You are on page 1of 36

0

Progetto:

L’ombrellone da spiaggia elettronico alimentato da energia solare

BUSINESS IDEA
Collocazione economica:
innovazione di prodotto rivolto al settore industriale manifatturiero e servizi di ingegneria a vario titolo

Diritti intellettuali/industriali:
deposito della domanda di brevetto per invenzione industriale inoltrata presso la CCIAA di Venezia il 06/10/2009

Ideatore e Project Manager Ivano Urban Redazione ultimata il 19 Ottobre 2009

INNTEK Srl – Centro Helianthus Via Calnova, 60 – 30027 San Donà di Piave VE - Cap. Soc. 15.000 € R.E.A. VE 303648 Tel/fax 0421-221188, sito web www.inntek.eu, e-mail info@inntek.eu 0

1

“Incapaci di fare forte ciò che è giusto, abbiamo fatto giusto ciò che è forte”
Blaise Pascal

1

2

Ordine di trattazione: Riassunto e considerazioni di progetto Descrizione, caratteristiche tecniche innovative e dimensioni e peculiarità del nuovo prodotto Sinergia tra benefici economici e ambientali 03 05 08

Valutazioni e stime preliminari sull’implementazione industriale e commerciale di progetto 09 Introduzione al Brevetto per Invenzione Industriale 13

Allegati: Testo originale della domanda di brevetto per invenzione industriale

16

2

dalla realizzazione di centrali fotoelettriche nei litorali turistici. I conseguenti vantaggi che deriverebbero -in primo luogo. Lo sviluppo di progetto è imperniato sull’industrializzazione e commercializzazione di una nuova tipologia di ombrellone da spiaggia. oltreché una serie di dispositivi illuminanti per ravvivare le serate in spiaggia a cui si aggiunge una utile cassetta di sicurezza strutturata e idonea per contenere denaro e preziosi durante le ore di relax nel bagna-asciuga o durante una nuotata. Guardando l’aspetto dei numeri statistici inerenti al “Progetto Ombrò” è risultato che è stato stimato che le spiagge italiane ospitano ogni estate circa 3 Mln di ombrelloni i quali ogni mattina e sera vanno aperti e chiusi con una spesa in manodopera calcolata in circa 21 Mln di Euro. Per merito dell’energia elettrica ricavata dalla radiazione solare.alle tele dell’ombrellone che può investire una superficie che può superare i 2 mq. quelli che vengono definiti i nuovi paradigmi economici prossimi futuri. Tra le peculiarità tecniche integrate nel nuovo ombrellone è compreso un contenitore ermetico avente un coperchio semovente previsto per ospitare al suo interno tutti i dispositivi meccanici. nel sui insieme tecnico-economico. di estendere i sistemi fotovoltaici –silicio amorfo e/o monocristallino. che è dato dal ritorno mediatico gratuito –Nazionale e Internazionale. il tutto quantificabile con un +30%. A tutto questo si aggiunge. inoltre. con una resa economica che può variare tra i 265/530 Mln di Euro anno a cui si aggiunge un risparmio che varia dalle 300/600 mila tonnellate di CO2 immesse nell’atmosfera. e cioè sviluppo sostenibile realizzato in un contesto economico-produttivo con un alto coefficiente di redditività. per esempio per avvertire istantaneamente i bagnanti di situazioni di pericolo come potrebbe essere lo smarrimento di un bambino. sempre per mezzo degli interfoni posti nell’ombrellone. un gruppo di accumulatori elettrici capacitato per mantenere l’autonomia energetica necessaria alle rispettive funzioni operative e con annesso il dispositivo per la relativa ricarica giornaliera. pari alla produzione di una centrale di medie dimensioni. nel nuovo ombrellone sono stati integrati sistemi radio atti ad ottenere la trasmissione di dati e voce con lo scopo di implementare nuovi “servizi” che creano valore aggiunto alle attività di spiaggia. 3 . elettromeccanici ed elettronici congeniati per ottenere efficienza ed efficacia di sistema. Le peculiarità che contraddistinguono il nuovo ombrellone sono principalmente l’aver ottenuto un sistema completamente automatizzato. tra cui un attuatore lineare elettrico per la chiusura e l’apertura dell’ombrellone. La nuova tecnica prevede. in grado di realizzare l’apertura e la chiusura dell’ombrellone in modo automatico fruendo di energia elettrica ricavata dalla radiazione solare mediante l’applicazione di appositi sistemi fotovoltaici.in centrali fotovoltaiche di media/alta potenza. o per un furto o per la richiesta immediata del soccorso medico. A tutto ciò va associato un ulteriore valore aggiunto come la possibilità di implementare un efficace servizio di sicurezza in spiaggia sfruttando gli interfoni presenti nei nuovi ombrelloni. Lo sviluppo di questa nuova tecnologia consentirebbe di sfruttare i litorali turistici -luoghi attualmente sfruttati a solo scopo turistico. Poi. nell’ipotesi della messa in esercizio di 3 Mln di ombrelloni fotovoltaici si potrebbero produrre ogni anno trai i 500. congeniato con caratteristiche tecniche assolutamente innovative che permettono di ottenere un brand di prodotti che si configurano a tutti gli effetti come esclusivi e unici nel suo genere. implementare un servizio bar direttamente sotto l’ombrellone svolto settorialmente da chioschi e/o punti di ristoro che svolgono un servizio direttamente in spiaggia.che un litorale turistico potrebbe ottenere per un lungo periodo dallo sviluppo pratico di una simile operazione di “eco sostenibilità ambientale”.dallo sviluppo di un simile ombrellone e -in secondo luogo. si concretizza principalmente con un significativo aumento di redditività delle attività di spiaggia dato dal non trascurabile risparmio sui costi di gestione (apertura/chiusura degli ombrelloni) e dalla vendita dell’energia elettrica prodotta. quello che potremmo definire un valore aggiunto.000 e il 1 Mld di kWh di energia elettrica. Gli omni vantaggi poc’anzi elencati si aggiungono. allo scopo di trasformare il suddetto ombrellone in un pannello fotovoltaico idoneo per la realizzazione di centrali fotovoltaiche. un dispositivo elettrico per l’apertura e chiusura del coperchio presente nel contenitore. l’apparato elettronico per la trasmissione dati e voce comprensivo di tutti i dispositivi accessori. E ancora.3 Riassunto e considerazioni di progetto Il “Progetto Ombrò” descrive una potenziale nuova iniziativa imprenditoriale rivolta al settore industriale manifatturiero che interpreta a pieno titolo.

Le valutazioni svolte in ambito economico-industriale. Tra i punti di forza riscontrati nel “Progetto Ombrò”. pianificare un piano economico-finanziario coerente con le possibilità finanziarie e organizzative disponibili nel soggetto sviluppatore. proprio per merito della forza intrinseca alla proprietà industriale in essere. costruire un partenariato che ne andrebbe a ripartire il rischio d’impresa che comporta lo sviluppo operativo di un progetto industriale innovativo. Da qui in poi. anche se può apparire alquanto superfluo soltanto accennarlo. nonostante vi sia una semplice domanda di brevetto in essere.per il modello utility congeniato per la produzione di energia elettrica. il nuovo ombrellone è oggetto di Domanda di Brevetto per Invenzione Industriale in cui nel novero delle rispettive rivendicazioni sono descritte tutte le caratteristiche tecniche per le quali è stata richiesta la protezione industriale. di conseguenza. In considerazione delle varianti operative di sviluppo inerenti al “Progetto Ombrò”. non resta che cominciare a lavorare… INNTEK Srl Ivano Urban Amm. ricerca sullo stato della tecnica anteriore che ha ottenuto risultati assolutamente negativi. il margine operativo lordo varia tra il 90/150% e considerato in grado di assorbire velocemente i costi di implementazione prototipale e di start-up. emerge il fatto dell’esclusività di prodotto garantita dalla proprietà industriale in essere. I costi industriali di produzione per i vari modelli ipotizzati si attestano in circa 250/500 Euro per ombrellone con un ammortamento quantificato in 1 o 2 massimo 3 anni per il modello commodity (incrementale).4 ovviamente. allo stato dei fatti. Infatti. a quella che la redditività di un ombrellone convenzionale che varia tra i 250/600 Euro alla stagione anche se in alcuni luoghi turistici considerati “prestigiosi tali stime economiche possono raddoppiare. che ne limitano gli investimenti finanziari di start-up come ad esempio sfruttare metodologie industriali che prevedono il franchising sia industriale (outsourcing) e sia commerciale (expansion). la redazione di un “Business Plan” implica innanzitutto l’individuazione di una Industria del ramo intenzionata a dare un seguito al progetto con la quale concordare i termini e le condizioni del relativo sviluppo industriale e. A tale proposito è stata condotta una oculata ricerca sullo stato della tecnica anteriore nei data-base mondiali dei brevetti messi a disposizione dalla World Intellectual Property Organisation (WIPO). United State Patent Trademark Organisations (USPTO). Dunque. nonché dal punto di vista della competitività di prodotto in cui il raffronto tra costi di acquisto e benefici sono riconducibili a un investimento ad alta redditività per entrambi i soggetto in causa (produttore-cliente). Inoltre. sicuramente il preponderante. hanno messo in evidenza le forti potenzialità intrinseche a un effettivo sviluppo di progetto che riguardano sia il possibile bacino di utenza a cui un simile prodotto si rivolge e risultato essere a dir poco ciclopico (Nazionale e Internazionale). Restando all’interno dei parametri economici appena proposti. dalla quale non sono emersi documenti che descrivono ombrelloni da spiaggia aventi obiettivi funzionale e tantomeno caratteristiche tecniche riconducibili al novero delle rivendicazioni annoverate nella domanda di brevetto oggetto della ricerca. anche se pur a livello preliminare. e invece di 8/9 anni con un massimo di 12/13 -con oneri finanziari. In questo frangente è importante sottolineare che. nonché di garantire utili sufficienti per una altrettanto veloce espansione sul territorio Nazionale e internazionalizzazione di progetto. Le valutazioni che hanno interessato i possibili percorsi praticabili per lo sviluppo operativo di progetto hanno messo in evidenza la possibilità di implementare strategie industriali/commerciali con efficienza ed efficacia. Unico e Project Manager 4 . sempre per merito della protezione industriale in essere. la protezione industriale richiesta è attiva sin dalla data di priorità fintantoché non sopraggiunge elementi che ne comprovano il contrario. European Patent Office (EPO) e Japan Patent Office (JPO).

Utility Mod. Utility” è possibile trasformare la tela dell’ombrellone in un pannello fotovoltaico idoneo per la realizzazione di centrali fotovoltaiche in luoghi. reso possibile tramite la trasformazione dell’energia solare in energia elettrica. sicuramente tra le note tecniche più interessanti ed economicamente molto vantaggiose. Commodity 5 . come i litorali balneabili. oltreché a una serie di dispositivi illuminanti. Grazie all’energia elettrica ricavata dal sole mediante l’integrazione di sistemi fotovoltaici. è possibile applicare nell’ombrellone una serie di strumenti elettronici allo scopo di immagazzinare l’energia elettrica prodotta da utilizzare per il funzionamento di apparati di trasmissione dati e voce. fino ad ora mai utilizzati per simili scopi. Inoltre.5 Descrizione del prodotto Il primo ombrellone da spiaggia al mondo progettato per aprirsi e chiudersi in modo completamente automatizzato. con il “Mod. Mod.

la costruzione di manufatti plastici termoformati nonché tutti i dispositivi elettrotecnici previsti per il realizzo di tutte le funzioni operative. in gran parte reperibili sul mercato o di facile realizzazione. nonostante le varianti tecniche innovative introdotte. come la struttura metallica.6 Caratteristiche tecniche innovative Antenna per trasmissione dati e voce Coperchio semovente con sistemi fotovoltaici Dispositivo predisposto per l’apertura/chiusura coperchio Superficie ombreggiante fissata sui bracci distendenti/contraenti Contenitore Attuatore lineare con motorizzazione e riduttore direttamente collegato alla vite senza fine Vano predisposto per ospitare tutti i dispositivi elettronici di sistema Struttura metallica del contenitore Predisposizione per la sistemazione della cassetta di sicurezza Tavolino porta oggetti Palo dell’ombrellone metallico cavo Ad esclusione della produzione per la tela fotovoltaica che richiede l’affinamento di particolari processi produttivi (applicazione di celle in silicio monocristallino in supporti flessibili). 6 . gli attuatori lineari elettrici. il restante novero dei dispositivi adottati nell’ombrellone rientra in un contesto produttivo collaudato e.

allo scopo di proteggere tutti i dispositivi che trovano posto nell’ombrellone da infiltrazioni di sabbia. • Una vera cassetta di sicurezza appositamente sistemata tra le strutture metalliche dell’ombrellone. a quelle degli ombrelloni convenzionali. utilissima per custodire preziosi e denaro. sistemi fotovoltaici e tutti i dispositivi elettrotecnici inglobati nell’ombrellone. sono stati previsti due “calzini” in tessuto elastico e traspirante posti tra il coperchio del contenitore e la superficie superiore della tela ombreggiante e tra la stessa superficie inferiore e la flangia presente nell’attuatore lineare centrale. è bene mettere in evidenza le ulteriori peculiarità esclusive attribuibili al nuovo ombrellone. come ad esempio l’eventuale illuminazione notturna a piè d’ombrellone e la trasmissione alla centrale operativa (operatori di spiaggia) di dati in telemetria nonché una istantanea interazione tra esercenteutente resa possibile tramite i dispositivi di trasmissione voce. • • Tramite il contenitore ermetico è possibile proteggere da intemperie e atti vandalici tele. come l’apertura/chiusura completamente automatizzata e la relativa alimentazione elettrica ottenuta per mezzo della trasformazione dell’energia solare circostante. Anche se non appare nei disegni esplicativi. • 7 . Resta comunque il fatto che tali dimensionamenti possono subire delle variazioni senza incidere in nessun modo nelle caratteristiche tecniche e nelle funzionalità previste per il nuovo ombrellone. sia per altezza nonché per la superficie ombreggiante. Oltre alle caratteristiche tecniche innovative apportate sul nuovo ombrellone.7 Dimensioni e peculiarità tecniche Le dimensioni ricavate per il nuovo ombrellone corrispondono all’incirca. Accumulatori elettrici con relativo dispositivo di ricarica che consentono una completa autonomia energetica per tutte le funzioni operative previste.

Indiretti: A) le caratteristiche di utilità ed eco-sostenibilità ambientale ottenibili con il nuovo ombrellone si configurano come uniche ed esclusive. come prevista e congeniata nel nuovo ombrellone. 8 . B) implementare un servizio bar direttamente sotto l’ombrellone utilizzando l’interfono presente su ogni ombrellone. utile quest’ultimo anche per implementare un efficace servizio di sicurezza in spiaggia come ad esempio lanciare tempestivi allarmi per lo smarrimento di un bambino. è possibile realizzare nei litorali turistici delle centrali elettriche fotovoltaiche in tutta sicurezza e con il vantaggio che non si andrebbero a sottrarre terreni alle attività agricole.000 tonnellate di CO2 nell’atmosfera. potrebbe configurarsi come una attrazione turistica al quanto unica. Si stima che nelle spiagge italiane ogni estate vengano aperti e chiusi circa 3 Mln di ombrelloni. o per segnalare situazioni di pericolo come potrebbero essere furti o la richiesta di soccorso medico. si otterrebbero 1 Mld di KWH anno di energia elettrica da fonti rinnovabili con un risparmio di 600. È di oltre 3 mq la superficie ombreggiante di un ombrellone convenzionale che potrebbe essere utilizzata per la produzione di energia elettrica tramite l’applicazione di sistemi fotovoltaici. B) pre-coordinare l’apertura/chiusura degli ombrelloni seguendo uno schema coreografico ad effetto domino (come accade per esempio con la “ola” negli stadi). Diretti: A) risparmio dei tempi necessari per aprire (mattina) e chiudere (sera) un ombrellone convenzionale (circa 15 secondi cadauno).8 Sinergia tra benefici economici e ambientali I benefici economici ottenibili con l’adozione del nuovo ombrellone si suddividono in due categorie. Con una simile applicazione. tali da poter fungere da campana di risonanza mediatica o come un ottimo argomento che un litorale turistico potrebbe utilizzare per implementare efficaci campagne promozionali. ombrelloni con una spesa approssimativa che si aggira in circa 21Mln di euro. euro Nell’ipotesi del tutto realistica di implementare le nostre spiagge con ombrelloni fotovoltaici.

almeno per un esperto del ramo. come ad esempio gli stampi per la termoformatura della plastica.000 € per completare lo Step 1. Dunque. Tali informazione verranno indicate in un contesto di passaggi a cui un progetto di innovazione industriale dovrebbe attenersi rigorosamente. Forse un leggero disagio perviene nel capire come collocare in modo efficiente ed efficace i sistemi fotovoltaici in silicio monocristallino in supporti flessibili come possono essere le tele dell’ombrellone. pianificare un protocollo operativo per dare seguito alla indispensabile fase di prototipazione. problema che può essere sicuramente superato magari con il coinvolgimento nello sviluppo di progetto di un produttore di pannelli fotovoltaici intenzionato ad allargare il proprio brand. in primo luogo. e che gli ordinativi medi sono quantificabili in migliaia di pezzi per ogni singola fornitura. costituiscono le basi su cui imperniare le prime valutazione sulla qualità tecnico-economica intrinseca ad un effettivo sviluppo di progetto. I prezzi di acquisto di un ombrellone da spiaggia convenzionale possono variare all’incirca tra i 40 e i 50 € cadauno. come riservata al brevetto per invenzione industriale di cui ne è oggetto. come potremmo appurare in seguito. un articolo che si presta per essere industrializzato e distribuito sia a livello Nazionale ed Internazionale in regime di monopolio. Step 1 Ombrò è un progetto che soggiace a un livello ancora teorico quindi risulta indispensabile. queste Aziende hanno come mercato di riferimento gli “operatori di spiaggia” costituiti spesso in Aziende consorziate che a sua volta fanno capo direttamente ai Comuni che annoverano nella propria economia attività turistiche. risulta essere una ottima occasione per pianificare le strategie industriali e gli effettivi costi di produzione oltreché per valutare possibili coinvolgimenti in partnership di fornitori e/o istituzioni pubbliche o private interessate a cofinanziare il progetto. Va ricordato.9 Valutazioni e stime preliminari sull’implementazione industriale e commerciale di progetto Prima di affrontare compiutamente questo argomento. intuirne la sua reale fattibilità tecnica per quanto riguarda le funzioni operative nonché per i dispositivi impiegati per raggiungere tali fini. è bene sottolineare alcuni aspetti che possono comunque ritornare utili per una Organizzazione Imprenditoriale intenzionata a valutare con attenzione quali potrebbero essere i percorsi maggiormente vantaggiosi per un potenziale sviluppo di progetto. che un ombrellone da spiaggia è uno strumento impiegato per creare reddito mediante il suo noleggio a terzi – Alberghi e/o bagnanti. seppur preliminari. Invece nel caso si volesse operare con processi produttivi in proprietà. quindi.000 € . è stato progettato con caratteristiche tecniche nuove ed originali che conferiscono a questo prodotto il contrassegno di articolo esclusivo e quindi idoneo all’ottenimento della protezione industriale. Restringendo l’ottica sull’ombrellone da spiaggia. trattandosi di un prodotto nuovo e in quanto tale privo di parametri su cui affinare delle precise analisi e stime di mercato. 9 . Tuttavia. oltre ad essere un passaggio indispensabile per raggiungere l’ottimizzazione ingegneristica di prodotto e svolgere tutte le azioni rivolte all’ottenimento delle necessarie certificazioni normative. Costi previsti: per una Organizzazione del ramo che intende operare in outsourcing è stato preventivata una spesa di circa 50. Il nuovo ombrellone presenta degli aspetti tecnici in cui risulta abbastanza facile. a tutto ciò va aggiunto che il cliente finale è costituito principalmente da Aziende direttamente e/o indirettamente collegate a “Organizzazioni Istituzionali”. La fase di prototipazione.quantificabili in termini economici dai 250 ai 600 € per stagione. Il nuovo ombrellone. potremmo definire l’ombrellone da spiaggia come un articolo che passa direttamente dal produttore all’utilizzatore senza passaggi intermedi. la spesa preventivata si alza a circa 150. Questi dati. inoltre. è bene rammentare che la produzione degli ombrelloni convenzionali viene effettuata ancor’oggi artigianalmente e da Aziende con una operatività prevalentemente locale. questione quest’ultima assai utile per implementare efficaci strategie industriali e commerciali.

Le valutazioni tengono conto. e come fornitori del Mod. l’Organizzazione si trova in una condizione ottimale per generare una efficace strategia operativa che riguarda tutto quanto concerne la componente industriale e commerciale. e nel versante asiatico per quanto riguarda tutta la componentistica elettrotecnica. in grado di bloccare ogni azione potenziale eventualmente messa in atto da quelli che possono essere definiti probabili competitors. è sufficiente possedere dei prodotti finiti e funzionanti da utilizzare per le dimostrazioni. Utility è progettato per la realizzazione di impianti fotovoltaici idonei per la produzione di energia elettrica.10 Step 2 In questa fase. che rasenta l’eccellenza!! Costi previsti: più che di costi sarebbe più giusto parlare in questo specifico caso di investimenti che. soprattutto in questa fase di espansione. l’Organizzazione può pianificare nei modi e nei tempi desiderati contando sulla base delle risorse finanziarie disponibili. Stima sui costi industriali L’indagine preliminare atta a stabilire i costi di produzione del nuovo ombrellone ha preso in considerazione una Organizzazione Imprenditoriale che intende sfruttare al meglio il sistema dell’outsourcing come strategia industriale primaria: intesa per le manifatture in generale e per gli assemblaggi. che possono essere anche il risultato delle prototipazioni effettuate precedentemente. tecnica e logistica nonché commerciale. raccolta ordini mediante il semplice campionario. In questo frangente. in virtù dei potenziali clienti a cui si rivolge questo particolare prodotto. Utility. Utility ad aziende specializzate nella progettazione e installazione dei suddetti impianti. grazie proprio all’alta protezione industriale attiva per il nuovo prodotto. struttura e contenitore con relativo coperchio e tavolino)-. Commodity. per essere poi completato con una progressiva espansione a livello internazionale. Costi previsti: in questo caso i costi da sostenere sono rilegati alla creazione della rete commerciale a cui si aggiunge la capacità finanziaria (possibile accesso al credito con portafoglio ordini) per sostenere l’avvio di tutte le fasi di produzione atte a soddisfare l’espletamento degli ordinativi. Step 3 In questa fase. forti delle esperienze acquisite con il completamento dello step 1. o se rimanere il produttore del bene in questione limitando la propria rete commerciale alla vendita diretta al cliente finale del solo Mod. in cui si è già in possesso di prodotti collaudati e un team operativo consolidato. come avremo modo di appurare nel dettaglio in seguito. di produzioni costituite da migliaia di pezzi frazionate e commissionate ad Aziende operative nell’area dell’Est Europa -per quanto riguarda la componentistica metallica e plastica (palo. la forza del prodotto sul mercato conferita dalla protezione industriale in essere e. Quindi. non resterà altro che progettare e pianificare l’espansione industriale e commerciale per il nuovo ombrellone che comprende un primo percorso a livello Nazionale. È bene sottolineare l’importanza che acquisisce. Commodity e sia per il Mod. mantenendo nelle proprie strutture la gestione diretta per tutto quanto riguarda la componente amministrativa. in questo specifico caso l’Organizzazione dovrà decidere se operare sul mercato implementando nelle proprie strutture anche un opportuno servizio di progettazione e installazione di impianti fotovoltaici finalizzati all’installazione dei propri ombrelloni. sia per il Mod. I risultati ottenuti dalle stime preliminari relativamente ai soli costi industriali sono i seguenti: 10 . da ogni parte lo si guardi. risulta superfluo effettuare e proporre i risultati di una analisi di mercato perché le potenzialità riscontrate in un simile prodotto sono abnormi: ottimo coefficiente di utilità + altissimo coefficiente di esclusività + bassi investimenti di start-up + l’acquisto non è un costo ma un investimento che produce reddito + il bacino di utenza mondiale è pressoché ciclopico = Ombrò si configura come un progetto di innovazione industriale. Tenendo presente che il Mod. Rimane il fatto che per effettuare le vendite. come avviene solitamente per articoli del genere qui descritto.

oltre alle funzioni come previste per il “Mod. La ponderazione ha portato ad esaminare le seguenti quotazioni di vendita: Mod. Commodity.11 Mod. Utility sono stati stimati in un contesto di preventivazione teorica e non su una base pratica. Dunque. a differenza del “film sottile” già certificato anche per simili applicazioni. che variano tra i 5. il valore aggiunto potenziale che un ombrellone iper-tecnologico. quale riferimento di mercato. 11 . Mod. Commodity . come quello qui presentato. • Con “film sottile” sul coperchio e sulla tela ombreggiante per un totale di “130 W” € 250/300 per ombrellone • Con “celle in silicio monocristallino” sul coperchio e sulla tela ombreggiante per un totale di 275 W € 450/500 per ombrellone NB: non esistendo in commercio analogie di prodotto che prevedono ombrelloni fotovoltaici.Per questo particolare ombrellone che. e sui prezzi di vendita del kWp fotovoltaicodall’utenza di riferimento. un altro valore potrebbe essere attribuito a eventuali introiti economici provenienti dalla concessione a punti di ristoro limitrofi (chioschi in spiaggia) degli interfoni presenti negli ombrelloni per implementare un servizio bar sotto l’ombrellone. da realizzare ex novo. Stima relativa alle potenziali quotazioni di vendita Per stabilire una quotazione di vendita del nuovo ombrellone ripartita per entrambi i modelli precedentemente proposti –Mod. approfondendo nel dettaglio l’analisi ci troveremo ad avere che: per ottenere un kWp di fotovoltaico (semplificato) ci voglio 4 ombrelloni implementati con sistemi fotovoltaici a celle di silicio monocristallino (tipo M). 8 invece se implementati con celle di silicio amorfo o film sottile (tipo A).500/6. la progettazione e la rispettiva messa in opera. inoltre. i costi di produzione per il Mod. perché no. sono state valutate due varianti applicative di sistemi fotovoltaici su supporto flessibile (tele dell’ombrellone): la prima prende in considerazione il “film sottile” reperibile in commercio (resa al 7/8% sull’intensità della radiazione solare circostante) e nel secondo caso mediante l’utilizzo di celle in silicio monocristallino (resa del 14/17%).Previsto con sistemi fotovoltaici a basso rendimento energetico (micro celle) e con una efficienza limitata alla ricarica degli accumulatori elettrici integrati nell’ombrellone: € 100/120 per ombrellone Mod.500 € per U. quindi vanno verificati ed affinati eventualmente con il contributo di un produttore di pannelli fotovoltaici coinvolto in partnership nello sviluppo di progetto. In quest’ultimo caso però c’è da tener presente che. come anticipato precedentemente. non esistono in commercio applicazioni di celle in silicio monocristallino in supporti flessibili. In questo caso è bene tenere in considerazione le quotazioni di mercato per il kWp di fotovoltaico. Utility .tà che includono l’onere della fornitura di tutti i materiali accessori per il realizzo dell’impianto. Commodity e Utility-. Commodity”. sono stati presi in considerazione quelli che potrebbero essere dei tempi di ammortamento potenzialmente accettabili –sulla base della redditività di un convenzionale ombrellone da spiaggia. come ad esempio influenzando positivamente gli utenti a preferire le spiagge che lo adottano per passare i loro weekend estivi o. potrebbe apportare alle attività di spiaggia. quindi. ma ci troviamo di fronte a uno strumento che produce energia elettrica che può essere immessa in rete ricavandone dei profitto dalla sua vendita. Utility non è solo un ombrellone con le funzioni e le peculiarità del Mod. A tutto ciò è stato calcolato. presenta la caratteristiche di un generatore di energia elettrica congeniato per essere impiegato per la realizzazione di centrali fotovoltaiche. Commodity tra i 250/300 € che comporta un piano di ammortamento che può variare tra i 1/2 anni o al massimo 3/4 di anni se ci aggiungiamo gli oneri finanziari per il loro acquisto in leasing o con altre formule di credito.

050 € per l’ombrellone di “tipo M”. 12 . appare perfino quasi irrealistico. di cui il 30% è da sottrarre per le spese di progettazione e installazione tutto compreso.entrambi valide per 20anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto) a cui va sottratto circa il 10%. - - Margine operativo lordo d’impresa I margini operativi rappresentano uno dei tanti problemi.400 kWh anno (calcolata sul 75% dell’intensità della radiazione solare espressa in W). se non il primo in assoluto in questi tempi di crisi economica. Da considerarsi a tutti gli effetti come un investimento ad alto reddito. reddito che poi alla fine si aggiungeo ai precedenti parametri di redditività inerente alle attività di spiaggia (noleggio degli ombrelloni etc. la quotazione di vendita di ogni ombrellone sarà così quantificata: circa 1. dal fatto che è presente una efficace protezione industriale (brevetto per invenzione industriale). Il MOL risultante dalla industrializzazione e commercializzazione del nuovo ombrellone nei vari modelli precedentemente presentati. Quindi. tutti gli anni di produzione eccedenti all’ammortamento dell’impianto sono da considerarsi a profitto dell’utenza proprietaria dell’impianto. sempre annuo. escludendo quindi ogni altro introito economico proveniente dal noleggio dell’ombrellone etc.12 restando in un ambito di valore medio di intensità della radiazione solare rilevato sul territorio italiano. Commodity” circa tra il 110/150%. dai precedenti conteggi il risultato è il seguente: per il “Mod.5321 € x kWh.). per una Azienda che vuol mantenere competitive le proprie produzioni sui mercati globali. l’ammortamento previsto per ogni kWp di fotovoltaico installato è di circa 9 anni che diventano 12/13 anni con l’applicazione degli oneri finanziari dovuti per acquisti a credito.000 € come quotazione media di vendita per il kWp di fotovoltaico ottenuto con i nuovi ombrelloni. Tutto ciò è reso possibile innanzitutto dall’innovazione di prodotto presentata e. Utility M” circa tra il 105/120% e per il “Mod. e di 525 € per quello di “tipo A”. Infatti. stabilendo 6. equivalente a una redditività di circa 750 € per kWp (tariffa incentivante + convenzione per ritiro dedicato -0. per il “Mod. tenendo conto solo della redditività data dalla vendita di energia elettrica. soprattutto. Utility A” circa tra il 90/105%. sulla base della durata ventennale dei contratti governativi per l’incentivazione alla produzione elettrica da fonti rinnovabili. per le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria. ne dedurremmo i seguenti valori: la produzione di energia elettrica per entrambe le tipologie di ombrellone sarà di circa 1.

risulta essere maggiormente competitivo. A tutt’oggi non esiste un Brevetto per Invenzione Industriale che può definirsi internazionale o europeo. 13 . la sola Domanda di Brevetto per Invenzione Industriale.13 Introduzione al Brevetto per Invenzione Industriale Nella lunga famiglia che contempla i titoli per la protezione intellettuale delle opere dell’ingegno realizzate dall’uomo. dopo aver subito un accurato esame di merito che identifica e ne stabilisce i requisiti di originalità. conferisce una protezione totale al nuovo trovato definita in gergo tecnico anche “brevetto di sbarramento”. Infatti. a sua volta. ha valore effettivo di protezione industriale fintantoché non sopraggiunge una evidente prova contraria. e cioè coperto da brevetto. come ad esempio in termini di: prodotto distintivo in cui. il livello di protezione industriale contestualmente a una determinata domanda di brevetto. nella famiglia dei brevetti e della Proprietà Intellettuale in generale. A questo proposito va aggiunto che. solitamente riscontrata in una analogia di brevetto e/o una semplice domanda aventi entrambi una data di priorità antecedente alla domanda di brevetto in oggetto. novità e industriabilità e a sua volta anche i parametri tecnici su cui viene applicata la protezione industriale. nel caso non vi siano nel mercato evidenti analogie. il Brevetto per Invenzione Industriale è l’unico titolo a cui viene rilasciata una regolare licenza. Le ricerche sullo stato della tecnica anteriore risultano essere l’unico strumento per distinguere preventivamente. nel caso di parità per quotazione di vendita. prevede un percorso tecnico e amministrativo che può perdurare tra i 4/5 anni ma in certi specifici casi può richiedere anche tempi più lunghi. la quale rilascia dei rapporti di esame che hanno una importante influenza per il rilascio delle eventuali licenze brevettuali Nazionali o Regionali nel caso dell’Europa (in tutti i Paesi che hanno sottoscritto il Patent Cooperation Treaty –PCT-) . prodotto distintivo in cui. se pur sempre in modo preliminare. il Brevetto per Invenzione Industriale ne costituisce il titolo più autorevole per la peculiare distinzione protezionistica offerta sulle nuove tecniche adottate per ottenere un determinato strumento. In questo frangente temporale. se il percorso tecnico risultasse essere l’unico possibile per il raggiungere un tale obiettivo o per la soluzione di un determinato problema. la protezione industriale viene automaticamente estesa anche all’obiettivo o alla soluzione del problema individuata che. oltre a sancire la data di priorità dalla quale viene esteso il periodo di 20 anni per rivendicare gli eventuali diritti industriali. L’ottenimento effettivo della licenza per Brevetto per Invenzione Industriale di un determinato trovato. dalla quale se ne può intuire a priori il potenziale valore economico di mercato. Le relative licenze vengono rilasciate da ogni singola Nazione a cui se ne è fatta regolare richiesta. sempre che sussistano i necessari presupposti tecnico-amministrativi. citato al livello mondiale come un caso di “best practice”). La World Intellectual Property Organization (WIPO) è la massima autorità mondiale preposta a stabilire il merito tecnico relativo alla domanda di brevetto per invenzione industriale oggetto di esplicita richiesta. La possibilità di industrializzare e commercializzare un prodotto esclusivo. non sussistono parametri per il raffronto sulle quotazioni di vendita applicate. bensì il percorso tecnico adottato per il raggiungimento di quell’obiettivo o per la soluzione di quel determinato problema. Non è possibile brevettare un obiettivo o l’individuazione di un potenziale problema. Questo fatto è da considerarsi di fondamentale importanza per stabilire quella che viene definita la forza intrinseca al nuovo trovato oggetto di Brevetto per invenzione industriale. offre una miriade di vantaggi economici per l’Azienda che ne possiede la titolarità (vedi in caso GEOX. possibilità di distribuire il nuovo prodotto nei mercati Nazionale e Internazionali sfruttando sistemi in franchising in modo molto efficace. I vantaggi che questo comporta si costituiscono principalmente in argomenti che rafforzano o consolidano la competitività di un prodotto.

Tale apertura avviene mediante un movimento distensivo e contrattivo delle braccia su cui è fissata la tela ombreggiante. La protezione industriale attiva nel contesto di progetto Innanzitutto è bene rimarcare che la materia relativa alla proprietà intellettuale/industriale rappresenta una questione relativamente complessa e. questa ne è la sostanza tecnica su cui è stata richiesta la protezione industriale: La priorità dell’arte rivendica un ombrellone elettronico alimentato da energia solare avente la relativa apertura e chiusura completamente automatizzata. Di seguito viene proposta una analisi sul nuovo ombrellone ritenuta al quanto propedeutica alla comprensione empirica delle importanti questioni poc’anzi trattate. trattata in maniera a dir poco superficiale o addirittura sottovalutata nell’ambito delle produzioni manifatturiere italiane. L’ombrellone è implementato con sistemi elettronici atti a permettere la trasmissione via radio di dati e voce allo scopo di ottenere una interazione tra operatore e utente. caratteristiche tecniche di funzionamento di tutti i dispositivi atti a creare e rendere possibile il movimento (apertura/chiusura dell’ombrellone e del coperchio). e di queste meno della metà trova uno sbocco industriale). con l’analisi dei rispettivi contenuti. non meno importante degli altri. Tutti i dispositivi meccanici. “Ombrellone da spiaggia elettronico alimentato da energia solare” è il titolo dell’invenzione oggetto di analisi di cui. nonostante costituisca uno strumento giuridico di fondamentale importanza per la competitività economica globale. Il “Progetto Ombrò” è sicuramente un ottimo punto di partenza per entrare nel dettaglio di queste precise e importanti questioni. Imprenditore o per un potenziale finanziatore dare delle risposte esaustive ai quesiti appena proposti. caratteristiche e - 14 . costituiscono l’ambito tecnico su cui si richiede la protezione che comprende una prima rivendicazione atta a stabilire la “priorità dell’arte”. e cioè: quanto può valere sul mercato l’innovazione rivendicata? Non è facile per un Industriale. Protezione industriale: Le “rivendicazioni” annoverate in un brevetto per invenzione industriale o in una semplice domanda. predisposizione e tecnica per le applicazioni di apparati fotovoltaici (coperchio e tele). in sintesi. Nel contesto delle rivendicazioni successive vengono rivendicati nel dettaglio tutti gli aspetti tecnici e le caratteristiche della componentistica integrata nel nuovo ombrellone come. ad esempio: fattezze del contenitore e relative funzioni tecniche. elettromeccanici e elettronici compresa la tela ombreggianti sono alloggiati in un apposito contenitore plastico e/o in composito comprendente un coperchio semovente. che riguarda la possibile efficacia di un eventuale deposito di un “brevetto strategico”.(si pensi che solo il 6% delle domande di brevetto a livello mondiale ottengono la licenza.14 implementare mirate ed efficaci strategie industriali e di comunicazione&marketing in cui è garantito il ritorno e la diretta fruizione mediatica degli investimenti fatti. Lo svolgimento di un simile esercizio ci potrà fornire anche una ulteriore risposta a quello che va distinto come il terzo quesito. dove. procurato da un attuatore lineare verticale avente un apposito carrello reso solidale in modo girevole con le suddette braccia. Le complessità sono date tendenzialmente da due aspetti direttamente correlazionati tra di loro: il primo riguarda principalmente il concetto inventivo –definizione del livello di protezione industriale ottenuto in una presunta invenzione. più che delle risposte risulta assolutamente propedeutico individuare a quali domande dovremmo dare una risposta. tecnica questa spesso impiegata da un potenziale competitor intenzionato a creare un presupposto giuridico per poter industrializzare e commercializzare una analogia di prodotto che rispecchi concettualmente le caratteristiche del prodotto che si vuole plagiare. Elenco di tutta la componentistica essenziale che costituisce il nuovo ombrellone. L’energia elettrica necessaria per il funzionamento dell’intero sistema è il risultato della trasformazione della radiazione solare ottenuto mediante apparati fotovoltaici debitamente sistemati sul coperchio del contenitore e/o sulla tela ombreggiante. il secondo aspetto invece è rilegato alla questione economica.

Le analisi riportate nel presente documento relativamente al confronto tra costi industriali di produzione e quotazioni di vendita e benefici attesi. il nuovo ombrellone è classificabile tra il genere di prodotti con un forte potenziale economico di mercato e con un alto tasso di redditività industriale. Le ricerche sullo stato della tecnica anteriore. Per quanto riguarda l’applicazione a vario titolo di sistemi fotovoltaici. come ad esempio: il ricovero delle tele fotovoltaiche e di tutti i dispositivi di funzionamento in un contenitore ermetico (mai proposto). la tecnica adottata per ottenere l’apertura e la chiusura automatizzata (mai proposto). mettono in evidenza con assoluta chiarezza le enormi potenzialità di mercato che un simile prodotto potrebbe riscontrare da parte delle utenze (clienti diretti e indiretti). indicando specifiche tecniche generiche che non implicano delle particolari limitazioni quindi non attinenti. e tanto meno un contenitore per il relativo ricovero in situazioni non operative. emergono peculiari aspetti di utilità certa che soddisfano delle esigenze rilevate sia in ambito economico (notevole risparmio sulla gestione delle attività di spiaggia –apertura/chiusura degli ombrelloni-) nonché le non meno importanti esigenze riferite all’eco-sostenibilità di prodotto. EPO. come poter ottenere gli stessi obiettivi e risultati tecnici adottando sistemi alternativi a quelli chiaramente rivendicati nella domanda di brevetto per invenzione industriale oggetto del nuovo ombrellone. tutte le rivendicazione contenute nella domanda di brevetto in oggetto annoverano i requisiti di novità e originalità. dispositivi illuminanti e supporto di ispezione (tavolino di cortesia). nonché da parte degli utilizzatori (bagnanti). Al presente documento viene allegato copia originale della domanda di brevetto per invenzione industriale Nazionale relativa al nuovo ombrellone. rimanendo in un contesto tecnico attuale. sono emersi due documenti che descrivono degli ombrelloni a cui vengono applicati dei sistemi fotovoltaici nelle tele dell’ombrellone. Dunque (risposta al secondo quesito). La questione economica Analizzando il nuovo ombrellone in un contesto attuale. per tecnica e dispositivi elettronici adottati. svolte nei data-bases messi a disposizione dalla WIPO. anche di fronte a un “brevetto strategico” confezionato ad arte. Dunque (risposta al terzo quesito). risulta difficile. come richiesto da parte degli organismi competenti. Difesa dai possibili “brevetti strategici” È bene sottolineare l’aspetto tecnico-qualitativo di prodotto offerto dal nuovo ombrellone. non hanno messo in evidenza documenti che descrivono ombrelloni che adottino sistemi elettromeccanici per ottenere una aperture/chiusura automatizzata dell’ombrellone. la tecnica adottata per la sistemazione di apparati fotovoltaici in supporti flessibili (mai proposto). Dunque (risposta al primo quesito) seguendo i risultati ottenuti dalla ricerca sullo stato della tecnica anteriore se ne conclude che. il novero degli accessori abbinati all’ombrellone come appendi abiti. USPTO e JPO (le più importanti istituzioni in fatto di brevetti). con quando rivendicato nel nuovo ombrellone. superare gli omni aspetti tecnici come descritti e rivendicati nella domanda di brevetto per invenzione industriale oggetto di analisi. considerate il nuovo paradigma per il business prossimo futuro. Risulta difficile immaginare. se non impossibile. 15 . seguendo le normative descritte nei trattati internazionali in fatto di brevetti. perno del presente progetto di innovazione industriale.15 funzioni dei dispositivi elettronici inglobati nell’ombrellone.

16 In allegato: Domanda di Brevetto per Invenzione Industriale Nazionale VE 2009 A 00056 Titolo: “Ombrellone da spiaggia elettronico alimentato da energia solare” Priorità: 06 Ottobre 2009 16 .

17 17 .

18 18 .

19 19 .

F. 30027 San Donà di Piave (VE) – Via Calnova 60 (Italy) C. inoltre. Nel contesto tecnico del suddetto ombrellone elettronico. 30017 Jesolo Lido (VE) – Via A. trasformando l’ombrellone da spiaggia in un pannello fotovoltaico da impiegare per la realizzazione di centrali fotovoltaiche in luoghi ancora non sfruttati a tale e ulteriore impiego.20 Descrizione dell’invenzione avente per titolo: “Ombrellone da Spiaggia Elettronico Alimentato da Energia Solare” Richiedente: 5 INNTEK Srl. vengono azionati dei dispositivi meccanici. Volta Vic. reso possibile per mezzo di sistemi informatici opportunamente implementati per adempiere a tali funzioni. VIII n° 6 (Italy) 10 C.F. Le innovazioni tecniche che contraddistinguono il presente ombrellone elettronico si riassumono nel fatto che. tramite l’energia elettrica prodotta da apparati fotovoltaici applicati alle strutture che configurano il 20 suddetto ombrellone. RBNVNI59L04H823S DESCRIZIONE Campo Tecnico 15 La presente invenzione descrive un ombrellone elettronico alimentato da energia solare particolarmente studiato per il suo impiego sulle spiagge e/o nei litorali adibiti per la balneazione pubblica. IVA 03382610271 Inventore: Ivano URBAN. e/o per ampliare e/o implementare la tipologia di servizi a disposizione dei bagnanti come potrebbero essere la comunicazione e/o l’invio di comande in una predestinata 20 . è stato integrato un sistema di trasmissione a onde radio finalizzato a 30 comunicazioni di servizio tra gestore-utente (per esempio in occasione del ritrovamento di un bambino malauguratamente disperso precedentemente). Oltre a tutto ciò e come applicazione alternativa. elettronici ed elettromeccanici atti a realizzare l’apertura e la relativa chiusura dell’ombrellone stesso in tempi e modi pre-selezionati./P. i sistemi fotovoltaici applicati nell’ombrellone 25 elettronico si possono estendere alla superficie telata prevista per l’ombreggiatura.

allo scopo di aumentare la redditività delle attività di spiaggia. in cui. è possibile ampliare il bacino di utilità altrimenti previste fruibili per ampliare i vantaggi economici connessi alle attività di spiaggia come ad esempio: 21 . Tecnica preesistente 5 Si fa presente che dalle oculate analisi svolte nei data-bases mondiali dei brevetti (WIPO. le invenzioni di Galella (WO-2008102403) e Garijo-Miguel (EP-1354533)) descrivono degli “ombrelloni elettronici” a cui sono stati applicati sistemi fotovoltaici alle tele dell’ombrellone che per mezzo dell’energia elettrica prodotta. In un simile contesto. appare con tutta evidenza la necessità di implementare nuove tecnologie e nuove tecniche in linea con i paradigmi economico-evolutivi. che ci impongono di razionalizzare i nostri stili 30 di vita a tali fini. A tale proposito.21 postazione di ristoro adiacente all’ombrellone elettronico. 25 Obiettivi dell’invenzione Difronte alle problematiche che investono il pianeta nel prossimo futuro e riconducibili a tre parole: acqua. facendo riferimento alle normative sul Diritto Industriale che sostengono che è il percorso tecnico adottato per la risoluzione di un problema quale indice di eventuale protezione industriale e non la mera descrizione di un potenziale problema. Per quanto riguarda invenzioni che descrivono ombrelloni da spiaggia con apertura e chiusura automatizzata e/o tecniche riconducibili a tale scopo. alimentazione ed energia. l’ombrellone elettronico oggetto della presente invenzione si propone al settore economico nella qualità di nuovo strumento che adempie agli usi convenzionali. attenendo la ricerca scrupolosamente al novero delle rivendicazioni incluse nella presente invenzione. In 15 questo caso specifico. non è stato riscontrato nessun documento con particolari attinenze con quanto rivendicato nella presente invenzione. sono emersi documenti che fanno riferimento a ombrelloni elettronici che utilizzano sistemi fotovoltaici per generare energia elettrica da impiegare per alimentare il funzionamento di apparati elettronici 10 a sua volta adibiti a vario uso. vengono fatti funzionare degli apparati elettronici a vario genere come ad esempio trasmissione/ricezione dati e/o per la radiofonia. tramite le nuove tecniche in esso applicate. EPO e USPTO). se ne conclude che le attinenze tecniche descritte nelle invenzioni di “Galella” e “Garijo/Miguel” sono di modesta rilevanza con la presente 20 invenzione.

mediante una appropriata combinazione tecnica. come: apertura e chiusura dell’ombrellone attuato in combinazione con un determinato 20 livello di intensità solare circostante. tramite un movimento ascendente e discendente ottenuto per mezzo di una vite senza fine.22 risparmiare sui tempi occorrenti agli operatori incaricati alla gestione della spiaggia (aprire/chiudere gli ombrelloni mattina/sera). nell’ordine: un 25 contenitore costruito in materiale plastico e/o composito avente forma di campana con annesso coperchio (di seguito solo contenitore). manuale e/o telematica. da adibire per la creazione di centrali fotovoltaiche in luoghi mai concepiti prima d’ora a tali scopi. e. 22 . forse la più importante dal punto di vista della eco sostenibilità ambientale e per il ritorno 5 economico che questo comporta (incentivi per le energie rinnovabili). I dispositivi che vanno a costituire l’insieme tecnico del suddetto ombrellone sono. predisposto per ospitare al suo interno gli strumenti e i dispositivi confacenti alla realizzazione di tutte le operazioni previste e individuati nella fattispecie in: una ossatura metallica debitamente sagomata e resa solidale in senso circonferenziale con una flangia di 30 forma circolare a sua volta saldata in asse con un cilindro cavo (di seguito solo struttura). la verifica istantanea del livello di carica di accumulatori inseriti nel contesto del sistema elettrotecnico e/o per la verifica degli standard di produzione di energia elettrica. immessa nella convenzionale rete elettrica 15 cittadina. un attuatore lineare meccanico azionato da una motorizzazione elettrica diretta sul quale trova posto un carrello a forma di stella il quale. implementare nuovi servizi in grado di creare valore aggiunto sulle attività di spiaggia (ristoro a piè d’ombrellone). elettromeccanici ed elettronici che. la velocità del vento o per esigenze distinte oltreché ad alimentare sistemi di comunicazione dati e voce. relativamente a tutte le funzioni previste. ne causa l’apertura e la chiusura dell’ombrellone (di seguito solo attuatore lineare). apertura e chiusura dell’ombrellone effettuata in completa automazione mediante un movimento distensivo (apertura) e contrattivo (chiusura) che segue il medesimo senso di direzione per entrambe le funzioni previste. sono in grado di realizzare le seguenti operazioni: trasformare l’energia solare in energia elettrica tramite sistemi fotovoltaici debitamente combinati a sua volta immagazzinata in appositi accumulatori o. Descrizione dell’invenzione Ombrellone da spiaggia elettronico alimentato da energia solare ottenuto mediante 10 l’assemblaggio di un insieme di dispositivi meccanici. come alternativa. controllo e gestione.

23 una staffa di forma circolare congeniata per ospitare uno o più mini attuatori elettrici imputati ad aprire e chiudere il coperchio compreso nel suddetto contenitore (di seguito solo dispositivo di apertura/chiusura). una superficie telata di e forma poligonale quale dispositivo fissata atto al realizzo braccia dell’ombreggiatura congeniata per essere alle distendenti/contraenti (di seguito solo superficie telata). 20 e dall’altra conformato per agevolare il suo inserimento nello strato sabbioso (di seguito solo palo). combinati tra di loro in un ordine sfalsato. L’apertura e la chiusura dell’ombrellone ha luogo mediante l’azionamento elettrico 25 dell’attuatore lineare. una piattaforma avente la funzione di punto di appoggio per effettuare manutenzioni ordinarie e straordinarie (di seguito solo piattaforma). un palo metallico previsto come struttura portante dell’ombrellone avente una conformazione tale da permettere. Sulla parte superiore di dette nicchie sono stati realizzati dei fori per l’inserimento di eventuali dispositivi illuminanti e fissati degli appendi abiti di forma semicircolare. e precisamente tramite il movimento ascendente (apertura) e discendente (chiusura) trasmesso al carrello a stella per mezzo della vite senza fine contenuta nell’attuatore lineare. L’apertura e la chiusura di detto coperchio ha luogo mediante l’azionamento elettrico del dispositivo di apertura/chiusura. da una parte l’impilamento nella sua parte superiore del suddetto contenitore e della piattaforma. una struttura metallica indipendente formata da una serie bracci di sezione circolare e predisposti per essere 5 direttamente collegati in modo girevole con il suddetto carrello a stella ascendente/discendente (di seguito solo braccia distendenti/contraenti). una sezione cilindrica cava adibita per ottenere lo scorrimento al suo interno e fare da guida fissa ai suddetti bracci distendenti/contraenti (di seguito solo guide). due calzini in tessuto sintetico e/o organico aventi la funzione di proteggere da eventuali infiltrazioni sabbiose i meccanismi soggetti a movimento e manutenzione contenuti 15 all’interno del contenitore (di seguito solo calzini). una serie di supporti 10 costituiti da staffe metalliche sulle quali è stato fissato in modo girevole. Detto contenitore presenta delle nicchie di forma triangolare e disposte in senso circonferenziale aventi una profondità pari o inferiore alla mezzeria riscontrata sulla 30 superficie telata compresa tra due braccia distendenti/contraenti. 23 .

è presente uno sportello di ispezione avente forma di cassetto porta attrezzi per la manutenzione in cui l’apertura e la relativa chiusura 25 avviene mediante una chiave personalizzata. attuatore lineare e dispositivo di apertura/chiusura del coperchio mantiene una conformità assiale in modo tale che. un carrello a forma di stella avente un numero di punte corrispondente al numero di braccia distendenti/contraenti altrimenti previste. Detto dispositivo di apertura/chiusura del coperchio annesso al contenitore. è costituito da uno o più mini attuatori lineari elettrici aventi steli distendenti a doppia 15 mandata. un motore elettrico comprendente un apposito riduttore meccanico a sua volta collegato a una “vite senza fine” sistemata 10 tra le due flange. e tramite viti con rondella all’estremità opposta corrispondente alla superficie telata.24 Il coperchio di detto contenitore ha forma poliedrica in cui nella parte centrale è stata ricavata una cupola in cui trova posto una antenna atta alle ricezioni/trasmissioni radio. Dette guide sono predisposte per far scorrere al loro interno le braccia 30 distendenti/contraenti e il loro fissaggio è previsto alle pareti interne del contenitore. Detta superficie telata è debitamente fissata alle braccia distendenti/contraenti mediante un pomello a vite nelle estremità esterne. e in ogni poligono variabile un apparato fotovoltaico assestante che ne delimita un distinto settore. tra la flangia presente nella struttura e la flangia inferiore presente nell’attuatore lineare. In detto contenitore. e precisamente in corrispondenza con il motore elettrico dell’attuatore lineare. mediante appositi fissaggi meccanici e/o chimici. ed esattamente nella estremità superiore delle cavità formatesi tra una nicchia e l’altra. 24 . controllo e funzionamento dell’intero sistema operativo inglobato nell’ombrellone. reso solidale in senso girevole con la suddetta “vite senza fine”. 5 Detto attuatore lineare è costituito nel suo complesso da: una struttura metallica formata da due flange metalliche collegate tra di loro per mezzo di una serie di elementi lineari aventi forma a “V” e disposti in senso circonferenziale con il loro vertice disposto in senso concentrico. L’accoppiamento tra struttura. dia adito alla formazione di un determinato alloggiamento con un volume sufficiente a 20 ospitare i dispositivi elettromeccanici ed elettronici previsti per la gestione.

e tra la parte inferiore della superficie telata e la flangia inferiore presente nella struttura dell’attuatore lineare. Fig. e “B” in cui gli apparati fotovoltaici sono stati applicati ai settori poligonali al solo coperchio. 3/12. nel loro insieme. lo strato esterno è sempre eseguito con materiale traslucido. vanno a delimitare dei distinti settori aventi una diretta corrispondenza geometrica. Fig. In detta superficie telata sono presenti. e/o per essere immessa nella rete elettrica cittadina sfruttando metodi o tecniche conosciute come descritte nei manuali di riferimento. 1/12. sono da considerarsi a tutti gli effetti delle unità indipendenti di produzione di energia elettrica che. (5) coperchio. a sua volta. (2) piattaforma. 25 Breve descrizione delle figure Fig. ed esattamente in corrispondenza della 5 mezzeria riscontrata nella superficie telata compresa tra due braccia distendenti/contraenti.25 Detta superficie telata può essere costituita da uno o più stratificazioni di tessuto e/o materiale sintetico in cui. (6) antenna. per estensione e per inclinazione. raffigura la conformazione dell’ombrellone a chiusura avvenuta per 30 entrambe le tipologie “A” e “B”. con i settori fotovoltaici presenti sul coperchio. composizione dell’ombrellone: (1) contenitore. e il loro posizionamento comprende un fissaggio mobile di tipo a strappo previsto tra la cupola presente nel 15 coperchio e la parte superiore della superficie telata. (8) incavi 25 . delle stecche costruite con materiale avente peculiari caratteristiche di flessibilità. sono stati sistemati uno o più apparati fotovoltaici debitamente 10 collegati tra loro a sua volta montati su dei supporti rigidi che. Ogni distinto settore presente sul coperchio e/o sulla superficie telata in cui sono stati applicati apparati fotovoltaici. raffigura l’ombrellone aperto dove “A” indica la tipologia a cui sono stati applicati apparati ai settori poligonali del coperchio e della superficie telata. e in particolare tra lo strato superficiale traslucido e gli altri strati sottostanti. 2/12. (3) palo. particolari tecnici del contenitore: (4) contenitore. nel caso di una composizione a più strati. Detti calzini hanno la caratteristica di essere elastici. 4/12. (7) apparati fotovoltaici suddivisi per settore poligonale. In detta superficie telata. può essere 20 utilizzata per ricaricare degli appositi accumulatori di energia elettrica rientranti nel contesto strumentale annoverato nell’ombrellone. Fig.

“D” corrisponde all’attuatore lineare. (18) flangia. 5 (16) elementi strutturali lineari a “V”. (27) punto di fissaggio della superficie telata. raffigura il metodo di assemblaggio per: “C” corrisponde alla struttura. (19) carrello a stella ascendente/discendente. raffigura il processo di apertura e chiusura dell’ombrellone: “C” corrisponde alla struttura. (1) contenitore. (13) elemento a sezione tubolare. “D” corrisponde all’attuatore lineare. (15) elementi strutturali sagomati. 5/12. 10 “F” rappresenta l’alloggiamento previsto per i sistemi elettronici ed elettromeccanici adottato nell’ombrellone. “C” struttura. 6/12. (21) mini attuatori lineari con stelo a doppia mandata. “E” rappresenta il dispositivo di apertura/chiusura. 20 25 30 26 . (22) staffa porta attuatori lineari. (14) flangia. (12) fori per dispositivi illuminanti. (11) appendi abiti semicircolari.26 semicircolari. (20) motore elettrico con annesso riduttore meccanico. Fig. 7-8-9-10-11-12/12. (19) carrello a stella. (9/9a – 10/10a) nicchie triangolari e relativa conformazione interna/esterna. “E” rappresenta il dispositivo di apertura/chiusura. Fig. “24” guida. “23” braccia distendenti/contraenti. “D” attuatore lineare. “25” pomello a vite per il fissaggio della superficie telata. (28) stecche intermedie inserite nella superficie telata. “E” dispositivo di apertura/chiusura. (17) vite senza fine assiale. Fig. (26) superficie telata. “F” rappresenta l’alloggiamento previsto per i 15 sistemi elettronici ed elettromeccanici adottato nell’ombrellone.

relativamente a tutte le funzioni previste. nell’ordine: un contenitore costruito in materiale plastico e/o composito avente forma di campana con annesso coperchio (di seguito solo contenitore). I dispositivi che vanno a costituire l’insieme tecnico del suddetto ombrellone sono. manuale e/o telematica. come: apertura e chiusura dell’ombrellone attuato in combinazione con un determinato livello di intensità solare circostante. tramite un movimento ascendente e discendente ottenuto per mezzo di una vite senza fine. immessa nella convenzionale rete elettrica cittadina. una superficie telata di forma poligonale quale dispositivo 27 . ne causa l’apertura e la chiusura dell’ombrellone (di seguito solo attuatore lineare). una staffa di forma circolare congeniata per ospitare uno o più mini attuatori elettrici imputati ad aprire e chiudere il coperchio compreso nel suddetto contenitore (di seguito solo dispositivo di apertura/chiusura). predisposto per ospitare al suo interno gli strumenti e i dispositivi confacenti alla realizzazione di tutte le operazioni previste e individuati nella fattispecie in: una ossatura metallica debitamente sagomata e resa solidale in senso circonferenziale con una flangia di forma circolare a sua volta saldata in asse con un cilindro cavo (di seguito solo struttura). controllo e gestione. come alternativa. mediante una appropriata combinazione tecnica. sono in grado di realizzare le seguenti operazioni: trasformare l’energia solare in energia elettrica tramite sistemi fotovoltaici debitamente combinati a sua volta immagazzinata in appositi accumulatori o. un attuatore lineare meccanico azionato da una motorizzazione elettrica diretta sul quale trova posto un carrello a forma di stella il quale. la verifica istantanea del livello di carica di accumulatori inseriti nel contesto del sistema elettrotecnico e/o per la verifica degli standard di produzione di energia elettrica. apertura e chiusura dell’ombrellone effettuata in completa automazione mediante un movimento distensivo (apertura) e contrattivo (chiusura) che segue il medesimo senso di direzione per entrambe le funzioni previste. la velocità del vento o per esigenze distinte oltreché ad alimentare sistemi di comunicazione dati e voce. una struttura metallica indipendente formata da una serie bracci di sezione circolare e predisposti per essere direttamente collegati in modo girevole con il suddetto carrello a stella ascendente/discendente (di seguito solo braccia distendenti/contraenti). elettromeccanici ed elettronici che.27 RIVENDICAZIONI 1) Ombrellone da spiaggia elettronico alimentato da energia solare ottenuto mediante l’assemblaggio di un insieme di dispositivi meccanici.

e precisamente tramite il movimento ascendente (apertura) e discendente (chiusura) trasmesso al carrello a stella per mezzo della vite senza fine contenuta nell’attuatore lineare. e dall’altra conformato per agevolare il suo inserimento nello strato sabbioso (di seguito solo palo). detto contenitore presenta delle nicchie di forma triangolare e disposte in senso circonferenziale aventi una profondità pari o inferiore alla mezzeria riscontrata sulla superficie telata compresa tra due braccia distendenti/contraenti.28 atto al realizzo dell’ombreggiatura e congeniata per essere fissata alle braccia distendenti/contraenti (di seguito solo superficie telata). sulla parte superiore di dette nicchie sono stati realizzati dei fori per l’inserimento di eventuali dispositivi illuminanti e fissati degli appendi abiti di forma semicircolare. l’apertura e la chiusura dell’ombrellone ha luogo mediante l’azionamento elettrico dell’attuatore lineare. 2) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. due calzini in tessuto sintetico e/o organico aventi la funzione di proteggere da eventuali infiltrazioni sabbiose i meccanismi soggetti a movimento e manutenzione contenuti all’interno del contenitore (di seguito solo calzini). una sezione cilindrica cava adibita per ottenere lo scorrimento al suo interno e fare da guida fissa ai suddetti bracci distendenti/contraenti (di seguito solo guide). un palo metallico previsto come struttura portante dell’ombrellone avente una conformazione tale da permettere. una piattaforma avente la funzione di punto di appoggio per effettuare manutenzioni ordinarie e straordinarie (di seguito solo piattaforma). 6) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. combinati tra di loro in un ordine sfalsato. 5) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 4 caratterizzato dal fatto che. una serie di supporti costituiti da staffe metalliche sulle quali è stato fissato in modo girevole. l’apertura e la chiusura di detto coperchio ha luogo mediante l’azionamento elettrico del dispositivo di apertura/chiusura. 4) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. 3) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. il coperchio di detto contenitore ha forma poliedrica in cui nella parte centrale è stata ricavata una cupola in cui trova posto una antenna atta alle 28 . da una parte l’impilamento nella sua parte superiore del suddetto contenitore e della piattaforma.

attuatore lineare e dispositivo di apertura/chiusura del coperchio mantiene una conformità assiale in modo tale che. e in ogni poligono variabile un apparato fotovoltaico assestante che ne delimita un distinto settore. e tramite viti con rondella all’estremità opposta corrispondente alla superficie telata. 9) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. detto attuatore lineare è costituito nel suo complesso da: una struttura metallica formata da due flange metalliche collegate tra di loro per mezzo di una serie di elementi lineari aventi forma a “V” e disposti in senso circonferenziale con il loro vertice disposto in senso concentrico. 12) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. è presente uno sportello di ispezione avente forma di cassetto porta attrezzi per la manutenzione in cui l’apertura e la relativa chiusura avviene mediante una chiave personalizzata. 11) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. detto dispositivo di apertura/chiusura del coperchio annesso al contenitore.29 ricezioni/trasmissioni radio. 8) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. detta superficie telata è debitamente fissata alle braccia distendenti/contraenti mediante un pomello a vite nelle estremità esterne. reso solidale in senso girevole con la suddetta “vite senza fine”. dia adito alla formazione di un determinato alloggiamento con un volume sufficiente a ospitare i dispositivi elettromeccanici ed elettronici previsti per la gestione. in detto contenitore. e precisamente in corrispondenza con il motore elettrico dell’attuatore lineare. 7) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. l’accoppiamento tra struttura. tra la flangia presente nella struttura e la flangia inferiore presente nell’attuatore lineare. un carrello a forma di stella avente un numero di punte corrispondente al numero di braccia distendenti/contraenti altrimenti previste. 10) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. un motore elettrico comprendente un apposito riduttore meccanico a sua volta collegato a una “vite senza fine” sistemata tra le due flange. controllo e funzionamento dell’intero sistema operativo inglobato nell’ombrellone. dette guide sono predisposte per far scorrere al loro interno le braccia 29 . è costituito da uno o più mini attuatori lineari elettrici aventi steli distendenti a doppia mandata.

11. 17) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. 30 . 16) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1 caratterizzato dal fatto che. 13. lo strato esterno è sempre eseguito con materiale traslucido.30 distendenti/contraenti e il loro fissaggio è previsto alle pareti interne del contenitore. sono da considerarsi a tutti gli effetti delle unità indipendenti di produzione di energia elettrica che. 14) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1. 13 caratterizzato dal fatto che. vanno a delimitare dei distinti settori aventi una diretta corrispondenza geometrica. sono stati sistemati uno o più apparati fotovoltaici debitamente collegati tra loro a sua volta montati su dei supporti rigidi che. per estensione e per inclinazione. 11. e/o per essere immessa nella rete elettrica cittadina sfruttando metodi o tecniche conosciute come descritte nei manuali di riferimento. e in particolare tra lo strato superficiale traslucido e gli altri strati sottostanti. 15) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1. detti calzini hanno la caratteristica di essere elastici. nel caso di una composizione a più strati. 14 caratterizzato dal fatto che. delle stecche costruite con materiale avente peculiari caratteristiche di flessibilità. e tra la parte inferiore della superficie telata e la flangia inferiore presente nella struttura dell’attuatore lineare. e il loro posizionamento comprende un fissaggio mobile di tipo a strappo previsto tra la cupola presente nel coperchio e la parte superiore della superficie telata. ogni distinto settore presente sul coperchio e/o sulla superficie telata in cui sono stati applicati apparati fotovoltaici. 11 caratterizzato dal fatto che. ed esattamente nella estremità superiore delle cavità formatesi tra una nicchia e l’altra. mediante appositi fissaggi meccanici e/o chimici. In detta superficie telata. in detta superficie telata sono presenti. 13) Ombrellone elettronico secondo la rivendicazione 1. nel loro insieme. a sua volta. ed esattamente in corrispondenza della mezzeria riscontrata nella superficie telata compresa tra due braccia distendenti/contraenti. detta superficie telata può essere costituita da uno o più stratificazioni di tessuto e/o materiale sintetico in cui. può essere utilizzata per ricaricare degli appositi accumulatori di energia elettrica rientranti nel contesto strumentale annoverato nell’ombrellone. con i settori fotovoltaici presenti sul coperchio.

31 31 .

32 32 .

33 33 .

34 34 .

35 35 .