You are on page 1of 66

spaziometi.org – clashcityworkers.

org

2013

1

spaziometi.org – clashcityworkers.org

2013

materiali per i seminari di formazione politica Spazio Me-Ti, febbraio-luglio 2013

INDI !
"resentazione dell#antologia "resentazione del ciclo di seminari %febbraio 2013& I( incontro$ )a *scoperta+ delle classi sociali
Il giovane Marx, la sua critica alla nozione di “cittadinanza” e di “società civile”. Prime intuizioni del materialismo storico e prima apparizione del proletariato.

p$ 3 p$ ' p$ ,

II( incontro$ )a classe operaia, classe uni-ersale
I Manoscritti: critica dell’economia politica borghese, prima analisi delle condizioni operaie, presa di distanza di Marx e di ngels dalla !iloso!ia come ideologia e dalle !orme di socialismo “utopistico”. "ormulazione dei “principi” del materialismo storico.

p$ 1'

III( incontro$ )a lotta delle classi
#ritica di Proudhon e di ogni residuo utopistico nel campo socialista. Il Mani!esto del partito comunista del $%&% come apertura di un nuovo scenario e !ormalizzazione degli studi precedenti sul materialismo e la teoria delle classi. Perch' il movimento storico polarizza le classi sociali e perch' (ueste entrano per !orza in contraddizione, (ual ) l’esito di (uesta lotta e (ual ) il programma che pu* unire le !orze di classe. #hi sono i comunisti e che ruolo giocano nella storia+

p$ 2,

I.( incontro$ /natomia della classe$ Il mistero dell#Arbeiter
,a classe ogni oltre sempli!icazione sociologica. "igure sociali, mutevoli, e !orma dello s!ruttamento, immutata. ,avoro salariato e capitale: la chiave per comprendere la !ormazione delle classi. Il proletariato come “corpo” della !orza-lavoro e sorgente del valore. Il carattere sociale e universale del salario. ,a compravendita della !orza-lavoro: una merce molto particolare...

p$ 30

.-.I( incontro$ /natomia della classe II$ )a teoria del -alore in Mar1 e la sfera della circolazione
.ncora sul rapporto !ra capitale e lavoro: dove e come si produce valore in un modo di produzione capitalista+ .lcune categorie di base: valore d’uso e valore di scambio. #he cos’) il plusvalore+ /ussunzione !ormale e sussunzione reale. ,’importanza del tema della cooperazione. Plusvalore assoluto e plusvalore relativo. ,’uso capitalista delle macchine. ,a sovrappopolazione relativa, la disoccupazione, il mondo del non-lavoro. /i produce valore nel mondo della circolazione+ Il capitale commerciale.

p$ '2

!1cursus su )a-oro produtti-o3)a-oro improdutti-o
ovvero: la multi!orme !orma del proletariato oggi. Una selezione da alcuni testi di Gianfranco Pala de !a "ontraddizione#

p$41

2

spaziometi.org – clashcityworkers.org

2013

"5!S!NT/6I7N! D!))#/NT7)78I/
%uesta raccolta ragionata di scritti di &ar' nasce da alcune esigenze della nostra attivit( di militanti comunisti. ) da tempo che infatti sentiamo* come proviamo a spiegare meglio pi+ sotto* il ,isogno di chiarire e chiarirci su chi o cosa - il nostro soggetto di ri!erimento* al di l( di facili slogan e di parole d.ordine della durata di una stagione. "i pare infatti che la scarsa comprensione di /uesto punto – a cui - legata la sostanziale ignoranza di come funzioni materialmente una societ( e uno 0tato* di /uali siano le dinamiche complesse che presiedano alla vita collettiva – sia oggi uno dei pi+ grandi limiti dei movimenti e dei rivoluzionari. 0pesso* s,allottati fra le scadenze che ci vengono imposte e dopo aver ,uttato a mare tutta la nostra* invece utilissima* cassetta degli attrezzi#* ci troviamo completamente smarriti nel leggere /uello che ci accade intorno. 1* nonostante gli sforzi profusi* fatichiamo a portare risultati a casa* a coinvolgere settori sociali larghi* a farli diventare parte di un processo di trasformazione radicale. Per rispondere a /ueste insoddisfazioni* all.inizio del 221$ a,,iamo pensato di concentrare il nostro lavoro di autoformazione sul tema della classe* da intendere come chiave di lettura imprescindi,ile per capire e mutare la realt(. 3,,iamo dun/ue deciso di ripartire dall.inizio* di metter su un ciclo di seminari che si concentrasse sui classici#* perch4 ci pare che in &ar' e in 1ngels – fuori dalle facili schematizzazioni a cui vengono condannati sia dai discepoli dogmatici che dai critici ignoranti – compaia un metodo attualissimo di comprensione della storia e di trasformazione del presente. Per5* anche se il di,attito sulla classe - amplissimo* non a,,iamo trovato n4 in rete n4 in ,i,lioteca un testo che potesse restituirci una panoramica d.insieme su /uesto tema* che potesse darci una sintesi comprensi,ile delle posizioni6definizioni di &ar' a /uesto riguardo. %uindi a,,iamo deciso di farci da soli /uesta selezione. "he non rappresenta ovviamente n4 un lavoro accademico* volto magari a trovare testi nuovi# o approfondire singoli punti dell.opera mar'iana* n4 una raccolta a fini divulgativi7editoriali* tesa a condensare un the best degli scritti di &ar'8 Pi+ semplicemente* si tratta di una raccolta pensata per i militanti* sia per /uelli che sanno poco o nulla di &ar'* sia per /uelli che hanno letto /ualcosa in pi+ ma che vogliono approfondire il testo mar'iano. Perci5 i criteri in ,ase ai /uali a,,iamo scelto i testi sono: 7 seguire un ordine cronologico# di sviluppo dell.opera di &ar'* di modo che si possa capire da un lato la continuit( della sua opera* da un altro lato il sempre maggiore livello di complessit( con il /uale ritorna sugli stessi temi9 7 centrare tutta la selezione sui luoghi in cui emerge il concetto – pi+ o meno esplicitamente 7 di classe sociale e di proletariato9 7 privilegiare i punti in cui il materialismo storico si caratterizza come metodo* e dun/ue non come dottrina#* di comprensione e trasformazione della realt(9 7 scegliere i ,rani che pi+ ci permettevano di rispondere e di discutere le domande che la nostra attivit( politica e il di,attito sociale ci pone* ad es.: esistono ancora le classi: - ancora attuale la categoria di proletariato: perch4 l.idea di cittadinanza* le teorie della decrescita* /uelle sul capitalismo cognitivo* tutte le variet( del riformismo* colgono solo la superficie dei fenomeni: etc8 !a nostra selezione non ha dun/ue alcuna pretesa: - sicuramente parziale e non - la migliore possi,ile. &a se a,,iamo deciso* una volta finiti i seminari* di sistemarla e pu,,licarla - perch4 crediamo possa essere utile ad altri singoli compagni e collettivi sparsi per l.;talia* speriamo possa essere uno stimolo alla formazione e servire a riaprire un di,attito sulla classe* e speriamo infine che possa soprattutto rafforzare i nostri percorsi politici in vista di una maggiore unit( e forza. Perch4* nelle diversioni anche lunghe che la storia ci offre* le opzioni che ci attendono sono sempre le stesse: o socialismo o barbarie.
<apoli* agosto 221$ $

essere comprensi.assetto dell. Per ottenere /uesti due o.opera /uesti concetti* e capire meglio da /uali soggetti e di /uale complessit( sia fatta la classe degli oppressi* cio.lemi e alle false risposte che ci raccontano nelle televisioni e nei giornali della . = .iettivi* a..rani e commentarli* soprattutto ponendoci delle domande e cercando di attualizzare le categorie che ci troveremo davanti.ia* speranze* da sentimenti e generosit( davvero rivoluzionarie* e per5 allo stesso tempo sprovvisti di strumenti di lettura della realt(* di memoria storica* di capacit( di analisi. ome funziona$ 0iccome il tema ..iamo .idea ...isogno di sapere precisamente /ual -* da chi composto* cosa vuole il nostro soggetto di ri!erimento* e come costruire insieme un . "osA* mentre tutti i padroni e /uelli che ci comandano leggono la situazione e si organizzano di conseguenza per tutelare al meglio i loro interessi* tanti ragazzi che hanno partecipato ai movimenti studenteschi o tanti lavoratori che pure si sono mo.vasto* a.umanit( dal modo di produzione capitalista.affacciata alla protesta una nuova generazione: giovani animati da ra.ia in frustrazione* vengono attirati dalla diversione di turno* pensano di poter risolvere tutto andando a votare* o finiscono per credere ai falsi pro. rivolte organizzazione* e nel marzo del 2212 la lettura collettiva sul #apitale di Farl &ar'* 0e lo conosci non ti uccide#.analisi materialistica della realt( sia ancora oggi uno strumento valido di comprensione della storia e di lettura della societ(.ile e sostenuta dai soggetti a cui si rivolge. Mettiamoci mano: Per risolvere /uesto pro.fatto /uel proletariato che in secoli di lotte ha con/uistato diritti ed emancipazione* e che ancora prova – .iamo organizzato tante iniziative di formazione* e in particolare a. Per /uesto dal 222C a.asta guardare oltre in confini della nostra provinciale .n altre parole* vogliamo capire /uali sono* nella teoria di &ar' ma anche nella realt( di oggi* le categorie sociali* i soggetti politici ed economici che si danno .lema e rendere pi+ incisiva la nostra azione politica* a. ordine# nel nostro paese* .. Pensiamo infatti che una politica* per essere efficace* deve essere organizzata* cio.iamo deciso di dividere il ciclo seminariale in sei incontri: ogni incontro sar( per5 centrato su un pro...orare una strategia per uscirne.iamo sin da su.seria* consapevole* articolata su diversi livelli* e godere di un largo consenso* cio.attaglia sul campo della storia9 com.evidente: la crisi economica cominciata nel 222? ha prodotto una serie di trasformazioni rapidissime e decisive. 3nche /uest. @a provocato nel mondo guerre e rivoluzioni* inciso sulle relazioni fra gli 0tati e le classi sociali* gerarchizzato l.Unione 1uropea* fatto saltare definitivamente i vecchi compromessi e le mediazioni su cui si reggeva l..org 2013 "5!S!NT/6I7N! D!) I )7 DI S!MIN/5I %febbraio 2013& 9na fotografia$ >rmai .orghesia.iamo messo su nel marzo del 2211 il ciclo di incontri Disogna sognareE#* incentrato su #risi. .ilitati* trasformano il loro entusiasmo in depressione o la loro ra.ile la partecipazione anche a chi non pu5 seguire tutto il ciclo.. <ei primi tre incontri cercheremo di ricostruire* concentrandoci in particolare sul giovane &ar'* come nasca la categoria di classe* come si relazioni a /uella di societ( civile#* cosa voglia dire lotta delle classi* e perch4 l.erare l.anno vogliamo proporre a tutti i compagni un ciclo di seminari* stavolta centrati sul tema della classe.ito sentito la necessit( di studiare* di mettere in relazione teoria e prassi.lema specifico* in modo da rendere possi.il proletariato* come si produce il valore nelle societ( contemporanee e dun/ue chi sono gli sfruttati oggi* /uale sia la loro percezione e la loro coscienza. <ei successivi tre incontri cercheremo invece di mettere all.spaziometi.n /uesto scenario di macerie – scenario che peraltro vede anche la crisi di partiti* sindacati e organizzazioni storiche della sinistra – si . Bi capire /uello che stava accadendo davvero intorno a noi* e di cercare di ela. <essuna lezione frontale: l.org – clashcityworkers..diventata crisi sociale* politica* istituzionale e persino morale e culturale.locco storico che sappia rovesciare i rapporti di forza che oggi ci vedono oppressi.talia – a li.di leggere insieme dei . ..

3l tuo posto osserverei* a proposito dei signori democratici en g'n'ral* che costoro fare.orghese* prima di pretendere di a.economia politica* prima di mettersi a criticare la critica dell’economia politica2.l prodotto della terra* tutto /uanto viene ottenuto dalla sua superficie con l.analisi della sfera sociale e della dinamica storica* ma elementi teorici gi( connotati politicamente* che vanno /uindi scartati perch4 non aiutere. &em.applicazione unita di lavoro* macchine e capitale* si distri.stata costretta a essere un minimo scientifica e riconoscere come stanno per davvero le cose. Per esempio . &a lasciamo la parola a &ar': H.. %uesta .ero meglio a prendere conoscenza della letteratura .. "i5 che io ho fatto di Joseph Keydemeyer P1C1C71CQQR* comunista della Kestfalia.. la sua critica alla nozione di “cittadinanza” e di “società civile”. .2* &ar' stesso specifica che non spetta a lui la scoperta# della classi sociali.aiare contro chi ne . N8O Per /uanto mi riguarda* non a me compete il merito di aver scoperto l. Ba /ueste righe emerge anche un altro elemento: spesso* a essere cosA volgari#* non sono tanto i nostri nemici* che soprattutto nelle loro riviste specialistiche e nei loro circoli parlano molto chiaro* ma gli pseudodemocratici* i radicali# etc: cio.economia politica classica dall.antagonista.org 2013 I( IN 7NT57$ )/ S 7"!5T/ D!))! )/SSI S7 I/)I Il giovane Marx.. 2 Per la critica dell’economia politica si intitoler( un suo testo del 1CGS* che sar( la .ro della !ega dei comunisti* partecip5 alla rivoluzione del 1C=C..ili#* meritare# di pi+ o di meno.. %uesti signori per esempio dovre.orghesi la loro anatomia economica. Prime intuizioni del materialismo storico e prima apparizione del proletariato Uno degli errori pi+ comuni che si fanno* anche nello stesso &ovimento* .. .uA alla diffusione fra gli operai americani delle idee di &ar' e di 1ngels* con i /uali rest5 in contatto fino alla morte.. >vviamente* si capisce .il proprietario della terra* il proprietario del capitale necessario a coltivarla* e gli operai con il cui lavoro la terra viene coltivata.orghesia a far sparire le classi sociali: senza le classi restano solo gli individui# o al massimo i gruppi di interesse#.n /uesto senso &ar' distingue – come apparir( chiaramente nel #apitale* la cui pu.ili nei confronti dei poveri# sono /uelli che mascherano* con la loro piet( e il loro .ene /uale sia la convenienza della .uoni# o cattivi#* possono essere pi+ o meno a.org – clashcityworkers.licazione avviene circa /uindici anni dopo la stesura di /uesta lettera – l.economia politica .economia volgare#* che non ha proprio niente di scientifico ed .pura ideologia# e propaganda per nascondere agli operai ogni strumento di emancipazione.ase del primo capitolo del #apitale. <el cominciare il nostro seminario vogliamo invece sottolineare sin da su. <el 1CG1 fuggA negli 0tati Uniti* dove contri.l.esistenza delle classi nella societ( moderna e la loro lotta reciproca.asta aprire la grande opera di Micardo per trovare in prima pagina le parole con cui egli apre la prefazione: .uita solo a se stessi o alla propria incapacit( di fare lobb0* mentre i capitalisti possono persino apparire magnanimi perch4 come singole persone sono magari impegnati in opere di .un merito dell.spaziometi. Partecip5./uello di ritenere che le classi sociali siano una scoperta# di &ar'* e che non siano /uindi una categoria scientifica* utile per l..uonismo* come stanno per davvero le cose* facendo credere che esistono in regime di capitalismo i modi per fare felici tutti.ero a leggere la realt(* ma ne fornire.proprio /uelli che si mostrano sensi. &olto tempo prima di me* storiografi .. 1 gli individui possono essere .ito che il metodo dell.* per informarsi sulla passata Lstoria delle classiL.ero prendere conoscenza degli elementi primi dell. Bovre.ero studiare le opere storiche di Ihierry* Guizot* John Kade ecc.lemi* ..uisce tra tre classi della comunit(9 cio. alla guerra civile americana in /ualit( di ufficiale nordista. 0volse attivit( giornalistica fino al 1CG2. 3nche se poi deve coprire con un velo di naturalit(# e di eternit(# /uesta constatazione.orghesi hanno descritto lo sviluppo storico di /uesta lotta delle classi ed economisti .n /uesta Lettera a Weydemeyer1 del G marzo 10.proprio chi fa scomparire dalla storia le classi* perch4 cerca di rivestire i fatti materiali di idee e di concezioni astratte* rispondendo cosA alle esigenze della classe dominante* formulando come assolutamente valido il suo* particolare* modo di vedere.ero una lettura distorta. 1 G .analisi di classe non ha nulla di ideologico o dogmatico* al contrario: a essere ideologico* a non porsi pro.orghese* che – proprio per perfezionare la conoscenza della realt( in modo da migliorare i suoi profitti – . "osA la situazione di ingiustizia in cui ci si trova pu5 essere attri.eneficenza etc.

emancipazione politica* ma serve l. .n /uesto senso il . ) /uesto il punto attorno al /uale .orghesia pu5 accettare.stato: 1R dimostrare che l’esistenza delle classi .sufficiente l. )enin invece commenter( cosA /uesta lettera in Stato e Rivoluzione . "osA si dice e si scrive molto spesso.orghese stesso8T.ancien r)gime* insomma grossomodo allo 0tato come lo conosciamo ancora oggi. !a cosa che comun/ue /ui ci interessa sottolineare . &ar'ista .orghesia prima di &ar' e pu5* in generale* essere accettata dalla . "olui che si accontenta di riconoscere la lotta delle classi non .ile alla . &a /uesto non .nternazionale che aveva visto inserirsi fra le sue file molti .isogna mettere alla prova la comprensione e il riconoscimento e!!ettivi del mar'ismo8T.emancipazione politica .org 2013 nuovo .n secondo luogo* egli ha /ui indicato la sostanza della sua dottrina dello 0tato. Partiamo da Sulla questione ebraica* in cui al giovane &ar' P.asa proprioR su una divisione fra gli uomini* su una divisione della societ( che segue una linea di classe. Midurre il mar'ismo alla dottrina della lotta delle classi* vuol dire mutilare il mar'ismo* deformarlo* ridurlo a ci5 che la .orghese* che lascia sussistere Pe anzi si .la lotta di classe. .legata puramente a determinate !asi storiche di sviluppo della produzione9 2R che la lotta delle classi conduce necessariamente alla dittatura del proletariato9 $R che /uesta dittatura medesima non costituisce se non il passaggio all’abolizione di tutte le classi e a una societ( senza classi.noltre troviamo /ui una spiegazione di cosa sia la cosiddetta societ( civile#: non l.II( capitolo.orghese. "erchiamo /uindi di ricostruire i primi passi della teoria mar'iana* per capire come &ar' scopra# le classi sociali* di /uali illusioni si s. Mitroveremo tutti /uesti pro.orghesia domina come il prodotto ultimo* come il non plus ultra della storia* di non essere che servi della .ert(#* di eguaglianza#* su cui non a caso fanno am.orghesia. %uesta lettera . &ascalzoni ignoranti come @einzen* i /uali non solo negano la lotta* ma persino l.importante perch4 .anale piccolo7 .lema della classe si pone su.che il pro.insieme dei cittadini per. . par$ 3<* redatto nell.enissimo che egli non esca dai limiti del pensiero .orghesi progressisti* che accettavano serenamente# la cornice della lotta di classe* ma solo per svilupparla pacificamente# sul piano democratico7elettorale: H. .vero e da /uesta affermazione errata deriva* di solito* una deformazione opportunista del mar'ismo* un travestimento del mar'ismo nel senso di renderlo accetta.orghesia.soltanto colui che estende il riconoscimento della lotta delle classi sino al riconoscimento della dittatura del proletariato.re del 121= – teniamo presente che la sua angolatura risponde alle esigenze del momento e alla sua polemica con la 0econda .iguamente leva la .n /uesto consiste la differenza pi+ profonda tra il mar'ista e il .agosto7settem.espressione dittatura del proletariato#* che in futuro sapr( ripresa da molti mar'isti trasformandone e spesso impoverendone il senso.emancipazione sociale.riuscito in primo luogo a esprimere con una impressionante nitidezza lUelemento essenziale e fondamentale che distingue la sua dottrina dalle dottrine dei pi+ profondi e avanzati pensatori della . Perch4 la dottrina della lotta di classe non .il 10'3* e ha appena 2G anniER appare chiaro che per ottenere una reale emancipazione dell.orghese Pe anche il grandeR.ancora un mar'ista* e pu5 darsi .ro del popolo partecipe in egual misura della sovranit( popolare* senza riguardo a tali differenze* 3 3ttenzione: /ui &ar' si riferisce allo 0tato uscito fuori dalla Mivoluzione Vrancese* allo stato democratico#* /uello che ha spezzato i privilegi di ceto dell.utilissimo per attaccare ancora oggi i concetti astratti di democrazia#* di li.orghesia e i suoi mass media.stata creata da &ar'* ma dalla .ito in relazione allo 0tato e pi+ in generale in relazione alla dimensione dell.uti conferisce* sin da su. Q .n /ueste righe &ar' .ene contrapposti ai politici ladri* come viene intesa comunemente oggi* ma lo spazio dei conflitti materiali da cui lo 0tato Pe dun/ue anche il ceto politicoR deriva: H!o 0tato$ sopprime nel suo modo le differenze di nascita* di condizione* di educazione* di occupazione* dichiarando che nascita* condizione* educazione* occupazione non sono differenze politiche* proclamando ciascun mem.ito* al proletariato.esistenza delle classi* dimostrano soltanto* nonostante i loro latrati sanguinari e le loro pose umanistiche* di ritenere le condizioni sociali nelle /uali la .orghese e dalla politica .tanto pi+ ripugnante* /uanto meno /uesti straccioni riescono a capire anche solo la grandezza e la necessit( transitoria del regime .rano .lemi pi+ avanti* e in /uesto senso il nostro seminario avr( una struttura circolare: cercheremo di riprendere le stesse /uestioni un livello sempre maggiore di complessit(.uomo non .orghesia* una servit+ che .orghesia.uno dei pochissimi passaggi in cui &ar' usa espressamente l.spaziometi. !Uelemento essenziale della dottrina di &ar' .arazzi /uando arriva a /uesta scoperta e che attri.org – clashcityworkers.

un essere profano.l conflitto nel /uale si trova lUuomo come seguace di una religione particolare* con se stesso in /uanto cittadino* con gli altri uomini in /uanto mem. !o 0tato politico perfetto . Wiceversa* nello 0tato* dove lUuomo vale come specie* egli . !( dove lo 0tato politico ha raggiunto il suo vero sviluppo* lUuomo conduce non soltanto nel pensiero* nella coscienza* .ancora soltanto il riconoscimento astratto dellUassurdit( particolare* del capriccio privato* dellUar.ro della societ( civile con il suo travestimento politico N8O !Uemancipazione politica ..la sofistica dello 0tato politico stesso. !a scissione dellUuomo nellUuomo pubblico e nellUuomo privato* il tras!erimento della religione dallo 0tato alla societ( civile* non sono un gradino* sono il compimento dellUemancipazione politica* che pertanto sopprime la religiosit( reale dellUuomo tanto poco /uanto poco tende a sopprimerla.reo e nel cittadino* nel protestante e nel cittadino* nellUuomo religioso e nel cittadino* /uesta scomposizione non .ri della comunit(* si riduce alla scissione mondana tra lo 0tato politico e la societ( civile.spogliato della sua reale vita individuale e riempito di una universalit( irreale.spaziometi.reo* rimane nella vita solo sofisticamente* cosA come solo sofisticamente il cito0en rimane e.per5 la forma ultima dellUemancipazione umana in generale* ma . da s4 e dagli altri uomini* ci5 chUessa era originariamente. 1ssa .la medesima contraddizione nella /uale si trova il bourgeois con il cito0en* nella /uale si trova il mem. "ertamente il bourgeois* come lUe. . Den lungi dal sopprimere /ueste differenze di fatto* lo 0tato esiste piuttosto soltanto in /uanto le presuppone* sente se stesso come 0tato politico* e fa valere la propria universalit( solo in opposizione con /uesti suoi elementi.come propriet( privata* come educazione* come occupazione* e facciano valere la loro particolare essenza.per sua essenza la vita dellUuomo come specie* in opposizione alla sua vita materiale.l1emancipazione politica stessa* .org – clashcityworkers. 1ssa .itrio. <ondimeno lo 0tato lascia che la propriet( privata* lUeducazione* lUoccupazione operino nel loro modo* cio.pi+ lUessenza della comunit(* ma lUessenza della distinzione. Iutti i presupposti di /uesta vita egoistica continuano a sussistere al di fuori della sfera dello 0tato* nella societ( civile* ma come caratteristiche della societ( civile. !a scomposizione dellUuomo nellUe.lico al diritto privato.soltanto apparenza o una momentanea eccezione contro lUessenza e la regolaL. !a contraddizione nella /uale si trova lUuomo religioso con lUuomo politico* . Per lUuomo in /uanto bourgeois* Lla vita nello 0tato . "ertamente* in epoche in cui lo 0tato politico in /uanto 0tato politico viene generato con violenza dalla societ( civile* in cui lUauto7li.certamente un grande passo in avanti* non .il mem. <ei momenti del suo particolare sentimento di s4* la vita politica cerca di soffocare il suo presupposto* la societ( civile e i suoi elementi* e di costituirsi come la reale e non contraddittoria vita dellUuomo come specie.la differenza tra il commerciante e il cittadino* tra il salariato giornaliero e il cittadino* tra il proprietario fondiario e il cittadino* tra lUindividuo vivente e il cittadino.un modo di eludere lUemancipazione politica* essa . !a differenza tra lUuomo religioso e il cittadino . %ui* dove per s4 e per gli altri vale come individuo reale* egli .org 2013 trattando tutti gli elementi della vita reale del popolo dal punto di vista dello 0tato.un fenomeno non vero.erazione politica* lo 0tato pu5 e deve procedere fino alla soppressione della religione. fino all1annientamento della religione* ma solo cosA come procede alla soppressione della propriet( privata* al massimo* con la confisca* con lUimposta progressiva* come procede alla soppressione della vita con la ghigliottina. 1ssa pu5 /uesto* nondimeno* solo attraverso una violenta contraddizione con le sue proprie condizioni di vita* solo dichiarando permanente la rivoluzione* e il dramma politico finisce perci5 altrettanto necessariamente con la ? . !Uuomo si emancipa politicamente dalla religione confinandola dal diritto pu. N8O <ella sua realt( pi+ immediata* nella societ( civile* lUuomo .reo o bourgeois9 ma tale sofistica non personale.lUultima forma dellUemancipazione umana entro lUordine mondiale attuale.una menzogna contro la /ualit( di cittadino* non .il modo politico di emanciparsi dalla religione.ensA nella realt(* nella vita* una doppia vita* una celeste e una terrena* la vita nella comunit( politica nella /uale egli si afferma come comunit(* e la vita nella societ( civile nella /uale agisce come uomo privato* che considera gli altri uomini come mezzo* degrada se stesso a mezzo e diviene trastullo di forze estranee. 1ssa non . 1ssa .divenuta lUespressione della separazione dellUuomo dalla sua comunità.ro immaginario di una sovranit( fantastica* .divenuta lo spirito della società civile* della sfera dellUegoismo* del bellum omnium contra omnes. 1ssa non pi+ lo spirito dello 0tato* dove lUuomo 7 anche se in modo limitato* sotto forma particolare e in una particolare sfera 7 si comporta come specie* in comunit( con altri uomini9 essa . N8O &a non ci si inganni circa i limiti della emancipazione politica. 0Uintende: noi parliamo /ui di reale* di pratica emancipazione.erazione umana tende a compiersi sotto la forma dellUauto7li.

lUemancipazione dellUuomo reale dalla religione N8O Per /uesto l1emancipazione politica stessa non . cio.ert( si .ri. i droits de l1homme. come distinti dai droits du cito0en non sono altro che i diritti del membro della società civile.: L!a li.itrariamente Pà son gr'R* senza riguardo agli altri uomini* indipendentemente dalla societ(* della propria sostanza e di disporre di essa* il diritto dellUegoismo. !a li.nnanzi tutto costatiamo il fatto che i cosiddetti diritti dell1uomo.il pi+ alto concetto sociale della societ( civile* il concetto della polizia* che lUintera societ( esiste unicamente per garantire a ciascuno dei suoi mem. &a essa proclama innanzi tutto il diritto dellUuomo Lde Youir et de disposer à son gr' de ses . .res pour la conservation de sa personne* de ses droits et des ses propri4t4sL.ilito per mezzo della legge* come il limite tra due campi sta.spaziometi.l diritto dellUuomo alla propriet( privata . i diritti dellUuomo* vengono in /uanto tali distinti dai droits du cito0en.altro che lUuguaglianza della li. N8O .ert4 est le pouvoir /ui appartient ( lUhomme de faire tout ce /ui ne nuit pas au' droits dUautruiL* secondo la Bichiarazione dei diritti dellUuomo del 1?S1: L!a li.lo 0tato che si riconosce come 0tato* e fa astrazione dalla religione dei suoi mem. C P#onst.rei volete essere emancipati politicamente* senza emancipare voi stessi umanamente* .ert( dellUuomo in /uanto monade isolata e ripiegata su se stessa N8O .ro della societ( civile viene chiamato LuomoL* uomo senzUaltro* perch4 i suoi diritti vengono chiamati Ldiritti dell1uomoL: Bonde spieghiamo /uesto fatto: Bal rapporto dello 0tato politico con la societ( civile* dallUessenza dellUemancipazione politica.org – clashcityworkers.l confine entro il /uale ciascuno pu5 muoversi senza nocumento altrui* .l diritto dellUuomo alla li. 1 la s5ret': 3rt. 2. . de $78. 0e voi e. !a sicurezza .R: L!a s[ret4 consiste dans la Protection accord4e par la soci4t4 ( chacun de ses mem. de $78.ert( sopra descritta* e cio-: che ogni uomo viene ugualmente considerato come una siffatta monade che riposa su se stessa. G 6#onst.ert(.: L"es droits* etc.dun/ue il diritto di fare ed esercitare tutto ci5 che non nuoce ad altri. !Uutilizzazione pratica del diritto dellUuomo alla li.ilisce cosA il concetto di tale uguaglianza* conforme al suo significato: 3rt.org 2013 restaurazione della religione* della propriet( privata* di tutti gli elementi della societ( civile* cosA come la guerra finisce con la pace.l1homme distinto dal cito0en+ <ientUaltro che il membro della società civile.asa non sul legame dellUuomo con lUuomo* ma piuttosto sullUisolamento dellUuomo dallUuomo.lesR sont: lU'gal4t'* la l4bert'* la s5ret'* la propri't'L.perch4 partecipate dellUuniversale soggezione. Mestano ancora gli altri diritti dellUuomo* la 'galit' e la s5ret'.ert4 consiste ( pouvoir faire tout ce /ui ne nuit pas ( autruiL.:: L!Uegalit4 consiste en ce /ue la loi est la mZme pour tous* soit /uUelle prot-ge* soit /uUelle punisseL. dai diritti del cittadino. !a "ostituzione del 1?SG sta. !a costituzione pi+ radicale* la costituzione del 1?S$ pu5 dire: 23'clar.ri la conservazione della sua persona* dei suoi diritti e della sua propriet(. C . Ples droits naturels et imprescripti.dun/ue il diritto di godere ar. !a perfezione dello 0tato cristiano .sta. 0i tratta della li.n che consiste la l4bert': 3rt. %uella li. !U4galit4* /ui nel suo significato non politico* non . Perch4 il mem. .ilito per mezzo di un cippo. Q.perch4 lUincompletezza e la contraddizione non risiedono in voi soltanto* esse risiedono nellUessenza e nella categoria della emancipazione politica.il diritto dellUuomo alla proprietà privata: .iens* de ses revenus* du fruit de son travail et de son industrieL. N8O <oi a.n tal senso @egel chiama la societ( civile: L!o 0tato del . ..ert( .lUemancipazione umana.dellUuomo egoista* dellUuomo separato dallUuomo e dalla comunit(. 0e voi siete rinchiusi in /uesta categoria* . 1ssa lascia che ogni uomo trovi nellUaltro uomo non gi( la realizzazione* ma piuttosto il limite della sua li. "hi . 1Q* 6#onst.ert( .solo una parte dellUuniversale contraddizione mondana tra lo /tato politico e la società civile.il diritto a tale isolamento* il diritto dellUindividuo limitato* limitato a se stesso. 1sso . de $789:: L!e droXt de propriet4 est celui /ui appartient ( tout citoyen de Youir et de disposer à son gr' de ses .isogno e dellUintellettoL. !Uemancipazione dello 0tato dalla religione non .iamo dun/ue mostrato: lUemancipazione politica dalla religione lascia sussistere la religione* anche se non una religione privilegiata. . droits de l1homme.iens* de ses revenus* du fruit de son travaAl et de son industrieL .n che consiste il diritto dellUuomo alla propriet( privata: 3rt. !a contraddizione nella /uale il seguace di una religione particolare si trova con la sua /ualit( di cittadino* . des droits de l1homme et du cito0en2 3rt.ert( individuale* come /uesta utilizzazione della medesima* costituiscono il fondamento della societ( civile.

