CORTE DEI CONTI - INAUGURAZIONE DELL’ANNO GIUDIZIARIO 2009 RELAZIONE DEL PRESIDENTE

Signor Presidente dell Re!"##li$ % no&e dell Corte dei $onti e &io !erson le desidero es!ri&ere il ringr 'i &ento !i( sentito !er l’onore $)e Ell $i ) $on$esso $$ogliendo l’in*ito !resen'i re ll’in "g"r 'ione del nostro nno gi"di'i rio+ L’odiern $eri&oni segn l’ini'io di "n n"o*o nno di tti*it, gi"risdi'ion le e i&!li$ "n rinno* to i&!egno *erso le res!ons #ilit, &or li $)e ess $o&!ort & n$)e l’o##ligo di d re !"##li$ $onte'' del l *oro $o&!lessi* &ente s*olto d ll Corte nell’eser$it re le s"e * rie -"n'ioni $)e ltro non sono $)e "n !"##li$o ser*i'io d rendersi i $itt dini+ Ser*i'io !"##li$o ."esto $o&"ne&ente $o&!endi to nell’es!ressione /t"tel dell -in n' !"##li$ / & $)e% !i( es tt &ente% do*re##e ." li-i$ rsi $o&e t"tel o#ietti* dell’interesse dei $itt dini d ottenere d ll P"##li$ A&&inistr 'ione "n "so delle risorse !"##li$)e $)e si non sol &ente legitti&o% e $io0 $on-or&e lle nor&e% & !ien &ente ris!ondente i $riteri di s n &&inistr 'ione1 ll esigen' ."indi $)e l gestione del den ro !"##li$o si t le d !rod"rre% $on e--etti*it,% il &iglior ris"lt to !ossi#ile in ter&ini di e$ono&i$it, e di e--i$ $i + E’ ."est "n ne$essit, t nto !i( $ogente ." nto !i( $i si tro* in !resen' di "n $"r* dis$endente delle risorse $o&!lessi*e+ 2 res!ons #ilit, es$l"si* delle A&&inistr 'ioni $orris!ondere t le ne$essit, i&!er ti* + Ri-or&e e leggi dott te d l P rl &ento s r nno destin te rest re letter &ort se non tr dotte in tti $on$reti d ll’A&&inistr 'ione+ Dei #ene-i$i $)e !ossono essere re$ ti d !i ni% !rogr &&i% !re*isione di i"ti o $ontri#"ti% il $itt dino $onos$e e gode solo se% e nell &is"r in $"i% sono resi $on$reti d ll’ tti*it, dell’A&&inistr 'ione $)e% gi, $on le ri-or&e *"tesi d l$"ni nni ."est ! rte% de*e &"o*ersi non !i( nell’otti$ di "n - ##ri$ di tti &&inistr ti*i & in ."ell % #en !i( i&!egn ti* % di re li'' tri$e in $on$reto di !rogetti #ene-i$io es$l"si*o dell $olletti*it,+ 3 0 ltrett nto ne$ess ri n$)e l & ssi& tr s! ren' in ogni gire dell P"##li$ A&&inistr 'ione4 l, do*e ess & n$)i il $itt dino !er$e!is$e l -"n'ione !"##li$ $o&e "n ." l$os di estr neo% di di*erso d s5 e d l !ro!rio &ondo% d ."i l dis --e'ione *erso le istit"'ioni e n$)e *erso i $entri dell !oliti$ 1 & le% ."esto% os$"ro e sottile $)e !"6 $ostit"ire "n ris$)io &ort le !er l *it stess dell de&o$r 'i + 2 t le senso di estr neit, $)e - t lor *edere l’A&&inistr 'ione $o&e "n di -r && tr le ttese dei $itt dini% # s te s" nor&e o s" $ noni di #"on &&inistr 'ione% e ." nto re li'' to+ Al $ontr rio% l’A&&inistr 'ione $ostit"is$e l’indis!ens #ile ingr n ggio di tr s&issione tr le s$elte !oliti$)e% di s!ett n' es$l"si* di P rl &ento e Go*erno% e l $on$ret tr s!osi'ione di esse in - tti del &ondo re le e ."otidi no1 & % $o&e ogni ingr n ggio $)e ##i "n -"n'ione *it le% * $ost nte&ente ten"to sotto $ontrollo !er ssi$"r rne "n -"n'ion &ento !er-etto e & i in$e!! to+ A -ronte dei s"oi indis!ens #ili $o&!iti l’A&&inistr 'ione de*e *ere deg" te risorse str"&ent li% in "o&ini e &e''i+ 2 t"tt *i ne$ess rio 7 e l Corte l’) **ertito in !i( o$$ sioni 7 ridisegn re l’ !! r to !er$)5 si !i( gile% !i( snello4 ri!ens re &od"li !ro$edi&ent li e distri#"'ione di $o&!iti 7 !er$)5 in ssen' di $i6 "n se&!li$e rid"'ione del n"&ero di ddetti ris$)i di ll"ng re te&!i e ttese 7 l -ine di r ggi"ngere "n & ggiore e--i$ien' ! rit, di $osti ed e*it re $)e -"n'ioni ridotte !oss $orris!ondere non "n di&in"'ione & ddiritt"r "n "&ento nel n"&ero degli ddetti+ In !eriodi% $o&e l’ tt" le% di $ongi"nt"r e$ono&i$ neg ti* o$$orre rid"rre l s!es $o&!lessi* di -"n'ion &ento 7 #ene-i$io di ."ell di in*esti&ento 7 & n lisi e--ett" te in !i( o$$ sioni d ll Corte &ostr no $)e t gli line ri di #il n$io !ossono gener re 7 ttr *erso il ri$orso ri$onos$i&ento di de#ito% o ltro 7 ri&# l'i negli nni s"$$essi*i $on $onseg"ente *iol 'ione dei !rin$i!i di #il n$io e -or& 'ione di de#ito so&&erso+ 8orse !otre##e d re &igliori ris"lt ti "n es &e ttento% *o$e !er *o$e% dei singoli #il n$i e delle re lt, gestion li sottost nti !er identi-i$ re le s!ese s"s$etti#ili di essere ridotte o t gli te sen' e$$essi* !en li'' 'ione !er l -"n'ion lit, dell’A&&inistr 'ione+ D ll Costit"'ione e d lle leggi 0 --id to ll Corte dei $onti il $o&!ito di d re i $itt dini l t"tel o#ietti* dell’interesse ll gi"ridi$ &ente $orrett ed e$ono&i$ &ente &igliore gestione delle risorse !"