You are on page 1of 2

Wiki didattico per la risoluzione collaborativa dei problemi di matematica

Anna Lucia Averna


Liceo Statale Tito Livio Piazza Vittorio Veneto, 7 74015 Martina Franca - Taranto luciaverna@gmail.com

W ikiproblem un lavoro ideato e strutturato da docenti e studenti del Liceo Classico Tito Livio di Martina Franca (T aranto) che si prefigge di agevolare lo studio della matematica in una delle sue componenti pi delicate e complesse per gli studenti: la risoluzione dei problemi. una delle esperienze didattiche pugliesi selezionate dal Progetto GOLD 2011 tra quelle riguardanti la matematica e le nuove tecnologie ed entrata a far parte della banca dati nazionale Internet delle esperienze pi innovative ed interessanti realizzate nelle scuole italiane di ogni ordine e grado. La costruzione di un Wiki Web sembra essere un'attivit particolarmente idonea per consentire, attraverso la scrittura collaborativa, un'argomentazione organica e ragionata di ipotesi risolutive dei problemi di matematica. L'aspetto sociale degli strumenti scelti assicura la partecipazione attiva ed il coinvolgimento di tutti gli studenti partecipanti. Gli studenti sono invogliati ad approfondire i percorsi didattici e ampliare le loro competenze in un gioco dei ruoli che li rende alternativamente proponenti e solutori di nuovi problemi di matematica [Baldassarre M., Averna A.L., 2009]. Attraverso alcune caratteristiche presenti in quasi tutti i wiki web, come la possibilit di visualizzare la cronologia di tutti i cambiamenti apportati ad una pagina, o la notifica, tramite e-mail o RSS, di un cambiamento avvenuto nelle pagine, gli insegnanti sono in condizione di monitorare costantemente le attivit del sito, intervenendo quando necessario. Inoltre la possibilit di generare su una speciale pagina delle discussioni sugli argomenti trattati nelle pagine principali fornisce preziosi spunti di approfondimento delle conoscenze applicate [West, 2008]. Dallidea di partenza nata nel 2009, che prevedeva luso di una piattaforma wiki interamente gestita dagli alunni con il supporto dei loro docenti, il percorso didattico progredito nel tempo seguendo i ritmi di maturazione dei suoi protagonisti e di crescita delle tecnologie del web. Oggi Wikiproblem si presenta come un ambiente integrato Web 2.0 in cui lintegrazione si realizza su due livelli: di contenuto e di struttura. Gli strumenti con cui tutto ci si realizza si innestano lun laltro costituendo una sorta di Social Networking Platform personalizzata. Sulla struttura primaria del Wiki Engine scelto (http://www.wikispaces.com/) si trovano inseriti collegamenti a servizi di file/foto sharing per la distribuzione dei materiali prodotti dagli studenti, ma anche servizi di video sharing per la fruizione di tutorial elaborati da docenti, contenenti semplici istruzioni per effettuare le operazioni primarie sul wiki, tools applicativi per la didattica della
T. Roselli, A. Andronico, F. Berni, P. Di Bitonto, V. Rossano (Eds.): DIDAMATICA 2012, ISBN: 978-88-905406-7-7

Wiki didattico per la risoluzione collaborativa dei problemi di matematica

matematica, nonch un badge di collegamento ad una pagina Facebook per mantenere alto il livello di coesione sociale del gruppo, sfruttando la potenza attrattiva ed interattiva del famoso Social Network. Le componenti fondamentali del Wiki sono tre. 1. Le pagine della documentazione didattica - Curate esclusivamente dalle docenti, narrano contesto e motivazioni, finalit, tempi e contenuti del percorso didattico; nelle pagine del sito (wikiproblem.wikispaces.com/) si descrivono la storia e i partecipanti al progetto, i metodi, gli strumenti di valutazione ed i riferimenti teorici. Fungono da memoria storica del progetto e, costantemente aggiornate, permettono di protrarre nel tempo il progetto curando e monitorandone ogni aspetto didattico. 2. Le pagine di contenuto Costituiscono il cuore dellattivit. In lento ma costante progresso, sono curate esclusivamente dagli studenti e forniscono una gamma di esempi di tracce e svolgimenti di problemi di matematica con i relativi riferimenti teorici necessari per i ragionamenti in essi sviluppati. Tecnicamente sono arricchite da simbolismi ed espressioni formali tipiche della disciplina studiata per mezzo di editor specifici per la matematica e da grafici ed immagini realizzate attraverso luso di software di geometria dinamica. 3. Social plugins e badge Inseriti per mantenere vivo linteresse e la partecipazione degli allievi, svolgono la fondamentale funzione di socializzazione di contenuti e conoscenze e servono per rigenerare costantemente e sostenere nel tempo le relazioni interpersonali e di gruppo; sono tecnicamente realizzati dalle docenti per garantire il collegamento con Social Network e servizi di video/foto sharing. Attraverso successive verifiche stato riscontrato che lattivit di stesura delle pagine del wiki attiva tutte le competenze tipiche della matematica dal pensiero e ragionamento, attraverso largomentazione e la comunicazione, fino alla modellizzazione, formulazione e risoluzione di problemi, usando rappresentazioni grafiche, linguaggio simbolico, formale e tecnico con vari strumenti e sussidi. Inoltre stato appurato che sensibilmente migliorata la capacit di individuazione ed interpretazione delle parole chiave del testo di un problema e, di conseguenza, risultano consolidate e potenziate le abilit risolutive di tutti gli allievi [Baldassarre, 2009] nel rispetto delle singole possibilit di apprendimento. Lintento della nostra attivit creare nel tempo una specie di repository di problemi di matematica di vario tipo facendo in modo che gli allievi percepiscano se stessi e il gruppo come un riferimento per superare le singole difficolt di comprensione e di lavoro.

Bibliografia
[RIF] Baldassarre M., Imparare a insegnare, Carocci, Roma, 2009 [RIF 2] Baldassarre M., Averna A.L., (2009),Wiki Web per il problem solving in matematica, Didamatica 2009 Atti del Convegno, Trento, ISBN 978-88-8443-277-3 [RIF 3] West J. A., M. L. West, Using Wikis for Online Collaboration: The Power of the Read-Write Web, Jossey-Bass, San Francisco CA, 2008