FERMATE IL GENOCIDIO CONTRO LE DONNE TRANS !

Fermate la violenza contro le persone transgender Le Organizzazioni , associazioni e gli attivisti per la tutela dei diritti umani e civili delle persone trans ( transessuali / transgender / travestiti ... a seconda delle diverse denominazioni usate in ogni paese ) : Denunciano PUBBLICAMENTE l’ estrema violenza diffusa e le uccisioni che le persone trans subiscono per il solo fatto di esserlo in tutto il mondo , soprattutto in America Latina ; DENUNCIANO altresì il clima di impunità in cui si sta commettendo questo genocidio e la mancanza di misure da parte dei governi per sradicarlo , e chiedono il coinvolgimento di tutta la società , in particolare dei governi, delle organizzazioni internazionali competenti in materia di diritti umani, ONG per i diritti umani , sia per assumere direttamente iniziative politiche , legislative e giudiziarie dirette a porre fine a questo genocidio , sia per fare pressione sui governi perché adottino tali misure . SITUAZIONE DI VIOLAZIONE SISTEMATICA DEI DIRITTI DELLE PERSONE TRANS Ancora oggi , le persone transgender vedono i loro diritti umani e civili più elementari violati sistematicamente in tutto il mondo , in maggiore o minore misura , e spesso sono gli stessi governi che non solo non adottano misure per eliminare la violenza ( fisica , psicologica e semantica) e la discriminazione contro le persone trans , ma essi stessi violano molti di questi diritti ( a partire dalla violazione del diritto all'autodeterminazione della identità di genere e a che questa identità riceva il relativo riconoscimento giuridico mediante l'ottenimento di documentazione legale con essa coerente , per arrivare alla negazione del diritto alla salute nel suo complesso o a molestie da parte della polizia ) . Tutta questa la violenza ed esclusione sociale e lavorativa basati su pregiudizi sessisti e transfobici , oltre a cio’ che di per se’ comporta, pone alle persone trans , soprattutto le donne trans ( e soprattutto se sono immigrate indigenti e di colore .. . ) , in una situazione di estrema vulnerabilità di fronte a forme estreme di violenza . Questa violazione dei diritti umani e civili emerge perfettamente dallo studio "Esame comparativo della situazione dei diritti umani delle persone Gender-variant/Trans " pubblicato da " Transrispetto vs Transfobia nel mondo " . Come indicato da Charles Radcliffe , direttore degli affari generali , Ufficio delle Nazioni Unite dell'Alto Commissario per i diritti umani nella prefazione a questo studio :

" [ ... ] Ogni giorno milioni di persone in tutto il mondo trans sperimentano il rifiuto , stigmatizzazione , le molestie e la violenza fisica per il fatto di non adeguarsi alle norme di genere prevalenti. Vengono loro negato anche il diritto di ottenere i documenti di identità che riflettano la loro identità di genere , vengono licenziate dal lavoro , sono loro negati servizi pubblici elementari , e devono affrontare la discriminazione profondamente radicata nel settore della sanità e dell'istruzione. Questi abusi sono sistematici , ma scarsamente denunciati . La risposta , sia a livello nazionale che internazionale , è stata, quasi senza eccezione , inadeguata . Gli obblighi di legge che gli Stati hanno di proteggere le persone transessuali dalla violenza e dalla discriminazione ,non sono diversi da quelli che gli Stati hanno nei confronti di tutti gli altri. I diritti delle persone trans non sono separati e non sono un particolare sottoinsieme di diritti , ma sono diritti umani . Le persone trans non sono inferiori e hanno diritto alla vita, come ogni essere umano. Esse devono ricevere protezione dalle detenzioni arbitrarie e torture ,si deve garantire loro la non discriminazione e la libertà di espressione, di associazione e di riunione . Questi e molti altri i diritti sono universali : sono previsti nel diritto internazionale, ma negati a molte persone trans semplicemente a causa della loro identità di genere o espressione di genere . [ ... ] » Genocidio e femminicidio TRANS Il 17 maggio 2013 , l’ultimo aggiornamento del Trans Murder Monitoring Project , gestito dal progetto TVT ha indicato che nei primi mesi di quest'anno sono stati commessi 78 omicidi di persone trans ( per la stragrande maggioranza donne transessuali ) in tutto il mondo , registrandosi un totale di 1.233 casi di omicidio dal 1 gennaio 2008 fino all’ aprile 2013. Lo studio mostra un aumento significativo e costante di segnalazioni di omicidi di persone trans negli ultimi cinque anni. Nel 2008 sono stati segnalati, 148 casi, nel 2009, 218; nel 2010 , 229 casi, nel 2011 sono stati 264 casi, nel 2012, 296 casi e nei primi quattro mesi del 2013, 78 casi . La Commissione interamericana dei diritti umani , a sua volta , ha segnalato 23 omicidi di persone trans nel continente americano solo nel luglio 2013 ( a fronte dei 16 omicidi di gay e lesbiche cis [ non- trans ] , evidenziandosi più omicidi in assoluto di persone trans che di tutte le persone lesbiche, gay e bisessuali cisgender messe insieme E ' importante notare che questi casi sono solo quelli che sono stati individuati attraverso la ricerca su Internet e attraverso la cooperazione con le organizzazioni e gli attivisti trans. In molti paesi i dati su omicidi di persone trans non avvengono elaborati in modo sistematico ( o sono nascosti sotto la parvenza di altri reati ) per cui è impossibile conoscere il numero effettivo dei casi sui quali non esiste nessuna informazione , ma tutto lascia pensare che la cifra reale supera facilmente il doppio dei casi riportati . Anche contando solo gli omicidi e tenendo conto del rapporto di 1 per ogni 30.000 persone trans , questa cifra equivale a circa 5,5 milioni di persone cisgender ( nontrans) uccise in un anno ( e molto probabilmente sono più del doppio) : In proporzione , uno dei più grandi GENOCIDI mai verificatisi nella storia e che continua ancora oggi . Più precisamente , questo autentico genocidio è fondamentalmente un femminicidio TRANS , dal momento che la stragrande maggioranza delle vittime sono donne , trans. Femminicidio TRANS , che oltre a inquadrarsi all'interno della violenza diffusa e sistematica contro le persone trans in generale ( uomini e donne trans e persone di genere variante) frutto del cissessismo e della transfobia , rientra anche nel femminicidio in generale (insieme con il femminicidio contro le donne cis [ non- trans ] ) , dal momento che le assassinate sono donne vittime e della violenza maschilista e

patriarcale Gli omicidi: si verificano soprattutto in relazione al lavoro sessuale a causa della marginalizzazione, gli assassini sono uomini , e molte volte questi uomini assassini sono partner , ex partner o clienti delle vittime , come accade per le donne cisgender (non- trans) . Le Donne trans sono uccise in primo luogo per essere donne , donne povere , immigrate, di colore ... E molti governi sistematicamente tollerano o promuovono questo sterminio come una forma di " pulizia sociale " e si comportano con i loro corpi come fanno con i corpi delle donne cis ( non-trans. ) A tutto questo si aggiunge la componente del cissessismo ( non vengono riconosciute come donne "vere" ) e la transfobia , che intensificano la violenza maschilista all'interno di un contesto strutturale di violenza e di discriminazione di genere. per la loro condizione di donne E 'un vero e proprio femminicidio , perché questo genocidio contro le donne trans ( le vittime principali ) è dovuta ad una situazione di violenza di genere strutturale contro le donne , violenza aggravata dai pregiudizi sessisti e dalla transfobia che fanno si’ che questa violenza di genere contro le donne trans, sia in proporzione enormemente maggiore. E 'quindi essenziale iniziare a parlare di " femminicidio TRANS " quando ci si riferisce a tutta la serie di omicidi di donne trans per il fatto di esserlo. . E questi omicidi devono essere contati insieme al resto dei femminicidi , col la differenza che deriva dall'essere un particolare tipo di donne , ma tra queste incluse. Inoltre dobbiamo anche rendere visibili tutte le persecuzioni , violenze e omicidi contro gli uomini trans e persone”gender variant”, che pur essendo un fenomeno minore del femminicidio trans è pur sempre, in proporzione molto piu’ esteso che per la popolazione cis [ non- trans ] . PERTANTO , LE ORGANIZZAZIONI E PERSONE SOTTOSCRITTE CHIEDONO AL SEGRETARIO GENERALE DELLE NAZIONI UNITE quanto segue: 1 ° . Chiedono all’Organizzazione delle Nazioni Unite che i suoi Stati membri integrino , per quanto possibile, i principi di Yogyakarta nell’'applicazione e l'interpretazione del diritto interno e dei trattati internazionali sui diritti umani relativi all'identità di genere. 2 ° . facciano cessare tutti i crimini contro l'umanità che le persone trans subiscono contro i loro diritti civili e politici riconosciuti dalle costituzioni nazionali delle Alte Parti Contraenti e / o dai trattati internazionali sui diritti umani ratificati dalla Alte Parti Contraenti , 3 ° . che cessino tutte le violazioni che persone trans subiscono dei loro diritti economici, sociali e culturali ora praticate al riparo di normative discriminatorie . 4 ° . Se una qualsiasi violazione dei diritti di cui sopra dovesse prodursi , si imponga alle autorità interne competenti delle Alte Parti contraenti , e in particolare le procure , di perseguire e punire il colpevole o i colpevoli come colpevoli di crimini di discriminazione e odio contro la dignità della persona ed il libero sviluppo della personalità .

5 ° che si garantisca alla vittima la rimessione in pristino , oppure, ove ciò non sia possibile , lei o la sua famiglia sia compensato in proporzione al danno . 6 ° . che le vittime di tali violazioni ricevano protezione da parte dell'ONU , se le autorità della Parte contraente non provvedono a tale protezione , 7 ° .si garantisca la concessione dell'asilo politico alle vittime di tali violazioni in qualsiasi stato membro delle Nazioni Unite , che la tutela dei diritti fondamentali e le libertà civili delle persone trans , se continuano queste violazioni . . Se il Corpo a cui si rivolge il presente documento non è competente a dare attuazione a tali richieste, vi chiediamo di inviare all'organismo competente .

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful