Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 8

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: SURROGAZIONE DEL CONSIGLIERE TALLARITA NICOLA NELLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE PER DIMISSIONI DELLO STESSO.

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21,00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO GORLA LUCA TAVECCHIO DIEGO TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA BOMBONATO FABIO ANDREA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI AG SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: SURROGAZIONE DEL CONSIGLIERE TALLARITA NICOLA NELLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE PER DIMISSIONI DELLO STESSO. Ad inizio seduta il Segretario, Dr. Salvatore Ferlisi, procede all’appello. Assente giustificato il Cons. Bombonato. Il Presidente del Consiglio Comunale chiede di osservare un minuto di silenzio in memoria del Sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati, scomparsa tragicamente. Prima di iniziare con la trattazione degli argomenti all’ordine del giorno, il Presidente comunica che il Cons. Pogliani, Vice Presidente del Consiglio Comunale, ha rassegnato le dimissioni dalla carica di componente supplente della Commissione elettorale per incompatibilità tra le cariche di Vice Presidente del Consiglio e di membro della Commissione elettorale. In tal caso, il Presidente specifica che non è necessario procedere alla nomina di un componente sostitutivo in quanto la normativa prevede unicamente la ricostituzione della Commissione elettorale nella propria totalità e soltanto nell’ipotesi in cui la medesima non possa più validamente operare. Il Presidente dà quindi il benvenuto al Cons. Milani che partecipa alla sua prima seduta di Consiglio Comunale di questa legislatura e ringrazia tutti i Consiglieri Comunali che hanno tempestivamente aderito all’invito della Presidenza ad attivare una casella di posta elettronica certificata per tutte le notificazioni necessarie. Prende la parola il Sig. Sindaco per informare che, nei prossimi giorni e nei termini di legge, verranno comunicate ai Consiglieri le linee programmatiche dell’azione di governo per poi portare all’approvazione del Consiglio Comunale il documento definitivo. Il Sindaco comunica, inoltre, che è stata avviata la procedura di rinnovo della Commissione paesaggio. Il Presidente procede ora con l’illustrazione del primo argomento iscritto all’o.d.g. Per la discussione si rimanda alla trascrizione integrale, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata.

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che con deliberazione consiliare n.1 del 27/06/2013, immediatamente eseguibile, è stata convalidata l’elezione alla carica di Consigliere Comunale del Cons. Tallarita Nicola, appartenente alla lista Tallarita Sindaco-Tallarita per Seveso nelle ultime elezioni comunali; Vista la nota prot. n. 15845 del 17/07/2013 con la quale il Cons. Tallarita Nicola rassegna personalmente le proprie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale; Considerata la necessità di provvedere alla sua surrogazione nella carica di Consigliere Comunale ai sensi dell’art. 38, comma 8, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali; Richiamato l’art. 45, comma 1, dello stesso T.U. che consente di attribuire il seggio rimasto vacante per qualsiasi motivo al candidato che nella medesima lista segue immediatamente l’ultimo eletto; Dato atto che il Sig. Alampi Natale, con cifra individuale n. 820, è il candidato che nella lista Tallarita Sindaco-Tallarita per Seveso segue immediatamente l’ultimo eletto, così come risultante dal verbale delle operazioni dell’Ufficio Centrale (prot. n. 13146 dell’11/06/2013); Richiamate le norme di cui al capo II, titolo III, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali relative all’ineleggibilità ed incompatibilità per i Consiglieri Comunali;

2

Visto il D.Lgs. n°39/2013, capo VI recante “Incompatibilità tra incarichi nelle pubbliche amministrazioni e negli enti privati in controllo pubblico e cariche di componenti di organi di indirizzo politico”; Rilevato che nei confronti del Sig. Alampi Natale non sussistano motivi di incandidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità previsti dal capo II, titolo III, del D. Lgs. 267/2000 né i motivi di incompatibilità di cui al capo VI del D. Lgs. 39/2013; Visto l’art. 38, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti locali; Visti i pareri espressi ai sensi dell’art. 49 dello stesso T.U.; Visto l’art. 134, comma 4, del suddetto Testo Unico; Alla presenza di n. 15 Consiglieri Comunali, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA 1) La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata; 1) Di surrogare nella carica di Consigliere Comunale il Sig. Alampi Natale, appartenente alla lista Tallarita Sindaco-Tallarita per Seveso con cifra individuale n. 820, in sostituzione dal Sig. Tallarita Nicola, dimissionario; 2) Di convalidare l’elezione a Consigliere Comunale del Sig. Alampi Natale, dando atto che nei confronti del medesimo non sussistono motivi di incandidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità previsti dal capo II, titolo III del D.Lgs. 267/2000 né i motivi di incompatibilità di cui al capo VI del D. Lgs. 39/2013; 3) Di dare atto di quanto previsto dall’art. 38, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali; 4) Di dare atto che sono stati acquistati i pareri prescritti dall’art. 49 dello stesso T.U.; 5) Di comunicare la presente deliberazione all’Ufficio Territoriale del Governo per gli adempimenti di competenza.

Alla presenza di n. 15 Consiglieri Comunali, ad unanimità di voti favorevoli, il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali.

*******
Il Presidente dà il benvenuto al nuovo Consigliere, Sig. Natale Alampi e, su richiesta del Consigliere medesimo, dà lettura alla lettera di dimissioni del Cons. Tallarita. Segue un breve intervento di saluto e ringraziamento del Cons. Alampi.

Allegati: - dimissioni Cons. Tallarita Nicola - pareri

3

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.8
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 8 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013
PUNTO 1) SURROGAZIONE DEL CONSIGLIERE TALLARITA NICOLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE PER DIMISSIONI STESSO. NELLA DELLO

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Procediamo con l’appello nominale. SEGRETARIO COMUNALE Butti. SINDACO BUTTI PAOLO Presente. SEGRETARIO COMUNALE Garofalo. CONS. GAROFALO GIORGIO Presente. SEGRETARIO COMUNALE Argiuolo, Bizzozero, Bonito. CONS. BONITO ALESSANDRO Presente. SEGRETARIO COMUNALE Cappelletti. CONS. CAPPELLETTI ERSILIA T. Presente. SEGRETARIO COMUNALE Milani. CONS. MILANI GIOVANNI B. Presente. SEGRETARIO COMUNALE Fumagalli. CONS. FUMAGALLI ROBERTO Presente.

1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 8 del 26/07/2013

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Posso dire una cosa? Una nota tecnico, anche per il “presente”, è necessario dirlo al microfono, con il microfono acceso per via della registrazione. SEGRETARIO COMUNALE Pogliani. CONS. POGLIANI NADIA Presente. SEGRETARIO COMUNALE Bombonato. CONS. GORLA LUCA Bombonato è assente. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Giustificato. SEGRETARIO COMUNALE Gorla. CONS. GORLA LUCA Presente. SEGRETARIO COMUNALE Pagani. CONS. PAGANI ROBERTO Presente. SEGRETARIO COMUNALE Tavecchio. CONS. TAVECCHIO DIEGO Presente. SEGRETARIO COMUNALE Vaccarino. CONS. VACCARINO MASSIMO Presente. SEGRETARIO COMUNALE Tagliabue. CONS. TAGLIABUE DANIELE Presente. Buonasera. 2

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 8 del 26/07/2013

SEGRETARIO COMUNALE Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Presente. SEGRETARIO COMUNALE Siamo in quindici, giusto? Ok, siamo in quindici. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Buonasera a tutti. Adesso il Consiglio Comunale farà un minuto di silenzio in onore di Laura Prati, Sindaco di Cardano al Campo, colpita perché cercava di fare bene il proprio lavoro, ossia quello di Sindaco. Buonasera a tutti. Allora, prima di cominciare con il Consiglio Comunale con i punti all’ordine del giorno, ci sono delle veloci comunicazioni da parte mia e da parte del Sindaco. A me preme informare il Consiglio Comunale in merito alle dimissioni della Consigliera Nadia Pogliani come membro sostituto della Commissione Elettorale, poiché questa carica è incompatibile con il ruolo da vice Presidente del Consiglio Comunale. Non c’è bisogno di sostituzione o di surroga in merito a questo membro in quanto la legge prevede che la Commissione debba essere ricostituita nella sua totalità solo nella misura in cui la stessa si trovi impossibilitata ad operare, quindi quando la Commissione perde un numero sufficiente di membri tale da non poter operare più. La seconda comunicazione non è una comunicazione, ma è un benvenuto, un benvenuto al Consigliere Milani, che è alla sua prima adunanza in questa legislatura. E poi un ringraziamento a tutti i Consiglieri comunali che subito hanno aderito all’invito di istituire la propria casella di posta certificata, quindi va riconosciuta a voi. So che quasi tutti l’hanno fatta e qualcuno la sta facendo, quindi mi sembra giusto riconoscere che ci sia una certa attenzione, un’attenzione della quale beneficia e beneficerà il nostro Comune in termini di efficienza e di risparmio. Quindi mi sembrava corretto. Adesso io lascio la parola al Sindaco per due brevi comunicazioni. SINDACO BUTTI PAOLO Grazie. Buonasera. Dunque, sono due comunicazioni che riguardano: uno, la presentazione delle linee programmatiche, noi consegneremo a tutti i Consiglieri comunali le linee programmatiche entro il termine dell’11 agosto per mettere in condizione i Consiglieri di esprimere le opinioni delle integrazioni, dopodiché ci sarà un momento di confronto per portarle poi in aula, come previsto dalla normativa. 3

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 8 del 26/07/2013

L’altra comunicazione riguarda il rinnovo dei componenti della Commissione Comunale per il Paesaggio. Già sul sito del Comune si trova l’informazione al riguardo del rinnovo di questa Commissione, volevo darne conoscenza direttamente anche ai Consiglieri comunali leggendo questo breve documento che mi è stato redatto dall’Ufficio Urbanistica. Ai sensi e per gli effetti della deliberazione di Giunta Comunale n. 11, del 18/07/2013, con la quale è stato deliberato il rinnovo della Commissione Comunale per il Paesaggio e approvati gli indirizzi ed i criteri per la valutazione e per la selezione dei candidati a componente, con il bando in data 19/07/2013, protocollo 16094, è stata indetta una selezione pubblica per il rinnovo della Commissione, che dovrà essere composta da membri esperti aventi particolare e qualificata esperienza nella tutela paesaggistica ambientale. Il Comune di Seveso ha istituito, nominato e disciplinato la Commissione per il Paesaggio con deliberazione della Giunta Comunale n. 67, del 17 aprile 2009, formata da cinque componenti, che fissa la sua durata in carica sino alla scadenza del mandato consiliare e comunque fino alla nomina della nuova Commissione, che ora si è inteso rinnovare. La Commissione per il Paesaggio, prevista dall’articolo 148, del Decreto Legislativo 42 del 2004, è l’organo tecnico consultivo del Comune incaricata di valutare nelle aree interessate dal vincolo paesaggistico la qualità dei progetti, con riguardo al loro corretto inserimento del contesto urbano alla compatibilità paesaggistica dell’opera. Compete alla Commissione per il Paesaggio l’espressione del parere obbligatorio in merito al rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche di competenza del Comune, che costituisce elemento di valutazione paesaggistica delle trasformazioni proposte avente natura ed effetti diversi, separati rispetto alla valutazione edilizio urbanistica. Il bando di selezione, a cui è allegato il modulo di domanda, è pubblicato all’albo pretorio online e sul sito web del Comune a far tempo dal 19 luglio 2013 e sino alle ore 12,00 del giorno 6 settembre 2013, termine di scadenza per la presentazione delle candidature. La selezione avverrà sulla base dei curricula presentati dai candidati i quali dovranno essere in possesso dei requisiti dettati dalla normativa vigente e non dovranno trovarsi nelle condizioni di incompatibilità con la carica di componente della Commissione, come riportati nel bando. Visto il periodo estivo, l’Amministrazione ha deciso di prolungare sino al 6 settembre il termine per la raccolta delle candidature, così da poter consentire una maggiore adesione agli interessati. La Giunta Comunale, scaduto il termine fissato, procederà nel rinnovo della Commissione a seguito di comparazione dei curricula pervenuti. Il bando è stato trasmesso per la conseguente pubblicazione anche agli Ordini professionali degli architetti e degli ingegneri della Provincia di Monza e Brianza ed al Collegio dei Geometri. 4

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 8 del 26/07/2013

Finito. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Sindaco. Bene, procediamo con il Consiglio Comunale, punto 1: “Surrogazione del Consigliere Tallarita Nicola nella carica di Consigliere Comunale per dimissioni dello stesso”. Come sapete, durante l’ultimo Consiglio Comunale, il Consigliere Tallarita aveva annunciato verbalmente le proprie dimissioni. Poi, successivamente, le ha protocollate al Protocollo, quindi adesso si rende necessaria la surrogazione che avverrà con la sostituzione del primo dei non eletti. Dato che il signor Alampi Natale, con cifra individuale n. 820 è il candidato della lista “Tallarita per Seveso – Tallarita Sindaco – Tallarita per Seveso”, che segue immediatamente l’ultimo eletto, così come risultante dal verbale delle operazioni dell’ufficio centrale, invito a questo punto il Consiglio Comunale, usando lo stesso procedimento che abbiamo utilizzato nei nostri confronti di sollevare eventuali motivi di incandidabilità, ineleggibilità e incompatibilità previsti dalla legge. Se non ci sono interventi, a questo punto, mettiamo in votazione la delibera. Chi è favorevole? Unanimità. E’ necessario votare anche l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità. Invito, pertanto, il Consigliere Natale Alampi a prendere posto. Mi permetto di porgere anche al Consigliere Alampi un augurio di in bocca al lupo e di buon lavoro, sono certo che le nuove, io, se non erro, Lei dovrebbe entrare per la prima volta in questo Consiglio Comunale ed io avevo detto al primo Consiglio che tocca alle nuove leve dare nuova energia alla macchina istituzionale del Comune e quindi faccio lo stesso augurio anche a Lei. Se non ci sono interventi, prego Consigliere Alampi. CONS. ALAMPI NATALE Buonasera a tutti. Io, prima di fare un breve discorso d’ingresso, vorrei, Presidente, che, su richiesta del Consigliere Tallarita, venisse letta in aula la lettera di dimissioni del Consigliere stesso. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Come ho detto all’inizio, appunto, Tallarita, avendo dato le dimissioni ora a tutti gli effetti, Lei ha preso il suo posto, quindi semmai io la posso leggere, ma su sua personale richiesta, nel senso che... CONS. ALAMPI NATALE Va bene. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Allora procedo alla lettura integrale del testo delle dimissioni del Consigliere, anche perché, tra l’altro, è allegato agli atti del Consiglio Comunale. 5

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 8 del 26/07/2013

Io sottoscritto Nicola Tallarita, nato a Gela l’11 giugno 1963, in qualità di Consigliere comunale della lista civica “Tallarita per Sesevo”, con la presente rassegno irrevocabilmente le dimissioni dalla carica di Consigliere comunale. Vorrei precisare che le dimissioni che, mio malgrado, mi vedo costretto a rassegnare sono dovute ad un possibile futuro conflitto di interessi che potrebbe porsi nei confronti del Comune di Seveso. Il Comune di Seveso si è costituito in giudizio a difesa dell’operato dei propri funzionari nei confronti di una società riconducibile alla mia famiglia e, pertanto, non vorrei mettere la mia posizione di Consigliere in conflitto morale nella prosecuzione del mio incarico. Nessun regolamento mi vieterebbe di proseguire il mio impegno istituzionale in difesa e nell’interesse dei cittadini che mi hanno dato fiducia nella tornata elettorale, ma ritengo doveroso moralmente fare un passo indietro nell’attesa che venga conclusa la vicenda. Come ho avuto già modo di affermare nel precedente Consiglio Comunale del 27 giugno, il mio non è un addio all’impegno verso la città di Seveso, ma un arrivederci. Preciso che il mio impegno per la città di Seveso non si esaurisce certo con le mie dimissioni. La lista civica “Tallarita per Seveso” sarà rappresentata all’interno del Consiglio Comunale da un Consigliere comunale che, insieme al sottoscritto e a tutti i componenti della lista, si impegneranno affinché vengano realizzati gli impegni presi con i cittadini in campagna elettorale. Auguro al Consiglio Comunale ed al suo Presidente un buon lavoro. Quindi questa è la lettura integrale della lettera di dimissioni. Prego. CONS. ALAMPI NATALE Niente, io volevo fare un saluto a tutta l’assemblea, al Sindaco, al Presidente del Consiglio, al Segretario Generale, agli Assessori, al pubblico presente, come mi aveva anticipato Lei, Presidente, è la mia prima esperienza amministrativa. La lista “Tallarita per Seveso, che io rappresento, è all’opposizione, ma farà un’opposizione costruttiva che si basa sui contenuti e sui programmi che verranno esposti. Quindi, se la maggioranza proporrà degli interventi e delle mozioni che noi riterremo convergenti al nostro programma, voteremo sicuramente nella direzione che segue il nostro programma. Io avrei concluso. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Alampi.

