Progetto gru a bandiera

Corso di Costruzione di Macchine 1

Progetto gru a bandiera

2

Una gru a bandiera è strutturalmente costituita da una mensola girevole su di una colonna; sul lato inferiore della mensola un profilato speciale (braccio) consente lo scorrimento manuale di un carrello cui è applicato un paranco elettrico a catena.
La figura esemplificativa a lato mostra una mensola isostatica (arco a tre cerniere) con angolo di rotazione limitato: nel caso in esame si richiede che la rotazione sia possibile a 360° con movimentazione manuale da parte dell’operatore. Questa gru, di solito utilizzata per sollevare elementi non eccessivamente pesanti, è per lo più adoperata per movimentare pezzi a lavorarsi su macchine utensili, come in figura sotto.

Si richiede di effettuare il calcolo di massima di alcuni componenti la struttura della gru, mentre il paranco viene reperito già pronto sul mercato. È previsto un carico applicato di 550 dN (carico + peso proprio paranco) da considerarsi nelle posizioni più sfavorevoli per la sollecitazione della struttura.

Corso di Costruzione di Macchine 1

! Per ognuna delle due combinazioni di carico.! carico in mezzeria del braccio + peso proprio della struttura Sequenza di progetto (Design sequence) 1.! carico applicato all'estremo esterno del braccio + peso proprio della struttura 2. rulli). Verificare i perni a taglio e il rifollamento nel foro degli attacchi di cui occorre stabilire lo spessore.! Corso di Costruzione di Macchine 1 . Verifica cedimento punto esterno e mediano del braccio < 1/800 della luce. quindi dimensionare sia il braccio che il tirante determinando la posizione dell'asse neutro e il relativo il momento di inerzia.Progetto gru a bandiera 3 Combinazioni di carico: 1. utilizzando cuscinetti ad attrito radente (bronzine) oppure volvente (sfere. Calcolare le sollecitazioni e dimensionare i cuscinetti. calcolare le azioni sul tirante. sul braccio e sui perni di cerniera agli attacchi a forcella. 3.! Verificare le saldature degli attacchi 4.! Progettare il vincolo cerniera che consente alla mensola di ruotare rispetto alla colonna. 2.

5.! L' acciaio da costruzione da utilizzare è S 235 (UNI EN 10025-2) ed ha le seguenti caratteristiche (per spessori < 40 mm): rif.5 kg / dm3 e una portanza del terreno di 2 dN / cm2.! Dimensionare i tirafondi (vedi particolare in figura) 7. allegati 02 e 03 Corso di Costruzione di Macchine 1 . allegato 01 !sn=235 MPa E=210000 MPa "sn=0. Il magrone ha una densità di 2 kg / dm3.57*235=134 MPa G=80770 Mpa !R=360 MPa densità 7850 kg/m3 Disegno di insieme indicativo alla pagina seguente rif. considerando una densità del cls armato pari a 2. determinando le dimensioni del plinto a forma prismatica.Progetto gru a bandiera 4 Verificare a carico di punta pressoflessione la colonna con il metodo omega 6.! Verificare il ribaltamento della struttura complessiva.! Eseguire i disegni costruttivi di insieme e dei singoli componenti della gru. 8.

Progetto gru a bandiera 5 Corso di Costruzione di Macchine 1 .

Lo stretto contatto che c'è (ed è importante che ci sia) tra gli elementi che trasmettono le forze di taglio (lamiere e gambo del perno) ostacola la nascita di momenti flettenti. Ove necessario. si congela la struttura in modo da poter calcolare le reazioni esterne mediante le equazioni di equilibrio R=0 e M=0 Il braccio della gru è un arco a tre cerniere e quindi è una struttura isostatica: la si manda in pezzi (diagramma del corpo libero = free body diagram) per poter calcolare tutte le azioni al contorno di ogni elemento. In tal caso si stabilisce che per motivi funzionali il cedimento all'estremo e in mezzeria della bandiera non debba in ogni caso superare il valore di 1/800 della luce a pieno carico. se non disponibili da sagomario. pos.Progetto gru a bandiera 6 Guida per la progettazione Rif. determinare lo stato di sollecitazione e di deformazione e quindi effettuare le verifiche di resistenza e di massima freccia ammissibile. 1 Noti i carichi. 2 Nel caso in esame gli attacchi (vedi il disegno) sono costituiti da elementi (ritagliati da lamiere) praticamente a contatto tra loro per cui i perni sono soggetti a taglio puro. si dovranno calcolare le proprietà delle sezioni degli elementi (in particolare il braccio). e Corso di Costruzione di Macchine 1 . pos. tracciare i diagrammi di Mf T ed N. Sarà così possibile calcolare le azioni interne su ogni elemento. Rif.

