You are on page 1of 2

Cantoni Paolo

3°E

3

Aprile

2013

Relazione progetto Comenius: attività di pesatura dei rifiuti per individuare l’energia contenuta al loro interno.
Lo scopo dell’attività di pesatura dei rifiuti è quello di individuare l’energia arginata dentro essi, tramite i rifiuti prodotti dal nostro istituto ogni settimana per circa un mese.

UNO SGUARDO SULLA TEORIA . . . . Partiamo da questa semplice domanda: Cos’è un rifiuto? I rifiuti sono tutto quanto risulta di scarto o avanzo alle più svariate attività dell’uomo. In Italia, secondo la Circolare del Ministero dell'Ambiente 28.06.1999, si ha un concetto di “disfarsi” pari a quello di portare l’oggetto oppure la sostanza verso operazioni si smaltimento o di recupero. Cos’è il riciclaggio? Per riciclaggio intendiamo l’insieme delle operazioni che si svolgono per recuperare un certo tipo di materiale o sostanza, invece di portarla allo smaltimento in modo tale che sia ancora utilizzabile per le esigenze dell’uomo. Si parla di sistema di riciclaggio riferendosi all'intero processo produttivo, e non soltanto alla fase finale; questo comporta:

per la produzione dei beni, l'uso di materiali biodegradabili che facilitano lo smaltimento "naturale" della materia nel momento in cui il prodotto si trasforma in rifiuto;  l'uso di materiali riciclabili come il vetro, evitando i materiali più difficili o impossibili da riciclare;  la raccolta differenziata dei rifiuti, passaggio fondamentale del processo. I materiali riciclabili sono tutti i rifiuti che possono venire riutilizzati per produrre nuovi oggetti uguali allo scarto (vetro, carta) oppure utilizzati per produrre nuovi materiali (legno, tessuti).

Cominciamo la relazione descrivendo i materiali che si sono utilizzati, in particolare la bilancia che ci è servita per:   Sia per vedere quanti Kg di rifiuti venivano prodotti nelle varie classi ogni settimana per un intero mese; Sia per calcolare l’energia che i rifiuti prodotti incanalano.

oltre alla raccolta differenziata. di andare a ripulire l’area che comprende la zona della scuola per l’anno successivo. ovvero il Mercoledì. uguale per tutti. la Prof. ovvero per altre 3 settimane fino alla fine di febbraio. dato che abbiamo avuto il compito di pesare i rifiuti. Freddi Antonio ai docenti.  Successivamente ci si è divisi in 12 gruppi composti da 2/3 persone ciascuno. per arrivare all’effettivo raggiungimento del nostro scopo. . finito i lavori.  Poi abbiamo deciso un giorno della settimana. può essere quella di usare imballaggi di cartone al posto di quelli in plastica Oppure. è stato chiesto dalla nostra insegnante di Geopedologia. In classe è stata letta una mail. per chi perde. Un’altra possibile soluzione. Nella nostra classe.ssa Troni Mara.  All’inizio si è andato a dire alle varie classi di non svuotare i cestini per una settimana. naturalmente. un’ulteriore soluzione può essere quella di aggiungere alla gara di raccolta differenziata. di trovare 3 soluzioni:    Una soluzione al problema dei rifiuti.  Tutti i calcoli. erano segnati i vari cestini: carta. può essere di usare della plastica biodegradabile per confezionare le merende che i “paninari” ci portano ogni giorno a scuola. si riportavano i cestini nella classe e gli si diceva che entro la fine della giornata sarebbero dovuti andarli a svuotare perché poi la settimana successiva si sarebbe ritornati a fare la stessa operazione. si scrivevano i dati nella tabella con accanto l’effettiva trasformazione da Kg (chilogrammi) a Kcal (chilocalorie. in modo che noi riuscissimo nel nostro scopo. a cui poi verranno assegnate in modo equo le classi dell’intero istituto. in cui si chiedeva agli studenti di trovare idee su come risolvere i vari problemi sui compiti che hanno eseguito.  Tutto questo procedimento.  Effettuata la pesatura. cioè dal punto in cui si dice che a partire dalla 2° ora si andava a pesare i cestini. lo si è ripetuto per altre 3 volte.Cantoni Paolo 3°E 3 Aprile 2013 Procedimento:  All’inizio si è cominciato a parlare dell’argomento per introdurlo dandoci un’idea generale su cosa si sarebbe andato a trattare. plastica e residuo. sono stati riportati in un foglio di calcolo Excel.  Successivamente. con colori diversi. ci si è anche attrezzati con una pianta dell’edificio dove. che in alcuni punti ci ha anche aiutati grazie alle sue funzionalità.  Dopo aver riportato i dati sulla tabella. per andare ad effettuare la pesatura dei vari cestini nelle varie classi. scritta dal Prof. cioè l’unità di misura dell’energia) che si faceva per ogni bidone pesato. a partire dalla 2° ora. i gruppi uscivano uno alla volta per andare a pesare i cestini.