You are on page 1of 11

SEZIONE QUARTA

SCRITTI DI CHIARA D’ASSISI
- LETTERE -

Traduzione e note di Feliciano Olgiati

Schede di Chiara Augusta Lainati
- Edizioni Messaggero Padova - © Movimento francescano Assisi -

PREFAZIONE
- LETTERE LE QUATTRO Lettere di santa Chiara alla eata Agnese di Praga sono la rivelazione di un’esperienza d’amore: dell’amore di Chiara per Cristo, del suo modo di amare, della sua via e vita di contemplazione. La povertà radicale da lei scelta, sui passi del Figlio di Dio e della sua Madre poverella – povertà che ha i suoi apici nell’o edienza e nella castità, come spogliamento di s! e dono completo all’amore –, crea nell’anima un vuoto, dove si riversano impetuose le ac"ue del #iume che rallegra la città di Dio !"al# $%, &$# 'na Luce si accende, ed arde "uieta e vivida nell’anima povera, la luce del Figlio di Dio che visita e pone la sua dimora nell’anima #edele, come nel grem o di Maria !Lett# (((, )*+)%$# (l Cristo di santa Chiara , un -am ino .deposto nel presepe e avvolto in poveri pannicelli/ !Lett# (0, *1$# Ma , anche uno 2poso di sangue, .povero e croci#isso, inchiodato a un legno di croce/ !Lett# (0, )3+)4$# Ma dove povertà , #arsi .uno/ con Cristo, dove , .nulla/ umano e .tutto/ di Dio, l5 la stessa esperienza della so##erenza, dell’umiliazione, e del disprezzo, diviene esperienza di gioia: .Te #elice67/ !Lett# (0, 1.**.)4.3)$# La pi8 recente edizione delle Lettere !%# &OCCAL%' Concordantiae' op. cit., pp. *14+)*9$, su cui , #atta la traduzione che segue, si riporta direttamente, oltre che ad altri Mss. pi8 tardi, al pi8 antico e al pi8 autorevole, ossia al codice del :(0 secolo della -i lioteca del Capitolo di 2ant’;m rogio di Milano, sign. M+*<, che #u copiato a =raga negli anni tra il *)93 e il *3)) !(#)# *+")OC%L' Legenda &lahoslaven, Ane-./ a ct/ri list/ "v# )l0r/1 studio riassunto da L# &ARA&A"' Le lettere di "anta Chiara alla eata Agnese di Praga, in "anta Chiara d2Assisi# "t3di e cronaca del *%% centenario# 4565-4768# ;ssisi *1&$, pp. *)3+*3*$, codice già studiato precedentemente dal "ETO9 !The Letters from "aint Clare to lessed Agnes of &ohemia, in A:;, :0(( >*1)$?, pp. &<1+&*1$# @on ci sono dun"ue du i a riguardo dell’autenticità delle lettere alla eata ;gnese: mentre ve ne sono per la lettera ad Armentrude, che si conosce solamente dagli Annales del <A==%9> !t. (0, ad ann. *)4&, pp. 1<+1*$#

4

LE LETTERE ALLA BEATA AGNESE DI PRAGA
LETTERA PR%MA
2859

Alla venera ile e santissima vergine' =onna Agnese !4$' figlia dell2esimio e ill3strissimo re di &oemia' Chiara' indegna serva di >es? Cristo ed ancella inutile5 delle =onne recl3se del monastero di "an =amiano' s3a s3ddita in t3tto e serva' si raccomanda in ogni modo con @articolare ris@etto' mentre a3g3ra di conseguire la gloria della eterna #elicitàa#
4

2860

All23dire la st3@enda fama della vostra santa vita religiosa' che non a me soltanto A gi3nta' ma si A s@arsa magnificamente s3 t3tta B3asi la faccia della terra!5$' sono ripiena di gaudio nel 2ignore e gioisco C e di B3esto @ossono rallegrarsi non soltanto io' ma t3tti coloro che servono o desiderano servire >es? Cristo#
2861

%l motivo A B3esto1 mentre @otevate @i? di ogni altra godere delle fastositE' degli onori e delle dignitE mondane' ed anche accedere con 3na gloria meravigliosa a legittimi s@onsali con l2ill3stre %m@eratore' F 3nione che' del resto' sare e stata conveniente alla vostra e s3a eccelsa condizione F' Gt3tte B3este cose voi avete invece res@inte' e avete @referito con t3tta l2anima e con t3tto il tras@orto del c3ore a racciare la santissima @overtE e le @rivazioni del cor@o' H@er donarvi ad 3no "@oso di ancor @i? no ile origine' al "ignore >es? Cristo' il B3ale c3stodirE sem@re immacolata e intatta la vostra verginitE#
2862

D6

%l s3o amore vi farE casta' le s3e carezze @i? @3ra' il @ossesso di L3i vi confermerE vergine !8$# Poich, la s3a @otenza A @i? forte d2ogni altra' @i? larga A la s3a generositEC la s3a ellezza A @i? sed3cente' il s3o amore @i? dolce ed ogni s3o favore @i? fine# 74JOrmai stretta nell2am@lesso di L3i' Egli ha ornato il vostro @etto di @ietre @rezioseC alle vostre orecchie ha fissato inestima ili @erleC 44e t3tta vi ha
I

!!4$ Agnese di Praga' figlia del re di &oemia Ottocaro %' nata nel 45J6' @romessa s@osa a Enrico *%%' figlio dell2im@eratore :ederico
%% e @oi a Enrico %% di %nghilterra' rifi3tK energicamente tali @ro@oste' inter@onendo a@@ello a @a@a >regorio %L# Avendo conosci3to dai frati minori la fama di :rancesco e di Chiara' do@o aver costr3ito 3n os@edale ad onore di san :rancesco' fece costr3ire 3n monastero e vi vestM l2a ito' l244 gi3gno 458DC d3e mesi do@o il Pa@a la @oneva alla g3ida della com3nitE che aveva fondato# Essa si regolava in conformitE alla vita delle s3ore di "an =amiano# CosM fino al 458I' B3ando @a@a >regorio %L le im@orrE di adottare la Regola che l3i aveva ela orata' e che va sotto il nome di NCostit3zioni 3golinianeO !454I-4547$# Ad Agnese di Praga Chiara ha scritto en B3attro lettere' delle B3ali' se non conosciamo l2originale' ci rimangono @erK trascrizioni in @arecchi codici' sia in latino che nella versione tedesca# "i noti in B3esta @rima lettera' che A l2a@@roccio con la disce@ola' B3anto lontana nello s@azio' tanto no ile @er l2esem@io' l23so del NvoiO da @arte di Chiara# La B3ale es@rime t3tta la s3a gioia @erch, Agnese ha @referito a t3tti gli onori mondani le nozze con Cristo nella verginitE e nella @overtE' ed esalta l2incom@ara ile via della santa @overtE' alla B3ale A @romesso il regno dei cieli# !!5$ "em ra 3n es@licito accenno alla lode che >regorio %L aveva fatto di Agnese di Praga' in 3na lettera scritta a &eatrice' regina di Castiglia' il 6 gi3gno 4586# "e si accetta B3esta inter@retazione' la Lettera @rima dovre e essere collocata nel 4586' do@o B3ella data# !!8$ Chiara si is@ira all23fficio di santa Agnese !54 gennaio$' B3ale era nel reviario @rima dell23ltima riforma1 % nott3rno' %%% res@onsorioC % nott3rno' %% antifona' %% res@onsorioC %%% nott3rno' %% antifona# % ricordi i lici affl3iscono in contin3itE s3lle la ra di Chiara' che ne A im ev3ta# Poco @i? sotto !46-47$ invece' A la s3a es@erienza a dettare frasi ent3siaste in lode della @overtE#

5

rivestita di n3ove e scintillanti gemme' come a @rimavera' e vi ha incoronata di un diadema d’oro, inciso col sim olo della santitàc#
286

PerciK' sorella carissima' o meglio signora degna di ogni venerazione' @oich, siete sposa, madre e sorella45 del "ignor mio >es? Cristo' insignita dello smagliante stendardo della inviola ile verginitE e della santissima @overtE' riem@itevi di coraggio nel santo servizio che avete iniziato @er l2ardente desiderio del Crocifisso @overo# 484DL3i @er t3tti noi sostenne il s3@@lizio della croce' strappandoci dal potere del Princi@e delle tene red' che ci tratteneva avvinti con catene in conseg3enza del @eccato del @rimo 3omo' e riconciliandoci con =io Padre#
286!

O @overtE eataP A chi t2ama e t2a raccia @roc3ri ricchezze eterne# 464G O @overtE santaP A B3anti ti @ossiedono e desiderano' =io @romette il regno dei cielie' ed offre in modo infalli ile eterna gloria e vita eata# O @overtE @iaP Te il "ignore >es? Cristo' in c3i @otere erano e sono il cielo e la terra' giacch, astK un cenno della sua parola e t3tte le cose #urono create4H' si degnK a racciare a @referenza di ogni altra cosa# =isse egli' infatti1 Le volpi hanno le loro tane, gli uccelli del cielo i nidi, ma il Figlio dell’uomo ' cioA Cristo' non ha dove posare il capoC e "uando lo reclinB sul suo petto, #u per rendere l’ultimo respiro4I#
2865

"e' d3nB3e' tale e cosM grande "ignore' scendendo nel seno della *ergine' volle a@@arire nel mondo come 3omo s@regevole' isognoso47 e @overo' affinch, gli 3omini F che erano @overissimi e indigenti' affamati @er l2eccessiva @en3ria del n3trimento celeste F' divenissero in L3i ricchi col @ossesso dei reami celestiC 5J54 esultate e godetef molto' ri@iena di enorme ga3dio e di s@irit3ale letizia#
2866

%nvero voi' che avete @referito il dis@rezzo del mondo agli onori' la @overtE alle ricchezze tem@orali' e avete affidato i vostri tesori' @i3ttosto che alla terra' al cielo' 5558ove non li corrode ruggine, non li consuma il tarlo, non li scoprono n! ru ano i ladri ' voi riceverete a ondantissima ricompensa nei cieli' 5D e avete meritato degnamente di essere chiamata sorella, sposa e madreg del :iglio dell2Altissimo Padre e della gloriosa *ergine!D$#
286"

Certamente voi sa@ete' F ne sono sic3rissima F che il regno dei cieli il "ignore lo @romette e dona solo ai poveri56' @erch, B3ando si amano le cose tem@orali' si @erde il fr3tto della caritEC e che non , possi ile servire a Dio e a Mammona' @erch, o si ama l’uno e si ha in odio l’altro, o si serve il secondo e si disprezza il primo5G# E l23omo co@erto di vestiti non @3K @retendere di lottare con 3no ign3do' @erch, A @i? @resto gettato a terra chi offre 3na @resa all2avversarioC 5H5Ie ne@@3re A @ossi ile am ire la gloria in B3esto mondo e regnare @oi lass? con CristoC ed A @i? facile che un cammello passi per una cruna di un ago, che un ricco salga ai reami celestih# PerciK voi avete gettato le vesti s3@erfl3e' cioA le ricchezze terrene' a fine di non soccom ere ne@@3re in 3n @3nto nella lotta e di @oter entrare nel regno dei cieli per la via stretta e la porta angusta57#
2868

Q magnifico davvero e degno di ogni lode B3esto scam io1 rifi3tare i eni della terra @er avere B3elli del cielo' meritarsi i celesti invece dei terreni' ricevere il cento per uno e possedere la vita8J eata @er l2eternitE!6$#
2869

Per B3esto ho riten3to o@@ort3no s3@@licare con 3mili @reghiere' nell’amore di Cristo84' la vostra maestE e la vostra santitE' @er B3anto io @osso' a voler @erseverare con coraggio nel s3o santo servizio' @rogredendo di ene in meglio' di virt8 in virt885' affinch, Col3i' al B3ale servite con t3tto l2amore' si degni concedervi il desiderato @remio#
28"0

*i scongi3ro ancora nel "ignore' come @osso' di tener @resenti nelle santissime vostre preghiere me' !!D$ C2A B3i certamente 3n2eco del @ensiero es@resso da :rancesco con @arole ent3siaste nella
Lettera a tutti i #edeli !cfr# %L' DI-GJ$C ma dove :rancesco dichiara Ns@osi' fratelli e madriO del Cristo coloro che manifestano nelle o@ere la loro o edienza a =io mediante l2osservanza di t3tto il *angelo' Chiara a@@lica B3esti titoli evangelici @articolarmente alla vita in santissima @overtE# !!6$ En3merati vari motivi che gi3stificano la scelta della @overtE @er il regno dei cieli' des3mendoli dai testi del reviario F @articolarmente dalle lezioni @er il Com3ne dei martiri F' Chiara concl3de con la @romessa di Cristo# "3lla s3a @arola' la s@eranza delle realtE celesti come @remio diventa certezza vivificante#

8

vostra serva' se ene inutile88' e con me t3tte le altre sorelle di B3esto monastero' che tanto vi venerano' affinch,' col soccorso di esse' @ossiamo meritarci la misericordia di >es? Cristo e insieme con voi gioire dell2eterna visione# 8D86 "tate ene nel "ignore' e pregate per mei# LETTERA "ECO9=A
28"1

Alla figlia del Ce dei re' alla serva del 2ignore dei dominanti4' alla s@osa degnissima di >es? Cristo e @erciK regina no ilissima =onna Agnese' Chiara' ancella inutile5 e indegna delle =onne Povere' invia il s3o sal3to e l2a3g3rio di vivere sem@re in @erfetta @overtE!4$#
28"2

Rendo grazie all2A3tore della grazia' dal B3ale' come crediamo' viene ogni ene sommo ed ogni dono per#etto8' @erch, ti ha adornata di tanti riconoscimenti di virt? e ti ha ill3strata con segni di cosM alte @erfezioni' che' fatta diligente imitatrice del =adre, in cui , ogni per#ezione' meriti di divenire a t3a volta @erfetta' talmente che i suoi occhi non trovino in te nessun segno di imper#ezioneD#
28"

E B3esta A la @erfezione' @er la B3ale il Re stesso ti 3nirE a s, nell2etereo talamo' dove siede glorioso s3 3n trono di stelle' 6Gche t3' stimando cosa vile la grandezza di 3n regno terreno e sdegnando l2offerta di 3n conn3 io im@eriale' H@er amore della santissima @overtE' in s@irito di @rofonda 3miltE e di ardentissima caritE' ricalchi con assol3ta fedeltE le ormeR di Col3i del B3ale hai meritato d2essere s@osa#
28"!

Ma ti so ricca d2ogni virt?' e @erciK rin3ncio ad 3n l3ngo discorso e non voglio aggravarti di tro@@e @arole' I7anche se t3 non troveresti n3lla di s3@erfl3o in B3elle @arole che @otre ero arrecarti B3alche consolazione# 4JE giacch, una sola , la cosa necessariaa4' di essa soltanto ti scongi3ro e ti avviso @er amore di Col3i' al B3ale ti sei offerta come vittima santa 4 e gradita#

28"5

Memore del t3o @ro@osito' come 3n2altra Cachelec4' tieni sem@re davanti agli occhi il @3nto di @artenza# % ris3ltati raggi3nti' conservaliC ciK che fai' fallo eneC non arrestartid4C ma anzi' con corso veloce e @asso leggero' con @iede sic3ro' che ne@@3re alla @olvere @ermette di ritardarne l2andare' 4548avanza confidente e lieta nella via della eatit3dine che ti sei assic3rata#
28"6
4D

E non credere' e non lasciarti sed3rre da ness3no che tentasse sviarti da B3esto @ro@osito o metterti degli ostacoli s3 B3esta via' @er im@edirti di riportare all’;ltissimo le tue promesse e4 con B3ella @erfezione alla B3ale ti invitK lo "@irito del "ignore#
28""

Rig3ardo a B3esto' @erch, t3 @ossa @ercorrere @i? sic3ra la strada dei divini mandatif4' attieniti ai consigli del venera ile @adre nostro frate Elia' ministro generale' ed ante@onili ai consigli di B3alsiasi altro e ritienili @i? @reziosi @er te di B3alsiasi dono#
28"8
4G4H

E se B3alc3no ti dice o ti s3ggerisce altre iniziative' che im@ediscano la via di @erfezione che hai a racciata o che ti sem rino contrarie alla divina vocazione' @3r @ortandoti con t3tto il ris@etto' non seg3ire @erK il consiglio di l3i' 4Ima attaccati' vergine @overella' a Cristo @overo#
28"9

*edi che Egli @er te si A fatto oggetto di dis@rezzo' e seg3i il s3o esem@io rendendoti' @er amor s3o' s@regevole in B3esto mondo# 5JMira' o no ilissima regina' lo "@oso t3o' il pi8 ello tra i #igli degli uominig4' diven3to @er la t3a salvezza il @i? vile degli 3omini' dis@rezzato' @ercosso e in t3tto il cor@o !!4$ Q3esta seconda lettera si @3K datare' grazie ad 3n riferimento interno al ministro generale in carica' frate Elia' es@ressamente
nominato' tra il 4586 e il 458I# Chiara A @reocc3@ata @er le contin3e @ressioni della Chiesa @er introd3rre addolcimenti rig3ardo alla @overtE# Temendo che B3esto avvenga anche @er il monastero di Praga' s3@@lica calorosamente Agnese di @erseverare nella @overtE @romessa' di c3i canta le @rerogative1 A la @erfezione del *angelo' A la li erazione dell2anima' A via sic3ra @er stringersi in 3nione eatificante con Cristo' che la vergine @overa deve g3ardare' meditare' ramare di imitare# "i A @assati dal NvoiO al Nt3O confidenziale#

47

D

ri@et3tamente #lagellatoh4' e morente @erfino tra i @i? str3ggenti dolori s3lla croce# Medita e contem@la e rama di imitarlo#
2880

"e con L3i soffrirai' con Lui regneraiC se con L3i @iangerai' con L3i godraiC se in compagnia di Lui moriraii4 s3lla croce della tri olazione' @ossederai con L3i le celesti dimore nello splendore dei santi' e il t3o nome sarE scritto nel Li ro della vitaR4 e diverrE famoso tra gli 3omini# PerciK @ossederai @er t3tta l2eternitE e @er t3tti i secoli la gloria del regno celeste' in l3ogo degli onori terreni cosM cad3chiC @arteci@erai dei eni eterni' invece che dei eni @erit3ri' e vivrai @er t3tti i secoli#
2881
585D

Addio sorella e' a ca3sa del "ignore t3o "@oso' signora carissima#
2882

A i a c3ore di raccomandare al 2ignore.4 nelle t3e devote orazioni me' assieme alle mie sorelle' che t3tte godiamo @er i eni che il "ignore o@era in te con la s3a grazia# E raccomandaci con insistenza anche alle @reghiere delle t3e sorelle#
56

LETTERA TERSA
288

Alla signora in Cristo veneratissima e sorella degna d2amore @i? di t3tte le creat3re mortali' Agnese' germana dell2ill3stre Re di &oemia' ma ora so@ratt3tto sorella e sposal4 del sommo Re dei cieli' Chiara' 3milissima e indegna ancella di Cristo e serva delle =onne Povere' a3g3ra sal3tare ga3dio nell2 ;utore della salvezzam4 e B3anto di meglio essa @ossa desiderare!4$#
288!

Le liete notizie del t3o enessere' del t3o stato felice e dei t3oi @ros@eri @rogressi nella corsa che hai intra@resa @er la conB3ista del celeste palion4' mi riem@iono di tanta gioiaC e tanto @i? res@iro di es3ltanza nel "ignore' @erch, so e ritengo che t3 s3@@lisci magnificamente alle im@erfezioni che sono in me e nelle altre sorelle nella nostra imitazione degli esem@i di >es? Cristo @overo ed 3mile#
2885#$2886

=avvero @osso rallegrarmi' e ness3no @otre e stra@@armi da B3esta gioia' G@oich, ho raggi3nto B3ello che ho desiderato sotto il cielo' dal momento che vedo te trionfare in 3na maniera' direi' terri ile e incredi ile' sosten3ta da 3na @rerogativa meravigliosa della sa@ienza che @rocede da =io medesimo' s3lle ast3zie dello scaltroo4 ser@ente' s3lla s3@er ia' che A rovina dell23mana nat3ra' e s3lla vanitE' che rende fat3i i c3ori degli 3omini# E ti ammiro ancora stringere a te' mediante l23miltE' con la forza della fede e le raccia della @overtE' il tesoro incompara ile, nascosto nel campo @4 del mondo e dei c3ori 3mani' col B3ale si compra Col3i che dal nulla trasseB4 t3tte le coseC e' @er avvalermi delle @arole medesime dell2A@ostolo' ti stimo colla oratricer4 di =io stesso e sostegno delle mem ra de oli e vacillanti del s3o ineffa ile Cor@o!5$#
288"

D6

Chi @otre

e' d3nB3e' im@edirmi di rallegrarmi @er sM mira ili motivi di ga3dioT 74J Dioisci' @erciK' anche t3 nel 2ignore sempre' o carissima# 449on @ermettere che ness3n2om ra di mestizia avvolga il t3o c3ore' o signora in Cristo dilettissima' gioia degli Angeli e coronas4 delle t3e sorelle#
2888

Colloca i t3oi occhi davanti allo s@ecchio dell2eternitE' colloca la t3a anima nello splendore della gloriat4' colloca il t3o c3ore in Col3i che A #igura della divina sostanza, e tras#ormati interamente' @er mezzo della !!4$ Q3esta terza lettera A il canto gioioso della NseB3elaO di Cristo' lo "@oso' attraverso la verginitE e la @overtE# Chiara ha sa@3to
che Agnese v3ole mantenersi fedele alla assol3ta @overtE' e s3 ito le scrive @iena di gioia' congrat3landosi con lei @er i s3oi @rogressi nella virt?# Trascinata da B3esta gioia' @arteci@a ad Agnese B3anto ha raccolto nella s3a es@erienza s@onsale con Cristo1 dolcezze riservate da =io a coloro che lo amano' gioia ine riante della @resenza di Cristo nell2anima# Passa @oi a risolvere 3n d3 io sotto@ostole da Agnese# La lettera deve essere stata scritta @rima che >regorio %L im@onesse anche al monastero di Praga la Ns3aO Regola' @rima cioA del 458I# !!5$ =alla meditazione dei testi @aolini' Chiara trae B3esta ricchissima definizione della vita contem@lativa nell2am ito della Chiesa# Materialmente recl3se e se@arate' a@@arentemente non @arteci@i dell2azione @astorale e missionaria' B3este s3ore' viventi nell2assol3ta @overtE' sono Ncolla oratrici di =io stessoO' e il sostegno @i? valido della Chiesa' @articolarmente delle mem ra @i? de oli e vacillanti# 9on si @3K non ricordare la freB3ente esortazione di :rancesco ai s3oi frati sem@lici1 essi sono come la donna sterile della &i ia' che genera @i? figli della donna maritata#

6

contem@lazione' nella immagine34 della divinitE di L3i#
2889

Allora anche t3 @roverai ciK che A riservato ai soli s3oi amici' e g3sterai la segreta dolcezzav4 che =io medesimo ha riservato fin dall2inizio @er coloro che lo amano# "enza concedere ne@@3re 3no sg3ardo alle sed3zioni' che in B3esto mondo fallace ed irreB3ieto tendono lacci ai ciechi che vi attaccano il loro c3ore' con t3tta te stessa ama Col3i che @er amor t3o t3tto si A donato#
2890

La s3a ellezza ammirano il sole e la l3naC i s3oi @remi sono di @regio e grandezza in#initiU4# *oglio dire B3el :iglio dell2Altissimo' che la *ergine ha @artorito' senza cessare di essere vergine# 4H4I "tringiti alla s3a dolcissima Madre' la B3ale generK 3n :iglio tale che i cieli non potevano contenereV4' e@@3re ella lo raccolse nel @iccolo chiostro del s3o santo seno e lo @ortK nel s3o grem o verginale#
464G

2891

Chi non sdegnere e con orrore le insidie del nemico dell23mano genere' che facendo rillare innanzi agli occhi il l3ccicore delle cose transitorie e delle glorie fallaci' tenta annientare ciK che A @i? grande del cieloT
2892

475J

"M' @erch, A ormai chiaro che l2anima dell23omo fedele' che A la @i? degna di t3tte le creat3re' A resa dalla grazia di =io @i? grande del cielo# 55Mentre' infatti' i cieli con t3tte le altre cose create non possono contenere/4 il Creatore' l2anima fedele invece' ed essa sola' A s3a dimora e soggiorno' e ciK soltanto a motivo della caritE' di c3i gli em@i sono @rivi# Q la stessa *eritE che lo afferma1 Colui che mi ama, sarà amato dal =adre mio, e io pure lo amerBE e noi verremo a lui e porremo in lui la nostra dimoraz4#
289

54

A B3al modo' d3nB3e' che la gloriosa *ergine delle vergini @ortK Cristo materialmente nel s3o grem o' 5D56t3 @3re' seguendo le sue vestigiaa5' s@ecialmente dell23miltE e @overtE di l3i' @3oi sem@re' senza alc3n d3 io' @ortarlo s@irit3almente nel t3o cor@o casto e verginale# E conterrai in te Col3i dal B3ale t3 e tutte le creature sono contenute 5' e @ossederai ciK che A ene @i? d3rat3ro e definitivo anche a @aragone di t3tti gli altri @ossessi transe3nti di B3esto mondo!8$#
289!

Come si ingannano' molte volte' al rig3ardo' re e regine di B3esto mondoP 5H5IQ3and2anche elevassero la loro s3@er ia fino al cielo e toccassero B3asi col ca@o le n3 i' alla fine saranno dissolti nel n3lla' come s@azzat3ra#
2895

Passando ora al B3esito che mi hai sotto@osto' credo di @oterti ris@ondere cosM# 8JT3 mi domandi B3ali feste il gloriosissimo @adre nostro san :rancesco ci raccomandK di cele rare con @articolare solennitE' @ensando' se en ho ca@ito' che si @ossa in esse 3sare 3na certa maggior larghezza nella varietE dei ci i# 849ella t3a @r3denza certamente sa@rai che' salvo le de oli e le inferme' F verso le B3ali ci insegnK e ci comandK di 3sare ogni discrezione con B3alsiasi genere di ci i F' 85ness3na di noi' che sia sana e ro 3sta' dovre e @rendere se non ci i B3aresimali' tanto nei giorni feriali che nei festivi' digi3nando ogni giorno 88ad eccezione delle domeniche e del 9atale del "ignore' nei B3ali giorni @ossiamo @rendere il ci o d3e volte# 8DEd anche nei giovedM' dei @eriodi non di digi3no' ciasc3na @3K fare come le @iace' cioA chi non volesse digi3nare non vi A ten3ta#
2896

57

Ma noi' che siamo in 3ona sal3te' digi3niamo t3tti i giorni' eccetto le domeniche e il 9atale# 8G 9on siamo @erK ten3te al digi3no F cosM ci ha insegnato il eato :rancesco in 3n s3o scritto !D$ F' d3rante t3tto il tem@o @asB3ale e nelle feste della Madonna e dei santi A@ostoli' a meno che cadessero il venerdM# Ma' come ho detto so@ra' noi che siamo sane e ro 3ste' cons3miamo sem@re ci i B3aresimali#

86

!!8$ L2anima @overa

non solo A colla oratrice di =io nel generare figli @er il regno' ma A' come Maria' s@irit3almente madre del Cristo medesimo' e dimora di t3tta la TrinitE# !!D$ Al B3esito circa il digi3no nei giorni festivi e in genere' Chiara ris@onde a@@ellandosi direttamente alle cost3manze di "an =amiano1 ci i B3aresimali sem@re e digi3no contin3o# Ma B3i si inserisce il criterio di moderazione e @r3denza s3ggerito da :rancesco medesimo1 sia ris@etto alle giovani' de oli e inferme e s3ore esterne' sia allentando tale norma nei giorni di domenica' nelle feste del "ignore' della *ergine e degli a@ostoli' il giovedM e finalmente nel tem@o @asB3ale# 9ella Regola di santa Chiara !4568$ si dice soltanto1 Ndigi3nino in ogni tem@oO' eccetto nel 9atale del "ignore' ma si dis@ensi NmisericordiosamenteO con le giovani' ecc# P3rtro@@o ne@@3re B3esto scritto di :rancesco ci A @erven3to# Q3ella @arola NmisericordiosamenteO nasce da 3na @ersonale es@erienza della de olezza e fragilitE 3mana' s@ecie in 3n monastero che ha come 3nica ricchezza la @overtE assol3ta# "i ca@isce allora la s3ccessiva esortazione di Chiara ad Agnese ad 3sare moderazione e a adare di @i? al c3lto s@irit3ale#

G

289"

"iccome @erK' non a iamo un corpo di ronzo, n! la nostra , la ro ustezza del granito c5' anzi siamo @i3ttosto fragili e inclini ad ogni de olezza cor@orale' 87DJti @rego e ti s3@@lico nel "ignore' o carissima' di moderarti con saggia discrezione nell2a3steritE' B3asi esagerata e im@ossi ile' nella B3ale ho sa@3to che ti sei avviata' D4affinch,' vivendo, la tua vita sia lode d5 del "ignore' e t3 renda al "ignore' un culto spirituale ed il t3o sacri#icio sia sem@re condito col salee5 della @r3denza#
8H8I

2898

Ti a3g3ro di stare sem@re ene nel "ignore' con la @rem3ra con la B3ale lo @otrei a3g3rare a me stessa# Raccomanda me e le mie sorelle nelle t3e sante orazioni# LETTERA QUARTA
2899

A colei che A la metE dell2anima s3a e sant3ario di 3n singolare e cordialissimo amore' all2ill3stre regina' s@osa dell2Agnello e Re eterno' a =onna Agnese!4$' madre s3a carissima e figlia tra le altre la @i? amata' Chiara' serva indegna di Cristo ed ancella inutile delle serve del "ignore dimoranti nel monastero di "an =amiano in Assisi' invia il s3o sal3to 58e l2a3g3rio di @oter sciogliere un cantico nuovo' in com@agnia delle altre santissime vergini' davanti al trono di =io e dell2Agnello e di accompagnare l’;gnello ovun"ue vadaf5.
2900

D54

O madre e figlia' sposag5 del Re di t3tti i secoli' non st3@irti se non ti ho scritto di freB3ente come l2anima t3a e la mia @arimenti desiderano e ramano' e non credere assol3tamente che l2incendio dell2amore verso di te sia diven3to meno ardente e dolce nel c3ore della t3a madre# 6G%l solo ostacolo alla nostra corris@ondenza A stato la scarsitE dei messaggeri e l2insic3rezza delle strade# H Ma oggi' che si @resenta l2occasione di scrivere alla t3a caritE' ecco mi rallegro con te e con te gioisco nel gaudio dello 2pirito' o sposah5 di Cristo' @oich,' come B3ell2altra santissima vergine Agnese' t3' slacciandoti da t3tte le ricchezze e vanitE del mondo' ti sei meravigliosamente 3nita in s@osa all2;gnello immacolato, che toglie i peccati del mondoi5#
2901

Te veramente feliceP Ti A concesso di godere di B3esto sacro convito' @er @oter aderire con t3tte le fi re del t3o c3ore a Col3i' 74Jla c3i ellezza A l2ammirazione instanca ile delle eate schiere del cielo# 44 L2amore di l3i rende felici' la contem@lazione ristora' la enignitE ricolma# 45La soavitE di l3i @ervade t3tta l2anima' il ricordo rilla dolce nella memoria# 48Al s3o @rof3mo i morti risorgono e la gloriosa visione di l3i formerE la felicitE dei cittadini della >er3salemme celeste R5#
2902

E poich! B3esta visione di l3i A splendore dell2eterna gloria' chiarore della luce perenne e specchio senza macchia' 4D46ogni giorno @orta l2anima t3a' o regina' sposa.5 di >es? Cristo' in B3esto s@ecchio e scr3ta in esso contin3amente il t3o volto' @erch, t3 @ossa cosM adornarti t3tta all2interno e all2esterno' vestita e circondata di varietàl5' e sii adorna dei vario@inti fiori di t3tte le virt? e ancora di vesti s@lendenti' B3ali convengono alla figlia e s@osa del sommo Re#
290

%n B3esto s@ecchio @oi rif3lgono la eata @overtE' la santa 3miltE e l2ineffa ile caritEC e B3esto t3 @otrai contem@lare' con la grazia di =io' diff3so s3 t3tta la s3@erficie dello s@ecchio#
290!

4H4I

!5$

Mira' in alto' la @overtE di Col3i che f3 de@osto nel presepe avvolto in poveri pannicelli # 475JO mira ile 3miltE e @overtE che dE st3@oreP 54%l Re degli angeli' il 2ignore del cielo e della terram5' A adagiato in 3na mangiatoiaP !!4$ Chiara ha taci3to @er tanti anni' certamente @er motivi che ella stessa @orta1 difficoltE di corrieri e @ericolositE delle stradeC ma
c2A stato anche B3alcosa d2altro# Pa@a >regorio ha im@osto a t3tti i monasteri sorti B3a e lE @er il mondo a similit3dine di B3ello di "an =amiano' la Regola che egli stesso aveva ela orato# =a s@alti diversi e cosM lontani' Chiara difende' attraverso la carta del N@rivilegio della @overtEO l2originalitE della s3a forma di vita in assol3ta @overtEC Agnese di Praga ricorre al s3cessore di >regorio %L' @a@a %nnocenzo %*' ma il Pa@a non accede alle richieste' anzi nel 45DH @3 lica 3na n3ova Regola' ca3sando enorme conf3sione# Chiara sta @re@arando l23ltimo tentativo# "iamo verso il termine della s3a vitaC giE la sorella Agnese le sta vicinoC a@@rofittando di d3e frati che stanno @er recarsi in &oemia' finalmente scrive alla eata Agnese B3esta Lettera !4568 B3indi$' che A l2esaltazione della vita contem@lativa e 3n addio in cielo# !!5$ =alla contem@lazione della >er3salemme celeste' Chiara tra@assa alla contem@lazione di Cristo @overo' 3mile' amante' fissandone la vita nel tondo di 3no s@ecchio' che si anima e diventa 3na @ersona vivente e im@lorante dalla croce#

H

*edi @oi' al centro dello s@ecchio' la santa 3miltE' e insieme ancora la eata @overtE' le fatiche e @ene senza n3mero ch2Egli sostenne @er la redenzione del genere 3mano# 5558 E' in asso' contem@la l2ineffa ile caritE @er la B3ale volle @atire s3l legno della croce e s3 di essa morire della morte @i? infamante# 5DPerciK A lo stesso s@ecchio che' dall2alto del legno della croce' rivolge ai @assanti la s3a voce @erch, si fermino a meditare1 56F voi tutti, che sulla strada passate, #ermatevi a vedere se esiste un dolore simile al mio n5C e ris@ondiamo' dico a L3i che chiama e geme' ad 3na voce e con 3n solo c3ore1 @on mi a andonerà mai il ricordo di te e si struggerà in me l’anima miao5#
2905

Lasciati' d3nB3e' o regina s@osa del celeste Re' r3ciare sem@re @i? fortemente da B3esto ardore di caritEP
2906

Contem@la ancora le indici ili s3e delizie !8$' le ricchezze e gli onori eterni' e grida con t3tto l2ardore del t3o desiderio e del t3o amore1 578J;ttirami a te' o celeste "@osoP Dietro a te correremo attratti dalla dolcezza del tuo pro#umo@5# CorrerK' senza stancarmi mai' finch, t3 mi introduca nella tua cella ine riante. 8485Allora la t3a sinistra @assi sotto il mio capo e la t3a destra mi a racci deliziosamente e t3 mi acerai col felicissimo acio della t3a occaB5#
5H5I

290"

"tando in B3esta contem@lazione' a i memoria della t3a madre @overella' 888D en sa@endo ch2io @orto il t3o caro ricordo inse@ara ilmente impresso nel pro#ondo del mio cuorer5' @erch, t3 sei @er me la @i? cara tra t3tte#
2908

Che cosa @otrei ancora dirtiT E meglio che la @arola 3mana rin3nci B3i ad es@rimerti il mio affetto @er teC solo l2anima' nel s3o ling3aggio silenzioso' ri3scire e a fartelo sentire# 868GE @oich,' o figlia enedetta' la mia ling3a A del t3tto im@otente ad es@rimerti meglio l2amore che ti @ortoC B3este @oche cose che ti ho scritto in modo cosM im@erfetto' B3asi dimezzando il @ensiero' sono t3tto B3anto ho @ot3to dirti#
2909

Ti @rego @erK' che t3 voglia 3g3almente accogliere B3este mie @arole con enevolenza e devozione' ascoltando in esse so@ratt3tto l2affetto materno di c3i sono ri@iena' in ardore di caritE verso di te e delle t3e figlie ogni giornoC e ad esse raccomanda assai in Cristo me e le mie figlie# 8IQ3este stesse mie figlie @oi' in @articolare la vergine @r3dentissima Agnese !D$' sorella nostra' si raccomandano vivamente nel "ignore a te e alle t3e figlie#
2910

8H

Addio' figlia mia carissima' a te e alle t3e figlie' fino al trono di gloria del gran Ces5' e @regate @er noi#
2911

Con t3tta la @rem3ra e l2amore che @osso raccomando finalmente alla t3a caritE i latori della @resente lettera' i nostri carissimi frate Amato' caro a Dio e agli uominit5' e frate &onag3ra!6$# Amen#

LETTERA A ER%ENTR&DE DI BR&GES
!!8$ %l n3ovo @assaggio tras@orta nell2atmosfera che Chiara in B3ei giorni F gli 3ltimi della s3a vita F ormai viveva @ienamente' ed
essa tenta di dire l2ines@rimi ile gioia delle realtE celesti che sta @er toccare con la mano# =a B3esta altezza di gioia di 3n =io ormai @resente e tocca ile' anche l2amore materno e ardente @er B3esta figlia di @redilezione trova accenti' forse mai conosci3ti da ness3no dei mistici' e cosM @rofondamente 3mani# !!D$ Agnese' sorella di Chiara' inviata altrove @er fondare o formare n3ovi monasteri di vergini che volevano vivere l2ideale che Chiara con le s3e sorelle viveva a "an =amiano' A ritornata nel s3o monastero solo d3rante le 3ltime settimane di vita della sorella# L2accento con c3i ne @arla Chiara' mentre rivela il @rofondo amore e la s3 lime stima che aveva della sorella minore' dimostra che Agnese le era ormai accanto# Q3indi B3esta B3arta lettera ad Agnese di Praga A dettata @ro@rio nell23ltimo mese di vita di Chiara# =el resto gli accenti con i B3ali @arla della eatit3dine celeste' la rivelano giE in @ossesso di tale gioiosa realtE# !!6$ 93ll2altro sa@@iamo di B3esti d3e frati' che erano in @rocinto di @artire' o di ri@artire @er la &oemia# =a tem@o i frati minori vi lavoravano' @ronti a t3tto' anche a s3 ire @ersec3zioni e morte F @articolarmente B3ando si era @rofilato il @ericolo dell2avanzata dei Tartari F' e vi avevano ormai costit3ito 3na fiorente @rovincia# Accanto a loro si diffondeva il movimento femminile delle recl3se che si is@iravano alla vita evangelica di "an =amiano' di c3i Agnese di Praga era la @i? valida sostenitrice' anche in mezzo alle offerte e ai consigli @i? a3torevoli !vedi lettera seconda' 46-4I$ @erch, accettassero mitigazioni' s@ecialmente rig3ardo alla @overtE com3nitaria#

I

2912

A Ermentr3de ' sorella carissima' Chiara d2Assisi' 3mile ancella di >es? Cristo' a3g3ra sal3te e @ace#
291

!4$

;o a@@reso' sorella carissima' che' con l2ai3to della grazia del "ignore' sei f3ggita dal fango di B3esto mondoC 58ne @rovo grande allegrezza e mi congrat3lo con teC e ancor @i? grande A la mia gioia @erch, so che t3 e le t3e figlie con coraggio camminate nella via della virt?#
291!
D

Rimani' d3nB3e' o carissima' fedele fino alla morte a Col3i' al B3ale ti sei legata @er sem@re# E certamente sarai da L3i coronata con la corona della vita# 6%l tem@o della #atica B3aggi? A reve' ma la ricompensa A eterna# 9on ti a aglino gli s@lendori del mondo, che passa come om ra35# 9on ti sor@rendano le v3ote immagini di B3esto mondo ingannatoreC chi3di le t3e orecchie ai si ili dell2inferno e s@ezza da forte le s3e tentazioni# GH"ostieni di 3ona voglia le avversitE' e la s3@er ia non rigonfi il t3o c3ore nelle cose @ros@ereC B3este ti richiamano alla t3a fede' B3elle la richiedono#
2915

Cendi fedelmente a Dio "uello che hai promesso con voto ' ed Egli ti darE la ricom@ensa# Alza i t3oi occhi al cielo' o carissima' @oich, A 3n invito @er noi' e prendi la croce e segui Cristo che ci @recede# 74J Poich, do@o molte e varie tri olazioni, A L3i che ci introdurrà nella sua gloriaU5# ;ma con tutto il c3ore Dio' e Des8' s3o :iglio crocifisso @er noi @eccatori' e non cada mai dalla t3a mente il ricordo di L3i# 4445Medita senza stancarti il mistero della croce e i dolori della Madre ritta ai piedi della croceV5.
2916

I

v5

"ii sem@re attenta e vigile nella preghiera. 484D=orta alla sua consumazione il ene che hai incominciato' e adempi/5 il mistero che hai a racciato in santa @overtE e in 3miltE sincera#
291"

9on temere' o figlia1 =io' che , #edele in tutta le sua promesse e santo nelle sue operez5' effonderE s3 di te e s3 t3tte le t3e figlie la s3a enedizione co@iosa# Egli sarE il vostro ai3to' il vostro ins3@era ile conforto' come A il nostro Redentore e la nostra eterna ricom@ensa#
2918

=reghiamo =io l’una per l’altra' e cosM' @ortando il giogo della carità vicendevole, con facilitE adempiremo la legge di Cristoa8# Amen#

4G4H

!!4$ Come A incerta la redazione di B3esta lettera' cosM anche l2a3tenticitE della medesima# %l <adding' che la ri@orta' traccia anche
am@iamente la vita di Ermentr3de' c3i si deve la diff3sione dell2Ordine delle Clarisse nelle :iandre# Ma tale vita a onda di elementi difficilmente accetta ili# Q3ando sia stata scritta e inviata A @erciK 3na B3estione del t3tto im@ro@oni ile' finch, non si sco@rano elementi n3ovi# Resta il fatto di 3n certo @arallelismo di @ensieri con le altre lettere certe e a3tentiche di ChiaraC non altrettanto @erK si @3K dire dello stile e della @arteci@azione viva e sco@erta che troviamo invece nelle lettere alla eata Agnese di Praga#

7

5 Cf# Lc# 4H' 4J a Cf# "ir# 6J' 6
A # 8' 4I

c "ir# D6' 4D 45 Cf# 5 Cor# 44' 5C Mt# 45' 6J d E # 45' 5C Col# 4' 48 e Cf# Mt# 6' 8 4H "al# 85' 7C 4DI' 6 4I Mt# I' 5JW >v# 47' 8J 47 Cf# 5 Cor# I' 7 f Cf# A # 8' 4I g Mt# G' 5JW Mt# 6' 45W Cf# 5 Cor# 44' 5C Mt# 45' 6J 56 Cf# Mt# 6' 8 5G Mt# G' 5D h Cf# Mt# 47' 5D 57 Cf# Mt# H' 48-4D 8J Cf# Mt# 47' 57 84 Cf# :il# 4' I 85 Cf# "al# I8' I 88 Cf# Rm# 46' 8J eW Lc# 4H' 4J i Cf# 4 Ts# 6' 56 4 A@# 47' 4GC 4 Tm# G' 46 5 Cf# Lc# 4H' 4J 8 >c# 4' 4H D Cf# Mt# 6' DICW "al# 48I' 4G R Cf# 4 Pt# 5' 54 a Lc# 4J' D5
a4 4 c4

Cf# Rm# 45' 4

c Cf# >en# 57' 4G d Ct# 8' D e Cf# Rm# 4D' 48CW "al# D7' 4D f Cf# "al# 44I' 85 g "al# DD' 8 h Cf# Mt# 47' 5JC 5H' 5G i Cf# Rm# I' 4HC 5 Tm# 5' 45C 5 Tm# 5' 44 R "al# 4J7' 8CW :il# D' 8C A@# 8' 6 . Cf# At# 4D' 55 l Cf# Mt# 45' 6JC 5 Cor# 44' 5 m Cf# E # 5' 4J n Cf# :il# 8' 4D o Cf# >en# 8' 4 @ Cf# Mt# 48' DD B Cf# >v# 4' 8 r Cf# 4 Cor# 8' 7C Rm# 4G' 8 s Cf# :il# D' D eW :il# D' 4 t Cf# E # 4' 8 3 Cf# 5 Cor# 8' 4I v Cf# "al# 8J' 5J U "al# 4DD' 8 V Cf# 4 Re I' 5HC 5 Cr# 5' 6 / Cf# 4 Re I' 5HC 5 Cr# 5' 6 z Cf# >v# 4D' 58CW >v# 4D' 54#58 a Cf# 4 Pt# 5' 54
d4 e4 f4 g4 h4 i4 R4 .4 l4 m4 n4 o4 @4 B4 r4 s4 t4 34 v4 U4 V4 /4 z4 a5 5 c5

"a@# 4' HC Col 4' 4H

c > # G' 45 d %s# 8I' 47C "ir# 4H' 5H e Cf# Rm# 45' 4 eW Lv# 5' 48C Col# D' G f Cf# Lc# 4H' DJCW A@# 4D' 8-D
d5 e5 f5

g Cf# Mt# 45' 6J h Cf# 4 Ts# 4' G eW 5 Cor# 44' 5 i 4 Pt# 4' 47 e >v 4' 57 R Cf# Lc# 4D' 46C A@# 47'7CW Cf# A@# 54' 5#4J . E # 4' 8CW "a@# H' 5GCW Cf# 5 Cor# 44' 5 l "al DD' 4J m Cf# Lc# 5' 45 eW Mt# 44' 56 n Lam# 4' 45 o Lam# 8' 5J @ Ct# 4' 8 B Ct# 5' DCW Ct# 5' GCW Ct# 4' 4 r Pr# 8' 8C Cf# 5 Cor# 8' 8 s Cf# Tt# 5' 48 t "ir# D6' 4 3 >c# 4' 45CW Cf# "a@# 4J' 4HC "ir# 4I' 55'W > # 4D' 5 v Cf# "al# H6' 45 U Cf# Lc# 7' 58CW A@# 4D' 54C Lc# 5D' 5G V =t# 44' 4C Lc# 4J' 5HC 4 Cor# 4G' 55CW Cf# >v# 47' 56 / Cf# Mt# 5G' D4 eW 5 Tm# D' 6#H z "al# 4DD' 48 a >c# 6' 4GCW >al# G' 5
g5 h5 i5 R5 .5 l5 m5 n5 o5 @5 B5 r5 s5 t5 35 v5 U5 V5 /5 z5 a8