COMUNICATO STAMPA DEL 14 NOVEMBRE 2013

ATTIVITA’ DI POLIZIA GIUDIZIARIA E DI PREVENZIONE

 Ieri matti a! a partire dalle ore 07.00 circa, V"#a ti della Questura di Prato
unitamente a equipaggi del Re$art" Pre%e &i" e Crimi e 'i (ire &e hanno effettuato un nuovo )Ser%i&i" Stra"r'i ari"* di controllo del territorio finalizzato all’implementazione dell’azione di prevenzione e repressione di fenomeni di criminalità diffusa sul capoluogo pratese. Come sempre particolare attenzione è stata riservata ad alcuni dei principali )$+ ti ,a#'i* della città, quali la zona di piazza Stazione e via Arc. Martini, quella di piazza Ciardi, via Protche, viale Galilei e via Bologna, quella produttiva del Macrolotto Uno, la zona residenziale della Pietà di recente interessata da furti in a itazioni nonch! alcuni noti ristretti settori del centro storico pratese. "el corso di tale azione, alle ore 0#.$0 circa, una delle V"#a ti impiegate, proprio nel corso di attenta attività di prevenzione effettuata in zona la Pietà, procedeva in viale %orgovalsugana al controllo di uno -ta.i#e a..a '" at" ove si segnalava la possi ile presenza a usiva di s andati o senzatetto. &ll’interno dell’a itazione venivano rintracciati + a %e ti,i /+e e e il suo /+ara tatree e compagno, entram i italiani con precedenti di polizia per reati di varia natura viepi' già raggiunti da provvedimento di (oglio di via o ligatorio con divieto di far ritorno nel capoluogo pratese per tre anni, emesso nel settem re del $0)$ da Questore di Prato, pertanto pienamente in vigore, determinandosi quindi la 'e + ,ia in stato di li ertà dei due per il reato della sua inosservanza. Poco dopo, alle ore 0*.+0 circa, un equipaggio del Re$art" Pre%e &i" e Crimi e di (irenze, nel corso di attenta attività di prevenzione e controllo effettuata per Porta al ,erraglio, via Protche e piazza Ciardi, notava in viale -alilei due maghre ini sospetti i quali, fermati e compiutamente identificati, risultavano essere un quarantaquattrenne marocchino regolarmente soggiornante sul .."., e un clandestino s.f.d. con svariati precedenti penali, un /+ara te e mar",,0i " successivamente trovato in possesso di sostanza stupefacente di tipo 0a-0i-0 per ),)/ grammi, della quale ha ammesso l’uso personale, determinandosi la sua -e1 a#a&i" e alla locale Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti. &l termine del ,ervizio ,traordinario, avvenuto alle ore )0.00 circa, gli equipaggi in esso impiegati avevano complessivamente i'e ti2i,at" 34 $er-" e e ," tr"##at" 24 %ei,"#i su strada.

 Ieri -era! alle ore $).$0 circa, personale delle V"#a ti veniva inviato in via (ilzi
per segnalazione di lite in strada tra stranieri, giungendo celermente sul posto e appurando la presenza solo di un maghre ino, il quale ammetteva di aver avuto un diver io in strada per futili motivi con suoi connazionali, venendo identificato per un %e t"tte e mar",,0i " domiciliato a Prato, pregiudicato per reati in materia anche di spaccio di stupefacenti, attualmente sottoposto alla misura dell’o ligo di dimora con divieto di assentarsi dal proprio domicilio nella ore serali e notturne, palesemente inosservato determinandosi pertanto, in conclusione d’intervento, la sua 'e + ,ia in stato di li ertà per il reato di specie.

