............ Milano, Oggetto: procedimento 1132/98 R.G.N.R.

11 dicembre 1998

(già 43999/95 RGNR)

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il Tribunale Ordinario di dr.ssa Rita Ugolini

V E N E Z I A

Come anticipato nel corso dell'interrogatorio in data 17.11.1998, trasmetto copia di qualche pagina della trascrizione delle intercettazioni attivate tra la fine del 1995 e i primi mesi del 1996 dalla Procura di Milano nell'ambito del procedimento relativo alla strage di Piazza Fontana nei confronti di Carlo Maria MAGGI nonché di Piercarlo MONTAGNER e Stefano TRINGALI. MONTAGNER e TRINGALI, già componenti del gruppo mestrino di Ordine Nuovo di cui era responsabile il presunto autore materiale della strage, Delfo ZORZI, sono stati arrestati insieme a Piero ANDREATTA, su richiesta della Procura di Milano nel luglio 1996, per favoreggiamento aggravato dalla finalità di terrorismo in favore di ZORZI e di MAGGI e, in proposito, allego anche copia del provvedimento cautelare nei confronti di ANDREATTA. Al momento'd e l l 'arresto dei tre ex-ordinovisti, ovviamente, le intercettazioni telefoniche ed ambientali si sono concluse. Mi permetto di segnalare che solo la lettura ? integrale di tutte le intercettazioni (che constano di circa 500 pagine di trascrizione) e la piena conoscenza di tutti i rapporti illeciti e anche personali intercorrenti fra i componenti del gruppo, di fatto ancora attivo fino al 1996, consentirebbe di comprendere appieno tutti i passaggi dell'attività di inquinamento ordita dagli ordinovisti anche, e non solo, tramite la presentazione dell'esposto (e confidando nella scarsa simpatia manifestata dal dr. Casson verso le indagini del mio Ufficio), ma comunque è possibile evidenziare, anche solo tramite qualche conversazione,

1

l'interpretazione del meccanismo generale di inquinamento. Le intercettazioni sono integralmente disponibili presso la Procura di Milano (che, pur attestando in data 11.11.1996, a richiesta del mio Ufficio, 1'avvenuta trasmissione delle stesse alla Procura' di Venezia, non le ha mai trasmesse) e non sono mai state acquisite d'ufficio dalla Procura di Venezia anche se, nel luglio 1996, vari quotidiani locali ne hanno ampiamente riportato alcuni passaggi, compresi quelli in cui si riferiva che l'esposto di MAGGI era stato personalmente suggerito da Delfo ZORZI (si veda l'articolo del Gazzettino in data 27.7.1996 a lleg at o) . Indico quindi alcuni passaggi di rilievo con riferimento alle pagine della trascrizione effettuata dalla Digos di Venezia e, nella fase iniziale, dal R.O.S. dei Carabinieri. INTERCETTAZIONE TELEFONICA DR. MAGGI (utenza n.041/5231313) : di

- pag.907: si evidenzia, in data 24.9.1995, un tentativo contatto fra Rudi ZORZI, fratello di Delfo, e MAGGI;

- pag.910: si evidenzia la fiducia nel dr. Casson da parte del dr. MAGGI proprio nel momento in cui stanno emergendo a carico di quest'ultimo gravissimi elementi nuovi in relazione alle stragi avvenute fra il 1969 e il 1974; - pagg.937 e 946: si evidenzia il medesimo concetto di cui a pag.910 e che il-dr. MAGGI ha presenziato ad un incontro sull'eversione di destra in cui era relatore il dr. Casson; - pag.968: si evidenziano contatti diretti fra MAGGI e Giorgio CECCHETTI, il giornalista autore, il 28.10.1995, dello scoop' contro le indagini del mio Ufficio e per tale motivo condannato a Padova per diffamazione; - pag.973: durante la conversazione con un altro ordinovista, si evidenzia la vera finalità dell'esposto : (mettere i Giudici uno contro l'altro). INTERCETTAZIONE AMBIENTALE NELL'ABITAZIONE DEL (ubicata in Giudecca n.296/b): DR. MAGGI CIA, avere

- pag.1141: si evidenziano aiuti in denaro, tramite la e che tali soldi non devono andare nemmeno in banca; - pag.1143: si evidenziano i contatti con ZORZI per

soldi e (pagg.1144/1145) la necessità di incontrare emissari di ZORZI utilizzando nomi in codice;

gli

- p a g g .1147/1148 : il dr. MAGGI e il figlio Marco prendonoaccordi in merito .al racconto che quest'ultimo deve presentare alla Digos di Venezia su richiesta della Procura di Venezia. Si noti comunque che non vi è alcun accenno ad alcuna minaccia, ma solo la conferma del fatto che al dr. MAGGI l'Ufficiale del R.O.S. ha proposto di collaborare; - p a g g .1149/1151 : si conferma quanto sopra in un colloquio fra il padre e il figlio dopo la testimonianza di q u e s t 'ultimo ; - p a g g .1208/1209 : si fa riferimento all'atteggiamento della Procura di Venezia e ad altro denaro che ZORZI deve portare a MAGGI ; - pag.1243: si evidenzia che MAGGI deve ritirare altri soldi da Z O R Z I ; - pag.1273: di Z O R Z I . si confermano altre dazioni di denaro da parte

INTERCETTAZIONE MONTAGNER:

AMBIENTALE

NELLA

DITTA

DI

PIERCARLO

- pag.643: si evidenzia che gli ordinovisti sono al corrente dell'insofferenza del dr. Casson nei confronti del mio Ufficio in quanto la mia indagine ha fatto cadere il teorema GLADIO ("gli stanno rubando il pane di bocca... di GLADIO"); - pag.645: si evidenziano i medesimi concetti e gli ordinovisti possono fare "un grosso favore" al dr. Casson; - pag.648: si evidenzia che l'esposto del dr. MAGGI è una "trovata" di Delfo ZORZI; - pag.652: si evidenzia ancora in più ordinovisti intendono strumentalizzare Venezia; - pag.653: ancora il medesimo concetto: c o m od o” agli ordinovisti; punti che la Procura Casson stato gli di "fa

il dr.

- pag.761: ANDREATTA afferma compiaciuto che la situazione è migliorata anche perchè "abbiamo fatto casino con GIRAUDO";

- pag.803: ANDREATTA si compiace degli attacchi contro il mio Ufficio anche se dimostra timore per gli interrogatori "vecchio rito" del mio Ufficio che sono in corso; - pag.811: si evidenzia che l'incriminazione nei confronti rafforza e tranquillizza gli ordinovisti. INTERCETTAZIONE TRINGALI: AMBIENTALE NELL'ABITAZIONE si DI miei'

STEFANO

- pag.76: TRINGALI e MONTAGNER dell'operazione contro il mio Ufficio; - pag.80: si esprime il medesimo concetto;

compiacciono

- pag.110: si ripetono i medesimi concetti e l'intenzione di strumentalizzare ancora la Procura di Venezia; - pag.114: si evidenzia chiaramente che l'esposto MAGGI è stato suggerito da Delfo ZORZI; del dr.

- pag.174: Stefano TRINGALI esprime chiaramente che il dramma del dr. Casson è che l'indagine GLADIO non ha più rilievo e che le indagini continuano a Milano. Ringrazio per l'attenzione e porgo i migliori saluti.

dr. Guido Salvini

3

/lU tG /d '

O-'

4

foglio nr. K ' , RAGGRUPPAMENTO OPERATIVO SPECIALE CARABINIERI - S ezio n e A n tic r im in e Padova -

o

00907

^legato al P.V. di intercettazione dell'utenza telefonica numero Q41/5231313 intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a Villanova j j e l Ghebbo (RO) il 29/12/1934 e residente a Venezia - Giudecca n.296. v j 0i sottoscritti M.C.TROIANO Luigi, effettivi al reparto in |ntestazione, diamo atto a chi di dovere di avere proceduto 'intercettazione telefonica in argomento, dalle ore 00.00 alle ore ■ 3 4 ,00 del giorno 24/09/95 in esecuzione del Decreto di intercettazione n.ro 6071/95 R.G.N.R. Mod 21, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano in data 21/07/1995 a firma della Dott.ssa Grazia PRADELLA.
B

Telefonate registrate in data 24/09/1995

Bobina n r . 20

f: T.N.

Ore

Numero

Sunto della conversazione

f? 1881 10.04 161 l i 1882 10.36 5227151 fi 1883 10.43 5285761 $ T' 1884 lì 1885 11.46 arrivo ■ f i 1886 12.57 arrivo “ fi f f 1! 1 é % | | : V f i

1887 13 .16 arrivo 1888 14 .19 arrivo 1889 1890 1891 1892 14 .39 20.53 20.53 21. 18 956172 9. . . 0424/30175 arrivo

Sip, ora esatta. Imelda prenota un tavolo per due persone. Imelda con Giorgio e poi con V.F. Si vedran no alle 16.00 per bere un bicchiere con Piero. (contabilizza seconda chiamata). Michela con Lorenzo. Marcello chiede del Dr. MAGGI ma il figlio risponde che e ' ' fuori tutto il giorno. ( la voce del sedicente MARCELLO, e N stata riconosciuta in quella di ZORZI Rudi ). Michela informa Lorenzo che non andra' da lui. V.M. di Milano chiede di Marco ma Lorenzo risponde che e v a Milano. Lorenzo con amico. R i a tt ac ca . Lorenzo con la fidanzata Michela. Michela con il ragazzo Lorenzo.

■ li lil

1

A
< L . . -

(c - 'i &

■ ’ .V :* , . .■ • • ■ ■■- • ' •- • Rilegato al P.V. di intercettazione dell'utenza telefonicUj 041/5231313 intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a V i l l a n o v a ^ del Ghebbo (RO) il 29/12/1934 e residente a Venezia - Giudecca n.296." ' MA= si, si, ho capito RO= quindi io sono stato su'', mi ha convocato venerdì'', mi e' arrivato un avviso, sono andato su', mi ha chiesto niente di particolare, soltanto conferma di quello che lei aveva scritto nel*• • • MA= ho c a p i t o , " che "le avevo anche scritto subito -non. . . .. RO= Esatto, si, c i o è ' , lei mi aveva scritto a marzo ... INCOMPR... io ho ricordato tutto esattamente, che lei mi aveva mandato, era venuto la prima volt a a parlarmi il 14 gennaio. Jc MA= Si, ■ te r. RO= in quel di. Modena, poi di nuovo mi aveva parlato a marzo, io le avevo detto di fare una relazione e allora, a quel punto lei I mi ha mandato la relazione, io me le ero tenuta ; e c c . MA= si, si ...INCOMPR... ultimamente i l G i u d i c e . Casson e' ... ’ T ? aveva cambiato di molto, secondo me, le opinioni su di me RO= ho capito MA= speriamo, volevo'dirle una cosa velocemente R0= comunque, io, le voglio segnalare appunto che mando allora, •F dato che sono atti suoi, io ... lui mi ha-c h i e s t o , ed e' un T ? dovere, mandarli, pero' insomma io volevo solo segnalarle... MA= farmelo sapere ? Si, si, va bene, sinceramente io ho parlato con 1'Onorevole che sono andato a Roma per quella querela, sa, RO= ah, ...INCOMPR... era il 22, ma... rei. MA= e di fatti il ... non solo ha rinviato a giudizio il Vinciguerra R0= ho capito MA= ma anche ha, ha intenzione... ha accolto l'istanza E dell'avvocato di Roma, perche'1 BEZZICCHERI non poteva venire, e ... di estendere l'imputazione, che era anche ovvio, al giornale, i giornalisti ed al direttore. E L RO= Molto bene MA= ecco, anche il e allora in quella occasione ho visto il 1'Onorevole Giuseppe R a u t i ■e gli ho parlato di questa cosa, lui vorrebbe fare una ... un'interpellanza parlamentare sulla faccenda RO= su quale ? Che cosa ? _ MA= sulla mia RO= ma adesso sulla sua, io ripeto, io sono... magari ... poi ci sentiamo per esaminare le cose con più'' ... con più' dettaglio MA= si, RO= in sostanza va bene ? MA= ma secondo lei .... RO= ma adesso io non starei a smuovere in questo momento MA= ho capito R0= lasciamo, sa, le cose che lei ha detto sono importanti, cioè' sono cose che hanno un rilievo, tra l'altro MA= ho l'impressione che 1'Onorevole volesse farla anche per me, ma soprattutto perche'- lo vedeya coinvolto... RO= e, lo so, vuol dire lui da dove ha le notizie ? Capisce ? lui da', da lei 1 Sono notizie cosi', di seconda mano, capisce MA= Questo e' vero • RO= Io non lo f a r e i . p r o p r i o , per questo motivo, perche' adesso c'e' questo dato .qui>. che mi'-pare tutt'altro che trascurabile, cioè' questa s u a q u e s t o ;suo esposto, e' un esposto di . .grande importanza

egato al P.V. di intercettazione dell'utenza telefonica numero /5231313 intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a Villanova il Ghebbo (RO) il 29/12/1934 e residente a Venezia - Giudecca n.296. Telefonate registrate in data 10/10/1995 Bobina n r . 2 6

RO= appunto,' lei e' informato sui fatti, quindi, lei non deve x rispondere su domande che facciano, sui fatti stessi,. ' presupposto, cioè'" se le d o m a n d a n o ,_s e . era vero che era stato fatto l'attentato ai treni, lei dice questo e' una cosa che riguarda... capisce... 'non risponde MA= apparte il fatto che il Giudice Casson mi ha prosciolto RO= si, lui l'ha prosciolta,difatti in «istruttoria c'e' la sentenza di proscioglimento, pero' in istruttoria possono essere semprte riaperti, come lei sa', quindi, lasciamo stare; lei deve rispondere soltanto obiettivamente ai fatti per cui e' informat di questa vicenda ulteriore, che ... su cui sta' indagando Casson, Casson sta' indagando solo su questo, sul suo esposto fatto al Ministro MA= va bene, poi io le scriverò' una relazione RO= si, si, poi 1;ei mi scriva.pure una relazione subito eccetera ... tenga presente pero' che la "cosa e' molto ben choìara, molto limpida, non ci sono sbavature... da commettere eccetera MA= va bene RO= va bene MA= la saluto Ore 18. 29 19. 58 2 0 . 22 2 0 . 23 2 0 . 41 2 0 . 42 2 0 , 57 21 20 21 , 48 Numero 0424/30175 arrivo arrivo C.T. arrivo C.T arrivo arrivo 5318368 Sunto della conversazione Lorenzo con Michela. N.I. Silvia con Lorenzo. N.I. Elena con Marco. N.I. C.T. Lorenzo con Marco. N.I. C.T. Michela con Lorenzo. Sabrina con Marco. N.I. Marco c o n ‘Silvana. N.I.

T.N. 2421 2422 2423 2424 2425 2426 2427 2428 2429

RAGGRUPPAMENTO OPERATIVO SPECIALE CARABINIERI - S ezio n e A n tic rim in e Padova —

00094 5

gato al P.V. di intercettazione dell'utenza telefonica numero 5231313 intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a Villanova Ghebbo (RO) il 29/12/1934 e residente a Venezia - Giudecca n.296. sottoscritti M.C.TROIANO Luigi, DE ANGELIS Robeto, C.re scelto TO Gualtiero, effettivi al reparto in intestazione, diamo atto a di dovere di avere proceduto all'intercettazione telefonica in mento, " dalle "-ore -00. 00 alle ore 24,00 del giorno 00700/9’ 5~~jiln :uzione del Decreto di intercettazione n.ro 6071/95 R.G.N.R. • Mod emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di .no. in data 21/07/1995 a firma della Dott.ssa Grazia PRADELLA e :essive proroghe. , ìfonate registrate in data -16/10/1995 s. 94 95 96 97 98 99 ;oo 501 502 503 504 505 50 6 607 Ore ' D7.44 38.24 38.56 09.38 10.04 10.36 10.44 12.09 12.09 12.11 12.13 12.13 12. 13 12. 14 Numero * < irrivo 34 9/5 04 65 6 7.215 9 4 5381440 932947 5201293 arrivo 5241642 5241642 5241642 02/6971 02/6971 02/6971 02/69771 Bobina nr. 2 8 :

,i...

Sunto della conversazione'

7.F. con Maggi per consulenza medica. Emelda con V.F, n.i. 1 ' Srrida con Imelda, n.i. Antonia con il genero e con la nipote. Antonia con il marito. •— Marco con l'amico Piercarlo. Silvana con il fidanzato Marco. occupato occupato occupato Sbaglia numero Sbaglia numero Sbaglia numero Lorenzo chiede all'interlocutore se organiz zano degli STAGE in collaborazione con la univer si tà '. 608 12. 18 5241642 Occupato 609 12. 18 713989 Occupato 610 12.24 5241642 ■ Lorenzo con V.F. per dei corsi da fare. 611 12.27 arrivo Silvana con Marco. :612 12.27 (cont. altra .t el ef .). 1613 12.40 arrivo V.M. chiede del Dr. MAGGI per consulenza medica. 2614 [(contabilizza altra chiamata). 2615 13 .28 5318368 Marco con Silvana. 2616 13.36 arrivo Michela con Lorenzo. 2617 13 .38 713989 Lorenzo con V.F. 2618 15.00 arrivo Viene alzata la cornetta. 2619 15 .03 02/356700 Non si sente nulla. 2620 15.03 0423/567000 Lorenzo con il comune di San Zenone. Chiede •dell'ufficio personale ma non c'e' nessuno. 2621 15.41 I5285787 Maggi con altro dottore. Chiede notizie circa le lastre della moglie Imelda. 2622 16.08 5228363 Maggi chiede se sono arrivati i - "cosi” . L 'i n terlocutore■dice di no. 2623 16.25 5208639 Risponde la segreteria telefonica del sig. CARNIELLO Romano. Il dr. MAGGI lascia.il. . . seguente messaggio: Questa sera, alle ore -20.. 3 O.^.a,,M e s tr e, iii'S, , via Poeriò'V’ ~’ c, 'e'r'iinài ' r conférehza-;‘ di 1CASSON yj s.ui“ ; ; sérvizi_’ segreti._e.sulla ^ d è s t r a " .ed:. io andro^=;aTs ent ir l a .~ S e ^vùoi^venire.V . ' t u• e d . . ' : i\: t u o i ,-.'fammelo sapere al.^seguéhteJjiumero^;'-V > • ' ' -V -

BIS

!! 1
i

tìx

‘- 7

foglio

131'

/ --: ^i '-tZ * “ '■ ' ’•* '.. -• ^ ^ ^ '•'/di/lo^io1 -P ‘V * di r i n t e ^ ^ t à z i o n e ‘dell'utenza telefonica numero /Jinu J intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a Villanova /del Ghebbo (RO) il 29/12/1934-e residente a Venezia - Giudecca n.296.
Telefonate registrate in data 16/10/1995 T.N. Ore Numero Bobina nr. 2 8

Sunto della conversazione 5228972. Io, comunque, verso le 20.00 sono in piazzale Roma, alla partenza del n r . 7, quello che si ferma, appunto, in via Poerio Ciao. V.F. chiede del Dr. MAGGI ma Marco dice che i trova fuori casa. L'-A.L.U.C. (associazione per il lavoro dei aureati) chiede di Lorenzo che non c'e'. Volevano avvertirlo che sabato c Je' un convegno a Venezia. Silvana con Marco. Marco informa la madre che non arriva per cena. V.F. chiede ad I m e l d a .quando trova il dr. MAGGI. Questi dice alle 20.00 V.F. chiede di Lorenzo ma Marco gli dice che e' fuori casa. V.F. chiede del Dr. MAGGI ma Marco dice che fuori casa. Il dr. MAGGI informa la moglie Imelda di es sere presso la sala dove si dovrà' svolgere il dibattito sulla destra. Poi dice: MA= S a i ,•ho incontrato nell'atrio il CASSON e ci siamo salutati IM= ah si 1 MA= dopo sono andato sopra e c'era la sala vuota ed ho detto: a questo punto torno indietro e mi bevo un caf fè ', ed uno vicino a me, che sarà' un giornalista . . . be"h ! . . .dopo tutto e' lei la pe r­ sona più' importante, finora, dottore (si mette a ridere parlando con Imelda IM= nooo ! MA= adesso vado a sentire IM= perche' la persona più' importante ? MA= perche' io sono ... eh I IM= senti, mi raccomando, non farti fotogra fare MA= ciao IM= mi raccomando, non parlare. SI SALUTANO Michela con il fidanzato Lorenzo. , Una paziente chiede del Dr. Maggi che non c 'e' .

2624 16 .58 arrivo 2625 17 .15 arrivo

2626 17 .17 arrivo 2627 19 .42 arrivo 2628 19.47 arrivo 2629 20.29 arrivo 2630 20.51 arrivo 2631 20.52 arrivo

2632 21.0 263 2 1 /2 8

arrivo arrivo

. . . . .

... .

•M -r

.

... .•...

RAGGRUPPAMENTO OPERATIVO SPECIALE CARABINIERI - Sezione A n t i c r i m i n e P a d o v a Allegato al P.V. di intercettazione dell'utenza telefonica numero 041/5231313 intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a Villanova del Ghebbo (RO) il 29/12/1934 e residente a Venezia - Giudecca n.296. Noi sottoscritti M.C.TROIANO Luigi, DE ANGELIS Roberto effettivi al reparto in intestazione, diamo atto, a chi di dovere di avere proceduto all'intercettazione telefonica in argomento, dalle ore 00.00 -alle ore 24,00 del giorno 29/10/95 in-esecuzione del Decreto di intercettazione- n.ro 6071/95 R.G.N.R. Mod 21, emesso dalla -Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, in data 21/07/1995 a firma della Dott.ssa Grazia PRADEL LA e successive proroghe.- - - - Telefonate registrate in data 29/10/1995 T.N. 3183 3184 3185 3186 3187 3188 3189 3190 3191 Ore 07 .58 08.03 10 .21 11.00 17 .36 17 .36 17 .37 18.07 18.08 Numero 0424/30175 0424/30175 arrivo arrivo 932945-' 932945 , 5285761 arrivo C.T. Bobina n r . 33

Sunto della conversazione Lorenzo con Michela. N.I. Lorenzo con Michela. N.I. Venchiarutti cerca Màggi che non c'e'. Luciana con Imelda. N.I. Riattacca. L.N.R. L.N.R. CECCHETTI con Imelda e poi con Maggi sulla altra linea, chiede se ha letto l'articolo che lo.riguarda sulla apparso sulla Nuova Venezia sabato, Maggi risponde che non lo ha letto e che comunque avrebbe la volontà' di ..leggerlo. CECCHETTI allora lo invita per domani nella tarda mattinata in redazione in modo tale da poter visionare il pezzo. Maggi accetta volentieri, precisando pero' che non rilascerà' alcuna dichiarazione in merito all'esposto fatto a Casson. Tina con Maggi, parlano dell'articolo appar so sul giornale questa mattina. Poi Tina chiede di Lorenzo che non c'e'. V.M. con Maggi per. una consulenza medica. Silvana con Maggi cerca Marco che non c'e'. Piero con Maggi, parlano del ricorso presen tato da Maggi al Ministero della S a n i t a ' . Alza la cornetta. Alza la cornetta. V.M. con Maggi. N.I. Lorenzo con Antonietta. N.I. Silvana con Maggi. N.I. Lorenzo con Michela. N.I.

3192 18.38 arrivo 3193 19 .16 arrivo 3194 19 .4.7 arrivo 3195 20 .07 arrivo 3196 3197 3198 3199 3200 3201 20.13 20.13 21.00 21.14 21. 17 21.57

arrivo 932947 arrivo 0424/30175

Allegato al P.V. di intercettazione dell'utenza telefonica numero 041/5231313 intestata ed in uso a MAGGI Carlo Maria nato a Villanova del Ghebbo (RO) il 29/12/1934 e residente a Venezia - Giudecca n.296. Telefonate registrate in data 01/11/1995 |t .n . Ore Numero Bobina n r . 34

000973

Sunto della conversazione Silvana con Marco, n.i.. Marco con V . M . , n.i.. |PIETROBELLI (il giornalista n.d.r.) con j Marco, quest.'ultimo gli riferisce che 1'appuntamento e' rimandato verso le 15,45. Marco con Amico, n.i.. |V.F . con Marco, chiede del Dr. Maggi che non c'e', era per una consulenza medica. I Riattacca. [Marco con V.M., n.i.. [ Marco con Silvana, n.i.. (Lorenzo con Michela, n.i.. jRiaggancia. Gianiotti con il dr. Maggi, avvisa che si e' trasferito a Santo Stefano e poi parla di aver letto i giornali di oggi, entrambi sono giulivi: GI:sei riuscito a metterli 1'u n o .contro .1.' altro 1 (si riferisce ai giudici SALVINI e CASSON n.d.r.); MA:oh Dio!, non, non io sa, si son messi loro perche'la Giust iz ia ..anzi la Giustizia li ha messi l'uno contro 1 ' a l t r o .. Gl:si, perche' c'e' stato giustamente 1 'e= sposto contro una cosa che e r a . . MA:io verro' comunque a darti un'occhiata e cosi' vediamo di che medicina hai b i s o g n o ... Proseguono a parlare del trasloco di Gianiotti. C.T. |v.M. chiede del dr. Maggi, avutolo dice che ha fatto quella telefonata a Roma (V.M. e' la persona che si occupa del dr. Maggi Idei ricorso al Ministero della Sanita' n.d. ir. ) . [L.N.R. Dr. Maggi con paziente chiede come sta di salute. (Lorenzo con Michela, n.i.. L.N.R. Occupato. L.N.R. Imelda con Antonia, n.i.. — C.T. /fi? '.'.. Lor en zo chiede se c'e' suo frateilo r /[:glL... vi e n e risposto di no. L.N.R. . N a r d i n a con Imelda, n.i.'. C.T. - ... . . .. . . .. ... : ■ -• :: ■■

3290 13,44 arrivo 3291 13,54 5201293 3292 14,04 arrivo 3293 14,15 5201293 3294 14,33 arrivo 3295 3296 3297 3298 3299 3300 14.38 14 ,38 14.39 15,37 16,58 17 ,11 55 5201293 5318368 0424/30175 arrivo

3301 17,11 C.T. 3 3 0 2 I17,24 arrivo

3303 17 ,41 0423/83383 3304 17,42 5239477 • 3305 3306 3307 3308 3309 3310 3311 3312 17 ,51 18,04 18 ,05 18,06 18,06 18,32 18,34 18,51 0424/30175 5318683 5318368 518368 5318368 932947 C.T. 5318368

3313 19,33 0423/83383 3314 19,42 arrivo 3315 19,43 C .T .

VL .

.

....

m

® ÌU :.

J/

7 jOs j ,

•i^ A m b ièn ta le abitazionép\ÌÀGGI Carlo M an à^

:
'

^® SS& ^àày«i«rià;G m dé5Eanrr295 “

- * *
' I l

Proc. pen. nr. 6071/95 R_G.N.R./Mod. 21 Dr.ssa GraziaPRADELLA Sost.

4T

i

cm arda la TV. Ore 22.13 da giri 1701/1948 si registra ima telefonata e la TV accesa. Ore 23.21 da ^iri 1948/2038 II MAGGI esce con il cane rientrando alle 23.36.

- 2 dicem bre 1995 -

Ore 00.06 da giri 2038 MAGGI spegne la TV e alle ore 00.34 si corica. Ore 04.24 da giri 2106 Imelda si alra e successivamente esce di casa. Da giri 2283/2325 telefonata in arrivo. Ore 07.38 da giri 2345 MAGGI esce con il cane. Ore 07.45 da giri 2360 arriva Antonia. Ore 08.22 da giri 2528 rientra il MAGGI e conversa con Antonia. Non pertinente. Ore 08.‘38 da giri 2759 si registra una telefonata in arrivo e il MAGGI che conversa con Antonia. Ore 09.05 da giri 3130 il MAGGI esce e rim a n e solo Antonia che riceve una serie di telefonate. Ore 09.24 da giri 3632 il MAGGI rientra e riferisce ad Antonia che deve effettuare delle visite domiciliari Ore 11.17 da giri 3895 si registra la presenza di Antonia in casa e una serie di telefonate. Ore 12.41 da giri 4378 rientra in casa MAGGI. Conversa con Antonia di argomenti non pertinenti, prima di pranzare. Ore 12.55 da giri 4560 si registra una telefonata in arrivo. Ore 13.05 da giri 4678 si registra il rientro di Marco che si unisce a tavola. Ore 13.43 IN IZIO BOBINA NR. 26. Da giri 1 si registrano dialoghi familiari tra Marco, Antonia e MAGGI nonché ima telefonata in arrivo da parte di un paziente. Ore 13.59 da giri 91 il MAGGI va a riposare. Ore 14.31 da giri 144 si registra il Marco che telefona. Ore 14.34 da giri 165 Antonia e Marco escono dall’abitazione. Ore 15.29 da giri 205 arriva a casa Imelda e conversa con il marito. Segue trascrizione integrale: (Parte della conversazione tra i due coniugi è in lingua dialettale veneziana) M = MAGGI Carlo Maria • B = BENDAZZOLI Imelda

t.inc.= termine incompreso; t.c.= termine compreso; £inc.= frase incompresa; f c.= frase compresa Si sente il rumore della porta che si apre e si chiude e poi la voce di Imelda che dice: B - Ciao, sei solo? M - C’era M arco...(t.inc.)... B - E ’ andato via? Sei sicuro? A questo punto i due fa n n o una breve pausa e quiruii il registratore si posiziona momentaneamente in attesa. M - ...(fin e.)... B - Cominciamo a metterli via, dobbiamo metterli via p er... (t.inc.)... M - Certamente. B - Capito che, capisci... (t.inc.)... le tasse di m aggio... Breve pausa, il registratore si posiziona in attesa. B - Allora perchè.. .(t.inc.) ... M -N o , no, adesso anzi gli telefono n o ... (t.inc.) ... io adesso ... B - ... (fine.) ... ti sei dimenticato M - ... (fine.) ... te lo immagginavi tu ? B - No io no, cioè, tempo fa. giorni fa mi avevano detto che era venuto, che era venuto un signore cercarmi. E ’ stato mandato' dalla CIA (t.c.) ... ^

.
'

uoicaia. a. Yeue-£i<±, vjiuuema. n i. jLyj.

Proc. pen. nr. 6071/95 R.GJN.R./Mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

Ivi - C’è scritto ancora quattro milioni B - Dovevamo (t.c.) ... scrivere quello che c’è. Breve pausa. M(t.iac.) . Jv n on li mettiamo nemmeno in banca. 4? - ...... B - Certo, ma guarda che noi, due o tre in p o sta... (t.inc.) ...• inbanca. M - Ma in tempi diversi però. B - In tempi diversi s i no, no, adesso ci penso io. ■ M - ... (£inc.) "7‘ • B -Eventualmente.':. (t.inc.) ... I due fanno una breve pausa per riprendere poi dicendo: ........ r . ’ ’.

: *•.:

?v

B - Adesso.non cominciamo a spenderli Carlo perchè dopo resti senza. M - No,:no! per carità! B - Dobbiamo pensare a maggio adesso eh! M -Niente, acqua in bocca,'nessun, non diciamo niente a nessuno.

Poi la conversazione continua trattando argomenti non pertinenti fin o a quando il M aggi dice: M - Sei stata contenta a venire a casa a dirmelo? ' ' B - Eh si, son stata contenta a dirtelo ... ho tolto la matrice (t.c.) ... e grazie del regalo. Imelda f a una breve pausa per dare da mangiare a dei gatti e quindi i due riprendono dicendo: M - Gli hai detto che ieri sera ero andato in stazione? B - Si, ma dopo lui mi ha fatto come capire che non c’è. che con me non... (t.inc.) appuntamento, com.-; : (t.i) ha forviato il discorso, non ho capito bene. M - Si, ma. aveva scritto sulla lettera... (t. ine.) (inizia per) caffè... (f c.) ... no? B - Ha detto che è meglio buttare via le lettere, capito. Le scrivi e dopo ha detto che una volta se vieni anche tu in macchina con me. M - Si ‘ ‘ ■ B - Scommetto che suo marito non ha mai visto la sua sposa, no dico. Mah! e’ vero scusa, ma che hai, non so? . .\ . • • • • ■. • M - Io? • • •••• • . ... B - Facevo qualcosa... (t. ine.) arrabbiare. M - Lo vedi ‘sto qua, ma non l’hai conosciuto ! . B - Mah, al momento sai com’è. M - Lo vedi (t.inc.) ... una volta sola in vita tua, cioè com’è ... (t. ine.) come un attimo... sai com’è, un attimo, assomiglia leggermente a. B - Assomiglia a ZORZI si ma te lo dico (t. c.) e allora eh, eh e allora mi fa. sai Walter mi ha detto un’altra volta, ma suo marito mi aveva detto... che si trovava lì all’una e mezza (f c.) . M - ... (fine.) ... • :. ' ■. . ................................... .......... I .1 * • '• . •. • ' . . . Breve pausa e conversazione non pertinente, p o i Maggi dice: M - Gli hai detto, queste robe qua a tua sorella?. . B - Gli ho detto che si. interessi se c’è questo... se sente cose sugli indagati.. rr.; M - RONCO deve pagarlo lui ( f c.) non c’è.in questi soldi qua..C-.^;I ^ ;'^ .......

