You are on page 1of 3

saranno famose

DI LUCA GELARDI

Lagerstroemia speciosa (L.) Pers.
In iperglicemia e nel controllo del peso
L’uso tradizionale nelle Filippine del decotto delle foglie della Banaba ha portato alla validazione del suo impiego come ipoglicemizzante: lo studio di questa attività ha messo in luce anche la capacità di questa pianta, dalla splendida fioritura, di favorire la riduzione del peso corporeo
■ Descrizione botanica Arbusto o piccolo albero sempreverde, ma talvolta deciduo in caso di stagioni secche, dalla corteccia grigia e dal legno duro, utilizzato in passato per realizzare manufatti. Ha foglie opposte, semplici, brevemente picciolate, dal margine regolare e lamina ellittica, lunghe fino a 25 cm, dalla superficie liscia e dal colore verde brillante, coriacee. I fiori, privi di profumo, sono disposti in grandi racemi terminali, a gruppi di tre nella parte bassa dell’infiorescenza, solitari nella parte superiore. Hanno corolla composta da cinque petali liberi, di forma tondeggiante e colore dal viola, al rosa fino al bianco, misurano circa 6 cm di diametro, dotati di numerosi stami gialli. La fioritura è stagionale e avviene solitamente in primavera o all’inizio dell’autunno. Il frutto è una capsula ovoidale o subglobosa, lunga circa 2 cm, divisa in sei logge contenenti numerosi semi, dotata di calice esalobato persistente. Specie simile è Lagerstroemia indica, che condivide la zona d’origine con L. speciosa ed è diffusa a livello ornamentale anche nel nostro paese. ■ Composizione chimica Diverse parti della pianta contengono numerosi aminoacidi, triterpenoidi, terpeni, saponine, largerenolo, tinotufolinaC e –D, luteina, fitolo, acido maslinico, acido corosolico, lageracetale, sitosterolo, un dilattone dell’acido valoneaico, gallotannini come il penta-O-galloil-glucopiranoso (PGG), ellagitannini, tra cui lagerstroemina, flosina-B, reginina-A, stachyurina, casuarinina, casuariina, epipunicacorteina-A e altri. ■ Impieghi tradizionali Sebbene la diffusione di questa specie abbracci gran parte del sud-est asiatico, solo in alcune aree essa è impiegata nella medicina popolare. Negli ultimi anni il suo uso sta gradualmente aumentando. In India la pianta è utilizzata nella medicina popolare di numerose zone. I semi sono ritenuti narcotici, mentre alla radice sono attribuite proprietà astringenti, stimolanti e febbrifughe. Il frutto viene utilizzato nel trattamento delle afte buccali e il decotto della corteccia in caso di diarrea e crampi addominali. In entrambi i casi l’azione è attribuita alle proprietà astringenti dei tannini presenti. L’unico paese in cui si riscontra un radicato uso popolare di
10 ERBORISTERIA DOMANI Marzo 2009

questa specie sono le Filippine, dove il decotto di foglie e talvolta frutti, è usato nel trattamento del diabete mellito e dell’insufficienza renale. Da questi presupposti sono partiti i diversi team di ricerca che hanno studiato questa specie per le sue proprietà ipoglicemizzanti. ■ Azione terapeutica Le foglie e i frutti di questa specie, soprattutto allo stato fresco o sotto forma di infuso, hanno dimostrato attività ipoglicemizzante in condizioni sperimentali, confermando così gli impieghi tradizionali. Studi condotti sull’estratto acquoso delle foglie hanno dimostrato che questo è in grado di promuovere il trasporto e il riassorbimento di glucosio a livello cellulare (up-take), con azione insulino-simile. Lagerstroemia speciosa è una delle poche specie, insieme a Momordica charantia, che fino a oggi hanno mostrato tale tipo di attività. Studi in vivo condotti su animali diabetici sono stati condotti utilizzando diversi tipi di estratto di foglie di L. speciosa per un periodo di 5 settimane. Alla fine di tale periodo i soggetti a cui era stato somministrato l’infuso al 5% hanno mostrato rispetto agli altri gruppi, compreso quello di controllo, valori inferiori di glicemia, insulina e colesterolo totale. Quest’azione è stata attribuita principalmente all’acido corosolico, che agisce inibendo la gluconeogenesi e promuovendo la glicolisi a livello epatico; il risultato è del tutto simile alla somministrazione di insulina, senza tuttavia avere effetti sinergici o additivi con quest’ultima. Secondo altri ricercatori l’attività ipoglicemizzante sarebbe da attribuire agli ellagitannini e gallotannini presenti nella droga, quali la lagerstroemina e in particolare il penta-O-galloilglucopiranoso (PGG), responsabile di azione stimolatrice sui trasportatori del glucosio, insulino-simile con meccanismo tuttavia diverso da quest’ultima. In studi clinici condotti su pazienti affetti da diabete di tipo II non-insulino dipendenti, la somministrazione di dosi comprese tra 16 e 48 mg/die di estratto di L. speciosa titolato all’1% in acido corosolico, protratta per un periodo di 4-8 settimane, ha ridotto i livelli di glicemia in maniera dose-dipendente di valori compresi tra il 5% e il 30%. Recenti trials clinici, in doppio cieco contro placebo, hanno coinvolto 31 soggetti, di cui 19 diabetici, a cui è stata somministrata una singola dose di 10 mg di acido corosolico o placebo, 5 minuti prima di una dose di 75 g di glucosio (test

Pride of India. Malaysia e Filippine. Pyinma. Birmania. Queen’s crape myrtle. Bungur. Munchausia speciosa PARTI USATE Foglie ORIGINE Specie di origine asiatica. Thailandia. è nativa di Cina sud-orientale. Reseda flor de rainha.FAMIGLIA Lythraceae SINONIMI Lagerstroemia flos-reginae. Indonesia. Pumaruttu. Queen’s flower. È naturalizzata in India dove cresce spontaneamente fino ad altitudini di 1000 metri NOMI COMUNI Banaba. Reseda gigante. Vietnam. Cambogia. Kadalai. Queen myrtle. Banteak . Lagerstroemia reginae. Jarul.

et al. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo) 45(6): 791-5. et al. et al. I risultati ottenuti da studi in vivo sono stati promettenti. Hattori K. ■ Controindicazioni A dosaggi normali equivalenti a 8-48 mg/die di estratto secco titolato all’1% in acido corosolico non sono stati riscontrati particolari effetti secondari. è un potente inibitore dell’enzima proteinchinasi C (PKC).A. favorendo così una moderata perdita di peso. gli estratti di L.V. insulin-like glucose uptake-stimulatory/inhibitory and adipocyte differentiation-inhibitory activities on 3T3-L1 cells. dismetabolici. J Nutr.. 1999. Fukushima M. et al. has insulin-like glucose uptake-stimulatory and adipocyte differentiation-inhibitory activities on 3T3-L1 cells. Judy W. è responsabile di una potente azione inibitrice sull’enzima alfa-amilasi. et al. Khare C.. 2002. Antiobesity activity of extracts from Lagerstroemia speciosa L. ■ Impiego terapeutico Stando ai numerosi studi scientifici effettuati l’impiego delle foglie di L. 2003. 2007. leaves in genetically diabetic KK- AY mice. presente nella droga coniugato in diverse molecole. Springer Ed. vol. et al. Hayashi T. 2008. da suddividere ai pasti principali. specie se associata con una dieta ipocalorica.) Pers. speciosa. anche il senso di fame. Whistler W. Diabetes Res Clin Pract 80(1): 48-55. Durante le ricerche sull’attività ipoglicemizzante.. Inoltre. J Pharmacol Sci 93(1): 69-73. Screening of plant constituents for effect on glucose transport activity in Ehrlich ascites tumour cells. Edagricole. et al. Unno T. dovuti all’eccessivo calo di glucosio nel sangue provocato dalla droga. Murakami C. un farmaco normalmente usato nel trattamento dell’iperuricemia. l’acido corosolico presente in questa specie. ■ ■ Bibliografia Bai N. Oltre alle proprietà citate. An illustrated Dictionary. et al. 2003. et al. Activation of insulin receptors by lagerstroemin.. 2007. Evid Based Complement Alternat Med. che entra nella produzione dell’acido urico..P. speciosa somministrato come infuso al 5%. Chem Pharm Bull (Tokyo) 41(12): 2129-31. Kakuda T. 1984. Timber Press Inc. prodotto principalmente nel pancreas. 1999. in vitro. contrariamente a quanto accade con la somministrazione di insulina.. 2004. 131(9): 2242-7. Klein G. Il risultato è stato che i soggetti trattati con acido corosolico hanno mostrato tutti livelli di glicemia più bassi rispetto agli altri per 1-2 ore successive all’assunzione. gli estratti di L..) Pers. et al. Diabetes Res Clin Pract 73(2): 174-7... nei soggetti diabetici di tipo II (non insulino dipendenti). a parità di dieta con il gruppo controllo. ▲ da carico orale di glucosio). 1993. 2000. CRC press. Antidiabetic activity of a standardized extract (Glucosol) from Lagerstroemia speciosa leaves in Type II diabetics. Ellagitannins from Lagerstroemia speciosa as activators of glucose transport in fat cells. soprattutto se in sovrappeso. L’acido valoneaico. Hypoglycemic effect of extracts from Lagerstroemia speciosa L. Sembra infatti che la modulazione dei livelli di glucosio ematico e insulina possa ridurre l’assorbimento calorico totale. oltre al peso. nei confronti della proliferazione di diverse linee di cellule tumorali umane. Effect of corosolic acid on gluconeogenesis in rat liver. In questi ultimi riesce anche a promuovere una moderata attività dimagrante. è stato in grado di produrre una perdita di peso equivalente a 1-2 chili al mese.. J Agric Food Chemistry 56(24): 11668-74. i soggetti a cui è stato somministrato l’estratto hanno mostrato anche livelli di trigliceridi notevolmente più bassi nel fegato. J Ethnopharmacol 87(1): 115-7. Pignatti S. Biosci Biotechnol Biochem 60(2): 204-8. anzi contribuiscono a ridurre.) Pers.J. Antidiabetes and anti-obesity activity of Lagerstroemia speciosa. L’acido corosolico è in grado di inibire l’enzima PKC del 95% a concentrazioni di 0.G. Il meccanismo di riduzione dei livelli di glucosio ematico e di insulina rientra infatti nella teoria delle diete dell’Indice Glicemico. proprietà che ne caratterizza l’attività citotossica. Hosoyama H. Indian Medicinal Plants.. modulando i livelli di glucosio ematico e insulina. Effect of corosolic acid on postchallenge plasma glucose levels. 2. Active compounds from Lagerstroemia speciosa. 1996. Planta Medica 68(2): 173-5. nausea e stanchezza. Tale proprietà risulta più efficace rispetto a quella dell’allopurinolo. speciosa (con il nome commerciale Glucosol) stanno diventando di gran moda come integratori alimentari nelle diete volte alla perdita di peso. 2003. speciosa non provocano la differenziazione degli adipociti. Yakugaku Zasshi 123(7): 599-605.. infatti l’estratto di L. Tropical ornamentals: a guide. Isolation and quantitative analysis of the alpha-amylase inhibitor in Lagerstroemia speciosa (L.1 µg/mL. soprattutto negli Stati Uniti. si è però notato che. Liu F.. 12 ERBORISTERIA DOMANI Marzo 2009 . A dose-dependence study. et al. 2008.. J Ethnopharmacol 93(2-3): 391-5.. A partire da questa constatazione alcuni gruppi di ricerca hanno impiegato l’estratto di questa specie nel trattamento dell’obesità. Flora d’Italia. (Banaba). La dose efficace varia tra i 16 e i 48 mg al giorno di estratto titolato all’1% di acido corosolico. che agisce nel metabolismo dei carboidrati. con conseguente aumento del peso ponderale. sotto forma di infuso al 5% o di estratto standardizzato.. et al. dimostrando che tale estratto è effettivamente in grado di agire a livello metabolico riequilibrando le dislipidemie. Yamada K. 2001. Recentemente.. A dosi più elevate possono apparire sintomi quali mal di testa.?????? famose saranno Lagerstroemia speciosa (L. pertanto l’uso dell’estratto di Banaba risulta utile nella prevenzione e nel trattamento dell’insufficienza renale e nella gotta. leaves on female KK-Ay mice. Xanthine oxidase inhibitors from the leaves of Lagerstroemia speciosa (L. è particolarmente indicato per contrastare l’iperglicemia. et al. 4(4): 401-7. 2006. Cutler H. Cutler S. Biological Active Natural Products: agrochemicals. Suzuki Y.. An extract of Lagerstroemia speciosa L. A tale azione si aggiunge quella inibitrice sull’enzima xantina-ossidasi..