You are on page 1of 2

ideato, diretto e organizzato da/

co-organizzatori/ co-organized by
siracusa bucharest soa st. petersburg budapest

partner istituzionali e culturali/ institutional and cultural partners


comune di siracusa assessorato alle politiche culturali provincia regionale di siracusa collegio siciliano di losoa

direttore artistico/art director antonio casciaro graco/graphic designer gianni latino foto/photo alexander raths comitato organizzativo / organizing committee barbara cannata elio cappuccio tams gabeli giovanni gallo sebastiano grimaldi massimo rossi liddo schiavo ufcio stampa / press ofce damiano chiaramonte mostra multimediale / multimedia exhibition a cura di/by giovanni gallo mostra fotograca / photographic exhibition a cura di/by massimo gurciullo allestimento mostra fotograca / setting up photo exhibition giuseppe piccione rassegna di musica contemporanea / contemporary music show a cura di/by alessandro vicard assistants director jacopo gregori gabriella napolitano si ringraziano / thanks to giovanni crisconio viviana fam cristiano fronte tommaso lillo riccardo puglisi simona russo monica serra mario sorano stampa /print graca saturnia ore 19:30 - 01:00 7:30 pm - 01:00 am ingresso libero free entry ergoform produzioni viale salvatore gozzo, 5 / siracusa t. +39 0931.491681 f. +39 0931.491681

Periodico lacittasociale / arte / cultura / comunicazione sociale anno VI luglio 2013 numero 7 euro 3,00

sy in ra lmte c rn us fe st &m at e iva e io n l20 di al a 13


concorso internazionale di lm mostra multimediale interattiva rassegna musica contemporanea azioni dal vivo international lm competition interactive multimedia exhibition contemporary music live acts

24/30 luglio 2013


galleria civica di arte contemporanea montevergini siracusa, via s. lucia alla badia, 1 july 24/30, 2013 montevergini civic gallery for contemporary art

mostre fotograche anomalie del contemporaneo e ortigia natural trade photographic exhibitions anomalies of the contemporary and ortigia natural trade 18/31 luglio 2013 july 18/31, 2013 palazzo del governo provincia di siracusa siracusa, via roma 32 ce.na.co. ortigia ortigia island photography government building province of siracusa ce.na.co. ortigia ortigia island photography

in collaborazione con regione siciliana assessorato dei beni culturali e dellidentit siciliana C.R.I.C.D.

lacittasociale conoscereperdeliberare partner tecnici

ISSN 1974 - 7055 90307

SirForniture srl

La Cantinaccia Centro arte e cornici srl Trattoria-Pizzeria siracusa

www.aresfestival.it

9771974 705000

quinta edizione

concorso internazionale di lm international lm competition

giuria concorso competition giury


Mihai Fulger (Romania) giornalista cinematograco e critico lm journalist and critic

titolo/title Scritto a Voce. una storia di resistenza Written by voice. A history of resistance genere/genre Documentario durata / running time 27 regista /director Elisabetta Angelillo paese di produzione/ production country Italia anno di produzione/production year 2012 sinossi Una storia di resistenza contro la medicalizzazione del male mentale. A Settimo Torinese, da dieci anni, si riunisce un gruppo di persone attraversate da una differenza indicibile. Udire le voci uno stigma psichiatrico che il Gruppo Voci tenta di superare attraverso il dialogo e lascolto. Dare un senso allesperienza delludire le voci il loro obiettivo. Oggi la loro storia un libro, anchesso scritto a voce. synopsis This is a history of resistance to medical treatment of mental illness: a group of people with an unutterable gap in common has been meeting over the last 10 years. Hearing voices is a psychiatric illness that Gruppo di Voci tries to overcome through dialogue and listening, trying to give the experience of hearing voices a meaning. Their stories have become a book written by voice.

titolo/title Sinfonie der dumpfbacken Synphony of fools / Sinfonia di folli genere/genre Video Arte durata / running time 5 regista /director Volker Heymann paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2011 sinossi Una riunione di emergenza dei rappresentanti di vendita di una societ di medie dimensioni. Le vendite sono in calo, una nuova strategia deve essere trovata! Lattuale prodotto, un cane giocattolo, sembra stia ricavando dal mediocre gruppo di venditori la stessa reazione verso il nuovo piano di azione. synopsis An emergency meeting of the sales representatives of a medium-sized company. Sales are dropping, a new strategy must be found! The current product, a bobbledhead dog, seems to be eliciting the same response from the uninspired group of salesmen toward the new plan of action.

titolo/title Weisse nacht / White Night / Notte Bianca genere/genre Video Arte durata / running time 21 regista /director Sabrina Sarabi paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2013 sinossi Una giovane coppia che entra in un gioco di ruolo per il corso di una notte. Ma abbastanza presto i conni tra realt e gioco, tra il ruolo e lidentit cominciano a fondersi. Parti della loro personalit vengono a galla e distruggeranno la loro presunta intimit. synopsis Young couple gets themselves into a role play for the course of a night. But soon enough the borders between reality and game, between role and identity begin to melt. Parts of their personality come to the surface which will destroy their assumed intimacy.

titolo/title Neue nahe /New closeness/ Nuova vicinanza genere/genre Video Arte durata / running time 4 50 regista /director Christian Stahl paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2011 sinossi Lidea per il video saggio Neue Nahe stata creata nellautunno 2010. Come volontario presso la Axel Springer Academy. Il tema del futuro del giornalismo / nuovi media una dei pi importanti nel contenitore culturale della casa editrice. Quindi Neue Nahe stato utilizzato da un lato per la formazione, ma anche per lin-house, dibattito fondamentale. synopsis The idea for the video essay Neue Nahe was created in autumn 2010. As a volunteer at the Axel Springer Academy. The topic of the future journalism / new media is one of the most important in the think tank of the publisher. So Neue Nahe was used on the one had for the training, but also for the in-house, substantive debate.

Titolo/Title Bajo la almohada / under the pillow / Sotto il cuscino genere/genre Documetario/Animazione durata / running time 8 25 regista /director Isabel Herguera paese di produzione/ production country Spagna anno di produzione/production year 2012 sinossi Documentario animato che utilizza le voci e disegni di un gruppo di bambini che vivono in una clinica in India. La chitarra, le danze, un viaggio verso il mare, i gatti Sweety e Kitty, e le sorelle che si prendono cura di loro, sono solo alcuni dei tesori e dei sogni che i ragazzi tengono nascosti sotto il cuscino. synopsis Animated documentary which uses the voices and drawings of a group of children who live in a clinic in India. The guitar, the dances, a trip out to sea, the cats Sweety and Kitty, and the sisters who look after them are just some of the treasures and dreams which the children keep hidden under the pillow.

Titolo/Title Casa vaca / Empty House/ Casa vuota genere/genre Documetario durata / running time 20 30 regista /director Jess M Palacios paese di produzione/ production country Spagna anno di produzione/production year 2012 sinossi Empty House un viaggio attraverso le rovine di questa casa a Irun, in cui gli artisti Jorge Oteiza e Nestor Basterretxea hanno vissuto tra il 1957 e la met degli anni 1970. Mentre stiamo esplorando questo spazio buio e vuoto si instaura un dialogo tra le immagini del presente ed i materiali del passato. synopsis Empty House is a journey around the ruins of this house in Irun, in which the artists Jorge Oteiza and Nestor Basterretxea lived between 1957 and the mid-1970s. While we are exploring this dark and empty space a dialogue is established between the images of the present and the materials of the past.

titolo/title Jeans e Mart genere/genre Documetario durata / running time 52 regista /director Clio Sozzani Claudia Palazzi paese di produzione/ production country Italia anno di produzione/production year 2011 sinossi La storia di un giovane pastore etiope che fugge dal suo matrimonio combinato per realizzare un sogno. Una vita barcamenandosi tra tradizione e modernit, e limpegno a scoprire il bene in ambedue le situazioni. synopsis The story of a young Ethiopian pastoralist who escapes his arranged marriage to fulll a dream. A life straddled between tradition and modernity, and a commitment to discover the good in both.

titolo/title 201,2 FM genere/genre Sperimentale durata / running time 5 36 regista /director Dens Ruzsa paese di produzione/ production country Ungheria anno di produzione/production year 2012 sinossi Stessa crisi di nuovo. Qualcosa si rotto nel nostro rapporto con il mondo esterno e lambiente che ci circonda. Il lm mostra come la crisi conduca verso un cambiamento completo. synopsis Same crisis again. Something has been broken in our relationship with our surroundings and environment. The lm shows that crisis is directing us toward a complete change.

Titolo/Title Spiriti / Spirits genere/genre Documentario durata / running time 24 regista /director Yukai Ebisuno Raffaella Mantecazza paese di produzione/ production country Italia-Honduras anno di produzione/production year 2012 sinossi C un posto tra le montagne dellHonduras dove riti e preghiere segnano il passaggio di tempo. Una donna anziana cammina a piedi nudi in montagna. Un uomo muore accompagnato da un angelo. Spiriti sono la voce degli antenati e il coraggio di una piccola comunit indigena che vuole piuttosto prendersi cura della Terra invece di venderla. synopsis There is a place between the mountains of Honduras where rituals and prayers mark the passage of time. An elder woman walks barefoot in the mountain. A man dies accompanied by an angel. Spirits are the voice of ancestors and the courage of a small indigenous community that will rather take care of the Earth than sell it.

Annalisa Greco (Italia) videomaker, esperta in scrittura per il cinema videomaker, expert in writing for cinema

Vincenzo Mineo (Italia) regista director

premio critica critics award


Giornalisti accreditati/Accredited journalists Paola Altomonte, Giangiacomo Farina, Rosa Tomarchio, Vincenzo Giannetto, Eleonora Vitale

Titolo/Title Mariposa / Buttery / Farfalla genere/genre Documentario durata / running time 15 regista /director Hamideh Morinfar paese di produzione/ production country Svezia anno di produzione/production year 2013 sinossi Quando ero in Iran, una volta quando avevo nove anni, mia madre mi ricordava di indossare il velo solo in presenza di un estraneo. . Dopo tutti quegli anni trascorsi coprendo e nascondendo me stessa, sono arrivata in Svezia. Avrei dovuto essere felice e godermi la vita con i miei capelli e il corpo rivelato, ma ancora sento quella sensazione dolorosa che era solita accompagnarmi. Per seguire e sdare questo grave problema, ho deciso di fare un viaggio nella vita di due donne svedesi che mi avrebbero aiutato a capire meglio come affrontare il mio conitto interiore. synopsis Back in Iran, once when I was nine, my mother reminded me to wear my headscarf just because of a stranger. Passing all those years of covering and hiding myself, I arrived in Sweden. I was supposed to be happy and enjoy the life with my hair and body revealed, but still I could nd the painful feeling I used to have. To follow up and challenge this serious concern, I decided to take a journey into the lives of two Swedish women who would help me understand better how to deal with my inner conict.

Titolo/Title Pretty in pink genere/genre Video Musicale-Sperimentale  durata / running time 4 41 regista /director Paul ODonoghue paese di produzione/ production country Irlanda anno di produzione/production year 2012 sinossi Pretty In Pink musica visiva composta da elementi creati con tecnologie analogiche, in cui le componenti audio-visive vengono generate simultaneamente. Frequenza trasformata in forma visibile, tutte le parti visive conservano i suoni che li hanno creati. Questi frammenti sono stati poi digitalmente ri-arrangiati in modo da creare una composizione ritmica audio / video. Quello che si vede quello che si sente. synopsis Pretty In Pink is visual music comprised of elements created using analog technologies, where both audio and visual components were generated simultaneously. Frequency transformed into visible form, all the visual parts retain the sounds that created them. These fragments were then digitally re-arranged to create a rhythmic audio/visual composition. What you see is what you hear.

Titolo/Title Big Willow / Grande Salice genere/genre Documentario durata / running time 10 29 regista /director Jared Katdiane paese di produzione/ production country USA anno di produzione/production year 2013 sinossi Mio fratello maggiore stato amico di Willow per lungo tempo. Ma oggi ha avuto veramente paura che lei non ci sarebbe stata a lungo. synopsis My big brother has been friends with Willow for a long time. But today he got real scared that she wouldnt be around much longer.

titolo/title 20ZWoelf / 20Twelve/ 20Dodici genere/genre Animazione durata / running time 3 34 regista /director Christian Stahl paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2012 sinossi La libert di stampa uno dei nostri beni pi grandi. Occorre solo rendere consapevoli i giornalisti consapevoli di abusi e difendere questo diritto fondamentale. Ma dobbiamo anche concentrarsi su auto-critica sul nostro modo di lavorare. La libert di stampa regolarmente messa alla prova. Il cortometraggio porta questo problema no allestremo: una Germania senza una stampa libera - impensabile? synopsis Freedom of the press is one of ourgreatest assets. We just need to make journalists aware of abuses and defend this fondamental right. But we must also focus on self-critical on the way we work. Freedom of the press is regularly put to the test. The short lm is pushing this issue to the extreme: a Germany without a free press unthinkable?

titolo/title Cold star / Stella Fredda genere/genre Video musicale durata / running time 7 03 regista /director Kai Stanicke paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2011 sinossi Un ragazzo sperimenta nuovi desideri durante la visione di un uomo in una piscina coperta. Forzato il trampolino da una banda turbolenti, riceve aiuto da una fonte inaspettata. Stella freddo un appello per laccettazione della propria ed altrui identit sessuale. synopsis A boy experiences new desires while watching a man at an indoor swimming pool. Forced up the diving platform by a rowdy gang, he receives help from an unexpected source. Cold Star is an appeal for acceptance of your own and others sexual identity.

titolo/title Eat / Mangiare genere/genre Video Arte durata / running time 6 30 regista /director Moritz Kramer paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2012 sinossi Un servizio fotograco. La modella Helen indebolita. Torna nello spogliatoio e fa una scoperta sorprendente. Tutto intorno a lei commestibile - la sedia, la TV, le pareti... synopsis A photoshoot. The model Helen is unnerved. Back in the changing room she makes a surprising discovery. Everything around her is edible - the chair, the TV, the walls...

titolo/title The hopper genere/genre Animazione durata / running time 17 regista /director Alex Bruel Flagstad paese di produzione/ production country Germania anno di produzione/production year 2012 sinossi Dexter vive con la sua nonna a West Baltimore, Maryland. Una notte, Dexter e il suo amico Kevin rubano a degli spacciatori locali, ma le cose non vanno come previsto e violenza va fuori controllo. synopsis Dexter lives with his grandmother in West Baltimore, Maryland. One night Dexter and his friend Kevin rob local drug dealers, but things do not work out as planned e violence spins out of control.

titolo/title Una domenica da Kappa genere/genre Animazione durata / running time 10 regista /director Takeshi Ikeda paese di produzione/ production country Italia anno di produzione/production year 2012 sinossi Questa la storia di una creatura leggendaria KAPPA Giapponese e il santo patrono Italiano Francesco. Essi hanno un punto comune. C un cerchio bianco sulla testa, KAPPA ha un piatto e Francesco ha una tonsura. synopsis This is the story of Japanese legendary creature KAPPA and Italian patron saint Francesco. They have a common point. There is a white circle on their head, KAPPA have a dish and Francesco have a tonsure.

titolo/title The silent Chaos / Il Caos Silenzioso genere/genre Documentario durata / running time 45 regista /director Antonio span paese di produzione/ production country Italia-Rep. Dem. Congo anno di produzione/production year 2012 Sinossi Repubblica Democratica del Congo, Nord Kivu. Dopo anni di sanguinosa guerra civile, la societ congolese ha perduto la propria identit. Larcaismo, la superstizione e la credenza magica sono fra i pochi elementi unifcanti rimasti alla popolazione. Sono le forze che armano i ribelli Mai Mai nella difesa del territorio; ma permettono anche di identifcare il diverso come una minaccia: il caso dei sordi di Butembo. synopsis Democratic Republic of the Congo, North Kivu. After years of bloody civil war, the Congolese society has lost its identity. The archaism, superstition and magical belief are among the few remaining elements unifcanti the population. They are the forces that arm Mai Mai rebels in the defense of the territory, but also allow you to identifcare the other as a threat: the case of the deaf in Butembo.

Titolo/Title Crocodile Tears / Lacrime di coccodrillo genere/genre Video musicale durata / running time 4 36 regista /director Anna Mila Stella paese di produzione/ production country Italia anno di produzione/production year 2012 sinossi Aspetta. triste, Lui gentile e timido. Lui ama Lui giura e non mente mai. Sta nuotando da solo tutto il tempo e molte lacrime piange. synopsis He waits. Hes sad Hes kind and shy. He loves He swears and never lies. Hes swimming alone all the time and very many tears he cries.

Bolle di sapone, conchiglie ed ali di insetto Soap bubbles, shells and insect wings
di/by Antonio Casciaro Videmus nunc per speculum in enigmate, tunc autem facie ad faciem. (Paolo di Tarso Cor I,13,12) Ora vediamo le cose attraverso uno specchio, per enigmi, ma un giorno le vedremo faccia a faccia. Now we see things through a mirror, in riddles, but one day we will see them face to face. La politica (quella vera) e la cultura (quella vera) appartengono al regno antropologico della libert. Ci aiutano a gestire le trasformazioni e le innovazioni; se non sono capaci di questo allora stiamo parlando di intrattenimento o spettacolo. E il cinema, si sa, spesso utilizzato e proposto come forza misticatrice, quanto meno dai tempi di quella estetizzazione della politica realizzata dal nazismo (ce le ricordiamo le opere di Leni Riefenstahl ?) denunciata da Guy Debord. Pi in generale, il sistema dellarte (e le immagini che lo popolano) spesso ha accompagnato la volont di un monarca o di unoligarchia: emblematico il progetto di realizzazione della statua di Ottaviano Augusto (custodita nei Musei Vaticani), per la pacicazione e legittimazione di un impero dilaniato dalle guerre civili, che segna una discontinuit rispetto alle statue precedenti (basti solo pensare allassenza dei sandali militari). Il rapporto tra immagini e potere ovviamente dipende anche dalle capacit tecniche del momento: ricordiamoci dellinteresse per la sorveglianza aerea di ne ottocento dopo la diffusione della fotograa e delle mongolere, per non parlare del pi recente impiego di massa dello schermo televisivo per le campagne elettorali (pi o meno occulte). Cultura signica emancipazione da se stessi, per lo sviluppo di se stessi. In senso hegeliano, ce lo ricorda Hans-Georg Gadamer (in Verit e metodo), cultura bildung; non si pu prescindere dal tema dellimmagine (bild). Limmagine porta con s la problematica dellambiguit ma anche la sua caratteristica peculiare di un aumento di essere. Limmagine rimanda, come un segno, ma allo stesso tempo trattiene; nella rappresentazione immaginica lessere della cosa ad essere modicato, non solo chi la fa. E per lo sviluppo della cultura fondamentale il superamento delle particolarit (soggettivit) a favore delluniversalit (essenza formale della cultura). Per dirla con le parole di Gadamer (che segue in

questo Hegel) la cultura ha la capacit di saper mantenere aperti dei punti di vista universali per ci che altro e diverso. E questo, aggiungiamo noi, sia dal punto di vista psicoanalitico che sociologico. Dal primo punto di vista, i processi di identicazione si producono - lacanianamente- con lAltro (luogo dellimmaginario e dellinconscio) come Je. In altre parole, J. Lacan (in Il seminario Libro XI. I quattro concetti fondamentali della psicoanalisi) riprende le considerazioni R. Caillois (espresse in Locchio di medusa). Questultimo prendendo spunto dagli ocelli presenti sulle ali della farfalla, afferma che, al di l di essere effettivamente degli occhi, sono qualcosa di luccicante, enorme, immobile, circolare, portato addosso da un essere vivente, un qualcosa che, in effetti, sembra guardare pur senza essere un occhio; si chiede allora Lacan: non dobbiamo forse distinguere a questo proposito la funzione dellocchio da quella dello sguardo? Lo schermo cinematograco potremmo dire - ti guarda, senza essere un occhio. Ed in esso si nascondono tutte le problematiche connesse a questo carattere fascinatorio, che un cinema espressivo ha il dovere culturale di interpretare criticamente; e quindi fermare lincanto passivo della immedesimazione, tipica di un cinemaspettacolo. Se le immagini create dagli uomini non sono capaci di denunciare la propria articialit (Platone in questo abbastanza esplicito: ...e per immagini dice Socrate a Glaucone intendo in primo luogo le ombre, poi i riessi sia quelli sullacqua, che quelli sulle superci solide, lisce e brillanti e inne tutti gli altri fenomeni del genere), diventano un problema per la Polis stessa. Per dirla con le parole di Lacan: Nel rapporto scopico, loggetto da cui dipende il fantasma a cui il soggetto appeso in un vacillamento essenziale, lo sguardo(ivi). Limmagine lo statuto fenomenologico primario della nostra vita. Ne la materia pi sottile. In essa percezione ed azione si fondono; in questo senso gi linguaggio primitivo, anche se non comunicazione. Sociologicamente, per questultima, necessario che chi comprende sappia distinguere chi comunica e cosa viene comunicato (intenzione e contenuto); colui che comprende che mette in moto la macchina della comunicazione. In questo senso, K. Popper direbbe che informazione ed educazione possono essere la stessa cosa, e N. Luhmann direbbe che la selettivit la matrice della complessit. Ed il cinemaspettacolo, quello della distrazione e dellintrattenimento ne a se stesso, senza vocazione alla consapevolezza, invece la matrice della ipersemplicazione. di/by Sebastiano Grimaldi Le immagini, nella loro dimensione tangibile, sono proiezioni della mente delluomo, espressioni della sua capacit di creare. Il gesto creativo nel dipinto, nella fotograa, nel messaggio persuasivo o pubblicitario. Proprio in quanto frutto della costante tensione delluomo a dominare o condizionare la realt mediante gli strumenti del proprio sapere, alle immagini appartiene naturalmente uno straordinario potere demiurgico. Ma questa dinamica tra immagini e potere caratterizzata da unambivalenza. Il primo polo in cui essa si esprime quello della strumentalizzazione delle immagini nella prospettiva della conquista, dellesercizio o del consolidamento del potere: le immagini sono allora instrumentum regni, segni tangibili e tratti simbolici del potere stesso che in esse si manifesta e si incarna. Laltro polo quello in cui limmagine si esprime nella dimensione creativa della libert. In questo frangente limmagine diventa potenziale antagonista del potere, suo contraltare, difesa e barriera della dimensione della libert individuale rispetto ai meccanismi invasivi e omologanti di cui vivono e si nutrono le straticazioni collettive, siano esse politiche, sociali o culturali; di cui si nutre, dunque, il potere. Da strumento di potere le immagini diventano antitesi del potere o addirittura strumenti di lotta contro di esso: diventano a volte esilio a volte spazio di libert e talvolta nanche contropotere.

La diffusione dei nuovi modi digitali di comunicare, ovviamente, rende ancora pi delicato il rapporto tra immagine e potere; ed per questo che la problematizzazione dei rapporti tra linguaggio videograco e cinematograco sempre stato oggetto della nostra attenzione; per esprimerci nel linguaggio dellestetica dei nuovi media: mescolanza o montaggio? Assemblaggio o collage? Ed in questo sta il valore delle mostre multimediali interattive che per primi abbiamo curato ed organizzato in citt. estremamente rilevante per la Polis riettere su come vengano istituiti i rapporti uomo- macchina e le interfacce che vi sono espresse; esse riettono un linguaggio del potere che deve essere portato alla luce. Il fascinum delliridiscenza, non sta solo nelle ali di farfalla e nelle conchiglie ma anche nelle bolle di sapone. Le bolle relative alle promesse, ai programmi politici, agli impegni che si dissolvono troppo velocemente. Allassenza di responsabilit sociale. stato I. Bergman nel cinema il regista che forse meglio riuscito a formulare la questione del rapporto tra immagine e realt, come quando nel suo famoso Come in uno specchio (1961) fa dire a Karin (Harriet Andersson): Siamo cos indifesi a volte. Come bambini che si sono perduti in luoghi deserti. Le civette gridano e ssano con i loro occhi gialli. Ed ancora: Tutti aspettano lui che deve arrivare, ma senza nessuna ansia. E dicono che io devo essere presente quando tutto ci avverr... A volte provo unansia irrefrenabile, un desiderio violento del momento in cui la porta si aprir e tutti si volgeranno verso di lui che si fa avanti... Credo che sia Dio, che sia Dio stesso che debba apparirci.. Vedremo mai, un giorno, le cose faccia a faccia (facie ad faciem)? Oppure con W. Goethe (in Teoria della natura), antesignano del movimento fenomenologico, dobbiamo forse dire, Non cercare niente dietro i fenomeni; gi loro sono teoria. Politics (the real one) and culture (the real one) belong to the anthropological realm of freedom. They help us to manage changes and innovations; if they are not capable about this, then we are talking about entertainment or show. And cinema, you know, it is often used and proposed as mystifying force, at least since the time of the aestheticization of politics created by the Nazis (do we remember the works of Leni Riefenstahl?) declared by Guy Debord. More generally, the system of art (and the images that populate it) often accompanied the will of a monarch or an oligarchy: the project for the construction of the statue of Ottavianus Augustus (kept in the Vatican Museums) was emblematic

for the pacication and legitimacy of an empire torn by civil wars, which marks a discontinuity from the previous statues (just think of the lack of military sandals). The relationship between images and power obviously also depends on the technical capabilities of the moment: remember interest for aerial surveillance of the late nineteenth century after the spread of photography and ballooning, not to mention the more recent mass use of television for election campaigns (more or less hidden). Culture means emancipation from themselves, to develop themselves. In the Hegelian sense, Hans-Georg Gadamer remind it to us (in Truth and Method): culture is bildung, we cannot ignore the theme of the image (bild). The image brings with itself the problem of ambiguity but also its peculiar characteristic of a rise of being. The image points, like a sign, but at the same time holds; in the imaginative representation the being of things is to be changed, not just those who make it. And for the development of culture is essential to overcome the special (subjectivity) to universal (formal essence of the culture). To quote the words of Gadamer (which follows in this Hegel) culture has the ability to know how to keep open the universal points of view for what is other and different. And this happen, we add, from psychoanalytic and sociological angle. From the rst point of view, the processes of identication are produced lacanian style -with the Other (place of the imaginary and the unconscious) as Je. In other words, J. Lacan (in The Seminar Book XI. The four fundamental concepts of psychoanalysis) lists the considerations of R. Caillois (expressed in The Eye of Medusa). Caillois, inspired by the eyespots on the wings of the buttery, states that, beyond actually being the eyes, are something shiny, huge, immobile, circular, led him to a living being, something that, in fact, seems to look without being an eye , then Lacan asks: maybe we should not distinguish the function of the eye from that of the glance? The movie screen - we might say looks at you, without being an eye. And it hides all the problems related to this fascinating character , that an expressive cinema has the duty to interpret critically, and then stop the passive enchantment of identication, typical of a cinema-show. If the images created by men are not able to report their articiality (Plato is quite explicit: ... and for images - Socrates says to Glaucon - I mean primarily the shadows, then reections - both those on water and those on solid surfaces, smooth and shiny - and nally all the other phenomena of the genus ), it becomes a problem for the Polis itself. To quote the words of Lacan: In the purpose relationship, the object on which depends the di/by Elio Cappuccio

ghost in which the subject is hung in a faltering, it is the glance. The image is the primary phenomenological status of our lives. It is the nest matter. perception and action are blended in it, in this sense its already primitive language, whether or not communication. Sociologically, for the latter, it is necessary that we can distinguish who communicates and what is being communicated (intention and content); who understands sets in motion the machine of communication. In this sense, K. Popper would say that information and education can be the same thing, and N. Luhmann would say that the selectivity is the matrix of complexity. And the lm-show, distraction and entertainment for its own sake, without vocation to awareness, however, is the matrix of oversimplication. The spread of new digital ways to communicate, of course, makes even more delicate the relationship between image and power, and it is for this reason that the problems in the relationship between videographic and cinema language have always been the object of our attention, to express ourselves in the language of aesthetics of new media: blending or editing? Assembly or collage? And in this lies the value of interactive multimedia exhibits - which we rst kept and organized in our town. It is extremely important for the Polis to reect on how relationships between man and machine are established and the interfaces that are expressed, they reect a language of power that needs to be brought to light. The fascinum of the iridescent is not only in buttery wings and in the shells but also in soap bubbles. The bubbles relating to promises and political programs, commitments that dissolve too quickly. To lack of social responsibility. It was I. Bergman - in cinema - the lmmaker who is perhaps better able to formulate the question of the relationship between image and reality, as when in his famous Through a Glass Darkly (1961) Karin says (Harriet Andersson): We are so helpless sometimes. Like children who are lost in desert places. The owls cry and stare with their yellow eyes. And again: Everyone is waiting for him to come, but without any anxiety. And they say that I must be present when all this will happen ... Sometimes I feel overwhelming anxiety, a violent desire of the moment when the door opens, and all shall be to him who comes forward ... I believe it is God, God himself who should appear to us. Will we ever see, one day, things face to face (facie ad faciem)? Or with W. Goethe (in Theory of nature), the forerunner of the phenomenological movement, should we say, Do not look for anything behind the phenomena, they are already theory.

programma concorso internazionale di lm mostra multimediale interattiva rassegna musica contemporanea azioni dal vivo program international lm competition interactive multimedia exhibition contemporary music live acts 24/30 luglio 2013 galleria civica di arte contemporanea montevergini siracusa, via s. lucia alla badia, 1 july 24/30, 2013 montevergini civic gallery for contemporary art mercoled 24 Luglio 2013
19.30 Aperitivo in Concerto Forthcoming trio (free jazz), Tommaso Vespo piano, Alessandro Vicard contrabass, Antonio Longo drums 21:00 Presentazione Ares Festival Giancarlo Garozzo, Sindaco di Siracusa Alessio Lo Giudice, Assessore Politiche Culturali Antonio Casciaro, Direttore Ares Festival Elio Cappuccio, Presidente Collegio Siciliano di Filosoa Liddo Schiavo, Presidente regionale Aics - Sicilia Alessandro Vicard, Curatore rassegna Musica Contemporanea / Rara Festival 21.30 Levento Cosmorama, immagine e potere nella Siracusa del 1837 (con la Lanterna Magica di Sebina Inturri) a cura di Elvira Siringo 22.00 Gianni Gebbia sax, Tellef Ogrim guitar, Zabelka drums (free jazz)

22.30 Michael Fischer sax, violin Gandolfo Pagano guitar, electronics Zahra Mani el. bass, live processing Alessandro Vicard contrabass, live processing & samples Francesco Cusa drums 23: 00 Film fuori concorso Animatters Film Network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Rimusicazioni Film Festival di Bolzano 00.30 Jam session

marted 30 luglio 2013


19.30 Aperitivo in Concerto Steve Buchanan sax, electronics Danio Catanuto Synth, electronics Tommaso Vespo piano Antonio Longo drums 21:00 Premiazione vincitori concorso internazionale 21:30 Film fuori concorso Animatters lm network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Film sperimentali ed animazione / Cologne artvideoKOELN Festival internazionale di videoarte Rimusicazioni Film Festival di Bolzano 23.00 RARA Orchestra Michael Fischer conduction Costanza Patern, Dani Lo Magro voice Enrico Sorbello cello Saro Riso Davide Granato, Gandolfo Pagano, Daniele lo Re, Tellef Ogrim el. guitar Tommaso Vespo piano Danio Catanuto Synth, electronics Sandro Sciarratta, Alessandro Vicard contrabass Antonio Longo, Jacek Kochan drums con la lettura di Simona Nobili del testo di Platone Fedro (244a 245c) / Plato, Phoedrus 00.30 Jam session

9:00 pm International Film Competition Neue Nahe / New closeness 4 50 20Zwoelf / 20Twelve 3 34 Written by voice. A history of resistance 27 Spirits 24 Mariposa / Buttery / 15 Eat 6 30 10.30 pm Michael Fischer sax, violin Gandolfo Pagano guitar, electronics Zahra Mani el. bass, live processing Alessandro Vicard contrabass, live processing & samples Francesco Cusa drums 11: 00 pm Animatters lm network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Animation and Experimental lm / Cologne artvideoKOELN International Festival Rimusicazioni Film Festival of Bolzano 00.30 Jam session

00.30 Heike Fiedler voice, live processing Mia Zalbenka violin, voice Michael Fischer sax Steve Buchanan sax, electronics Tellef Ogrim guitar Gandolfo Pagano guitar, electronics

tuesday, July 30, 2013


7:30 pm Aperitif concert Steve Buchanan sax, electronics Danio Catanuto Synth, electronics Tommaso Vespo piano Antonio Longo drums 9:00 pm Award ceremony 9:30 pm Out of competition Animatters Film Network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Animation and Experimental lm / Cologne artvideoKOELN International Festival Rimusicazioni Film Festival of Bolzano 11.00 pm Rara Orchestra Michael Fischer conduction Costanza Patern, Dani Lo Magro voice Enrico Sorbello cello Davide Granato, Gandolfo Pagano, Daniele lo Re, Tellef Ogrim el. guitar Tommaso Vespo piano Danio Catanuto Synth, electronics Sandro Sciarratta, Alessandro Vicard contrabass Antonio Longo, Jacek Kochan drums Saro Riso With the reading of the text of Plato Fedro (244a 245c) / Plato, Phoedrus / by Simona Nobili 00.30 Jam session

sabato 27 luglio 2013


19.30 Aperitivo in Concerto Heike Fiedler voice, live processing Mia Zabelka violin, voice Zahra Mani el. bass, live processing 20:30 Tavola rotonda La vocazione tragica nelletica dellintenzione: Il Don Chischiotte, da Orson Wells a Mimmo Paladino. Elio Cappucio, Demetrio Paparoni, Ferdinando Scianna, Daniele Cipr 21:30 Quijote, Mimmo Paladino, docuction/storico, 75, Italia, 2006 22:45 Concorso internazionale di lm The Silent Chaos / Il caos silenzioso 45 Cold Star /Stella fredda 7 3 Crocodile Tears / Lacrime di coccodrillo 4 36 23.30 Film fuori concorso Film sperimentali ed animazione / Cologne artvideoKOELN Festival internazionale di videoarte Rimusicazioni Film Festival di Bolzano 00:30 Steve Buchanan sax, electronics Davide Granato guitar, electronics Alessandro Vicard contrabass, live processing Jacek Kochan drum

saturday, July 27, 2013


7:30 pm Aperitif concert Heike Fiedler voice, live processing Mia Zabelka violin, voice Zahra Mani el. bass, live processing 8:30 pm Rounde Table The tragic vocation in the ethics of Conviction: The Don Chischiotte, from Orson Wells to Mimmo Paladino Elio Cappucio, Demetrio Paparoni, Ferdinando Scianna, Daniele Cipr 9:30 pm Quijote, Mimmo Paladino, docuction, 75, Italy, 2006 10:45 pm International Film Competition The Silent Chaos / Il caos silenzioso 45 Cold Star /Stella fredda 7 3 Crocodile Tears 4 36 11.30 pm Out of competition Animation and Experimental lm / Cologne artvideoKOELN Festival internazionale di videoarte Rimusicazioni Film Festival di Bolzano 00:30 Steve Buchanan sax, electronics Davide Granato guitar, electronics Alessandro Vicard contrabass, live processing Jacek Kochan drums

wednesday, july 24, 2013


7:30 pm Aperitif concert forthcoming trio (free jazz), Tommaso Vespo piano Alessandro Vicard contrabass Antonio Longo drums 9:00 pm Presentation of Ares Festival Giancarlo Garozzo, Mayor of Siracusa Alessio Lo Giudice, town councillor for culture Antonio Casciaro, Director Ares Festival Elio Cappuccio, President of the Sicilian philosophy board Liddo Schiavo, President of Aics - Sicily Alessandro Vicard, Curator of Contemporary music / Rara Festival 9:30 pm Cosmorama, image and power in Syracuse, 1837 (Magic Lantern of Sebina Inturri) by Elvira Siringo 10:00 pm Gianni Gebbia sax Tellef Ogrim guitar Zabelka drums (free jazz) 11:00 pm Alphabetic Notion (electroacoustic improvised music) Michael Fischer Sax, Violin, Elio Amato Trombone, Davide Granato Guitar, electronics Alessandro Vicard contrabass, live processing & samples 100 years Indian cinema - Centenary tribute 1913 -2013 Raja Harischandra (translation: King Harishchandra), a silent Indian lm directed and produced by Indian icon Dadasaheb Phalke. This is Indias rst feature-length lm. 12:00 pm International Film Competition The Hopper 17 Big Willow / Grande Willow 10 29 00:30 Jam session

domenica 28 luglio 2013


19.30 Aperitivo in Concerto Mia Zabelka violin, voice Tellef Ogrim guitar Gandolfo Pagano guitar, electronics Jacek Kochan drums 20:30 Tavola rotonda Potere delle immagini, immagini del potere Sebastiano Grimaldi, Ferdinando Scianna, Pino Di Silvestro, Gaetano Tranchino 21.30 Lisola in me: in viaggio con Vincenzo Consolo di Ludovica Tortora de Falco (Italia, 2008, 75) 23:00 Concorso internazionale di lm Pretty in Pink 4 41 Una domenica da Kappa 10 23.30 Alessandro vicard: Fragments of langues de meehr urban linguistic art performance (intermedial project) di heike edler / steve buchanan 00.30 Jam session

immagine e potere power and image

The images, in their tangible dimension, are projections of the man mind, expressions of his ability to create. The creative act is in painting, photography, persuasive message or advertisiment. Just as a result of the constant tension of man to dominate or inuence reality by means of its knowledge, to images belongs naturally an extraordinary demiurgic power. But this dynamics between images and power is characterized by ambivalence. The rst way in which it expresses itself is the manipulation of the images in the perspective of the conquest, management or consolidation of power: the images are then instrumentum regni, tangible signs and symbolic features of power itself in which they reveal. On the other hand, the images express themselves in the creative dimension of freedom. At this juncture, the image becomes potential antagonist of power, its counterpart, defense and barrier of individual freedom compared to the invasive and uniform mechanisms of which collective political, social or cultural stratication nourish. From power medium the images become antithesis of power or even ght tools against it: sometimes they become exile, sometimes space of freedom and sometimes even counterweight.

Stalin considerava gli scrittori come gli ingegneri dellanima, in quanto avrebbero dovuto contribuire, con la loro opera, a forgiare luomo nuovo. Larte veniva posta, cos, al servizio dellideologia, di cui doveva rappresentare i trion in modo comprensibile. Gli sperimentalismi dellavanguardia degli anni della rivoluzione non potevano allora trovare spazio nel linguaggio semplice e narrativo di unarte celebrativa, in cui le immagini non potevano che essere realistiche. Quando la creativit si esprime con immagini rassicuranti e persuasive porta con s un messaggio che tende a legittimare lesistente e rischia di fornire argomenti alla propaganda pi che alla critica. Le immagini che oggi invadono la nostra esistenza quotidiana sono certamente lontane dallestetica del realismo socialista di et staliniana, ma promuovono forme di persuasione e di omologazione che a tratti sembrano pensate da una mente totalitaria, che segue strategie post-ideologiche. Nessuno, per, diversamente da quanto accadeva nei regimi totalitari del Novecento, impone oggi agli artisti una linea da seguire. Le immagini dellarte, come le parole degli scrittori, possono allora esprimere quelle dissonanze che i simulacri pubblicitari e televisivi cercano di occultare con la loro forza seduttiva. Gli artisti, come dei Don Chisiotte contemporanei, possono oggi contribuire alla formazione di una ragione critica e a decostruire quei sistemi di potere che tentano di utilizzare la cultura come fonte di legittimazione.

Stalin considered writers like the engineers of the soul, as they were supposed to contribute, through their work, to forge the new man. So Art was put to use in ideology, which was supposed to represent the triumphs in an understandable way. Then, the avant-garde experimentalism of the years of revolution could not nd space in simple and narrative language of a celebration art, in which the images could only be realistic. When creativity is expressed with reassuring and persuasive images, it brings a message that tends to legitimize the existing situation and risks and to provide arguments to propaganda rather than to critics. The images that invade our daily lives today are certainly far from the aesthetics of socialist realism of Stalin Age, but promote forms of persuasion and approval that sometimes seem to be thinked from a totalitarian mind, following post-ideological strategies. No one, however, unlike what happened in the totalitarian regimes of the twentieth century, imposes to artists today a line to follow. The images of Art, as words of the writers, can express those dissonances that television and advertisement try to hide with their seductive power. The artists, like contemporaries Don Chisciotte, can now contribute to the development of a critical reason and deconstruct those systems of power that attempt to use culture as a source of legitimacy.

23.00 Alphabetic Notion (electroacoustic improvised music) Michael Fischer Sax, Violin Elio Amato, Trombone, Davide Granato Guitar, electronics Alessandro Vicard contrabass, live processing & samples Tributo al centenario del cinema indiano 1913 -2013 Si proietta Raja Harischandra (King Harishchandra), un lm muto diretto e prodotto dallicona indiana Dadasaheb Phalke. Questo il primo lungometraggio indiano. 24.00 Concorso internazionale di lm The Hopper 17 Big Willow / Grande Willow 10 29 00:30 Jam session

sunday, July 28, 2013


7:30 pm Aperitif concert Mia Zabelka violin, voice Tellef Ogrim guitar Gandolfo Pagano guitar, electronics Jacek Kochan drums 8:30 pm Rounde Table Power of images, images of power Sebastiano Grimaldi, Ferdinando Scianna, Pino Di Silvestro, Gaetano Tranchino 9.30 pm Lisola in me: in viaggio con Vincenzo Consolo by Ludovica Tortora de Falco (Italia, 2008, 75); 11:00 pm International Film Competition Pretty in Pink 4 41 Una Domenica da Kappa 10 11.30 pm Alessandro vicard: Fragments of langues de meehr urban linguistic art performance (intermedial project) di heike edler / steve buchanan 00.30 pm Jam session

mostre fotograche anomalie del contemporaneo e ortigia natural trade photographic exhibitions anomalies of the contemporary and ortigia natural trade 18/31 luglio 2013 july 18/31, 2013 palazzo del governo provincia di siracusa siracusa, via roma 32 ce.na.co ortigia ortigia island photography government building province of siracusa ce.na.co ortigia ortigia island photography
Fotogra Professionisti Professional photographers Nobuyoshi Araki ( Polaroid ) / Jean Manuel Simoes (Chiens De La Casse) / Giancarlo Fundar (Nero Jazz ) / Lillo Rizzo (Sagrado Per) Adriana Zehbrauskas (Tepito) Giovani Fotogra Young Photographers Emanuele Siracusa / Gaetano Fisicaro / Alberto Castro / Stefania Anzelmo Allievi di Ortigia Island Photography Ortigia Island Photography school students Nicol Barreca / Flavia Chiofalo / Marco Vitale Paolo Arcieri / Boris Staferna / Enrico Valvo / Roberta Imbr / Rosario Sciveres / Maria Pepi gioved 18 luglio 2013 thursday, July 18, 2013 19:30/ 7:30 pm Presentazione delle mostre fotograche Presentation of the Photographic Exhibitions Alessandro Giacchetti, Commissario Provincia Regionale di Siracusa Barbara Cannata, Presidente Ce.na.co Ortigia Antonio Casciaro, Direttore Ares Festival Massimo Gurciullo, Curatore mostra fotograca 20:30 / 8:30 pm Presentazione del libro fotograco nero jazz di Giancarlo Fundar edito da Federico Motta, 2009. Photography book Nero Jazz by Giancarlo Fundar, Federico Motta Editore, 2009

gioved 25 luglio 2013


19.30 / Aperitivo in Concerto Body Limits, Gianni Gebbia solo sax presentazione del docuction girato nei cabaret del quartiere di Asakusa a Tokyo Brecht ad Asakusa (Asakusa no Brecht ) 58, Italia-Giappone 2011 21:00 Concorso internazionale di lm Sinfonie Der Dumpfbacken / Sinfonia di Folli 5 Weisse Nacht/ Notte Bianca 21 Bajo La Almohada / Sotto il cuscino 8 25 Jeans e Mart 52 22.30 Mia Zalbenka, violin & voice Zahra Mani el. bass, live processing Tellef Ogrim guitar Zabelka drums 23: 00 Film fuori concorso Animatters Film Network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Film sperimentali ed animazione / Cologne artvideoKOELN Festival internazionale di videoarte Rimusicazioni Film Festival di Bolzano 00.30 Jam session

luned 29 luglio 2013


19.30 Aperitivo in Concerto Daniele Lo RE el. guitar, Enrico Sorbello cello Danio Catanuto Synth, electronics Jacek Kochan drums 20:30 Tavola rotonda La formazione degli artisti digitali Progetti sviluppati per i giovani studenti della Sicilia orientale, con la supervisione dei docenti: Giovanni Maria Farinella, Giovanni Gallo, Enrico La Rosa, Massimo Rossi, Filippo Stanco. 21:30 Selezione video dellUniversit di Catania e dellAccademia di Belle Arti di Catania, opere in evidenza: X-gift, dei Reibe Studios (Universit di Catania) En to pan, (1), Laura Matraxia Morpheo (5), Angelo Carmisciano La tua indole (3) e Camurra (150), Jacopo Gregori, Pierluca Libra, Gabriella Napolitano Sine audere semper, (336), Enza la Giusa (supervisione di Massimo Rossi) 22:30 Concorso internazionale di lm 201,2 FM 5 36 Casa Vaca / Casa vuota 20 30 23:00 Film fuori concorso Animatters lm network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Film sperimentali ed animazione / Cologne artvideoKOELN Festival internazionale di videoarte Rimusicazioni Film Festival di Bolzano 00.30 Heike Fiedler voice, live processing Mia Zalbenka violin, voice, Michael Fischer sax Steve Buchanan sax, electronics, Tellef Ogrim guitar Gandolfo Pagano guitar, electronics

thursday, July 25, 2013


7:30 pm Aperitif concert Body Limits - Gianni Gebbia solo sax Presentation of the docuction lmed in the cabarets of the Asakusa district in Tokyo Brecht ad Asakusa (Asakusa no Brecht ) 58, ItaliaGiappone 2011 9:00 pm International Film Competition Sinfonie der Dumpfbacken / Synphony of fools Sinfonia di Folli 5 Weisse Nacht / White Night / Notte Bianca 21 Bajo La Almohada / Under The Pillow / Sotto il cuscino 8 25 Jeans e Mart 52 10.30 pm Mia Zalbenka violin voice Zahra Mani el. bass, live processing Tellef Ogrim guitar Zabelka drums 11: 00 pm Out of competition Animatters Film Network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Animation and Experimental lm / Cologne artvideoKOELN International Festival Rimusicazioni Film Festival of Bolzano 00.30 Jam session

mostra multimediale interattiva interactive multimedia exhibition

monday, July 29, 2013


7:30 pm Aperitif concert Daniele Lo RE el. guitar Enrico Sorbello cello Danio Catanuto Synth, electronics Jacek Kochan drums 8:30 pm Rounde Table The training of Digital Artists Projects developed under the supervision of teachers: Giovanni Maria Farinella,Giovanni Gallo, Enrico La Rosa, Massimo Rossi, Filippo Stanco. 9:30 pm Video realized of the University of Catania and the Academy of Fine Arts in Catania, for young students of Eastern Sicily X-gift, dei Reibe Studios (Universit di Catania) En to pan, (1), Laura Matraxia Morpheo (5), Angelo Carmisciano La tua indole (3) e Camurra (150), Jacopo Gregori, Pierluca Libra, Gabriella Napolitano Sine audere semper, (336), Enza la Giusa (supervisione di Massimo Rossi) 10:30 pm International Film Competition 201,2 FM 5 36 Casa Vaca / Empty House 20 30 11:00 pm Out of competition Animatters lm network (Siracusa, Bucharest / Soa / St. Petersburg / Budapest) Animation and Experimental lm / Cologne artvideoKOELN International Festival Rimusicazioni Film Festival of Bolzano

Riccardo Puglisi, 2012-13 Lo slit-scan una tecnica originalmente nata in campo fotograco, ma successivamente ripresa dalla cinematograa per giocare in maniera bizzarra con il tempo. Lo spazio viene diviso da linee orizzontali che vengono create in diversi tempi e spazi, ricreando uno studio della forma dellimmagine video, modicata dal software. The slit-scan is a technique originally born in photography, but subsequently recovered from the cinematography to play in a bizarre with time. The space is divided by horizontal lines that are created in different times and spaces, recreating a study of the shape of the video image, as amended by the software.

slit-scan

social dinner

Andrea Fasolo Rao, Vincenzo Izzo, Massimo Rossi, Davide Tiso Progetto video interattivo, 2013 Progetto di rielaborazione del momento conviviale per eccellenza (lUltima Cena) che pu spostare gli intenti di partecipazione interattiva visiva e sensoriale, ricoprendo e riscoprendo. La socialit ripensata e rivista, muovendosi dentro e per licona digitale, percorrendo differenti dinamiche percettive. Draft of reworking of the convivial moment par excellence (the Ultima Cena) that can move the intentions of interactive participation in visual and sensory covering and rediscovering. Sociability rethought and revised, moving inside and for the digital icon, through different perceptual dynamics.

specchio dacqua
Riccardo Puglisi, 2012-13 Linstallazione specchio dacqua un pavimento interattivo, che riesce a stabilire una relazione tra il fruitore ed il pavimento di un qualsiasi ambiente, cos, simulando una passeggiata su riessi dacqua, vengono ricreati moti armonici di gocce ed onde che seguono i passi di chi attraverser la proiezione. The installation of the water body is an interactive oor, which is able to establish a relationship between the viewer and the oor of any room, as well, simulating a walk on water reections, are recreated harmonic motions of drops and waves that follow the steps of those who pass through the projection.

sensing places
Enrico Gugliotta, 2013 Mostra fotograca interattiva in spazio limitato. Questo progetto nasce per dare la possibilit di allestire mostre fotograche interattive in spazi espositivi ristretti. Il fruitore della mostra pu scegliere la fotograa da osservare muovendosi davanti la telecamera. Il programma, scritto in Processing, inferisce la posizione dellosservatore e visualizza la foto scelta. Interactive Photo Exhibition in Limited Space. The aim of this project is to allow an interactive photo exhibition in limited exhibition spaces. The user can choose the photo to be observed by moving its body in front the camera.The program, written in Processing, infers the position of the observer and displays the selected image.

venerd 26 luglio 2013


19.30 Aperitivo in Concerto Michael Fischer sax, violin Mia Zalbenka violin voice, Davide Granato guitar Zabelka drums Performance Action painting Gruppo Arte Fusa di Giuseppe Piccione /Artisti diversamente uguali 21:00 Concorso internazionale di lm Neue Nahe / Nuova vicinanza 4 50 20Zwoelf / 20Twelve 3 34 Scritto a voce. Una storia di resistenza 27 Spiriti 24 Mariposa / 15 Eat / Mangiare 6 30

friday, July 26, 2013


7:30 pm Aperitif concert Michael Fischer sax, violin, Mia Zalbenka violin, voice, Davide Granato guitar Zabelka drums Performance Action painting Gruppo Arte Fusa by Giuseppe Piccione / Artisti diversamente uguali