S

S

S

f

................... -

-m

-

-

: » “< f!fl:r r y ^ y - ' ; Ambientate abitazione M AGG I Carlo M aria v r T \ • ; •— • " •;•• ■ - .. ubicata a Venezia, Giudécca nr.'295'"• ."’ ,.: ; pr<x:. pen. nr. 6071/95 R:G.N.R./Mod. 2 ! Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost '

• • ■V •■/'". r.‘ „ . -,

• . B - Ah. no? " M - N o! B - Veramente i soldi ... se tu adesso. • *

■ • • ■ ...

La conversazione continua trattando argomenti non pertinenti. M - Senti Imelda, pensavo una faccenda. E gli.una parte E nascondi in casa e una parte, e poi, ne levo (t. c.) un po’ e... qualche ... (t. ine.) ... una... aurevoir ... scriverò a D ’AGOSTINO non per dirgli che (t.c.) ... dicendo che... ha B - Ma non fare quello, scemo! ........... . . . . .... M -U n po alla volta.. ...... -.......... B - Siperchè... (t. ine.) ... M - ... (t. ine.) ... se ne assumono tre in meno perchè paghiamo 1TCI e i contributi concordati (t. c.) B - Non puoi dire che li hai ricevuti Carlo, lo vuoi capire o no? M - No, dico,- glieli darà mia sorella. B - Ecco... ho la. Poi proseguono discutendo di argomenti non utili all ’indagine . Imelda da mangiare ai gatti. M - Che servizio... (t. ine.) B - Eh, ho 'visto! . M - Eh... so, mi ha detto che non v en a nessuno, bene, acqua in bocca sempre, ho fatto bene io a : , . . •. scrivergli a ZORZL B - MI ha tanto raccomandato di non dirlo neanche ai ragazzi M -N o , no. B - Perchè, che cosa vuoi (t. ine.) ... no, intanto non chiedono perchè non sanno niente loro di dove - -abbiamo procurato questi soldi, o glielo hai detto tu. no?! Breve pausa nella quale Imelda chiama dei gatti. .

1
-t

-

M - N o ,n o io quando gli ho scritto, dico, di questa... (t.inc.) ... approssimativa, è per le tasse. B - Sì ma se vogliamo (t. ine.)-.-.., finché vuole. M - M a non è meglio che gli spedisca (t. ine.)-... li mando per posta via aerea. La conversazione continua con argomenti non pertinenti, M aggi fa una telefonata non pertinente, per proseguire poi: " . B - N e restano sei. M - Come? . • - • . . B - Ne restano sei, milioni . M -S i, si... (fine.) ... B - Dobbiamo metterli via per maggio, perchè le tasse di maggio, io non riesco a metterli via hai capito? ' . M - Ih banca ce li tassano invece di darci gli interessi B - Infatti, li tengo qua io.' r.=: m - si .; ' . .. • . B - E ’ vero? . . M - N e metti BOT in banca. B - Eh? ^ r U vi rh;::. b. . .' M -M e ttin e ... (fine.)

ubicata’a Venezia, Giudéccanr. 295 ;':--"ì'::; ■ "Proc. pen. nr. 6071/95 R_G.N.R./Mó<L 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost'

--y.~ '-^ ^ j

B - No, no, non li metto in BOT, i BOT dopo mi tolgono via 300.000 lire ogni volta, scherzi, devi averne tanti d iB O T ... (t.inc.) ... M - Certo. .. .......... B - Cosa vuoi che facciamo con cinque milioni ....... M - E ’ vero! . ’ ■ •••? / due discutono sul rendimento dèi BOT, e sui gatti che hanno in casa.' M -Imelda. B - E h !^ / -v* - : c - i : O v - . . . . . M - Potresti telefonare alla moghe di ALBERINI dicendole... (fine.) ... potremmo andare a cena insieme.; • - ......- ............................ . — • .? ...... , ■ ... .v .v • ' Breve pausa, poi riprendono con argomenti non pertinenti. M - Ma tu hai riconosciuto subito che era lui? • . B - Quasi M - Dove avete parlato? - ■ B - Per fortuna che non c’erano ancora arrivati i ragazzi M - E prima di andare a scuola? B - E si, alle sette e tre quarti, erano. M - Ah, ah, ha fatto bene, una bella ora, avete parlato di fronte alla scuola? B - Si, dovevano ancora arrivare tutte le macchine dei genitori che portavano i figli M - E lui era venuto prima apposta? • B - Lui mi ha inseguito. M -E h ? B - So che mi ha seguito. ^ M - Ti ha seguito? B - E ’ venuto dopo dim eLt: ,:v:; .% . -:.j ■ . m - Ah. - . . . . . B - Appena ho'posteggiato io ha posteggiato lui, ima macchina enorme, non so se era ima Volvo. M - Te li ha dati, subito i s. i cosi.. .i morti?. . B - M iha detto... (t.inc.) c’èunabusta (fc.)r... M - Ti ha detto anche la cifra? • • • ■ B - Diecimilioni h p u ò contare se sono dieci... (t.inc.) suo marito lo sa. La conversazione continua trattando argomenti non pertinenti. M - Perchè-capisci, già lo dicono sui giomah che... che... ZORZI aiuta i suoi in contatto con l ’organizzazione SIG... se dopo... (fine.) ... B-Bisognerebbe che la prossima volta io ti spiego dov’è..: (fine.) •' ... ' M - Ma poi quando viene da te. ' B - No, tu gh scrivi e spieghi dove si deve andare in pratica... (fine.) ... cioè quando sei al semaforo di Strà (t.c.) invece di girare a sinistra p e r... (trine.) San... (t.inc.) „ . • M(fine.) chi è Rudi ZORZI l’hai mai incontrato?, (fc .) s \«/v* :'.B - Si... (t.c.) .. ...•; - . ~ ' V- • -\ ci- «**• .V * . M -S em bra un p o ’ strano... (fine.) --r • ... .............. "... r • . '

.

...................... ......................... ......

m

M
■v~

; -.

• •■

À m h i p n t u l p abitazione a h i t n T i n n p TVTÀ fJfTT larln M rìn - ■ 'Ambientale MAG GI C Carlo Ma aria ? -' ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 • ’ . . . Proc. pen: nr. 6071/95 R_G.N.R./Mod. 21 Dr.ssa GraziaPRADELLASosL

14-4

Preve conversazione non pertinente. Poi con tono scherzoso: jyj;_ Anche tu faiparte dell’organizzazione SIGFRID... (t.c.) A questo punto ricevono una telefonata non pertinente. Poi con tono scherzoso: — ..................... M - L ’organizzazione SIGFBJD... sai~che~nome in c o dice'diamo a te “CERVA” (t.c.) ... guarda parlerai con “CERVA”, ti piace “CERVA”? 1 C B - MH! ” • - • • • ■ ■ , 1 : M - Nome in codice “CERVA” ■ l i ; . La conversazione viene interrotta nuovamente dal telefono che suona, poi conversazione non pertinente, quindi: M - Ma ti ricordi quando ... quando, quando ZORZI aveva il nome di battaglia .‘E N Z O ” e lui ha telefonato: Ah ZORZI, ah scusa ‘EN ZO” ... (risatina) se hanno intercettate (t. con.) la telefonata, lo chiama prima Delfo , poi ah, scusa, Enzo. B - Ah, non so... ZORZL M - C’era la mania dei nomi di battaglia e allora, e poi c’era DIGILIO e allora a te nicorzio (t. c.) ti .f.chiameremo.- DOLORES” (t.c.) ... B - ...Martino SICILIANO (t.c.)... (fine.) M - Sempre. B - ... (fine.) ... M - ... (fine.) ... ho ripensato... di tutto... (t.inc.) ... giornali interviste... (t.inc.) ... sul Gazzettino, e adesso... gli chiedo se lo vuole anche B - Adesso gli dai del lei! M - Eh... ci diamo del lei, lo sai perchè?, così... (t.inc.) ... B - E ’ meglio! , ■ • / ■ • . M - Perchè da cosa lo deduci, che ci diamo del lei ( f ine.) io me lo ricordo quando era piccolino.::' non so. ^ .v v~ • • . • • • • - • • ./•>,... ■ lì B - ... (fine.) ... M - Ha sposato una tedesca, si chiama Ester DEGERMAN (t.c.) ... ■ B - Come fai a saperlo? M - Perchè sull’elenco telefonico... c’ è il nome, il nome della moglie me l’ha detto FACBQNI (t.c.) gli mando una lettera scritta a lei ... (t.inc.) gli scrivo... e gli scrivo anche che sono interroga... (t.c.) La conversazione quindi prosegue con argomenti non pertinenti. _• • • • • Ore 17.35 da giri 214/263 si registra la Tv accesa. Ore 17.48 INIZIO BOBINA NR. 27. Da giri 1 TV accesa. Ore 17.48 da giri 7 si registra una telefonata in partenza. Ore 18.04 da giri 106 si registra la presenza in abitazione solo delTImelda. Ore 18.19 da giri 172 telefonata in arrivo. Ore 19.20 da giri 576 giunge a casa Lorenzo, che si era recato a Rovigo. Ore 19.24 da giri 645 si registra una telefonata in partenza. Ore 19.33 804 dialoghi familiari Ore 19.38 da giri 845 rientra MAGGI e - la moglie lo notizia che i colloqui effettuati, da Lorenzo a Rovigo e Torino, sono andati bene. Ore ,19.42 giri 874, si registra una telefonata •in arrivo. Ore 19.46 da giri 928 dialoghi familiari non pertinenti TV accesa. Ore 20.05 1034 si registra una telefonata in arrivo. Ore 20.07 da giri 1070 si . registrano alcuni dialoghi non pertinenti. Si apprende che domani andranno a pranzo al ristorante“Altanella”. Ore 20.33. giri 1211, si registra una telefonata in arrivo.5Óre 20.48 da giri 1351 Lorenzo L.

t
' Ambientale abitazione M A G G I Carlo M aria . ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 Proc. pen. nr. 6071/95 E_G.N.R_/Mod 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost ~ -i * - r‘ I ,

4 /

Silvana e la notizia del fatto. Successivamente il M AGGI riceve uaa telefonata da un paziente. Non pertinente. Si registra inoltre la conversazione tra il MAGGI e il figlio Marco per ricordare cronologicamente gli eventi relativi, alle telefonate e ai colloqui in casa espletati con il Capitano GIRAUDO, ai quali era presente anche M arco, riferite alle varie promesse economiche, alla strategia della tensione, ai discorsi su RAUTI, VINCIGUERRA, ZORZI, nonché delle telefonate fatte dal SICILIANO, che chiedeva del MAGGL H Marco manifestando la supposizione di aver il telefono sotto controllo chiede comunque al padre di chiamare da casa i summenzionati legali IL genitóre riferisce che li contatterà dall’apparato dello studio del dr. MOMO. Dopo varie pause e prima di lasciare l’abitazione alle ore 15.45 il M AGGI tranquillizza il figlio e'afferma che è stato lui a dire al Giudice CASSON che se è d’interesse per le indagini in corso, lo poteva sentire in qualità di testimone e che è la DIGOS la Polizia Giudiziaria che opera per conto del sopraccitato Magistrato. Si accordano inoltre di riparlarne questa sera anche in base all’esito dei colloqui telefonici con gli avvocati Ore 16.30 a giri 1244'Marco rimane solo in casa e riceve una telefonata, da parte di Silvana. Alle 16.50 arriva Lorenzo e Marco chiama Francesco. Alle ore 17.05 Marco esce di casa. Ore 17.45 MAGGI rientra in abitazione e discute con Lorenzo di argomenti non pertinenti H padre riferisce che secondo' l’avvocato ALBERINI la testimonianza di suo fratello Marco, è molto importante a supporto di quanto da lui riferito al magistrato CASSON. Ore 17.51 il MAGGI riceve la telefonata-del senatore SERENA. Ore 18.26 da giri 2205 giunge in., casa Imelda. Lorenzo la notizia che dom ani Marco deve essere sentito dal giudice CASSON. La stessa meravigliandosi . chiede .al marito se ciò corrisponde al vero. Quest’ultimo tranquillizzandola gli riferisce che lo vogliono sentire per un colloquio che lui ha avuto con il Capitano GIRAUDO ed al quale era presente Marco. La donna dice che sarà utile che Carlo accompagni il figlio in Questura. In seguito la signora prepara il mangiare per i g atti TV accesa. Ore 18.45 da giri 2458 si registra la presenza di Lorenzo, il M AGGI che guarda la TV nonché Imelda che prepara la cena. Ore 20.30 da giri 2973 si registrano soltanto le voci provenienti dalla TV. A giri 2997 Lorenzo fa una telefonata. Ore 21.00 da giri 3185 rientra Marco che cena. Ore 21.02 da giri 3264/3614 si registrano alcune telefonate in arrivo. Ore 21.03 da giri 3614 rientra Lorenzo uscito poco prima con il cane. Segue una piccola discussione tra padre e figli Non pertinente. Ore 21.34 da giri 3771 Marco chiama la sua ragazza e dopo discute con suo padre in merito a quello che dovrà dire domani in Questura. Ore 21.38 da giri 3871 conversazione telefonica tra Marco e Giovanna. Ore 22.08 da giri 4716 Marco parla.con il padre che sta guardando la TV e gli chiede cosa gli ha riferito l’avvocato. MAGGI risponde che il Giudice CASSON ha delegato per conto suo un ufficiale della DIGOS della Questura di Venezia ad interrogarlo quale persona informata sui fatti nell’ambito del procedimento penale nr. 43999/95. Consigliato dal padre, Marco inizialmente farà una premessa riferendo agli inquirenti che egli non ricorda precisamente se i fatti a sua conoscenza gli sono stati riferiti dal padre o li ha sentiti direttamente durante i colloqui con il Capitano GIRAUDO. Dopo aver letto .l’esposto presentato dal :MAGGI ed il verbale di interrogatorio delle stesso, i due si accordano su i seguenti punti che Marco dovrà riferire, poiché sentiti direttamente durante le visite e le telefonate del Capitano GIRAUDO: 1) Strategia della tensione, di destabilizzazione determinata dalla CIA che si avvaleva della manovalanza della destra (RAUTI - DELLE CHIAIE) in modo che il P.C.I. non andasse al potere politico. Detta strategia era di pubblica opinione e che il RAUTI lo aveva informato certamente. 2) Promesse fatte dal GIRAUDO al M AGGI se collaborava, quali i notevoli benefici economici per lui e la sua famiglia in Italia o all’estero, altrimenti sarebbe finito in galera. 3) La sua trasferta a Milano presso una caserma dei C.C. ove avrebbe . avuto un colloquio con SALVINI 4) Le telefonate fatte dal GIRAUDO nella quale gli riferiva di stare vicino al padre perchè si trovava in una situazione molto delicata in maniera da convincerlo alla collaborazione. 5) H magistrato CASSON non doveva sapere nulla di tale vicende. 6) Il VINCIGUERRA era m a persona seria e affidabile. 7) Della telefonata fatta dal M a r ti^ \S ^ ^ J A N O p^r avvalorare la tesi del GIRAUDO.

•\* r--y iU

•..;’

V
' .

- Ambientale abitazione M A G G I Carlo M aria ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 Proc. pen. nr. 6071/95 KG.NJRJMod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost.
■ " ' ■

' 1 1

_ i~ n

" ■. ' J

1 4 8 .'

In. seguito il MAGGI espone una sua teoria e, a suo dire, anche dell’avvocato Ronco, asserendo che secondo lui il Capitano GIRAUDO voleva ad ogni costo che confermasse quanto detto da Martino SICILIANO sui mandanti, esecutori della Strage di Piazza Fontana. Dal punto di vista economico era una vera occasione ma poi, la sua ragione innocentista, ha preso il sopravvento e ora anche il giudice CASSON gli da ragione. Poi Carlo dice al figlio che domani lo accompagnerà per vedere chi ................. - .............. effettuerà l’interrogatorio. Ore 23.04 INIZIO BO BINA NR. 30 ' • Ore 23.04 da giri 00 MAGGI continua a leggere i verbali - 5 dicem bre 1995 Ore 00.02 da giri 389 si registra Marco che si corica a letto e il MAGGI che guarda la TV. Ore 00.13 da giri 888 si sente sempre la TV accesa. Ore 00.27 da giri 1119 viene spenta la televisione. Ore 05.30 da giri 1230 si alza Imelda. Alle ore 06.00 si alza anche Lorenzo. In seguito Imelda esce. Ore 07.58 da giri 1474 arriva la signora Antonia e il MAGGI esce con il cane. Ore 08.08 da giri 1608 il Dr. MAGGI rincasa e conversa con Antonia di argomenti non pertinentL Ore 08.34 da giri 1908 MAGGI riesce di casa con il cane, mentre Antonia disbriga i lavori domestici Ore 08.47 da giri 2065 Antonia effettua delle telefonate. Ore 09.37 da giri 2550 MAGGI rientra a casa e chiede ad Antonia se c’è stata una telefonata per lui da parte del sig. MONTAGNE’, suo paziente. Ore 09.42 da giri. 2645 suonano il campanello., una persona consegna la spesa all’Antonia. Ore 09.57 da gin 2690 MAGGI riceve una telefonata non pertinente. Ore 10.11 da giri 2711 MAGGI riceve un’altra telefonata. Ore 10.20. da giri 2745 MAGGI dice ad Antonia che dopo essersi rasato la barba uscirà e che tornerà per ora di pranzo. Da giri 2790 MAGGI telefona alla Questura e chiede dell’Isp. EMIRENI, poi cerca un appunto lasciatogli dalla moghe. Da giri .2991 Antonia effettua una telefonata e poi continua i lavori di casa. Ore 13.00 da giri 3210 si registra il MAGGI che guarda un programma su Canale 5 e successivamente si corica. Ore 13.23 da giri 3280 si registra l’arrivo di Marco che conversa con Antonia di argomenti non pertinenti e successivamente parla con il padre il quale gli riferisce di aver avvertito telefonicamente l’Isp. EM IRENI che a causa dello sciopero dei mezzi pubblici, (vaporetti) ritarderà sull’orario previsto per la convocazione in Questura. Ore 13.40 a giri 3427 si registra la conversazione non pertinente tra Marco e.Antonia. Ore 13.53 a giri 3594 Silvana chiama Marco. Conversazione dalla quale si apprende che Marco arriverà in Questura verso le ore 17.00 con il padre. Prosegue la conversazione su temi non pertinenti Ore 14.04 da giri 3721 si registrano dei rumori di sottofondo e la TV-accesa. Ore 15.10 Marco conversa con Antonia. Non pertinente. Successivamente il MAGGI telefona ad un paziente informandolo che non potrà andare a visitare, MAGGI conversa con Marco e gli dice che deve dire quello che sa e che quando il Giudice è impegnato .può delegare un Ufficiale di P.G. A giri 4230 MAGGI dice al figlio Marco che il quinto incontro avuto con il Capitano GIRAUDO, al quale, su richiesta del Capitano stesso, partecipò anche Marco, aveva avuto luogo il 26 gennaio. Poi gli dice di dire che lui sulla strategia della tensione non si ricorda nulla anche se gli verrà detto che avendo sentito i discorsi è impossibile che non sappia niente. Inoltre gli raccomanda di non parlare tanto, ma di riferire piuttosto dei particolari secondari come il fatto che gh ha telefonato, che ha chiesto del padre, ma che visto che era fuori, avevano parlato del lavoro di Marco. Ore 16.00 Imelda tom a a casa. MAGGI e Marco escono di casa. Dalle ore 16.17/18.28 si registrano solamente rumori di fondo. Ore 18.28 da giri 4676 telefonata in arrivo. Ore 18.37 da giri 4680 M AGGI rientra in casa e riferisce che Marco ha finito alle ore 18.00 e che adesso è andato per i fatti suoi Imelda chiede se c’erano anche dei giornalisti PIAGGI risponde negativamente. Seguono alcune telefonate non pertinenti Giri 5270 MAGGI chiede a Imelda se ha chiamato la moghe di ALBERINI per accordarsi per la cena di Natale. Ore 19.21 IN IZ IO BOBINA 31. Ore 19.25 da giri 000 Marco chiama ed avvisa che si trova ancora negh uffici della Questura. MAGGI esprime la sua preoccuj^zion^a Imelda. Imelda gh chiede^cosa stava facendo Marco,

:

|

WM

Ambientale abitazione M A G G I Carlo M aria ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 Proc. pen. nr. 6071/95 KG.N.RVMod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

- r
-

:32ó??
- f 4 - 4 5 r '.

MAGGI le risponde che stava parlando di GIRAUDO e che aveva telefonato per avvisare che avrebbe tardato un po’. Si registra inoltre la televisione accesa. Giri 346 telefonata in arrivo. Giri 420 i coniugi MAGGI discutono di argomenti non pertinenti. Ore 20.20 da giri 606 MAGGI e Imelda esprimono la loro preoccupazione per il fatto che il figlio è ancora in Questura. Imelda chiede chi è quelTIspettore e Carlo le risponde che si*,tratta di EMIRENI, poi Imelda chiede di chi è il provvedimento e MAGGI le risponde che è di CASSON. Da giri 670 si registra la televisione accesa e alle 20.39 Marco chiama la madre e le riferisce che tra un quarto d’ora avrà finito; Alle ore 21.17 da giri 942 si registrano tre telefonate. Alle ore 21.35 da giri 1326 si registrano altre due telefonate. Ore 22.25 da giri 1425 Marco ritorna a casa e conversa con il padre. Segue trascrizione integrale: t.inc.= termine incompreso; t.c.= termine compreso; finc.= frase incompresa; f c .= frase compresa. C = MAGGI Carlo Maria M = MAGGI Marco

MCiao papà.CCome mai tutto questo tempo? M - __Estenuante.....— ........ C ' Cosa voleva sapere? Mma, no non era tanto per...un ora prima di iniziare, accendere il computer ecc... da quando ho finito saranno passate due ore... Il figlio racconta brevemente le modalità tecniche di trascrizione del verbale da parte dei verbalizzanti I due poi si spostano in un’altra stanza rendendo impercettibile il dialogo. Dopo alcuni minuti però ritornano nella zona di ascolto e dicono: CSi, deve aver visto l’articoletto, perché, per certe tare... MTi dirò...ma io avevo. CE poi, diciamo che era quel RAUTI (t.c.) che...e poi come è morto quel poliziotto a Peteano, se è stato D el.. ZORZI..., provo a ricordarmi del ZORZI... (tono ironico) MAnche qui ha commesso falli ZORZI? CN on so. Mangia, mangia le polpetter.. (fine.) ... A questo punto la conversazione è inerente la poca praticità dimostrata dagli Ufficiali di P.G. nello scrivere con il computer il verbale d’interrogatorio. Poi dicono: CComunque tu che impressione hai avuto, che loro voglio... MMi ha, mi ha detto, sai cosa mi hanno detto i... (fine), quando qua... (t.inc.) CMica tanto. MAh, immaginavo, perché io l’ho visto nominato nel tuo verbale, non dal verbale, tu hai nominato EMIRENI, con CASSON, me lo ricordo bene, EMIRENL.. CSarà quando mi ha messo le manette dal dott...CASSON, un giorno che io ero ( f c.) (t.inc) ...ausiliario. ~ Mno, no, l’hai nominato quando parlavi..quando hai scritto la roba a CASSON...forse perché sei arrivato a fare il colloquio con quello li ( t.c ) ........(fine)

i

i

C■ M-

E allora sia il capo della DIGOS, adesso sarà? E ’ appunto... (fine.) ...la conferma... intanto mi diceva, com ehapotuto ...si abbia...

r *

«v'i”r

Ambientale abitazione M A G G I Carlo M aria ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 Proc. pen. nr. 6071/95 R.G.N.R./ModL 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA’Sost

__

5~Q “

volume della televisione viene alzato tanto da impedire l’ascolto. Si sentono poi dei passi, i alcuni m in u ti dopo: i M a c’era GIRAUDO anche? -i Mig II

• I due continuano la conversazione nella stanza adiacente. CE ’ pertanto che... (fine.)

. Frasi incomprensibili in quanto i due si trovano nella stanza adiacente. A gg. 1630, Marco telefona alla ragazza, raccontando a grandi linee quello che gli era j| successo. ...... Dopo poco si percepiscono nuovamente le voci ed il padre comincia a scrivere a macchina. Si il sente il rumore dei tasti MHo chiesto due o tre volte la copia, niente, non me l’ha data, ha detto che non è previsto, e allora ho chiesto se potevo prendermi degli appunti, mi segui? ........ ................ CSi ME allora mi son segnato, tre o quattro cose, mentre rileggevo. CEcco, ma, secondo te, cosa voleva ottenere con questo interrogatorio? MMah! Il tizio ha detto, ha semplicemente detto che, £rEri un teste, tra, a tante altre cose, di sentirti ha delegato me per ... (f comp.) CE ’ un test, sulla nota faccenda, perché era una delle poche prove che potevo portare, solo perché la mia parola, e la lettera ai RONCO, no... MS i come persona informata sui fatti, ha detto. CE allora tu hai confermato, qui, ci voleva che avessero fatto a me, tutte queste cose. MPraticamente... GIRAUDO ti ha... CE ’ importante che ti abbia, che CASSON abbia voluto sentirti, per avere la tua conferma. "M Ho iniziato dopo tatti ipreamboli eccetera, eccetera, con la telefonata di GIRAUDO. CSi MQuesto qua, ha fatto ...mente, corrtoni un po' melodrammatici che la famiglia eccetera...la decisione importante, dello stargli vicino... CGli hai detto che, si è sempre comportato con estrema cortesia, vero? MP o i il fatto che ricevevi telefonate frequenti da questo GIRAUDO, per mettersi d’accordo per i colloqui, e che una volta ha detto, quell’altro, che venisse la mamma; La mamma si è rifiutata. Comunque io... CTu hai detto perché GIRAUDO aveva... voleva che venisse la mamma... per sentire... MLa prima cosa che ha detto all’incontro, bastava che... in altri casi le mogli si erano viste ... (t.inc.) ... come la carta. CNo, lu i... dell’elettricista di Padova non deve ... (t. ine.) MIo non avevo sentita questa storia... CAh, non l’avevi sentita, si... MIn altri casi erano servite per convincere i tizi a collaborare. ----- _-------Breve pausa MEra molto interessato a Martino SICILIANO. Gli ho detto che non l’avevo sentito mai nominare prima, ma che ero presente_quando ti ha telefonato.

,4 -

’ ‘ Ambientale abitazione M A G G I Carlo Maria ■ ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 • Proc. pen. nr. 6071/95 R.G.N.R./Mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA-Sost

vr~~r. -

; jyj _ E che m a delle cose che ha detto GIRAUDO e che gh aveva detto lui, a Martino ' SICILIANO di telefonarti CVa beh! Ritorniamo in sahta allora ( f c.) MPoi, tutta la ... (t.inc.) ZORZI, la storia dell’Australia che era tutto finalizzato a farti fere la tua collaborazione per Milano dove saresti stato in albergo, vicino alla stazione di polizia, in modo che i giornalisti non ti avessero beccato con GIRAUDO se saresti andato la. H lunedi mattina dovevi comporre il tuo promemoria, ecc.., ecc... ed il pomeriggio dovevi parlare con SALVINI MSi C - . A lui ed ad un suo collega. MA si io mi ricordavo di questo, e poi che voleva la tua testimonianza e tu dicevi di non sapere | niente, ma allora, ma perché, se non so niente, perché mi volete lo stesso, magari sa più lei, tu dici C ---\ 'Se. . - ----- -• •:/ ~ : - ....,-v MPerché ci aveva messo un po’ prurito (t.c.), ah magari anche un piccolo taglio di... (t.inc.) un vaso... ... (t.inc.) di non mettermi la corda al coho, se, se è ...• CNon ho detto cosi MAh ecco, se non confermano. CIo non ho detto niente. E poi, tu gh hai detto, mi faccia un esempio di cose di cui vuole Minformato. Piazza Fontana, perché ... dato che ... non potevi assolutamente non sapere essere da questo punto divista, visto che lo sapeva RAUTI, lo sapevano... C - . Ma che notizia! (tono ironico) M - ' Ma allora RAUTI sapeva! C - . Dice... EMIRENI? MSi! CTu, mi hai detto lo diceva GIRAUDO. ;8 M Giraudo, ha fatto chiaramente intendere, che la CIA e i SERVIZI cioè era d’accordo con i ■servizi per promozione dei vertici della destra eversiva, lui fe ‘Destra?”, cosa si intende per destra? ’É li Gh dico io (risata) che destra? Destra eversiva, eh! Facciamo destra eversiva facciamo, facciamo... che poi GIRAUDO aveva nominato Avanguardia Nazionale e ... CAvanguardia Nazionale, DELLE CHIAIE. MDELLE CHIAIE non l’aveva nominato con me. Poi la storia del PK (t.c.)che di fatto, questo ricatto ecc... mi fa “ma era proprio un ricatti)”. G hho detto anche di Casson io eh! CCosa? MChe è meglio che CASSON non sapesse dell’incontro. CSi, si MIo ho detto, mi fa, “Va beh ovvio che CASSON non doveva... (t.inc.)” si, ma, cioè GIRAUDO aveva (t.inc.) che non era meglio che CASSON non lo sapesse. CCosìhanno detto!...Perché non capisce un cazzo. ME ’ vero che ha detto sta frase! “Quello non capisce niente” me lo ero dimenticata, va beh meglio. CChissà cosa ha combinato! M ~ Lui, ma te dovevi autoaccusarti? Perché tanto era caduto in prescrizione. Ecc...,ecc... La conversazione continua con argomenti non pertinenti (Marco legge alcune parole deha lettera che sta scrivendo il padre) ... “ me l’ha detto- GIARAUDO...”. A chi stai scrivendo? A chi stai scrivendo papà? ’U n espo...”

.* ’;. ‘. \ y U ; ..
’ • ----

.. '••■-'

r * .• • • • .... !. t" "'■.' •■ -. •.. • -•

•:£/:-^c/i- v rv -•
*

.-t —

:V S
..

À m K ì a n f q l a o V i ì + O T i n n A TVT A f i f l T P n r l n 7 V T o r ì o - i: Ambientale abitazione M A G G I Carlo Maria i7^ ^ -V. ' ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 Proc. pen. nr. 6071/95 R.G.N.R./Mcx± 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

* % • % s,‘.*:r.

B f e ».'f® 5 tg S S :2 : ~ ... g
.

y À —z H j O

- 23 febbraio 1996 -

Ore 00.33 da giri 3269 si sente la presenza di Carlo che si muove all’interno deh’appartamento e che poi va a dormire. Ore 04.41 da giri 3356 Imelda si sveglia e accende la radio, poi si alza anche Maggi che canticchia e parla con la moghe di un.film che ha visto e altre cose non pertinenti. Maggi si prepara ad uscire con il cane e intanto commenta le notizie'della TV. Poi si alza Marco. Verso le ore 08.40 il MAGGI esce con il cane. Alle ore 08.50 esce il figlio e rientra il MAGGI che effettua una telefonata al MONTAGNE’. Poi da giri 4494, ore 09.00, segue conversazione integrale tra i coniugi MAGGI: | M - MAGGI Carlo Maria I = BENDAZZOLI Imelda: I"Inizialmente la conversazione verte su argomenti non pertinenti. T - Speriamo che anche Delfo faccia ( f ine.), se no ... ( f ine.) ... eh? M - Penso anch’io! = I - E allora cosa diranno deha strage di Piazza Fontana? Chi sono? M - 1 servizi! ffl-E h ? M - Saranno stati i servizi... I - Quali servizi? M - ... segreti italiani, d’accordo con... con il Governo... I - Non possono dire questo. M - Eh! LcTdicoàoj lo dicono .^ C A S S O N cara mia;.. I - (t. ine.) ... che c’entra CASSON? M - E ’ solidale anche lui su SALVINI, m a... I- Si?! M - Ho avuto la conferma che anche ... sapevi che non parla più di SALVINI. I - Eh! M - E la PINA fa ... SALVINI è un tipo educato, invece la PRADELLA è una... una così che... che... e dico/guardi, PINA, bisogna sempre diffidare di quelli, sa, che usano la vasellina, ah, è vero, è v ero... 1 I - E ’ vero! ... (fine.). M - Che lei mi ha detto, sa, alia fine, aha dottoressa ho detto “guardi dottoressa, le dico la verità, io mi sono avvicinata un po’ perchè ero ... praticamente l’amante di uno .... di BOFFELLI, dal quale ha avuto un figlio, gh ha detto tutto si, si e poi ha detto che dopo l’ha detto anche ai suoi figli, dopo 1 che è morto . .v (t.inc.) ... adesso non facciamo più del male a vostro padre. Dico che... che ... I - Ghel’ha detto ai figli? 1 ? M - Si, ghel’ha detto ai figli... non voglio più che BOFFELLI metta piede in ... aho sca ... i- Perchè? .. • 1 M - Mah, così perchè si vede che dopo lei ha saputo che ne ha fatte delle altre... I - No, lui ha detto ... lui ha fatto qualcosa ... aveva fatto la spia, lui ... M - Eccolo là! I Secondo me, perché non lo nominano m ai M - Eh! ... (t.inc.) ... può essere ... cosa vuoi che sia ... non non ... sul tiro' a segno lui non c’entrava... Pausa durante la quale si sente solo l’audio deha televisione. I - ... (fine.) ... M - Chi te l’ha detto? ... Z O R Z I... Z O R Z I... ZORZI te l’ha detto I - E ha detto assolutamente che tu-sei-seguito ... (t. ine.) ... mentre, se tu adesso vai lì ... ... M - lì dove? ‘ ' •- ’ i v...... '../ - ' :'~ r ■ ’J1 : ;^ : « -• ~*.:Z < 9 /- ^ J 3 ri**:
.

