You are on page 1of 14

ESAME DI MARIOLOGIA IL CONTESTO STORICO CULTURALE ECCLESIALE

Dal punto di vista culturale- religioso, la Chiesa ha assistito negli ultimi tempi, allinsorgere di fenomeni che sono il risultato della post-modernit: Latteggiamento relativistico e storicistico : nei riguardi della verit, per cui ci che vero per alcuni non lo per altri o ci che vero in un determinato tempo non lo sarebbe in altri. Scrive il card. at!inger: nel processo dincontro delle culture vengono distrutte "uelle che erano state le principali certe!!e in maniera etica. #a "uestione veramente fondamentale di cosa sia il bene e perch$ lo si debba mettere in pratica, rimane sen!a risposta Il soggettivismo razionalistico: di chi considera la ragione come unica fonte di conoscen!a e "uindi diventa incapace di sollevare lo sguardo verso l%lto e l%ltro per accogliere una verit e una salve!!a trascendente Leclettismo, di chi assume idee derivate dai differenti contesti filosofici e religiosi, sen!a badare n$ alla loro coeren!a, n$ alla loro compatibilit con la verit e la salve!!a promessa da Dio in Cristo &es' Il cinico nichilismo, di chi cancella ogni riferimento ideale a valori supremi umani o religiosi che in "uanto tali danno significato alla persona e al suo destino Li olatria di chi assoluti!!a una realt creata e attinge da "uestidolo le norme del proprio vivere Il ritorno i !ig"re ellinvisi#ile , che serva da copertura e da autorassicura!ione nel bene e nel male, pi' che da stimo allautotrascenden!a La risco$erta ella religione mistiche , le "uali sembrano pi' adatte per il loro rifiuto del dogmatismo e per la loro struttura limitatamente istitu!ionali!!ata

(onostante, il sacro e la religione sembrano in crisi, si sta vivendo una nuova rinascita che preoccupa lo spirito laicistico occidentale. Di "ui lurgen!a secondo il filosofo francese )nfra* di un nuovo ateismo, argomentato con un trattato di a-teologia, che in primo luogo fa una critica nei confronti dei tre principali monoteismi, per poi promuovere una terapia, ossia una scristiani!!a!ione radicale della societ, per recuperare gli unici veri beni: la vita terrena, il benessere e lemancipa!ione dei corpi e delle menti

+utto "uesto si ritrova nel cosiddetto ,$ensiero e#ole-, che ritiene irrimediabilmente passato il tempo delle certe!!e, per cui luomo dovrebbe imparare a vivere in un ori!!onte allinsegna del provvisorio e fuggevole. .n tale situa!ione non pochi cristiani rimangono confusi e smarriti e dun"ue si abbandonano a pratiche supersti!iose e presi dai dubbi di fede si pongono su posi!ioni lontane dal /angelo e dalla tradi!ione della chiesa

Il teologo Gesch% ha es$osto le coor inate el $ro#lema in &"esti termini :


1

#a "uestione dellan sit 0Dio esiste12 #a "uestione del "uomodo 0come parlare di Dio12 #a "uestione dellubi 0dove trovare Dio12 #a "uestione del cur 0Dio, perch$2 #a "uestione del "uis Deus 0chi Dio12

.l porre con umilt ed intelligen!a la "uestione Dio, impone alle chiese e alle teologie cristiane un esame di coscien!a e un impegno a rivedere a riproporre una tradi!ione dottrinale e testimoniale ancora valida ed avvincente, cos3 che il credente mentre sperimenta la fatica del credere, sperimenta anche la gioia che proviene dalla certe!!a che la vita fondata sul Dio trinitario e per "uesto non vuota ma piena di significato

MARIA NEL 'ANORAMA DELLE DISCI'LINE TEOLOGIC(E A $artire a "na "$lice in icazione magisteriale) 4. Lassem#lea generale straor inaria el sino o ei vescovi , tenutasi nel 4567, ha affermato la necessit di dedicare una speciale atten!ione alle "uattro costitu!ioni maggiori del concilio per una pi' profonda conoscen!a ed accetta!ione 8. Il $onte!ice Giovanni 'aolo II ha asserito che lanno mariano 045662 deve promuovere una approfondita lettura di ci che il concilio ha detto sulla 9eata vergine :aria, dal momento che la :adre del Signore un dato della ivela!ione divina e costituisce una presen!a materna sempre operante nella vita della chiesa #a congrega!ione per leduca!ione cattolica, con la lettera circolare , La Vergine nella formazione intellettuale e spirituale -, vuole ribadire la necessit di fornire agli studenti di tutti i centri di studi ecclesiastici una forma!ione mariologica integrale che: %limenti un amore autentico verso la :adre del Salvatore, che si esprima nellosservan!a dei comandamenti e nel fare la sua volont Sviluppi la capacit di comunicare tale amore con la parola, gli scritti e la vita al popolo cristiano, la cui piet da promuovere e coltivare

+utto "uesto, perch$ a partire dagli anni successivi al concilio, nata una nuova riflessione mariologica, che ha coinvolto vari ambiti teologici: Lesegesi #i#lica: non pochi testi dell%t e soprattutto del (t, come il vangelo di #uca e :atteo, sono stati oggetto di studio che ha raffor!ato la base scritturistica della mariologia Nel cam$o ella teologia ogmatica , ha contribuito ad una pi' idonea illustra!ione dei dogmi, studiando criticamente le circostan!e storiche in cui "uei dogmi furono definiti e dun"ue il linguaggio con cui furono formulati per una comprensione alla luce delle ac"uisi!ioni dellesegesi biblica, della tradi!ione e delle scien!e umane, respingendo le contesta!ioni infondate

Il c"lto i Maria: rispetto alla ricerca delle radici storiche allo studio delle motiva!ioni dottrinali nel suo inserimento nel culto cristiano, con le sue espressioni liturgiche e popolari Nel cam$o ec"menico: relativamente alle chiese doriente, &iovanni ;aolo .., ha sottolineato "uanto la chiesa cattolica e "uella ortodossa si sentano profondamente unite dallamore per la +hoeto<os e dallaltra parte il patriarca ecumenico Dimitrios . ha auspicato che il tema della mariologia occupi un posto centrale nel dialogo tra le nostre chiese per il pieno ristabilimento della comunione. :entre per "uanto riguarda le chiese della iforma, c stato gra!ie ad una conoscen!a reciproca delle posi!ioni e lattua!ione di ini!iative comuni, un superamento delle secolari diffiden!e, cos3 da comprendere o pericoli insiti nelloscuramento della figura di :aria nella vita ecclesiale e dallaltra la necessit di attenersi ai dati della ivela!ione Nel iscorso interreligioso, ci si rivolti allebraismo, da cui proviene la =iglia di Sion e allislamismo, in cui :aria venerata come santa :adre di Cristo

Nel iscorso antro$ologico, :aria vista come lespressione suprema della libert umana nella coopera!ione delluomo con Dio, la "uale ad un tempo la pi' alta reali!!a!ione storica del /angelo e la donna che si pi' compiutamente reali!!ata sul piano umano 0padronan!a di s$, responsabilit, apertura agli altri, spirito di servi!io2 Ci sono stati altri temi : il rapporto tra :aria e lo Spirito> il problema dellincultura!ione della dottrina su :aria e le espressioni della piet> il valore della via pulchritudinis, suscitando le pi' alte espressioni nella letteratura ed arte.

Conclude il documento dicendo: nel suo cammino verso il raggiungimento della piena maturit di Cristo, il discepolo del Signore, consapevole della missione che Dio ha affidato alla /ergine nella storia della salve!!a e nella vita della chiesa, la assume come madre e maestra di vita spirituale, cos3 da imprimere nella propria esisten!a un decisivo orientamento verso Dio per il Cristo nello Spirito per vivere nella chiesa il comandamento dellamore

LINTER'RETA*IONE TEOLOGICA DI MARIA NELLA +I++IA

. libri del /t, descrivono la storia della salve!!a nella "uale viene preparandosi la venuta di Cristo nel mondo, mettendo sempre pi' in luce la figura di una donna. Scrive, infatti, ;io ? nellenciclica %d diem illum, del 8 febbraio del 45@A: noi vediamo nelle sante scritture, che ogni volta che ci profeti!!ata la gra!ia che deve giungere, "uasi sempre il Salvatore degli uomini vi appare insieme alla sua Santissima :adre

'ossiamo allora $arlare i $re$arazione nellAt in iversi sensi) 're$arazione morale: lappartenen!a di :aria al popolo dellele!ione ci obbliga a guardar darla nel suo contesto vitale, che "uello di .sraele nel "uale Dio si rivela e sceglie tra gli anaBim di CDED la /ergine :aria, la "uale si mostra vera ebrea nellascolto e nellobbedien!a e dimostrandosi fedele al Dio dei padri ne proclama le grandi cose 're$arazione ti$ologica: pu essere vista attraverso persone e cose che richiama la figura e i simboli che la tradi!ione ha riferito a :aria. +ra "uesti troviamo il parallelismo :ariaFGva, :ariaF&iuditta. :entre una delle figure pi' suggestive, "uella della =iglia di Sion, che verr identificata dai profeti del sud 0.saia, :ichea, Sofonia, &eremia2 con il resto di .sraele che si mantiene fedele, poich$ in un primo momento sotto la minaccia della puni!ione per linfedelt e in un secondo momento si parla di dolori e doglie di una sterile che diventano annuncio di libera!ione 're$arazione $ro!etica: i tre passi che la tradi!ione ha riferito a :aria sono: &n H, 47> .s I, 4A> :ic 7, 48

(el (t, la superiorit del =iglio sempre ribadita dal /angelo, tuttavia bisogna ribadire che ci che avviene a :aria certamente superiore a "uanto Dio pu aver compiuto nei confronti di "ualsiasi creatura, patriarchi, profeti e re ;er anali!!are la presen!a di :aria nel (t possiamo distinguere tre tappe: 0per un totale di ,-. versetti2 4. #e testimonian!e pi' antiche: 'AOLO /lettera ai Galati 0102 afferma la fede nellorigine divina del Cristo e nella sua preesisten!a, nella sua realt umana 0nato da donna2, mediante il "uale assume una carne perch$ luomo possa diventare figlio adottivo di Dio, per cui una donna divenuta la madre umana del =iglio di Dio MARCO /.1 .,3.-2 indica che chi compie la volont di Dio, diviene membro di una nuova famiglia nuova, non basata sul legame di sangue, a cui appartengono i dodici e "uanti sono con loro: sono "uesti ormai i fratelli, le sorelle, la madre di &es'> /41 ,342: in cui si parla espressamente di fratelli e di sorelle di &es', suscitando problemi sulla dottrina della perpetua verginit di :aria

8. . racconti dei /angeli dellinfan!ia: MATTEO /ca$5 ,362 nel descrivere la genealogia di Cristo afferma da un lato la discenden!a davidica, citando &iuseppe, dallaltro lorigine sen!a concorso duomo con laggiunta del nome di :aria. Cosi a differen!a degli altri capostipiti, la nascita di Cristo si riporta esclusivamente ad una donna. #evangelista men!iona anche :aria nella nascita, nelladora!ione dei magi e nella fuga in Ggitto ed in tutti "uesti passi adopera lespressione. ,il bambino e sua :adreLUCA /ca$5 ,362 a2 #annuncia!ione 04, 8J-H62: sottolinea il ruolo unico che :aria ha svolto nell.ncarna!ione b2 #a /isita!ione 04, H5-7J2: :aria gode della benedi!ione pi' alta da parte di Glisabetta perch$ genera lautore della vita, a cui segue lesultan!a di :aria con
4

il :agnificat, in cui Glla si mette sulla scia degli umili e di coloro che aspettano laiuto dal Signore collocandosi nella linea mistica degli anaBim c2 #a nativit 08, 4-8@2: i cui non si fa nessun accenno al dolore di :aria avuto durante il parto, che stato letto dalla tradi!ione patristica come un argomento a favore del parto prodigioso d2 #a presenta!ione di &es' al tempio: in cui si predice la lacera!ione nel cuore di :aria, con limmagine della spada, poich$ #ei dovr confrontarsi con la ;arola del =iglio ed a volte non la comprender e2 .l ritrovamento di &es' al tempio 0 8, A4-782: :aria si rivela come la =iglia di Sion, raccogliendo nella sua memoria tutti gli eventi del =iglio f2 Soltanto un accenno alla presen!a di :aria nel cenacolo di &erusalemme dopo la risurre!ione di &es' 0%t 4, 4A2

GIO7ANNI: a2 #e no!!e di Cana /61 ,3,62: la :adre di Cristo appare come credente in &es', cos3 che la sua fede ne provoca il primo segno e contribuisce a suscitare la fede dei discepoli b2 :aria presso la croce / ,81 6-3692: la rivela!ione che Cristo morente consegna ai credenti la maternit spirituale e universale della sua :adre terrena, la cui missione continua in seno alla chiesa con la testimonian!a della sua fede, del suo coraggio e della sua intercessione c2 #a donna vestita di sole /A$ ,62: letta a partire dal .. sec. in rapporto a :aria, mentre secondo lesegesi moderna non pu essere applicata a :aria per linsisten!a nel testo sulle doglie del parto, per cui incompatibile con il parto indolore della /ergine.

La Ma re 7ergine i Cristo nei sim#oli ella !e e e nei ogmi el $rimo millennio

.l 8A maggio 4558 a conclusione delle giornate commemorative per il ?/. centenario del Sinodo plenario di Capua, &iovanni ;aolo .. pronunciava un discorso sulla perpetua verginit di :aria, affermando: .l concepimento verginale di Cristo per opera dello Spirito Santo sen!a concorso umano 0sine virili semine2 .l parto verginale, che ha comportato in :aria, secondo i ;adri della chiesa, lincorru!ione somatica e lassen!a del travaglio del parto, nascita e parto prodigiosi 0incorruptibiliter genuisse2 mediante i "uali il =iglio di Dio ha conservato lintegrit fisica della :adre 0salva virginitate2 .l permanere della verginit in :aria anche dopo la nascita di &es' 0indissolubili permanente e post partum eiusdem virgininate2
5

#imposta!ione metodologica data dal pontefice, dice che se si vuole arrivare ad una riflessione sulla maternit verginale di :aria, il punto di parten!a il mistero di &es' Cristo. Dalla tradi!ione patristica, liturgica e magisteriale della chiesa cattolica ed ortodossa, si evince che ritenere :aria vergine e madre un esigen!a derivante dalla natura trascendente e divina del Cristo e che la nascita verginale la condi!ione con cui avvenuta lincarna!ione nel tempo del =iglio di Dio. +ale condi!ione rimanda a un libero e sapiente disegno divino, che luomo e la donna di fede devono accettare con profondo senso di venera!ione

La concezione verginale i Cristo /ante $art"m2 : tale dottrina esplicitamente insegnata dai /angeli di :atteo e #uca, tramandata dalla chiesa nei pi' antichi Simboli di =ede, "uello degli %postoli e "uello (iceno-Costantinopolitano del H64. ;er cui la ;ontificia %cademia :ariana .nternationalis asserisce che lincarna!ione del /erbo nel grembo verginale di :aria per opera dello Spirito Santo verit appartenente al depositum fidei e proposta dalla chiesa come divinamente rivelata. ;erci non sono conciliabili con la fede le interpreta!ioni che ritenendo mitiche le narra!ioni di :atteo e #uca, affermano che la conce!ione avvenne attraverso ordinari rapporti matrimoniali. Dal momento che, possiamo aggiungere, gli agiografi non si preoccupano solo di tramandare i fatti, ma intendono spiegare il significato di tali avvenimenti.

Un $arto verginale /in $art"2 : per "uanto riguarda la probabile attesta!ione del parto verginale in #c, il biblista de la ;otterie la spiega dicendo che le due parti del versetto lucano specificano le modalit, ossia alla santit della conce!ione, corrisponder la santit della nascita, entrambi effetto dello Spirito Santo. Dal momento che tale realt si pu cogliere solo con la fede, osserva il teologo #aurentin: il corpo parte integrante delluomo ed salvato da Cristo e fin da "uaggi' raggiunto dallopera di gra!ia e Dio non ha mancato di manifestare talvolta nel suo corpo dei segni in forma di miracoli. #a verginit integrale della :adre di Dio appartiene allordine di "uesti segni

Una verginit: $ermanente /$ost $art"m2 : Cristo stato lunico figlio di :aria, in "uanto ella visse dopo la nascita di &es' in totale e perfetta verginit a motivo della sua perfetta e totale dedica!ione di :aria a Cristo e alla sua opera di salve!!a

Sintesi: la conce!ione divina del /erbo esige una conce!ione verginale> il carattere verginale della conce!ione si prolunga nel parto, in cui lintegrit della madre diviene segno della divinit del =iglio> dalla conce!ione e dal parto verginale consegue la perfetta dedica!ione di :aria a Dio, che ne aveva fatto il suo inviolabile santuario

La &"estione el Magistero e ei ogmi nella chiesa

&es' Cristo, che la verit, consegno agli %postoli il deposito della ivela!ione non solo perch$ lo custodissero fedelmente, ma anche perch$ lo tramandassero a tutte le genti. Gssi consapevoli del loro munus, lasciarono come successori i vescovi, ad essi affidando il loro proprio posto di magistero. :ediante la costitu!ione dogmatica #umen &entium, il
6

vaticano .. ha ribadito che "uesto ministero parte integrante della comunit e dellunit della chiesa. .l compito, il carisma, il munus docendi del papa, del collegio episcopale e del singolo vescovo, consistono nel custodire, interpretare, esporre, difendere e trasmettere in forma viva e attuale, alla luce della ivela!ione e sotto la guida dello Spirito Santo, i contenuti della fede e della morale eventualmente in maniera vincolante eFo definitiva. .n ci pur nella diversit di ministero e di responsabilit il magistero dei pastori coincide con la missione profetica del popolo di Dio. .n tale contesto ecclesiale sussiste e si giustifica la rela!ione tra pastori e teologi. % "uesto proposito il /aticano .. insegna che i teologi sono inoltre invitati nel rispetto dei metodi della scien!a teologica, a ricercare modi sempre pi' adatti di comunicare la dottrina cristiana agli uomini della loro epoca, perch$ altro il deposito della fede, altro il modo con cui vengono enun!iate. Dopo, pero, la celebra!ione del Concilio, i rapporti tra magistero e teologia sono diventati difficili e controversi. % "uesto riguardo, listru!ione Donum veritatis della Congrega!ione per la Dottrina della =ede richiama alla duplice regola del dialogo tra pastori e teologi: la dove la comunione di fede in causa vale il principio dellunitas veritatis> la dove rimangono delle divergen!e che non mettono in causa "uesta comunione si salvaguarder lunitas charitatis, poich$ il magistero unistitu!ione voluta positivamente da Cristo come elemento costitutivo della chiesa. Gd aggiunge che il teologo necessario che sia attento alle esigen!e epistemologiche della sua disciplina, ma "uesta non va identificata con lo spirito critico che nasce piuttosto da motiva!ioni di carattere affettivo o da pregiudi!io. #a "uestione della rice!ione dellinsegnamento dei pastori, appare anche legata alla modalit con cui gli interventi magisteriali vengono effettuati. .nfatti in materia di fede e di morale si distinguono "uattro forme di intervento magisteriale: 42 Dichiara!ione solenne su una dottrina contenuta nella ladesione della fede teologale ivela!ione, che richiede

82 Defini!ione con atto definitivo su verit di fede e di costume non divinamente rivelate, ma strettamente e intimamente connessa con la ivela!ione, che richiede di essere accettata e fermamente ritenuta H2 Dottrina non espressa con atto definitivo, che richiede un osse"uio religioso della volont e dellintelletto A2 .nterventi pruden!iali su "uestioni dibattute, che richiedono losse"uio religioso e leale, che non esclude limpegno di chiarifica!ioni e di approfondimenti ulteriori #esperto in magistero ecclesiastico Sullivan, a proposito degli asserti della fede ritiene di suddividerli in dogmi definiti e in dogmi non definiti, basandosi sul fatto che una verit di fede sia stata oggetto o meno di una defini!ione solenne da parte del magistero conciliare o pontificio. a2 Dogmi definiti: sono gli enunciati di fede proclamati in modo manifesto e con giudi!io solenne da un Concilio ecumenico o eK cathedra dal /escovo di oma> tali verit esigono una risposta di fede irrevocabile da parte del credente ed escludono come eretica la proposi!ione contraria. b2 Dogmi non definiti sono invece le dottrine presenti in modo persistente e chiaro nellinsegnamento ecclesiale, ma che non sono mai state definite in maniera formale e manifesta dallautorit magisteriale.
7

'i; articolato < invece il valore ogmatico riconosci"to iversi asserti ecclesiali inerenti alla verginit: i Maria :

allo stesso teologo ai

a2 #a conce!ione verginale di &es' la verit attestata nella tradi!ione neotestamentaria e professata da pi' importanti documenti ecclesiali riguardanti il mistero cristologico e mariologico> dottrina insegnata infallibilmente dalla chiesa e che rimane un buon esempio di un dogma professato nel credo, ma mai solennemente definito. b2 #a verginit di :aria nel dare alla luce &es' la forte convin!ione che ha portato molti padri della chiesa a sostenere che la perfe!ione della verginit della +heoto<os comportava il miracolo di una genera!ione sen!a perdere lintegrit fisica. Di "uesto asserto ritiene che tale tradi!ione non abbastan!a uniforme e costante da possedere un vero valore dogmatico c2 #a perpetua verginit di :aria, pur non essendo chiaramente fondata e insegnata nella Scrittura, stata costantemente ritenuta e insegnata dal magistero della chiesa, per cui da ritenersi come un dogma non definito .n sintesi dei dogmi riguardanti :aria appaiono chiare e formali enuncia!ioni di una fede definita: .l dogma dell.mmacolata, proclamato con la 9olla .neffabilis Deus l6 dicembre del 467A da ;io .? .l dogma dell%ssunta proclamato con la Costitu!ione %postolica :unificentissimus Deus del 4 novembre del del 457@ da ;io ?..

Gli altri asserti ottrinali: :aternit divina, proclamata con il concilio di Gfeso del AH4, sotto papa Celestino: secondo cui il /erbo di Dio nac"ue veramente da :aria secondo la carne, il che significa che il =iglio della /ergine era ed veramente Dio e che sua :adre giustamente onorata e proclamata +heoto<os /erginit prima, durante e dopo la nascita &es'

ientrano nella categoria ecclesiologica del consenso universale espresso della fede e dalla piet del popolo di Dio. Si possono, "uindi, dire definiti per riflesso in "uanto presenti e affermati in documenti, redatti ed approvati da Concili e da vescovi di oma, ma non con intento specificamente mariologico

Concludendo, ritornando al rapporto tra teologia e magistero, pur essendo entrambe di natura diversa, si tratta di due fun!ioni vitali nella chiesa, che devono compenetrarsi e arricchirsi reciprocamente per il servi!io del popolo di Dio

Licona i Maria nella storia i !e e

%llinterno del (t. #a figura di :aria si staglia sulle altre per la sua unicit e specificit nel piano della salve!!a. .l pensiero dei ;adri segue la Scrittura e nel riflettere sul mistero dell.ncarna!ione, affronta il tema mariano in modo indiretto, anche se ben presto appariranno i primi trattati sulla /ergine. Cos3 apparir negli scritti apologetici, nei commenti biblici, nelle omelie e catechesi, che mettono in luce i temi della partecipa!ione di :aria alleconomia salvifica, la maternit divina e le varie tipologie mariane 0vergine, sposa, madre2. %ccanto a "uesti scritti troviamo i vangeli apocrifi tra i "uali il ;rotovangelo di &iacomo. .l pensiero medievale, muovendo anchesso dalla Scrittura e +radi!ione, conduce la riflessione su :aria, accentuando la maternit misericordiosa della /ergine e la sua intercessione regale, che mettono in luce verit "uali l.mmacolata e la perpetua verginit. Caratteristico di "uestepoca il genere letterario cosiddetto ,mariale-, il pi' famoso "uello di sant%lberto :agno, poi di particolare importan!a sono le "uattro omelie di san 9ernardo 0De laudibus /irginis2. %ccanto a "ueste si compongono monografie e si afferma anche il genere biografico insieme alla tratta!ione di :aria nella ter!a parte della Summa 0"uest. 8I-862. #epoca post-tridentina, conosce il sorgere del cosiddetto movimento mariano, come rea!ione al protestantesimo.

.l gesuita Suare! viene considerato il fondatore della mariologia sistematica> il suo scopo "uello di intraprendere una tratta!ione completa circa :aria, trattando dellaumento della gra!ia in :aria, della sua glorifica!ione e del culto che a lei si deve riservare in fun!ione cristologica. .nfine propone di superare lisolamento della mariologia nella teologia affermando che dopo la conoscen!a di Dio deve seguire "uella di :aria. G con il teologo siciliano ;lacido (igido 04JA@2, che viene coniato il termine mariologia e la sua opera principale la , Summa sacrae mariologiae pars prima -. Dopo "uesti autori si assiste alla fioritura di numerosi trattati che presentano i privilegi di :aria, per esempio "uella di :uratori ,Della regolata devo!ione dei cristiani-, in cui :aria appare accanto al =iglio con le stesse prerogative e con una clemen!a della madre che supera "uella del =iglio. .l ?.? secolo raccogliendo le istan!e della rivolu!ione francese, vede sorgere una corrente idealistica e ra!ionalistica, ma nonostante "uesto, il secolo dell.mmacolata, delle appari!ioni e della nascita di congrega!ioni mariane. ;er concludere con il secolo ?? con lelabora!ione del capitolo /... della #umen gentium.

