You are on page 1of 79

1

Quanto riportato in queste pagine si prefigge due cose: non far dimenticare quei giorni del 2001, quando la democrazia venne sospesa, violentata e umiliata e di tenere alta e vigile la riflessione su fatti la cui ripetizione non è scontato non avvengano ancora. Queste pagine raccolgono alcune delle testimonianze dei protagonisti vittime di violenze che sono andate talmente “oltre” per cui è lecito dire che l’humana pietas, sentimento che dovrebbe nascere con l’uomo, per l’uomo, sia stato totalmente cancellato in quelli angoli di mondo dove è accaduto tutto questo.

2

Indice
Napoli Dal libro “Zona Rossa” (ed. Deriveapprodi) Le testimonianze (Napoli) Dossier delle rete no global arzo !""1 pag. 4 pag. 7 pag. 11 pag. !" pag. !1 pag. !& pag. 4& pag. 4&

Le testimonianze ra##olte nel libro $oordinamento genitori e pro%essori 'enova Le testimonianze ('enova)

3

I GIORNI DELLA DEMOCRAZIA SOSPESA
“(…) Ormai 12 anni fa. Perché prima di Genova, del fumo dei lacrimogeni, dei pestaggi, della sospensione dei diritti, delle lacrime per Carlo Giuliani ci fu apoli. 17 marzo 2001. !a democra"ia #uel giorno mor$ di violen"a, di manganelli, di una repressione che %isogna ricordare, come un dovere civile&.

NAPOLI
'(l giorno orri%ile come i giudici lo hanno definito nel processo cele%rato a carico di alcuni agenti accusati di violen"a e, perfino, di se#uestro di persona. (n #uello stesso giorno alcuni manifestanti furono condotti alla caserma )aniero* %otte e umilia"ioni. (l processo si + concluso con la prescri"ione, ma #uella storia che + civile e collettiva non si prescrive. ,vevo le stampelle, ma andai in pia""a lo stesso perché a venti anni, come canta il maestrone Guccini, si + stupidi davvero. - io ne avevo 1., stupido un po/ di pi0. -ravamo in tante e tanti, un fiume di volti attravers1 la mia citt2. 3i manifestava in occasione del glo%al forum. Pia""a Ple%iscito era una forte""a dove si discuteva dell/e4government. Con Genova si complet1 il #uadro e l/immagine di vertici della terra che decidevano i destini sen"a consultare i popoli, arrogandosi il diritto di una delega in %ianco che nessuno gli aveva assegnato. ,llora era difficile scendere in pia""a, al governo c/era un centrosinistra che speriment1 la militari""a"ione che trov1 a Genova, nel luglio successivo, con le destre padrone del paese, il punto di non ritorno. Quel 17 marzo 2001 la democrazia morì per un giorno.

4

, #uella comunit2 diversa e variegata, dipinta in ogni modo %ecero e insulso da fogli carichi di odio, fu riservata la stagione dell/indifferen"a e del silen"io dagli apparati politici. 5ualche cooptato in parlamento, ma #uelle istan"e* reddito minimo, to%in ta6, il no alle guerre, il rischio finan"iari""a"ione dell/economia, furono completamente ignorate. 7n movimento che commise errori, certo e anche tanti, ma #uella pia""a avre%%e preteso risposte e politiche. ,rrivarono manganelli. 3crissi raccogliendo la storia di #ualche amico che aveva su%ito, rimasto in me""o mentre la violen"a saliva. (nviai #uella testimonian"a a #uanti scrissero il li%ro %ianco su #uei giorni. !a scrittura anche allora fu strumento di estrania"ione e rivalsa. Gi2 allora si parl1 del codice identificativo per gli agenti, anche in nome della stragrande maggioran"a che fa il proprio dovere, e dell/introdu"ione del reato di tortura, entram%e le richieste restano ancora lettera morta. )icordo le cariche. 5uando partirono, con le stampelle, guadagnai un vicolo mentre le for"e, #uel giorno, del disordine %loccavano ogni accesso a pia""a 8unicipio. (l nostro rifugio fu un pala""o. 3alimmo al secondo piano. 9u una giornata surreale con le idee tra le mani sporche di sangue che ti chiedevano se ne valeva ancora la pena mentre osservavi la schiena rigata di chi aveva su%ito le cariche e i freddi colpi dei manganelli. Ora a distan"a di anni restano i processi alle violen"e di stato finiti in prescri"ione e i vertici del paese che, oltre un decennio dopo, parlano di reddito minimo, to%in ta6 e del fallimento della glo%ali""a"ione, di fatto moltiplicatore di de%ole""e, povert2 e diseguaglian"a. 8i volto indietro. 3orrido a #uei 2: anni e a noi che, allora, eravamo stupidi, davvero; resistenti che sognavano un altro mondo possi%ile. 7n modo perché la politica recuperi #uel giorno + l/istitu"ione di una commissione parlamentare di inchiesta per capire cosa accadde #uel 1< mar"o 2::1 #uando mor$ la democra"ia. Nello Trocchia” a #osa si m(oveva in )(ei giorni* Dal 1& al 17 marzo i poteri %orti o an#+e “i tiranni della globalizzazione”, #ome %(rono - gi(stamente - de%initi, si ritrovarono a Napoli per dis#(tere di e-government. Di %atto, parallelamente e #ontro il 'lobal .or(m migliaia di persone riempirono le strade e le piazze di Napoli per #ontestare e #ontrastare )(el verti#e internazionale. /l senso e gli obiettivi del #ontro global %or(m non si dis#ostavano dagli stessi #+e avevano attraversato le mobilitazioni di 0eattle, elbo(rne, 1raga, Nizza, Davos e #+e si organizzarono a l(glio, a 'enova2 (n (lteriore momento di #ondensazione. 3 Napoli, #ome nei pre#edenti app(ntamenti, era evidente la #+iara intenzione di #ontrapporre alla globalizzazione neoliberista delle logi#+e del pro%itto e del #apitale, (na globalizzazione dei diritti e dei movimenti so#iali. La #ontestazione in#l(deva ovviamente an#+e i #onten(ti del 'lobal %or(m s(ll4egovernment, #ontro l5(so str(mentale della te#nologia per a(mentare pro%itti, spe#(lazioni, #ontrollo so#iale - e )(indi #ome ra%%orzamento di t(tte le relazioni di dominio. La storia #i dimostrer6 poi, #+e Napoli, anti#ip7 'enova e il '8. a per#+9 “no global”* L5origine del termine proviene dal movimento %ran#ese, #+iamato “altermondialista” e a Napoli, nel marzo del !""1, la parola #entrale %(

5

app(nto “no-global” #+e divenne nel #ir#olo mediati#o main stream l5identi%i#azione di (n movimento, di (na generazione intera. Napoli apr: le danze, per )(anto rig(arda #i7 #+e avvenne nelle piazze e rispetto all5atta##o %ero#e #+e la repressione att(7 s(i movimenti. 1iazza (ni#ipio %( teatro di s#ontri d(rissimi, mentre #entinaia di persone, provavano a raggi(ngere ;ia Leon#avallo, la polizia ed i #arabinieri, g(idati allora dal <(estore Ni#ola /zzo, #+i(sero la piazza, #ari#ando s( t(tti e )(attro i lati. / mani%estanti, a##er#+iati, %(rono barbaramente pi##+iati, manganellati, %erite, p(nti di s(t(ra si spre#arono ed 8= %(rono inve#e arrestati. Nella $aserma ')aniero&, #aserma dei #arabinieri nei pressi di 1iazza $arlo ///, lo s#enario #+e si present7, da s(bito, si #omprese spaventevole, venne predisposta la “#amera delle tort(re” e i %eriti, prelevati dagli ospedali dove erano gi(nti dopo le #ari#+e, senza al#(n motivo, %(rono privati delle #(re medi#+e e #ondotti nella $aserma Raniero, dove s(birono per ore ins(lti, sp(ti, per#osse, vessazioni di ogni tipo

6

DAL LIBRO “ZONA ROSSA” EDITO DA DERIVEAPPRODI
'(…) 3a%ato 1< mar"o, a apoli, un corteo di =:.::: persone, giunto in pia""a 8unicipio viene fermato a ridosso della >ona )ossa, l/area invalica%ile che ospita il Glo%al 9orum. Oltre <::: agenti schierati a presidio del nulla caricano, da ogni lato della pia""a, i manifestanti. Ogni via di uscita + %loccata, i pestaggi sono feroci, indiscriminati, la violen"a cieca fino all/ottusit2; sotto lo sguardo compiaciuto del #uestore di apoli, (""o, celerini, finan"ieri e cara%inieri si esercitano nel gioco %rutale della for"a, in una gara di sadismo e cinismo. !a violen"a non finisce in pia""a. ( manifestanti feriti giunti ai presidi ospedalieri per farsi medicare sono condotti in caserma, ancora sanguinanti. ?engono fermati e identificati anche #uelli che li accompagnano. (dentifica"ioni e per#uisi"ioni sono il pretesto per un/ulteriore violen"a. (n silen"io e al chiuso, per non distur%are il pomeriggio della apoli 'per%ene& impegnata nei salotti pomeridiani, la poli"ia sottopone i fermati a insulti, minacce, percosse, per#uisi"ioni anali, con il preciso scopo di intimidirli. 5uesta volta al riparo da fotografi e televisioni gli uomini della @igos possono sfogare le loro frustra"ioni A cos$ caduta definitivamente, sa%ato 1<, l/immagine rassicurante del potere illuminato e democratico, che invita tre o #uattro delegati del movimento al tavolo dei relatori, che si dichiara pronto al dialogo, che punisce e controlla 'dolcemente& con videocamere e %raccialetti elettronici. (l )e si + mostrato per #uello che +, nudo, ma armato di manganello, magari elettronico… !a decisione di caricare, disperdere, picchiare i manifestanti + stata una precisa scelta del #uestore di apoli. !o si capisce da come la pia""a sia stata chiusa da ogni lato, da come ogni varco sia stato inten"ionalmente %loccato a chi chiedeva di potersi allontanare dalla pia""a. Banno caricato tutti, sen"a distin"ioni. 9oto e filmati testimoniano di pestaggi a raga""i inermi, che indietreggiano con le mani al"ate, si vedono celerini che si accaniscono in gruppo su manifestanti feriti e sanguinanti. egli ospedali poi, presidiati sin dal mattino dalla poli"ia, il sadismo delle for"e dell/ordine + proseguito sen"a freni. Cutti coloro che giungevano per farsi medicare le ferite, compresi i loro accompagnatori, sono stati condotti in stato di fermo nelle caserme )aniero e Pastrengo. 3olo in rari casi l/opposi"ione di medici e personale para medico + servita a evitare che la poli"ia conducesse via persone ancora %isognose di cure o per le #uali era necessario un ricovero in osserva"ione. ( pi0 sono finiti nelle caserme malamente medicati e ancora sanguinanti. 5uello che + accaduto poi + dolorosamente raccontato in #ueste testimonian"e, raccolte nei giorni immediatamente successivi al 1< mar"o. -merge un altro elemento sconcertante* #uello che + avvenuto nelle caserme + frutto di una ra"ionale decisione delle for"e dell/ordine di punire e intimidire in maniera ancora pi0 %rutale, se mai fosse stato necessario, chiun#ue avesse partecipato alla manifesta"ione. !a logica intimidatoria + fin troppo evidente. on siamo di fronte all/ini"iativa di singoli celerini, siamo in presen"a di una scelta che + maturata nei vertici della poli"ia, vertici che hanno dato carta %ianca ai propri uomini. Disognava colpire tutti i manifestanti perché il messaggio lanciato fosse chiaro* nessuno pu1 essere al sicuro,

7

chi pensa e pratica criticamente non pensi di potersi difendere dietro al fragile velo dei diritti formalmente garantiti dalla Costitu"ione. !a violen"a della poli"ia si esercita sen"a riguardi anche se a farne le spese poi magari + il figlio di #ualche sottosegretario … 3ul diritto penale e sulla poli"ia post moderna ,l%ano e Palidda fanno delle considera"ioni importanti. !eggi penali e misure di poli"ia costituiscono le forme storiche della repressione sociale.& Le polemi#+e #+e sommersero /zzo %(rono n(merosissime ma ri(s#: a #avarsela, and7 via d(e anni dopo, be##andosi an#+e (na promozione. La s(a #arriera in seg(ito, +a visto la #ollaborazione #on 3ntonio anganelli ed inoltre, insieme ad (n altro e> )(estore di Napoli, ?s#ar .ioriolli, seg(: l5addestramento per i poliziotti #+e svolsero servizio di ordine p(bbli#o nel '8 de L53)(ila del !""@. A %a##iamo ri%erimento allo stesso Ni#ola /zzo, #+e il 1 maggio del 1@@@ mand7 i s(oi (omini a devastare il #entro so#iale 3sBatas(na di Corino dove era in #orso (n pranzo so#iale. $i pia#e )(i ri#ordare inoltre, l5episodio apparentemente singolare #+e vede le %orze dell5ordine proteggersi an#+e solo idealmente, #ome “#asta” e “#orporazione”. <(ando s#attarono d(e anni piD tardi, i primi provvedimenti della magistrat(ra #+e mise sotto a##(sa !1 poliziotti, i loro #olleg+i (s#irono dalla <(est(ra di Napoli e %ormarono (na #atena (mana in solidariet6 #on i loro #olleg+i. L5episodio segn7 (na %ratt(ra tra la 1ro#(ra e la <(est(ra. 0embrava ina##ettabile #+e Esempli#emente5 #+i avesse eseguito gli ordini” ris#+iasse e s(bisse (n arresto e nonostante la grande simpatia e #omprensione #+e la rete no global ri(s#: a #on)(istarsi nell5opinione p(bbli#a, non %( s(%%i#iente a preservarla dalla ma##+ina repressiva. 1resto i #odi#i %(rono ribaltati, le %orze dell5ordine andavano “t(telate”, i #olleg+i di%esiF )(egli stessi si dia il #aso #+e %(rono a##(sati dal pm ar#o Del 'a(dio an#+e di se)(estro di persona. $olleg+i #ome .abio $i##imarra la #(i ri#+iesta di #ondanna del pm, si G )(anti%i#ata in seg(ito in ! anni e 8 mesi, proprio )(el $i##imarra #+e %( protagonista assol(to alla s#(ola Diaz, #oinvolto nelle in#+ieste del '8 ed (s#ito indenne per la pres#rizione del reato. A )(esta storia #+e non man#a di #olpi di s#ena, #i ra##onta an#+e dell5allora #apo della Digos della <(est(ra di Napoli 1aolo Carantino. /l dirigente del )(into piano di ;ia edina, non si %e#e s#r(polo nel #onsegnare gli ordini di servizio ai gi(di#i #+e indagavano s(lle violenza alla #aserma Raniero2 in#omprensibile e in)(ali%i#abile gesto per )(ei servitori dello 0tato #+e #redono di vivere ed aver diritto all5imp(nit6. 1aolo Carantino, ne pag7 #om(n)(e le spese, in%atti, il giorno dopo i %ermi dei poliziotti %( immediatamente tras%erito a dirigere il #ommissariato di 1omigliano d53r#o2 )(esto G l5avvertimento a #+i non #opre massa#ratori e tort(ratori. a il 1otere +a sempre le s(e nemesi. La reazione rabbiosa della polizia all4indomani degli arresti G rimasta a l(ngo impressa nella memoria dei magistrati napoletani e #os: il tentativo #ontin(o di ri#(#ire )(ello strappo tra 1ro#(ra e <(est(ra, an#+e nelle parole del pm, )(ando tenne a pre#isare di #erto non si tratt7 di EunFa"ione preordinata ma un momento di folliaE.

8

L5azione %( assol(tamente preordinata inve#e, tanto #+e le #onseg(enze logi#+e non man#arono, anzi si spre#arono in vi#ende e #rimini2 il giro agli ospedali, la preparazione di (na stanza atta ai peggiori sopr(si e il #omportamento da regime. Cale #lima per7 era ris#ontrabile ov(n)(e, la risposta #on #(i governi borg+esi, neoliberisti e repressivi andavano #on%ig(rando l5azione di violenza verso (n movimento in %orte espansione #+e preann(n#iava )(ello #+e di l: a po#o si sarebbe avverato, la #risi %inanziaria, lo 0tato #+e si a(toassolve, a 'enova #ome a Napoli, dove ben presto arriver6 la “pres#rizione salva-t(tti”, #+e %a serrare i rang+i, #+e o##(lta la verit6. ;erit6 #+e si preann(n#ia nella violenza polizies#a a Napoli, 'oteborg e 'enova e #+e %orse d6 il via al primo esperimento di polizia transnazionale teso a piegare (n movimento #+e era app(nto transnazionale. “$oin#idenze” #+e ritroveremo nel s(sseg(irsi di nomi e sit(azioni, di (n personale #+e molto probabilmente era stato organizzato e addestrato allo s#opo . Di #ondizioni #+e si ripropongono ingigantendosi2 piazza (ni#ipio #ome via Colemaide, la $aserma Raniero #ome Holzaneto. '!a precisa strategia di innal"are e %rutali""are l/uso della violen"a per inceppare il circuito virtuoso tra conflitto e consenso reali""ato dai movimenti in #uegli anni. @isarmare le moltitudini che ritornano a una pratica di massa dell/a"ione diretta. - forse i movimenti non hanno ela%orato fino in fondo le contraddi"ioni che Genova ci ha lasciato.& Di #erto )(ello #+e G a##ad(to non poteva essere organizzato da (n manipolo di poliziotti senza avere inve#e delle indi#azioni politi#+e ben #+iare, ma a%%ermare #+e l4azione %osse app(nto preordinata signi%i#+erebbe dover ri#er#are i mandanti politi#i dell4azione dei poliziotti. Di #erto ness(na sentenza potr6 per7 ris#rivere la storia e #an#ellare il ris(ltato straordinario di )(el movimento #+e +a di %atto riaperto la partita #on il #omando svelandone mis%atti e aberrazioni. 0olo (n de#ennio prima il Iall 0treet Jo(rnal poteva titolare ',%%iamo vintoG&* )(el movimento +a straordinariamente dimostrato #+e la ribellione e l4ins(bordinazione #ostit(is#ono il motore di ogni so#iet6. <(esta prova generale di stato di polizia G passata in)(ietantemente )(asi sotto silenzio s(lla maggior parte dei mediaF %orse la presenza del #entrosinistra (ri#ordiamo #+e l4allora ministro dell4interno Anzo Hian#o si #ompliment7 #on la polizia dopo i %atti di Napoli) al governo +a spinto molte vo#i a ta#ere... Ko pensato #+e il modo migliore di ra##ontare )(anto a##ad(to %osse riportare le testimonianze di #+i era presente, estrapolate dal libro bian#o edito da Derive 3pprodi. $oloro #+e +anno riten(to opport(no rilas#iare )(este di#+iarazioni sono donne ed (omini d4ogni et6, st(denti, lavoratori dipendenti ed a(tonomi, diso##(pati, liberi pro%essionisti, in al#(ni #asi adoles#enti alla loro prima mani%estazione. ?ra, per7, G possibile evidenziare al#(ni aspetti parti#olarmente s#on#ertanti #+e )(este persone +anno des#ritto nel ri#ordare la giornata del 17 marzo !""1 ed G possibile trarne al#(ne #onsiderazioni di piD ampia portata. A #om(n)(e pressati dall5ingente mole, tra do#(mentazione video e %otogra%i#a, prodotta in tempi piD #+e (tili, dal netLorB di #ontroin%ormazione della rete No 'lobal e dalla #ollaborazione volontaria di molti addetti ai lavori e operatori, legati