##li$)e+ E’ ."esto "n interesse !ri& rio dell $olletti*it, !er$)5 l’oggetto $"i si *olge% l -in n' !"##li$ % 0 il &otore di $"i non !"6 - re &eno l’inter *it sso$i t % 0 lo str"&ento indis!ens #ile !er soddis- re ." lsi si #isogno !"##li$o 7 d ll s nit,% ll’istr"'ione+ ll’ordine !"##li$o% ll di-es % et$+ 7 & % l $onte&!o% 0 "n insie&e di risorse sottr tte "torit ti* &ente i !ri* ti e $)e !ossono $ost re d essi non lie*i s $ri-i$i+ 2 n$)e in $ &#io di ."esti oneri i&!osti e so!!ort ti $)e i $itt dini ) nno il diritto inso!!ri&i#ile di $onos$ere -ino in -ondo l’"so $)e *iene - tto delle risorse !"##li$)e% il diritto di !retendere $)e esse si no ." nto !i( !ossi#ile ris!ondenti d "n s n &&inistr 'ione+ 2 l Corte dei $onti% l !i( nti$ & gistr t"r dello St to "nit rio it li no% $)e ) il do*ere di $orris!ondere $i6 ed ess de*e !er$i6 ne$ess ri &ente *ere i &e''i gi"ridi$i e str"&ent li !er !oterlo - re+ Non si !"6% non si de*e del"dere i $itt dini nell loro si$"r $ons !e*ole'' di *ere nell Corte "n dig $ontro gli s!er!eri% l & l - &&inistr 'ione% l’ign *i di t l"ni gestori dell $os !"##li$ + L Corte de&!ie l s"o "nit rio $o&!ito di t"tel ttr *erso l s"e d"e !rin$i! li -"n'ioni1 ."ell gi"risdi'ion le e ."ell di $ontrollo+ Non $ so )o ! rl to di $o&!ito "nit rio rti$ol to s" d"e -"n'ioni% ."este in- tti !"r nett &ente distinte nelle regole di eser$i'io e negli e--etti si -ondono insie&e nel $rogi"olo dell’"ni$o -ine del d re !ien &ente ."ell t"tel 4 s!e'' re t le -"sione $o&!ortere##e rendere ."el -ine irri$onos$i#ile e !er$i6 stesso non !i( r ggi"ngi#ile+ 2 n$)e !er ."esto $)e gli !! rtenenti ll’"ni$o $or!o dell & gistr t"r dell Corte ) nno - $olt, di eser$it re indi--erente&ente l’"n o l’ ltr delle d"e -"n'ioni ed 0 ne$ess rio $)e l’ordin &ento interno dell Corte g r ntis$ in $on$reto% & $on l’osser* n' delle g r n'ie di legge% l’os&osi tr le d"e -"n'ioni+ L -"n'ione gi"risdi'ion le dell Corte 0 d t d ll’ordin &ento &ir ndosi essen'i l&ente l ris r$i&ento del d nno ! tri&oni le re$ to d l soggetto% !er dolo o $ol! gr *e% ri& nendo ." ntit ti* &ente !o$o rile* nti le i!otesi 7 !re*iste !er legge 7 *enti $ r ttere s n'ion torio+ Le !i( re$enti senten'e dell Corte $ostit"'ion le is$ri*ono

$i&ento di !"##li$i interessi ris!etto ll’ele&ento soggetti*o dell n t"r gi"ridi$ dell’ gente e del r !!orto inter$orrente tr . non $erto distor$erl % l di l. deg" t ll -"n'ione d s*olgere ed 0 l neg 'ione dell’esigen' di --id re le & ggiori res!ons #ilit. di soggetti o !er il $on-eri&ento di -"n'ioni !i( ele* te% !"6 esser*i sol &ente o l’ r#itrio o "n $riterio &er &ente &e$$ ni$isti$o ." nto l te&!o ed l &erito% dell’ tti*it. del senso !ro!rio delle ! role% -osse n$)e !er "n’ --er& 'ione di !rin$i!i &or li $)e !oggi ndo% ine*it #il&ente% s" # se soggetti* !"6 ." nto !re*isto d ll nor& ti* !er le Pro$"re !en li% il nostro P"##li$o 3inistero non d.tti o noti'ie $)e .re gi"sti'i /1 . di $ontrollo gener li'' t e !er& nente/+ E’ &i o!inione $)e il Pro$"r tore gener le ttr *erso il do!!io str"&ento% d togli d ll legge% del !otere di $oordin &ento delle tti*it."in."esti e l’A&&inistr 'ione+ 2 n$)e ttr *erso t li !"nt" li'' 'ioni% $)e d nno $on$reto $onten"to lle !re*isioni dell Costit"'ione e delle leggi% $)e l gi"risdi'ione dell Corte *iene ri*el re se&!re !i( $)i r &ente l s" -in lit."ell % !oten'i l&ente di*ers % !ost d ll’ordin &ento+ 2 es!ressione di ling" ggio $o&"ne% & &io &odo di *edere .re l’interesse dell’Istit"to% $o&!ort togliere ogni s!int &iglior re nel !ro!rio l *oro% d re di !i(% !rod"$e .% !re'ios % del !"##li$o &inistero !resso l Corte dei $onti $)e 0 il &otore dell’ 'ione di res!ons #ilit.$)i r &ente l gi"risdi'ione di res!ons #ilit."enn le !re*isto d ll’ rt+ 2 dell legge :? genn io :99? n+ 20 $on $onseg"ente estin'ione dei gi"di'i di $onto in ordine i ."ell se$ondo $"i il gi"di$e de*e /.ll $e e !eri$olos % . del !ro!rio gire4 t nto !i( $)e nell’ordin &ento tt" le dell Corte% $ontr ri &ente . dei $on-ini strett &ente !ro$ess" li !otendo re$ re% d "n l to% dis$redito soggetti% ! rti$ol r&ente oneroso se essi eser$it no !"##li$)e -"n'ioni e% d ll’ ltro l to% !otendo ind"rre !er ti&ore gli &&inistr tori non gire% $on l $onseg"en' $)e non *eng no !oste in essere tti*it.r $orrere il ris$)io di sostit"ire "n !ro!ri s$ l di * lori . &ir essen'i l&ente d ottenere il ristoro di "n d nno e--etti* &ente s"#ito d l ! tri&onio !"##li$o+ Un e--etto $oll ter le di &onito ed ese&!io 0 $erto nell’ordine n t"r le delle $ose% & il !rod"rre "n t le e--etto &or li'' tore non de*e $ostit"ire l s!int d eser$it re l’ 'ione di res!ons #ilit."ell di t"tel dell’interesse oggetti*o d "n i&!iego delle risorse !"##li$)e $on-or&e lle leggi+ Il gi"di$e $)e 0% nor& dell Costit"'ione% soggetto ll legge ed ) il !re$iso o##ligo di ris!ett re le l&ente le nor&e non !"6 $)e rest re nel sol$o di t li !rin$i!i+ L’inter!ret 'ione $)e egli de*e .r s> $)e il P"##li$o 3inistero !resso l Corte **ert % $o&e $ert &ente 0% il !eso dell res!ons #ilit. !re*iste in*e$e d ll’ordin &ento $o&e ne$ess rie o "tili+ Oltre ll’o**io ris!etto delle regole !ro$ed"r li !oste d ll nor& ti* il !"##li$o &inistero nell’eser$it re l !ro!ri tti*it.ll $e !er$)5 il gi"di$e de*e solo !!li$ re l legge in &odo te$ni$ &ente $orretto e ris!ondente i !rin$i!i dell Costit"'ione% essendo l gi"sti'i % . e n <<= del 200. delle nostre Pro$"re% estre& &ente deli$ t % !"6 in $on$reto gener re e--etti n$)e l di l.re dell legge de*e essere te$ni$ &ente !er-ett & orient t $o&!renderne l re le *olont."indi "n !!i tti&ento *erso il # sso $)e * ni-i$ le ttese dei $itt dini d ottenere i &igliori ris"lt ti d ll’eser$i'io delle $o&!lessi*e -"n'ioni dell Corte+ 8"n'ioni $)e $ostit"is$ono "n ser*i'io reso i $itt dini $)e ne sostengono l’onere -in n'i rio ttr *erso le i&!oste1 d essi non !"6 !er$i6 esser neg to il diritto di $onos$ere .tti l Corte $ostit"'ion le $on le senten'e n+ :00 del :99. del !"##li$o &inistero+ L’ ssetto nor& ti*o tt" le rende &olto di--i$ile l’ do'ione di oggetti*i ! r &etri di * l"t 'ione del l *oro dei & gistr ti dell Corte+ Il Consiglio di !residen' solo d !o$)issi&o te&!o ) ini'i to deline re ! r &etri e !ro$ed"re !er "n * l"t 'ione% n$)e se solo . i !i( $ ! $i e &erite*oli+ Dis ttendere t le esigen' signi-i$ non ." l 0 l’entit." l’0 l’"tilit. di $$ert re ed i&!orre il ris!etto dei $on-ini tr $$i ti d ll Corte $ostit"'ion le1 l’essere "ni$o de!osit rio del !otere di !ro&"o*ere l’ 'ione dis$i!lin re $o&!ort il so!!ort re l’onere% !es nte% di do*er essere e do*er essere !er$e!ito% !i( n$or di ltri% $o&e ssol"t &ente indi!endente e s*in$ol to d ogni interesse di ! rte+ T"tto $i6 de*e .1 .+ L’ tti*it.$$i no !res"&ere $o&!ort &enti di !"##li$i -"n'ion ri i!oteti$ &ente $on-ig"r nti ille$iti !rod"tti*i di d nno er ri le e de*e essere diretto d $." li non si no st ti $o&!i"ti tti istr"ttori1 gi"di'i di $onto !re*isti e intest ti ll Corte dirett &ente d ll Costit"'ione+ . del Pro$"r tore $"i t li ri$)ieste ineris$ono non !oss essere $onsider t $o&e "n i&!ro!ri tti*it.+ Egli de*e *ere #en !resente $)e l’eser$i'io dell’ 'ione di res!ons #ilit." le l’ n'i nit.+ Non !"6 $)iedersi l !"##li$o &inistero !resso l Corte di tr s-or& rsi in "n ngelo *endi$ tore dei & li dell so$iet. $)e !"6 essere sinto&o di & ggiore es!erien' % & se non 0 "nit * l"t 'ioni del &erito indi*id" le non d. dell Corte dei $onti nel -ilone $i*ilisti$o del ris r$i&ento del d nno+ D l $ nto loro le Se'ioni Unite dell S"!re& Corte di C ss 'ione $on "n re$ente e ri$$o -ilone gi"ris!r"den'i le * nno *i *i ridisegn ndo% !ro**id &ente% i $on-ini dell gi"risdi'ione dell Corte dei $onti d ndo "n & ggior rilie*o ll’ele&ento oggetti*o dell destin 'ione del #ene l soddis. dei Pro$"r tori e dell !otest.% di $"i egli 0 titol re es$l"si*o% di !ro&"o*ere l’ 'ione dis$i!lin re ) l !ossi#ilit."ell *er e -orse in$onos$i#ile% ri&ess Dio e non ll’"o&o+ 2 !eri$olos !er$)5% !"6 d re l gi"di$e l tent 'ione di --er& re% ttr *erso l’eser$i'io delle -"n'ioni% le idee s"e !ro!rie e di !orsi !er$i6 l di so!r del legisl tore+ 9"esti stessi !rin$i!i de##ono n t"r l&ente orient re n$)e l’ tti*it. $onto ness"no delle !ro!rie 'ioni 7 s l*o e*ent" li !ro$edi&enti dis$i!lin ri 7 n5 esiste tt" l&ente !er l Corte "n org no ! r gon #ile $i6 $)e 0 il GIP in $ &!o !en le% $)e si $o&!etente d "n *eri-i$ r **i$in t % . ) st #ilito $)e / l’ &!io !otere $)e ) il !ro$"r tore de*e essere eser$it to in !resen' di . l$"n g r n'i di !ro-ession lit. del l *oro dedi$ to t le ser*i'io e ." ntit ti* % del l *oro s*olto d i & gistr ti nelle * rie -"n'ioni+ 3 l * l"t 'ione # s t s" $riteri oggetti*i e !redeter&in ti 0 essen'i le $)e *i si 1 in & n$ n' di ess % !er l’ ssegn 'ione di -"n'ioni ri$)ieste d "n !l"r lit.% dirett o indirett % $)e ne deri* + Contin" *eri-i$ rsi in t l"ne Se'ioni gi"risdi'ion li l’in"tile de$orso del ter&ine . de*e d rsi $ ri$o n$)e di non tr * li$ re &od"li ed &#iti o!er ti*i riser* ti d ltre -"n'ioni dell Corte+ In."isire tti o do$"&enti !re$is &ente indi*id" #ili% di &odo $)e l’ tti*it.

& milioni di euro .*%2.(2 circa delle riscossioni nel periodo.Tale situazione di fatto. è necessario che la Corte. e dei primi anni di vigenza del $egolamento . che peraltro non danno certezze sulla stabilit/ dei risultati conseguiti. n. do*e & n$ l tr s! ren' si gener il $ono d’o&#r entro $"i !ossono tro* re s! 'io .. pur se costituiti dalle $egioni mediante la propria potest/ legislativa. normalmente non è superiore ad un anno. segnala per lo !tato riscontri nel complesso favorevoli." dro -in n'i rio l’es!li$ rsi in ! r llelo e in sinergi dell’ tti*it. "allo stesso dibattito parlamentare. n. dell s" tti*it. dell Corte e di . t"tt *i $on-er& $)e i $ontrolli% interni ed esterni% s"ll’A&&inistr 'ione non sono !ien &ente deg" ti% $)e *i 0 "n tt" le sit" 'ione di s$ rs loro e--i$ $i % di !o$)e'' di e--etti $on$reti+ O$$orre llor !oten'i re ed irro#"stire i $ontrolli% renderli e--etti*i nello s*olgersi e $on$reti negli e--etti+ Nel $ &!o dell’ &&inistr 'ione% d "n & ggiore e &igliore "so dei $ontrolli $orris!onde si&&etri$ &ente "n &inore ri$orso l $odi$e !en le+ I $ontrolli de& nd ti ll Corte% !ro!rio in . che ha stabilito di designare presso ciascun 6inistero gli uffici da impiegare nei recuperi. 87importo va a 45+ milioni includendo le condanne .+. con incassi pari a circa 4& milioni di euro a fronte dei 0uasi %%+ accertati. ad una continua ed attenta attivit/ di monitoraggio per l’attuazione del federalismo fiscale le cui linee iniziali risultano essere state gi/ approvate da un ramo del #alamento. ."ell di $)i gestis$e% $on $onseg"enti di--erenti res!ons #ilit. e sempre pi3 lo sar/ in seguito. raggiunto sostanzialmente tale obiettivo grazie alla meritoria opera di magistrati e di funzionari. determinato essenzialmente dagli oltre ) milioni riscossi con la procedura ordinaria da un solo debitore che ha rinunciato alle agevolazioni autorizzate dalla finanziaria del %++*. %*9 del %++*. %& giugno '((). la piena conoscenza dei dati finanziari da parte del #arlamento? è ovvio poi che il #arlamento debba basare le proprie decisioni su dati certi ed obiettivi e la garanzia di ci@ A allo stesso #arlamento e ai cittadini A deve essere data dalla Corte attraverso l’esercizio delle sue funzioni la cui indipendenza è tutelata dalla Costituzione.% dell legge 2? di$e&#re 200=% n+ 2??+ 9" nto & i "tile% e !er$i6 *i* &ente "s!i$ #ile% !otre##e essere !er l !ien n lisi del . '9( del %++9. al riguardo. '++ della Costituzione . "al fascicolo allegato risultano i dati numerici relativi ai giudizi della Corte e risultano altres< i tempi impiegati per la definizione dei giudizi di responsabilit/ che. L’ ltr -"n'ione essen'i le de& nd t ll Corte d ll Costit"'ione 0 il $ontrollo1 in ordine d ess l Corte $ostit"'ion le ) *"to &odo di !orre l$"ni i&!ort nti !"nti -er&i1 Il primo è che eventuali organi di controllo. All indis!ens #ile e !re*enti* ri$ostr"'ione e $onos$i#ilit. I proventi dello !tato sono pi3 che triplicati tra il %++& ed il %++) .tti di $orr"'ione o di $on$"ssione $)e rendono !oi indis!ens #ile l’inter*ento del gi"di$e !en le1 inter*ento $)e s" *olt % !ri& n$or del de-initi*o $$ert &ento dei .'42 nel %++' e 5. non consentono ad oggi di asserire che lo !tato è in grado di contrastare l7insolvenza con la necessaria energia.sent.+ D’ ltr ! rte% t li $ontrolli sono --id ti .$.. del . Ancora insoddisfacente è l’esecuzione delle sentenze di condanna pronunciate dalla Corte.#.(*2 nel %++%... è emerso con chiarezza come sia indispensabile.*2. =n altro ancora è la ripetuta affermazione della obbligata partecipazione della Corte al coordinamento della finanza pubblica nell’ambito della sua propria natura di organo ausiliario.$egolamento per la semplificazione dei procedimenti di esecuzione delle sentenze di condanna -. pronunciate a favore degli nti diversi dallo !tato nel periodo %++&1%++9." nto !re*isti e regol ti d nor&e gi"ridi$)e e --id ti d "n $or!o di & gistr ti% non !ossono non *ere e--etti gi"ridi$i !redeter&in ti% $on le !i( &!ie g r n'ie di di-es !er il $ontroll to+ E--etti gi"ridi$i nei $on-ronti dell’A&&inistr 'ione & $)e non in* d no l dis$re'ion lit.in 0uest7ultimo anno i risultati sono provvisori."ell dell R gioneri gener le dello St to% n$)e in r gione dell’ ltissi& !ro-ession lit. ha inteso porre rimedio alla scarsit/ dei crediti riscossi rispetto a 0uelli attesi decentrando le attivit/ di riscossione alle Amministrazioni creditrici. poteva anche ritenersi utile finché è stato necessario concentrare la forze per eliminare o ridurre un imponente arretrato pensionistico. di ess + >ell’ambito di tale conoscibilit/ del 0uadro di finanza pubblica la Corte è tenuta. realizzato con ". n5% t nto &eno% l’ &#ito delle s$elte di $o&!eten' del 3inistro o del *erti$e !oliti$o1 $i6 !ien &ente in line $on l’ tt" le nor& ti* $)e disting"e nett &ente tr i $o&!iti dell’A"torit. decisamente pi3 elevato di 0uello degli anni novanta . di $ontrollo dell Corte 0% e de*e essere% l’ ssi$"r re tr s! ren' e $)i re'' dell’ 'ione dell P"##li$ A&&inistr 'ione+ L. per la sentenza di primo grado. anche in tale settore. tra l7altro.ueste ultime misure. n.."ei . I rimedi del $egolamento del '((). nonché degli nti diversi dallo !tato. "al monitoraggio effettuato dalla Corte risulta che per lo !tato si è avuto nel periodo %++&1 %++) un coefficiente di realizzazione mediopari al '*2 circa dei crediti accertati. %*+ . '% milioni. di per sé anomala.. Il !ri&o e--etto di ogni tti*it.'. se appaiono oggettivamente meritori per il miglioramento costante dei risultati. adempia pienamente alle sue funzioni. !oliti$ e ." dro $o&!lessi*o dell -in n' !"##li$ % l Corte 0 es!li$it &ente $)i & t d ll’ rt+ < $o&& @. =n altro è l’esplicito riconoscimento che il controllo successivo sulla gestione trova la sua base normativa direttamente nell’art. Il riordino delle procedure di esecuzione delle sentenze di condanna pronunciate dalla Corte dei conti a favore delle Amministrazioni statali.sent. infatti. che segnalano un coefficiente di riscossione senza precedenti . ora.. hanno reso fra il %++* ed il %++) circa %..tti% !"6 *ere n$)e l’e--etto% non *ol"to% di gener re "n $li& di sos!etto% "n ne##i &e-iti$ $)e se&#r t"tto **olgere e gener s-id"$i d ! rte dei $itt dini onesti+ Non 0 "n $ so $)e il nostro $odi$e !en le riser* "n ! rte rel ti* &ente !i$$ol i delitti $ontro l P"##li$ A&&inistr 'ione1 er llor $on*in'ione di--"s $)e il siste& dei $ontrolli% disegn to $o&e rigido e !enetr nte% -osse s"--i$iente d ssi$"r rne l !rote'ione+ Il &olti!li$ rsi% d ! rte degli org ni di in-or& 'ione% di noti'ie di re ti $on$ernenti l’A&&inistr 'ione d. 87obiettivo di contrastare l7affievolimento dell7efficacia dissuasiva della giurisdizione di responsabilit/. non possono avere impatto sulle funzioni della Corte dei conti .estranee al controllo ora eseguito dalla Corte. :a notato infatti lo s0uilibrio eccezionale dei proventi provvisori del %++).

è noto. 8a pi3 antica e tradizionale è il controllo preventivo di legittimit/ su atti che oggi concerne un numero di provvedimenti relativamente basso4 ma certo di grande importanza finanziaria? basti pensare. in ragione del fatto che 0uesti ultimi potrebbero far correre il rischio che beni di grande valore siano ceduti per corrispettivi irrisori. tra l’altro. rile* te in sede di $ontrollo s"$$essi*o/+ 2 . di termine dell’opera rispetto a 0uello previsto.tto !er le tti*it. dovuti a meri iter amministrativi.& gistr ti !ro!rio !er d re i $itt dini l & ssi& g r n'i !ossi#ile di o#ietti*it." nto st #ilis$ono le nor&e intern 'ion li !er t"tte le Istit"'ioni S"!eriori di Controllo 7 0 $)e *i si il $ontr ddittorio $on l’A&&inistr 'ione $ontroll t + S re##e !er$i6 i&!ort nte segno di $i*ilt. in continua crescita." nto & i ne$ess rio $)e il Consiglio di Presiden' ttr *erso "n n liti$ ri$ogni'ione dell entit. pi3 ancora. !er l’inosser* n' di essi% e dis!onendo l’in*io d ! rte del 3inistero dell’e$ono&i ll Corte dei $onti dell do$"&ent 'ione rel ti* t li $ontr tti+ Indicazioni di reports che si sono occupati di tale materia risultano dal fascicolo 0ui allegato. ad esempio. 8a legge."esto "n sinto&o di $o&e il $ontrollo s"ll gestione si il $"ore *ero del siste& di $ontrolli de& nd to ll Corte1 $ontrollo $)e !"6 in$idere s" $o&!ort &enti &&inistr ti*i *enti $onseg"en'e s"ll -in n' e s"ll’e$ono&i % s"ll . di $o&!eten' delle Se'ioni Region li di $ontrollo dell Corte $)e% d l$"ni nni . non l’o##ligo 7 di no&in re $i s$"n d"e $o&!onenti dell Se'ione1 $o&!onenti $)e !er l loro lt !ro-ession lit. sia utile e apprezzata da parte delle Autonomie l’attivit/ delle !ezioni regionale di controllo è dimostrato dal numero. nel siste& 1 in.tti l’es &e del rendi$onto gener le dello St to $)e 0 tto di $ontrollo ed 0 l summa di t"tto il $ontrollo e--ett" to% nell’ nno% d ll Corte s"lle A&&inistr 'ioni dello St to s-o$i % nor& dell’ rt+ ?0 del T+U+ :2 l"glio :9<?% n+ :2:?% in "n *er e !ro!ri senten' $on$l"si* di !ro$edi&ento gi"risdi'ion le% $o&e ri$onos$i"to d ll Corte Costit"'ion le+ "estinato essenzialmente a verificare la correttezza dei bilanci degli enti alla cui dotazione finanziaria partecipa lo !tato è il controllo effettuato da un’apposita !ezione. 7 si # di% l !ossi#ilit. a richiesta dei competenti organi locali&. o di 0uelli intercorrenti tra il momento della decisione di dar vita ad una determinata opera pubblica e 0uello d’inizio effettivo o." nto s" gestioni e n$or % in ne$ess rio r $$ordo $on l Se'ione $entr le delle "tono&ie% ) nno l’oneros -"n'ione di $ontri#"ire $o&!orre il . . la Corte propone Binterventi correttivi a livello di comparto o di singolo enteB. tot le !ro# #il&ente non n$or del t"tto de-init e $)e !"6 $ostit"ire "n ris$)io -in n'i rio gr *e+ S" $i6 0 inter*en"to di re$ente il legisl tore% st #ilendo "n serie di o##lig)i% $on $o&&in tori di n"llit."egli tti% test" l&ente% /$)e l Corte deli#eri di ssoggett re% !er "n !eriodo deter&in to% $ontrollo !re*enti*o in rel 'ione sit" 'ioni di di--"se e ri!et"te irregol rit. st #ilite d ll legge+ 2 lo s*olgersi di t"tte t li ." lit. è noto. stess dell *it del $itt dino+ Ao "s to l’es!ressione /!"6/ in$idere !er$)5 $ondi'ione i&!res$indi#ile di t"tto $i6 0 $)e il $ontrollo si nor& to% nell str"tt"r e nel !ro$edi&ento% in &odo deg" to llo s$o!o $)e $on esso si intende !erseg"ire e $)e *i si l’i&!egno -orte di t"tti $oloro $)e o!er no nel s"o &#ito+ 3o&ento inde-etti#ile del !ro$edi&ento di $ontrollo s" gestioni 7 in line $on . di pareri che esse rendono. a norma di legge."est’"lti&o di entit. di t"tte le -"n'ioni d s*olgersi d ll Corte in # se lle nor&e *igenti e d "n * l"t 'ione $o&! r ti* del l *oro d s*olgersi% e s*olto d ogni & gistr to dott sse siste&i idonei% d "n l to% $on$entr re l & ggiore -or' l *oro l. della legge * agosto %++). Un $enno ! rti$ol re * . n.tti l legge :? genn io :99? % n+ 20% $)e ll’ rt+ <% $o&& ?% s n$is$e test" l&ente $)e l Corte / $$ert l ris!onden' dei ris"lt ti dell’ tti*it." li tti si no d sotto!orre l $ontrollo !re*enti*o & st #ilis$e n$)e "n sort di leg &e $on il $ontrollo s"lle gestioni !re*edendo il $ontrollo !re*enti*o n$)e !er . a norma della legge %' marzo '(5) n. L legge identi-i$ % $on indi$ 'ione t ss ti* % . il rispetto dei vincoli finanziari stabilisce che 0ualora rilevi esorbitanze delle spese dai limiti imposti dai vincoli di finanza pubblica. dell’A&&inistr 'ione e . =n controllo potenzialmente idoneo a incidere direttamente su rilevanti aspetti finanziari ed economici è attribuito alla Corte dall’art. ai tempi a volte molto lunghi."est’"lti&o ne ) tr tte+ T nto !i( $)e i ris"lt ti del $ontrollo s" gestioni de*ono *ere gi"ridi$ $erte'' 1 0 in. disegna forme di controllo della Corte plurime in ragione della diversit/ dell’oggetto sottoposto al controllo."i "n !!orto !re'ioso+ S re##e . do*e ess e--etti* &ente o$$orre e% d’ ltro l to% in$enti* re $on idonei &e''i !re&i li 7 !"nteggio !re-eren'i le o ltro 7 lo s*olgi&ento $onte&!or neo di !i( -"n'ioni% o**i &ente sotto l’osser* n' di t"tte le g r n'ie e le in$o&! ti#ilit. alle delibere CI# ai contratti delle Amministrazioni di ac0uisto di beni e servizi per importi di grandissima rilevanza o ai contratti di vendita di beni del patrimonio dello !tato per importi anche molto bassi. Le Se'ioni region li di $ontrollo% $o&e d’ ltronde t"tte le Se'ioni dell Corte% sono nei ris!etti*i org ni$i di & gistr ti e -"n'ion ri ssol"t &ente sottodi&ension te1 sit" 'ione ggr * t n$)e d ll nor& dell’ rt+ <% $o&& @:% dell legge 2? di$e&#re 200=% n+ 2??% $)e ) tolto lle Regioni l !ossi#ilit. nel prevedere che siano ad essa fornite le informazioni volte."indi s"l gr do & ggiore o &inore di soddis. ed e--i$ien' dell’ tti*it. per i contratti collettivi di lavoro. %5(.uanto. gi"ridi$ $)e l’A&&inistr 'ione !otesse *ere l g r n'i dell $orrette'' del !ro$edi&ento seg"ito d l $ontrollo e delle $on$l"sioni $)e . molteplici studi di istituti specializzati che hanno 0uantificato in cifre di assoluto rispetto il valore monetario perduto per effetto di tali ritardi ed il cui recupero effettivo al circuito economico costituirebbe un volano di spinta tutt’altro che trascurabile."est ! rte% sono st te *i *i $)i & te d ll legge $o&!iti di gr ndissi& rile* n' e di str ordin rio i&!egno t nto in te& di $ontrollo s"i #il n$i . &&inistr ti* gli o#ietti*i st #iliti d ll legge/+ L’ gg n$io tr il $ontrollo e l gi"risdi'ione 0 gi.% ttr *erso l’indi!enden' d l Go*erno ssi$"r t d ll Costit"'ione i & gistr ti dell Corte+ Controlli o!!ort"n &ente dis$i!lin ti d lle nor&e% eser$it ti in &odo &ir to !er l’eli&in 'ione di dis-"n'ioni &&inistr ti*e l -ine% d ese&!io% di $$eler re te&!i e !ro$edi&enti !ossono *ere e--etti !ositi*i n$)e s"llo s*il"!!o dell’e$ono&i + !i pensi. ad esempio. *9. che."indi n$)e ." lit.'ione $)e gli "tenti tr ggono d i ser*i'i !"##li$i% in "n ! rol s"ll . commi ( e '+. sistono. ad accertare." dro $onos$iti*o ne$ess rio !er il $oordin &ento dell -in n' !"##li$ e di e--ett" rne il &onitor ggio% nell’ &#ito territori le di !ro!ri $o&!eten' + Si ggi"ng $)e esse ) nno do*"to d rsi $ ri$o n$)e del $ontrollo in te& di $ontr tti di -in n' deri* t 1 -eno&eno . ed es!erien' ) nno d to sin . '44. sin 0ui occorrenti per il rilascio di autorizzazioni all’esercizio di imprese. su altro versante.

nei passati regimi storici. >elle attuali forme di democrazia il Coverno è espressione del #arlamento. si fonda sulla fiducia che esso gli accorda e dura finché permane tale fiducia? non c’è pi3 0uindi alcuna forma di contrapposizione tra i due Drgani costituzionali." le s"!re&o 3 gistr to dell Re!"##li$ % l’ ssi$"r 'ione del &io !erson le% !ieno de&!i&ento delle -"n'ioni% nell’ ssol"t osser* n' dell Costit"'ione e dell *olont.% ss"rdo nei $on-ronti del Go*erno !oi$)5 l Costit"'ione% ll’ rt+ :00% $o&& <% es!li$it &ente g r ntis$e l’indi!enden' % t nto dell Corte . e !oten'i rne le -"n'ioni+ Signor Presidente dell Re!"##li$ % &e% $o&e essere "& no% non 0 d to *ere $onos$en' di e*enti -"t"ri% & 0 d to *ere $os$ien' e *olont. . attraverso la longa manus della Corte dei conti. debba essere pi3 o meno BvicinaB all’uno piuttosto che all’altro. ma una sorta di continuum che rende inutile interrogarsi se la Corte. del P rl &ento% insie&e ll’ "s!i$io $)e l’Istit"to t"tto !oss se&!re !i( e &eglio $orris!ondere lle ttese dei $itt dini $oll #or ndo% entro i li&iti s"oi !ro!ri% ."ei & gistr ti% t ntissi&i% $)e !"r in $ondi'ioni di--i$ili ) nno l *or to in silen'io% sen' ri$er$ re $l &ori &edi ti$i o ." nto esso !"6% o*e lo *ogli % ** lersi dei ris"lt ti del $ontrollo dell Corte essen'i l&ente !er le s"e -"n'ioni di $oordin &ento dell P"##li$ A&&inistr 'ione non$)5 di regol &ent 'ione li*ello di diretti*e o n$)e di !ro!oste nor& ti*e+ Il P rl &ento 0 il destin t rio dei ris"lt ti dell’inter tti*it.-"n'ioni di $ontrollo $)e rende $on$ret l -"n'ione "sili ri dell Corte+ A"sili ri *erso il Go*erno 7 se$ondo l $ollo$ 'ione letter le dell’ rt+ :00 dell Costit"'ione $)e nno*er l Corte tr gli org ni "sili ri% !!"nto% del Go*erno 7 & so!r tt"tto *erso il P rl &ento . controllava l’uso che il sovrano faceva del denaro prelevato dal fisco ai sudditi. di $ontrollo e--ett" t d ll Corte% non$)5 di .