You are on page 1of 1

Corriere della Sera

http://www.corriere.it/cronache/13_febbraio_13/papa-divisioni-chiesa...

stampa | chiudi
NELL'OMELIA DELLE CELEBRAZIONE DEL MERCOLED DELLE CENERI

Il Papa: Le divisioni ecclesiali deturpano la Chiesa, bisogna superare le rivalit


Dopo la rinuncia al pontificato: Ges ha denunciato l'ipocrisia religiosa e chi cerca l'applauso
Ges ha denunciato l'ipocrisia religiosa e coloro che cercano l'applauso e l'approvazione del pubblico invece della semplicit del Signore. Queste le parole di Benedetto XVI durante la celebrazione del rito delle ceneri di mercoled pomeriggio a San Pietro dopo l'annuncio della sua rinuncia al pontificato. Nella pagina del Vangelo di Matteo, che appartiene al cosiddetto "Discorso della montagna" - ha ricordato il Papa - Ges fa riferimento a tre pratiche fondamentali previste dalla Legge mosaica: l'elemosina, la preghiera e il digiuno; sono anche indicazioni tradizionali nel cammino quaresimale per rispondere all'invito di "ritornare a Dio con tutto il cuore". Ma Ges - ha aggiunto il Pontefice - sottolinea come sia la qualit e la verit del rapporto con Dio ci che qualifica l'autenticit di ogni gesto religioso. Per questo - ha spiegato il Pontefice - egli denuncia l'ipocrisia religiosa, il comportamento che vuole apparire, gli atteggiamenti che cercano l'applauso e l'approvazione. Il vero discepolo - ha detto Ratzinger - non serve se stesso o il "pubblico", ma il suo Signore, nella semplicit e nella generosit. La nostra testimonianza allora - ha detto il Papa - sar sempre pi incisiva quanto meno cercheremo la nostra gloria e saremo consapevoli che la ricompensa del giusto Dio stesso, l'essere uniti a Lui, quaggi, nel cammino della fede, e, al termine della vita, nella pace e nella luce dell'incontro faccia a faccia con lui per sempre. L'UNIT DELLA CHIESA - Nell'omelia delle celebrazione del Mercoled delle Ceneri, il Papa dimissionario ha rilevato con amarezza come il volto della Chiesa venga, a volte, deturpato dalle divisioni nel corpo ecclesiale. Il Papa si soffermato molto sul tema dell'unit della Chiesa, prendendo spunto dall'invito biblico: Radunate il popolo, indite un'assemblea solenne, chiamate i vecchi, riunite i fanciulli, i bambini lattanti; esca lo sposo dalla sua camera e la sposa dal suo talamo. La dimensione comunitaria - ha spiegato - un elemento essenziale nella fede e nella vita cristiana. Cristo venuto per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi. Il Noi della Chiesa la comunit in cui Ges ci riunisce insieme: la fede necessariamente ecclesiale. E questo importante ricordarlo e viverlo in questo Tempo della Quaresima: ognuno sia consapevole che il cammino penitenziale non lo affronta da solo, ma insieme con tanti fratelli e sorelle, nella Chiesa. LA SPIEGAZIONE - Il Papa ha dunque invitato a vivere la quaresima come tempo per riflettere su come il volto della Chiesa venga a volte deturpato da colpe contro l'unit della Chiesa e divisioni del corpo ecclesiale. Superare individualismi e rivalit pu essere un segno umile e prezioso per coloro che sono lontani dalla fede. Parole che sembrano una spiegazione della sua libera scelta di rinunciare a proseguire nel cammino della guida della Chiesa. Redazione Online stampa | chiudi

1 of 1

13-Feb-13 6:50 PM