You are on page 1of 26

1

Così i candidati a Carissimi cittadini,
sindaco vi ringrazio per la fiducia che mi avete dimostrato eleggendomi come sinda-
Wladimiro Boccali co della città. Per me è un grande onore amministrare Perugia e lo farò con
è stato eletto sindaco di Perugia al un obiettivo prioritario: costruire insieme a tutti voi una città più dinamica,
primo turno con 50.963 voti, pari al più vivibile e che sia sempre più parte di quell’Europa moderna e all’avan-
52,97%. E’ stato il candidato espres- guardia.
so dalla coalizione di centrosinistra E’ una sfida importante, ma Perugia ha già in sé tutte le caratteristiche
composta da: Partito democratico, necessarie per fare il salto di qualità richiesto.
Rifondazione comunista, Comunisti Nel corso della mia campagna elettorale ho sempre affermato che la capa-
italiani, Sinistra e Socialisti, Perugia cità di ascolto delle istanze dei cittadini è fondamentale per realizzare scelte
Civica – Aria nuova in città, Di Pie- condivise e partecipate. E’ proprio su questa linea che si muoverà la nostra
tro Italia dei valori. azione di governo: contatto diretto con il territorio, attraverso incontri, riu-
Ecco i risultati degli altri candidati a
nioni, ma anche con l’utilizzo delle nuove tecnologie del web. E ancora:
sindaco:
sinergia con le altre istituzioni, locali e nazionali, con il mondo dell’Università
Pino Sbrenna
(Il Popolo della libertà per Sbrenna, e dell’associazionismo. Una fitta rete di relazioni per rinsaldare il nostro
Unione di Centro per Sbrenna, tessuto sociale, economico e culturale.
Perugia di tutti, La Destra ): 36.290 Il decoro urbano e la manutenzione della città sono una priorità d’intervento,
voti; 37,72% perché una città accogliente, a misura d’uomo e funzionale è segno di gran-
Carla Spagnoli de civiltà. E’ anche un deterrente contro la microcriminalità, altro fronte su
(Movimento per Perugia Spagnoli cui lavoreremo a stretto contatto con le forze dell’ordine e con il governo
sindaco): 3002 voti; 3, 12% centrale, per innalzare il livello di sicurezza che non è certamente questione
Michele Pietrelli esclusiva di Perugia, ma di tutta Italia. Nessun allarmismo, ma misure rigo-
(lista civica Beppe Grillo): 1.837 voti; rose, concrete e calate sul territorio, che affianchino alla repressione una
1, 91% maggiore e più incisiva attività di prevenzione.
Ada Girolamini
C’è una grave crisi economica in corso, con nuove emergenze che si stanno
(Socialisti liberali): 1.494 voti; 1, 55%
affacciando nella nostra società. Ci sono famiglie e lavoratori da tutelare,
Francesco Miroballo
(Lega Nord Umbria): 1.468 voti; per questo attiveremo tutti gli strumenti in nostro possesso per gestire un
1,53% periodo indubbiamente critico. Perugia ha, però, una straordinaria risorsa
Ettore Bertolini racchiusa in quei valori che da sempre esprime: tolleranza, interculturalità,
(Perugia Tricolore): 632 voti; 0,66% onestà e professionalità; è aperta alle novità e al mondo con lo sguardo
Amato De Paulis perennemente rivolto oltre l’orizzonte. In altre parole, ha la grande capacità
(Liberiamo Perugia): 524 voti; di sapersi rinnovare nel rispetto delle tradizioni.
0,54% E’ questo ricco patrimonio che abbiamo il dovere di proteggere e accresce-
re, per consegnarlo alle generazioni future.

3
Sommario
3 Lettera aperta
di Wladimiro Boccali, sindaco
di Perugia

5 La nuova Giunta:
assessori e deleghe

9 Così il Consiglio

13 Perugia futuro aperto:
il programma del sindaco

28 Volti e nomi del Consiglio

37 Il voto di lista: voti e
preferenze di ogni partito
Copie dei cinque
tondi in pietra
di Mario Staccioli
a Enel Rete Gas
Le copie in miniatura dei cinque tondi di Mario Staccioli collocati nel Parco
della Cupa, nei pressi dell’omonima stazione del minimetrò, sono state donate
ai rappresentanti di Enel Rete Gas, società che con il suo contributo ha reso
possibile l’opera.
E’ stato il sindaco Wladimiro Boccali, durante un incontro in Sala Rossa, a
consegnarle a Vittorio Romano, responsabile del Dipartimento Centro di Enel
Rete Gas, e a Roberto Bastianelli, responsabile di esercizio per Perugia. Le
copie, in pietra serena come gli originali, sono firmate dall’artista. I cinque
grandi tondi (2,10 metri di diametro e mezzo metro di spessore) sono stati
realizzati da un laboratorio artigiano di Tuoro sul Trasimeno; i tondi furono già
Redazione di Perugia Notizie
esposti a Panicale nel 1997. Palazzo dei Priori, Corso Vannucci, 1
L’installazione dei tondi è stata inaugurata lo scorso 30 maggio; la loro colloca- 06123 PERUGIA
zione fa parte di un intervento complessivo di recupero del Parco della Cupa Tel. 075|5772484-075|5772251
Fax. 075|5735300
che da Via Fiorenzo di Lorenzo si estende fino a Via Ruggero d’Andreotto. Il e-mail: l.frau@comune.perugia.it
Parco, nell’area di maggiore interesse e fruizione pubblica, cioè all’altezza
dell’ingresso della piscina comunale (lato Via San Prospero) è riorganizzato Perugia Notizie è anche su internet:
www.comune.perugia.it
con una sistemazione a verde e percorsi pedonali, ed è prevista la ricollocazione
di un nuovo piccolo bar che è punto di riferimento e di ritrovo serale. Proprio Direttore responsabile:
Luciana Frau
per la sua centralità e l’importanza paesaggistica dell’area, il Comune ha deci- In redazione: Gaia Nicchi, Paolo Occhiuto,
so di collocarvi l’opera di Staccioli, artista che da sempre si è dimostrato par- Cristiano Mazzone, Francesca Giacobbi
ticolarmente attento al rapporto tra arte e paesaggio. Grafica e impaginazione: Roberta Neri
Foto: Giancarlo Belfiore, Fausto Castraberte
I tondi interrogano, rappresentano il movimento, l’andamento possibile delle Simona Cortona, Thomas Clocchiatti
cose. Concessionario per la pubblicità:
Le sculture sono disposte con diversi orientamenti secondo un impianto lieve- SIFA S.r.l. Via Pievaiola, 45
06128 Perugia tel. e fax 075 5051028
mente centripeto, che all’apparenza può sembrare disordinato ma in realtà Stampa: grafiche Benucci S.r.l. - Perugia
definisce, secondo lo stesso artista, “una sorta di percorso dalla duplice valenza:
se visto in mobilità, l’intervento spinge l’occhio dell’automobilista a soffermar- Autorizzazione Tribunale di Perugia
numero 9 del 05/03/1994
si un attimo proponendogli un nuovo riferimento spaziale, mentre, se percepito II bimestre 2009
con la più lenta prospettiva di un pedone, suggerisce di sperimentare la com- Il giornale è stato chiuso in redazione il
plessità, generando momenti di sosta, resi ancora più concreti dalla futura pre- 15 luglio 2009
senza di un chiosco”. In copertina foto di Thomas Clocchiatti

4
Ecco la nuova Giunta
Sindaco Boccali: “Sono le persone giuste, autorevoli,
competenti, capaci di interloquire con la città”

Il sindaco Boccali ha riunito nella Sala Rossa di Palazzo schema ampiamente sperimentato in passato, e di
dei Priori la nuova giunta. Erano presenti i dieci assessori accorpare invece attività culturali e politiche di coesione
(il vice sindaco Nilo Arcudi, Valeria Cardinali, Monia Fer- sociale per sottolineare che su questa sintesi si può co-
ranti, Livia Mercati, Lorena Pesaresi, Andrea Cernicchi, struire una più alta qualità della vita della città.
Roberto Ciccone, Ilio Liberati, Giuseppe Lomurno, Gio- Boccali ha poi confutato la tesi di un “manuale Cancelli”
vanni Tarantini) ed i più alti dirigenti comunali (il direttore nella composizione della Giunta, spiegando che la demo-
generale Antonella Pedini ed il segretario generale Fran- crazia è fatta anche dalle forze politiche cui i cittadini con-
cesco Di Massa). In sala, anche molti esponenti politici feriscono una determinata forza con il loro voto. Altro tema
dei partiti di maggioranza. su cui Boccali è tornato è stato quello della continuità-
“E’ la giunta che volevo – ha detto il sindaco – ovvero discontinuità: per il sindaco, “il dato elettorale non ha ripu-
quella che risponde agli obiettivi che mi ero posto durante diato il lavoro fatto dall’Amministrazione precedente, ma
la campagna elettorale: una compagine autorevole, com- ora dalla società emergono domande nuove, dunque oc-
petente, innovativa, rappresentativa della coalizione. Coa- corre aprire una nuova fase”. Toccato, inoltre, un tema
lizione che ringrazio per la fiducia accordatami e per aver politico, anche in relazione ai rapporti con il segretario cit-
rispettato pienamente il mandato affidato dai cittadini al tadino del Pd: “dal 23 giugno – ha detto Boccali - sono il
sindaco. Del governo cittadino fanno parte le persone giu- sindaco di Perugia, che è cosa diversa dal segretario di
ste al posto giusto, in grado di interloquire con la città. Ho partito. Comunque, per la formazione della Giunta, il Pd ha
ascoltato e dialogato con la città e ho scelto le persone che accettato la mia proposta di due assessori esterni, e lo ri-
ho ritenuto migliori”. tengo un segno di maturità”.
Boccali ha sottolineato che per la prima volte siedono in La nuova Giunta si metterà presto al lavoro, “e sarà un
giunta quattro donne (“ma le ho scelte – ha detto – per la lavoro quotidiano di governo della città”, ha spiegato il sin-
loro competenza e autorevolezza”), e che per la prima volta daco, che ha citato tra i primi campi di intervento la sicu-
è una donna l’assessore all’Urbanistica (Valeria Cardina- rezza, il decoro urbano, il piano delle manutenzioni stradali,
li). Ha anche detto di aver chiesto al vice sindaco (Nilo la scuola. Boccali ha comunicato di voler intanto istituire
Arcudi) di svolgere “un ruolo di maggiore vicinanza al sin- una delega, da affidare ad un consigliere comunale, sui
daco”, e di aver tenuto per sé le deleghe alla sicurezza e al temi legati alla partecipazione, mentre per il futuro assetto
centro storico. Per la sicurezza, il sindaco si avvarrà di delle Circoscrizioni si intende, prima di impegnare il Consi-
una consulenza non onerosa del senatore Achille Serra glio comunale in una nuova riforma, valutare le intenzioni
(già prefetto, un esperto della materia), dal quale ha già del governo nazionale in materia di decentramento. Infine,
ricevuto la più ampia disponibilità. Boccali ha spiegato an- la mobilità e in particolare i photo-red: “le multe tramite
che la scelta di creare due deleghe separate in materia di quegli impianti oggi sono pochissime – ha detto il sindaco -
cultura (attività culturali e beni culturali) tornando ad uno ma certamente, per il futuro, non ripeteremo quella espe-
rienza in quei termini”.

