattivit maggiore. Similmente, ma restando allinterno dellambiente, tibbr attiva automaticamente delle notifiche ogniqualvolta vi unattivit che interessa lutente: in questo modo quando si collega alla sua home page vedr lapposita icona sovrascritta dal numero di notifiche da consultare, con la certezza cos che nulla gli pu sfuggire di ci che ha deciso di seguire, perch tibbr gli porta le informazioni.

Mille piccoli accorgimenti


Pensati per facilitare luso quotidiano di tibbr e risparmiare tempo. 1. avere sempre sotto gli occhi gli annunci, nella sidebar di destra, che contengono informazioni che generalmente interessano una vasta utenza (se non proprio lintero network) 2. creare dei filtri molto granulari per tenere sotto controllo levolversi di determinate informazioni 3. avere sempre sottocchio cosa sta succedendo tramite lapposito oggetto della sidebar 4. consultare velocemente i post dove si menzionati 5. scrivere dei post privati 6. segnare post importanti 7. dare uno sguardo potenzialmente a tutti i post a cui si avrebbe accesso, oltre alle persone ed i soggetti che si deciso di seguire (questo chiamato Company Stream) 8. la possibilit di fare il post di una pagina che si sta leggendo in un qualsiasi sito tramite un apposito oggetto di share per il browser

tibbr su ipad, iphone, android, blackbarry

Come fare un buon progetto


Molte aziende approcciano lEnterprise Social Network come una soluzione tecnologica e non comprendono che le nuove relazioni create da ESN sono la fonte per la creazione di valore. Limportanza di ESN per il business chiara: metti insieme le persone giuste e le informazioni giuste nel momento giusto, ed avrai un potente mix per innovare e trovare nuove soluzioni. Se poi la forza lavoro geograficamente distribuita, ESN diventa una soluzione inevitabile. ESN rappresenta il system of engagement versus il system of record, come CRM, SCM, ERP e cos via. Lengagement, a differenza delle applicazioni che lavorano sui dati strutturati, non pu essere attuato per volont del capo, ma si sviluppa organicamente integrando la tecnologia nelle pratiche lavorative quotidiane. Il segreto del successo per trarre vantaggio dallintroduzione in azienda di un ESN stabilire le condizioni per una cultura collaborativa: questo significa rendere lorganizzazione flessibile ed aperta, per consentire ai processi di business social-networked di emergere dal basso. Soltanto in un tale ambiente le idee possono fluire liberamente, alimentando innovazione e una collaborazione efficace.

Piano operativo
Nella preparazione del piano operativo per introdurre in azienda un ESN bene prendere in considerazione almeno tre elementi base: gli obiettivi da raggiungere, la metrica con cui misurare i risultati, la gestione delle relazioni.

Gli obiettivi da raggiungere


Identificare e dare priorit alle lacune che possono essere colmate dalla creazione di nuove modalit di relazione. Un buon modo dare unocchiata ai principali driver di valore ed identificare per ognuno di questi le cose che funzionano meno bene. Intervistare e raccogliere suggerimenti e idee dai collaboratori su ci che funziona e ci che non funziona in azienda. Mettere insieme le due cose e scegliere ci che prioritario per il business. E meglio iniziare con pochi obiettivi, ma ben chiari. Definire gli obiettivi finali attesi dallintroduzione di ESN. Anche se poi nellimmediato si potranno perseguire obiettivi parziali, importante definire sin da subito un disegno complessivo di dove si vuole arrivare quando ESN sar a regime. Se ad esempio una lacuna da colmare evitare di rifare le stesse cose, rendere esplicito che ogni dipartimento deve conoscere ci che gli altri stanno facendo un buon modo per dare una visione dinsieme anche se poi i dipartimenti saranno coinvolti un po alla volta. Disegnare un percorso chiaro e preciso. Cercare di non lasciare nulla al caso, tracciando chiaramente il percorso per raggiungere gli obiettivi. Sia per nuovi assunti che per membri di team con

seniority, le azioni formative necessarie devono essere partecipate senza sconti, cos che tutti apprendano le nuove modalit di collaborazione. Iniziative, campagne, eventi ed incentivi vanno previsti e pianificati non solo per il lancio, ma anche per tutte gli step successivi necessari al raggiungimento degli obiettivi.

La metrica con cui misurare i risultati


Misurare le lacune colmate, non limpegno. Ad esempio, se l obiettivo ridurre la distanza di comunicazione e condivisione con i dirigenti, quante volte essi si sono spesi tra i vari livelli? Lutilizzo di un sondaggio interno pu aiutare a capire se gli impiegati si sentono pi connessi con i dirigenti. Dallaltra parte un check con i dirigenti far vedere se hanno acquisito maggiori informazioni sui bisogni e le preoccupazioni dei collaboratori.

Definire indicatori multipli. Non solo delle conversazioni, ma anche delle relazioni che si vengono a creare tra team o community, interne ed esterne, del livello di partecipazione, del livello di approvazione dei contributi. Tutto questo molto importante per comprendere la salute del proprio ESN e quindi la sua capacit di creare valore ed aiuta ad identificare gli influencer, che sono i maggiori catalizzatori attorno ai quali pi facile si crei valore per il business dellazienda. Gli ESN pi avanzati, come tibbr , forniscono in automatico questi indici.

La gestione delle relazioni


Budget, personale e risorse appropriate. Costruire community come avere un figlio in pi: si pu essere molto esperti, ma egualmente bisogner alzarsi alle tre del mattino per dargli da mangiare. E sempre molto impegnativo, per questo importante dedicare una risorsa alla gestione delle community, o pi risorse se queste sono molte. Il proprio ESN ha la necessit di essere curato, alimentato e coltivato proprio quasi come un figlio. Coinvolgere i manager. Il cambiamento difficile, ma necessario che i manager non solo supportino gli sforzi su ESN, ma siano essi stessi attivamente coinvolti, cos da dare il buon esempio. Se ottieni un mi piace da un top manager per una tua idea, questo magnifico! Se lESN importante per il business dellazienda, allora altrettanto importante che i manager dimostrino visibilmente il valore che vedono. Favorire la trasparenza per creare una cultura aperta. Rapporti aperti, onesti, e autentici richiedono trasparenza, e il modo migliore per farla quello di mettere in chiaro che le conversazioni hanno un posto sul ESN. Se la cultura come la si fa, allora i leader dellorganizzazione devono garantire che queste conversazioni riflettano il tipo di cultura che vogliono avere. Alcune aziende hanno paura che dando libero accesso ai propri collaboratori a questi strumenti, vengano poi condivise informazioni riservate o, ad esempio, aneddoti personali inopportuni. Ma collegare lidentit reale agli autori dei contenuti ha un forte impatto mitigante, visto che ben chiaro che i colleghi ed i capi vedranno chi scrive. Leffetto reale di spingere le persone a dare il meglio di s. Creare incentivi e premi di partecipazione. Considerare lopportunit di dare dei riconoscimenti, premi o elementi ludici, per rendere la partecipazione a ESN divertente e gratificante. Questo non significa necessariamente del denaro, pu anche essere un pi semplice riconoscimento pubblico, sempre via ESN ovviamente, per far sentire importante una persona che ha dato un buon contributo, tanto pi se il riconoscimento arriva da una persona inaspettata, come un top manager con cui normalmente essa non si relaziona.

5 consigli per un progetto Social Enterprise di successo.


Un nuovo stile di management. Comando e controllo ed altri approcci simili fortemente gerarchici come stile di management tendono ad essere in antitesi con le interazioni produttive che le tecnologie collaborative sono progettate per promuovere: il non essere d accordo argomentato, il brainstorming, le idee collettive, osservazioni fatte a braccio, incontri che fanno scoprire cose quasi casualmente, Detto in altri termini, un approccio calato dallalto soffoca lo spazio di esplorazione del singolo utente di come gli strumenti ESN possano aiutarlo a fare meglio il proprio lavoro.

