You are on page 1of 1

Nibeiwa Dopo un giorno di marcia nel deserto, le truppe anglo-indiane giunsero in vista del campo di Nibeiwa la mattina

del 9 dicembre 1940. Alle 5:00 iniziò un bombardam ento diversivo dell'artiglieria britannica, che sparava da est per confondere gl i italiani circa la direzione dell'attacco; dopo aver inquadrato i bersagli, all e 7:15 l'artiglieria della 4ª Divisione indiana iniziò un violento bombardamento del campo italiano, cogliendo totalmente di sorpresa le truppe che lo presidiavano. Alle 7:45 iniziò l'attacco delle fanterie anglo-indiane, supportate dai Matilda, contro l'angolo nord-ovest del campo; i 23 carri medi M11 italiani stazionavano in questa posizione, fuori dal muro perimetrale, e vennero rapidamente travolti con la distruzione di 15 mezzi e la cattura dei restanti (i carristi italiani er ano stati colti mentre stavano riscaldando i motori dei loro mezzi, e non ebbero in pratica il tempo per opporsi all'attacco; in ogni caso, i cannoni da 37 mm d ei loro carri non erano in grado di perforare la pesante corazza frontale dei Ma tilda). Lo scontro si trasferì quindi all'interno del campo, dove i reparti italo-libici s i batterono accanitamente; lo stesso generale Maletti cadde in combattimento, me ntre ancora in pigiama sparava con una mitragliatrice contro i carri britannici. Intorno alle 8:30 la resistenza organizzata ebbe termine, anche se ai britannic i occorsero ancora due ore per rastrellare tutto il campo. Il Raggruppamento Mal etti venne praticamente spazzato via, con la perdita di 800 soldati uccisi, 1.30 0 feriti e 2.000 presi prigionieri; le perdite britanniche furono invece molto p iù leggere, per un totale di 56 uomini messi fuori combattimento. Il cedimento del campo fortificato di Nibeiwa aprì un vasto squarcio nella linea difensiva italian a, permettendo così ai restanti reparti della 4ª Divisione indiana di dilagare alle spalle dei capisaldi italiani, e decretando il successo della prima fase dell'Op erazione Compass. Andrea Molinari, Soldati e battaglie della seconda guerra mondiale, vol.1, Hobby & Work, 1999, ISBN non disponibile