’•rV *s" : * " “ ‘ V ’ 1 * * * * * ------ » .r•• • ;•:—
• ; V '

y...

--

T~ ì * '-* .♦ >

i'.' ’ -386 .^ L 2 - 9 -9 — '

’•■. '" ' Ambientale abitazione M A G G I Carlo M aria ••• ' ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 : Proc. pen. nr. 6071/95 B_G.N.R./Mod 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost.

li - Dalla PINA allo Scalinetto. - Si! ,t . E allora ... ( f ine.) non devi frequentare più quella gente, capito? E ’ anche nel tuo coso ... non |devi frequentare... Iv i-... il ristorante... I - ... non devi frequentare gente che è già 'stata ... cioè, tipo la PINA, eccetera ... perché loro adesso ti vedono '... ti mettono in mezzo ancora a quel povero 'disgraziato di GIANNIOTTI, che finagarifanno cose ... ah, lei, cosa è andato a fare dalla PINA? ... Ma ... amico Marcello ... (t. ine.) è ^andato a mangiare ... - E ’ diverso . -... eppure no ... E ’ diverso perchè? Per che cosa? M - Perchè adesso è passato tutto ... I - E ’ passato tutto cosa, che sei inquisito per Piazza Fontana! /M -E h!!! H i - Dai, va là Carlo, ma secondo me non è una bella idea! Spiegaglielo a ... chi è che ha avuto l’idea di andare ... (t. ine.) [M - Ciò, PINA ha detto ... (fine.) ... I -... (f ine.) va beh, fai quello che v u o i... (t.inc.) ... :; A questo punto i due fanno una breve pausa e poi Imelda riprende dicendo: I - Vuoi che te lo dica chi è che me lo ha detto? I M - Dimmi! I - Eh, p er quello che non voglio che venga ZORZI a p ortarmi i soldi là... | M - Si! m ' I - Un carabiniere, che è il papà di un mio ex scolaro ... di Strà ... lui mi ha detto, guardi signora, nulla di preoccupante (termini sottolineati compresi), però guardi che adesso ... (f. ine.) stia attenta ■ 2ir (t. compr.) .... ( f ine.) M - ... (t.inc.) * I - Ecco, quindi, se si trova con te, è un conto perchè, cioè, che non venga ... (t. ine.) a scuola ... (t. j ';< ■ * 3 »B i t : ine.) M - Diglielo I - Diglielo, io non lo vedo più, io ... (t.inc.) diglielo tu, quando lo vedi, adesso quando ti telefonerà, se ti telefonerà ... ' _ Quindi Imelda si alza e cambia discorso. Ore 09.10 da giri 4745/5049 I due cambiano discorso e il MAGGI si appresta a guardare la tv. Verso le ore 09.15 il MAGGI riferisce alla moglie che si reca in studio ma prima riceve una telefonata. Poco dopo il MAGGI esce per andare in studio. Vi fa rientro verso le ore 09.30 e nel frattempo Imelda chiama Luciana. Ora 09.50 inizio ESIZIO BOBINA N R. 109. Viene riprogrammato il registratore in quanto l’ora è errata. Ore 09.49 da giri 00 si registra il rumore dell’aspirapolvere. Tv accesa. Ore 09.58 da giri 114/365 si registra l’uscita di Imelda e una telefonata in arrivo. Verso le ore 12.00 rientra Imelda che conversa con il marito e successivamente chiama il figlio Marco. Ore 12.30 da giri 365. Si registrano delle conversazioni non pertinenti tra i coniugi. Successivamente si siedono a pranzo. Rientra Marco Ore 13.31 da giri 1010 i coniugi MAGGI hanno terminato di pranzare e commentano le notizie sulla tv. Ore 14.55 da giri 1369 si registra una telefonata in arrivo. Tv accesa. Segue conversazione tra madre e figlio in merito ala rottura con la fidanzata. MAGGI si reca in studio. Ore 17.14 da giri 1471 si registrano delle telefonate in arrivo. Si registra il rientro del.MAGGI verso le ore 17.30. Ore 17.45 da giri 1685 M AGGI esce di casa per una visita. Seguono conversazioni tra madre e figlio. Ore 20.05 da girii 1944 si registra la tva^pessa e le voci di M AGGI e Imelda. Stano cenando. H MAGGI •

-t . . 0

l

......

• * :. * 5

«

-V .»

. 1 I.

. . —\

: • . :„ . ■• • • ■ • '

:’ ~■ ■ "■ •^; : ' ■ ' ;• ■"

";•

— • _' 4 z U T . :• • ■

Ambientale abitazione M A G G I Carlo Maria ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 • Proc. pen. nr. 6071/95 R.G.N.R./ModL 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

Marco rimane solo in casa e telefona a Silvana e a Francesco. Ore 16.21 da giri 3978 si registra una telefonata in arrivo per Maxco. Alle ore 17.17 toma a casa Imelda e accende la televisione. Si susseguono delle telefonate. Marco è uscito. Ore 19.23 da giri 4165 si registra il rientro del MAGGI. : Seguono conversazioni non pertinenti con la moglie. Parte delle conversazioni sono coperte dalla televisione ad alto volume. .Si sente pronunciare il nome di BEZICHERI riferito probabilmente ad ' ima telefonata. Ore 19.49 da giri 4371 si registra la televisione accesa e il MAGGI scambia qualche parola con Imelda. I coniugi stanno cenando. Seguono .il telegiornale. La televisione accesa copre gran parte delle conversazioni tra i coniugi Ore 20.11 IN IZ IO BOBINA NR. 153. Da giri 000 Si registra la televisione accesa. Imelda esegue le faccende domestiche. Seguono ;•conversazioni non pertinenti tra i coniugi Alle ore 20.45 Imelda si corica. Ore 20.45 da giri 194 si ^registra la sola presenza del MAGGI che guarda la televisione. Si registra una telefonata in arrivo. Alle ore 23.30 il MAGGI esce con il cane e vi fa rientro alle ore 00.05. Verso le ore 00.53 si corica. • - 24 aprile 1996 Ore 04.54 da giri 400 si alza Imelda la quale verso le ore 06.00 compone l’ora esatta. Alle ore 06.20 si al7R anche il MAGGI. Seguono conversazioni non pertinenti Verso le ore 06.30 Imelda esce per recarsi a scuola. Alle ore 07.50 arriva Antonia. Seguono conversazioni non pertinenti con il MAGGI. Alle ore 08.30 da giri 630 dopo che Antonia ha effettuato una telefonata il MAGGI esce con il cane. Vi fa rientro verso le ore 08.55. Ore 09.15 da giri 815 MAGGI e Antonia conversano di argomenti non pertinenti Televisione accesa. Si susseguono una serie di telefonate. Ore 13.15 da giri 1096 si registra una telefonata in arrivo e MAGGI successivamente conversa con il figlio Lorenzo appena rientrato da Rovigo, dopodiché il MAGGI va a riposare. Ore 13.41 da giri 1233 si registra una telefonata in partenza da parte di Lorenzo. Verso le ore 14.40 Lorenzo esce. Ore 15.30 da giri 1435 si alza il M AGGI che poco dopo esce per recarsi da MOMO. Ore 16.50 Imelda effettua una telefonata. Ore 16.59 suona il campanello. Non si riesce capire chi è entrato. Alle ore 17.34 da giri 1689 si sente rientrare a casa Lorenzo. Seguono dialoghi di carattere familiare con la madre, che poi gli da del denaro, equivalente a L. 50.000, affermando che in questo periodo ha notevoli difficoltà economiche e precisa, altresì, che deve pagare.l’assicurazione dell’autovettura ma che non sa dove trovare i soldi (la conversazione risulta a tratti incomprensibilé poiché disturbata dall’alto volume delle televisione e, in alcuni momenti, parlata sottovoce) ... In tale contesto, comunque, viene registrato il seguente dialogo: £. 1
:~

I = BENDAZZOLI Imelda

L = MAGGI Lorenzo

!

k

SI

1 -

I - E ZO RZI... (t.inc.) i soldi... (fine.) L - Di che vada il papà!? I - Sai che non può andare... (fine.) L - Ci vado io a prenderli... civada Marco a prenderli!?, I - ...(t.inc.) ghel’ha detto alla Mirella (nome compreso) (t.inc.) che ha suo genero che è Carabiniere! M e l’ha detto... L - Cosa vuoi che abbiano cinque persone da mandare dietro!?... I - Ma lei non sa niente, eppure mi ha detto: “signora stia attenta perché, guardi, mio genero mi ha detto che... (fine.)”. Loro devono, ... guarda che la PRADELLA ... ma, vuoi, vuoi che andiamo tutti dentro ( f ine.)! Ma sai che se prendono te che vai in casa di ZORZI...(t.inc.), vuoi andare in prigione anche tu? L - Ma vieni qua che parliamo di cose_§erie! ! I - Queste sono cose serie! /£*> m ^

/.

.. ...108 jgv£.

• • V

•. r

. .* . v• -.• / > ” . 7 -... • s • * .

Ambientale abitazione M AGG I Carlo Maria ubicata a Venezia, Giudecca nr. 295 Proc. perL nr. 6071/95 R.G.N.R./Mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

M - MAGGI

L - Lorenzo

La conversazione viene spesso interrotta dagli impulsi vox. L -E h ! ............. . ............................ M - Mi ha detto che tra una decina di giorni me li dovrebbe dare. ........................................... L - Ti dovrebbe dare che? _ M - Me li dovrebbe dare! L - Ma dimmi cosa? - Pausa nella conversazione L - (esclamazione ) M - Sempre'ZORZIche li dà! (frase sottolineata compresa) - Impulsi v o x - . Quindi gli interlocutori cambiano discorso. Di seguito si registra la televisione accesa. Verso le ore 23.22 a giri 627 spengono la televisione e si coricano. - 28 giugno 1996 Ore 06.07 da giri 642 si registra la presenza di MAGGI e Imelda. Seguono conversazioni non pertinenti e delle telefonate. Televisione accesa. Ore 08.12 si registrano delle conversazioni non pertinenti tra Imelda e presumibilmente Lorenzo. E MAGGI e la moglie escono. Ore 09.06 INIZIO BOBINA NR. 194. Ore 10.56 da giri 000 si registra il rientro di MAGGI e delle telefonate. Ore 11.12 si registra il rientro di Imelda. Seguono conversazioni tra i coniugi Da giri 96 segue trascrizione integrale di una piccola parte della conversazione che. avviene tra i coniugi MAGGI. (Si fa presente che il dialogo è coperto dall’alto volume della televisione) I - Imelda BENDAZZOLI M - Carlo Maria MAGGI.

I - Speriamo ch eti diano un bel po’ di soldi, così posso pagare .... (fine.) Breve pausa. I - Cosa ti ha detto, che non può darteli? M - Ha detto che non sa, che adesso vedrà! I - Ma tu li hai chiesti? M - ... (t.inc.) tra avvocati, debiti.... Poi i due cambiano discorso. Da giri 109 si registra la televisione accesa. A giri 223 MAGGI effettua una telefonata. Successivamente MAGGI commenta la telefonata dicendo che l’interlocutore della stessa gli regala un orologio per ringraziarlo di avergli procurato un altro cliente a pagamento e inoltre dice che gli ha regalato “mezzo cubo” di orologio, che poi lui ha prestato al figlio Marco. Poi il MAGGI esce. Imelda riceve delle telefonate. Ore 12.58 si registra il rientro del MAGGI che dialoga con la moglie, (a conversazione è incomprensibile a causa del volume della televisione troppo alto). Poco dopo ! coniugi MAGGI pranzano e più tardi si coricano. Ore 15.13 da giri 578 si registrano delle conversazioni tra il MAGGI e la moglie. Ad un certo punto il MAGGI chiede alla moglie se domani, ha appuntamento dalla parrucchiera. Imelda riferisce di no. Seguono conversazioni non pertinenti tra i coniugi e poi il MAGGI esce. In casa -rimane Imelda con la televisione accesa. Segue una telefonata. Ore 18.34 si registra il rientro del MAGGI che scambia qualche parola con la moglie. Le conversazioni sono coperte dall’alto volume della televisione. Ore 20.05 da giri 1348 si registrano conversazioni non pertinenti tra i coniugi e la televisione accesa. Ore 21.11 spengono la televisione. Nessuna conversazioqwPr^babilmente sono andati a letto..

V,L" ;v ■
ii.

.'in via Verdi nr? 94 Mesixe/VE* Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

M - Eh, eh... allora SALVINI e i ROS, sono una cosa... la PRADELLA che una emanazione (t.c.) di SALVINI anche lei, però fa vedere invece he sta facendo un’inchiesta in termini legali, con il nuovo procedimento... G - Certo perché non può...(f.c.) M - Però.la PRADELLA.la non... la nominavano... (f.c.) G -H m ! ■ __ _______ M - Invece l’hanno mandata già tre volte (f.c.)... e in più c’è il CASSON che.'.v cioè'o perché gli"■> stanno rubando il pane dalla bocca dì...' (t.inc.) G - Di, di Gladio... M - (t.inc.)... però qualcosa d’altro, adesso la qualcosa d’altro verrà avanti con questi tre, con... cioè due contendenti sicuro e una terza donna misteriosa... allora tutti quanti... G - Ecco una cosa, una cosa che volevo... ti avevo sentito, e voglio ripeterlo e ben chiaro... il lavoro mio è un lavoro delicato, sono all’interno del porto, che dipende da autorità militari eccetera (t.inc.)... ho dodici famiglie... M - Eh... e se rischia anche (t.inc.) G - Quindi io, per quanto riguarda il mio posto di lavoro... va be, me ne frega relativamente... M - (f.inc.) G - Però... però non è che rischio solo io... cioè se per dire il mio nome viene messo sul giornale . affianco di quello di ZORZI è tutta la cooperativa che ne rimette... M -'E h. G - Quindi... su questo qua, estrema discrezione eh?! Ok?! M - Ma sul giornale, se le mettono loro le cose sai, non siamo mica noi altri (t.inc.) G - I giornali, i giornali, perché ho visto che hai una certa facilità a parlare davanti alla gente... M - Ma non c’entra, questi qua sanno già questa cosa qua, è già venuto fuori tutto... G - No, tu oggi... tu oggi hai parlato davanti (f.inc.) A questo punto i due interlocutori escono dal negozio e le loro voci si perdono in lontananza. M - No, no, no... dammi solo il nome della via... G - Via Luigi Tortelli (f.c.) M - Che il nome della via è una via... e basta. G - (f.inc.)... e allora l’altro comincia a fare tutta una tesi... A questo punto la conversazione viene coperta da un forte rumore di fonte e si riesce a comprendere che MONTAGNER chiede a Giulio se gli hanno chiesto niente del PACINOTTI, e quest’ultimo gli risponde negativamente. MONTAGNER allora dice-che deve essere qualcun’altro ad avere in mano quelle cose la... non sono loro. M - Ma non è legale no? Tutto ciò, se l’altro dice... G - Io non so s’è legale, io continuo a dirti... M - Se CASSON dice che non è legale... e allora è possibile che SALVINI si sia messo a fare l’illegale... ricordati sempre’il discorso di CASSON, che se no lì, succede qualcosa di strano... no... (f.c.)... G -H m ! M - Visto che tu lo conosci centomila volte più di me (f.c.) G - (f.inc.)... però e se per caso ti chiamano e ti domandano... cerca di, di sentire cos’altro che possono dire di me no... (t.inc.)... veramente assurdo questo discorso qua... va a finire che sono io che vi ho messo la bomba (f.c.)... (risatina)... su questo possiamo ancora ridere per fortuna sia l’uno che l’altro. M - (f.inc.)... G - (f.inc.)... ma lo sai, lo sai buffo io ho sempre raccolto tutte quante le buste paga del lavoro, lo sai che buste paga di ottobre e novembre 69 non le ho! .. M - (t.inc.)... come mai? Le hai perse? ... -1 G - Le ho perse (f.inc.)... perché’se io avevo le buste paga c’era scritto (f.inc.) M - (f.inc.).„ . y

V-

£ ? " : :. A .

Ambientale locali Società ATEC s.n.c.

'"

~ - _
. 1^.-

'■ :'.-1
_

ubicata in via Verdi nr. 94 Mestre/VE •D fi D £ / p Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLk SosW O < ^

M - Si, ma anche gli altri... G - L’unica cosa, l’unica cosa che io dico... che tu continui ad essere abbarbicato ad una idea... adesso tu mi dici che eri anti antifascista... ed è già un passo avanti (risatina)... La conversazione prosegue ancora per qualche minuto su argomenti non pertinenti, poi Giulio esce . . dal negozio- ------ . . . . Ore 19.45 INIZIO BOBINA NK. 15. Da giri 00 si sente Piercarlo che parla con altri due uomini di argomenti non pertinenti. Ore 20.30 da giri 690 Piercarlo rivolto ad uno dei due uomini gli dice che questi personaggi misteriosi, continuano ad andare in giro dicendo di andare a nome di SALVINI, ad interrogare la gente... cercando di estorcere... dicendo che lui (riferito al MONTAGNER) avrebbe portato l’esplosivo... L ’uomo a ; questo punto dice a Piercarlo che DORIGO, di Rifondazione, ha fatto un’interpellanza e che c’è la notizia sul giornale di oggi. Di seguito Piercarlo cambia discorso parlando con l’altro uomo (il secondo) di argomenti non pertinenti. A giri 790 il secondo uomo esce e rimane Piercarlo con l’altra persona. I due riprendono il discorso sui noti fatti, Piercarlo dice Vanno in cerca dei vecchi compagni di scuola... hanno accusato uno di avere preparato l’esplosivo, che invece lo voleva far scoppiare per i cazzi suoi...- e si è fatto scoppiare una mano... cioè tutte cose... che sono ormai archiviate... e loro le vogliono collegare... perché quel coglione di merda di SICILIANO si è fatto dare i soldi per fare delazioni... e queste teste di cazzo del SISMI... ci stanno anche credendo..: o perché sono teste di cazzo anche loro o perché hanno interesse a fare queste false verità, così la verità vera non salta fuori neanche questa volta... però con questi discorsi ci andrei di mezzo io... poi, li fanno firmare e non gli danno neanche una copia...”. L ’uomo quindi dice che sarebbe da andare da CASSON... Piercarlo gli chiede se lui lo conosce, l’altro risponde negativamente ma che però si potrebbe contattarlo anche per telefono... Piercarlo a tal proposito sarebbe contrario perché teme che possa uscire sul giornale che lui ha chiesto di essere sentito da CASSON. A questo punto si trascrive integralmente un passaggio dell’incontro tra il MONTAGNER e l’uomo. Da.giri 858 segue trascrizione integrale: M - MONTAGNER U - UOMO

. t.c.= termine compreso; t.inc.= termine incompreso;-f.c.= frase compresa; f.inc.= frase incompresa. M - Cioè... che c’è effettivamente, come"iojo stanno sospettando... ci sono questi personaggi che hanno trovato quell’altro nome... che non c’è ancora sul giornale, che si chiama... TROIANI (t.c.) ma... e lo pensavo, perché uno che si chiama tenente TROIANI 0 capitano TROIANI 0 che cacchio è... allora io dico, questo qua è uno che dice troiate... no, che si chiama TROIANI... allora insieme con GIRAUDO, il capitano GIRAUDO'.V; e questo maresciallo TROIANI... che assieme, interrogano le persone... dicono di farlo per conto di SALVTNL.. il giudice SALVINE... non c’è, per cui noi non sappiamo (f.inc.) il giudice SALVINI... proprio un cazzo di niente (f.c.) si fanno rilasciare delle dichiarazioni... gliele fanno firmare... hanno l’interesse (t.inc.) di fare queste dichiarazioni contro di me e contro il governo (t.c.)... le raccolgono e basta (t.c.) e vorrebbero che quelli gii dicessero di si... U - Ma perché... questo me lo spieghi. -M - Perché devono crearmi questi... falsi così... U - E per cosa? M - (t.inc.) così fanno sapere (t.inc.) il rischio (t.inc.) A questo punto l’uomo dice di lasciarlo pensare, perché lui ha degli amici... compagni di scuola, che .. sono dello staff... conosco DE VITA (t.c.) il capo ufficio imposte... capo ufficio IVA... e che a questo punto si deve difendere (riferito al MONTAGNER), lui dice che non può perché nessuno gli ha mai rotto i coglioni e nessuno gli ha mai chiesto niente... l’uomo insiste sul fatto,ché^ S lu Ì:(riférito‘|

!■ . ;

iiB ssgassgas:

Ambientale locali Società ATEC s.n.c.
ubicata in via Verdi nr. 94 Mestre/VE a s ? s,0 Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA

\

. v r . '

° S 4 8 ..

M -Noo!! T - Come non c’è!? Che provi a sentirlo in India! Ivi - Ma adesso dice che viene qui! Dice che deve andare anche l’avvocato LONGO, che lo manda dall’avvocato LONGO, perché l’avvocato LONGO ee ... difende GIRAUDO e invece (t.inc.) ... tira e molla! Sembrerebbe che tutta la trovata del del MAGGI, fosse veramente del Delfo! • T - (f. ine.) "• “ ............ ...................... ......... M - E ’ va bhe! Sarebbe forse vero che ... cioè abbiamo vagliato il giusto, dopo di che ... allora si trattava dell’immagine ... (t.inc.). T - Mh! Avevi parlato con lui, o col fratello, avevi parlato!? ... (t.inc.) M - ... con suo fratello!... T - ... con RUDI! ... , M -...si ma l’ho sentito RUDI, ... cioè l’ho sentito che parlava, lui con suo fratello...mi spaccano i maroni come un dannato ... eee ... in otto ore di... telefonata, batterie cariche, scariche ... gli suona, dopo lo richiama di nuovo... T - Con i cellulari ... - impulsi M -... un casino!!... T - Perchè sono quelli con la scheda dentro...no! Ma ... non cambia un cazzo! (Le voci si sovrappongono) M - ... (f. ine.) resti sempre qua, no!? T - Si, si, si! M - Ciò loro ... sono cazzi loro no?! ...fatto sta che ... insomma allora: questa parte del Piero è la parte del Piero T -M h! M - .. da parte dell’altro ... allora a parte che ... allora ee ... la parte dell’altro è che c’era SALVINI ... SALVINI ... come se niente fosse...le sue domande, le sue inchieste ... gli ha chiesto il lavoro (t.c.), gli ha chiesto della mano, gli ha chiesto cosa stava facendo ... l’altro gli ha detto che non stava facendo niente ... (t. ine.) mettere via della polvere ... dentro una bottiglietta ... T -M h! (impulsi) M - ... di un cannoncino, che ce l’ho ancora, ha detto ....dovevo far sparare questo cannoncino, mi sono messo via la polvere per non lasciarlain giro e così mi è scoppiata una mano, perchè ho voluto premerla dentro una bottiglia e che il ... Giulio NOE’ ... chè NOE’!? che il ma ... - impulsi T - Gh hanno parlato di quella cosa, di quella cosa che hai portato? M -N o ! • T - Eee ... vedi! M - Gh ha detto di me, che secondo lui sono li per riscuotere, che secondo lui secondo SAL ... secondo loro!! Siccome i l ... secondo il SICILIANO ... sono il luogotenente .. e l’altro gli ha detto ... T - ... digli che non te l’ho detto?! (impulsi vox) M - ... il tenore ... si! ... (t. ine.) T - Mh! Mh! Quindi se l’è cavata in un pomeriggio. M - E quell’altro gli ha detto di non vedermi, che è meglio che non lo veda ... non lo veda insomma praticamente. (rumori di sottofondo e poi impulsi vox) M - Quello non vede l’altro, quell’altro ... T - ... quindi è stato freddissimo (t.c.) anche con lui. M -... (f. ine.) ' ,: • - ....•

*’ * * • .> \"r .v * v*-t ’.v Ambientale locali Società ATEC s.n.c.
ubicata in via Verdi nr. 94 Mestre/VE

Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA SosL ___

0006

T - Va beh! Non ho mica detto che lo trovi in tre secondi questo articolo, siccome adesso li sto raccogliendo tutti ... ■ jvi- Quello dell’altro giorno ce l’ho a casa! ... . ... adesso gli devo procurare ... (t. ine.) Dio ...! ...( f i n e .) (impulsi vox) ... neanch’io avevo un rapporto molto vicino con il BAHO. s'M --RAHO ha otto anni più di me!! . . . . T - Si, si va beh! Eee .. M - Io, io avevo 16 anni, quella notte! (impulsi vox) ; Le voci si accavallano : T - ... Terza Posizione! - M - Noo ... (t. ine.) del Piero, solo il Piero mancava! T - E va beh! ...ascolta un attimo no! Mi interessava di concordare che Rudi, continua a dire (impulsi vox) ... gli hai detto che vanno a visitargli la ditta, no!? M - Si infatti stava mettendo via tutto ... (t. ine.) mi ha rotto i coglioni anche ieri, sai mi ha rotto i coglioni anche oggi ... mi rompe i coglioni! ... (f. ine.) (impulsi vox) T - E tu sei sotto pressione...(t.inc.)... (Le voci si sovrappongono) T - ... comunque domani vado, problemi...(t.inc.)... io vado dal mio avvocato (f.inc.) no, mi hanno chiamato loro dopo le nove...(t.inc.)...e alle nove e mezza bisogna che sia a casa ... E no ... volevo dirti soltanto se. devo continuare a dirgli questo: vai da CASSON dirglielo o no!? Questo era il discorso!? M - Posso contare su una cosa ...cioè quello non si sente ... hai capito!? Quello non si sente niente adesso! ... (t. ine.) T - Allora io all’avvocato dirò che l’ha ricevuto il dottor SALVINI, SALVINI è stato più intelligente, ha capito che da questo non tirava fuori niente e quindi si è limitato a lasciarlo perdere e ha cercato si! ... ma ... avrebbe continuato anche il metodo a dirgli che non è neanche ricattabile su quell’altro ... su niente e gli dico ... e gli dico state attenti che la reticenza non va in prescrizione! M - No, puoi dirgli che lo hanno...che gli avevano confezionato una accusa anche a lui ... che è questa qua! ... Questa dell’attentato ... (t. ine.) T - Ma l’importante è sapere come volevano arrivare a te e come hanno spinto perché lui parlasse di te, capisci (t.inc.) .. questo!? M - ... (f. ine.) (impulsi vox) T - ... venga in mente ... che chi ha dato esplosivo o cosa del genere ... M - ... e anche perchè ... T - Però non in relazione a Piazza Fontana! ... che questo è molto importante ... (f. ine.) gli ho detto ... (t. ine.) che ha fatto il nome di Piazza Fontana .... TROIANO! E quello lo possiamo dire...... perché era vero! E DELFO lo conosceva questo qui e questo qui conosceva me! M - Conosceva Delfo e la Franca, cioè lui ha conosciuto prima la Franca che Delfo, dopo sapeva (impulsi vox) T - ... (f. ine.) e Roberto M A G GIORI... uomini veri, non saranno mica tanti eh!? -(Frasi incomprese)T - Faciloni ... hai visto, non me ne frega un cazzo ... (t: ine.)! Ho difeso da mio fratello l’amicizia con BOBO quindi cosa darà? ... (f. ine.) Comunque tu se ti richiama l’avvocato, ti dico lascia perdere adesso (t.inc.), altrimenti dico siamo entrati nel discorso con CASSON, molto delicatamente però ... (impulsi vox) M - Perchè non lo sa ? T - Non appartenente all’ambiente, non era ricattabile ... (t.inc.) Che tutto molto bene, però la cosa è tutta là, pesante a livello di.... ..

-S;•.-.1 ’

ubicata in via Verdi nr. 94 Mestre/VE •. Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA SosL^.

000653
/

ivi - Tentativo c’è stato! Cioè c’è stato qualcuno se lo sono tirato fuori per forza, per trovargli una c o sa ... j - Comunque digli l’avvocato è stato molto preciso, mi ha detto guarda che la prima cosa che fa CASSON, va a prendersi e gli dice e come, cosa, dove? M -A h ! T - . . perchè il fatto che sa niente ... (t.inc.) _ M - Digli che si prepari anche coso, digli che si prepari.... . . ' '' 4 § r T - Chi? _ ' M - Anche ... Giulio! (t.c) I f e - T - TOSATTO? Perchè? | f e M - Perchè lo chiameranno anche lui, perchè si vede che hanno visto il nome da qualche parte.... 5 |p ? / T - Ma chi te l’ha detto? M - gli avvocati del ... T - ... (t. ine.) M - Si ma quelle sono le cose che stanno ... T - Comunque ha fatto bene a dirlo, adesso domani io sono via, però ... M - ... (f. ine.) T - E gli dici, guarda che Stefano non ha potuto perchè è via, digli ... . . . M - ... (f. ine.) che cerca ... (t.inc) perchè non sanno niente tutti quanti (f. ine.) di non sbagliare niente ... perchè tanto è così! Cioè almeno questo dobbiamo capirci (t.c.) ... (f. ine.) confezionarmi qualcosa d’altro.... T - (t.inc.) eh, eh, non per l’associazione perchè SALVINI, SALVINI continua con l’associazione, hai capito. M - (t.inc.) l’altro è la, che fa il solito casino! T - E ’, ma d’altronde sta ... sta fingendo, lo capisco ... (t. ine.) (impulsi) ... Questo è il discorso! M - Non è perchè te lo dico io, non è perchè te lo dico io! Però .. T - Io so gh effetti ... (t. ine.) ... parlando ee ... (t. ine.) rottura di coglioni e basta! ... (t. ine.) :| spaccare i coglioni però un dom ani... è stata fatta così la questione... M - E io, cioè mi devo solo ricordare che lui non mi ha mica mandato via il coso a casa sua...ieri se ho bisogno, se dovessi aver bisogno lo vado a tirare fuori...(t.inc.)...se c’è il personale, allora vado a tirarlo fuori...(t.inc.) ...adesso bisogna testimoniare un’altra volta... T - Anche perchè tutto sommato non è che porti per ora non porta acqua al tuo mulino, porta solo l’acqua al mulino di Delfo!... Tutto sommato ... Cioè è un regalo ancora che fai a Delfo! E che è Delfo che vuole incontrare GIRAUDO, sotto il profilo di ... (f.inc.) ... CASSON faceva un p o ’ comodo a tutti effettivamente! M - Bhe! Guarda che ho una telefonata registrata sulla segreteria telefonica di...TROIANO a casa di questo qua, che gh dice che gli rimborsano anche il biglietto del treno (impulsi) T - Si, si però ... M - E ’ cosa vuoi che gli dice sul telefono? ... Gh dice vieni, guarda che ti rimborsiamo...per quel discorso dei biglietti è OK, gli dice mi raccomando...gli dice ... che troie che sono. T - ... (t. ine.) M - TROIANO è proprio una troia! (impulsi) T - Anch’io aspetto sta telefonata ... solo (f. ine.). M - Certo che devi fare queste corse... . . . . ... T - Noo, ...(t.inc.) ... cosa che siccome ... sono d ’accordo di sentirmi domani, appena fatto l’interrogatorio, chiamo i miei avvocati e ci dico, per il resto lascia perdere, perchè l’interrogatorio del monco è andata bene! ... eh! digli che è andata bene, non ha rotto i coglioni più di tanto, si vede che si è com portato bene ... quindi anche un certo tipo di pressione ... (f. ine.) non sono andati oltre... (impulsi vox) : M - Perchè quando vanno li sopra ... (f. ine.) T - Ci sentiamo comunque martedì, d a il.j À

