You are on page 1of 50

FONDAMENTI di ACUSTICA APPLICATA

Generalit e definizioni Elementi di psicoacustica e criteri per la valutazione dei suoni complessi Propagazione del suono in campo libero Propagazione del suono negli ambienti confinati
Fondamenti di Acustica Applicata 1

Generalit e definizioni
1. Caratteristiche fisiche delle onde sonore 2. Pressione, intensit sonora e densit di energia sonora 3. Livelli acustici 4. Composizione dei suoni 5. Analisi spettrale

Fondamenti di Acustica Applicata

1. Caratteristiche fisiche delle onde sonore


Il suono definito come una variazione di pressione in un mezzo elastico che lorecchio umano riesce a rilevare. Londa acustica generata dalloscillazione di pressione intorno al valore medio p0

Fondamenti di Acustica Applicata

Usando lequazione dei gas perfetti p = R1 T si vede che fissato il mezzo e la temperatura sussiste una proporzionalit diretta tra pressione e densit; pertanto loscillazione di pressione attorno al valore medio p0 provoca a sua volta oscillazioni di densit. Nellaria: p0 = 1 [bar] = 101,3 [kPa] oscillazioni dellordine di 10-5[Pa] assumono pi interesse le variazioni di pressione p rispetto al valore assoluto p
Fondamenti di Acustica Applicata 4

Il campo di variazione delle pressioni compreso tra pmin e pmax ( dove p = p p0 )

p pu variare: da 2 10-5 [Pa] soglia di udibilit a 200 [Pa] soglia del dolore
Fondamenti di Acustica Applicata 5

Le caratteristiche di un suono dipendono dalla sua natura dinamica (tempovariante). La velocit di propagazione dellonda sonora varia a seconda del mezzo considerato ed inoltre dipende dalla temperatura (aumenta con le temperature crescenti). Si pu dimostrare che p c= Nel mezzo aria alla temperatura ambiente pari a c=344[m/s].
Esempio: Conoscendo c posso stabilire a che distanza da quella in cui mi trovo caduto un fulmine, contando circa 3 secondi per chilometro dal tempo del lampo a quello del boato.
Fondamenti di Acustica Applicata 6

Definizione delle grandezze caratteristiche dellonda sonora: [m] lunghezza donda (distanza tra due punti
omologhi);

T [s] periodo (intervallo di tempo impiegato nel passaggio


tra due punti omologhi);

f [Hz] frequenza = 1/T (numero di volte in cui in un


periodo si ha il passaggio dellonda per lo stesso punto).
, T

Fondamenti di Acustica Applicata

La frequenza in pratica il numero delle variazioni di pressione al secondo. Il campo uditivo delluomo si estende da 20 Hz a 20.000 Hz_ Ricordando che =c/f, i suoni ad alta frequenza hanno lunghezze donda pi corte rispetto ai suoni a bassa frequenza. Un suono che possiede una frequenza unica si chiama tono puro. In pratica i toni puri si incontrano raramente e la maggior parte dei suoni sono composti da varie frequenze. La maggior parte dei rumori incontrati nellambiente consistono in un miscuglio di numerose frequenze chiamate rumore a banda larga.
Fondamenti di Acustica Applicata 8

2. Pressione, intensit sonora e densit di energia sonora


Definizioni: pressione sonora p : variazione di pressione prodotta dal fenomeno sonoro rispetto alla pressione di quiete Si pu caratterizzare considerandone il valore T efficace: 1 2 peff = p d
T
0

nel caso di andamento sinusoidale


Fondamenti di Acustica Applicata

peff

2 = pmax 2
9

potenza sonora W : totale energia sonora emessa dalla sorgente nellunit di tempo
SORGENTE Aereo di linea al decollo Fortissimo orchestrale Martello pneumatico Automobile in velocit Ventilatore Voce molto forte Lavastoviglie Piccolo ventilatore Sussurro POTENZA SONORA 100 10 1 0,1 0,01 0,001 0,0001 0,00001 0,000001
10

Fondamenti di Acustica Applicata

intensit sonora J : flusso di energia sonora trasmesso in una direzione attraverso unarea unitaria normale alla direzione stessa. Le onde sonore che da una sorgente puntiforme si propagano in uno spazio libero attraverso un mezzo omogeneo ed isotropo sono onde sferiche.
W In un punto J = 4 r 2

Nel caso di onde piane

p 2 eff J= c
11

Fondamenti di Acustica Applicata

densit di energia sonora D : energia sonora contenuta in un volume unitario. Nel caso di onde piane
p 2 eff D= c2

Fondamenti di Acustica Applicata

12

3. Livelli acustici
La sensazione prodotta dal suono sullorecchio umano dipende dalla variazione percentuale della grandezza fisica che sollecita lorecchio:
(sensazione) = (grandezza fisica)/grandezza fisica

Si associa alla sensazione il concetto di livello L e si integra lequazione precedente.


L Lrif = ln(grandezza fisica/grandezza fisica di rif.)
Fondamenti di Acustica Applicata 13

Consideriamo come grandezza fisica lintensit acustica J; livello sonoro di intensit LJ = 10 Log (J/Jrif)
J rif
Valore associato alla pressione p 2 eff rif 12 W = = 10 2 efficace di 2 10-5 [Pa] che rif c m corrisponde alla soglia di udibilit

Consideriamo come grandezza fisica la pressione di un suono p; livello di pressione o intensit sonora LI=Lp= 10 Log (p2eff/p2effrif)
p 2 eff rif = 2 10 5 [Pa ]
Fondamenti di Acustica Applicata 14

Consideriamo come grandezza fisica la potenza sonora W; livello di potenza sonora LW = 10 Log (W/W0)
W0 = 10 12 [W ]

Fondamenti di Acustica Applicata

15

Definizione dellunit di misura dei livelli sonori: il Decibel Il suono pi debole che lorecchio umano in grado di percepire assimilabile ad una variazione di pressione pari a 20 milionesimi di Pascal. (210-5 [Pa] : soglia di udibilit) A tale variazione di pressione corrisponde uno spostamento della membrana del timpano inferiore al diametro di un atomo! Lorecchio umano riesce per a tollerare pressioni sonore un milione di volte pi elevate
Fondamenti di Acustica Applicata 16

quindi se si dovesse misurare il suono in Pascal si troverebbero molte difficolt dovute al fatto di dover operare con molte cifre decimali. Si usa la scala dei DECIBEL [dB] : scala di tipo logaritmico che usa la soglia delludito di 210-5 [Pa] come livello di riferimento Definizione di 0 [dB] : Lp= 20 Log (p/p0) con p = 210-5 [Pa]

Fondamenti di Acustica Applicata

17

In pratica quando la pressione viene moltiplicata per 10 si aggiungono 20 [dB] al livello precedente. P [Pa]
2,00E-05 0,0002 0,002 0,02 0,2 2 20 64

[dB]
0 20 40 60 80 100 120 130

Rumore
frusciare foglie biblioteca ufficio traffico autocarri/trapani aereo in decollo soglia del dolore
18

Fondamenti di Acustica Applicata

ESEMPIO 1 Valutare i livelli di intensit sonora e di potenza sonora relativi ad una sorgente di 100 [W] alla distanza di 1 [m] che produce onde di tipo sferico. LW = 10 Log (100/10-12)=140 [dB] LJ = 10 Log (100/41/10-12) = 129 [dB] N.B. Cosa succede se W raddoppia? LW = 10 Log (200/10-12)=143 [dB] LJ = 10 Log (200/41/10-12) = 132 [dB]
Fondamenti di Acustica Applicata 19

RADDOPPIANDO LA POTENZA IL LIVELLO SONORO AUMENTA DI 3 [dB] RADDOPPIANDO LA DISTANZA IL LIVELLO SONORO DIMINUISCE DI 6 [dB]

Fondamenti di Acustica Applicata

20

4. Composizione dei suoni


Valutiamo leffetto complessivo di due sorgenti sonore operanti contemporaneamente. Consideriamo la sorgente A e la sorgente B. Ognuna produce nel punto di ricezione le pressioni sonore pA() e pB(). ptot()=pA()+pB()
( ptot )
2
eff

1 = [ p A ( ) + pB ( )]2 d = T 1 1 1 2 2 = p A ( )d + pB ( )d + 2 p A ( ) pB ( ) T T T
Fondamenti di Acustica Applicata 21

I primi due termini sono per definizione (pA)2eff e (pB)2eff mentre il doppio prodotto si annulla perch in moltissimi casi pratici (frequenza delle due sorgenti diversa) la media temporale del prodotto pA pB zero.
( ptot ) 2 eff = ( p A ) 2 eff + ( pB ) 2 eff
p 2 eff In termini di livelli sonori sapendo che L p = 10 Log 2 p0 L ptot L pA L pB si ha: 10 10 = (10 10 + 10 10 )

L ptot = 10 Log (10 10 + 10 10 )


Fondamenti di Acustica Applicata 22

L pA

L pB

Generalizzando per N sorgenti


L ptot = 10 Log[ 10 10 ]
i N L pi

Questa relazione pu anche essere usata per il calcolo del livello globale di un suono complesso note le componenti sonore alle diverse frequenze.

Fondamenti di Acustica Applicata

23

5. Analisi spettrale

Lorecchio coglie tre caratteristiche principali di un suono: Altezza, legata alla frequenza Intensit, legata alla potenza sonora della sorgente e dipende dalla distanza tra sorgente e ricevente
Fondamenti di Acustica Applicata 24

Fondamenti di Acustica Applicata

25

Timbro, legata a fenomeni di vibrazione Definizione qualitativa suono / rumore: Suono: perturbazione di pressione piuttosto regolare Rumore: perturbazione irregolare con caratteristiche tonali non ben definite. Entrambi si distinguono in: aerei, quando derivano da una sorgente che irradia la sua energia nellaria circostante; impattivi, quando lenergia sonora della sorgente si propaga anche per via solida
Fondamenti di Acustica Applicata 26

Come qualsiasi vibrazione periodica complessa, un suono o rumore pu essere scomposto in vibrazioni sinusoidali elementari, secondo il teorema di Fourier. In questo modo si pu ottenere lo spettro sonoro, che consiste in un grafico in cui vengono riportati i livelli sonori in funzione della frequenza. Solitamente lo spettro del rumore viene costruito per bande, suddividendo le frequenze acustiche in gruppi. I pi comuni sono i gruppi a banda di ottava e a banda di terzi dottava.
Fondamenti di Acustica Applicata 27

Per ogni gruppo viene misurata la pressione sonora, escludendo le frequenze estranee alla banda. Gli spettri a banda dottava o a banda di terzo dottava (sottomultipla) sono caratterizzati da ampiezza percentuale costante dove ogni banda il doppio della precedente. E fisso il rapporto tra lampiezza della banda e la frequenza centrale di banda e vale: 2 per banda di ottava
1 2 per banda di terzi dottava. 3
Fondamenti di Acustica Applicata 28

Quindi: per la scala delle banda di ottava ogni frequenza di riferimento (centrale) doppia rispetto alla frequenza precedente, per la scala a terzi dottava il rapporto tra due frequenze di riferimento adiacenti vale 3 2

Fondamenti di Acustica Applicata

29

FREQUENZE CENTRALI NORMALIZZATE PER BANDA DI OTTAVA

16 31.5 63 125 1000 2000 4000 [Hz]

250 500 8000 16000

AMPIEZZE DI BANDA

11-22, 22-44, 44-88, 88-177, 177-355, 355-710, 710-1420, 1420-2840, 2840-5680, 5680-11360, 11360-22720

Fondamenti di Acustica Applicata

30

Fondamenti di Acustica Applicata

31

ESEMPIO 2 Le misure indicano che il livello sonoro prodotto da un certo macchinario a distanza fissata pari a 70 [dB]. Se la macchina opera in un ambiente con rumore di fondo pari a 65 [dB] quale il livello combinato?
N i L pi 10 70 10 65 10

L p tot = 10 Log [ 10

] = 10 Log (10

+ 10

) = 71 . 2[ dB ]

Fondamenti di Acustica Applicata

32

Elementi di psicoacustica e criteri per la valutazione dei suoni complessi


1. Ricezione acustica 2. Campo di udibilit 3. Valutazione dei suoni complessi

Fondamenti di Acustica Applicata

33

1. Ricezione acustica
Lorgano che presiede alla ricezione acustica umana lorecchio; esso si pu distinguere in tre parti: - orecchio esterno: comprende il padiglione auricolare ed il canale uditivo esterno; ha la funzione di convogliare le onde sonore nella zona di ricezione vera e propria. Al termine del canale uditivo si trova il timpano, una membrana elastica e sottile, ma robusta che divide orecchio esterno e orecchio medio e funziona inoltre da barriera (acqua, aria).
Fondamenti di Acustica Applicata 34

Fondamenti di Acustica Applicata

35

- orecchio medio: racchiuso nella cassa timpanica (messa a contatto con le retrocavit nasali tramite la tromba di Eustachio) che contiene la catena degli ossicini :martello, incudine, staffa; ha la funzione di trasmettere la forza che le oscillazioni di pressione esercitano sul timpano. La staffa agisce sulla finestra ovale che comunica con lorecchio interno. - orecchio interno: costituito da un canale a doppia spirale detto coclea e da una cavit detta vestibolo in comunicazione con la finestra ovale. Il canale cocleare diviso in due parti (canale vestibolare e canale timpanico) separate dalla membrana basale.
Fondamenti di Acustica Applicata 36

Il canale cocleare contiene inoltre un liquido (perilinfa) attraverso il quale le perturbazioni di pressione si propagano.

Fondamenti di Acustica Applicata

37

Il segnale sonoro percorre i due canali generando una differenza di pressione recepita dalla membrana basale sulla quale sono presenti le cellule cigliate (terminazioni nervose), che avendo dimensioni diverse sono sollecitate a frequenze diverse avendosi cos un effetto di selezione delle frequenze.
Proprio perch le frequenze sono separate (suoni ad alta frequenza sono registrati dalla prima parte della membrana, suoni a bassa frequenza dalla seconda), un danno alludito a livello delle terminazioni nervose che si trovano sulla membrana non pregiudica le ricezione totale dei suoni, ma solo quella che avviene alle frequenze corrispondenti alle terminazioni danneggiate.
Fondamenti di Acustica Applicata 38

2. Campo di udibilit
Come gi detto, lorecchio umano non percepisce allo stesso modo i suoni alle diverse frequenze. CURVE ISOFONICHE o di UGUALE SENSAZIONE

rappresentate nellAudiogramma normale, frutto di lunghe indagini di tipo statistico su campioni rappresentativi della popolazione adulta sana.
Fondamenti di Acustica Applicata 39

Audiogramma Normale
Frequenza di riferimento: 1000 [Hz] Dato un suono di intensit pari a n decibel alla frequenza di 1000 [Hz] possibile tracciare la curva di isosensazione, secondo il giudizio dellauditorio, alle frequenze diverse.
Fondamenti di Acustica Applicata 40

Audiogramma Normale
Ad ogni curva di isosensazione viene assegnato un valore in phon pari al numero n di [dB] alla frequenza di 1000 [Hz]. Il phon lindice che qualifica lintensit soggettiva.
Fondamenti di Acustica Applicata 41

Audiogramma Normale
Lorecchio umano privilegia le medie frequenze e possiede un massimo di sensibilit intorno a 4000 [Hz].

Fondamenti di Acustica Applicata

42

3. Valutazione dei suoni complessi


Le modalit con cui lorecchio umano percepisce i suoni al variare della frequenza e dellintensit degli stessi pone il problema di confrontare i suoni ed i rumori in funzione delle sensazioni che essi provocano. PESARE I LIVELLI SONORI ALLE DIVERSE BANDE DI FREQUENZA
Fondamenti di Acustica Applicata 43

I livelli sonori vengono pesati alle diverse bende di frequenza previa una correzione che tiene conto della risposta dellorecchio umano. Sono state proposte diverse scale di ponderazione in relazione al livello di pressione considerato. E di uso comune la scala di ponderazione A.

Fondamenti di Acustica Applicata

44

Ponderazione in scala A per bande di ottava:


Frequenza [Hz] 63 125 250 500 1000 2000 -3.2 00 +1.2 4000 8000 +1.0 -1.1

Correzione -26.2 [dB]

-16.1 -8.6

L p A = 10Log[ 10
i

L pi C i 10

Livello complessivo in [dBA]


Fondamenti di Acustica Applicata 45

Definizione di Livello equivalente continuo: Leq Nella pratica il livello sonoro di un rumore varia nel tempo. In questi casi si rende necessario definire un opportuno valore medio sul periodo di osservazione. Ad esso fa riferimento gran parte della normativa italiana.
L eq
L p ( ) 1 N L pj 1 1 J (T ) d = 10Log 10 10 d 10Log 10 10 = 10Log N j T T J0

Questa operazione nella pratica viene fatta dal FONOMETRO


Fondamenti di Acustica Applicata 46

Il Fonometro uno strumento usato per valutare lampiezza dei suoni e fornire misure riproducibili del livello di pressione sonora. Un fonometro costituito essenzialmente da: -microfono che converte il segnale del suono in un segnale elettrico equivalente; -unit di trattamento dei dati; -unit di lettura dei dati.

Fondamenti di Acustica Applicata

47

Definizione di Livelli percentili: Lpi Rappresentano il livello sonoro superato per lx per cento del tempo globale di osservazione. L10 rappresenta ad esempio il livello sonoro superato per il 10% dellosservazione.

Fondamenti di Acustica Applicata

48

ESEMPIO 3 Valutare il livello sonoro complessivo in scala A di un elettrodomestico, noto lo spettro in banda dottava.
Frequenza [Hz] Lpi CiA 63 60 -26.2 125 68 250 59 500 1000 2000 62 59 60 +1.2 4000 8000 62 +1.0 69 -1.1

-16.1 -8.6

-3.2 00

Fondamenti di Acustica Applicata

49

Frequenza [Hz] Lpi CiA

63 60 -26.2

125 68

250 59

500 1000 2000 62 59 60 +1.2

4000 8000 62 +1.0 69 -1.1

-16.1 -8.6

-3.2 00

L p A = 10 Log 10 = 10 Log (10


60 26 . 2 10

L pi C i 10

= + 10
59 8 . 6 10

+ 10

68 16 . 1 10

+ 10

62 3 . 2 10

+ 10

59 0 10

+ 10

60 +1 . 2 10

+ 10

62 +1 10

+ 10

69 1 . 1 10 )

= 10 Log (10 3 .38 + 10 5 .19 + 10 5 .04 + 10 5 .88 + 10 5 .9 + 10 6 .12 + 10 6 .3 + 10 6 .8 ) = 70 [ dB ( A )]

Fondamenti di Acustica Applicata

50