You are on page 1of 20

thinkITALIAN

MAY 2012 - MAGGIO 2012

VIAGGI A
BELLE CITT DELLUMBRIA

ORVIETO

YOUR DOORWAY TO A NEW LANGUAGE AND A NEW CULTURE

interno inside
Articoli / Articles
Parmigiano e prosciutto: Foods of Parma Sagre di maggio in Italia: May Festivals Casa Savoia: The House of Savoy Il Ghetto Ebraico: Romes Jewish Ghetto Limmigrazione: Immigration to North America La citt di Orvieto: Orvieto, hilltop town La storia della television: History of Italian TV Festival di Spoleto: World famous Spoleto Festival

Lezioni / Lessons
Italian Formal Approach Ripetete dopo di me! Repeat After Me

THINK ITALIAN MAGGIO DE 2012 PUBLISHER: Kelly Chaplin EDITOR: Francesca Fabi NARRATORS: Daniele De Cario, Ingrid Pagliarulo

info@thinkitalian.com

www.thinkitalian.com

PO BOX 124949 San Diego, CA 92112

Parmigiano e prosciutto
Parma
una citt dellEmilia Romagna famosa soprattutto per due prodotti alimentari, esportati in tutto il mondo: il parmigiano e il prosciutto crudo. Il parmigiano nasce nel Medioevo nella zona tra Parma e Reggio, piena di terreni con abbondanza di acqua per il bestiame e di sale per la trasformazione casearia. Attualmente si produce nelle colline e nelle montagne tra il Po e il Reno, dove ci sono allevamenti controllati e regolati da un profondo rispetto per lambiente. Non sono permessi, ad esempio, additivi chimici o conservanti: il parmigiano deve rimanere un prodotto assolutamente naturale. Anche la lavorazione viene continuamente monitorata: i casari, cio i produttori di formaggio, controllano il latte nelle vasche, la temperatura e il lavoro delle macchine, fino al prodotto finale. Ma come si fa il parmigiano? Il latte, raccolto durante la sera precedente, viene messo in grandi vasche per riposare tutta la notte. Al mattino i casari aggiungono il caglio e il siero innesto, sue sostanze che servono per la coagulazione. Si forma una cagliata che viene rotta e poi messa sul fuoco per circa unora. Il casaro raccoglie il latte coagulato e lo mette in una fascera tonda, dove resta per circa un anno a stagionare. Prima della stagionatura, il parmigiano viene marchiato e messo in acqua salata. Dopo la stagionatura, viene controllato ancora da alcuni esperti che con un martellino controllano la qualit della forma e decidono se pu essere venduta o meno. Il prosciutto crudo ha una storia molto pi antica: ne parlano molti storici antichi gi nel I secolo a.C. C un aneddoto che riguarda Annibale: nel 217 a.C. entra a Parma e i cittadini per festeggiarlo gli offrono delle cosce di maiale conservate sotto sale in barili di legno. Nella zona di Parma ci sono tante sorgenti saline, quindi la gente da sempre usa il sale per conservare la carne. Il sale, inoltre, lunico conservante permesso: anche il prosciutto crudo, come il parmigiano, viene rigorosamente controllato per avere un prodotto del tutto naturale. Attenzione al marchio: il prosciutto di Parma originale solo quello con la corona.

TRADIZIONE
citt: town soprattutto per: especially for alimentari (alimentare): foods esportati (esportato): exported mondo: world crudo: raw nasce (nascere): was born (to be born) piena di terreni: full of plots of land acqua: water bestiame: livestock sale: salt casearia (caseario): dairy colline (collina): hills allevamenti (allevamento): farming controllati (controllato): controlled regolati (regolato): regulated rispetto: respect ambiente: environment non sono permessi (permettere): are not allowed (to allow, to permit) ad esempio: for example additivi chimici: chemical additives conservanti (conservante): preservatives deve rimanere (dovere): should remain (must, to have to) lavorazione: processing monitorata (monitorare): monitored (to monitor) casari (casaro): dairymen latte: milk vasche (vasca): tanks come si fa (fare): how do they make (to make) raccolto: gathered la sera precedente: the night before riposare: to stand mattino: morning aggiungono (aggiungere): add (to add) caglio: rennet siero innesto: whey servono (servire): serve (to serve) cagliata: curd rotta: broken messa sul fuoco: heated lo mette (mettere): he puts it (to put) fascera tonda: mold for making cheese un anno a stagionare: one year to mature marchiato: branded acqua salata: salty water esperti (esperto): experts martellino: small hammer se pu essere venduta o meno (vendere): if it can be sold or not (to sell) ne parlano (parlare): they talk about it (to talk) secolo: century cittadini (cittadino): citizens festeggiarlo: to celebrate him offrono (offrire): offer (to offer) in barili di legno (barile): in wood barrels sorgenti saline: saline springs gente: people carne: meat lunico: the only marchio: trademark corona: crown
w w w.thi nki tali an.com

TRADIZIONE
il mese: the month maggio: May sagre: festivals nord: north sud: south stivale: booth stagione primaverile: spring season permette di stare (permettere): allows to stay (to allow, to permit) allaperto: outdoor, open air godere: to enjoy piacevoli: pleasant calde: warm, hot perfette per: perfect for visitare: for visiting, to visit enogastronomiche: wine and food related che si svolgono (svolgere): that take place (to take place, to happen) in giro: around le campagne: the countryside paesi: villages menzionare: to mention si tengono (tenere): they have (to have) eccone: here are piccola selezione: small selection un angolo: a corner incantato: enchanted limoni: lemons profumatissimi: very fragrant la quintessenza: the quintessence ogni anno: every year il terzo sabato: the third Saturday durante: during la giornata: the day lintero paese: the entire village si colora di giallo (colorarsi): becomes colored with yellow (to color) vicoli: alleys negozi: shops banchi: stands, stalls un trionfo: a triumph che fanno bella mostra di se: they make the best of themselves freschezza: freshness profumo: scent si vendono (vendere): are sold (to sell) il pomeriggio: the afternoon invece: on the other side si effettua (effettuare): take place (to take place) passeggiata: a walk il borgo: the villages si conclude (concludere): it ends (to end, to conclude)
May 2012 / maggio 2012

Sagre di maggio in Italia


Il mese di maggio
in Italia ricco di festival e di sagre dal nord a sud dello stivale. La stagione primaverile permette di stare allaperto e di godere di temperature piacevoli e calde, ma non soffocanti, perfette per visitare le numerose sagre, spesso enogastronomiche, che si svolgono in giro per le campagne e per i piccoli o grandi paesi. Impossibile menzionare tutte le sagre che si tengono a maggio, eccone una piccola selezione:

A Monterosse, nelle Cinque Terre, in un angolo di Liguria incantato, maggio il mese della sgara dei limoni, una celebrazione di questi frutti profumatissimi che sono la quintessenza della mediterraneit. La sagra si svolge ogni anno il terzo sabato del mese: durante la giornata lintero paese si colora di giallo. Nei suoi vicoli i negozi e i banchi allaperto e un trionfo di limoni che fanno bella mostra di se in tutta la loro freschezza e con il loro profumo. Si vendono delizie gastronomiche preparate con i limoni come la crema di limoni, la torta al limone e le marmellate. Il pomeriggio invece si effettua una passeggiata per il borgo che parte dalla casa del famoso poeta Eugenio Montale e si conclude con una festa nella piazza del paese.

A Firenze a met maggio si celebra la festa del Grillo, un insetto da un lato simbolo della primavera, dallaltro elemento distruttore del raccolto. Da quando la vendita dei grilli stata vietata, la sgara ha perso smalto ed diventata una semplice festa folkloristica.

TRADIZIONE
a met: in the middle si celebra (celebrare): is celebrated (to celebrate) un insetto: an insect da un lato: on one side distruttore del raccolta: destroyer of the harvest la vendita: the sale grilli: crickets stata vietata (vietare): has been forbidden (to ban, to forbid) ha perso smalto: lost the edge, lost appeal diventata: become una semplice festa: a simple celebration per degustare: to enjoy fave: fava beans vino: wine siache.: bothand fuoriporta: out of the town lultimo: the last fine settimana: weekend casatiello: a rich italian bread, filled with savory bits of meat and cheese unantica: an old usanza: tradition, custom gli abitanti: the inhabitants larrivo: the arrival Pasqua: Easter si riunivano (riunire): gathered (to gather) spazio: space davanti al: in front of per bere: to drink mangiare: eat pietanza contadina: peasant food canti: songs balli: dancing, dances oggi: today comprende (comprendere): includes (to include) il concorso: the competition il miglior: the best realizzato (realizzare): made (to make) mondo: world uova: eggs pesante: heavy vicino: near pianta: plant originaria del: that comes from ha trovato (trovare): has found (to find) un clima ottimale: a perfect clima le sue foglie: its leaves la scorza: the peel vengono utilizzate (utilizzare): are used (to use) mentre: while per cucinare: to cook ottimi dolci: very good cakes, desserts giochi: games premiazioni: prize givings interessanti: interesting seguite: followed by degustazioni: tastings
w w w.thi nki tali an.com

A Filacciano, in provincia di Roma, il mese di maggio loccasione per degustare fave, pecorino e vino locale, sia fuoriporta che nel paese, come tradizione in buona parte dei paesi del Lazio in questo periodo.

A Sant Irpino, in provincia di Caserta invece, lultimo fine settimana di maggio dedicato alla celebrazione del casatiello, una specialit campana. Il festival celebra unantica usanza locale

secondo cui gli abitanti del paese, per festeggiare larrivo della primavera e della Pasqua, si riunivano nello spazio davanti al monastero di San Francesco di Paola per bere e mangiare il casatiello, rustica pietanza contadina, tra canti e balli. Oggi la sagra comprende il concorso per il miglior casatiello del paese e durante la manifestazione, negli anni scorsi stato realizzato il casatiello pi grande del mondo, preparato con quattrocento uova e pesante quattro quintali.

A Chiaramonte, vicino Potenza, in Basilicata, una sagra dedicata interamente al sambuco, pianta originaria del Caucaso e dellEuropa, che ha trovato un clima ottimale nella regione. Le sue foglie e la scorza vengono utilizzate per preparare medicinali, liquori, mentre i fiori vengono impiegati per cucinare ottimi dolci come frittelle e marmellate. Durante le celebrazioni, nel paese lucano ci sono giochi, premiazioni ed interessanti e seguite degustazioni.

CULTURA
risponde al nome di (rispondere): answers to the name of (to answer) ha origine: comes into being secolo: century sposta (spostare): moved (to move) diventa (diventare): became (to become) e poi di: and then of inoltre: furthermore grazie alle: thanks to vennero attribuite (attribuire): were assigned (to assign) le corone: the crowns ad essere incoronato (incoronare): to be crowned (to crown) Re: King che modernizz (modernizzare): who modernized, upgraded (to modernize) la stato: the state intraprese (intraprendere): engaged (to engage, to start) guerra: war il figlio: the son che port a termine: who carried out il sogno: the dream potr (potere): could (can, to be able to) a tutti gli effetti: to all intents and purposes (idiom) essere considerato: to be considered unificata: unified per volont: for the will per diritto: with good reason molto amato: much loved mor (morire): died amore: love antichi: old, ancient oggi: today entrando (entrare): going in si pu ammirare: you can admire la sua tomba: his grave accanto: beside Regina: Queen non distante da: not far from genio artistico: artistic genious
May 2012 / maggio 2012

Casa Savoia
La famiglia reale italiana
risponde al nome di Savoia. Casa Savoia una dinastia reale europea che ha origine nella Borgogna del X secolo e sposta il suo dominio nel territorio italiano nel XV secolo, quando la capitale del suo regno diventa Torino. nel XVIII Solamente

secolo il loro dominio diventa realmente un regno, prima di Sicilia e poi di Sardegna. Fu con la proclamazione del Regno dItalia nel 1861 che i Savoia divennero ufficialmente i reali dItalia. Inoltre, grazie alle conquiste del regime di Mussolini, ai Savoia vennero attribuite anche le corone di Croazia, Albania ed Etiopia. Il primo Savoia ad essere incoronato Re di Sicilia fu Vittorio Emanuele II, ma il primo personaggio a venire considerato re dItalia il suo successore, re Carlo Alberto di Savoia (1831-49), che modernizz la stato e intraprese la prima guerra dindipendenza. Tuttavia fu il figlio di Carlo Alberto, Re Vittorio Emanuele II, che port a termine il sogno dellunit nazionale e potr a tutti gli effetti essere considerato il primo re della penisola unificata nel 1861. Infatti la formula della sua incoronazione sar: Vittorio Emanuele II, re dItalia per volont della nazione e per diritto divino. Questo re fu molto amato e nel 1870 liber la citt di Roma, dove mor nel 1878. Roma manifest il suo grande amore per il re destinando il Pantheon, uno dei monumenti pi antichi e prestigiosi della Citt Eterna, a mausoleo del re dItalia. Anche oggi, entrando al Pantheon, si pu ammirare la sua tomba accanto a quella della Regina e non distante da quella del genio artistico Raffaello.

Il suo successore fu re Umberto I, il quale si trov a dover governare un paese ancora molto frammentato, diviso e da costruire. I problemi sociali furono sempre pi evidenti e si manifestarono con violenti disordini nelle piazze di tutte le principali citt. In questo periodo storico sul re ricaddero tutte le responsabilit e il malcontento della gente sfoci anche in vari attentati alla sua vita, ai quali il re riusc a sopravvivere. Ma fu proprio un attentato a porre fine al regno di questo sfortunato sovrano, ricordato per la sua partecipazione ad alcuni dei momenti pi dolorosi della storia della nazione, il quale si trov a dover affrontare una realt completamente nuova e difficile. Di re Umberto I va sottolineata anche labilit nella mediazione con la classe politica, oltre alla partecipazione ai dolori del popolo, atteggiamento che lo far ricordare col nome di re buono.

CULTURA
si trov (trovare): found himself (to find) un paese: a country dover governare: having to run, having to rule frammentato: fragmented diviso: divided costruire: (needing to be) built si manifestarono: manifested themselves disordini: riots periodo storico: historical period sul re ricaddero: fell on the king gente: people sfoci (sfociare): lead to vari attentati: several attemps vita: life riusc a sopravvivere: managed to survive un attentato: an assassination attempt a porre fine: to end sfortunato sovrano: unlucky king ricordato per: remembered for pi dolorosi: most painful si trov (trovaresi): found himself (to find) affrontare: to face va sottolineata: it must be emphasized dolori: pains popolo: people atteggiamento: attitude lo far ricordare: will make him remembered nome: name nuovo: new conosciuto: known tent di indirizzare (tentare): tried to address (to try) il paese: the country verso: towards dopo: after riconquist (riconquistare): reconquested (to reconqueset, to retake) confini naturali: natural borders dovettero sopportare: had to endure il ventennio: the twenty year iniziato (iniziare): started (to start) mentre: while giorno: day a causa dell: because of abdicazione: abdication durer (durare): lasts (to last) un solo mese: only one month trascorrer (trascorrere): will spend trentasette anni: thirty seven years in esilio: in exile a seguito del: further to scelse (scegliere): chose (to choose) di abbandonare: to abandon per sempre: for ever
w w w.thi nki tali an.com

Il nuovo re, Vittorio Emanuele III, conosciuto anche come il re soldato, tent di indirizzare il paese verso una costituzione democratica. Dopo il successo della prima guerra mondiale, lItalia riconquist i suoi confini naturali, ma poco dopo il re, ed il paese con lui, dovettero sopportare il ventennio fascista, iniziato con lelezione democratica di Benito Mussolini.

Mentre dal giorno della liberazione di Roma nel 1946 inizia il regno di Re Umberto II, a causa dellabdicazione di Vittorio Emanuele III. Ma il regno di Umberto II in Italia durer un solo mese: il re trascorrer trentasette anni in esilio in Portogallo a seguito del referendum istituzionale con il quale il popolo italiano scelse di abbandonare per sempre la propria famiglia reale a favore della repubblica democratica.

VIAGGI
ghetto ebraico: Jewish ghetto storia: history quello: the one Venezia: Venice sorto (sorgere): sprung up (rise, spring up) quaranta anni: forty years prima di: before non molti sanno (sapere): not many people know (to know) in effetti : in fact la parola: the word deriva (derivare): comes from (to come from) nome: name chiamato: called era costruito (costruire): was built (to build) intorno a: around una fonderia: a foundry ebrei: Jewish people tempo: time costretti (costringere): forced (to force) vivere: to live oggi: today molto bello: very beautiful si affaccia (affacciare): overlooks (to overlook) attira (attrarre): attacts (to attract) migliaia: thousands per via della: due to, because of modo: way essendo (essere): being (to be) storicamente: historically il luogo: the place sorgeva: stood il mercato del pesce: the fish market si possono gustare: can be enjoyed pur essendo (essere): inspite being (to be) ubicato (ubicare): located mare: sea non sempre stato: it has not always been come lo si pu vedere: as we can see it papa: Pope privati (privare): deprived (to deprive) diritti: rights proprio dal pontefice: just from the Pope relegati (relegare): relegated (to relegate) fossero obbligati (obbligare): would be obliged (to oblige) a farlo (fare): to do it (to make, to do) chiusa (chiudere): shut, closed (to close) da un muro: from a wall entrare: to go in uscire: to go out solo attraverso: only through porte: doors notte: night riaperte (riaprire): reopened (to reopen) allalba: at dawn con lincremento: with the increase pass (passare): moved (to go) ad otto: to eight
May 2012 / maggio 2012

Il Ghetto Ebraico di Roma


Il
primo ghetto ebraico della storia quello di Venezia, sorto quaranta anni prima di quello di Roma. Non molti sanno che in effetti la parola ghetto deriva direttamente dal nome di un antico quartiere veneziano. Questo quartiere, chiamato gheto , era costruito intorno a una fonderia nella quale gli ebrei presenti al tempo furono costretti a vivere. Oggi il ghetto un quartiere molto bello che si affaccia sul Tevere e attira migliaia di turisti e romani anche per via della grande tradizione culinaria ebraica. In particolar modo, essendo storicamente il luogo dove sorgeva il mercato del pesce, in questo quartiere si possono gustare le specialit culinarie a base di pesce, pur essendo il quartiere ubicato nel centro della citt e non al mare. Ma il ghetto naturalmente non sempre stato come lo si pu vedere oggi. Nella Roma del papa Paolo IV gli ebrei furono privati dei loro diritti proprio dal pontefice e relegati in una piccola zona dove gi erano presenti in buon numero prima che fossero obbligati a farlo. Questa zona fu chiusa da un muro ed era possibile entrare e uscire solo attraverso due porte che venivano chiuse di notte e riaperte allalba. Successivamente, con lincremento della popolazione allinterno del ghetto, il numero di porte pass gradualmente ad otto.

Il destino della popolazione ebraica di Roma fu legato anche alle conquiste di Napoleone ed alla rivoluzione francese, come del resto si pu dire di quasi tutti i popoli dEuropa in quellepoca. Quando Roma fu occupata e fu proclamata la Prima Repubblica Romana a spese del Papa, gli ebrei riconquistarono i loro diritti di cittadini come altri. Purtroppo questo dur ben poco, perch con il ritorno del Papa nel 1814 gli ebrei furono nuovamente rinchiusi nel ghetto. Lunico vantaggio lo ottennero anni dopo, quando papa Pio IX ordin di abbattere il muro di recinzione, anche se questo non voleva affatto dire libert. Per una vera parit dei diritti la popolazione ebraica dovette aspettare la fine della Roma dei papi. Nel 1870 il potere dei papi fin a favore del Regno dItalia e fu proprio un ufficiale ebreo piemontese a comandare una delle principali armate che portarono alla vittoria.

VIAGGI
il destino: destiny, fate legato (legare): linked to (to link) si pu dire: it can be said popoli: people epoca: epoch, time occupata (occupare): occupied (to occupy) proclamata (proclamare): declared (to declare) a spese: at the expense riconquistarono: reconquested cittadini: citizens purtroppo: unfortunately dur ben poco: it lasted too little il ritorno: the come back, return nuovamente: again rinchiusi (rinchiudere): confined (to confine) vantaggio: advantage lo ottennero (ottenere): obtained it (to obtain) anni dopo: years later ordin (ordinare): ordered (to order) di abbattere: to tear down il muro di recinzione: the precint wall non voleva affatto: did not want dire: to say, to mean libert: freedom una vera parit: for real equality dovette aspettare: had to wait la fine: the end il potere: the power fin (finire): ended (to end) a favore: in advantage comandare: to rule armate: armies portarono (portare): brought (to bring) vittoria: victory da l in poi: from then on cambiamenti: changes nacque (nascere): was born (to be born) macerie: ruins, debris vecchia via: old route citt eterna: eternal city ricostruita tra: reconstructed between abitanti: inhabitants vissero (vivere): lived (to live) pace: peace interrotto: interrupted seconda guerra mondiale: Second World War durante: during deportati: deported soldati: soldiers finito lincubo: once the nightmare ended vollero (volere): wanted (to want) pi tardi: later per riportare: to bring back lo spargimento di sangue: bloodshed ultimi: last pontefici: pontifs, Popes hanno fatto (fare): made (to make) passi: steps riavvicinare: to reconcile mondo: world visit (visitare): visited (to visit) le massime autorit: the top authorities definendo (definire): describing (to describe) fratelli prediletti: dearest brothers si potrebbe dire: we could say maggiori: bigger inoltre: furthermore ha visitato (visitare): has visited, visited rendendo omaggio: paying homage vittime: victims
ww ww. w thi w.thi nk spani nki tali sh. an.com com 9

Da l in poi ci furono anche grandi cambiamenti strutturali. Nacque via del Portico dOttavia sulle macerie della vecchia via della Pescheria, che ad oggi il centro del ghetto della citt eterna. La sinagoga fu ricostruita tra il 1901 e il 1904.

Il ghetto ed i suoi abitanti vissero un periodo di pace tragicamente interrotto dalla seconda guerra mondiale, durante la quale oltre mille ebrei furono deportati dai soldati nazisti. Finito lincubo nazista ci vollero dei terroristi palestinesi, quaranta anni pi tardi, nel 1982, per riportare lo spargimento di sangue nel ghetto romano.

Negli ultimi anni due pontefici hanno fatto dei grandi passi per riavvicinare del mondo cattolico e quello ebraico. Giovanni Paolo II visit le massime autorit della comunit ebraica nel 1986 definendo gli ebrei ... i nostri fratelli prediletti e, in un certo modo, si potrebbe dire i nostri fratelli maggiori. Inoltre lattuale papa, Benedetto XVI, nel 2010 ha visitato il Tempio rendendo omaggio alle vittime del nazismo.

CULTURA
oggi solo negli: today only in the ci sono pi (essere): there are more (to be) molti dei quali: many of which figure illustri: prominent figures hanno raggiunto (raggiungere): have reached non sempre stato cos: it has not always been like this agli inizi: at the beginnings secolo scorso: last century gente: people povera: poor analfabeta: illiterate non venivano visti di buon occhio: (they) were not very well liked (idiom) venivano paragonati (paragonare): were compared ratti: rats considerati (considerare): considered esseri spregevoli: despicable creatures sporchi criminali: filthy criminals che rubavano (rubare): who stole il lavoro: the work diffondevano (diffondere): spread tra la fine: between the end furono (essere): were (to be) che decisero (decidere): decided emigrare: to immigrate verso: towards proveniva dal meridione (provenire): came from the south soprattutto: above all fra: between settentrionali: northern perch: why cos tanti: so many di lasciare: to leave la madre patria: the home country per avventurarsi: to venture terre sconosciute: unknown lands di cui avevano solo sentito parlare: about which they only heard about si diceva(dire): they say che avrebbero trovato (trovare): that they found benessere: comfort, wealth in primo luogo: in the first place la speranza: the hope una vita migliore: a better life poich: because subito dopo: right after versava (versare): was (to be) soprattutto: above all era attanagliata (attanagliare): was tormented non permetteva (permettere): did not allow uno sparuto: a small, a meagre dominavano: dominated sugli altri: the others aumento: increase, expansion da contadini: from farmers non avevano (avere): did not have propria: own molte erano: there were many le tasse: taxes, charges gravavano sulla (gravare): burdened on attacc e decim: attacked and decimated vitigni: vineyards la terra coltivabile: cultivable land, soil inizio: beginning terremoto: earthquake colp: hit lasciando (lasciare): leaving in ginocchio: on their knees
May 2012 / maggio 2012

Limmigrazione italiana nel Nord America Oggi solo negli Stati Uniti ci sono pi di venti milioni gli italo
americani, molti dei quali figure illustri che hanno raggiunto, fama, successo e stabilit economica. Non sempre stato cos. Agli inizi del secolo scorso, gli italiani, per la maggior parte gente povera e analfabeta, non venivano visti di buon occhio e venivano paragonati ai ratti e considerati esseri spregevoli, sporchi criminali che rubavano il lavoro e diffondevano il crimine. Tra la fine del 1800 e il 1920 furono oltre 4 milioni gli italiani che decisero di emigrare verso il Nord e il Sud America. La maggior parte di essi proveniva dal meridione dItalia, anche se furono molti, soprattutto fra il 1880 e il 1900, a emigrare anche da regioni settentrionali come Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino e Piemonte. Perch furono cos tanti gli italiani a decidere di lasciare la madre patria per avventurarsi in terre sconosciute, di cui avevano solo sentito parlare e in cui si diceva che avrebbero trovato ricchezza e benessere? In primo luogo avevano la speranza di una vita migliore, poich la penisola italiana, subito dopo lunificazione del paese nel 1861, versava in condizioni difficili. Soprattutto lItalia meridionale era attanagliata dalla fame e dalla povert. Inoltre era dominata da una rigida struttura sociale che non permetteva una grande mobilit: la societ era dominata da uno sparuto gruppo di aristocratici che dominavano sugli altri. La popolazione, in continuo aumento, era costituita per lo pi da contadini analfabeti che non avevano alcuna speranza di migliorare la propria condizione sociale. Molte erano le tasse che gravavano sulla popolazione e lagricoltura era in crisi: il parassita fillossera attacc e decim i vitigni, la terra coltivabile era scarsa e lerosione del suolo sempre pi massiccia. Inoltre allinizio del secolo scorso, un violentissimo terremoto colp Sicilia e Calabria, lasciando la popolazione in ginocchio.

Furono

moltissimi

CULTURA
a decidere di partire: to decide to leave pronti ad affrontare: ready to face pur di fuggire: just to get away si diressero (dirigersi): headed pi gettonata: most popular per citarne alcune: to mention a few arrivarono (arrivare): reached un viaggio massacrante: an exhausting trip durato (durare): that lasted settimane: weeks sulle navi: on the ships erano stipati (stipare): were crammed sottocoperta : below deck dormivano (dormire): they slept letti: beds costituiti: made up of sporchi: dirty, filthy sottili: thin materassi di paglia: straw matresses posti in strette: set in tight cuccette di legno: bed bunks date (dare): given si ammalavano: got sick comuni: common polmonite: pneumonia malattie: diseases, illness (plural) persino: even sottoposti: submitted mediche: medical non fossero affetti da: would not be affected by lingresso: the entry che si fosse (essere): that they would be buona salute: good health si avessero (avere): (they) would have almeno: at least si dichiarasse (dichiarare): (they) would declare si fornisse (fornire): (they) would provide una abitazione: a residence, a place of living poter soggiornare: (they) could stay una volta: once venir abbordati (abbordare): were approached compaesani: fellow countrymen fingevano (fingere): pretended di volerli aiutare: to help them sfruttarli: to take advantage per vivere: to live disumane: subhuman sovraffollamento: overcrowding buie e umide: dark and humid umide: humid senza acqua corrente: without running water portarono con s (portare): brought with them la forza lavoro: the labor force facevano lavori: did the jobs rifiutati da molti: rejected by many ponti: bridges ferrovie: railways dighe: dams strade: roads finirono (finire): (they) ended up per inserirsi: to be assimilated tessuto: fabric (social fabric) per raggiungere: to reach il benessere: well-being a prezzo di: at the cost of
w ww w.w thi w.thi nk spani nki tali sh. an.com com 11

decidere di partire verso un continente sconosciuto, al di l delloceano, pronti ad affrontare enormi difficolt pur di fuggire da una situazione disperata. Gli italiani si diressero in paesi come Argentina, Brasile e Australia, ma la destinazione pi gettonata fu il Nord America. Ai porti e alle citt principali di destinazione (New York con Ellis Island, Boston, New Orleans, Detroit e Chicago, solo per citarne alcune) arrivarono dopo un viaggio massacrante durato settimane, in condizioni igienico sanitarie proibitive. Sulle navi erano stipati in terza classe, in angusti locali sottocoperta dove laria era impregnata del fumo e dei vapori delle macchine. Dormivano su letti costituiti da sporchi e sottili materassi di paglia posti in strette cuccette di legno. Date le condizioni, si ammalavano con estrema facilit: comuni polmonite, malattie gastro intestinali, malaria e persino il colera. Arrivati ad Ellis Island, inoltre, venivano sottoposti a visite mediche, per verificare che non fossero affetti da gravi patologie (in tal caso venivano rispediti in Italia) e a test intellettuali. Lingresso in America era garantito a condizione che si fosse in buona salute, si avessero almeno 50 dollari, si dichiarasse di non essere n anarchico n comunista e che si fornisse lindirizzo di una abitazione dove poter soggiornare. Una volta entrati in America, non solo potevano venir abbordati da compaesani che fingevano di avere buone intenzioni e di volerli aiutare mentre volevano solo sfruttarli, ma finivano per vivere in condizioni disumane, di sovraffollamento, in case buie e umide senza acqua corrente e con servizi sanitari comuni. Gli italiani portarono con s la forza lavoro e facevano lavori rifiutati da molti. Aiutarono il paese a costruire molte infrastrutture: ponti, ferrovie, dighe, strade. Finirono poi per inserirsi nel tessuto sociale e per raggiungere il benessere, ma solo a prezzo di enormi difficolt e grandi sacrifici.

VIAGGI
cuore: heart il polmone verde: the green area, green lung una incantevole: an enchanting storia millenaria: a thousand years history risalgono (risalire): trace back dopo il crollo: after the fall dapprima: at first occupata: taken Goti: Goths poi dai: then from divenne (divenire): became nodo di scambio: commercial junction, trade junction una cittadina: a town epoca: epoch, time che impreziosiscono: that embellish let: the age oro: golden, gold tardo: late secoli: centuries edifici: buildings si innalza (innalzare): arises, rises up una scenografica: a scenic rupe di tufo: tuff stone rock, tuff stone drop la vallata: the valley accoglie (accogliere): welcomes visitatori: visitors un colpo docchio: a glance davvero invidiabile: really enviable sicuramente: surely un gioiello: a jewel autore: artist una facciata: a facade gotica: gothic affreschi: frescos oltre al: in addition to non perdere: do not miss per citarne solo alcuni: just to mention a few la chiesa: the church che risale (risalire): that traces back anno Mille: 1000 a.c il pozzo di: the well of scavato (scavare): excavated nel tufo: in the tuff stone profondo: deep risalente: tracing back concepita da: conceived by il nome: the name in omaggio: as an homage allomonimo: to the homonym si trovava (trovare): could be found
May 2012 / maggio 2012

La citt di Orvieto
In
cuore il provincia di Terni, posizionata nel dellUmbria, verde regione definita come polmone dItalia, Orvieto una incantevole citt dalla storia millenaria, le cui origini risalgono al periodo etrusco. Dopo il crollo dellImpero Romano, fu dapprima occupata dai goti e poi dai Longobardi: nel Medioevo divenne un importante nodo di scambio e una cittadina dalla posizione strategica. E allepoca medioevale risalgono anche molti dei suoi preziosi monumenti che impreziosiscono il centro storico. Let delloro per Orvieto infatti rappresentata dal periodo tardo medievale, precisamente i secoli XIII e XIV, epoca di massimo splendore testimoniata dai magnifici edifici. La citt si innalza su una scenografica rupe di tufo che domina la vallata e accoglie i visitatori con un colpo docchio spettacolare e con un patrimonio artistico e culturale davvero invidiabile. Il suo monumento simbolo sicuramente il Duomo, un gioiello architettonico di cui autore Lorenzo Maitani. A impreziosire il duomo una facciata gotica e affreschi del Beato Angelico e di Luca Signorelli. Oltre al duomo, da non perdere, per citarne solo alcuni, sono la Chiesa di San Giovenale, che risale allanno Mille, quella di SantAndrea, il palazzo comunale e il pozzo di San Patrizio, scavato nel tufo, profondo 62 metri e risalente al 1500, unopera di alta ingegneria concepita da Antonio da Sangallo il Giovane. Il pozzo prese il nome di pozzo di San Patrizio in omaggio allomonimo pozzo che si trovava in Irlanda.

Nel sottosuolo la citt ricca di grotte e cavit di grande importanza storico-

VIAGGI
nel sottosuolo: underground ricca di grotte: rich with caves una insolita: an unusual curiosa visita: curious visit sotterranei: underground poco fuori: right outside le mura: the walls visitabile: available for visits raggiungibile: reachable a piedi: on foot attraverso: through vicoli: alleys stradine: lanes a rendere: to make meritevole: worth svariate manifestazioni: several events suoi tesori: its treasures enogastronomici: wine and food un ottimo: an excellent olio di oliva: olive oil d.o.p: a quality assurance label that guarantees specific guidelines regarding manufacturing process and location. si estende (estendere): is extended fino allalto: up until the upper/high qui come in tutta: here as in all of la sua norcineria: its cold cuts funghi: mushrooms tartufi: truffles la pera: pear piatti tipici: typical dishes da provare: to try fatta a mano: handmade acqua: water farina: flour brodo di tinca: tench fish le zuppe: the soups ceci: chickpeas castagne: chestnuts tavola: table lo hanno (avere): have le carni: the meats siano esse di suino o di selvaggina: being both pork or game apprezzato: appreciated il cinghiale: wildboar gustare: to enjoy, to be enjoyed per arricchire: to enrich sughi: sauces
w w w.thi nki tali an.com

archeologica, per cui Orvieto d anche la possibilit di una insolita e curiosa visita nei suoi sotterranei. Inoltre, poco fuori le mura della citt, visitabile anche la necropoli etrusca del Crocifisso del Tufo, raggiungibile a piedi anche dal centro storico, attraverso vicoli e stradine pittoresche.

A rendere la citt speciale e meritevole di una visita, oltre al festival del jazz ed a svariate manifestazioni, sono anche i suoi tesori enogastronomici. Orvieto situata in un territorio dalle grandi tradizioni: nella zona si producono un ottimo olio di oliva d.o.p e il vino Orvieto, la cui area di produzione si estende fino allalto Lazio. Inoltre sono famosi, qui come in tutta lUmbria, la pera sua di norcineria, i funghi e i tartufi e la Monteleone Piatti tipici dOrvieto. provare

della cucina orvietana, da preferibilmente accompagnati dal vino locale, sono gli umbrichelli allarrabbiata o al tartufo (un tipo di pasta fatta a mano con acqua e farina), i tagliolini con brodo di tinca e le zuppe di ceci o di castagne. Un ruolo importante a tavola lo hanno le carni, siano esse di suino o di selvaggina. Particolarmente apprezzato il cinghiale, da gustare sotto forma di salumi o come elemento per arricchire ricchi sughi per primi piatti.

TRADIZIONE
la singolare storia: the unique history inizia (inizia): begins, starts ufficialmente: officially prima vera e proprio: first real trasmissione televisiva: television broadcast realizzata (realizzare): made proprio negli: right in studi di Torino: Turin studios che nascono: were born si trasferiranno (trasferire): (they) will move to, relocate to poi divent (diventare): then became questo ancora: this is still oggi: today il nome: the name il segnale televisivo: television signal raggiunse finalmente: finally reached anni: years la diffusione: the circulation crebbe in maniera esponenziale (crescere): grew exponentially nacquero (nascere): were born telequiz: quiz shows condotti da (condurre): conducted by che portarono (portare): that brought diverse: different a radunarsi (radunare): to gather ad incontrarsi: to come together la visione: the viewing luoghi pubblici: public places da l a poco: shortly after arrivarono (arrivare): arrived, came telegiornali: news arriv: arrived la pubblicit: advertisement, commercials si diffuse (diffondere): spread sempre di pi: more and more contribu (contribuire): contributed creare: to create concetto: idea, notion inteso (intendere) come: intended as non solo: not only un agglomerato: a collection a questo riguardo: in this regard forse: perhaps esagerando (esagerare): exaggerating sostiene (sostenere): claims a realizzare: to form, to realize, to make lunit: the unification allinizio: at first, at the beginning statale: state controlled privati: private individuals dovettero fare: (they)had to engage, to do guerra: war per aggiudicarsi: to win possibilit: the chance andare in onda: to go on air che nel male e nel bene: for better or for worse nacque (nascere): was born come la conosciamo (conoscere): as we know it giorno doggi: today, nowadays
May 2012 / maggio 2012

La storia della television italiana La


singolare storia della italiana nel inizia 1934 a televisione ufficialmente e propria

Torino. Ma la prima vera trasmissione televisiva fu realizzata nel 1954 proprio negli studi di Torino. proprio nella citt piemontese infatti che nascono gli studi televisivi della EIAR, che solo successivamente si trasferiranno a Roma. La EIAR poi divent RAI e questo ancora oggi il nome della televisione di stato italiano. Nel 1956 il segnale televisivo raggiunse finalmente tutto il territorio : fu in questi anni che la diffusione e limportanza della televisione crebbero in maniera esponenziale. In questi anni nacquero i telequiz italiani, condotti da Mario Riva e Mike Buongiorno, che portarono grandi gruppi di persone diverse a radunarsi e incontrarsi per la visione delle trasmissioni nei bar o nei luoghi pubblici. Da l a poco arrivarono i telegiornali e con essi inevitabilmente arriv anche la pubblicit. Negli anni sessanta, con il boom economico, la televisione si diffuse sempre di pi e contribu enormemente a creare il concetto di Italia intesa come nazione e non solo come un agglomerato di regioni. A questo riguardo c chi, forse esagerando, sostiene che a realizzare lunit dItalia sia stato Mike Buongiorno e non Garibaldi. Allinizio la televisione era solo statale ed i privati dovettero fare una vera e propria guerra per aggiudicarsi la possibilit di andare in onda. Ma fu proprio da questo guerra che nel male e nel bene nacque la televisione italiana come la conosciamo al giorno doggi.

Le prime televisioni locali dovettero combattere contro una sentenza della Corte Costituzionale che limitava lesistenza delle televisioni locali, vietando loro lutilizzo delletere e limitando la loro programmazione a quella via cavo. Da molte piccole realt locali ne emerse una che con il tempo diventata uno dei pi grandi imperi televisivi del mondo, la Mediaset di Silvio Berlusconi.

TRADIZIONE
dovettero combattere (dovere): had to fight contro: against una sentenza: a judgement, a sentence che limitava (limitare): which restricted vietando loro lutilizzo (vietare): forbidding them the use limitandole (limitare): limiting via cavo: cable television molte piccole: many small ne emerse (emergere): emerged con il tempo: with the time diventata (diventare): became grandi imperi: greatest empires mondo: world limprenditore edile: the building contractor aveva capito (capire): understood lesigenza: the need offerta (offrire): offered canali di stato: state controlled tv channels grazie alle: thanks to acquist: bought li un (unire): united them sotto ununica bandiera: under one flag divenne (divenire): became unificare: to unify una trovata audace: a bold idea inviava in aereo (inviare): sent by air in giro: around stessa trasmissione: same broadcast per farla: to make it andare in onda: go on air, to be broadcasted diverse localit: different locations come gia poteva fare: as it was already able to do stato: state usando: using letere: airwaves intuizione: insight insieme all: together with di impronta americana: american, of american style importazione: import port ben presto ad (portare): soon led to buon imprenditore: good businessman non trascurava (trascurare): did not ignore il guadagno: profit si fondava (fondare): was grounded, based si fondava: relied on ha permesso (permettere): has allowed crescere a dismisura: grow out of control ai giorni nostri: nowdays oltre alla: in addition to la vecchia: old impero: empire si fatto largo: made its way il colosso: giant purtroppo: unfortunately assieme all: along with aumento: increase scelte: choices sono aumentati: increased legata (lagere): tied interessi economici e politici: economical and political interests controllata (controllare): controlled forze politche: political forces
w w w.thi nki tali an.com

Limprenditore edile aveva capito lesigenza degli italiani di avere una televisione diversa da quella offerta loro dai canali di stato. Grazie alle sue possibilit economiche, acquist diversi canali locali e li un sotto ununica bandiera, quella della societ Fininvest , la quale successivamente divenne Mediaset. Inizialmente riusc a unificare le trasmissioni con una trovata audace: inviava in aereo in giro per lItalia le cassette della stessa trasmissione per farla andare in onda simultaneamente nelle diverse localit, come gi poteva fare la televisione di stato usando letere. Questa intuizione, insieme allintroduzione di una televisione di impronta americana (dovuta allimportazione e alla trasmissione di telefilm statunitensi), port ben presto ad un successo incredibile. Naturalmente da buon imprenditore Berlusconi non trascurava il guadagno: la TV commerciale si fondava, e si fonda, sulla pubblicit. che ha permesso alla societ Mediaset di crescere a dismisura.

Ai giorni nostri, oltre alla televisione pubblica, la vecchia RAI, e a Mediaset, limpero di Silvio Berlusconi, si fatto largo sul mercato il colosso di Rupert Murdoch, SKY.

Purtroppo, assieme allaumento delle televisioni e alla pluralit di scelte, sono aumentati anche i problemi della televisione, legata sempre pi agli interessi economici e politici e, nel caso dellItalia, controllata spesso anche dalle forze politiche.

CULTURA
mondi (mondo): worlds una manifestazione internazionale: an international event stato fondato (fondare): was founded (to found) maestro: master far incontrare: to make (two cultures) meet dopo aver: after having visitato (visitare): visited (to visit) centri storici: historic centers scelse (scelgere): chose (to choose) scelta: choice furono molti: were many tanti teatri: so many theatres lo scenario eccezionale: outstanding scenery grazie al: thanks to the si trova (trovarsi): is located (to be located) nel cuore dell: in the heart of diventata c celebre: famous anno: year giungono (giungere): come together (to come together) assistere: to be present at spettacoli (spettacolo): shows mostre (mostra): exhibitions concerti: concerts si svolge (svolgersi): takes place (to take place) tra: between nel suo genere: of its kind livello altissimo: high standard luogo: place, location rappresenta ancora oggi: still represents abbracciano (abbracciare): embrace (to embrace) linguaggi (linguaggio): languages uniscono: combines avanguardia: innovation sperimentazione: experimentation

Festival di Spoleto
Il Festival dei Due Mondi di
Spoleto una manifestazione internazionale di musica, arte, teatro, danza e cultura. stato fondato nel 1958 dal maestro compositore Gian Carlo

Menotti, con lintenzione di far incontrare due culture e due mondi artistici, quello americano e quello europeo.

Dopo aver visitato molti centri storici italiani, Menotti scelse la bellissima Spoleto, in Umbria. I motivi della sua scelta furono molti: la presenza di tanti teatri, lo scenario eccezionale della Piazza del Duomo, la ricchezza artistica e storica della citt e della regione, che si trova nel cuore dellItalia. Grazie al festival, Spoleto diventata celebre in tutto il mondo. Ogni anno visitata da turisti di ogni nazionalit, che giungono per visitarla e per assistere agli spettacoli, alle mostre e ai concerti. La manifestazione si svolge tra giugno e luglio ed unica nel suo genere, grazie al livello altissimo delle performance e allatmosfera del luogo. Rappresenta ancora oggi uno dei pi importanti eventi culturali al mondo. Gli spettacoli abbracciano tutti i linguaggi dellespressione artistica e uniscono tradizione e avanguardia, originalit, creativit e sperimentazione.

May 2012 / maggio 2012

Molto importante il suo carattere internazionale e cosmopolita. Il suo programma ha sempre dato spazio ai giovani e ai migliori artisti della scena mondiale. Negli anni infatti levento ha ospitato celebrit di grandissima fama, come Luchino Visconti, Nino Rota, Roman Polanski, Ezra Pound, Luciano Pavarotti, Woody Allen, Carla Fracci, Pablo Neruda, Ken Russell, John Malkovich e molti altri. Inoltre le migliori orchestre e compagnie di balletto del mondo si sono esibite in questa occasione. Uno degli eventi da ricordare sicuramente la mostra Sculture nella citt del 1962.

CULTURA
il suo carattere: its character ha sempre: has always dato spazio: given space giovani (giovane): young people migliori: best mondiale: worldwide negli anni: over the years ha ospitato (ospitare): has welcomed (to welcome) inoltre: in addition, furthermore compagnie (compagnia): companies esbite (esbire): shows off (to show off) da ricordare: to remember la mostra: show, exhibition scultori: sculptors furono invitati: were invited esporre: to expose opere (opera): works vie: streets piazze: squares diedero (dare): gave (to give) vita: life un vero e proprio: true, real museo: museum cielo aperto: open air la maggior: the most (part) svetta (svettare): towers over (to tower over) vicino alla: near the stazione dei treni: train station sulla scia del: in the wake of analoghi allestero: similar abroad padre: father ideatore: inventor purtroppo: unfortunately scomparso (scomparire): passed away (to pass away, to disappear) assistere al meglio: to attend the best conoscere luoghi: to know places capolavori (capolavoro): masterpieces borghi (borgo): villages maglie (maglia): sweaters cachemire: cashmere
w w w.thi nki tali an.com

Per

questa

occasione

migliori scultori del mondo furono invitati a Spoleto per esporre le loro opere nelle vie e nelle piazze. Questi artisti diedero cos vita ad un vero e proprio museo di arte contemporanea a cielo aperto. Alla fine della mostra la maggior parte delle opere furono donate alla citt e sono ammirabili ancora oggi. La pi importante sicuramente il Teodelapio di Alexander Calder, che svetta vicino alla stazione dei treni. Sulla scia del grande successo del Festival dei Due Mondi sono nati due eventi analoghi allestero. Il primo lo Spoleto Festival USA di Charleston (Carolina del Sud), fondato nel 1977, il secondo laustraliano Melbourne International Arts Festival, nato nel 1986. Il padre e ideatore sempre Gian Carlo Menotti, che purtroppo scomparso nel 2007. Il Festival dei Due Mondi permette ai visitatori di assistere al meglio della scena artistica mondiale e di conoscere luoghi dalla incomparabile bellezza e vitalit: la natura della Valnerina, il silenzio della Basilica di San Francesco, Giotto e i capolavori dellarte, il Lago Trasimeno, i borghi medievali e naturalmente lo shopping fra le bellissime ceramiche di Deruta e le maglie di cachemire.

May 2012 Grammar Corner

FORMAL APPROACH
In Italy, you should have a formal approach with people you dont know or with whom you are not well acquainted (a teacher, a professor, an elderly person...), and an informal approach with friends and relatives. To express a formal approach we change the sentence from tu (you) to Lei (She) and everything else changes consequently (e.g the verb changes to the third singular person) Tu hai domande? (Do you have questions? Informal) Lei ha domande? (Do you have questions? Formal) Cosa desideri? (What do you wish? Informal) Cosa desidera? (What do you wish? Formal)

If we are talking to a man, we still use the feminine pronoun Lei (She) for the formal approach but we maintain adjectives or the past participle in the masculine form: Tu sei contento? (Are you happy? Informal) Lei contento? (Are you happy? Formal) Tu sei andato in ufficio? (Did you go to the office? Informal) Lei andato in ufficio? (Did you go to the office? Formal)

In the plural form the formal approach is expressed with Loro: Cosa desiderate? (What do you wish? Informal) Cosa desiderano? (What do you wish? Formal)

May 2012 / maggio 2012

Ripetete dopo di me! Repeat after me!


Reinforce what you have learned in this months grammar lesson with these practice phrases. Listen and Repeat! Tu hai domande? (Do you have questions? Informal) Lei ha domande? (Do you have questions? Formal) Cosa desideri? (What do you wish? Informal) Cosa desidera? (What do you wish? Formal) Tu sei contento? (Are you happy? Informal) Lei contento? (Are you happy? Formal) Tu sei andato in ufficio? (Did you go to the office? Informal) Lei andato in ufficio? (Did you go to the office? Formal) Cosa desiderate? (What do you wish? Informal) Cosa desiderano? (What do you wish? Formal)

w w w.thi nki tali an.com

www.thinkitalian.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

www.thinkspanish.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

PO Box 124949

www.thinkfrench.com
n

San Diego, CA 92112

Related Interests