6

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 9

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: LETTURA ED 25/06/2012 - 30/07/2012 APPROVAZIONE VERBALI SEDUTE

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI SEDUTE 25/06/2012 - 30/07/2012 Il Presidente del Consiglio Comunale illustra il punto all’o.d.g. Per la discussione si rimanda alla trascrizione integrale, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto che sono stati presentati per l’approvazione i verbali delle sedute del Consiglio Comunale del 25/06/2012 e 30/07/2012; Ritenuti i medesimi, sia in motivazione che in dispositivo, conformi alla volontà espressa; Visto il D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”; Visti i pareri resi a norma dell’art. 49 del Testo Unico sopra citato, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Visto il seguente risultato della votazione: Consiglieri presenti: Voti favorevoli: Voti contrari: Astenuti: n. 16 n. 14 nessuno n. 2 (Pagani, Alampi)

D E L I B E R A 1. 1. La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata; Di approvare i verbali delle deliberazioni adottate nelle sedute del Consiglio Comunale del 25/06/2012 e 30/07/2012, depositati agli atti.

Alla presenza di n. 16 Consiglieri, con n. 14 voti favorevoli, nessun contrario e n. 2 astenuti (Pagani, Alampi), il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134 comma 4 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali. Allegati: pareri.

2

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.9
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N°9 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 2)

LETTURA ED 30/07/2012.

APPROVAZIONE

VERBALI

SEDUTE

25/06/2012

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo al punto 2): “Lettura ed approvazione dei verbali sedute 25 giugno 2012, 30 luglio 2012”. In relazione a questo punto dell’ordine del giorno, ho ritenuto nei giorni scorsi di scrivere una comunicazione a tutti i Capigruppo per descrivere in anticipo quali erano i criteri che mi portavano a presentare all’ordine del giorno tali verbali. La premessa è questa, che siccome il Consiglio Comunale ha ripreso la propria attività dopo un lungo periodo di fermo, giacciono agli atti molti verbali e, quindi, abbiamo preferito dividere questi in due Consigli Comunali. Sostanzialmente, quindi, la partita dei verbali della scorsa legislatura si chiuderà ufficialmente al prossimo Consiglio Comunale. Questa attenzione è dovuta al fatto che abbiamo ritenuto che la mole di verbali che ancora giacciono agli atti sono nella loro totalità troppo lunghi da poter leggere con facilità e, quindi, per mettervi in condizione di prendere possesso del loro contenuto era corretto, ci è sembrato corretto dividerli perlomeno in due parti. Mi preme sottolineare che questi verbali... cioè questo rappresenta sostanzialmente un adempimento della legge, è un obbligo di legge, quindi assolutamente non si entrerà nel merito delle questioni discusse, ma è solo una presa d’atto ed, eventualmente, si potrà incidere solo su meri errori formali. Questo vale per tutti i verbali sostanzialmente. Se non ci sono interventi, quindi, vorrei, appunto, mettere a votazione questa delibera. Chi è favorevole? Fumagalli, Pogliani, Bonito..., dicevamo Fumagalli, Pogliani, Bonito, Bizzozero, Cappelletti, Argiuolo, Milani, Gorla, Garofalo, Butti, Tagliabue, Tavecchio, Vaccarino, Allievi. Chi è contrario? Nessuno. Chi si astiene? Pagani, Alampi. E’ necessario votare l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Sì, così è in delibera. Al massimo sarà un eccesso di zelo, mettiamola così. Quindi per l’immediata eseguibilità, abbiamo detto. Fumagalli, Pogliani, Bonito, Bizzozero, Cappelletti, Argiuolo, Milani, Gorla, Garofalo, Butti, Tagliabue, Tavecchio, Vaccarino, Allievi. Chi è contrario? Nessuno. Chi si astiene? Pagani, Alampi.

1

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 10

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PER IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO E PER LO STUDIO E LA MODIFICA DEI DIVERSI REGOLAMENTI COMUNALI.

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PER IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO E PER LO STUDIO E LA MODIFICA DEI DIVERSI REGOLAMENTI COMUNALI. Vengono nominati gli scrutatori per le successive operazioni di voto a scrutinio segreto: Conss. Pogliani, Gorla, Tavecchio. Il Presidente del Consiglio Comunale, dopo aver introdotto il punto all’o.d.g., informa che nei giorni precedenti il Cons. Allievi ha comunicato una precisazione in ordine all’esatta denominazione del proprio gruppo consiliare, Lega Nord per l’Indipendenza della Padania, della quale si rende necessario prendere atto nel testo della delibera in approvazione. Per la discussione si rimanda alla trascrizione integrale, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: - l’art. 38 – comma 6 – del D.Lgs. n. 267/2000 testualmente dispone: “Quando lo Statuto lo prevede, il Consiglio si avvale di commissioni costituite nel proprio seno con criterio proporzionale. Il Regolamento determina i poteri delle Commissioni e ne disciplina l’organizzazione e le forme di pubblicità dei lavori”; - l’art. 28 dello Statuto Comunale prevede la nomina da parte del Consiglio di una Commissione Consiliare per il Regolamento del Consiglio Comunale, su designazione dei gruppi in relazione alla loro composizione numerica; - anche l’art. 26 del vigente Regolamento del Consiglio Comunale prevede la Commissione per il regolamento del Consiglio e per lo studio e la modifica dei diversi regolamenti comunali, nominata per l’intera durata del Consiglio, nella quale deve essere garantita la proporzionalità tra maggioranza e minoranza e della quale fanno parte, oltre al Sindaco o suo delegato ed al Presidente del Consiglio, almeno un componente per gruppo consiliare; Dato atto che, ai sensi dell’art. 26 del vigente Statuto Comunale, le Commissioni Consiliari devono essere elette dal Consiglio Comunale in modo da garantire la proporzionalità tra la maggioranza e la minoranza e garantendo le pari opportunità con la presenza, se possibile, di almeno un componente di sesso diverso nelle commissioni; Udita la proposta del Presidente del Consiglio Comunale in merito alla composizione della Commissione in argomento secondo il seguente prospetto: Presidente del Consiglio (componente di diritto e Presidente) Sindaco o suo delegato (componente di diritto) n. 9 componenti, prevedendosi: n. 1 componente al gruppo consiliare Pdl-Udc-Lavoro per Seveso n. 1 componente al gruppo consiliare Tallarita per Seveso – Stare Insieme per Baruccana e Meredo n. 1 componente al gruppo consiliare Sevesoviva n. 1 componente al gruppo consiliare Lega Nord per l’Indipendenza della Padania n. 1 componente al gruppo consiliare Lista civica Seveso nel Cuore n. 1 componente al gruppo consiliare Impegno è servizio n. 3 componenti al gruppo consiliare del Partito Democratico

2

Sentite le designazioni effettuate dai gruppi consiliari come segue: Il Cons. Bizzozero, per il Partito Democratico, indica i Conss. Argiuolo, Bizzozero e Fumagalli. La lista civica Impegno e Servizio designa il Cons. Gorla. La lista civica Seveso nel Cuore designa il Cons. Tavecchio. Il gruppo consiliare Lega Nord per l’indipendenza della Padania designa il Cons. Allievi. La lista civica Tallarita per Seveso designa il Cons. Alampi. La lista civica Sevesoviva designa il Cons. Tagliabue. Il PDL designa il Cons. Vaccarino. Visti gli artt. 38, 42, 49, e 134 del D.Lgs. n. 267/2000; Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA 1) Le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intendono approvate; 2) di nominare la Commissione per il Regolamento del Consiglio e per lo studio e la modifica dei diversi regolamenti comunali nel modo seguente: - Presidente del Consiglio (componente di diritto e Presidente) - Sindaco o suo delegato (componente di diritto) - Cons. Argiuolo Anita - Cons. Bizzozero Alfonso - Cons. Fumagalli Roberto - Cons. Gorla Luca - Cons. Tagliabue Daniele - Cons. Tavecchio Diego - Cons. Vaccarino Massimo Ettore - Cons. Allievi Luca - Cons. Alampi Natale Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli, il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 – comma 4 – D.Lgs. 267/2000.

Allegati: pareri

3

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.10
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 10 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 3)

NOMINA COMMISSIONE PER IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO E PER LO STUDIO E LA MODIFICA DEI DIVERSI REGOLAMENTI COMUNALI.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo al punto 3) dell’ordine del giorno: “Nomina Commissione per il regolamento del Consiglio e per lo studio e la modifica dei diversi regolamenti comunali”. E’ necessaria una premessa generale, nel senso che da questo punto e fino al punto 9) noi saremo impegnati con la nomina delle Commissioni. Per quanto riguarda questa Commissione e quella successiva, si tratta di Commissioni Consiliari formate esclusivamente da Consiglieri Comunali. Si tratterà, in questo caso, per la Commissione Regolamenti, di una votazione a scrutinio segreto e l’altro aspetto è che anche questa delibera dei regolamenti è stata oggetto della comunicazione, di cui vi dirò dopo. Siccome, appunto, sarà necessario poi operare con le schede, invito tre Consiglieri a prendere le funzioni di scrutatori. Quindi se ci sono volontari in questo senso: Consigliere Gorla, Consigliere Tavecchio, manca un candidato: Consigliere Pogliani, grazie. Come dicevo, anche questo punto all’ordine del giorno è stato oggetto della comunicazione che ho inviato ai Capigruppo, nel senso che la delibera che avete è anche già specificato questo aspetto. C’è, in maniera chiara, il prospetto della composizione di tale Commissione. Sostanzialmente, come vi ho detto, ci sono due principi che entrano a creare gli aspetti che formano questa Commissione e sono due, due principi che si sommano assieme. Il primo riguarda il fatto che ogni gruppo consiliare ha almeno un componente, quindi questo è il primo principio; il secondo principio è che deve essere rispettata la proporzionalità tra maggioranza e minoranza. Quindi, sostanzialmente, applicando queste disposizioni, si giunge ad una composizione della commissione in questi termini: ci sarà il Sindaco o il suo delegato, che è un componente di diritto, il Presidente del Consiglio, componente di diritto e Presidente della Commissione, poi almeno un componente per gruppo, quindi numero cinque componenti alla minoranza consiliare, due componenti alla maggioranza consiliare. Siccome deve essere garantita la proporzionalità tra maggioranza e minoranza, devono essere attribuiti almeno altri due componenti che in base al medesimo principio, appunto, vanno alla maggioranza 1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 10 del 26/07/2013

e vanno al Partito Democratico. Questo è stato l’oggetto della comunicazione. Mi preme introdurre un ulteriore elemento a questa delibera perché, come si può leggere, il fatto che ad ogni gruppo sia almeno dato un consigliere, questo porta a specificare in delibera la denominazione dei gruppi. Quindi, siccome mi è arrivata una comunicazione da parte di un gruppo, in particolare dal Consigliere Allievi, sulla corretta denominazione del proprio gruppo, a questo punto, io direi che bisognerà prendere atto del fatto che la denominazione del suo gruppo è diversa da quella che c’è in delibera. Quindi io farei questo passaggio qui. Quindi, invito il Consigliere Allievi a specificare la denominazione del suo gruppo, come da comunicazione, così prendiamo atto che questa delibera, essendo scritta precedentemente ed inviata ai Consiglieri precedentemente dalla sua comunicazione, si prende atto di questa cosa sostanzialmente. CONS. ALLIEVI LUCA Grazie Presidente. Come da mia comunicazione, che le ho inviato in settimana, confermo che la denominazione corretta del mio gruppo è “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania”. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Va bene, grazie Consigliere Allievi. A questo punto, quindi, invito i gruppi proprie designazioni. CONS. TAVECCHIO DIEGO Scusi Presidente. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Prego. CONS. TAVECCHIO DIEGO Volevo chiedere al Segretario Comunale se per dare giustamente la maggioranza alla maggioranza nella Commissione Regolamento non sia previsto, al posto di un numero maggiore di Consiglieri una votazione qualificata ai Consiglieri di maggioranza? Qualificata... SEGRETARIO COMUNALE Scusi. Non ho capito! qualificata?

consiliari

a

fare

le

Se

ci

fosse

bisogno

di

una

maggioranza

CONS. TAVECCHIO DIEGO No, no, no, forse il termine non è giuridico, nel senso che i voti, sempre visto da qualche legge, non lo so, me lo deve dire Lei, che i voti dei rappresentanti della maggioranza, per farli 2

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 10 del 26/07/2013

diventare maggioranza siano, che ne so, doppi, al posto di aggiungere Consiglieri alla Commissione, che se no facciamo il Consiglio Comunale. Solo se previsto. SEGRETARIO COMUNALE No, in pratica, l’abbiamo visto anche abbastanza con accortezza con il Presidente questa delibera, ci atteniamo a quello che è lo Statuto. In questo caso, lo Statuto è legge, nel senso che non c’è una legge che regola, è la legge che demanda al Comune, con lo Statuto che diventa legge, di regolamentare questa Commissione. La regolamentazione è prevista da un articolo preciso dove c’è diciamo un rapporto proporzionale ed una costituzione; quindi non dice niente. Salvo che, diciamo, il Consiglio non voglia modificare lo Statuto e dare diverse proporzioni. In questo caso, ci siamo attenuti a quello che è lo Statuto. CONS. TAVECCHIO DIEGO Scusi se ribatto. In questo caso, quindi bisognerebbe aspettare la prossima consigliatura per cambiare... cioè se il regolamento lo cambierà la prossima Commissione, i commissari saranno quelli, punto! Giusto? Cioè, se decidiamo di cambiare lo Statuto in questo senso, sarà la prossima consigliatura a fare...? Ok, grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Tavecchio. Ci sono altri interventi? Se non ci sono interventi, appunto, invito i gruppi consiliari a fare le proprie designazioni. Io, prima, mi sono sbagliato, ho detto che sarà una votazione segreta, in realtà è una votazione palese, però è necessario nominare i Consiglieri scrutatori perché il prossimo punto e così gli altri avranno una votazione segreta. Quindi, prego Consiglieri, per le designazioni di questa Commissione. CONS. TAVECCHIO DIEGO Scusi, Presidente, sono tornato dalle vacanze e sono un ri..., rintontito mi sa, ma perché non è segreta? PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO No, infatti l’ho appena detto, Consigliere Tavecchio, io, prima, nell’introduzione, mi sono sbagliato e ho detto che questa sarà una votazione segreta, in realtà è una votazione palese, però abbiamo nominato i Consiglieri scrutatori che seguiranno per le prossime votazioni. Quindi le schede sono state distribuite, ma servono per il prossimo punto all’ordine del giorno.

3

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 10 del 26/07/2013

CONS. TAVECCHIO DIEGO Scusi, Presidente, torno ad essere troppo..., cioè arrivato troppo vicino alle vacanze, ma io chi è che voto? Voglio dire, il mio capogruppo dice “noi candidiamo x candidato” e poi? PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Ok, allora facciamo un passo indietro... CONS. TAVECCHIO DIEGO Non ho capito come... PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Sì, sì, bisogna chiarire meglio perché... CONS. TAVECCHIO DIEGO Ok! PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Sostanzialmente partiamo dal fatto che questa Commissione è molto diversa dalle altre in merito alla sua formazione ed alla sua composizione. Innanzitutto, abbiamo detto, è una commissione consiliare formata da soli Consiglieri comunali. Agiscono i due principi che abbiamo sottolineato e su quello non ci piove. A questo punto, siccome il prospetto della composizione è chiaro ed è già in delibera, come vi ho fatto vedere, c’è bisogno di una designazione dei Capigruppo per quanto riguarda le proprie proposte per questa Commissione. Poi, si tratta di una Commissione palese perché il regolamento lo dice espressamente che questa deve essere una votazione palese. Quindi, se deve essere una votazione palese, va da sé che si designano i nominativi e si fa un voto per la costituzione della Commissione. Quindi spero di essere stato più chiaro facendo un sunto di tutte le... Sì, mi rendo conto che, siccome ogni Commissione, per quanto riguarda la sua formazione e composizione, agisce per principi diversi, però come ribadivo l’altra volta, è un regolamento che si complica la vita per qualche aspetto, e uno di questi probabilmente l’ha già sottolineato Lei, nel senso che sarebbe stato molto più semplice avere un membro per gruppo all’interno di questa Commissione, con il peso che gli è dovuto dal Consiglio Comunale. Ma questa cosa non è possibile perché se no si andrebbe contro il regolamento, in deroga al regolamento. Potrebbe accadere più avanti se noi vogliamo, attraverso un percorso fatto dalla Commissione stessa, che però deve essere istituita, andare ad incidere su questi principi che probabilmente complicano la vita. Però, vi possiamo assicurare che, dopo approfondite ricerche e consultazioni, diciamo che questo rispecchia fedelmente quello che dice il regolamento. 4

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 10 del 26/07/2013

CONS. TAVECCHIO DIEGO Sì, scusi Presidente, siccome il problema si poneva per l’opposizione, siccome c’è un membro per ogni gruppo, il problema si pone per il nostro gruppo di “Seveso nel cuore”, abbiamo due membri in Consiglio. Ok. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Sì, sì. CONS. TAVECCHIO DIEGO Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Quindi adesso passiamo alle designazioni dei gruppi. Prego. C’è qualche intervento? Consigliere Bizzozero. CONS. BIZZOZERO ALFONSO Allora, il Partito Democratico, come nella Commissione Regolamenti, designa Argiuolo Anita, Bizzozero Alfonso e Fumagalli Roberto. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Bizzozero. Consigliere Luca Gorla. CONS. GORLA LUCA Buonasera. La lista civica “Impegno e Servizio” ha designato Luca Gorla. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere. CONS. GORLA LUCA Sono solo io stasera, mi dispiace. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie. Ci sono altri interventi? Il Consigliere Pagani. CONS. PAGANI ROBERTO La lista civica “Seveso nel cuore” designa Tavecchio Diego. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Pagani. Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Il gruppo “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania” indica il sottoscritto Luca Allievi. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie. Consigliere Alampi. 5

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 10 del 26/07/2013

CONS. ALAMPI NATALE La lista civica “Tallarita Alampi.

per

Seveso”

delega

il

Consigliere

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie. Così rimane agli atti e dopo leggiamo della Commissione. Consigliere Vaccarino. CONS. VACCARINO MASSIMO Il P.D.L. indica Vaccarino. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Consigliere Tagluabue.

la composizione

CONS. TAGLIABUE DANIELE La lista civica “Seveso Viva” indica il Consigliere Tagliabue. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Possiamo votare il punto? Chi è favorevole? Unanimità. Pertanto, la Commissione Regolamenti è così formata. Per sintetizzare dico: Consigliere Argiuolo, Bizzozzero, Fumagalli, Gorla, Tagliabue, Tavecchio, Vaccarino, Allievi, Alampi. E’ così costituita la Commissione per i Regolamenti. Votiamo per l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità.

6

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 11

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE DELL'ELENCO DEI GIUDICI POPOLARI.

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE DELL'ELENCO DEI GIUDICI POPOLARI. Il relatore fa presente che in forza dell’art. 13 della L. 10/04/1951 n. 287 occorre procedere al rinnovo della Commissione per la formazione dell’elenco dei giudici popolari. Precisa che la Commissione è composta dal Sindaco o suo rappresentante e da due Consiglieri Comunali e che verranno eletti coloro che avranno riportato il maggior numero di voti, ai sensi dell’art. 24 – 8° comma dello Statuto vigente. Seguono le designazioni da parte dei gruppi consiliari: Per la minoranza viene proposto il Cons. Alampi Per la maggioranza viene proposto il Cons. Cappelletti Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto. Distribuite, raccolte e fatto lo spoglio delle schede, alla presenza degli scrutatori Conss. Gorla, Tavecchio e Pogliani, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri presenti e votanti: n. 16 Hanno ottenuto voti: Cons. Cappelletti Ersilia: n. 10 Cons. Alampi Natale: n. 6

Il Presidente proclama pertanto eletti a membri della Commissione per la formazione dell’elenco dei giudici popolari i Sigg. Conss. Cappelletti Ersilia e Alampi Natale. La suddetta commissione è pertanto composta da: - Sindaco o suo rappresentante - Cons. Cappelletti Ersilia - Cons. Alampi Natale IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’art. 134, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000; Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali. Si dà atto che la presente deliberazione ha riportato i pareri favorevoli previsti dall’art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000.

Allegati: pareri

2

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.11
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 11 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 4)

NOMINA COMMISSIONE GIUDICI POPOLARI.

PER

LA

FORMAZIONE

DELL’ELENCO

DEI

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo al punto 4) dell’ordine del giorno, ossia: “Nomina Commissione per la formazione dell’elenco dei giudici popolari”. Anche in questo caso, si tratta di una Commissione consiliare, quindi formata da soli Consiglieri comunali. E’ in questo momento che si vota a scrutinio segreto. Quindi, a questo punto, vi spiego sinteticamente com’è composta la Commissione. E’ composta dal Sindaco o da un suo rappresentante e da due Consiglieri comunali, uno espressione della maggioranza e uno espressione della minoranza. A questo punto, quindi, chiedo a voi gruppi di designare se ci sono interventi, se volete fare una dichiarazione in questo senso per designare i vostri membri. Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Sì, a nome dei gruppi della minoranza designiamo il Consigliere Natale Alampi. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Consigliere Bizzozero. CONS. BIZZOZERO ALFONSO A nome dei gruppi della maggioranza, il nome è del Consigliere Cappelletti Ersilia. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Bizzozero. Quindi si votazione a scrutinio segreto. CONS. BIZZOZERO ALFONSO No, non è palese. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Si tratta di una sola preferenza, si può esprimere una preferenza, quindi un solo voto. Grazie Consiglieri scrutatori. Procediamo con lo spoglio ufficiale.

può

procedere

alla

1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 11 del 26/07/2013

Cappelletti Ersilia, Cappelletti, Cappelletti, Ersilia Cappelletti, Cappelletti Ersilia, Cappelletti Ersilia, Cappelletti Ersilia, Cappelletti Ersilia, Cappelletti Ersilia, Cappelletti Ersilia, Alampi Natale, Alampi, Alampi, Alampi Natale, Alampi Natale, Alampi. Proclamo eletti: Natale Alampi e Cappelletti Ersilia. Quindi la suddetta Commissione è composta dal Sindaco o da un suo rappresentante e da Natale Alampi e Cappelletti Ersilia. A questo punto, è necessario votare l’immediata eseguibilità. Quindi chi è favorevole? Unanimità.

2

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 12

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE BIBLIOTECA.

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE BIBLIOTECA. Il relatore informa che si deve procedere alla nomina della Commissione Biblioteca prevista dall’art. 27 del Regolamento del Consiglio Comunale, a seguito del recente rinnovo degli organi comunali. Aggiunge che la Commissione è composta da: - Sindaco o Assessore delegato dal Sindaco, componente di diritto - n. 6 membri in rappresentanza del Consiglio Comunale, scelti anche al di fuori dei propri componenti, garantendo la rappresentanza di due membri alla minoranza - bibliotecario o assistente di biblioteca responsabile con compiti specifici di consulenza e con voto solo consultivo. Per la votazione si applica l’art. 24, comma 8, dello Statuto vigente. Seguono quindi le designazioni da parte dei gruppi consiliari: Per la maggioranza vengono designati i Sigg.: Giussani Elvira, Canova Sergio, Mazza Luca, Freddi Laura Per la minoranza vengono designati i Sigg.: Donghi Roberto, Asnaghi Diego Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. Si passa poi alla votazione a scrutinio segreto. Distribuite, raccolte e fatto lo spoglio delle schede alla presenza degli scrutatori Conss. Gorla, Tavecchio e Pogliani, si ha il seguente risultato: Consiglieri presenti n° 16 Hanno ottenuto voti: Sig. Mazza Luca: n. 3 voti Sig. Donghi Roberto: n. 3 voti Sig.ra Freddi Laura: n. 2 voti Sig. Canova Sergio: n. 3 voti Sig. Asnaghi Diego: n. 3 voti Sig.ra Giussani Elvira: n. 2 voti

Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di componenti della Commissione Biblioteca i Sigg.: Mazza Luca, Donghi Roberto, Freddi Laura, Canova Sergio, Asnaghi Diego e Giussani Elvira. La suddetta Commissione è pertanto composta da: Sindaco o Assessore delegato dal Sindaco, componente di diritto Sig. Mazza Luca Sig. Donghi Roberto Sig.ra Freddi Laura Sig. Canova Sergio Sig. Asnaghi Diego Sig.ra Giussani Elvira Bibliotecario o assistente di biblioteca responsabile

2

La presente deliberazione ha riportato i pareri favorevoli di cui all’art. 49 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali.

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’esito della votazione e la proclamazione degli eletti come sopra riportato; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali.

Allegato: pareri

3

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.12
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 12 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 5)

NOMINA COMMISSIONE BIBLIOTECA.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Procediamo con la “Commissione Biblioteca”. In questo caso, la premessa è che procediamo, da questo punto in poi, con le Commissioni cosiddette miste, ossia composte anche da persone che non sono in Consiglio Comunale, che non sono Consiglieri. Si tratta, in questo caso, di sole votazioni a scrutinio segreto e per tutti i casi ci sarà da esprimere una sola preferenza, un solo voto. Commissione Biblioteca: allora, questa Commissione è composta dal Sindaco o Assessore Delegato dal Sindaco, che è un componente di diritto, da numero sei membri in rappresentanza del Consiglio, scelti anche fuori, appunto, dal Consiglio Comunale, di cui due membri alla minoranza. Ne fa parte anche il bibliotecario con compiti specifici di consulenza e con solo voto consultivo. Se non ci sono, quindi, interventi, chiederei di fare le proprie candidature ai Consiglieri, ai Capigruppo. Consigliere Bizzozero. CONS. BIZZOZERO ALFONSO Allora, i gruppi di maggioranza, per la Commissione Biblioteca, designano la signora Giussani Elvira, il signor Canova Sergio, il signor Mazza Luca e la signora Freddi Laura. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Bizzozero. Ci sono Consigliere Allievi.

altri

interventi?

CONS. ALLIEVI LUCA Sì, a nome dei gruppi della minoranza, indichiamo i nomi, per la Commissione Biblioteca, di Roberto Donghi e Diego Asnaghi. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Si può pertanto procedere alla votazione a scrutinio segreto. Grazie Consiglieri scrutatori. Procediamo con lo spoglio ufficiale. Mazza Luca, Luca Mazza, Mazza, Roberto Donghi, Donghi, 1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 12 del 26/07/2013

Roberto Donghi, Freddi Laura, Laura Freddi, Canova Sergio, Canova Sergio, Canova Sergio, Asnaghi, Diego Asnaghi, Diego Asnaghi, Giussani Elvira, Giussani Elvira. Pertanto, la Commissione è composta da: Donghi, Freddi, Canova, Mazza, Asnaghi, Giussani, il Sindaco, l’Assessore delegato dal Sindaco e il bibliotecario o l’assistenza di biblioteca responsabile. Anche in questo caso è necessario votare l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità. Grazie.

2

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 13

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE SPORT.

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE SPORT. Il relatore informa che si deve procede alla nomina della Commissione Comunale Sport prevista dal Regolamento del Consiglio Comunale, a seguito del recente rinnovo degli organi comunali. Lo stesso Regolamento, all’art. 27, stabilisce che la Commissione è composta dall’Assessore allo Sport o suo delegato, al quale spetta la presidenza, e dai sei membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di due membri alla minoranza e attribuendo i restanti alla maggioranza. Per la votazione si applica l’art. 24, comma 8, dello Statuto vigente. Seguono quindi le designazioni da parte dei gruppi consiliari: Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.: Tagliabue Gabriella, Capra Massimo, Minotti Antonio, Barison Daniele Per la minoranza vengono proposti i Sigg.: Bevivino Vito, Falcone Andrea Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. Si passa poi alla votazione a scrutinio segreto. Distribuite, raccolte e fatto lo spoglio delle schede alla presenza degli scrutatori Conss. Gorla, Tavecchio e Pogliani, si ha il seguente risultato: Consiglieri presenti n° 16 Hanno ottenuto voti: Sig. Bevivino Vito: n. 3 voti Sig. Barison Daniele: n. 3 voti Sig. Falcone Andrea: n. 3 voti Sig. Tagliabue Gabriella: n. 3 voti Sig. Capra Massimo: n. 2 voti Sig. Minotti Antonio: n. 2 voti

Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di componenti della Commissione Comunale Sport i Sigg.: Bevivino Vito, Barison Daniele, Falcone Andrea, Tagliabue Gabriella, Capra Massimo, Minotti Antonio. La suddetta Commissione è pertanto composta da: - Assessore allo sport o suo delegato (componente di diritto e Presidente) - Sig. Bevivino Vito - Sig. Barison Daniele - Sig. Falcone Andrea - Sig. Tagliabue Gabriella - Sig. Capra Massimo - Sig. Minotti Antonio La presente deliberazione ha riportato i pareri favorevoli di cui all’art. 49 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali.

2

IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’esito della votazione e la proclamazione degli eletti come sopra riportato; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli, DELIBERA di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali.

Allegato:

pareri

3

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 13 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013
PUNTO 6) NOMINA COMMISSIONE SPORT.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo al punto 6) dell’ordine del giorno: “Nomina Commissione Sport”. Anche in questo caso, si tratta di una Commissione mista e si procederà alla votazione a scrutinio segreto. La Commissione è composta dall’Assessore allo Sport o suo delegato, al quale spetta la presidenza, e da sei membri, appunto, nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di due membri alla minoranza. Quindi vi invito a fare le designazioni in merito a questa Commissione. Consigliere Bizzozero. CONS. BIZZOZERO ALFONSO Il gruppo di maggioranza designa, per la Commissione Sport, la signora Tagliabue Gabriella, il signor Capra Massimo, il signor Minotti Antonio, il signor Barison Daniele. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Bizzozero. Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Sì, a nome dei gruppi della minoranza, indichiamo i signori Vito Bevivino e Andrea Falcone. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Possiamo quindi procedere alla votazione a scrutinio segreto. Grazie Consiglieri scrutatori. Procediamo allo spoglio ufficiale. Vito Bevivino, Vito Bevivino, Vito Bevivino, Barison Daniele, Daniele Barison, Barison Daniele, Falcone Andrea, Andrea Falcone, Falcone, Taglibue Gabriella, Tagliabue Gabriella, Tagliabue Gabriella, Capra Massimo, Capra Massimo, Minotti Antonio, Minotti Antonio. Pertanto la Commissione risulta così costituita: l’Assessore allo Sport o suo delegato, componente di diritto e Presidente, le signori ed i signori Tagliabue, Minotti, Capra, Barison, Bevivino e Falcone. Anche in questo caso, si vota l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità. Grazie. 1

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.13
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 13 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013
PUNTO 6) NOMINA COMMISSIONE SPORT.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo al punto 6) dell’ordine del giorno: “Nomina Commissione Sport”. Anche in questo caso, si tratta di una Commissione mista e si procederà alla votazione a scrutinio segreto. La Commissione è composta dall’Assessore allo Sport o suo delegato, al quale spetta la presidenza, e da sei membri, appunto, nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di due membri alla minoranza. Quindi vi invito a fare le designazioni in merito a questa Commissione. Consigliere Bizzozero. CONS. BIZZOZERO ALFONSO Il gruppo di maggioranza designa, per la Commissione Sport, la signora Tagliabue Gabriella, il signor Capra Massimo, il signor Minotti Antonio, il signor Barison Daniele. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Bizzozero. Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Sì, a nome dei gruppi della minoranza, indichiamo i signori Vito Bevivino e Andrea Falcone. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Possiamo quindi procedere alla votazione a scrutinio segreto. Grazie Consiglieri scrutatori. Procediamo allo spoglio ufficiale. Vito Bevivino, Vito Bevivino, Vito Bevivino, Barison Daniele, Daniele Barison, Barison Daniele, Falcone Andrea, Andrea Falcone, Falcone, Taglibue Gabriella, Tagliabue Gabriella, Tagliabue Gabriella, Capra Massimo, Capra Massimo, Minotti Antonio, Minotti Antonio. Pertanto la Commissione risulta così costituita: l’Assessore allo Sport o suo delegato, componente di diritto e Presidente, le signori ed i signori Tagliabue, Minotti, Capra, Barison, Bevivino e Falcone. Anche in questo caso, si vota l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità. Grazie. 1

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 14

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE SERVIZI SOCIALI

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE SERVIZI SOCIALI Il relatore riferisce che, a norma dell’art. 27 del vigente Regolamento per il Consiglio Comunale, occorre procedere alla nomina della Commissione Servizi Sociali. Aggiunge che la predetta Commissione è composta da n. 9 membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza ed attribuendo i restanti alla maggioranza. Alla nomina si applicano le norme sulle votazioni di cui all’art. 24 comma 8 dello Statuto vigente. Seguono le designazione da parte dei gruppi consiliari. Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.: Colombo Rossana, Dendena MariaRosa, Baggini Fabio, Taioli Paolo, Accetta Monia Per la minoranza vengono proposti i Sigg.: Belotti Floriana, Cannizzaro Miranda, Celora Nicola, Germanò Faride Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto ed alla presenza degli scrutatori Conss. Gorla, Tavecchio e Pogliani, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri presenti: n. 16 Hanno ottenuto voti: Belotti Floriana: n. 1 voto Cannizzaro Miranda: n. 1 voto Germanò Faride: n. 2 voti Accetta Monia: n. 2 voti Taioli Paolo: n. 2 voti Dendena Maria: n. 2 voti Baggini Fabio: n. 2 voti Celora Nicola: n. 2 voti Colombo Rossana: n. 2 voti Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di membri della Commissione Servizi Sociali i Sigg.: Belotti Floriana, Cannizzaro Miranda, Germanò Faride, Accetta Monia, Taioli Paolo Dendena Maria, Baggini Fabio, Celora Nicola, Colombo Rossana. IL CONSIGLIO COMUNALE Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA 1) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile. 1) Di dare atto che sono stati acquisiti i pareri prescritti dall’art. 49 D.Lgs. 267/2000, pareri che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale.