f

A m bientale locali Società A T E C s.n.c. ubicata in via Verdi nr. 94 Mestre/VE Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost A - E ’ già un altro ... (t.inc.) che è smontabile e poi hanno questo DIGILIO a Venezia ... il QJiajj DIGILIO ... desumo che io ... sai ... teoricam ente non ha detto tutto quello che c’è d a dire collaborare ... (f. ine.) M - E questo lo sappiamo ... cioè lo sappiamo nel senso ... — A - M a non sta ... e così che loro ... (f.inc. ) teoria ... e noi lo sappiamo ... se ti intercettano una ■roba del genere ... ' * '• M - ... tu sei fregato! . .. " A - ... quando dici noi lo sappiamo ti fanno tuo una cosa che forse non è neanche tua, comunque al di là di questo, ecco voi lo sapete, voi ... (f. ine.) voi lo sapete, su (0 ‘sto) DIGILIO non ha ceduto, che era quello che era là, da fuori ... (t.inc.) per quanto dura ancora la storia ... perché non è solo DIGILIO che lascia fuori certa gente ... capito!? ... non è solo DIGILIO, ne ha sotto tre ... che tengono botta ... di grosso, che vuole dire che la ... l’inchiesta si chiuderebbe prima di giugno, se parla uno di questi qua tre, si chiude l’inchiesta ... (f. ine.) ma siccome qualcuno si è reso conto ... M - Ma li ha dentro o li ha fuori? A - Sono tutti fuori! ... M - Ah sono tutti fuori! A - ... tra cui uno è addirittura sorvegliato e protetto alla M ARTINO, MORELLI (nome compr.) ... dunque di conseguenza vedi che buco di culo che ha questa gente, mi riferisco ... M - ... (f. ine.) A - Di buco di culo ... il buco di culo andava bene fino a un anno fa ... un anno fa c’è stato un idiota di nome Pietro ANDREATTA che vuoi, per un motivo 0 per l’altro, si è messo di mezzo ... cos’è V * ' ■ 4 successo ... che ha frenato ... il suo intervento che stava andando ... (f. ine.) ... dov’è la crisi che tu ti riferisci quando parli d i ... alla crisi ideologica, la stanchezza psicofisica ... (f. ine.) sono arrivato io e l’ho salvato ... io ... (f.inc), ho salvato Delfo, ho salvato te, ho salvato tutta l’organizzazione ... M -... dalla galera!? A - ... (f. ine.) Stava spiattellando tutto alla stam pa ... (f. ine.) su questa intuizione ha rimesso in piedi il castello ed io da quel momento là, ho cominciato a passare i miei guai ... (f. ine.) M - Che poi però non è per quello ... A -E h ? M - Che poi non è per quello? A -JNo, è proprio per quello, è cominciato tutto là ... dopo di che ... dopo di che, è passato un anno, in questo anno tutti si sono piazzati pèreTin questo anno non è che (t. ine.) la pazienza è stata discreta, che discreta non significa che tu dici non passo per il negozio è meglio, discreta è ben altre cose! Comunque al di là di questo dopo un anno la situazione è migliorata da un punto di vista estetico ... si è preso un avvocato ... (t. ine.) stato dal professore a Torino ... abbiamo fatto il casino con GIRAUDO ... è venuto fuori tutto ... tutto a posto, ok! I suoi continuano a parlare ... (t. ine.) tutti quanti sono bene piazzati ... ma, ci sono queste robe ... M - Che lascia molto perplessi! A - E mi tocca a me tenere i contattLancora ... malgrado l’ebollizione. M - ... (f. ine.) '=== A - E h si! Adesso non posso più dire, non posso più ripeterne, se mi beccano in castagna ... e allora io mi devo preoccupare di come che va in tutto il triveneto ... M - N o n essere ... (t. ine.) ... A - E che questa gente sia trattata in una maniera ... (f. ine.) al di là di tutto io ho la mia testa bon ..." delle spalle dietro, però non posso fare ... (t. ine.) anche per gli altri ... M -... e anche perché non si sporca ... A - Allora, siccome che io ormai nella posizione che mi trovo d’altronde non posso neanche scappare (t. ine.), dunque io sono qua ... (t. ine.) allora mi preoccupo ancora di più di tenere le ‘robe” com patte Dio ...! (t. ine.) allora dico ... se si com porta ... comunque c’è qualcuno che voglia.*-';. € ■ sconfessarsi ... comincio a sentire la mancanza di collegamento ... (f. ine .) allora queste robe,.qua . io devo pagare .... e devo avere paura ancora adesso ... che se ngn è per lui .Ili ... (fin e .) K t ì S

#

Ambientale locali Società ATEC s.n.c.
ubicata in via Verdi nr. 94 Mestre/VE ‘ ‘y — Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod. 21 Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

'

* V ” *' * '

A - M a la ... ma la storicità (t.c.) per loro eversiva, loro non è che dicono (t.c.) avevano diciotto anni ciascuno e facevano con ... (t.inc.) della merda gli esperimenti che ... che se lo faceva uno di Pellestrina per andare a pesca di frodo con le bombe, non gli dicevano una sborata! Ciò! Pare trent’anni dopo, nell’insieme ... M - ... (t.inc.). • A - ... è un’eversione! Questo è il puntò! hai capito? ... Perché non ti va mica di capirla questa'cosa - -qua, no!? M - E va bene, quell’altro cosa vuoi che gli dica quello ... A - ... E per cui il magistrato, che oltretutto è giovane, prevenuto e che lei con i suoi teoremi uno più uno fa due, due più uno fa tre basta arrivi (termini sottolineato compreso) a Delfo ZORZI, con loro! ... Io ho i miei dubbi che invece ... ho i miei dubbi perché, come penso di aver capito, sta soffrendo molto questa faccenda, in modo malamente (t.c.) anche, MAGGIORI . Il fatto che non vuole vedere nessuno, mi sembra che abbia già capito ... (t.inc.) questo mi fa capire che non lo sta vivendo bene e per cui ritengo che ... M - ... Non ha creduto al giudice! A - ... Perché ritengo anche probabile ... M - Si è salvato lui in quel modo là! . . . . A - ... Ma ritengo probabile, che se ... (t.inc.) ha capito che ... M - Si è s a i... A -C h i è ...? M - Lui però si è salvato da ... (t.inc.) dal favoreggiamento ... (t.inc.). A - !.. (t.inc.) indagati solamente per sentito dire, è stato chiamato per informato sui fatti, nome esatto. M - Va bene ... (t.inc.) oltretutto ... (t.inc.) se quello non collaborava un cazzo ee ... A - ... io ti dico che, appunto! ... M - ... (t.inc.) anche lui ... A - ... appunto vedere, vedere quei verbali che ha fatto! M - ... (t.inc.). A - No! quell’altro è stato ... (t.inc.) a Milano, il mio avvocato gh ha detto che era questa ... (t.inc.), quello di rompere i coglioni (termine sottolineato compreso). M - E perché non lo presentano ai testimoni, invece? A - ... (f.inc.). M - Perché danno ... (t.inc.) validità, vogliono dare la validità a Martino, no!? Ma perché quel merda, perché SALVINI va avanti, è perchè lui va avanti con quella roba ... (t.inc.). A -... (f.inc.) SALVINI, io sono in garanzia, ho saputo da mio avvocato che ... (t.inc.). M - ... e perché lui va avanti? A - Perché è il nuovo rito, Dio ...! Hanno diviso i due riti, c’è la PRADELLA che sembrerebbe non aver commesso sbagli sulla procedura, l’altro è sputtanato (t.c.)! M - Eh! però intanto va avanti, voglio dire !? A - Ma va avanti perché, sai cosa vuol dire ormai è sacrificato sull’altare degli dei, SALVINI è ' massacrato. M -... (t.inc.),. A - Però tutti gii interrogatori che vengono fuori dal vecchio rito. M - ... glieli passa A - ... glieli passa a lei, no, ... Dio ... ! ... (trine.). M - E ci vuole poco ... (t.inc.) v e d i... fanno le domande! Ciò! Se ti fanno le domande! A - E vedi che certe cose io non le so! E se possibile che io sia infognato con te più degli altri e non abbia di sapere di “BOBO” (t.c.) ma chi è che gli fatto il confronto con Martino SICILIANO. M - MAGGIORI ... (t.inc.). '...r - ’ Y ;:-X^vV,ri;vt x ' • • • v- - ■ ; V. ... • • \ VI’ ; A - ... (t.inc.) che cazzo centra. Chi cazzo era (t.c.)? Allora a-Yi?nezia non viene! Che non è Milano,^tv è quello da Milano. ’ Y . ' \ / V- : ^ /1 .• v .->7 -, '* • ". ' 1 .’:" * ? ■ ..T 1 _ ■ ^^3 /'* ’~ • * . | y\ v ‘ LX

: 0
-r - 'f: : t ^ b Z '" ,: : - ■ •

;’ *.'i - '^ l Z s i ^•;7Ì-‘^ ^ bientaÌe iocaìi S o cietà 'À T E C s.n.’ c ..:^ .^ ; ■ ' .' ' VI; ubicata in via Verdi nr. 94Mestre/VE \*T : * u ^ L i ^ r;-.6, ó . A Proc. Pen. nr. 6071/95 K G .N .K mod. 21 - Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost

lascino stare perché sanno che puntualmente vanno a fargli visita Pietro ANDREATTA e Stefano TRINCALI e che lui (MONTAGNER) così, sia come uno specchio per le allodole. I due successivamente riprendono “l’argomento” SICILIANO ritenendo il suo “pentimento” dovuto ad una necessità economica. Al riguardo ANDREATTA dice: A - Ma certo, te lo vedi DELFO che mette le bombe.a Piazza Fontana ... ma fammi .... M - No ... che gliele dava a M a rt..... che gliele dava a lui e l’altro .... ' ...... A - Ma se DELFO ... di Martino ... non poteva vederlo Martino. M - ... (f.inc.) ad ogni modo .... fatto sta ... capito che ... (f.inc.) siamo noi ... tu ci rimetti già direttamente, mese per mese, giorno per giorno ... A - E io ci ho rimesso soldi ... M - Io non ci sto rimettendo in quella misura, ma ci sto rimettendo lo stesso. Quindi i due interlocutori seguitano a parlare delle noti vicende senza aggiungere nuovi particolari, parlano' di SALVINI che è stato inquisito e che" quindi tutto-era-stato fatto per depistare. Successivamente entra un cliente. Seguono conversazioni non pertinenti. Alle ore 18.15 escono tutti e tre dal negozio. Ore 18.19 INIZIO BOBINA NR. 199. Da giri 000 Piercarlo rientra in negozio e conversa con un uomo e una donna in merito a delle macchine fotografiche. Ore 18.55 i due escono e Piercarlo rimane solo. Verso le ore. 19.00 accende la radio, seguono conversazioni professionali con dei clienti. Alle ore 19.59 Piercarlo esce dal negozio. Ore 20.14 da giri 889 Piercarlo rientra in negozio e accende la radio. Ore 20.41 si registra l’arrivo di Paola R O S S I Verso le ore 20.48 Piercarlo chiama Giampaolo, successivamente Piercarlo e la Paola escono per andare a bere qualcosa. I due rientrano alle ore 20.59 assieme a Giampaolo. Conversazioni non pertinenti, alle ore 21.02 i tre escono dal negozio. Ore 21.21 da giri 1416 Piercarlo rientra in negozio solo. Alle ore 23.33 Piercarlo esce e chiude il negozio. - 28 maggio 1996 Ore 10.24 da giri 2558 Piercarlo e Luisa aprono il negozio.. Conversazioni non pertinenti con i clienti. Successivamente Piercarlo esce e Luisa rimane da sola in negozio. Ore 12.10 da giri 3668 entra un uomo. Conversazioni professionali con Luisa. Alle ore 12.19 da giri 3864 si sente Luisa che dialoga con una donna di argomenti non pertinenti e verso le 12.28 le due escono dal negozio. Alle ore 12.45 da giri 4100 Luisa e una donna entrano in negozio. Accendono la radio. Successivamente arriva anche Piercarlo e alle 13.19 da giri 4163 arriva una telefonata di Luca che chiede di parlare con Piercarlo. Verso le ore 13.48 spengono la radio e alle 14.04 da giri 4668 Luisa effettua ima telefonata. Alle ore 14.25 da giri 5195 escono e chiudono il negozio.. Ore 16.40 INIZIO BOBINA NR. 2 0 0 / ■ , v" ■; A causa di problemi tecnici non viene effettuata nessuna registrazione fino alle ore 17.38. V Ore 17.38 da giri 000 Piercarlo è solo in negozio. Ore 18.15 da giri 54 si registra l’entrata e l’uscita di alcuni clienti. Conversazioni amichevoli e professionali non pertinenti Seguono delle telefonate. Alle ore 19.26 Piercarlo esce con un uomo. Ore 19.43 da giri 853 Piercarlo rientra in negozio e accende la radio. Segue una conversazione incomprensibile, in quanto coperta da dei rumori provenienti dall’esterno, con un uomo. Ore 19.50 Giampaolo chiama Piercarlo dopodiché Piercarlo accende la radio. Ore 20.44 da giri 2000 si registra l’arrivo di Giampaolo e successivamente i due escono. Ore 21.53 da giri 2590 si sente Piercarlo rientrare in negozio con la Paola ROSSI. Le conversazioni sono coperte dai forti rumori provenienti dall’esterno. Alle 22.07 Piercarlo e Paola escono e chiudono il negozio. Alle ore 23.10 da giri 3260 Piercarlo rientra in negozio da solo e alle 23.59 riceve una telefonata da Giampaolo. - 29 maggio 1996 -

ubicata in via Dei Tulipani nr. 1 Mogliano Veneto (TV).' Proc. Pen. nr. 6071/95 R G .N .R mod.21 - 2888/95 P_I.T. Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost.

T - M a cioè... Non sanno come stamparlo...(t.c.) se qui..(t.inc.) di la.... (f.inc.). M - Allora bisogna sentirlo adesso... no hai visto l’articolo su...(t.inc.) T - Di oggi, no, non ho visto...(t.inc.) M - Quelli che vanno a tempo reale. T - Ho sentito POLI....(t.com.), ne ha parlato con il magistrato di Bologna (t.com.) M - Sono loro.....sai... sono loro che ci stanno a fare delle cose, la cosa del DELFO..... è DELFO che non è.... T - RUDL RUDI mi ha...(t.inc.).. M - Perchè sono loro che vanno a dire fuori le cose.... le malelingue (t.c.) che nessuno lo sa...(f.inc.)....GIRAUDO... ma questi non li muove nessuno..(f.com.) T - Comunque, doveva dirmi che lei ieri...(f.inc.), i coglioni “ SE GA’ SOFÀ” ’ (si sono calmati)., perchè... M - Poi io mi ero affidato (t.com.) di non dirtelo., di muovere queste cose, soprattutto... vado via anch’io per non fare... T - No... nella maniera più assoluta perchè... M -...(f.inc.) T -....(t.inc.) M -E D E L F O .... T -....(f.inc.) M - E ’ un figlio di puttana...no! T - Io ti capisco, perchè anch’io devo decidere come comportarmi...insomma (f.com.) rispondere perchè siete...(f.inc.)...indagato.... M - Perchè noi siamo l’organizzazione che sa la... i camerati (t.inc.) te quello che interessa è trovare......... T -...(t.inc.) per quello hanno chiamato. M - E’...e allora vedi che SALVINI... (f.inc.) T - Certo! £ M -...(f.inc.) è c’è una che ascolta uno e gli è venuta un ottima speranza.... T - SALVINE è stato denunciato... M - E ’ cosi...(t.inc.) che alle cose non c’eri...(f.c.) T -...(f.inc.) M -...(f.inc.) T - No...comunque Piercarlo tu non ci stai-... M -N o ... T - Questo è il sistema...(f.inc.) M -...(f.inc.) T -...cioè una cosa poi...(f.inc.) ma non proprio questa però...non ci puoi andare con l’avvocato... M -... (f.inc.) T - E dopo dal PIERO...per favoreggiamento.... la parte del PIERO, non ho capito bene... M - Va bè, ma non è neanche sbagliata. T - Perchè..il favoreggiamento è sempre per...(t.inc.) non si capiva da loro... M - Il favoreggiamento è per le cose degli attentati... T .- Ma no, il favoreggiamento... che cazzo dici... — M -...(f.inc.) T -H m ! M -...(f.inc.) T - Non sarebbe reticenza...(t.c.) M - Allora del MAGGI...(t.inc.)

ubicata in via Dei Tulipani nr. 1 Mogliano Veneto (TV). ... Proc. Pen. nr. 6071/95 RG.N.R. mod.21 - 2888/95 R.I.T. Dr.ssa Grazia PRADELLA SosL

