L a n o r m a c o m e i d e a e c o m e r e a l t à

V i t o F a b r i z i o B r u g n o l a

Filosofia Politica e Sociale
SPS/01 Prof. Marzocchi a.a. 2009 – 2010, II Semestre

La norma come idea e come realtà
(da: “Il Diritto come Istituzione” - N. Mac ormic!, ". #ei$%er&er, ca'. II, ''. (9 – )*+
,e-atore: .ito /a%rizio 0r1&$o-a

20S3,2 3 45ar&ome$to 'ri$ci'e che #ei$%er&er si 'ro'o$e di a$a-izzare 6 -o statuto ontologico della norma. I$ 'artico-are -a co$cezio$e di $orma che -5a1tore 71o-e soste$ere 'arte da 1$5a$a-isi di d1e as'etti de--a $orma:

1+ 45as'etto ideale de--a $orma, i$ 81a$to e$tit9 astratta, -o&ica, co$cett1a-e: 2+ I- r1o-o de--a $orma $e- co$testo de--a realtà sociale.
3a-e d1'-ice a$a-isi i$tor$o a--a $ozio$e di $orma ha come sco'o -a defi$izio$e de- -e&ame tra -5a$a-isi -o&ico-$ormati7a e -a com're$sio$e de--a rea-t9 &i1ridica i$ 1$ co$creto co$testo socia-e-$ormati7o. Pro'rio 'erch6 i- ra&&i1$&ime$to di ta-e sco'o ha come %ase e 'remessa 1$a d1'-ice a$a-isi de--a $ozio$e di $orma, -5es'osizio$e de&-i ar&ome$ti di #ei$%er&er se&1ir9 ta-e di7isio$e.

INDICE Cap. 1 L'idealità della norma...........................................................................................................................................p.4 § 1.1 I postulati...................................................................................................................................................p.4 Cap. 2 La norma come realtà............................................................................................................................................p.5 § 2.2 La teoria nomodinamica del diritto...........................................................................................................p.6 Riferimenti i lio!rafici....................................................................................................................................................p." #ppendice........................................................................................................................................................................p.1$

Nota alla lettura ;-i a'ici ra''rese$tati da $1meri ara%i fa$$o riferime$to ai riferime$ti %i%-io&rafici 1ti-izzati. ;-i a'ici ra''rese$tati da $1meri roma$i fa$$o riferime$to a $ote di chiarime$to 'rese$ti $e--5 #ppendice, che '1r $o$ ri&1arda$do direttame$te i- tema trattato, costit1isco$o 1$5 i$te&razio$e 'er -a com're$sio$e.

1. L' idealità della norma
4a $orma 6 i$$a$zit1tto 1$ e$te idea-e e come ta-e, essa 6 1$ o&&etto astratto. Pro'rio i$ 81a$to e$te idea-e, essa 6 s1scetti%i-e di 1$5 a$a-isi '1rame$te -o&ica, se i$te$diamo 81est51-tima come -o st1dio de--e re-azio$i o&&etti7e (-o&iche, i$fere$zia-i+ tra -e idee. <5 o77io che ta-e st1dio di re-azio$i o&&etti7e tra idee si s7o-&e i$ 1$ domi$io -i$&1istico, &iacch6 -e idee, 'er essere co$di7isi%i-i, com1$ica%i-i e d1$81e o&&etti7e i$ 81a$to co$te$1to di 'e$siero com1$e a i$di7id1i di7ersi, de%%a$o essere es'resse -i$&1isticame$te. =a ci> -5ass1$zio$e di #ei$%er&er seco$do c1i: ? In %ia di principio de%e presumersi c&e una norma ' se essa 6 chiarame$te com'resa ' possa sempre essere espressa lin!uisticamente @1 A1est5ass1$to 7a-e a$che i$ 81e&-i am%ie$ti di diritto co$s1et1di$ario, e cio6 i$ 81e--e circosta$ze do7e -e $orme $o$ so$o mai state es'-icitate. i> si&$ifica che, $e- diritto co$s1et1di$ario, affi$chB 1$ com'ortame$to 'ossa essere i$ter'retato seco$do 1$ criterio $ormati7o dato da- do7er essere de--a $orma, i- so&&etto de7e a7ere &i9 i$ sB 1$a com're$sio$e de- co$te$1to co$cett1a-e de--a $orma ta-e che e&-i 'ossa es'-icitar-a -i$&1isticame$te I. he de--a $orma, i$ 81a$to idea, si 'ossa, ma a$zi, si de%%a dare 1$5 a$a-isi '1rame$te -o&ica, se&1o$o im'orta$ti co$se&1e$ze:

1+

2+

(+

nti!sicologismo. <sse$do -a $orma 1$5 e$tit9 co$cett1a-e, $e deri7a che -a s1a trattazio$e '1rame$te -o&ica de7e astrarre da--e co$dizio$i 'sico-o&iche (d1$81e si$&o-ari, co$ti$&e$ti e irri'eti%i-i+ di rea-izzazio$e. 2$che co-oro che associa$o -a 'rod1zio$e di $orme e de- -oro co$te$1to ris'etto ad atti o co$te$1ti i$te$zio$a-i so$o i$ errore. I$fatti -5as'etto di 7o-o$tariet9 che '1> $asco$dersi dietro -a 'rod1zio$e di 1$a $orma '1> si mettere i$ re-azio$e 81esta co$ a-tri asserti (come $e--e massime, ad esem'io+, $o$ de7e essere co$siderato i$ 81a$to -e re-azio$i che esso 'rese$ta $o$ so$o -o&ico-i$fere$zia-i, e 'erta$to $o$ i$erisco$o ad 1$a teoria de--e re-azio$i -o&ico-$ormati7e. Fedele comunica"ilità concettuale del contenuto normati#o . 4a com're$sio$e de--5 e$1$ciato -i$&1istico che es'rime -a $orma de7e essere com1$ica%i-e e co$di7i%i-e. So-o ass1me$do che -a com1$icazio$e 'ossa essere i- ca$a-e $o$ am%i&1o, o&&etti7o e fede-e di trasmissio$e di co$te$1ti $ormati7i da 1$ so&&etto ad 1$ a-tro si '1> re$dere co$to di com'ortame$ti co$di7isi che 'osso$o essere o&&etto di &i1dizio $ormati7o. A1esta 'osizio$e com'orta -a $e&azio$e che 7i sia differe$ziazio$e tra -5idea di 1$a $orma da 'arte di co-1i che -a 'rod1ce e co-1i che -a rice7e, differe$ziazio$e 'rodotta $e- 'rocesso di com1$icazio$e, e 'erta$to, $e--5ottica di #ei$%er&er 7a$$o es'1$te 81e--e teorie, come 81e--a dei “d1e -ati” di <$&-iC seco$do c1i 7i 6 differe$te com're$sio$e de--a $orma da 'arte de- -e&is-atore ris'etto a- desti$atario di essa, o a$che -a disti$zio$e tra -i$&1a&&io de- diritto e -i$&1a&&io dei &i1risti di #rD%-es!E. utonomia nella com!rensione del significato della norma . 4a com're$sio$e de- si&$ificato di 1$ e$1$ciato $ormati7o di'e$de esc-1si7ame$te da- co$te$1to di esso stesso. I$ 81esto se$so, -a com're$sio$e de--a $orma -i$&1isticame$te es'ressa 6 a1to$oma sia da--a &i1stificazio$e di 81e--a $orma, sia da--a co$cezio$e de--a $orma come 1$a mera a%%re7iazio$e de--e moti7azio$i 'ra&matiche che $e sta$$o a--a %ase.

A1a$to detto si$ora ra''rese$ta 1$a 'ars destr1e$s ris'etto a- metodo che #ei$%er&er 71o-e s1&&erire, i$ 81a$to esc-1de da--a com're$sio$e di ci> che sia 1$a $orma t1tto ci> che $o$ sia '1rame$te -o&ico. S&om%rato i- cam'o da i$ter'retazio$i estra$ee de- co$cetto di $orma da 81e--o che 81i -5a1tore 71o-e s1&&erire, 6 ora o''ort1$o chiarire -a s'ecificit9 de--5idea di $orma.

1.1 I !ostulati
2 ta- fi$e #ei$%er&er i$trod1ce tre 'ost1-ati -a c1i f1$zio$e 6 81e--a di disti$&1ere e s1 1$ 'ia$o sema$tico e s1 1$ 'ia$o si$tattico &-i e$1$ciati $ormati7i (a c1i attie$e -a -o&ica moda-e deo$tica+ da 81e--i dichiarati7i o assertori (c1i si -e&a 1$a -o&ica a-etica+II. I 'ost1-ati che -5a1tore 'rese$ta so$o $e--5ordi$e:

I. L'enunciato normati#o $% nel sistema della logica modale deontica% un enunciato di#erso dall'enunciato

asserti#o !er ci& c'e concerne il significato:

II. Pri$ci'io di Poi$carB (o di Fe-se$+: Le rela(ioni e le regole d'inferen(a #anno determinate in maniera c'e
nel sistema un enunciato normati#o non sia deduci"ile da !remesse asserti#e . No$ 6 'ossi%i-e, forma-me$te, che si dia 1$5i$fere$za de- &e$ere: G (i$sieme di 'r. asserti7e+ HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH I$fere$za I J (e$1$ciato $ormati7o+

“=a- fatto che 81a-cosa esista $o$ '1> deri7arsi che 81a-cosa de%%a essere”

III. Non !u& inferirsi una conclusione asserti#a se le !remesse contengono solo enunciati normati#i e nessun
enunciato normati#o. No$ 6 'ossi%i-e, forma-me$te, che si dia 1$5i$fere$za de- &e$ere: K (i$sieme di 'r. $ormati7e+ HHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH I$fere$za L (e$1$ciato asserti7o+ 45i$di7id1azio$e di 81esti tre 'ost1-ati (di c1i i- terzo 6 -a 7ersio$e s'ec1-are de- 'rimo+, i 81a-i re$do$o 1$a trattazio$e 'araforma-e de- co$cetto di $orma che tro7a -a s1a &i1stificazio$e i$ a-c1$e rif-essio$i di #ei$%er&er s1--a differe$za tra e$1$ciati $ormati7i ed e$1$ciati assertori. #ei$%er&er rico$osce che i$ a-c1$i casi e$1$ciati o 'roferime$ti assertori 'ossa$o a7ere si&$ificato $ormati7o ( e d1$81e im'-icazio$i $o$ so-o e'istemiche, ma a$che 'ratiche+. Se ad esem'io mi si dice “ (tai im occando una strada principale ”, 6 'ossi%i-e i$ter'retare ta-e 'roferime$to come 1$a $orma s1&-i o%%-i&hi di 'recede$za. 31tta7ia ta-e i$ter'retazio$e $o$ 6 -51$ica 'ossi%i-e, 'oichB 7aria da co$testo a co$testo. I$fatti, se ad esem'io -a mia meta 6 sit1ata i$ 1$a strada seco$daria, a--ora se $e ded1rr9 che 'rima o 'oi do7r> s7o-tare. "''1re che do7r> ma$te$ermi s1 81esta strada, se 7o&-io ma$te$ere 1$a certa 7e-ocit9 che 81e--a strada mi &ara$tisce. i> si&$ifica che , ri'orta$do -e 'aro-e di #ei$%er&er : ?...-a norma non pu) mai essere riconosciuta dal comportamento stesso*2, o77ero da 1$ e$1$ciato descritti7o-assertorio ri&1arda$te, ra''rese$ta$te 1$ fatto, do$de -a $ecessit9 di disti$&1ere 1$a forma -o&ica 'er &-i e$1$ciati $ormati7i, differe$te da 81e--a de&-i e$1$ciati assertori. No$ 6 -o stato de--e cose ( e $ea$che de--a mia 7o-o$t9 o dei miei fi$i i$ 81e--a 'artico-are circosta$za+ a re$dere -5o%%-i&atoriet9 de--a $orma, i- s1o esse$zia-e do7er essere, %e$sM -a s1a 'ec1-iare forma -o&ica. I$o-tre, 'ro'rio 'erchB si$o ad ora si 6 trattato de- co$cetto di $orma come 1$ che di '1rame$te astratto, 6 'ossi%i-e disti$&1er-a e a--o stesso tem'o metter-a i$ re-azio$e co$ -e s1e a''-icazio$i co$crete.

“=a- fatto che 81a-cosa de%%a essere $o$ '1> deri7arsi che 81a-cosa esista”

).La norma come realtà
;e$era-me$te idea-it9 e rea-t9 'osso$o essere defi$ite i$ ma$iera reci'rocame$te esc-1si7a. 2d esem'io, i$ 1$5ottica materia-ista, so-o ci> che 6 fisico, 'erce'i%i-e '1> 7a$tare 'retese di rea-t9. Per co$7erso, ci> che 6 idea-e $o$ 6 rea-e i$ 81esto se$so. Ma se, i$ 81esta sede, -a $ozio$e di $orma de7e essere co$siderata s1 1$ 'ia$o idea-e e s1 di 1$ 'ia$o rea-e, -a $ozio$e di rea-t9 che si adotter9 do7r9 essere am'ia ta$to 81a$to %asta 'er 'oter rico$oscere come rea-e 1$5e$tit9 astratta come -a $orma. =e- resto -5adozio$e di 1$a $ozio$e di rea-t9 cosM am'-iata 6 da &i1stificare se si ass1me che -e e$tit9 idea-i, ed i$ 'artico-are i- $ostro o&&etto di i$teresse, -a $orma, $o$ sia 'ri7o di ra''orti co$ -a rea-t9 materia-e. he -a $orma i$ 81a$to e$tit9 idea-e sia rea-e, $e- se$so che essa si ma$ifesta $e--a sfera materia-e, 6 rico$osci%i-e sosta$zia-me$te i$ d1e mome$ti: 1* in e#enti concreti% come !rocessi cogniti#i #olontari o atti di contenuto ideale +ad esem!io la !rodu(ione o la com!rensione del significato di una norma% c'e sono in ,uesto senso fatti% come le ordinarie intera(ioni fisic'e*2+ nel fatto c'e sia alla realtà materiale c'e a ,uella ideale si !ossano attri"uire coordinate tem!orali. Conseguentemente reale $ ciò che ha esistenza nel tempo. =1$81e, come de7e essere i$tesa -a rea-t9 de--a $ormaN

I$$a$zit1tto -a $orma $o$ si rea-izza co$ -5atto 7o-o$tario de--a s1a ema$azio$e. 45atto 7o-o$tario de--a s1a ema$azio$e 6 sem'-iceme$te 1$ '1$to $e--a dime$sio$e tem'ora-e, me$tre -a $orma 7a 7ista metaforicame$te come 1$ se&me$to di c1i 1$o de&-i estermi 6 a''1$to -5atto 7o-o$tario di ema$azio$e. =e- resto -5atto 7o-o$tario di ema$azio$e $o$ co$tie$e tem'ora-me$te &i9 i$ sB t1tte -e 'ossi%i-i a''-icazio$i ri-e7a$ti de--a $orma. =a ci> si des1me come $ea$che -a form1-azio$e es'-icita de--a $orma attra7erso 1$ e$1$ciato od 1$ 'roferime$to -i$&1istico de%%a essere i$teso come -a rea-t9 de--a $orma, 'oichB $e--e sit1azio$e di diritto co$s1et1di$ario, -a $orma esiste a$che se essa $o$ 7ie$e es'-icitata. 31tta7ia, a$cora, $o$ 6 -ecito $e''1re soste$ere che sia i- rif-esso 'ratico de--a $orma, e cio6 -5i$tero corso storico di t1tte -e a''-icazio$i corrette, scorrette o irri-e7a$ti, a dare esiste$za a--a $orma i$ 81a$to rea-e. La realtà $ im!uta"ile alla norma solo alla condi(ione c'e ,uest'ultima risieda nella coscien(a umana . 4a $orma '1> risiedere $e--a coscie$za 1ma$a i$ 1$ d1'-ice as'etto: 1* come es!erien(a del do#er essere % come #olere del do#uto)* come sa!ere del do#er essere % come sa!ere c'e un do#er essere $ #alido in una società. <sem'-ificazio$e materia-e, co$creta de- 'rimo as'etto 6 -5esiste$za storica (d1$81e tem'ora-e+ di sistemi $ormati7i come i- diritto, a$che $e--a 7ersio$e co$s1et1di$aria di cost1me. <sem'-ifazio$e co$creta de- seco$do as'etto, e cio6 de- sa'ere di do7er essere de- si$&o-o ris'etto ad 1$ 'artico-are sistema $ormati7o, a$che 81a$do ta-e do7er essere $o$ 7ie$e co$di7iso o ris'ettato. 4a s'ie&azio$e di come -a $orma atte$&a a--a 'rassi 1ma$a de7e essere data s1 'iO 'ia$i. 3ra essi 81e--i immediatame$te disti$&1i%i-i so$o da 1$ -ato -a 'ec1-iarit9 de--a $orma i$ 81a$to 7eico-o di schemi com'ortame$ta-i che ha$$o i$f-1sso s1--a co$dotta de- si$&o-o, che '1> aderire 7o-o$tariame$te (o 'er timore di 1$a sa$zio$e+ a--a $orma stessa (che 'erta$to i$ 81esto se$so di7ie$e mo7e$te de--5a&ire, 7o-o$tario o $o che sia+, da--5a-tro 81a$do 6 'ossi%i-e ra77isare socio-o&icame$te -5esiste$za de--a $orma $e- socia-e sotto forma di 81e--e istit1zio$i ed a1torit9 che dete$&o$o i- 'otere $ormati7o (sia -e&a-e che esec1ti7o+. <5 'erta$to 81esta do''ia 'ros'etti7a 'er -a 81a-e da 1$ -ato -51omo sem%ra $at1ra-me$te 'ortato a--a 'rod1zio$e di sistemi $ormati7i a- fi$e di or&a$izzare -a s1a 7ita socia-e e da--5a-tro -a s1a ca'acit9 di 'oter essere e&-i stesso, media$te i- s1o a&ire, so&&etto a ta-i sistemi, a re$dere -a mis1ra rea-e de--a $orma. 45o$to-o&ia de--a $orma, $e--a s1a d1'-ice com'o$e$te, idea-e e rea-e, si rif-ette s1- modo di 'e$sare -5ordi$ame$to &i1ridico.

).) La teoria nomodinamica del diritto
I- fe$ome$o &i1ridico de7e essere com'reso i$ 81a$to di$amico, e ta-e di$amicit9 tro7a ori&i$e $e--5i$terazio$e tra -e re-azio$i -o&iche tra $orme e ci> che 7ie$e rico$osci1to i$ 81a$to fatto &i1ridico. 2 81esta co$cezio$e de- diritto corris'o$de 81e--a che -521tore chiama .eoria della nomodinamica. 3a-e teoria for$isce 1$ criterio di 7a-idit9 'er i- diritto. 4a fo$dazio$e di 1$a %ase di 7a-idit9 'er i- diritto 'o&&ia s1 d1e 'i-astri fo$dame$ta-i: 1+ 4e i$fere$ze -o&iche che co$$etto$o -e $orme &i1ridiche a--e -oro co$se&1e$ze &i1ridiche: 2+ 45accertame$to dei fatti &i1ridici, e cio6 di 81ei fatti che so$o ri-e7a$ti ris'etto a- 'ri$ci'io $ormati7o es'resso da 1$a 'artico-are $orma. <5 'ossi%i-e i$o-tre for$ire 1$o schema &e$era-issimo di ci> che 6 i- fe$ome$o &i1ridico seco$do -a teoria $omodi$amica: Norma ;i1ridica 2ccertame$to de- fatto HHHHHHHHHHHHHHHHHHHH o$se&1e$za &i1ridica "ra, si 6 detto che ta-e schema 6 1$o schema &e$era-issimo che ha 'iO i- 7a-ore di 1$ esi%izio$e ico$ica, $o$ 'rete$de$do di s1ss1mere $e--a s1a forma t1tti i casi 'ossi%i-i di 'ratiche &i1ridiche ri-e7a$ti . 4o stesso #ei$%er&er i$fatti afferma: +(i pu) rappresentare l'imma!ine lo!icizzata del fenomeno !iuridico, la -uale de%e essere modificata in maniera

sostanziale a seconda a seconda del li%ello di applicazione...*. <5 81asi immediato 7edere 81i cosa -521tore i$te$da. I$ 'artico-are, 7o-&e$do -5atte$zio$e a--a 'arte de--5 accertame$to de- fatto, 6 o''ort1$o disti$&1ere tra fatto &i1ridico ed atto &i1ridico. Ne for$iamo -e ris'etti7e defi$izio$i: /atto &i1ridico: /n accadimento temporale c&e, certamente idoneo a modificare la realtà materiale, 0 !iudicato rile%ante a seconda in ase alla le!islazione %i!ente.4 <sem'i 1+ I$ Ita-ia 6 rico$osci1to 'er -e&&e i- diritto a--5istr1zio$e. I$ 81esto se$so se 1$5 a--17io$e (1$ fatto '1rame$te $at1ra-e+ distr1&&esse -e sc1o-e im'ede$do i- diritto a--5istr1zio$e de&-i i$di7id1i, e co$se&1e$teme$te -5or&a$o com'ete$te ($e- caso ita-ia$o -o Stato+, a ri&or di $orma, de7e im'e&$arsi affi$ch6 81e- diritto (rico$osci1to e t1te-ato+ de%%a es'-icarsi: 2+ P$ seco$do esem'io di fatto &i1ridico 6 -a morte, da c1i se&1o$o t1tta 1$a serie di co$se&1e$ze &i1ridiche. =a $otare i$ 81esto se$so che: − − 31tti i fatti &i1ridici so$o fatti $at1ra-istici, ma $o$ 7a-e -5i$7erso. 2- fatto &i1ridico 6 i$estrica%i-me$te -e&ato da 1$ $esso di ca1sa-it9 &i1ridica 1$ effetto.

=a- fatto &i1ridico si de7e disti$&1ere -5atto &i1ridico, che $e costit1isce 1$a sottos'ecie. 2tto &i1ridico: /n accadimento temporale c&e, certamente idoneo a modificare la realtà materiale, 0 !iudicato in ase alla le!islazione %i!ente. 1radizionalmente il criterio distinti%o tra fatto !iuridico ed atto !iuridico 0 ra%%isato nella partecipazione dell'uomo alla causazione dell'e%ento2 se l'uomo ne 0 causa, si trattere e di un atto !iuridico, se l'uomo ne 0 estraneo si trattere e di un fatto !iuridico in senso stretto. L'atto !iuridico se presuppone la %olontarietà dell'atto, presuppone per) anc&e la consape%olezza del comportamento tenuto, indispensa ile al fine di poter imputare al so!!etto le conse!uenze dell'atto stesso.5 <sem'i 1+ Meri atti &i1ridici: -5ordi$ame$to -imita -a ri-e7a$za de--a co$sa'e7o-ezza e 7o-o$tariet9 a- mero com'ortame$to te$1to, irri-e7a$te resta$do i$7ece -a co$sa'e7o-ezza e -a 7o-o$tariet9 de&-i effetti 'rodotti, che so$o sem're fissati da--a -e&&e. i> si&$ifica che &-i atti &i1ridici i$ se$so stretto so$o t1tti ti'ici, cio6 t1tti 're7isti da--a -e&&e 7i&e$te. 2d esem'io: -5omicidio 'raeter-i$te$zio$a-e. 2+ Ne&ozi &i1ridici: $e- caso di $e&ozio &i1ridico 6 -5atto media$te i- 81a-e i- so&&etto 6 i$ &rado di 'erse&1ire amassimo i 'ro'ri i$teressi, $e- -imite i$ c1i sia -ecito 'er -a -e&is-azio$e 7i&e$te 'erse&1ire 81e&-i i$teressi. =1$81e i$ 81esto caso 7i 6 co$siderazio$e &i1ridica de--a 7o-o$tariet9. P$ esem'io di $e&ozio &i1ridico 6 -a sti'1-azio$e di 1$ co$tratto tra 'ri7ati. A1este disti$zio$i e 81esti esem'i di fatto &i1ridico i$ se$so stretto e atto &i1ridico mostra$o come -o schema 'recede$te for$ito 7ada 'recisato di 7o-ta i$ 7o-ta, i$ co$formit9 ai -i7e--i &i1ridici chiamati i$ 81estio$e. A1esto 6 e7ide$te i$ #ei$%er&er 81a$do e&-i stesso si es'rime $e- se&1e$te modo, a 'ro'osito de--a disti$zio$e tra atto e fatto &i1ridici i$ re-azio$e a--o schema: ?3on posso occuparmi -ui di tutti i detta!li e pro lemi della produzione di norme deri%ate su atti di %olontà. 4orrei solo accennare a due particolarità di una tale deri%azione lo!ica 5 di 81e--a esi%ita da--o schema - : a6 il contenuto de!li atti di %olontà concretamente datisi determina -ui – $e- caso i$ c1i i- fatto &i1ridico sia 1$ atto- il contenuto delle conse!uenze normati%e7 6 &a luo!o -ui un intreccio di determinazioni di contenuto della norma inferita a di%ersi li%elli normati%i, le -uali determinano insieme il contenuto della norma inferita, per lo meno in !enerale. @Q 4a teoria de--a $omodi$amica i$o-tre de7e for$ire 1$5imma&i$e de- diritto ta-e che esso 7e$&a i$teso i$ 81a$to diritto 'ositi7o. Predicare di 1$ diritto -5a&&etti7o “positi%o” si&$ifica dire che esso ha effetti#ità. 2- di -9 di 81estio$i fo$dazio$a-i i$tor$o a--5effetti7it9 de- diritto, -a 'osizio$e di #ei$%er&er 6 che essa 6 da tro7arsi $e--a com'o$e$te rea-e de--a societ9. o$se&1e$teme$te -5effetti7it9 '1> essere rico$osci1ta so-o da 1$5a$a-isi socio-o&ica. A1a$to detto si$ora ha de--e ri'erc1ssio$i s1- modo di co$siderare -a scie$za &i1ridica da 'arte di #ei$%er&er. I$$a$zit1tto e&-i disti$&1e tra d1e as'etti determi$a$ti de- diritto: 1+ as'etti o&&etti7i: e cio6 -5idea-it9 e -a rea-t9 de--a $orma a--a %ase de--a teoria $omodi$amica: 2+ as'etti 'ra&matici.

I- 'arere de--5 21tore 6 che i$ am%ito 1$i7ersitario, -a scie$za de- diritto sia 'ri$ci'a-me$te st1diata $e--a s1a determi$a$te 'ra&matic. ;-i ate$ei ha$$o come sco'o 'ri$ci'a-e -a formazio$e di tec$ici de- diritto, come ad esem'io &-i a77ocati. I$ 81esto se$so i- fi$e 'reci'1o 6 -a co$osce$za de- diritto e -5attri%1ire i- 'rimato a--a co$osce$za dediritto, 'i1ttosto che a--a rif-essio$e s1- diritto, 7ie$e chiamato da #ei$%er&er do!matica !iuridica. A1esta te$de$za 6 do71ta -ar&ame$te a--a co$cezio$e di Fe-se$, seco$do c1i: ? ...la considerazione !iuridica del diritto 0 soltanto la comprensione e l'interpretazione del diritto %i!ente e la %alutazione delle relazioni sociali nelle -uali si tro%a il sistema !iuridico non 0 o!!etto della scienza !iuridica, ens8 compete ad altre scienze, come ad esempio la sociolo!ia o la storia del diritto.@R Ma -5e81i7a-e$za tra scie$za de- diritto e atte&&iame$to &i1ridico-do&matico 6 'er #ei$%er&er i$se$sato. 4a demarcazio$e 'osta che -521tore for$isce 6 di $at1ra di7ersa. I$fatti da 1$ -ato -e cate&orie di “idea-it9” e “rea-t9” de--a $orma so$o -a %ase 'er dare 1$5imma&i$e di come i- diritto, $e--a s1a &e$era-it9, de%%a essere co$ce'ito: da--5a-tra -a 81estio$e s1--5 effetti7it9 de--5ordi$ame$to &i1ridico (che d1$81e de7e essere 'ositi7o+ 6 affidata a--a socio-o&ia. P$a 7o-ta chiarito ci>, 6 e7ide$te che -a socio-o&ia $o$ st1dia affato -e re-azio$i socia-i $e--e 81a-i si tro7a i- sistema &i1ridico, ma i fe$ome$i socia-i che co$corro$o, i$sieme ai 'ri$ci'i -o&ici-$ormati7i, a dare 81e--a che 6 'er -521tore 1$ imma&i$e ade&1ata de--5ordi$ame$to &i1ridico. I$ 81esto se$so -a -o&ica de--e $orme strettame$te i$tesa $o$ de7e essere co$siderata come com'o$e$te costit1ti7a de--a teoria de- diritto, %e$sM come 1$o str1me$to a1si-iario di 81est51-timo. Perta$to -a -o&ica da costr1ire (affi$ch6 essa 'ossa essee f1$zio$a-e a--a teoria de- diritto+ $o$ de7e essere -a -o&ica moda-e assiomatica c-assica, %e$sM 1$a -o&ica sM forma-e, ma che de%%a es'rimere -a $ecessit9 $e- s1o discorso de--a com'o$e$te “rea--socia-e” i$ter$a a--5idea di diritto 'ro'osta da--521tore.

