You are on page 1of 2

Pubblicazione periodica a diffusione gratuita - Numero 42 - DICEMBRE 2013

l’urlo

Auguri tanti auguri, a chi in questi giorni del Natale non riesce più a fare la spesa, a chi spende cifre a 16 zeri per la cena o il pranzo di natale a chi è solo e fa finta che poi questa festa non lo tocca a chi è rimasto solo e dice che non c’e problema, ma poi passa la sera della vigilia con le lacrime agli occhi. Auguri con la canzone del grande Pierangelo Bertoli dal titolo ”NATALE” che piaceva tanto a mia madre; a chi la solitudine è come la cartella delle tasse che non ti molla mai a chi in chiesa non manca mai la sera della vigilia. A chi trova un costume da Babbo Natale in prestito e per qualche giorno riesce a mangiare tre volte al dì. A chi ti raccomanda di tenerti libero che ti telefono e tu sei ancora libero dal Natale scorso. A chi non vedeva l'ora di andare in montagna e la sera stessa non vede l’ora di tornare a lavorare, auguri a chi è alcolista a chi è tossicodipendente e a chi non è niente, a chi gioca alle macchinette e non vince mai niente, a chi ha un tumore e già sa che perderà il suo amore. Auguri, Auguri, Auguri, perché senza non è Natale; perché questo è l’anno buono, perché è l’occasione che aspetti dall'ultima volta che qualcuno ti ha detto “auguri amica mia”, “auguri amico mio” e la speranza ti senti che diventa realtà, energia, nuova linfa vitale di quell’evento che si ripete ogni volta, anno dopo anno quella parola, quel pensiero di amore rivolto a chi ami, da chi ti ha AMATO. Auguri, auguri a tutti belli o brutti, piccoli o grossi, belle e bellissime, dolci o dolcissime, fiori o fiorellini; Auguroni da l’inviatoinmotociclo.

VORREI DIRE BUON NATALE ...

C’È IL NUOVO BLOG DE L’URLO!!!
http://urloredazione.blogspot.it/
“Pubblicazione gratuita a diffusione periodica”. Questa frase è scritta, in caratteri piccoli, sotto il nome del nostro giornale: “l’urlo”. Per noi redattori è importante che il giornale sia letto da quante più persone possibile e per questo, negli ultimi tempi, ci siamo chiesti spesso se non fosse sbagliato il fatto che non avessimo alcuna visibilità sul web, così abbiamo iniziato a valutare quale fosse il mezzo di comunicazione migliore per noi per “sbarcare” su internet. Facebook? Twitter? Google+? Un blog? Alla fine abbiamo deciso di scegliere quest’ultima opzione, che ci sembra la più indicata per un giornale come il nostro, per questo è con piacere che vi annunciamo che da oggi l’urlo, oltre alla versione cartacea che non sospenderemo affatto, ha un suo spazio in rete dove vi invitiamo calorosamente a leggerci, l’indirizzo del nostro blog è: http://urloredazione.blogspot.it/ Ma il blog non conterrà solo i nostri lavori più recenti, potrete trovare un calendario aggiornato delle prossime redazioni, un archivio digitale in cui abbiamo inserito i numeri arretrati de l’urlo a partire dal 2006, ma contiamo di mettere presto on-line anche i numeri dei 10 anni precedenti fino ad arrivare al fatidico “numero 1”. Inoltre il blog prevede un sistema di iscrizione GRATUITA per cui, per chi si iscrivesse, riceverà un avviso nella propria casella di posta elettronica per ogni post pubblicato dal blog

http://urloredazione.blogspot.it/
Un altro motivo che ci ha spinto ad aprire il blog è legato alla tempestività, abbiamo pensato che alcune informazioni e notizie avessero bisogno di una visibilità e di una diffusione veloce ed immediata, ad esempio: la diffusione di eroina “bianca” sulla Piazza Bolognese, che ha provocato un numero elevato di vittime da over-dose , è una di quelle informazioni che non può attendere settimane o mesi per poter essere diffusa. L’idea di un blog a noi piaceva perché è uno strumento semplice flessibile e con pochi fronzoli che permette di tenersi in contatto e di confrontarsi a distanza con grande agilità. Così, finalmente, potremo dialogare con voi in modo rapido e diretto. Ovviamente chi vorrà potrà continuare a contribuire al giornale oltre che attraverso i commenti, anche con articoli, foto, poesie, racconti, disegni, ecc. Sia inserendoli nel Blog o spedendoli alla mail: lurlo.redazione@gmail.com Buona lettura e felicissime Feste a tutte e tutti.

La Redazione de l’urlo