9

all5in%ormazione e pro%ondamente t(rbati dalle s#ene viste in 1iazza (ni#ipio, la )(est(ra e il ministero degli interni aprirono alla possibilit6 di “spar(ti” e singoli episodi in #(i (na marmaglia senza #ontrollo, avrebbe perso la testa e il polso degli eventi. / dati ra##olti inve#e, smentis#ono #i7 e sopratt(tto mostrano il vero volto della )(est(ra, intenzionata in realt6 a dare (na risposta MmemorabileM a )(ella si rivel7 la piD grande mani%estazione a(torganizzata #+e Napoli vivesse da #ir#a vent4anni a )(esta parte. Ara #+iara, evidente, la volont6 dei #orpi armati dello 0tato italiano di rendere 1iazza (ni#ipio, (na girone in%ernale, (na gabbia da #(i %osse impossibile (s#ire. 'li ordini %(rono in%atti perentori e pre#isi, le vie di %(ga, %(rono volontariamente impedite. A dalle di#+iarazioni sono evidenti gli ordini legati alle #ari#+e e #ome dover #+i(dere i mani%estanti da ogni p(nto della M'abbiaM (ni#ipio2 da via Leon#avallo, da via ;erdi, da via edina, da via Depretis, dalle strade #+e portano verso il molo Heverello ... Dalle testimonianze, emerge sempre piD #+iaramente #ome gr(ppi di mani%estanti venissero sospinti volontariamente verso p(nti insi#(ri della M'abbiaM, a ridosso del %ossato del as#+io 3ngioino, ad esempio, ammassati e M1rotettiM da (na ring+iera troppo instabile e troppo bassa per %are da argine verso il v(oto. N #osa nota inoltre, #+e le %orze dell5ordine, impedissero agli operatori sanitari del 118 di svolgere il loro lavoro di pronto intervento e di trasporto di persone, gravemente %erite, verso gli ospedali. a l5orrore va oltre #i7 #+e a##adde nella M'abbiaM, la #r(delt6 di 1olizia, $arabinieri e '(ardia di .inanza non ebbe treg(a nean#+e all4interno degli ospedali, non %a#endo man#are le pressioni nei #on%ronti del personale medi#o e paramedi#o al %ine di rendere meno tempestive le #(re ai %eriti. <(i di seg(ito si rendono p(bbli#+e le violenze %isi#+e e psi#ologi#+e s(bite dai %ermati all4interno dei drappelli di polizia allestiti negli ospedali, delle #aserme e dei #ommissariati (in parti#olare la #aserma MRanieroM). ;iolenze #+e di%%i#ilmente dimostri se non attraverso (n ris#ontro #ongi(nto #+e %a##ia da %ilo #ond(ttore tra le di#+iarazioni delle donne e degli (omini #+e le +anno dov(te s(bire.1

1

/l libro '>ona )ossa& edito da @eriveapprodi riporta nella se#onda parte del vol(me (na ra##olta appro%ondita di testimonianze dirette di #i7 #+e avvenne nella Raniero. /l Olibro bian#oP s(lle gravi violenze perpetrate dalle %orze dell5ordine nei #on%ronti dei parte#ipanti (per lo piD giovanissimi) alla mani%estazione #+e si svolse il 17 marzo del !""1 a Napoli #ontro il O'lobal %or(mP. ;iolenze s( #(i la magistrat(ra +a indagato a l(ngo nei mesi s(##essivi ai %atti, #ond(#endo a (na serie di arresti Oe##ellentiP. La prima parte del testo #ontiene la #ronistoria delle O)(attro giornate di NapoliP, i do#(menti teori#i e i %atti #+e le +anno pre#ed(te, l5agg+ia##iante se)(ela di testimonianze ((na settantina, a##ompagnate da immagini) di #+i in piazza, e poi in ospedale, e poi an#ora in #ommissariato +a dov(to s(bire ingi(sti%i#abili (miliazioni e violenze %isi#+e e psi#ologi#+e. La se#onda parte svil(ppa analisi e ipotesi interpretative s( pres(pposti e ragioni di (na delle giornate piD nere della nostra demo#razia, #+e pare segnare (n in)(ietante pro#esso di %as#istizzazione degli organi preposti alla t(tela della si#(rezza p(bbli#a. 3 rig(ardo

intervengono politologi, so#iologi e magistrati, #+e invitano le stesse #omponenti demo#rati#+e interne alle %orze dell5ordine a reagire a (na possibile degenerazione a(toritaria della loro %(nzione. Qn libro s#ottante #+e den(n#ia sopr(si ina##ettabili. Qn libro importante per#+9 testimonia la volont6 di resistenza a (na
barbarie in#ombente s(lla nostra so#iet6

10

LE TESTIMONIANZE
Testimonianza di M N ! (l giorno gioved$ 1H mar"o ho avuto una discussione con due militari armati nella mia facolt2, il avale, che si trova a ridosso della E"ona rossaE (tra il 8aschio ,ngioino e il porto). Bo chiesto loro se erano autori""ati a girare armati e mi hanno risposto con una risata. @ata la mia insisten"a, inoltre, hanno arguito che fossi comunista* #uando ho chiesto loro se fosse un pro%lema, la risposta + stata* Enoi tendiamo a reprimere la gente come teE. ComeI !a risposta sa%ato 1< mar"o* ero sui giardini di Pia""a 8unicipio #uando + arrivata sen"a un evidente motivo una pioggia di lacrimogeni (+ evidente che volevano disperderci). (o e altri compagni ci siamo diretti a mani al"ate verso via @epretis, stavamo svoltando lFangolo per calata 3an 8arco (sempre con le mani al"ate) #uando ci + arrivata addosso una carica di finan"ieri. Bo preso una prima manganellata alla gam%a sinistra, mi sono appoggiata alla saracinesca dietro di me, ho guardato un finan"iere in faccia dicendogli che non ero armata, ma per tutta risposta ho ricevuto la seconda manganellata sul %raccio sinistro e via di seguito su tutto il corpo. , pochi passi da me cFera a terra un raga""o gi2 sanguinante sul #uale continuavano a infierire con violenti calci sulle costole e dove riuscivano perché essendo troppi (H o J) non riuscivano neanche a picchiarlo %ene. (ntanto io per il dolore mi sentivo svenire #uando dei raga""i mi hanno trascinato verso di loro dicendomi di al"are le mani. E on fun"ionaE ho risposto Epicchiano lo stessoE. ,%%iamo poi im%occato il vicolo di calata 3an 8arco e ci hanno rincorso anche l$. on si stancavano mai di picchiareG Testimonianza di G " ! 3ono un infermiere. -ro anchFio presente tra #uella moltitudine di manifestanti per le vie di apoli. 8i ero autoincaricato di far parte (come altri) del pronto intervento sanitario. 7n gruppetto nato spontaneamente durante i giorni che preparavano la manifesta"ione interna"ionale. ,utofinan"iati per lFapprovvigionamento di medicamenti e coordinati dalla nostra volont2 di intervenire laddove ce ne fosse %isogno. ( telefonini erano i nostri me""i di contatto. 8i trovavo alla testa del corteo, nel pieno vortice degli scontri. (l tempo sem%rava fermarsi nella spirale di violen"a scatenata dalle Efor"e dellFordineE. ,lla ter"a carica, #uella finale, ero riparato dietro il camion dei centri sociali. (ntermina%ili lanci di lacrimogeni ci impedivano #ualsiasi via di fuga. )icordo di aver visto gruppi di uomini in divisa appostati allFangolo di via G.Pisanelli che sparavano a raffica candelotti di lacrimogeni con #uella specie di mini%a"ooKa in loro dota"ione. -rano piegati sulle gam%e e #uesto fa capire che traiettoria potessero prendere i colpi* alte""a dFuomo. ,ltri esplodevano colpi da armi che non ho identificato, ma non credo di s%agliarmi se penso ai proiettili di gomma . ,ltri lanciavano pietre e #uantFaltro. 7n momento di lucidit2 per riprendermi da #uello scenario di violen"a e ricordarmi della mia EmissioneE.

11

(l primo che mi capit1 di soccorrere fu un raga""o che sanguinava alla testa* vagava stordito sui giardini antistanti il 8aschio ,ngioino sorretto da alcuni suoi amici. (l tempo di rendermi conto della gravit2 della ferita e tamponare lFemorragia con la gar"a che avevo. -ra impossi%ile sostare su #uel prato. (l terrore delle truppe inferocite che ci circondavano ci facevano desistere dallo stare fermi . Ovun#ue cFerano divise che ci intimavano di andare via sotto la minaccia dei manganelli. Ci dirigemmo verso #uella che sem%rava lFultima via di uscita* via 8arina . 7na raga""a lungo la strada, anche lei con il capo insanguinato e con una gran paura addosso, chiedeva aiuto e di potersi riposare. !a prendemmo #uasi di peso e la portammo verso le prime am%ulan"e che arrivavano dal !oreto 8are, credo. ,pro una parentesi di riflessione a riguardo. -F vero che #uella Pia""a era chiusa ai manifestanti , ma che le am%ulan"e non potessero accedervi (cos$ fu nellFimmediato periodo dopo la repressione) per soccorrere #uelli che feriti giacevano agli angoli delle strade, #uesto non so spiegarmelo. - poi, perché non cF+ stato intervento dei P.3. del servi"io di emergen"a dellFospedale ?ecchio PellegriniI -F vero #uanto mi fu comunicato che #uellFospedale posto nel centro storico era completamente %lindato dalle Efor"e dellFordineE e #uindi impossi%ilitato a svolgere le proprie fun"ioni assisten"ialiI (ntorno alle 1= mi giunge una telefonata. -ra un compagno dello 3L, che mi chiede di raggiungerlo perché arrivavano l$ molte persone che avevano %isogno di cure. 9accio in tempo a contattare gli altri componenti del pronto intervento e comunicar loro lo stato delle cose, poi mi dirigo verso il !a%oratorio oKKupato 3L, di calata Crinit2 maggiore. 3em%rava una infermeria da campo. Corpi adagiati un poF dappertutto. Chi con ferite alla testa, chi con arti edematosi. 7n groviglio di feriti sparsi in tutto lo spa"io dellFingresso. (n prevalen"a i feriti erano giovanissimi. )icordo di aver medicato volti tumefatti per violenti colpi di manganello e di scarponi. 8ani gonfie e %raccia contuse che cercavano di riparare organi vitali da calci e pugni. 7n uomo o sulla #uarantina che non riusciva a tenersi in pedi per via della forte contusione alla gam%e sinistra . 7na raga""a colpita allFalte""a dello sterno destro da un lacrimogeno, che aveva pro%lemi a respirare. Giovani che riportavano sanguinamento al capo per evidente lacera"ione del cuoio capelluto, dovuto a pestaggi continui. !a straordinaria solidariet2 dei pi0 coraggiosi, di fronte a #uella scena drammatica, fu un aiuto indescrivi%ile in #uel momento di confusione. Ore e ore a disinfettare, medicare suturare. on posso dire #uante persone furono assistite da #uel pronto soccorso improvvisato* di certo ne sono passati tanti , forse troppi per una manifesta"ione pacifica. Testimonianza di C P ! -ravamo in ritardo* io avrei preferito arrivare comun#ue a pia""a Gari%aldi, ma invece i due amici con cui ero sostengono che + meglio farsi il percorso del corteo al contrario. Perci1 passiamo a ritroso per via )oma e, proseguendo per Pia""a

12

8unicipio, vedo che cF+ un vero e proprio esercito tra poli"ia, cara%inieri e guardia di finan"a. Banno EtappatoE tutte uscite della pia""a lasciando li%ero solo lFaccesso di ?ia @epretis. 8i viene in mente la favola de E(l pifferaio magicoE. -ra fin troppo evidente* avre%%ero lasciato che il corteo entrasse da #uella parte, per poi chiuderlo in una morsa infernale sen"a che nemmeno avesse il tempo di rendersene contoG 8i spavento al tal punto da decidere che io, in #uella pia""a, non ci sarei entrata. ,vendo visto, lungo il tragitto tutti i vari schieramenti delle for"e dellFordine in assetto di guerra gi2 #uando il corteo si era da poco mosso da Pia""a Gari%aldi, ero un poF tesa. 8i accorgo che le mie paure non erano del tutto ingiustificate #uando dallFalto di un muretto, sul #uale ero salita per osservare meglio #uesto mare che avan"ava, vedo la gente che comincia a correre. 3parano i lacrimogeni. Ci sono tanti tra #uelli che scappano che con i manifestanti non centrano nulla* persone che stavano recandosi al lavoro, an"iani, una mamma col carro""ino. )iesco a ripararmi in un portone di ?ia 3edile di Porto. (l primo scontro scatta in Pia""a Dorsa. ( due raga""i che erano con me li ho persi completamente di vista. el posto dove mi sono riparata ci sono tre raga""ine di, credo, appena #uindici anni che tremano terrificate* hanno perso i loro amici in me""o alla carica. CF+ anche una madre che piangendo grida* E8io figlio + l2 in me""o, aiutatemiGE. Cerco di rassicurarla come posso. 3ono ancora nella pia""a #uando ad un angolo vedo sedute due raga""e contuse. CF+ un signore che sta parlando con loro. 3ono davvero conciate male. 8i avvicino, capisco che #uel signore le aveva prestato soccorso, aiutandole ad arrivare dal centro della pia""a, dove erano state pestate, a #uellFangolo un poF pi0 riparato* non lo conoscono. Porgo un fa""oletto ad una delle due che ha il %raccio sanguinante. 3ono di Dologna. Piangono, non per il dolore delle ferite, ma per il modo con cui sono state inflitte. 3ono inciampate mentre la carica era in atto e non sono pi0 riuscite a rial"arsi per la folla di manifestanti che correvano in tutte le dire"ioni. , #uel punto sono state circondate dai poli"iotti che con calci e manganellate hanno inferto i loro colpi fino a farle perdere #uasi conoscen"a. !Faltro signore vuole raggiungere gli altri della manifesta"ione, cos$ mi offro di accompagnarle io in ospedale. ?ia !. 3anfelice + ancora piena di poli"ia, non si pu1 passare, hanno ancora il sangue agli occhi. Prendo lo "aino della raga""a che ha una spalla gonfia (dal gonfiore credo che sia rotta, ma non glielo dico) e torniamo indietro per Corso 7m%erto fino a salire per 8e""ocanone. !oro mi chiedono in continua"ione, se voglio tornare l$ tra gli altri, di indicarle semplicemente la strada, ma racconto #uello che avevo visto a Pia""a 8unicipio e, ad ogni modo, con #uegli occhi colmi di terrore per le violen"e su%ite, credo che chiun#ue, con un minimo di sensi%ilit2, non le avre%%e lasciate sole. 3tavo aiutando due raga""e portandole al pronto soccorso pi0 vicino, cercando, con una %uona parola, di offrire un minimo di conforto. 3emplicemente ci1 che avrei voluto trovare io se mi fossi trovata in una citt2 che non conoscevo, per di pi0 stordita dalle manganellate della poli"ia. -ntriamo al Pellegrini. , raffica, arrivano feriti pi0 o meno gravi. Ci sono #uelli che arrivano con le am%ulan"e, ci sono #uelli che arrivano a piedi* carne da macello.

13

7na giornalista del #uotidiano E!a )epu%%licaE mi si avvicina facendomi una serie di domande, cerco di risponderle per #uanto mi + possi%ile, ma la vista di tutti #uei corpi sanguinanti, mi rendeva sconvolta. ?orrei avere noti"ie delle due %olognesi, se #uella pi0 grave ha sul serio la spalla rotta. 7n signore ro%usto, con i capelli grigi, in %orghese, mi si avvicina* E?enga un attimo con noiE. !$ per l$, penso che forse nellFangolino dove mi ero messa, stavo intralciando il passaggio delle %arelle, che mi devo spostare. (nvece il signore mi afferra per le %raccia, da dietro, e mi porta nella guardiola della poli"ia* E8i dia un documentoE. CFera un altro paio di raga""i #uando sono entrata l$ e a distan"a di pochi minuti sono arrivati altri e altri ancora. Bo visto che segnavano i miei dati, mi sono detta* EOra mi chiederanno come mai ero l$, io dir1 che ho soccorso le due raga""e, mi faranno firmare #ualcosa, mi restituiranno il documento e mi lasceranno andare, tutto #uiGE e invece dopo entra una poli"iotta, o meglio unFispettrice o cosFaltro non so, e sento che dice E3i...si...portateli tutti alla )anieroE. 8i chiamano tra i primi #uattro e penso che + meno male, cos$ mi s%rigo su%ito, su%ito e torno a casaG 9orse #ui non hanno i fogli per le dichiara"ioni, se ne do%%iamo fare una. Provo a chiedere informa"ioni su cosa sta accadendo e perché do%%iamo spostarci, nessuno mi risponde, nessuno mi d2 retta, ci sono altri come me che hanno accompagnato feriti, che provano a spiegare perché erano l2, ma vengono respinti dagli agenti. 3olo #uando esco fuori e mi si avvicina una signora mostrandomi il tesserino dellFordine degli avvocati, comincio a capire #ualcosa. 8i dice* EPer #ualsiasi cosa, sono un avvocato, il mio nome +...E e mentre lo diceva mi hanno spinto nella macchina della poli"ia, che avevo si, visto uscendo, ma che mai avrei immaginato stesse aspettando me. E,lice nel paese delle meraviglieE cominciava a svegliarsi finalmenteG , sirene spiegate e correndo, come se trasportasse chiss2 #uale efferato criminale, lFauto ha preso dire"ione Pia""a @ante per poi, girare per via Droggia, #ui si + %loccata per il traffico. !a gente che aspettava alla fermata lFauto%us, cercava di s%irciare allFinterno dellFauto per cercare di riconoscere il Edelin#uenteE e tra loro, #ualcuno soddisfatto diceva* E,hG 8eno male che ogni tanto fun"iona la giusti"iaGE Ci fermiamo. 8i aprono la portiera e un corridoio di poli"iotti ci EaccoglieE con sputi, insulti e spintoni. -ntro in un grosso stan"one dove sul fondo vedo, cin#ue, sei raga""i inginocchiati, faccia al muro, presi a calci, calci cos$ forti da farli saltare da terra. -F #uello che aspetta anche me. Bo paura. 3ento le gam%e tremarmi tanto che, #uando ci s%attono contro al muro e dicono di inginocchiarci con le mani dietro la nuca, + #uasi un momentaneo sollievo. !e provoca"ioni e gli insulti sono pressanti, mai avrei immaginato che le cose andassero cos$G 3e ti giravi per vedere chi le stesse prendendo, gi0 con calci e pugni anche su di te. Banno fatto cos$ con un raga""o che mi era affianco. Perdi ogni diritto, ti tolgono la dignit2. 8i hanno detto cose orri%ili. Bo cominciato a pregare, la mia dispera"ione e smarrimento richiedevano un urgente %isogno di #ualcosa a cui appigliarmi, in cui trovare for"a. Pregando riuscivo ad isolarmi da tutte le loro provoca"ioni, a non sentire pi0 niente. 3olo ad un tratto, uno mi ha urlato in faccia tirandomi i capelli* E3i sulamentF hannF sfioratF a Fna cullega dda nostF tFammFaccirereFGE(3e solamente hanno sfiorato una nostra collega, ti do%%iamo amma""areG). - mi sono sentita come se mi leggessero una senten"a di morte* colleghi o colleghe loro saranno stati sicuramente feriti negli scontri

14

che ci saranno stati a Pia""a 8unicipio e loro lo sapevano %enissimo, avre%%ero cominciato con una scusa #ualsiasi a prendermi a calci. 3olo lFintervento dei commissari, li ha fatti momentaneamente calmare. 8a ci sono venuti vicino dicendo che appena se ne fossero andati i loro capi per noi non ci sare%%e stato pi0 scampo, che eravamo dei %astardi, che ora, l$ dentro, stavamo facendo le finte pecorelle e che invece non eravamo altro che una massa di sovversivi e per #uesto avremmo pagato. Banno cominciato le per#uisi"ioni* uno alla volta, dentro al %agno, a porta chiusa. ,ncora mi assale il terrore, non capisci cosa ti succede l2 dentro e non vedo poli"iotte in giro, non mi meraviglierei se a per#uisirmi fosse un poli"iotto e mi mettesse le mani addosso. ,rriva il mio turno, nessuna poli"iotta e cF+ un poli"iotto nel %agno. Cemporeggio e, fortunatamente, vedo arrivare una donna in %orghese che mi invita a seguirla. ellFentrare vedo il lavandino pieno di sangue e altro sangue schi""ato Edi frescoE su tutte le pareti. (n #uel momento non capisco* se tutti #uelli che sono l$ provengono dallFospedale, saranno gi2 stati medicati, ricucite le ferite e %endati; allora da dove proveniva tutto #uel sangueI on so darmi una spiega"ione, o meglio, preferisco non darmelaG !a donna dice di spogliarmi. ?orrei dirle che io non cFentro niente, che ho solo accompagnato due raga""e in ospedale, ritenendo di fare una cosa giusta e che invece #uello che stava accadendo non era giusto, ma riesco appena a chiederle #uando finir2 tutto #uestFincu%o. !ei non sa rispondermi, controllando nella mia %orsa trova il telefonino acceso, mi ordina di spegnerlo. @ice che se non lFavessi capito sono Ein fermoE e non ho diritto a comunicare con lFesterno. 8i chiede se ho piercing e mi fa togliere i lacci delle scarpe, dice che con #uelli potrei farmi del male. )ispondo che se non sono loro a farmene, io, da sola, non ho di certo nessuna inten"ione di procurarmelo. Poi mi guarda la collanina che ho al collo, + titu%ante, poi dice che #uella posso tenermela. Prende le due cinture che avevo poggiato nello spogliarmi sul lavandino. -rano entram%e un regalo, le avevo da tempo, ci tenevo molto. Chiedo se le potr1 riavere indietro. on lo sa. ,spetta che mi rivesto ed apre la porta. Penso che forse il peggio sia finito. Bo %isogno di una %ugia da raccontarmi. 8i respingono contro al muro, gi0, in ginocchio. (l raga""o affianco a me sottovoce mi chiede che mi hanno fatto l$ dentro, rispondo che io sono stata per#uisita da una donna che con me + stata a%%astan"a tran#uilla, ma sono pienamente cosciente che per lui non ci sar2 lo stesso trattamento. ( poli"iotti lFhanno preso di mira da come + entrato nella caserma. 8entre lui + dentro, i EcapiE ordinano che chi + stato per#uisito pu1 girarsi e mettersi seduto, sempre gi0, per terra. Cos$ vedo il raga""o che spinto, esce dal %agno. ,ncora lFinsultano, ancora lo provocano pesantemente. ( segni delle percosse sono pi0 che evidenti sul suo volto anche perché prima di entrare l$ dentro era completamente illeso. -ra anche lui al Pellegrini e anche lui era l$ per aver accompagnato una raga""a che ha avuto sette punti di sutura alla testa e contusioni varie. @opo un poF + arrivata anche lei in caserma. 9ino alle 1J continuano arrivare poli"iotti che portano altri raga""i. on riesco a capire ancora #uanti ne siano. 3ono dallFaltra parte dello stan"one e io devo stare seduta per terra, sen"a muovermi e poi cF+ un grande via vai di commissari, agenti in

15

%orghese e tanti altri in divisa. 3tanno portando un raga""o nuovo. !o EdepositanoE vicino a me. -F straniero e non parla la nostra lingua. (l poli"iotto gli chiede i documenti, ma lui non capisce e lo prega di ripetergli la domanda in inglese o in francese. E@icit Fa stuF strun" che mFadda raFe documentGE (@ite a #uesto stron"o che mi deve dare i documentiG). Cos$ un raga""o si mette a fare da interprete. (l nuovo arrivato gli d2 il passaporto. -F svi""ero. !Fagente controlla la fototessera al suo interno ed esclama con un tono ricolmo dFodio* E3$, si/ proprF tu...aF stessF faccFe ca""GE (3$, sei proprio tu...+ la stessa faccia di ca""oG). !o prende a parolacce, per giunta in dialetto, #uando sa che non capisce. 8a lui insiste, cos$, giusto per soddisfa"ione personale. Poi si allontana chiamando un collega* E?ediI ,%%iamo preso anche un clandestino...E. Ormai + tre ore che sono #ua dentro. essuno ci dice niente, nessuno ci d2 delucida"ioni su cosa sta accadendo, nessuno, oltre ai nostri dati, ci chiede #ualcosa. 5uei pochi che tentano di spiegare la loro posi"ione vengono respinti e presi in giro dai poli"iotti, ai superiori, figuriamoci, non ci si pu1 nemmeno accostare. @al fondo della stan"a sento che un agente risponde ad un raga""o, che ha chiesto di poter telefonare a casa, che non era possi%ile, in #uanto, se eravamo stati arrestati ne avevamo diritto, essendo semplicemente fermati noG on credo che si permettano di trattare i camorristi come stanno trattando noi. (mprovvisamente mi si avvicina un poli"iotto, si china verso di me e sen"a spiegarmi nulla mi dice di firmare. (ntontita prendo la penna che mi porge, sto #uasi per firmare, #uando mi ErisveglioE e mi viene in mente (3acrilegioG !$ dentro non hai diritto di pensare solo di eseguire ci1 che ti viene ordinato) di approfittare di #uella prima e unica occasione che avevo per capire finalmente, di che cosa ero stata accusata. Come mai ero stata EfermataE se ero gi2 ferma per fatti miei fuori un ospedaleI (l poli"iotto, vedendo che non scrivo mFindica nuovamente l$ dove devo apporre la mia firma. Gli dico che mi rifiuto e dopo tutte le minacce e le provoca"ioni, credo che di aver usato tutto il mio coraggio per farmi uscire #uella frase. ,vevo letto che erano segnate le due cinture che mi avevano preso* sono diventate oggetti pericolosi sottoposti a se#uestro. Penso che sono le stesse identiche cinture che hanno riempito in #uestFultimo periodo %ancarelle, nego"i, le passerelle delle pi0 famose case di moda. Credo che da domani, a #uesto punto, dovranno avere il permesso di porto dFarmi un poF tutti, allora, per indossarleG Pi0 in fondo alla pagina cF+ scritto #ualcosa riguardo alla manifesta"ione e che ero stata EfermataE l$ in me""o, forse mentre commettevo #ualcosa di violento, ma, a dir la verit2, non riesco a leggere %ene* lFagente indicandomi il posto dove devo firmare me lo impedisce, e #uando provo a spiegargli, timorosa, che la mia storia + differente da #uella riportata su #uel foglio, nervosamente si allontana sen"a lasciarmi finire di parlare. 8i convinco che vada a chiamare #ualche superiore, che #ualcuno, vista la mia rea"ione, mi ascolti, ma niente. ,ltri poli"iotti si avvicinano per far firmare altri raga""i attorno a me e loro, ormai distrutti fisicamente e psicologicamente, sen"a opporsi, eseguono lFordine. Cos$ come li hanno ridotti, fare%%ero #ualun#ue cosa che li consenta di a%%reviare #uella tortura.

16

Ora che devono compilare tutte #uelle scartoffie, gli agenti prestano meno atten"ione a noi e riesco a scam%iare #ualche parola con #uelli che mi sono pi0 vicini. Ci sono due raga""i di Padova, erano venuti alla manifesta"ione anche come scusa per vedere un poF apoli. Banno circa ventFanni. !a raga""a + stata colpita da manganellate alla testa durante le cariche a Pia""a 8unicipio, poi continuandomi a raccontare, mi mostra la schiena. 7n orroreG A unFunica macchia violacea. Ba del sangue che continua ad uscirle da una delle ferite alla testa e nonostante #uesto + stata picchiata anche una volta arrivata in caserma, sen"a un minimo di piet2. (l fidan"ato lFaveva accompagnata in ospedale. 3ono stati tra i primissimi ad arrivare. 8i spiega che era una delle prime volte che partecipavano ad un corteo. ,vevano saputo che nei giorni precedenti non cFerano stati incidenti, nonostante ci fossero state altre ini"iative contro il Glo%al 9orum, e sono partiti sereni. !ui durante gli scontri in Pia""a era riuscito a ripararsi. 8a vedo che ha un la%%ro spaccato e gli chiedo spiega"ioni. @urante la per#uisi"ione, in %agno, a porte chiuse, un poli"iotto lFha fatto spogliare e dopo un tentativo di violen"a sessuale, lui ha reagito, dopo di che + stato picchiato selvaggiamente. 8i indica un altro raga""o, dicendomi che con lui + capitata una cosa simile. ,d un altro durante la per#uisi"ione, hanno ridotto in mille pe""i una cin#uantamila lire che gli hanno trovato nel portafoglio e gli hanno distrutto il telefonino. 8i mostra il cellulare col displaM e la tastiera completamente spaccata, irrecupera%ile. CF+ un altro ancora che stava passeggiando per fatti suoi, appena sapeva della manifesta"ione. 3i + trovato da #uelle parti e si era fermato a guardare. 5uandF+ scattata la carica nemmeno ha avuto il tempo di accorgersene* + stato accerchiato dalla poli"ia, erano almeno in cin#ue, dice, e gi0 con %otte a pi0 non posso. 5ualcuno lo ha poi accompagnato alla prima am%ulan"a arrivata. ,rrivato al Pellegrini + stato EfermatoE. -ccole #ua le storie dei Epericolosi sovversiviE %loccati dalla poli"ia e come #ueste tante e tante altre. (l pi0 Erivolu"ionarioE mormora non + cos$ che uccideranno i suoi sogni. CF+ anche un avvocato. Ba trovato una raga""a pestata per strada e lFha accompagnata al pronto soccorso, una storia simile alla mia. onostante a%%ia mostrato il tesserino dellFordine + vestito con un giu%%otto di pelle, da EmanifestanteE ed + stato portato in caserma anche lui. Ore1<. ,lcuni poli"iotti ci dicono che tra un poF ci lasceranno andare. (o sono sempre in attesa del momento in cui mi faranno fare una deposi"ione. 5ualcuno chiede EdopoE che succeder2, #uali conseguen"e avremo, ma non rispondono, sono evasivi, #ualcuno di loro cita #ualche articolo, #ualche numero. 8i sem%ra #uasi fatto apposta per non farci capire, vorrei chiedere a #uellFavvocato, ma lFhanno chiamato per lFennesimo controllo dei documenti. ?edo dei flash, credo siano giornalisti e invece hanno cominciato a fare le prime foto segnaletiche. Oramai non mi stupisco pi0, ormai non vedo lFora di uscire da #uesto posto soffocante e umiliante, e %asta. Chiamano uno alla volta, ma prima di vedere il flash scattare, passa un poF di tempo* che sia arrivato il momento che chiedono #ualcosaI Che ci ascoltanoI ,ttendo che chiamino il mio nome, temendo di non riuscirlo a sentire #uando lo faranno e di rimanere ancora altro tempo l$. 9inalmente mi chiamano* E-ccomiGE vado verso una scrivania. -F il mio momento, ora mi chiederanno perché non ho voluto firmare il ver%ale e io spiegher1

17

tutto. 7n signore pi0 an"iano, forse un superiore, mi chiede se ho un documento, tiro fuori dalla %orsa lFa%%onamento. !ui si arra%%ia. @ico che non ho altro* ECapisco che non + un documento ma cF+ la foto, ci sono i miei dati, meglio di nienteGE 3crivono il mio nome, cognome, chiedono il nome di mio padre e tutto il resto. @opo aver segnato tutto il signore mi chiede* ECu sei dFaccordo, vero, con #uesto contro4Glo%alIE. 8i stanno finalmente dando la possi%ilit2 di essere ascoltata, mi sem%ra incredi%ile. Dal%ettando dico*E8i lasci spiegare...E E3$, s$, sempre la stessa storia, vai a fare la foto, vaGE. 8i danno un numero da attaccarmi in petto. (l fotografo dice di accostarmi al muro, poi mi chiede come mai non avevo i lacci. 9orse voleva fare una %attuta, o forse era solo curiosit2. E5ui me li hanno presi. 3ono stati loroE e scatta la prima foto. EOra girati, guarda verso #uel muroE Provo una profonda vergogna in #uellFistante. 3catta la seconda. 8i tolgono il numero. Ormai + fatta. on so cosa scriveranno accanto a #uella foto, ma ora sono schedata a tutti gli effetti. on conosco #uesto, a livello %urocratico, civile o penale, cosa possa significare, ma sento gi2 profonde le ferite psicologiche che #uesta giornata mi ha procurato. 7miliata, provocata, accusata, malmenata e tutto #uesto per aver avuto compassione di due raga""e, per aver creduto di stare compiendo onestamente un mio dovere. on posso dire di pentirmi per ci1 che ho fatto, come potrei farloI @evo dire che la prossima volta che vedo #ualcuno in difficolt2, proseguo per la mia strada ignorandoloI 8i rifiuto al solo pensieroG Ci hanno messo in unFaltra fila, da #ui, due alla volta, ci scorteranno fin fuori la caserma. Bo lo sguardo perso nel vuoto, mi sento come ipnoti""ata aspettando lFultimo ordine di al"armi per poi uscire. 3ono tra gli ultimi. 3iamo in #uattro ad essere chiamati. ,nche loro si sono stancati e vogliono tornarsene a casa. -sco dal portone, fuori pioviggina, ho freddo. 3tamattina, #uando sono uscita, cFera un %ellissimo sole che troneggiava in un cielo a""urrissimo e avevo deciso di lasciare a casa il giu%%otto. Canto per pran"o sarei tornataG on riesco a camminare %ene, sen"a i lacci. (l poli"iotto che ci accompagna con aria #uasi paterna ci chiede perché facciamo #ueste manifesta"ioni, tanto + cos$ che vanno le cose e ad andare contro ci rimettiamo solamente. essuno gli risponde. Che senso avre%%eI 8entre proseguiamo (+ una lunga discesa #uella per arrivare al cancello che d2 sulla strada o a me sem%ra non finisca maiG) ci passa una macchina affianco* E?uttlF tuttF #uantF rindF aFmmunne""GE (Duttali tutti #uanti nellFimmondi"ia). A cos$ che un poli"iotto dallFauto grida al collega che ci scorta. E!ascF eFst2...E (!asciali stare) risponde lui* ECanto sFvere che soF tuttF %ravi guagliuneGE (tanto si vede che sono %ravi raga""i). 5uesta frase mi arriva come lFennesima pugnalata della giornata. 8a comeI 3e si vede che siamo %ravi raga""i, che significato ha tutto #uello che + accadutoI 3ono andati volutamente a prendere i pi0 de%oli, i meno esperti, #uelli che non pensavano che correndo in ospedale sare%%ero andati incontro ad un pericolo. ,rriviamo al cancello, fuori ci sono i familiari dei raga""i e #ualche avvocato che non hanno lasciato entrare. Ci accolgono con un applauso, come fossimo degli eroi. 8a non siamo eroi, siamo solo delle persone che si sono recate ingenuamente dritti nella tana del lupo. Che sono state picchiate e insultate con la piena consapevole""a, da parte delle for"e dellFordine, di aver a che fare con la gente s%agliata. 8i + stato esplicitamente

18

detto* E oi #ualcuno do%%iamo pur prendere. 3e non volevate correre #uesto rischio rimanevate a casa. ?i sia di le"ione per la prossima voltaGE. 3ono disillusa e sconfortata. Credo che delle umilia"ioni su%ite nessuno ci render2 conto. @elle percosse e delle violen"e nessuno verr2 mai a sapere e, in ogni caso, sare%%e sempre la parola nostra contro la loro, la parola di uno schedato contro un poli"iotto* assolutamente sen"a alcun valore.2

2

(da2 NNN.reti4invisi%ili.netOnapoli17marzo:1O)

19

IL DOSSIER DELLA RETE NO GLOBAL # MARZO $%%&
I' 'i()o (ianco $aminiti in )(esti s(oi M3pp(ntiM, #er#a di dare respiro e vo#e ai %atti a##ad(ti d(rante )(ei )(attro giorni a Napoli, prel(dio alle s(##essive dolorose vi#ende. La s(a attenzione pertanto, si %o#alizza s(lla giornata del 17 marzo !""1, #on la parti#olareggiata des#rizione degli avvenimenti #+e in prima persona videro presenti, moltissime persone alla mani%estazione internazionale #ontro la globalizzazione neoliberista viss(ta per al#(ni #aramente s(lla propria pelle e ra##ontato. Cali M3pp(ntiM, riportano le di#+iarazioni di )(anti, variegate realt6 in#l(se, #ontrib(irono alla #ostr(zione della mobilitazione a Napoli. $oloro #+e +anno riten(to opport(no rilas#iare )(este di#+iarazioni sono donne e (omini d4ogni et6, st(denti, lavoratori dipendenti ed a(tonomi, diso##(pati, liberi pro%essionisti, in al#(ni #asi adoles#enti alla loro prima mani%estazione. <(este testimonianze, in breve, rappresentano t(tte )(elle variegate realt6 #+e in )(ei giorni erano presenti per parte#ipare ad (n reale #ambiamento dello stato di #ose presentiF (na mani%estazione )(ella del 17 marzo !""1, #omposita e pl(ralista. “C(tte le testimonianze ra##olte, +anno messo in moto (n pro#esso #onos#itivo non %iltrato da organi di stampa n9, tanto meno, da pre#on#etti s( )(anto a##ad(to2 %are l(#e s( )(anto s(##esso nei giorni tra il 14 ed il 17 marzo, %are #onos#ere la verit6 in ordine alle prati#+e messe in atto da t(tti i #orpi dello 0tato italiano #+e detengono il monopolio dell4(so della violenza. 1er %are #i7 abbiamo G stato pre%erito e de#iso di las#iare anonime le di#+iarazioni av(te e )(esto sopratt(tto per d(e motivi strettamente #onnessi tra loro2 da (n lato la garanzia dell4anonimato +a permesso ai di#+iaranti di ra##ontare t(tto )(anto %osse loro a##ad(to senza al#(n timoreF dall4altro l4anonimato garantis#e i di#+iaranti rispetto a non improbabili %orme di ritorsione #+e altrimenti avrebbero pot(to s(bire.”

20

LE TESTIMONIANZE RACCOLTE NEL LIBRO
Testimonianza de' Coo)dinamento de' *e)sona'e de' &&+ ei #uattro giorni precedenti alla manifesta"ione avevamo visto la militari""a"ione della citt2, l/enorme schieramento di for"e intorno alla '"ona rossa& tant/+ che l/autoam%ulan"a che varcava la linea per #ualsiasi urgen"a veniva per#uisita come + successo il venerd$ 1J mar"o ore 1..=: a pia""a Ple%iscito. ,llora avevamo capito che l/indomani sare%%ero successi incidenti ed i fatti ci hanno dato poi ragione. !e testimonian"e raccolte dagli operatori presenti in servi"io il 1< mar"o sono in linea con #uanto apparso nei giorni successivi sugli organi di stampa. ( nostri operatori hanno sottolineato che + stata usata spesso una violen"a gratuita e che la stessa a parole degli operatori era arrivata con sistematica precisione dalle for"e dell/ordine. -ssi hanno visto colpire raga""i e raga""e mentre cercavano una via di fuga lontano dal centro degli incidenti. 5ualcuno aggredito mentre era seduto sui giardini antistanti il 8aschio ,ngioino con le mani al"ate in segno di resa. ,nche una nostra am%ulan"a + stata oggetto di sfogo da parte delle for"e dell/ordine perché gli operatori si erano rifiutati di far scendere i cin#ue raga""i che erano a %ordo per far posto ad un cara%iniere ferito. Come fatto gravissimo + impedire agli operatori sanitari di accompagnare gli infortunati nei locali del pronto soccorso al vecchio Pellegrini pretendendo che gli operatori lasciassero i raga""i nei locali dei custodi. 3iamo convinti che la situa"ione + sfuggita di mano a chi doveva coordinare le for"e dell/ordine; diciamo anche che si + voluta spegnere una protesta democratica e civile contro chi oggi nel nome del mercato glo%ale sta allargando sempre pi0 la for%ice tra ricche""a e povert2 in ogni parte del pianeta. Condanniamo #ueste forme di violen"a, solidari""iamo con i giovani feriti e diciamo un gra"ie alle migliaia di raga""i del ' o Glo%al& che hanno ridato for"a e fiducia a chi come noi vive #uotidianamente la frantuma"ione del lavoro, la concerta"ione e la massima precari""a"ione. Gra"ie raga""i. ,i lavoratori di #ualsiasi settore gridiamo '3u la testa&. Testimonianza di E , ! Bo letto la cronaca degli scontri sul '8anifesto&. @ov/era #uel giornalistaI on certo alla stessa manifesta"ione che ho visto ioG !a manifesta"ione si é svolta nella parte %assa della pia""a, verso il castello angioino, non nella parte alta, dove sta il 8unicipio. ( primi candelotti, a freddo, sen"a preavviso, sono stati sparati non verso la parte %assa della pia""a, verso il Castello, dov/era la testa del corteo e #uel tentativo di 'sfondare& con le %arriere di ple6iglas, e neanche verso la coda del corteo che ancora affluiva verso la pia""a, dove dicono vi siano stati pro%lemi con alcuni raga""i 'fuori controllo&. ( primi candelotti sono stati sparati verso di noi, vecchietti e pensionati, che eravamo defilati rispetto al corteo, seduti sulle panchine davanti al municipio ad osservare ci1 che stava accadendo pi0 in %asso. ,ccanto a noi c/era un gruppo di senegalesi che cantavano e %allavano. Certo, non eravamo 'neutrali&. -ravamo l$ anche noi per manifestare, per esserci. 8a eravamo sicuramente i pi0 innocui, non a%%iamo pi0 il fisico per certe cose, e neanche le gam%e per correre, ma volevamo ugualmente esserci, anche se un poco discosti, in

21

cerca di un po/ d/om%ra e attratti dalle panchine attorno alle fontanelle e dall/er%a delle aiole. Banno sparato i primi candelotti proprio su di noi. 9orse volevano disperdere noi 'vecchietti& per non travolgerci nella carica, per avere campo li%ero e per poi scendere pi0 comodamente verso la parte %assa della pia""a ed attaccare la manifesta"ione sul fianco... 8a non penso che l/a%%iano fatto per gentile""a, per evitare di gettare a terra la vecchietta col cagnolino, o di far sfuggire di mano il passeggino a #ualche signora, con l/inevita%ile effetto PotemKin. 9orse li distur%ava il colore della pelle dei senegalesi, o il fatto che avevano voglia di cantare e %allare, nonostante tutto... on so #uale fosse la loro inten"ione. Comun#ue posso testimoniare che i primi lacrimogeni sono stati sparati sulle aiole del 8unicipio dove eravamo poche decine, al massimo centocin#uanta, duecento persone, per lo pi0 an"iani e signore con i %am%ini in carro""ella che cercavano l/om%ra sotto gli al%eri. Poi sono partite le cariche verso la parte di sotto. 3cendevano dai vicoli dietro il 8unicipio, a centinaia, e sparavano lacrimogeno in #uantit2 industriale, sen"a tener conto che la %re""a soffiava dal mare, ed il fumo andava tutto verso il centro della citt2... Ba un %el dire il signor 5uestore di apoli che le for"e dell/ordine sono state aggredite ed hanno reagito. on é affatto veroG !oro, i poli"iotti, hanno aggredito prima noi, vecchietti, mamme coi %am%ini, senegalesi, passanti, curiosi, ecc. con i lacrimogeni. Poi sono partite le cariche contro una manifesta"ione che fino a #uel momento era stata del tutto pacifica. !o posso testimoniare, perché, da sopra, si vedeva #uasi tutto il corteo, salvo l/ultima parte, dove stavano le %andiere dei ?erdi, che ancora dovevano entrare in pia""a. !e for"e di poli"ia, a apoli, erano fuori controllo. , Crieste, due settimane prima, in una situa"ione analoga, la poli"ia si + ritirata in ordine ed ha lasciato scorrere il corteo pacificamente, fin sotto le finestre dei pala""i dove si svolgeva ilG., e non c/é stato il minimo scontro, né alcun danneggiamento. (l giornalista del 8anifesto forse era accecato dal fumo dei lacrimogeni. O forse anche lui dalla campagna elettorale, come tutti i CG ),(. 3to male a dirlo* sem%rava #uasi pi0 o%iettivo -milio 9ede. ,desso vomito.
Testimonianze di G P - B L - L . e , N

5uando sono cominciate le cariche, verso le 12*=:, eravamo dietro allo striscione dei COD,3 alla testa del corteo. 3uccessivamente, per cercare un riparo, ci siamo recati sui giardinetti del 8aschio ,ngioino, sotto l/arco che porta al castello. 5uesto luogo era ostruito dai cellulari dei cara%inieri. -ravamo impossi%ilitati a muoverci perché le cariche avvenivano proprio davanti a noi. ,%%iamo visto picchiare vari raga""i davanti ai nostri occhi. 5ualcuno di #uesti raga""i + riuscito a mettersi dietro di noi. (n un momento a%%iamo visto arrivare dalla pia""a un folto gruppo di cara%inieri agitati ed urlanti. oi a%%iamo al"ato le mani. @opodiché + arrivato un graduato dei cara%inieri al #uale a%%iamo detto* '3tate calmi, non stiamo facendo nulla&. !ui ci ha intimato di metterci a sedere a terra in ginocchio e ci ha chiesto i documenti. oi li a%%iamo dati. Ci hanno detto di ritirarli pi0 tardi alla caserma di pia""a Carit2 (Pastrengo). 3iamo rimasti l$ %loccati per un po/ di tempo.

22

@opo ci hanno scortato fino a via 8arina. , #uel punto ce ne siamo andati. ,%%iamo pensato che non fosse opportuno andare a prendere su%ito i documenti sen"a un legale. a%%iamo aspettato fino al luned$ successivo per avere indietro i documenti. 3iamo andati prima in #uestura ma l$ ci hanno detto che i documenti non li avevano loro e che saremmo dovuti andare alla caserma Pastrengo. 3iamo andati alla caserma e l$, verso le 1.*:: ci hanno ridato i documenti. essun cara%iniere ha voluto dichiarare con chi stessimo parlando o chi fosse il responsa%ile. on ci hanno dato alcun ver%ale di se#uestro né, tantomeno, di disse#uestro, il tutto + #uindi avvenuto nel pi0 totale silen"io riguardo alle procedure seguite. Testimonianza di N V ! (o sono avvocato e mi sono trovato, dopo le cariche a pia""a 8unicipio, ad incontrare #uattro insegnanti facenti parte dei Co%as scuola, di cui una + una mia amica. 8i hanno raccontato che poco prima, davanti al 8aschio ,ngioino, si trovavano con degli studenti ed hanno tentato di difenderli da una carica. Gli agenti (poi a%%iamo capito che si trattava di cara%inieri) hanno puntato allora i manganelli alla testa degli insegnanti, li hanno fatte inginocchiare, ed hanno preso i loro documenti d/identit2, dicendo* 'non vi picchiamo solo perché siete persone adulte&. @opo #uattro o cin#ue minuti li hanno lasciati andare ma sen"a restituire loro i documenti dicendo* 'se venite oggi pomeriggio verso le tre in 5uestura ve li ridaremo&. 5uando gli insegnanti mi hanno incontrato, volevano un consiglio e mi hanno chiesto di accompagnarli in 5uestura. Ci siamo rincontrati allo 3Ka verso le 1P.=: e a%%iamo consultato anche un altro avvocato* a%%iamo convenuto che era meglio non andare, perché temevamo che fossero fermati perché nell/imminen"a dei fatti. 3uccessivamente a%%iamo saputo che allo stesso #uestore era stato chiesto conto anche dal senatore G. )usso 3pena del 'se#uestro& di documenti d/identit2 ai danni di numerosi manifestanti. (l luned$ successivo mi ha chiamato il segretario prov. di ).C., dicendomi che sia il 5uestore che il capo della @igos disconoscevano che dei poli"iotti potessero avere preso dei documenti in #uesto modo. ?ista la situa"ione KafKiana, ci siamo recati verso le #uattro e me""a in 5uestura, io ed i #uattro insegnanti, e l$ nessuno ci ha dato spiega"ioni precise, finché ci hanno detto di ritornare un/ora dopo agli uffici della @igos, e che loro avre%%ero ricostruito se il fatto fosse avvenuto ad opera di poli"iotti di fuori apoli o da parte di altri corpi di poli"ia. 7n/ora dopo finalmente, arriva un dirigente della @igos e ci dice che #uesti documenti sono presso la caserma Pastrengo dei cara%inieri, e di recarci l$. oi a%%iamo insistito perché prima che noi arrivassimo l$ lui li chiamasse, cosa che lui si + impegnato a fare. ,rrivati alla caserma Pastrengo, il centralinista, invece, ci dice di aspettare* non sem%rava informato della cosa. ,lle nostre insisten"e, e sentendo il nome del fun"ionario della @igos che ci mandava, ci disse che ci avre%%e fatto parlare con il maresciallo incaricato del servi"io di giornata. 1: minuti dopo, viene il maresciallo e sen"a presentarsi ci dice* ',vvocato, se non ci sono i diretti interessati io non posso darle niente, #uindi non mi dica che sono loro se non sono loro.&

23

(o gli ho fatto notare che #uesto atteggiamento sospettoso mi sem%rava fuori luogo, e gli ho chiesto di identificarli se aveva dei du%%i. , #uel punto chiede agli interessati la data di nascita, poi si allontana e dopo altri 1: minuti torna con i documenti. on ha detto se ci fosse o meno una denuncia a carico delle persone. 3ottolineo che #uesto 'se#uestro& in realt2 non ha mai visto la presen"a di un ver%ale relativo.

24

COORDINAMENTO GENITORI E PRO,ESSORI
A con sdegno che denun"iamo le violen"e praticate dalle 'for"e dell/ordine& nei confronti di raga""i di 1P41H anni durante la manifesta"ione a apoli. Pensavamo fosse ancora un diritto manifestare un dissenso. ,%%iamo mandato i nostri figli con serenit2 ed a%%iamo veduto poli"iotti effettuare cariche sen"a alcun motivo all/alte""a di Calata 3an 8arco su raga""i inermi che li avevano chiamati servi dello 3tato (molti genitori erano vicini allo s%arramento dei poli"iotti e lo testimonieranno). 5uando il gruppo che voleva for"are lo s%arramento + avan"ato, a%%iamo veduto gli studenti ginnasiali che con le mani al"ate arretravano verso la ringhiera del 8aschio ,ngioino per tirarsi fuori dalla mischia ma non + servito. )aga""i che chiedevano di allontanarsi alle for"e dell/ordine (era stato nostro il consiglio ingenuo* in caso di tafferugli, rivolgetevi alla poli"ia e chiedete di allontanarvi) dichiarando con le mani al"ate e le facce da #uattordicenne* 'sono uno studente vorrei allontanarmi&, hanno ricevuto manganellate in testa per il solo fatto di essere l$. ,ltri sono stati selvaggiamente picchiati e trascinati con violen"a inaudita verso i cellulari. @i tutto #uesto il #uestore deve rispondere. Chiediamo le dimissioni del 5uestore di apoli #uale responsa%ile di atti che consideriamo inaccetta%ili in un paese democratico. Testimonianze di , A - L A - G B - I B - L L - P R - M P S - P S - G T e MT ,deriamo all/ini"iativa del 'Coordinamento genitori& che ha denunciato l/operato delle for"e dell/ordine in occasione della manifesta"ione ' o glo%al forum&. 8olti di noi sono stati testimoni di comportamenti incredi%ili, da parte di poli"iotti, finan"ieri, cara%inieri che sem%ravano impa""iti e che si avventavano con sadismo proprio contro i pi0 giovani. 3ono comportamenti che vanno colpiti e san"ionati, non certo coperti e giustificati come sta tentando di fare il #uestore di apoli. Testimonianza di , G ! -rano le 12*=: circa e mi trovavo su via @epretis. !a strada era deserta e si vedevano in fondo solo camionette di poli"iotti. Ci siamo diretti verso la pia""a 8unicipio da Pia""a Dorsa. -ro con altre P persone estranee alla manifesta"ione. ?erso la fine di via @epretis ho visto poli"iotti picchiare un raga""o poggiato al muro. 8io fratello prende la macchina fotografica dalla %orsa e in #uel momento si avvicinano a noi sei poli"iotti. Ci urlano di levare il rollino dalla macchina e noi lo facciamo. Ci dicono di andarcene ma noi rimaniamo l$. Per una seconda volta ci intimano di levare il rollino dalla macchina nonostante noi lo avessimo gi2 fatto. Chiediamo il perché ma loro immediatamente minacciano di picchiarci e nello stesso momento prendono la macchina e la scagliano contro il muro mantenendola per la cinghia. , #uel punto io e mio fratello, innervositi, civilmente protestiamo a parole, e di risposta, continuando a minacciarci ci spingono via a calci. @a #uel momento siamo scappati in un vicolo insieme ad altre persone.

25

Testimonianza di A I 2 (o mi trovavo con gli studenti del liceo Genovesi a Pia""a 8unicipio, vicino alla ringhiera dei giardini del castello. on stavo facendo nulla e con le mani al"ate ho chiesto ad un cara%iniere di lasciarmi andare via. ello stesso momento si avvicina una raga""a chiedendo anche lei la stessa cosa ad un poli"iotto. @i tutta risposta ha ricevuto una manganellata. Poli"iotti e cara%inieri ci spingevano verso la pia""a accerchiandoci. ,ltre persone si sono %uttate nel fossato, prese dalla paura. Bo sentito dire da un cara%iniere* 'entrate dentro, entrate dentro& , riferendosi alla pia""a. 3u%ito dopo noi stavamo scappando verso il camion di )ifonda"ione Comunista che stava dall/altra parte della pia""a, verso via 8edina. (n #uel momento i cara%inieri si avvicinavano sempre di pi0. (o ero sempre di spalle ai cara%inieri e con le mani al"ate. Bo sentito dire* '?ai, ?ai& e ho avuto due colpi di manganello dietro la schiena e sulla testa. 3cappando verso il camion di ).C. stavamo avendo un altro attacco da parte dei finan"ieri che venivano dalla parte %assa della pia""a, dal lato di via @epretis. 3ono riuscito a scappare verso la 8arina seguendo il camion di ).C. che chiedeva ai poli"iotti di fare strada per farci uscire dalla Pia""a. Testimonianza di A R 2 3ono una studentessa di 1< anni. 3iamo arrivati pieni di sogni, eterogenei e fieri delle nostre diversit2. 3apevamo tutti che alla fine #ualche carica ci sare%%e stata. 8a eravamo l$ per difendere il mondo e le nostre idee, e credevamo che né l/opinione pu%%lica, né i poli"iotti sare%%ero riusciti a fermarci. -videntemente ci s%agliavamo, visto che gi2 a met2 del percorso tutte le viu""e laterali erano piene di poli"ia. , pia""a municipio, non appena siamo entrati tutti, la guardia di finan"a ci si + chiusa silen"iosamente alle spalle, %loccando l/ultima via d/uscita. !a tensione cresceva, la richiesta di far passare una delega"ione era stata respinta, e nell/angolo superiore della pia""a (#uello chiuso col muro di ferro) cominciavano a volare i sanpietrini. (n un attimo un/ondata di panico ha percorso la pia""a, le vie di uscita erano tutte %loccate. 7n mio amico che in #uel momento era alla Di%lioteca a"ionale mi ha poi raccontato di aver sentito dire dal capo della poli"ia, di fianco al 5uestore* 'Caricate su tutti i fronti&, contrariamente a #uanto dichiarato dallo stesso (""o... 3o solo che le cariche sono partite a distan"a di pochi secondi da tutti i lati, piovevano fumogeni o peggio, venivano lanciati ad alte""a d/uomo, e non si capiva pi0 nulla. 3fuggendo a due cariche siamo riusciti a rifugiarci in un cortile, con gli occhi devastati dai gas. @opo circa P: minuti ci + arrivato un 'ultimatum&* 'O uscite voi, o entriamo noi&. on c/era molto da scegliere, e cos$, mani in alto e volto scoperto, come in un surreale Nestern ur%ano, siamo usciti dal nascondiglio. Testimonianza di V P 2 5uando ormai il corteo, dopo numerose cariche, cercava di defluire, tra pia""a 8unicipio e via @epretis ho visto prendere a manganellate, calci, pugni, due raga""ini

26

di 1=41P anni da < o . celerini. (l pestaggio + continuato per almeno un minuto anche dopo che erano caduti a terra. @opo pi0 di me""/ora la pia""a continuava a rimanere chiusa, %lindata da tutti i lati, e ancora non riuscivamo a defluire* #uanti cercavano di passare, anche in piccoli gruppetti, erano sistematicamente aggrediti e picchiati da celere e guardia di finan"a. , un certo punto mi sono reso conto che c/erano moltissimi raga""i asserragliati negli androni dei pala""i di via Calata 3. 8arco. ,lmeno tre di #uesti grandi androni erano pieni di gente, soprattutto giovanissimi, era incredi%ile, in ognuno ce n/erano centinaia, erano saliti su per le scale dei pala""i e nonostante #uesto gli ultimi che erano riusciti ad entrare erano appoggiati all/interno dei portoni, vicino ai vetri presi ra%%iosamente a manganellate, e costretti a vedere e sentire le minacce delle for"e dell/ordine che li assediavaG ,llora ho cercato di trattare con la @igos per farli uscire, e #uesti fun"ionari mi hanno assicurato che li avre%%ero fatti uscire sen"a sottoporli ad ulteriori violen"e. 8a #uando i raga""i hanno tentato di uscire, gruppi numerosi di celerini e finan"ieri, urlando minacce e insulti sono ripartiti alla carica contro di loro. ( fun"ionari hanno faticato moltissimo a trattenerli, ed io stesso ho rischiato di essere preso a manganellate. !a cosa si + ripetuta uguale ogni volta che si riapriva un portone per far uscire i manifestanti. Testimonianza di D M ! 3tavo tran#uillamente con la mia raga""a e i miei compagni di scuola sui giardinetti del 8aschio ,ngioino, eravamo sdraiati tutti sul prato, contenti della manifesta"ione e di stare l$ tutti insieme, #uando da lontano a%%iamo visto le prime cariche colpire il corteo, e gente correre proprio verso i giardini. Ci siamo al"ati, ed io ingenuamente ho detto agli altri '3postiamoci vicino alla ringhiera del fossato, l$ non ci faranno mai niente, lo vedono che stiamo tran#uilli, non caricheranno mai&. @opo neanche cin#ue minuti + partita la carica* venivano dal porto verso la pia""a e ci hanno investito in pieno. oi siamo stati schiacciati sulla ringhiera dalla gente presa dal panico. -ra una situa"ione pericolosissimaG (o urlavo di stare con le mani al"ate, ancora convinto (che ingenuoG) che cos$ avre%%ero smesso di caricarci. 8acchéG Poi tutti hanno cominciato a scappare correndo verso il cantiere della metropolitana* forse si era aperto un varcoG 3coppiavano vicinissimi i lacrimogeni, la mia raga""a non ci vedeva pi0, io invece forse gra"ie alle lenti a contatto, #ualcosa vedevo e cos$ a%%iamo corso insieme riuscendo a raggiungere via 8arina. !$ ci siamo fermati, una raga""a si + sentita male ed + svenuta. ,%%iamo visto sfrecciare davanti a noi altre tre camionette di cara%inieri che sgommando sono entrate a pia""a 8unicipio. Testimonianza di C , 2 3tavo con i miei compagni di scuola sui giardinetti del castello verso il porto. ,%%iamo visto le cariche dall/altro lato della pia""a e con H4J amici a%%iamo deciso di andarcene. C/era un massiccio cordone formato da celerini e cara%inieri, e noi ci siamo avvicinati ai cara%inieri per chiedere di farci uscire, di farci andare via. @ue di noi li

27

hanno fatti passare, perché c/era un fun"ionario di poli"ia che era disponi%ile a farci uscire, per1 su%ito + arrivato urlando un cara%iniere coi gradi, era del nord, che ci ha gridato #uesta frase piuttosto sconclusionata* 'Ci avete fatto inca""are, avete rotto i coglioni, noi vi a%%iamo dato dei segnali, ora P,)CO, P,)CO, P,)COGGG& (sic). oi eravamo ancora in fila indiana e con le mani al"ate, circa cin#uanta persone, ma ci hanno %loccato. (o sono stato il primo tra noi ad essere %loccato, mi hanno dato uno scudo sul ginocchio. (o continuavo a dire 'noi vogliamo solo uscire, perché non ci fate passareI& ,llora il cara%iniere coi gradi ha cominciato a manganellarci tutti, e allora anche i suoi uomini hanno cominciato. (o ho preso #ualche manganellata in testa, una sulla mano, sul %raccio e sulla schiena. 3iamo scappati, + partita una carica. 3pinti dalla folla terrori""ata, a%%iamo ritrovato per caso, dall/altra parte della pia""a, i genitori di una mia amica, che avevano avuto indica"ioni da parte di alcuni manifestanti dell/esisten"a di un passaggio li%ero attraverso un vicolo. ,nch/io fortunatamente ho trovato mio padre, che + riuscito a riportarci a casa. Testimonianza di I O 2 (o ero dietro a C., mio compagno di scuola, #uando cercavamo di convincere i cara%inieri a farci uscire dalla pia""a dal lato del porto. 5uando hanno cominciato a colpirlo con i manganelli io l/ho tirato indietro e a%%iamo cominciato a correre verso i lavori della metropolitana, ma siamo stati costretti a girare a destra perché ci caricavano non solo da dietro, ma anche davanti. 3ulla curva siamo rimasti scoperti sulla destra, perché tutta la gente che scappava si accalcava a sinistra per paura di essere colpita dai lacrimogeni sparati ad alte""a d/uomo. 8a io ho visto con chiare""a i cara%inieri sparare in aria colpi d/arma da fuoco, e con chiare""a ho sentito i colpi. 5uesti cara%inieri erano cin#ue o sei, erano inseriti in un cordone che avan"ava speditamente verso di noi, sen"a correre, veloci ma calmi, convinti. 5uesti cin#ue o sei sparavano in aria con un/arma nera, sem%rava una mitraglietta, e non c/era intervallo tra un colpo e l/altro, il rumore era continuo. 3ono scappata il pi0 lontano possi%ile, ho avuto paura, non mi rassicurava per niente il fatto che sparassero in aria* erano armi ?-)- #uelleG Testimonianza di P G 2 (o ero tra #uelli che sa%ato reggevano alla manifesta"ione di sa%ato a apoli lo striscione dei Co%as (sorretto da aste di plastica). 5uando sono partite le cariche degli agenti il nostro spe""one di corteo si trovava all/alte""a dei cantieri aperti in pia""a 8unicipio. !a poli"ia ci ha attaccato da davanti, a%%iamo tentato di fuggire, altri agenti ci hanno aggredito anche da dietro. 3ono caduto a terra con altri compagni. 8i hanno manganellato in tanti in pi0 parti del corpo. Cercavo di coprirmi il volto* ho preso una scarica di colpi in testa. ,i manganelli sono seguiti i calci. (o ero ancora a terra completamente indifeso e gli agenti continuavano a sferrarmi calci in testa con gli anfi%i. Testimonianza di D . !

28

3ono uno studente napoletano di 1H anni e vorrei raccontare #uello che ho visto e su%ito durante la repressione delle '9or"e dell/Ordine& a Pia""a 8unicipio a apoli, sa%ato 1<* #uando sono ini"iate le cariche ci siamo spostati in una "ona apparentemente sicura, nei primi minuti siamo stati risparmiati, ma ad un certo punto la poli"ia ha ini"iato a caricare anche noi pressandoci verso delle inferriate e facendo rischiare un pericoloso salto di molti metri. @opo la prima carica ci + stato concesso di allontanarci. 8entre mi allontanavo ho visto una camionetta dei finan"ieri cercare d investire un giovane manifestante. ,rrivato all/uscita di Pia""a 8unicipio ho cercato di passare per ?ia 8edina (da dove + arrivato il corteo) ma mi sono im%attuto in dei finan"ieri* non so cosa sia successo agli studenti che stavano vicino a me, per #uanto mi riguarda ho visto arrivare un finan"iere armato di manganello che, nonostante avessi detto con le mani al"ate '3ono uno studente, voglio tornare a casa&, mi ha colpito in testa e solo gra"ie ad un compagno del !a%. OKK. 3Ka, che mi ha portato via, sono riuscito ad evitare il peggio. Testimonianza di V P 2 -ro a Pia""a 8unicipio vicino ai giardini sotto il castello. 3tavo tran#uillo, seduto sul prato. 3tavo suonando. Bo visto disordini dall/altro lato della pia""a. C/era la poli"ia che cominciava a salire in assetto antisommossa. @opo pochi minuti si + creato il panico* c/+ stato il lancio dei lacrimogeni. !o s#uadrone della poli"ia avan"ava dal lato porto sotto il castello e da sopra. , #uel punto mi sono trovato chiuso. Bo cercato di scappare ma le for"e dell/ordine avevano chiuso anche l/altro lato. ,ndando sul prato ci hanno ordinato di sederci per terra. 3tavo in prima fila e ho chiesto di farci uscire, li ho pregati anche in lacrime ma loro si inca""avano di pi0. Banno date manganellate gratuite ai miei compagni. 8algrado io stessi seduto a terra con le mani al"ate mi hanno tirato calci all/alte""a dei polpacci e dei piedi. ?isto che incal"avano nel darci addosso siamo scappati, ma siamo di nuovo trovati %raccati contro la ringhiera. Bo corso verso il porto e non vedendo pi0 chiusure sono riuscito a scappare. 7n poli"iotto ha gridato 'a %uon rendere&. Testimonianza di E D 2 ,nche io sono stata vittima di una rappresaglia ingiustificata della poli"ia. 8i trovavo a pia""a 8unicipio e, mentre si discuteva della manifesta"ione la poli"ia ha deciso 'sen"a alcun motivo&di caricare. (o ero in prima fila e non riuscendo né a vedere né a respirare per i lacrimogeni, al"avo le mani chiedendo di farmi uscire da #uell/inferno. !a risposta della poli"ia + stata una minaccia con il manganello (nel frattempo un amico accanto a me veniva colpito ai reni) e una spinta verso il centro della pia""a dove c/era una vera e propria guerriglia. Bo cercato di fargli capire che l$ mi avre%%ero colpito e lui mi ha respinto da #uella parte. , #uesto punto io ed un mio amico a%%iamo ini"iato a correre riuscendo a trovare come unica via di uscita un vicoletto. Oltre a minacce fisiche sono stato offesa ver%almente da un poli"iotto che mi ha chiamato* puttana. -),?,8O COP( ( C),PPO!,. @imenticavo* alla manifesta"ione erano presenti anche i miei genitori che, fortunatamente, prima delle cariche sono riusciti ad

29

uscire anche se la poli"ia ini"ialmente aveva negato l/uscita anche a mia mamma. 3pero che la mia testimonian"a insieme a tante altre, possa servire #uanto meno a destituire il #uestore di apoli ed a spingerci a Genova sempre pi0 numerosi. Testimonianza di L E ! 5uando sono arrivata a pia""a 8unicipio la poli"ia %loccava gi2 tutte le uscite sia della pia""a, da tutti i lati, sia dell/ultima parte del )ettifilo (da pia""a Dorsa in poi). Bo incontrato la mia amica -. con la famiglia e siamo rimaste a chiacchierare, la madre poi voleva andare a prendere un caff+ e ci poli"ia non voleva farla uscire dalla pia""a e che ha dovuto insistere a lungo). 3iamo rimaste noi due, a%%iamo visto la prima carica e siamo andate indietro ma il camioncino di )ifonda"ione ha richiamato tutti dicendo che non stava succedendo niente. Per1 noi non ci sentivamo tran#uille e ci siamo andate a mettere sul prato verso via 8arina,vicinissime alla poli"ia. C/erano raga""ini e persone adulte, nessuna provoca"ione, eravamo assolutamente fermi e tran#uilli* la poli"ia ha caricato all/improvviso, spingendoci. (o sono caduta e ho perso -., #uando mi sono rial"ata sono rimasta schiacciata contro il parapetto vicino al fossato dove erano arrivati i primi lacrimogeni. 9inita la prima carica sono andata a mani al"ate verso il cordone, chiedendo di uscire. (l poli"iotto mi ha detto di tornare indietro indicandomi il centro della pia""a, pieno di lacrimogeni e gente che scappava, io ho chiesto di nuovo (sempre a mani al"ate) di uscire* mi ha insultato e, minacciandomi con il manganello, mi ha detto di tornare indietro. ,llora sono andata verso il rettifilo ma c/era poli"ia e lacrimogeni anche l$. Praticamente chiusa da ogni parte* la parte alta della pia""a occupata dagli scontri pi0 violenti, le uscite rigorosamente %loccate. -ravamo solo raga""ini e pochi adulti, nessuno capiva niente. (o sono rimasta a mani al"ate sperando di recuperare #ualcuno e cercando di capire, poi ho visto un fun"ionario indicare la via d/uscita, avevano aperto la strada che scende a via 8arina. 5uella stessa strada era chiusa fino a due minuti prima da un nutrito cordone di poli"iotti. Bo ritrovato -. dov/era il camioncino di )ifonda"ione all/alte""a dell/,gip* dicevano di ricompattare il corteo e di tornare verso la sta"ione. 5ualcuno + andato, la maggior parte di noi + rimasta l$ a riprendersi e poi siamo tornati a casa. Testimonianza di M N ! (l giorno gioved$ 1H mar"o ho avuto una discussione con due militari armati nella mia facolt2, il avale, che si trova a ridosso della '"ona rossa& (tra il 8aschio ,ngioino e il porto). Bo chiesto loro se erano autori""ati a girare armati e mi hanno risposto con una risata. @ata la mia insisten"a, inoltre, hanno arguito che fossi comunista* #uando ho chiesto loro se fosse un pro%lema, la risposta + stata* 'noi tendiamo a reprimere la gente come te&. ComeI !a risposta. 3a%ato 1< mar"o* ero sui giardini di Pia""a 8unicipio #uando + arrivata sen"a un evidente motivo una pioggia di lacrimogeni (+ evidente che volevano disperderci). (o e altri compagni ci siamo diretti a mani al"ate verso via @epretis, stavamo svoltando

30

l/angolo per calata 3. 8arco (sempre con le mani al"ate)#uando ci + arrivata addosso una carica di finan"ieri. Bo preso una prima manganellata alla gam%a sinistra, mi sono appoggiata alla saracinesca dietro di me, ho guardato un finan"iere in faccia dicendogli che non ero armata, ma per tutta risposta ho ricevuto la seconda manganellata sul %raccio sinistro e via di seguito su tutto il corpo. , pochi passi da me c/era a terra un raga""o gi2 sanguinante sul #uale continuavano a infierire con violenti calci sulle costole e dove riuscivano perché essendo troppi (H o J) non riuscivano neanche a picchiarlo %ene. (ntanto io per il dolore mi sentivo svenire #uando dei raga""i mi hanno trascinato verso di loro dicendomi di al"are le mani. ' on fun"iona& ho risposto 'picchiano lo stesso&. ,%%iamo poi im%occato il vicolo di calata 3. 8arco e ci hanno rincorso anche l$. on si stancavano mai di picchiareG Testimonianza di M D ! -ro solo vicino al prato sotto al 8aschio ,ngioino verso via 8arina. 8i sono visto improvvisamente accerchiato dalle for"e dell/ordine in divisa 4 non so se poli"ia o cara%inieri. 8i sono fermato, uno di loro mi ha preso per il %raccio e mi ha colpito con il manganello sull/avam%raccio sinistro e poi sul %raccio destro. 5uesto 'signore& mi ha consegnato ad un gruppo di suoi simili i #uali mi hanno pi0 volte e sottolineo pi0 volte colpito con i manganelli di nuovo alle %raccia e alla schiena intimandomi di allontanarmi e minacciandomi con il calcio del fucile all/alte""a del viso. Bo visto i loro occhi, in particolare gli occhi di colui che %randiva il fucile al contrario* ho avuto l/impressione di avere di fronte una %elva impa""ita. Bo cercato di dire a #ueste persone di fermarsi perché non c/era motivo di accanirsi cos$ tanto perché ero solo ed inerme, ma loro non mi hanno ascoltato. 3tranamente poi mi hanno lasciato andare. Testimonianza di P C ! 8i trovavo a pia""a 8unicipio all/alte""a dello s%arramento posto sotto l/arco che precede la salita verso l/entrata principale del castello. ,vevamo partecipato al corteo io ed una mia amica e ci eravamo 'riparati& in #uel posto perché erano ini"iate le prime cariche anche perché in #uel posto avevamo una %uona visione della pia""a visto che volevo documentare #uella giornata. ,ll/improvviso di lato al 8aschio ,ngioino 4 a ridosso del fossato 4 sen"a alcun motivo la poli"ia caricava un gruppo di persone che a mani al"ate cercavano di sottrarsi alla pressione e alle manganellate del gruppo di poli"iotti e cara%inieri che spingevano le persone verso la %alaustra tanto che alcuni dei raga""i sono stati costretti a saltare o ad aggrapparsi al palo della luce elettrica e lasciarsi scivolare lungo il muro che, preciso, alto da terra circa J < metriG Bo visto raga""i e raga""e che aggrappati al %ordo del muro del fossato si lasciavano cadere ed il muro gli franava in testa. @opo aver documentato #uesta terri%ile scena sono stato costretto ad allontanarmi perché arrivavano molti lacrimogeni e nuove cariche. Ci siamo spostati in dire"ione del porto e ci siamo riparati gi0 alle scale del ga%inetto pu%%lico (chiuso)insieme ad altre J4 < persone (= raga""ine di 1H, 1J anni ed

31

un paio di persone pi0 an"iane con i propri figli). (n #uel punto ci + arrivata la poli"ia addosso, sulle scale c/erano P4H cara%inieri che hanno raggiunto un raga""o e cercavano di colpirlo con il calcio del fucile. 3ulla destra, pressato sulla ringhiera del %agno pu%%lico. C/era un altro raga""o che era %loccato da un poli"iotto che urlava 'Picchiatelo sulla testaG& mentre altri = o P poli"iotti lo manganellavano. @opo di che un altro poli"iotto ci ha ordinato di andare via da #uel posto e siamo usciti con le mani al"ate. (oe la mia amica ci siamo diretti verso il porto ma c/era un plotone di poli"iotti fermi a cui a%%iamo chiesto #uale fosse la via d/uscita dalla pia""a; a #uesta domanda il poli"iotto, suppongo il pi0 alto in grado, ci urlava di andare via. 3iamo rimasti fermi non sapendo dove scappare poiché intorno picchiavano tutti. Per allontanarmi il poli"iotto agitava il manganello cercando di colpirmi e, intimandomi di non fare foto, ha sferrato un colpo di manganello sul teleo%iettivo della mia macchina fotografica. Testimonianza di G B ! @urante le prime cariche ero ad una certa distan"a dalla testa del corteo e sono stata colpita allo stomaco da un lacrimogeno, per fortuna da una certa distan"a. ,lla fine della manifesta"ione ero sola su via Coledo con una raga""a che era stata colpita in testa per aver cercato di difendere gli altri. 7n poli"iotto si + avvicinato col manganello al"ato e mi ha urlato di andarmene, indicando un vicolo. on vedendo la mia amica dietro di me sono tornata indietro e ho visto che avevano ripreso a picchiarla* erano in P. !e urla mie e di un gruppo di persone riparate dietro una saracinesca (di #uelle a grate) li hanno fermati. 7no + persino passato dal ruolo di picchiatore a #uello di 'salvatore& a%%racciandola mentre la trascinava via... Testimonianza di C G ! ,nch/io ero a apoli per manifestare contro il Glo%al 9orum e posso dirvi che + stato %ellissimo. 9ortunatamente sono riuscito ad evitare gli scontri con le for"e dell/&ordine&. Posso per1 raccontarvi che il clima creato dalle for"e di poli"ia era pesante ed opprimente. on credo, infatti, che tutelare l/ordine significhi aspettare i manifestanti alla sta"ione con manganelli e cellulari. on credo, ancora, sia stata una mossa molto intelligente s%arrare tutte le strade laterali del Corso 7m%erto chiudendo tutte le possi%ili vie di fuga rischiando cos$ una strage. Crovo molto poco professionale agitare nervosamente i manganelli verso raga""i disarmati. Crovo #uanto meno assurdo chiudere =:mila persone in una pia""a, peraltro transennata per dei lavori in corso e dove dun#ue le vie di fuga erano praticamente inesistenti. Preferirei poi sorvolare sull/idio"ia di #uei celerini che lanciavano sanpietrini tra la folla in fuga o su coloro che vigliaccamente gioivano per aver pestato a sangue dei poveri compagni inermi perché si commentano da soli. Banno cercato di fermarci con la %ar%arie ma saremo sempre presenti e sempre di pi0 a %arattare le nostre idee con i loro manganelli. o pasaranGGG

32

Testimonianza di E V ! ,nch/io ero alla manifesta"ione di sa%ato, appena dietro il camioncino del P)C. Portavo lo striscione che un nostro compagno ha preso a Porto ,legre, #uella con la scritta '7n altro mondo + possi%ile&. ,nche se mi trovavo proprio in coda al corteo sono stato coinvolto insieme a molte altre persone che scappavano indietro sen"a sapere il perché. Cos$ sono arrivati i primi lacrimogeni. (n tutta fretta a%%iamo ripiegato lo striscione e cercato di capire cosa fare. (ndietreggiati di #ualche metro, ritornando sul corso, da dietro il corteo i reparti della poli"ia hanno cominciato a caricare spingendo #uelli che si trovavano davanti a noi in una morsa. Cutte le vie di fuga erano chiuse da poli"ia, cara%inieri e finan"a. Con i telefonini si tenevamo i contatti con gli miei amici che si trovavano davanti e per sapere come stavano. Cercavamo di avere noti"ie. Poi comincio a pensare e ripensare a #uello che avevo visto prima di arrivare davanti al 8aschio ,ngioino* reparti di finan"ieri, poli"iotti e cara%inieri che all/ini"io in Pia""a Gari%aldi sem%ravano a%%astan"a tran#uilli, in fondo al corso mentre sfilavamo con assoluta normalit2, avevano stretto i ranghi, al"ato gli scudi e gi0 compatti sem%ravano il soldati romani che avevo rivisto nel film '(l Gladiatore& gi2 pronti ad attaccare. Testimonianza di , G ! -rano le 12*P: ed io ero in pia""a 8unicipio. 8i sono accorta che le for"e dell/ordine reagivano in modo assolutamente spropor"ionato alle a"ione dei manifestanti e mi sono rifugiata in un vicolo tra via @epretis e via 8arina con altre persone, circa 1:, che non conoscevo. Cercavamo di riprenderci un po/ dai lacrimogeni. ,d un certo punto a%%iamo visto un folto gruppo di finan"ieri che correvano da Pia""a 8unicipio verso via @epretis. 7na parte di loro (almeno venti) si sono staccati dal gruppo originario e sono venuti verso di noi. ,%%iamo cominciato a correre tra il muro e le macchine parcheggiate. ,lcuni sono riusciti a scappare scavalcando le macchine mentre io sono rimasta %loccata tra la macchina ed il muro. 7no dei finan"ieri mi + venuto addosso e mi ha dato #uattro manganellate sul %raccio sinistro urlandomi* '3tron"aG&. Gi2 da prima del suo arrivo io avevo le mani al"ate e sono sicura che lui l/aveva visto. @opo mi ha preso per lo stesso %raccio e mi ha lanciata sulla macchina. , #uel punto sono scappata vedendo intorno a me solo finan"ieri che picchiavano altre persone. Testimonianza di , M ! (l corteo del no glo%al era appena entrato in Pia""a 8unicipio ed io ero in prossimit2 del corteo all/alte""a del camion del Prc. 9u #uando avan"ammo verso il centro della pia""a che io riuscii a scorgere le prime cariche della poli"ia contro la parte ini"iale del corteo, mentre un secondo dopo le for"e armate avan"avano nel corteo sparando lacrimogeni ad alte""a uomo tra la folla in panne. !/aria divenne su%ito irrespira%ile e il panico tra i manifestanti divenne alto; tra il continuo susseguirsi dei lanci dei lacrimogeni decisi di ripararmi verso i giardini (sul

33

lato sinistro della pia""a) in cerca di un varco che mi consentisse di uscire da #uella fitta nu%e di lacrimogeni. 8a la pia""a era ormai %lindata da ogni lato e non c/era alcuna via di deflusso per i manifestanti; ini"iano le cariche da ogni lato sen"a alcuna esclusione su persone inermi e a %raccia al"ate. Proprio come un giocatore di rug%M tenta di schivare il suo avversario, io tentavo di schivare i folti gruppi di cara%inieri e poli"iotti che picchiavano forte alla testa e nei costati usufruendo non solo dei manganelli (che molte delle volte erano orientati nel senso opposto) ma anche dei fucili che offrivano la loro parte 'pi0 delicata&* il manico. Cra la %agarre generale incontro un mio amico* ha una profonda ferita alla testa; cerchiamo una via di uscita ma le for"e dell/ordine continuano a caricarci infliggendoci una gran #uantit2 di manganellate. 8a il vero terrore, per me, non era ancora arrivato; mi aspetta va un/ulteriore umilia"ione* ero rimasto da solo tra i giardini della pia""a, tenendo costantemente le %raccia al"ate (le a%%assavo unicamente per coprirmi durante i loro assalti); un cara%iniere mi chiama ordinandomi di stendermi a terra e di non muovermi (ci tengo a ri%adire che ero completamente isolato e con le %raccia al"ate). 9urono attimi di vero e proprio terrore, lo stesso cara%iniere mi immo%ili""a a terra e nel giro di pochi attimi vedo riversare su di me l/ira e la ra%%ia di diversi agenti (finan"ieri, poli"iotti, cara%inieri). 8i colpiscono con manganelli, pugni , calci; un agente continuava imperterrito a esclamare (con tono pesante e carico di ira) durante il pestaggio* '%rutto comunista di merda , ora ti facciamo vedere noiGGG&. 9ra i colpi incal"anti dei manganelli sulla mia testa sento una voce proveniente dalle fila delle for"e armate che esclama* '%asta cos$G& (avre%%ero continuato all/infinito). (ntanto, due o tre agenti mi trascinano lungo il prato afferrandomi per i capelli* avevano formato loro stessi, all/interno della pia""a, un cerchio di persone che accovacciate per terra su%ivano le loro percosse. on soddisfatti di #uello che gi2 avevo su%ito, mi aggiungono alle altre persone indifese e continuano con la loro ingiustificata violen"a. (n #uel momento ho temuto veramente il peggio, ho approfittato di un momento in cui loro avevano mollato la presa e sono scappato. )iesco a trovare riparo in una "ona della pia""a in cui era tenuta sotto una sorta di prigionia una scolaresca insieme ai professori. 3olo gra"ie a loro aiuto riesco ad uscire da #uell/inferno, riportando diversi danni fisici che sono testimoniati da referto medico. (noltre del mio pestaggio esistono anche diverse testimonian"e fotografiche. Testimonianza di T T ! 5uella mattina eravamo tanti un lungo fiume di persone che pacificamente si era ritrovata unita. 8i trovavo lontano dagli scontri, alle prime avvisaglie di violen"a ho cercato di uscire dalla pia""a, ma la possi%ilit2 mi + stata negata, il destino di chi si trovava in pia""a era forse gi2 stato deciso. )icordo di non aver visto pi0 nulla, di aver gridato il nome dell/amico che #uella mattina era con me. Bo cercato di fuggire, ho visto persone disperate, persone calpestate dalla folla impa""ita, persone che si sono gettate nel fossato, eravamo accerchiati, a%%iamo al"ato

34

le mani chiedendo di non picchiarci, ci hanno detto sedetevi sul prato non vi faremo nulla. ,%%iamo fatto #uella che ci avevano ordinato di fare, a partire dal #uel momento + successo di tutto, noi inermi con le %raccia al"ate, piangendo e gridando, loro con il calcio del fucile e con il manganello ma soprattutto con i loro occhi pieni di odio, ra%%ia, ferocia. )icordo che i superiori degli agenti ordinavano di non picchiare ma era tutto inutile. ,l temine del pestaggio ci hanno detto di al"arci e di andare via, esortandoci con il manganello. ,vevo mille am%i"ioni, credevo nel principio di legalit2, nella tutela del cittadino, in principi che gli studi universitari mi avevano fatto amare. Cutto ci1 che ora rimane + un forte senso di sconforto, mi hanno spaccato la testa ma non hanno infranto le mie idee, per #uelle non %astano le %otte, non %astano gli insulti, ci vuole %en altro. !a for"a di chi come me sogna + pi0 grande di una giornata di terrore, + pi0 grande di #ualsiasi incu%o. Testimonianza di , E.2 @opo la prima carica ho perso i miei amici e mi sono trovata sui giardinetti del castello. -ro con una cin#uantina di persone e la poli"ia + arrivata contro di noi da destra, da sinistra e davanti. 3cappando ci siamo trovati sul ponte del 8aschio ,ngioino, sotto l/arco. el gruppo c/erano molti giovanissimi ma anche famiglie con %am%ini. Bo visto una %am%ina di circa otto anni che scappava tra i lacrimogeni e le %otte insieme alla mamma. Chiss2 che fine hanno fattoG (o ho visto almeno tre raga""i massacrati di %otte. -rano raga""i rimasti isolati che venivano pestati da s#uadrette di poli"iotti e di cara%inieri. ,vevano gli occhi pa""i e davano l/impressione di volere uccidere i manifestanti e tutti #uelli che si trovavano davanti a loro. @a l$ la poli"ia ci ha fatto scendere tutti con le mani al"ate ma mentre cercavamo di andarcene sono saliti dal porto altri poli"iotti e cara%inieri che ci hanno fatto sedere sul prato sempre con le mani al"ate. Ci hanno sputato addosso, hanno preso a calci le persone delle prime file, un raga""o seduto accanto a me + stato colpito in faccia pi0 volte anche con il calcio del fucile e gli hanno rotto la testa. Poi hanno continuato a colpirlo con violen"a. 7na raga""a di circa 1. anni piangeva ed + stata gratuitamente colpita con il manganello in testa. ( poli"iotti urlavano* 'chi ca""o vi credevate di essere e di fareI 5ua + inutile che parlate, decidiamo noi #uando %astaG&. Poi ci hanno finalmente detto* ',l"atevi, andate via, spariteGGG& 3iamo scappati verso il porto mentre #uelli continuavano a picchiarci. ?olevano colpire anche me col manganello sulla testa ma io mi sono a%%assata e il colpo l/ho avuto sulla schiena. 8a non era finita. Ci hanno spinti in un angolo stretto contro la ringhiera che faceva da argine con il fossato del 8aschio ,ngioino* una signora stava svenendo, una raga""a stava cadendo gi0 ed in molti, in realt2, a%%iamo rischiato di cadere. on oso immaginare cosa sare%%e successo se la ringhiera non avesse rettoG Testimonianza di G A.*

35

-ro a pia""a 8unicipio vicino alla ringhiera del castello sul lato sinistro del 8aschio ,ngioino. @opo la prima carica verso pala""o 3an Giacomo la poli"ia si + lanciata verso un gruppo di pacifici raga""i che erano vicino alla ringhiera. Bo visto un cara%iniere picchiare ripetutamente con il calcio del fucile sulla testa di un raga""o ed io l/ho preso e l/ho tirato fuori dalla rissa lasciandolo accanto ad un/am%ulan"a dove c/era un ispettore. 3u%ito dopo sono entrato per recuperare un amica. , #uesto punto la poli"ia mi ha fatto inginocchiare con le mani in alto insieme ad altri. el frattempo ho visto un cara%iniere prendere per i capelli un raga""ino di circa 1H anni e ripetutamente colpirlo in volto con il manganello. 5ui sono intervenuto nuovamente proteggendo il volto del raga""ino con la mia mano sinistra. @a #ui la mia prima contusione al pollice. @opo di che ini"ia a colpirmi ripetutamente in volto un cara%iniere mirando alle tempie e minacciandomi* '3ite spuorche, %estie, merde, accuss$ t/impari a scennere ancora, te faccie ver+ io&. (l cara%iniere mi teneva la testa %loccata con una mano e con l/altra mi colpiva sulla parte alta della testa. Bo ricevuto molti colpi soprattutto in volto ed in testa con il manganello impugnato dalla parte del manico (ed i segni sono evidenti date le rigate) per sette otto volte almeno. Poi sono intervenuti altri cin#ue agenti tra cara%inieri e finan"ieri. , #uesto punto mi hanno dato calci, manganellate sulle gam%e (anche con il calcio del fucile) e #uindi su tutto il corpo e sono rimasto piegato a terra. ,d un certo punto sono intervenuti agenti in %orghese cercando di calmare la situa"ione e nonostante fossi accompagnato da un agente in %orghese pi0 volte sul tragitto verso l/uscita da pia""a 8unicipio sono stato ancora gratuitamente colpito dalla poli"ia. Testimonianza di C I ! ,rrivati in pia""a 8unicipio io e la mia raga""a ci siamo sistemati sul prato a ridosso del fossato del 8aschio ,ngioino* eravamo andati alla manifesta"ione come li%eri cittadini, sen"a aggregarci a nessun gruppo in particolare. (n pia""a ci siamo uniti ad un gruppo di raga""ini (una scuolaI) misto ad am%ientalisti pensando* '#ui non c/+ nessun elemento di tensione, molti stanno gi2 sul prato a mangiare, non corriamo nessun pericolo&. @opo alcuni minuti ci siamo resi conto che la situa"ione si faceva tesa* nella parte %assa della pia""a una camionetta delle for"e dell/ordine ini"ia a fare alcuni giri su se stessa a velocit2 folle in me""o alla folla creando il panico; verso via @epretis, l/unica lontanissima via di fuga, gi2 c/erano cariche e tafferugli vari; verso pala""o 3an Giacomo non si poteva andare perché la gente da l$ fuggiva schiacciandosi verso la parte %assa della pia""a. , #uel punto penso* 'non possiamo che rimanere #ua, fra gente pacifica, e non correremo alcun rischio&. Purtroppo ini"ia un lancio di lacrimogeni proprio su #uesto gruppo in cui c/eravamo mischiati, e io continuo a non capire perché, visto che non c/era nessun pro%lema l2 in me""o. 3i va di male in peggio* cominciano a sparare ad alte""a d/uomo (uno m/ha sfiorato) #uei proiettili a forma di palloncino o%lungo che si vedono in tv sulle canne dei fucili (non so se sono lacrimogeni speciali o altro). !a gente da sopra continua a scappare e a schiacciare la gente contro le %alaustre del fossato, ma i fuggitivi sono gente come noi, inermi e a volto scoperto* non c/+ traccia dei facinorosi visti al telegiornale. 5uest/osserva"ione ci convince ancor pi0

36

che rimanere l2 + una %uona idea* penso 'forse c/+ stato #ualche tafferuglio verso pala""o 3an Giacomo ma la situa"ione non pu1 che sta%ili""arsi in %reve&. 8a la situa"ione non si calma e #uando ini"iamo a vedere fra il fumo che gli agenti ini"iano a scendere verso di noi ini"iamo a gridare di stare tutti con le mani al"ate, il pi0 ovvio segno di non %elligeran"a e la pi0 chiara dichiara"ione di pacificit2 e inoffensivit2. Bo in mente #uesta scena* decine di persone attorno a me tutte con le mani al"ate che gridano di essere lasciate stare e un cordone di agenti schierati (non impa""iti e fuori controllo) che ci stringe; io e la mia raga""a eravamo in prima fila. 3o di risultare ingenuo, ma fino all/ultimo istante sono rimasto convinto che ci avre%%ero oltrepassato per raggiungere "one della pia""a dove forse erano in atto degli scontri... (l tempo di su%ire una provoca"ione ver%ale da parte di un agente dello schieramento, 'avete voluto manifestare ed ora vi rompiamo il culo...&, e ci sono saltati addosso. Bo preso una forte manganellata in testa che + %astata per mandarmi in terra; poi ho ricordi molto confusi. @i certo ho preso un forte colpo alla spalla sinistra, per la #uale dopo P giorni ho ancora dolore. !a mia raga""a afferma di aver scalciato un agente che provava a colpirmi ancora. !a 'truppa& ci ha poi superato per andare a massacrare le decine di appeti%ili vittime inermi dietro di noi. Ci siamo ritrovati sul prato e l$ mi sono accorto che un fiume di sangue mi scorreva sulla faccia. !a pia""a era semideserta da #uel punto, cio+ non distante dall/arco in tufo a ridosso del fossato, fino a pala""o 3an Giacomo* circa 1H: metri di pia""a sen"a un solo manifestante, una sola ressa; c/erano solo i fotografi e gli agenti in %orghese e i comandanti delle s#uadre* che motivo c/era per caricare i gruppi di manifestanti inermi e inoffensivi, visto che non c/+ nemmeno la scusante di poter dire che le for"e dell/ordine erano sotto pressioneI 7n agente che osservava le cariche, un 'capo& visto che aveva il %erretto e non il casco, non cede alle richieste di aiuto, ma ci dice che non possiamo uscire e che do%%iamo tornare indietro. (ni"iamo a correre per uscire dalla pia""a, ma il cordone di agenti posto su via ?ittorio -manuele ((( e via Pisanelli ci nega l/uscita, nonostante l/eviden"a della mia ferita. 5uando urliamo di volere un/am%ulan"a alcuni fotografi ci mandano verso pala""o 3an Giacomo; lungo #uel tragitto vengo pi0 volte fotografato. ,rriviamo all/am%ulan"a che + l/unica opportunit2 per uscire dalla pia""a. ?engo ripreso dalle tv da un pala""o vicino all/am%ulan"a, poco prima di essere caricato su di essa. , #ualche giorno di distan"a mi ritengo al#uanto fortunato, per vari motivi* 1) ho intuito la pericolosit2 di stare appoggiato alla %alaustra del fossato, cosa che poteva rivelarsi fatale 2) il proiettile o%lungo che ho visto arrivare in me""o alla folla poteva colpirmi in testa, e sare%%e stato %en pi0 devastante di una manganellata =) gli agenti che mi hanno colpito non si sono accaniti su di me o sulla mia raga""a una volta che sono andato a terra* al tg si sono viste molte scene di agenti infuriati che massacrano una persona sola gi2 a terra P) #uando ci siamo rial"ati la pia""a era semideserta* cosa paradossale in #uanto rende del tutto ingiustifica%ili le cariche, ma che al tempo stesso + stata la nostra salve""a in #uanto ci ha consentito di raggiungere le lontanissime am%ulan"e con

37

relativa facilit2. !a cosa che non riesco ad accettare +* perché + stato dato l/ordine di attaccare la gente inerme ed inoffensivaI 5uale il 'movente& per gli attacchi a freddo alla gente con le mani al"ateI Testimonianza di G S ! 3ono una studentessa di ,rchitettura, ero al corteo con il mio compagno, Ciro. 3otto lo scalone dell/7niversit2, improvvisamente, vediamo un gruppo di poli"iotti che corre prima verso la sta"ione e poi su%ito ritorna indietro e parte con una carica nella dire"ione di pia""a Dovio. 7diamo distintamente degli spari, vediamo al"arsi il fumo dei lacrimogeni. Ci uniamo finalmente al gruppo di )ifonda"ione sino a pia""a 8unicipio. 3u%ito ci rendiamo conto che la pia""a + circondata da un numero impressionante di agenti e che da l2 non si pu1 uscire. Ci disponiamo sulle aiuole del 8aschio ,ngioino. 3en"a capire perché vediamo i manifestanti che si trovavano dall/altro lato del cantiere della metropolitana che cominciano a scappare, partono colpi e poi i lacrimogeni sul fondo della pia""a. (mpossi%ile spostarsi. Cominciano ad arrivarci in testa lacrimogeni e altri strani ra""i sparati dalle for"e dell/ordine. Piango per i lacrimogeni, gli occhi mi %ruciano e vengo #uasi travolta dalla folla impaurita. Parte allora una violentissima carica* noi che eravamo nei pressi del fossato avevamo le mani in alto in segno di resa (anche se sinceramente non sapevamo proprio perché dovevamo arrenderci) ma la poli"ia picchiava furiosamente chiun#ue e un gruppo di for"e dell/ordine correva coi manganelli al"ati verso di noi. essuno poteva indietreggiare per evitare di uccidere i compagni che potevano restare schiacciati sulla %alaustra che cedendo avre%%e causato la morte di tutto il gruppo). ( poli"iotti hanno detto che ci avre%%ero rotto il culo a tutti. 7no di essi afferra Ciro, un altro comincia a picchiarlo furiosamente sulla testa. (o afferro il mio compagno lo tiro verso di me e lo a%%raccio per evitare che venga colpito ancora sulla testa (il sangue sgorgava gi2 a fiotti). Cadiamo prima in ginocchio uno a%%racciato all/altro per proteggerci vicendevolmente i poli"iotti ci colpiscono, cadiamo completamente distesi continuiamo a ricevere colpi da tutti i lati. ,%%iamo creduto entram%i che oramai ci avre%%ero ucciso. Piangiamo e continuiamo a gridare 'vogliamo andare via' (l mio raga""o urla ai poli"iotti '8i avete ferito voglio un/am%ulan"a& ma gli agenti lo minacciano. Testimonianza Coo)dinamento o*e)ato)i sanita)i &&+ / CAMPANIA (n pia""a 8unicipio un/am%ulan"a di emergen"a 11., impegnata nei soccorsi in occasione della manifesta"ione contro il Glo%al 9orum del 1<O=, + stata o%%ligata a fermarsi da agenti della 9inan"a pur avendo all/interno dell/a%itacolo sanitario alcuni manifestanti che avevano, ad un primo esame o%iettivo, ferite lacero4contuse al cuoio capelluto. ,l diniego dell/operatore sanitario di fermarsi all/alt intimato dagli agenti il veicolo sanitario veniva letteralmente preso a manganellate dagli stessi finan"ieri. (l veicolo in oggetto + un/am%ulan"a della delega"ione di 9rattamaggiore della C)(. !a macchina della ,3! , 1 con targa ,!:P1Q3, con feriti a %ordo prelevati in via 8arina e che presentavano al primo esame o%iettivo degli operatori ferite lacero4

38

contuse al cuoio capelluto, arrivata all/ospedale ?ecchio Pellegrini, veniva fermata da agenti della P3 reparto celere. ,lla vettura veniva impedito l/accesso ai locali di pronto soccorso, ed i raga""i feriti sono stati fatti sostare, nonostante perdessero molto sangue, nei locali dei custodi. Gli operatori facevano presente al medesimo agente che era necessario che i feriti venissero sottoposti prima a medica"ione e poi a visita medica per verificarne lo stato di salute* ma con insisten"a + stato comun#ue ordinato loro di farli sostare l$. Testimonianza di V P ! (l giorno 1<O:= mi trovavo a pia""a 8unicipio, cuore degli scontri. 8i sono su%ito reso conto che ci1 che stava accadendo era molto grave. -ssendo un infermiere mi sono allora su%ito recato al la%oratorio occupato 3L,, dove avevo saputo che era stato allestito un am%ulatorio medico temporaneo per far fronte alle prime emergen"e. @i l$ a poco, infatti, sono giunti i primi feriti. ,vevano per la maggiore traumi cranici a%%astan"a gravi con ematomi diffusi, diverse ferite di tipo lacero contuse e lussa"ioni articolari. Particolarmente grave era la situa"ione di un compagno pesarese che riportava un taglio piuttosto profondo sul la%iale superiore, un altro #uasi peggiore alla mano destra e infine un altro taglio profondo di molti millimetri all/alte""a del fianco destro, che lasciava intendere il colpo di un/arma impropria non in dota"ione ufficiale alle for"e dell/ordine. @iversi punti di sutura sono stati nell/occasione provviden"iali considerando la forte emorragia. ?orrei soprattutto sottolineare un dato secondo me importante* l/eterogeneit2 dei feriti giunti a medicarsi; compagne e compagni, giovani e meno giovani, studenti, cineoperatori, fotografi, giornalisti e cittadini passati magari di l$ per caso, tutti colpiti accanitamente, a dir poco massacrati dalle for"e dell/ordine. Testimonianza di , C ! -ro in pia""a 8unicipio a apoli. 8i sono trovato nella massa di gente che correva in via ,lcide de Gasperi. @opo aver evitato una carica frontale dei cara%inieri, dai #uali molti di noi hanno preso manganellate, tra i #uali un avvocato cala%rese colpito ad un fianco da una manganellata, siamo giunti all/ini"io di #uesta strada in circa trecento. Ci dirigiamo verso Corso 7m%erto per raggiungere ?ia 8e""ocannone seguendo il camioncino dello 3Ka. ,ll/improvviso da una stradina laterale compare un drappello di finan"ieri, in tuta mimetica, manganelli e scudi. 3i dirige al passo verso di noi, ed allora la maggioran"a del gruppo di manifestanti, che stava sul %ordo della strada, al"a le mani in segno di resa. (l dirigente del drappello dei finan"ieri ordina la carica per tre volte. - sui manifestanti arriva una nuova gragnola di manganellate. @evo infine segnalare i tanti casi di cittadini napoletani ai #uali ho assistito, che hanno aiutato i giovani, a nascondersi in portoni o indicandogli vie di fuga sicure. Testimonianza di P.?. 5uando sa%ato le cariche dei celerini ci hanno spinti verso i vicoli, alcuni an"iani ci hanno aperto i portoni e ci hanno cos$ salvati da cariche che sare%%ero arrivate entro %reve; non solo.

39

@opo il lancio dei lacrimogeni, da alcuni %alconi sono stati calati secchi d/ac#ua e di limoni per aiutarci a resistere. , #uesto punto alcuni agenti della guardia di finan"a, non riuscendo a linciare persone, sono saliti sulle capotte di alcune macchine parcheggiate distruggendole coi manganelli... cosa c/entravano i napoletaniI Banno pagato per essersi schierati dall/unica parte possi%ileI Testimonianza di L S ! 8i %ruciavano gli occhi, per la prima volta capivo cosa significava la parola lacrimogeno, e ho pensato ai cani dei pastori %rutti e spietati, che tanto assomigliavano a #uelle %estie che ci circondavano. ,nche per Giampaolo era la prima volta ma ci siamo tenuti stretti per mano e unendo due cecit2 siamo scappati assieme, come tanti altri ci siamo salvati facendoci coraggio l/un l/altro. 3iamo usciti da pia""a 8unicipio e a%%iamo im%occato un vicolo. 7n raga""o correva sui tetti delle macchine. 3i apre il cancello di una casa popolare e vi entriamo in una cin#uantina. ,desso l/inferno era attorno a noi, perché eravamo in paradiso* la gente ci scendeva dalle finestre ac#ua e fa""oletti; un signore ci offre pi0 tardi la sua casa se dovessero entrare i poli"iotti. A l/ora del Cg, una finestra aperta ci lascia intravedere dal cortile e dalle scale, ma ormai #uello che mi aveva affascinato era la solidariet2 di #uel rifugio, gli ultimi consigli per uscire fuori e %eccare la strada giusta, se mai ce n/era una. )ingra"io #uella gente di avere salvato la mia fiducia nella lotta. Testimonianza di L E.! 3a%ato 1< mar"o apoli, oggi si tiene una manifesta"ione anti4glo%al forum il corteo parte da pia""a Gari%aldi dove arrivano i treni ho appuntamento con = amici alla testa del corteo. 1:.=: )aggiungo la testa corteo trovo gli amici. 9ino a #ui tutto %eneG (l corteo parte restiamo avanti capeggiati da una grossa pannocchia gonfia%ile %revi pause lungo il tragitto ci sono mi dicono 1:::: persone associa"ioni, mani tese, mamme antismog, donne in nero e poi Co%as, Lurdi, Opera omadi... Cante facceG )itrovo amici vecchi compagni di facolt2, intravedo l/attuale preside concesso l/occupa"ione della facolt2 per alloggiare i molti ospiti del controvertice; il Comune di apoli fino ad un/ora prima non aveva ancora reso note le strutture disponi%ili 9ino a #ui tutto %eneG Ore 12.::. )aggiungiamo pia""a municipio, la meta, limite della "ona )O33, che ha diviso per P giorni la citt2 in due. 8ia nonna ieri per un ora ha discusso con un poli"iotto, voleva tornare a casa, gli ha chiesto se c/era Clinton dato che si ricordava gli allori del G<, 'la apoli da %ere&... ...8a #uesta + un altra storiaG @icevo pia""a 8unicipio* la testa del corteo si avvicina al 8unicipio si chiede col megafono l/ingresso di =:: delegati del controvertice nella "ona rossa per portare le proprie richieste. 8olti si sdraiano sulle aiuole ad est del castello; al centro della pia""a c/+ un cantiere uno scavo per la nuova metropolitana. Penso alla pia""a, alle vecchie cartoline coi tram e coi lecci che furono a%%attuti negli anni RH: in una sola notte dall/ armatore4sindaco !auro ma anche #uesta + un altra storia... ,ccess denied 4 accesso negato, come nei film.

40

!a prima carica all/improvviso, i lacrimogeni, panicoG 8i trovo insieme a 2:: persone che per evitare di essere travolte si ammassano verso la %alaustra che perimetra il fossato del Castello, 1:41H mt di alte""a circaG 8i rendo conto che la pia""a + circondata da doppieOtriple file di poli"ia cara%inieri e finan"ieri in tenuta antisommossa. !a pia""a + chiusa, la %alaustra non cede, non cede ancora penso. 8iracoloG 5ualcuno, che dopo ho appreso essere un genitore di un liceale colpito, grida di al"are le mani e chiedere ai cara%inieri alla nostra sinistra di farci uscire. on finisce la frase e veniamo caricati a freddo a mani al"ate e pensare che mio padre ogni tanto %eveva 'l/amaro dei cara%inieri&... Panico sempre di pi0. on vedo nessuno dei miei amici. 5ualcuno ini"ia a gettarsi dal fossato con l/ausilio dei pali della luce un cara%iniere manganella un raga""ino, aggrappato al palo, che ha troppa paura per lasciarsi andare. '5uesti so pa""i, ci vogliono uccidere, il morto ci scappa&, penso. Panico sempre pi0, lacrime... )itrovo un mio amico, ci teniamo per mano e corriamo al centro della pia""a. 7n varco, pleaseI ienteG ,ndiamo a mani al"ate verso il teatro 8ercadante e chiediamo alle due fila di poli"iotti* '9ateci uscireG&. )isposta* calcio di fucile pi0 manganello pi0 spinta verso un altra carica ortogonale* + un incu%o o un giocoI (l pacman in trappola, il pacman ed il lacrimogeno alte""a uomo. 7na raga""a + stesa a terra e due poli"iotti la stanno manganellando. Grida di essere incinta. 5ualcuno accorre e riesce a portarla via. (o non sono pi0 io, voglio solo uscire dal circo. !uca, il mio amico, sanguina. !o stesso poli"iotto che aveva 'cortesemente& negato l/uscita si distrae. C/+ #ualcun altro da randellare, pro%a%ilmente. 2: cm ci %astano. 3iamo invisi%ili o fortunatiIII 7sciamo verso il porto, verso una fontana. Ci voltiamo la pia""a + urla fumo e gente che tenta di uscire. 7na mattan"a. oi alla fontana veniamo avvicinati da H finan"ieri sempre antisommossa che sempre 'con cortesia& ci intimano di allontanarci e allora via ma che lato ci consigliate, please, per non essere amma""atiI )ecuperiamo altri amici, i cellulari s#uillano. @a altri arrivano noti"ie in#uietanti* chi si + allontanato da solo + stato picchiato da s#uadriglie che si erano apposte nelle strade limitrofe la pia""a. ,ndiamo a casa di amici, siamo in < e guardiamo il tg con il 'solito& popolo di 3eattle CcooooommmmmmmmeeeeeeeeeeIIIIIIIGGGGGGGGGGGGG 2:: feriti pi0 S.:: miracolatiI (n serata #ualcosina in pi0. ( giornali di domenica poi %astaGI 8ia "ia mi chiede* '8a il nostro governo + di sinistraIIII&. Per tutta la giornata la persecu"ione continua. 8olti hanno paura di tornare in sta"ione per partire. 8io fratello* '8a che, #uesti (la poli"ia) avevano le duracellI& Bo delle domande* perchéI (generico) Perché la pia""a + stata chiusaI Perché il #uestore ad oggi + ancora al suo postoI Perché un sindaco vicesindaco ad oggi non pi0 sindaco non fa dichiara"ioniI 8a forse la risposta + nella domanda. Perché ad oggi non ci sono dichiara"ioni pu%%liche del ministro DiancoIIIIIII 8io fratello* 'ma la poli"ia a chi fa capoI&. 5uello che + successo al mio paese sa%ato 1< mar"o non ha nome, forse ha un nome sudamericano ma non ho il voca%olario.

41

5uello che + successo + grave, talmente grave che domenica 1. mar"o (the daM after) c/era un arco gonfia%ile della Darilla nella via principale del paese4 via Coledo, a testimoniare il via di una maratona e la for"a dell/o%lio #uello che + successo + talmente grave che la mia vicina mi ha detto* 'Banno fatto %uono ( i manifestanti) in #uesta citt2 c/+ tanta disoccupa"ione ...........& Testimonianza di .3. (l corteo giunge all/im%occo di via !eoncavallo, ad attenderci un cordone di una ventina di 'divise %lu&* sem%ra una pagliacciata, venti o trenta caschi contro il cordone ini"iale del corteo, Jmila invece pronti a massacrare. =:4P: secondi non pi0 e la pia""a diventa teatro di violen"e inumane. ?edo raga""e tramortite star male a causa dei lacrimogeni, mentre decine di for"e dell/ordine (I) le manganellano e le picchiano con calci di fucile. el giro di 2 minuti la visi%ilit2 + ridotta a "ero a causa dei fumogeni. Parte un cordone che stava all/im%occo di via 8arina* 2:: poli"iotti, una decina tra %lindati, gipponi, e pantere, sfrecciare verso il nostro spe""one che in un attimo si dilegua nei vicoli adiacenti alla pia""a. Ci chiudono le uscite. Dloccati nei vicoli ci caricano ripetutamente. 3parano lacrimogeni ad alte""a uomo. Colpiscono un caro amico al %raccio che rimane anche sotto shocK a causa di un lacrimogeno che gli sfiora la guancia. 3parano con pistole caricate a gommini, sempre ad alte""a uomo, e ancora lanciano contro di noi pietre, ma""e e altra ro%a rimediata da terra. 7n grosso camion della P3 sfreccia nella pia""a ad alta velocit2 e cerca in tutti i modi, compiendo ster"ate e testacoda da paura, di mettere sotto giovani manifestanti che cercano di scappare. (ntanto le cariche continuano e siamo costretti ad avviarci verso P.""a del Ges0. (ntanto nei vicoli partenopei stiamo attenti all/estrema caccia all/uomo che i 'signori& dell/ordine continueranno a fare per #ualche ora. ,rrivati in pia""a, il la%oratorio 3L, viene allestito come infermeria. 3em%ra davvero l/inferno. 8a sem%ra ancora pi0 incredi%ile l/attacco irra"ionale dei tre organi di stato. ,lcuni di noi vedendosi si a%%raccia e piange, per ra%%ia o felicit2 non so, ma + certo che ci sentiamo traditiG Craditi da chi non vuole pi0 vederci in pia""a, da chi dice di 'decidere per noi e con noi&. (n pia""a c/erano =:mila persone, =:mila persone sono state attaccate, e per chi continua a criminali""arci, %+ non so proprio se vale la pena rispondere. 8a non finisce #ua*possono fermare un corteo, possono arrestare, continuare a manganellare, ad avere atteggiamenti fascisti e inumani, ma la lotta dei compagni non la possono fermareGGG 5uesta + solo l/ennesima denuncia di chi + di ritorno da apoli, di chi ancora medita e non sa darsi una risposta alla guerra di sa%ato 1<. Chi pagher2 per tutto #uestoI Chiedere le dimissioni di un 'signor #uestore& non certo risolvere%%e la grossa fascisti""a"ione che si sta espandendo tra gli ordini costituiti. Disogna continuare con la contro4informa"ione, far conoscere alla gente chi sono i veri criminali, continuare a denunciare. 'C/+ chi dice che com%attere la Glo%ali""a"ione, la devasta"ione am%ientale, le guerre, la disoccupa"ione, la fame, sia come com%attere contro la for"a di gravit2. Dene, a%%atteremo la for"a di gravit2G& Basta siempre