5
Sindaco, assessori e deleghe
Il nuovo esecutivo di Palazzo dei Priori

Il sindaco Wladimiro Boccali ha tenuto per sé le dele- interlocutori di riferimento; il secondo realizzato insieme
ghe: Centro storico, Sicurezza, e, in collaborazione con il alle amministrazioni comunali di Corciano e Torgiano, pri-
vicesindaco, Rapporti con le Società che gestiscono i ser- mo strumento di programmazione sociale e interculturale
vizi pubblici. nell’ambito territoriale.
Nato e residente a Perugia, ha 39 anni, è sposato con Wladimiro Boccali, con i voti della coalizione di
Catina e ha due figli, Lorenzo e Luca. Ha saputo coniu- centrosinistra è stato eletto al primo turno sindaco di
gare responsabilità di carattere istituzionale ed impegno Perugia con il 52,97% dei consensi. E’ stato sostenuto dalle
sociale, in particolare nella diffusione della pace tra i po- liste del Partito democratico, Rifondazione comunista,
poli e nei valori etico-morali dell’associazionismo. Comunisti italiani, Sinistra e Socialisti, Perugia Civica –
Due volte assessore nelle Giunte guidate da Locchi, dal Aria nuova in città, Di Pietro Italia dei valori. Il suo avver-
1999 al 2004 ha ricoperto il ruolo di assessore alle Politi- sario politico Pino Sbrenna, candidato del centrodestra, ha
che di Coesione Sociale; dal 2004 al 2009 è stato asses- ottenuto il 37,72% dei voti.
sore all’Urbanistica, Edilizia privata e Pace. La sua è la Giunta comunale più “rosa” della storia di
Nel 2008, in seguito alle primarie, è stato nominato vice Perugia.
segretario regionale del Pd.
Dal 1990 al 1995 è stato Consigliere Comunale di Perugia
e Presidente della Consulta Comunale per l’Immigrazio-
ne, dal 1995 al 1999 Presidente ARCI Perugia e Compo-
nente della Direzione Nazionale ARCI – Commissione
Politiche Sociali, dove ha partecipato a numerose attività
umanitarie e di assistenza sociale nei confronti di chi vive
situazioni di disagio e di emarginazione. Dal 1999 al 2004,
in qualità di assessore alle Politiche di Coesione Sociale
del Comune di Perugia, ha sviluppato con gli uffici di rife-
rimento il primo Bilancio Sociale e il Piano Sociale di Zona:
il primo volto alla trasparenza dell’attività dell’ente, alla
coerenza tra gli enti e con il coinvolgimento sociale degli

7
Sindaco, assessori e deleghe
Il nuovo esecutivo di Palazzo dei Priori

Nilo Valeria Roberto Giuseppe Lorena
Arcudi Cardinali Ciccone Lomurno Pesaresi
Vicesindaco, dele- Urbanistica, Edili- Mobilità, Vigilanza, Sviluppo economico, Politiche energetiche
ghe: Protezione civi- zia pubblica, Edilizia Personale. Turismo. e ambientali, Pari
le, Relazioni inter- privata. E’ nato a L’Aquila nel Nato ad Altamura (Ba) opportunità, Stato ci-
nazionali, Città 41 anni. La sua prima 1950. A Perugia dal nel 1955, vive e lavora vile.
gemellate,Osservatorio esperienza ammini- 1972, qui ha consegui- da 30 anni a Perugia, è Nata a Perugia nel
sui servizi pubblici strativa è stata quella to la laurea in medici- sposato e ha due figlie. 1960, sposata, un fi-
locali e, in collabo- di consigliere della na e chirurgia, con Medico specialista in glio. Ragioniera, nella
razione con il sinda- VI Circoscrizione, specializzazione in Odontostomatologia e in Provincia di Perugia
co, Rapporti con le Ponte Felcino, nella gastroenterologia, è Medicina dello Sport, è riveste il ruolo di fun-
società che gestisco- legislatura ’94 -’99; medico generalista. ricercatore universita- zionario amministrati-
no i servizi pubblici dal ’99 al 2004 e dal E’ stato eletto per la rio. Titolare dell’inse- vo direttivo.
locali. Aree verdi, 2004 al 2009 ne è sta- prima volta consiglie- gnamento di Clinica Consigliere comunale
Arredo e decoro ur- ta la presidente. re comunale, Pds, nel Odontostomatologica II di Perugia e
bano, Cantiere. Negli ultimi cinque 1995 con l’incarico di (corso di laurea in vicepresidente della
Già vicesindaco del anni è stata anche presiedere la Consul- Odontoiatria e protesi Commissione Urbani-
Comune di Perugia presidente della Com- ta Comunale per dentaria) e di Chirurgia stica e Ambiente nel
dal 2004 al 2009, è nato missione Permanente l’Immigrazione e il Odontostomatologica II quinquennio 2004-
nel 1973 a Cassano dello per il Decentramento. coordinamento del (corso di direttore della 2009, tra i vari incari-
Ionio (Cs), si è laureato Dirigente in una Coo- progetto “Perugia cit- Clinica Odontoiatrica chi in passato è stata
in Economia e commer- perativa Sociale, si tà sicura e democra- dell’Università di membro dell’esecuti-
cio con specializzazione occupa in particolare tica”. Confermato Perugia) dal 2005 al vo regionale del Par-
in Marketing alla Luiss di salute mentale. nella legislatura 1999 2008. Responsabile del- tito Democratico e
di Roma. Nel 1998 ha – 2004 nella lista Ds, la Struttura Semplice responsabile Ambien-
lavorato a Parma per nella tornata elettora- dipartimentale di te e sostenibilità PD
Banca Intesa nella le 2004 - 2009 è stato Odontoiatria chirurgica Umbria; membro del-
direzione marketing. il primo degli eletti e ambulatoriale del- l’assemblea costi-
Dal 1999 ha lavorato come indipendente l’Azienda Ospedaliera tuente nazionale del
nella filiale di un isti- nelle fila di di Perugia. Presidente PD, del direttivo na-
tuto di credito per Rifondazione comuni- del Gruppo Consiliare zionale”.
Perugia con il ruolo di sta e ha ricoperto il IDV e della I Commis- Portavoce regionale
vice/titolare. ruolo di presidente del sione Urbanistica al dell’associazione poli-
Consiglio comunale Comune di Perugia nel tica “Sinistra
della passata legisla- quinquennio legislativo ecologista”, ha fatto
tura. 2004/2009. parte del consiglio di
amministrazione della
Minimetrò SpA e del
Centro per le Pari op-
portunità dell’Umbria.

8
Sindaco, assessori e deleghe
Il nuovo esecutivo di Palazzo dei Priori

Andrea Monia Ilio Livia Giovanni
Cernicchi Ferranti Liberati Mercati Tarantini
Attività culturali, Innovazione tecnologi- Infrastrutture, Bilancio, Finanza Beni culturali, Gran-
Politiche giovanili, ca, Informatizzazione, Sport. Demanio e patrimo- di opere, Rapporti
Coesione e servizi Comunicazione istitu- E’ stato assessore allo nio, Uffici Giudiziari. con l’Università e le
sociali. zionale, URP, Edilizia Sviluppo Economico e Nata a Perugia nel istituzioni culturali.
Assessore alle Politi- scolastica, Demografia, Turismo del Comune di 1961, è laureata in Nato a Perugia nel
che Culturali e Giova- Provveditorato, Edilizia Perugia dal 2004 al 2009. Giurisprudenza. È 1938, avvocato
nili del Comune di cimiteriale. Ha 53 anni; per 20 anni, iscritta all’Albo di cassazionista, profes-
Perugia nella passata Nata a Umbertide nel dal 1979, ha lavorato al- Perugia, nella sezione sore associato di Dirit-
legislatura, è stato 1975, è laureata in l’Archivio di Stato di dei non esercenti la to pubblico presso la
eletto nel Comitato Giurisprudenza. Perugia come archivista. professione. Dottora- Facoltà di Giurispru-
Direttivo del CIDAC, E’ stata assessore al Dal 1999, come funzio- to di ricerca in Diritto denza dell’Università
l’Associazione nazio- Personale del Comu- nario della Provincia di pubblico nel 1990, è di Perugia, dal 2003 è
nale delle città d’arte ne di Perugia dal 2004 Perugia si è occupato di coniugata. È profes- in aspettativa per
e cultura italiane. al 2009 e segretaria Pubblica Istruzione e at- sore associato di dirit- acquisizione della pre-
Nato a Perugia 37 del Gruppo dei Comu- tualmente di Politiche per to amministrativo sidenza Sipa, società
anni fa, è laureato in nisti Italiani al Comu- l’impiego. Impegnato su presso la Facoltà di mista a partecipazione
Filosofia della Politica. ne di Perugia dal set- progetti educativi Giurisprudenza del- del Comune di
Ha iniziato l’attività tembre 2001 al giugno dell’associazionismo cat- l’Università di Perugia.
professionale a Geno- 2004, oltre che mem- tolico e di interesse cul- Perugia, nella quale Una lunga carriera nel
va, entrando nel team bro della Segreteria turale, continua ad inte- insegna Contabilità campo del diritto am-
“Comunicazione” del- provinciale di Perugia ressarsi del mondo della di Stato e Diritto am- ministrativo e pubbli-
la Ormes Consulting; e del Comitato cen- scuola, dove ha svolto la ministrativo avanza- co, ha sovente patro-
dal 2003 è dipendente trale del Partito dei funzione di presidente del to. Ha collaborato a cinato la Regione
dell’Azienda Perugina Comunisti Italiani. Consiglio scolastico pro- numerose ricerche in dell’Umbria davanti
della Mobilità, dove Sposata, è in dolce vinciale di Perugia, in rap- materia di riforme alla Corte costituzio-
fino a luglio 2004 ha attesa. presentanza della com- amministrative. nale in giudizi concer-
operato in seno alla ponente dei genitori. E’ Relatrice in convegni nenti l’impugnativa
struttura “Comunica- stato consigliere comu- nazionali ed interna- governativa di leggi
zione, Qualità, Risorse nale a Todi dal 1975 al zionali su temi di dirit- regionali. Delegato del
Umane”. Nel 1995 è 1994 e dal 1987 al 1990 to amministrativo e Rettore dell’Universi-
stato eletto consiglie- assessore all’Urbanistica contabilità pubblica, tà di Perugia nel set-
re nella III Circoscri- sempre al Comune di Ha pubblicato, oltre a tore dei servizi legali,
zione , di cui poi diver- Todi. E’ stato anche numerosi saggi ed ar- contratti, convenzioni
rà presidente nel quin- vicepresidente regionale ticoli in materia di e contenzioso, da anni
quennio successivo dell’associazione Alai Contabilità dello Sta- presta attività di con-
1999-2004. Cisl. to e degli enti pubblici sulenza a favore della
Da meno di un anno è E’sposato conAntonella e di Diritto ammini- Regione e di enti pub-
sposato con Gloria, e padre di Nicolò. strativo, nonchè due blici territoriali e
sua compagna di vita. monografie. funzionali.

9
Il nuovo Consiglio comunale
Il sindaco Wladimiro Boccali può contare in Consiglio su una maggioranza di 24 consiglieri.
La minoranza ha 16 consiglieri.

Presidente del Consiglio Vice presidenti
Alessandro Mariucci (Pd) Valerio Branda (Sinistra e Socialisti)
Andrea Romizi (Pdl)

I consiglieri eletti entrati in Giunta sono stati sostituiti dai primi dei non eletti delle rispettive liste 11
12345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
12345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789

Perugia futuro aperto
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
Il programma del sindaco Wladimiro Boccali
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
2345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012345678901234567890121234567890123456789
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012 privati, qualificazione delle professionalità, spazi pubblici
Governare per la sicurezza
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012 più adeguati per proteggere le famiglie soprattutto nel cen-
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
e la coesione sociale
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012 tro storico;

La sicurezza è un bene pubblico che si produce e si • un nuovo piano contro il degrado urbano e sociale,
governa ampliando gli spazi di agibilità dei diritti e non limi- con una forte azione di contenimento dei fenomeni
tandoli. Questo è particolarmente vero se pensiamo al di- del bullismo e della microcriminalità, correggendo
ritto di tutti, le donne in primo luogo, di percorrere lo spazio con il servizio sociale ed attività di pubblica utilità
pubblico urbano con sufficiente serenità in ogni ora della quanti condannati per consumo ed abuso di alcol e
giornata. droghe;
Un protagonismo sociale diffuso, grazie all’impegno ed al
coinvolgimento di tutti: la sicurezza nella città di Perugia si
determina non alimentando paure ed ansie, ma sperimen-
tando nuove forme di socializzazione basate sull’inclusio-
ne, l’integrazione e la partecipazione. La nostra città è il
luogo dove costruire un ambiente economico e sociale
orientato al benessere e alla qualità delle relazioni attra-
verso una capillare diffusione ed accessibilità dei servizi
erogati. Affinché ogni cittadino si senta protetto, a partire
dai bambini, dalle donne e dalle fasce più deboli creeremo:
• una rete di luoghi ed opportunità rivolta alla popolazione
anziana autosufficiente: associazioni, reti di muto aiuto,
centri sociali, associazioni di volontariato dove prestare un
servizio alla cittadinanza affinché si investa sull’esperien-
za dei più anziani come una risorsa;
• politiche urbane moderne, flessibilità degli orari dei servi- • un piano di informazione, sensibilizzazione ed educazione
zi a partire da quelli pubblici, sussidiarietà con i soggetti alla legalità, aumentando il senso civico soprattutto degli

13
adolescenti e dei più giovani, proteggendoli dai rischi ed dello virtuoso di Pubblica Amministrazione, per il ruolo di
offrendo loro possibilità di incontro e scambio nei luoghi governo che Perugia capoluogo ha nell’intero territorio del
associativi, sportivi e della cultura. Per una nuova gene- comune, della provincia e delle regione. A noi spettano
regolazione, controllo e valutazione dei servizi, con un for-
Videosorveglianza te contenimento delle tariffe e delle risorse. Per questo
proponiamo di:
· creare una rinnovata sinergia pubblico – privato per ga-
rantire un uso dei servizi primari che risponda all’interes-
se della comunità in modo pragmatico e fattivo;
· potenziare il ruolo dell’”Osservatorio sui servizi pubblici
locali” del Comune di Perugia rispondere alle esigenze e
rafforzare i diritti degli utenti attraverso una attenta azione
di ascolto ed una accurata analisi dei loro bisogni;
· integrare l’investimento pubblico con quello privato an-
che attraverso la “finanza di progetto”, verificando in quali
settori e per quali opere di pubblica utilità sia possibile,
senza detrazioni né quantitative né qualitative in un sano,
Sarà promosso un maggiore coordinamento fra polizie virtuoso e trasparente rapporto in cui siano chiari gli obiet-
locali e di Stato per venire incontro alle reali esigenze tivi, nella diversità dei ruoli e delle legittime aspirazioni.
dei cittadini
· favorire innovazione, attraverso un impegno prioritario
razione che cresca nei valori di solidarietà, equità e coe nella formazione e nella fornitura di servizi avanzati alle
sione sociale; imprese, nell’integrazione-semplificazione delle pro-
• una riforma della Polizia Municipale, in accordo con il cedure, con un convinto investimento nelle nuove tecno-
governo provinciale, regionale e nazionale, per un mag- logie attraverso sportelli decentralizzati anche nei centri
gior coordinamento fra polizie locali e di stato per venire minori che offrano i servizi basilari per i cittadini diretta-
incontro alle reali esigenze dei cittadini. mente on line, eliminando code, tempi di attesa e lungaggi-
Per fare tutto questo dobbiamo riconoscere la centralità ni amministrative.
dei governi locali nella gestione della sicurezza collettiva, 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
come succede nelle più evolute e moderne città d’Europa 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
e del mondo. Se l’ordine pubblico deve rimanere compe- Ambiente
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
tenza dello stato, dobbiamo lavorare ad un processo di
riforma che: allochi alle amministrazioni locali le risorse
economiche necessarie ed attribuisca ai sindaci i poteri
necessari al governo della sicurezza. Per un nuovo Pat-
to di sicurezza, davvero a favore dei cittadini.
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
Servizi pubblici
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012
1234567890123456789012345678901212345678901234567890123456789012123456789012

Maggiore efficienza nell’uso delle risorse, una più estesa
qualità nella pianificazione delle iniziative, un più alto gra-
do di funzionalità dei servizi, nuclei di progettazione inter-
ni all’amministrazione interarea con personale qualificato
e professionale senza costi aggiuntivi in consulenze: la
qualità e l’efficacia della pubblica amministrazione
si raggiungono così.
Per questo il Comune di Perugia effettuerà con una grande In questi anni abbiamo chiesto uno sforzo culturale ai cit-
attenzione ai processi di ulteriore riqualificazione del bi- tadini, con l’introduzione della raccolta differenziata e la
lancio, sia sul versante delle entrate sia delle uscite, il riordi- scelta, ambientale ed economica, di ridurre i rifiuti da
no, il potenziamento e la riforma dell’apparato burocrati- portare in discarica e aumentare il riciclaggio, come
co. fanno i Paesi e le città più avanzate. Ora dobbiamo com-
I servizi primari saranno misurati prima di tutto sul- piere assieme alla Regione uno sforzo ulteriore in questa
la qualità offerta al cittadino, attraverso rigorose car- direzione come indicato nel Piano Regionale dei Rifiuti per
te dei servizi e procedure di trasparenza e controllo eliminare ancora i punti critici che esistono nella gestione
democratico. del servizio di raccolta e dell’igiene urbana, perché il no-
Abbiamo ulteriori responsabilità di rappresentare un mo- stro obiettivo è una città pulita, efficiente, bella e virtuosa.

14
Terminal bus di Fontivegge

L’ambiente si tutela anche incentivando, migliorando ed 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
ottimizzando il Piano Urbano della Mobilità; per rendere 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
funzionale ed ottimizzare il servizio pubblico sulle Turismo
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
esigenze degli utenti. Per una città che “corre” con
trasporti più puliti ed economici
Perugia ha una storia ed una tradizione culturale, un patri-
Pensiamo a: monio architettonico e paesistico di pregio che può essere
· una riduzione nella produzione dei rifiuti alla fonte; attrattore di investimenti pubblici e privati, differenziando i
· un aumento della raccolta differenziata che si attesti sui servizi privati in funzione della nuova “domanda”, per pro-
parametri di sostenibilità regionali del 65% entro il 2012, muovere con avanguardia in tutta la regione:
terminando il ciclo dei rifiuti con il trattamento e lo · il turismo culturale;
smaltimento attraverso l’uso di impianti e nuove tecnolo- · il turismo degli eventi musicali;
gie che siano in grado di tutelare ambiente e salute. · il turismo di territorio, ambientale e sportivo;
Dobbiamo pensare e progettare lo sviluppo della città, pre- · il turismo eno-gastronomico;
servando le risorse naturali attraverso una forma urbana · il turismo religioso;
ed un modello di mobilità diversi, improntato sull’efficien- · il turismo ludico.
za energetica, sulla funzionalità ed accessibilità, senza ar- Per fare questo occorre coordinarsi, fare sistema, occu-
recare danni all’ambiente. Possiamo farlo: pare spazi vuoti e non ostacolarsi a vicenda. Va premiato
· incentivando, migliorando ed ottimizzando il Piano Urba- ed incoraggiato con atti dell’Amministrazione, chi investe
no della Mobilità, con la creazione di una Commissione in un quadro di accertata sostenibilità ambientale e socia-
composta dai tecnici del comune, i gestori del servizio pub- le.
blico locale, le altre istituzioni ed i cittadini, per rendere Dobbiamo anche prevedere e rinnovare il sostegno agli
funzionale ed ottimizzare il servizio pubblico sulle esigenze eventi che richiamano una partecipazione di massa gene-
degli utenti. Per una città che “corre” con trasporti più rosa, che sappiano vedere la popolazione coinvolta e non
puliti ed economici;
· favorendo le nuove costruzioni basate sui principi della Piazza IV Novembre
bioedilizia e della produzione per autoconsumo delle ne-
cessità energetiche (pannelli fotovoltaici ed isolanti termi-
ci) facendo risparmiare i cittadini e permettendogli di pren-
dersi cura dell’ambiente ogni giorno;
· diminuendo attraverso una progressiva innovazione tec-
nologica degli impianti la produzione energetica attraverso
le diverse fonti di energia rinnovabile;
· informando e sensibilizzando i cittadini sull’uso consape-
vole dell’acqua, del suolo, dell’aria.

15
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
diffidente, in vista di vantaggi collettivi in termini di visibi- 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
lità e di ritorni economici. Dobbiamo pensare ad un coor-
Lavoro e sviluppo economico
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
dinamento regionale che faccia da collegamento fra le 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901

iniziative già in essere e sappia incentivare proposte di
nuovi eventi, di nuovi progetti.
Per presentare al mondo esterno un volto della città ac-
cogliente e competitivo occorre:
· offrire un accesso organizzato a chi arriva in auto, in
treno, in pullman: dunque collegamenti continui e funzionali,
segnaletica efficiente, parcheggi di attestamento, uso del
minimetrò con tariffa agevolata e servizi navetta aggiun-
tivi durante le grandi manifestazioni;
· offrire l’immagine di una città pulita, ben tenuta, con i
servizi in efficienza, senza inutili rumori, popolata da citta-
dini e addetti ai pubblici servizi gentili e disponibili;
· calibrare il più possibile l’offerta di servizi pubblici (par-
cheggi, spazi museali, Chiese, monumenti, etc.) sugli orari
e sulle date di effettiva frequenza, per offrire la garanzia
che in qualunque momento il turista troverà “aperto”;
· riorganizzare l’offerta commerciale: indirizzandola alle
nuove funzioni della città e aumentando l’attenzione ver-
so categorie e prodotti originali, “esclusivi”, soprattutto
nel centro storico; 123456789012345678901234567890121234567890123456
123456789012345678901234567890121234567890123456
· individuare capitoli di spesa pubblica, in collaborazione 123456789012345678901234567890121234567890123456
Il progetto per il recupero e la riqualificazione
123456789012345678901234567890121234567890123456
123456789012345678901234567890121234567890123456
fra enti, dedicati al turismo, che inneschino investimenti di dell’area del Mercato Coperto, già iniziata
123456789012345678901234567890121234567890123456
natura privata; 123456789012345678901234567890121234567890123456
con i Giardini del Pincetto e Piazza della Rupe,
· valorizzare il life style studentesco, rendendolo un pro- rappresenta la più grande trasformazione
dotto di pregio “made in Perugia” per coniugare lo studio urbanistica di Perugia degli ultimi decenni
soprattutto universitario ad una offerta culturale e sporti-
va per il tempo libero.

Il progetto Antognolla, per esempio, consentirà di La nostra città ha formato la sua identità sull’etica e sul
proiettare meglio Perugia a livello internazionale rispetto del diritto al lavoro, fondamenti della nostra Carta
incentivando i flussi turistici; ne deriverà una positiva costituzionale. Per garantire la ridistribuzione delle oppor-
ricaduta su reddito e occupazione tunità e dei diritti, guidare e promuovere lo sviluppo econo-
mico Perugia ha bisogno di una alleanza capace di rappre-
sentare il lavoro in tutte le sue forme, quelle tradizionali e
quelle nuove, a partire dai “posti di lavoro verdi”.
La competizione globale e la difficile crisi economica che
stiamo affrontando, richiede una forte integrazione fra la
crescita industriale, il turismo, l’agricoltura, il terziario. Solo
in questo modo siamo in grado di produrre una proposta
coerente ed una risposta adeguata alle sfide del futuro,
affrontando il problema energetico e dei cambiamenti cli-
matici, puntando sul risparmio, sulle fonti rinnovabili, sui
piccoli impianti di produzione diffusi, soprattutto per le im-
prese industriali sia di piccola sia di media-grande dimen-
sione.
Il nuovo modello di sviluppo deve essere patrimonio
condiviso nella città, nell’amministrazione, tra le forze
politiche, tra gli operatori pubblici e privati, esaltandone le
collaborazioni.
Per questo proponiamo:
· una “piattaforma territoriale” in accordo con provincia e
regione che abbia le caratteristiche per poter competere a

16
e Regione, per agevolare l’accesso al credito ed ai
Parti del centro storico saranno riqualificati attraverso finanziamenti per i progetti altamente qualificati di
il Puc 2, consentendo una maggiore offerta di edilizia imprenditoria femminile e giovanile con elevato grado di
residenziale pubblica, la valorizzazione e lo sviluppo innovazione. Per premiare i meriti ed i talenti, valorizzare
di attività commerciali e culturali la creatività e chi investe nella propria città;
· una maggiore selettività dei progetti ammissibili ai
finanziamenti, riducendo i programmi di aiuti alle imprese
di tipo “diffuso” e concentrando le risorse su idee di ampio
respiro, che hanno una reale spendibilità sul mercato e una
forte spinta innovativa (in primis nei settori
del potenziamento dell’attrattività territoriale e
dell´innovazione tecnologica);
Via del Cortone
· una rivitalizzazione del centro storico favorendo attra-
verso gli strumenti messi a disposizione dal Puc II la
livello europeo. Perugia -capoluogo di regione- per consi- residenzialità, la permanenza e l’insediamento di funzioni
stenza demografica, estensione del territorio e presenza di economiche nel centro storico - con particolare attenzione
funzioni di terziario avanzato deve essere il promotore ed ad esercizi commerciali specializzati - valorizzando, in tal
il capofila di questa proposta, favorendo gli investimenti ed modo, il forte miglioramento di accessibilità determinato
un coerente uso delle risorse a disposizione. Per l’arric- dalla intervenuta operatività del Minimetrò.
chimento della città e di tutta la regione; 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
· un sostegno economico ed agevolazioni per le persone 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
che perdono il posto di lavoro, congiuntamente ad azioni di Democrazia e partecipazione
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
formazione, riqualificazione e reinserimento;
· il potenziamento, in coerenza con le proposte politiche di
Il Comune è - e deve tornare ad essere nella percezione di
indirizzo della Regione Umbria, di un fondo per la garanzia
tutti - l’ente più vicino ai cittadini come sancito nel princi-
del credito bancario e per le controgaranzie dei Confidi;
pio di sussidiarietà, nell’autonomia e nel federalismo intro-
· azioni, in collaborazione con gli istituti bancari, Provincia

Nel programma una maggiore selettività dei
progetti industriali ammissibili ai finanziamenti

Area industriale Ponte San Giovanni

17
Le ruspe hanno già cominciato a demolire i primi padiglioni
del vecchio policlinico di Monteluce, ormai
definitivamente svuotato di tutte le funzioni ospedaliere. E’
partita così l’operazione che cambierà il volto, e l’identità,
del quartiere, ma che più in generale interessa tutta la città

dotti nella riforma del Titolo V della Costituzione. associazioni, imprenditori, dipendenti e sindacati, organi
È questo il luogo, dove tutti i cittadini che animano la vita d’informazione, altri enti pubblici);
di un territorio, possono far valere le proprie aspirazioni e assolvano alla funzione di ascolto per una capillare rap-
le proprie esigenze. presentanza territoriale.
La partecipazione politica deve costruire cittadini infor- Dobbiamo tenere conto dell’articolazione locale degli inte-
mati, consapevoli, attivi e critici. ressi nella definizione degli assi strategici di sviluppo indi-
Alla politica e alle istituzioni spetta, infatti, non solo il com- viduati nel programma politico. Per una città ed un gover-
pito di garantire ai cittadini il loro libero diritto alla parteci- no che sia davvero di tutti.
pazione democratica ma ancor più di consentire, attra- Inoltre proponiamo:
verso gli strumenti organizzativi, la trasparenza dei pro- · strumenti di partecipazione d’iniziativa della Giunta a ca-
cessi decisionali e di programmazione della pubblica am- rattere tematico, sotto forma di forum e commissioni con
ministrazione. Per questo proponiamo la creazione di una funzioni di discussione, di studio, di monitoraggio e dipen-
delega alla partecipazione che favorisca il confronto de- denti dall’Assessorato alla partecipazione per aiutare sia
mocratico nel nostro comune. nella fase di formazione dell’indirizzo di Governo sia a quella
di attuazione della programmazione generale;
Com’è noto, quest’anno non voteremo per l’elezione dei · una maggiore attività di informazione e comunicazione
nostri rappresentanti nelle Circoscrizioni. Non condividia- per i cittadini soprattutto attraverso il web con una rete
mo il disegno di legge promosso dal Ministro per la Sem-
plificazione amministrativa, Roberto Calderoli, che profila
la soppressione anche per le circoscrizioni comunali, os-
sia gli organismi di governo dei quartieri. La nostra idea
di amministrazione aperta alla partecipazione attiva
dei cittadini avrà comunque corso, qualora il governo di
centro destra ci privi di questo strumento di rappresen-
tanza. Introdurremo autonomamente i “Consigli di quar-
tiere” che:
recuperino luoghi istituzionali per (ri)attivare processi di
partecipazione democratica;
incoraggino lo spirito d’iniziativa a tutti i livelli (cittadini,
Sarà messa in atto una maggiore attività di informazione
e comunicazione per i cittadini soprattutto attraverso il
18 web
Le frazioni sono luoghi dove si
vive bene, dove c’è un alto
livello di socialità, dove forti
sono le radici e l’attaccamento.
È per queste ragioni che, nel
PRG, punteremo a migliorarne
ancora di più la qualità della
vita. L’obiettivo è mantenere
nelle frazioni le funzioni e i
servizi che consentano ai
cittadini di viverci bene, ad
iniziare dalle scuole,
preservandole dai tagli imposti
dalla Riforma Gelmini

Scuola materna e primaria
Collestrada

civica di accesso da tutte le frazioni ed gli uffici pubblici: e per una molteplicità di attività ricreative, sportive, sociali,
biblioteche, uffici comunali, università etc; culturali per ogni fascia di età.
· la copertura gratuita con sistema Wii fi di tutti i punti in
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
prossimità degli uffici del comune. 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
Perugia città europea delle
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
università e della cultura
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
Quartieri, frazioni,
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
centri minori e periferie
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901 Via Appia, quartiere universitario
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901

La grande estensione del territorio,rappresenta una ric-
chezza che richiede uno sforzo elevato per garantire i ne-
cessari servizi diffusi intervenendo in tutti i 452 kmq del
Comune di Perugia.
I centri minori costituiscono uno dei diversi modi di vivere
la città di Perugia. Le frazioni sono luoghi molto importanti
per l’identità, l’economia, lo sviluppo del territorio. Molte
di esse sono Centri storici, borghi ricchi di fascino e storia
e inseriti in aree di pregio ambientale e naturalistico, altre
invece, si caratterizzano per la grande vocazione produtti-
va. Le frazioni sono luoghi dove si vive bene, dove c’è un
alto livello di socialità, dove forti sono le radici e l’attacca-
mento. È per queste ragioni che, nel PRG, punteremo oltre
alla riqualificazione del Centro storico su un modello che
preveda interventi per migliorarne ancora di più la qualità
della vita delle periferie e delle aree prossime alla città.
L’obiettivo di fondo è mantenere nelle frazioni le funzioni
e i servizi che consentano ai cittadini di viverci bene, ad
iniziare dalle scuole, preservandole dai tagli imposti dalla
Riforma Gelmini.
Una grande università rappresenta per la città una risorsa
Un aspetto su cui da sempre abbiamo investito politiche e
immensa, Per questo, occorre che Perugia migliori la
risorse sono i centri civici, che costituiscono una rete e sua organizzazione mettendo in primo piano la qualità
sono punti di riferimento fondamentali per l’aggregazione della vita degli studenti fuori sede

19
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
Nella storia e nella tradizione culturale, intellettuale ed 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
antropica si riconoscono le fondamenta del ruolo da pro- Servizi sociali
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
tagonista che la città di Perugia ha nella definizione di 123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901

studio, formazione, ricerca ed innovazione.
Vogliamo aumentare la capacità del Comune di Perugia di
Perugia vuole affrontare le nuove sfide affidate alle città
analizzare, pianificare e di valutare i servizi che offre alla
universitarie dell’Italia mediana nella dimensione comuni-
comunità per soddisfare i reali bisogni e ricostruire il
taria, preservando e favorendo la permanenza “delle menti
sistema dei servizi alla persona migliorando l’organiz-
e dei cervelli” che hanno garantito l’inestimabile patrimo-
zazione e le prassi gestionali. Per questo, intendiamo rea-
nio culturale ed economico della nostra città.
lizzare:
Parliamo degli studenti, professori, ricercatori, di tutto il
· il Piano Sociale di Comunità come strumento nella fase
personale tecnico che compongono l’inestimabile risorsa
di programmazione delle politiche e delle attività a livello
dell’Università degli Studi, l’Università per Stranieri, l’Ac-
locale;
cademia di Belle Arti, il Conservatorio, la Scuola di Lin-
· il Bilancio sociale nella fase di rendicontazione di quan-
gue Estere dell’Esercito, la Scuola di Giornalismo Radio
to realizzato, valutando la crescita, la rilevanza, la comple-
Televisivo.
tezza e la rispondenza del sistema;
Una grande università rappresenta per la città una risorsa
· una politica attiva per le famiglie con un coordinamento
immensa, agorà dove discutere e definire strategie politi-
fra gli assessorati competenti per i servizi alla persona che
che, economiche, ambientali e sociali, che richiamano stu-
preveda agevolazioni fiscali e tariffarie, che tenga conto
denti da tutta Italia, dal resto d’Europa e dal mondo.
delle azioni di sostegno alla maternità, del lavoro di cura e
Per questo, occorre che Perugia migliori la sua organiz-
di assistenza agli anziani;
zazione mettendo in primo piano la qualità della vita degli
· nuovi e più strutturati servizi per l’infanzia, anche in col-
studenti fuori sede che devono riconoscere in Perugia una
laborazione con il privato, potenziando l’inserimento nei
città moderna, capace di accogliere, che si occupi dei ser-
nidi dei bambini sotto i 3 anni, per garantire alle donne
vizi (mense e ristorazioni convenzionate/agevolate, tra-
maggiore libertà nel gestire i loro tempi di vita, a vantaggio
sporti), ma anche del tempo libero, della pratica sportiva e
della famiglia e senza incidere su lavoro e carriera;
dell’ottimizzazione degli impianti sportivi universitari, de-
· un piano casa di sostegno alle famiglie disagiate con un
gli spazi di aggregazione per l’organizzazione di incontri,
affitto a canone concordato, attraverso il riuso del patri-
dibattiti e momenti di confronto e dove far vivere le Asso-
monio edilizio esistente.
ciazioni universitarie.
Per questo motivo, proponiamo che il Comune di Perugia:
· istituisca un Tavolo Permanente tra il Comune, la Pro-
vincia, la Regione, le Università ed agenzie che si occu- Asilo nido Filastrocca
pano del diritto allo studio, per lavorare alla qualificazione
dell’offerta complessiva, affidando una delega specifica
ad un membro della giunta;
I fondi strutturali e, più in generale, i programmi europei
rappresentano un’opportunità sulla quale intendiamo pro-
seguire e accrescere il nostro impegno.
Il Comune di Perugia, in collaborazione tra Università,
industria, centri di ricerca ed autorità pubbliche promuo-
verà e parteciperà a bandi comunitari, perseguendo a par-
tire dal VII Programma Quadro, gli obiettivi di Lisbona in
materia di: innovazione ed imprenditorialità; riforma del
welfare ed inclusione sociale; capitale umano nel settore
della ricerca e della tecnologia per la qualificazione del
lavoro; uguali opportunità di occupazione fra uomo-don-
na; sviluppo sostenibile.

Sono previsti nuovi e più strutturati servizi per l’infanzia, anche in
collaborazione con il privato, potenziando l’inserimento nei nidi
dei bambini sotto i 3 anni, per garantire alle donne maggiore
libertà nel gestire i loro tempi di vita, a vantaggio della famiglia e
senza incidere su lavoro e carriera
Università italiana

20
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
Sport e salute
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901
123456789012345678901234567890121234567890123456789012345678901212345678901

La qualità della vita ed il benessere di un luogo si misurano
anche sullo stato di salute della comunità che lo vive. Per
questo non intendiamo dimenticare nel programma di go-
verno gli strumenti che possono incidere su uno stile di vita
positivo che elimini i rischi di malattie legati alla società del
consumo.
La pratica sportiva è un diritto di cittadinanza da realizzare
in grado di svolgere una funzione sociale ed educativa,
capace di coniugare gioco, competizione e relazioni, a mi-
sura delle esigenze di tutti. Lo sport è un obiettivo sociale
in grado di facilitare l’acquisizione di valori come il rispetto
degli altri, compagni di squadra ed avversari, il rispetto delle
norme, la solidarietà, il senso dello sforzo, della disciplina
collettiva e della vita di gruppo, anche con persone di cul-
ture diverse.
Per questo proponiamo:
· una azione di informazione e di sensibilizzazione che au-
menti la consapevolezza della pratica sportiva, soprattutto
dilettantistica, che coinvolga dai bambini alla terza età fa-
vorendo l’associazionismo sportivo;
· un investimento, di concerto con gli altri enti locali e at-
Palasport Evangelisti traverso il protagonismo dei privati, per la messa in sicu-
rezza e l’adeguamento di tutte le strutture e gli impianti
sportivi, soprattutto di quartiere;
· la valorizzazione dell’ambiente naturale, parchi e percor-
si naturalistici, come luoghi fruibili gratuitamente da tutti;
· la certificazione sportiva gratuita nelle scuole;azioni di
marketing territoriale congiunti con gli operatori del setto-
re, per completare l’offerta di servizi ed eventi legati al
turismo sportivo.

Sport e musica al Santa Giuliana. Il progetto, che
rientra nei Piani Urbani complessi di seconda
generazione, prevede la creazione di una struttura mobile
per concerti, utilizzando al massimo le attrezzature
esistenti, così da abbattere i costi per la logistica e
interferire il meno possibile con la pista di atletica e il
prato

21
Nomi e volti del Consiglio

Alessandro Mariucci Sauro Bargelli Tommaso Bori Simona Brugnoni Patrizia Cavalaglio
Presidente del Consiglio Nato a Montone nel 1951, è Classe 1986, nato e cresciuto a Nata nel 1977, è laureata in 33 anni. Laureata in Scien-
Nato nel 1951 a Subiano sposato e ha due figli. Tecni- Perugia. Frequenta il Corso di Scienze Politiche indirizzo am- ze Politiche. Erasmus in
(Ar), si laurea in Medicina e co della sicurezza sul lavoro. Laurea Specialistica in Medici- ministrativo. Vive e lavora a Spagna nel 2001. Dal 2005
Chirurgia all’Università di Dal 1980 al 2002 è stato diri- na e Chirurgia. Impegnato nel Perugia. E’ impegnata nella vita assistente al gruppo prima
Perugia con specializzazione gente sindacale a livello regio- progetto della Rete Studente- politica dal 1997, quando, a 19 Ds poi Pd in Consiglio re-
in Ostetricia e ginecologia. nale e nazionale dei settori sca–ARCI,ècoordinatoredella anni, è stata eletta segretaria del gionale. Dal 2004 consiglie-
Lavora nelle strutture Servizi pubblici ed Enti Lo- Sinistra Universitaria – UDU, Pds di Villa Pitignano. E’ stata re della VII Circoscrizione
consultoriali della Media cali della UIL. fa parte del Consiglio di Facol- dirigentepoliticonellasegreteria e segretario territoriale del
Valle del Tevere. E’ sposato Dal 2003 al 2008 è stato pre- tà di Medicina e Chirurgia e del comunale dei Ds di Perugia e circolo prima Ds poi Pd.
e ha due figlie. sidente dell’Azienda Farma- Consiglio diAmministrazione nella Federazione DS Perugia- Dal 2008 è responsabile
Già presidente della X Cir- cie del Comune di Perugia. dell’Università degli Studi. UmbriaCentrodal2001al2007. organizzazione del Pd di
coscrizione San Sisto, nella Da sette anni è presidente del- Con la nascita dei Giovani De- Eletta nell’assemblea costituen- Perugia.
legislatura 2004 - 2009 è l’associazione di volontariato mocratici aderisce al Pd, entra te regionale con le primarie del E’ alla sua prima esperien-
stato capogruppo in Consi- ADA Umbria, l’associazione nell’esecutivo regionale, viene 2007, dopo essere stata respon- za in Consiglio comunale.
glio comunale prima dei per i diritti degli anziani. E’ eletto in direzione nazionale. sabile dell’organizzazione, è di-
Democratici di sinistra e poi alla sua prima esperienza in E’ il più giovane consigliere co- venuta membro dell’esecutivo
del Partito democratico. Consiglio comunale. munale della legislatura. provinciale del Pd di Perugia.

Antonino Chifari Claudio Consalvi Federico Lupatelli Leonardo Miccioni Alvaro Mirabassi
Nato nel 1954, è sposato Nato nel 1940 a Perugia Nato a Perugia nel 1981, 27 anni, perugino, è laure- Nato e residente a Perugia,
e ha due figli. Diplomato dove vive e lavora portan- dal 2000 si occupa del- ato in Scienze Politiche. 43 anni, è sposato e padre
in Ragioneria, è un libero do avanti l’azienda di fa- l’azienda di famiglia. Dal 2004 al 2009 è stato di due figli. Diplomato, è
professionista. miglia, è sposato e padre E’ stato Consigliere della consigliere della XII Cir- dipendente dell’Azienda
Proviene dal mondo catto- di due figlie. XIII Circoscrizione nella coscrizione e presidente Usl n°2.
lico, dirigente politico del Impegnato da tempo legislatura 2004 – 2009. della Commissione Scuo- E’ stato dirigente politico
Partito Popolare, ha ade- nell’associazionismo loca- Dirigente del Partito de- la, cultura e sport. del Pds, dei Ds e attual-
rito alla Margherita e al le, è stato consigliere mocratico, è alla sua pri- Dal 2006 al 2008 è stato mente del Pd. Presidente
progetto politico del Par- dell’VIII Circoscrizione ma esperienza in Consiglio segretario della Sinistra della IX Circoscrizione
tito democratico, di cui è dal 1999 al 2009. comunale. Giovanile di Perugia e da San Martino in Colle dal
un grande sostenitore. E’ alla sua prima esperien- gennaio 2008 è segretario 2004 al 2009, nella prece-
E’ alla sua prima esperien- za in Consiglio comunale. del Circolo Pd “Territorio dente legislatura 1999 -
za in Consiglio comunale. D’Arna”. 2004 era stato
E’ alla sua prima esperien- vicepresidente della stes-
za in Consiglio comunale. sa Circoscrizione.
E’ alla sua prima esperien-
za in Consiglio comunale.

28
Cristiano Pucciarini Giuseppe Roma Tiziana Capaldini Francesco Mearini Erika Borghesi
36 anni, sposato, laureato Nato a Perugia nel 1947, Già assessore comunale alle E’ nato a Perugia nel 1962. Nata a Perugia nel 1967, è
in Economia e Commercio, Pino Roma è sposato e ha Politiche di coesione sociale Sposato con Barbara, ha sposata e ha un figlio.
lavora all’Azienda due figli. Per otto anni im- dal 2004 al 2009, è nata a due figli, Eleonora ed Enri- Diplomata in ragioneria, si
Ospedaliera di Perugia prenditore nel settore tes- Perugia nel 1957 ed è madre co Maria. occupa di amministrazio-
dove si occupa di Bilancio sile, attualmente è dipen- di tre figli. Dopo aver fre- Dipendente della Ge.Se.N.U. ne aziendale ed è respon-
presso la Direzione Perso- dente commerciale di una quentato il Liceo Classico Spa, si occupa della raccol- sabile tecnico per la gestio-
nale. Dal 1992 è impegna- concessionaria d’auto del “A. Mariotti” si è laureata ta differenziata dei rifiuti. ne dei rifiuti.
to in attività politica ed capoluogo umbro. Eletto in Scienze Politiche all’Uni- Dalla nascita del Pd è co- E’ stata consigliere nella V
associativa territoriale, dal nella passata legislatura versità degli Studi di Perugia. ordinatore del circolo di Circoscrizione dal 1999 al
1994 al 2009 è stato Con- come indipendente delle E’ dipendente del Ministe- Castel del Piano. E’ soste- 2009 – presidente della 1ª
sigliere della IX Circoscri- liste dei Democratici di Si- ro dell’Economia e delle Fi- nitore dell’Associazione commissione. E’ alla sua
zione, dove ha ricoperto gli nistra, è stato confermato nanze e lavora presso la Ra- umbra leucemie e linfomi prima esperienza in Con-
incarichi di presidente di in Consiglio comunale nel- gioneria Provinciale dello (Aull) e dal 2006 ricopre siglio comunale.
Commissione Cultura, la lista Pd. Stato di Perugia. l’incarico di vice delegato
Associazionismo e Servi- E’ stata eletta consigliere alla sicurezza presso lo sta-
zi Sociali dal 1999 al 2004, comunale la prima volta nella dio Renato Curi di Perugia.
e di capogruppo, prima Ds legislatura 1999 – 2004 ed E’ alla sua prima esperien-
e poi Pd, dal 2004 al 2009. ha ricoperto il ruolo di pre- za in Consiglio comunale.
sidente della commissione
Bilancio.

Nicola Mariuccini Valerio Branda Mario Catrana Silvano Segazzi Filippo Cardone
Classe 1966, è sposato e ha Vicepresidente del Consiglio Nato nel 1954, è infermie- Nato e cresciuto nelle cam- Nato a Massafra (Ta)
un figlio. Dopo la maturità Classe 1956, vive a Perugia re professionale presso pagne di Badiola, 49 anni nel 1960, vive a Perugia
scientifica ha studiato Scien- dove si diploma all’Istitu- l’Azienda Ospedaliera di fa, abita a Pila. Ragioniere, dal 1980. Coniugato e
ze politiche all’Università di to Superiore di Educazio- Perugia dove, tra l’altro, ha è dipendente di una impor- padre di tre figli, si è
Perugia. Si occupa di infor- ne Fisica. Successivamen- svolto funzioni di tutor per tante azienda di Perugia. laureato in Medicina e
matica e ha progettato di- te collabora con il Comita- il tirocinio di allievi infer- Ha dedicato gran parte del- chirurgia all’Università
verse soluzioni tecnologiche to Regionale Umbria della mieri. la vita all’associazionismo, di Perugia, dove si è in
per lo snellimento della bu- F.I.G.C. – L.N.D. e con il E’ alla sua prima esperien- allo sport e alla cultura. La seguito specializzato in
rocrazia degli enti locali. CONI provinciale di za in Consiglio comunale. sua passione per la politi- Endocrinologia.
Segretario dei Ds della Se- Perugia, in qualità di tecni- ca si è consolidata in due E’ medico di medicina
zione Colli del Tezio nel co dei Centri Olimpia e dei mandati, 1999 – 2004 e generale.
1999, è stato segretario co- Centri di Avviamento allo 2004 – 2009, come consi- E’ subentrato a Franco
munale dei DS di Perugia dal Sport. Dal 1989 al 1998 è gliere nella XI Circoscri- Granocchia, dimissionario
2001 al 2007. insegnante di Educazione zione Caina, Commissio- dalla carica avendo optato
E’ nella segreteria regionale Motoria presso il IX Cir- ne Urbanistica. per il Consiglio
del Pd; su incarico del- colo didattico. Dal 1998 è provinciale.
l’Unione comunale del Pd ha segretario del Comitato
coordinato le attività relati- Regionale Umbria della
ve al programma elettorale F.I.G.C. – L.N.D.
per Perugia.

29
Stelvio Zecca Emiliano Pampanelli Carlo Fabbri Pieruigi Neri Giuseppe Sbrenna
Classe 1953 all’anagrafe di Nato a Perugia nel 1976, è Nato a Perugia nel 1945, si Nato a Gubbio nel 1944, è lau- Candidato a sindaco per il
Orvieto, si trasferisce a operaio metalmeccanico. laurea in Medicina e chi- reato in Filosofia. Una lunga centrodestra, è nato a Viterbo
Perugia per frequentare la Diplomato con attestato rurgia all’Università di carriera politica lo vede giova- nel 1944. Si è laureato in Lettere
facoltà di Scienze Politiche. professionale CNOS FAP Perugia. Nel 1971 comin- nissimo sindaco di Gubbio, poi, aPerugia,dovevivedal1957.E’
Campione regionale di Judo alla Don Bosco, è impiega- cia a esercitare la profes- tra i numerosi incarichi, asses- coniugato e ha due figli.
a 16 anni, nel 1975 diviene to come termotecnico. sione di chirurgo universi- sore regionale e vicepresidente Dirigente del Comune di
imprenditore. Tra i Svolge attività politica nel tario nell’Azienda del Consiglio Regionale; presi- Perugia, è poi transitato al TAR
fondatori del partito Idv in Partito della Rifondazione ospedaliera di Perugia di dente della Comunità Monta- dell’Umbria, dove è segretario
Umbria, nel 2007 diviene Comunista come militante cui tuttora è dipendente naAltoChiascio;vicepresidente generale.Negliannihaammini-
presidente del Circolo di prima e con incarichi diret- come responsabile del Day e poi presidente della Comuni- strato, tra l’altro, l’Ospedale po-
Perugia e responsabile del tivi poi. Dal 2004 è segreta- surgery del dipartimento di tà Montana Usl; consigliere liclinicoUniversitariodellacittà,
tesseramento in Umbria. rio del circolo Prc Palmiro chirurgia. provinciale e consigliere regio- l’Università Italiana per Stranie-
Naturalista, cintura nera 2° Togliatti, nella X Circoscri- Militante del Pci dal 1967, nale e ancora assessore regio- ri, la Fondazione Cassa di Ri-
Dan, è presidente del club zione. negli anni Settanta aderisce nale. Dal 1999 al 2004 è asses- sparmiodiPerugia,l’IstitutoTec-
Cacciatori “Le Torri” di Impegnato nell’associazio- al movimento studentesco soreinProvinciaall’Ediliziasco- nico per Geometri. E’ stato se-
Perugia, del “Judolimpic” ne culturale La Luna e i Falò, ricoprendo anche ruoli di- lastica e patrimoniale, dal 2004 gretario provinciale della Dc ne-
di S. Sisto e vicepresidente è tra i fondatori della rete no rigenziali a livello locale. E’ al 2009, sempre alla Provincia gli anni ’70. Nel 1980 è entrato
FIJLKAM (Federazione profit ICS. E’ alla sua prima alla sua seconda esperien- di Perugia, è assessore alleAtti- inConsiglioregionale,guidando
Italiana Judo Lotta Karate esperienza in Consiglio co- za in Consiglio comunale. vità economiche, culturali, so- l’opposizione come presidente
e Arti Marziali). munale. ciali e promozione turistica. digruppoconsiliarefinoal2000.

Massimo Monni Andrea Romizi Emanuele Prisco Rocco Valentino Giorgio Corrado
Nato a Perugia nel 1959. Vicepresidente del Consiglio 31 anni, nato a Perugia, Nato in Calabria nel 1950, Per la terza volta eletto
Sposato, due figli. Diploma Già consigliere comunale nella dove si è laureato in Giuri- vive a Perugia da 40 anni. consigliere comunale, è
di odontotecnico. Titolare di passata legislatura, è nato ad sprudenza e ha conseguito Impiegato statale. Consi- nato a Chieti nel 1946. Lau-
uno studio odontoprotesico. Assisi nel 1979. il titolo di avvocato. E’ fun- gliere comunale a Girifalco rea in Scienze Agrarie
E’ stato coordinatore regio- Avvocato, è impegnato nelle zionario dei Vigili del Fuo- (Cz) dal 1973 al 1977. Ha Forestali, è dirigente del
nale del partito Socialista organizzazioni politiche fin co. E’ stato dirigente regio- fatto parte del comitato Corpo forestale dello Sta-
dell’Umbria dal 1996 al dagli anni in cui frequentava il nale di Azione Giovani. In centrale del Movimento to e collabora con la catte-
1999. Consigliere comunale liceo classico Mariotti. Dopo An è stato presidente del Sociale. A Perugia ha rico- dra di Economia e politica
dal 1999 al 2004 eletto come la maturità ha trascorso un Circolo Augusta Perusia, perto vari incarichi provin- agraria dell’Università di
indipendente nella lista di FI anno a Siena dove ha fondato membro del coordinamen- ciali all’interno del parti- Perugia. È commissario
e presidente della V commis- Forza Italia Giovani di cui è to comunale e dell’esecuti- to. Consigliere comunale straordinario dell’Istituto
sione consiliare Controllo e stato primo coordinatore vo provinciale fino al con- alla quarta legislatura. Dal sperimentale per la
garanzia. provinciale. E’attualmente gresso unificativo del Po- 1999 al 2004 è stato selvicoltura di Arezzo e
E’ stato capogruppo di FI membro del direttivo umbro polo della Libertà. Dal 1999 capogruppo di An in con- presidente del Collegio dei
nel precedente Consiglio co- dei giovani del PDL. É stato al 2004 è stato consigliere siglio comunale. revisori dei conti del Con-
munale. il più giovane degli eletti al della I Circoscrizione. sorzio per la difesa della
Consiglio comunale di Perugia Attivo nel volontariato, è coltura agricola della Pro-
nel 2004. fondatore di associazioni vincia di Perugia.
culturali e ricreative.

30
Giuseppe Cenci Renzo Baldoni Armando Fronduti Massimo Perari Carlo Castori
Nato a Perugia nel 1971, Per terza volta nei banchi Già consigliere comunale Consigliere comunale per la Nato a Perugia nel 1953, è
risiede a Ponte Felcino. del Consiglio comunale, è nella passata legislatura, è terza volta, nella legislatura imprenditore nel settore
Laureato in Farmacia, ha nato nel 1947 a Cerreto nato nel 1947 a Perugia 1999 – 2004 ha presieduto la commercio e servizi. fin
rilevato la farmacia di fa- d’Esi (An), è sposato e ha dove risiede. Sposato, una Commissione Affari Istitu- dagli anni ’60 ha frequen-
miglia divenendone titola- quattro figli. Laurea in figlia. Laurea in Ingegneria zionali. E’nato a Todi nel tato organizzazioni catto-
re. Sposato, è padre di tre Scienze Agrarie, iscritto civile all’università di 1966; vive e lavora a Perugia liche, aderendo in seguito
bambini. all’albo dei dottori Roma. Libero professioni- dove esercita la professione alle organizzazioni giova-
Dal 2002 al 2005 è stato Agronomi, ha lavorato al sta. Presidente della di avvocato. Tra i numerosi nili di Destra. E’ stato con-
revisore dei conti supplen- Cnr, all’Eni, e presso la fa- Confedilizia umbra dal incarichi ricoperti: consigliere sigliere e capogruppo di An
te all’interno del sindacato coltà di Economia e politi- 1979. Dal 1989 al 1992 è di amministrazione di parte nella III Circoscrizione
titolari di farmacia; dal ca agraria dell’Università di stato amministratore pubblica della Gesenu SpA; Genna del Comune di
2004 è consigliere della Perugia. dell’Agip gas. Dal 2002 è presidente Ecocave Srl. Dal Perugia.
Farmafin Centro Italia, so- Operatore Agrituristico. presidente dell’Unione na- 2005 al 2009 è stato presi- Ha ricoperto vari incarichi,
cietà finanziaria dei farma- E’ funzionario dell’ufficio zionale delle cooperative dente dell’Autorità di Ambi- tra cui quello di coordina-
cisti. sviluppo e finanza italiane. to Territoriale Ottimale tore comunale di An.
E’ alla sua prima esperien- innovativa della Cassa di Umbria 1, massimo organo di Da oltre 25 anni, è dirigen-
za in Consiglio comunale. Risparmio di Città di Ca- governo del servizio idrico in- te organizzativo regionale
stello. tegrato. E’ coordinatore regio- di una società calcistica di
nale dell’AssociazioneAmici serie A.
della Fondazione Craxi.

Michelangelo Felicioni Leonardo Varasano Mauro Cozzari Alessandro Lucidi Teresa Bellezza
Nato a Perugia nel 1976, è Laureato in Scienze Politi- Nato a Perugia nel 1971, è Nato a Locorotondo (BA) Nata a Roma il 9 Giugno
geometra. Dal 2004 al che presso l’Università di sposato e padre di due bam- nel 1978, è sposato con 1952 e residente a Perugia.
2009 è stato capogruppo Perugia, è dottore di ricer- bini. Laureato in Giurispru- Sara e padre di Giovanni e Laureata in Scienze Biolo-
di Forza Italia nella III Cir- ca in storia politica con- denza, è abilitato all’esercizio di Agnese. Esercita la pro- giche presso l’Università
coscrizione “Genna”. temporanea. Cultore di della professione forense. Vive fessione di avvocato nel foro degli Studi di Perugia.
E’ alla sua prima esperien- storia delle dottrine politi- l’esperienza ecclesiale del di Perugia. Assistente alla Lavora presso il Laborato-
za in Consiglio comunale. che, con corso di laurea in Cammino Neocatecumenale. didattica e tutor presso le rio di analisi della Soprin-
Scienze per l’investigazio- E’ impiegato amministrativo cattedre romanistiche del- tendenza per Beni Storici,
ne e la sicurezza, è giorna- alla Fondazione per l’Istru- l’Università degli Studi di Artistici, Etnoantropologici
lista pubblicista. E’ colla- zione Agraria in Perugia, co- Perugia, è collaboratore del- dell’Umbria.
boratore de Il Giornale ordinatore regionale dei Cir- l’Accademia Romanistica E’ sposata, ha due figlie.
dell’Umbria, il Secolo coli Liberal dell’Umbria e Costantiniana, e membro
d’Italia, ffwebmagazine.it, membro del comitato costi- del Centro Studi di Infor-
Ricerche di Storia Politica, tuente regionale dell’Udc. matica Giuridica di Perugia.
L’Università. E’ stato con- Già segretario del Forum del- E’ componente della com-
sigliere della IV Circoscri- le Associazioni Familiari missione giuridica del
zione Colle del Tezio per dell’Umbria, è attualmente Forum delle associazione
due legislature 1999-2004 componente della commis- familiari dell’Umbria che ha
e 2004 – 2009. sione giuridica del Forum stilato la proposta di legge
medesimo. regionale sulla famiglia.

31
Il voto di lista
Voti e preferenze di ogni partito

LIBERIAMO PERUGIA voti 489 SOCIALISTI LIBERALI voti 1451 RIFONDAZIONE COMUN. voti 4260
0,53% 1,56% 4,59%

01 - CIACCA TOMMASO 66 01 - CURINI MASSIMO 87 01 - SALAMONE MONIA 22
02 - ALUPOAEI GEORGETA 0 02 - RANIERI RUGGERO 32 02 - ABBATE ANTONIO 67
03 - BOCCOLACCI SILVIA 10 03 - BACOCCOLA ROBERTO 9 03 - ANASTASIO GIORGIA 8
04 - BORDONI MONICA 0 04 - BALDONI LUCIA in MASSUOLI 8 04 - ANGELELLA CLAUDIO 15
05 - CATANZARO PAOLO 8 05 - BARDANI FEDERICA 36 05 - BAIOCCO JURI 8
06 - CONSOLI LICIA GABRIELLA CLAUDIA 06 - BARTOLUCCI MASSIMO 3 06 - BAZZARRI CLAUDIO 180
detta LICIA 0 07 - BINAGLIA VALENTINA 12 07 - BOCCARDINI SIMONE detto “BOGO” 8
07 - DAMIOLI MASSIMO PIETRO 08 - BOGNA CESARE 26 08 - BOGINI GIORGIO 48
detto MAX 2 09 - BOZZI VANIA in PEZZUTO 9 09 - CALISTRI FRANCO 40
08 - DEI FILIPPO 1 10 - CALIGIANA ENRICO 60 10 - CARDINALI PAOLETTA 12
09 - DI BARTOLOMEO ANTONIO 3 11 - CANTI KATIA in SPADOLINI 10 11 - CICCONE ROBERTO E 357
10 - FERRIGNO CARMELA detta LINDA 0 12 - CRUCIANI ALESSIO 22 12 - CIOFI BAFFONI GIANNI 14
11 - FONZO MAURO 0 13 - DANIELE CLAUDIA 5 13 - CORELLI VALTER 17
12 - GAGGIOTTI MARCELLO 13 14 - DE ANGELIS MARIA CRISTINA 15 14 - CREMONTE WALTER LUIGI DOMENICO 36
13 - GRAVINA ENZO 0 15 - FIORUCCI LUCIANO 5 15 - CURTI STEFANIA 30
14 - GUAITINI MICHELE 36 16 - GERARDI GASPARE ANDREA 11 16 - DONATI ROBERTO 44
15 - GUAITINI NICOLA 9 17 - GIOVAGNOLI PAOLA in CARDAIOLI 8 17 - FABBRI CARLO 307
16 - LATTERINI MARCELLO 32 18 - GIOVANNONI ANTONIO 5 18 - FIORUCCI MIRCO 9
17 - LOMBRONI MAURIZIO 0 19 - KARAMI DRISS 1 19 - FUMO GESUALDO 11
18 - NANINO FAUSTO 5 20 - LA ROVERE GABRIELLA 0 20 - GATTUCCI ROSSANO 81
19 - OROLOGIO GIACOMO 1 21 - LO PRETE ADDOLORATA LUIGIA 12 21 - HELO RAKAN 8
20 - OROLOGIO VALENTINA 3 22 - MAITINI MARIA RITA in BARDANI 15 22 - LUCIANI CLAUDIO detto “GRUGHER” 9
21 - PELLEGRINO LETIZIA 3 23 - MBAYA SERGIO 90 23 - MAIARELLI GIUSEPPINA 17
22 - PELLEGRINO MARTA 3 24 - MIRZAEE KOUROSH 6 24 - MANCINELLI VLADIMIRO 38
23 - PILERI RAFFAELLA MARIA 1 25 - OTTAVI MASSIMO 8 25 - PAMPANELLI EMILIANO E 371
24 - PISAPIA PIERLUCA 8 26 - PAMPAGLINI ELEONORA 25 26 - PAOLONI FABIOLA 78
25 - PULLIA FRANCESCO MARIA 5 27 - PARRINI LORENZO 6 27 - PAOLUCCI DANIELE 19
26 - RIGHI MASSIMO 5 28 - PIERINI MICHELE 2 28 - PAPA MARIO 12
27 - RUSSO ANTONIO 0 29 - PIGNANI GIANCARLO 25 29 - PELLEGRINI DONATELLO 115
28 - SANCHIRICO GUSTAVO 0 30 - POLI MARTA 17 30 - PIERUCCI EUGENIO 4
29 - SANCHIRICO PIETRO 0 31 - RICCI PRASSEDE in CECCHINI 8 31 - POLENZANI GIULIANO 29
30 - SINIBALDI BRUNO 0 32 - ROTINI CESARE 46 32 - POLITI PASQUALINA ANNA
31 - SONCINI ANDREA 0 33 - RUSTICI GIUSEPPE 1 detta “LINA” 48
34 - SCARLATO FABIO 4 33 - RICCI MARCELLO 4
35 - SPAZZONI EMILIANO 26 34 - ROSSI GIUSEPPE 189
36 - TASSINO ROBERTO 2 35 - RUBICONDI ROSSANO 63
37 - TODINI ROSELLA in ERCOLANONI 6 36 - SCATTINI GALENO 20
38 - VASTA ROSSELLA 7 37 - SCOTA GIORGIO 11
39 - VENTURA FLORIANO 136 38 - SPERANDIO GIULIANO 14
40 - VINTI ALESSANDRA in SABATINI 9 39 - TORCOLO CLAUDIO 148
40 - ZUCCHERINI STEFANO 137

in rosso i consiglieri eletti

37
Il voto di lista
Voti e preferenze di ogni partito

COMUNISTI ITALIANI voti 1945 SINISTRA E SOCIALISTI voti 6366 PARTITO DEMOCRATICO voti 31750
2,10% 6,86% 34,22%

01 - FERRANTI MONIA E 408 01 - ARCUDI NILO E 1710 01 - MARIUCCI ALESSANDRO
02 - NERI PIER LUIGI 50 02 - BORI LUIGI 305 detto SANDRO E 461
03 - MARTINI ARMANDO 31 03 - ABDEL QADER MAYMOUNA 22 02 - CASAIOLI CRISTIANA 124
04 - ANTOLINI STEFANIA 13 04 - AMANTINI ANDREA 25 03 - ARISTEI CYNTHIA 125
05 - ARGILIA MARIA RITA 3 05 - ANTONELLI LUCA 279 04 - BARGELLI SAURO E 464
06 - CATALANOTTO CLAUDIO 22 06 - ANTONELLI ROBERTA ved. SELLI 23 05 - BELLONI LEONARDO 401
07 - CRISTALDINI PAOLO 2 07 - BALLERANI MARCO 43 06 - BORGHESI ERIKA in BISCARINI 439
08 - DE MATTEIS MARCELLO 9 08 - BELLONI GUIDO 29 07 - BORI TOMMASO E 544
09 - DONATI GIANFRANCO 1 09 - BOCCIOLI STEFANO 225 08 - BRACCO GEMMA PAOLA 322
10 - FARAGLIA EMANUELA 14 10 - BONOMI NANDO 165 09 - BRUGNONI SIMONA E 662
11 - FOSSATI ALESSANDRA 5 11 - BOCHICCHIO VINCENZO 37 10 - CAPALDINI TIZIANA 461
12 - FRANCESCAGLIA CLAUDIO 19 12 - BRANDA VALERIO E 401 11 - CARDINALI VALERIA E 595
13 - FRATINI ELISA 1 13 - CATRANA MARIO E 317 12 - CASAGRANDE GIOVANNA 167
14 - GIOMBETTI EMILIO 14 14 - CHIOCCHINI ROLANDO 18 13 - CAVALAGLIO PATRIZIA
15 - INSOLERA FRANCESCO 5 15 - COSTARELLI MARIO ALBERTO 34 detta CAVALAIO E 540
16 - KHANTIGUL PAILIN 0 16 - COTANI STEFANO 117 14 - CAVALIERI GIULIANO 376
17 - LILLOCCI MARIO 0 17 - DI MASSA STEFANO 74 15 - CERNICCHI ANDREA E 1449
18 - LUIGETTI PIERO 11 18 - FAINA FABIO 122 16 - CHIFARI ANTONINO E 595
19 - MAGHINI DANIELE 0 19 - FULCI GIOVANNI 119 17 - CONSALVI CLAUDIO E 464
20 - MANCINELLI ALESSANDRO 33 20 - GIOVAGNONI LETIZIA 16 18 - FIORITI CESARE 400
21 - MATTIOLI RAMIRO 6 21 - GIULIETTI NICOLETTA 8 19 - GATTI LUCA 230
22 - MORETTI ALDO 7 22 - LUCARELLI ALFIO 3 20 - GIANNONI MARGHERITA 272
23 - MORETTI GIORGIO 19 23 - LUPATTELLI LEONARDO 8 21 - GROSSI LUCA 173
24 - PARRETTA MICHELA 2 24 - MALFAGIA DUILIO 14 22 - HAZNEDARI PETRIT detto PETRIT 251
25 - PATACCA VANIA 30 25 - MARZOLANI STEFANO 20 23 - LIBERATI ILIO E 555
26 - PELLICCIA PAOLO 9 26 - MIGLIETTI ALESSANDRO IPPOLITO 158 24 - LUCHETTI GIAMPIERO
27 - PROCACCI SALVATORE 13 27 - MONACO ALESSANDRO 274 detto ENRICO 259
28 - RADICCHIA MICHELE 14 28 - PASQUINO MARIO 150 25 - LUPATELLI FEDERICO E 677
29 - ROMOLI STEFANIA 14 29 - PECCETTI MARIO detto PECETTI 111 26 - MARIUCCINI NICOLA 432
30 - ROSSI CLAUDIO 16 30 - PORCIELLO FRANCESCO 37 27 - MEARINI FRANCESCO 424
31 - SALARI MATTEO 5 31 - RONDINI SONIA 11 28 - MICCIONI LEONARDO E 829
32 - SINISCALCO LUIGI 0 32 - ROSI GIANFRANCO 31 29 - MINCIGRUCCI GIANFRANCO 280
33 - SOTGIU GIOVANNA 2 33 - RUOCCO RAFFAELE 27 30 - MINESTRINI SIMONE 374
34 - SPATERNA CLAUDIA 3 34 - SANTOVECCHIO LINO 43 31 - MIRABASSI ALVARO E 734
35 - STIVALA FABIO 6 35 - SEGAZZI SILVANO 315 32 - PANZOLINI SIMONA detta PANSOLINI 415
36 - TORZUOLI STEFANO 0 36 - SCARAMAZZA PAOLA 9 33 - PESARESI LORENA E 560
37 - TERZAROLI PAOLO 3 37 - SCARPANTI CLAUDIO 107 34 - PUCCIARINI CRISTIANO E 535
38 - LEPRI GIANCARLO 1 38 - ZANONI MONICA 3 35 - ROMA GIUSEPPE
39 - SORCI VALERIA 0 39 - ZOMORODI ELAHE 15 detto PINO E 475
40 - PEVERINI ALESSANDRO 1 40 - ORTIZ WILSON ANIBAL 34 36 - ROSSI FRANCESCO 292
37 - TOSTI MARCO 381
38 - TRIPPOLINI MARCO 336
in rosso i consiglieri eletti in rosso i consiglieri eletti 39 - URZI PAOLO 146
40 - VECCHIOCATTIVI MARCO 337

in rosso i consiglieri eletti

39
PERUGIA CIVICA voti 1476 DI PIETRO ITALIA DEI VALORI LISTA CIVICA BEPPE GRILLO
1,59% voti 4406 4,75% voti 1642 1,77%

01 - SARTORE MARIANO 88 01 - LOMURNO GIUSEPPE 01 - AIELLO LUCA 19
02 - ZUCCHERINI RENZO 167 detto Peppino E 519 02 - AIELLO MASSIMO 17
03 - CATALIOTTI ANGELA 14 02 - GRANOCCHIA FRANCO E 322 03 - ALFANO GABRIELE 11
04 - ANGELLOTTI MARIA PIA 46 03 - ZECCA STELVIO 173 04 - BALUCCA CANDIDO 7
05 - BECCHETTI MARIA RITA 5 04 - ALBANESI SONIA 17 05 - BERNARDINI JACOPO 8
06 - BETTONI MARTA 11 05 - ALLEGRUCCI ANNA MARIA 19 06 - BORGHESI MATTEO 7
07 - CARDELLINI LORENZO 7
07 - CACERES MARIA EUGENIA 2 06 - BIANCHI ANTERO 77
08 - CASCIARRI SILVIA 11
08 - COLLA GUIDO 19 07 - BOVARI NICOLA 81
09 - CASTELLANI DANIELE 4
09 - DAMIANI FRANCESCO 44 08 - CAPORALINI ROBERTA 31 10 - CASTELLANI LUCA 3
10 - DE VERGORI ELISABETTA 10 09 - CARDINALI EMANUELE 13 11 - CECCHINI MARTORELLI GIOVANNI 1
11 - DI BELLO DARIO MARIA detto DARIO 96 10 - CARDONE FILIPPO 106 12 - CESARINI CARLO 22
12 - FALCIONI FABIO 25 11 - CASTELLO FRANCESCO 6 13 - CIPRINI TIZIANA 14
13 - FESTI PAOLO 10 12 - CAVALLETTI ALESSANDRO 14 - CROCIONI LAURA 11
14 - FLORIS PIETRO 10 detto SANDRO 89 15 - D’AMONE DANIELA 1
15 - GATTICCHI EMANUELE 1 13 - CERICOLA RAFFAELE 7 16 - D’AMONE MARIA LUIGIA 8
16 - HELISTE ANNE MARJATTA 4 14 - CESARONI DEBORAH 19 17 - DESSI’ FABIOLA 8
17 - MALINCONICI MARIA TERESA 3 15 - CHECCAGLINI LUCA 20 18 - DIONISI LUCA 15
18 - MONDANELLI GIOVANNA 19 16 - DE MARCO MASSIMO FERNANDO 6 19 - EROZZARDI MARCO 8
19 - MORPURGO DANIELA 13 17 - DE MASI MARIA TERESA 1 20 - FORCONI RAFFAELA 31
20 - PANARA FRANCESCO 9 18 - DOMENICHETTI MARIA PAOLA 49 21 - MACELLARI IVANA 3
22 - MANCINELLI LUCA 10
21 - PAOLOTTI PAOLA 10 19 - FUSARO GIORGIO 61
23 - MARIANI FRANCESCO 11
22 - PELLEGRINO ROBERTO MARIA detto PELLE 12 20 - GIOIA FRANCESCO 52
24 - MARIANI GIOVANNI 2
23 - PERRINO ANTONIO 2 21 - GUARDUCCI ANNA RITA 45 25 - MARINI PATRIZIA 4
24 - PIAZZA PAOLO 19 22 - LANARI LEONARDO 17 26 - PAGANINI FABIO 25
25 - ROCCO PAOLO 2 23 - LIBERATOSCIOLI SABRINA 27 - PELLICCIA MARGHERITA 15
26 - RUFINI DANIELA 9 detta LIBERA 27 28 - PONTONI ROSSANA 2
27 - SANTI CLAUDIO 101 24 - LIOTTA LUCIANO 12 29 - RUFINELLI MARCO 4
28 - SCARSCELLI NICOLA 0 25 - MANFREDELLI MARIA ROSARIA 12 30 - SCURA PAOLO 1
29 - SEPICACCHI SARA 25 26 - MANNO FRANCESCO MASSIMO 11 31 - SOCCOLINI VALERIA 2
30 - TULLIO FRANCESCO 16 27 - MATTIOLI MAURIZIO 97 32 - TONDI MONIA 3
31 - VERGONI MARCO 7 28 - MONTARANI LUCA 30 33 - ZINGARINI FILIPPO 4
32 - CELLINI MATTEO 3 29 - NUC CRISTIAN ROBERT 72
33 - IZZO VINCENZO 0 30 - ORLACCHIO GIORGIO 35 PERUGIA TRICOLORE voti 604
34 - PIETRELLI STEFANO 5 31 - PALMA LUIGI 4 0,65%
35 - TARTAGLIA PAOLA 0 32 - PERUCCACCI ELEONORA 14
36 - MENCARONI DIEGO 342 33 - PELLEGRINI ELIO NICOLA ANDREA 16
37 - PARZIALE VIVIANA 2 34 - RACANO GAETANO 10
35 - RAGGETTI SONIA 8
36 - RAMPINI FRANCESCO 9
37 - ROMAGNOLI ANDREA 19
38 - ROMIZI PAOLO 54
39 - SCALEGGI CARLO 8
40 - SCAVO EMMA 23

in rosso i consiglieri eletti
01 - MAIORCA FULVIO CARLO 36
02 - ANGELUCCI MARCO 1
03 - BALDONI FRANCO 17

Il voto di lista
04 - BOCCIOLI SIMONE 3
05 - BONFIGLI CENTAMORI ANDREA 2
06 - BOTTEGA SAMUELE 14
07 - BRUNO GIUSEPPE 13
08 - CATALUCCI DAVID 8
Voti e preferenze di ogni partito 09 - COVARELLI LAURO 12
10 - CAVALAGLIO SOFIA 9
11 - CIAPPELLONI DANIELE 5
12 - CIARAPICA GIULIANO 0
13 - DAZZINI MAURIZIO 3
14 - FAIS ANDREA 10
15 - FANINI FEDERICO 21
16 - DOMINICI FRANCESCO 7
17 - DONTI SILVIA 17
18 - EGIZZO PAOLO 3
19 - GABRIELLI GIORGIO 1
20 - GIOMMETTI ANNIBALE 3
21 - LANARI EMANUELE 1
22 - MEZZANO ALESSANDRO 0
23 - MORETTI MARCO 1
24 - OREFICE ALESSIA 4
25 - PITTI CLAUDIO 7
26 - SAMPAOLO DINO 9
27 - TOMMASI FRANCESCO 3
28 - VESCHINI ANTONIO 41
4
Il voto di lista
Voti e preferenze di ogni partito

LA DESTRA voti 1056 LEGA NORD UMBRIA voti 1425 MOVIMENTO PER PERUGIA SPAGNOLI
1,14% 1,54% voti 2754 2,97%

01 - VERRUSO STEFANIA 64 01 - ZIARELLI MASSIMO 55 01 - BABUCCI STEFANO 104
02 - FAGIOLARI IVO 15 02 - MARCHEI MAURIZIO 12 02 - BARTOLI CIANCALEONI
03 - BALDARELLI MASSIMO 1 03 - COSMI GIANCARLO 7 ALESSANDRO 2
04 - BILLERA ROMANO 2 04 - CHIAPPINI VALTER 14 03 - BATTISTI VALERIA 9
05 - BROCCOLETTI MAURIZIO 2 05 - RAVANO MICHELE 11 04 - BECCATINI MANUELA 49
06 - BUCCIERO NELLA 0 06 - PALTRACCA FRANCESCA 2 05 - BISCOTTI VALTER 88
07 - BUSCHI LORENZO 0 07 - BIUNDO SALVATORE 06 - BRUGHINI GIUSEPPA 15
08 - CAPOCCIA LUCIANO 2 detto MARCANTONIO 2 07 - BRUNETTI LORENZO 12
09 - CHACON TRASTULLI HECTOR 08 - TOMASSINI CHIARA 8 08 - CAPPONI ROSSANA 6
OSWALDO 4 09 - GRAZIANI ANNA MARIA 9 09 - CARLONI PAOLO 26
10 - CICILIONI GIUSEPPE 17 10 - TRUBBIANELLI ALGERI 0 10 - CENNI FRANCESCO 26
11 - COLETTA GIUSEPPE 4 11 - BINOTTI VALTER 1 11 - CERQUIGLINI LORIS 15
12 - DE LELLIS CAMILLO 0 12 - SACCHEO GIANCARLO 3 12 - CLEVA ALESSANDRO 8
13 - FARNELLI MARCO 16 13 - CAVALAGLIO CHRISTIAN 4 13 - CONCIA MAURIZIO 38
14 - FERRETTI FABIO 2 14 - BOCCALI ANNA MARIA 3 14 - CORRADINI MATTEO 18
15 - FILANDRI GIULIANA 0 15 - POMPILI GIANCARLO 5 15 - CRESCIMBENI MASSIMILIANO 8
16 - GAGLIANO MASSIMO 1 16 - BOTTAUSCI CRISTIAN 29 16 - CRISI FRANCESCO 102
17 - GAUDIN ANNIE 3 17 - CAPPELLETTI RENZO 0 17 - DONGMEZA PAUL 50
18 - GENNA ANGELA 3 18 - LUCIANI LUCIANO 1 18 - ERAZZI ANDREA 16
19 - GIOMBINI LINDA 0 19 - BONI FABIO 0 19 - FELIZIANI AMERIGO 11
20 - GRAZIANI FABIO 0 20 - CASCIARRI RENZO 0 20 - FERRANTI ANACLETO 15
21 - INSOLERA KATIUSCIA 5 21 - RAVONI PAOLO 3 21 - FRACASSINI LUCA 17
22 - MAIETTINI RITA 0 22 - MARTINELLI STEFANO 2 22 - FRATINI ROBERTA 11
23 - MANINI ANDREA 1 23 - LAGHEZZA FRANCESCO 0 23 - GIANNONI PRIMO 8
24 - MONACELLI FABRIZIO 2 24 - SANTUARI ENZO 0 24 - GUBBIOTTI STEFANO 81
25 - MOTTOLA IMBEMBA CARMELA 0 25 - BUFALINI STEFANO 5 25 - MAESTRINI VALENTINO 60
26 - OBLIGATO GIOVANNI 6 26 - NANNI MAURO 0 26 - MALINCARNE LUCA 55
27 - PAPARELLI FRANCESCA 0 27 - FANFANO RAFFAELE 2 27 - MATTIONI LORENZO 166
28 - PINARDI MARIA AZZURRA 0 28 - VINCENTI GIULIO 0 28 - MUNZI NICOLA 60
29 - RAMACCI PAOLA 9 29 - ROSSI TINA 3 29 - NAPOLI LUCIO 5
30 - RINALDUCCI ALFEO 14 30 - BONICHI ALBA 4 30 - PASSARIELLO VINCENZO 10
31 - ROSSI CRISTINA 16 31 - BALDASSARRI DANIELA 2 31 - PEDUCCI FILIPPO 11
32 - ROSSI GIAN LUCA 0 32 - SCATTONI GIAMPIERO 2 32 - PORTALEONE DANIELE 14
33 - SANTI MARIO 0 33 - RUIU GIUSEPPE 24
34 - SILVANI MASSIMO 0 34 - SANTUCCI MARIA STELLA 10
35 - TASSI MAURIZIO 12 35 - SECCARELLI VANIA 5
36 - TEMPESTA FRANCESCA 1 36 - TONNICCHI ROBERTO 8
37 - TORTOIOLI ALESSANDRA 12 37 - TROMBY ROBERTO 24
38 - TRACCHEGIANI TOMMASO 5 38 - TUZI ANTONIO 2
39 - VOLPI MARCO 0 39 - VALENTINI LUCA 37
40 - ZAFRANI ANDREA 0 40 - VALIGI ANDREA 23

43
Il voto di lista
Voti e preferenze di ogni partito

PERUGIA DI TUTTI voti 3106 UNIONE DI CENTRO PER SBRENNA IL POPOLO DELLA LIBERTÀ PER SBRENNA
3,35% voti 4367 4,71% voti 25685 27,68%

01 - STACCIOLI AUGUSTO 124 01 - ALUNNI BRECCOLENTI ROSALBA 9 01 - MONNI MASSIMO E 1512
02 - ANGELETTI MAURO 8 02 - ANDIDERO DEMETRIO 31 02 - CORRADO GIORGIO E 598
03 - ARCANGELI LUIGI 130 03 - BELLUCCI BARBARA 30 03 - BALDASSARRI GIOVANNA 38
04 - BALDUCCI MARIA STELLA 21 04 - BIAGINI ALESSANDRO 50 04 - BALDONI RENZO E 560
05 - BELIA GIAMPRIMO 36 05 - BOCCI FABIO 34 05 - BECCHETTI ELIO 132
06 - BELLEZZA TERESA E 264 06 - BRUNETTI MIRELLA 0 06 - BONIFAZI DAVID 193
07 - BERTUCCIOLI MASSIMO 13 07 - CARLANI LAURETTA 8 07 - CAMICIA CARMINE 395
08 - BUSINELLI ELENA 9 08 - CHERUBINI ROBERTO 2 08 - CARDINALI VINICIO 110
09 - CARROZZO MAXIMILIANO DETTO MAX 23 09 - CIACCA DOMENICO 45 09 - CASTORI CARLO E 446
10 - CASTELLINI GIORGIO 18 10 - CIMIERI ARTURO 86 10 - CENCI GIUSEPPE
11 - CHIARALUCE ILVANO 22 11 - COZZARI MAURO E 441 DETTO “BOLLI” E 596
12 - CIACCI FRANCO 7 12 - DEANGELIS MARINA 1 11 - CENCI LEONARDO 186
13 - CICORIA MONICA 38 13 - DI GIORGIO CLAUDIA 14 12 - CEPPI MIRCO 33
14 - CORGNA FABRIZIO 0 14 - FOFI ERMINIO 1 13 - CIURNELLI GIANLUCA 311
15 - CROCIONI MARCO 27 15 - GARDI ENZO 181 14 - COCIANI NINO 37
16 - CUCCIOLOTTI MASSIMO 18 16 - GATTI MARGHERITA 58 15 - COVARELLI MAURO 248
17 - DI FABIO PAOLA 57 17 - GONNELLINI GIOVANNI 4 16 - D’ACUNTO ANTONIO DETTO “DACUNTO” 280
18 - FRESSOIA LUIGI 158 18 - GRAMACCIA MARIA PAOLA 0 17 - FELICIONI MICHELANGELO E 429
19 - GALLINA PIETRO 25 19 - GUBBIOTTI EDOARDO 18 18 - FLORIDI RITA 60
20 - GIORGETTI GIORGIO 18 20 - LOTFOLLAHI GHARH SHIRAN 19 - FRONDUTI ARMANDO E 530
21 - GRADASSI ALFREDO 9 LOTFALI detto ALEX 5 20 - LEONARDI LEONARDO 148
22 - LANARI MARIO 50 21 - LUCIDI ALESSANDRO E 217 21 - MARTA OSCAR DETTO “OSCAR” 114
23 - MARCONI STEFANO 55 22 - LUZI GIUSEPPE 104 22 - MERLI LUCA 311
24 - MATEI IULIA MARIA 3 23 - MANCINI MARIA PIA 119 23 - NANA RICHARD 67
25 - MATERAZZINI FEDERICO 16 24 - MARCONI AMBRA 106 24 - NATALI CORRADO 276
26 - MIGLIORATI CLAUDIO 21 25 - MELLONI LUCIANO 4 25 - ORSINI FEDERICI PAOLO 403
27 - MIRABASSI GIAMPIERO 14 26 - MEZZETTI PATRIZIO 6 26 - PASSERINI SERGIO 93
28 - NAPPINI CELESTE 11 27 - MICHELI DOMENICO 125 27 - PERARI MASSIMO E 454
29 - NARDUCCI EVA 21 28 - MUSCARI ALESSIA 37 28 - PRISCO EMANUELE E 839
30 - PIRO ANTONIO 259 29 - NUMERINI OTELLO 216 29 - RICCI ALESSIA 226
31 - POTENTINO ANTONIO 50 30 - PROIETTI LAURA 34 30 - ROMIZI ANDREA E 1052
32 - RICCIARDI MICHELE 64 31 - QOSE ARBEN 4 31 - SCARPONI EMANUELE 423
33 - RONCI GIORGIO 20 32 - RAGNI SARA 58 32 - SIRCHIO MASSIMILIANO 105
34 - ROSCINI PAOLO 11 33 - ROCCHINI TILDE 0 33 - TARPANI MAURO 33
35 - ROSCIOLI VITTORIA 32 34 - RIGUTINI VALERIO 88 34 - TASSINI FABRIZIO 374
36 - SANTANICCHIA MARIA LETIZIA 17 35 - ROSINI GABRIELE 22 35 - TIMIO MARIO 233
37 - TADDEI GABRIELLA in MORLUNGHI 32 36 - ROSSINI GIUSEPPE 33 36 - TOCCACELI ISABELLA 4
38 - TARAGONI GIAMPIERO 20 37 - ROTTINI BIANCA MARIA 50 37 - VALENTINO ROCCO ANTONIO
39 - TINCA MASSIMIALIANO 101 38 - SENSI PATRIZIA 1 DETTO “ROCCO” E 724
40 - TODINI ALBERTO 4 39 - SILVESTRINI CHIARA 58 38 - VARASANO LEONARDO E 424
40 - VENARUCCI ROBERTA 0 39 - VINTI PAOLO 160
40 - ZANGARA GIOVANBATTISTA
DETTO “GIOBI DETTO GIOBY” 205
in rosso i consiglieri eletti in rosso i consiglieri eletti
in rosso i consiglieri eletti

45