All.ti: pareri
2

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.14
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 14 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 7)

NOMINA COMMISSIONE SERVIZI SOCIALI.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO “Commissione Servizi Sociali”, punto 7) all’ordine del giorno. L’impostazione rimane sostanzialmente la stessa, però abbiamo un numero diverso di membri. Questo vale anche per le altre due Commissioni che succederanno: Urbanistica e Pubblica Istruzione. La Commissione, infatti, è composta da nove membri nominati da voi gruppi Consiglieri e garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza. Ci sono candidature? Prego Consigliere Gorla. CONS. GORLA LUCA La coalizione di maggioranza candida la signora Colombo Rossana, Dendena Maria Rosa, signor Baggini Fabio, Taioli Paolo e Accetta Monia. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Gorla. Ci sono altre candidature? Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Sì, a nome dei gruppi dell’opposizione, indichiamo: Floriana Belotti, Miranda Cannizzaro, Nicola Celora e Germanò Faride. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Consigliere Allievi, può ripetere l’ultimo nominativo? CONS. ALLIEVI LUCA Germanò Faride. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Si può procedere, quindi, con la votazione a scrutinio segreto. Si procede allo spoglio ufficiale. Belotti Floriana, Miranda Cannizzaro, Faride Germanò, Germanò Faride, Accetta Monia, Accetta Monia, Taioli Paolo, Taioli, Dendena Maria Rosa, Dendena Maria Rosa, Baggini Fabio, Baggini Fabio, Celora, Nicola Celora, Colombo Rossana, Colombo Rossana. 1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 14 del 26/07/2013

Pertanto, la Commissione risulta così costituita: le signore ed i signori Colombo, Dendena, Baggini, Accetta, Taioli, Belotti, Cannizzaro, Celora, Germanò. Anche in questo caso, è necessario votare l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità.

2

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 15

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE URBANISTICA

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE URBANISTICA Il relatore riferisce che, a norma dell’art. 27 del vigente Regolamento per il Consiglio Comunale, occorre procedere alla nomina della Commissione Urbanistica. Aggiunge che la predetta Commissione è composta da n. 9 membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza ed attribuendo i restanti alla maggioranza. Alla nomina si applicano le norme sulle votazioni di cui all’art. 24, comma 8 dello Statuto vigente. Seguono le designazione da parte dei gruppi consiliari. Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.: Basilico Carlo, Bizzozero Andrea, Rizzo Matteo, Ballabio Sergio, Prelini Paolo Per la minoranza vengono proposti i Sigg.: Sala Riccardo, Ballarè Marco, Ferrario Giuseppe, Mauri Sandro Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto ed alla presenza degli scrutatori Conss. Gorla, Tavecchio e Pogliani, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri presenti: n. 16 Hanno ottenuto voti: Sig. Basilico Carlo: n. 2 voti Sig. Rizzo Matteo: n. 2 voti Sig. Ballabio Sergio: n. 2 voti Sig. Prelini Paolo: n. 2 voti Sig. Sala Riccardo: n. 1 voto Sig. Ballarè Marco: n. 2 voti Sig. Ferrario Giuseppe: n. 2 voti Sig. Mauri Sandro: n. 1 voto Sig. Bizzozero Andrea: n. 2 voti Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di membri della Commissione Urbanistica i Sigg.: Basilico Carlo, Rizzo Matteo, Ballabio Sergio, Prelini Paolo, Sala Riccardo, Ballarè Marco, Ferrario Giuseppe, Mauri Sandro, Bizzozero Andrea.

IL CONSIGLIO COMUNALE

Visto l’art.134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000 Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA 1) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile.

2

1) Di dare atto che sono stati acquisiti i pareri prescritti dall’art. 49 D.Lgs. 267/2000, pareri che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale. All.ti: pareri

3

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.15
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 15 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 8)

NOMINA COMMISSIONE URBANISTICA.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Punto 8) “Commissione Urbanistica”. Altra Commissione mista. Questa Commissione è formata da nove membri e vengono garantiti quattro membri alla minoranza. Ci sarà, anche in questo caso, ovviamente, la votazione a scrutinio segreto. Ci sono proposte? Consigliere Gorla. CONS. GORLA LUCA La coalizione di maggioranza candida i seguenti signori: Geometra Basilico Carlo, Ingegner Bizzozero Andrea, Ingegner Rizzo Matteo, Architetto Ballabio Sergio, Ingegner Prelini Paolo. Grazie per l’attenzione. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Gorla. Prego, ci sono Consigliere Allievi.

altri

interventi?

CONS. ALLIEVI LUCA Questa è per l’Urbanistica? Dunque, per la Commissione Urbanistica, i gruppi di minoranza nominano i signori: Riccardo Sala, Marco Ballarè, Giuseppe Ferrario e Sandro Mauri. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consiglieri Allievi. Si può procedere con la votazione a scrutinio segreto. Grazie Consiglieri scrutatori. Spoglio ufficiale: Sandro Mauri, Riccardo Sala, Ferrario, Giuseppe Ferrario, Basilico Carlo, Carlo Basilico, Ballabio Sergio, Ballabio Sergio, Bizzozero Andrea, Bizzozero Andrea, Prelini Paolo, Paolo Prelini, Rizzo Matteo, Rizzo Matteo, Marco Ballarè, Ballarè Marco. Proclamo eletti i signori e le signore: Basilico, Rizzo, Ballabio, Prelini, Sala, Ballarè, Ferrario, Mauri, Bizzozero. Votiamo per l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità.

1

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 16

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PUBBLICA ISTRUZIONE

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: NOMINA COMMISSIONE PUBBLICA ISTRUZIONE Il relatore riferisce che, a norma dell’art. 27 del vigente Regolamento per il Consiglio Comunale, occorre procedere alla nomina della Commissione Pubblica Istruzione. Aggiunge che la predetta Commissione è composta da n. 9 membri nominati su designazione dei singoli gruppi consiliari, garantendo la rappresentanza di quattro membri alla minoranza ed attribuendo i restanti alla maggioranza. Alla nomina si applicano le norme sulle votazioni di cui all’art. 24 comma 8 dello Statuto vigente. Seguono le designazione da parte dei gruppi consiliari. Per la maggioranza vengono proposti i Sigg.: Frare Giovanna, Piemonte Cinzia, Serodine Daniela, La Greca Mario, Oruzio Raffaella Per la minoranza vengono proposti i Sigg.: Iannotta Guerriero, Borroni Alessia, Santambrogio Roberta, Mezzanzanica Cristina Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. Si procede quindi alla votazione a scrutinio segreto ed alla presenza degli scrutatori Conss. Gorla, Tavecchio e Pogliani, si ottiene il seguente risultato: Consiglieri presenti: n. 16 Hanno ottenuto voti: Sig.ra Borroni Alessia: n. 1 voto Sig.ra Mezzanzanica Cristina: n. 1 voto Sig.ra La Greca Mario: n. 2 voti Sig. Iannotta Guerriero: n. 2 voti Sig.ra Santambrogio Roberta: n. 2 voti Sig.ra Piemonte Cinzia: n. 2 voti Sig.ra Serodine Daniela: n. 2 voti Sig.ra Oruzio Raffaella: n. 2 voti Sig.ra Frare Giovanna: n. 2 voti Il Presidente proclama pertanto eletti alla carica di membri della commissione Pubblica Istruzione i Sigg.: Borroni Alessia, Mezzanzanica Cristina, La Greca Mario, Iannotta Guerriero, Santambrogio Roberta, Piemonte Cinzia, Serodine Daniela, Oruzio Raffaella, Frare Giovanna. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto l’art.134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000 Alla presenza di n. 16 Consiglieri, ad unanimità di voti favorevoli DELIBERA 1) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile. 1) Di dare atto che sono stati acquisiti i pareri prescritti dall’art. 49 D.Lgs. 267/2000, pareri che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale.
All.ti: pareri 2

2

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.16
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 16 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 9)

NOMINA COMMISSIONE PUBBLICA ISTRUZIONE.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo alla “Nomina Commissione Pubblica Istruzione”, punto 9) all’ordine del giorno. E questa è l’ultima Commissione che andiamo ad istituire. E’ composta da nove membri nominati dai singoli gruppi consiliari. In rappresentanza della minoranza quattro membri. Ci sono delle proposte. Consigliere Gorla. CONS. GORLA LUCA La coalizione di maggioranza candida la Dottoressa Frare Giovanna, Dottoressa Piemonte Cinzia, Dottoressa Serodine Daniela, Dottor Mario La Greca, Dottoressa Oruzio Raffaella. Grazie. E mi scuso per il disguido. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Gorla. Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA I gruppi di minoranza nominano i seguenti nominativi: Guerriero Iannotta, Alessia Borroni, Roberta Santambrogio e Cristina Mezzanzanica. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Si procede alla votazione. Questa è l’ultima Commissione, quindi ringrazio veramente i Consiglieri scrutatori che hanno lavorato parecchio. Spoglio ufficiale: Borroni Alessia, Cristina Mezzanzanica, La Greca Mario, Mario La Greca, Guerriero Iannotta, Iannotta Guerriero, Santambrogio Roberta, Santambrogio Roberta, Piemonte Cinzia, Piemonte Cinzia, Serodine Daniela, Serodine, Oruzio Raffaella, Oruzio Raffaella, Frare Giovanna, Frare Giovanna. Proclamo eletti le signore e signori: Frare, Piemonte, Serodine, La Greca, Oruzio, Iannotta, Santambrogio, Mezzanzanica, Borroni. E’ necessario votare l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Unanimità.

1

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 17

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: PROROGA CONVENZIONE DI SEGRETERIA TRA I COMUNI DI SEVESO, NOVA MILANESE E BURAGO DI MOLGORA AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL'ART. 10 D.P.R. N.465/1997 E S.M.I.

Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Il Segretario Generale temporaneamente, per la Cons. LUCA GORLA. Essendo legale il numero assume la Presidenza trattazione dell’oggetto

DR. SALVATORE FERLISI, viene sostituito verbalizzazione del presente atto, dal degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO e dichiara aperta la seduta per la sopra indicato.

Oggetto: PROROGA CONVENZIONE DI SEGRETERIA TRA I COMUNI DI SEVESO, NOVA MILANESE E BURAGO DI MOLGORA AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL'ART. 10 D.P.R. N.465/1997 E S.M.I. Il Segretario Comunale, in quanto soggetto direttamente interessato da questa delibera, lascia l’aula ed il Presidente chiama il consigliere più giovane d’età, Cons. Luca Gorla, a svolgere temporaneamente le funzioni di verbalizzazione. Illustra il punto all’o.d.g. il Sig. Sindaco. Per la discussione si rimanda alla trascrizione, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: • • • con deliberazione C.C. n. 6 del 07/02/2011 veniva approvata l’estensione della convenzione di Segreteria tra i Comuni di Seveso, Nova Milanese e Burago di Molgora ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 D.P.R. n. 465/1997 e successive modifiche ed integrazioni; tale convenzione individuava il Comune di Seveso quale Comune Capofila: con la delibera consiliare sopra richiamata si stabiliva che la convenzione avrebbe avuto durata pari al mandato delle Amministrazioni Comunali suddette e comunque, sino al recesso di una delle predette Amministrazioni;

Considerato che nel Comune di Seveso e nel Comune di Nova Milanese si sono svolte le elezioni comunali lo scorso 26 e 27 Maggio 2013 e successivo turno di ballottaggio del 9 e 10 Giugno 2013; Preso atto che i Sindaci delle nuove Amministrazioni e il Vicesindaco reggente del Comune di Burago di Molgora hanno inviato una comunicazione all’Agenzia Autonoma per la gestione dell’Albo dei Segretari comunali e provinciali di Milano esprimendo il loro parere favorevole alla proroga fino al 30 Settembre 2013 della Convenzione medesima, comunicazioni che si allegano quale parte integrante e sostanziale del presente atto; Ritenuto di prorogare la convenzione confermando lo schema di condizioni della Segreteria convenzionata così come approvato nella delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 7/2/2011; Visto il D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”; Visti i pareri resi a norma dell’art. 49 del Testo Unico sopracitato, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Alla presenza di n. 16 Consiglieri, con n. 15 voti favorevoli, nessun contrario e n. 1 astenuto (Cons. Tagliabue) D E L I B E R A 1) La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata;

2

2)

Di procedere alla proroga fino al 30 Settembre 2013 della Convenzione di Segreteria esistente tra i Comuni di Seveso, Nova Milanese e Burago di Molgora confermando lo schema di condizioni già approvate con delibera Consiliare n. 6 del 07/02/2011.

Alla presenza di n. 16 Consiglieri, con n. 15 voti favorevoli, nessun contrario e n. 1 astenuto (Cons. Tagliabue), il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134, comma 4, del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali.

Allegati: n. 3 lettere all’Agenzia Autonoma dei Segretari n. 1 schema di convenzione tra le parti pareri

3

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.17
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Verbalizzante LUCA GORLA

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

PROROGA CONVENZIONE

PER LO SVOLGIMENTO IN MODO COORDINATO DEL SERVIZIO DI

SEGRETERIA COMUNALE TRA I COMUNI DI SEVESO, NOVA MILANESE E BURAGO MOLGORA.

