Come non perdersi ed essere felici MAPPA 1 > GENERALE I prodi che si sono incontrati alle ore 9.

00 a Romolo lato città, nel piazzale dove c’è il bar-tabacchi e il negozio di giocattoli, prenderanno l’autostrada A4 per Torino, proseguite per 55 km circa ed uscite a Greggio, da lì è semplice seguire le indicazioni per Vercelli (Mappa 2), (attraversando i paesi: Greggio, Albano V.se, Oldenico, Quinto V.se) giunti all'incrocio di Quinto (con al centro albergo-ristorante e distributore) (foto A) continuare a seguire le indicazioni per Vercelli (Mappa 3). Passare Caresanablot (foto B) (Mappa 4) (frazione piena di stabilimenti, concessionarie di auto e VILLONI). Raggiunto l'incrocio per l’ingresso della città con Prella (foto C) arredamenti di fronte svoltate a sinistra (Mappa 5) entrando in città, se proseguite dritti finite in tangenziale. Proseguite dritti, lasciando casa de iljap (foto D) sulla vostra destra (senza rendervene conto!) al semaforo proseguite dritti in fondo alla via vi troverete in una rotonda con i “panettoni” centrali (foto E) ed un cavalcavia sulla sinistra: IMBOCCATELO…(no caz** l’hai superato??? …allora infilati in quella via e fai inversione…ok) sei sul cavalcavia?: salghilo e in cima vai dritto e ridiscendilo…uhff che fatica. In fondo alla discesa viene il “difficile”: in pratica devi girare a destra, quasi senza fare la mezza-rotonda (stupida) e tornando indietro ma sotto il cavalcavia costeggiandolo, dopo pochi metri la via principale svolta a sinistra (90°) (Mappa 6) e tu la devi seguire, la percorri tutta e arrivi alla prima rotonda, con Blockbastard sull’angolo (foto F), vai dritto e alla seconda rotonda (foto G) cerchi parcheggio, o semplicemente spegni l’auto e scendi: sulla tua sinistra c’è la tua prima meta: il bar Tasso (Mappa 7) (foto H) dove hanno buoni vini e un buon aperitivo (per essere Vercelli), qui alle 11.00 ci si incontra con gli altri provenienti da Vercelli e limitrofi! Ok siamo riusciti ad essere tutti e a risalire in macchina (ffhhiuu ke faticaccia.....), via di nuovo, si parte dritti come si è arrivati per via Trino attraversando il passaggio a livello (foto I) e dopo l’ennesima rotonda (foto L) si esce subito da Vercelli seguendo le indicazioni per Asti (Altro cavalcavia da salire e scendere il cane da pisciarlo) (foto M), ci si trova sulla statale e si prosegue, alla rotonda con casello autostradale (foto N) proseguire dritto (sempre dir. Asti) e attenzione a non finire dentro ai paesi come qualcuno ha fatto l’anno scorso perciò seguire sempre le indicazioni per Asti restando sulla tangenziale (di norma sulla Sx rispetto ai paesi)! Passate quindi sempre esternamente Desana, Tricerro, (Mappa 8) e arrivati alla rotonda di Trino (foto O) vi infilate nel paese (Mappa 9). Attraversate Trino sempre dritti fino a dove comincia il pavè (foto P) (zona pedonale al sabato dalle 10 alle 17) svoltate a sinistra direzione Camino/Casale (seguendo sempre la strada principale) ed al primo semaforo proseguite dritti lievemente di sbieco vi troverete ad un incrocio con divieto di proseguire diritto (foto Q) e quindi svoltate a destra. Allo STOP vi fermate guardate prima a sinistra e poi a destra assicurandovi che nessun mezzo sopraggiunga verso di voi e con la dovuta cautela svoltate a sinistra (sempre direzione Casale/Camino) verso il passaggio a livello (foto R) che supererete. (Mappa 10) Raggiungete così l'ennesimo semaforo al quale al primo colore disponibile proseguirete dritti passerete su un fantastico ponte sul fiume Po ed in fondo al ponte troverete il cartello “provincia di Alessandria” (azzerate il vostro contaKm parziale) la strada inizierà a salire e gimcanare: inerpicatevi! Giunti al primo paese, Camino, sovrastato da un castello seguite la strada principale che svolta a sinistra al risorante del peso. Da qui attenzione che è facile perdersi! (Mappa 11) Dopo 5.4 Km dall’azzeramento contaKm ci sarà sulla destra uno svincolo mal segnalato (foto S) che riporta il nome di Gabiano in vista e quello di Cantavenna un po più imboscato che imboccandolo (non con cucchiaino e omogeneizzati ma con la macchina perché dovete svoltare) vi costringe quasi ad una stretta inversione ad U, proseguite per finchè il vostro contaKm indicherà 13.2 Km passando per Isolengo (fraz. di Camino) quindi entrerete a Cantavenna…nella piazza del paese (una strada, una piazza, una cantina, due chiese e due ristoranti: c’è da chiedersi se siano più devoti o più alcolizzati!) non potete sbagliare parcheggiate e sulla destra c’è il ristorante del quale vedrete l’insegna arrivando!

MONFERRATA