ovvero dove T è il valore dell'azione tagliante ed A è la sezione del perno. Questo comporta un aumento dei giochi che pregiudica il buon funzionamento della macchina. Deve essere verificato che: Dove : F è l'azione trasmessa dal perno ! è il diametro del perno Corso di Costruzione di Macchine 1 .Progetto gru a bandiera 7 quindi vanifica l'uso della formula dello Jourawski: l'ipotesi più accettabile è che il taglio si distribuisca uniformemente sulla sezione trasversale del perno. Il Rifollamento è l’ ovalizzazione del foro nel verso della forza applicata causata dall’azione del perno sulla lamiera del foro. Si dovrà verificare che lo sforzo di taglio sia inferiore a quello ammissibile per il materiale del perno.

3 Si possono realizzare modelli diversi di saldature e per ogni modello il calcolo della sollecitazione è differente. rif. allegato 04. dove a è l'altezza di gola della saldatura La sezione resistente è data dal prodotto dell'altezza di gola per la lunghezza efficace L=l-2a cioè la lunghezza l della saldatura diminuita dei due tratti finali del cordone di saldatura (considerati pari ad a).Progetto gru a bandiera 8 Rif.pos. Corso di Costruzione di Macchine 1 . la cui sezione può presentarsi come in figura. Nel caso in esame gli attacchi delle ceniere sono saldati ai profili con saldature d'angolo.

Progetto gru a bandiera 9 Nel caso in esame occorre scomporre la forza che agisce sul perno in una direzione parallela alla saldatura e in una direzione ortogonale alla saldatura. secondo gli schemi seguenti. Corso di Costruzione di Macchine 1 .

Progetto gru a bandiera 10 forza parallela forza normale Corso di Costruzione di Macchine 1 .

Corso di Costruzione di Macchine 1 . validi per acciaio del cordone di saldatura S 235.Progetto gru a bandiera 11 La verifica si esprime con due criteri di resistenza che devono essere contemporaneamente soddisfatti.

allegato 05. rif.Progetto gru a bandiera 12 Rif. anzichè dinamica. poichè il n. di giri è bassissimo. pos. Si possono scegliere diverse configurazioni: !! Cuscinetti volventi di cui due radiali ed uno assiale reggispinta !! Due cuscinetti volventi radiali e un cuscinetto radente reggispinta (bronzina) !! Cuscinetti radenti radiali e uno reggispinta Per i cuscinetti volventi la scelta richiede che il carico applicato non sia superiore al carico statico indicato in catalogo. 4 Il dimensionamento dei cuscinetti viene in questo caso effettuato solo in via statica. Corso di Costruzione di Macchine 1 .

sarà sufficiente verificare che la pressione massima. si calcola la Pmax " Pamm. nota la forza complessiva F agente su di un cuscinetto (boccola) di lunghezza L. non superi la pressione ammissibile per il materiale del cuscinetto. Corso di Costruzione di Macchine 1 . conseguente al carico. Nel caso di cuscinetto radente radiale. sollecitati in una situazione praticamente statica come nel caso della gru a bandiera. considerata una distribuzione della pressione del tipo in figura.Progetto gru a bandiera 13 Per i cuscinetti radenti. Come materiale del cuscinetto si può adottare un bronzo allo stagno avente una Pamm da 8 a 20 Mpa.

Corso di Costruzione di Macchine 1 .Progetto gru a bandiera 14 pdAcos# Rif. Shigley par. 12-15 Nel caso invece di cuscinetto radente assiale la Pmax si ottiene dividendo il carico applicato per la superficie anulare della bronzina.

per la verifica utilizziamo il metodo $ che consiste nel maggiorare il carico assiale per tenere conto dei momenti che nascono in conseguenza alla deformazione dell’asta. il momento di inerzia J .Progetto gru a bandiera 15 Rif. 5 Il montante della gru è un asta sottoposta a carico di punta. Corso di Costruzione di Macchine 1 . pos. il raggio giratorio % . la snellezza & e il corrispondente coeff. la lunghezza di libera inflessione che con i vincoli a terra del montante è uguale a 2L . allegato 6. Occorre calcolare l’area della sezione A . $ dalla tabella rif.

con facilità e precisione. in modo da formare il cuscinetto in foto. I metodi per realizzare il vincolo colonna / basamento sono: Sollecitazione di pressoflessione interamente a carico dei tirafondi.Progetto gru a bandiera Rif. Successivamente si avvitano e si serrano i dadi esterni che svolgono quindi funzione di bloccaggio (effetto dado / controdado) Sollecitazione di pressoflessione a carico dei tirafondi per la parte tesa e a carico del cls di base per la parte di compressione. occorre dapprima avvitare un dado per ogni tirafondo su cui appoggiare la base della colonna. infine con l’aiuto di una casseratura si cola cemento espansivo sotto la base della colonna. Per il montaggio. pos. Per il montaggio si inserisce la base della colonna nei tirafondi. si mette in bolla con l’aiuto di cunei o spessori infilati sotto la base della colonna . Si avvitano e si serrano i dadi esterni. Questo metodo è sconsigliato perché non si possono conoscere i flussi delle forze e anche perché non consente successive regolazioni della colonna. Corso di Costruzione di Macchine 1 . 6 16 I tirafondi sono barre di acciaio filettate ad un estremo che consentono di vincolare la gru ad un basamento in cls armato di dimensioni e forma adeguate per reggere in equilibrio verticale la gru stessa. Agendo su questi dadi è possibile mettere la colonna in bolla verticale.

Ares è fornita in tabelle seguenti. Sollecitazione di pressoflessione: La distanza y leggermente maggiore di R. Corso di Costruzione di Macchine 1 . Si dovranno calcolare tutti e due i momenti di inerzia relativi e poi scegliere quello di valore minimo perché corrisponde alla sollecitazione massima nella sezione resistente dei tirafondi. Con riferimento al primo metodo. A secondo della posizione del braccio della gru l’asse neutro della sollecitazione a flessione può variare dalla posizione a) alla posizione b). si propone di utilizzare almeno 6 tirafondi che visti in sezione come in figura costituiscono un’area sottoposta a presso flessione. è la max dal centro all’estremo esterno del trirafondo.Progetto gru a bandiera 17 Nel caso in esame occorre proporzionare e disegnare la base della colonna (spessore da 15 a 25 mm) tenedo in conto di lasciare sufficiente spazio per inserire e manovrare la chiave di serraggio. come da allegata tabella di ingombro chiavi.

La qualità di acciaio da considerare è 5.Progetto gru a bandiera 18 Calcolata quindi la sezione necessaria del gambo filettato del tirafondo. Da qui la tabella fornisce il diametro nominale di vite che sarà quello di costruzione del tirafondo. Si rileva che l’allungamento % che è indice della tenacità. si entra nella tabella filettature e si individua una sezione resistente appena superiore o uguale a quella calcolata. è maggiore per le classi più basse Corso di Costruzione di Macchine 1 .6 perché è maggiormente tenace e quindi in questo caso offre le migliori graranzie di resistenza.

Progetto gru a bandiera 19 Rif. CNR Uni 10011/85 Corso di Costruzione di Macchine 1 .

Progetto gru a bandiera 20 Rif. 7 Il plinto di fondazione sarà realizzato in calcestruzzo armato ed avrà forma parallelepipeda a base quadrata. si utilizzano coefficienti derivati dalla pratica. Dimensionamento di massima Al fine di fissare le dimensioni in pianta. Il lato di base si ottiene dalla radice quadrata del rapporto . tra lo sforzo normale N agente in testa alla fondazione e la portanza del terreno. pos. Al fine di realizzare un buon piano di posa per la fondazione. verrà realizzato un sottoplinto dello spessore di 10 cm con getto di calcestruzzo povero (definito quindi ‘magrone’). Corso di Costruzione di Macchine 1 .aumentato del 5%.

perché è la reazione del terreno che tiene in equilibrio il plinto e la gru nelle sue differenti posizioni di rotazione e di carico. ipotizzato reagente elasticamente (rif.Progetto gru a bandiera 21 A causa dell’eccentricità. sarà opportuno incrementare il lato di base di un valore pari circa 3 volte l’eccentricità. La massa del plinto sarà quindi data da: Verifica di stabilità La verifica al ribaltamento è contestuale alla verifica della portanza del terreno. Allegato 07). L’altezza del plinto viene determinata nel rispetto dell’ipotesi di trasmissione a 45° degli sforzi di compressione. Corso di Costruzione di Macchine 1 . Nel caso in esame il plinto è soggetto a pressoflessione perché la sezione è sollecitata da un carico assiale eccentrico.

sappiamo che il nocciolo centrale di inerzia è l’area costituita dai centri di pressione a cui corrispondono rispettivamente assi neutri che non tagliano la sezione. definiamo centro di pressione il punto di intersezione della direzione della risultante dei carichi con la sezione. Dalla Geometria delle masse. È buona norma progettare le fondazioni superficiali in modo che la sezione di contatto plinto-terreno sia interamente compressa. Potrà quindi rendersi necessario aumentare la massa del plinto (p. Come illustra la figura seguente. si fa in genere l’ipotesi semplificativa che in condizioni di esercizio la pressione di contatto struttura di fondazione-terreno sia lineare. Affinchè la base del plinto non si stacchi dal terreno (parzializzazione della sezione) occorre che l’asse neutro (luogo dei punti a deformazione nulla) sia esterno alla sezione.Progetto gru a bandiera 22 Nel caso di fondazioni con carico eccentrico. Per un rettangolo il nocciolo centrale di inerzia è un rombo le cui semidiagonali sono pari al lato corrispondente diviso 6. Corso di Costruzione di Macchine 1 . per il calcolo strutturale dell’elemento di fondazione. occorre che la risultante dei carichi (gru e plinto) cada all’interno del nocciolo centrale di inerzia. almeno per i carchi di lunga durata. e che il terreno non abbia resistenza a trazione. allargando la base di appoggio) in modo che la risultante dei carichi cada sempre all’interno del nocciolo.e. Quindi per impedire che la base del plinto si parzializzi.

possono essere: Corso di Costruzione di Macchine 1 .Progetto gru a bandiera 23 Per procedere conviene ruotare il braccio della gru nelle due posizioni peggiori di possibile ribaltamento che. stante la forma quadrata del plinto.

Nella situazione 2. dovrà essere fuori della sezione. si dovrà calcolare la pressione sul terreno come sovrapposizione degli effetti di braccio parallelo ad un lato del plinto e poi parallelo al lato perpendicolare al precedente. la verifica di stabilità viene fornita dalla formula: ! ! !!!!"# ! !!! ! ! !! ! ! !!!!"" ! !!!!!"#! ! ! !" Corso di Costruzione di Macchine 1 .b ! raccio allineato alla diagonale della pianta del plinto 24 L’ allegato 08 fornisce le possibili situazioni di eccentricità del carico in cui ci si possa trovare e da esse si calcola la sollecitazione massima sul terreno.Progetto gru a bandiera 1.!braccio parallelo ai lati in pianta del plinto 2. Pertanto avendo prestabilito che l’asse neutro in ogni caso. occorerà ingrandire il plinto e ripetere i conteggi. Se si supera la portanza del terreno.