L’anno duemilatredici, addì

del mese di

nella sede del Comune di Seveso,

con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge ai sensi dell’art. 1372 del codice civile. T R A - Il Comune di Seveso, Ente Capofila, codice fiscale n. 01650780156 e partita IVA n. 00720300961, rappresentato dal Sig. Paolo BUTTI, nato a Milano il 10/04/1965, il quale agisce nell’esclusivo interesse di detto Comune che in questo atto

rappresenta nella sua qualità di Sindaco; - Il Comune di Nova Milanese, Ente convenzionato, codice fiscale n. 01731060156 e partita I.V.A. n. 00722350964, rappresentato dal Sig. il , nato a

, il quale agisce nell’esclusivo interesse di detto Comune che in

questo atto rappresenta nella sua qualità di Sindaco. - Il Comune di Burago Molgora, Ente convenzionato, codice fiscale n. 02906850157 e partita I.V.A. n. 00739550960, rappresentato dal. Sig. , nato a il

20822 SEVESO – Viale Vittorio Veneto, 3/5 – Tel. 0362.5171 – Fax 0362-517268 - www.comune.seveso.mb.it Codice Fiscale 01650780156 – Partita IVA 00720300961

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 2/1

, il quale agisce nell’esclusivo interesse di detto Comune che in questo atto rappresenta nella sua qualità di Vice-Sindaco; PREMESSO CHE: il Comune di Seveso, con deliberazione di Consiglio Comunale n. ___ del _________ 2013, esecutiva ai sensi di legge, ha stabilito di proseguire nello svolgimento in modo associato e coordinato con il Comune di Nova Milanese ed il Comune di Burago Molgora il servizio di Segreteria comunale, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 465 del 04.12.1997, avvalendosi di un unico Segretario comunale; il Comune di Nova Milanese, con deliberazione di Consiglio Comunale n. _____ del _________, ha stabilito di svolgere in modo associato e coordinato con il Comune di Seveso ed il Comune di Burago Molgora il servizio di Segreteria comunale, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 465 del 04.12.1997, avvalendosi di un unico Segretario comunale; il Comune di Burago Molgora, con deliberazione di Consiglio Comunale n. _____ del ___________, esecutiva ai sensi di legge, ha stabilito di svolgere in modo associato e coordinato con il Comune di Nova Milanese ed il Comune di Seveso il

servizio di Segreteria comunale, ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 465 del 04.12.1997, avvalendosi di un unico Segretario comunale

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 3/1

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: Art. 1 – SCOPO DELLA CONVENZIONE La presente convenzione disciplina il servizio di Segreteria comunale tra il Comune di Seveso che diviene capofila, il Comune di Nova Milanese ed il Comune di

Burago Molgora allo scopo di avvalersi dell’opera di un unico Segretario comunale. Art. 2 – DURATA DELLA CONVENZIONE La presente convenzione avrà durata a decorrere dal 1° luglio 2013 fino al 30 settembre 2013. Art. 3 – NOMINA E REVOCA DEL SEGRETARIO COMUNALE Ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. n. 465 del 1997, il Sindaco competente alla nomina e revoca del Segretario comunale è il Sindaco del Comune di Seveso, in accordo con il Sindaco del Comune di Nova Milanese e di Burago Molgora. In caso di assoluto disaccordo, i Sindaci possono proporre ai rispettivi Consigli Comunali la risoluzione della presente convenzione. Art. 4 – SOSTITUZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE In caso di assenza per qualsivoglia ragione e/o di impedimento del Segretario generale provvederà alla sua sostituzione il Vice Segretario del Comune di Nova Milanese; In caso di assenza o impedimento contemporaneo del Segretario e Vice Segretario si procederà alla richiesta di sostituzione alla Prefettura competente;

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 4/1

Art. 5 – ORARIO DI SERVIZIO Il Segretario Comunale assegnato alla Segreteria convenzionata presterà servizio nei tre Comuni come segue: 50% presso il Comune di Seveso, quale Comune Capofila della convenzione; 25% presso il Comune di Nova Milanese; 25% presso il Comune di Burago Molgora;

Art. 6 – TRATTAMENTO ECONOMICO E RIMBORSO SPESE Il trattamento economico e il rimborso delle spese spettanti al Segretario Comunale sono determinati dal contratto collettivo di lavoro vigente e successive

modificazioni ed integrazioni. Art. 7 – RIPARTIZIONE DELLA SPESA – RENDICONTI – RIMBORSI Tutte le spese concernenti il servizio di Segreteria di cui all’art. 6, saranno ripartite fra i tre Comuni convenzionati in misura proporzionale all’orario di servizio come previsto dall’art. 5. Il Comune di Seveso, quale Comune Capofila, assume l’onere di anticipare tutte le attribuzioni spettanti al Segretario generale, nonché il versamento degli oneri previdenziali ed assistenziali e quant’altro attiene al servizio convenzionato.

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 5/1

A cadenza trimestrale il Comune di Seveso provvederà a richiedere il rimborso proquota agli altri due Comuni di Nova Milanese e Burago Molgora. Art. 8 – FORME DI CONSULTAZIONE La consultazione tra gli Enti convenzionati avviene tra i Sindaci dei rispettivi Comuni. Il Sindaco del Comune di Seveso convoca la consultazione quando lo ritiene opportuno, quando richiesto dai Sindaci dei Comuni convenzionati, almeno una volta ogni anno. Per quanto non previsto dalla presente Convenzione, si fa riferimento alle disposizioni vigenti in materia.

Letto, confermato e sottoscritto. IL SINDACO DEL COMUNE DI SEVESO IL SINDACO DEL COMUNE DI NOVA MILANESE IL SINDACO DEL COMUNE DI BURAGO MOLGORA

CITTÀ DI SEVESO
PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

pag. 6/1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 17 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 10) PROROGA CONVENZIONE DI SEGRETERIA TRA I COMUNI DI SEVESO, NOVA MILANESE E BURAGO DI MOLGORA AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL’ARTICOLO 10 D.P.R. N. 465/1997 E S.M.I.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Punto n. 10) all’ordine del giorno: “Proroga convenzione di segreteria tra i Comuni di Seveso, Nova Milanese e Burago di Molgora ai sensi e per gli effetti dell’articolo 10 n. 465 del ’97”. A questo punto, il Segretario che è, appunto, figura coinvolta in questa delibera, abbandona l’aula per correttezza. Pertanto, come ho già preannunciato al Consigliere Gorla, solitamente in questi casi si chiama a sostituire il Segretario verbalizzante il Consigliere più giovane del Consiglio, quindi lo invito accanto a me per svolgere questo ruolo momentaneo. Grazie. Adesso passo la parola al Sindaco che illustra il punto. SINDACO BUTTI PAOLO Innanzitutto, prima di illustrare questo punto, volevo ringraziare tutte le cittadine ed i cittadini che si sono prestati ad aderire ed a collaborare nelle Commissioni comunali, che auspico possano essere un reale e concreto aiuto all’Amministrazione per redigere proposte che possano essere incisive nei vari settori di competenza. Per quanto mi riguarda, come Assessore all’Urbanistica, convocherò subito, da settembre la Commissione Urbanistica perché, come tutti sappiamo, il P.G.T. ha dei termini di scadenza molto ravvicinati e quindi ci sarà subito da lavorare ed intensamente. Auspico che lo stesso avvenga, pertanto, anche per le altre Commissioni. Dunque, per quanto riguarda il punto in oggetto, come penso molti di voi sanno, era in vigore nello scorso mandato una convenzione che vedeva partecipare il Comune di Seveso, di Nova Milanese e di Burago per la condivisione della carica di segreteria dove il Comune di Seveso era in quota al 50 per cento e Comune capofila, mentre gli altri due Comuni il 25 per cento. 1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 17 del 26/07/2013

Questa convenzione era in scadenza a fine giugno, noi l’abbiamo prorogata sino al 30 settembre perché i tempi, comunque sia, di scelta eventuale, come possibilità dell’Amministrazione, di un Segretario devono comunque avere sessanta giorni di tempo, prima di partire con la procedura, prima dell’entrata in carica. Quindi, la procedura eventuale di modifica, di sostituzione dell’incarico di segreteria può avvenire solo da sessanta giorni dopo la nomina del Sindaco. Quindi, in questo periodo, era inevitabile, era atto dovuto diciamo o proseguire con la convenzione oppure, come Comune capofila, mantenere l’incarico del Segretario attuale al cento per cento. Dal momento che anche a bilancio le somme stanziate erano quelle per un impegno al 50 per cento, noi abbiamo ritenuto, in accordo con le altre due Amministrazioni, di proseguire fino al 30 settembre con l’incarico al Dottor Ferlisi. Niente, tutto qua. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Prego Consigliere Tavecchio. CONS. TAVECCHIO DIEGO Ringrazio il Sindaco per la comunicazione, era già in delibera, quindi chi si era preparato aveva visto. Mi domando cioè una domanda, anzi non “mi domando” ma domando al Sindaco, se può rispondermi, cosa intenderà fare dopo il 30 settembre? Perché la domanda che mi sono fatto è: come mai fino al 30 settembre? In parte mi ha risposto, però vorrei capire quali sono le opzioni che il Sindaco si è dato. SINDACO BUTTI PAOLO Beh, fino al 30 settembre perché noi comunque ci siamo trovati questa situazione appena insediati, abbiamo dovuto coordinare anche dei rapporti con le altre Amministrazioni per decidere entro fine giugno, quindi delle valutazioni nel merito se proseguire con l’incarico attuale nella stessa forma oppure no, non le avevamo prese, ma non le abbiamo ancora prese. Gli aspetti da valutare sono molteplici sia rispetto all’incarico, sia rispetto alla percentuale di incarico dedicata al Comune di Seveso, rispetto ad altri Comuni. Quindi, ad oggi, l’Amministrazione non ha preso ancora delle decisioni al riguardo.

2

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 17 del 26/07/2013

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Ci sono altre domande? Altri interventi? Se non ci sono altri interventi, metterei in votazione il punto all’ordine del giorno. Chi è favorevole? Fumagalli, Pogliani, Bonito, Bizzozero, Cappelletti, Argiuolo, Milani, Gorla, Garofalo, Butti, Pagani, Tavecchio, Vaccarino, Alampi, Allievi. Chi è contrario? Nessuno. Chi si astiene? Consigliere Tagliabue. Votiamo l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Come prima: Fumagalli, Pogliani, Bonito, Bizzozero, Cappelletti, Argiuolo, Milani, Gorla, Garofalo, Butti, Pagani, Tavecchio, Vaccarino, Alampi, Allievi. Chi è contrario? Nessuno. Chi si astiene? Il Consigliere Tagliabue. Grazie al Consigliere Gorla che si è prestato momentaneamente a fare il Segretario verbalizzante. E, quindi, a questo punto, può anche tornare al suo posto e rientrerà il Segretario, Dottor Ferlisi. Grazie.

3

Numero

Data 26/07/2013

COMUNE DI SEVESO
Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100 18

Verbale di Deliberazione di Consiglio Comunale
Oggetto: DETERMINAZIONE DELLA MISURA MENSILE DELL'INDENNITA' DI FUNZIONE SPETTANTE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE E DEL GETTONE DI PRESENZA SPETTANTE AI CONSIGLIERI COMUNALI.
Originale Adunanza di Prima convocazione – seduta Pubblica L’anno duemilatredici addì ventisei del mese di Luglio alle ore 21.00 nella sala delle adunanze, a seguito di avvisi scritti, consegnati nei termini e nei modi di Legge, si è riunito il Consiglio Comunale. All’appello risultano :
Cognome e Nome
BUTTI PAOLO ARGIUOLO ANITA BONITO ALESSANDRO POGLIANI NADIA FUMAGALLI ROBERTO BOMBONATO FABIO ANDREA TAVECCHIO DIEGO ALAMPI NATALE ALLIEVI LUCA LUIGI

Presente
SI SI SI SI SI AG SI SI SI

Cognome e Nome
GAROFALO GIORGIO BIZZOZERO ALFONSO MILANI GIOVANNI BATTISTA CAPPELLETTI ERSILIA TERESA GORLA LUCA PAGANI ROBERTO VACCARINO MASSIMO ETTORE TAGLIABUE DANIELE PIERO MARIA

Presente
SI SI SI SI SI SI SI SI

Partecipa il Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI Essendo legale il numero degli intervenuti il DR. GAROFALO GIORGIO assume la Presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopra indicato.

Oggetto: DETERMINAZIONE DELLA MISURA MENSILE DELL'INDENNITA' DI FUNZIONE SPETTANTE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE E DEL GETTONE DI PRESENZA SPETTANTE AI CONSIGLIERI COMUNALI. Dopo aver brevemente introdotto il punto all’o.d.g., il Presidente del Consiglio Comunale lascia la parola all’Assessore al Personale, Luigia Caria, la quale procede all’illustrazione dei contenuti della presente deliberazione. Si apre un’ampia discussione nella quale intervergono i Conss. Tagliabue, Allievi, Vaccarino, Alampi, Argiuolo, Tavecchio e Bizzozero. Il Cons. Tagliabue invita ad emendare la proposta di delibera eliminando la maggiorazione del 3% sui compensi ed aggiunge che, laddove la delibera venisse approvata nella sua attuale formulazione, egli rinuncerà alla maggiorazione del 3% sui gettoni di presenza a lui spettanti. Il Cons. Allievi chiede la decuratazione del 30% dell’indennità spettante agli Assessori e al Presidente del Consiglio Comunale, preannunciando, in caso diverso, il proprio voto contrario. Comunica la rinuncia ai propri gettoni di presenza a beneficio di quello che l’Amministrazione riterrà più opportuno fare. Il Cons. Vaccarino si associa alla richiesta di decurtazione del 30% avanzata dal Cons. Allievi preannunciando, in caso diverso, il proprio voto contrario e, così come il Cons. Tagliabue, informa che se la delibera verrà approvata nella sua attuale formulazione egli rinuncerà alla maggiorazione del 3% sui propri gettoni di presenza. Il Cons. Alampi preannuncia la propria astensione e l’uscita dall’aula, mentre il Cons. Argiuolo comunica la rinuncia ai propri gettoni di presenza in favore delle persone che hanno perso il lavoro. Il Cons. Tavecchio annuncia il voto contrario del gruppo Seveso nel Cuore mentre il Cons. Bizzozero preannuncia il voto favorevole della maggioranza ed informa che i Consiglieri di maggioranza devolveranno i propri gettoni di presenza in favore di un costituendo fondo solidale. I Consiglieri Vaccarino ed Alampi abbandonano i lavori dell’assise. Seguono gli interventi del Sig. Sindaco e dei Conss. Fumagalli, Tagliabue, Allievi, Tavecchio e Garofalo. Il Segretario Comunale, chiamato a specificare alcuni aspetti di carattere giuridico relativi alla procedura, illustra i dettagli tecnici necessari. Per la discussione si rimanda alla trascrizione integrale, parte integrante del presente atto, anche se non materialmente allegata.

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: - L’art. 82 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e s.m.i. fissa i criteri per l’erogazione dell’indennità mensile di funzione al Presidente del Consiglio Comunale e del gettone di presenza ai Consiglieri Comunali; - Il Decreto del Ministero dell’Interno 4 aprile 2000, n.119, tutt’ora vigente, all’art. 5 stabilisce, in relazione alla fascia demografica dei comuni il compenso dovuto al Presidente del Consiglio Comunale e l’ammontare del gettone di presenza per i Consiglieri; - L’art. 1, comma 2, della legge 26 marzo 2010, n. 42, per le consultazioni elettorali successive all’anno 2011, riduce il numero dei componenti del consiglio comunale, in base alla popolazione prevedendo per il Comune di Seveso il numero di 16 consiglieri oltre al Sindaco;

2

Preso atto del prospetto predisposto dall’Ufficio Personale che stabilisce le indennità spettanti agli amministratori del ns. Ente in ottemperanza a quanto dispone la Legge, che si allega quale parte integrante e sostanziale del presente atto (all. A); Ritenuto, pertanto, di fissare i valori dell’indennità di funzione del Presidente del Consiglio e dei gettoni di presenza spettanti ai componenti del Consiglio Comunale come di seguito indicato: - Indennità di funzione al Presidente del Consiglio (indennità mensile pari a quella degli assessori) €. 1.292,64 - Gettone di presenza ai Consiglieri Comunali €. 20,59

Per effetto di quanto disposto dall’art. 82 – comma 1 – del D.Lgs. 267/2000 l’indennità di funzione spettante al Presidente è dimezzata per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa; Preso atto che nel Bilancio di Previsione 2013, approvato dal Commissario Straordinario con deliberazione n. 64 del 20/05/2013, sono state impegnate le risorse per le indennità di cui trattasi; Visto l’art. 82 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.; Vista la Legge 23/12/2005, n. 266; Vista la Legge 26/3/2010, n. 42; Visto il D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”; Visti i pareri resi a norma dell’art. 49 del Testo Unico sopracitato, che si allegano al presente atto quale parte integrante e sostanziale dello stesso; Visto l’art. 134, comma 4, del Testo Unico sopracitato; Alla presenza di n. 14 Consiglieri (non partecipano alla votazione i Conss. Vaccarino ed Alampi) con n. 10 voti favorevoli, nessun astenuto e n. 4 voti contrari (Tagliabue, Pagani, Tavecchio e Allievi) D E L I B E R A 1) 2) La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente atto e qui si intende approvata. Di fissare i valori per l’indennità mensile di funzione spettante al Presidente del Consiglio Comunale e per il gettone di presenza spettante ai Consiglieri come segue: - Indennità di funzione mensile per il Presidente €. 1.292,64 - Gettone di presenza per Consiglieri €. 20,59 di prendere atto che, ai sensi dell’art. 82, comma 1, del D.lgs 267/2000, l’indennità di funzione spettante al Presidente è dimezzata per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa.

