You are on page 1of 7

Titolo

mariano maponi do it, istruzioni per realizzare piccoli progetti mariano.maponi@gmail.com http://maponi.blogspot.it/ http://www.divini.net/maponi http://www.facebook.com/mariano.maponi http://www.linkedin.com/in/maponi https://twitter.com/#!/maponi http://www.diigo.com/user/maponi

Licenze
Creative Commons Public Licenses (CCPL) italiane. Tu sei libero di: Condividere riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questo materiale con qualsiasi mezzo e formato Modificare remixare, trasformare il materiale e basarti su di esso per le tue opere Il licenziante non pu revocare questi diritti fintanto che tu rispetti i termini della licenza. http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/it/deed.it Attribuzione - Non commerciale 3.0 Italia (CC BY-NC 3.0 IT) Ai seguenti termini: Attribuzione Devi attribuire adeguatamente la paternit sul materiale, fornire un link alla licenza e indicare se sono state effettuate modifiche. Puoi realizzare questi termini in qualsiasi maniera ragionevolmente possibile, ma non in modo tale da suggerire che il licenziante avalli te o il modo in cui usi il materiale. NonCommerciale Non puoi usare il materiale per scopi commerciali. Divieto di restrizioni aggiuntive Non puoi applicare termini legali o misure tecnologiche che

impongano ad altri soggetti dei vincoli giuridici su quanto la licenza consente loro di fare.

Colophon
Mini guida per i miei studenti che vogliono rendere visibile e documentare, lattivit di ricerca e di progetto, svolta in piccoli gruppi come approfondimento di argomenti incontrati in diverse discipline nel corso dellanno scolastico.

Invito a cominciare
Fallo. Non mettere tempo in mezzo, leggiti le istruzioni e incomincia ad agire. Non importa quanti piccoli errori potrai compire nelleseguire il lavoro, faranno parte del risultato finale. Do it. Limportante , lazione, partire da unidea, non importa se questultima sia tua o tratta da un libro o dalla rete proposta da un grande autore.

Scopo dei progetti


I progetti dovrebbero permettere di fare unesperienza completa di sviluppo di un prodotto per consentire una revisione critica dei concetti e tecniche apprese, tale da: 1. allenare ad affrontare il processo lavorativo tipico della progettazione; 2. stimolare la capacit creativa e di analisi; 3. sperimentare l'organizzazione del lavoro di gruppo; 4. abituare a documentare il lavoro svolto da socializzare in rete.

Il processo di progettazione
Il processo di progettazione pu essere suddiviso nelle seguenti fasi: Analisi e studio del problema, partendo dalle indicazioni e dalle specifiche a disposizione: in questo momento dovranno essere prese in considerazione le diverse possibilit architetturali facendo riferimento a risorse in rete, libri di testo, letteratura scientifica, manuali ed esperienze personali e/o di amici. Bisogna consultare e studiare criticamente un numero, seppure ridotto, di riferimenti attinenti all'argomento seguendo la bibliografia e/o sitografia consigliata; Realizzazione del prodotto partendo dalle specifiche funzionali fornite nella fase precedente; Valutazione del sistema realizzato, ed eventuali rettifiche all'implementazione. Tale valutazione potr essere effettuata mediante prove su modelli e/o prototipi realizzati.

Documentazione dei progetti


La documentazione di un progetto sar costituita da: 1. Larticolo di presentazione dellattivit svolta, testo argomentativo, scritto immaginando la pubblicazione su una rivista scientifica;

2. Il manuale dei riferimenti tecnici 3. Il manuale utente 4. Il sito web di appoggio. I documenti devono essere prodotti in uno o pi formati elettronici per facilitare la diffusione in rete, attraverso gli e-book, i terminali mobili ed i siti print-on-demand books . Naturalmente larticolo di presentazione, Il manuale dei riferimenti tecnici e Il manuale utente devono essere facilmente stampabili in formato A4.

Articolo di presentazione
Larticolo di presentazione deve essere scritto secondo uno stile il pi possibile chiaro e "scientifico", e come tale deve essere inoltre organizzata nelle seguenti parti: 1. una introduzione in cui viene inquadrata la problematica; 2. una prima esposizione informale dei concetti chiave e delle tecniche adottate, comprendendo l'eventuale commento e descrizione critica dei riferimenti bibliografici adottati, e premettendo i risultati essenziali del progetto; 3. una descrizione di massima delle funzioni e delle unit implementate, 4. la valutazione del sistema effettuata mediante prove e/o formulazioni analitico statistiche; 5. una parte di conclusioni in cui si mette l'accento sui risultati conseguiti e sugli eventuali problemi aperti Il risultato finale, non dovrebbe non superare le 4-6 pagine in formato A4.

Manuale dei riferimenti tecnici


Rapporto tecnico con la descrizione delle funzioni e delle unit implementate, possibilmente utilizzando un "linguaggio" che faciliti la descrizione strutturata e la leggibilit, la eventuale descrizione dettagliata degli algoritmi e delle strutture e degli schemi elettrici. Il manuale destinato agli esperti che hanno la necessit di effettuare la manutenzione e laggiornamento del dispositivo realizzato.

Manuale utente
Il manuale utente destinato allutilizzatore finale del dispositivo, ed ha lo scopo di illustrare al consumatore come ottenere facilmente i risultati desiderati.

Sito web di appoggio


Il sito web del progetto, permette la diffusione e pubblicazione del lavoro in rete, con eventuali risorse aggiuntive non incluse nella documentazione cartacea del progetto, come video, tutorial, foto, discussioni, diario di bordo del progetto e riferimenti a materiali esterni. Il sito pu essere interamente realizzato utilizzando linguaggi e strumenti autore (come Adobe Dreamweaver) visti nei corsi di sistemi e informatica, oppure utilizzando content management system (CMS), per blog e siti dinamici sia nella versione forniti come servizio da diversi provider, sia nella versione installati in hosting.