Una Social Organization ha bisogno di manager che coordinano piuttosto che dirigere i propri collaboratori, comprendendo i nuovi processi che emergono.
Uno dei modi migliori per avere un robusto piano di progetto veramente quello di mettere insieme le persone e parlare loro dei presupposti e dei rischi. LESN cattura tutti gli aspetti del progetto, incluse le opinioni contrarie di qualcuno del team che diversamente sarebbero nascoste sotto il tappeto: spesso questi contributi fanno capire questioni alle quali il team leader non ha dato nessun peso e che si possono rivelare fondamentali per il successo del progetto. Creazione dinamica delle community professionali. ESN consente una pi dinamica e ad hoc formazione di community trasversali allorganizzazione. Il lavoratore identifica il talento giusto che lo pu aiutare in un progetto, sia che lavori nellufficio accanto piuttosto che in una zona con un diverso fuso orario. Questa dinamica, temporanea e auto -determinata formazione di community aiuta lorganizzazione ad ottimizzare le sue risorse ed a rispondere pi velocemente al cambiamento del mercato. ESN infatti, con la sua possibilit di consentire in modo sicuro lattivazione di pi network fisicamente separati, permette di coinvolgere facilmente nelle community anche talenti che possono offrire la loro opera solo per quello specifico progetto, magari come liberi professionisti. Questo abilita la mass-collaboration che porta alla co-creazione di valore. Una integrazione di tecnologie di business senza sbavature. L ideale per una comunicazione aperta e trasparente che questa sia applicata anche alle informazioni strutturate. Perch si realizzi, un ESN deve essere in grado di fare da ponte a tutte le informazioni e alle applicazioni dellorganizzazione. CRM, CMS, ricerche, condivisone di file e di comunicazioni debbono poter avvenire in ununica piattaforma integrata e di facile accesso. In questo modo si otterranno anche i benefici derivanti da un unico punto di accesso a tutte le informazioni che lazienda possiede, strutturate e non strutturate, formate da dati ben catalogati piuttosto che dalla condivisione della conoscenza, con un significativo aumento

di efficienza di ogni utente, che non deve pi conoscere e saper scegliere da dove iniziare una sua attivit.
Coinvolgimento senza confini. Un ESN di successo mette insieme un network assai ampio, che si estende ben oltre i tradizionali confini aziendali per arrivare a fornitori, partner, esperti esterni e clienti. Per rendere produttiva linterazione tra tutti questi stakeholder importante per i responsabili aziendali eliminare le barriere costruite per questioni di sicurezza e di distanza fisica. In particolare il CIO pu influenzare il successo di una azienda senza confini, assicurando che ESN possa lavorare sui device mobili degli utenti (ci che solitamente viene definito BYOD, Bring your own device), mettendo in atto misure di sicurezza che proteggano s le informazioni aziendali, ma senza limitare loperativit per chi ne ha la necessit. In altre parole, resistendo alla tentazione di evitare laccesso esterno ...per non correre rischi.... Adeguamento degli incentivi. I manager possono adeguare gli incentivi per promuovere luso desiderato di ESN. Troppo spesso le aziende installano un ESN nello stesso modo di una qualsiasi altro strumento tecnologico messo a disposizione dei collaboratori. L implicazione che le persone devono fare il loro lavoro ed in pi dedicare del tempo a condividere le idee. Invece i manager possono posizionare il sistema in modo che potenzi e ricompensi gli utenti.

Vogliamo coinvolgerli con il sistema? Dobbiamo integrarlo con i processi di business, cos da offrire un valore diretto nel lavoro quotidiano. Lasciamo che siano gli utenti a determinare in che modo ESN li aiuta a fare meglio il loro lavoro. Vogliamo che gli utenti investano parte del loro tempo e portino la loro conoscenza allinterno del sistema? Creiamo una cultura che premia la condivisione della conoscenza e includiamo questa virt nella metodologia di valutazione delle performance del personale. Qualche azienda usa il social enterprise come elemento centrale per valutare i collaboratori in relazione al loro coinvolgimento e partecipazione in rete. Vogliamo ottenere i pi utili contributi e gli esperti pi visibili? Utilizziamo le funzioni insight di ESN per raccogliere i rating degli utenti sui contenuti postati, rilevare le conversazioni pi calde, i trend delle conversazioni, le leadership convocate che emergono, ed usiamo tutto ci allinterno di meccanismi incentivati, non necessariamente con premi in denaro ma certamente almeno con menzioni che evidenzino a tutti la lode per chi si distinto e far s che ci sia da sprone per altri.

Molte organizzazioni devono ancora unire i punti tra la tecnologia e le community che servono: costruendo la cultura della flessibilit e dellautodeterminazione dei lavoratori, i manager possono far evolvere il business da unorganizzazione con un social network ad una fully-networked social enterprise.

Mestre - Venezia , 30174 Via Gioberti, 36/B - +39 041 5028005 www.alycante.it info@alycante.it