3)

Alla presenza di n. 14 Consiglieri (non partecipano alla votazione i Conss. Vaccarino ed Alampi) con n. 10 voti favorevoli, n. 1 astenuto (Allievi) e n. 3 voti contrari (Tagliabue, Pagani, Tavecchio) il presente atto è dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi dell’art.134 comma 4 del Testo Unico sull’ordinamento degli enti locali.

3

Allegati: pareri prospetto indennità – all. A

4

Comune di Seveso Provincia di Monza e della Brianza Codice 11100

Delibera di Consiglio Comunale

26/07/2013

n.18
Letto, confermato e sottoscritto IL PRESIDENTE DR. GAROFALO GIORGIO IL Segretario Generale DR. SALVATORE FERLISI

----------------------UFFICIO RAGIONERIA----------------------------Registrato impegno all’intervento entroindicato Lì________________ IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

--------------------------------------------------------------------Si dichiara che questa deliberazione verrà pubblicata all’Albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal _______________ al ________________. Lì, ________________

IL SEGRETARIO GENERALE
_______________________

CERTIFICATO DI ESEGUITA PUBBLICAZIONE ED ESECUTIVITA’ DELL’ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme attestazione del messo, dichiara che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 15 giorni consecutivi dal________________ al ___________________. Attesta inoltre, visti gli atti d’ufficio che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il _____________ - decorsi dieci giorni dalla data d’inizio delle pubblicazioni (Art. 134 - comma 3 – T.U. sull’Ordinamento Enti Locali); Lì_______________ IL SEGRETARIO GENERALE _______________________

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

CITTA’ DI SEVESO SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 26/07/2013

PUNTO 11) DETERMINAZIONE DELLA MISURA MENSILE DELL’INDENNITA’ DI FUNZIONE SPETTANTE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE E DEL GETTONE DI PRESENZA SPETTANTE AI CONSIGLIERI COMUNALI.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Passiamo al punto 11) all’ordine del giorno. Per questo punto all’ordine del giorno, vorrei fare una premessa e poi lascerò la parola all’Assessore Caria, perché questa delibera, appunto, ci arriva dall’ufficio personale e la delega è del Consigliere Caria... dell’Assessore, scusate. Faccio una premessa perché in questi giorni il Consigliere Tagliabue ha avanzato un dubbio o, perlomeno, ha fatto notare un elemento che prima non era di nostra conoscenza e nemmeno degli uffici, che ritengo, abbiamo ritenuto di dovere prendere in considerazione. Si tratta della determinazione della misura mensile dell’indennità di funzione spettante al Presidente del Consiglio Comunale e del gettone di presenza spettante ai Consiglieri comunali. Questo è il tema della delibera. In merito a questo, l’ufficio di riferimento ha preso in considerazione la legge, Decreto del Ministero 119 del 2000, che è ancora vigente a tutti gli effetti. Appunto, però, il Consigliere Tagliabue ha fatto notare in questi giorni che esiste un parere, in particolare della Corte dei Conti, sezione regionale Toscana, parere del 2012, che sostanzialmente rileva come non sia più possibile fare le maggiorazioni di cui all’articolo 2 della legge che vi ho citato. Questo è, appunto, un parere che andrebbe sostanzialmente, se confermato, a cambiare i termini di questa delibera. Salvo poi dire anche per completezza che esistono diversi pareri che invece, soffermandosi su altre questioni legate a questo tema, in modo diretto ed indiretto confermano l’impianto della legge, di cui vi ho parlato e, pertanto, questa delibera che si basa in modo fedele alla legge del 2000. Questo è un po’ il quadro della situazione. Io adesso lascerei appunto la parola all’Assessore Caria per la sintesi di questo 1

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

punto e per spiegare l’Amministrazione.

invece

cosa

ha

intenzione

di

fare

ASS. CARIA LUIGIA Ringrazio il Presidente del Consiglio per la parola. Buonasera a tutti. Volevo fare una premessa: la determinazione della misura mensile sia dei Consiglieri, come gettone di presenza, che del Presidente del Consiglio sono strettamente collegati con la determinazione della misura mensile dell’indennità spettante agli amministratori comunali, in particolare al Sindaco. Ed è sulla base dell’indennità mensile che viene erogata al Sindaco, che vengono poi calcolate come da prospetti legislativi tutti gli altri compensi. Fatta questa premessa, noi ci siamo attenuti all’attuazione dei Decreti Legislativi, nonché del Decreto Ministeriale 119, del 4 aprile 2000, che prevede, appunto, come è stato detto, delle maggiorazioni solo se ci sono i presupposti alla lettera a) dell’articolo 2 è prevista una maggiorazione del 5 per cento per esempio per i Comuni che hanno fluttuazioni stagionali. E, siccome non è il nostro caso, noi, come Comune di Seveso non abbiamo delle stagionalità, non siamo un Comune di turismo, non abbiamo applicato giustamente il 5 per cento di maggiorazione. Per quanto riguarda, invece la lettera b) la maggioranza del 3 per cento è prevista se le percentuali proprie delle entrate, rispetto al totale delle entrate, superano la media regionale, quindi della Lombardia. Siccome il nostro importo, in percentuale, è dello 0,84, contro lo 0,55 della Regione Lombardia, abbiamo ritenuto opportuno applicare la maggioranza del 3 per cento sugli indennizzi mensili. Detto questo, abbiamo considerato di prendere atto del parere di quanto ha espresso il Consigliere Tagliabue e di quanto ci ha evidenziato, pur ritenendo di avere applicato la normativa, abbiamo deciso come Consiglio Comunale e come Giunta di predisporre, di inviare la richiesta di un parere alla Corte dei Conti della Regione Lombardia per fare le opportune verifiche. Eventualmente, se la Regione Lombardia accoglierà quanto evidenziato dal Consigliere Tagliabue, andremo a rettificare questo 3 per cento dai nostri compensi. Se ci sono domande. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Assessore Caria. Ci sono domande o interventi su questo punto? Ne approfitto per ringraziare, tra l’altro, il Consigliere 2

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

Tagliabue, prima l’ho citato, ma mi sono dimenticato di ringraziarlo perché era una cosa che appunto era sfuggita, è vero che si tratta di un parere, come ho detto prima, però è da tenere comunque in considerazione come elemento e, quindi, lo ringrazio per l’attenzione insomma. CONS. TAGLIABUE DANIELE Grazie Presidente. Allora, il rilievo che è stato fatto ha un fondamento giuridico che, appunto, è stato evidenziato nel parere della Corte dei Conti di Toscana che richiama poi le Sezioni Riunite della Corte dei Conti. Il parere di una Corte dei Conti non è, come dire, il parere di un cittadino qualsiasi e non è neanche un’interpretazione della legge, ma è la esplicitazione di quello che la legge dice. Quindi, essendo molto chiaro questo parere, e lo rileggo nella sua parte significativa in cui si dice: “Senza possibilità di applicare attualmente le maggiorazioni del 2 e del 3 per cento, di cui al Decreto Ministeriale 119 del 2000”. Quindi non c’è ombra di dubbio nella lettura di questo parere. Per questo, invito ad emendare questa delibera, ma è evidente che non c’è solo un tema di qualità giuridica della delibera, c’è anche un tema di opportunità politica. Come abbiamo visto dall’andamento economico del Comune di Seveso, il 2012 ha visto un calo del 44 per cento dei posti di lavoro che vengono creati a Seveso, nonché il 22 per cento delle unità locali presenti sul territorio. Quindi, credo che chiedere di propria iniziativa a questa assise la rinuncia al 3 per cento di maggiorazione delle proprie indennità sia una richiesta che non doveva neppure essere formulata all’interno di questo Consiglio, ma doveva essere di per sé presa, come dire, già fatta spontaneamente all’interno di questa delibera. Credo che sia giusto che fosse stata fatta e quindi la delibera non fosse presentata in questo modo. Senza ricordare, o meglio ricordando le iniziative del Partito Democratico fatte in questo in Consiglio in occasione del precedente mandato, quando in data, se non ricordo male, 14 marzo 2011, in occasione del bilancio di previsione 2011, il P.D. chiese una riduzione del 30 per cento degli onorari degli Assessori e del Sindaco e del cento per cento degli onorari del Consiglio Comunale. Credo, quindi, che la semplice rinuncia a questa maggiorazione sia un gesto dovuto; dovuto in considerazione delle condizioni economiche della città, in considerazione della manovra fatta sul bilancio di previsione 2013, che prevede un incremento di entrate da imposizione sui cittadini di Seveso di circa il 20 per cento, 3

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

che è una cifra enorme, che prevede un incremento della spesa corrente di circa un milione di euro, cosa difficilmente spiegabile anche ai cittadini o comunque che andrebbe spiegata in modo approfondito. Quindi credo che questa delibera debba essere perlomeno emendata. Un’ultima osservazione a questa delibera riguarda il parere posto dalla Ragioneria. Allora, qui mi sembra di avere letto che la Ragioneria non dà parere, “parere non dovuto in quanto l’atto non comporta impegno di spesa o diminuzione di entrate”. In realtà, mi risulta che il parere debba essere dato oggi per ogni delibera che abbia riflesso contabile. Quindi invito anche a verificare anche questo secondo aspetto. E’ evidente che per me è invotabile questa deliberazione; eventualmente, laddove venisse approvata dalla maggioranza, io chiederò che il mio gettone di presenza verrà decurtato del 3 per cento di maggiorazione. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Tagliabue. Consigliere Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Innanzitutto grazie al Presidente, grazie all’Assessore Caria, grazie al Consigliere Tagliabue per le delucidazioni tecniche sulla questione dell’aumento del 3 per cento. Ritengo che, sebbene importanti, non siano il succo di questa deliberazione. Come ha bene ricordato il consigliere Tagliabue, durante il precedente mandato chi siede attualmente sui banchi della maggioranza e anche in quelli dell’Amministrazione ha più volte ricordato come fosse assolutamente necessario, in tempo di crisi, che anche la politica desse il suo esempio e che quindi si procedesse ad una decurtazione dei compensi. Anch’io mi ricordo la proposta che mi sembra addirittura che fosse stata fatta dall’attuale Presidente del Consiglio, di decurtare del 30 per cento sia le indennità degli Assessori, che anche quelle del Presidente del Consiglio; io vagamente mi ricordo anche un 50 per cento per chi era dipendente e quindi aveva già il compenso dimezzato. Quindi, a me, francamente, non basta l’azzerare l’aumento del 3 per cento, io voglio e chiedo, pretendo coerenza in questa sede dal Partito Democratico e dai suoi esponenti che facciano esattamente quello che avevano fatto, che chiedevano alla precedente Aministrazione. E quindi la decurtazione del 30 per cento sia dell’indennità dei componenti della Giunta, sia del Presidente del Consiglio, altrimenti il mio voto sarà contrario. 4

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

Per quanto mi riguarda, il mio gettone di presenza, se possibile, se fattibile, vi rinuncio tranquillamente a beneficio di quello che era, l’Amministrazione deciderà di fare a suo gradimento. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Allievi. Consigliere Vaccarino. CONS. VACCARINO MASSIMO Grazie Presidente. Soltanto due brevi considerazioni. La prima è quella di un ringraziamento al Consigliere Tagliabue che, come sempre, è attentissimo nell’esame della documentazione che ci viene fornita e, sotto questi aspetti giuridici, rappresenta veramente un aiuto prezioso. Noto una cosa però in questo aiuto del Consigliere Tagliabue, che il Consigliere ha notato questo problema formale e lo ha comunicato al Presidente, al Sindaco, non so a chi, comunque qualcuno dell’Amministrazione. Mi sembra un atteggiamento di totale correttezza. Io ricordo, non posso non ricordarlo, che abbiamo vissuto anni in questo Consiglio Comunale, quando gli uomini erano diversi, i ruoli erano diversi, le responsabilità erano diverse, dove solitamente queste incongruenze, questi inciampi formali, poi il secondo punto sarà sull’aspetto non formale, però adesso parlo di quello formale, non veniva sempre segnalato con questa disponibilità in generale dai Consiglieri, dal Consigliere Tagliabue sì, ma da altri Consiglieri no, ma veniva sbandierato con polemiche pazzesche, in primo luogo su internet e sui social media. Prendo atto, invece, in questo caso, che l’Amministrazione ha potuto contare su un Consigliere di opposizione assolutamente corretto; sarebbe bello che sempre, in tutte le legislature, ci fosse da parte di tutti questa correttezza. Seconda considerazione. Io sono sempre stato favorevole e lo voglio ribadire anche questa sera, a che il lavoro di chi si impegna nelle istituzioni venga adeguatamente riconosciuto perché è comunque un lavoro che comporta notevole dispendio di tempo, di energie, di attenzione e anche, ne so qualcosa per il lavoro che ho svolto nei cinque anni precedenti, di grande, grandissima responsabilità. Per cui, il fatto di dovere sempre, quando si parla di spending review, di porre l’attenzione solamente su questo di costi della politica mi sembra molto populista. Per cui, se io avessi avuto la responsabilità di proporre questa delibera in termini politici, sicuramente non avrei applicato 5

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

questo 3 per cento, magari un piccolo segnale può essere quel 5 – 10 per cento di rinuncia l’avrei dato, ma sicuramente non avrei cavalcato il populismo di chi dice che bisogna sempre e soltanto tagliare dai gettoni di presenza, dai compensi per gli amministratori. Il problema è un altro, il problema è politico. Prima è stato ricordato che nella scorsa legislatura veniva fatto invece un gran populismo proprio di questo genere. Io ricordo di avere letto in qualche programma elettorale della recente campagna elettorale che abbiamo vissuto a Seveso punti del programma dove si parlava, se non vado errato, di finanziare attività produttive di nuova formazione da parte di giovani con i risparmi sui costi della politica, leggendo quel punto pensai che forse chi l’aveva scritto non aveva mai visto un’azienda e sicuramente non ha mai avuto le responsabilità di un’azienda. Mi è sembrato che quella proposta fosse definibile come un Paolo Villaggio di tanti anni fa in un suo film definì la Corazzata Potemkin!! Però si è fatta politica su questa cosa cavalcando il populismo. E Allora oggi mi sarei aspettato un atteggiamento conseguente da parte dell’Amministrazione e quindi una conseguente riduzione del compenso, la misura potrebbe essere quella che è stata ricordata prima, proposta in questa sede, del 30 per cento. Per cui, pur non essendo contrario, ripeto, al fatto che la politica venga adeguatamente e giustamente retribuita, per questo atteggiamento politico che ha avuto quella che adesso è l’attuale maggioranza, anch’io dico che o non solo si toglie il 3 per cento, poi non riesco a capire perché l’Assessore dica che “si è ritenuto opportuno”, io avrei detto magari che si è ritenuto fattibile, ma che sia opportuno, con i tempi che corrono, è un po’ dura! Però, al di là ancora del 3 per cento, al quale anch’io voglio comunque rinunciare se la maggioranza del Consiglio approva la delibera, così come è stata proposta, se non c’è un taglio di almeno il 30 per cento, per i motivi che ho detto e non per posizione preconcetta e ideologico, anch’io voterò contro. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Vaccarino. Il Consigliere parola.

Alampi

chiede

la

CONS. ALAMPI NATALE Sì, riguardo a quest’ultimo punto, vista come ha detto il Consigliere Tagliabue, la non chiara disposizione di legge e quindi non chiaro se questo aumento del 3 per cento è dovuto o 6

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

meno, io, se la delibera viene confermata in questi termini, non partecipo alla votazione ed esco dall’aula. Con di più, mi aspetto, comunque, da parte della maggioranza un segnale alla cittadinanza, visto che si chiedono sacrifici, che anche la politica dia il buon esempio e, nel possibile, faccia una decurtazione di quelle che sono le indennità spettanti. Adesso io non voglio dare delle percentuali, le ho sentite dal collega Vaccarino, io non do delle percentuali, però bisogna dare un segnale in questo periodo di crisi di non andare a tenere gli aumenti, quelli che sono di legge, ma bensì, visto che si chiedono sacrifici ai cittadini, la politica deve, anche lei, dare il buon esempio e quindi fare il primo passo. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Alampi. Ci sono Consigliere Argiuolo.

altri

interventi?