 P"," '"$"! alle ore $).+/ circa, personale delle V"#a ti veniva inviato in $ia&&a
Mer,ata#e per segnalazione di tossicodipendenti molesti all’interno di un esercizio commerciale. ,ul posto gli 1peratori della Polizia di ,tato rintracciavano due italiani con precedenti di polizia uno dei quali, un ,i /+a ta/+attre e, in evidente stato di agitazione psicofisica, è stato fatto assistere da personale sanitario del ))# che gli ha praticato le cure del caso mentre l’altro, generalizzato per un ,i /+a te e residente in provincia di Pistoia, risultava essere soggetto peraltro già raggiunto da un ("1#i" 'i %ia "..#i1at"ri" con divieto di far ritorno nel

capoluogo pratese per tre anni, emesso nel marzo del $0)$ da Questore di Prato, pertanto pienamente in vigore, determinandosi la 'e + ,ia in stato di li ertà del cinquantenne per il reato della sua inosservanza.

 Ne##a 'e,"r-a

"tte! alle ore 00.$0 circa, un equipaggio delle V"#a ti, nel corso di attenta attività di prevenzione effettuata in centro storico, notava in via ,anta .rinita un maghre ino sospetto che, alla vista della pattuglia della Polizia di ,tato, cercava palesemente di defilarsi nel chiaro intento di sottrarsi a un eventuale controllo. (ermato e identificato per un %e ti'+e e mar",,0i ", straniero con svariati precedenti di polizia anche per fatti di spaccio di stupefacenti, veniva nell’occasione trovato in possesso di un lungo ,a,,ia%ite che, per ora e luogo del controllo, appariva di detenzione assolutamente ingiustificata, determinandosene pertanto il sequestro, al pari di sostanza stupefacente di tipo 0a-0i-0 per 0,0/ grammi, della ammetteva l’uso personale. Condotto pertanto in Questura, il ventiduenne marocchino è stato pertanto sia -e1 a#at" alla locale Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti che 'e + ,iat" in stato di li ertà per il reato di porto illegale di oggetto atto all’offesa.

 S+,,e--i%ame te! alle ore 0$.)/ circa, un equipaggio delle V"#a ti, nel corso di
attenta attività di prevenzione effettuata in via Cavour, imponeva l’alt a una (iat /00 il cui conducente, generalizzato per un /+ara t+ e e mar",,0i " residente a %ologna, munito di patente internazionale rilasciata da &utorità 2arocchine, appariva in palese stato di u riachezza. ,ottoposto a verifica strumentale a mezzo di eti#"metr" presso la locale ,ezione di Polizia ,tradale, si confermavano valori alcolici ampiamente superiori al consentito di legge, determinandosi pertanto la 'e + ,ia in stato di li ertà del quarantunenne per il reato di 1+i'a i -tat" '’e..re&&a mentre l’auto da lui condotta, presa a noleggio dal medesimo, è stata sottoposta a sequestro e affidata in giudiziale custodia a un locale soccorso stradale.

 5+a-i ," tem$"ra eame te! alle ore 0$.$/ circa, equipaggi delle V"#a ti
venivano inviati in centro storico, per segnalazione di lite all’interno di un’a itazione. ,ul posto gli 1peratori della Polizia di ,tato identificavano due noti t"--i,"'i$e 'e ti, una trentottenne pratese e il suo ,i /+a ta/+attre e compagno, apprendendo che quest’ultimo, al culmine della lite, avre e percosso la donna, peraltro successivamente minacciandola gravemente di morte anche in presenza degli &genti. (atto giungere su posto personale sanitario del ))# che ha prestato le cure del caso alla trentottenne, gli 1peratori delle 3olanti intervenute hanno comunque provveduto a 'e + ,iare in stato di li ertà il cinquantaquattrenne per il reato di mi a,,e 1ra%i.

 I 2i e! alle ore 0+.+/ circa, un equipaggio delle V"#a ti, nel corso di attenta
attività di prevenzione e controllo effettuata in via .ofani, notava in strada un orientale sospetto che, fermato e identificato per un %e ti-ette e ,i e-e residente a Prato, regolarmente soggiornante sul .."., è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente di tipo 0a-0i-0 per ),47 grammi, immediatamente sequestrata, della quale ha ammesso l’uso personale, determinandosi la sua -e1 a#a&i" e alla locale Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.