$ili $onsensi% & $on gr ndissi& !ro-ession lit.+ . nel suo rapporto di ausiliariet/. vi era il Coverno espressione della volont/ assoluta del sovrano a cui si contrapponeva il #arlamento che."est rel 'ione s"l l *oro s*olto sen' ri*olgere "n $ loroso ringr 'i &ento t"tti ." nto esso es!ress &ente !"6 ri$)iedere ll Corte ttr *erso% d ese&!io% le "di'ioni o in !!li$ 'ione dell’ rt+ :@% $o&& 2% dell legge n+ ?00 del :9BB $)e #ilit l Presiden' di $i s$"n delle d"e C &ere $)iedere ll Corte * l"t 'ioni in ordine lle $onseg"en'e -in n'i rie $)e deri*ere##ero d ll $on*ersione in legge di de$reti legge+ S" ltro *ers nte% l’ordin &ento !ositi*o gi. $)e --ido Lei% . in presenza di tale panorama normativo c’è da chiedersi se possa stabilirsi che il #residente del Consiglio possa chiedere alla Corte di rendere A in forma celere A parere in ordine a 0uestioni attinenti alle funzioni di competenza della Corte."indi di t"tti noi $)e ne si &o ! rte% #en $os$ienti $)e l sti& di $"i ogn"no di noi !"6 godere 0 es tt &ente ! ri ll sti& e ll -or' di $"i gode l’Istit"to+ Un ! ri ringr 'i &ento * n$)e ."ei $oll #or tori delle * rie . !re*ede ! rti$ol ri nor&e $)e sono% in de-initi* % -or&e di $oll #or 'ione $on -"n'ioni !ro!rie o te&i di interesse del Go*erno+ Cos>% d ese&!io% l’ rt+ <% $o&& :% lett+ lD% dell legge :? genn io :99?%n+ 20% !re*ede $)e il Presidente del Consiglio !"6 $)iedere ll Corte di sotto!orre $ontrollo !re*enti*o tti $)e% di !er s5% non *i s re##ero sotto!osti+ L’ rt+ :% del R+D+ 9 -e##r io :9<9% n+ 2=<% $)e st #ilis$e il !re*enti*o ! rere delle Se'ioni Ri"nite dell Corte !er i !ro**edi&enti legisl ti*i 7 rectius !er i de$reti legisl ti*i deleg ti% $o&e es tt &ente st #ilito d l Consiglio di St to $on ! rere n+ <20= del 9 & ggio 200=+ !e mai. ed #neg 'ione * nt ggio so!r tt"tto dei $itt dini+ 3 n$)e * nt ggio dell’Istit"to e ." li &e''i gi"ridi$i si no riten"ti deg" ti e s"--i$ienti $onte&!er re * rie esigen'e% 0 $o&!ito es$l"si*o del P rl &ento+ Per l ne$ess ri indi!enden' dell’istit"to *erso il Go*erno% "n $o&!onente essen'i le ne 0 l’indi!enden' -in n'i ri 1 $os> $)e l Corte !oss ri$e*ere i &e''i -in n'i ri di $"i ne$essit d l P rl &ento e non d l Go*erno% $os> $o&e **iene !er le Corti dei $onti sost n'i l&ente di t"tti gli St ti de&o$r ti$i del &ondo o$$ident le e $o&e es!li$it &ente ri$)iesto d l Sen to $on l’O+d+G+ n+ G9:+:00 del di$e&#re 200= *ot to insie&e d ll & ggior n' e d ll’o!!osi'ione e $$ett to d l Go*erno ll’e!o$ in $ ri$ 1 ordine del giorno !"rtro!!o t"ttor non tr dotto in legge+ Il Presidente dell Corte non !"6 $)i"dere . delle &ie 'ioni ed 0 $on seren $os$ien' e $on l’otti&is&o dell *olont." nto dei s"oi $o&!onenti% *erso il Go*erno+ L’indi!enden' !oi del & gistr to ll’interno dell’Istit"to 0% in !ri&o l"ogo% indi!enden' di gi"di'io e indi!enden' nell s$elt degli tti $)e% se$ondo s$ien' e $os$ien' % egli ritiene ne$ess ri o do*erosi & solt nto l -ine di s*olgere l &eglio le !ro!rie -"n'ioni *olte l r ggi"ngi&ento dei -ini !re*isti d ll’ordin &ento+ 3 l’indi!enden' non !"6 $erto essere intes $o&e "n *olersi sottr rre &od"li di org ni'' 'ione o di l *oro !re*isti d nor&e o d !ro**edi&enti org ni'' ti*i legitti& &ente dott ti+ Li#ert.tt !er &iglior rne% n$or !i(% l !ro-ession lit. !oss s&in"ire l g r n'i di indi!enden' dell Corte1 ss"rdo% $on ogni e*iden' % se lo si !ens sse nei $on-ronti del P rl &ento essendo esso l’org no de!osit rio dell so*r nit."el /#"on go*erno/ $)e% -in d l Rin s$i&ento% *eni* $onsider to $ondi'ione essen'i le !er l ! $e so$i le e l !ros!erit." li-i$)e $)e ) nno d to il & ssi&o s"!!orto !ossi#ile i & gistr ti e $)e ) nno d to !ro* di *ere $"ore% in &odo l"ngi&ir nte% l’interesse dell’Istit"to+ Un ri-lessione ndr. Ass"rdo !oi s re##e !ens re $)e il r !!orto di "sili riet. Cerso il Go*erno il r !!orto "sili rio si re li'' in .$o&e !i( *olte es tt &ente --er& to d ll Corte Costit"'ion le% $o&in$i re d ll not senten' n+ :?2 del :9@B 7 $)e 0 il n t"r le destin t rio dei ris"lt ti dei $ontrolli dell Corte+ 8a distinzione tra ausiliariet/ verso il Coverno o verso il #arlamento poteva avere senso 0uando. non 0 n r$)i & % nel nostro $ so% $os$iente e res!ons #ile ri$er$ di s*olgere l &eglio !ossi#ile le !ro!rie -"n'ioni% nell’interesse es$l"si*o del P ese+ Co&e !oi disegn re gli str"&enti nor& ti*i !er tr d"rre in $on$reto l’indi!enden' intern % .