You are on page 1of 4

COMUNICATO STAMPA DEL 9 DICEMBRE 2013

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA E DI PREVENZIONE

Lo scorso saba o !a "#a$ alle ore 10.30 circa, personale del Posto di Polizia di
Prato Centro interveniva in piazza Duomo su richiesta di verificatori della Lam che stavano cercando di identificare un magrebino in molesta escandescenza su uno degli autobus di linea. Sul posto gli peratori della Polizia di Stato provvedevano a generalizzare un trentanovenne marocchino residente in provincia di Prato il !uale, durante tali fasi dell"intervento, offendeva in maniera grave uno degli #genti, determinandosi pertanto la sua denuncia in stato di libert$ per il reato di oltraggio a P.%.

N%& 'r"!o 'o!%r"(("o )%&&a !%)%s"!a ("or#a a$ alle ore 13.&0 circa, un
e!uipaggio delle 'olanti, nel corso di attenta attivit$ di prevenzione e controllo effettuata per la Stazione di Porta al Serraglio, procedeva all"identificazione di alcuni individui che stazionavano in maniera sospetta in zona. %no di essi, un trentunenne rumeno in (talia s.f.d. e annoverante precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, veniva trovato in possesso di sostanza stupefacente di tipo mari)uana per complessivi g. *,30, della !uale ammetteva l"uso personale, immediatamente se!uestrata con segnalazione del trentunenne alla locale Prefettura !uale assuntore di stupefacenti. %n secondo straniero, un ventiseienne rumeno incensurato in (talia s.f.d., veniva invece trovato della disponibilit$ di un (+ Phone , privo di sim card e con codice pin bloccato. (nvitato ad attivare il cellulare, il ventiseienne rumeno si dichiarava incapace di farlo, non conoscendo la chiave d"accesso, cosa che confermava la probabile provenienza furtiva del telefonino, che - stato pertanto posto sotto se!uestro dagli #genti con contestuale denuncia in stato di libert$ del rumeno per il reato di ricettazione.

Poco )o'o$ alle ore 1..00 circa, personale delle 'olanti, nel corso di attivit$ di
prevenzione e controllo effettuata in piazza Stazione, notava un uomo di nazionalit$ italiana che stava inseguendo un giovane maghrebino. #vvicinatisi rapidamente all"inseguitore, gli peratori della Polizia di Stato apprendevano in corsa che il nordafricano si sarebbe reso protagonista di uno scippo in danno di un"imprecisata cittadina cinese, provvedendo pertanto gli #genti a mettersi immediatamente al suo inseguimento, che si articolava anche a piedi lungo la pista ciclabile, dove lo straniero, nonostante fosse stato per alcuni istanti bloccato, riusciva con violenza a divincolarsi e a far perdere le proprie tracce. Pur non rintracciandosi la orientale vittima del presunto scippo, la 'olante proseguiva comun!ue nella sua azione di ricerca del maghrebino, che veniva poco dopo avvistato nuovamente in zona. /e nasceva un altro lungo inseguimento a piedi, anche lungo la massicciata ferroviaria, che terminava nei pressi della Stazione di Porta al Serraglio dove il nordafricano, lanciatosi in via dell"#ngiolo, perdeva l"e!uilibrio andando a sbattere contro un"inferriata, dovendo arrestare la corsa, procurandosi contusioni per le !uali - stato successivamente fatto giungere personale sanitario del 110 che gli ha prestato le cure del caso. Definitivamente bloccato, - stato generalizzato per un venti!uattrenne algerino in (talia clandestino e s.f.d. viepi1 pregiudicato per reati di varia natura venendo, nell"impossibilit$ di ac!uisire dati e provare con certezza la sua responsabilit$ in ordine al presunto scippo sull"imprecisata orientale, denunciato pertanto in stato di libert$ per il solo reato di resistenza a P.%.

*+as" co# %!'ora#%a!%# %$ alle ore 1..30 circa, personale delle 'olanti traeva
in arresto un cin!uantunenne siciliano, in !uanto risultato persona raggiunta di rdine di carcerazione, dovendo il medesimo scontare una pena definitiva pari a , anni e 2 mesi di reclusione per reati di associazione a delin!uere, estorsione e rapina, fatti commessi dal reo in Sicilia. (l cin!uantunenne, presentatosi in 3uestura nella tarda mattinata, al termine dei dovuti accertamenti di specie stato pertanto tratto in arresto in esecuzione del citato provvedimento restrittivo,

!uindi associato presso la locale Casa Circondariale 4La Dogaia5, a disposizione dell"#utorit$ 6iudiziaria competente.

N%&&a s%ra a s%!'r% )" saba o scorso$ alle ore *3.*& circa, un e!uipaggio delle
'olanti, nel corso di attivit$ di prevenzione e controllo effettuata in via 7ilzi, imponeva l"alt a una 7iat .00 sospetta il cui conducente, generalizzato per un !uaranta!uattrenne pratese con precedenti di polizia per reati di varia natura, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama affilata da . cm. nonch8 di una bustina contenente modica !uantit$ di sostanza stupefacente di tipo mari)uana, della !uale ammetteva l"uso personale, determinandosi in se!uestro sia del coltello che della droga, con contestuale denuncia in stato di libert$ del !uaranta!uattrenne pratese per il reato di possesso ingiustificato di oggetti atti all"offesa nonch8 sua segnalazione alla locale Prefettura !uale assuntore di stupefacenti e ritiro della patente di guida. (l passeggero della 7iat invece, inizialmente generalizzato per un trentaduenne marocchino clandestino s.f.d. con precedenti per droga, improvvisamente si dava alla fuga a piedi in direzione via 9rbosa, dove veniva bloccato dopo una breve colluttazione dagli #genti, uno dei !uali successivamente era costretto a ricorrere a cure mediche per contusioni a una mano e a un ginocchio, con prognosi di : giorni di guarigione, condotta che ha pertanto determinato la denuncia in stato di libert$ del trentaduenne marocchino per i reati di resistenza, violenza e lesioni a P.%.

I%r" !a "#a$ alle ore 10.*& circa, personale delle 'olanti, nel corso di attivit$ di
prevenzione e controllo effettuata in via Pistoiese, zona centro citt$, imponeva l"alt a un individuo sospetto a bordo di una bicicletta che, da subito, assumeva un comportamento fortemente aggressivo verso gli #genti, minacciandoli di improbabili conseguenze dal loro operato, venendo pertanto inevitabilmente condotto in 3uestura dove, definitivamente identificato per un trentaduenne rumeno in (talia s.f.d. e con precedenti di polizia per reati di varia natura, - stato denunciato in stato di libert$ per i reato di minacce a P.%.

I%r" 'o!%r"(("o$ alle ore 1,.3& circa, personale delle 'olanti veniva inviato in via
'ittorio 'eneto per segnalazione di maghrebino molesto all"interno di un bar della zona. Sul posto gli peratori della Polizia di Stato rintracciavano lo straniero, un cin!uantasettenne marocchino clandestino s.f.d. e con precedenti di polizia per reati di varia natura, il !uale inizialmente sembrava calmarsi e allontanarsi, per poi tornare sui suoi passi e aggredire gli #genti, offendendoli peraltro in maniera grave, tanto da costringerli a metterlo momentaneamente in sicurezza ed a condurlo in 3uestura, dove - stato poi denunciato in stato di libert$ per i reati di oltraggio e resistenza a P.%.

Poco )o'o$ alle ore 1,.&0 circa, un e!uipaggio delle 'olanti veniva inviato presso
il parcheggio di Porta al Serraglio su segnalazione di personale sanitario del 110 che stava prestando i primi soccorsi a un giovane italiano in stato di overdose da stupefacenti. Sul posto gli peratori della Polizia di Stato ac!uisivano le generalit$ del giovane per un venti!uattrenne fiorentino, apprendendo che lo stesso, fortunatamente e grazie alle cure dei sanitari, si era lentamente ripreso, per poi rifiutare il ricovero ospedaliero.

S+cc%ss",a!%# %$ alle ore 1:.0& circa, un e!uipaggio delle 'olanti, nel corso di
attivit$ di prevenzione e controllo effettuata in via ;arini, procedeva all"identificazione del conducente di una <;= serie 3 sospetta il !uale, generalizzato per un trentaduenne cinese residente in provincia di 7irenze, veniva trovato in possesso, all"interno di una borsa nascosta sotto il sedile di guida, di un coltello a serramanico con lama affilata da cm. 0, di un taglierino a scomparsa e di un lungo bastone di legno da :0 cm. con impugnatura fabbricata artigianalmente, tutto se!uestrato nell"immediatezza dagli peratori della Polizia di Stato, che hanno pertanto denunciato in stato di libert$ il trentaduenne cinese per il reato di possesso ingiustificato di oggetti atti all"offesa.

I%r" s%ra$ alle ore **.,& circa, personale delle 'olanti, nel corso di attivit$ di
prevenzione e controllo effettuata in via Paronese, imponeva l"alt a una <;= 3*0 sospetta il cui conducente, generalizzato per un trentacin!uenne cinese in (talia clandestino e s.f.d., risultava ovviamente sprovvisto di patente poich8 mai conseguita. Condotto in 3uestura per la necessaria prosecuzione dei dovuti accertamenti fotodattiloscopici, - stato denunciato in stato di libert$ per il reato di guida senza aver mai conseguito la patente, !uindi messo a disposizione del locale %fficio (mmigrazione per la prosecuzione delle verifiche sulla sua posizione giuridica in (talia, mentre l"auto da lui condotta, di propriet$ di un connazionale, stata sottoposta a se!uestro e affidata in giudiziale custodia a un locale soccorso stradale.

N%&&a #o % a''%#a rascorsa$ alle ore 00.1& circa, personale delle 'olanti, nel
corso di attivit$ di prevenzione e controllo effettuata in via %. 6iordano, nella c.d. chinato>n pratese, procedeva al controllo dei due occupanti di una ;ini Cooper sospetta, con il passeggero che, all"avvicinamento della pattuglia della Polizia di Stato, con un rapido gesto introduceva in bocca una piccola bustina trasparente la !uale, successivamente recuperata e se!uestrata dagli #genti, risultava contenere sostanza stupefacente di tipo ?etamina per g. 0,&0. ;entre nulla emergeva per il trentunenne conducente cinese dell"auto, il citato passeggero, identificato per un ventinovenne cinese residente a Prato, straniero con precedenti di polizia per reati di varia natura, - stato pertanto segnalato alla locale Prefettura !uale assuntore di stupefacenti.

Poco )o'o$ alle ore 01.1& circa, personale delle 'olanti, nel corso di attivit$ di
controllo effettuata in piazza Stazione, identificava in strada una nota venticin!uenne italiana con precedenti di polizia e residente in provincia di 7irenze, la !uale risultava avere a proprio carico anche un provvedimento di 7oglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno nel capoluogo pratese per tre anni, emesso dal 3uestore di Prato nel settembre del *01* pertanto pienamente in vigore, determinandosi !uindi la denuncia in stato di libert$ della venticin!uenne per il reato della sua palese inosservanza. -------------PRESENTATO A ROMA IL .CALENDARIO 201/ DELLA POLIZIA DI STATO0 Presso la Scuola superiore di Polizia in @oma, alla presenza del Capo della Polizia, Direttore 6enerale della Pubblica Sicurezza #lessandro Pansa e del Presidente del Comitato italiano per lA%/(C97 6iacomo 6uerrera, - stato presentato venerdB scorso il 4Ca&%#)ar"o 201/ )%&&a Po&"1"a )" S a o5. Sicurezza e solidariet$, sono !uesti i concetti su cui - stato costruito il calendario per il *01,. #lla base un unico intentoC dare DimmagineD al lavoro !uotidiano delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. 6li scatti che accompagnano i dodici mesi del *01, sono infatti brani di realt$, testimonianze di fatti nel corso dei !uali donne e uomini della Polizia di Stato hanno prestato il proprio servizio con grande senso del dovere sia nel contrasto alla criminalit$ sia nel soccorso pubblico, ma anche nel corso di interventi ordinari. La Polizia di Stato ha deciso di sos %#%r%, con le vendite del calendario, il 'ro(% o UNICE2 Bangladesh proteggere i bambini lavoratori e di strada . 6razie alla ormai consolidata partnership, Polizia di Stato e %/(C97 lavoreranno !uindi ancora una volta insieme per la solidariet$ in paesi meno fortunati. Con il ricavato, infatti, verranno realizzati in <angladesh spazi permanenti a misura di bambino, rifugi

notturni e temporanei, verr$ data assistenza giuridica e legale nonch8 fornita attivit$ d"integrazione e reinserimento sociale.