/iferimenti "i"liografici
1. “Il Diritto come Istituzione” - N. Mac ormic!, ". #ei$%er&er, a c1ra di Massimo 4a 3orre, Mi-a$o, 1990 ca'. II, '. S2. 2. “Il Diritto come Istituzione” - N. Mac ormic!, ". #ei$%er&er, a c1ra di Massimo 4a 3orre, Mi-a$o, 1990 ca'. II, '. S1. (. “Il Diritto come Istituzione” - N. Mac ormic!, ". #ei$%er&er, a c1ra di Massimo 4a 3orre, Mi-a$o, 1990 ca'. II, '. )2. S. “9anuale di Diritto :ri%ato” - /ra$cesco ;azzo$i, <dizio$i Scie$tifiche Ita-ia$e, 200R ). “9anuale di Diritto :ri%ato” - /ra$cesco ;azzo$i, <dizio$i Scie$tifiche Ita-ia$e, 200R Q. “Il Diritto come Istituzione” - N. Mac ormic!, ". #ei$%er&er, a c1ra di Massimo 4a 3orre, Mi-a$o, 1990 ca'. II, '. )(. R.“Il Diritto come Istituzione” - N. Mac ormic!, ". #ei$%er&er, a c1ra di Massimo 4a 3orre, Mi-a$o, 1990 ca'. II, '. )).

PPENDICE

I. I$ rea-t9 81esta rie-a%orazio$e de- testo di #ei$%er&er '1> dare adito ad am%i&1it9. A1a$do si afferma che,
a$che i$ 1$ co$testo di diritto co$s1et1di$ario, 1$ so&&etto de7e a7ere 1$a com're$sio$e ta-e de--a $orma da 'oter-a es'-icitare -i$&1isticame$te, affi$chB si 'ossa 'ar-are di diritto 7ero e 'ro'rio $e- co$testo co$s1et1di$ario, o77iame$te %iso&$a sottoi$te$dere che 7i de7e essere a-me$o 1$ a-tro i$di7id1o i$ &rado di es'-icitare -i$&1isticame$te -a $orma. Se cosM $o$ fosse si a7re%%e che -a $orma sare%%e so-o 1$a re&o-a se&1ita pri%atim, e come ta-e $o$ sare%%e 'ossi%i-e co$siderar-a come &i1ridica. =a 1$ '1$to di 7ista sema$tico, -a disti$zio$e tra d1e -o&iche (i$ 81esto caso -a moda-e-deo$tica e -5a-etica+ si %asa s1--e ris'etti7e e differe$ti $ozio$i di 5 conse!uenza lo!ica5. Ne for$iamo di se&1ito 1$a defi$izio$e $e1tra-e, 7a-id9 cio6 'er o&$i -o&ica: o$se&1e$za -o&ica T /n asserto ; 0 una conse!uenza lo!ica di un insieme di premesse < se, e solo se, in o!ni struttura in cui siano %eri tutti !li asserti = di <, anc&e ; lo 0. I$te$de$do, ad 1$ -i7e--o i$t1iti7o, -a $ozio$e di 5 struttura5 come 5mondo possi ile5 ed ass1me$do i ris1-tati co$&i1$ti dei metateoremi di com'-etezza e correttezza i$ 1$ co$testo di -o&ica 'ro'osizio$a-e (sia moda-edeo$tica che a-etica+, i- 'ia$o sema$tico 6 e81i7a-e$te a 81e--o si$tattico. i> ci 'orta a com're$dere come -a -o&ica 'ro'osizio$a-e moda-e-deo$tica $o$ sia co$fro$ta%i-e co$ 81e--a a-etica, &iacch6 -5i$sieme dei co$$etti7i -o&ici de--a 'rima co$te$&o$o &-i o'eratori moda-i “ 0 necessario c&e” ed “0 possi ile c&e”, i 81a-i $o$ so$o co$tem'-ati $e--a -o&ica 'ro'osizio$a-e a-etica. A1esta differe$za tro7a i- s1o rif-esso sema$tico s1--e ris'etti7e $ozio$i di co$se&1e$za -o&ica, o77ero i 5mo$di 'ossi%i-i5 de--a -o&ica moda-e deo$tica so$o str1tt1ra-me$te di7ersi, e d1$81e i$co$fro$ta%i-i, da 81e--i de--a -o&ica a-etica.

II.