Sicuramente per le... che io faccio... Per le dichiarazioni che io faccio... Giraudo...confermare di sicuro. E Casson...(fine.) ' (Le voci si accavallano rendendo incomprensibile il dialogo) T - Certo! quindi lei è.venutaqui per avere dichiarazioni...(t.inc.) poi siamo riusciti a tamponare, ad arginare.. vY’ .: -------- ; ■ P -...(t.inc.) = ••• ■ • • :: : ’ - •• • • T - No...(t.inc.) mi ha chiesto della tua famiglia, tuo papà, i rapporti con i tuoi fratelli,...no contrari...che ci sono state delle discussioni......(t.inc.) se lei mi dice che...(t.inc.) si nasconde molto bene, che eu n a /.d ic e la Pradella... lei non da certo l'impressione di uno che sappia il fatto suo, lei così, lei colà,!.(t.inc.) è una persona diversa dal solito, che si comporta in un certo modo e che non sempre sa dare il giusto peso..(t.inc.) che sono affettivamente legato a lei, perchè è amica di famiglia che devo dire..'.(t.inc.) e io gli ho detto ma perchè dice piuttosto viene da lei a farsi dare dei consigli piuttosto che andare da mia moglie? Mia moglie su certe cose...(t.inc.). Che stia a discutere o che pensi di risolvere i problemi, tanto gli dice una cosa una volta...(t.inc.) io te l'avevo detto...(t.inc.) che avevi detto che a verbale era stato messo... ' R -...che non ho mai detto... T-...che rendeva l'idea, no!.'.:(t.inc.) ' M -C o s a ti ha chiesto...(t.inc.)• T - Ma! Vedi, cosa ti ho detto... non solo non mi ha chiesto..., ma neanche quando ti ho tirato dentro io.......... - •••■ > -•............................................................. R -...(t.inc.)...non era una cosa che gli interessava, no! Mi ha comunque detto che ti chiama... M -... chiaro così fa quel cazzo che vuole... (t.inc.) T - Si, si mi ha anche detto che ti può chiamare “ad horas”. M - Figurati! Si va bene! Siccome... T -... (t.inc.) quarantott’ore... (t.inc.) ha detto “ad horas” . B -...(t.inc.) devono essere pazzi, comunque! M -...(t.inc.) T - Lo sa che io posso, posso parlarti! B (t.inc.) à prendere...(t.inc.) a.prendere. • T -... non lo so è che questo è il parere Ubero del quale... per fortuna non abbiamo una condanna noi... M -...(t.inc.) per fortuna! T - Mi sta bene... (t.inc.) voi avete i suoi altri elementi... (t.inc.) giacché dice...(t.inc.) con i nomi, cosa,., come si sta comportando...(t. ine.)... non l’hai sentito. M -...(t.inc.)per l’ultimo...perchè? (in lontananza si sente Michela dire:“Noo. M a allora” Probabilmente riferito al figlio) T - Perchè chi va dicendo il conflitto (t.c.) di quel discorso che ha detto lui? (t.c.) (le voci si accavallano) T - Questo l’abbiamo anche detto, però? E ’ la tua! Sul piano che si è assunto...importante! M -...(t.inc.) non passare al MAGGI... (t.inc.). (le voci si accavallano) M -... il fatto che Rudi sia venuto...(t.inc.) e loro non hanno, non sanno? T - Gliel’ho chiesto...(t.inc.) se a questo punto...(t.inc.) quando è che è venuto Rudi?... anche Rudi è seguito..'.- perchè mi è arrivato qua all’una...l’una...(t.inc.) M -... (t.inc.) giovedì notte... ( t . i n c . ) . : -'-r T -N o! Va bene! No, ma ci pensi, perchè è venuto, ha fatto un giretto ha controllato... ha visto che ’ io'avevo la luce accesa si..7(t.ine.) ha fatto bene tutto sommato! , .... M -...(t.inc.) 'di notte perchè..-.-’(t.inc;) ui-u x ìs j ìì .. . R o u t i n e .) w

--.— I

y

-’I T ^ - Jfcl -> »*-

, .

Ambientale abitazione TRING ALI Stefano . ubicata in via Dei Tulipani nr. 1 Mogliano Veneto (TV). Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod.21 - 2888/95 R.I.T. Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost.

Tì D

H U 1

■ "J Q

perchè visto che tu sei imputato per Delfo ZORZI... Di seguito MONTAGNER chiede al TRINGALI se lui (Piercarlo) con quello che ha, potrebbe assieme ai suoi avvocati andare da CASSON... Stefano al riguardo non risponde ma chiede (rivolto al MONTAGNER) se sia stato avvicinato dai Carabinieri... Piercarlo risponde di si! _Stefano chiede se sia stato per notificargli questa “roba qua”, ottenendo risposta positiva dal MONTAGNER il quale in merito, dice : “ M a però si vede che sono i ROS che hanno in mano questa roba qua.... “ Stefano dice : “ Di tutto quello che immaginavo, queste sono le cazzate più grosse... il favoreggiamento “ Piercarlo ribatte dicendo : “ Non hanno altro... “ Successivamente Stefano dice : “ Adesso...’ no perchè tu prenda paura... temiamo che se da MAGGI e a Delfo, per la faccenda di Piazza Fontana... comparisse il tuo nome (rivolto a Piercarlo)... e onestamente questo non è ancora escluso...” Piercarlo in merito risponde : “ Non c’è scritto da nessuna parte... “ Stefano ribatte : “ Se gh avvocati non si muovono in questo senso... “ M - Ma no... e lo dicono... c’è scritto fino a Trieste e non c’è scritto altro... T - Come fino a Trieste? M - Qui siamo a... con ANDREATTA siamo a Mestre... qui siamo nelle cave... (t. ine.) (probabilmente MONTAGNER sta facendo vedere delle foto in suo possesso)... con Delfo... quello di Delfo... della PREDELLA però... perchè-io di SALVINI... di Delfo non so niente... in concorso con Martino SICILIANO e altre persone... Scuola Slovena... Quindi il TRINGALI chiede con tono di voce alterato (rivolto al MONTAGNER) : “ Ma tu c’eri o no?... “ Piercarlo risponde negativamente e dice : ” Però ci sono le altre persone che., poi a loro servono per metterci dentro... “ Anche Stefano in merito condivide il pensiero di Piercarlo dicendo : “ Sono sempre, le altre persone... perchè sono i rei confessi... che sono i famosi supporter... Piercarlo dice : “ C’è scritto che il furto della “roba” è stato fatto da ZORZI, MONTAGNER e altre persone... “ Al riguardo Stefano dice : “ Tre... non fanno associazione a delinquere... ce ne vogliono cinque... e la stessa cosa è successa a loro... perchè loro hanno condannato la Cinzia, la PARMIGGIANI... perchè sono in cinque... associazione a delinquere... “ M - Vorresti farmi credere che le altre persone siano di buona fede come te... gli altri cercano solo di mettertelo in culo e basta... perciò non esiste l’esplosivo e basta! L ’esplosivo non esiste... T - Basta, fine! . M - Quando io dico che l’esplosivo non esiste... siccome per fortuna non sono testimone... adesso, l’esplosivo... non esiste, basta... perchè siccome non.esiste l’esplosivo, non esiste neanche più niente... e allora ricordati che l’esplosivo... “ T - Ma per me non esisteva neanche lo stesso... che cazzo di discorsi sono... e poi ripeto ancora, qui si parla di esplosivo... M - Io non so neanche quale era... e questi nomi mi sono completamente... tipo la 500.;. T - No, ha detto era un vecchio Volkswagen, con il rostro davanti... perchè MAGGI mi diceva... con questa ci vado in culo al mondo... e quell’altro ha detto è un 1100... CAMPANER dice questo... io MAGGI l’ho conosciuto nel ‘69 e aveva un 1100... quindi escludo che prima avesse anche un’altra macchina... un 1100 bianco... M - Era l’ultimo tipo... T - Dopo di quello... ha avuto una Opel... quando mi ha chiesto, ho dovuto dire che Roberto MAGGIORI ha avuto una crisi mistica e che quindi lui ha nella memoria quello che gh viene in mente adesso... ma che una volta era anche lui con i sfigati... concordiamo, no! -........... R - Il telefono... non funzionava... M - No, ho pagato un sacco di soldi di bolletta... (presumibilmente riferito alla telefonata di contatto con Delfo) T - E ’ un dato di fatto che tu sei andata lì... al confronto... lui aveva già l’avviso per

v

Ambientale abitazione TRINGALI Stefano ,. "' |~. ]■ :■% .'•Jh ubicata in via Dei Tulipani nr. 1 Mogliano Veneto (TV). . ’ .y (J Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R. mod.21 - 2888/95 R.I.T. Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost "x ’ . ■: • '

è acceso il campanello, stai a vedere che è il cretino di SALVINI... (f. ine.) che loro adesso rispondono con quella data... (f. ine.) mettevano in piedi... (f. ine.) Martino SICILIANO è stato lapidato... perchè ubriacone, drogato... venduto... adesso per sopportare questo... loro dicono... : “ Ah,.si! Quindi è un uomo venduto, drogato... allora perchè lo aiutavate alla fine? ” Ecco tutta la ‘teoria qual è, ed è logico che sia così, perchè~se;il Delfo-è riuscito.-..1 , attraverso l’intervento di- ;• MAGGI,11’esposto di CASSON..'. questo andrà à dire... Martino SICILIANO... (f. ine.) drogato e venduto... perchè il MLAGGI si è rivolto... perchè anche da lui è arrivato il capitano a rompere i coglioni... e io ho testimoniato con CAMPANER che mi ha detto che il capitano gh ha rotto i coglioni... (f. ine.) allora, a questo punto loro dicono, si!... allora se vi rompeva i coglioni, se era un test inattendibile... (f. ine.) perchè lo facevate scappare... ? - Le voci si sovrappongono T - E là, Piero era in perfetta malafede... e Martino era già stato pagato... (f. ine.) M -... (f. ine.) T - Carletto viene e mi dice che il giorno prima del... due giorni prima dell’articolo sul gazzettino, Martino è convocato alla DIGOS di Venezia, passa tutta la giornata alla DIGOS di Venezia... M -... (f. ine.) T - La DIGOS di Venezia non ha niente a che spartire con i ROS di Padova... quindi a livello di DIGOS di Venezia... possiamo ancora credere alla buona fede di Martino... Martino viene sentito alla DIGOS di Venezia, va via... due giorni dopo viene buttato in una pagina di giornale... B - E ’ stato prima che uscissero fuori tutta la storia di Delfo... T - E ’ cazzo... un anno prima, non sei mesi prima... dopo questo episodio strano... (f. ine.) arriva un avviso di garanzia per una serie di attentati... in particolare l’attentato alla Cattolica di Milano... va bene, nessuno aveva il coraggio di chiamare Delfo e l’ho chiamato io... e io gli ho detto guarda che succede così, così, così... : “ Ma io (risposta di Delfo) non so neanche chi-fosse... “ ma qua, ma su, ma giù... (f. ine.) preso Martino... da questo lo hanno preso e lo hanno coinvolto con quell’altra faccenda ... altro che la DIGOS di Venezia, sono intervenuti i ROS e la cosa... (f. ine.) altra dimensione. Stiamo perdendo di vista quelle che sono le nostre cose... allora... (f. ine.) che deve ancora.finire Piazza Fontana... può essere che mi cacciano dentro per il discorso di Piazza Fontana... però sappiamo che Delfo... (f. ine.) non ha visto il suo ascritto di quello delle persone che concernano Piazza Fontana... giusto! M -... (f. ine.) io di Piazza Fontana non gli-ho-detto un cazzo... T - Allora, Delfo quando è.stato chiamato là, perchè poi è stato chiamato là... M - A Piazza Fontana non parlano di nessuno... arrivano fino a Trieste e poi non parlano più un cazzo di nessuno... T - Ecco perchè è ancora una storia chiusa e quindi è giusto che non ne parlino... M -... (f. ine.) T - Allora tom a il sospetto delle cinque persone, perchè sono cinque le persone, di cui ne abbiamo sicuramente identificate tre... va bene, che sono... M -... (t. ine.) T - MAGGI, M ATER (t. c.)... gli altri due chi sono?... (f. ine.) - Le voci si sovrappongono M -... (f. ine.) l’esplosivo non l’ho mai visto... T - Certo... (f. ine.) M - L’esplosivo non esiste... T - Quindi Michela e anche Paola, se voi leggevate attentamente i giornali... (f. ine.) conservati, perchè me li rileggo anche dove che ho i dubbi... la PRADELLA è intervenuta soltanto due volte ■giornalisticamente parlando, dove ha dovuto smentire... (f. ine.) una risposta precisa... (f. ine.) no! Quando le hanno chiesto... sono state adottate... (f. ine.) per Delfo ZORZI, no!... quindi vuol dire .'ty -sono cinque, sono cinque... (t. ine.) " che non c’è neanche... (f. ine.) aldilà di questo rimane... Martino, Delfo, MAGGI e i due... (f. ine.)

A / 1.'V

Ambientale abitazione TRINGALI Stefano ~'S ubicata in via Dei Tulipani nr. 1 Mogliano Veneto (TV). Proc. Pen. nr. 6071/95 R.G.N.R1 mod.21 - 2888/95 P.I.T. Dr.ssa Grazia PRADELLA Sost
? I.. ¥.

S - Ma no, ma neanche questo Giulia, perchè purtroppo non puoi ... non dire a gli altri il nome di chi ... (f. ine.) Piazza Fontana ... M - Che a me l’hai detto ... le hai detto che Delfo ZORZI (t. ine.) bombe (t. ine.). s - ew ■ _ • ■ \ ..........._ M - ... (f. ine.) dire si o no..............i.---------- --- ‘ :. ... _ ............... S - No, ma io gli ho detto anche questo ... dico guardi dico’se le i... .(f. ine.) a me l’ha chiesto ... (f. ine.) io la mano sul fuoco ... vorresti dire che Delfo ZORZI ... (fi ine.) una persona di una certa intelligenza (t. ine.) c’è sicuramente la persóna che risponde a determinati requisiti ... a me volete dire che i Servizi Segreti hanno finanziato Delfo ZORZI, no ... (f. ine.) sono entrato che la ditta fatturava settecento milioni ... (f. ine.) a me ... (fi ine.) io le posso documentare, passo dopo passo ./. che c’è stata una crescita finanziaria ... (f. ine.) Delfo ZORZI,'perchè là copiavano 77 Massimiliano FACHINI, no! GIANETTINI, no! Stefano DELLE CHIAIE, no! E adesso si inguaia Delfo ZORZI, ‘ : dico perchè bepi scoassa , no (termini sottolineati che nel dialetto veneto possono venire intesi come lo “scemo del paese”) perchè bepi scoassa non ce la fa ... ma quell’amico BONCORSI (termine sottolineato compreso) ... (t. ine.) quando è stato messo davanti al- maresciallo dei Carabinieri a Padova ... che mi ha detto (t. ine.) MONTAGNER ... (f. ine.) Piazza Fontana ha detto, non gli credo neanche se me lo dice lu i... gli ha risposto ... G- . . . (f.inc.) ... — . . . . . . S - E si figuri che un comunista ... Le voci di Giulia e Michela vengono coperte dal volume del televisore. S - ... (f. ine.) in questo preciso momento, per chi ... per chi ho paura io ... (f. ine.) M -... (f. ine.) - . S -... (f. ine.) è venuto.fuori sui giornali, però qual è il dramma di CASSON, perchè in fondo adesso Gladio ... (f. ine.) perchè l’indagine continua a Milano, perchè è impensabile ... dice ... perchè non possono ... (f. ine.) e poi ricostruire ... (f. ine.) perchè è impensabile che uno prenda una borsa e gli fa mettere una bomba, parte da Mestre con il treno, arriva a Milano e la mette dentro una banca ... perchè Delfo non guida la macchina ... (f. ine.) M - ... (f. ine.) S - No ! ... Le voci di Giulia, Stefano e Michela vengono coperte dal volume del televisore. M -P erch è io ... (f. ine.) mentre stavo aspettando l’ho sfogliato ... S - E ’ questa la foto? M- . . . (f.inc.) S - E’ questa la foto? M - ... (fi ine.) . S - Michela, perchè è fatto ... (f. ine.) M - No ... (t. intr.) S - E ’ quella la foto, la camicia è quella ... M - Noo ... (f. ine.) S - Ma no il fax ... è quella la foto ... pensavo quella del passaporto e ho tirato fuori la carta di identità... (f. ine.) • Le voci di Stefano e Michela vengono coperte dal volume del televisore. S - ... (f. ine.) chi cazzo è ... sono anni ormai che lui ... non sanno chi cazzo prendere ... ----- M - Dopo lei mi ha detto ... si chiama Chiara ... ha ragione, si chiama Chiara ... allora mi fa ... papale, mi ricordavo la Renata (f. ine.) . . : S - A questa cosa gli ho detto io SPATARO ... (fi ine.) M - Non sapeva che questo fosse ... (f. ine.) • ' •? , S - ... (f. ine.) sta dicendo le i... Chiara ... (f. ine.) .. M - ... (fi ine.) ; ;
...~ ' ® « i f e Ì 4 8

... ...

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful