You are on page 1of 16

Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. “D” Aut.

DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003

Supplemento straordinario n. 2 al n. 6 dell’1 aprile 2006 Parti I e II - Anno XXXVII

REPUBBLICA ITALIANA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA
Catanzaro, giovedì 6 aprile 2006
DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE ● CATANZARO, VIA ORSI ● (0961) 856051-31

Le edizioni ordinarie del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria sono suddivise in tre parti che vengono cosı pubblicate: ` Il 1o e il 16 di ogni mese:

PARTE PRIMA
◆ ◆ ◆

ATTI DELLA REGIONE

SEZIONE I
Leggi Regolamenti Statuti

SEZIONE II
◆ ◆ ◆ ◆ ◆

Decreti, ordinanze ed atti del Presidente della Giunta regionale Deliberazioni del Consiglio regionale Deliberazioni della Giunta regionale Deliberazioni o comunicati emanati dal Presidente o dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale Comunicati di altre autorità o uffici regionali

PARTE SECONDA ● ATTI DELLO STATO E DEGLI ORGANI GIURISDIZIONALI
SEZIONE I

Provvedimenti legislativi statali e degli organi giurisdizionali che interessano la Regione

SEZIONE II
◆ ◆

Atti di organi statali che interessano la Regione Circolari la cui divulgazione e ritenuta opportuna e gli avvisi prescritti dalle ` leggi e dai regolamenti della Regione

Ordinariamente il venerdì di ogni settimana

PARTE TERZA ● ATTI DI TERZI
◆ ◆

Annunzi legali Avvisi di concorso

10242

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

SOMMARIO

PARTE PRIMA
SEZIONE II

PARTE PRIMA
SEZIONE II

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI 15 marzo 2006, n. 2347 Valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura di terreni compresi nelle singole regioni agrarie delle provincie di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia. Legge 22/10/71 n. 865, art. 16 modificata dalla Legge 28/1/1977 n. 10 art. 14 anno 2005. COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI CATANZARO ELENCO DEI COMUNI PER REGIONI AGRARIE PROVINCIA DI CATANZARO Montagna interna Regione agraria n. 1 − Montagna del Reventino: Conflenti, Decollatura, Martirano, Martirano Lombardo, Motta Santa Lucia, Platania, San Pietro Apostolo, Serrastretta, Soveria Mannelli. Regione agraria n. 2 − Sila Piccola Settentrionale: Carlopoli, Cicala, Sorbo San Basile, Taverna. Regione agraria n. 3 − Sila Piccola Meridionale: Albi, Cerva, Fossato Serralta, Gimigliano, Magisano, Pentone, Petronà, Sersale, Zagarise. Regione agraria n. 4 − Montagna di Soverato: Cardinale. Collina Interna Regione agraria n. 5 − Collina dell’Amato: Amato, Caraffa di Catanzaro, Feroleto Antico, Maida, Marcellinara, Miglierina, Pianopoli, San Floro, San Pietro a Maida, Settingiano Tiriolo. Regione agraria n. 6 − Collina dell’Ancinale: Amaroni, Argusto, Cenadi, Centrache, Chiaravalle Centrale, Cortale, Gagliato, Girifalco, Jacurso, Olivadi, Palermiti, San Vito sullo Ionio, Torre di Ruggero, Vallefiorita. Collina Litoranea Regione agraria n. 7 − Collina Litoranea di Capo Suvero: Falerna, Gizzeria, Nocera Tirinese, San Mango d’Aquino. Regione agraria n. 8 − Colline Litoranee di Catanzaro: Andali, Belcastro, Catanzaro, Cropani, Marcedusa, Sellia, Simeri Crichi, Soveria Simeri, Sellia Marina, Botricello. Regione agraria n. 9 − Colline Litoranee di Curinga: Curinga. Regione agraria n. 10 − Colline Litoranee di Soverato: Badolato, Borgia, Davoli, Gasperina, Guardavalle, Isca sullo Ionio, Montauro, Montepaone, Petrizzi, San Sostene, Santa Caterina dello Ionio, Satriano, Squillace, Stalettì, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio. Pianura Regione agraria n. 11 − Piana di Sant’Eufemia: Lamezia Terme. Il Segretario (Dr. Vincenzo Montalto) p. Il Presidente (Michele Traversa) F.to: Illeggibile

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI 15 marzo 2006, n. 2347 Valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura di terreni compresi nelle singole regioni agrarie delle provincie di Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia. Legge 22/10/71 n. 865, art. 16 modificata dalla Legge 28/1/1977 n. 10 art. 14 anno 2005 pag. 10242

DECRETI DEI DIRIGENTI DELLA REGIONE CALABRIA

DECRETO n. 3146 del 24 marzo 2006 Dipartimento n. 11 Istruzione − Cultura − Alta Formazione − Università − Innovazione Tecnologica Avviso pubblico per la realizzazione di una campagna pubblicitaria per la valorizzazione dei Bronzi di Riace pag. 10253

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI − CATANZARO

Quadro d’insieme dei valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura dei terreni compresi nelle singole Regioni Agrarie della Provincia di Catanzaro. (Legge 22/10/71, n. 865 art. 16, modificata dalla L. 28/1/1977, n. 10, art. 14) Anno 2005
Regione agraria N. 3 Regione agraria N. 4 Regione agraria N. 5 Regione agraria N. 6 Regione agraria N. 7 Regione agraria N. 8 Regione agraria N. 9 Regione agraria N. 10 Regione agraria N. 11

Tipo di coltura

Regione agraria N. 1

Regione agraria N. 2

c c c c

c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c

c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c — — — — — — — — — — — — — — c 47.201,00 — — — c c c c c c c c c c — — — c 14.538,00 — c 46.000,00

c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c

c c c c c c c c c c

c c c c c c c c c c

c c c c c c c c c c

c c c c c c c c c c

c c c c c c c c c c c c c c c c c c c c — — — — c 6.671,00 c 46.000,00

c 6.074,00 c 1.025,00 c 11.535,00 c 12.427,00 — — c 14.042,00 c 16.438,00 c 14.211,00 — — c 7.021,00 c 5.182,00 — — c 3.845,00 c 1.922,00 c 1.281,00 c 7.634,00 c 4.959,00 — — — — — — — — — — — — — — — c 46.000,00 — — — —

c 4.731,00 c 9.749,00 c 9.065,00 c 13.624,00 — — c 12.541,00 c 15.450,00 c 16.702,00 — — c 7.183,00 c 4.561,00 — c 3.014,00 c 4.130,00 c 2.359,00 c 1.437,00 c 8.000,00 c 4.500,00 — —

c 4.789,00 c 9.065,00 c 8.437,00 c 8.723,00 c 13.854,00 — c 10.432,00 c 15.848,00 c 15.848,00 — — c 6.612,00 c 4.561,00 — c 2.491,00 c 3.211,00 c 2.031,00 c 1.371,00 c 6.500,00 c 4.500,00 — —

5.245,00 7.240,00 7.524,00 7.524,00 — — 9.463,00 12.598,00 12.428,00 — 30.157,00 5.187,00 3.592,00 — 2.491,00 2.951,00 1.572,00 1.316,00 10.146,00 5.530,00 — —

5.665,00 9.913,00 2.913,00 13.790,00 30.045,00 39.772,00 15.822,00 15.946,00 — 8.003,00 — 7.142,00 6.219,00 12.006,00 2.478,00 4.178,00 1.913,00 1.409,00 — 3.510,00 — —

5.302,00 10.393,00 — 14.480,00 31.508,00 — 12.656,00 15.450,00 15.450,00 8.393,00 30.669,00 5.757,00 4.161,00 12.589,00 2.294,00 3.475,00 1.706,00 1.306,00 8.665,00 6.000,00 — —

7.689,00 9.919,00 12.371,00 13.486,00 34.160,00 44.133,00 16.828,00 34.661,00 25.745,00 8.080,00 — 5.628,00 4.793,00 — 2.243,00 5.254,00 1.667,00 1.347,00 7.000,00 3.800,00 — —

7.689,00 10.432,00 12.769,00 16.190,00 27.192,00 44.922,00 19.326,00 17.672,00 21.434,00 8.473,00 — 7.524,00 5.130,00 6.444,00 2.951,00 4.130,00 2.294,00 1.306,00 5.415,00 3.000,00 — —

6.385,00 10.146,00 12.370,00 18.242,00 — 46.175,00 15.517,00 19.212,00 20.124,00 8.884,00 — 7.890,00 4.845,00 8.907,00 2.491,00 6.098,00 2.491,00 1.371,00 5.678,00 3.249,00 — 4.105,00

6.271,00 9.178,00 11.401,00 13.511,00 31.084,00 44.294,00 21.606,00 16.817,00 18.984,00 9.316,00 — 5.701,00 4.561,00 9.340,00 2.612,00 4.130,00 2.099,00 1.306,00 7.000,00 5.000,00 — 35.221,00

8.894,00 10.945,00 17.786,00 17.501,00 37.453,00 56.209,00 26.280,00 34.773,00 26.052,00 11.459,00 — 4.561,00 4.561,00 14.822,00 4.850,00 5.245,00 3.475,00 1.303,00 7.053,00 3.249,00 — 41.045,00 — — — — c 6.065,00 c 46.000,00

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Seminativo Seminativo Arborato Seminativo Irriguo Seminativo Irr. Arb. Orto Irriguo Agrumeto Frutteto Vigneto Uliveto Ficheto Noccioleto Castagneto Querceto Canneto Pascolo Pascolo Arborato Pascolo Cespugliato Incolto Produttivo Bosco Alto Fusto Bosco Ceduo Bosco Misto Orto Irr. per Colt. in Serre Orto Irr. Arborato Orto Irr. per Colt. Vivaistica Vigneto a Tendone Mandorleto Ficodindieto Actinidieto

— —

— —

— — — —

— — — —

10243

10244

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI COSENZA REGIONI AGRARIE DELLA PROVINCIA DI COSENZA V.A.M. Anno 2005 Regione agraria n. 1 − Versante meridionale del Pollino: Laino Borgo, Laino Castello, Morano Calabro e Mormanno. Regione agraria n. 2 − Versante Nord/Est della catena costiera: Acquaformosa, Firmo, Lungro, Mottafollone, San Basile, San Donato Ninea, San Sosti, Sant’Agata d’Esaro, e Saracena. Regione agraria n. 3 − Sila Greca: Acri, Bocchigliero, Campana e Longobucco. Regione agraria n. 4 − Sila Grande: Celico, Pedace, Pietrafitta, Rose, San Giovanni in Fiore, San Pietro in Guarano, Serra Pedace, Spezzano Sila e Spezzano Piccolo. Regione agraria n. 5 − Versante Sud/Ovest della catena costiera: Altilia, Belsito, Carolei, Cerisano, Dipignano, Domanico, Grimaldi, Lago, Malito, Marano Principato, Mendicino, Paterno Calabro, San Fili e San Vincenzo la Costa. Regione agraria n. 6 − Sila Piccola Cosentina: Aprigliano, Bianchi, Carpanzano, Cellara, Colosimi, Figline Vegliaturo, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Pedivigliano, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano e Scigliano. Regione agraria n. 7 − Montagna Litoranea del Lao: Aieta, Grisolia, Orsomarso, Papasidero, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Santa Domenica Talao, Santa Maria del Cedro, Scalea, Tortora e Verbicaro. Regione agraria n. 8 − Montagna Litoranea del Sangineto: Belvedere Marittimo, Bonifati, Buonvicino, Cetraro, Diamante, Maierà e Sangineto. Regione agraria n. 9 − Montagna Litoranea di Paola: Acquappesa, Belmonte Calabro, Falconara Albanese, Fiumefreddo Bruzio, Fuscaldo, Guardia Piemontese, Longobardi, Paola e San Lucido. Regione agraria n. 10 − Colline di Oriolo: Alessandria del Carretto, Canna, Castroregio, Oriolo Calabro e Plataci. Regione agraria n. 11 − Colline di Castrovillari: Castrovillari, Cerchiara di Calabria, Civita, Frascineto e S. Lorenzo Bellizzi. Regione agraria n. 12 − Medio Crati Occidentale: Altomonte, Cervicati, Cerzeto, Fagnano Castello, Lattarico, Malvito, Mongrassano, Roggiano Gravina, Rota Greca, San Benedetto Ullano, San Marco Argentano, San Martino di Finita, Santa Caterina Albanese e Torano Castello. Regione agraria n. 13 − Medio Crati Orientale: Bisignano, Luzzi, San Demetrio Corone, Santa Sofia d’Epiro e Tarsia. Regione agraria n. 14 − Colline di Cosenza: Casole Bruzio, Castiglione Cosentino, Castrolibero, Cosenza, Lappano, Marano

Marchesato, Montalto Uffugo, Piane Crati, Rende, Rovito, Trenta e Zumpano. Regione agraria n. 15 − Colline Litoranee di Amendolara: Albidona, Amendolara, Montegiordano, Nocara, Rocca Imperiale e Roseto Capo Spulico. Regione agraria n. 16 − Colline Litoranee di Rossano: Caloveto, Corigliano Calabro, Cropalati, Mirto Crosia, Paludi, Rossano, San Cosmo Albanese, San Giorgio Albanese e Vaccarizzo Albanese. Regione agraria n. 17 − Colline Litoranee di Cariati: Calopezzati, Cariati, Mandatoriccio, Pietrapaola, Scala Coeli e Terravecchia. Regione agraria n. 18 − Colline Litoranee di Amantea: Aiello Calabro, Amantea, Cleto, San Pietro in Amantea e Serra d’Aiello. Regione agraria n. 19 − Piana di Sibari: Cassano all’Ionio, Francavilla Marittima, San Lorenzo del Vallo, Spezzano Albanese, Terranova da Sibari, Trebisacce e Villapiana. Il Segretario (M.F. Mele) Il Presidente (On.le M.G. Oliverio)

Elenco alfabetico dei Comuni per Regione Agraria d’appartenenza Comune Acquaformosa Acquappesa Acri Aiello Calabro Aieta Albidona Alessandria del Carretto Altilia Altomonte Amantea Amendolara Aprigliano Belmonte Calabro Belsito Belvedere Marittimo Bianchi Bisignano Bocchigliero R.A. n. 2 9 3 18 7 15 10 5 12 18 15 6 9 5 8 6 13 3

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

10245

Comune Bonifati Buonvicino Calopezzati Caloveto Campana Canna Cariati Carolei Carpanzano Casole Bruzio Cassano allo Jonio Castiglione Cosentino Castrolibero Castroregio Castrovillari Celico Cellara Cerchiara di Calabria Cerisano Cervicati Cerzeto Cetraro Civita Cleto Colosimi Corigliano Calabro Cosenza Cropalati Mirto Crosia Diamante Dipignano Domanico Fagnano Castello Falconara Albanese Figline Vegliaturo Firmo Fiumefreddo Bruzio

R.A. n. 8 8 17 16 3 10 17 5 6 14 19 14 14 10 11 4 6 11 5 12 12 8 11 18 6 16 14 16 16 8 5 5 12 9 6 2 9

Comune Francavilla Marittima Frascineto Fuscaldo Grimaldi Grisolia Guardia Piemontese Lago Laino Borgo Laino Castello Lappano Lattarico Longobardi Longobucco Lungro Luzzi Maierà Malito Malvito Mandatoriccio Mangone Marano Marchesato Marano Principato Marzi Mendicino Mongrassano Montalto Uffugo Montegiordano Morano Calabro Mormanno Mottafollone Nocara Oriolo Calabro Orsomarso Paludi Panettieri Paola Papasidero

R.A. n. 19 11 9 5 7 9 5 1 1 14 12 9 3 2 13 8 5 12 17 6 14 5 6 5 12 14 15 1 1 2 15 10 7 16 6 9 7

10246

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Comune Parenti Paterno Calabro Pedace Pedivigliano Piane Crati Pietrafitta Pietrapaola Plataci Praia a Mare Rende Rocca Imperiale Roggiano Gravina Rogliano Rose Roseto Capo Spulico Rossano Rota Greca Rovito San Basile San Benedetto Ullano San Cosmo Albanese San Demetrio Corone San Donato di Ninea San Fili San Giorgio Albanese San Giovanni in Fiore San Lorenzo Bellizzi San Lorenzo del Vallo San Lucido San Marco Argentano San Martino di Finita San Nicola Arcella

R.A. n. 6 5 4 6 14 4 17 10 7 14 15 12 6 4 15 16 12 14

Comune San Pietro in Amantea San Pietro in Guarano San Sosti San Vincenzo la Costa Sangineto Santa Caterina Albanese Santa Domenica di Talao Santa Maria del Cedro Santa Sofia d’Epiro Sant’Agata di Esaro Santo Stefano di Rogliano Saracena Scala Coeli Scalea Scigliano Serra d’Aiello Serra Pedace Spezzano Albanese

R.A. n. 18 4 2 5 8 12 7 7 13 2 6 2 17 7 6 18 4 19 4 4 13 19 17 12 7 19 14 16 7 19 14

2 Spezzano della Sila 12 16 13 2 5 16 4 11 19 9 12 12 7 Spezzano Piccolo Tarsia Terranova da Sibari Terravecchia Torano Castello Tortora Trebisacce Trenta Vaccarizzo Albanese Verbicaro Villapiana Zumpano

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI − COSENZA − Anno 2005 V.A.M.

Quadro d’insieme dei valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura dei terreni compresi nelle singole Regioni Agrarie della Provincia di Cosenza. (Legge 22/10/71, n. 865 art. 16, modificata dalla L. 28/1/1977, n. 10, art. 14) Anno 2005 − Art. 41 del D.P.R. n. 327/01
R.A. N. 5 R.A. N. 6 R.A. N. 7 R.A. N. 8 R.A. N. 9 R.A. N. 10 R.A. N. 11 R.A. N. 12 R.A. N. 13 R.A. N. 14 R.A. N. 15 R.A. N. 16 R.A. N. 17 R.A. N. 18 R.A. N. 19

Tipo di coltura

R. A. N. 1

R.A. N. 2

R.A. N. 3

R.A. N. 4

Agrumeto 8.364,00 4.692,00 — — 8.466,00 5.814,00 6.222,00 6.222,00 6.222,00 7.446,00 — 9.588,00 6.528,00 8.466,00 — 11.016,00 12.138,00 — — — — — — 6.834,00 — — 6.528,00 — — — — — — — — 4.284,00 3.264,00 3.366,00 3.876,00 6.018,00 5.814,00 5.508,00 4.998,00 6.120,00 — 4.182,00 — — 6.120,00 6.732,00 5.508,00 7.854,00 6.120,00 6.120,00 5.814,00 7.038,00 8.466,00 6.018,00 3.162,00 7.038,00 7.548,00 3.876,00 — — 6.120,00

57.834,00

57.834,00

39.066,00

40.902,00

24.684,00

49.878,00

35.190,00

44.574,00

59.262,00

44.574,00

33.456,00 7.038,00 4.488,00 — — 6.120,00

46.920,00 6.528,00 — — 9.384,00 —

Bosco alto fusto

5.508,00

5.304,00

7.854,00

7.140,00

Bosco ceduo

4.692,00

4.488,00

3.774,00

3.672,00

Bosco misto

5.508,00

Canneto

Castagneto da frutto 13.362,00 — 12.750,00 27.846,00 1.938,00 1.938,00 1.938,00 2.040,00 2.040,00 23.970,00 23.970,00 32.640,00 28.152,00 23.970,00 — 18.156,00 20.502,00 20.502,00 16.728,00 16.728,00 15.708,00 25.194,00 — — 5.406,00 4.998,00 — — — — 13.464,00 25.194,00 2.040,00 12.036,00 8.058,00 13.974,00 16.014,00 — 11.628,00 10.506,00 11.628,00 — 13.464,00 25.194,00 2.040,00

7.752,00

8.568,00

6.018,00

6.732,00

Ficheto

7.854,00

8.976,00

9.894,00

11.118,00

14.994,00 — 13.464,00 25.194,00 —

12.750,00 — 18.258,00 25.194,00 —

11.628,00 — 23.460,00 53.346,00 2.040,00

— — 12.342,00 25.194,00 2.040,00

17.544,00 — 13.464,00 25.194,00 2.040,00

13.056,00 — 16.524,00 53.346,00 —

Ficodindieto

Frutteto

12.546,00

16.116,00

16.422,00

Frutteto irriguo

23.460,00

23.970,00

29.172,00

Incolto produttivo — 30.702,00 3.774,00 5.100,00 5.100,00 4.488,00 2.652,00 4.896,00 22.542,00 25.704,00 27.030,00 2.652,00 5.712,00 — — — — 31.212,00 3.264,00 6.120,00

1.938,00

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Mandorleto

— 17.544,00 2.856,00 4.794,00

— 44.370,00 3.264,00 5.304,00

— 28.356,00 3.978,00 7.344,00

— 54.876,00 3.774,00 6.528,00

— 38.862,00 3.774,00 6.120,00

14.790,00 46.818,00 3.570,00 7.140,00

— 62.220,00 4.998,00 8.466,00

— 46.818,00 5.304,00 8.466,00

— 35.802,00 3.264,00 5.916,00

— 49.368,00 6.834,00

Orto irriguo

21.216,00

16.524,00

17.544,00

27.540,00

Pascolo

3.264,00

3.672,00

5.304,00

3.876,00

10247

Pascolo arb.

5.100,00

6.120,00

5.508,00

4.692,00

6.018,00

10248

Tipo di coltura

R. A. N. 1

R.A. N. 2

R.A. N. 3

R.A. N. 4

R.A. N. 5

R.A. N. 6

R.A. N. 7

R.A. N. 8

R.A. N. 9

R.A. N. 10

R.A. N. 11

R.A. N. 12

R.A. N. 13

R.A. N. 14

R.A. N. 15

R.A. N. 16

R.A. N. 17

R.A. N. 18

R.A. N. 19

Pascolo cespugliato — 10.098,00 5.100,00 5.712,00 11.322,00 10.200,00 13.464,00 15.402,00 17.544,00 — 20.094,00 25.704,00 25.704,00 — — — — 20.094,00 19.074,00 19.074,00 16.728,00 16.728,00 18.666,00 — — — — — 22.440,00 32.232,00 17.340,00 16.422,00 16.014,00 16.014,00 16.014,00 20.298,00 18.054,00 19.482,00 22.440,00 29.376,00 15.198,00 14.280,00 13.974,00 13.974,00 13.974,00 17.850,00 15.810,00 17.136,00 19.584,00 — 22.440,00 26.928,00 12.648,00 17.034,00 14.382,00 14.382,00 12.954,00 18.870,00 14.280,00 19.074,00 9.180,00 9.894,00 10.914,00 8.976,00 9.996,00 11.526,00 11.526,00 16.626,00 23.664,00 22.440,00 18.258,00 20.910,00 — 22.440,00 26.928,00 9.894,00 8.772,00 8.466,00 8.466,00 7.446,00 7.956,00 9.180,00 10.302,00 13.260,00 10.404,00 15.504,00 20.604,00 17.136,00 19.584,00 — 19.788,00 32.232,00 4.692,00 5.610,00 54.978,00 5.100,00 4.080,00 5.100,00 8.466,00 10.098,00 9.792,00 5.712,00 10.710,00 10.404,00 21.726,00 18.258,00 21.114,00 24.174,00 22.134,00 20.094,00 — 4.488,00 5.100,00 5.100,00 5.100,00 5.100,00 5.406,00 8.772,00 6.528,00 6.018,00 6.732,00 5.202,00 10.302,00 10.506,00 10.200,00 10.200,00 10.200,00 10.506,00 10.506,00 10.506,00 10.506,00 9.282,00 10.098,00 10.098,00 5.814,00 6.324,00 9.180,00 13.668,00 19.176,00 19.890,00 22.746,00 — 23.460,00 32.232,00 — — — — — 42.228,00 42.228,00 42.228,00 — — — — — 10.098,00 4.590,00 8.874,00 10.710,00 12.036,00 15.504,00 18.258,00 20.910,00 — 23.460,00 32.232,00

3.264,00

3.672,00

3.264,00

3.264,00

3.264,00

3.264,00

3.264,00

3.264,00

3.876,00

3.264,00

3.264,00

3.978,00

3.978,00

3.978,00

3.876,00

3.876,00

3.876,00

3.366,00

4.488,00

Pescheto

42.202,50 10.098,00 5.814,00 9.588,00 11.118,00 16.626,00 19.380,00 16.626,00 19.074,00 — 23.460,00 32.946,00

Prato irriguo

9.894,00

9.078,00

11.118,00

9.588,00

Querceto

4.488,00

7.650,00

4.488,00

4.692,00

Seminativo

4.080,00

5.916,00

4.590,00

4.080,00

Seminativo arb.

5.610,00

7.548,00

7.956,00

8.772,00

Seminativo Irr.

9.894,00

7.548,00

9.894,00

9.588,00

Sem. irr. arb.

9.996,00

8.772,00

11.730,00

12.546,00

Uliveto

12.648,00

14.280,00

13.566,00

13.974,00

Uliveto irriguo

14.280,00

16.422,00

16.014,00

16.830,00

Uliveto-vigneto

Vigneto

13.974,00

20.298,00

20.604,00

17.442,00

Vigneto a spalliera — — — — —

27.030,00

24.582,00

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Vigneto a tenda

44.064,00

44.064,00

ELENCO DEI COMUNI PER REGIONI AGRARIE PROVINCIA DI CROTONE

Regione agraria n. 1 − Montagna di Savelli: Caccuri, Castelsilano, Cerenzia, Cotronei, Savelli.

Regione agraria n. 2 − Sila Piccola di Crotone: Mesoraca, Petilia Policastro.

Regione agraria n. 3 − Colline del Lipuda e del Vitraro: Carfizzi, Casabona, Pallagorio, San Nicola dell’Alto, Umbriatico, Verzino.

Regione agraria n. 4 − Medio Neto: Belvedere di Spinello, Roccabernarda, San Mauro Marchesato, Santa Severina.

Regione agraria n. 5 − Colline Litoranee di Cirò: Cirò, Cirò Marina, Crucoli, Melissa.

Regione agraria n. 6 − Piana del Marchesato o di Crotone: Crotone, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Scandale, Strongoli. Il Presidente (Luigi Costantino)

Il Segretario (Massimo Criscuolo)

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI − CROTONE Quadro d’insieme dei valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura dei terreni compresi nelle singole Regioni Agrarie della Provincia di Crotone. D.P.R. 8/6/2001 n. 327 art. 41 modificato con Decreto Legs. 27/12/2002 n. 302 − Anno 2005
Regione Agraria N. 2 Regione Agraria N. 3 Regione Agraria N. 4 Regione Agraria N. 5 Regione Agraria N. 6

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Tipo di coltura

Regione Agraria N. 1

Seminativo Seminativo Arborato Seminativo Irriguo Seminativo Irriguo Arborato Orto Irriguo Agrumeto Frutteto Vigneto Uliveto Noccioleto Castagneto Querceto Pascolo Pascolo Arborato Pascolo Cespugliato Incolto Produttivo Bosco Alto Fusto Bosco Ceduo Bosco Misto Orto − Uliveto Uliveto − Vigneto

c 4.781,63 c 7.431,25 c 8.692,00 c 8.749,40 c 10.416,05 — c 8.886,75 c 13.893,88 c 17.209,75 c 30.244,68 c 5.775,88 c 4.576,63 c 2.574,80 c 3.374,30 c 1.604,13 c 1.127,50 c 6.006,50 c 4.100,00 — — —

c 4.894,38 c 9.091,75 c 8.462,40 c 8.749,40 c 14.298,75 — c 10.768,65 c 15.895,70 c 20.670,00 — c 6.632,78 c 4.574,58 c 2.173,00 c 2.802,35 c 1.773,25 c 1.250,50 c 6.295,55 c 4.341,90 — — —

c 6.062,88 c 7.547,08 c 10.520,60 c 14.007,65 c 11.178,65 c 33.390,40 — c 16.581,43 c 12.710,00 — — c 3.374,30 c 2.858,73 c 3.088,33 c 1.488,30 c 1.186,95 — c 3.315,88 — — —

c 6.237,13 c 7.775,65 c 12.234,40 c 13.665,30 c 12.062,20 c 33.676,38 c 7.687,50 c 13.320,90 c 12.415,83 — — c 4.803,15 c 2.917,15 c 3.259,50 c 1.830,65 c 1.501,63 c 4.116,40 c 2.402,60 — — —

c 6.412,40 c 11.835,68 c 12.349,20 c 17.324,55 — c 44.023,75 c 24.070,08 c 42.537,50 c 20.525,63 — — c 5.146,53 c 3.659,25 c 5.432,50 c 2.402,60 c 1.230,00 — c 4.460,80 — — —

c 8.917,50 c 11.018,75 c 14.924,00 — c 33.047,03 c 48.654,70 c 21.784,33 c 28.433,60 c 21.784,33 — — c 4.305,00 c 2.972,50 c 3.888,85 c 1.845,00 c 1.537,50 c 5.146,53 c 3.485,00 c 3.485,00 c 38.306,30 c 32.646,25

10249

10250

ELENCO DEI COMUNI PER REGIONI AGRARIE PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

Montagna interna

Regione agraria n. 1 − Galatro, Giffone, S. Pietro di Caridà.

Montagna litoranea

Regione agraria n. 2 − Cinquefrondi, Cittanova, Molochio, Polistena, San Giorgio Morgeto.

Regione agraria n. 3 − Agnana C., Antonimina, Canolo, Ciminà, Gerace, Grotteria, Mammola, Martone, S. Giovanni di Gerace.

Regione agraria n. 4 − Cosoleto, Delianova, Oppido M., S. Cristina d’Aspromonte, S. Eufemia d’Aspromonte, S. Stefano d’Aspromonte, Scido, Sinopoli, Varapodio.

Regione agraria n. 5 − Africo, Bagaladi, Cardeto, Careri, Platì, Roccaforte del Greco, Roghudi, Samo, San Luca.

Collina litoranea

Regione agraria n. 6 − Anoia, Feroleto della Chiesa, Laureana di Borrello, Maropati, Serrata.

Regione agraria n. 7 − Bivongi, Camini, Caulonia, Gioiosa J., Marina di Gioiosa J., Monasterace, Pazzano, Placanica, Riace, Roccella J., Stignano, Stilo.

Regione agraria n. 8 − Bagnara C., Calanna, Campo C., Fiumara, Laganadi, Melicuccà, Palmi, Reggio Calabria, S. Procopio, S. Roberto, S. Alessio in Aspr., Scilla, Seminara, Villa S.G..

Regione agraria n. 9 − Ardore, Benestare, Bianco, Bovalino, Caraffa del Bianco, Casignana, Ferruzzano, Locri, Portigliola, S. Agata del Bianco, S. Ilario, Siderno.

Regione agraria n. 10 − Bova, Bova M., Brancaleone, Bruzzano Z., Condofuri, Melito P.S., Montebello J., Motta S.G., Palizzi, S. Lorenzo, Staiti.

Pianura Il Presidente (Ing. Salvatore Garro)

Regione agraria n. 11 − Candidoni, Gioia Tauro, Melicucco, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, Taurianova, Terranova S.M.

Il Segretario (Funz. Trib. Avv. Vittoria Russo)

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI − REGGIO CALABRIA

Quadro d’insieme dei valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura dei terreni compresi nelle singole Regioni Agrarie della Provincia di Reggio Calabria. (D.P.R. 8/6/2001 n. 327 art. 41 e successive modificazioni e integrazioni) − I valori in c sono riferiti all’anno 2005
Regione agraria N. 3 Regione agraria N. 4 Regione agraria N. 5 Regione agraria N. 6 Regione agraria N. 7 Regione agraria N. 8 Regione agraria N. 9 Regione agraria N. 10 Regione agraria N. 11

Tipo di coltura

Regione agraria N. 1

Regione agraria N. 2

Seminativo c 6.940,00 c 9.300,00 c 10.880,00 — c 16.550,00 c 16.430,00 — c 19.830,00 c 12.130,00 c 10.980,00

c 6.400,00

c 5.870,00

c 5.010,00

c 7.140,00

c 5.010,00 c 6.940,00 c 9.300,00 c 10.880,00 — —

c 5.870,00 c 10.130,00 c 11.900,00 c 14.510,00 — —

c 6.940,00 c 9.920,00 c 13.490,00 c 17.790,00 — c 22.440,00

c 9.600,00 c 11.520,00 c 16.320,00 c 19.720,00 — c 32.860,00

c 7.140,00 c 9.600,00 c 16.320,00 c 19.720,00 — —

c 6.400,00 c 8.530,00 c 16.320,00 c 19.720,00 c 19.300,00 c 32.980,00

c 7.790,00 c 10.980,00 c 19.720,00 c 21.650,00 c 19.300,00 c 32.860,00

Seminativo Arb.

c 8.210,00

c 7.890,00

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Seminativo Irriguo (*)

c 9.980,00

c 12.130,00

Seminativo Irr. Arb. (*)

c 12.130,00

c 16.430,00

Orto

Orto Irriguo(*)

c 18.020,00

c 19.610,00

Tipo di coltura

Regione agraria N. 1

Regione agraria N. 2

Regione agraria N. 3

Regione agraria N. 4

Regione agraria N. 5

Regione agraria N. 6

Regione agraria N. 7

Regione agraria N. 8

Regione agraria N. 9

Regione agraria N. 10

Regione agraria N. 11

Orto Arborato — c 28.040,00 c 22.500,00 — — — — c 49.470,00 — c 49.470,00 — c 50.110,00 — c 29.850,00 — — — c 50.110,00 — c 11.620,00 — — — c 20.900,00 — — c 29.870,00 — c 48.300,00 c 70.900,00 c 53.310,00 c 62.470,00 — — c 49.470,00 c 29.320,00 c 22.500,00 c 33.060,00 c 46.060,00 c 59.070,00 c 44.360,00 c 52.030,00 c 28.040,00 c 28.040,00 c 28.040,00 c 35.720,00 c 35.720,00 c 35.720,00 c 35.720,00 c 21.530,00 — c 15.870,00 — c 36.030,00 — c 36.030,00

c 8.110,00

c 10.030,00

c 14.930,00

c 21.010,00 c 36.030,00 c 35.720,00 c 51.600,00 — c 13.330,00 c 31.990,00 c 49.470,00

Orto Irr. Arb.(*)

c 15.190,00

Serricoltura

c 28.040,00

c 28.040,00

Agrumeto

c 27.080,00

c 34.330,00

Bergamotteto

Frutteto (anche piccoli frutti)

c 10.770,00

c 11.620,00

Frutteto Irriguo (pesche ecc.) (*)

c 27.190,00

c 29.850,00

Frutt. Specializz. (kiweto, anoneto, ciliegeto) c 11.620,00 c 16.640,00 c 18.020,00 c 22.500,00 — c 2.580,00 c 4.540,00 c 3.950,00 c 9.070,00 c 2.560,00 c 3.410,00 c 2.240,00 c 7.470,00 — c 5.010,00 — c 1.280,00 c 1.280,00 c 13.220,00 c 5.010,00 c 4.690,00 c 6.400,00 c 6.400,00 — c 4.490,00 — c 1.280,00 c 2.240,00 c 2.240,00 c 3.410,00 c 3.410,00 c 2.560,00 c 2.560,00 c 2.560,00 c 3.410,00 c 2.240,00 c 7.470,00 c 5.230,00 c 6.080,00 c 13.220,00 c 1.280,00 c 4.370,00 c 4.910,00 — c 4.580,00 c 4.580,00 c 4.580,00 — c 2.580,00 — c 5.340,00 c 4.580,00 c 4.910,00 — c 2.560,00 c 3.410,00 c 2.240,00 c 6.720,00 c 5.010,00 c 5.340,00 — c 1.280,00 c 8.210,00 — — c 8.210,00 c 33.260,00 c 33.260,00 c 26.550,00 c 22.500,00 c 27.720,00 c 26.010,00 c 22.070,00 c 17.920,00 c 20.470,00 c 20.470,00 c 18.770,00 c 25.240,00 c 39.120,00 c 24.740,00 c 31.030,00 c 9.390,00 c 6.620,00 c 4.580,00 c 4.910,00 c 9.810,00 c 2.560,00 c 3.730,00 c 2.240,00 c 6.720,00 c 5.010,00 c 5.340,00 — c 1.280,00 c 14.190,00 c 14.190,00 c 14.290,00 c 19.160,00 c 27.080,00

c 49.470,00

Vigneto

c 12.380,00

c 14.070,00

c 21.430,00 c 27.720,00 c 17.920,00 c 22.500,00 — c 6.620,00 c 4.580,00 — c 6.080,00 c 2.560,00 c 3.730,00 c 2.240,00 c 4.800,00 — c 3.850,00 — c 1.280,00

c 20.120,00 c 26.430,00 c 17.920,00 c 22.500,00 c 9.390,00 c 6.620,00 c 4.580,00 — — c 2.560,00 c 3.730,00 c 2.240,00 c 4.270,00 — c 3.090,00 — c 1.280,00

c 18.560,00 c 26.660,00 c 27.720,00 c 31.880,00 c 8.210,00 — c 4.580,00 — c 10.030,00 c 2.560,00 c 3.730,00 c 2.240,00 c 5.120,00 c 4.270,00 — — c 1.280,00

Vign. a spall. o tend.

c 17.920,00

c 20.050,00

Uliveto

c 20.580,00

c 25.910,00

Uliveto Irriguo(*)

c 24.740,00

c 29.850,00

Mandorleto, Noceto, Noccioleto

Ficodindieto

Querceto

c 4.580,00

Castagneto da frutto

c 4.370,00

c 4.370,00

Canneto

Pascolo

c 2.560,00

c 2.560,00

Pascolo arborato

c 3.410,00

c 3.410,00

Pascolo cespugliato

c 2.240,00

c 2.240,00

Bosco alto fusto

c 10.770,00

c 6.400,00

Bosco ceduo

c 5.010,00

c 4.910,00

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Bosco misto

c 7.470,00

c 5.010,00

Colture arboree pregiate (noce, ciliegio)

c 13.220,00

c 13.220,00

Incolto produttivo

c 1.280,00

c 1.280,00

(*) da intendersi colture con disponibilità di acqua

10251

10252

ELENCO COMUNI PER REGIONE AGRARIE PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

Regione agraria n. 1 − Montagna di Serra San Bruno: Arena, Brognaturo, Fabrizia, Mongiana, Nardodipace, Serra San Bruno, Simbario, Spadola.

Regione agraria n. 2 − Colline Occidentali del Mesima: Filandari, Filogaso, Francica, Jonadi, Limbadi, Maierato, Mileto, Rombiolo, San Calogero, San Costantino Calabro, San Gregorio d’Ippona, Sant’Onofrio, Stefanaconi, Zungri.

Regione agraria n. 3 − Colline Orientali del Mesima e dell’Angitola: Acquaro, Capistrano, Dasà, Dinami, Filadelfia, Gerocarne, Monterosso Calabro, Pizzoni, Polia, San Nicola da Crissa, Sorianello, Soriano Calabro, Vallelonga, Vazzano.

Regione agraria n. 4 − Colline Litoranee del Poro: Briatico, Cessaniti, Drapia, Francavilla Angitola, Joppolo, Nicotera, Parghelia, Pizzo, Ricadi, Spilinga, Tropea, Vibo Valentia, Zaccanopoli, Zambrone. Il Presidente (Paolo Barbieri)

Il Segretario della Commissione (Eugenio Sorrentino)

COMMISSIONE PROVINCIALE ESPROPRI − VIBO VALENTIA

Quadro d’insieme dei valori agricoli medi per ettaro e per tipo di coltura dei terreni compresi nelle singole Regioni Agrarie della Provincia di Vibo Valentia. (Legge 28 gennaio 1977, n. 10 − art. 14, D.P.R. 8/6/2001 n. 327 art. 41 e successive modificazioni e integrazioni − Anno 2005
Regione Agraria N. 1 Regione Agraria N. 2 Regione Agraria N. 3 Regione Agraria N. 4

Tipo di coltura

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

Seminativo Seminativo Arborato Seminativo Irriguo Seminativo Irriguo Arborato Orto Irriguo Agrumeto Frutteto Vigneto Uliveto Noccioleto Castagneto Querceto Canneto Pascolo Pascolo Arborato Pascolo Cespugliato Incolto Produttivo Bosco Alto Fusto Bosco Ceduo Orto Irr. per Colt. in Serra Orto Orto Arborato Orto Irriguo Arborato Mandorleto Ficodindieto c c c c

4.864,00 7.443,00 7.735,00 7.735,00 — — c 9.727,00 c 12.951,00 c 12.775,00 c 31.000,00 c 5.333,00 c 3.691,00 — c 2.227,00 c 2.637,00 c 1.406,00 c 1.145,00 c 10.500,00 c 6.000,00 — — — — — —

c 6.916,00 c 11.135,00 c 14.592,00 c 15.763,00 c 19.632,00 c 46.706,00 c 24.145,00 c 18.342,00 c 19.749,00 — — c 5.274,00 c 12.424,00 c 2.051,00 c 3.164,00 c 1.816,00 c 1.260,00 — c 4.661,00 — — — — — —

c 4.922,00 c 8.322,00 c 8.966,00 c 11.135,00 — c 40.844,00 c 23.968,00 c 12.892,00 c 22.561,00 — c 4.454,00 c 5.157,00 c 8.731,00 c 2.227,00 c 3.106,00 c 1.524,00 c 1.145,00 c 9.440,00 c 6.000,00 — — — — — —

c 7.443,00 c 11.135,00 c 16.643,00 c 18.752,00 c 32.816,00 c 49.929,00 c 26.488,00 c 21.976,00 c 23.030,00 — — c 4.704,00 c 12.131,00 c 2.227,00 c 5.450,00 c 2.227,00 c 1.203,00 c 4.630,00 c 4.661,00 c 42.193,00 c 20.745,00 c 26.135,00 c 39.731,00 c 14.943,00 c 9.317,00

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

10253

DECRETI DEI DIRIGENTI DELLA REGIONE CALABRIA
DECRETO n. 3146 del 24 marzo 2006 DIPARTIMENTO n. 11 Istruzione − Cultura − Alta Formazione − Università − Innovazione Tecnologica Avviso pubblico per la realizzazione di una campagna pubblicitaria per la valorizzazione dei Bronzi di Riace. IL DIRIGENTE GENERALE VISTO l’art. 12 co. 8 della L.R. n. 8/2003 (Legge finanziaria), che prevede la realizzazione di un Programma di rilevanza nazionale, incentrato sulla valorizzazione dei Bronzi di Riace. VISTA la D.G.R. n. 980 del 22/11/2005, con la quale sono state riprogrammate le risorse disponibili, pari ad Euro 413.276,00, in coerenza con le finalità della citata legge 8/2003 destinando, tra l’altro, alla realizzazione di una campagna pubblicitaria, a scala nazionale, attraverso stampa e televisioni la somma di Euro 120.000,00. RITENUTO di dare avvio alle procedure per la realizzazione di una campagna pubblicitaria a scala nazionale che, attraverso spot da trasmettere sulle reti televisive nazionali ed inserzioni pubblicitarie sui principali quotidiani nazionali e regionali, sia in grado di rilanciare l’immagine positiva dei Bronzi di Riace come icona delle risorse artistiche, archeologiche e storiche della regione e sia quindi valido strumento di promozione dell’immagine della Calabria ai fini dell’attrazione di quote sempre più consistenti di turismo culturale, scolastico e sociale. RILEVATO che gli oneri sopra richiamati, per un importo complessivo di Euro 120.000,00 gravano sul capitolo 52010109 del bilancio regionale, impegno n. 6721 del 20/12/2004 assunto con decreto n. 23086 del 22/12/2004. VISTO il Decreto Legislativo 157/95. CONSIDERATO che l’importo di spesa previsto per il servizio e le prestazioni richieste con il presente atto è inferiore al limite della soglia comunitaria. VISTO il D.P.G.R. n. 28 del 30/1/06 «Conferimento incarico di Dirigente del Dipartimento 11 all’Arch. Laura Mancuso. VISTO il D.D.G. 934 del 15/2/2006 che individua le competenze dei Settori 39, 40 e 41. Su conforme proposta del dirigente del Servizio competente, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate. DECRETA Per le motivazioni indicate in premessa che si richiamano e si approvano per intero, di: INDIRE un avviso pubblico rivolto a primarie agenzie di pubblicità, per la realizzazione di una campagna pubblicitaria, comprensiva dell’ideazione e della diffusione sulle reti televisive nazionali, attraverso stampa e televisioni incentrata sulla valorizzazione dei Bronzi di Riace e attraverso essi dell’intero patrimonio storico archeologico della Magna Grecia in Calabria. Di approvare il capitolato tecnico − Allegato 1 − al presente decreto per farne parte integrante e sostanziale. DI GRAVARE gli oneri derivanti dal presente atto, fino all’importo complessivo previsto di Euro 120.000,00 sull’impegno n. 6721 del 20/12/2004, assunto con decreto n. 23086 del 22/12/ 2004 sul capitolo 52010109.

Di provvedere alla successiva stipula di apposito contratto con l’agenzia che verrà individuata a seguito dell’esame delle proposte pervenute secondo i criteri individuati. Di provvedere alla pubblicazione del presente atto sul B.U.R. Calabria, nonché per estratto su due quotidiani a diffusione nazionale, il cui costo graverà per l’importo presumibile di Euro 5.000,00 sul citato impegno n. 6721/04. Catanzaro, lì 24 marzo 2006 Il Dirigente Generale Arch. Laura Mancuso

Allegato 1 Pubblico incanto per un avviso pubblico rivolto a primarie agenzie di pubblicità, per la realizzazione di una campagna pubblicitaria, comprensiva dell’ideazione e della diffusione sulle reti televisive nazionali, attraverso stampa e televisioni incentrata sulla valorizzazione dei Bronzi di Riace e attraverso essi dell’intero patrimonio storico archeologico della Magna Grecia in Calabria. DISCIPLINARE DI GARA − ALLEGATO TECNICO 1. Oggetto dell’appalto, contesto ambientale di riferimento e obiettivi primari Affidamento del servizio relativo alla realizzazione di una campagna pubblicitaria comprensiva dell’ideazione e della diffusione sulle reti televisive nazionali, attraverso stampa e televisioni incentrata sulla valorizzazione dei Bronzi di Riace e attraverso essi dell’intero patrimonio storico archeologico della Magna Grecia in Calabria. 2. Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte Le agenzie interessate sono invitate a presentare offerte producendo apposita istanza al Dipartimento 11 Istruzione, Cultura, Università, Alta Formazione e Innovazione Tecnologica − Via Albert, 4 − 88100 Catanzaro. Le offerte presentate dovranno contenere un piano dettagliato della campagna proposta che preveda almeno la realizzazione di uno spot televisivo della durata max di 30 secondi e dei suoi formati ridotti e la pubblicazione di inserti pubblicitari sui principali quotidiani nazionali e regionali nel periodo Primavera Estate 2006. All’offerta dovrà essere allegato il CD/DVD contenente lo spot proposto e le immagini che si intendono pubblicare sui quotidiani. Dovrà essere inoltre allegata dettagliata relazione indicante i passaggi in onda previsti, con l’indicazione delle emittenti interessate, il costo per singolo passaggio televisivo ed il costo complessivo nonché il piano delle previste pubblicazioni sui quotidiani, con l’indicazione dettagliata dei relativi costi, dimensioni dell’inserzione promozionale, quotidiani interessati e numero delle uscite. Le domande, complete dei dati e della documentazione richiesta, dovranno pervenire presso il protocollo del Dipartimento 11 entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della presente manifestazione d’interesse sul B.U.R. Calabria. Il Dipartimento 11 procederà all’individuazione della proposta che meglio risponde alle finalità dell’Amministrazione regionale con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base dei seguenti criteri: 1) Valutazione della professionalità o del merito tecnico del concorrente desunta dalla documentazione presentata;

10254

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

2) Valutazione della documentazione illustrativa relativa alla proposta progettuale; 3) Assegnazione dei relativi punteggi secondo il seguente prospetto: A) Servizi identici od omologhi a quelli richiesti con particolare riguardo a campagne promozionali riguardanti i beni e le attività culturali della Calabria, (da punti 0 a punti 30). B) Proposta progettuale: Il concorrente dovrà definire: caratteristiche e requisiti dei prodotti offerti (da punti 0 a punti 40). C) Prezzo a corpo escluso di I.V.A. (migliore costo offerto) (da punti 0 a punti 30). Il punteggio relativo all’offerta economica sarà assegnato nel seguente modo: P1 = (1−((C.off − C.min)/C.min)) dove: P1: punteggio da attribuire alla specifica offerta (max 30 punti); C.min: offerta minima; C.off: offerta specifica in esame. I plichi devono contenere al loro interno tre buste, a loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti la dicitura, rispettivamente «A − Documentazione Amministrativa», «B − Offerta Economica» e «C − Offerta Tecnica». Nella busta «A − Documentazione» devono essere contenuti, a pena di esclusione dalla gara, i seguenti documenti: 1) Domanda di partecipazione, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito da un’associazione o da raggruppamento temporaneo o da un consorzio occasionale o da un consorzio di cooperative già costituiti la domanda va sottoscritta dalla mandataria o capogruppo; nel caso di concorrente costituito da un raggruppamento temporaneo o da un consorzio occasionale non ancora costituiti la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno i predetti raggruppamenti o consorzi; alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione dalla gara, copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va trasmessa la relativa procura; 2) dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n. 445/ 2000 e ss.mm., oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente resa/e secondo la legislazione dello stato di appartenenza, con la quale il concorrente o suo procuratore, assumendosene la piena responsabilità: a) dichiara, indicandole specificamente, di non trovarsi nelle condizioni di esclusione dalla partecipazione alle gare di pubblici appalti e di stipula dei relativi contratti previste dall’art. 11 del D.Lgs. n. 358/1992 e ss.mm. e da qualsiasi altra disposizione legislativa e regolamentare; b) attesta che nei propri confronti, negli ultimi cinque anni, non sono stati estesi gli effetti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui alla legge n. 1423/1956, irrogate nei confronti di un proprio convivente; c) attesta che nei propri confronti non sono state emesse sentenze, ancorché non definitive, relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto; d) dichiara che nei propri confronti non è pendente un procedimento per l’applicazione delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui alla legge n. 1423/1956;
1/2

e) dichiara che nei propri confronti non sono sussistenti misure cautelari interdittive ovvero di divieto temporaneo di stipulare contratti con la pubblica amministrazione ai sensi del D.Lgs. 231/2001; f) dichiara di non aver commesso errore grave nell’esercizio della propria attività professionale; g) indica i nominativi, le date di nascita e di residenza degli eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari; h) attesta l’osservanza delle norme della legge n. 68/1999 che disciplina il diritto del lavoro dei disabili; i) attesta l’inesistenza dei piani individuali di emersione di cui alla legge 383/2001 e ss.mm.; j) attesta l’osservanza, all’interno della propria azienda, degli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente normativa; k) attesta di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori secondo la legislazione italiana (o dello stato in cui è stabilito); l) attesta di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana (o dello stato in cui è stabilito); m) attesta di essere in regola con gli obblighi alla tutela della prevenzione e della sicurezza sui luoghi di lavoro; n) dichiara di non aver reso false dichiarazioni circa il possesso dei requisiti richiesti per l’ammissione agli appalti; o) dichiara di aver preso esatta cognizione della natura del servizio da prestare e di tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sulla sua esecuzione; p) dichiara di giudicare remunerativa l’offerta economica presentata; q) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel disciplinare di gara − allegato tecnico, compresa quella del divieto di subappalto delle prestazioni affidate; r) attesta di essere iscritta nel registro delle imprese della Camera di Commercio di ................................................................. per la seguente attività ................................................................. e che i dati relativi alla iscrizione alla CCIAA sono i seguenti (nel caso di soggetti con sede in uno stato straniero, indicare i dati di iscrizione nell’Albo o Lista ufficiale dello Stato di appartenenza): 1) Numero di iscrizione .......................................................; 2) Data di iscrizione .............................................................; 3) Durata della ditta/data termine ........................................; 4) Forma giuridica ...............................................................; 5) Titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di rappresentanza, soci accomandatari (indicare i nominativi, le qualifiche, le date di nascita e la residenza) ..............................; s) elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede) rispetto alle quali, ai sensi dell’art. 2359 del codice civile, si trova in situazione di controllo diretto o come controllante o come controllato; tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa; t) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel disciplinare di gara; u) attesta i principali servizi analoghi prestati per Enti Pubblici e/o Privati nel triennio 2003/2005, con l’indicazione dell’oggetto, degli importi, date e destinatari;

* 30;

6-4-2006 Supplemento straordinario n. 2 al B. U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 6 dell’1 aprile 2006

10255

v) indica il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta di documentazioni; w) (nel caso di associazione temporanea o consorzio occasionale o GEIE non ancora costituiti) indica a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo. 3) Cauzione provvisoria: da prestare mediante: fidejussione bancaria o polizza assicurativa, rilasciata da primario istituto bancario ovvero da primario istituto assicurativo autorizzato e deve avere validità per almeno 180 (centottanta) giorni dalla data d’inizio delle operazioni di gara e deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale ed essere operativa entro quindici giorni a semplice richiesta scritta dell’amministrazione. La cauzione, di importo non inferiore al 10 per cento dell’offerta, copre il rischio della mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’aggiudicatario ed è svincolata di diritto al momento della sottoscrizione del contratto. La dichiarazione sostitutiva di cui al punto 2) deve essere sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate temporaneamente o consorziate occasionalmente o da associarsi o consorziarsi la medesima dichiarazione deve essere prodotta, a pena di esclusione dalla gara, da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio. La dichiarazione può essere sottoscritta anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa procura notarile. La dichiarazione sostitutiva in ordine alla inesistenza di misure di prevenzione di cui alla legge n. 1423/1956 e ss.mm., di condanne passate in giudicato oppure di applicazione della pena su richiesta per reati che incidono sulla affidabilità morale e professionale nonché in ordine alla inesistenza, negli ultimi cinque anni, della estensione nei propri confronti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui alla legge n. 1423/1956 e ss.mm. irrogate nei confronti di un proprio convivente ed alla inesistenza di sentenze, ancorché non definitive, relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto emesse nei propri confronti, deve/devono essere rese dai singoli professionisti, dal socio o direttore tecnico, se trattasi di società in nome collettivo o accomandita semplice, dagli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o dal direttore tecnico o dai direttori tecnici, se trattasi di altro tipo di società. Nella busta «B − Offerta economica» deve essere contenuto, a pena di esclusione dalla gara, il seguente documento: a) dichiarazione contenente: 1) Il prezzo offerto per il servizio proposto, espresso in cifre ed in lettere. La dichiarazione deve essere sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente, ovvero, nel caso di concorrente costituito da soggetti riuniti o consorziati oppure da riunirsi o da consorziarsi, la dichiarazione deve essere sottoscritta dai legali rappresentanti di tutti i soggetti che costituiranno il concorrente. Nel caso in cui la dichiarazione sia sottoscritta da un procuratore del legale rappresentante del concorrente, va trasmessa la relativa procura notarile. Nella busta «C − Offerta tecnica» deve essere contenuto, a pena di esclusione dalla gara, il seguente documento: a) relazione illustrativa contenente: — il CD/DVD contenente lo spot proposto e le immagini che si intendono pubblicare sui quotidiani nonché la dettagliata indicazione dei passaggi in onda previsti, con la specificazione delle emittenti interessate, il costo per singolo passaggio televisivo ed il costo complessivo nonché il piano delle previste pubblicazioni sui quotidiani, con l’indicazione dettagliata dei relativi costi, dimensioni dell’inserzione promozionale, quotidiani interessati e numero delle uscite;

— elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o privati, dei servizi stessi; — l’eventuale certificazione di qualità del concorrente o, nel caso di concorrente costituito da soggetti riuniti o consorziati oppure da riunirsi o da consorziarsi, di ciascun soggetto che costituisce o che costituirà il raggruppamento o il consorzio. La relazione di cui alla lettera a) deve essere sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente e, nel caso di concorrente costituito da soggetti riuniti o consorziati, dalla mandataria o capogruppo, oppure, nel caso di concorrente costituito da soggetti da riunirsi o da consorziarsi, da ciascun soggetto che costituisce o che costituirà il raggruppamento o il consorzio. La mancanza o l’incompletezza della documentazione da inserire nei plichi indicati con le lettere A, B, C, determina l’esclusione dalla gara. 3. Procedura di aggiudicazione La Commissione di gara il giorno fissato per l’apertura delle offerte, (nella sede del Dipartimento 11 − Istruzione − Cultura − Università − Alta Formazione − Innovazione Tecnologica sita in Via G. Alberti, 4 di Catanzaro) in seduta pubblica, sulla base della documentazione contenuta nella busta A «Documentazione», procede a: a) verificare la correttezza formale dei plichi e della documentazione ed in caso negativo ad escludere dalla gara i concorrenti cui esse si riferiscono. La Commissione di gara − ove lo ritenga necessario, e senza che ne derivi un aggravio probatorio per i concorrenti − richiede alla amministrazione appaltante di procedere, eventualmente ai medesimi concorrenti individuati secondo criteri discrezionali, ad ulteriori verifiche della veridicità delle dichiarazioni, contenute nella busta «A Documentazione». Successivamente la commissione giudicatrice, in una o più sedute riservate, procede, sulla base della documentazione presentata nella busta C «Offerta Tecnica»: — alla valutazione della professionalità o del merito tecnico del concorrente desunta dalla documentazione presentata; — alla valutazione della documentazione illustrativa relativa alla proposta progettuale. Nel caso di presentazione di offerte anormalmente basse, la Commissione di aggiudicazione procederà ai sensi di quanto previsto dall’articolo 25 del Decreto Legislativo n. 157/95. Non sono ammesse offerte in aumento. In caso di discordanza tra valori espressi in cifre e valori espressi in lettere sarà preso in considerazione quello più favorevole all’Amministrazione. In caso di offerte valutate con punteggio complessivo identico, si aggiudicherà l’appalto l’offerta con il prezzo più basso. In caso di offerte con identico punteggio economico e tecnico si aggiudicherà l’appalto a mezzo di sorteggio. Si procederà alla determinazione della soglia di presunta anomalia ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legislativo 17 marzo 1995 n. 157. Si darà luogo all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, a condizione che abbia ottenuto almeno 60 punti. La stazione appaltante successivamente procede alla verifica del possesso dei requisiti richiesti e nel caso che tale verifica non dia esito positivo si procede ad individuare un nuovo aggiudicatario provvisorio. I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere alla stazione appaltante la restituzione della documentazione presentata al fine della partecipazione alla gara.

Vendita: fascicolo ordinario di Parti I e II costo pari ad c 2,00; numero arretrato c 4,00; fascicolo di supplemento straordinario: prezzo di copertina pari ad c 1,50 ogni 32 pagine; fascicolo di Parte III costo pari ad c 1,50; numero arretrato c 3,00. Prezzi di abbonamento: Parti I e II: abbonamento annuale c 75,00; Parte III: abbonamento annuale c 35,00. Condizioni di pagamento: Il canone di abbonamento deve essere versato a mezzo di conto corrente postale n. 251884 intestato al «Bollettino Ufficiale della Regione Calabria» – 88100 Catanzaro, entro trenta giorni precedenti la sua decorrenza specificando, nella causale, in modo chiaro, i dati del beneficiario dell’abbonamento – cognome e nome (o ragione sociale), indirizzo completo di c.a.p. e Provincia – scritti a macchina o stampatello. La fotocopia della ricevuta postale del versamento del canone di abbonamento, deve essere inviata all’Amministrazione del B.U.R. - Calabria – Via Orsi – 88100 Catanzaro. I fascicoli disguidati saranno inviati solo se richiesti alla Direzione del Bollettino Ufficiale entro trenta giorni dalla data della loro pubblicazione.

Editore: REGIONE CALABRIA
AUT. TRIBUNALE CATANZARO N. 31/1994

Direttore responsabile: Dott. OLDANI MESORACA

Stampa: GRAFICHE ABRAMO S.p.A. CATANZARO

Related Interests