I DOGMI DELLIMMACOLATA E DELLASSUNTA

(ella bolla .neffabilis Deus 06 dicembre 467A2 ;io .? invoca &n H, 47 0porr inimici!ia tra te e la donna2 per comprovare la dottrina dell.mmacolata, a cui segue lafferma!ione che: i padri e i dottori insegnano che in "uesto oracolo ci chiaramente mostrato come allini!io il misericordioso edentore e la sua beata madre si trova egualmente designata e che la loro inimici!ia contro il demonio marcato con eviden!a. #a Santissima vergine, unita con lui fu insieme con lui e per me!!o di lui leterna nemica del velenoso serpente e ne schiacci la testa col suo piede verginale. Con tale 9olla, il pontefice dichiara,
9

pronuncia e definisce che la dottrina, la quale ritiene che la beatissima vergine Maria, nel primo istante della sua concezione per singolare grazia e privilegio di Dio onnipotente in vista dei meriti di Ges Cristo, sia stata preservata immune da ogni macchia della colpa originale, rivelata da Dio e perci da credersi fermamente da tutti i fedeli. Dun"ue si dichiara che nel primo istante della sua crea!ione e della sua infusione nel corpo stata preservata intatta dal peccato originale. ispetto al discorso ecumenico, i protestanti negando il privilegio nella Scrittura, sottolineano il bisogno di reden!ione di :aria, mentre gli ortodossi sostengono che il dogma diminuisce la libert e il merito di :aria

.l papa fiss il 4 novembre 457@ come data per la proclama!ione dottrinale e convoc per il H@ ottobre un concistoro semipubblico dove egli manifest ai cardinali la sua inten!ione e richiamandosi al voto dellepiscopato mondiale, domand il placet del S. Collegio. Cos3 il giorno seguente, =esta di tutti i Santi, ;io ?.. , in pia!!a S. ;ietro proclam la defini!ione dellassun!ione di :aria, dichiarando che l!"mmacolata Madre di Dio sempre Vergine, terminato il corso della sua vita terrena, fu assunta alla gloria celeleste in anima e corpo. .l testo della 9olla citando la Scrittura nellinterpreta!ione data dai ;adri e nel senso della fede del popolo di Dio asserisce il fatto dellassun!ione sen!a indicare in "uale modo ha avuto epilogo la sua vita terrena. #assun!ione, verr letta nella #umen &entium sotto la dimensione cristologica come la tappa finale del lungo cammino della maternit e del servi!io di :aria a fianco del Salvatore, mentre sotto la dimensione ecclesiale come :aria glorifica in cielo in anima e corpo immagine della chiesa che si perfe!ioner nel secolo futuro ed segno escatologico di sicura speran!a e consola!ione per il popolo di Dio in cammino.

MARIA NELLE C(IESE CRISTIANE

.l 84 novembre del 45JA segna una tappa importante per la chiesa cattolica e per lo stesso movimento ecumenico: la promulga!ione della costitu!ione #umen gentium, con il cap. /... su :aria e lapprova!ione del decreto Lnitatis redintegratio sullecumenismo. % partire da "uesta data si eviden!iano tre tappe del cammino tra le teologie e chiese cristiane sul tema di :aria: #a prima va dal Concilio vaticano .. alla pubblica!ione della :arialis cultus> la dottrina proposta nella costitu!ione viene guardato con diffiden!a da parte protestante #a seconda tappa va dalla :arialis cultus alla edemptoris :ater> ci sar un intensifica!ione dei rapporti attraverso studi biblico-teologici #a ter!a tappa prende lavvio dallultima enciclica> si distingue "uesto periodo per le moratorie ecumeniche e per i dialoghi ma interrotti

.l non possumus di molti protestanti alla mariologia cattolica riconducibile a tre motivi: 42 ;erch$ segno di un utili!!o arbitrario della 9ibbia
10

82 Cristalli!!a!ione di unantropologia errata H2 .ndice dellincontrollata sopravviven!a di paradigmi naturali di approccio al sacro . protestanti vedono, dun"ue nei presupposti della teologia cattolica i prodromi dellasservimento della verit biblica sulla :adre del Signore. :entre nel mondo ortodosso linteresse e la venera!ione della +heoto<os non venuto mai meno .n "uestambito cos3 ricco, la madre di &es' vista da esegeti e teologi come una sintesi viva del mistero cristiano, tanto che la nuova sensibilit umana e culturale appre!!a che :aria sia presentata dalle chiese e dalle teologie "uale microcosmo di salve!!a, ossia "uale sintesi dellintero progetto di gra!ia, che splende nella comunione dei santi per indicare a tutti i pellegrinanti il cammino verso la nostra patria che nei cieli. Lna :aria cos3 scrutata e proposta non tradisce il dato della rivela!ione e non impedisce a nessuna chiesa e a nessun credente di onorarla e amarla come la sorella in %damo, come la santa madre del Signore. .l nostro tempo caratteri!!ato da un risveglio delle chiese che accolgono e prediligono :aria in termini di esemplarit. ;ertanto :ichael =uss, motiva il ruolo di :aria nel dialogo ecumenico e interreligioso a motivo che occupa un posto particolare nelle religioni del ceppo di %bramo e in alcuni movimenti di origine contemporanea ed in "uanto :aria lesempio pi' eccelso di una persona di fede ed per "uesto in grado di offrire validi elementi per un fondamentale discernimento dellidentit cristiana nel pluralismo religioso.

LA =UESTIONE DELLA MEDIA*IONE1 DEL CULTO E DELLA 'IET> MARIANA

.l concetto di media!ione viene sviluppato in modo particolare nella ter!a parte dellenciclica edemptoris :ater, come partecipa!ione alla sovrana opera del Cristo, ponendo laccento sullunica media!ione di Cristo, dalla "uale deriva e dipende "uella della madre, come servi!io a Cristo e sia come coopera!ione ed intercessione celeste per la vita della chiesa e di ogni creatura.

D"n&"e il $a$a ha insegnato che) M media!ione in Cristo, seppur subordinata ed di per s$ speciale e straordinaria, ecce!ionale ed universale perch$ partecipa alluniversalit della media!ione del edentore, in modo perenne, in "uanto di prolunga intensificata dopo la sua assun!ione M partecipa!ione allunica media!ione di Cristo, unica fonte di ogni media!ione delle creature. M strettamente legata al servi!io della maternit di &es', mediatore universale in favore dellumanit.

Nuesto comporta e significa che la maternit spirituale della madre si fonda: (ella sua coopera!ione "uale generosa Socia di Cristo

11

(ella piene!!a di gra!ia che si traduceva nella piena disponibilit a diventare per gli uomini madre nellordine della gra!ia (elle parole di Cristo morente a sua madre nellora della croce (ellopera dello Spirito, nel senso che nella media!ione sostenuta dallo Spirito, che diede ini!io alla maternit divina Sulla stessa persona di :aria, la "uale come ha posseduto un ruolo di media!ione nella prima venuta, cos3 nella ;arusia avr il ruolo di mediatrice di clemen!a. (ella media!ione celeste avente il carattere dintercessione che come a Cana continua nella storia della chiesa e del mondo

.l vaticano .. oltre a motivare il perch$ del culto a :aria ribadisce i contenuti teologici, affermando che tale culto sempre esistito nella chiesa, la "uale ha approvato entro i limiti della sana e ortodossa dottrina, varie forme di piet verso la madre di Dio, che mentre rendono onore alla madre, fanno s3 che il =iglio venga convenientemente conosciuto, amato, glorificato e vengano osservati i comandamenti. #a venera!ione a :aria non ha altro valore che "uello di mostrare come si cresce nel rapporto con Cristo e dun"ue non si tratta solo di pregare :aria ma di pregare come :aria e con :aria rivolti verso il ;adre per Cristo nello Spirito, avendo "uelle disposi!ioni interiori che interessano la vita del credente 0discepolato, docilit, imita!ione etc2 e gli atteggiamenti 0ammira!ione, fiducia, ascolto etc.2 pi' propriamente rituali, ossia "uelli che concerno il culto nei segni liturgici. .nfine va sottolineata nel culto a :aria la differen!a tra venera!ione, che esprime latteggiamento comprensivo dei contenuti sia liturgici che devo!ionali, mentre per devo!ione si dovrebbe fare riferimento ai soli aspetti secondari prestati come osse"uio a :aria. .l magistero contemporaneo in particolare sulla scia della :arialis cultus e della Sacrosanctum concilium la legittimit e lutilit dei pii eserci!i come langelus e il osario, corregendo le distorsioni.

LE DONNE E MARIA

Come fondamento di speran!a si pone nel 4566 la :ulieris dignitatem di &iovanni ;aolo .. che pone nellarchetipo simbolico pi' alto della dignit e della missione femminile, la vergine :aria, che vi appare come il femminile sottratto alla falsifica!ione del peccato. :aria viene presentata nella sua dimensione femminile che sopravan!a ed e"uilibra nella chiesa la dimensione maschile rappresentata da ;ietro. :aria la regina degli apostoli che non rivendica per s$ i poteri apostolici, ma con lei tutte le donne seppur escluse dal sacerdo!io ministeriale, sono ricuperate nella gerarchia della santit dove la donna :aria precede tutti. (on si tratta per solo di una santit solo interiore poich$ le donne nella storia della chiesa ebbero parte attiva mediante i propri carismi e il loro multiforme servi!io. Scrive la teologa Caterina Dalc<es: :aria porter avanti nel mondo lagire della libera!ione: gli ultimi saranno i primi e i dominatori dovranno disporsi nella fila dei poveri , che in :aria hanno il loro capo e il loro esempio. Nuesta teologia apre uno spa!io alle donne che rivendicano una pari partecipa!ione nella chiesa e an!ich$ separare :aria come paragone irraggiungibile, "uesta teologia la collega alle
12

donne in particolare, vedendo nella sua beatitudine un segno di capacit di tutte le donne di mostrare limmagine e somiglian!a di Dio.

MARIA NEL DNA DELLA ?EDE E DELLA 7ITA CRISTIANA

#a mariologia non una disciplina marginale al contrario una componente centrale della teologia, perch$ centrale il mistero da cui la teologia tra origine e senso, poich$ si colloca nellinsieme della struttura fondamentale Cristo e chiesa, come espressione della loro connessione. #o stesso dogma mariano emerso dalla coscien!a della chiesa impegnata ad accogliere la ;arola della fede, paradigmatica esplicita!ione delle grandi opere compiute in :aria dalla fantasia della carit del Dio di &es' Cristo, che gode nel partecipare il suo amore alle creature. % "uesto proposito la ;ontificia %cademia :ariana .nternationalis, asseriva che la teologia dei santi ha dato un notevole contributo alla dottrina mariana, poich$ :aria per essi diventa una figura significativa nella se"uela di Cristo. .nfine non bisogna sottovalutare il contributo offerto dalla mariologia nella testimonian!a biblica, patristica, teologica e magisteriale. ;er cui :aria appare come una sintesi di valori che lega i misteri del cristianesimo. +uttavia la vergine non ha il compito di sostituire la ricche!!a dei contenuti della salve!!a, ma di rimandare ad essi. Glla diviene :aestra di valori, in "uanto nel rapporto :aria-chiesa, lei la primi!ia della chiesa ma insieme membro e madre di essa> modello esemplare sia in senso operativo , per "uanto riguarda la vita della comunit 0:aria modello evangelico dei discepoli2, sia per "uanto riguarda lopera della chiesa 0:aria modello della maternit spirituale della chiesa nei riguardi dellumanit> infine in :aria la chiesa vede reali!!ata pienamente la condi!ione del discepolo che accoglie la ;arola e la vive nella comunione nella diaconia dellamore.

LE A''ARI*IONI MARIANE

.l gesuita &iandomenico :ucci distingue il termine: /isione, in cui si intende la perce!ione soprannaturale di un oggetto, che naturalmente invisibile per luomo %ppari!ione, in cui la manifesta!ione sensibile di una persona o di un essere la cui presen!a, nelle precise circostan!e nelle "uali si produce, non pu essere spiegata secondo il corso ordinario della natura.

Come tali le appari!ioni fanno parte delle cosiddette rivela!ioni private 0particolari2 non appartengono al depositum fidei, poich$ non possono essere messe sulla stesso piano della rivela!ione divina, pur essendo in relativo rapporto con essa. Gsse vanno lette e interpretate nel contesto della teologia dei carismi, poich$ sono doni da accogliere con gratitudine e consola!ione. ;er "uanto riguarda la procedura ecclesiastica demandando al vescovo diocesano, allarcivescovo metropolita e alla Conferen!a episcopale territoriale e al papa il discernimento della veridicit, il Codice non da indica!ioni. ecentemente la
13

Congrega!ione per la Dottrina della =ede, ha redatto il 87 febbraio del 45I6 un documento ad interim e sub secreto. ;er "uanto riguarda la procedura di verifica, il dicastero vaticano pretende: .nforma!ione accurata dei fatti tramite losserva!ione e la raccolta di testimonian!e degne di fede Gsame del messaggio sotteso allevento soprannaturale che non deve essere in contrasto con la fede cristiana Diagnosi medico-psicologica per appurare la salute e la normalit del veggente &rado di istru!ione del veggente, la sua conoscen!a della dottrina, la sua vita spirituale e sacramentale e il suo grado di comunione ecclesiale =rutti spirituali, "uali ritorno alla fede dei lontani Gventuali guarigioni miracolose che si ricevono a ragione dellasserita rivela!ione privata. Il gi" izio ella chiesa

=inora la chiesa ha approvato 44 appari!ioni su 857 sottoposte ad indagine. .l magistero ecclesiale davanti ai fenomeni appari!ionistici opera con un triplice criterio con relativo giudi!io. .l criterio positivo secondo cui consta la trascenden!a 0constat de supernaturalite2 .l criterio attendista, secondo cui non consta la trascenden!a 0non constat supernaturalite2 de

.l criterio negativo secondo cui consta la non trascenden!a dei fatti asseriti 0constat de non supernaturalitate2

.n ogni caso le vere mariofanie, consistono nellaiutare tutti a trovare nellitinerario di fede nel Signore &es' la via verso il ;adre. Gsse appartengono alla categoria delle gra!ie donate gratuitamente dal Cielo e talvolta prescindono lo stato di gra!ia di chi le riceve. Come tali: sono finali!!ate a irrobustire la fede nel Dio di &es' Cristo promuovono la devo!ione eucaristica e guidano alla conversione non amplificano la ivela!ione, ma la rendono attuale in un dato tempo

non possono non richiamare il valore e la necessit della preghiera di cui :aria maestra ed educatrice sempre attuale

14