1sse non formarono pi+ il rapporto universale dellUindividuo nei confronti della totalit( dello 0tato.individuo ripiegato su se stesso* sul suo interesse privato e sul suo ar. !a vecchia societ( civile aveva immediatamente un carattere politico.lica in /uanto tale divenne piuttosto lUaffare universale di ciascun individuo* e la funzione politica divenne la sua funzione universale. !a societ( feudale era dissolta nel suo fondamento: lUuomo. %ual era il carattere della vecchia societ(: Una sola parola la caratterizza: la !eudalità. !Uemancipazione politica .ora la .. &a lUuomo /uale realmente era* in /uanto suo fondamento* lUuomo egoista. 0oltanto* il compimento dellUidealismo dello 0tato fu contemporaneamente il compimento del materialismo della societ( civile. %uellUorganizzazione della vita del popolo* infatti* non innalzava ad elementi sociali il possesso o il lavoro* ma piuttosto perfezionava la loro separazione dalla totalit( statale e le costituiva in societ( particolari nella societ(. 1ssa spezz5 la societ( civile nelle sue parti costitutive semplici* da un lato gli individui* dallUaltro gli elementi materiali e spirituali che costituiscono il contenuto della vita* la situazione civile di /uesti individui.attimento del giogo politico fu contemporaneamente lUa.la rivoluzione della societ( civile.. "ome conseguenza di /uesta organizzazione* lUunit( statale* come la coscienza* la volont( e lUattivit( dellUunit( statale* la potenza universale dello 0tato* appare necessariamente appunto come affare particolare di un sovrano* diviso dal popolo* e dei suoi servi. !Uunico legame che li tiene insieme . S .ramento* lo li.itrio privato* e isolato dalla comunit(.mem.contemporaneamente la dissoluzione della vecchia societ(* sulla /uale riposa lUessenza dello 0tato estraniato dal popolo* la potenza sovrana. Wediamo che la cittadinanza* la comunit( politica viene a.org – clashcityworkers. <essuno dei cosiddetti diritti dellUuomo oltrepassa dun/ue lUuomo egoistico* lUuomo in /uanto .ro della societ( civile* .per5 piuttosto il riconoscimento dello sfrenato movimento degli elementi spirituali e materiali che formano il contenuto della sua vita. "osA intanto le funzioni e le condizioni di vita della societ( civile erano ancor sempre politiche* anche se politiche nel senso della feudalit(* cio.da esso riconosciuto come tale nei diritti dellUuomo..come 0tato reale* spezz5 necessariamente tutti gli stati* corporazioni* arti* privilegi* che erano altrettante espressioni delle separazioni del popolo dalla sua comunit(.org 2013 Per il concetto di sicurezza la societ( civile non si innalza oltre il suo egoismo.assata dagli emancipatori politici addirittura a mero mezzo per la conservazione di /uesti cosiddetti diritti dellUuomo* che pertanto il cito0en viene considerato servo dellUhomme egoista* che la sfera nella /uale lUuomo si comporta come ente comune viene degradata al di sotto della sfera nella /uale esso si comporta come ente parziale* infine che non lUuomo come cito0en* . Den lungi dallUessere lUuomo inteso in essi come specie* la stessa vita della specie* la societ(* appare piuttosto come una cornice esterna agli individui* come limitazione della loro indipendenza originaria.ert( .spaziometi.ensA lUuomo come bourgeois viene preso per lUuomo vero e proprio.att4 /uesta potenza sovrana e innalz5 gli affari dello 0tato ad affari del popolo* che costituA lo 0tato politico come affare universale* cio. cio-* gli elementi della vita civile* come ad es. !Ua...esse escludevano lUindividuo dalla totalit( statale* esse trasformavano il rapporto particolare della sua corporazione verso lo 0tato nel suo proprio rapporto universale verso la vita del popolo* cosA come la sua determinata attivit( e situazione civile nella sua attivit( e situazione universale. !a rivoluzione politica che a.er5 dalla sua mescolanza con la vita civile e lo costituA come la sfera della comunit(* dellUuniversale attivit( del popolo* in una ideale indipendenza da /uegli elementi particolari della vita civile.piuttosto lUassicurazione del suo egoismo. !a rivoluzione politica soppresse con ci5 il carattere politico della societ( civile.ert( dellUuomo egoista e il riconoscimento di /uesta li. . !a cosa pu. !a rivoluzione politica . !a determinata attivit( e le determinate condizioni di vita decaddero a significato solo individuale.il suo rapporto di separazione ed esclusione dalle altre parti costitutive della societ(. la propriet( o la famiglia* o la maniera del lavoro* nella forma del dominio fondiario* dello stato e della corporazione erano innalzati a elementi della vita dello 0tato. !a sicurezza . !a li.ro della societ( civile* cio.n tale forma essi determinavano il rapporto del singolo individuo verso la totalità statale.attimento dei legami che tenevano vincolato lo spirito egoista della societ( civile.il suo rapporto politico* cio.isogno e lUinteresse privato* la conservazione della loro propriet( e della loro persona egoistica N8O.la necessit( naturale* il . cio. 1ssa svincol5 lo spirito politico* che era parimenti diviso* disgiunto* disperso nei diversi vicoli ciechi della societ( feudale9 lo raccolse da tale smem.ase* il presupposto dello 0tato politico. !Uemancipazione politica fu contemporaneamente lUemancipazione della societ( civile dalla politica* dallUapparenza stessa di un contenuto universale. %uestUuomo* il mem. 1gli .

ert( della propriet(.un ricondurre il mondo umano* i rapporti umani allUuomo stesso.il presupposto di ogni critica. Micevette la li. !a lotta contro la religione .la coscienza di s4 e il sentimento di s4 dellUuomo che non ha ancora con/uistato o ha gi( di nuovo perduto se stesso.insieme l1espressione della miseria reale e la protesta contro la miseria reale. !Uuomo .ert( dellUindustria. 1ssa si comporta verso la societ( civile* verso il mondo dei .erato dalla propriet(. %uesto 0tato* /uesta societ( producono la religione* una coscienza capovolta del mondo.org 2013 !Uuomo non venne perci5 li.il risultato passivo e soltanto trovato della societ( dissolta* oggetto della certezza immediata* dun/ue oggetto naturale. &a l1uomo non .contemporaneamente dentro e !uori* che conosce meglio di tutti la societ( capitalistica perch4 ne vive gli effetti e perch4 la produce continuamente* e che per /uesto non pu5 emancipare s4 senza emancipare tutti: HPer la Germania* la critica della religione nellUessenziale .stata confutata la sua celeste oratio pro aris et !ocis. !a religione . !Uemancipazione politica .uomo reale: compare infatti per la prima volta nell. !Uesigenza di a. !a miseria religiosa . !Uuomo reale . del /uale la religione lUaroma spirituale.ro della societ( civile* allUindividuo egoista indipendente* dallUaltro* al cittadino* alla persona morale.ro della societ( civile* vale come uomo vero e proprio* come lUhomme distinto dal cito0en* poich4 egli lUuomo nella sua immediata esistenza sensi. 1ssa la realizzazione !antastica dellUessenza umana* poich4 lUessenza umana non possiede una realt( vera.compiuta* e la critica della religione .dun/ue mediatamente la lotta contro (uel mondo.la riduzione dellUuomo* da un lato* a mem.re Per la critica della filosofia del diritto di Hegel.divenuto membro della specie umana* soltanto /uando lUuomo ha riconosciuto e organizzato le sue forces propres# come forze sociali* e perci5 non separa pi+ da s4 la forza sociale nella figura della forza politica* soltanto allora lUemancipazione umana compiutaT.org – clashcityworkers.il sospiro della creatura oppressa* il sentimento di un mondo senza cuore* cosA come .erato dalla religione* egli ricevette la li. e non la religione lUuomo.il mondo dell1uomo.un essere astratto* posto fuori del mondo.ile individuale* mentre lUuomo politico .andonare le illusioni sulla sua condizione . . 1gli non venne li.isogni* del lavoro* degli interessi privati* del diritto privato* come verso il !ondamento della propria esistenza* come verso un presupposto non altrimenti fondato* perci5* come verso la sua base naturale. !Uuomo egoistico . !Uesistenza pro!ana dellUerrore . morale. . Introduzione* redatto sempre nel 10'3$ &a /ui si capisce chi deve essere il soggetto collettivo di /uesta emancipazione dell.la teoria generale di /uesto mondo* il suo compendio enciclopedico* la sua logica in forma popolare* il suo point d1honneur spiritualistico* il suo entusiasmo* la sua sanzione morale* il suo solenne compimento* il suo universale fondamento di consolazione e di giustificazione.. <gni emancipazione .lo spirito di una condizione senza spirito.spaziometi. !a religione . 0tato* societ(.opera di &ar' il proletariato come classe* e classe universale* che . .ro della societ( civile* lUuomo non politico* appare perci5 necessariamente come lUuomo naturale. Una simile argomentazione si ritrova nel cele.compromessa dacch4 . 1ssa . 0olo /uando lUuomo reale* individuale riassume in s4 il cittadino astratto* e come uomo individuale nella sua vita empirica* nel suo lavoro individuale* nei suoi rapporti individuali . !a costituzione dello /tato politico e la dissoluzione della societ( civile negli individui indipendenti 7il cui rapporto .ert( religiosa.riconosciuto solo nella figura dellUindividuo egoista* lUuomo vero solo nella figura del cito0en astratto. 1gli non venne li.erato dallUegoismo dellUindustria* ricevette la li. !a rivoluzione politica dissolve la vita civile nelle sue parti costitutive* senza rivoluzionare /ueste parti stesse n4 sottoporle a critica. droits de l1homme appaiono come droits naturels* dacch4 lUattivit( autocosciente si concentra nellUatto politico.nfatti* la religione .il diritto* cosA come il rapporto degli uomini degli stati e delle arti era il privilegio7 si adempie in un medesimo atto. !Uuomo in /uanto mem. 1liminare la religione in /uanto illusoria felicit( del popolo vuol dire esigerne la felicit( reale.nfine lUuomo* in /uanto mem. poich4 essi sono un mondo capovolto.l1esigenza di abbandonare una condizione che ha bisogno di 12 .soltanto lUuomo astratto* artificiale* lUuomo come persona allegorica.lUoppio del popolo. .l fondamento della critica irreligiosa -: l1uomo !a la religione. !Uuomo il /uale nella realt( fantastica del cielo* dove cercava un superuomo* non ha trovato che l1immagine ri!lessa di se stesso* non sar( pi+ disposto a trovare soltanto l1immagine apparente di s4* soltanto il non7uomo* l( dove cerca e deve cercare la sua vera realt(.

ensA annientare. .lUindignazione. !a religione . !a critica ha strappato dalla catena i fiori immaginari* non perch4 lUuomo porti la catena spoglia e sconfortante* ma affinch4 egli getti via la catena e colga i fiori vivi. 3llUenorme divario tra le domande del pensiero tedesco e le risposte della realt( tedesca* corrisponder( il medesimo dissidio della societ( civile con lo 0tato e con se stessa: . !a critica della religione disinganna lUuomo affinch4 egli pensi* operi* configuri la sua realt( come un uomo disincantato e giunto alla ragione* affinch4 egli si muova intorno a se stesso e perci5* intorno al suo sole reale. 0i tratta di non concedere ai tedeschi un solo attimo di illusione su di s4 e di rassegnazione. %uesta classe li. <essuna classe della societ( civile pu5 sostenere /uesta parte* senza provocare un momento di entusiasmo in s4 e nella massa* un momento nel /uale essa fraternizza e confluisce nella societ( in generale* si scam.org – clashcityworkers. ovvero possa a suo piacere ac/uistarli.lUuomo stesso N8O !e rivoluzioni* infatti* hanno . 0i deve raffigurare ciascuna sfera della societ( tedesca come la partie honteuse della societ( tedesca* .gi( in chiaro con esso. ma spregevoli /uanto spregiate esistenze. Per s4* la critica non ha .esso stesso altro se non la meschinità al governo.un coltello anatomico* unUarme. %uale spettacoloE Una societ( divisa allUinfinito nelle razze pi+ svariate* le /uali si contrastano con piccole antipatie* cattiva coscienza e . !a teoria .licit(.la critica che sta in mezzo alla mischia.soltanto il sole illusorio che si muove intorno allUuomo* fino a che /uesti non si muove intorno a se stesso. N8O 0u che cosa si fonda una rivoluzione parziale* una rivoluzione soltanto politica: 0ul fatto che una parte della società civile si emancipa e perviene al dominio generale.capace di impadronirsi delle masse non appena dimostra ad hominem* ed essa dimostra ad hominem* non appena diviene radicale* 1ssere radicale vuol dire cogliere le cose alla radice.un avversario interessante. .il cervello della passione. il suo compito essenziale .isogni. Disogna rendere ancor pi+ oppressiva lUoppressione reale con lUaggiungervi la consapevolezza dellUoppressione* ancor pi+ vergognosa la vergogna* dandole pu.org 2013 illusioni.l suo oggetto .isogno di un elemento passivo* di un fondamento materiale. Disogna descrivere la reciproca* sorda pressione di tutte le sfere sociali lUuna sullUaltra* il generale inerte disaccordo* la limitatezza che altrettanto si riconosce /uanto si misconosce* il tutto racchiuso nella cornice di un sistema di governo che* vivendo della conservazione di ogni meschinit(* non .ile* di pari condizione* se .isogni teorici diverranno immediatamente .ilire la verità dell1al di (ua. ) innanzi tutto compito della !iloso!ia. .igua e sospetta chiedono di essere trattate tutte senza distinzione* se pur con differenti formalit(* dai loro signori come esistenze consentite. . si tratta di colpirlo.no. 1ssa non si pone pi+ come !ine a se stessa.ia con 11 .una passione del cervello* essa . di cui la religione lUaureola. !a critica della religione* dun/ue* -* in germe. la critica della teologia nella critica della politica N8O !a critica non . !a critica del cielo si trasforma cosA nella critica della terra* la critica della religione nella critica del diritto. la critica della valle di lacrime.isogna far .rutale mediocrit(* e che appunto per la reciproca posizione am.nfatti* lo spirito di /uelle condizioni . che essa non vuole confutare . /uello di rista. e nella mischia non si tratta di sapere se lUavversario .asta che il pensiero tenda a realizzarsi* la realt( deve tendere se stessa verso il pensiero..allare /uesti rapporti mummificati cantando loro la loro propria musicaE Disogna insegnare al popolo a spaventarsi di se stesso* per fargli coraggio. 1ssa non . una volta scomparso lUal di là della verità.il suo nemico.n s4 e per s4 non sono oggetti memorabili. sul fatto che una determinata classe intraprende la emancipazione generale della societ( partendo dalla propria situazione particolare. .attuta dalla forza materiale* ma anche la teoria diviene una forza materiale non appena si impadronisce delle masse.l suo pathos essenziale . &a la radice* per lUuomo* . ) dun/ue compito della storia. 1 lo stesso fatto di essere dominate* governate* possedute* esse devono riconoscerlo e professarlo come una concessione dal cielo= BallUaltra parte stanno /uegli stessi signori* la cui grandezza sta in rapporto inverso al loro numeroE !a critica che si cimenta con /uesto contenuto .era lUintera societ(* ma soltanto a condizione che lUintera societ( si trovi nella situazione di /uesta classe* dun/ue* ad esempio* possieda denaro e cultura. N8O !Uarme della critica non pu5 certamente sostituire la critica delle armi* la forza materiale devUessere a. ma ormai soltanto come mezzo.isogni pratici: <on .spaziometi. la /uale sta al servizio della storia* una volta smascherata la !igura sacra dellUautoestraneazione umana* /uello di smascherare lUautoestraneazione nelle sue !igure pro!ane..isogno di venire in chiaro nei confronti di /uesto oggetto* poich4 .la denuncia. 0empre la teoria viene realizzata in un popolo soltanto nella misura in cui essa ne realizza i .confutato.

esso esprime soltanto il segreto della sua propria esistenza.isogna che una particolare sfera sociale e/uivalga alla mani!esta criminalità dellUintera societ(* cosicch4 la li. poich4 non la povert( sorta naturalmente .la perdita completa dellUuomo* e pu5 dun/ue guadagnare nuovamente se stessa soltanto attraverso il completo riac(uisto dell1uomo.chi* in .nfine* ecco un .l proletariato /uindi rispetto al mondo in divenire si trova nello stesso diritto in cui il re tedesco si trova rispetto al mondo gi( divenuto* /uando egli chiama suo popolo il popolo* cosA come chiama suo cavallo il cavallo. BovU. !Uimportanza negativa universale della no.gi( impersonato senza suo apporto* in /uanto risultato negativo della societ(.ilit( positiva della emancipazione tedesca: ?isposta: nella formazione di una classe con catene radicali. ..l proletariato comincia per la Germania a diventar tale soltanto con lUirrompente movimento industriale.isogna che un determinato stato sia lo stato dello scandalo universale* impersoni le . 3ffinch4 la rivoluzione di un popolo e la emancipazione d> una classe particolare della societ( civile coincidano* affinch4 uno stato sociale valga come lo stato dellUintera societ(* .erazione. poich4 contro di essa viene esercitato non una ingiustizia particolare .l re dichiarando il popolo sua propriet( privata* esprime soltanto il fatto che il proprietario privato .lica: HPu5 lo /tato comportarsi diversamente: 12 .erazione da /uesta sfera appaia come la universale autoli. .ene gradualmente entrino nelle sue file* comU..ensA lUingiustizia senz1altro.isogna al contrario che un altro stato diventi manifestamente lo stato dellUassoggettamento.re..di strettissima attualit( perch4 ancora oggi c. esso eleva a principio della società solo ci5 che la societ( ha elevato a suo principio* ci5 che in esso . che non si trova in contrasto unilaterale verso le conseguenze* ma in contrasto universale contro tutte le premesse del sistema politico tedesco* di una sfera* infine* che non pu5 emancipare se stessa senza emanciparsi da tutte le rimanenti sfere della societ( e con ci5 stesso emancipare tutte le rimanenti sfere della societ(* la /uale* in una parola* .licato sullo stesso giornale nei numeri del ? e del 12 agosto.ingiustizia sia un semplice pro.org – clashcityworkers.arriere universali* .realmente la testa e il cuore della societ(. .a.naturale* anche la povert( naturale e la cristiano7 germanica schiavit+ della gle. cosA il proletariato trova nella filosofia le sue armi spirituali. poich4 esso ) la dissoluzione e!!ettiva di /uesto ordinamento del mondo.dun/ue la possi.erazione par excellence.isettimanale tedesco che uscA a Parigi da gennaio a dicem. di una classe della societ( civile la /uale non sia una classe della societ( civile* di uno stato che sia la dissoluzione di tutti gli stati* di una sfera che per i suoi dolori universali possieda un carattere universale e non rivendichi alcun diritto particolare. %ui ritorna ancora una volta il rapporto fra 0tato ed emancipazione. anzi dalla dissoluzione del ceto medio* costituisce il proletariato* se. non la massa di uomini meccanicamente oppressa dal peso della societ( ma la massa di uomini che proviene dalla sua acuta dissoluzione. "ome la filosofia trova nel proletariato le sue armi materiali.lema di cattiva amministrazione# della cosa pu.org 2013 essa e viene intesa e riconosciuta come sua rappresentante universale. .l tema .ilt( francese e del clero francese condizion5 lUimportanza positiva universale della classe immediatamente confinante e contrapposta* della borghesia.spaziometi. . un momento nel /uale le sue esigenze e i suoi diritti sono diritti ed esigenze della societ( stessa* nel /uale essa .ensA la povert( prodotta arti!icialmente. .uona o in cattiva fede* crede che l. 3ffinch4 uno stato divenga lo stato della li. 0e il proletariato richiede la negazione della proprietà privata..re del 10''* e che fu pu. e una volta che il lampo del pensiero sia penetrato profondamente in /uesto ingenuo terreno popolare* si compir( lUemancipazione dei tedeschi a uominiT. Per espugnare /uesta posizione emancipatrice e /uindi per sfruttare politicamente tutte le sfere della societ( nellUinteresse della propria sfera* non sono sufficienti soltanto energia rivoluzionaria e autocoscienza spirituale.isogna al contrario che tutti i difetti della societ( siano concentrati in unUaltra classe* . %uesta dissoluzione della societ( in /uanto stato particolare . 0e il proletariato annunzia la dissoluzione dell1ordinamento tradizionale del mondo. 0oltanto nel nome dei diritti universali della societ(* una classe particolare pu5 rivendicare a se stessa il dominio universale.il proletariato.rano da un testo meno noto* le Glosse marginali di critica all articolo !Il re di Prussia e la riforma sociale"* testo scritto da &ar' in risposta ad un articolo di Muge apparso sul LWorw\rtsL* . la /uale pu5 fare appello non pi+ ad un titolo storico ma al titolo umano.

. .una imperfezione naturale* indipendente dallUuomo* una legge di 3io. 1 /uali sono /uesti pervertiti privati: 1ssi mormorano contro il governo ogni /ualvolta esso limita la li.ert(* e pretendono dal governo che impedisca le conseguenze necessarie di tale li.. come il LprussianoL pretende dal suo re.indipendente da esso* o nella ine!!icienza dell1amministrazione che da esso dipende. 0e lo 0tato moderno volesse eliminare lUimpotenza della sua amministrazione* sare.troppo corrotta per corrispondere ai . cui nessuna forza umana pu5 comandare* o nella vita privata* che . Perfino i politici radicali e rivoluzionari cercano il fondamento del male non gi( nellUessenza dello 0tato ma in una determinata !orma di /tato.org 2013 !o /tato non trover( mai nello L/tato e nellUordinamento della società2 il fondamento dei mali sociali.e costretto a eliminare lUodierna vita privata.uoni scopi dellUamministrazione. e perci5 in misure amministrative i rimedi dei loro mali. !Uamministrazione deve perci5 limitarsi ad una attivit( !ormale e negativa. 3nzi* di fronte alle conseguenze che scaturiscono dalla natura asociale di /uesta vita civile* di /uesta propriet( privata* di /uesto commercio* di /uesta industria* di /uesta reciproca rapina delle differenti sfere civili* di fronte a /ueste conseguenze* lUimpotenza . 0e tali modificazioni sono infruttuose allora lUinfermit( sociale .la legge di natura dellUamministrazione.iano le loro radici nel principio della sua vita* nellUessenza della sua vita* . !o 0tato antico e la schiavit+ antica 7 schiette antitesi classiche 7 non erano saldati lUuno allUaltra pi+ intimamente che non siano lo 0tato moderno ed il moderno mondo di trafficanti* ipocrite antitesi cristiane. !( dove sono partiti politici* ciascuno trova il fondamento di ciascun male nel fatto che al timone dello /tato si trova non gi( esso ma il suo partito avversario.ili. !Uesistenza dello 0tato e lUesistenza della schiavit+ sono insepara. 0e esso volesse eliminare la vita privata* dovre.ert(T.. cosA come la società civile della schiavit@ era il fondamento su cui poggiava lo 0tato antico. dal punto di vista politico. !o 0tato lUordinamento della societ(. !o 0tato non pu5 eliminare la contraddizione tra lo scopo determinato e la .spaziometi. Perci5 lo 0tato non pu5 credere allUimpotenza interiore della sua amministrazione* cio.contro natura.di se stesso. sulla contraddizione tra gli interessi generali e gli interessi particolari.uona volont( dellUamministrazione da un lato e i suoi mezzi come pure le sue possi.. 1sso pu5 scorgere soltanto difetti formali* casuali* della medesima e tentare di porvi riparo. li ricerca o in leggi di natura.n /uanto lo 0tato ammette lUesistenza di inconvenienti sociali.ilit( dallUaltro* senza eliminare se stesso* poich4 esso poggia su tale contraddizione. N8O . non sono due cose differenti.nfatti* /uesta lacerazione* /uesta infamia* /uesta schiavit@ della società civile . !o /tato e lUordinamento della società. ovvero la volont( dei privati . Perch4: 3ppunto perch4 lUamministrazione lUattivit( organizzatrice dello 0tato.l suicidio . poich4 proprio l( dove ha inizio la vita civile e il suo lavoro* l( termina il suo potere.nfine* tutti gli 0tati ricercano la causa in de!icienze accidentali intenzionali dellUamministrazione. 1$ . 1sso poggia sulla contraddizione tra vita privata e pubblica. &a nessun essere vivente crede che i difetti della sua esistenza a. .e eliminare se stesso* poich4 esso esiste soltanto nellUantitesi con /uella.org – clashcityworkers.il fondamento naturale su cui poggia lo stato moderno.ensA in circostanze al di !uori della sua vita. al cui posto essi vogliono mettere unUaltra forma di 0tato.

n una societ( che si trova in fase di . 1 /uindi* come egli viene a.l 10'' .org – clashcityworkers. Bi /uesto lavoro sono traccia i #anoscritti economico$filosofici* redatti a Parigi* ma che non furono mai pu.operazione di &ar' . presa di distanza di Marx e di ngels dalla !iloso!ia come ideologia e dalle !orme di socialismo “utopistico”.inconcilia.ilit( fra le classi* fra gli interessi dei lavoratori e /uelli del capitalista.e tornare indietro# alla comunit( medievaleR o di /uello piccolo7.nfatti* per /uanto la classe degli operai non possa* in una situazione sociale di . Parimenti* con lUingrossarsi della classe degli uomini solo da lavoro N.una circostanza favorevole per la classe degli operai nel suo complesso* perch4 a causa di ci5 si rende necessaria una sempre nuova domanda.ono sacrificare il loro tempo e privandosi completamente di ogni li.possi..n /uesti manoscritti compaiono alcuni dei principali temi che saranno ela.enessere crescente* soltanto i pi+ ricchi tra i ricchi possono ancora vivere con gli interessi del loro denaro.!5S/)! I Manoscritti: critica dell’economia politica borghese.noltre: la durata della loro vita viene in /uesto modo accorciata.alienazione dell. &a: in primo luogo: lUaumento del salario reca con s4 un eccesso di lavoro per gli operai. "on /uesta divisione del lavoro da un lato e con lUaccumulazione dei capitali dallUaltro* lUoperaio dipende in modo sempre pi+ netto dal lavoro* e da un lavoro determinato* molto unilaterale e meccanico.R !Uaccumulazione del capitale aumenta la divisione del lavoro* la divisione del lavoro aumenta il numero degli operai9 e reciprocamente* il numero degli operai aumenta la divisione del lavoro* come la divisione del lavoro aumenta lUaccumulazione dei capitali. . %uanto pi+ vogliono guadagnare tanto pi+ de.orghesi. &a ci5 .spaziometi.operaio* la critica del socialismo reazionario# Pche vorre. !a domanda di operai supera lUofferta.WO* si accresce la concorrenza degli operai* e /uindi il loro prezzo diminuisce. %uesta situazione . .. Gli altri devono col loro capitale intraprendere un /ualche affare 1= . %ui si verifica la concorrenza tra i capitalisti..lavoro accumulato9 e /uindi per il fatto che allUoperaio viene sempre pi+ strappata di mano una parte dei suoi prodotti e sempre pi+ il suo proprio lavoro gli sta di fronte come una propriet( altrui e i mezzi della sua esistenza e della sua attivit( si concentrano sempre pi+ nelle mani del capitalista9 . %uesta classe deve sacrificare sempre una parte di se stessa* per non andare tutta in rovina.ile soltanto aR per il fatto che si accumula insieme molto lavoro* essendo che il capitale .noltre: /uando una societ( si trova in fase di arricchimento crescente: %uando aumentano i capitali e i redditi di un paese. %uesto accorciamento della durata della loro vita .O 2R Prendiamo ora una societ(* in cui la ricchezza sia in progresso.per5 /uella di portare fino in fondo le teorie degli economisti* e dimostrare cosA l.licati da &ar'* e saranno conosciuti dal pu... %uesto . cR . %uesta situazione dellUoperaio tocca il suo punto culminante nellUindustria.evidente sin dal Primo manoscritto.un anno denso: il venticin/uenne &ar' avvia proprio in /uesto periodo lo studio dell. N. !.economia politica* fondando cosA il suo materialismo – di ascendenza filosofica – in un metodo di analisi e in una teoria complessiva della societ(.lUunica favorevole allUoperaio.. )/SS! 9NI.orghese alla Proudhon Pche si .assato spiritualmente e fisicamente al livello della macchina e trasformato da uomo in una attivit( astratta e in un ventre* cosA si trova in condizione di sempre maggior dipendenza da tutte le oscillazioni del prezzo del mercato* dellUimpiego dei capitali e del capriccio dei ricchi./alario N8O Prendiamo le tre principali situazioni in cui la societ( pu5 trovarsi* e consideriamo /uali sono in ciascuna di esse le condizioni dellUoperaio: 1R 0e la ricchezza della societ( .l tema della classe non .asa su una semplice redistri.org 2013 II( IN 7NT57$ )/ )/SS! 7"!5/I/.orati da &ar' successivamente: l.lico solo nel 1S$2 grazie al lavoro di alcuni ricercatori sovietici. .esplicitamente affrontato* ma la categoria continuamente utilizzata da &ar'* che non nasconde di averla presa in prestito# dagli economisti .ert( compiere un lavoro da schiavi al servizio della avidit( altrui. "ormulazione dei “principi” del materialismo storico .uzione della ricchezzaR etc. . .enessere* guadagnare tanto /uanto /uella dei proprietari* Hnessuno soffre cosA crudelmente del suo declino /uanto la classe degli operaiT../uegli che ne soffre maggiormente. prima analisi delle condizioni operaie.in declino* lUoperaio . Wediamo cosa dice &ar': A$.

. 3.lico e spesse volte . N8O .ad esso ostilmente contrapposto.... N8O <oi siamo partiti dai presupposti dellUeconomia politica.sempre /uello di allargare il mercato e di restringere la concorrenza dei venditori. 3l contrario* /uesto tasso . . ) /uesta una classe di persone il cui interesse non coincider( mai esattamente con /uello della societ(* perch4 hanno in generale un interesse a ingannare il pu. !Uinteresse particolare di coloro che esercitano un particolar ramo di industria o di commercio . 1Q$7QGR.mai tanto alto come nei paesi che precipitano con la massima rapidit( verso la loro rovina. N8O <ei singoli rami dellUindustria avviene di tanto in tanto una superproduzione9 si verificano fre/uenti .* p..org 2013 oppure immetterlo nel commercio.rica* e tutta intera la societ( deve scindersi nelle due classi dei proprietari e degli operai senza propriet(.l dominio del capitale sul lavoro e i moventi del capitalista. =22* =21R. 3.asso nei paesi ricchi e alto nei paesi poveri* e non .il profitto. Il lavoro estraniato..lico e a im./uello che viene destinato a ricavare un utile dalle forze produttive della natura P0ay* t.lUaccumulazione del capitale in poche mani* e /uindi la pi+ terri. <on gli passa mai per la mente di calcolare /uale /uantit( di lavoro produttivo potr( essere posto in opera da ciascuno di /uesti diversi tipi dUimpiego NWO e /uale aumento di valore potr( su. !a concentrazione dei capitali diventa pi+ grande* i grandi capitalisti mandano in rovina i piccoli* e una parte degli e' capitalisti va a finire nella classe degli operai* la /uale a causa di /uesto afflusso torna a su. 1G .io* ecc.naturalmente . Una parte del ceto operaio va a finire perci5 nella categoria dei mendicanti o degli affamati* allo stesso modo che una parte dei capitalisti medi va a finire nel ceto operaio.iamo mostrato che lUoperaio decade a merce* alla pi+ misera delle merci* che la miseria dellUoperaio sta in rapporto inverso con la potenza e la /uantit( della sua produzione* che il risultato necessario della concorrenza .n conclusione* anche nella situazione sociale pi+ favorevole allUoperaio* la conseguenza necessaria per lUoperaio . . !Uunico movente che determina il detentore di un capitale ad impiegarlo piuttosto nellUagricoltura o nellUindustria o in un determinato ramo del commercio allUingrosso o al minuto* .ile ricostituzione del monopolio* che infine scompare la differenza tra capitalista e proprietario fondiario* cosi come scompare la differenza tra contadino e operaio di fa. %uesto impiego non sempre il pi+ utile per la societ(9 il pi+ utile . AB..rogliarlo P0mith* t. H&. Q$RT.ire la produzione annuale della terra e il lavoro del suo paese P0mith* t. Pro!itto del capitale. !e pi+ importanti operazioni del lavoro sono regolate e guidate secondo le direttive e le speculazioni di coloro che impiegano i capitali* e lo scopo che costoro si propongono in tutte /ueste direttive e operazioni* .spaziometi. Partendo dalla stessa economia politica* e valendoci delle sue stesse parole* a. !Uinteresse di /uesta classe non ha /uindi nei confronti dellUinteresse generale della societ( lo stesso rapporto che ha lUinteresse delle altre due classi.* pp.l che fa aumentare la concorrenza tra i capitali.diventata tanto pi+ grande* innaturale e violenta.org – clashcityworkers.enessere della societ(* n4 cala come /uelli col suo declino. Per il capitalista lUimpiego pi+ utile del capitale . . !Uinteresse del mercante ..sotto un certo aspetto sempre diverso da /uello del pu. Perci5: il tasso del profitto non cresce* al pari della rendita fondiaria e del salario* col ./uello che in condizioni di uguale sicurezza gli rende il profitto maggiore.iamo preso in considerazione la propriet( privata* la separazione tra lavoro* capitale e terra* ed anche tra salario* profitto del capitale e rendita fondiaria* come pure la divisione del lavoro* la concorrenza* il concetto del valore di scam..eccesso di lavoro* morte prematura* degradazione a macchina* schiavit+ nei confronti del capitale* che si accumula pericolosamente dinanzi a lui* nuova concorrenza* morte per fame o accattonaggio per una parte degli operaiT.il punto di vista del proprio profitto.. .ancarotte* attraverso cui si producono entro la classe dei capitalisti e dei padroni oscillazioni e fluttuazioni incerte nel possesso dei .eni* il che getta una parte degli individui economicamente rovinati nel proletariato9 spesso e allUimprovviso diventa necessaria unUinterruzione o una diminuzione del lavoro* i cui danni sono sempre sentiti amaramente dalla classe dei salariati# P0chulz* Il movimento della produzione* p.* pp..iamo accettato la sua lingua e le sue leggi. 1$1R..ire in parte una depressione del salario e viene a trovarsi in una dipendenza ancor maggiore nei confronti di /uei pochi grandi capitalisti9 essendo diminuito il numero dei capitalisti* la loro concorrenza in relazione agli operai non sussiste /uasi pi+* ed essendo aumentato il numero degli operai* la concorrenza tra /uesti .

io. Un tale stato originario non spiega nulla.io le appaia come un fatto accidentale.diventato una cosa* .. %uanto pi+ grande .il prodotto del suo lavoro* non .fissato in un oggetto* .ase a circostanze esterne. !Uoperaio diventa tanto pi+ povero /uanto maggiore . %uante pi+ cose lUuomo trasferisce in Bio* tanto meno egli ne ritiene in se stesso.dun/ue /uesta attivit(* tanto pi+ lUoperaio . !Uoperaio diventa una merce tanto pi+ vile /uanto pi+ grande .ulosa.ato degli oggetti pi+ necessari non solo per la vita* ma anche per il lavoro. %uindi* ora noi do. . Presuppone in forma di fatto* di accadimento* ci5 che deve dedurre* cio. 3. <on fa che rinviare il pro. !a realizzazione del lavoro .lema in una lontananza grigia e ne. <oi partiamo da un fatto dellUeconomia politica* da un fatto presente. !a realizzazione del lavoro si presenta come annullamento in tal maniera che lUoperaio viene annullato sino a morire di fame.ili* naturali.l lavoro non produce soltanto merci9 produce se stesso e lUoperaio come una merce* e proprio nella stessa proporzione in cui produce in generale le merci. !Ueconomia politica non cUinsegna nulla sul fatto che /ueste circostanze esterne* apparentemente accidentali* sono nullUaltro che lUespressione di uno svolgimento necessario. &a /uesta viene spiegata in .iamo comprendere la connessione essenziale che corre tra la propriet( privata* lUavidit( di denaro* la separazione tra lavoro* capitale e propriet( fondiaria* tra scam.nfatti* partendo da /uesto presupposto chiaro che: /uanto pi+ lUoperaio si consuma nel lavoro* tanto pi+ potente diventa il mondo estraneo* oggettivo* che egli si crea dinanzi* tanto pi+ povero diventa egli stesso* e tanto meno il suo mondo interno gli appartiene.il rapporto necessario tra due fatti* per esempio tra la divisione del lavoro e lo scam.* la connessione di tutto /uesto processo di estraniazione col sistema monetario. Proprio perch4 lUeconomia politica non comprende la connessione del movimento storico* si . !o stesso accade nella religione.la ricchezza che produce* /uanto pi+ la sua produzione cresce di potenza e di estensione. %uanto pi+ grande .presuppone come un fatto* in forma storica* ci5 che deve spiegare.potuto di nuovo contrapporre* ad esempio* la dottrina della concorrenza a /uella del monopolio* la dottrina della li.non riflette in /ual modo esse derivino dallUessenza della propriet( privata. !Uappropriazione dellUoggetto si presenta come estraniazione in tale modo che /uanti pi+ oggetti lUoperaio produce* tanto meno egli ne pu5 possedere e tanto pi+ va a finire sotto la signoria del suo prodotto* del capitale.iamo visto come lo stesso scam.spaziometi. !Uoperaio ripone la sua vita nellUoggetto9 ma dUora in poi la sua vita non appartiene pi+ a lui* ma allUoggetto.ert( di lavoro* divisione del possesso fondiario sono state svolte e comprese soltanto come conseguenze casuali* volontarie* violente del monopolio* della corporazione e della propriet( feudale* e non come conseguenze necessarie* inevita. Gli unici ingranaggi che lUeconomia politica mette in moto sono lUavidit( di denaro e la guerra tra coloro che ne sono affetti* la concorrenza. !Uoggettivazione si presenta come perdita dellUoggetto in siffatta guisa che lUoperaio deru.il lavoro che si . Parimenti interviene dappertutto la concorrenza. <on trasferiamoci* come fa lUeconomista /uando vuol dare una spiegazione* in uno stato originario fantastico.l prodotto del lavoro .la /uantit( di merce che produce. Gi(* il lavoro stesso diventa un oggetto* di cui egli riesce a impadronirsi soltanto col pi+ grande sforzo e con le pi+ irregolari interruzioni.org 2013 !Ueconomia politica parte dal fatto della propriet( privata.la sua oggettivazione.ert( di lavoro a /uella della corporazione* la dottrina della divisione del possesso fondiario a /uella della grande propriet( fondiaria9 e infatti concorrenza* li.dun/ue /uesto prodotto* tanto pi+ piccolo 1Q . 3llo stesso modo la teologia spiega lUorigine del male col peccato originale* cio.essa presuppone ci5 che deve spiegare.privo di oggetto.io e concorrenza* tra valorizzazione e svalorizzazione dellUuomo* tra monopolio e concorrenza* ecc. 1ssa non comprende /ueste leggi* cio. %uello che . !Ueconomia politica non ci d( nessuna spiegazione sul fondamento della divisione di capitale e lavoro* di capitale e terra. %uesta realizzazione del lavoro appare nello stadio dellUeconomia privata come un annullamento dellUoperaio* lUoggettivazione appare come perdita e asservimento dellUoggetto* lUappropriazione come estraniazione* come alienazione. &a non ce la spiega. . Iutte /ueste conseguenze sono implicite nella determinazione che lUoperaio si viene a trovare rispetto riprodotto del suo lavoro come rispetto ad un oggetto estraneo.lUoggettivazione del lavoro. .. %uesto fatto non esprime altro che /uesto: lUoggetto che il lavoro produce* il prodotto del lavoro* si contrappone ad esso come un essere estraneo* come una potenza indipendente da colui che lo produce. %uando* per esempio* determina il rapporto del salario col profitto del capitale* lUinteresse del capitalista vale per essa come la ragione suprema9 cio.org – clashcityworkers.egli stesso. !a svalorizzazione del mondo umano cresce in rapporto diretto con la valorizzazione del mondo delle cose. "oglie il processo materiale della propriet( privata /uale si rivela nella realt(* ma lo coglie in formule generali* astratte* che hanno per essa il valore di leggi.

Wediamo alcune di /ueste tesi: H.noltre con la divisione del lavoro . !a coincidenza nel variare dellUam.licato dai due autori Panch. Bel resto divisione del lavoro e propriet( privata sono espressioni identiche: con la prima si esprime in riferimento all.uomo.org 2013 egli stesso.. !Ualienazione dellUoperaio nel suo prodotto significa non solo che il suo lavoro diventa un oggetto* /ualcosa che esiste allU esterno* ma che esso esiste fuori di lui* indipendente da lui* a lui estraneo* e diventa di fronte a lui una potenza per se stante9 significa che la vita che egli ha dato allUoggetto* gli si contrappone ostile ed estraneaT.spaziometi. Iutti i misteri che sviano la teoria verso il misticismo trovano la loro soluzione razionale nella attivit( pratica umana e nella comprensione di /uesta attivit( pratica.data altresA la contraddizione fra l. .la prima propriet(* che del resto in /uesta fase corrisponde gi( perfettamente alla definizione degli economisti moderni* secondo cui essa consiste nel disporre di forza7lavoro altrui. 1d .alienazione non si pu5 sopprimere nel pensiero* la riappropriazione dell. !a dottrina materialistica che gli uomini sono prodotti dellUam.org – clashcityworkers.. !a disputa sulla realt( o non7realt( di un pensiero che si isoli dalla pratica . .ancora molto rudimentale e allo stato latente* .iente e dellUattivit( umana pu5 solo essere concepita e compresa razionalmente come pratica rivoluzionaria..essenzialmente pratica.la realt( e il potere* il carattere terreno del suo pensiero. !a /uestione se al pensiero umano appartenga una verit( oggettiva non . N8O !a divisione del lavoro* che implica tutte /ueste contraddizioni e che a sua volta ..fondata sulla divisione naturale del lavoro nella famiglia e sulla separazione della societ( in singole famiglie opposte l.re 10'' &ar' scrive insieme ad 1ngels .orghesia* il comunismo come radicale innovazione nella storia dell. !a vita sociale ...una all.altra* implica in pari tempo anche la ripartizione* e precisamente la ripartizione ineguale* sia per /uantit( che per /ualit(* del lavoro e dei suoi prodotti* e /uindi la propriet(* che ha gi( il suo germe* la sua prima forma* nella famiglia* dove la donna e i figli sono gli schiavi dell. filosofi hanno solo interpretato il mondo in modi diversi9 si tratta per5 di mutarlo.esso lo sar( solo nel 1S$2* e /uesto fatto ha avuto pesanti conseguenze nell.Ideologia tedesca* testo che per5 non fu mai pu.la societ( L.umanit(* ma anche come realizzazione del suo senso proprio..attivit(.> .altra si esprime in riferimento al prodotto dell. 1U nellUattivit( pratica che lUuomo deve dimostrare la verit(* cio.una /uestione teorica* ma pratica.iente e che lUeducatore stesso deve essere educato. 1ssa perci5 giunge necessariamente a scindere la societ( in due parti* una delle /uali sta al di sopra della societ( Pper esempio in Mo.l punto di vista del vecchio materialismo .. Iutti /uesti temi raggiungono una formulazione cristallina nell./uesto il motivo per cui nel settem.nfine* &ar' ed 1ngels lanciano un attacco alla filosofia tedesca contemporanea* che poi voleva dire – date le vette# raggiunte dalla speculazione di @egel e compagnia – mettere in discussione la filosofia tout court* che viene letta come ideologia#* a meno che non si trasformi in altro* in un pensiero della prassi e della trasformazione reale del mondo.immaginazione* come Huniversale T* ma esiste innanzi tutto nella realt( come dipendenza reciproca degli individui fra i /uali il lavoro . ].una /uestione puramente scolastica.orgheseL9 il punto di vista del nuovo materialismo la societ( umana* o lUumanit( socializzata. .che l.interesse collettivo di tutti gli individui che hanno rapporti reciproci9 e /uesto interesse collettivo non esiste puramente nell.iente e di una mutata educazione* dimentica che sono proprio gli uomini che modificano lUam. . HIIC capitolo. &a per motivare /uesta critica* &ar' ed 1ngels sono costretti a formulare e presentare tutto il loro materialismo e a spiegare alcuni cardini della loro teoria: la divisione del lavoro* la propriet( privata* la rottura della comunit( tradizionale e la comunit( illusoria creata della . W.iente e dellUeducazione* e che pertanto uomini mutati sono prodotti di un altro am.a /acra "amiglia* un testo di critica della corrente dei giovani hegeliani* e /ualche mese dopo Le tesi su %euerbac&* in cui si distacca anche dall. !a conseguenza diretta di tutto /uesto ragionamento .’ideologia in generale e in particolare l1ideologia tedesca. ..attivit( esattamente ci5 che con l.diviso.operaio Pinteso come uomo universaleR della propria vita* deve essere un movimento pratico.erto >wenR.interesse del singolo individuo o della singola famiglia e l.umanesimo e dal materialismo naturalistico# di /uesto filosofo..interpretazione del mar'ismoR. ]. !a schiavit+ nella famiglia* che certamente . 1 infine la divisione del lavoro offre 1? .

ia reso la massa dell.stato fino ad oggi uno dei momenti principali dello sviluppo storico* e appunto da /uesto antagonismo fra interesse particolare e interesse collettivo l.divisa non volontariamente ma naturalmente* lUazione propria dellUuomo diventa una potenza a lui estranea* che lo sovrasta* che lo soggioga invece di essere da lui dominata.ale* come la carne e il sangue* la lingua* la divisione del lavoro accentuata e altri interessi* e soprattutto ^ come vedremo pi+ in particolarmente in seguito ^ sulla .ile di fare oggi /uesta cosa* domani /uellUaltra* la mattina andare a caccia* il pomeriggio pescare* la sera allevare il .org – clashcityworkers.iettivo che ci sovrasta* che cresce fino a sfuggire al nostro controllo* che contraddice le nostre aspettative* che annienta i nostri calcoli* .im.org 2013 anche il primo esempio del fatto che gli uomini si trovano nella societ( naturale* fintanto che esiste* /uindi* la scissione fra interesse particolare e interesse comune* fin tanto che lUattivit(* /uindi* .e esistere solo come fenomeno locale* 1C .altra parte anche la lotta pratica di /uesti interessi particolari che sempre si oppongono realmente agli interessi collettivi e illusoriamente collettivi rende necessario l.esistenza empirica degli uomini sul piano della storia universale* invece che sui piano localeR ) un presupposto pratico assolutamente necessario anche perch' senza di esso si generalizzerebbe soltanto la miseria e (uindi col bisogno ricomincerebbe anche il con!litto per il necessario e ritornerebbe per !orza tutta la vecchia merda. Giacch4 d. "io.ito dello 0tato* la lotta fra democrazia* aristocrazia e monarchia* la lotta per il diritto di voto* ecc. 3ppunto perch4 gli individui cercano soltanto il loro particolare interesse* che per loro non coincide col loro interesse collettivo* /uesto viene imposto come un interesse generale#* anch.ase delle classi gi( determinate dalla divisione del lavoro* che si differenziano in ogni raggruppamento umano di /uesto genere e delle /uali una domina tutte le altre.appena il lavoro comincia ad essere diviso ciascuno ha una sfera di attivit( determinata ed esclusiva che gli viene imposta e dalla /uale non pu5 sfuggire: .esso a sua volta particolare e specifico* ad essi estraneo# e da essi indipendente#* o gli stessi individui devono muoversi in /uesto dissidio* come nella democrazia. 0enza di che: 1R il comunismo potre.. e poi perch4 solo con /uesto sviluppo universale delle forze produttive possono aversi relazioni universali fra gli uomini* ci5 che da una parte produce il fenomeno della massa Hpriva di propriet(T contemporaneamente in tutti i popoli Pconcorrenza generaleR* fa dipendere ciascuno di essi dalle rivoluzioni degli altri* e infine sostituisce agli individui locali individui inseriti nella storia universale* individui empiricamente universali.indipendente dal volere e dall. ecc.interesse collettivo prende una configurazione autonoma come /tato* separato dai reali interessi singoli e generali* e in pari tempo come comunit( illusoria* ma sempre sulla . %uesta HestraniazioneT9 per usare un termine comprensi.rigliamento da parte dell.la forza produttiva moltiplicata che ha origine attraverso la cooperazione dei diversi individui* determinata nella divisione del lavoro* appare a /uesti individui* poich4 la cooperazione stessa non volontaria ma naturale* non come il loro proprio potere unificato* ma come una potenza estranea* posta al di fuori di essi* della /uale essi non sanno donde viene e dove va* che /uindi non possono pi+ dominare e che al contrario segue una sua propria successione di fasi e di gradi di sviluppo la /uale . <e consegue che tutte le lotte nell.l potere sociale* cio..a.* altro non sono che le forme illusorie nelle /uali vengono condotte le lotte reali delle diverse classi N8O* e inoltre che ogni classe la /uale aspiri al dominio* anche /uando* come nel caso del proletariato* il suo dominio implica il superamento di tutta la vecchia forma della societ( e del dominio in genere* deve dapprima con/uistarsi il potere politico per rappresentare a sua volta il suo interesse come l.universale* essendovi costretta in un primo momento.. %uesto fissarsi dellUattivit( sociale* /uesto consolidamento del nostro proprio prodotto in un potere o.estiame* dopo pranzo criticare* cosi come mi vien voglia9 senza diventare n4 cacciatore* n4 pescatore* n4 pastore* n4 critico.spaziometi.intervento pratico e l.umanit( affatto Hpriva di propriet(T e l.agire degli uomini e anzi dirige /uesto volere e agire.interesse HgeneraleT illusorio sotto forma di 0tato.am.ileT* cio. 3ffinch4 essa diventi un potere Hinsosteni.ase reale di legami esistenti in ogni conglomerato familiare e tri.altra parte (uesto sviluppo delle !orze produttive Pin cui .gi( implicita l.cacciatore* pescatore* o pastore* o critico critico* e tale deve restare se non vuol perdere i mezzi per vivere9 laddove nella societ( comunista* in cui ciascuno non ha una sfera di attivit( esclusiva ma pu5 perfezionarsi in /ualsiasi ramo a piacere * la societ( regola la produzione generale e appunto in tal modo mi rende possi.ia posta altresA in contraddizione con un mondo esistente della ricchezza e della cultura* due condizioni che presuppongono un grande incremento della forza produttiva* un alto grado del suo sviluppo9 e d. .ile ai filosofi* naturalmente pu5 essere superata soltanto sotto due condizioni pratiche.un potere contro il /uale si agisce per via rivoluzionaria* occorre che essa a.

!e condizioni di /uesto movimento risultano dal presupposto ora esistente.ile ripartisce fortuna e disgrazia fra gli uomini* edifica e distrugge regni* fa sorgere e scomparire popoli ^ mentre con l. Per esempio: in un periodo e in un paese in cui potere monarchico* aristocrazia e . 1 /ui arriviamo all.orazione dell..diviso* appare come idea dominante la dottrina della divisione dei poteri* dottrina che allora viene enunciata come Hlegge eternaT.antico fato sovrasta la terra e con mano invisi.interno di /uesta classe una parte si presenta costituita dai pensatori della classe Pi suoi ideologi attivi* concettivi* i /uali dell.org – clashcityworkers.a essere instaurato* un ideale al /uale la realt( dovr( conformarsi.altro che lo scam.io non si sare.io dei prodotti di individui e paesi diversi* attraverso il rapporto di domanda e di offerta domina il mondo intero ^ un rapporto che* come dice un economista inglese* simile all.epoca.espressione ideale dei rapporti materiali dominanti* sono i rapporti materiali dominanti presi come idee: sono dun/ue l.ela.Uindividuazione di un altro punto del materialismo storico su cui &ar' ed 1ngels insisteranno sempre: il legame fra rapporti materiali e vita concreta* e panorama mentale6cognitivo che si configura.a.evidente che essi lo fanno in tutta la loro estensione* e /uindi fra l. HN8O !e idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti9 cio-* la classe che .esistenza degli individui che . !a divisione del lavoro* che a. 3ltrimenti* per esempio* come avre. <el .uzione delle idee del loro tempo9 .dun/ue evidente che le loro idee sono le idee dominanti dell.asata su una conoscenza materiale della realt( e delle sue line di tendenza e di tensione.epoca storica* .ero rimaste H circostanze T relegate nella superstizione domestica* $R ogni allargamento delle relazioni sopprimere.olizione della .l comunismo viene anche allontanato dalle prime utopie socialiste* che lo intendevano come ideale# e non come pratica ..in pari tempo la sua potenza spirituale dominante.e potuto la propriet( avere una storia /ualsiasi* assumere forme diverse* e la propriet( fondiaria* a seconda dei diversi presupposti esistenti* spingere in Vrancia dalla suddivisione parcellare alla concentrazione in poche mani* e in .legata direttamente alla storia universaleT. Gli individui che compongono la classe dominante posseggono fra l.nghilterra dalla concentrazione in poche mani alla suddivisione parcellare* come oggi accade realmente: >vvero come avviene che il commercio* il /uale pur non .spaziometi.ordinamento comunistico della produzione e con la conseguente eliminazione di /uell. !e idee dominanti non sono altro che l..olisce lo stato di cose presente.orghesia lottano per il potere* il /uale /uindi .uno stato di cose che de.ito di un. B.ili* e sare.l proletariato pu5 dun/ue esistere soltanto sul piano della storia universale* cosA come il comunismo* che .intero am.espressione dei rapporti che appunto fanno di una classe la classe dominante* e dun/ue sono le idee del suo dominio. "hiamiamo comunismo il movimento reale che a.rano appena citato compaiono tantissimi temi di interesse: dalla divisione del lavoro* con il suo legame con la propriet( privata* allo 0tato come comunit( illusoria* alla necessit( per il proletariato di passare a una fase di potere politico P/uesto sar( il tema della polemica successiva contro gli anarchiciR.estraneit( che impronta le relazioni degli uomini con il loro proprio prodotto* la potenza del rapporto di domanda e di offerta si dilegua e gli uomini riprendono in loro potere lo scam.illusione di /uesta classe su 1S .la potenza materiale dominante .la sua azione* non pu5 affatto esistere se non come esistenza Hstorica universaleT.ase* la propriet( privata* con l.altro anche la coscienza* e /uindi pensano9 in /uanto dominano come classe e determinano l. . !a classe che dispone dei mezzi della produzione materiale dispone con ci5* in pari tempo* dei mezzi della produzione intellettuale* cosicch4 ad essa in complesso sono assoggettate le idee di coloro ai /uali mancano i mezzi della produzione intellettuale. 1sistenza storica universale degli individui* cio. ..io* la produzione* il modo del loro reciproco comportarsi: .l comunismo per noi non .ero potute sviluppare come potenze universali* e /uindi insosteni. Il comunismo ) possibile empiricamente solo come azione dei popoli dominanti tutti in Auna voltaD e simultaneamente* ci5 che presuppone lo sviluppo universale della forza produttiva e le relazioni mondiali che il comunismo implica.e il comunismo locale.altro dominano anche come pensanti* come produttori di idee che regolano la produzione e la distri..altronde la massa di semplici operai ^ forza lavorativa privata in massa del capitale o di /ualsiasi limitato soddisfacimento ^ e /uindi anche la perdita non pi+ temporanea di /uesto stesso lavoro come fonte di esistenza assicurata* presuppone* attraverso la concorrenza* il mercato mondiale..iamo gi( visto come una delle forze principali della storia finora trascorsa* si manifesta anche nella classe dominante come divisione del lavoro intellettuale e manuale* cosicch4 all.org 2013 2R le stesse potenze dello scam.

%ueste sono* in complesso* le immaginazioni della stessa classe dominante.orghesia francese rovesci5 il dominio dell.interesse comune di tutte le altre classi non dominanti* e sotto la pressione dei rapporti fino allora esistenti non si . !.interno di /uesta classe /uesta scissione pu5 addirittura svilupparsi fino a creare fra le due parti una certa opposizione e una certa ostilit(* che tuttavia cade da s4 se sopraggiunge una collisione pratica che metta in pericolo la classe stessa: allora si dilegua anche la parvenza che le idee dominanti non siano le idee della classe dominante e a.inizio il suo interesse .iano un potere distinto dal potere di /uesta classe.org – clashcityworkers.una semplice apparenza.costretta* non fosse che per raggiungere il suo scopo* a rappresentare il suo interesse come interesse comune di tutti i mem.ordinamento sociale* non appena /uindi non .* $R alla grande consistenza numerica della classe dominante* =R all.esistenza di una classe rivoluzionaria sui cui presupposti a.altra che ha dominato prima .spaziometi. !a sua vittoria giova perci5 anche a molti individui delle altre classi che non giungono al dominio* ma solo in /uanto pone /uesti individui in condizione di ascendere nella classe dominante.unica classe dominante. 0e ora nel considerare il corso della storia si svincolano le idee della classe dominante dalla classe dominante e si rendono autonome* se ci si limita a dire che in un.comune a tutti gli storici* particolarmente a partire dal diciottesimo secolo* deve urtare necessariamente contro il fenomeno che dominano idee sempre pi+ astratte* cio./uindi la super!icie dell. &ar' cerca /uindi di spiegare come si produce l.* e che durante il dominio della . %uindi ogni nuova classe non fa che porre il suo dominio su una .orghesia dominavano i concetti di li. "i5 le .intera massa della societ( di contro all.ile a tutte le classi che precedentemente avevano aspirato al dominio.opposizione delle classi non dominanti contro /uella ora dominante si sviluppa pi+ tardi con tanto maggiore asprezza e profondit(.ri della societ(* ossia* per esprimerci in forma idealistica* a dare alle proprie idee la forma dell.iamo gi( detto /uanto occorre.nfatti ogni classe che prenda il posto di un.ri attivi di /uesta classe e hanno meno tempo di farsi delle idee e delle illusioni su se stessi..epoca hanno dominato /ueste o /uelle idee* senza preoccuparsi delle condizioni della produzione e dei produttori di /ueste idee* e se /uindi si ignorano gli individui e le situazioni del mondo che stanno alla .ase di /ueste idee* allora si potr( dire per esempio che al tempo in cui dominava l.possi.ase reale* cioaffonda nei rapporti di produzione* nelle relazioni fra i soggetti viventi. %uesta concezione della storia che .ideologia non .ancora pi+ legato all.veraR* GR all.pi+ necessario rappresentare un interesse particolare come universale o l.ile perch4 in realt( all.inganno degli ideologi e alla divisione del lavoro N<ota di &ar' ed 1ngelsO.ase pi+ larga della precedente* per la /ual cosa anche l.ert(* di uguaglianza* ecc.org 2013 se stessa fanno il loro mestiere principaleR* mentre gli altri nei confronti di /ueste idee e di /ueste illusioni hanno un atteggiamento pi+ passivo e pi+ ricettivo* giacch4 in realt( sono i mem. 3ll. %ueste due circostanze fanno sA che la lotta da condurre contro /uesta nuova classe dominante tenda a sua volta a una negazione della situazione sociale esistente pi+ decisa e pi+ radicale di /uanto fosse possi. Iutta /uesta parvenza* che il dominio di una determinata classe altro non sia che il dominio di certe idee* cessa naturalmente da s4 non appena il dominio di classi in generale cessa di essere la forma dell.ideologia ripercorrendo tutta la storia europea* e dandoci un vero saggio di una lettura della storia da un punto di vista di classe. !.universalit( corrisponde: 1R alla classe contra ordine* 2R alla concorrenza* relazioni mondiali* ecc. .idee che assumono sempre pi+ la forma dell. &a ha una .un punto capitale* l.ancora potuto sviluppare come interesse particolare di una classe particolare=.aristocrazia* con ci5 rese possi.esperienza vissuta e una formulazione teorica che la rinforza.orghesi.universalit(* a rappresentarle come le sole razionali e universalmente valide. %uando la ..ile a molti proletari di innalzarsi al di sopra del proletariato* ma solo in /uanto essi diventarono .altro per il solo fatto che si contrappone a una classe* non come classe ma come rappresentante dell.universale# come dominante.aristocrazia dominavano i concetti di onore* di fedelt(* ecc. !Uideologia . Perch4 un mondo capovolto produce un pensiero capovolto.universalit(.illusione della comunit( di interessi Pinizialmente /uesta illusione .T Iuttavia* e /uesto . = 22 .esistenza di idee rivoluzionarie in una determinata epoca presuppone gi( l. !a classe rivoluzionaria si presenta senz.intera societ(* appare come l.

individuo sotto la divisione del lavoro* sotto una determinata attivit( che gli viene imposta9 sussunzione che fa dell.ito della propriet( privata. singoli individui formano una classe solo in /uanto de.orghesi avevano creato /ueste condizioni in /uanto si erano svincolati dai legami feudali* ed erano stati creati da esse in /uanto erano determinati dalla loro opposizione contro il sistema feudale preesistente.ono ancora essere spiegateR.ilt( delle campagne per difendere la pelle9 lUestensione del commercio* lo sta.+ allo 0tato* dalla localit( alla nazione* e si protrae attraverso tutta la storia della civilt( fino ai nostri giorni.orghese.org – clashcityworkers. !a citt( . . N8O <el &edioevo in ogni citt( i cittadini erano costretti ad unirsi contro la no.ilirsi dei collegamenti delle singole citt( /ueste condizioni comuni si svilupparono per diventare condizioni di classe.. . P%ueste condizioni de. .l lavoro .gi( il fatto della concentrazione della popolazione* degli strumenti di produzione* del capitale* dei godimenti* dei . %uesto fenomeno .a base reale dell1ideologia.ilirsi delle comunicazioni conduceva le singole citt( a conoscere altre citt( che avevano visto trionfare gli stessi interessi lottando contro la stessa opposizione.stato a poco a poco 21 .orghese diventarono insieme condizioni che erano comuni a tutti i .spaziometi.org 2013 HIIIC #apitolo. !a . !a separazione fra citt( e campagna pu5 essere vista anche come la separazione fra capitale e propriet( fondiaria* come l.identico alla sussunzione dei singoli individui sotto la divisione del lavoro e pu5 essere eliminato soltanto mediante il superamento della propriet( privata e del lavoro stesso.antagonismo fra citt( e campagna pu5 esistere solo nell.iamo gi( accennato pi+ volte come /uesta sussunzione degli individui sotto la classe si sviluppi in pari tempo in una sussunzione sotto idee dA ogni genere* ecc. .spogliata di ogni parvenza di comunit( e che ha escluso ogni influenza dello 0tato sullo sviluppo della propriet(..inizio di un. 3 /uesta propriet( privata moderna corrisponde lo 0tato moderno* che attraverso le imposte . 3ttraverso lUopposizione contro le condizioni esistenti e attraverso il modo di lavoro da esse condizionato* le condizioni di vita del singolo . N8O Presso i popoli uscenti dal &edioevo la propriet( tri.ale si evolve attraverso diversi stadi ^ propriet( fondiaria feudale* propriet( mo.isolamento e la separazione. $./ui ancora una volta la cosa principale* il potere sopra gli individui* e fin tanto che /uesto esiste* deve esistere la propriet( privata.una delle prime condizioni della comunit(* condizione che dipende a sua volta da una /uantit( di presupposti materiali e che non pu5 essere realizzata dalla semplice volont(* come ciascuno pu5 osservare a prima vista.iliare corporativa* capitale manifatturiero ^ fino al capitale moderno* condizionato dalla grande industria e dalla concorrenza universale* alla propriet( privata pura* che si .e in s4 tutte le classi possidenti preesistenti Pmentre trasforma in una nuova classe* il proletariato* la maggioranza dei non possidenti che prima esistevano e una parte delle classi fino allora possidentiR nella misura in cui tutta la propriet( preesistente . .orghesie locali delle singole citt( sorse assai lentamente la classe . BUaltra parte la classe ac/uista a sua volta autonomia di contro agli individui* cosicch4 /uesti trovano predestinate le loro condizioni di vita* hanno assegnata dalla classe la loro posizione nella vita e con essa il loro sviluppo personale* e sono sussunti sotto di essa.. "on lo sta. !.ar.io.am.orghesi e indipendenti da ciascun individuo singolo.fondata sulla divisione del lavoro e sugli strumenti di produzione.antagonismo fra citt( e campagna . Balle numerose .ase soltanto nel lavoro e nello scam.isogni* mentre la campagna fa apparire proprio il fatto opposto* l.olizione dell.arie alla civilt(* dall.organizzazione comunale* e /uindi della politica in genere.la separazione di citt( e campagna.esistenza e di uno sviluppo del capitale indipendente dalla propriet( fondiaria* di una propriet( che ha la sua . !.ono condurre una lotta comune contro unUaltra classe9 per il resto essi stessi si ritrovano lUuno di contro allUaltro come nemici* nella concorrenza. !.amministrazione* della polizia* delle imposte* ecc.orghesia stessa non si sviluppa che a poco a poco insieme con le sue condizioni* si scinde poi in varie frazioni sulla .antagonismo tra citt( e campagna comincia col passaggio dalla . 1sso .la pi+ crassa espressione della sussunzione dell.altro il limitato animale campagnolo* e che rinnova /uotidianamente l.trasformata in capitale industriale o commerciale. !e stesse condizioni* la stessa opposizione* gli stessi interessi dovevano far sorgere in complesso anche gli stessi costumi dappertutto. !.uno il limitato animale cittadino* dell. 3pparve /ui per la prima volta la divisione della popolazione in due grandi classi* che .ase della divisione del lavoro e infine assor.organizzazione in tri.a.esistenza della citt( implica immediatamente la necessit( dell.* in una parola dell.?elazioni e !orza produttiva N8O !a pi+ grande divisione del lavoro materiale e intellettuale .antagonismo fra i loro interessi. 3.

N.lico .ert( a cui si possa aspirare..asi nuove la societ(T.spaziometi.indipendenza dello 0tato oggi non si trova pi+ che in /uei paesi dove ordini non si sono ancora sviluppati in classi* dove gli ordini* eliminati nei paesi pi+ progrediti* esercitano ancora una funzione ed esiste una mescolanza* per cui nessuna parte della popolazione pu5 arrivare a dominare le altre. Poich4 lo 0tato .a esplodere ogni volta in forme rivoluzionarie.org – clashcityworkers.a.il <ord 3merica.uzione di /uesta attivit(* di una nuova distri.illusione che la legge riposi sulla volont( e anzi sulla volont( strappata dalla sua . 3rriviamo cosA all.il caso specialmente della Germania.9 =R che tanto per la produzione in massa di /uesta coscienza comunista /uanto per il successo della cosa stessa .avuto finora* sopprime il lavoro e a. &a /uesto non vuol dire assumere una posizione attendista* anzi: il comunismo richiede precisamente /uesto spostamento# e /uesta assunzione# delle forze oggettive. moderni scrittori francesi* inglesi e americani affermano tutti che lo 0tato esiste in virt+ della propriet( privata* cosA che ci5 .una classe e non pi+ un ordine* la .la forma in cui gli individui di una classe dominante fanno valere i loro interessi comuni e in cui si riassume l. 22 .attivit(* e si .orghesi. !.uzione del lavoro ad altre persone* mentre la rivoluzione comunista si rivolge contro il modo dell.ascesa o nella caduta dei titoli di 0tato in Dorsa* dal credito commerciale che gli assegnano i detentori della propriet( privata* i .olisce il dominio di tutte le classi insieme con le classi stesse* poich4 essa .il grado pi+ alto di li.attuta in nessun. 1d .gi( l.. .isogna rovesciare lo 0tatoE Per /uesto il comunismo . 3ttraverso l.orghesi si danno per necessit(* tanto verso l..interno* al fine di garantire reciprocamente la loro propriet( e i loro interessi. %uesto .org 2013 comperato dai detentori della propriet( privata* che attraverso il sistema del de.Ideologia tedesca* in cui &ar' ed 1ngels provano a dimostrare come la contraddizione fra le forze produttive e i rapporti di produzione de.riconosciuta come classe* che in seno alla societ( odierna . Bi /ui l.epoca* ne segue che tutte le istituzioni comuni passano attraverso l.comunità reale* ovvero luogo in G "he costoro sono interessati a conservare le condizioni attuali della produzione N<ota di &ar' e 1ngelsO.ri della societ( e dalla /uale prende le mosse la coscienza della necessit( di una rivoluzione che vada al fondo* la coscienza comunista* la /uale naturalmente si pu5 formare anche fra le altre classi* in virt+ della considerazione della posizione di /uesta classe9 2R che le condizioni entro le /uali possono essere impiegate determinate forze produttive sono le condizioni del dominio di una determinata classe della societ(* la cui potenza sociale* che scaturisce dal possesso di /uelle forze* ha la sua espressione pratico7idealistica nella forma di 0tato che si ha di volta in volta* e perci5 ogni lotta rivoluzionaria si rivolge contro una classe che fino allora ha dominatoG9 $R che in tutte le rivoluzioni sinora avvenute non .ert(* .ito pu.nfine* dalla concezione della storia che a.necessaria una trasformazione in massa degli uomini* che pu5 avvenire soltanto in un movimento pratico* in una rivoluzione9 che /uindi la rivoluzione non .caduto interamente nelle loro mani* e la cui esistenza ha finito col dipendere del tutto* nell.necessaria soltanto perch4 la classe dominante non pu5 essere a.intermediario dello 0tato e ricevono una forma politica.mai stato toccato il tipo dell.passato anche nella coscienza comune.li.O .altra maniera* ma anche perch4 la classe che l.emancipazione della propriet( privata dalla comunit(* lo 0tato .costretta a organizzarsi nazionalmente* non pi+ localmente* e a dare una forma generale al suo interesse medio.esterno che verso l. !..espressione del dissolvimento di tutte le classi* nazionalit(* ecc.attivit( che si ..altra distri.ase reale* sulla volont( libera.orghesia .esistenza particolare* accanto e al di fuori della societ( civile9 ma esso non altro che la forma di organizzazione che i .iamo svolto otteniamo ancora i seguenti risultati: 1R <ello sviluppo delle forze produttive si presenta uno stadio nel /uale vengono fatte sorgere forze produttive e mezzi di relazione che nelle situazioni esistenti fanno solo del male* che non sono pi+ forze produttive ma forze distruttive Pmacchine e denaroR e* in connessione con tutto ci5* viene fatta sorgere una classe che deve sopportare tutti i pesi della societ(* forzata al pi+ deciso antagonismo contro le altre classi9 una classe che forma la maggioranza di tutti i mem.essere umano . 3ddirittura si arriva a dire che proprio per affermare la personalit(# dell..esempio pi+ perfetto di 0tato moderno .atte pu5 riuscire solo in una rivoluzione a levarsi di dosso tutto il vecchio sudiciume e a diventare capace di fondare su .pervenuto a un. Per il solo fatto che .trattato soltanto di un.compiuta dalla classe che nella societ( non conta pi+ come classe* che non .ultimo capitolo dell.intera societ( civile di un.

) proprio l.ero sviluppo e del li.possi.gi( manifestata pi+ volte nella storia fino ad oggi senza per5 comprometterne la .ile che entro la divisione del lavoro ac/uistano i rapporti sociali* emerge una differenza tra la vita di ciascun individuo in /uanto essa .ero movimento degli individui sotto il loro controllo* condizioni che finora erano lasciate al caso e che si erano rese autonome di contro ai singoli individui proprio attraverso* il fatto che essi erano separati come individui* attraverso la loro necessaria unione* che era data con la divisione del lavoro ma che per la loro separazione era diventata un vincolo ad essi estraneo. %uesto non .cosA sparizione delle classi* di tutte le classi. !a trasformazione delle forze PrapportiR personali in forze oggettive* provocata dalla divisione del lavoro* non pu5 essere a. P"i5 non va inteso nel senso che per esempio il rentier o il capitalista cessino di essere delle persone9 ma la loro personalit( .ile la li.ert( personale. N8O 0econdo la nostra concezione* dun/ue* tutte le collisioni della storia hanno la loro origine nella contraddizione tra le forze produttive e la forma di relazioni. <ella comunit( reale gli individui ac/uistano la loro li.unione degli individui Pnaturalmente nell.spaziometi. Ba un punto di vista limitato si pu5 isolare una di /ueste forme accessorie e considerarla come la . !a comunit( apparente nella /uale finora si sono uniti gli individui si .olita togliendosene dalla testa l.estremo in /uesto paese stesso. #omunismo. !a concorrenza con paesi industrialmente pi+ progrediti* provocata dall. N8O %uesta sussunzione degli individui sotto classi determinate non pu5 essere superata finch4 non si sia formata una classe la /uale non a..visto finora risulta che il rapporto di comunit( nel /uale entravano gli individui di una classe e che era condizionato dai loro interessi comuni di fronte a un terzo* era sempre una comunit( alla /uale /uesti individui appartenevano soltanto come individui medi* soltanto in /uanto vivevano nelle condizioni di esistenza della loro classe9 era un rapporto al /uale essi partecipavano non come individui* ma come mem. HIEC #apitolo.personale* e in /uanto sussunta sotto un /ualche ramo di lavoro e sotto le condizioni relative.altronde non .ri della societ(* . .individuo non viene n4 schiacciato n4 si afferma contro gli altri* ma si afferma per mezzo degli altri. Gli individui hanno sempre preso le mosse da se stessi* ma naturalmente da s4 nell. <ei surrogati di comunit( che ci sono stati finora* nello 0tato* ecc.org 2013 cui l.altra* per la classe dominata non era soltanto una comunit( del tutto illusoria* ma anche una nuova catena.tanto pi+ facile in /uanto gli individui da cui procedevano le rivoluzioni si facevano essi stessi delle illusioni sulla loro propria attivit(* a seconda del loro grado di cultura e dello stadio dello sviluppo storico.unione di una classe di contro a un.altra classe* e per loro stessi emerge solo /uando fanno .idea generale* ma soltanto se gli individui sussumono nuovamente sotto se stessi /uelle forze oggettive e a.am.ri di una classe.ile senza la comunit(.ancarottaR.am. <ella comunit( dei proletari rivoluzionari* invece* i /uali prendono sotto il loro controllo le condizioni di esistenza proprie e di tutti i mem.ert( nella loro associazione e per mezzo di essa.iamo visto si .olendo la divisione del lavoro.l comunismo .sempre resa autonoma di contro a loro e allo stesso tempo* essendo l.proprio l. B.ase* dovette esplodere ogni volta in una rivoluzione* assumendo in pari tempo diverse forme accessorie* come totalit( di collisioni* come collisioni di diverse classi* contraddizione della coscienza* lotta ideologica* ecc. %uesta contraddizione fra le forze produttive e la forma di relazioni* che come a. Ba tutto /uello che si .ito del presupposto delle forze produttive attualmente sviluppateR* che mette le condizioni del li. 0olo nella comunit( con altri ciascun individuo ha i mezzi per sviluppare in tutti i sensi le sue disposizioni9 solo nella comunit( diventa dun/ue possi.industria ingleseR.opposto: ad essa gli individui prendono parte come individui.indipendenza inevita.ase di /uelle rivoluzioni* ci5 che .org – clashcityworkers.necessario che per provocare delle collisioni in un paese /uesta contraddizione sia spinta all.* la li.* lotta politica* ecc..ia pi+ da imporre alcun interesse particolare di classe contro la classe dominante.condizionata e determinata da rapporti di classe determinatissimi* e la differenza emerge solo nel contrasto con un. produzione della !orma di relazione stessa.ito delle loro date condizioni e situazioni storiche* non dal HpuroT individuo nel senso degli ideologi.allargamento delle relazioni internazionali* sufficiente per generare una contraddizione analoga anche nei paesi con industria meno sviluppata Pper esempio il proletariato latente in Germania* fatto apparire dalla concorrenza dell.ert( personale esisteva soltanto per gli individui che si erano sviluppati nelle condizioni della classe dominante e solo in /uanto erano individui di /uesta classe. 2$ . &a nel corso dello sviluppo storico* e proprio attraverso l.

spaziometi.org – clashcityworkers.org

2013

<ell.ordine Pe pi+ ancora nella tri,+R /uesto fatto rimane ancora nascosto: per esempio un no,ile resta sempre un no,ile* un rentier sempre un rentier* a prescindere da ogni altra sua condizione: - una /ualit( insepara,ile dalla sua individualit(. !a differenza fra l.individuo personale e l.individuo come mem,ro di una classe* la casualit( delle condizioni di vita per l.individuo* si ha soltanto con la comparsa della classe che a sua volta - un prodotto della ,orghesia. 0olo la concorrenza e la lotta degli individui tra di loro produce e sviluppa /uesta casualit( come tale. %uindi sotto il dominio della ,orghesia gli individui sono pi+ li,eri di prima* nell.immaginazione* perch4 per loro le loro condizioni di vita sono casuali9 nella realt( sono naturalmente meno li,eri perch4 pi+ su,ordinati a una forza oggettiva. !a differenza dall.ordine si manifesta particolarmente nell.antagonismo fra ,orghesia e proletariato. %uando l.ordine della popolazione ur,ana* le corporazioni* ecc. si affermarono contro la no,ilt( delle campagne* le loro condizioni di vita* la propriet( mo,iliare e il lavoro artigiano* che gi( erano esistiti allo stato latente prima che si separassero dal vincolo feudale* apparvero come /ualche cosa di positivo* che veniva fatto valere contro la propriet( fondiaria feudale* e /uindi in un primo tempo anche assunsero a loro volta e a loro modo la forma feudale. 0enza du,,io i servi della gle,a che fuggivano consideravano la loro servit+ come /ualche cosa di casuale per la loro personalit(. &a con ci5 facevano semplicemente la stessa cosa che fa ogni classe che si li,era da un vincolo* e poi non si li,eravano come classe* ma isolatamente. ;noltre essi non uscivano dall.am,ito del sistema degli ordini* ma si limitarono a formare un nuovo ordine e conservarono il modo di lavoro che avevano avuto fino allora anche nella nuova situazione* e lo perfezionarono li,erandolo dai vincoli che lo avevano impacciato fino allora e che non corrispondevano pi+ allo sviluppo che esso aveva raggiunto. <el caso dei proletari* invece* la loro propria condizione di vita* il lavoro* e /uindi tutto l.insieme delle condizioni di esistenza della societ( odierna* sono diventati /ualche cosa di casuale* su cui i singoli proletari non hanno alcun controllo e su cui nessuna organizzazione sociale pu5 dare loro il controllo9 e la contraddizione tra la personalit( del singolo proletario e la condizione di vita che gli - imposta* il lavoro* si manifesta al proletario stesso* soprattutto perch4 egli - stato sacrificato fin dalla giovinezza e perch4 gli manca la possi,ilit( di arrivare* in seno alla sua classe* alle condizioni che lo fare,,ero passare nell.altra classe. &entre i servi della gle,a fuggitivi* dun/ue* volevano soltanto sviluppare e fare affermare li,eramente le loro condizioni di esistenza gi( in atto* e /uindi in ultima istanza arrivarono soltanto al lavoro li,ero* i proletari invece* per affermarsi personalmente* devono a,olire la loro propria condizione di esistenza /uale - stata fino ad oggi* che in pari tempo - la condizione di esistenza di tutta la societ( fino ad oggi* il lavoro. 1ssi si trovano /uindi anche in antagonismo diretto con la forma nella /uale gli individui della societ( si sono dati finora un.espressione collettiva* lo 0tato* e devono rovesciare lo 0tato per affermare la loro personalit(T.

2=

spaziometi.org – clashcityworkers.org

2013

III( IN 7NT57$ )/ )7TT/ D!))! )/SSI
#ritica di Proudhon e di ogni residuo utopistico nel campo socialista. Il Mani!esto del partito comunista del $%&% come apertura di un nuovo scenario e !ormalizzazione degli studi precedenti sul materialismo e la teoria delle classi. Perch' il movimento storico polarizza le classi sociali e perch' (ueste entrano per !orza in contraddizione, (ual ) l’esito di (uesta lotta e (ual ) il programma che pu* unire le !orze di classe. #hi sono i comunisti e che ruolo giocano nella storia+

0critta tra la fine di dicem,re 1C=Q e il principio di aprile 1C=?* #is're de la (&iloso(&ie. R)(onse * la (&iloso(&ie de la mis're de #. Proud&on* fu pu,,licata nel luglio 10'= a Dru'elles e Parigi. &ar' entra pesantemente nel di,attito fra i socialisti del suo tempo per cercare di sgom,rare il campo# dagli e/uivoci e di li,erare il nascente movimento operaio da ogni utopia e da ogni influenza piccolo7,orghese. ;l comunismo non - /uestione di ,uona volont(#* non sta solo in una redistri,uzione pi+ giusta della ricchezza sociale* ma nell.eliminazione alla radice delle forme di produzione private che creano la disuguaglianza. Per /uesto &ar' mette in discussione allo stesso tempo sia l.economia ,orghese* sia le proposte apparentemente radicali# di Proudhon* ,asate su una cattiva conoscenza dell.economia ,orghese e allo stesso tempo su una pessima conoscenza della filosofia tedesca. %uesta critica - molto importante non solo perch4 l.insegnamento di Proudhon fu storicamente rivendicato da li,ertari* socialisti riformisti e li,erali* ma perch4 contiene in s4 il metodo per criticare ogni forma riformismo* anche di /uello che si presenta con una fraseologia ro,oante e pratiche apparentemente conflittuali. %uesto passaggio - tratto dal secondo capitolo, La metafisica dell economia (olitica. %ui compaiono alcune affermazioni cele,ri* attualissime ancora oggi. ".- la definizione del proletariato come Hlato cattivo che fa la storiaT* e c.- la contestazione dell.affermazione che la storia sia finita# Pcome pretendevano gi( i ,orghesi dell.C22 e come per esempio si - ricominciato a ripetere dopo il 1SCS* cfr. il cele,re testo di Vrancis VukuyamaR8 H1. ;l metodo N..O /ettima e ultima osservazione. Gli economisti hanno un singolare modo di procedere. <on esistono per essi che due tipi di istituzioni* /uelle dellUarte e /uelle della natura. !e istituzioni del feudalesimo sono istituzioni artificiali* /uelle della ,orghesia sono istituzioni naturali. 1 in /uesto gli economisti assomigliano ai teologi* i /uali pure sta,iliscono due sorta di religioni. >gni religione che non sia la loro - unUinvenzione degli uomini* mentre la loro - una emanazione di Bio. Bicendo che i rapporti attuali 7 i rapporti della produzione ,orghese 7 sono naturali* gli economisti fanno intendere che si tratta di rapporti entro i /uali si crea la ricchezza e si sviluppano le forze produttive conformemente alle leggi della natura. Per cui /uesti stessi rapporti sono leggi naturali indipendenti dallUinfluenza del tempo. 0ono leggi eterne che de,,ono sempre reggere la societ(. #os> c1) stata storia, ma ormai non ce n1) pi@. "U- stata storia perch4 sono esistite istituzioni feudali e perch4 in /ueste istituzioni feudali si trovano rapporti di produzione del tutto differenti da /uelli della societ( ,orghese* che gli economisti vogliono spacciare per naturali e /uindi eterni. 3nche il feudalesimo aveva il suo proletariato: i servi della gle,a* in cui erano racchiusi i germi della ,orghesia. 3nche la produzione feudale aveva elementi antagonistici9 che* se si vuole* possono essere ,en designati come il lato buono e il lato cattivo del feudalesimo* senza pensare che - /uello cosiddetto cattivo che finisce sempre con lUavere il sopravvento. F, il lato cattivo a produrre il movimento che !a la storia, determinando la lotta. 0e allUepoca del regime feudale gli economisti* entusiasmati dalle virt+ cavalleresche* dalla ,ella armonia fra i diritti e i doveri* dalla vita patriarcale delle citt(* dalle condizioni prospere dellUindustria domestica nelle campagne* dallo sviluppo dellUindustria organizzata in corporazioni* e corpi dei consoli e maestri dUarte* ecc.* infine da tutto ci5 che costituisce il lato ,uono del feudalesimo* si fossero posti il pro,lema di eliminare tutto ci5 che offusca /uesto /uadro 7 servit+* privilegi* anarchia 7 che sare,,e avvenuto: 0are,,ero stati annullati tutti gli elementi che costituivano la lotta e si sare,,e soffocato in germe lo sviluppo della ,orghesia. ;nsomma* si sare,,e posto lUassurdo pro,lema di eliminare la storia. %uando la ,orghesia lUe,,e vinta* non vi fu pi+ /uestione n4 del lato ,uono n4 di /uello cattivo del feudalesimo. 3d essa andarono le forze produttive che si erano sviluppate per mezzo suo sotto il regime
2G

spaziometi.org – clashcityworkers.org

2013

feudale. Iutte le vecchie forme economiche* le relazioni di diritto civile loro corrispondenti* lo stato politico che era lUespressione ufficiale dellUantica societ( civile* vennero spezzati. "osA* per ,en giudicare la produzione feudale* - necessario considerarla come un modo di produzione fondato sullUantagonismo. Disogna mostrare come la ricchezza veniva prodotta allUinterno di /uesto antagonismo* come le forze produttive si sviluppavano di pari passo allUantagonismo delle classi* come una di /ueste classi* il lato cattivo* lUinconveniente della societ(* andasse sempre crescendo finch4 le condizioni materiali della sua emancipazione non furono pervenute al punto di maturazione. <on - tutto ci5 sufficiente per dire che il modo di produzione* i rapporti in cui si sviluppano le forze produttive* sono tuttUaltro che leggi eterne* ma corrispondono invece a un grado di sviluppo determinato degli uomini e delle loro forze produttive* e che un mutamento sopravvenuto nelle forze produttive degli uomini comporta necessariamente un mutamento nei loro rapporti di produzione: Poich4 innanzi tutto importa non essere privati dei frutti della civilt(* delle forze produttive ac/uisite* - necessario infrangere le forme tradizionali nelle /uali /uelle sono state prodotte. Ba /uesto momento* la classe rivoluzionaria diviene conservatriceT. ) interessante notare* nella continuazione del ,rano* dove nasce il proletariato per &ar'* da chi - composto originariamente. <el primo incontro a,,iamo visto che si - formato in particolar modo da /uella dissoluzione del Hceto medioT: piccoli agricoltori indipendenti* piccoli commercianti* artigiani in proprio. 0criveva &ar': H<on la povert( sorta naturalmente ,ensA la povert( prodotta arti!icialmente, non la massa di uomini meccanicamente oppressa dal peso della societ( ma la massa di uomini che proviene dalla sua acuta dissoluzione, anzi dalla dissoluzione del ceto medio* costituisce il proletariato* se,,ene gradualmente entrino nelle sue file* comU- naturale* anche la povert( naturale e la cristiano7germanica schiavit+ della gle,aT. Bopo /uattro anni &ar' ritorna sul punto e precisa le sue riflessioni estendendole a tutta l.1uropa alla luce dei suoi nuovi studi di economia politica: H!a ,orghesia ha inizio con un proletariato che a sua volta - un resto del proletariato dei tempi feudali. <el corso del suo sviluppo storico* la ,orghesia svolge necessariamente il suo carattere antagonistico* che allUinizio si trova ad essere pi+ o meno dissimulato* non esiste che allo stato latente. 3 misura che la ,orghesia si sviluppa* si sviluppa nel suo seno un nuovo proletariato* un proletariato moderno9 si sviluppa una lotta fra la classe proletaria e la classe ,orghese* lotta che* prima di essere sentita dalle due parti* individuata* valutata* compresa* ammessa e infine proclamata ad alta voce* non si manifesta* allUinizio* che attraverso conflitti parziali e momentanei* attraverso episodi di sovversivismo. BUaltra parte* se tutti i mem,ri della moderna ,orghesia hanno i medesimi interessi in /uanto formano una classe contrapposta a unUaltra* hanno per5 interessi opposti* antagonistici* in /uanto si trovano gli uni contrapposti agli altri. %uesta opposizione di interessi deriva dalle condizioni economiche della loro vita ,orghese. Bi giorno in giorno diventa dun/ue pi+ chiaro che i rapporti di produzione entro i /uali si muove la ,orghesia non hanno un carattere unico* semplice* ,ensA un carattere duplice9 che negli stessi rapporti entro i /uali si produce la ricchezza* si produce altresA la miseria9 che entro gli stessi rapporti nei /uali si ha sviluppo di forze produttive* si sviluppa anche una forza produttrice di repressione9 che /uesti rapporti producono la ricchezza borghese* ossia la ricchezza della classe ,orghese* solo a patto di annientare continuamente la ricchezza di alcuni mem,ri di /uesta classe* e a patto di dar vita a un proletariato ognora crescente. Pi+ il carattere antagonistico viene in luce* pi+ gli economisti* i rappresentanti scientifici della produzione ,orghese* entrano in contraddizione con le loro stesse teorie9 e nascono diverse scuole. N8O "ome gli economisti sono i rappresentanti scientifici della classe ,orghese* cosA i socialisti e i comunisti sono i teorici della classe proletaria. Vinch4 il proletariato non si - ancora sufficientemente sviluppato per costituirsi in classe* e di conseguenza la lotta del proletariato con la ,orghesia non ha ancora assunto un carattere politico* e finch4 le forze produttive non si sono ancora sufficientemente sviluppate in seno alla stessa ,orghesia* tanto da lasciar intravedere le condizioni materiali necessarie allUaffrancamento del proletariato e alla formazione di una societ( nuova* /uesti teorici non sono che utopisti* i /uali* per soddisfare i ,isogni delle classi oppresse* improvvisano sistemi e rincorrono le chimere di una scienza rigeneratrice. &a a misura che la storia progredisce e con essa la lotta del proletariato si profila pi+ netta* essi non hanno pi+ ,isogno di cercare la scienza nel loro spirito9 devono solo rendersi conto di ci5 che si svolge davanti ai loro occhi e farsene portavoce. Vinch4 cercano la scienza e costruiscono solo dei sistemi* finch4 sono allUinizio della
2Q

tratto dal ?uinto paragrafo del secondo capitolo. 0e il primo scopo della resistenza era solo il mantenimento dei salari* a misura che i capitalisti si uniscono a loro volta in un proposito di repressione* le coalizioni* dapprima isolate* si costituiscono in gruppi e* di fronte al capitale sempre unito* il mantenimento dellUassociazione diviene per gli operai pi+ necessario ancora di /uello del salario.orghesia aveva cominciato con coalizioni parziali contro i signori feudali.attaglia imminente.gi( una classe nei confronti del capitale* ma non ancora per se stessa.da imparare da un movimento spontaneo degli operai* che va per5 poi affinato* indirizzato* sostenuto.alto della loro moralit( pontifichino su ci5 che .la specificit( comunista* /ual . 0i sono fatte molte ricerche per descrivere le differenti fasi storiche che la .l . "i5 . %uesta pagine sem. . <ella . !a concorrenza le divide* nei loro interessi.affatto conclusivo* ma . Gli scio(eri e le coalizioni degli o(erai.giusto o non . Perch4 la classe oppressa possa affrancarsi* . Gli interessi che essa difende diventano interessi di classe.orghese. &a /uando /uesto lato viene scorto* la scienza prodotta dal movimento storico 7 e al /uale si . %uesti temi saranno ampiamente ripresi da !enin in /tato e rivoluzione: AUna classe oppressa .isogna che le forze produttive gi( ac/uisite e i rapporti sociali esistenti non possano pi+ esistere le une a fianco degli altri.associata con piena cognizione di causa 7 ha cessato di essere dottrinaria per divenire rivoluzionariaT.giusto fare* ma che c.il suo ordine#* i rapporti fra movimenti sociali e politici. Bi tutti gli strumenti di produzione* la pi+ grande forza 2? .iamo distinguere due fasi: /uella durante la /uale essa si costituA in classe sotto il regime della feudalit( e della monarchia assoluta* e /uella in cui* ormai costituitasi in classe* rovesci5 la feudalit( e la monarchia per fare della societ( una societ( .org – clashcityworkers.la condizione vitale di ogni societ( fondata sullUantagonismo delle classi. !Uaffrancamento della classe oppressa implica dun/ue di necessit( la creazione di una societ( nuova.iano cominciato a organizzarsi.orghesia ha percorso* dal comune fino alla sua costituzione come classe.isogno di riformatori sociali che dall.importantissima* per capire appieno che vuol dire una societ( senza classi e /ual .un elemento di apertura del di.. H.spaziometi. <ella lotta* della /uale a. primi tentativi degli operai per associarsi tra loro assumono sempre la forma di coalizioni.organizzazione* allo spazio proprio della politica* ai rapporti fra 0tato* istituzioni* movimento dei lavoratori* dedica certo nella sua teoria molto meno spazio Pteniamo per5 presente che /uesto rilievo* pur ampiamente accettato dalla critica* non . Una volta giunta a /uesto punto* lUassociazione ac/uista un carattere politico.. 0e /uesto . !a grande industria raccoglie in un solo luogo una folla di persone sconosciute le une alle altre.attitoR.uona parte del salario a favore di associazioni che* agli occhi di /uesti economisti* erano state istituite solo a favore dei salari. !a dominazione del capitale ha creato a /uesta massa una situazione comune* interessi comuni. 3nche se &ar' non ..orghesia do. &a il mantenimento del salario* /uesto interesse comune che essi hanno contro il loro padrone* li unisce in uno stesso proposito di resistenza: coalizione. )a c@iusa del libro . !a prima di /ueste fasi fu la pi+ lunga e richiese i pi+ grandi sforzi. &a /uando si tratta di rendersi esattamente conto degli scioperi* delle coalizioni e delle altre forme nelle /uali i proletari realizzano davanti ai nostri occhi la loro organizzazione come classe* gli uni sono presi da un timore reale* gli altri ostentano uno sprezzo trascendentaleT.rano .iamo segnalato solo alcune fasi* /uesta massa si riunisce* si costituisce in classe per se stessa. . 3nche la .talmente vero* che gli economisti inglesi rimangono stupiti a vedere come gli operai sacrifichino una . "osA /uesta massa .il nocciolo della critica che viene rivolta a Proudhon* &ar' passa nella conclusione del testo a vedere come concretamente* seguendo un certo istinto di classe#* gli operai a.. "osA la coalizione ha sempre un duplice scopo* di far cessare la concorrenza degli operai tra loro* per poter fare una concorrenza generale al capitalista.n /uesta lotta 7 vera guerra civile 7 si riuniscono e si sviluppano tutti gli elementi necessari a una . !e condizioni economiche avevano dapprima trasformato la massa della popolazione del paese in lavoratori..rano dirci che non c..!enin* e alla teoria dell. Ma la lotta di classe contro classe ) una lotta politica.org 2013 lotta* nella miseria non vedono che la miseria* senza scorgerne il lato rivoluzionario* sovvertitore* che rovescer( la vecchia societ(.

O !a societ( civile moderna* sorta dal tramonto della societ( feudale* non ha eliminato gli antagonismi fra le classi.mai movimento politico che non sia sociale nello stesso tempo.ito nel merito* cominciando con il capitolo Aorg@esi e proletariB H!a storia di ogni societ( esistita fino a /uesto momento* .posto il pro.ri delle corporazioni e garzoni* in .nnanzitutto si rivolge direttamente al soggetto di cui finora si .orghesia e proletariato.ilit( del movimento delle classi* delle societ(* dei sistemi di produzione.ignami* o una sintesi di /uanto detto finora: ha /ualcosa in pi+.reve* oppressori e oppressi* furono continuamente in reciproco contrasto* e condussero una lotta ininterrotta* ora latente ora aperta9 lotta che ogni volta ..olizione di tutte le classi* come la condizione dellUaffrancamento del Lterzo statoL* dellUordine ..L George 0andT.orghese fu lUa.lema.orghesia..itudini* diversi.ndie orientali e della "ina* la colonizzazione dellU3merica* gli scam. Tra il 10'= e il 10'0* &ar' ed 1ngels scriveranno infatti il #anifesto del Partito comunista.retto# divulgativo* come si dire.n secondo luogo* proprio perch4 indirizzato a /uel tipo di pu. !a nostra epoca* lUepoca della .org – clashcityworkers. <on vi . 0i tratta di un li.parlato: il proletariato.ei* . !a societ( . 0olo in un ordine di cose in cui non vi saranno pi+ classi n4 antagonismo di classi le evoluzioni sociali cesseranno dUessere rivoluzioni politiche. "i5 vuol dire forse che dopo la caduta dellUantica societ( ci sar( una nuova dominazione di classe* riassumentesi in un nuovo potere politico: <o. .i con le colonie* lUaumento dei mezzi di scam.finita o con una trasformazione rivoluzionaria di tutta la societ( o con la comune rovina delle classi in lotta. <ellUattesa* lUantagonismo tra il proletariato e la .solo un . N.l com.storia di lotte di classi.umanit(.l mercato delle .a del medioevo sorse il popolo minuto delle prime citt(9 da /uesto popolo minuto si svilupparono i primi elementi della .io e delle merci in genere diedero al commercio* alla navigazione* allUindustria uno slancio 2C . !a divisione in classi sociali determina il carattere di /uesti mutamenti che di volta in volta si riflettono in rapporti di produzione* ma anche* a un livello ulteriore* in forme politiche* giuridiche* religiose* in modi di pensare* a.a* mem. 0ino allora* alla vigilia di ciascuna trasformazione generale della societ(* lUultima parola della scienza sociale sar( sempre: L. !Uorganizzazione degli elementi rivoluzionari come classe presuppone lUesistenza di tutte le forze produttive che potevano generarsi nel seno della societ( antica. !i. &a il &anifesto non . !a condizione dellUaffrancamento della classe lavoratrice .asata sullUopposizione delle classi metta capo alla contraddizione .una lotta di classe contro classe* lotta che* portata alla sua pi+ alta espressione* .org 2013 produttiva . &a entriamo su.orghesia* si distingue per5 dalle altre per aver semplificato gli antagonismi di classe.e oggi.la classe rivoluzionaria stessa. Bai servi della gle.lUa.isogna forse stupirsi che una societ( . <ecessit( in due sensi: come bisogno e dovere di trasformazione* e come inelutta. "osA* inesora. .attimento o la morte9 la lotta sanguinosa o il nulla. BUaltronde* . Iutto il lavoro fatto da &ar' ed 1ngels dal 1C=$ in poi* lavoro in gran parte nascosto# e sconosciuto* trover( invece una formalizzazione compiuta in un testo fa i pi+ importanti della storia dell. !a classe lavoratrice sostituir(* nel corso dello sviluppo* allUantica societ( civile unUassociazione che escluder( le classi e il loro antagonismo* e non vi sar( pi+ potere politico propriamente detto* poich4 il potere politico precisamente il compendio ufficiale dellUantagonismo nella societ( civile.rutale* a un urto corpo a corpo come sua ultima conclusione: <on si dica che il movimento sociale esclude il movimento politico. . !a divisione tra le classi e la lotta che /ueste classi ingaggiano diventa* insomma* il motore della storia.lico* pone con forza la necessit( della trasformazione della societ(. !Uintera societ( si va scindendo sempre pi+ in due grandi campi nemici* in due grandi classi direttamente contrapposte lUuna allUaltra: .ilmente* .olizione di tutti gli stati e di tutti gli ordini.orghesia un nuovo terreno.eri e schiavi* patrizi e ple.spaziometi.una rivoluzione totale. !a scoperta dellU3merica* la circumnavigazione dellU3frica crearono alla sorgente .aroni e servi della gle. 1ssa ha soltanto sostituito alle antiche* nuove classi* nuove condizioni di oppressione* nuove forme di lotta../ualcosa in continua trasformazione* determinata da leggi che dipendono dallUagire umano e dai parziali interessi dei singoli e delle classi.orghesia .

!Uartigianato feudale muore definitivamente e nel corso di due secoli P]W.riche dove lUartigiano .en altre spedizioni che le migrazioni dei popoli e le crociate.orghesia ha spogliato della loro aureola tutte le attivit( che fino allora erano venerate e considerate con pio timore. !a . "on lo sfruttamento del mercato mondiale la .orghesia ha strappato il commovente velo sentimentale al rapporto familiare e lo ha ricondotto a un puro rapporto di denaro.ert( di commercio priva di scrupoli. 3llUindustria manifatturiera su.orghesia* anche per /uesto* semplifica la societ( togliendo progressivamente centralit( a tutti /uei ceti intermedi della societ( feudale* riducendo tendenzialmente la societ( in proprietari di mezzi di produzione e venditori di forza7lavoro.orghesi moderni.sviluppata la . !a .orghesia: !a .orghesia* ha accresciuto i suoi capitali e ha respinto nel retroscena tutte le classi tramandate dal medioevoT. 3i vecchi .entrano . !a lotta di classe ha caratterizzato tutte le epoche storiche finora esistite.entr5 la manifattura. 3nche per /uesto la . Bove ha raggiunto il dominio* la . <eppure la manifattura era pi+ sufficiente.entrarono i milionari dellUindustria* i capi di interi eserciti industriali* i . @a tolto di sotto i piedi dellUindustria il suo terreno nazionale* con gran rammarico dei reazionari.n una parola: ha messo lo sfruttamento aperto* spudorato* diretto e arido al posto dello sfruttamento mascherato dUillusioni religiose e politiche.rutale manifestazione di forza che la reazione ammira tanto nel medioevo* avesse la sua appropriata integrazione nella pi+ pigra infingardaggine. !a .ridotto a operaioR. @a lacerato spietatamente tutti i variopinti vincoli feudali che legavano lUuomo al suo superiore naturale* e non ha lasciato fra uomo e uomo altro vincolo che il nudo interesse* il freddo Lpagamento in contantiL.isogni* soddisfatti con i prodotti del paese* su. &a i mercati crescevano sempre* il fa..orghesia ha dato unUimpronta cosmopolitica alla produzione e al consumo di tutti i paesi. !Uesercizio dellUindustria* feudale o corporativo* in uso fino allora non . 0olo la .R viene sostituito dal Eerlags0stem prima Passociazioni tra artigiani sottomesse a un mercante che ritirava il prodotto finitoR* e dalle manifatture poi Pvere e proprie fa.. @a tramutato il medico* il giurista* il prete* il poeta* lUuomo della scienza* in salariati ai suoi stipendi.orghesia ha avuto nella storia una parte sommamente rivoluzionaria.orghesia compie una trasformazione preparata dalle grandi scoperte geografiche: il mercato mondiale. "i troviamo gi( difronte a un paio di elementi importanti.. .spaziometi. 1ssa ha compiuto .ert( patentate e onestamente con/uistate* ha messo* unica* la li. "osa succede con la nascita della . 3llora il vapore e le macchine rivoluzionarono la produzione industriale.. !e antichissime industrie nazionali sono state distrutte* e ancora adesso vengono distrutte ogni giorno.en altre meraviglie che le piramidi egiziane* ac/uedotti romani e cattedrali gotiche* ha portato a termine .orghesia ha distrutto tutte le condizioni di vita feudali* patriarcali* idilliche.orghesia ha svelato come la . Wengono soppiantate da industrie nuove* la cui introduzione diventa /uestione di vita o di morte per tutte le nazioni civili* da industrie che non lavorano pi+ soltanto le materie prime del luogo* ma delle zone pi+ remote* e i cui prodotti non vengono consumati solo dal paese stesso* ma anche in tutte le parti del mondo. %uesto sviluppo ha reagito a sua volta sullUespansione dellUindustria* e nella stessa misura in cui si estendevano industria* commercio* navigazione* ferrovie* si .l medio ceto industriale soppiant5 i maestri artigiani9 la divisione del lavoro fra le diverse corporazioni scomparve davanti alla divisione del lavoro nella singola officina stessa.astava pi+ al fa..io e al posto delle innumerevoli li. H!a .7]W. @a disciolto la dignit( personale nel valore di scam.isogno saliva sempre.entr5 la grande industria moderna9 al ceto medio industriale su. 3llUantica autosufficienza e allUantico isolamento locali e 2S .isogni nuovi* che per essere soddisfatti esigono i prodotti dei paesi e dei climi pi+ lontani. !a . .rividi dellUesaltazione devota* dellUentusiasmo cavalleresco* della malinconia filistea.org 2013 fino allora mai conosciuto* e con ci5 impressero un rapido sviluppo allUelemento rivoluzionario entro la societ( feudale in disgregazione.orghesia ha dimostrato che cosa possa compiere lUattivit( dellUuomo.org – clashcityworkers.l mercato mondiale ha dato uno sviluppo immenso al commercio* alla navigazione* alle comunicazioni per via di terra. @a affogato nellUac/ua gelida del calcolo egoistico i sacri .orghesia ha un ruolo sommamente rivoluzionario#. !a grande industria ha creato /uel mercato mondiale* chUera stato preparato dalla scoperta dellU3merica.isogno che aumentava con i nuovi mercati. . 3l suo posto su.

@a agglomerato la popolazione* ha centralizzato i mezzi di produzione* e ha concentrato in poche mani la propriet(.io sulla cui .asa su condizioni pacificate# Pper la . %uesto discorso rimanda ad un. &a andiamo avanti* e vediamo le forze di produzione* osserviamo la rivoluzione .io* i rapporti .contro i rapporti di propriet( che costituiscono le $2 .iamo visto che i mezzi di produzione e di scam.iava* lUorganizzazione feudale dellUagricoltura e della manifattura* in una parola i rapporti feudali della propriet(* non corrisposero pi+ alle forze produttive ormai sviluppate.orghese moderna che ha creato per incanto mezzi di produzione e di scam. rapporti . 0i trasformarono in altrettante catene.ili* e dalle molte letterature nazionali e locali si forma una letteratura mondialeT.isogna fare lUerrore* per5* di prendere il paradigma dellUaccumulazione originaria come lUessenza originaria del capitalismo.io* le condizioni nelle /uali la societ( feudale produceva e scam. 1 come per la produzione materiale* cosA per /uella intellettuale.stata conseguenza necessaria la centralizzazione politica.era dai vincoli feudali per rischiavizzare nei vincoli salariali9 allo stesso modo* li. 0ono decenni ormai che la storia dellUindustria e del commercio .entr5 la li.orghesia .diversa dallUaccumulazione originaria e si .soltanto storia della rivolta delle forze produttive moderne contro i rapporti moderni della produzione* cio.arriera doganale.ilit( dei fiumi* popolazioni intere sorte /uasi per incanto dal suolo 7/uale dei secoli antecedenti immaginava che nel grem. 0i tratta di un esempio e di un fatto storico che avviene una volta# nella storia.orghese e i proletari.orghesia ha creato forze produttive in massa molto maggiore e pi+ colossali che non avessero mai fatto tutte insieme le altre generazioni del passato. . 0otto i nostri occhi si svolge un moto analogo.spaziometi.era concorrenza con la confacente costituzione sociale e politica* con il dominio economico e politico della classe dei . <e . 3nche da /uesto punto di vista* dun/ue* emerge il ruolo rivoluzionario della . prodotti intellettuali delle singole nazioni divengono .come lUapprendista stregone che non riesce a controllare le forze che ha scatenato* dicono &ar' ed 1ngels.eri# Psempre in senso . !a .entra uno scam.orghesia* ovviamenteR in cui i ruoli tra venditori e compratori della forza lavoro sono chiari* e li. <on . 3d esse su.orgheseR. !a . 3 un certo grado dello sviluppo di /uei mezzi di produzione e di scam.orghesi di propriet(* la societ( .orghesia esprimono lUanarchia della produzione* che espone il sistema a cicliche crisi di sovrapproduzione#.l mondo a immagine e somiglianza del #apitale sfugge* presenta una eccedenza# che non pu5 essere reintegrata.orghesia domina il mercato mondiale e per dominarlo ha .orghesia erano stati prodotti entro la societ( feudale.orghesia* salvo poi appropriarsi di /uesta scienza per servirsene nel perseguimento del proprio interesse e dei singoli interessi privati. Province indipendenti* legate /uasi solo da vincoli federali* con interessi* leggi* governi e dazi differenti* vennero strette in una sola nazione* sotto un solo governo* una sola legge* un solo interesse nazionale di classe* entro una sola . Bovevano essere spezzate e furono spezzate.isogno di un avanzamento tecnologico senza precedenti* che per ora &ar' ed 1ngels descrivono come una razionalizzazione della produzione. .o del lavoro sociale stessero sopite tali forze produttive: &a a.orghesia li.orghesia costituisca violentemente le condizioni per il suo sviluppo e per lo sviluppo dei rapporti di produzione e della forma produttiva che pi+ le aderisce. .ene comune. 1ssi inceppavano la produzione invece di promuoverla.analisi che &ar' e 1ngels formalizzeranno solo nel #apitale* /uella sullUaccumulazione originaria* dove si vede come la primordiale . . H!a .org – clashcityworkers.ase si era venuta costituendo la . !e forze di produzione messe in campo dalla .ilit( tecniche dellUuomo per riappropriarsene e renderlo schiavo di /uelle nuove tecnologie..orghesi.orghesi di produzione e di scam.l soggiogamento delle forze naturali* le macchine* lUapplicazione della chimica allUindustria e allUagricoltura* la navigazione a vapore* le ferrovie* i telegrafi elettrici* il dissodamento dUinteri continenti* la naviga.io cosA potenti* rassomiglia al mago che non riesce pi+ a dominare le potenze degli inferi da lui evocate.org 2013 nazionali su. 3nticipiamo anche alcune cose che verranno dette in seguito.era le possi. !Uaccumulazione del capitale . "ome si vedr(* per5* /uesta appropriazione si caratterizza come una contraddizione che presenter( il conto: la .orghesia elimina sempre pi+ la dispersione dei mezzi di produzione* della propriet( e della popolazione. !Uunilateralit( e la ristrettezza nazionali divengono sempre pi+ impossi. Burante il suo dominio di classe appena secolare la .io universale* una interdipendenza universale fra le nazioni.

Dasti ricordare le crisi commerciali che col loro periodico ritorno mettono in forse sempre pi+ minacciosamente lUesistenza di tutta la societ( . 1 vengono poste* come soldati semplici dellUindustria* sotto la sorveglianza di una completa gerarchia di sottufficiali e ufficiali.orghesi di propriet(9 anzi* sono divenute troppo potenti per /uei rapporti e ne vengono ostacolate* e appena superano /uesto ostacolo mettono in disordine tutta la societ( . >rmai ci sono soltanto strumenti di lavoro che costano pi+ o meno a seconda dellUet( e del sesso. Bun/ue* con /uali mezzi: &ediante la preparazione di crisi pi+ generali e pi+ violente e la diminuzione dei mezzi per prevenire le crisi stesseT.orghesi sono divenuti troppo angusti per poter contenere la ricchezza da essi stessi prodotta. &asse di operai addensate nelle fa.orghese e i rapporti .orghesia* cio..ricante in persona.l proletariato pu5 mettere in crisi la propriet( . %uindi il salario decresce nella stessa proporzione in cui aumenta il tedio del lavoro. &a il prezzo di una merce* /uindi anche /uello del lavoro* . <elle crisi commerciali viene regolarmente distrutta non solo una parte dei prodotti ottenuti* ma addirittura gran parte delle forze produttive gi( create.rano distrutti. %uindi le spese che causa lUoperaio si limitano /uasi esclusivamente ai mezzi di sussistenza dei /uali egli ha .. $1 .e apparsa un assurdo: lUepidemia della sovrapproduzione. !a societ( si trova allUimprovviso ricondotta a uno stato di momentanea . %uesti operai* che sono costretti a vendersi al minuto* sono una merce come ogni altro articolo commerciale* e sono /uindi esposti* come le altre merci* a tutte le alterne vicende della concorrenza* a tutte le oscillazioni del mercato.spaziometi.orghesia stessa.orghese.uguale ai suoi costi di produzione. !e forze produttive che sono a sua disposizione non servono pi+ a promuovere la civilt( .arie9 sem.orghesia per atterrare il feudalesimo si rivolgono contro la .orghese.org 2013 condizioni di esistenza della .riche vengono organizzate militarmente./uanto pi+ si sviluppa lUindustria moderna* tanto pi+ il lavoro degli uomini viene soppiantato da /uello delle donne Ne dei fanciulliO.orghese fa.orghesia supera le crisi: Ba un lato* con la distruzione coatta di una massa di forze produttive9 dallUaltro* con la con/uista di nuovi mercati e con lo sfruttamento pi+ intenso dei vecchi. H3 /uesto momento le armi che son servite alla . <elle crisi scoppia una epidemia sociale che in tutte le epoche precedenti sare. &a la .. 1 perch4: Perch4 la societ( possiede troppa civilt(* troppi mezzi di sussistenza* troppa industria* troppo commercio.iano tagliato tutti i mezzi di sussistenza9 lUindustria* il commercio sem.ra che una carestia* una guerra generale di sterminio le a. Gli operai non sono soltanto servi della classe dei . %uanto meno il lavoro manuale esige a.orghese* pu5 rompere lUultima catena dello sviluppo umano* creando# la produzione socializzata* gi( preparata dalla .rica del capitalista industriale.isogno per il proprio mantenimento e per la riproduzione della specie. .il capitale* si sviluppa il proletariato* la classe degli operai moderni* che vivono solo fintantoch4 trovano lavoro* e che trovano lavoro solo fintantoch4 il loro lavoro aumenta il capitale. 1gli diviene un semplice accessorio della macchina* al /uale si richiede soltanto unUoperazione manuale semplicissima* estremamente monotona e facilissima da imparare. 7"on /uale mezzo la .orghesia non ha soltanto fa. %uesto dispotismo . 3nzi* nella stessa proporzione dellUaumento dellUuso delle macchine e della divisione del lavoro* aumenta anche la massa del lavoro* sia attraverso lUaumento delle ore di lavoro* sia attraverso lUaumento del lavoro che si esige in una data unit( di tempo* attraverso lUaccresciuta celerit( delle macchine* e cosA via.ar.org – clashcityworkers.ilit( ed esplicazione di forza* cio.orghesia e del suo dominio. Per la classe operaia non han pi+ valore sociale le differenze di sesso e di et(. "on lUestendersi dellUuso delle macchine e con la divisione del lavoro* il lavoro dei proletari ha perduto ogni carattere indipendente e con ci5 ogni attrattiva per lUoperaio.tanto pi+ meschino* odioso ed esasperante* /uanto pi+ apertamente esso proclama come fine ultimo il guadagno. rapporti .ricato le armi che la porteranno alla morte9 ha anche generato gli uomini che impugneranno /uelle armi: gli operai moderni* i proletari. !Uindustria moderna ha trasformato la piccola officina del maestro artigiano patriarcale nella grande fa. ..orghesi* ma vengono asserviti giorno per giorno* ora per ora dalla macchina* dal sorvegliante* e soprattutto dal singolo . <ella stessa proporzione in cui si sviluppa la .orghese* mettono in pericolo lUesistenza della propriet( ..orghesia. 1cco come &ar' ed 1ngels ci descrivono il proletariato..

&a* per poter opprimere una classe* le de.rica .org 2013 %uando lo sfruttamento dellUoperaio da parte del padrone di fa.lotta politica.concentrato nelle mani della . &a risorge sempre di nuovo* pi+ forte* pi+ salda* pi+ potente..asso.. %uelli che fino a /uesto momento erano i piccoli ordini medi* cio.attono non i propri nemici* ma i nemici dei propri nemici* gli avanzi della monarchia assoluta* i proprietari fondiari* i . !a solidariet( di maggiori masse operaie non .una vittoria della .orghesia.n /uesto stadio gli operai costituiscono una massa disseminata per tutto il paese e dispersa a causa della concorrenza.orghese assumono sempre pi+ il carattere di collisioni di due classi.ilit( viene svalutata da nuovi sistemi di produzione.i piccoli industriali* i piccoli commercianti e coloro che vivevano di piccole rendite* gli artigiani e i contadini* tutte /ueste classi precipitano nel proletariato* in parte per il fatto che il loro piccolo capitale non .ero . <on .a* ha potuto elevarsi a mem.capace di dominare* perch4 non .ro del comune* come il cittadino minuto* lavorando sotto il giogo dellUassolutismo feudale* ha potuto elevarsi a .spaziometi.nghilterra N8O >gni societ( si . &a il proletariato* con lo sviluppo dellUindustria* non solo si moltiplica9 viene addensato in masse pi+ grandi* la sua forza cresce* ed esso la sente di pi+.a relazionare alla politica* che /ui appare nel senso di lotta per il potere..orghesi. Vondano perfino associazioni permanenti per approvvigionarsi in vista di /uegli eventuali sollevamenti.ono essere assicurate condizioni entro le /uali essa possa per lo meno stentare la sua vita di schiava.in grado di rimanere ancora pi+ a lungo la classe dominante della societ( e di imporre alla societ( le condizioni di vita della propria classe come legge regolatrice..costretta a nutrirlo.costretta a lasciarlo sprofondare in una situazione nella /uale* invece di esser da lui nutrita* essa .ancora il risultato della loro propria unione* ma della unione della .orghesia* la /uale* per il raggiungimento dei propri fini politici* deve mettere in movimento tutto il proletariato* e per il momento pu5 ancora farlo.orghesia* il padron di casa* il . %ua e l( la lotta prorompe in sommosse. !a $2 .a* lavorando nel suo stato di servo della gle.terminato in /uanto allUoperaio viene pagato il suo salario in contanti* si gettano su di lui le altre parti della . "osA fu per la legge delle dieci ore di lavoro in . !Uoperaio diventa un povero* e il pauperismo si sviluppa anche pi+ rapidamente che la popolazione e la ricchezza. .capace di garantire lUesistenza al proprio schiavo neppure entro la sua schiavit+* perch4 .orghesia. H.orghesi non industriali* i piccoli .favorita dallUaumento dei mezzi di comunicazione* prodotti dalla grande industria* che mettono in collegamento gli operai delle diverse localit(. &a vediamo dun/ue come /uesto accresciuto proletariato si relaziona e si de. 1ssa impone il riconoscimento in forma di legge di singoli interessi degli operai* approfittando delle scissioni allUinterno della . Bun/ue* in /uesto stadio i proletari com.asata finora* come a. 1 /uella unione per la /uale i cittadini del medioevo con le loro strade vicinali e.isogno di secoli* i proletari moderni con le ferrovie la attuano in pochi anni.org – clashcityworkers. 1ssa .l vero e proprio risultato delle lotte non . %uesta organizzazione dei proletari in classe e /uindi in partito politico torna ad essere spezzata ogni momento dalla concorrenza fra gli operai stessi.il successo immediato* ma il fatto che lUunione degli operai si estende sempre pi+. Ba tutto ci5 appare manifesto che la .1uropa della crisi* in cui stiamo assistendo a fenomeni di proletarizzazione. "osA tutto il movimento della storia .orghesi* e si riuniscono per difendere il loro salario.orghesi fra di loro e le crisi commerciali che ne derivano rendono sempre pi+ oscillante il salario degli operai9 lUincessante e sempre pi+ rapido sviluppo del perfezionamento delle macchine rende sempre pi+ incerto il complesso della loro esistenza9 le collisioni fra il singolo operaio e il singolo . >gni tanto vincono gli operai9 ma solo transitoriamente.iam visto* sul contrasto fra classi di oppressori e classi di oppressi. Gli interessi* le condizioni di esistenza allUinterno del proletariato si vanno sempre pi+ agguagliando man mano che le macchine cancellano le differenze del lavoro e fanno discendere /uasi dappertutto il salario a un livello ugualmente .sufficiente per lUesercizio della grande industria e soccom.. &a ogni lotta di classi . ..l servo della gle. 1 . "osA il proletariato si recluta in tutte le classi della popolazioneT.ottegaio* il prestatore su pegno e cosA via. !a crescente concorrenza dei .orghesia non .e nella concorrenza con i capitalisti pi+ forti* in parte per il fatto che la loro a.attualissimo* soprattutto nell.asta /uesto collegamento per centralizzare in una lotta nazionale* in una lotta di classe* le molte lotte locali che hanno dappertutto uguale carattere.orghesia9 ogni vittoria raggiunta in /uesto modo . &a lUoperaio moderno* invece di elevarsi man mano che lUindustria progredisce* scende sempre pi+ al disotto delle condizioni della sua propria classe. %uesto passaggio .orghese. Gli operai cominciano col formare coalizioni contro i .

n che rapporto sono i comunisti con i proletari in genere: .asata sullo sfruttamento* e come propriet( privata della ricchezza prodotta. H.lUaccumularsi della ricchezza nelle mani di privati* la formazione e la moltiplicazione del capitale9 condizione del capitale .ile con la societ(. . .l progresso dellUindustria* del /uale la . . .lUa.ensA lUa. comunisti non hanno interessi distinti dagli interessi di tutto il proletariato. .orghese.orghese* ovvero la propriet( privata come propriet( dei mezzi di produzione* cio/uella propriet( .orghesia il terreno stesso sul /uale essa produce e si appropria i prodotti.lema della propriet( privata dei mezzi di produzione9 compiendo il processo rivoluzionario di socializzazione della produzione* iniziato dalla . "i si .l primo .orghesia .nfine* verso la chiusura del &anifesto* nel capitolo Proletari e comunisti* &ar' ed 1ngels spiegano che cosa significa essere comunisti. "on lo sviluppo della grande industria* dun/ue* vien tolto di sotto ai piedi della .lUultima e la pi+ perfetta espressione della produzione e dellUappropriazione dei prodotti che poggia su antagonismi di classe* sullo sfruttamento degli uni da parte degli altri. 0montano una serie di argomenti critici diretti alle teorie comuniste e spiegano alcuni nessi importanti. %uindi in pratica i comunisti sono la parte progressiva pi+ risoluta dei partiti operai di tutti i paesi* e /uanto alla teoria essi hanno il vantaggio sulla restante massa del proletariato* di comprendere le condizioni* lUandamento e i risultati generali del movimento proletario.iamenti storici* a una continua alterazione storica./ualcosa di distintivo peculiare del comunismo.olire la propriet( ac/uistata personalmente* frutto del lavoro diretto e personale9 la propriet( che costituire.arriera dellUinteresse e del profitto individuale.orghese* vale a dire la esistenza della classe .l suo tramonto e la vittoria del proletariato sono del pari inevita.spaziometi.olizione della propriet( .l comunismo restituisce la ricchezza alla societ( e allo stesso tempo restituisce il mezzo di produzione ai lavoratori collettivamente organizzati e messi in relazione* superando definitivamente il pro. . 1ssa produce anzitutto i suoi seppellitori. .orghese non .orghesia* con/uista del potere politico da parte del proletariato.veicolo involontario e passivo* fa su. !e proposizioni teoriche dei comunisti non poggiano affatto su idee* su princApi inventati o scoperti da /uesto o /uel riformatore del mondo. .olire non la propriet( in generale* ma la propriet( .org 2013 societ( non pu5 pi+ vivere sotto la classe ./uello della propriet(. . comunisti non sono un partito particolare di fronte agli altri partiti operai.attimento del dominio della .orghese . comunisti vogliono a.olizione di rapporti di propriet( esistiti fino a un dato momento non . &a la propriet( privata . . 1sse sono semplicemente espressioni generali di rapporti di fatto di una esistente lotta di classi* cio. Per esempio* la rivoluzione francese a. !Ua.orghesia e fermatosi di fronte alla .olizione della propriet( in generale* .olizione della propriet( privata.entrare allUisolamento degli operai risultante dalla concorrenza* la loro unione rivoluzionaria* risultante dallUassociazione. Iutti i rapporti di propriet( sono stati soggetti a continui cam.orghesia. !a condizione pi+ importante per lUesistenza e per il dominio della classe . %uel che contraddistingue il comunismo non ..olA la propriet( feudale in favore di /uella .org – clashcityworkers..e il fondamento di ogni li.iliT.il lavoro salariato.pi+ compati. !o scopo immediato dei comunisti .rinfacciato* a noi comunisti che vogliamo a. . comunisti non pongono princApi speciali sui /uali vogliano modellare il movimento proletario. comunisti si distinguono dagli altri partiti proletari solo per il fatto che da una parte essi mettono in rilievo e fanno valere gli interessi comuni* indipendenti dalla nazionalit(* dellUintero proletariato* nelle varie lotte nazionali dei proletari9 e dallUaltra per il fatto che sostengono costantemente lUinteresse del movimento complessivo* attraverso i vari stadi di sviluppo percorsi dalla lotta fra proletariato e .n /uesto senso i comunisti possono riassumere la loro teoria nella frase: a.di un movimento storico che si svolge sotto i nostri occhi.l lavoro salariato poggia esclusivamente sulla concorrenza degli operai tra di loro. $$ .orghese.lo stesso di tutti gli altri proletari: formazione del proletariato in classe* a.orghese moderna .ert(* attivit( e autonomia personale.

orghese* voi dichiarate che . . &a nella vostra societ( attuale la propriet( privata . .orghese N8O Woi inorridite perch4 vogliamo a.un prodotto collettivo e pu5 essere messo in moto solo mediante una attivit( comune di molti mem.orghese.orghese: &a il lavoro salariato* il lavoro del proletario* crea propriet( a /uesto proletario: 3ffatto. Weniamo al lavoro salariato.l prezzo medio del lavoro salariato . Bun/ue* se il capitale viene trasformato in propriet( collettiva* appartenente a tutti i mem.ert(* cultura* diritto e cosA via.olire /uesta appropriazione personale dei prodotti del lavoro per la riproduzione della esistenza immediata* appropriazione che non lascia alcun residuo di profitto netto tale da poter conferire potere sul lavoro altrui. 1ssere capitalista significa occupare nella produzione non soltanto una pura posizione personale* ma una posizione sociale.olizione della personalit( e della li. Bun/ue voi ci rimproverate di voler a. "erto /uesta persona deve essere a. 1 la . <ella societ( .orghesi di produzione e di propriet(* come il vostro diritto .org – clashcityworkers.trasformazione di propriet( personale in propriet( sociale.oliamo noi* lUha a. .olire la propriet( privata.org 2013 Propriet( frutto del proprio lavoro* ac/uistata* guadagnata con le proprie forzeE Parlate della propriet( del minuto cittadino* del piccolo contadino che ha preceduto la propriet( .soltanto un mezzo per moltiplicare il lavoro accumulato.l comunismo non toglie a nessuno il potere di appropriarsi prodotti della societ(* toglie soltanto il potere di assoggettarsi il lavoro altrui mediante tale appropriazione N8O &a non discutete con noi misurando lUa.n una parola* voi ci rimproverate di volere a.la somma dei mezzi di sussistenza che sono necessari per mantenere in vita lUoperaio in /uanto operaio. Wogliamo eliminare soltanto il carattere misera.. Bun/ue* il capitale non .ile* cio-* appena la propriet( personale non pu5 pi+ convertirsi in propriet( . <ella societ( . !a propriet( nella sua forma attuale si muove entro lUantagonismo fra capitale e lavoro salariato.spaziometi.ri della societ(.soltanto un mezzo per ampliare* per arricchire* per far progredire il ritmo dUesistenza degli operai. !a propriet( perde il suo carattere di classe.a.a. "erto* /uesto vogliamo.una potenza sociale.ri della societ(* non cU. Woi condividete con tutte le classi dominanti tramontate /uellUidea interessata mediante la /uale trasformate in eterne leggi della natura e della ragione* da rapporti storici /uali sono* transeunti nel corso della $= .orghesia chiama a.isogno che lUa.il minimo del salario del lavoro* cio.dato nelle condizioni materiali di esistenza della vostra classe.soltanto la volont( della vostra classe elevata a legge* volont( il cui contenuto .ile di /uesta appropriazione* nella /uale lUoperaio vive solo allo scopo di accrescere il capitale* e vive solo /uel tanto che esige lUinteresse della classe dominante. . Bun/ue nella societ( .orghese il lavoro vivo .orghese* il proprietario .orghesi di li.olita per i nove decimi dei suoi mem.indipendente e personale* mentre lUindividuo operante dipendente e impersonale.olire la vostra propriet(. 0i trasforma soltanto il carattere sociale della propriet(. <oi non vogliamo affatto a.. . 3ppena il lavoro non pu5 pi+ essere trasformato in capitale* in denaro* in rendita fondiaria* insomma in una potenza sociale monopolizza. 1saminiamo i due termini di /uesto antagonismo.orghese il capitale .l capitale .olita./uella propriet( che sfrutta il lavoro salariato* che pu5 moltiplicarsi solo a condizione di generare nuovo lavoro salariato* per sfruttarlo di nuovo. Bun/ue* /uello che lUoperaio salariato sUappropria mediante la sua attivit( .ri* anzi in ultima istanza solo mediante lUattivit( comune di tutti i mem.ert( del . Bun/ue confessate che per persona non intendete nientUaltro che il .olizione della propriet( .olita la persona.olizione della personalit(* della indipendenza e della li. !e vostre idee stesse sono prodotti dei rapporti .orghese: <on cU.olendo di giorno in giorno lo sviluppo dellUindustria. <ella societ( comunista il lavoro accumulato .ri9 la propriet( privata esiste proprio per il fatto che per nove decimi non esiste.olire una propriet( che presuppone come condizione necessaria la privazione della propriet( dellUenorme maggioranza della societ(.sufficiente soltanto per riprodurre la sua nuda esistenza.l lavoro del proletario crea il capitale* cio.olizione di /uesto rapportoE 1 a ragione: infatti* si tratta dellUa.orghese sul modello delle vostre idee .ert( lUa.olita e la va a.una potenza personale9 . > parlate della moderna propriet( privata .orghese il passato domina sul presente* nella societ( comunista il presente domina sul passato.

ert( di religione furono soltanto lUespressione del dominio della li.esistita /uasi sempre.orghese .. %uando il mondo antico fu al tramonto* le antiche religioni furono vinte dalla religione cristiana.orghesi che* una volta rappresentato il materialismo in maniera rigida* hanno gioco facile nel criticarlo.orghesi* non paghi dUavere a disposizione le mogli e le figlie dei proletari* per non parlare neppure della prostituzione ufficiale* trovano uno dei loro divertimenti principali nel sedursi reciprocamente le loro mogli. !e idee della li.n /uesto passaggio chiariscono ad esempio come de. <elle accuse che i .orghesi rivolgono ai comunisti appare in trasparenza come essi intendono la donna* /uale ruolo de. Per5 in /uesti cam. 0ente dire che gli strumenti di produzione devono essere sfruttati in comune e non pu5 naturalmente farsi venire in mente se non che la sorte della comunanza colpir( anche le donne. %uesto . $G .olire la posizione delle donne come semplici strumenti di produzione. .olisce la religione* la morale* invece di trasformarle9 /uindi il comunismo si mette in contraddizione con tutti gli svolgimenti storici avuti sinora.ilit( incredi. ..Ideologia tedesca.a avere per loro in regime capitalista. 0i parla di idee che rivoluzionano unUintera societ(9 con /ueste parole si esprime semplicemente il fatto che entro la vecchia societ( si sono formati gli elementi di una nuova* e che la dissoluzione delle vecchie idee procede di pari passo con la dissoluzione dei vecchi rapporti dUesistenza. . 0ono righe molto importanti* che vanno comprese in tutto il loro spessore* proprio per non dogmatizzare /uesto metodo di lettura della realt(* facendolo diventare riduzionismo economicista.. del resto .isogno di una profonda comprensione per capire che anche le idee* le opinioni e i concetti* insomma* anche la coscienza degli uomini* cam.orghesia allora rivoluzionaria.iamenti la religione* la morale* al filosofia* la politica* il diritto si sono sempre conservati.epoca dell. &a il comunismo a. HIutta la .era concorrenza nel campo della coscienza. . <on sospetta neppure che si tratta proprio di a. %uando nel secolo ]W. H"U.ia col cam.spaziometi.n tutta /ueste temperie di concetti* &ar' ed 1ngels trovano anche il modo di affrontare Plo faranno diverse volte nella loro opera e* anche se mai sistematicamente* dimostreranno una sensi.orghese vede nella moglie un semplice strumento di produzione..e rimproverare di voler introdurre una comunanza delle donne ufficiale e franca al posto di una comunanza delle donne ipocritamente dissimulata.orghese /uel che comprendete per la propriet( antica e per la propriet( feudale N8OT .nulla di pi+ ridicolo del moralissimo orrore che i nostri .. <on vi .ovvio che* con lUa.isogno dUintrodurre la comunanza delle donne9 essa .n realt( il matrimonio .olizione dei rapporti attuali di produzione* scompare anche /uella comunanza delle donne che ne deriva* cio.attere la sua ultima lotta con la .orati gi( all. .stata fino ad oggi sU.pi+ permesso di comprendere per la propriet( . &ar' ed 1ngels trovano anche il tempo di precisare alcuni concetti ela..l .org 2013 produzione* i vostri rapporti di produzione e di propriet(.orghesi provano per la pretesa comunanza ufficiale delle donne fra i comunisti. .ile per due uomini dell.org – clashcityworkers.ert( di coscienza e della li.la comunanza delle mogli. comunisti non hanno .la prostituzione ufficiale e non ufficialeT. le idee cristiane soggiac/uero alle idee dellUilluminismo* la societ( feudale dovette com. IuttUal* pi+ ai comunisti si potre. Bel resto non cU./uello che cercano di fare ogni volta i teorici .ert(* la giustizia e cosA via* che sono comuni a tutti gli stati della societ(. &a* si dir(* certo che nel corso dello svolgimento storico le idee religiose* morali* filosofiche* politiche* giuridiche si sono modificate.mossa in contrasti di classe che hanno avuto un aspetto differente a seconda delle differenti epoche.iare delle loro condizioni di vita* delle loro relazioni sociali* della loro esistenza sociale: "osUaltro dimostra la storia delle idee* se non che la produzione intellettuale si trasforma assieme a /uella materiale: !e idee dominanti di unUepoca sono sempre state soltanto le idee della classe dominante. 3 cosa si riduce /uestUaccusa: !a storia di tutta /uanta la societ( che cU. nostri .olisce le verit( eterne* a.epocaR la /uestione femminile.a essere inteso il materialismo storico.orghesia ci grida contro in coro: ma voi comunisti volete introdurre la comunanza delle donne.noltre vi sono verit( eterne* come la li.

l proletariato* unendosi di necessit( in classe nella lotta contro la .del proletariato organizzato come classe dominante* e per moltiplicare al pi+ presto possi..olisce le condizioni dUesistenza delle classi in genere* e cosA anche il suo proprio dominio in /uanto classe.condizione del li.alla vigilia dUuna rivoluzione .nella con/uista della democrazia. . .nghilterra e coi riformatori nellU3merica del <ord.il potere di una classe organizzato per opprimerne unUaltra.ile la massa delle forze produttive.a.orghesia tutto il capitale* per accentrare tutti gli strumenti di produzione nelle mani dello 0tato* cio. .atte insieme alla .ero sviluppo di ciascuno .ito dopo la caduta delle classi reazionarie in Germania* cominci la lotta contro la .spaziometi.n Vrancia i comunisti si alleano al partito socialista7democratico contro la .entra una associazione in cui il li.orghesia* facendosi classe dominante attraverso una rivoluzione* ed a.detto nel secondo capitolo appare ovvio /uale sia il rapporto dei comunisti coi partiti operai gi( costituiti* cio.orghese tedesca pu5 essere soltanto lUimmediato preludio dUuna rivoluzione proletaria.orghesia stessa.olisce insieme a /uei rapporti di produzione le condizioni di esistenza dellUantagonismo di classe* cio.orghesia contro la monarchia assoluta* contro la propriet( fondiaria feudale e il piccolo .org 2013 !o sfruttamento dUuna parte della societ( per opera dellUaltra parte . . . <aturalmente* ci5 pu5 avvenire* in un primo momento* solo mediante interventi despotici nel diritto di propriet( e nei rapporti .orghese* e perch4 essa compie /uesto rivolgimento in condizioni di civilt( generale europea pi+ progredite* e con un proletariato molto pi+ evoluto che non lU. . comunisti rivolgono la loro attenzione soprattutto alla Germania* perch4 la Germania .ito rivolgere* come altrettante armi contro la . !a rivoluzione comunista .n 0vizzera essi appoggiano i radicali* senza disconoscere che /uesto partito . Vra i polacchi* i comunisti appoggiano il partito che fa dUuna rivoluzione agraria la condizione della li.orghesume* appena la ..orghesi di produzione* cio. .il loro rapporto coi cartisti in .O Ba /uanto sU.org – clashcityworkers.n senso proprio* il potere politico .dato di fatto comune a tutti i secoli passati* /ualun/ue sia la forma chUesso a.orghese con le sue classi e i suoi antagonismi fra le classi su.ero sviluppo di tutti N.orghesi radicali. !o stesso partito che promosse lUinsurrezione di "racovia del 1C=Q. comunisti lottano per raggiungere i fini e gli interessi immediati della classe operaia* ma nel movimento presente rappresentano in pari tempo lUavvenire del movimento.erazione nazionale.nghilterra nel decimosettimo e la Vrancia nel decimottavo secolo9 perch4 dun/ue la rivoluzione .n Germania il partito comunista com.olendo con la forza* come classe dominante* gli antichi rapporti di produzione* a.per mezzo di misure che appaiono insufficienti e poco consistenti dal punto di vista dellUeconomia9 ma che nel corso del movimento si spingono al di l( dei propri limiti e sono inevita.la pi+ radicale rottura con i rapporti tradizionali di propriet(9 nessuna meraviglia che nel corso del suo sviluppo si rompa con le idee tradizionali nella maniera pi+ radicaleT.orghesia conservatrice e radicale* senza per /uesto rinunciare al diritto dUun contegno critico verso le frasi e le illusioni provenienti dalla tradizione rivoluzionaria.orghesia* le condizioni sociali e politiche che la .ili come mezzi per il rivolgimento dellUintero sistema di produzione N8O %uando le differenze di classe saranno scomparse nel corso dellUevoluzione* e tutta la produzione sar( concentrata in mano agli individui associati* il pu.. 3lla vecchia societ( .orghesia deve creare con il suo dominio* affinch4 su.orghesia e proletariato* affinch4 i lavoratori tedeschi possano su.ia assunto.costituito da elementi contraddittori* in parte da socialisti democratici in senso francese* in parte da . .iamo gi( visto sopra che il primo passo sulla strada della rivoluzione operaia consiste nel fatto che il proletariato sUeleva a classe dominante* cio. %uindi* non cU..l proletariato adoprer( il suo dominio politico per strappare a poco a poco alla .nfine* &ar' ed 1ngels affrontano la /uestione del potere politico* la relazione fra democrazia e socialismo* la fine della politica come strumento di coercizione e di divisione* e cercano di tratteggiare il programma che pu5 unire le forze di classe8 H3.orghesia prende una posizione rivoluzionaria.lico potere perder( il suo carattere politico. Per5 il partito comunista non cessa nemmeno un istante di preparare e sviluppare fra gli operai una coscienza /uanto pi+ chiara .. .ile dellUantagonismo ostile fra .da meravigliarsi che la coscienza sociale di tutti i secoli si muova* nonostante ogni molteplicit( e differenza* in certe forme comuni: forme di coscienza* che si dissolvono completamente soltanto con la completa scomparsa dellUantagonismo delle classi.possi. $Q .

lema fondamentale del movimento* il pro.org 2013 .n una parola: i comunisti appoggiano dappertutto ogni movimento rivoluzionario diretto contro le situazioni sociali e politiche attuali. $? .lema della propriet(* /ualsiasi forma* pi+ o meno sviluppata* esso possa avere assunto.nfine* i comunisti lavorano dappertutto al collegamento e allUintesa dei partiti democratici di tutti i paesi.org – clashcityworkers. . comunisti sdegnano di nascondere le loro opinioni e le loro intenzioni. IUII. PM>!1I3M.* U<. !e classi dominanti tremino al pensiero dUuna rivoluzione comunista. B. . P310. Bichiarano apertamente che i loro fini possono esser raggiunti soltanto col rovesciamento violento di tutto lUordinamento sociale finora esistente.spaziometi. proletari non hanno da perdervi che le loro catene. . 1ntro tutti /uesti movimenti essi mettono in rilievo* come pro.ET. @anno un mondo da guadagnare.I1W. .

. <ei primi tre appuntamenti a.oggi..( IN 7NT57$ /N/T7MI/ D!))/ )/SS!$ )#AR+. Un soggetto* che ha /uindi dentro di s4 forme di coscienza* di organizzazione e persino elementi di programma* un soggetto che si costituisce sempre dentro una complessa strategia di lotta per il potere. <4 io n4 &ar' a. .altro a un intervento puntuale nelle /uestioni politiche del suo tempo.l materialismo storico .spaziometi.avoro salariato e capitale: la chiave per comprendere la !ormazione delle classi.a compravendita della !orza-lavoro: una merce molto particolare.org – clashcityworkers.ideale seconda fase# del nostro seminario.dun/ue uno strumento complesso* che non demanda alla sfera dell..economia politica fino alla compiuta formulazione del materialismo storico da parte di &ar' ed 1ngels.ose(& +loc /on +oegni0 .rutalmente tutti i complessi pro.iamo mai sostenuto pi+ di /uesto.altronde gi( &ar' ed 1ngels si trovarono pi+ volte a dover rispondere a chi voleva ridurre .e infatti una folliaE – seguiremo lo stesso percorso di &ar'. .orghesiR o universali Pcom. Bo./uello fordista americano* non . "igure sociali.economia tutta la complessit( dell. immutata./uello delle officine torinesi degli anni settanta* non .orata la categoria di classe* dai primi studi dell.. Per /uesto motivo ora il nostro lavoro si complica: forti del /uadro teorico che a. Il carattere sociale e universale del salario..economia e della storia* che gli permettesse di riela.. "on /uesto incontro entriamo in un.lematizzare il testo mar'iano* cercando di capire meglio cosa sia la classe nella teoria comunista e nella societ( d.R ! I) )/A75/T75I7 S!85!T7 D!))/ "57D96I7N! /"IT/)ISTI / ..provare a comprendere sia il livello economico* strutturale* da cui le classi sociali vengono fuori* sia il capitale come Hrapporto socialeT* e dun/ue il livello pi+ politico* i rapporti di forza* la dialettica e l. nel 1020: H0econdo la visione materialista* il fattore determinante nella storia -* in ultima istanza* la produzione e la riproduzione della vita reale.iamo cio.ite attualizzazioni* e per arrivare a vedere come la classe* da concetto prima empirico Pnegli economisti li. "he* dopo il Mani!esto e la sconfitta delle sollevazioni del 1C=C* si dedic5 da un lato a uno studio approfondito dell.analmente: l.. mutevoli.lemi che la loro analisi poneva al solo momento economico. 1 tenteremo cosA di attualizzare l. Per iniziare /uesto lavoro – pensare di concluderlo in pochi seminari sare. 0i .I-.org 2013 I.opera di &ar'* osservando come* anche se le !igure sociali si trasformano continuamente Pper dirla .isogni delle diverse componenti sociali* lo spessore dei sim.iamo infatti cercato di precisare /ual era il contesto materiale e culturale nel /uale veniva ela. B.nel caso di /uelli proletariR.iamo appena ac/uisito* do.orare con pi+ consapevolezza e scientificit( il materialismo* dall. .re Lettera allo studente berlinese .n altri termini* proveremo a capire da dove viene il proletariato* come viene sussunto dal capitale* /uali lotte e reazioni istintive /uesta sussunzione genera.azione umana* ma che cerca di spiegare /uesta complessit( attraverso la produzione e la riproduzione della vita reale* /uindi con gli interessi materiali* i rapporti di potere* i ./uello della Vo'conn odiernaR* la $C .n /uesto /uarto incontro cercheremo dun/ue* a partire dal testo pi+ difficile ma pi+ importante di &ar'* di mettere a fuoco ancora meglio il meccanismo del #apitale* che producendo merci per fare profitto* finisce per produrre anche gli stessi produttori di merci.operaio delle prime manifatture inglesi non .eraliR* poi via via sempre pi+ teorico* diventi con &ar' ed 1ngels il nome di un soggetto collettivo* una lente per leggere non solo la storia passata ma le dinamiche politiche del presente. . e !orma dello s!ruttamento.lUunico fattore determinante* si trasforma /uellUasserzione in uno sprolo/uio astratto* ridicolo e senza sensoT. Il proletariato come “corpo” della !orza-lavoro e sorgente del valore.iamo provare ad approfondire* dettagliare* pro.oli e dei linguaggi etc. 0e si distorce /uesto affermando che il momento economico .trattato /uindi di seguire in maniera cronologica e /uasi filologica il lavoro degli autori del Mani!esto* per evitare sia sovrainterpretazioni che inde. .autocoscienza che permette alle classi sociali di affermare i propri interessi* che siano di parte Pcome sono /uelli .a classe ogni oltre sempli!icazione sociologica. 0i veda /uanto scrive 1ngels in una cele..

non aspetta che il sistema crolli da s4* n4 che il proletariato prenda spontaneamente coscienza delle contraddizioni in cui vive e le agisca – n4 volontarista – posizione che non si radica nella materialit( delle condizioni e dei soggetti reali* ma li inventa# secondo i propri desideri –* . !a definizione .che le classi sociali non possono essere de!inite a priori.l concetto di classe* secondo &ar'* non . @a fondato un giornale* la Ieue ?einische Jeitung* sul /uale pu.lUaspetto pi+ visi. ) una totalit( di relazioni e non una semplice sommatoriaT PDensaid6Desancenot* Prenons Parti G Pour un socialisme du HHIe si)cle* &ille et Une <uits* Parigi 222SR.com6flip6lend2S26inde'.org 2013 !orma o il rapporto di sfruttamento resta lo stesso Povvero produzione del valore a partire dal pluslavoro estorto in un tempo datoR. "he sare..i.il mercato* la sfera di circolazione delle merci.appartenenza di classe: &ar' non procede per definizioni Pper enumerazione di criteriR* ma per Hdeterminazioni di concetti Pproduttivo6improduttivoR* plusvalore6profitto* produzione6circolazioneR* che tendono al concreto* articolandosi all.inizio* &ar' non lavora con /uesto tipo di procedimento tramite definizioni#..licato nel 1CS1 col titolo Lavoro salariato e 2a(itale. Densaid sostiene l.rano che citiamo Ppreso da /uest.reve .un rapporto con!littuale* le classi si determinano reciprocamente le une rispetto alle altre in un rapporto di scontro.ilit( di indicare criteri sociologici /uali reddito* /ualifica professionale etc come elementi che identificano l. %uesto .ero portatori i singoli individui che la compongono* n4 alla somma di /uesti singoli. ) una cosa diversa. . 2S* 1ditori Miuniti* Moma* su internet reperi. !e classi si presentano sempre vestite di a. Per noi* ma anche per il &ar' del post7Mani!esto* si tratta di capire meglio la forma di /uesta contraddizione.. <on esiste definizione perch4* fin dall.iti diversi* con religioni* a.n /uesto senso* c.e per me la /uestione fondamentale* poich4 in &ar' non c.ammontare del reddito8 Dene* /uesto consente un.. ) arrivato alla definizione* per5* attraverso criteri molto complessi* in cui c.impossi. H.spaziometi.su /uesto punto che fa leva la nostra azione politica* che non ..ile /ui http:66www.una logica di determinazione.ile n4 a un attri. .l punto di partenza* sia di &ar' ed 1ngels che dellUeconomia politica cosiddetta classica* . Pertanto non un caso che non si incontra un tipo di classificazione sociologica che tenda a collocare* di fatto* una serie di individui in categorie socio7professionali* come fanno oggi gli statistici accademici. <el 10'2 &ar'* trentunenne* si trova a "olonia* dove si .isc7.una classe: <on a caso in &ar' ed 1ngels non si trova una definizione descrittiva o approssimativa di classe sociale..trasferito un anno prima da Parigi per provare a mettere in collegamento le lotte francesi col proletariato tedesco. Gli elementi forniti da !enin possono aiutare a chiarire o ad arricchire in maniera pedagogica /uesta forma di approssimazione8T.approssimazione per sta.ile del modo di produzione* cio.ro del #apitale: il rapporto sociale capitalistico* i concetti di valore* di forza7lavoro e di plus7lavoro* il rapporto tra salario e profitto* /uindi tra interessi dei proletari e interessi dei capitalisti.nfatti il punto che terremo fermo* perch4 .riduci.. Prima di arrivare a !enin* e alla teoria delle classi che il mar'ismo svilupper(* cercheremo in /uest.itudini* forme di relazione e di percezione di s4 anche molto differenti* e soprattutto non si sviluppano indipendentemente dalla relazione fra le classi.n4 determinista – cio. Wediamo meglio. !Uopuscolo anticipa in modo straordinariamente chiaro alcuni temi che saranno poi ripresi e sviluppati nel primo li.incontro di sviscerare meglio* dal punto di vista economico* il concetto di classe.intervista del maggio 2002 su -eoria del valore1 lavoro e classi socialiR d( esattamente la misura del compito che tenteremo nei prossimi tre incontri: H"he cos.sA una concezione strategica di classe che si realizza a partire dalla sua lotta.una concezione sociologica classificatoria di classe.invece nella grande logica tedesca di @egel e &ar'* che . "ome sottolinea .uto di cui sare.isogna relazionarli alla contraddizione fra capitale e lavoro* che loro incarnano.htmlO.ene Daniel AensaCd* teorico e militante francese recentemente scomparso* &ar' non ha una concezione sociologico7positivista delle classi sociali* ma una concezione strategica.org – clashcityworkers. >ra* per comprendere a fondo cosa sono ..interno della totalit(T. "... . Ba lA partono gli studi degli $S .il ruolo della divisione del lavoro* /uello del rapporto di propriet(* ci sono le forme e l.orghesia e proletariato* .ilire il nesso con la concezione strategica di classe.lica alcuni articoli che andranno a comporre un opuscolo postumo* curato da 1ngels e pu. Iuttavia* se si cerca a ogni costo e in modo pedagogico una definizione* possiamo trovarla* soprattutto* in !enin* in un testo che si chiama .liotecadigitale.un genere logico molto presente nella tradizione positivista francese* che non c.a grande iniziativa N2C giugno 1S1S* in <pere* vol.

org – clashcityworkers.operaio. 1ssa disse: il valore di una merce . .. !..orazione teorica degli anni precedenti* compresa /uella del #apitale: nel momento in cui introduce il discorso sulla forza7lavoro espone* in pochissimi paragrafi* il nucleo fondamentale dellUanalisi mar'iana* il disvelamento del carattere particolarissimo della merce forza7lavoro* del furto# che lUoperaio su. "ome per ogni altra merce* il suo valore . . "i5 che l.. &a che cosa sono i costi di produzione del lavoro: Per rispondere a /uesta domanda gli economisti de.apparenza esteriore del prezzo o valore del lavoro stesso* /uantun/ue* parlando rigorosamente* valore o prezzo del lavoro siano espressioni prive di significato .astanza ristretti..es disse: .ora di lavoro.uscita.R: HBo.l lavoro di un giorno* di una settimana* di un mese* di un anno.uguale a un. !Uintroduzione di 1ngels* scritta nel 1CS1* ha il pregio di raccogliere tutta lUela..ono fare un po.... Micardo per primo arriv5 ad una formulazione compiuta della teoria del valore* scrivendo che esso .operaio vende non .uguale ai suoi costi di produzione../uel tanto che viene dato per l.altra.direttamente il suo lavoro* ma la sua forza7lavoro* che egli mette temporaneamente a disposizione del capitalista . Wediamo come 1ngels riassume con chiarezza e sintesi tale /uestione nellUintroduzione: H!.nvece di ricercare i costi di produzione del lavoro stesso* che purtroppo non . @o.determinato dalla /uantit( di lavoro necessaria per la sua produzione ..ile sta. "ome viene determinato il valore del lavoro#: Bal lavoro necessario che . .che si richiede per la sua produzione.l valore di un uomo -* come per tutte le altre cose* il suo prezzo: cio-* . ) lo stesso &ar' a spiegare /uesta scelta in un opuscolo divulgativo successivo* Salario1 (rezzo e (rofitto .contenuto in essa* dal lavoro cio.. %uesta falsa apparenza distingue il lavoro salariato dalle altre forme storiche del lavoro . <aturalmente* una volta che a.n realt(* /uando i capitoli dellUopuscolo uscirono sul giornale* &ar' ancora non faceva /uesta distinzione* o meglio* trattandosi di scritti divulgativi* preferiva utilizzare lUespressione* scorretta ma popolare* di valore del lavoro* piuttosto che /uella pi+ precisa di valore della forza7lavoro..iamo portare la nostra attenzione sul valore specifico del lavoro .n /uesto modo non ci siamo avvicinati di un capello al nostro scopo9 ci aggiriamo in un circolo vizioso. &a /uanto lavoro contenuto nel lavoro di un operaio* per un giorno* una settimana* un mese* un anno: .ile sta. 1ppure non esiste una cosa come il valore del lavoro* nel senso comune della parola .ilirli.org 2013 economisti* per capire che cosa si celi dietro lUincessante oscillazione dei prezzi delle merci9 /uale sia il perno intorno al /uale essi ruotano9 (uale sia dun/ue il valore di una merce* del /uale il prezzo ..ora di lavoro* /uando sappiamo soltanto che esso ... 1ssi variano secondo il tempo e le circostanze* ma per un dato stato sociale* per una data localit(* per una data .ilire* essi ricercano ora /uali sono i costi di produzione dell..io di un salario* per i possessori dei mezzi di produzione: strumenti* macchine* materie prime e mezzi di sussistenza8T Per uscire dal circolo vizioso del tentativo di determinare il valore del lavoro# operaio col lavoro# necessario per produrlo* &ar' ed 1ngels introdurranno un concetto originale rispetto agli economisti classici* /uello di !orza-lavoro.ile del valore. di violenza alla logica. 1 /uesti .economia classica trov5 dun/ue che il valore di una merce ) determinato dal lavoro che ...possi. %uesta definizione sar( dimostrata insufficiente da &ar' ed 1ngels* in particolare in relazione alla determinazione del valore di una merce particolare* il lavoro stesso.. ..una rappresentazione pi+ o meno fedele* e soprattutto da che cosa sia determinato /uesto valore. Bi /uesta spiegazione essa si accontent5* e anche noi* per ora* possiamo fermarci a /uesto punto.ranca della produzione* sono essi pure dati* almeno entro limiti a.spaziometi. <oi viviamo oggi sotto il dominio della produzione capitalistica* in cui una classe della popolazione* grande e in continuo aumento* pu5 vivere soltanto se lavora* in cam.possi.l valore o prezzo della forza7lavoro prende l. 0e il lavoro .isce nel momento in cui vende al capitalista /uesta =2 ..iamo scoperto il senso vero* ma nascosto* della espressione valore del lavoro#* saremo in grado di chiarire /uesta applicazione irrazionale e apparentemente impossi.altra via d.104. 0olo per evitare malintesi* voglio ricordare che (uesta spiegazione ) diventata oggi assolutamente insu!!iciente N8O <on appena per5 gli economisti applicarono alla merce lavoro# /uesto modo di determinare il valore per mezzo del lavoro* caddero da una contraddizione in un.economia classica tent5 allora un. &a non sappiamo assolutamente niente del valore di un.uso della sua forza#.la misura di tutti i valori* possiamo esprimere il valore del lavoro# soltanto in lavoro. .contenuto in esso.determinato dal lavoro necessario per produrre una merce. 0e in seguito user5 le parole valore del lavoro#* non si tratter( che di una espressione popolare per valore della forza7lavoro#T.

l totale -* per il nostro pezzo di macchina* di venti/uattro marchi.spaziometi. . "i5 che gli economisti avevano considerato come costo di produzione del lavoro#* erano i costi di produzione non del lavoro* ma dello stesso operaio vivente.. !.e ancora fareR* ma pone a disposizione del capitalista per un certo tempo Psalario giornalieroR o per una determinata prestazione di lavoro Psalario a cottimoR la sua forza7lavoro* contro una determinata paga9 egli cede* cio.per5 unita insieme con la sua persona e insepara.l suo lavoro di dodici ore ha dun/ue creato un nuovo valore di sei marchi.e dun/ue uguale al suo valore* uguale cio. 3ppena il suo lavoro comincia realmente ^ dice &ar' ^ esso ha gi( cessato di appartenergli e /uindi non pu5 pi+ essere venduto da lui#. Un momentoE ^ esclama il nostro meccanico ^ 0ei marchi: . 1d .l capitalista calcola per5 che in media ricever( dai suoi clienti un prezzo di ventisette marchi* cio.effe di me. "hi trov5 la via per uscirne fu Farl &ar'. Per l.org – clashcityworkers.ruciato durante il lavoro* o in macchine e strumenti che sono stati utilizzati e la cui capacit( di produzione .soltanto di tre marchi* e se io ne chiedo sei* si fa .tre marchi in pi+ delle spese che egli ha anticipato. 0e prima con il nostro valore del lavoro* eravamo giunti a un circolo vizioso* ora siamo caduti sul serio in una contraddizione insolu.ile da essa.. Per /uesto salario il capitalista lo fa lavorare* poniamo* dodici ore al giorno.per assicurare che la classe operaia si riproduca nella misura necessaria. Bonde vengono /uesti tre marchi che il capitalista intasca: 0econdo /uanto afferma l.l valore della sua giornata di lavoro di dodici ore* sare. &a /uesti sei marchi* come ammettono anche i nostri economisti* possono derivare soltanto dal lavoro che il nostro operaio ha aggiunto alla materia prima.operaio lavora* rappresentano* per un giorno e per un operaio* il valore di un marco.l prezzo medio del nostro pezzo di macchina ^ ventisette marchi ^ sare.ultimo prodotto dell. . .ligo di compiere una determinata prestazione di lavoro in un tempo determinato.operaio il valore del lavoro di dodici ore .e dun/ue uguale a sei marchi. !.operaio come salario* e intasca gli altri tre. . .e dun/ue uno* ma due valori* e per di pi+ molto diversiE N.one della macchina a vapore e il deterioramento di /uesta stessa macchina a vapore* del tornio e degli altri strumenti con cui l.orata ^ costa venti marchi.one .al pi+ vendere il suo lavoro futuro* cioassumersi l.l nostro operaio riceve dun/ue dal capitalista che lo occupa un salario di tre marchi al giorno. %uesta forza7lavoro .economia classica* le merci in media sono vendute secondo il loro valore* cio.ilit( di li..vende* la sua forza7lavoro.o..accaduto agli economisti. "ercavamo il valore del lavoro* e a.. 1 cosA avremmo dun/ue finalmente scoperto che cosa .a fare un pezzo di una macchina* e che lo finisca in un giorno. . 1 ci5 che /uesto operaio vendeva al capitalista non era il suo lavoro. 0upponiamo che il prezzo in denaro di /uesti mezzi di sussistenza sia in media di tre marchi al giorno.l mio capitalista giura su tutti i santi che il valore del mio lavoro di dodici ore . &a* di /uesti ventisette marchi* ventuno erano valori che esistevano gi( prima che il nostro meccanico incominciasse a lavorare.al lavoro che .economia classica* la scuola ricardiana* fallA in gran parte per non aver saputo risolvere /uesta contraddizione. Wenti marchi erano contenuti nelle materie prime* un marco nel car.iamo trovato pi+ di /uanto ci occorre.contenuto in esso..il valore del lavoro#.di tre marchi* per il capitalista .e dun/ue tutt.l lavoro non avre.l salario giornaliero -* secondo la nostra supposizione di tre marchi.stata diminuita per un valore uguale a /uesto importo. &a in /uesto modo egli non vende lavoro Pche si dovre.economia classica si era cacciata in un vicolo cieco.a prezzi corrispondenti alle necessarie /uantit( di lavoro contenute in esse.ase di /uesto modo di produzione* i costi di produzione dell’operaio consistono in (uella (uantità di mezzi di sussistenza K o nel loro prezzo in denaro K che sono in media necessari per renderlo atto al lavoro. Mestano sei marchi che sono stati aggiunti al valore della materia prima. . "ome si spiega tutto /uesto:#.di sei* dei /uali egli ne paga tre all.org 2013 merce* della possi.ile.appunto ci5 che .. .erazione insita proprio nel fatto che dalla prestazione di lavoro operaio* e solo da essa* il capitale trae la sua forza* la sua linfa vitale* lUessenza della sua sopravvivenza: H0ulla . per conservarlo atto al lavoro e per sostituirlo* /uando egli scompare per vecchiaia* per malattia o per morte* con un altro operaio* cio.o non ne ho ricevuti che treE . .. !a materia ^ ferro e ottone* nella forma necessaria precedentemente ela.. suoi costi di produzione coincidono dun/ue con i costi di =1 . .l consumo di car. 1 il capitalista fa presso a poco i calcoli seguenti: 0upponiamo che il nostro operaio ^ un meccanico ^ de. 1gli potre..O Possiamo voltarci e rigirarci come vogliamo* non usciremo da /uesta contraddizione fino a tanto che parleremo di compra e di vendita del lavoro e di valore del lavoro.

1ssi appartengono ai proprietari delle materie prime* delle macchine* degli strumenti e del capitale anticipato* i /uali permettono a /uesti proprietari di comperare la forza7lavoro della classe operaia. 1 cosA possiamo risalire dai costi di produzione della forza7lavoro al valore della forza7lavoro* e determinare la /uantit( di lavoro socialmente necessario che si richiede per la produzione di una forza7lavoro di /ualit( determinata* come ha fatto &ar' nel capitolo sulla compra e vendita della forza7lavoro N.uno: .. !a prima si misura con l.spaziometi.operaio produce l..o ricevo un franco al giorno dal mio .raccio di lino* o per comporre un foglio di stampa.ile della circolazione delle merci – forza7lavoro compresa – e spiegare che cosa esso sia realmente. ..io si effettua secondo un rapporto determinato.orghese paga per un determinato tempo di lavoro o per una determinata prestazione di lavoro.e/uivalente del suo salario* e si allunga perci5 d.ricata* alla classe operaia ne viene restituita solo una parte.operaio e /uindi della forza7lavoro. se viene impiegata in modo appropriato. 1 come a.ilancia.il salario: "ome viene esso determinato: 0e domandiamo agli operai: %ual.che un.una merce* n4 pi+ n4 meno che lo zucchero.altra espressione per lavoro* l.re di zucchero sono il prezzo delle due li. Iale . %uesti valori prodotti dagli operai non appartengono per5 agli operai. <ella nostra attuale societ( capitalistica* la !orza-lavoro ) una merce.altro lato /uella parte della giornata in cui egli deve regalare al capitalista il suo lavoro senza essere pagato.orghese compera* dun/ue* il loro lavoro con del denaro. !onte di un valore maggiore di (uello che essa possiede.operaio ha scam. una merce come ogni altra.e potuto comperare due li.operaio: ci5 che gli economisti chiamavano costi di produzione del lavoro* sono appunto i costi di produzione dell.l lavoro* dun/ue* .il modo in cui la merce forza7lavoro viene comprata.org 2013 produzione dell.. Poich4 valore non ..iamo visto* l.l. Ianto denaro per tanto lavoro. 3nche in /uesto caso lUo. 1 i due franchi* non rappresentano essi forse tutte le altre merci che posso comperare per due franchi: Bi fatto* /uindi* l.re di zucchero.iato la sua merce* il lavoro* contro altre merci di ogni genere* e secondo un rapporto =2 .altro: . &algrado la diversit( delle loro risposte essi concordano tutti su un punto: il salario .o ricevo due franchi#* ecc. !a determinazione della natura del salario . due franchi con i /uali egli ha comperato dodici ore di lavoro* sono il prezzo del lavoro di dodici ore.uno degli argomenti del "apitale che viene anticipato in /uesti scritti: nel primo capitolo di Lavoro salariato e 2a(itale &ar' scrive: HPassiamo dun/ue alla prima /uestione: "he cosa . Bi tutta la massa di prodotti da essa fa..O !a difficolt( che era insupera.al pi+* deve ancora dividere con la classe dei proprietari fondiari* diventa sempre maggiore ad ogni nuova invenzione e ad ogni nuova scoperta* mentre la parte che tocca alla classe operaia Pcalcolata per testaR o aumenta lentamente e in modo insignificante o non aumenta affatto* e in talune circostanze pu5 persino diminuireT./uello di andare oltre la sfera sensi.espressione con la /uale* nella nostra attuale societ( capitalistica* viene indicata la /uantit( di lavoro socialmente necessaria che . ssa ha cio) la proprietà speci!ica di essere !orza produttrice di valore. ma ci* nonostante una merce tutta a!!atto speciale. . .. <ello stato attuale della produzione la forza7lavoro dell. Gli operai scam.orologio* la seconda con la .ile per i migliori economisti fino a tanto che partivano dal valore del lavoro#* scompare non appena* invece* si parte dal valore della forza7lavoro.iano la loro merce* il lavoro* con la merce del capitalista* il denaro* e /uesto scam. Per tessere dodici ore* due franchi. .org – clashcityworkers.la costituzione economica di tutta la nostra societ( attuale: solo la classe operaia ) (uella che produce tutti i valori.si riduce /uella porte della giornata di lavoro in cui l.orghese#* l. due franchi con i /uali egli ha comperato le due li.orghese ha comperato il loro lavoro* per esempio con due franchi* avre. "on la stessa somma di denaro con la /uale il .importo del vostro salario:#* essi risponderanno* l. anzi di essere.contenuta in una merce determinata.ranche di lavoro alle /uali appartengono* essi indicheranno diverse somme che ricevono dal loro rispettivo padrone per un determinato tempo di lavoro o per fare un determinato lavoro* ad esempio per tessere un .re di zucchero o una determinata /uantit( di /ualsiasi altra merce.uomo non solo produce in un giorno un valore superiore a /uello che essa possiede e a /uello che costa9 ad ogni nuova scoperta scientifica* ad ogni nuovo perfezionamento tecnico /uesta eccedenza del suo prodotto giornaliero sul suo costo giornaliero aumenta* cio. >ra* il salario . Per denaro essi gli vendono il loro lavoro.la somma di denaro che il .iettivo di &ar'* fin dagli scritti divulgativi* ..altra parte* che la classe capitalista trattiene per s4* o tutt.l . 0econdo le varie ..

ricante* che calcola i costi di produzione e* a seconda di essi* il prezzo dei prodotti* tiene conto del logorio degli strumenti di lavoro. Il salario non ) (uindi che un nome speciale dato al prezzo del lavoro9 non .il prezzo del suo lavoro* il suo salario. &a . due franchi esprimono dun/ue il rapporto in cui il lavoro si scam. .ia* a seconda delle epoche storiche e del contesto geografico..l fa.orano in un determinato modo e scam. 0ingoli operai* milioni di operai non ricevono a.infatti una /uestione fondamentale.io del suo lavoro..operaio come operaio e per formarlo come operaio. &ar' usa* come a.operaio* tanto pi+ . %uesto salario minimo* come* in generale* la determinazione del prezzo delle merci secondo i costi di produzione* vale non per il singolo individuo* ma per la specie.anno nel prezzo della merce* per potere* dopo dieci anni* sostituire la macchina vecchia con una nuova. .l logorio dell.l salario minimo* inteso come somma dei costi di produzione e riproduzione della forza7lavoro universale* non pu5 essere sta. 3llo stesso modo* nei costi di produzione del semplice lavoro devono essere conteggiati i costi di riproduzione* per cui la razza degli operai viene posta in condizione di moltiplicarsi e di sostituire gli operai logorati dal lavoro con nuovi operai.l valore di scam.uomoT. %uesto .orgheseT va correttamente intesa come HcapitalistaT* per indicare pi+ propriamente la figura sociale connessa al rapporto di produzione.ile universale che riguarda la classe operaia nella sua universalit(.asta la semplice esistenza fisica dell.anale* diventa fondamentale nel momento in cui si andranno a definire conseguentemente i comuni destini degli operai di tutti i paesi e la necessit( di una comune azione politica.isogna fare ancora una considerazione. !Uosservazione* apparentemente .org 2013 determinato. .222 franchi e si logora in dieci anni* egli conteggia 122 franchi all.ase del grado di sviluppo storico del modo di produzione capitalistico: pu5 dun/ue cam. . Per produrre* essi =$ . .io della sua giornata di lavoro* tanto di carne* tanto di a.contenuta soltanto nella carne e nel sangue dell. Il salario cos> determinato si chiama salario minimo. .org – clashcityworkers.astanza per vivere e riprodursi9 ma il salario dell.operaio* i costi di produzione richiesti per la sua formazione si riducono /uasi esclusivamente alle merci necessarie per mantenerlo in vita. Il prezzo di (uesti costi di esistenza e di riproduzione costituisce il salario.iano reciprocamente le proprie attivit(. 1ssi producono soltanto in /uanto colla. %uesta .operaio. 3scoltiamo ancora &ar': H&a /uali sono i costi di produzione del lavoro: 0ono i costi necessari per conservare l.la prima rivelazione# della natura del salario al di l( dellUapparenza: il salario .una varia.l prezzo del suo lavoro sar( dun/ue determinato dal prezzo dei mezzi di sussistenza necessari. &a vediamo ora il carattere universale del salario. "he cosa vuol dire che il salario ha una natura sociale: 0ignifica che la determinazione del salario stesso* il calcolo del prezzo della forza7lavoro non . costi di produzione del semplice lavoro ammontano /uindi ai costi di esistenza e di riproduzione dell.che un nome speciale dato al prezzo di /uesta merce speciale* che . %uanto meno tempo si richiede per apprendere un lavoro* tanto minori sono i costi di produzione dell.l salario* in /uanto prezzo della merce forza7lavoro* oscilla intorno al valore della merce stessa* determinato dai costi di produzione: tanto il salario /uanto la forza7lavoro* spiega &ar'* non vanno intesi relativamente al singolo operaio e alla singola prestazione dUopera ma alla classe operaia nel suo complesso e alla forza7 nel suo complesso. !a /uestione relativa alla determinazione sociale del salario . <ei rami industriali dove non si richiede nessun apprendistato e .asso . .o* una dimora di certe dimensioni etc* ma .iamo detto* la parola HlavoroT per indicare la Hforza7lavoroT9 nelle note di 1ngels allUedizione del 1CS1 si spiega che la parola H.ilito come somma di un tot di ci. 0e una macchina gli costa* per esempio* 1.iti* tanto di legna* di luce* ecc.iare* anzi certamente cam. .intera classe operaia* entro i limiti delle sue oscillazioni* .io di una merce* valutato in denaro* si chiama appunto il suo prezzo.astratto o uguale in ogni contesto storico o geografico* ma dipende strettamente dalle condizioni sociali entro le /uali si realizza la compravendita della forza7lavoro.spaziometi.lUargomento del III( capitolo dellUopuscolo: H<ella produzione gli uomini non hanno rapporto soltanto con la natura.operaio viene dun/ue conteggiato allo stesso modo del logorio della macchina.uguale a /uesto minimoT.socialmente determinato sulla .ia con altre merci* il valore di scam. %uesto ci porta a capire la natura sociale del salario.. Bandogli due franchi il capitalista gli ha dato* in cam.

) il punto immediatamente successivo dell. mezzi di sussistenza* gli strumenti di lavoro* le materie prime di cui il capitale . I rapporti di produzione costituiscono nel loro assieme ci* che riceve il nome di rapporti sociali* di societ(* e precisamente una societ( a un grado di sviluppo storico determinato* una societ( con un carattere particolare che la distingue. Perch4 /uesti due nomi: Perch4 il primo lavoro .io* non ogni somma di merci* di valori di == .unica sostanza# della complessit( del processo produttivo non spiega ancora* per5* la /ualit( del rapporto sociale capitalistico: non .vivo#* il secondo .ili.isca il minimo cam.l corpo del capitale pu5 trasformarsi continuamente senza che il capitale su.orghese di produzione* un rapporto di produzione della societ( .orghese sono simili complessi di rapporti di produzione* e ognuno di /uesti complessi caratterizza* nello stesso tempo* un particolare stadio di sviluppo nella storia dell.esposizione di &ar': H.il lavoro vivo: ) esattamente la /uota di valore immessa nel processo produttivo e /uindi nella merce dal dispendio di carne* sangue e nervi del lavoratore. %uesta riduzione a un.ensA viceversa.n tutte /ueste cose si nasconde* dun/ue* un accumulo di lavoro* il frutto cristallizzato di una prestazione* per /uanto minima* di forza7lavoro. .l capitale* come rapporto sociale* composto di forza7lavoro* macchinario* materie prime* rendita* si riduce ad una relazione tra forme diverse di lavoro* che &ar' chiama lavoro vivo e lavoro accumulato..atto complessivo della produzione* sono naturalmente diversi a seconda del carattere dei mezzi di produzione. 1sso . Persino lUac/ua piovana* per essere utilizzata* ha . "he cosU.esercito necessariamente si modific5* si modificarono i rapporti sulla ..un rapporto .iamo chiarito la differenza tra lavoro e forza7lavoro possiamo /uindi misurare tutte le merci attraverso il lavoro. 3nche il capitale ) un rapporto sociale di produzione..il lavoro accumulato: ) esattamente la /uota di valore immessa nel processo produttivo e /uindi nella merce dal consumo di materia prima e di macchinari..organizzazione interna dell. %uesti rapporti sociali che legano i produttori gli uni agli altri* le condizioni nelle /uali essi scam. .l capitale non consta soltanto di mezzi di sussistenza* di strumenti di lavoro e di materie prime* non consta soltanto di prodotti materiali9 esso consta pure di valori di scam.io* di grandezze sociali. "he cosU.ase dei /uali i singoli costituiscono un esercito e possono operare come esercito* e si modific5 pure il rapporto dei diversi eserciti tra di loro.one* petrolio* lana* cotone.una somma di merci* di valori di scam.l capitale non .umanit(. Pi+ /ueste diventano sofisticate Pcar.ancora chiaro perch4 la relazione tra lavoro vivo e accumulato non sia e/uili.rata* o meglio il lavoro accumulato non sia al servizio del lavoro vivo* .di valori di scam.arma da fuoco* tutta l.org – clashcityworkers.io. "on l. Iutti i prodotti di cui esso consta sono merci.una somma di merci* cio.R pi+ aumenta la /uota di lavoro che contengono* nascosta#9 lo stesso vale* ovviamente* per i macchinari* che sono nullUaltro che lUesito di un processo produttivo. &a se ogni capitale .spaziometi.io* lo stesso prezzo della lana* del frumento* delle ferrovie* in cui esso prima era incorporato.l capitale rimane lo stesso se mettiamo cotone al posto di lana* riso al posto di frumento* piroscafi al posto di ferrovie* alla sola condizione che il cotone* il riso* i piroscafi ^ il corpo del capitale ^ a.org 2013 entrano gli uni con gli altri in determinati legami e rapporti* e il loro rapporto con la natura* la produzione* ha luogo soltanto nel /uadro di /uesti legami e rapporti sociali. .dun/ue soltanto una somma di prodotti materiali9 esso . !a societ( antica* la societ( feudale* la societ( .invenzione di un nuovo strumento di guerra* dell.proprio /uesto carattere sociale determinato che fa diventare capitale i prodotti che servono per una nuova produzione:T <el momento in cui a.accumulato#: "he senso ha /uesta distinzione: !e materie prime* anche le pi+ semplici* non sono immediatamente disponi.ituati a considerare* nel processo produttivo* materia prima.iano le loro at7 tivit( e partecipano all.orghese. .isogno di essere raccolta* cosA come la legna o ogni altra materia che siamo a. .costituito* non furono essi prodotti e accumulati in determinate condizioni sociali* in determinati rapporti sociali: <on vengono essi impiegati per una nuova produzione in determinate condizioni sociali* in determinati rapporti sociali: 1 non . .iano lo stesso valore di scam. .iamento. rapporti sociali entro i /uali gli individui producono* i rapporti sociali di produzione* si modificano* dun/ue* si trasformano con la trasformazione e con lo sviluppo dei mezzi materiali di produzione* delle forze produttive.

ilmente perduti* nel caso in cui io non utilizzi il tempo durante il /uale essi mi tengono in vita per produrre nuovi mezzi di sussistenza* per creare* cio-* con il mio lavoro* durante il consumo* nuovi valori al posto dei valori perduti nel consumo stesso. &a non appena io consumo mezzi di sussistenza essi sono per me irrimedia.ile forza riproduttiva che l. . 1 infattiE !.org – clashcityworkers.oro e dell.orghesia nel secolo ]W. <ell. .operaio riceve in cam. 0upposto che gli operai =G . "on una forte immagine dialettica &ar' mostra contemporaneamente lUinterdipendenza di capitale e lavoro e contemporaneamente la totale alterit( degli interessi.la tanto rinomata comunit( di interessi fra operaio e capitalistaT. Per se stesso /uindi egli l.operaio cede al capitale in cam.ha perduta N8O Un operaio in un cotonificio produce egli soltanto tessuti di cotone: <o* egli produce capitale.livelli sempre crescenti di profitto.io* con la stessa /uantit( di argento essi ricevevano una /uantit( minore di altre merci. Gli operai continuarono a ricevere per il loro lavoro la stessa /uantit( di argento monetato. 3umento del capitale .argento circolanti in 1uropa aumentarono. %uesta fu una delle circostanze che favorirono l.spaziometi.come forza di una parte della societ(* si conserva e si accresce attraverso lo scam.operaio* la forza creatrice con la /uale l.altro* allo stesso modo che si condizionano a vicenda lo strozzino e il dissipatore.l capitale non consiste nel fatto che il lavoro accumulato serve al lavoro vivente come mezzo per una nuova produzione.operaio va in malora se il capitale non lo occupa.operaio .l capitale pu5 accrescersi soltanto se si scam./uindi aumento del proletariato* cio.operaio riceve dal capitalista una parte dei mezzi di sussistenza esistenti.attivit( produttiva dell.io con il lavoro vivente* immediata. .io fra capitale e lavoro salariato: !. !a divergenza dUinteressi tra le due forze in campo torna nel momento in cui &ar' approfondisce la di!!erenza tra salario nominale.rio sta* dun/ue* nel fatto che il capitale presuppone lUesistenza del lavoro salariato e il suo sfruttamento per la sua stessa sopravvivenza* per garantirsi cio.l prezzo in denaro del loro lavoro rimase lo stesso* eppure il loro salario era diminuito* poich4* nello scam.schiavo.org 2013 scam.la forza7lavoro* unica merce in grado di produrre pi+ valore di /uanto ne serva per riprodurre la forza7lavoro stessa.della classe lavoratrice. 1gli produce va7 lori che serviranno nuovamente a comandare il suo lavoro* per creare a mezzo di essi nuovi valori.io.urro* formaggi* ecc.* aumentarono notevolmente di prezzo. ) una premessa necessaria del capitale.ia con il lavoro* soltanto se produce lavoro salariato.accrescimento del capitale* lo sviluppo della . !./uindi lo stesso* sostengono i . .operaio non soltanto ricostituisce ci5 che consuma* ma conferisce al lavoro accumulato un valore maggiore di /uanto aveva prima.interesse del capitalista e dell. &a . .oro e l. ) il salario determinato soltanto da /uesto prezzo in denaro: <el secolo ]W. 0ino a tanto che l.l lavoro salariato si pu5 scam.orghesi e i loro economisti.l valore dell. 0oltanto il dominio del lavoro accumulato* passato* materializzato* sul lavoro immediato* vivente* fa del lavoro accumulato capitale.operaio salariato . .uno condiziona l.io dei mezzi di sussistenza ricevuti.capitale N8O "ome dun/ue una somma di merci* di valori di scam.io* .n /uesto /uadro trova una perfetta sintesi la concezione del capitale come rapporto sociale. !a ragione del rapporto di s/uili. . 1sso consiste nel fatto che il lavoro vivente serve al lavoro accumulato come mezzo per conservare e per accrescere il suo valore di scam. %uesta .operaio salariato* la sua sorte dipende dal capitale. <on da altro viene in profitto infatti* se non da /uella merce particolarissima che . !. . !. 3 che gli servono /uesti mezzi di sussistenza: 3l consumo immediato.una determinata somma di denaro.io dei suoi mezzi di sussistenza* riceve del lavoro* l.. "he cosa avviene nello scam.l capitale va in malora se non sfrutta il lavoro* e per sfruttarlo deve comperarlo N8O N&aO dire che gli interessi del capitale e gli interessi del lavoro sono gli stessi* significa soltanto che il capitale e il lavoro salariato sono due termini di uno stesso rapporto.’esistenza di una classe che non possiede null’altro che la capacità di lavorare.argento cadde /uindi* in rapporto alle altre merci.3merica* l.inverno del 1C=?* in seguito a un cattivo raccolto* i generi alimentari di prima ne7 cessit(* frumento* carne* .* in seguito alla scoperta dell.io del suo lavoro dei mezzi di sussistenza* ma il capitalista* in cam.appunto /uesta no.iare con capitale soltanto a condizione di accrescere il capitale* di rafforzare il potere di cui .io* diventa capitale: Per il fatto che essa* come forza sociale indipendente* cio.io del loro lavoro* . Prendiamo un altro caso. salario reale e salario relativo: H"i5 che gli operai* anzitutto* ricevono in cam.

aumenta nella stessa proporzione in cui diminuisce il valore di scambio del lavoro.egli paga all.determinato anche dal suo rapporto col guadagno* col profitto del capitalista. &a n4 il salario nominale* cio. Wediamo come funziona la compravendita della forza7lavoro* al cap$ I.dun/ue la legge generale che determina l. !a distri.stata sospinta un gradino pi+ in .argento* ma perch4 era aumentato il valore dei mezzi di sussistenza.operaio deve produrre una /uantit( di valori di scam.org 2013 avessero continuato a ricevere per il loro lavoro la stessa somma di denaro* il loro salario non sare. !a parte che va al capitale* in rapporto alla parte che va al lavoro* . .caduto che di un terzo* poniamo da tre a due franchi. %uesta relazione* sinteticamente esposta in . e diminuisce nella misura in cui il salario saleT. .iamo tener presente soltanto il prezzo del lavoro in denaro* il salario nominale.io. %uesto il salario proporzionale* relativo. 0upponiamo* per esempio* che il prezzo di tutti i mezzi di sussistenza sia caduto di due terzi* mentre il salario giornaliero non . Per lo stesso denaro essi ricevevano in cam.. .operaio* l.aumento e la diminuzione del salario e del profitto nel loro rapporto reciproco: ssi stanno in rapporto inverso. par$ 3: HPer forza7lavoro o capacit( di lavoro intendiamo lUinsieme delle attitudini fisiche e intellettuali che esistono nella corporeit(* ossia nella personalit( vivente dUun uomo* e che egli mette in movimento ogni volta che produce valori dUuso di /ualsiasi genere N8O Per trasformare il denaro in capitale il possessore di denaro deve =Q . .la /uantit( di merci ch.io del salario.l loro salario .. 0upponiamo infine che il prezzo in denaro del lavoro non muti* mentre tutti i prodotti agricoli e industriali* in seguito all.l profitto del capitalista Pdel fa.introduzione di nuove macchine* ad annate pi+ favorevoli* ecc.spaziometi.l carattere inconcilia..uzione della ricchezza sociale fra capitale e lavoro . il salario giornaliero.aumentato9 la posizione sociale del lavoratore peggiorata* . "on lo stesso denaro gli operai possono ora comperare pi+ merci di ogni sorta. .e forse diminuito: 0enza du.uita* o che per meglio dire supera i costi di riproduzione della forza7lavoro stessa. Il pro!itto sale nella misura in cui il salario diminuisce.* siano diminuiti di prezzo. .ro del 2a(itale* dove si analizzano compiutamente i concetti di forza7lavoro* plus7lavoro Plavoro eccedente la /uota coperta# dal salarioR e plus7valore Pvalore corrispondente al plus7 lavoro estorto* che si realizza nella sfera di circolazione della merceR* si distingue tra plusvalore assoluto e relativo* si entra nel merito della giornata lavorativa e /uindi della materialit( del furto di lavoro.nnanzi tutto il salario .operaio con /uesti due franchi disponga di una maggiore /uantit( di merci* che non prima con tre* il suo salario per5 diminuito in rapporto al guadagno del capitalista.ricante* per esempioR aumentato di un franco* il che vuol dire che per una minore /uantit( di valori di scam.dun/ue aumentato* appunto perch4 il suo valore in denaro non . prezzo e pro!itto* trova compiuta esposizione nel primo li. %uantun/ue l..avoro salariato e #apitale e /alario.ile della relazione tra capitale e lavoro sta semplicemente nel fatto che il capitale vive appropriandosi del lavoro eccedente fornito dalla forza7lavoro che impiega* di /uella /uota di valore immessa nel prodotto che non viene retri.cam.io maggiore di prima.cresciuta..l prezzo in denaro del lavoro* il salario nominale* non coincide /uindi con il salario reale* cio.la somma di denaro per la /uale l.operaio si vende al capitalista* n4 il salario reale* cio. il pro!itto. e viceversa. .egli pu5 comperare con /uesto denaro* esauriscono i rapporti contenuti nel salario. .con la /uantit( di merci che vengono realmente date in cam.iamo visto* tanto pi+ il salario diventa una grandezza relativamente minore rispetto al profitto* cresce di meno se non diminuisce addirittura* perde dUimportanza relativa.l salario reale pu5 restare immutato* anzi pu5 anche aumentare* e ciononostante il salario relativo pu5 diminuire.asso al di sotto di /uella del capitalista.io ch. %uanto pi+ il capitale produttivo si sviluppa* come a. %uando parliamo* dun/ue* di aumento o diminuzione del salario* non do..l capitalista* con lo stesso capitale* comanda una maggiore /uantit( di lavoro.l potere della classe capitalista sulla classe operaia .iato.l salario reale esprime il prezzo del lavoro in rapporto col prezzo delle altre merci* il salario relativo* invece* il prezzo del lavoro immediato* in rapporto col prezzo del lavoro accumulato* il valore relativo di lavoro salariato e capitale* il valore reciproco di capitalisti e operai. . Il valore di scambio del capitale.org – clashcityworkers. %ual . .l loro salario era diminuito* non perch4 fosse diminuito il valore dell.io meno pane* meno carne* ecc.diventata ancora pi+ disuguale.

dato. 0e il proprietario di forza7lavoro ha lavorato oggi* deve esser in grado di ripetere domani lo stesso processo* nelle stesse condizioni di forza e salute. Bun/ue* se la sua presenza sul mercato devUessere continuativa* come presuppone la trasformazione continuativa del denaro in capitale* il venditore della forza7lavoro si deve =? .differente.eri lavoratori. . %uindi la produzione di essa presuppone lUesistenza dellUindividuo..ero di tutte le cose necessarie per la realizzazione della sua forza7lavoro..org 2013 trovare sul mercato delle merci il lavoratore li.iamo considerare pi+ da vicino /uella merce peculiare che . 1 per il momento non ha interesse neppure per noi.* sono differenti di volta in volta a seconda delle peculiarit( climatiche e delle altre peculiarit( naturali dei vari paesi. Bun/ue il tempo di lavoro necessario per la produzione della forza7 lavoro si risolve nel tempo di lavoro necessario per la produzione di /uei mezzi di sussistenza9 ossia: il valore della forza7lavoro . %uindi il capitale annuncia fin da principio unUepoca del processo sociale di produzione. 1sso nasce soltanto dove il possessore di mezzi di produzione e di sussistenza trova sul mercato il li.isogni naturali* come nutrimento* vestiario* riscaldamento* alloggio ecc.evidentemente il risultato dUuno svolgimento storico precedente* il prodotto di molti rivolgimenti economici* del tramonto di tutta una serie di formazioni pi+ antiche della produzione sociale.lema del perch4 /uel li. Una cosa .n /uanto valore* anche la forza7 lavoro rappresenta soltanto una /uantit( determinata di lavoro sociale medio oggettivato in essa.la forza7lavoro. .org – clashcityworkers.itudini e dalle esigenze fra le /uali e con le /uali si formata la classe dei li. %uesto aumento dUuscita esige un aumento dUentrata. >rmai do. Iale grado di sviluppo . "ome viene determinato : . 3nche le categorie economiche che a. Bun/ue la determinazione del valore della forza7lavoro* al contrario che per le altre merci* contiene un elemento storico e morale. . !a somma dei mezzi di sussistenza deve dun/ue essere sufficiente a conservare lUindividuo che lavora nella sua normale vita* come individuo che lavora. Per divenire merce* il prodotto non dev. Per la propria conservazione lUindividuo vivente ha . &a per un determinato paese* in un determinato periodo* il volume medio dei mezzi di sussistenza necessari* . 1ssa ha un valore* come tutte le altre merci. . <ellUesistenza del prodotto come merce* sono racchiuse determinate condizioni storiche.isogno di una certa somma di mezzi di sussistenza. Per il possessore di denaro* che trova il mercato del lavoro come sezione particolare del mercato delle merci* non ha alcun interesse il pro.ia da vendere altre merci* che sia privo ed esente* li.anchUesso un prodotto della storia* dipende /uindi in gran parte dal grado dUincivilimento di un paese e* fra lUaltro* anche ed essenzialmente dalle condizioni* /uindi anche dalle a. Bata lUesistenza dellUindividuo* la produzione della forza7lavoro consiste nella riproduzione* ossia nella conservazione di esso.l valore della forza7lavoro* come /uello di ogni altra merce* .evidente* per5.iamo gi( considerato* portano le tracce della loro storia. 1sso stesso . !e sue condizioni storiche dUesistenza non sono affatto date di per se stesse con la circolazione delle merci e del denaro.l proprietario della forza7lavoro .. &a nellUattuazione della forza7lavoro* nel lavoro* si ha dispendio di una certa /uantit( di muscoli* nervi* cervello* ecc.era persona* e che* dUaltra parte* non a.determinato dal tempo di lavoro necessario alla produzione e* /uindi anche alla riproduzione* di /uesto articolo specifico. !a forza7 lavoro esiste soltanto come attitudine naturale dellUindividuo vivente. !a natura non produce da una parte possessori di denaro o di merci e dallUaltra puri e semplici possessori della propria forza lavorativa.il valore dei mezzi di sussistenza necessari per la* conservazione del possessore della forza7 lavoro. BUaltra parte* il volume dei cosiddetti . <oi teniamo fermo* sul piano teorico* al dato di fatto* come fa il possessore di denaro sul piano pratico.ero9 li. Per5* la forza7lavoro si realizza soltanto per mezzo della sua estrinsecazione* si attua soltanto nel lavoro.io* che nel commercio di permuta diretta comincia soltanto* sia gi( compiuta.mortale.per5 comune a formazioni sociali economiche storicamente diversissime lUuna dallUaltra N8O &a per il capitale la cosa .isogni necessari* come pure il modo di soddisfarli* . umani* la /uale deve a sua volta esser reintegrata.un rapporto risultante dalla storia naturale e neppure un rapporto sociale che sia comune a tutti i periodi della storia.ero nel duplice senso che disponga della propria forza lavorativa come propria merce* nella sua /ualit( di li.essere prodotto come mezzo immediato di sussistenza per colui che lo produce N8O !a rappresentazione del prodotto come merce esige una divisione del lavoro entro la societ(* tanto sviluppata che la separazione fra valore dUuso e valore di scam.ero lavoratore gli si presenti nella sfera della circolazione.ero lavoratore come venditore della sua forza7lavoro e /uesta sola condizione storica comprende tutta una storia universale.spaziometi. %uesto rapporto non .

ilito per contratto* ogni volta che la vende N8O ..sta. &a il valore di ogni merce . =C .io di merci* entro i cui limiti si muovono la compera e la vendita della forza7lavoro* era in realt( un vero 1den dei diritti innati dellUuomo. 1 appunto perch4 cosA ognuno si muove solo per s4 e nessuno si muove per lUaltro* tutti portano a compimento* per una armonia presta.l suo valore era determinato* come /uello di ogni altra merce* prima chUessa entrasse in circolazione* poich4 per produrla era stata spesa una determinata /uantit( di lavoro sociale N8O .allo stesso tempo processo di produzione di merce e di plusvalore.accessi.iarsi in /ualche cosa. .oratorio della produzione sulla cui soglia sta scritto: Io admittance except on business.ilito per contratto* . %uindi* assieme al possessore di denaro e al possessore di forza7lavoro* lasciamo /uesta sfera rumorosa che sta alla superficie ed .l contratto .org – clashcityworkers.il risultato finale nel /uale le loro volont( si danno una espressione giuridica comune.ilita delle cose* o sotto gli auspici dUuna provvidenza onniscaltra* solo lUopera del loro reciproco vantaggio* dell.ono esser continuamente reintegrate per lo meno con lo stesso numero di forze7lavoro nuove N8O .ra gi( cam. !e forze7lavoro sottratte al mercato dalla morte e dal logoramento de.eroscam. conciaturaT.determinato dal tempo7 lavoro necessario per fornirla di . <el separarci da /uesta sfera della circolazione semplice* ossia dello scam.spaziometi. 0e il prezzo della forza7lavoro scende a /uesto minimo* scende al disotto del suo valore* perch4 a /uesto modo la forza7lavoro si pu5 conservare e sviluppare solo in forma ristretta e ridotta.ito il prezzo sta.ilito nel contratto: per esempio alla fine di ogni settimana N8O . %uindi varia col valore di /uei mezzi di sussistenza* cio.ancor passato realmente nelle mani del compratore. ProprietàE Poich4 ognuno dispone soltanto del proprio. guaglianzaE Poich4 essi entrano in rapporto reciproco soltanto come possessori di merci* e scam.l consumo della forza7lavoro* come il consumo di ogni altra merce* si compie fuori del mercato ossia della sfera della circolazione.l processo di consumo dalla forza7lavoro .org 2013 perpetuare* Hcome si perpetua ogni individuo vivente* con la procreazioneT.ench4 venga pagata soltanto in un secondo tempo. Vinalmente ci si dovr( svelare lUarcano della fattura del plusvalore.venduta .utile comune* dellUinteresse generale. 0tipulano il loro contratto come li.n tutti i paesi dove domina il modo di produzione capitalistico la forza7lavoro viene pagata soltanto dopo che ha gi( funzionato durante il periodo fisso sta.l prezzo della forza7lavoro ..ia portato al mercato la propria pelle e non a.ench4 venga realizzato solo in un secondo tempo* come il canone dUaffitto di una casa.ibertàE Poich4 compratore e venditore dUuna merce* per esempio della forza7lavoro* sono determinati solo dalla loro li. %ui si vedr( non solo come produce il capitale* ma anche come lo si produce* il capitale.ista vulgaris prende a prestito concezioni* concetti e norme per il suo giudizio sulla societ( del capitale e del lavoro salariato* la fisionomia delle nostre dramatis personae sem..ile a tutti gli sguardi* per seguire lUuno e lUaltro nel segreto la. N8O !Uultimo limite* o limite minimo* del valore della forza7lavoro .iano e/uivalente per e/uivalente. Proprietà e Lentham. LenthamE Poich4 ognuno dei due ha a che fare solo con se stesso.ont( normale N8O !a natura peculiare di /uesta merce specifica* la forza7lavoro* ha per conseguenza che* /uando .era volont(. Iuttavia* per una comprensione netta del rapporto* .ili.io di merci* donde il li.l valore della forza7lavoro si risolve nel valore dUuna certa somma di mezzi di sussistenza.costituito dal valore di una massa di merci senza la fornitura giornaliera delle /uali il detentore della forza7lavoro* lUuomo* non pu5 rinnovare il suo processo vitale9 dun/ue* dal valore dei mezzi di sussistenza fisiologicamente indispensa.ere persone* giuridicamente pari.concluso il contratto fra compratore e venditore* il suo valore dUuso non .utile presupporre per un momento che il possessore della forza7lavoro ne riceva su. .. !a sfera della circolazione* ossia dello scam.con la grandezza del tempo7lavoro richiesto dalla loro produzione. !a forza7lavoro . .ibertà* guaglianza..ia ormai da aspettarsi altro che la. . !Uunico potere che li mette lUuno accanto allUaltro e che li mette in rapporto . !Uantico possessore del denaro va avanti come capitalista* il possessore di forza7lavoro lo segue come suo lavoratore9 lUuno sorridente con aria dUimportanza e tutto affaccendato* lUaltro timido* restio* come /ualcuno che a./uello del proprio utile* del loro vantaggio particolare* dei loro interessi privati. %uivi regnano soltanto .

l corpo della merce stesso* come il ferro* il grano* un diamante* ecc.lema di come e dove si produce il valore in un modo di produzione capitalista che si manifesta chiaramente la distanza di &ar' e di 1ngels non solo dall.dun/ue una merce* che il suo possessore* il salariato* vende al capitale.org – clashcityworkers. %uesto suo carattere non dipende dal fatto che lUappropriazione delle sue /ualit( utili costi allUuomo molto o poco lavoro.l capitale esiste in /uanto esiste la forza7lavoro: cio. 1d . Parliamo della teoria del valore* che .uso.O !a forza lavoro .iamo visto* l.io e non solo valore d.il soggetto collettivo che si pu5 fare carico di portare la lotta di classe fino alle estreme conseguenze.dun/ue /uella che genera plusvalore* scam./)75! IN M/5D .che l.(-. Per capire fino in fondo /uesto punto* specifichiamo per5 di cosa parliamo /uando parliamo di valore.non esiste capitale senza il suo antagonista Pdun/ue* contro /uanto dicono molti* se esiste il capitale esiste anche il proletariatoR.il luogo in cui il materialismo storico e la concezione comunista provano a farsi scientifiche#: esplorarlo a fondo ci permette sia di imparare il metodo dialettico per analizzare e trasformare la realt(* sgom. N8O .iandosi inegualmente contro il capitale nella forma del salario.analisi di &ar'.n /uesti ultimi due incontri insisteremo* anche alla luce di sollecitazioni che ci provengono dalla nostra attivit( politica /uotidiana e dal di. &a ci5 non .cruciale: /uella fra lavoro e forza7 lavoro. . #he cos’) il plusvalore+ /ussunzione !ormale e sussunzione reale. Per denaro essi gli vendono il loro lavoro. <on esiste capitale senza /uesto lavoro produttivo. . .uso e valore di scam.. .l capitale /uindi .analisi dei due tedeschi si differenzia da /uella di Micardo e 0mith per una distinzione* non solo terminologica* che . %uesto ci ha portato* alla fine dello scorso incontro* ad alcune considerazioni* che possiamo riassumere cosA: 1.attito culturale* su un nodo centrale dell. .erali etc* ma anche da tutte le varianti del socialismo riformista. .un rapporto sociale* di natura dialettica.forza7lavoro che genera valore di scam. /i produce valore nel mondo della circolazione+ Il capitale commerciale. ) intorno a /uesto pro. Pi+ precisamente* come a. <ella forma di =S ..sezione I.ideologia dominante e dalle false soluzioni che ci propone* sia di individuare chi .spaziometi..iamo cercato di mostrare come* nei venti anni che vanno dalla stesura del Mani!esto alla pu. 2.io* tratta dal 2a(itale . valori dUuso costituiscono il contenuto materiale della ricchezza* /ualun/ue sia la forma sociale di /uesta.ene.ra* il loro lavoro con del denaro./uindi un valore dUuso* ossia un .apparenza.rando il campo dall. . &a /uesta utilit( non aleggia nellUaria.isogni umani di un /ualsiasi tipo N8O !Uutilit( di una cosa ne fa un valore dUuso.ncora sul rapporto !ra capitale e lavoro: dove e come si produce valore in un modo di produzione capitalista+ . "ome infatti scrive &ar' in Lavoro salariato e ca(itale: H.’importanza del tema della cooperazione.da /uesta dialettica sociale che si genera il processo di valorizzazione.. .org 2013 .economia politica* dai li. >ra* nello scorso incontro a. la disoccupazione. !a forza7lavoro che conta# .* .lcune categorie di base: valore d’uso e valore di scambio. Perch4 la vende: Per vivereT. Plusvalore assoluto e plusvalore relativo.ilit( storiche.n altri termini: se troviamo dove e come si produce il valore* troviamo dove e come si genera il proletariato* /uali sono le sue forme spontanee# di organizzazione e di resistenza* /uali sono le sue possi. .in primo luogo un oggetto esterno* una cosa che mediante le sue /ualit( soddisfa . cap$ 1.davvero il cuore pulsante di tutto il #apitale* e il punto in cui si concentrano i maggiori sforzi dei suoi due autori.ro del #apitale* &ar' ed 1ngels si sforzino di trovare la fonte del valore delle merci nel lavoro. 1U un portato delle /ualit( del corpo della merce e non esiste senza di esso. ) /uesta la prima definizione di lavoro produttivo#.licazione del primo li.l capitalista compera agli stessi operai* a /uanto sem..I( IN 7NT57$ /N/T7MI/ D!))/ )/SS! II$ )/ T!75I/ D!) . N.’uso capitalista delle macchine.a sovrappopolazione relativa. %uesto . par$ 1<: H!a merce .n altre parole* . "i5 che essi in realt( vendono al capitalista per una somma di denaro . il mondo del non-lavoro. Partiamo con /uesta prima distinzione* fra valore d.la loro !orza lavoro.

.l valore d1uso non .non contengono nemmeno un atomo di valore dUusoT. &a . %uindi il grano ha molteplici valori di scam. "osa ci dice /uesta e/uazione: "he in due cose differenti* in1 kg di grano come pure in 1 kg di ferro* esiste un /ualcosa di comune e della stessa grandezza.le rendono valori dUuso.pi+ grande# del suo valore di scam.l valore giornaliero della !orza-lavoro ammontava a $2 ` perch4 in esso .uon denaro.uso .spaziometi.perch4 i mezzi di sussistenza necessari G2 .io* devUessere dun/ue riduci. >gnuno di essi* in /uanto valore di scam. <on vuole produrre soltanto un valore d1uso.ase del progresso sociale e il nostro capitalista sia un deciso progressista* egli non fa.ia con il salario.ia con ' lucido da stivali* o con y seta* o con z oro: in .iamo entrare nel la. %uello che infatti immediatamente appare* non .appunto la forza7lavoro che si scam.ili a /ualcosa di comune* di cui rappresentano unUaggiunta o una diminuzione. N<ell.io . 1 pu5 tirarlo fuori solo nel processo lavorativo* in cui* fra le varie merci che il capitalista com.proprio tale astrarre dai loro valori dUuso che caratterizza con evidenza il rapporto di scam. non soltanto valore dUuso* ma valore* e non soltanto valore.ili* cio. valori di scam.ile a /uesto terzo.ile un profitto* il pro. depositari del valore di scambio.ina per ottenere il suo prodotto finale* compare una merce particolare che produce pi+ di /uanto costa Pil cui valore d. 1ntro tale rapporto* un valore di scam..io validi della stessa merce esprimono la stessa cosa. Bun/ue lUuno e lUaltro sono eguali a una terza cosa* che in s4 e per s4 non .esempio precedenteO .. cap$ . 1 per il nostro capitalista si tratta di due cose: in primo luogo egli vuol produrre un valore dUuso che a.l prodotto 7 propriet( del capitalista 7 . N8O .iati con valori dUuso di altro tipo9 tale rapporto cam. Perci5 ne consegue: in primo luogo* che i valori di scam.oratorio segreto della produzione#.oggettivata una mezza giornata lavorativa. i mezzi di produzione e la forza7lavoro* per le /uali ha anticipato sul mercato il suo .sezione III.valido /uanto un altro* purch4 ve ne sia in proporzione sufficiente.O 1 kg di grano _ 1 kg di ferro.rica gli stivali per amor degli stivali.io di 1 kg di grano* ' lucido da stivali* y seta* z oro* ecc.il valore di scam.ili lUun con lUaltro o di grandezza eguale fra loro.. ma anche plusvaloreT..io si presenta in un primo momento come il rapporto /uantitativo* la proporzione nella /uale valori dUuso dUun tipo sono scam.io pu5 essere in generale solo il modo di espressione* la Lforma fenomenica L di un contenuto distingui. par II<: H..io interno* immanente alla merce si presenta come una contradictio in adYecto.ili* nel modo della produzione scopriremo che c.ench4 per esempio gli stivali costituiscano in certo senso la .io N8O .ia. . "onsideriamo la cosa pi+ da vicino.io sostitui. Una certa merce* per esempio 1 kg di grano* si scam. %uesto /ualcosa di comune non pu5 essere una /ualit( geometrica* fisica* chimica o altra /ualit( naturale delle merci.org 2013 societ( che noi do. %uivi in genere i valori dUuso vengono prodotti soltanto perch4 e in /uanto essi sono sostrato materiale. cio.io invece di averne uno solo.io delle merci. N.lema per lui . Perci5 si presenta come /ualcosa di casuale e puramente relativo* e perci5 un valore di scam.affatto la cosa (u1on aime pour ellemMme. 0e ci5 che muove il capitalista ..n4 lUuno n4 lUaltro.ono essere valori di scam. Vatta /uesta importante precisazione* &ar' dimostra che per capire davvero il modo di produzione capitalistico* non possiamo restare nel mondo della circolazione# delle merci e della compravendita di /ueste* ma do.io ) diseguale* ed .io possono essere soltanto di /uantit( differente* cio.ia con altre merci in differentissime proporzioni.ia un valore di scam.un valore dUuso* refe* stivali* ecc.org – clashcityworkers. &a* in secondo luogo: il valore di scam.capire dove tirarlo fuori.ioR: HWediamo un poU pi+ da vicino.. !e loro propriet( corporee si considerano* in genere* soltanto in /uanto le rendono utilizza.iamo considerare i valori dUuso costituiscono insieme i depositari materiali del valore di scam. &a poich4 ' lucido da stivali* e cosA y seta* e cosA z oro* ecc.ile da esso. de.. &a dUaltra parte . "ome valori dUuso le merci sono soprattutto di /ualit( differente* come valori di scam.reve* si scam. Wediamo come funziona il processo di valorizzazione# .idea di produrre un plusvalore che gli renda possi./uello che ): se nel mondo della circolazione tutti i valori appaiono ugualmente scam.l..io delle merci sono riduci.io* un articolo destinato alla vendita* una merceN e in secondo luogo vuol produrre una merce il cui valore sia pi+ alto della somma dei valori delle merci necessarie alla sua produzione. ma una merce.cio.ia continuamente coi tempi e coi luoghi.l valore di scam.una merce il cui scam. nella produzione delle merci.

a circostanza che il mantenimento giornaliero della !orza-lavoro costa soltanto una mezza giornata lavorativa.i costi giornalieri di mantenimento della forza7lavoro e il dispendio giornaliero di /uesta sono due grandezze del tutto distinte. il /uale avviene nella sfera della produzione. e che (uindi il valore creato durante una giornata dall1uso di essa superi del doppio il suo proprio valore giornaliero.l denaro ) tras!ormato in capitale. %uindi il lavoratore trova nellUofficina non solo i mezzi di produzione necessari per un processo lavorativo di Q ore* ma /uelli per 12 ore. . !a prima determina il suo valore di scam. 1ppure trae dalla circolazione $Q ` di pi+ di /uelli che vi ha immesso inizialmente. @anno deposto un plusvalore di $Q `.riuscito* finalmente. 0i scam. per tutta una giornata. Iutto /uesto svolgimento di trasformazione in capitale del denaro del nostro capitalista* avviene e non avviene nella sfera della circolazione. ha reso un prodotto di 22 /li di refe del valore di $Q2 `.. Wende il /uintale di cotone a 1C `. il lavoro di tutt1un giorno.il servizio specifico che il capitalista se ne aspetta. lavoro trapassato* oggettivato* morto. 3desso nei 22 /li di refe sono oggettivate G giornate lavorative: =* nella massa di cotone e di fusi consumata9 1* assor. "osA $2= ` si sono trasformati in $Q2 `.io delle merci non sono state affatto violate./uello di esser fonte di valore* e di pi+ valore di /uanto ne a. %uesto . G1 .io* lUaltra costituisce il suo valore dUuso. .l capitalista torna ora sul mercato e vende merce* dopo aver comprato merce. . !Uutile /ualit( di produrre refe e stivali* propria della forza7lavoro* era per il capitalista soltanto la conditio sine (ua non. non un /uattrino pi+ o meno del suo valore.cresciuto di un nono oltre il valore anticipato per la sua produzione. bench' la !orza-lavoro possa operare. cio) lavorare. 3 /uesta di!!erenza di valore mirava il capitalista /uando comperava la forza7 lavoro.org – clashcityworkers. "onsideriamo il prodotto del processo lavorativo prolungato.lema sono risolti e le leggi dello scam.l colpo .iato e/uivalente con e/uivalente9 il capitalista* come compratore* ha pagato ogni merce al suo valore* cotone* massa dei fusi* forza7lavoro9 poi ha fatto /uel che fa ogni altro compratore di merci9 ha consumato il loro valore dUuso. . &a il lavoro trapassato* latente nella forza7lavoro* e il lavoro vivente che pu5 fornire la forza7lavoro* cio. 3vviene attraverso la mediazione della circolazione* perch4 ha la sua condizione nella compera della !orza-lavoro sul mercato delle merci9 non avviene nella circolazione* perch4 /uesta non fa altro che dare inizio al processo di valorizzazione. Bi fatto* il venditore della forza7lavoro realizza il suo valore di scambio e aliena il suo valore d1uso.dun/ue il prezzo dei 22 /li di refe.ita dal cotone durante il processo di filatura.l /uintale di refe costa* come prima* 1C `. 1 in /uesto egli procede secondo le eterne leggi dello scam. 1 cosA tout est pour le mieux dans le meilleur des mondes possible#. .l valore del refe ammonta a $Q2 `. poich4* per creare valore* il lavoro devUessere speso in forma utile: ma decisivo era invece il valore d1uso speci!ico di (uesta merce.l valore del prodotto .processo di produzione della merce. <on pu5 ottenere lUuno senza cedere lUaltro.iranno 12 ore di lavoro e si trasformeranno in 22 /li di refe. ma non ) a!!atto un1ingiustizia verso il venditore.spaziometi. Il processo di consumo della !orza-lavoro che insieme . ) una !ortuna particolare per il compratore.l capitalista* trasformando denaro in merci che servono per costituire il materiale di un nuovo prodotto ossia servono come fattori del processo lavorativo* incorporando forza7lavoro vivente alla loro morta oggettivit(* trasforma valore. Iutti i termini del pro. in valore autovalorizzantesiN mostro animato che comincia a HlavorareT come se avesse amore in corpoT. che .l possessore del denaro ha pagato il valore giornaliero della forza7lavoro9 /uindi a lui appartiene l1uso di essa durante la giornata. . . %uesto .ia essa stessa..org 2013 giornalmente alla produzione della forza7lavoro costano una mezza giornata lavorativa. &a il totale del valore delle merci immesse nel processo ammontava a $2= `. &a lUespressione in oro di G giornate lavorative -: $Q2 `. . nostro capitalista ha previsto /uesto caso* che lo mette in allegria. . Bun/ue il valore della forza7lavoro e la sua valorizzazione nel processo lavorativo sono due grandezze differenti. . in capitale. 0e 12 /li di cotone hanno assor. .io delle merci. come il venditore di /ualsiasi altra merce. "he sia necessaria una mezza giornata lavorativa per tenerlo in vita per venti/uattro ore* non impedisce affatto allUoperaio di lavorare per una giornata intera.ito Q ore lavorative e si sono trasformati in 12 /li di refe* 22 /li di cotone assor.l valore dUuso della forza7lavoro* il lavoro stesso* non appartiene affatto al venditore di essa* come al negoziante dUolio non appartiene il valore dUuso dellUolio da lui venduto.

!Ueccedenza del valore complessivo del prodotto sulla somma dei valori dei suoi elementi costitutivi .ase del profitto del capitalista* do.lUeccedenza del capitale valorizzato sul valore del capitale inizialmente anticipato.777777777777777777777777.superiore* essa si manifester( anche in lavoro superiore e si oggettiver( /uindi* negli stessi periodi di tempo.i i casi* il plusvalore risulta soltanto attraverso unUeccedenza (uantitativa di lavoro* attraverso la durata prolungata del medesimo processo produttivo.nvece delle Q ore a ci5 sufficienti il processo dura per esempio 12 ore. ?iproduce il proprio e(uivalente e inoltre produce un1eccedenza.org – clashcityworkers. o in . %uesta parte del capitale si trasforma continuamente da grandezza costante in grandezza varia. il plusvalore.l1estrinsecazione d1una !orza-lavoro nella /uale confluiscono costi di preparazione superiori* la cui produzione costa pi+ tempo di lavoro* e che /uindi ha valore superiore a /uello della forza7lavoro semplice. oppure lavoro pi@ complesso.spaziometi. non cambia la propria grandezza di valore nel processo di produzione. per la riproduzione della !orza-lavoro .ile. "on lUesposizione delle parti differenti avute dai differenti fattori del processo lavorativo nella !ormazione del valore del prodotto a. lavoro di importanza speci!ica superiore.ile* cio. 0e il valore di /uesta forza . in un caso* processo di produzione di refe* nellUaltro* processo di produzione di gioielliT. pu* essere pi@ grande o pi@ piccolo. Una volta appurato che .l lavoro che viene stimato come lavoro superiore* pi+ complesso* in confronto al lavoro sociale medio* .ase al tipo di lavoro* ma solo al tipo di rapporto che si intrattiene con il capitale* tanto che &ar' aggiunge: H3. .. %uindi la chiamo parte costante del capitale. mezzi di produzione da una parte* la forza7lavoro dallUaltra* sono solo le differenti forme dUesistenza assunte da valore iniziale del capitale /uando sU. materiali ausiliari e mezzi di lavoro.n entram. o* in .iamo di fatto caratterizzato le !unzioni delle di!!erenti componenti del capitale nel suo proprio processo di valorizzazione.777777777777777. %uesto plusvalore costituisce l1eccedenza del valore del prodotto sul valore dei !attori del prodotto consumati. Bun/ue con la messa in atto della forza7lavoro non viene riprodotto solo il suo proprio valore ma viene anche prodotto un valore eccedente. Invece la parte del capitale convertita in !orza-lavoro cambia il proprio valore nel processo di produzione. ) evidente che per arrivare a capire /uesta definizione e a rappresentarci matematicamente /uesto saggio* cio.reve: capitale variabile.e riprodotto e aggiunto allUoggetto del lavoro solo un puro e semplice e(uivalente del valore della forza7lavoro. in valori relativamente superiori.reve* capitale costante.operaio da parte del capitalistaT* come dice ancora &ar'* do.7777777777777777777777777777. ) una distinzione molto chiara: H0appiamo gi( che il processo lavorativo continua a durare oltre il punto nel /uale sare.trasformato nei fattori del processo lavorativo 3un(ue la parte del capitale che si converte in mezzi di produzione.. .la grandezza relativa del plusvaloreT. . cio. plus-lavoro riposo %uesto schema non cam.ile e capitale costante.iamo prima fare una distinzione cruciale fra capitale varia.org 2013 0e volessimo dun/ue rappresentare graficamente la giornata dell.svestito della sua forma di denaro e sU. cio) in materia prima.il pluslavoro estorto all. Iuttavia* /ualun/ue sia la differenza fondamentale fra lavoro di filatura e lavoro di gioielleria* la porzione di lavoro per mezzo della /uale il lavorante gioielliere non fa che reintegrare il valore della propria forza7lavoro* non si distingue affatto (ualitativamente dalla porzione aggiuntiva di lavoro con la /uale egli crea plusvalore.del tutto indifferente che il lavoro appropriatosi dal capitalista sia lavoro semplice..iamo per5 calcolare il saggio del plusvalore che -* come dice &ar'* Hla valorizzazione relativa del capitale varia.operaio ad essere alla . lavoro sociale medio.operaio ci ritroveremmo di fronte a /uesto schema: . %uindi la chiamo parte variabile del capitale.. ./uesto rapporto* /uesta Hespressione esatta del grado di sfruttamento della forza7lavoro da parte del capitale* cio..ia in .iamo gi( notato che per il processo di valorizzazione .dei mezzi di produzione e della forza7lavoro. !e medesime parti costitutive del capitale che dal punto di vista del processo lavorativo si distinguono G2 . .dell. che a sua volta pu* variare.

.eni che il lavoratore riceve in forma di salario.l suo valore .n primo luogo dun/ue poniamo che la parte di capitale costante sia eguale a zero.eguale a =.2C2 ` PvRR a 1. &a la sua grandezza proporzionale* cio.2C2 `.PpR* esprime /ui la grandezza assoluta del plusvalore prodotto.operaio* il secondo periodo del processo lavorativo* nel /uale egli sgo. N8O .ile PWR . 3lla fine del processo di produzione risulta merce il cui valore . Per conoscere il plusvalore .eguale a PpR* un plusvalore di 1. G$ .2C2 ` PvR _ Q. Bun/ue all..ile* ossia . "hiamo saggio del plusvalore /uesta valorizzazione relativa del capitale varia...rappresentato il lavoro che scorre per tutta la durata del processo di produzione* do.ile* che .e: 1.decisivo* per conoscere il valore in generale* intenderlo come puro e semplice coagulo di tempo di lavoro* come semplice lavoro aggettivato. Poich4 il valore del capitale varia. capitale iniziale " si .. !a differenza fra i due . 1sso crea plusvalore* che sorride al capitalista con tutto il fascino d.la grandezza relativa del plusvalore N8O 3ll.altra somma di denaro PvR spesa per forza7lavoro9 PcR rappresenta la parte di valore trasformata in capitale costante* PvR /uella trasformata in capitale varia. _ Pc a vR a p.222 `. %uesto accade perch4 il lavoratore lavora per un tempo superiore a /uello strettamente necessario a riprodurre i .S22 ` PcR a 1. .2C2 `.ourR il lavoro speso in esso.l plusvalore generato nel processo di produzione dal capitale anticipato "* cio.il saggio del plusvalore -: p : v _ pluslavoro : lavoro necessario..la valorizzazione del valore di capitale " anticipato* si presenta in un primo momento come eccedenza del valore del prodotto sulla somma dei valori degli elementi della sua produzione.l capitale varia.org 2013 come fattori oggettivi e fattori soggettivi* mezzi di produzione e forza7lavoro* dal punto di vista del processo di valorizzazione si distinguono come capitale costante e capitale variabileD.2C2 ` PpR _ ?.1Q2 `* nel che . due rapporti esprimono la stessa relazione in forma differente* l.* capitolo ?R: H.uno nella forma del lavoro oggettivato* l. .nsomma: .il rapporto di valorizzazione del capitale varia.spaziometi.2C2 : 1.2C2 _ 122 b. .evidentemente determinato dal rapporto del plusvalore col capitale varia.eguale a Pc a vR a p* dove PpR .222 ` .ile nello stesso rapporto che il pluslavoro sta al lavoro necessario9 cio.2C2 `* per ottenere il plusvalore* 1./uindi /uello che si incorpora nei .ile* .altrettanto decisivo intenderlo come puro e semplice coagulo di tempo di lavoro soverchio* come pluslavoro semplicemente oggettivato* /uanto .222 ` e ne sono venuti ?.altro nella forma del lavoro in movimento.dato dai . Bun/ue il capitale anticipato si ridurr( da Pc a vR a PvR* e il valore del prodotto Pc a vR a p si ridurr( al prodotto del valore Pv a pR.una creazione dal nulla.a oltre i limiti del lavoro necessario* gli costa certo lavoro* dispendio di forza7lavoro* ma per lui non crea nessun valore.espresso dalla formula p:v Bun/ue* nell. N8O !a formula " _ c a v* si trasforma in ".iamo detrarre il valore del capitale varia.eguale a 1. Bato che il prodotto del valore sia eguale a 2.eni che formano il suo salario.2C2 `. !a cifra di 1.2C2 `. 0olo la forma per spremere al produttore immediato* al lavoratore* /uesto pluslavoro* distingue le formazioni economiche della societ(9 per esempio* la societ( della schiavit+ da /uella del lavoro salariatoN$2O.chiamata varia. %uesta parte del capitale .S22 ` PcR a 1.ile definisce il saggio di plusvalore o saggio di sfruttamento Psezione . "ome vedremo fra poco* proprio il rapporto tra plusvalore e capitale varia.org – clashcityworkers.il plusvalore* per esempio P=.esempio fatto sopra sare.ile .determinato a sua volta dalla parte eccedente della giornata lavorativa* ne segue che il plusvalore sta al capitale varia.inizio si ha " _ c a v* per esempio il capitale anticipato di Q.ile# perch4 il valore che produce supera il proprio valore.ile* cio.eguale al valore della forza7lavoro da esso ac/uistata* poich4 il valore di /uesta forza7lavoro determina la parte necessaria della giornata lavorativa* e il plusvalore .trasformato in ".eni salario che remunerano la forza lavoro del lavoratore. "hiamo tempo di lavoro soverchio /uesta parte della giornata lavorativa* e pluslavoro Psurplus la.* da Q. ..2C2 ` * cio.ile.l capitale " si scinde in due parti* una somma di denaro PcR spesa per mezzi di produzione* e un.

1 il consumo della merce non appartiene al venditore che la aliena* ma al compratore che l.anni* il valore della mia forza7lavoro* che tu mi paghi di giorno in giorno* .QG2: cio. Iu mi predichi continuamente il vangelo della HparsimoniaT e della HastinenzaT. 1 per /uesta ragione tu l. 3 te dun/ue appartiene l.incalzare e nel tumulto del processo di produzione: !a merce che ti ho venduto si distingue dal volgo delle altre merci per il fatto che il suo uso crea valore* e valore maggiore di /uanto essa costi.il prolungamento della giornata lavorativa* che consente di ampliare le ore di pluslavoro /uando siano date e costanti le ore di lavoro necessarie alla riproduzione della forza7lavoro Plavoro necessarioR. "osA tutta la terza sezione del #apitale .meno di un giorno naturale di vita.io di merci.rano* fra i pi+ toccanti del #apitale* che fra le altre cose fa capire come la lotta per il comunismo non a.i /uindi /uotidianamente due terzi del valore della mia merce. "ome capitalista* egli . Bun/ue il capitalista invoca la legge dello scambio delle merci. >ra* come pu5 il capitalista incrementare /uesto saggio del plusvalore e intensificare lo sfruttamento in maniera tale da fare pi+ profitti: @a davanti a s4 due strade: /uella della produzione di plusvalore assoluto e /uella della produzione di plusvalore relativo.ire con la sua parte costante* che sono i mezzi di produzione* la massa di pluslavoro pi+ grande possi. "ome ogni altro compratore* cerca di spremere dal valore d.l plusvalore assoluto riguarda tutti /uei metodi che cercano di espandere* a parit( di altre condizioni Pciolasciando invariate le macchine o altri fattori concomitantiR* il lavoro assoggettato al capitale.* io de.dell.lavoro morto* che si ravviva* come un vampiro* soltanto succhiando lavoro vivo e pi+ vive /uanto pi+ ne succhia.ile con la sua durata normale e col suo sano sviluppo.una lunga storia delle lotte fra capitalisti e operai per allungare o ridurre la giornata lavorativa.di valorizzarsi* di creare plusvalore* di assor. %uanto meno: .operaio lavora .l.durante una giornata. .operaio da parte del capitalistaT.ile.SG2 del suo valore complessivo.soltanto capitale personificato.ile /uotidianamente* mettendolo in moto e convertendolo in lavoro* soltanto /uel tanto che .ene: voglio amministrare il mio unico patrimonio* la forza7 lavoro* come un ragionevole e parsimonioso economo e voglio astenermi da ogni folle sperpero di essa.ia niente a che vedere con i . 1.l capitalista ha comperato la forza7lavoro al suo valore del giorno. Iu mi paghi la forza7lavoro di un giorno* mentre G= .mi paghi soltanto un terzo del suo valore giornaliero* e mi ru.espressione esatta del grado di sfruttamento della forza7lavoro da parte del capitale* cio.n /uesto .ile.operaio* che era ammutolita nell. &a il capitale ha un unico istinto vitale* l. %uel che dalla tua parte appare come valorizzazione del capitale* dalla mia parte .ilire in tre giorni. 3nche lUestensione dei soggetti sottomessi allo sfruttamento Psi pensi ad esempio al lavoro minorileR possono rientrare in /uesta classificazione.uso della sua merce la maggiore utilit( possi.org 2013 %uindi* il saggio del plusvalore .l capitale .org – clashcityworkers.et( ecc.spaziometi..compati.improvviso s.uito dagli operai inglesi nel 1CQ2: H.SG2 del suo valore complessivo* invece di 16$.anima del capitale.uoni sentimenti#* ma con i rapporti di forza fra soggetti dotati di eguali diritti* &ar' ricalca un volantino distri.o* /uotidianamente* poterla riprodurre* per poterla tornare a vendere. 0e il periodo medio nel /uale un operaio medio pu5 vivere* data una misura ragionevole di lavoro* ammonta a trent. @a dun/ue ac/uisito il diritto di far lavorare l.il tempo durante il /uale il capitalista consuma la forza7lavoro che ha comprato. %uel che tu guadagni cosA in lavoro* io lo perdo in sostanza lavorativa.ac/uista. Iu ed io* sul mercato* conosciamo soltanto una legge* /uella dello scam.operaio per s.l capitalista ha la sua opinione su /uesta ultima Ohule che -il limite necessario della giornata lavorativa. &a se tu la consumi in 12 anni* tu mi paghi /uotidianamente 1612.o essere in grado di lavorare domani nelle stesse condizioni normali di forza* salute e freschezza di oggi. Ira /uesti il pi+ classico .a il capitalista. !a sua anima . %ui &ar' pone come centrale per i comunisti la lotta per ridurre – sempre e in ogni condizione – la giornata lavorativa.’uso della mia forza lavorativa e il depredamento di essa sono cose del tutto differenti. &a all.operaio consuma per se stesso il proprio tempo disponi.N1 : P$QG ' $2RO cio-* 1 : 12. 3 parte il logorio naturale per l. &a* col suo prezzo di vendita /uotidiano* io de. . 0e l. .dispendio eccedente di forza7lavoro.alza la voce dell.hai comprata. Gli appartiene il valore d’uso di essa durante una giornata lavorativa.. ..ile* egli deru. Iu puoi mettere a tua disposizione* in un solo giorno* con uno smoderato prolungamento della giornata lavorativa* una /uantit( della mia forza7lavoro maggiore di /uanta io ne possa rista.n ogni caso* . &a* che cos’) una giornata lavorativa: .l tempo durante il /uale l.l. <e voglio render disponi.istinto cio..uso della mia forza7lavoro /uotidiana. .

i salari reali.altra parte* la natura specifica della merce venduta implica un limite del suo consumo da parte del compratore* mentre l.nfatti* ponendo costante la durata della giornata lavorativa* al diminuire delle ore di lavoro necessario il pluslavoro aumenta.ase della sussunzione formale del lavoro sotto il capitale.lUaumento della produttivit( del lavoro: se occorrono meno ore di lavoro per produrre i .o esigo /uindi una giornata lavorativa di lunghezza normale* e lo esigo senza fare appello al tuo cuore* perch.n /uesta* la giornata lavorativa . Ball.orato spontaneamente* coi suoi metodi* coi suoi mezzi e le sue condizioni* solo sulla .i consacrati dalla legge dello scam.olisce lo stato di cose presenti#R.il battito del mio proprio cuore.org 2013 consumi /uella di tre giorni.l capitalista* cercando di rendere pi+ lunga possi.ene o servizio* fra le altre cose fa sA che la classe operaia si presenti sotto una molteplicit( di figure estremamente diversificate.olizione della crudelt( verso gli animali* per giunta puoi anche essere in odore di santit(* ma la cosa che tu rappresenti di fronte a me non ha cuore che le . Bun/ue la produzione del plusvalore relativo presuppone un modo di produzione speci!icamente capitalistico che a sua volta sorge e viene ela.operaio collettivo* cio.divisa da .operaio* volendo limitare la giornata lavorativa ad una grandezza normale determinata* sostiene il suo diritto di venditore. HProlungamento della giornata lavorativa oltre il punto fino al /uale lUoperaio avre.ile.atta in petto.ra che vi palpiti* .vi* pagina GGQR .lo stesso* del capitale varia. 1sigo la giornata lavorativa normale* perch.ro della !ega per l.io delle merci* cosA com. !o sviluppo della cooperazione* l. "osA nella storia della produzione capitalistica la regolazione della giornata lavorativa si presenta come lotta per i limiti della giornata lavorativa ^ lotta fra il capitalista collettivo* cio.a essere istaurato#* ma il movimento reale che a.io delle merci.esigo il valore della mia merce* come ogni altro venditore.spaziometi.estensione del modo di produzione capitalista a tutte le sfere della societ(* la trasformazione in merce di ogni .la classe dei capitalisti* e l. .el principio in due parti: lavoro necessario e pluslavoro./uesto carattere la .isogno di intervenire su tanti aspetti del processo lavorativo* che ormai appare pienamente nel suo carattere cooperativo Ped ..io delle merci. Iu puoi essere un cittadino modello* forse mem.-* non risulta nessun limite della giornata lavorativa* /uindi nessun limite del pluslavoro.ile la giornata lavorativa e* /uando . %ui ha dun/ue luogo una antinomia: diritto contro diritto* entram.ile* cercando di farne di una due* sostiene il suo diritto di compratore. %uesto .la classe operaiaT.e prodotto soltanto un e/uivalente del valore della sua forza7lavoro* e appropriazione di /uesto pluslavoro da parte del capitale: ecco la produzione del plusvalore assoluto.un ideale# n4 uno stato di cose che de.possi. Poich4 il salario non pu5 scendere al di sotto del livello di sussistenza* il modo tipico di ridurre il tempo di lavoro necessario .ase materiale per il comunismo* che per /uesto non . Per la produzione del plusvalore assoluto si tratta soltanto della lunghezza della giornata lavorativa9 la produzione del plusvalore relativo rivoluziona da cima a fondo i processi tecnici del lavoro e i raggruppamenti sociali.il rapporto sociale di sfruttamento: H!a !orma del lavoro di molte persone che lavorano lUuna accanto allUaltra e lUuna assieme allUaltra secondo un piano* in uno stesso processo di produzione* o in processi di produzione differenti ma connessi* si chiama cooperazioneT. 3l posto della sussunzione formale del lavoro sotto il capitale su. 1ssa costituisce il fondamento generale del sistema capitalistico e il punto di partenza della produzione del plusvalore relativo. &a /uello che resta centrale .contro il nostro contratto e contro la legge dello scam. GG . .nvece /uando parliamo di plusvalore relativo parliamo di metodi che consentono di ridurre le ore di lavoro necessario o* che .nsomma* il capitale* per estorcere pi+ plusvalore* ha . .entra /uella realeT P.a.. .org – clashcityworkers. . Vra diritti eguali decide la forza.eni di consumo dei lavoratori* si riduce il lavoro necessario anche senza diminuire i consumi dei lavoratori* cio.in /uestioni di denaro non si tratta pi+ di sentimento. Per prolungare il pluslavoro* il lavoro necessario viene accorciato con metodi che servono a produrre in meno tempo lUe/uivalente del salario. ) evidente: astrazione fatta da limiti del tutto elastici* dalla natura dello scam. %uel che sem.

proprietario della propria forza7lavoro finch..operaio . Pu5 impiegare i cento operai senza farli cooperare. !.. ’ produttivo solo (uell’operaio che produce plusvalore per il capitalista.essenzialmente produzione di plusvalore. 0e ci . 0viluppa le facolt( che in /uesta sono assopite e assoggetta il giuoco delle loro forze al proprio potereT. Bun/ue esser operaio produttivo non . "ome cooperanti* come mem.negozia col capitalista come venditore di essa9 ed egli pu5 vendere solo /uello che possiede: la sua individuale* singola forza lavorativa. &a non .raccia e gam. !a sopra citata definizione originaria del lavoro produttivo che dedotta dalla natura della produzione materiale stessa* rimane sempre vera per il lavoratore complessivo considerato nel suo complesso.ia nulla nella relazione.ia allo stesso tempo la natura sua propria.altra parte il concetto del lavoro produttivo si restringe. H!a !orza produttiva sociale del lavoro si sviluppa gratuitamente appena gli operai vengono posti in certe condizioni9 e il capitale li pone in /uelle condizioni.iandola* egli cam.una fortuna ma una disgraziaT.soltanto produzione di merce* .iato per il fatto che il capitalista comperi cento forze7lavoro invece di una e invece di concludere un contratto con un singolo operaio lo concluda con cento operai indipendenti lUuno dallUaltro.org 2013 H"ol carattere cooperativo del processo lavorativo si amplia necessariamente il concetto del lavoro produttivo e del veicolo di esso* cio.che finch4 c.permesso scegliere un esempio fuori della sfera della produzione materiale* un maestro di scuola lavoratore produttivo se non si limita a lavorare le teste dei .rica dUistruzione invece che in una fa.!orza produttiva del capitaleT.del lavoratore produttivo.lema* perch4 /uesto . .il lavoro tout court a fare pro.l lavoro* nel modo di produzione capitalista* per l.lema* piuttosto* . %uindi non . Bun/ue* la forza produttiva sviluppata dallUoperaio come operaio sociale . !a produzione capitalistica non .inata del cento operai.spaziometi. 1ntrandovi* sono incorporati nel capitale.ia investito il suo denaro in una fa. >rmai per lavorare produttivamente non . >perando mediante tale moto sulla natura fuori di s4 e cam. 1gli mette in moto le forze naturali appartenenti alla sua corporeit(* .am.altra parte non viene sviluppata dall.solo Hun processo che si svolge fra lUuomo e la natura* nel /uale lUuomo per mezzo della propria azione produce* regola e controlla il ricam.ile per la propria vita.asta pi+ che l.rica di salsicce* non cam. !a loro cooperazione comincia soltanto nel processo lavorativo*ma nel processo lavorativo hanno gi( cessato dUappartenere a se stessi. ossia che serve all’autovalorizzazione del capitale N8O. "ome persone indipendenti gli operai sono dei singoli i /uali entrano in rapporto con lo stesso capitale ma non in rapporto reciproco tra loro.dominio del capitale sulla societ( non ci sono forze produttive autonome* ma le forze produttive del lavoro sociale appaiono come forze produttive del capitale* che si appropria anche delle cognizioni e delle potenze intellettuali e della forza produttiva sociale che si trova gi( predisposta: H!Uoperaio . .e* mani e testa* per appropriarsi i materiali della natura in forma usa..l capitalista paga /uindi il valore delle cento forze7lavoro autonome* ma non paga la forza7lavoro com.l concetto di operaio produttivo non implica affatto soltanto una relazione fra attivit( ed effetto utile* fra operaio e prodotto del lavoro* ma implica anche un rapporto di produzione specificamente sociale* di origine storica* che imprime allUoperaio il marchio di mezzo diretto di valorizzazione del capitale.sufficiente essere organo del lavoratore complessivo e compiere una /ualsiasi delle sue funzioni su.ini* ma se si logora dal lavoro per arricchire lUimprenditore della scuola.sempre sfruttamento. %ui si vede come la concezione del lavoro di &ar' sia estremamente complessa e stratificata..ro* singolarmente presoT H&a dall.operaio prima che il suo stesso lavoro GQ .l pro.operaio non produce per s4* ma per il capitale.org – clashcityworkers.operaio produca in genere.io organico fra se stesso e la natura: contrappone se stesso* /uale una fra le potenze della natura* alla materialit( della natura. 0iccome la !orza produttiva sociale del lavoro non costa nulla al capitale* perch4 d.ri dUun organismo operante sono essi stessi soltanto un modo particolare dUesistenza del capitale . . &a non vale pi+ per ogni suo mem. . "he /uesti a. Beve produrre plusvalore. %uesto rapporto non viene in alcun modo cam.ordinate.pi+ necessario por mano personalmente al lavoro* .

#ritica dell1economia politica..dem* Il capitale. %uesta parte si trova ora* ridotta* in mano di capitalisti commerciali9 come tale sempre funzionando nel processo di circolazione.altro che la parte del capitale monetario che appartiene al commerciante stesso e viene fatto circolare nella vendita e nellUac/uisto di merci.org – clashcityworkers.un prodotto della divisione del lavoro di tipo manifatturiero. . &aria !uisa Doggeri* Moma 1SS=* pagina $2?R.raE – prodursi valore* perch4 il valore trova in /uesta la sua realizzazione.ali/uota del plusvalore complessivo.l capitale per il commercio di merci* in /uanto N8O esso non . !a /uestione . %uesta parte si trova ora* ridotta* in mano di capitalisti commerciali9 come tale sempre funzionando nel processo di circolazione. . 3 /uesto grado di sviluppo diventa difficile calcolare il plusvalore su ogni singola impresa capitalistica. %uesta contrapposizione delle potenze intellettuali PgeistigR del processo di produzione agli operai* come proprietà non loro e come potere che li domina* .org 2013 appartenga al capitale* essa si presenta come forza produttiva posseduta dal capitale per natura* come sua forza produttiva immanenteT.. H. H. !e potenze intellettuali PgeistigR della produzione allargano la loro scala da una parte perch4 scompaiono da molte parti. %uel che gli operai parziali perdono si concentra nel capitale* di contro a loro. . %uesta parte rappresenta allora* in proporzioni ridotte* la parte del capitale anticipato per la produzione* che dovre. it. H!e cognizioni* lUintelligenza e la volont( che il contadino o il maestro artigiano indipendente sviluppano* anche se su piccola scala* allo stesso modo che il selvaggio esercita come astuzia personale tutta lUarte della guerra* ormai sono richieste soltanto per il complesso dellUofficina. ) la parte del capitale complessivo che* astrazione fatta delle spese di reddito* deve continuamente circolare come mezzo di ac/uisto* e circolare sempre come suo capitale monetario.approfondimento di /uesto concetto oggi vedi l.3cursus in allegatoR.e sempre trovarsi in mano allUindustriale come riserva monetaria* mezzo di ac/uisto e circolare sempre come suo capitale monetario.spaziometi.n /uesto senso nella circolazione sem.uito* sotto la forma di profitto medio* costituisce una parte del plusvalore creato dal capitale produttivo complessivo.ora /uesta: come il capitale commerciale giunge ad impadronirsi della parte che gli spetta del plusvalore o del profitto creato dal capitale produttivo: ) solo in apparenza che il profitto commerciale costituisce una semplice maggiorazione* un aumento nominale del prezzo delle merci al di sopra del loro valore N8O.nfatti* come &ar' chiarisce nel secondo e soprattutto nel terzo li.N8O altro che il capitale7merce del produttore che deve su. %uesto processo di scissione comincia nella cooperazione semplice* dove il capitalista rappresenta lUunit( e la volont( del corpo lavorativo sociale di fronte ai singoli operai9 si sviluppa nella manifattura* che mutila lUoperaio facendone un operaio parziale9 si completa nella grande industria che separa la scienza* facendone una potenza produttiva indipendente* dal lavoro e la costringe a entrare al servizio del capitaleT.rani &ar' chiarisce cosA il ruolo essenziale della circolazione* la sua relativa autonomizzazione* e si capisce in /uale senso* molto particolare* chi lavora in /uesti settori sia un lavoratore produttivo Pper l. ) la parte del capitale complessivo che* astrazione fatta dalle spese del reddito* deve continuamente circolare come mezzo di ac/uisto sul mercato per assicurare la continuit( del processo di riproduzioneT P. .ra – ma attenzione: sem.chiaro che il plusvalore che ad esso attri.ire il processo della sua trasformazione in denaro* adempiere sul mercato la sua funzione di capitale7merce* con la differenza che /uesta funzione in luogo di essere una operazione secondaria del produttore appare ora come lUoperazione esclusiva di una categoria particolare di capitalisti* dei commercianti di merci* diventa autonoma come attivit( di un particolare investimento di capitaleT P.semplice forma del capitale industriale che si trova in mano del commerciante nella forma di capitale7merce o di capitale monetario* non .ro del capitale* nelle societ( capitalistiche mature il singolo capitalista non fa che appropriarsi di un.ibro terzo* tr.n /uesti .l capitale per il commercio di merci non .vi* pagine $$G7$$QR HPoich4 il capitale commerciale stesso non produce plusvalore alcuno* . <ella nostra analisi sul saggio generale del profitto N8O noi dovevamo necessariamente in un primo tempo spiegare il profitto medio e /uindi il saggio generale del profitto come il livellamento dei profitti o dei plusvalori che vengono effettivamente prodotti dai capitali industriali delle diverse sfere di G? .

.org 2013 produzione.vi* pagine $==7$=GR H"ome il capitale industriale ottiene del profitto per il fatto che esso vende lavoro incorporato e realizzato nelle merci per cui non ha pagato lUe/uivalente* cosA il capitale commerciale lo ottiene per il fatto che esso non paga integralmente al capitale produttivo il lavoro non pagato contenuto nella merce Pnella merce in /uanto il capitale speso per la sua produzione opera come parte ali/uota del capitale industriale complessivoR* mentre vendendo a sua volta le merci* si fa pagare /uesta parte ancora incorporata nelle merci e per cui non ha pagato.uisce a diminuire le stesse della realizzazione del plusvalore nella misura in cui egli compie un lavoro in parte non pagato.l capitalista commerciale fa eseguire in gran parte dai lavoratori la funzione stessa in virt+ della /uale il suo denaro . . .vi* pagina $G2R H) unicamente per la sua funzione di assicurare la realizzazione dei valori* che il capitale commerciale funziona come capitale nel processo di riproduzione* ed in conseguenza* in /uanto capitale in funzione* raccoglie plusvalore prodotto dal capitale complessivo N8O.diversa perch4 il commesso del capitalista commerciale gli realizza /uella parte di plusvalore gi( presente nella merce e che il capitalista commerciale non ha pagato al capitalista industrialeR H"ome il lavoro non pagato degli operai crea direttamente del plusvalore per il capitale produttivo* cosA il lavoro non pagato dei lavoratori commerciali procura al capitale commerciale una partecipazione a /uel plusvaloreT P.dem* Il capitale. "on il capitale commerciale noi a.ench4 il processo di generazione di /uesto profiito . "on tutto ci5 a misura che il modo capitalistico di produzione si sviluppa* il salario ha la tendenza a diminuire* anche in rapporto al lavoro medioT P.che tutti i costi di circolazione che scaturiscono solo dal mutamento di !orma della merce non aggiungono valore a (uest1ultima. BUaltro lato* si distingue perch4 appare come la continuazione del GC . 0ono puri e semplici costi per il realizzo del valore o per la sua trasposizione da una forma nellUaltra.l rapporto fra il capitale commerciale ed il plusvalore differisce completamente da /uello del capitale industriale.vi* pagina $Q2R H!a legge generale . .ile lUappropriazione di plusvalore* il che per /uanto riguarda /uesto capitale produce esattamente il medesimo risultato9 esso .l lavoro non pagato di /uesti commessi* pur non creando plusvalore gli rende possi. .ibro secondo* citato* pagina 1G$R H!Uindustria dei trasporti costituisce da un lato un ramo autonomo della produzione* e perci5 una particolare sfera di investimento del capitale produttivo. %uestUultimo produce il plusvalore appropriandosi direttamente lavoro estraneo non pagato.l capitale s.inferiore a essoT P.org – clashcityworkers.iamo* invece* a che fare con un capitale che partecipa al profitto senza partecipare alla sua produzioneT P.il suo prezzo di ac/uisto9 che infine lUeffettivo prezzo della merce .isogno di ac/uistare i suoi mezzi di sussistenzaT P./uindi la fonte del suo profittoT P. #ritica dell’economia politica.l capitale commerciale invece si impadronisce di una parte di /uesto plusvalore facendosi trasmettere dal capitale industriale /uesta parteT P.spaziometi. 1gli gli rende* non perch4 produce direttamente del plusvalore ma perch4 contri.cosA superiore a /uello di ac/uisto* non perch4 il prezzo di vendita sia superiore al valore totale* ma perch4 il prezzo di ac/uisto ..l profitto dei capitalisti industriali corrisponde allUeccedenza del prezzo di produzione della merce sul suo prezzo di costo e che* a differenza di /uesto profitto industriale* il profitto commerciale corrisponde allUeccedenza del prezzo di vendita sul prezzo di produzione della merce* che per il commerciante . "ome il capitale industriale ottiene del profitto unicamente perch4 esso si trova di gi( come plusvalore nel valore della merce* cosA il capitale commerciale lo ottiene unicamente perch4 tutto il plusvalore o profitto non .orsato in /uesti costi Pcompreso il lavoro da esso comandatoR appartiene ai !aux !rais della produzione capitalistica. . !a sostiiuzione di essi deve avvenire mediante il plusprodotto e costituisce* dal punto di vista dellUintera classe capitalistica* una sottrazione di plusvalore o di plusprodotto* cosA come per un operaio .l prezzo di vendita del commerciante . .vi* pagina $G$R H"i5 che il lavoratore commerciale costa al capitalista e ci5 che gli rende* sono grandezze diverse.vi* pagina $=2R H.ancora realizzato nel prezzo della merce incassato dal capitale industriale. lavoratori commerciale veri e propri appartengono alla classe dei salariati meglio pagati* di /uelli il cui lavoro /ualificato* superiore al lavoro medio.perduto il tempo in cui ha .uguale al suo prezzo di produzione aumentato del profitto mercantile PcommercialeR.capitale. .

1ssa rende cosA generale anche la lotta diretta contro /uesto dominio.inazione sociale del processo di produzione essa matura le contraddizioni e gli antagonismi della !orma capitalistica del processo di produzione* e /uindi contemporaneamente gli elementi di !ormazione di una società nuova e gli elementi di rivoluzionamento della società vecchiaT. . H&a in !act* una volta cancellata la limitata forma . &a vengono periodicamente prodotti troppi mezzi di lavoro e di sussistenza* perch4 possano essere impiegati come mezzi di sfruttamento degli operai a un determinato saggio del profitto.vi* pagina 1GQR HIutto il modo capitalistico di produzione .nsieme colle sfere della piccola industria e del lavoro a domicilio essa distrugge gli ultimi asili di coloro che sono in LsoprannumeroL e con ci5 la valvola di sicurezza di cui finora era munito tutto il meccanismo sociale. &entre nelle officine individuali la legislazione sulle fa.inati su scala larga* sociale* e con ci5 la concentrazione del capitale e il dominio esclusivo del regime di fa. Wengono prodotte troppe merci* perch4 il valore ed il plusvalore che esse contengono possano essere realizzati e riconvertiti in nuovo capitale* e nei rapporti di produzione e di consumo inerenti alla produzione capitalistica* ossia perch4 /uesto processo possa compiersi senza che si verifichino continue esplosioni.proprio /uesta concentrazione e /uesto dominio sempre pi+ accentuato del capitale* . <on vengono prodotti troppi mezzi di sussistenza in rapporto alla popolazione esistente. <on viene prodotta troppa ricchezza.rica. 3l contrario* se ne producono troppo pochi per poter soddisfare in modo conveniente ed umano la massa della popolazione.. #ritica dell1economia politica. .isogni* delle capacit(* dei godimenti* delle forze produttive* ecc..appropriazione privata a rendere impossi. .se non il pieno sviluppo del dominio dell.io universale: "he cosa .n /uesti ultimi due .ile ogni mediazione riformista# e a necessaria la rottura rivoluzionaria* e /uindi un nuovo modo di produzione che utilizzi in maniera diversa gli elementi cooperativi.la ricchezza se non l.atta al lavoro* ed . 0i crea innanzitutto una parte troppo grande di popolazione che effettivamente non .riche /uale mezzo di difesa fisico e intellettuale della classe operaia . N!o scopo della produzione capitalisticaO .costretta dalle sue particolari condizioni a sfruttare il lavoro altrui o ad eseguire dei lavori che possono essere considerati tali solo in un modo di produzione assolutamente misera..sem.org 2013 processo di produzione entro il processo di circolazione e per il processo di circolazioneT P.rani* che ci .riche impone lUuniformit(* la regolarit(* lUordine e lUeconomia* essa aumenta* con lUenorme assillo imposto alla tecnica dai limiti e dalla regola della giornata lavorativa* lUanarchia e le catastrofi della produzione capitalistica nel suo insieme* lUintensit( del lavoro e la concorrenza tra macchine e operai. "on le condizioni materiali e con la com. limiti della produzione capitalistica non sono limiti inerenti alla produzione in generale e* in conseguenza* non sono neanche limiti dello specifico modo di produzione capitalistico.ibro terzo* citato* pagine $127 $12R.ile. <on vengono prodotti troppi mezzi di produzione* per poter occupare la parte della popolazione capace di lavorare.la valorizzazione del capitale e non il consumo N8O. .diventata inevita.orghese* che cosa .ile* essa* dUaltra parte* generalizza e accelera N8O la trasformazione di processi lavorativi dispersi* compiuti su scala minima* in processi lavorativi com.uomo sulle forze della natura* sia su /uelle GS . &a periodicamente viene prodotta troppa ricchezza nelle sue forme capitalistiche* che hanno un carattere antiteticoT P.n secondo luogo* non si producono sufficienti mezzi di produzione* perch4 tutta /uanta la popolazione capace di lavorare possa farlo nelle circostanze pi+ produttive* in modo che il suo tempo di lavoro assoluto venga ridotto dalla massa e dallUefficienza del capitale costante impiegato durante il tempo di lavoro. &a la contraddizione esistente nel modo capitalistico di produzione* consiste proprio nella sua tendenza allo sviluppo assoluto delle !orze produttive* che vengono continuamente a trovarsi in conflitto con le specifiche condizioni di produzione* entro le /uali il capitale si muove e pu5 solo muoversi.org – clashcityworkers. .rato giusto porre come conclusione del nostro seminario* &ar' ci d( gi( gli spunti per pensare il comunismo: H0e la generalizzazione della legislazione sulle fa. &a .universalit( dei . 3l contrario. degli individui* creata nello scam.solo un modo di produzione relativo* i cui limiti non sono assoluti ma lo diventano per il modo di produzione stesso.dem* Il capitale. 1ssa distrugge tutte le forme anti/uate e transitorie* dietro le /uali si nasconde ancora in parte il dominio del capitale* e le sostituisce con il suo dominio diretto* senza maschera.proprio /uesta produzione di ricchezza sociale che si scontra con il carattere antitetico dell.spaziometi.

infantile mondo antico si presenta come /ualcosa di pi+ elevato9 dall. 1sso .in tutto ci5 in cui si cerca di ritrovare un.dello sviluppo di tutte le forze umane come tali* non misurate su un metro g i ( d a t o : <ella /uale l.uomo si presenta come un completo svuotamento* /uesta universale oggettivazione come alienazione totale* e la eliminazione di tutti gli scopi determinati unilaterali come sacrificio dello scopo autonomo a uno scopo completamente esterno.altro lato esso lo .org 2013 della cosiddetta natura* sia su /uelle della propria natura: "he cosa .ineamenti !ondamentali della critica dell1economia politica.se non l. Perci5 da un lato l.uomo non si riproduce in una dimensione determinata* ma produce la propria totalit(: Bove non cerca di rimanere /ualcosa di divenuto* ma . Q2 .nel movimento assoluto del divenire: <ell.org – clashcityworkers. $%.economia politica .7-$%.orghese – e nella fase storica di produzione cui essa corrisponde – /uesta completa estrinsecazione della natura interna dell.soddisfazione da un punto di vista limitato9 mentre il mondo moderno lascia insoddisfatti* o* dove esso appare soddisfatto di se stesso* .%* traduzione italiana di 1nzo Grillo* 0candicci 1SS?* volume secondo * pagina 112R.spaziometi.estrinsecazione assoluta delle sue doti creative* senza altro presupposto che il precedente sviluppo storico* che rende fine a se stessa /uesta totalit( dello sviluppo* cio.v o l g a r e T P.immagine compiuta* una forma* e una delimitazione oggettiva.

ac/uisto e la vendita tra il possessore del denaro e il possessore della forza7lavoro9 B: la diretta assunzione del lavoro nel capitale9 9: la trasformazione reale del lavoro in capitale nel processo di produzione o* ci5 che .l rapporto tra lavoro produttivo e lavoro improduttivo* e la definizione stessa di /uesta partizione del lavoro capitalistico* costituisce un punto la cui precisazione va ora completata.unica !onte attiva del valore d.costretta a vendere la propria forza lavoroR* si vede che all.detto* .ile# del prodotto* riguardando piuttosto la forma inelimina.spaziometi.org 2013 !D 95S9S$ )/.nsieme alla definizione* occorrono alcune precisazioni. Wiene cosA precisato che in ogni caso esso deve essere produttivo di nuovo valore e di nuovo valore d.pagato con /uel capitale che si autovalorizza complessivamente – cio-* .pi+ sufficiente* cio-* ma . Wa sottolineato /uindi che il lavoro produttivo .fondamentale per capire chi dentro la societ( – e in particolar modo nella nostra societ( –produce plusvalore* anche se* come ricorda !enin* il compito dei comunisti .7 ! )/. &ar' riassume cosA le condizioni suddette* indicando di verificare che vi sia: $: il rapporto reciproco tra denaro e forza7lavoro in /uanto merci* l.rano interessanti perch4 chiariscono* pur nei giochi dialettici e nella difficolt( di distinguere ci5 che appare da ci5 che -* /uali figure sociali e /uali posizioni rispetto al capitale costituiscano la classe.uso* si trasforma dapprima in lavoro astratto Possia* lavoro che la societ( riconosce in /uanto produttore generico di valori merci* indipendentemente dalla concretezza immediata della sua utilit(R e /uindi* come lavoro salariato Palienato* ossia* in /uanto venduto al capitale* separato* reso altro dall.asta ancora* non essendo vero che ogni lavoro salariato pagato con capitale sia produttivo di plusvalore* anche se fa guadagnare pro!itto al capitalista che lo paga.ultima circostanza* si pu5 dare la seguente definizione Panche senza pretesa di assoluta precisioneR: il lavoro produttivo .il lavoro salariato che* nello scam. 0e il proletariato si pu5 genericamente identificare con il lavoro salariato Povvero con /uella parte di popolazione – la maggioranzaE – che non ha n4 rendite n4 mezzi di produzione* ma per vivere . . 45 Lavoro (roduttivo .avoro produttivo* nel senso della produzione capitalistica* .org – clashcityworkers. "i sem.interno del lavoro salariato passa una distinzione* centrale dal punto di vista teorico ma non sempre essenziale dal punto di vista pratico* fra lavoro produttivo e lavoro improduttivo.7 3lleghiamo ai materiali utilizzati nel seminario /ueste pagine di Gianfranco Pala* tratte da alcuni suoi scritti comparsi negli anni sulla rivista mar'ista !a "ontraddizione#. 0olo se si verifica /uest./uello di agire in tutte le contraddizioni che la complessit( sociale apre* facendosi tri.io con la parte variabile del capitale Pla parte del capitale spesa in salarioR* non solo riproduce /uesta parte del capitale Povvero il valore della propria capacit( lavorativaR* ma oltre a ci5 produce plusvalore per il capitalista. ) produttivo solo il lavoro salariato che produce capitale.ile di valore d.trasformata in capitale* .sempre lavoro salariato pagato con capitale* ma avvertendo al contempo che ci5 non .l.prodotta come capitale. "apire /uesta distinzione . .uni del popolo* e dun/ue utilizzando anche le lotte e le istanze dei lavoratori improduttivi per fare avanzare le condizioni e la coscienza della classe lavoratrice tutta. Bun/ue il lavoro* che .757 "57D9TTI.uso9 ci5 discende dalla duplicità della merce* ed esclude perci5 le false spese di produzione#* relative alla circolazione.ancora necessaria* la condizione smithiana di produttivit( materiale.lo stesso* la creazione di plusvalore per il capitale. 3nzitutto* si .uso* di ricchezza# sociale che essa assume.unit( con la personaR* si trasforma infine in nuovo capitale per produrre plusvalore.757 IM"57D9TTI. !a materialità della produzione non va intesa esclusivamente come materialit( tangi. "erto* la Q1 ./uel lavoro trasformato in capitale* nella sola sfera materiale# della produzione immediata* necessario alla riproduzione di neovalore.produttivo capitalisticamente solo /uel lavoro che produce plusvalore9 non . 0olo per /uesta via la merce* o il denaro* .

l lavoro salariato* impiegato a tali fini* .ito della riproduzione o accumulazione.universalit( Priproduci.ilit(* al commercio* alle .ile perch4 non si trasforma in profitto immediato. >ccorre /ui rammentare ancora una volta* sempre con &ar'* che non .entit( e la /ualit( delle trasformazioni introdotte dal processo informatico di produzione e circolazione sono tali da mutare le .ultimo fenomeno si riferisce solo alla fase della circolazione e dei prezzi* e non a /uella della produzione di valore e plusvalore.asi stesse della composizione internazionale del proletariato* di un lavoro sociale universale – Q2 . Iali merci* infatti* potre. 0enonch4 /uest. Mestano escluse* invece* /uelle produzioni che non sono direttamente sottomesse al capitale in /uanto* provvisoriamente* fanno riferimento a esigenze sociali legate a momenti storici determinati. .attivit( lavorativa stessa o in forma intangi.anodina e spuria etichetta di terziarizzazione* /uale intermediazione finanziaria* commerciale e stataleR. Iale /uota della produzione sociale* che contiene e porta plusvalore* /uindi* anche se fosse considerata inutile o nociva dai pi+* non limita il lavoro produttivo al solo (m.ile dall.uso prodotto in (uanto merce Po capitaleR.gi( accennato* tuttavia* che la produzione immediata non comprende le attivit(* pur pagate con capitale perch4 assai utili per esso* inerenti la circolazione* le /uali sparire.elettricit( o adesso per i flussi informatici: il che non ha nulla a che vedere con la presunta immaterialit(# della produzione* su cui cy. 1sso pu5 riguardare* per fare un esempio* /uelle merci prodotte da capitale pu.ile* come .l capitale* infatti* per sua convenienza* pu5 delegare allo stato la creazione di infrastrutture che* pur soddisfacendo .ultimo che si pu5 comprendere una pi+ dettagliata divisione del lavoro produttivo.ile /uella figura sociale per cui altri economisti fanno essere il cosiddetto lavoratore improduttivo indirettamente produttivo#. &ar'* a tale proposito* cita i casi relativi alla conta.. ) con lo sviluppo del mercato mondiale e della forma !inanziaria dell.. 0emmai .ilit(* la concretezza fisica* riguarda ancora e sempre la parte di gran lunga pi+ grande della produzione mondiale.lica del medesimo genere.ilit( pressoch4 illimitataR del valore d. >ssia* in /uesto sistema* capitalistico* esse dipendono solo dal carattere di merce che l. !.spaziometi.lico# alle /uali vengono imposti prezzi politici* per poter trasferire cosA il plusvalore in esse contenuto ai capitalisti loro ac/uirenti: il lavoro produttivo con il /uale sono state ottenute si trasforma cosA in profitto non per il capitale# che ha prodotto tali merci* ma solo per il capitale che le ha ac/uistate. 0i .anche* ecc. &a una porzione significativa di essa pu5 anche essere frui. Pi+ matura la fase monopolistica* pi+ esigua percentualmente e differenziata territorialmente diviene la classe produttiva* affiancata invece da un aumento relativo e da una diversa dislocazione di lavoratori improduttivi# Pmagari sotto l. Bel resto* la produzione di neovalore* in /uanto immediata* pu5 includere anche modalit( particolari e trasmutate di produzione di merci per la valorizzazione del capitale complessivo. ) classico l.* comprende anche valori d. .org – clashcityworkers.ile in forma non separa.neppure concepi. !a materialit( stessa* non dipendendo dalle particolari /ualit( fisiche# del prodotto* dipende piuttosto dall.improduttivo* perch4 escluso dalla valorizzazione complessiva del capitale e dedicato solo alla circolazione* rimane tale anche dopo aver considerato il lavoratore collettivo# del lavoro sociale combinato. 0e il lavoro .ero essere vendute da /ualche singolo peculiare capitale# senza profitto.avesse dimenticata* alle determinazioni di lavoro produttivo e improduttivo Pdi plusvaloreR entro il proletariato mondiale..intera loro classe – raggiunge il suo scopo.org 2013 tangi.uso che* indipendentemente dalla loro /ualit( particolare o destinazione* possono essere in parte inclusi tra i prodotti non fondamentali* consumi di lusso* ecc. Bun/ue* solo dalla forma specifica del rapporto sociale del capitale col lavoro salariato dipende il carattere produttivo o meno di /uest.er7 navigano i virtuosi della virtualit( postmoderna. !a produzione immediata di ricchezza sociale in !orma di merce capitalistica* ossia /ualsiasi attivit( di trasformazione industriale* agricola* ecc.da oltre un secolo per l.estendersi della sfera della circolazione internazionale aggiunge ulteriore e piena validit( attuale* per chi l.ultimo.proprio entro /uest./uindi comun/ue produttivo di plusvalore – di /uel plusvalore ripartito complessivamente entro la classe capitalistica – anche se meno visi.imperialismo* in cui agisce la .esempio della costruzione di strade statali* ricordato da &ar'* come di ogni altra opera pu.ero in un altro modo di produzione.isogni collettivi* hanno come intrinseca finalit( lo sviluppo delle condizioni generali della produzione capitalistica.intera produzione sociale assume* e che proprio grazie a /uelle attivit( di circolazione – che procurano profitto ai capitalisti particolari che le esercitano* in nome e per conto dell.orghesia transnazionale costituita come classe* che l..

coeva e immutata rispetto alla nascita di /uesto sistema sociale stesso* la sua importanza storica* a dispetto delle elucu. Q$ . &a la progressiva atomizzazione dei luoghi e dei momenti produttivi* rispetto all. Per definire e individuare l.enorme. ) dun/ue nel solo mondo ideale dei valori#* della loro produzione immediata come merci* che si pu5 e si deve prescindere dal lavoro improduttivo.razioni accademiche dei post7mar'isti* . "osA* prima di aver dato l. 46 Lavoro im(roduttivo !a confusione che ancora oggi domina circa la definizione e l.importanza dell. !e possi. 0e la definizione di lavoro produttivo e improduttivo* in /uanto categoria analitica funzionale al concetto di modo di produzione capitalistico .gi( ripetutamente sostenuto come ci5 contenga una precisa indicazione sui caratteri da indagare per comprendere la nuova composizione di classe.analisi sempre al solo lavoro produttivo* l.olo del lavoro operaio di massa#. addio al proletariato# e al lavoro salariato* gli ideologi del nuovismo avevano gi( fatto cadere con noncuranza anche la diverse determinazioni di lavoro produttivo e improduttivo.unico che risulta immediatamente rilevante per la spiegazione scientifica dei nessi profondi del modo di produzione capitalistico.ili critici assoluti della teoria del valore e del plusvalore* anche /uando* o proprio perch4* si richiamino fortuitamente alla tradizione economica classica* attraverso la reinterpretazione sraffiana* .assamento del riconoscimento sociale.cresciuta assieme allo sviluppo della forma industriale del capitale* ossia alle macchine.ilmente fuori da /uello capitalistico.ile nel sim. <oncuranti di cosa sia il lavoro salariato Pin /uanto lavoro dipendente dal comando del capitale come forma del rapporto sociale dominante* dun/ue caratteristico anche del lavoro prestato per lo stato – del capitale appuntoR* volutamente ignorano /uale de..iati al lavoro improduttivo come perlopi+ esecra.ili diverse mansioni di uno stesso lavoratore salariato esi.encomio sociale.essenza fondamentale della forma industriale del capitale* o addirittura con il deperimento del modo di produzione capitalistico stesso..spaziometi.iscono un.org – clashcityworkers.iare procedura.ile di contro a un lavoro produttivo chiss( perch4 innalzato dal cattivo senso comune alla gloria dell.importanza del lavoro improduttivo necessario caratterizzarne il suo complemento# positivo* ossia il lavoro produttivo.essere lavoratore improduttivo non costituisce n4 una colpa n4 un motivo di vergogna e neppure di a. 3l contrario vanno ancora ripetute* con &ar'* due cose: anzitutto che essere lavoratore produttivo non affatto una fortuna ma per il singolo pu5 rappresentare una disgrazia* in /uanto condanna alla creazione di plusvalore9 in secondo luogo e conseguentemente* l. %uando si tratta della produzione capitalistica di merci* ossia produzione con plusvalore* si circoscrive l...individuazione del lavoro improduttivo .en pi+ pesantemente influenzata dalla logica keynesiana* lascino cadere la distinzione proficua tra lavoro produttivo e lavoro improduttivo. Bi conseguenza* implicitamente il nuovismo simula un linguaggio e dei concetti pertinenti solo ad un modo di produzione* inconfessa. ) una confusione che comincia dai riferimenti impropri che comunemente vengono fatti al contenuto del lavoro svolto Pil tipo di lavoro* il mestiereR anzich4 alla sua forma di relazione economica* che pu5 essere diversa per un medesimo tipo di lavoro concreto9 e va a finire sui giudizi morali che assai spesso* e sempre immotivatamente* vengono affi. ) in tale contesto contraddittorio che si sviluppa un processo di tendenziale omogeneizzazione sociale del lavoro* fenomeno che investe sia il lavoro produttivo sia /uello improduttivo.rica* da Ure a Iaylor* non vuol dire affatto Pcome pretendono i fautori della tesi del postfordismo#R che sia venuta meno la centralit( della produzione di massa* su larga scala* con un mutamento dell.organizzazione della grande fa. &ar' avvertiva che essere lavoratore produttivo* lungi dal rappresentare una fortuna* costituiva una disgrazia9 che i lavoratori improduttivi potevano essere pi+ utili alla societ( di tanti lavoratori produttivi costretti a applicare la loro forza7lavoro ad attivit( del tutto inutili se non addirittura nocive9 e che gli stessi lavoratori improduttivi finiscono /uasi sempre per essere sfruttati pi+ di /uelli produttivi.a essere la distinzione e la proporzione tra lavoro produttivo e improduttivo* tra produzione e circolazione* sotto le leggi del capitale e del suo plusvalore. 0i . <on deve stupire* pertanto* che stima.alternanza di lavoro produttivo e improduttivo* senza per /uesto cam.org 2013 sia produttivo* sia improduttivo – non pi+ facilmente e immediatamente rintraccia.

R* non a caso spesso retoricamente chiamati fedeli servitori dello stato#.ac/uirente di forza7lavoro non si contrappone al lavoratore come capitalista* trattandosi solo di consumo del reddito Pprivato o pu.ili e tanto meno plusvalore* per definizione* procurando solo utilit( al loro redditiero.ilita in via di diritto o per convenzione sociale chiama sempre pi+ sovente autonomo# un lavoro reso come attivit( artigianale o semiartigianale* di piccola produzione e distri. Iutto il lavoro produttivo ha da essere salariato* ma vi .ile che tali attivit(* in via provvisoria* piuttosto che al capitale complessivo facciano riferimento a esigenze sociali che non siano direttamente capitalistiche9 Q= .avoratori improduttivi sono dun/ue coloro che scam.rica /ui esaminata* in /uanto non attiene al modo di produzione capitalistico.. 0i tratta di lavoratori salariati* sfruttati Pil loro orario di lavoro .attri.superiore al tempo di lavoro a essi pagatoR* assai spesso sfruttati anche pi+ della media sociale* date le peculiari condizioni del loro lavoro.ito – per negazione di ci5 – alla caratterizzazione di /uello che .org – clashcityworkers.licoR* che come tale rientra sempre nella circolazione semplice e non in /uella del capitale: appartengono a tale figura di lavoro* anzitutto* domestici e inservienti in genere alle dipendenze di un /ualsiasi redditiero privato in /uanto consumatore.analisi rientra appieno nella ru. .ene* tutta /uesta casistica non rientra nella ru.rica anche /uelle produzioni Popere pu. "osA* preliminarmente* l.detta essere una condizione necessaria ma non sufficiente.uso o si limiti a predisporne la fruizione* nella forma del valore di scam.iano le loro prestazioni – la loro !orza-lavoro come merce – con reddito o anche con capitale* ma entro la sfera della circolazione.altroR in forma generalmente non vendi.uzione* o di prestazione d. .io o meno – e.l resto procede da s4.uzione di lavoro produttivo Pnel senso capitalistico del termine* sia detto ora una volta per tutteR onde procedere s+. &a non tutto il lavoro salariato . &a in momenti storici determinati .. 0ono comprese in /uesta ru.n primo luogo* il caso pi+ generale ma meno specifico si ha /uando l./uella dei dipendenti pubblici Pstato* enti locali* ecc. Giacch4* se la forma formale sta.che ogni lavoro che non stia nel rapporto di capitale* ossia che non sia salariato* neppure pu5 riferirsi alle categorie di produttivo# o improduttivo#.intero comparto del lavoro che non sia economicamente salariato rimane escluso sia dalla definizione di produttivo# sia da /uella di improduttivo#.ile* o fornita dietro pagamento ad hoc o al limite venduta /uasi come merce ma a prezzi politici o amministrati* e comun/ue sempre senza plusvalore alcuno Pper definizione* ancora* trattandosi di spesa di reddito e non di capitaleR.rica del lavoro produttivo e improduttivo. "ostoro sono pagati con reddito pubblico Pprelevato mediante il !iscalismo delle imposte e il debito pubblico* o tasse di scopo e prezzi politiciR* per procu7 rare utilit( ai cittadini Pamministrazione* istruzione* assistenza sanitaria* giustizia* protezione militare e /uant. Una posizione concettualmente molto simile .n generale* cio-* .liche* come il caso della costruzione di stradeR che* in diverse condizioni* rappresentano sicuri e lucrosi investimenti capitalistici con produzione di valore e plusvalore. .ito che il rientrarvi o no concerne la sostanziale !orma economica della relazione stessa e non /uella giuridica o sociologica..sufficiente che produca plusvalore* nella sfera della produzione immediata.anche una grande parte PcrescenteR di lavoro salariato – proletariato* perci5 – che improduttivo* entro una medesima definizione di classe. &a essi non producono valori vendi.spaziometi.opera* in una forma sostanziale sussunta realmente al capitale* ovverosia in un rapporto di sottomissione al capitale che si pu5 invece configurare sostanzialmente come rapporto di lavoro salariato* in /ualche modo occultato sotto forme esteriori diverse – in tutte /ueste circostanze l.ottegaio di famiglia o li. >ccorre tuttavia precisare s+. .asti dire /uesto: per essere capitalisticamente produttivo .iato ovvero pagato con capitale* ed .ero professionista: insomma lavoro autonomoR* o addirittura non lo venda Plavoro domestico o di cura#* cosA si suol dire* per s4 e per la famigliaR* sia che produca realmente un valore d.org 2013 !a /uestione richiede un ulteriore approfondimento specifico. %ui* per ora* ci si pu5 limitare a definire nella maniera pi+ generale l.lavoro improduttivo.necessario che il lavoro sia scam.produttivo: /uella si . Una prima immediata conseguenza . "osA* chiun/ue non venda la propria forza7lavoro ma direttamente il risultato Pprodotto* servizio o prestazione /ualsivogliaR del suo stesso lavoro Partigiano* piccolo contadino* .possi.

sufficiente a definire produttivo# il lavoro corrispondente* se non .ile dell.e da solo o paghere. >ssia* la produzione immediata non comprende le attivit(* pur pagate con capitale* inerenti la circolazione* che dipendano solo dal carattere di merce del prodotto: .liche rientrino nel mercato del lavoro salariato in generale e siano perci5 sfruttate al pari delle altre.uso della forza7lavoroR al fine di conservare per s4 la maggiore /uantit( possi. .ene comprendere che nella sfera della circolazione* e /uindi anche della riproduzione del capitale* il plusvalore non lo si produce* appunto per definizione* ma viene a costituire un limite negativo dato per la spesa del capitalista* il /uale fa di tutto per risparmiare al massimo sul salario Pestendendo e intensificando il pi+ possi. 0i tratta cio. ) facilmente comprensi.uso immediati anzich4 come merci..ero pi+ motivo di esistere Pma sicuramente sostituiti da altri lavori storicamente specificiR se i prodotti circolassero come valori d. !e diverse mansioni di uno stesso lavoratore esi..ire.ultimo infatti pu5* per sua convenienza* delegare allo stato la creazione di infrastrutture che* pur soddisfacendo .R.iscono un..e col proprio reddito. 3utonomizzarle* pagandole con una parte del capitale proprio o facendone l.anche* ecc. !a riproduzione delle classi sociali* in direzione di un progressivo ampliamento della proletarizzazione verso i QG .. Iutto ci5 che precede non significa escludere /ualche influenza del lavoro improduttivo sull.facile* da /uesto punto di vista* farne una classificazione per comparazione* immaginando /uei lavori* pur assai utili e indispensa.arresto#..individuazione dei criteri di definizione di lavoro produttivo e improduttivo non mutere.e un colpo d. &a se una parte sproporzionata fosse cosA riprodotta* invece di essere ritrasformata in mezzi di produzione e in mezzi di sussistenza* lo sviluppo della ricchezza su.di /uelle attivit( che il capitalista originariamente fare...org – clashcityworkers. 3lla proletarizzazione delle classi corrisponde la sintesi corporativa dello stato li.in grado di produrre plusvalore. "he i lavoratori salariati nella sfera della circolazione del capitale siano sfruttati* non occorre dimostrarlo* al punto che proprio per /uesta ragione molti li confondono con i lavoratori produttivi.attualit( della distinzione tra lavoro produttivo e improduttivo nella produzione e nella circolazione.ile l.ia la diretta assunzione del lavoro nel capitale* codesta condizione necessaria da sola non ..ile* altresA* come anche tutte /ueste attivit( salariate pu.n secondo luogo* tuttavia* pure /uando si a.isogni collettivi* hanno come intrinseca finalit( lo sviluppo capitalistico.intero sistema produttivo* perch4 per poter far ci5 occorre prescindere momentaneamente dai livelli della produzione e dalle proporzioni tra i settori: infatti* il lavoro improduttivo pu5 essere contingentemente il tramite per far fronte a una crisi da sovraproduzione di valore o a una riduzione sensi.automazione del controllo ripropone l.attivit( specifica di altri capitalisti* non ne modifica il carattere P&ar' cita casi relativi alla conta. "onsiderando il pagamento del lavoro salariato improduttivo* . Iale fenomeno investe sia il lavoro produttivo sia /uello improduttivo.esercito di riserva* o lo stesso lavoro produttivo pu5 essere impiegato nella produzione di merci di lusso. !a rivoluzione dell.ero nel processo complessivo di riproduzione e di circolazione per le conseguenze indirette dovute a una dilatazione sproporzionata del lavoro improduttivo o anche di /uello produttivo ma non riproduttivo.iare !orma.ili al capitale* che non avre. "on le strutture organizzative e tecniche del lavoro informatizzato si sviluppa contraddittoriamente un processo di tendenziale omogeneizzazione sociale del lavoro* in una forma di rapporti materiali di produzione sempre pi+ uguali tra loro* e dun/ue tendenzialmente universali.alternanza di lavoro produttivo e improduttivo* senza per /uesto cam..ero affatto.ile di /uel plusvalore gi( prodotto: perci5 il grado di sfruttamento del lavoro improduttivo* pur non creando esso plusvalore* pu5 di norma essere perfino pi+ alto di /uello produttivo.spaziometi.erale.ilit(* al commercio* alle .org 2013 /uest. "i5 contiene una precisa indicazione sui caratteri da indagare per comprendere la nuova composizione di classe. &a le categorie che presiedono all. Gli effetti del lavoro produttivo nella produzione di merci di lusso* cosA come /uelli dei costi di circolazione e del lavoro improduttivo* anche se isolati artificiosamente dal processo immediato di produzione* si ripresentere. Giacch4 una tale circostanza deriva certamente da una semplice mutata sottomissione al capitale della forma di una funzione non produttiva – e con ci5 il caso rientra propriamente nei costi di circolazione del capitale* come !alsa spesa di produzione.

l proletariato mondiale come classe in s4 .oratori delle soggettivit( rivoluzionarie – si spiega cosA essere il prodotto di una nuova divisione internazionale del lavoro* cui .intelletto generaleR espropriato.org – clashcityworkers.immissione della tecnologia pi+ avanzata. !a complementare apparente sparizione della classe operaia# – che tanto scompiglio ha gettato nei riela.en lontano dalla sua estinzione* presentando al contrario caratteri sempre pi+ diffusi e omogenei..collegata funzionalmente l.org 2013 settori di lavoro improduttivo* segna cosA una linea di demarcazione tra nazioni e stati nazionali pi+ sviluppati e /uelli da dominare. . !a rinnovata attualit( del nesso tra lavoro produttivo e improduttivo capace di gettare luce sulla percezione della dinamica sociale del processo produttivo. 1ntro tali classi si annida il germe della contraddizione dello sviluppo della scienza* del sapere collettivo Pl. QQ . !o sviluppo di nuove figure lavorative connesse alla seconda rivoluzione industriale si inserisce compiutamente nella ridefinizione del proletariato in rapporto alle altre classi sociali.spaziometi.