Il

CONS. ARGIUOLO ANITA Signor Presidente, signor Sindaco, colleghi, niente, io non voglio... cioè ho preso una decisione, non per rispondere agli attacchi strumentali e politici che sono stati presi dalla Lega Nord e dal P.D.L., ma è già una mia decisione personale, che non ho messo al corrente neanche i miei colleghi, io rinuncio al mio gettone di presenza in favore dei lavoratori che hanno perso il lavoro ultimamente. Questo penso che, siccome sono stata ultimamente coinvolta su questo dramma, quindi mi sento di fare questa proposta, almeno mia personale. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Argiuolo. C’è il Consigliere Tavecchio. CONS. TAVECCHIO DIEGO Una domanda breve con una risposta secca all’Assessore e poi l’intervento. Il decreto, siccome non sono riuscito a leggerlo, il decreto prevede che si debba o si possa aumentare del 3 per cento il gettone e l’indennità spettante? Risposta secca. ASS. CARIA LUIGIA Immagino che si possa. CONS. TAVECCHIO DIEGO Perfetto.

7

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

ASS. CARIA LUIGIA Se si rientra nelle tabelle. CONS. TAVECCHIO DIEGO Se si rientra. Qualora si dovesse rientrare, visto che si rientra, si può. Ok? Ok! Quindi, per rispondere al Consigliere Argiuolo, io credo che gli interventi dei colleghi della minoranza non siano così strumentali; questo è il primo atto politico che la maggioranza... ok, va bene. Mi lasci glissare sul primo. Uno dei primi atti politici che la maggioranza porta in Consiglio. Ora, siccome ero in vacanza, mi sono chiesto come mai viene convocato un Consiglio Comunale il 26 di luglio? Questo avevo chiesto al Presidente del Consiglio quando si è riunita la Commissione Capigruppo. Mi era stato risposto che c’erano da preparare delle deliberazioni e dei documenti. Ora, l’unica che prevede una scadenza era la proroga della convenzione per il Segretario Comunale, oltre ovviamente alle nomine delle Commissioni. Però il primo atto che viene fatto è l’aumento dell’emolumento da parte del Presidente del Consiglio, degli amministratori e del gettone di presenza dei Consiglieri Comunali. Ora, qualcuno di nota memoria diceva che a pensar male si fa peccato, ma ci si azzecca sempre! Io non vorrei che il Consiglio Comunale sia stato convocato a ridosso delle ferie perché così questo atto viene, diciamo così, fatto passare e dopo, sotto l’ombrellone, ci si dimentica. Questo mi sembra un atteggiamento da casta e mi sembra grave invece che il Sindaco, che nella Commissione Capigruppo ha detto che non ha votato il Bilancio della partecipata, di ASPES, che doveva essere votato entro il 30 giugno, quindi una scadenza, diciamo così, importante, non venga in Consiglio a riferire su questo atto così pesante. Cioè mi sarei aspettato un Consiglio Comunale al 26 di luglio, uno può tornare dalle vacanze, può anche allontanare le vacanze, però se c’è un deliberato di una certa rilevanza. Ora, non che gli altri non siano di una certa rilevanza, ma il deliberato di stasera sulla determinazione dell’aumento del gettone di presenza veramente mi ha lasciato molto perplesso e allibito, quando, appunto, c’è una questione pendente, che è il bilancio ASPES che il Sindaco ha dichiarato non avere approvato, però non viene in Consiglio Comunale a dire perché. Quindi, ovviamente, parlo anche per il mio collega Pagani, la lista “Seveso nel cuore”, scusate, oltre al fatto poi che sono stati sollevati dei problemi tra virgolette giuridici dal 8

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

Consigliere Tagliabue, che anch’io voterà contro questa delibera.

ringrazio,

il

nostro

gruppo

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Tavecchio. Si era prenotato Bizzozero, se non ho visto male.

il

Consigliere

CONS. BIZZOZERO ALFONSO A parte il fatto che non c’è nessun aumento perché questa è la cifra che prendevano i Consiglieri precedentemente e il Presidente precedentemente. Prima cosa. No, la maggiorazione c’era anche prima! Quindi non rompere le scatole su questo piano! PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Un attimo, Consigliere Bizzozero, aspettiamo che i cittadini ci... CONS. BIZZOZERO ALFONSO Perché le cose le ho dette come sono. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Scusi Consigliere... Consigliere Bizzozero, aspettiamo che i nostri cittadini... Vi ricordo che dal pubblico non si può parlare, quindi vi inviterei a non farlo, anche perché dovreste appunto rispettare una delle regole che è principe di questa assise. Quindi ve lo dico adesso per ogni questione... Ve lo ripeto, non si può parlare dal pubblico, non si può né dissentire, ma neanche approvare rumorosamente dal pubblico. Quindi questa è una regola alla quale vi chiedo di sottostare perché ci sono, anche noi sottostiamo a delle regole, come il fatto che non si possa intervenire in contemporanea tra più Consiglieri. Quindi, quando parla il Consigliere, l’unica cosa che si può fare è ascoltarlo fino alla fine e poi intervenire, non dal pubblico. Penso di essere stato chiaro su questo. Prego Consigliere Bizzozero. Prego, può parlare adesso. CONS. BIZZOZERO ALFONSO Per cui, a parte questo, questa è una delibera tecnica derivante da una legge dello Stato che può tranquillamente poi portare comunque a delle decisioni personali, di ogni Consigliere, per quanto riguarda i suoi emolumenti e per quanto riguarda gli emolumenti del Presidente. Quindi noi prendiamo atto tranquillamente di tutti gli interventi e le proposte fatte fino adesso. E, appunto per questo motivo, visto l’importanza di queste proposte, ci prendiamo il tempo 9

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

necessario per decidere i tempi, i modi, le finalità e gli obiettivi di una decisione di questo tipo. Per cui, siccome questo è un atto dovuto, questa delibera è già stata redatta, per cui, noi, come maggioranza, voteremo a favore, sappiamo già comunque che prossimamente la maggior parte di noi rinuncerà al gettone di presenza, non al 3 per cento, in favore di qualcosa di strutturato, che dovrebbe essere un fondo a parte, in cui convoglieranno questi soldi. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Bizzozero. CONS. VACCARINO MASSIMO Scusi, Presidente, solo una cosa. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Consigliere Vaccarino. CONS. VACCARINO MASSIMO Non per intervento, solo per fatto personale. Allora, tutti i Consiglieri Comunali vengono eletti in rappresentanza dei cittadini che sono andati a votare e li hanno eletti. Vengono qui per portare il loro contributo, che può essere gradito o mica gradito, qui e là. Non sono qui a rompere le scatole, io non voglio rompere le scatole ai cittadini, per cui l’indicazione mia politica ve l’ho detta prima, tra l’altro, neanche troppo di critica della maggioranza, perché vi ho detto che se non ci fosse stato quel pregresso, io più che dire che avevo votato la stessa delibera, cosa devo dire? Però, dato che non sono qui a rompere le scatole, anche se l’atteggiamento politico sarebbe stato quello di votare contro, io lascio i lavori del Consiglio Comunale. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Vaccarino. Consigliere Argiuolo. CONS. ARGIUOLO ANITA Signor Presidente, io volevo solo rispondere con due parole al Consigliere Tavecchio che ha detto che noi abbiamo convocato questo Consiglio Comunale in fretta e furia forse solo per deliberare questo punto all’ordine del giorno... scusami, se mi fai parlare! Grazie. Ma, in realtà, la cosa più urgente sono il punto 2) “Lettura ed approvazione verbale seduta del 25/06 del 2012”, ok? Che sono verbali che si dovevano approvare, grazie al voto politico che ci 10

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

ha lasciato l’Amministrazione precedente e non certamente questo punto che Lei ha citato. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Argiuolo. Voleva intervenire il Sindaco e poi il Consigliere Alampi. SINDACO BUTTI PAOLO Dunque, rispetto al fatto che noi si sia voluti aumentarci quello che ci spetta, la verità è tutto fuorché questo, perché comunque la delibera riprendeva quella che è stata votata cinque anni fa, era niente più che la ripresentazione, come dicevano, poi può essere data una veste politica, ma tecnica di un procedimento che doveva comunque essere attuato per definire gli emolumenti alle cariche. Detto questo, io, lo dico qua, ma perché c’era nel nostro programma, ma perché ci stiamo lavorando, io posso chiaramente e senza problema affermare che noi, come è nel nostro programma, stiamo pensando alla realizzazione di un fondo solidale che vorremmo gestire insieme a chi gestisce i problemi sociali sul territorio, quindi alle parrocchie, alle associazioni che lavorano nel sociale, per degli scopi precisi che portino non denaro, ma aiuti alle persone più in difficoltà, quindi aiuti concreti. E su questo l’impegno che c’era rimane, anche con un impegno a livello economico delle cariche sia di Giunta, che del Consiglio Comunale. Detto questo, voglio ribadire che la posizione che avevamo preso e che abbiamo poi mantenuto come Partito Democratico nella scorsa legislatura, intendiamo riprenderla anche adesso, tra l’altro come spontaneamente ha fatto il Consigliere Argiuolo. Per quanto riguarda la correttezza istituzionale che non so chi citava, noi abbiamo fatto una Commissione Capigruppo che ricordo al Consigliere Tavecchio, che sedeva in fianco a me nella scorsa legislatura, non so quante volte abbiamo visto in cinque anni discorsi nella scorsa legislatura. Noi, a neanche un mese dall’insediamento, abbiamo fatto una Commissione Capigruppo, dove io personalmente ho dato delle cifre, ho detto delle cose su ASPES, che tra l’altro è una Commissione pubblica, che non erano mai state dette, forse di più che in cinque anni, perché erano cose che richiedevamo da dieci anni. Noi abbiamo assunto subito un atteggiamento di estrema trasparenza perché non c’è niente da nascondere. E questa è la risposta. Ma va beh, noi andremo avanti nello stesso modo, perché se oggi non si parla di ASPES è perché non ci sono assolutamente elementi di novità rispetto ad ASPES. 11

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

Io vi sentirò nei prossimi giorni, ve lo preannuncio adesso, per una Commissione Capigruppo sul tema di Pedemontana e attraversamento ferroviario, che sono due temi che abbiamo affrontato in questi quindici giorni. Questo per riprendere quella trasparenza e quella chiarezza che io voglio adottare, non con una Commissione Capigruppo ogni tre anni, come avveniva prima, ma con una Commissione Capigruppo, che mi sembra un momento di confronto importante ed è anche pubblico, che è avvenuta a meno di un mese. Detto questo, sulla data di questo Consiglio Comunale che qui voglio ricordare, noi l’avevamo pensato al 29, ma gran parte dei Consiglieri di minoranza, tant’è che non c’è un capogruppo di maggioranza oggi, ok? Quindi, la volontà di fare questi Consigli Comunali balneari. La volontà prima di questo Consiglio Comunale, oltre ai punti che venivano evidenziati dai Consiglieri, è il fatto che all’inizio di settembre io chiederò che le Commissioni siano operative e lavorino. E questo atto, la votazione delle Commissioni, in questo Consiglio Comunale era per permettere che le Commissioni da settembre, senza aspettare un Consiglio Comunale che a settembre dovremmo fare per l’assestamento, avvenisse a fine settembre. Quindi questo per la logica che abbiamo noi, se poi il Consigliere Tavecchio ha un’altra logica, lui rimane della sua opinione ed io comunque voglio esporre quelli che sono i presupposti di azione dell’Amministrazione, che non intende nascondersi su finti aumenti che non esistono. Perché ricordo, l’avevo accennato anche al Consigliere Tagliabue, questo intervento si ripercuoterebbe anche sugli emolumenti della precedente legislazione perché non è un 3 per cento in più, è un 3 per cento che c’era già, rispetto alla quota base e che è stato mantenuto perché è stata fatta una valutazione, che poi adesso abbiamo chiesto di verificare attraverso la Corte dei Conti. Quindi non c’è nessun obiettivo né di non fare i sacrifici, né di non fare attenzione ai problemi della gente, né di fare Consigli Comunali balneari, né di non informare il Consiglio ed i cittadini su temi che noi riteniamo di estrema importanza e gravità. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Ha chiesto la parola il Consigliere Fumagalli.

12

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

CONS. FUMAGALLI ROBERTO Ora, io vorrei chiarire un po’ di cose. Innanzitutto, dichiaro e penso di parlare anche per i miei colleghi di partito, che, come Consigliere, mi sono messo a disposizione della cittadinanza. Mi sono messo a disposizione della cittadinanza il 26 luglio, così come il 4 febbraio. Quindi, il mio impegno non mancherà mai, in qualsiasi momento dell’anno, non metterò mai i miei impegni personali davanti a quelli dei cittadini. Per seconda cosa, il problema non è che il Consiglio Comunale, il Presidente del Consiglio Comunale, il Sindaco hanno fretta, il problema è che la fretta ce l’ha Seveso, che l’hanno i loro cittadini che finalmente vogliono vedere muovere le cose, dopo tanti anni di immobilizzo della passata Amministrazione. Quindi la fretta non ce l’abbiamo noi, ma ce l’ha Seveso perché più stiamo fermi e più peggioriamo le cose. Sul mio gettone di presenza, come la collega Anita, non faccio nessun problema, vorrei però che i cittadini capissero che il 3 per cento del mio gettone di presenza sono 0,70 centesimi! A me, di 0,70 centesimi non me ne frega niente, così come non me ne frega niente del mio gettone di presenza di 20,00 – 22,00 euro lordi, quello che è. Come membro del Partito Democratico, mi ero impegnato, all’inizio di questa campagna elettorale a devolvere parte del mio emolumento, ma anche tutto il mio emolumento, non c’è nessun problema, con il fondo che deciderà il Partito Democratico, a cui io intendo aderire e non intendo minimamente cambiare idea rispetto a quello che dicevo durante la campagna elettorale. Infine, chiedo all’opposizione una cosa, chiedo di rispondermi cos’è successo quando è stato chiesto di rinunciare al 30 per cento di emolumento? Se non ricordo male, per poter riparare una scuola di Seveso che era gravemente danneggiata, se loro hanno aderito oppure no. Ovviamente lo chiedo solo a chi faceva parte della maggioranza, perché a me sembra di ricordare che loro non avevano aderito. Ultima cosa, io chiedo che a livello politico, noi veniamo giudicati per quello che facciamo, non per 0,70 centesimi in più, perché proprio oggi stavo parlando con un Assessore, che mi parlava di un fondo regionale, vi chiedo scusa se non ho capito molto bene di che cosa si tratta, che può erogare 2.400,00 euro ai cittadini di Seveso in difficoltà. Più che parlare dei miei 0,70 centesimi, parliamo di questi 2.400,00 euro che possono arrivare ai cittadini di Seveso in difficoltà. Grazie.

13

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Fumagalli. Adesso lascio la parola al Consigliere Alampi invece che erroneamente mi aveva chiesto la parola e non gliel’ho data, quindi prego. CONS. ALAMPI NATALE Grazie. Visto che sostanzialmente mi sembra che il punto sia confermato nella sua interezza e quindi sia il 3 per cento viene in questo momento deliberato e votato che da parte dell’amministrazione non c’è comunque in questo momento una chiara volontà, ma dice: vedremo successivamente, stiamo studiando delle nuove prerogative per diminuire queste cose, faremo un fondo di solidarietà e quant’altro, io, come ho detto prima, non mi ritrovo in accordo con questo punto e quindi lascio i lavori dell’aula. Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Consigliere Alampi. Ci sono altri interventi? Consigliere Tagliabue e poi il Consigliere Allievi.

Il

CONS. TAGLIABUE DANIELE La mia osservazione era innanzitutto rivolta a mettere, cioè a creare una forma di tutela per l’ente, una tutela anche per la responsabilità dei Consiglieri di maggioranza perché c’è la possibilità che si crei un danno erariale. Quindi, il tipo di atteggiamento prudenziale che la mia osservazione portava era appunto innanzitutto rivolto a questa tutela. Vorrei anche sottolineare il fatto che la possibilità di incrementare o diminuire con delibera di Giunta o di Consiglio le indennità è stata cancellata con legge 133 del 2008, quindi questo..., sì, è stata cancellata con legge 133 del 6 agosto 2008. Questo significa che esiste una precisa intenzione del legislatore di evitare l’utilizzo di maggiorazioni delle indennità dei Consiglieri ed in generale degli amministratori. Questa cancellazione in realtà, come dice appunto il parere della Corte dei Conti toscana, è estensibile anche al Decreto Ministeriale 119, che non è altro che un regolamento di attuazione di quanto previsto appunto dalla legge 267 del 2000. Quindi il mio intervento, pur avendo un aspetto polemico che, appunto, non disconosco, è innanzitutto volto a tutelare l’Ente e tutelare i Consiglieri di maggioranza sulle proprie responsabilità. Grazie.

14

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Consiglieri Allievi. CONS. ALLIEVI LUCA Sì, penso che, essendo stato indirettamente tirato in causa dall’intervento del Consigliere Fumagalli, non posso esimermi dal dargli una spiegazione. E’ vero, in quella sede venne richiesto, ma, come ho anticipato,mi sembra proprio dall’attuale Presidente del Consiglio, di fare un emendamento al bilancio di previsione che prevedesse una decurtazione degli emolumenti sia del Presidente del Consiglio, che dei membri della Giunta, la motivazione, francamente, non me la ricordo, che fosse la scuola, che fosse la buca in via della Roggia, che fosse il rifacimento del manto erboso da qualche parte, lo ignoro, non me lo ricordo e lo dico con estrema sincerità. Nella situazione in cui ci troviamo, ritengo che ogni persona abbastanza intelligente capisca che non ci troviamo in questa condizione solamente perché prima di noi c’è stato il Sindaco Donati, piuttosto che prima di noi c’era stato ancora il Sindaco Galbiati, quello che ci è franato addosso come economia penso che non possa essere imputato agli umili cristiani che hanno fatto parte dell’Amministrazione comunale negli ultimi anni. Si può dire però una cosa, che voi avete fatto campagna elettorale, avete fatto una campagna assolutamente populista su questo tema ed è sbagliato quello che diceva prima il Consigliere Tavecchio, questo è il primo atto politico. No, questo è il secondo atto politico, il primo è stato quello della presidenza del Consiglio non data all’opposizione, dopo che per anni avete detto che, in caso di vittoria, avreste dato la presidenza del Consiglio all’opposizione quale segno di democrazia e di rispetto delle istituzioni. Questo è il secondo punto, siete andati in giro a dire per anni che nella situazione attuale, le famiglie non arrivavano alla fine del mese e tutto quanto, la politica che deve dare il primo esempio, e poi cosa ci ritroviamo? No, è una questione tecnica. Ma balle! Potete fare quello che volete, potete immediatamente decidere di decurtare il vostro emolumento e poi decidere successivamente come utilizzarlo, con un fondo solidale, per darlo alle scuole, per darlo alle famiglie, per darlo agli asili, per darlo come volete. La realtà è che non volete e che, per l’ennesima volta, avete fatto il contrario di quello che avete detto per cinque anni. 15

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Consigliere Tavecchio. CONS. TAVECCHIO DIEGO Grazie Presidente. Sarò breve. Volevo solo rispondere ad alcuni interventi che sono stati fatti. Uno: se uno che è stato eletto non avesse voluto venire in Consiglio Comunale non sarebbe qua ora a parlare, Consigliere Fumagalli, mi riferisco al suo intervento. Io sono qua e parlo anche con Lei e con questo Consiglio. Due: io non ho detto che non sono state fatte delle cose, io ho apprezzato che la Commissione Capigruppo sia stata convocata, ci mancherebbe altro! Però il mio intervento era volto a capire come mai poi il Sindaco non sia venuto in Consiglio Comunale a dire il perché, i numeri li abbiamo sentiti in Commissione Capigruppo. Io non ho detto che non c’è trasparenza, io volevo capire la motivazione, ma questo poi me lo dirà e ne sono sicuro, signor Sindaco, perché Lei l’ha detto più volte ed io accetto, sono convinto che Lei lo farà, di venire in Consiglio Comunale a riferire su ASPES. Io ho detto solo, però, che questo Consiglio Comunale non doveva essere rimandato, poteva essere fatto prima di questo giorno, 26 luglio, c’era tutto il tempo per farlo, perché la Commissione Capigruppo è stata fatta dodici giorni fa, non credo che per preparare questi atti ci sia voluto tutto questo tempo. Poi, va bene, va bene, va bene, va bene, va bene, va bene, va bene, va bene, ok, ok, io sono qua, ok, io sono qua. Perfetto! No, tra l’altro, signor Sindaco, Lei deve rispettare... PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Prego concluda pure, Consigliere Tavecchio. CONS. TAVECCHIO DIEGO Ok. Però Lei deve rispettare, signor Presidente, Lei deve rispettare le opinioni di tutti, quando uno...

far

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO E’ per quello che le dico di continuare perché Lei è l’unico deputato a parlare in questo momento. CONS. TAVECCHIO DIEGO Ok, grazie mille, signor Presidente. Ok. Altra cosa: io non capisco e quindi faccio un’ultima domanda e poi non parlerò più perché tanto ormai è l’ultimo punto all’ordine del giorno, all’Assessore Caria perché io continuo a non capire, 16

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

saranno le ferie, continuo a non capire perché la maggioranza dice che non c’è un aumento del gettone di presenza e delle indennità di funzione spettanti al Presidente. Vorrei capire perché dice così la maggioranza. C’è un 3 per cento in più o no? Grazie. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Sì, si vuole rispondere l’Assessore Caria. Prego. ASS. CARIA LUIGIA La norma di legge era già esistente, non è entrata in vigore adesso e gli stessi parametri venivano applicati prima. Non c’è una maggiorazione, nel senso che semplicemente sono state applicate le tabelle per quella che è la norma di legge che già esisteva nella precedente Amministrazione Comunale. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Allora, sintetizzo questo aspetto, così che sia ancora più chiaro, sostanzialmente, poi mi correggerà l’Assessore Caria. Non è cambiata la legge, tant’è che questa legge è del 2000, quindi tali maggiorazioni, qualora il principio che la fa scattare fosse stato raggiunto anche negli scorsi anni, questa maggiorazione avveniva. Cosa vuol dire? L’articolo 2 del 119 del 2000 - 2000, quindi stiamo parlando di una legge datata 2000 che è ancora in vigore e non è mai cambiata da allora – ha questi tipi di parametri. Questi tipi di parametri davano, diciamo influivano sull’emolumento anche nella scorsa legislatura allo stesso modo di come lo fa adesso, ora, tant’è che anche noi adesso, se volessimo ritirare il punto, non cambierebbe assolutamente niente perché vige questa legge, vigono questi rapporti e danno queste risultanze. Questo è quanto. Quindi la maggiorazione del 3 per cento c’è sempre stata, era prevista anche nella scorsa legislatura, ma non perché lo decidesse qualcuno, ma perché la legge è del 2000. Poi, possiamo ragionare sul fatto che sia obsoleta perché ragiona sul titolo secondo e sui titoli primo e terzo, però quello è un altro ragionamento sul quale entrerei magari in un’altra occasione, che esula l’ordine del giorno. Però volevo intervenire in merito ad due aspetti perché mi coinvolgono per la funzione che ho. Il primo aspetto è in merito alla data del Consiglio Comunale. Sinceramente mi dispiace che mi venga detto in questo momento, che è appunto il 26, quindi stiamo facendo il Consiglio, che questa data non vada bene o che sia troppo in là, perché c’è stata una 17

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

Capigruppo dove si è ragionato su questo. Era evidente che il 29 luglio la maggioranza sarebbe stata tutta presente, ma la minoranza no ed era assolutamente opportuno che non si facesse il 29 perché era assolutamente necessario che la minoranza ci fosse. Quindi, il fatto che si è fatto il 26 ha permesso che voi ci foste, ma che un nostro Consigliere invece è assente, però questo non ha comportato altre modifiche di decisione, anzi è stato proprio concordato, nel senso la data è stata concordata. Questo quindi mi spiace. Poi, il tempo era necessario perché comunque undici punti all’ordine del giorno, soprattutto con le Commissioni che hanno bisogno, da quello che è evidente in politica, un accordo anche tra le parti quando si va a nominare dei componenti; quindi, io credo che il tempo sia necessario per fare bene questo Consiglio Comunale. Poi, non è stato fatto il 29 perché mancava la minoranza, è stato fatto il 26, manca un Consigliere di maggioranza, ma questo è sicuramente meglio che l’ipotesi del 29. Quindi questo volevo dirlo. Poi, l’aspetto che mi preme, prima che si vada in votazione e che eventualmente ci siano gli ultimi interventi, siccome è stata messa in dubbio anche la legittimità di questa delibera e se fosse illegittima io mi opporrei per primo al fatto di portarla in votazione perché sarebbe una cosa scorrettissima, oltre che contro la legge, a me risulta che si rispetti totalmente la legge e che un parere di una Corte Regionale dica qualcosa di diverso, mentre altri pareri, diciamo così, riconfermano tutto l’impianto di questa delibera. Quindi, io adesso vorrei capire dal Segretario anche questo aspetto, nel senso se possiamo andare in votazione con questa delibera, qualora il Consiglio Comunale lo volesse, senza problemi, perché questa è una preoccupazione appunto che vorrei che non ci fosse, alla luce del fatto che invece qualche dubbio c’è. SEGRETARIO COMUNALE Sì, allora, possiamo precisare che ovviamente, come tutte le delibere di inizio del Consiglio Comunale, questa è una obbligatoria per legge, cioè non possiamo non portarla. Gli uffici, automaticamente, quando si inizia, oltre ad esserci quelle previste per legge nella prima e nella seconda seduta, la prima con tutta la convalida degli eletti, la seconda, dopodiché obbligatoriamente vanno tutte quelle che per legge devono andare. E questa passa perché è necessario determinare gli importi. 18

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

L’altro aspetto, legato ai pareri, è chiaro che noi, normalmente, in diritto amministrativo ci avvaliamo di un metodo, i pareri sono pareri, non sono obblighi di legge. In questo senso, devo dirgli che, anche se la Corte dei Conti che, come dice Lei, esplica una legge, ma è un parere. E, in questo senso, gli posso dire che la Corte dei Conti, ce ne sono tante, ognuna delle Corti dei Conti ne dà uno diverso; fino a quando non ce n’è una riunita che dice: attenzione, fermatevi tutti perché io forse darò un’interpretazione un po’ più conforme. E ce n’è una di carattere generale di una sezione riunita, però sono sempre pareri. Su questo noi, questo come un parere, piccola digressione, ci sono diversi tipi di pareri, ci sono quelli obbligatori, ci sono pareri vincolanti e ci sono pareri facoltativi. In questo caso, il parere non è obbligatorio e neanche vincolante, è un parere su cui sicuramente è molto... diciamo ha molto valore, però ci sono diversi pareri. Su questo aspetto, oltretutto mi sembra che ci sia stata anche una correttezza da parte dell’Amministrazione di inviare di nuovo un altro quesito alla Corte dei Conti per vedere. Quindi, sull’aspetto, diciamo, più politico non entro, ma sull’aspetto tecnico posso confermare che, essendo un parere, non inficia assolutamente la delibera. Sull’altro aspetto che dice Lei, legato al fatto che non c’è un parere della Ragioniera, sicuramente c’è un parere tecnico che, in ogni caso, dà atto del fatto che chi ha istruito la pratica, che è un tecnico, dà atto del fatto che tutta la procedura di determinazione dell’indennità è nel rispetto di quella che è la legge, nel rispetto di quelle che sono le norme che prevedono la determinazione. Di questa determinazione è fatta ovviamente come è stata fatta sempre gli altri anni. Se poi Lei legge la delibera, sulla delibera c’è messo che al punto... scusi, sulla delibera c’è messo che “preso atto che nel bilancio di previsione 2013, approvato dal Commissario Straordinario con deliberazione n. 64, sono state impegnate le risorse per le indennità di cui trattasi”. Un altro principio che noi seguiamo è che normalmente gli organi politici, Consiglio e Giunta non impegnano mai, ma normalmente impegnano i dirigenti, perché evidentemente il compito, ormai c’è stata la suddivisione tra l’indirizzo e l’esecuzione, il dirigente impegna. Ma, in ogni caso, in questo caso, sono stati impegnati già con delibera di bilancio. Difatti, il funzionario ne dà atto, per cui l’impegno c’è perché altrimenti evidentemente già c’è stato un momento in cui la Giunta ed il Consiglio ha operato. 19

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

Per cui, da questo punto di vista, io direi che possiamo andare tranquilli perché viene dato già atto sulla delibera, forse Lei non ha letto il passaggio legato all’impegno precedente, quindi è già impegnato. Giustamente la responsabile del servizio dà solo un parere tecnico dove supporta la Giunta nel dire che nel processo logico di determinazione di una indennità si è seguito il rispetto della legge. Certo è che ci sono diverse interpretazioni, sul parere della Corte dei Conti, noi ne riceviamo uno al giorno e su questo devo dire che correttezza vuole l’amministrazione che ha chiesto il parere. Da un punto di vista della delibera, trattasi solo di una determinazione, di una fissazione di un’indennità che evidentemente ha un effetto sul bilancio, ma il bilancio già aveva prevenuto tutti gli effetti con l’impegno precedente dichiarato in delibera. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie Segretario. Io, per aggiungere un ultimo elemento, poi, se non ci sono interventi, si può andare in votazione, siccome, a testimonianza del fatto che in questi giorni, io ringrazio ancora il Consigliere Tagliabue perché, a seguito della sua segnalazione, c’è stato, sia da parte mia, che da parte degli uffici, una serie di ricerche al fine di arrivare con tutti gli elementi da presentare ai Consiglieri, una serie quasi infinita di pareri, tutte le leggi che concorrono a determinare questa esecuzione di delibera, che poi è scritta agli atti. C’è un parere, che io ritengo importante, sempre della Corte dei Conti, ma a sezioni riunite, un po’ quello che faceva riferimento il Segretario, dove si dice sostanzialmente, ma io l’ho già detto in termini, ripeto solo quello che dice la Corte dei Conti: che ad oggi il Decreto non risulta ancora approvato in merito a quello del ’78 e del 2010, che avrebbe inciso in altro modo rispetto a quello che invece è l’impianto delle legge, ancora oggi, come vi dicevo, del 2000. Deve, pertanto, ancora ritenersi vigente il precedente meccanismo di determinazione dei compensi. Il precedente non può che essere quello del 2000 perché è rimasto quello, poi posso convenire sul fatto che sia obsoleto, però su questo punto di vista ci basiamo fedelmente su quello che dice la legge. A questo punto, se non ci sono ulteriori interventi, metterei... c’è l’intervento del Sindaco.

20

Allegato alla delibera del Consiglio Comunale N° 18 del 26/07/2013

SINDACO BUTTI PAOLO Sì, mi scusi Consigliere Tavecchio, io vedo che Lei scuote continuamente la testa, ma Lei poteva anche approfondire il tema perché, ripeto, non c’è stato nessun aumento rispetto alla precedente legislatura. Il 3 per cento era un’integrazione prevista dalle legge precedente, adottata nella precedente legislatura e confermata in questa, non c’è stato nessun tipo di aumento e la cosa, guardando la delibera, mi sembra sia abbastanza chiara. Quindi non cerchiamo di strumentalizzare aspetti politici che sono solo delibere tecniche che potevano avere anche un significato politico, ma che noi abbiamo portato come mera esecuzione di un atto che doveva essere portato in Consiglio. Poi, l’atto politico, a cui viene fatto riferimento, noi lo faremo e ci prenderemo le nostre responsabilità. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GAROFALO GIORGIO Grazie. Bene passiamo alla votazione del punto? Chi è favorevole? Fumagalli, Pogliani, Bonito, Bizzozero, Cappelletti, Argiuolo, Milani, Gorla, Garofalo, Butti. Chi è contrario? Tagliabue, Pagani, Tavecchio, Allievi. Nel frattempo, ricordo che si erano allontanati i Consiglieri: Alampi e Vaccarino. Delibera approvata. Ci vuole l’immediata eseguibilità. Chi è favorevole? Come prima: Fumagalli, Pogliani, Bonito, Bizzozero, Cappelletti, Argiuolo, Milani, Gorla, Garofalo, il Sindaco. Chi è contrario? Tagliabue, Pagani, Tavecchio. Chi si astiene? Allievi. Anche in questo caso i due Consiglieri che si sono allontanati ovviamente non hanno partecipato. Sono esauriti i punti all’ordine del giorno. Ringrazio tutti gli intervenuti e faccio un augurio particolare che si somma a quello del Sindaco a tutti coloro che sono stati eletti membri delle Commissioni, che io mi occuperò anche, diciamo, di avere una supervisione su queste Commissioni, cosa che mi compete, affinché lavorino, lavorino bene e che abbiano anche un punto di riferimento nella mia persona, infatti io ho deciso di istituire un giorno di ricevimento per tutti i membri del Consiglio, questo è già più ovvio, però anche per tutti i membri delle Commissioni e per tutti i cittadini che vorranno avvalersi di quegli articoli dello Statuto che permettono loro di avere una partecipazione diretta alla vita comunale. Grazie a tutti e buonasera. 21

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful