You are on page 1of 4

ARTROPODI

Sono considerati un vertice evolutivo e comprendono un numero di specie maggiore di tutti gli altri phyla. Sono considerati discendenti dagli anellidi. Le principali caratteristiche sono: corpo diviso in regioni appendici articolate (zampe, antenne, pezzi boccali ecc) Presenza di un esoscheletro formato da chitina che necessita di mute periodiche non potendosi accrescere insieme allanimale ( il suo peso non ha fatto raggiungere a uesti animali dimensioni notevoli). Muscoli con attacco allinterno dellesoscheletro. Parti boccali specializzate. Sistema circolatorio aperto con emocele Sistema nervoso simile a uello degli anellidi Sistema respiratorio con branchie (nelle forme ac uatiche), trachee !li artropodi comprendono diverse classi: INSETTI "orpo divisi in tre regioni : Capo (fusione di # segmenti che formano una capsula ce alica) con un paio di antenne (con cellule sensoriali), tre occhi rontali, ! occhi composti laterali (formati da migliaia di unit$ visive dette ommatidi che consentono una visione a mosaico)e un apparato boccale molto complesso. Torace" #%ormato da tre segmenti) con tre paia di $ampe articolate e due paia di ali. Addome (&' o && segmenti) privo di appendici tranne uelli adibiti alla riproduzione ( cirri nelle femmine e stili nei maschi). (ltre caratteristiche sono: Sistema respiratorio con trachee, piccoli tubicini che portano lossigeno dallesterno direttamente alle cellule (il sistema circolatorio in uesto caso trasporta solo le sostanze nutritive). )ale sistema * efficiente solo se le dimensioni degli animali non sono grandi. +l sistema circolatorio * aperto ma con una componente chiusa(un vaso dorsale). +l sistema escretore * costituito dai tubi del Malpighi. La vita degli insetti prevede , fasi distinti (larva e adulto) o - (larva, ninfa o pupa e adulto). + cambiamenti avvengono con la metamor osi

%a loro classi ica$ione & molto complessa comprendendo pi' di !( ordini

Rappresentazione schematica della morfologia di un insetto (femmina diOrthoptera Caelifera).

ARACNIDI "orpo divisi in due regioni : ce alotorace con numerosi occhi semplici e senza antenne. Presenta ) paia di appendici (& paio di cheliceri e uno di pedipalpi in relazione alla bocca e . per la deambulazione) addome senza appendici (ltre caratteristiche sono: respira$ione con le trachee o i polmoni a libro

"omprendono &' ordini tra i uali: Ragni. "on cefalotorace e addome nettamente separati. /ella parte ventrale delladdome ci sono . o 0 papille ( iliere) che producono un li uido viscoso che si rapprende allaria e che lanimale utilizza per tessere la sua tela con il uarto paio di zampe. Scorpioni. Sono stati i primi animali ad uscire dallac ua nel paleozoico. 1anno il corpo schiacciato. 1anno piccoli cheliceri e due grosse pin$e sui pedipalpi. Laddome termina con un aculeo nel uale sboccano le ghiandole del veleno. (in +talia non ci sono le specie velenose Acari . artropodi molto piccoli (&mm). "heliceri e pedipalpi sono uniti e trasformati in un rostro per pungere. 2i appartengono le $ecche (trasmettono molte malattie) e l*acaro della scabbia la cui femmina depone le uova in fondo a canalicoli che scava nella pelle delluomo

CROSTACEI (rtropodi che vivono in ac ua ( respirano attraverso le branchie) con il corpo e rivestito da un carapace (oltre alla chitina lesoscheletro * impregnato da sali calcarei). "orpo divisi in tre regioni Capo con ! paia di antenne e& paio di occhi composti. Torace con . paia di zampe e & paio di chele Addome segmentato che termina con il telson utilizzato per il nuoto

3icordiamo il gambero, il granchio lastice e laragosta (priva di chele ma con lunghe antenne che vanno allindietro)

MIRIPODI (nimali che presentano numerose zampe e comprendono centopiedi e millepiedi