You are on page 1of 22

Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

TRAVI CONTINUE

AGGIORNAMENTO DEL 27/10/2011

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Per trave continua intendiamo una trave unica, vincolata su pi appoggi di cui almeno uno deve essere fisso a terra (cerniera), mentre glia altri possono essere muniti di carrello.

A causa della continuit della trave, sulle campate si verifica una forte riduzione dei momenti flettenti rispetto alla soluzione con campate separate isostatiche. La riduzione dei momenti massimi positivi si paga, tuttavia, con la comparsa di momenti negativi (che tendono le fibre superiori) in corrispondenza degli appoggi intermedi.
2

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

La trave continua iperstatica in quanto il numero di incognite superiore a quello delle equazioni di equilibrio. Ci significa che esistono infinite soluzioni che soddisfano il sistema. La soluzione esatta, per, solo quella congruente con le caratteristiche di deformabilit degli elementi che compongono la struttura e con i suoi vincoli.

EQUAZIONE DEI TRE MOMENTI DI CLAPEYRON


Consideriamo una trave continua su tre appoggi caricata con un carico ripartito q.

q A
L1

B
L2

Immaginiamo di sconnettere la trave in corrispondenza del punto B ed introdurre una cerniera. Per ripristinare la continuit e rendere i due schemi equivalenti dobbiamo applicare i momenti MB che sono incogniti.

q A
L1

MB B

MB C
L2

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

La cerniera permetterebbe ai due tronchi di ruotare liberamente luno rispetto allaltro mentre nel sistema reale i due tronchi sono legati dal vincolo di continuit.

'

A
L1

B
L2

A
L1

'

B
L2

Pertanto la congruenza implica:

= '
5

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Per il 1 teorema di Mohr gli angoli di rotazione delle tangenti destremit della linea elastica di una trave appoggiata-appoggiata sono dati dal rapporto tra le reazioni ausiliarie ottenute caricando la trave con il diagramma dei momenti della trave reale e la quantit EJ.

M
= M*
EJ

N
= N*
EJ

M
M* N*

Alla rotazione dovuta ai carichi esterni deve essere sommata la rotazione dovuta ai momenti di estremit pertanto, con riferimento alla trave continua A-B-C, si ha:

L B*sin = + 1 (M A + 2M B ) EJ 6EJ

B*des L = + 2 (2M B + M C ) EJ 6 EJ
'

Sostituendo nellequazione di congruenza e semplificando:

M A L1 + 2M B (L1 + L2 ) + M C L4 = 6 B*sin + B* des

)
6

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Questa equazione nota come equazione dei tre momenti di Clapeyron. Le reazioni fittizie dipendono da come caricata la struttura.

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

ESEMPIO 1
Studiare la trave continua omogenea, a sezione costante, riportata in figura e tracciare i diagrammi di taglio e momento flettente.
30 kN 50 kN/m 40 kN/m B
5.00 m 4.00 m

A'
1.50 m

CALCOLO DEI MOMENTI AGLI APPOGGI

Il momenti agli appoggi A e C sono noti:


M A = 30 1.50 = 45 kNm ;
MC = 0

Il momento allappoggio B si calcola mediante lequazione dei tre momenti:


M A 5.00 + 2M B (5.00 + 4.00) + M C 4.00 = 6 B *sin + B * des
45 5.00 + 2M B 9.00 + 0 4.00 = 6 B*sin + B* des ; 225 + 18M B = 6 B*sin + B* des
*

q l 3 50 53 kN 40 43 kN * B sin = = = 260.42 2 ; B des = = 106.67 2 (vedi tabelle di pag.7) 24 24 24 m m Pertanto: 225 + 18M B = 2202.54 da cui si ricava: M B = 109.86 kNm
9

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

CALCOLO DELLE REAZIONI VINCOLARI

30 kN -45 50 kN/m -109.86


5.00 m

40 kN/m

MA
1.50 m

MB
4.00 m

A'

A VA

B VB

C VC

H A = 0 V + V + V 30 50 5.00 40 4.00 = 0 A B C V A 5.00 30 (1.50 + 5.00 ) 50 5.00 2.50 = M B VC 4.00 40 4.00 2.00 = M B
Dalla terza equazione si ricava:

Equilibrio alla traslazione orizzontale Equilibrio alla traslazione verticale Equilibrio alla rotazione a sinistra di B Equilibrio alla rotazione a destra di B

VA 5.00 195 625 = 109.86 ; VA 5.00 = 710.14 ; VA = 142.03 kN


Dalla quarta equazione si ricava:

VC 4.00 = 210.14 ; VC = 52.53 kN


10

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Sostituendo VA e VC nella seconda equazione:

142.03 + VB + 52.53 30 250 160 = 0 ; VB = 245.44 kN


CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE
30 kN 50 kN/m 40 kN/m

S1
1.50 m

S2
5.00 m

S3
4.00 m

A'

A 142.03

B 245.44

C 52.53

tratto AA: Guardiamo a sinistra della sezione S1:


TAGLIO
per x1 = 0 T A' = 30 kN = 30 kN per x1 = 1.50 T A = 30 kN

30 kN

TS1

MOMENTO

S1
M S1 = 30 x1

per x1 = 0 M A = 0 per x1 = 1.50 M A = 45 kNm

'

x1

lineare

A'
11

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

tratto AB : Guardiamo a sinistra della sezione S2:


TAGLIO

+ per x2 = 0 T A = 112.03 kN per x2 = 5.00 T B = 137.97 kN

30 kN

50 kN/m

TS 2 = 142.03 30 50 x2

Punto di nullo: 142.03 30 50 x2 = 0 ; x2 = 2.24 m dal punto A


1.50 m x2

S2 A' A 142.03

MOMENTO IN CAMPATA

M S2

x = 142.03 x2 50 2 30(1.50 + x2 ) ; per x2 = 2.24 M AB max = 80.50 kNm 2

tratto BC : Guardiamo a destra della sezione S3:


TAGLIO
+ per x3 = 0 T C = 52.53 kN + per x3 = 4.00 T B = 107.47 kN

40 kN/m

TS 3 = 52.53 + 40 x3

S3
Punto di nullo:

52.53 + 40 x3 = 0 ; x3 = 1.31 m dal punto C

x3

C
MOMENTO IN CAMPATA
+

M S3

x = 52.53 x3 40 3 2

per x3 = 1.31 M BC max = 34.50 kNm

52.53

12

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

DIAGRAMMI

1.31 m

2.24 m

M
13

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

ESEMPIO 2
Studiare la trave continua omogenea, a sezione costante, riportata in figura e tracciare i diagrammi di taglio e momento flettente.
50 kN
20 kN/m 30 kN/m

3.00 m

4.00 m

3.00 m

Trattandosi di trave continua incastrata agli estremi, sostituiamo gli incastri di estremit con due appoggi, posti a distanza piccolissima, L0, le cui reazioni costituiscono una coppia. La nuova campata che si viene a formare viene considerata scarica :

50 kN
20 kN/m

30 kN/m

L0

3.00 m

4.00 m

3.00 m

L0

A'

D'

14

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

CALCOLO DEI MOMENTI AGLI APPOGGI

Scriviamo 4 volte lequazione dei tre momenti:


M A' L0 + 2M A (L0 + 3.00) + M B 3.00 = 6 A*sin + A*des * * M A 3.00 + 2M B (3.00 + 4.00) + M C 4.00 = 6 B sin + B des * * M B 4.00 + 2M C (4.00 + 3.00) + M D 3.00 = 6 C sin + C des M 3.00 + 2M (3.00 + L ) + M L = 6 D*sin + D*des 0 0 D D' C

TRATTO A-A-B

( (

) )

TRATTO A-B-C TRATTO B-C-D TRATTO C-D-D

poich si pu porre L0=0 segue :

* A*sin = 0 e D des = 0 , pertanto:

2M A 3.00 + M B 3.00 = 6 A*des * * M A 3.00 + 2M B (3.00 + 4.00) + M C 4.00 = 6 B sin + B des * * M B 4.00 + 2M C (4.00 + 3.00) + M D 3.00 = 6 C sin + C des M 3.00 + 2M 3.00 = 6 D*sin D C

( (

) )

Dalle tabelle di pag.7 e 8 si ricavano:


A
*

des

C * des

q l 3 20 33 kN P l 2 50 4 2 kN * * = B sin = = = 22.5 2 ; B des = C sin = = = 50 2 ; 24 24 16 16 m m q l 3 30 33 kN * = D sin = = = 33.75 2 24 24 m


*

15

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Il sistema diventa:
6M A + 3M B = 135 3M + 14 M + 4 M = 435 A B C 4M B + 14M C + 3M D = 502.5 3M C + 6 M D = 202.5

Dalla prima: 3M A = 1.5M B 67.5 ;

dalla quarta: 3M D = 1.5M C 101.25

Sostituendo nella seconda e terza equazione:


1.5M B 67.5 + 14M B + 4M C = 435 4M B + 14M C 1.5M C 101.25 = 502.5
;

12.5M B + 4M C = 367.5 4M B + 12.5M C = 401.25

Dalla prima: M C = 91.87 3.125M B ; sostituendo nella seconda: 4M B 39M B 1148.37 = 401.25
M B = 21.3 kNm

Sostituendo:
M C = 25.3 kNm
M A = 11.8 kNm M D = 21.1 kNm
16

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

CALCOLO DELLE REAZIONI VINCOLARI

50 kN
20 kN/m

30 kN/m

-11.8
3.00 m

-21.3
4.00 m

-25.3
3.00 m

-21.1

A VA

B VB

C VC

D VD

V A + VB + VC + VD 50 20 3.00 30 3.00 = 0 V 3.00 (20 3.00 1.5) + M = M A A B VD 3.00 (30 3.00 1.5) + M D = M C VD (4.00 + 3.00) + VC 4 (30 3.00 5.5) 50 2.00 + M D = M B
Dalla seconda equazione si ricava:

Equilibrio alla traslazione verticale Equilibrio alla rotazione a sinistra di B Equilibrio alla rotazione a destra di C Equilibrio alla rotazione a destra di B

V A 3.00 90 11.8 = 21.3 ; V A = 26.8 kN


Dalla terza equazione si ricava:

V D 3.00 135 21 .1 = 25.3 ; V D = 43.6 kN


17

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Sostituendo VD nella quarta equazione:

43.60 (4.00 + 3.00) + VC 4 (30 3.00 5.5) 50 2.00 21.1 = 21.3 ; VC = 72 .4 kN


Sostituendo le reazioni trovate nella prima equazione:

26.80 + VB + 72.4 + 43.60 50 60 90 = 0 ; VB = 57.2 kN


CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE

50 kN
20 kN/m

30 kN/m

E
11.8

A
3.00 m

S1

S2
4.00 m

S3

S4
3.00 m

21.1

26.8

57.2

72.4

43.6

18

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

tratto AB : Guardiamo a sinistra della sezione S1:


TAGLIO
+ per x1 = 0 T A = 26.80 kN per x1 = 3.00 T B = 33.20 kN

20 kN/m

TS 1 = 26.8 20 x1
Punto di nullo:

11.8
26.8 20 x1 = 0 ; x1 = 1.34 m dal punto A
MOMENTO IN CAMPATA

A
x1

S1

M S 1 = 26.8 x1 20

x2 11.8 ; per x1 = 1.34 M AB max = 6.2 kNm 2


20 kN/m

26.8

tratto BP : Guardiamo a sinistra della sezione S2:


TAGLIO

TS 2 = 26.8 + 57.2 20 3.00 = 24 kN


MOMENTO

costante

11.8

A
3.00 m

B
x2

S2
57.2

M S 2 = 26.8 (3 + x 2 ) + 57.2 x 2 20 3.00 (1.5 + x 2 ) 11.8

per x2 = 2 M E = 26.7 kNm

26.8

19

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

tratto PC: Guardiamo a sinistra della sezione S3:


TAGLIO

30 kN/m
costante

TS 3 = 43.6 72.4 + 30 3.00 = 26 kN


MOMENTO

M S 3 = 43.6 (3 + x3 ) + 72.4 x3 30 3.00 (1.5 + x3 ) 21.1


+

S3
x3

C
3.00 m

21.1

per x3 = 2 M + E = 26.7 kNm


tratto CD: Guardiamo a destra della sezione S4:
TAGLIO
per x4 = 0 T D = 43.6 kN + per x4 = 3.00 T C = 46.4 kN

72.4

43.6

30 kN/m

TS 4 = 43.6 + 30 x4
Punto di nullo:

43.6 + 30 x4 = 0 ; x 4 = 1.45 m dal punto D

S4
x4

21.1

MOMENTO IN CAMPATA
+

M S4

x = 43.6 x 4 30 4 21.1 ; per x4 = 1.45 M CD max = 10.6 kNm 2

43.6

20

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

DIAGRAMMI

1.45 m

1.34 m

T
-21.1 -11.8

M
21

Corso di COSTRUZIONI EDILI

Prof. Ing. Francesco Zangh

Fonti
Ernesto Lo Re Materiale didattico M.G.Busato Rotazioni degli estremi di una trave appoggiata 22