You are on page 1of 1

la Repubblica PER SAPERNE DI PIÙ

SABATO 12 SETTEMBRE 2009 ICRONACA


PROBLEMI DEL LAVORO @ www.cgil.milano.it
quellideltetto.blogspot.com
MILANO ■V

Crisi, 60mila a casa entro fine anno


Allarme Cgil per Milano e provincia: “La cassa integrazione sta finendo”
STEFANO ROSSI I numeri

L
A CGIL programma di
scendere in piazza a Milano 27 milioni
entro ottobre «per dare vo-
ce alla gente che sta perdendo il LE ORE
lavoro», quasi sessantamila entro Il totale delle ore di cassa
fine anno. E, annuncia il segreta- integrazione da gennaio
rio milanese, Onorio Rosati, «sarà ad agosto a Milano
una grande manifestazione che e provincia, il 467% in
vorremmo unitaria e regionale». più dello stesso periodo
La situazione, infatti, continua del 2008 (5,8 milioni)
a peggiorare. Man mano che le
imprese raggiungono le 52 setti-
mane ammesse per la cassa inte- 52
grazione — limite che la Cgil chie-
de di raddoppiare — passano ai PREOCCUPATO LA DURATA
licenziamenti. La maggioranza Il segretario della Il limite massimo di
degli iscritti alla mobilità appar- Camera del lavoro settimane per le quali
tiene ormai ad aziende con oltre Onorio Rosati. è ammessa la cassa
15 addetti: la crisi ha raggiunto A destra, protesta La Cgil chiede di
pienamente l’area del lavoro più dei lavoratori della raddoppiare la soglia
garantito. Star di Agrate a 104 settimane
Lo scorso agosto sono state

750 euro
mentate si superano i 41mila. alla modernità già declinante di fanno (Nokia, Siemens), la scuo- no non si campa». E soprattutto
Quintuplicate Snocciola molte cifre, Rosati. Mtv, che fa campagne sociali ma la. propone un piano straordinario LA CASSA
dal 2008 le richieste Indispensabili, però, per capire assume metà dei 300 dipendenti Un lavoratore in cassa integra- per il lavoro concertato con gli Il lavoratore in cassa
quante persone, e famiglie e sto- con contratti a termine e ne lascia zione guadagna al massimo 750 enti locali (il 16 i sindacati sono guadagna 670-750 euro
di ammortizzatori rie ci sono dentro la crisi. Dall’e- a casa 40. Poi ci sono il comparto euro netti se lo stipendio lordo è convocati in Provincia): o, avver- netti o 800-850 a seconda
Rosati: a ottobre terna agonia dell’Alfa, che a giu- chimico farmaceutico che licen- sotto i 1.917 euro, oppure 850 se te, «la ripresa sarà lentissima e si dello stipendio lordo. La
tutti in piazza gno ha liquidato progettazione e zia i ricercatori (Bayer, Roche, supera questa cifra. La Cgil chie- moltiplicheranno i casi come Cgil propone un netto
centro stile, vanto del Biscione, Bracco), i settori innovativi in af- de invece mille euro per tutti, «se Innse ed Esab». di 1.000 euro per tutti

chieste 3 milioni e 395.000 ore di


cassa integrazione, contro le
Il caso Undicesimo giorno sul tetto della fabbrica. Gli operai replicano alla proprietà: “Mancano impegni precisi”
912.000 dell’agosto 2008. Nel pe-
riodo gennaio-agosto 2008 le ore
di cassa a Milano e provincia so-
no state 5,8 milioni, nello stesso
periodo di quest’anno 27 milioni
Esab, uno spiraglio nel muro contro muro
(il 467% in più), equivalenti a
19.500 persone senza lavoro
(70% operai, 30% impiegati).
Sempre da gennaio ad agosto
“Trattativa aperta, cerchiamo investitori”
la cassa in deroga, per le aziende
sotto i 15 dipendenti e per quelle SANDRO DE RICCARDIS to sull’area dello stabilimento. «Speculazio- neo».
sopra i 15 che hanno esaurito le 52 ne? Lo escludo. Il piano regolatore del Comu- Ieri, intanto, sindacati e operai hanno defi-

«L
settimane concesse, ha riguarda- A TRATTATIVA non è chiusa. Sono ne non lo permette e noi non abbiamo questa nito «assolutamente insoddisfacente e irrice-
to 8.950 persone. In mobilità ne ottimista, spero che nell’incontro intenzione. Stiamo cercando un investitore vibile» la bozza di accordo presentata dalla
sono finite altre 12.895 ma la Cgil di dopodomani al ministero del serio». Al momento, però, non ci sono candi- Esab: mancano impegni precisi, dicono, su
ne stima 20mila entro fine anno. Welfare, con il contributo delle istituzioni, si dature concrete: «Tocca a tutti trovarlo, a noi e reindustrializzazione e sbocchi occupaziona-
Aggiungiamo il precariato: l’Os- arrivi a un accordo. Ma finora i sindacati sono alle istituzioni. Anche se sarebbero necessari li. «Se l’azienda non modificherà le proprie
servatorio nazionale sul lavoro sempre rimasti fermi sulle loro posizioni». incentivi pubblici per favorire l’ingresso di proposte — insiste Walter Montagnoli dei Cub
temporaneo conta 100mila posti Mentre gli operai della Esab sono da undici nuovi attori in questo periodo di crisi». E co- — non firmeremo accordi». Posizioni che i la-
in meno. Milano vale circa un de- giorni e dieci notti sul tetto dello stabilimento, munque, spiega l’ad, Esab non lascerà l’Italia. voratori hanno ripetuto in serata a Pierluigi
cimo del mercato, quindi 10mila: l’amministratore delegato Massimo Impavidi «Resteremo con la progettazione e ammini- Bersani, ex ministro per lo Sviluppo economi-
in tutto 58.450 senza lavoro. Ma apre alla possibilità di un accordo in extremis, strazione, la mente dell’azienda, responsabi- co e candidato alla segreteria del Pd, in un in-
pure limitandosi alle cifre docu- La protesta sul tetto e risponde ai sospetti di un progetto già pron- le dello sviluppo dei mercati del Mediterra- contro alla Festa democratica a Lampugnano.