Linguaggio HTML – Link

Collegamenti ipertestuali
I collegamenti ipertestuali si creano associando l’url della risorsa di destinazione ad un elemento visualizzato nella pagina corrente che può essere una stringa di testo o un'immagine. Questa associazione è basata sull'utilizzo del tag a dove a sta per ancoraggio (anchor) e href è l'abbreviazione di Hypertext-REFerence (riferimento ipertestuale). Per creare un collegamento verso una risorsa la sintassi da utilizzare è: <a href=”uri”>testo o immagine</a>

dove uri è un url o il pathname di un file. Per creare un collegamento a un indirizzo di posta elettronica si scrive: <a href=”mailto:indirizzo_email”>testo o immagine</a>

Il tag <a> consente anche di creare link a parti interne a un documento. Per prima cosa occorre definire le ancore, cioè i punti ai quali ci si vuole collegare, mediante l’attributo id. <a href=”uri#ancora”>testo o immagine</a> ...................... <p id=”ancora”>paragrafo</p>

Non è necessario specificare l’uri se il documento in cui si trova l’ancora è quello corrente.

Aprire un link in una specifica finestra
L’attributo target consente di specificare come aprire la risorsa indirizzata da href. L’unico valore dell’attributo target che ritengo utile segnalare è _blank (oppure _new), che apre la risorsa in una nuova finestra o scheda. Se target non viene specificato, la risorsa si apre nella finestra corrente. <a href=”uri” target=”_blank”>testo o immagine</a>

1
Autore: Bocchi Cinzia Ultimo aggiornamento: 15/09/2013

Effettuare il download di un file
HTML5 consente di inserire in una pagina un collegamento a una risorsa che non deve essere immediatamente aperta nel browser o con il programma associato ma per la quale si vuole forzare il download. L’attributo da utilizzare, in tal caso, è download. Esso deve avere come attributo il pathname del file da scaricare. Chiariamo con un esempio. Supponiamo di avere nella stessa cartella il file index.html e il file testo.pdf. Per effettuare il download del file testo.pdf occorre inserire nella pagina html le seguenti righe: <a href=”” download=”testo.pdf”>scarica il file</a>

Si osservi che l’attributo href è presente ma per esso non è necessario specificare un valore. L’attributo download è al momento supportato solo dai browser Firefox e Chrome.

Altri attributi
L’elemento <a> ammette altri attributi che non influiscono sull’aspetto del link nella pagina ma che consentono di esprimere proprietà semantiche che possono essere utilizzate da agenti software, come i motori di ricerca. Attributo
hreflang

Descrizione
Specifica il linguaggio del documento collegato. Il valore dell’attributo hreflang è una stringa di 2 caratteri che rappresenta il linguaggio, come “it” per italiano e “en” per inglese. Un elenco completo di tali codici è reperibile all’url http://www.w3schools.com/tags/ref_language_codes.asp Specifica la relazione tra il documento corrente e quello collegato. Valori possibili sono:  alternate: versione alternativa del documento corrente  author: autore del documento  bookmark: url permanente usato per il bookmarking (preferiti)  help: documento di aiuto  license: informazioni di copyright sul documento corrente  next: il documento successivo in una selezione (per esempio, i capitoli di un libro o i post di un blog)  nofollow: collegamento disapprovato perché non garantito dall’autore del documento corrente  noreferrer: collegamento che non fa trapelare alcuna informazione sul referrer, cioè su chi ha seguito il link  prefetch: il documento di destinazione deve essere inserito nella cache del browser  prev: il documento precedente in una selezione  search: collegamento ad uno strumento per la ricerca nel documento corrente  tag: un tag (parola chiave) per il documento corrente

rel

2
Autore: Bocchi Cinzia Ultimo aggiornamento: 15/09/2013

type (HTML5) media (HTML5)

Specifica il tipo MIME del documento correlato. Specifica per quale dispositivo o media è ottimizzato il documento collegato. I valori assegnati a tale attributo sono stringhe che indicano il tipo di device e altre proprietà del device stesso. E’ possibile utilizzare gli operatori booleani and, not e or (rappresentato con una virgola). I dispositivi specificabili sono:  all: tutti i dispositivi  aural: sintetizzatore vocale  braille: dispositivo braille (per i non vedenti)  handheld: palmari  projection: proiettori  print: stampa  screen: schermo del computer  tty: telescriventi  tv: televisori Per le proprietà specificabili di ogni device si veda http://www.w3schools.com/tags/att_a_media.asp

Il tipo MIME
Il tipo MIME (Multipurpose Internet Mail Extensions) è uno standard di Internet che definisce il formato delle email e che viene utilizzato anche nel protocollo HTTP e nel codice HTML. I messaggi di posta elettronica sono costituiti da caratteri ASCII a 7 bit. Se si vuole inviare testo con altre codifiche e contenuti binari come suoni, immagini, filmati, programmi occorre indicare il tipo MIME, cioè far precedere ogni contenuto da un’informazione del tipo Content-type: oggetto/formato dove oggetto è una parola chiave che specifica il tipo di oggetto (text, image, …) e formato è una parola chiave che indica il formato (plain, html, …). Ogni coppia oggetto/formato costituisce un tipo MIME. Un elenco dei principali tipi MIME è reperibile all’url http://www.iana.org/assignments/media-types.

Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

3
Autore: Bocchi Cinzia Ultimo aggiornamento: 15/09/2013

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful