You are on page 1of 32

'%l*zo G,t2PAREREIN TEMA DI MISURI, PER CONTRASTARE LA C.D.

"PIRATERIAINFORMATICA"

1. L'avvento delle tecnologieinformatichelegate all'uso e all'accesso alla rete web ha postoe pone,comeè noto, nuovi problemi connessialla difficoltà di disciplinare e controllare la diffusione di contenutiaventi a che fare con le diversemoda.litàl di csprcssionc dcl pcnsicro,dclla creativitàe dell'immagine, suscettibili di essere comunicati e ricevuti da un novero in un indeterminato di fruitori: una'îvoluzione" paragonabile della stampa. Per di certo senso a quellaseguita alla invenzione più una delle caratteristiche fondamentalidi tali tecnologie è il loro essereper definizione "transfrontaliere", ne1sensoche ls comunicazioni relative, dovunque sui originino, hanno l'attitudirìe a raggiungerei potenziali fiuitori in ogni parte del globo. Non meraviglia perciò che i legislatori, gli interpreti e gli applicatori del diritto si trovino a doversi interogare sui modi in cui i fenomeni e le condottc riconducibili all'uso di tali

il corretto regolaú al fine di assicurare tecnologiepossonoessere equilibrio fra i diversi diritti e interessicoinvolti. In linea di principio, non vi è alcun dubbio che la produzione frutto del pensieroe e la circolazionedei contenutiin quesúone, del1a creatività umani, ricadano ne1la sfera di protezione (aît.2I del pensiero costituzionale dellalibertàdi manifestazione come è noto, la "parcla", lo che riguarda, della Costituzione), di diflusione", conciò sicutamente "scritto"ed "ogni altromezzo abbracciandoogni tipo di tecnica suscettibiledi "diffbndere", cioè di comunicare a una serie indetenninata di soggetti, il pensiero.Onde non vi è dubbio che iprincipi costituziona.li del pensiero relativi alle garanziedella libertà di manifestazione trovino applictuioneancheai nezzi di diffusione legati a Intemet e alle tecnicheinfomatiche in generale. Parimenti,tuttavia, non vi è dubbio che i limiti all'esercizìo del pensiero, che derìvano della libefà di manifestazione dall'esigenza di proteggere ahri diritti o interessi socialì preminenti, e che si ricavano esplicitamenteo implicitamente ovverointrodottidai legislatorisulla basee dalla Costituzione,

ad operare comunque nei limiti della Costituzione,sonodestinat'i anche nei confront'i delle manilèstazioni prodotte o diffuse ricorrendo alle tecnologie informatiche, senza che si possa legittimamente invocare l'esistenza di "spazi liberi" di

comunicazione o di diffusione esentida tali limiti o sottratti agli inten/enti di autorità intesi a farli valere in concreto.Così, per esempio,1a protezionedell'onore e della repu[azioredelle personevale e deve valere anchenei riguardi di espressioni diffuse sulla rete web; o i divieti di rivelazione di determinate informazioni, discendenti dalle norme che proteggono i van "segreti", in questo caso. nonpossono non valere anche quelli collegati Fra tali limiti, vengonoqui in considerazione nella stcssa ovviamente delleoperedell'ingegno, alla protezione misura in cui tale protezione può legittimarnenteopporsi alla "liberamente" La diffusione di pretesa il pensiero. di diffondere contenuti in violazione dei diritti d'autore dentra pienamente nell'area delle condottedi diffisione del pensierovietateperché lesive di un limite alla relativa libertà. E non vi è ragionealcuna quando per escludere o limitaretale diyietoe le sueconseguenze

ente" accesso dal luogoe nel momento d. comma 1. ha ridefinito iI al pubblico su filo o smza fi. La legislazione le forme di protezione esplicitamente dell'esigenzadi estendero del diritto d'autore all'utilizzo di tali strumenti di diffusione.la diffusione avvengacon mezzi telemarlcl e così attraversositi a tutti. In della paficolare. recaîte"Attuttzione direttivú 2001/29/CE sull'armoniuazíone di taluni aspetti del diriîîo d'auîore e dei diriîti connessi nella società "iliritto esclusivo di dell'informazíone". 633 de11941comesostituito . leggen. di I'opera al pubblico "eseguíre pubblicamente e di comunicare supporfo"(ar1.fra l'altro. web. n. lgs. 16 sceltiirulividualm. 2 de1 del 2003).il d. che l'autore ha il diritto esclusivo. 68 del 2003. 68 leggen. letterac). 533 del 1941comesostituitodall'at.isposizione che essocomprendeanche"la messa specificando possaal)eni del pubblico tlell'opera in manierdche ciascuno (art. n.cometali accessibili si è fatta da tempocalico italianaed europea 2.lo dell'opera" comunícazíone a d. lgs. mediante I'impíegodi qualunque dall'aú' 6 del d.61.

lgs.d.70 del 2003). l. 317del 1986. fra I'altro. d.il cui fine è "promuovere riferimenîo aI commercio eletîronico" dell'inJòrmazione" deí senizi della società la libera circolazione (alt.ha il di tbnogrammi 1gs.n. ma) . comma1. i a. dietro reÍribuzíone. escludeespressamente "diríÍti d'úutore" e i "diritti assímílati" (non già dall'applicazione delle norme dello stessÒ decreto. lettera di un desÍinatario individuale d^ll'arf. n. nonchédt "qualsiusiservizio per via elettronica e a richiesta ú dístanza. leggen. cli senizi" (aft.2. 68 de1 1941comesosúluito Il d. n.lgs. lettera richiamalo b.11del d. commal.legge n. 68 del 2003). comma1. 633 del individ. e che il produttore diritto csclusivo "di autorizzare la messa a disposizionedel pubblico rlei suoi fonogrammi in maniera tale che ciascuno possa aventi accesso dal luogo e nel momenîo scelti (art-72. comma1). dall'art.icidei senizi della società dell'informnzione nel mercato intemo.n. 1. con parficolare .leffera d. cioè delle "útîiviîà economiche svolteín línea presîatonormqlmenfe on line".ualmente" 2003). 70 del 2003. recante"Attuazíonedella direttiva 2000/31/CE relativa a taluni aspetti giuri. lgs.

68 deÌ 2003". 6 de1d. n. precisa disposizioni del medesimodecrefo"non sono in pregiudizio deí principí e dei diritti" di cui al citato d. utiliuata per La piatnJorma (comma1).aawliovisivi operano nel rispetto dei diriîîi 6 .44 del2010. lettera. nel cosiddetto "ambito regolamentato"di "limítare la libera circolazione dei senizi della società dell'informazíone provenienti (Lz un preslalore il srabilitoin un altro Statomembro"(art. commr delle specifiche dall'applicazione 1 e 2.4. comma1. lgs. I77 del2O05.disposizioni dell'af. lgs. n. lgs. concementi il divieto. e radiofoniciapprcvato audiovisivi che le introdottocon l'art. stabilisceche "í fornitori di senizi di media audiovisivi iI pieno rispeîtodei princípi e deí tliritti" di cui alla assicurano legge sul diritto d'autore e " indípendentemente tlalla successive modificazioni. 3.32-bis del testounico dei servizidi media con il d. che"i fomitori auJiovísivi" di conîenuti trasmissione di ser"vizídi merli. n.T): invocatoil principio di che significache non potebbe essere libera circolazionedei servizi per derogarca. A suavolta l'art.llenornÌe di tutela del dirittod'autore.

eidiritti connessi". 171. disponeinfine che "l'AuÍorità [per le garanzienelle comunicazionl]anana le per rendzre úettiva disposizioni regolamentarinecessarie I'osservanza tlei limiti e divíeti di cui al presefie artícolo" (comma 3). comma 3+er. convertitocon 1asanzione dalla leggen. de1la 3. 43 del 2005.la letteraa-bis dell'm. o pafti di Íali programmi.o pat"îe di essa".l. senzail consenso d."si astenSono ed in particola-re d'autoree d. dal trasmettere o ri-trasmetlere. In connessione htrodottadall'af.i titolari dei díritti. del d. immetÍendolúin un sistema di retí un'opera di qwtlsiusigenere. o mettere comunque a rlisposizionedegli uîentí. n. leggesul diritto d'autore. protetÍa.7 del 2005. con tali discipline. dell'íngegno .conlna 1. sw qualsíasipiattaforma e qualunque sia ta típologia di seruizioofferto. mediante connessioni îelematiche.ha esteso modificazioni penale per violazione del diritto d'autore a chi "meîte a disposizionedel pubblico. e salve Ledisposizioniin maîeria di brevi esîreîti dí cronucq" (comna 2).programmi oggettodi dirixi di proprìeîA inÍellettuúledi terzi.

possano o debbano intervenire perimpedire e reprimere le condotteillecite in questione. che si poneè quellodi sapere 3. cioè le pralche di diffusione. suÌlerritorionazionale. L'unico problema attraversoquali strumentie attraversoI'esercizio di quali poteri. a. di opere dell'ingegno protette.ncheaÍraverso I'accesso a siú web dovunquc ubicati e registraú.La cosiddetta"pirateria infbrmatica'. relativamente alle condotte sanzionatori su istanza degli interessati. quali autorità. di operedelf ingegno consentita. e in sedecivile.11quesitocui si . Ncssun dubbio può sussisteresulla cornpetenzadella in sedepenalei suoi poteri repressivie ad esercitare magistratura vietate. via Inlemet. trova dunquesul piano sostanziale precisi strumentidi confasto: onde non v'è dubbio circa la illiceità di ogni condotta che concorra alla diffusione non protette. in violazione dei relativi diritti.i poteri inibitori e di condannaal delle all'applicazione dei danni che conseguono risarcimento norme generali e spesiali applicabili ir rrìatc[ia.

La Costituzione non disciplina in per f'ar disposte essere le misureche possono modo esauriente la libertàdi dei limiti cheincontra I'osservanza valerein concreto le O meglio.L'art.deve rispondere è quello relaúvo all'esister. manifesxazione misure adottabili nei confronti della stampa.e disciplinando prevedendo in particolale una dello stampato.nonchéquello nci cui confronti erano i maggioriabusilesivi dellalibertà. si limita a precisare del pensiero. alla reaTiz. slampa stabilisce con precisione taluni divieti di interventi preventivi (vietando Îorme di atfonzzazioneo censura:secondo successivi nel detaglio gli inl. com'è noto. trattandosi del mezzo dt diffusione più influente all'epoca in cui il testo costituzionalefu adottato.dal puntodi vistacostituzionale. non si può Va premesso che.zd e all^ configurabfità di poteri e strumenú di intervento di autorità amministrative. oltle che a que11e inibitori in questa materia.azsone . in passato intervenuti infatti.eryenti comma).z. dubitarede1lapossibilità di attribuire ad autoritàamministrative. a propositodella 21 della Costituzione. e poteridi inteNento repressivi giurisdizionali.

Questa speciale disciplina vale però solo per le naDifsstazionidel pensieroa mozzostampa. ha annesso dedicatoparticolareprotezione. per Ìa stampa sulrogabile. giudiziaria solo in casodi assolutaurgenzae di impossibilità di intervenire per l'autorità giudiziaria. paficolare importanzae per le giàL dcordateragioni.riserva "rinfbrzata" di legge e una riserva di giurisdizione.cui la Costituzione. Dal secondo indicazione dei responsabili vista stabilisce che occona un atto motivato dell'autorità e poriodica (terzocr. precisatidalla legge.Non vale per gli "altri" mezzi di diffusionedi cui al primo comma dello stessoart.rnuna). che per le manifesmzionil/ietate h quanto conlrarie al buol sosturììe prevede espressamente che la legge "stabilisce prowetlímenti 10 .Dal a sequestro chesi può procedere primo puntodi vistasi stabilisce degli stampaúsolo nei casi. di delitti contemplati. da un atto delÌa tempestivamente polizia giudiziaria soggettoperò a convalida della prima entro termini brevissimi(quaÍo conrma).2l: come confermafra I'alno il sestocommadello stessoarticolo. o di violazione delle nonne suÌla espressamente puntodi (terzocornma).

prevedendo provvedimentigiudiziari o amministativi limìtativi intervengano dei servizidella nell'ambitoeuropeo dellalibertàdi sircolazione l1 .70 del 2003. Si deduce da tale esame sistematico della norma che nei confronti dei mezzi di diffusione del costituzionale pensiero diversi dalla stampala tegge può prevederepoteri e misure adeguati all'esigenza di impedire e di reprimere le violazioni dei limiú alla libertà. ove.adeSuati a prevenire e a reprimere le violazioni". lgs. 5 comma2. Naturalmenteciò non signifrca che la legge sia libera di disciplinare1amateriain qualunquemodo: occorreràpur sempre che le misure preyiste rispondanoa criteri di proporzionalitàe che siano adottatesu1labasedi una sufficiente baselegale Un richiamo a tali criteri si leggeper esempionell'art. la possibilitàche del d. fermo restando evidentementequarìto sancito dai commi precedenti solo nei riguardi della stampa. senza precisnrne la natura e la competenza. senza essere soggetta alle puntualiprescrizionidettateper la stampa. n. 4.

"proporzionati a tali obiettiví"(lettera a). 10 che I'eserciziodella libertà di espressione. debbono in concreto essere "necessarí. 12 . tiguardo ad un lesivodeglí senizio della societàdell'informazione determinaÍo pubblici tli cui al commal obíettiti posti a tutelarlegli interessi investigazione. d'altra parte. di reafT]. "per la prevenzione rlemocratica". può esseresottoposto alle comportadoreri e responsabilità. dei diritti dell'uomoe de1le 2 in Italia con la legge n. otuero che costituisca individuazionee perseguimento un rischio serío e gruve di pregiutlizioagli stessiobiettíví" (lettera A). formalità. restrizioni o sanzioni che sono previste ín una socielà mísurenecessarie. degli stessi criteri che valgono a definire le condizioni di ammissibilità delle misure di "ingerenza'delto Statonella libertà di diffusionedel pensiero per la salvagumdia europea l'art. dalla leggee checosîiÍLtiscono dei redîi" (e le fra I'altro.Recita il paragrafo "poicftl dell'art. nonché Si tratta. [tra cui quello relativoall'opemdi prevenzione. 10 dellaConvenzione secondo resaesecutiva libefà fondamcntali.chedettiprovvedimenti si stabilìsce "società delf infomrazione". 848 del 1955. condizioni.

rantiticon carattere di effetrività.tali).l'equilibrio necessatio ed esigenzedi tutcla degli a. in fra esigenzedi tutela della concreto. caso)sullastampa.vi è una esigenza al principiodi proporzionalità.. (e fra questisonocefamente i diritti su1le opere criteri riconducibili valgonoi consueú Da unaparte. che 13 . illecito della stessa potrebbero lesi dall'esercizio essere la già richiamata Di tale principio è ad esempioespressione disciplina costituzionale (ancorchè non applicabile nel nostro i provvedimenli prevedendo chesi preoccupa. sesto comma. là dove richiede misure le violazionidel limite del per prevenire e reprimere "ad. dall'altra. richiamata delle misure previste (esplicitamente di adegualezza dall'aÍ. violazionidei diritti sulle operedell'ingegnosonospesso nonché"per la protezionedella reputazioneo dei díritti altrui" deli'ingegno).ltri diritti che liberlà di espressione libefà.eguaîe" è úconducibileal L'esigenzadi adegtafrzza buon costume). assicurandoquindi effettivamente.dunque. 2I. di sequesfo d'uÍgenza de1la stampa perir. sia delle esigenzedi teÍIpestività. Cost.però.rtlicada parte della polizia giudiziaria. principio generaleper cui i diritti debbonoesserega.

di una competenza (AGCOM). Le considemzìoni in mateúadell'Autorità per parte della legge.ri.potrebbero essere eluse se si dovesse attendere I'inlerYento do1l'autorità giudiziaria. le caratterisrichedel fenomeno qui considerato (la 'lirateria Informatica")sonotali da richiedere la con evidenza tempeslivi.ad evitarela compromissione dellalibertàdi espressione. data la natum previsionedi interventi assolutamente che paficoìarmente "diffusiva" dellareteweb.Una tempestività di far ricorso dalla necessità potrebbe esserecompromessa esclusivamente all'autorità giudiziaria: senza dire che la diffusione del fenorneno. Ora. all' apparato da svoltedannoragionedella previsione. suscettibile di intervenire quando il danno derivante dalla diffusione del periodico si sia già controlli giudiziad a inimediabilmenteprodotto.La leggesul diritto 1egaranzie nelle comunicazioni 14 .sia di apprestare eccessiva loro volta tempestivi.rischierebbero di produrre un carico eccessìvo giudiziado.e durque il numero degli interventi necessa. 5.

di accesso a locali e di richiesta concementi fta l'altro i supportidi registrazione. con la previsione dei poteri dell'Autorità 1997)è stataintegmta nel campodel dftitto d'autore(art. comma suavolta. viú etere e via cavo. 182-bis. comma6.comrna 3.e modificato dall'aÍ. l'art.fonografico e qualsiasi dlÍro suppotlo nonché su ímpianti di utilizzpzionein pubblico.n. della leggen. 248 del 2000. integrata con la espressa d'autoreè stata unitament€ alla SIAE. "sull'attività rli riproduzione e duplicazionecon qualsiasi procedímento. e conìma3.A introdottodall'art.68 del 2003). 633 del 1941.previsione all'AGCOM.n. di potcri di vigilanza. 11. del d. di documenti commal. n. 31 del d. 1.su supporto audiovisivo. numero4-óls.lgs. 2zt9 dei la leggeistitutivadell'AGCOM(legge Parallelamente. 248 del 2000). 2.comesi è ricordato. dellaleggen. fra l'altro. l5 . lgs.37-bis. nonché sull'ax itù di dillusione prevedendo radiotelevisivacon qualsiasi mezzo eJleîtuaîa"'. feÍera a. analogici o digitali (art. 11 dellaleggen.introdottodal'art. dei relativicompitil'autoritàpossa altresì cheper lo svolgimento conferire funzioni ispettive a propri funzionari ed esercitare di esibizione poteridi ispezione.

n.nell'ambito de1laUnione europea. prevedeche sia I'Autorità pcr le garanzienelle comunicazionia per rerulere emanarele "disposizioni regolamentarinecessarie effettiva I'ossenanza dei limiti e divieti" di cui al medesimo articolo. 44 del 2010. aggiuntodall'art. individuazione investigazione.trità degli organi amministraîivi di vigilanza o delle autoritòL indipendenîi di settore". della"liberacircolazione" giudiziaria o esserelimitaÍa. 6 del d. in temadi servizidella "società dìsposizioni all'usodellarete. In particolare.ha ilevanza penale). lgs.70 del 2003 detta specifiche dell'informazione". reaîi" (e la violazionedei diritti d'autore. 1gs.Esso fm l'altro i serviziconnessi disciplinando il principio prevedebensì. con prottedimenîotlell'autr. Di più.n. di settore autorità indipendenti del1e t6 .177 del 2005. come si è detto. relativi appuntoalla protezionedei diritti d'autore. il d. E' significarivo che la legge preveda interventinon solo dell'autoritàgiudiziaria.per vari motivi fra tri "l'opera di guimenîodi e perse prevenzíone.ma espressamente anche di organi amministrativi di vigilanza e specificamente (pernoi I'AGCOM). cheessa'puÒ ma aggiunge dei servizi.

comma Gli interventi di autorità amministraúve. 15.comma 3. comma 3. nell'eserci.dei le responsabilità 10 stesso testolegislativo. "impediscao ponga fine alle violazíonicommesse" 2. 70 del2003). d. ovvero l'autorità giudiziaria o amministrativacompelente.nel disciplinare prestatori di servizi dspcttivamcnte nell'attiyità di semplice frasporfo (mere conrJuít). 14. possano quali misureconcrete o 6.7 .zi. lgs. afferma che I'Autorità giudiziaria o quella amminisfativa avenli funzioni di vigilarua. di memorizzazione temporanea (cachínd e di memoizzazione di informazioni (hosting). (attt. Infine occorredomandarsi adottatedall'Autorità garanteai fini di tutelarein debbano essere concretoi diritti d'autore nel caso di violazioni commesse 1'. dnche in ría di del. e 16. cheil presÍatore.le attírít.n. e in specie nel casodi violazionidei limiti e divieti imposti de11'AGCOM.sonodunqueespressamente con specifico riferimento anche ai servizi collegati all'utilizzo della reteIniernet. legge legittimatidzLlla dalla legge."può esigere.l" ispettiYe.o urgenza.

dallainesistenza immessi i imitataai dati c contenuti 18 .nonchédi emanare necessarie nell'esercizio dei compiti di vigilanza regolamentari in ogni casochei si è dettosi desume ad essa affidati. La rele InteÍIet è infatti caratterizzata facilitàL di immettere in rete contributi ad opera di soggetti ovunque ubicati. dalla possibilità di accessopraiicamente di in rete. reprimere Le disposizioni di legge ricordate non enunciano alla stessa ma demandano le misurein questione.il principiogenerale rendere effettiva la tutela apprestatadalle norme ai dirini in questione.attraverso gli stnÌmenti e i serrr'izi qui considerati.Da quanto idonei comunque poteri di interventodell'Autorità devonoessere a raggiungere1o scopo.nel casodella"pirateria dei mezzi impiegati per la diffusione dei delle camxteristiche da. Ora. cioè per la'birateria informatica". del resto. secondo.llaestrema contenuti. a pena di rendere ineflìcace la tutela che imponedi prevista. si devetenerconto informatica". specificamente di dispone misure che impediscanoo Autorità il potere-dovere le disposizioni pongano fine alle violazioni.

o diffusione ad unasuacomunicazione web equiva. retee di ricerca e selezione 19 . Ma a tale diritto sommette ovidentsmente a renderla possibile) il violazione concorrono(concorrendo e gestisce il sito nel quale i contenuti soggettoche appresta accessibile agli cherendono nonché i soggetti vengono immessi.le Chi e per di più ad un pubblico indeteminato e indeterminabile. immessi Opera in questo ambito una pluralità indeterminata di coloro che vi soggetti: coloro che creanoi siti e li gestiscono. Può senz'altro affermarsi che la protettoda diritti d'autore. coloro che prestanoagli utenti i servizi e I'uso delle tecnologie per accedere individualmentee direttamenteai dati e necessarie ai contenuti immessi in rete. alla prestando i servizidi connessione utenti il sito medesimo. al pubblico. dei contenuti. degli aventi senzail consenso dunquecompialale operazione una violazione.in un sito immissionedi un contenuto.un unico centro che controlli il flusso dei dati e dei contenuti nellarete. immettono contenuti fruibili da chiunqueaccedaal sito.

la discussione pretendere da partedegli operaroridei diversi servizi che rendono a possibile o facilitanol'uso dellareteun contollo sui contenuti possibile Ma o più facile l'accesso. e gli altri operatori che possono essere o meno dell'operazione e dellasuailljceirà. ove resi edoui della violazione e in grado dal punto di vista tecnico di controllareI'accessoe 1a fruizione dei contenutiprotetti. 15 e 16 del d. 20 . cui essisi limitanoa rendere a fondo questoproblema. in quantosoggettiai poteri di vigilanzadell'Autorità possonoessere destinatari di ordini amministrativi intesi ad evitare che la violazionepersista. i4.E' consapevoli del contenuto sui limiti entroi quali si può apefa. non occorrein questasedeesaminare E' sufficienteinfatti chiarireche tutti i soggetticoinvolti. n. 70 del 2003 con riguardo alle diversetipoìogie di precisanoanaliticamente.Naturalnente. ai fini di determinare le rispettjve e senza il fra chi scientemente responsabilità. comesi sa. Del resroi già citati aÍt. si dovràdistinguere consenso degli aventi diritto immette in rete un contenuto protetto. Ìgs.e se del caso di sanzioniper non avervi ottemperato.

caching e hosting). lettere4 c b). n.attività (c. qualora sia a conoscenza di presunÍe attiviîà o intòrmazioni illecite rigward. mere condwiî.eche indichino Ia presenza dí attività illecite". 70 del A suavolta l'art. ma aggiunge che il prestatore è comunque tenuto"ad infomare senzaindugio I'autorità giudiziaria o quella ammínistrútivaaventefunzioni di vigilanza.a richiestadelle dell'informazione" autorità competenti.d.le informazioní in suo possessoche dei suoi senizi con del rlestinatario l'identificazione consenÍano dei datí. 17 dello stesso memofizzate. lgs.le condizioni verificandosi 1e quali il prestatoredel servizio rispettivo non è responsabile del contenuto delle informazioni trasmesse o d. e inline del conienuto responsabile è civilmente che il presiaiore dispone 2l .né ad un obblígo generaledi ricercare aftivamenîefatîi o circostanz.antiun swo destínatariod.el servizio clella società e t'forníre senzaintlugio. ad dei servizi "non è assoggeîîato 2003 afferrnache il prestatore wn obbligo generaledi son'eglianzasulle informazioniche Írasmeîteo memorizza.tttività illecite" (comma2.fine tli indiviluare cuí ha accordí dí memorizzazione e prevenire. al .

una volta resi edotti della violazione e quindi resi destinatari dell'ordine. provveduîoad in-formarne di i limiti entroi qualii prcstatori consente di individuare dunque per possono essere chiamatiin corresponsabilità ciascun servizio i servizimedesimi. contenuto La legge l'úuforità compeîente". "non ha agito prontamente pet ovverose.senza Nel casodi immissione diritto e dunque in violazione dei diritti d'autore.dei servizi nel casoin cui. richiestodall'autoritàgiudiziariao amministrativa di vigilanza. di contenuti adottabileè I'ordine di protetti. disporre la rimozione dei contenuti in questjone (salve owiamente le 22 . avendoavuto a detto contenuîo. sia i soggettiche controllanodal punto di vista tecnico tale immissione e possono perciò. la prima misura evidentemente e quindi dalla rcte. i singoli rímuoveredal sito interessato. contenuti protetti medesirni: ordine che può riguardare sia in alla loro immissione cheha proceduto iÌ soggetto direttamente rete. impedireI'accesso per un ferzodel illeciîopregiurlizievole del carattere conoscenzú non ha di un senizio al quale assicLtaI'accesso. utilizzando le violazioni commesse degli aventi il consenso in rete.

decreto nel casodi sití crcatie gestitifuoú Ma le cosesi cornplicano dal tenitorio nazionale. in quatto tali non soggetti alla legislazione nazionale e i cui gestori sono comunque destinataridi ordini (e soprattutto difficilmente in gradodi essere di ordini efîicaci) provenientidalle autoritànazionali'D'altra tecnichedella rete.ell'informazíone forniti da wt prestatorestabilítosul territori.o ila.l.inno si conÍormano alle disposízioni nazionali e alle norme"dello stesso applicabilinell'amhitoreSolamenîaÍo legislatìvo.garanzie procedimentaÌiintese ad assicurareil contraddittorio con iì soggettoche ha procedutoalla imrnissionee che potrebbe può Taleordinedi misure I'esistenza dellaviolazione). questadi contenutiprctetti. 23 .arche dà accesso condizionia1lequali sono e alle stesse nel territorionazionale. n. lgs. del d. commal. ai sensi del sito abbiasedene1terdtorio nazionale. senzai1 consenso a tali contenuti ad un pubblico rdeterminato. 3. per le caratteristiche degli aventi diritto. 70 del 2003 "i servízidella societàd. de11'art. contestare in via di principio appariresufficiente nel caso in cui il gestore postoche. l'immissionein pafe.

e cheil pubbliconazionale la possibilità sempre quindi ai contenutiprotetti. Poiché i prestatori dei servìzi di accessoalla rete sono sull'efficacia contare timitato. che agire nei confronti. clro f intervonto nei confronti dci prcstatori meno nell'evitare o quanto nazionali di rali serviziabbiasuccesso di fatto ai contenutiprotetti e 1'accesso nel ridurre enormemente I'impatto concreto e di conseguenza dunquela loro dif'fusione. anche se resta acceda alla rete.datele caratteristiche dell'utenza e dei servizi della "società delf infolnazione". nei confronti di coloro che vi alla rete e connessione i servizidi accesso concoronoprestando utiiizzati sul territorio nazionale.accessibilii siti "nazionali". In tal modo. Sarcbbedunqueincongruoche non si potesseintervenire efficacementenei confronti dei gestori di siti ubicati all'estero (fra ì quali. è assaiprobabile.per interr'enile efficacemente. per altre vie. dellaviolazione. com'è noto. se individuati. si annida prevalentemente informatica'). la "pirateria In questi casi non v'è altra possibilità.è possibile e in numero conosciuti 24 . oltre che dei diretti autori della violazione.

"oscuramento" dei siti). Tale accesso ai siti in questione intervenire sullabase dovrebbe genere di ordini.d. dellalegge lin€ di altri contenuti n. ma solodi rendere nei siti a cui essirendono o meno accessibileun sito in quanto tale.evidentemente. stahilisce che "al Jine di contrastarela 25 . con le debite procedure. ma della sistenÌatica siffaÍi contenuti da parte di un deterninato sito. 1. non di una occasionalepresenzanel sito di contenuti protetti diffusi in diffusione di violazione dei diritti d'autore. così da consentiredi qualificameI'attività comevera e propria pratica di informatica'. comma50.tali prestaton di un ordine a loro diretto. (c. Ma poichénormalmente i contenuti immessi di servizi non sono in grado di selezionare possibile l'accesso. "pirateria Non a casosi trattadi misureche sonostateesplicitamente previste da norme specificheintese a impedire la diffusione oz vietati.CosìI'af. dell'accertarnento.lo stesso agli uientiche si servano cheprecludono. sembn evidenteche I'unica forma praticabileed efficace di iniervento nei loro confronti sia quella di ordinarel'adozione delle mjsure tecniche di tali servizi. 296 del 2006.

della leggen 38 269 del 1998.. sono fine d...al ai sití segnahti dal Centro..aggiunto tecníciper impedire del 2006.scommesse o di telecomunicazione.|4-quaterdella leggen Parimenti. 26 .e rubricato"Utilíuo di strumenti pedopornogrartco". con uno o più e delle Jinanze provvedimenti del Ministero dell'economia Amministrazioneautononutdei monopoli di Sfatu sono stúbiliîe le modalità per procederealla rimozionedell'offern. in víolazione rlellenormedi leggeo di o abilitatívoo. comma1. autoríuazíone. comunque.i impedire I'accesso obbligati atl utilizzare gli strumenti di filtraggio e le relative soluzioni tecnologiclrc confornú aí requisiti indíviduati cort di concertocon il rlecreîorlel Mínistro clelle comunicazioni. regolamenÍo o delle prescrizioní c@inite dalla stessa per ì'inosservarza e si sonoprevistesanzioni Amministrazione". 19. ha maîeriale I'accesso ai sitíchediffondono dispostoche "i fomitori di connettivitàalla rete INTERNET. I'?'út. attraNerso tlí giochi. di tali provvedimenti.). le reti telemaÍiche o concorsi pronosîici con vincite in denaro in diktto dí od altro tifolo qutorizzalorio licenza concessione. dall'art.dffisione del gioco irregolareed illegale(.

alla legge. di limiti e restrizioni chein materia Va premesso e dunque anche della libertà di diffusione del pensiero. vale della riserra di legge. si può ritenere superabilein base aÌle cheseguono. a mio giudizio. a differenza ragionare è chenellaspecie di rangolegislativo unaspecifica disposizione appena richiamate.e tuttavia. ma è spesso di interventi di fonti subordinate quando sussistauna "relativa". nel senso che è soddisfatta da e specificata integrata basedi leggechepuò cssere sufficienxe 27 .Ministro per l'innovazione e Ie teonlogie e sentite le associazioni xaggiormente rappresenîalive deí fornitorí di connettivitàdella reteINTERNET'. la possibilità totalmente tale cioò da escludere di tipo "assoluto".per il principio costituzionale certamente cui occone una base legislativa che sorreggagli interventi Tuttavia1ariservadi leggenon è sempre limitativi e repressivi. L'obiezione che si potrebbemuoveread un siffatto modo di chenelleipotesi manchi. considerazioni alle libertà. L'obiezionenonè priva di peso. prevedai1 potere di emanarcsiffatti ordini dÍ che esplicitamente "oscuramento" di siti.

fonti subordinate.a disciplina. e si può ritenere ragionevolmente di essere dei casi.non altetta.si può richiamare il fatto che il principio nel citalo art.ntoè a dirsi per tutte le misure riguardanri inrcrventi nei confronti di altri mezzi di diffusjone. paragrafo2. 21 (a cui terzoe quartocomma stampa di cui aI secondo. Analogamente. per le note ragioni il Costituente ha atrribuito paficolare importanzae specifìcafutela).NelÌ'ambito qui considerato.che subordina "necessarie del pensiero restrizionialla Ìibertàdi manifestazione in una socieîà democratica'"al fatto che siano "preNisîedalla legge" è pacificamente hterpreiato neÌ senso che devono previsioni normative univoche e suflicientemenrc sussistere precise. 10. della Convenzione espresso la legittimitàdeÌle europea dei diritti dell'uomo.tali cioè da fondarela 'prevedibilità" degli interventi 28 .mentre è la riservadi legge probabilmente come"assoluta" da qualificarsi per quanto riguarda le modalità degli interventi repressividel1a dell'at. per le quali la Costituzionenon contiene una sufficiente.ancheuna basedi leggesuscettibile seconda intergrata dafonti subordinate.

determinate sufficientemente norme nell'attuale ordinamento. purchè con norme . del significato Non è senza a tutti i prcstatoridi serryizi d. ma non necessariamente rango logislativo. riferendosi artt. lgs. a dettoconîenuto. delle varie tipologieprevistenei precedenti civile dei prestatoriper il contenutodei afferrni la responsabilità servizi resi "nel caso in cui. cheil già citatoan.contenutesolo in atti di autodtativi.comma3. n. Esse dunque sono suscettibili di essere disciplinate anche da regolamenti. richiesîo d'all'auîorilà giudiziaria o amminístrativaawnte funzíoni cli vigílanza.non mancano.70 del 2003. al legislativecheprevedonoinlerventi del tipo che si è accennato. dei diritti d'autorenei una efficaceprotezione fine di realizzare confronti de1fenomenodella 'lirateria informatica": interventiin di tutelaper una vera carenzà mancarìza dei quali sussisterebbe tali didni. 17. non ha agito ovverose. In ogni caso. per impetlire I'accesso prontamenÍe del carattere íllecito o pregiudizievole avendoavulo conoscenza di un semizio al qualc assícura per un îerzo del contenuto 29 . 14. 15 e ló.

ai contenutinon può che esplicarsi I'impedimentoall'accesso su ordine dell'autoriù. forme di diffusionedí contenuti letteraa. comma. numoro 4-óls della legge n. 1. attraverso la previsione di "specifici regolamenti" diretti a garantire "l'applicazione delle di ai meui e alle infrasîrwxure norme legislaîivesull'accesso (afi. 633 del 1941. non ha proweduto ad informame L'autorità dei serviziè ai prestatori Ciò che si può chiedere conlpetente".6. nel caso qui contemplalo.nel quadrodella disponibilità di per "impedire o devono disporre. 182-óls. dunquedi "agire prontamente". all'accessoai siti nell'impedimento. la legge attribuisce il nellecomunicazioni espressamente all'Autoritàper le garanzie potere di vigilanza per la tutela dei diritti d'autore su tutte Ìe comma1. numero 2. della comunicazione" di disposizioni la previsione siaattravemo leggen. lettera c.sia in generale. l. come si è ricordato.I'accesso. dellaloggen. 249 del 1997\. nonché un potere regolamentare. mezzitecnicidi cui dispongono I'accesso"ai contenutiprotetti: e. protetti(art.249 del 1997).c art. comma6. 30 . "pirati"In ogni caso.

e le connesseimplicazioni materia non consistono tecniche. e mdiofoniciper la protezione audiovisivi 3. per le caratteristiche attraversogli strumenti della rete. dovramo fondarsi della violazione(che deve e la contestazione sull'accefamento 31 . d.Essecorsistoro Piuttostoin interventi ordinatori dirctti a conformare. 32-bis. memoizzazione.regolamentari dell'Autorità "necessarieper rendere effeîÍfua l'osservanza deí limiti e divietí" posti in materia di media dei didtti d'autore(afl.n.con 1a statuizionedi nel "obblighi di fare". lgs. l'attività dei soggettiche intervengono processo di diffusione. attinente al di contenuto o all'insiemedei contenutidi una manifestazione necessaria forseritenere pensiero): misureperle quali si potrebbe una specificadisciplinadi legge. 177de12005).comma stessedella diffusione D'altronde. come i prestatori di servizi di provvedimentiche.di connettivitàe di accesso: in conformità ai principi generali. 1emisureipotizzabiliin questa in interventi dhetti dell'autorità sui contenuti d'i cui si vieta la diffusione o sul mezzo di diffusione in quanto tale (come potrebbe essereun sequestroo m'isura consimile.

ubicati fuori dal territorio nazìonale. ' . prof. | I YJXIJI*. riser-va di legge. motivati e suscettibil:i di essereopposti e csscrodcbitamente Si ÍaÍa. 27 ottobre r \ l \ ValerilQùda Alv. un livello di meno "invasive"delle libertà. anche procedimentali. la "pirateria informatica". pntichino sistematicamente 2011 Milaro. nel casoin per le garanzie nelle comunicazioni cui si accefino violazioni sistematiche dei diritti d'autore il consenso degli aventi alla diffusione in rete.sufficiente per i soggetti del contenuto coinvolti.senza conseguenti diritto.di misure sindacatiin sedegiurisdizionale. Si può dunqueconcludereche il regolamentodell'Autorità può prevedere. può essere ragionevolmente mirìore.e tali da assicurare garanzie. dunque.dunque essereportata a conoscenzadel prestatoredi servizi). onde anchei1 gmdo di specificazione per soddisfare le esigenzedi necessario delle misure stesse. di contenuti protetti. misure di tipo ordinatorio e interdittivo che prescrivano ai prestaiori dei servizi di connettività e di accessoalla rete di precludere ai loro utenti i quali l'accessoa siti.-' U'Yt\4-\ t / i l I t t t / \ ì l 32 .