You are on page 1of 5

Universit per Stranieri di Perugia

Facolt di Lingua e Cultura Italiana Corso di Diploma Universitario in Tecnica Pubblicitaria

Neologismi nell'ambito delle nuove tecnologie

Tesi di Laurea di: Luca Cruccolini

Relatore: Pro !ssa "aria Rosa Capo##i

$nno $ccademico %&&'(%&)&

)! Storia del computer e di Internet

I primi rudimentali computer totalmente elettronici/ basati sull'attuale sistema in ormatico binario e con una struttura analoga a 7uelli moderni/ risalgono agli anni 8uaranta/ e rispondono al nome di ?)/ $4C/ @NI$C e UNIA$C! 8uesti primi calcolatori erano molto lenti/ di grandi dimensioni/ occupavano intere stan#e ed era normale c.e il risultato del calcolo venisse presentato varie ore/ se non giorni/ pi9 tardi! Tra un input e l'altro/ inoltre/ il computer rimaneva inattivo/ proprio come una macc.ina calcolatrice! Negli anni successivi urono reali##ati altri calcolatori/ sempre pi9 e icienti/ ma erano ancora costosissimi ed ingombranti/ e solo grandi enti pubblici/ come ad esempio l'esercito/ ed enormi a#iende private/ potevano permettersi di possedere tali strumenti! Cerc.iamo di capire come i computer sono arrivati al pubblico di massa/ e come .anno determinato un enorme impatto sulla societ! Negli anni Sessanta nasce orse il primo vero antenato del personal computer/ il P*P5)& della *@C! 8uesta macc.ina oltre c.e ad adempiere alle normali un#ioni di calcolatore/ era stata progettata anc.e per supportare l'utili##o interattivo/ vi era possibile in atti ar girare SpaceBar/ il primo videogioco della

storia! Inoltre il suo sistema operativo/ T:PS5)&/ permetteva a ciascun utente di avere la sensa#ione di essere il proprietario di una por#ione di macc.ina! ;li utili##atori potevano creare/ modi icare/ memori##are e ric.iamare blocc.i di dati/ c.iamati con il nome oggi amiliare di C ileD! I vincoli economici contrastavano ancora la di usione dell'in ormatica al pubblico nella dire#ione dall'alto verso il basso! Contemporaneamente la tecnologia stava acendo grandi passi! I progressi riguardavano soprattutto la densit dei circuiti integrati/ in 7uanto si cercava di inserire il massimo numero di unit logic.e in uno spa#io sempre pi9 ridotto/ e il loro sviluppo tecnologico ebbe il primo impatto nelle calcolatrici! $nc.'esse ini#ialmente erano molto pesanti/ complesse e costose/ ma a#iende come Eang/ 4oBmar e FeBlett5Pac6ard dal )'1& in avanti costruirono modelli sempre pi9 piccoli ed economici/ c.e utili##avano circuiti dalle dimensioni sempre pi9 ridotte! Nel corso degli anni i pre##i precipitarono/ addirittura da -!&&& a -& dollari/ e come per altri prodotti commerciali/ il cui costo < concentrato soprattutto nel con e#ionamento e nel mar6eting/ anc.e per le calcolatrici la tecnologia non u pi9 il attore determinante del successo commerciale! *ue imprese giapponesi con notevoli competen#e nel mar6eting dei beni di consumo/ la Casio e la S.arp/ divennero ben presto dominanti nel settore/ mentre le societ pioniere nel campo o smisero di produrle/ come la Eang/ o speciali##arono/ come la FeBlett5Pac6ard! I pre##i da beni di consumo ecero dimenticare al pubblico c.e 7ueste allirono/ come la 4oBmar/ o si

macc.ine erano straordinarie opere di ingegneria! Per 7uanto potenti/ la stampa esitava a c.iamarle computer! Nonostante 7uesto la FeBlett5Pac6ard presentG la FP50- nel )'1,/ come Cpersonal computerD Hprobabilmente la prima volta c.e 7uesto termine venne usato in orma stampata )I! Fu la prima calcolatrice programmabile ad entrare nel mercato: era dotata di una memoria capace di )&& istru#ioni e poteva memori##are e ric.iamare programmi tramite un lettore di sc.ede magnetic.e incorporato! L'introdu#ione delle calcolatrici da tasca programmabili ebbe signi icativi e etti sull'orientamento della tecnologia dei computer! Il primo u c.e le calcolatrici crearono un mercato nel 7uale/ tramite lotti produttivi molto elevati/ si potevano ottenere economie di scala e pre##i bassi! Il secondo/ e orse pi9 importante/ u c.e/ soprattutto 7uelle programmabili/ scatenarono la or#a della creativit e della vivacit personale di gruppi di individui! 8uesti elementi saranno gli stessi c.e determineranno successivamente l'espansione dei personal computer in un mercato di massa/ producendo conseguen#e rilevanti nella societ e nel linguaggio! I circuiti integrati delle calcolatrici programmabili erano avan#atissimi/ ma erano troppo speciali##ati per e ettuare opera#ioni numeric.e e non potevano costituire la base di un computer vero e proprio! :ccorreva un insieme di circuiti c.e inglobasse la struttura di un computer di tipo generale in modo da poter essere

) *a FeBlett5Pac6ard Journal H"aggio )'1,I nell'articolo intitolato: T.e KPersonal ComputerK: $ FullL Programmable Poc6et Calculator HIl CPersonal ComputerD: una calcolatrice tascabile completamente programmabileI!

'

programmato per gestire pi9 a#ioni/ secondo necessit! Prese il nome di CmicroprocessoreD e il primo/ c.iamato 2&2&/ u reali##ato dalla Intel nel )'1)! Negli anni successivi la Intel presentG dei computer basati su microprocessore/ ma non li proponeva al grande pubblico/ in 7uanto/ erroneamente/ non pensava c.e al di uori del mondo industriale potessero avere altissime poten#ialit! Fu nel )'1- c.e F! @dBard Roberts nella rivista Popular @lectronics propose un autentico computer per utili##o personale/ con il prototipo C$ltairD/ e spiegava come poterlo assemblare in maniera autonoma per meno di ,&& dollari! Il progetto ebbe un grandissimo successo e produsse una sc.iera di .obbLsti e appassionati di elettronica c.e ormarono una comunit attiva ondamentale per la di usione dell'uso personale ed interattivo del computer! La mancan#a di un dispositivo pratico per l'arc.ivia#ione di massa e l'assen#a di uno strumento per scrivere so tBare applicativo erano due limiti c.e bloccarono la di usione dei personal computer ed in particolare dell'$ltair! In 7uegli anni 4ill ;ates/ insieme al suo amico Paul $llen/ scrisse per 7uella macc.ina un riadattamento del 4$SIC Hun linguaggio di programma#ione gi sviluppato in preceden#a ma supportato soltanto dai grandi calcolatoriI/ creando un linguaggio leggero/ so isticato e allo stesso tempo acile da imparare! Lo propose a Roberts/ ma il so tBare sviluppato da ;ates non u considerato come una merce da vendere e la collabora#ione tra i due non durG molto! Nel )'12 ;ates ondG la "icroso t/ mantenendo i diritti del suo 4$SIC e troncando i rapporti con la "ITS/ ditta produttrice dell'$ltair!