42

Testimonianza di M D e D C ! Partiamo da !ame"ia Cerme (C>) alle = del mattino, siamo un gruppo assortito di compagni dei Giovani Comunisti, del Coordinamento 7niversitari Comunisti, del 'neonato& Coordinamento antifascista e antira""ista, dell/autonomia, pronti ad 'invadere& apoli con il nostro entusiasmo e la nostra radicalit2 'anti4glo%al&GGGGG ,lle :<*:: la sta"ione di apoli ci accoglie con uno spiegamento di for"e che ha dell/inverosimile. eanche il tempo di mettere piede a terra che ci troviamo circondati da agenti in %orghese, da telecamere pronte ad immortalare #uesti 'nuovi terroristi&, da for"e del 'disordine& che seguono ogni gesto, movimento, cercando pro%a%ilmente atteggiamenti 'desta%ili""anti&.. e infatti corrono a presidiare il 8c @onald, cingono a doppie file i '%aldacchini& del DerlusKa, mostrano tutto il loro nervosismo nel guardare con sospetto ogni cosa, persona, essere che ha 'osato& oggi s%arcare in una apoli soffocata di poli"ia. Pia""a Gari%aldi ini"ia a riempirsi piano, lentamente, alla spicciolata; ci sono i compagni dei Glo%al -6press, arrivano le tute %ianche dei Giovani Comunisti, i Co%as, 'i nomadi&, )ifonda"ione Comunista, i migranti, i disoccupati organi""ati. Colore e colori che riempiono piano, piano la pia""a. @avanti al gruppo, uno schieramento massiccio di poli"ia che appare sempre pi0 nervoso; l/agita"ione degli agenti + palpa%ile e le numerose radunate direttive tra loro e sono testimonian"a. 9a da sottofondo il ron"io degli elicotteri che ci accompagner2 sino a sera. (l corteo parte, musica, voci, canti per dire O a chi l$ vicino pretende di decidere 4in pochi4 per tutti e su tutto, ci guardiamo intorno. 3iamo tanti, veramente tanti e diversi, studenti, donne, %am%ini...,ttraversiamo Corso 7m%erto, tutto + chiuso.. come ci dir2 poi #ualche commerciante l/ordine + restare chiusi. !/o%iettivo + '%lindare& i manifestanti in una 'scatola vuota& (e #uesto la dice tutta su #uel che sar2 il prosieguo della manifesta"ione). ,rriviamo cantando e %allando con lo spe""one finale del corteo in Pia""a 8unicipio, su%ito vediamo la testa del corteo caricata (pi0 volte ci dirannoG) e sul lato destro della pia""a si al"a il fumo dei lacrimogeni, agenti li tirano persino dai tetti dei pala""i, l$ le cariche sono insistenti; ci spostiamo verso i giardini e ci rendiamo conto che ogni via d/uscita + %loccata e %lindata, e che a nessuno + permesso uscire da #uella pia""a che ini"ia a diventare un luogo infernale. (ni"iano a caricare massicciamente, ci spingono verso il 8aschio ,ngioino, c/+ una ringhiera, si rischia una carneficina, al"iamo le %raccia, gridiamo per cercare di fermarli, ma niente, loro caricano inferociti, l/elicottero continua a ron"arci sulla testa.. + Pia""a del 8unicipio, sem%ra Pia""a delle Cre Culture in 8essico, la poli"ia inferocita, gli elicotteri, la repressione ci riporta a tempi forse mai passati... 7na raga""a soffoca, ha un attacco d/asma per i lacrimogeni, pi0 avanti un raga""o viene portato a spalla, + svenuto... lo riconosciamo, + un compagno che ha viaggiato con noi...Ci avviciniamo ma un/altra carica ancora pi0 dura ci sovrasta... ( lacrimogeni vengono ormai lanciati ad alte""a d/ uomo, non li vediamo, non vediamo pi0 nulla. 3em%ra tutto irreale. (l furgone dei GC cerca di guadagnare l/uscita ma le manovre sono accompagnate da nuove cariche della poli"ia; a nulla servono gli appelli dei compagni per li%erare una via d/uscita; anche i finan"ieri caricano con ancora pi0 violen"a degli altri. 3iamo tra un gruppo di compagni che a %raccia sollevate cerca di guadagnare

43

l/uscita, ma su%iamo ugualmente le cariche. C/+ una %am%ina, piange, non respira pi0, neanche davanti alle richieste di soccorso e alle grida 'c/+ un ferito& #ueste %estie si fermano, continuano a distri%uire le loro cariche repressive. 9inalmente usciamo. C/+ un vicolo, un portone, riusciamo ad entrare, dentro l/impossi%ile, raga""ine di #uindici anni totalmente sconvolte, piangono e tremano, un raga""o con la testa spaccata...arriva l/am%ulan"a, verr2 soccorso, l/attende la #uesturaGGGG on possiamo uscire, la poli"ia insegue i manifestanti tra i vicoli, li pesta. @opo trattative ci fanno uscire e, a mani al"ate, sfiliamo davanti ad uno spiegamento di uomini in divisa tenuto fermo a malapena dai rispettivi capi s#uadra. Guadagniamo il varco che porta al lungomare e siamo salvi (per il momento). Ci ritroviamo tutti #uanti davanti lo 3L,, ci contiamo, manca #ualcuno, sono all/ospedale, an"i no, in #uestura. Compagni fanno la spola tra l/infermeria allestita allo 3L, e la 9acolt2 di ,rchitettura Occupata, mentre giungono le prime informa"ioni sul numero di fermi e feriti. )estiamo l$ in attesa di ulteriori noti"ie e solo verso le 1S*:: apprendiamo la noti"ia dei rilasci e decidiamo di ripartire. )itroviamo la sta"ione %lindata. le for"e dell/ordine (#uale ordineIGIG) ci attendono e, mentre entriamo nella sta"ione, continuano a provocare ed insultarci agitando soddisfatti i manganelli. 7ltimo atto, la parten"a. ( due 'Glo%al4e6press& s/incrociano, uno a sud, l/altro diretto a ord...i compagni si salutano lanciando un '-! P7-D!O 7 (@O...& ,rrivederci a Genova...nessuna repressione potr2 fermare la nostra lottaGGG=

3

(Da +ttp2RRLLL.#arta.orgR#antieriRnoglobalnapoliR"1"=!8libroHian#o.+tmS1

44

GENOVA
La preparazione di 'enova, vede la longa man(s del governo D53lema. $ontraddistinto per )(anto rig(arda lo s#enario #+e si venne a #on%ig(rare, per d(e s#elte importanti2 la g(erra #ontro la 0erbia e la tras%ormazione dell53rma dei $arabinieri in )(arta %orza armata. 1rovvedimento #+e ebbe l5immediato e%%etto di rendere i rapporti tra 1olizia di 0tato an#ora piD t(rbolenti. Del(sione da parte dei dirigenti della 10, #+e divenne #os: evidente e #lamorosa, #+e si mani%est7 p(bbli#amente, s(i piD importanti )(otidiani italiani, in (na pagina intera (a pagamento). A non solo, le s#elte atlantiste di D53lema #on%ermavano (na solerzia #+e non %a#eva #+e privilegiare i rapporti tra servizi e %orze militari di polizia italiani e ameri#ani. Cale #ambiamento, sembra perd(rare e #onsolidarsi nel governo 3mato, #+e las#ia ampi e pieni poteri ai verti#i della polizia e dei servizi segreti #+e si inter%a##iano senza problemi #on )(elli ameri#ani e di t(tti gli altri paesi del '8. Ad G d(rante )(esta amministrazione, #+e a##adono i %atti di Napoli, prologo a t(tto #i7 #+e avvenne a 'enova, sia per l5intervento della polizia, tesa a #+i(dere ai mani%estanti t(tte le possibili vie di %(ga, a##er#+iandoli, sia per la messa in atto e poi in prati#a di (n #ar#ere spe#iale G d(rante l5amministrazione di tale governo #+e avvengono i %atti di Napoli, #onsiderati da molti osservatori (n vero e proprio prologo della tragedia genovese, sia per la modalit6 dell5intervento assai violento delle %orze di polizia #+e non las#ia ai mani%estanti al#(na via di %(ga, sia per l5improvvisazione di (na sorta di #ar#ere spe#iale, illegittimo e atto all5(tilizzo della tort(ra. Da sottolineare inoltre, #+e d(rante la s(a a(dizione presso il #omitato in#ari#ato di svolgere (n5indagine s(i %atti di 'enova, il )(estore di 'enova dell5epo#a, .ran#es#o $ol(##i (in seg(ito, in#riminato per le a%%ermazioni %alse #+e sono all5origine di (n5altra in#riminazione2 )(ella dell5allora #apo della 10 De 'ennaro), spiegando #ome avvenisse in )(ei giorni, preparazione del servizio d5ordine p(bbli#o per il '8, sostenesse2

45

'(ndica"ioni utili vennero tratte dal modello di organi""a"ione dei servi"i di ordine e sicure""a disposti per il vertice G< di apoli, seppur adeguatamente rapportate al differente contesto ur%anistico ed al #uadro assolutamente non paragona%ile delle preannunciate ini"iative del dissenso&. La preparazione del '8 G in%atti #aratterizzata da vo#i allarmanti, in (n5es#alation isteri#a dei media #+e esaltavano l5emotivit6 dell5evento e da d(e attentati risibili, di #(i tra l5altro ne G an#ora s#onos#i(ta la paternit6. L5e%%etto domino G d(n)(e lento ma irreversibile, nell5ansia dei giovani agenti delle polizie #+e in al#(ne str(tt(re e d(rante l5addestramento sono in#itati ad a##(m(lare sempre piD odio verso i no global. /l “battage p(bbli#itario” G rappresentato dalle varie a##(se di terrorismo, prima an#ora #+e )(esto si “esprima” realmente, l5idea pervasiva #+e i parte#ipanti avrebbero distr(tto la #itt6, l5ansia e l5esa#erbamento della pa(ra di gran parte degli abitanti, a #(i G #onsigliato nean#+e troppo velatamente di andare altroveF il #lima> in angos#ia dell5opinione p(bbli#a #+e ind(#e tante persone a non parte#ipare alla protesta e sopratt(tto a s#oraggiare o impedire ai %igli di %arloF l5esposizione da tro%eo di al#(ni leader delle C(te Hian#+e #+e assi#(rano l5intervento nella zona rossa - an#+e se G noto #+e si sarebbe trattato di (n atto simboli#o. 1o#+issime %(rono le personalit6 istit(zionali #+e obiettarono rig(ardo il piano di si#(rezza del '8 #+e aveva in serbo (na militarizzazione pervasiva ed in)(ietante della #itt6, mai vista e #onsiderata nell5A(ropa del se#ondo dopog(erra e la sospensione di al#(ni diritti, )(ali la #+i(s(ra del trib(nale, la #+i(s(ra delle sedi (niversitarie, prevedeva (na militarizzazione assai in)(ietante della #itt6 e la sospensione di al#(ni diritti, %ra i )(ali la #+i(s(ra del trib(nale, la #+i(s(ra delle sedi (niversitarie, la sospensione della libera #ir#olazione dei #ittadini #om(nitari. Le testimonianze inoltre, #i in%ormano #+e sia i verti#i della polizia #+e il personale impiegato non erano idonei al negoziato pa#i%i#o delle mani%estazioni di protesta. N (n dato di %atto #om(n)(e e in#ontrovertibile, #+e molti dirigenti delle polizie, non erano esperti in servizi di ordine p(bbli#o e nei #asi #ome La Harbera e gli (%%i#iali dei $$, le pro#ed(re si #ompirono #on estrema disinvolt(ra rispetto alle norme e al #odi#e deontologi#o in vigore dal se#ondo dopog(erra. Amblemati#a, la s#elta di (tilizzare e a%%ian#are la C(s#ania - (nit6 militare in#apa#e della gestione pa#i%i#a dell5ordine p(bbli#o. La violenza dell5(nit6 spe#iale #on a #apo $anterini, proveniente dai reparti mobili. L5enorme dispositivo di in%iltrati, tra #on%identi e osservatori in #ontin(a #om(ni#azione #on le %orze dell5ordine, t(tti i mezzi messi a disposizione, erano piD #+e s(%%i#ienti a (n #ontrollo min(zioso del territorio della #itt6 e dei dintorni e per interventi tempestivi ov(n)(e. “Gli attacchi da parte delle poli"ie cominciarono 'a freddo& , sen"a alcuna minima legittimit2 di urgen"a di difesa di #ualsivoglia necessit2, com/+ testimoniato dai numerosi video sugli attacchi ai manifestanti a pia""a 8anin e altrove, oltre che sui singoli episodi della pi0 vigliacca %rutalit2 nei confronti di vecchi e minorenni. Come

46

dimostrato in sede processuale, il %lit" alla @ia" + stato assolutamente ingiustificato, pianificato a tavolino, costruito assai maldestramente come una montatura che avre%%e dovuto provare la fusione fra DlacK DlocK e no glo%al. (l portavoce del capo della poli"ia comunic1, del resto, ai giornalisti una versione preconfe"ionata del fatto prima ancora che i raga""i venissero portati fuori in %arella davanti a decine di giornalisti italiani e stranieri e numerosi parlamentari respinti come inopportuni curiosi. Come si afferma nella richiesta di condanna dei responsa%ili delle violen"e e sevi"ie a Dol"aneto, le pratiche adottate dagli operatori delle poli"ie in tale caserma si configurano come vere e proprie torture, se%%ene tale reato non sia previsto nel Codice Penale italiano. (n altri termini, + assai difficile smentire la tesi secondo la #uale i comportamenti delle poli"ie a Genova fossero dovuti all/o%iettivo di dare una le"ione durissima, se non risolutiva, al movimento no glo%al, tesi confermata fra le righe nell/audi"ione di Condolee"a )ice al Congresso americano nella ricostru"ione dell/undici settem%re 2::1 (!. Pepino, 2::1; ,. dal !ago, 2::=). (n tal senso, gli input provenienti dall/alto delle gerarchie militari e di poli"ia (a livello di allean"a atlantica e poi a livello na"ionale) sono pro%a%ilmente stati ine#uivoca%ili (i%idem). ,llo stesso tempo appare evidente che tali input hanno agito su una realt2 di disordine delle for"e di poli"ia (competi"ione, conflitto e vendette soprattutto fra CC e P3), disordine gi2 grave sin dai tempi del governo @/,lema e accentuato dall/arrivo al potere di un governo in cui non c/+ nessun politico che a%%ia effettiva autorit2 su tali for"e ma che + affetto da smanie di protagonismo e di egemonia da parte dei leader postfascisti . e consegue che una volta passati sia l/input di dare una 'durissima le"ione ai no glo%al e rossi& sia il messaggio di poter contare su una totale copertura politica (che poi negli 3tati 7niti Dush e il suo governo hanno assicurato alle pratiche di tortura ...) si sono tradotti nelle li%ere interpreta"ioni di #uegli operatori che da tempo speravano in una tale occasione (#uelli che coltivavano e coltivano am%i"ioni da )am%o, che si allenano nelle pratiche delle violen"e #uotidiane contro )om, immigrati, tossicodipendenti e marginali e prostitute). (noltre, il sospetto che i DlacK DlocK siano stati, #uantomeno per %uona parte, s#uadre di provocatori o infiltrati inviati da poli"ie o servi"i segreti stranieri e italiani, reclutati fra ultr2 neri e casseurs o teppisti %en noti all/amministra"ione della giusti"ia, non pu1 essere ignorato anche se resta sempre sen"a precise prove ac#uisite dall/autorit2 giudi"iaria. Peraltro, la presen"a di casseurs infiltrati fu segnalata sui siti internet dagli stessi DlacK DlocK 'doc&. Cuttavia, come osserva Claudio ,l%ertani, la colossale opera"ione di poli"ia montata prima degli scontri fa pensare ad un esperimento di loN intensitM Nar in versione metropolitana, o piuttosto ad una deli%erata pratica di guerra a %assa intensit2 sulla scena ur%ana che implica appunto l/impiego di for"e militari e di poli"ia con modalit2 e comportamenti che escludono la nego"ia"ione pacifica. Cale orientamento prescinde dal ricorso ai DlacK DlocK. (l %attaglione Cuscania e gli stessi militari che per la loro missione in 3omalia avevano avuto a che fare con un processo per torture e l/assassinio di (laria ,lpi e

47

8iran Brovatin hanno avuto un ruolo di primo piano in particolare nella scena dell/uccisione di Carlo Giuliani. !e missioni militari all/estero sono appunto le esperien"e i%ride fra militare e poli"iesco. , Genova il tenente colonnello Cruglio era il comandante della Compagnia d/intervento risolutivo (CC()) creata specialmente per il G., al suo fianco operava il capitano Cappello. !e cin#ue CC() al G. di Genova erano tutte dirette da ufficiali con esperien"e di missioni militari (di guerra) in diversi paesi. , Cruglio erano affidati i defender di pia""a ,limonda, mentre Cappello era responsa%ile diretto di Placanica (l/agente direttamente coinvolto nella morte di Carlo Giuliani). ,lla #uarantesima udien"a al processo per i disordini di pia""a, il tenente 8irante dei CC, ha parlato dell/intervento in Pia""a ,limonda come di Tuna piccola %onificaU, ricordando che Cruglio gli disse Tforse il tuo autista ha investito una personaU. ,ssai significativo + che il tenente tendesse a confrontare Genova e la prima guerra mondiale, affermando con nonchalance* Tguerra e ordine pu%%lico + ugualeU, citando a modo suo 3un C"u e @e Gaulle, rilevando anche che durante la sua carriera ha visto numerosi corpi di morti e #uindi non capisce perché avre%%e dovuto far caso al un corpo per terra (#uello di Carlo Giuliani). Come mostrano i filmati, i camion del Cuscania erano lanciati a tutta velocit2 contro la folla e secondo le loro stesse rela"ioni di servi"io, i colpi d/arma da fuoco tirati dai CC in #uella sono stati almeno diciotto e secondo alcuni molti di pi0. ,lcuni processi individuali in sede civile si sono conclusi con il riconoscimento dei danni su%iti dalle vittime risarcite dallo 3tato che teoricamente dovre%%e cercare i responsa%ili di tali danni. on commentiamo #ui il processo per l/uccisione di Carlo Giuliani, che continua a suscitare tante perplessit2 se non sconcerto innan"itutto perché i CC sono riusciti a %loccare ogni seria ricerca delle prove inconfuta%ili dei fatti e perché le vicende successive riguardanti l/imputato Placanica sono assai tor%ide. Cuttavia + assai singolare che dei successivi tre principali processi istruiti solo uno si sia concluso mentre gli altri due (per il %lit" alla @ia" e per le torture e sevi"ie a Dol"aneto) dovre%%ero arrivare alla senten"a entro l/estate o nell/autunno 2::.. -/ ormai certa la prescri"ione delle condanne che saranno somministrate agli operatori delle for"e di poli"ia nei processi per il %lit" della @ia" e le torture a Dol"aneto. , prescindere da osserva"ioni che richiedono competen"e giuridiche che non possiede chi scrive, va su%ito osservato che la scelta di configurare #uesti tre processi non pu1 non suscitare alcuni interrogativi* si tratta di una sorta di dimostra"ione di e#uili%rio da parte dell/amministra"ione della giusti"ia, che cos$ prefigura la puni"ione degli 'eccessi& o dell/impa""imento 'degli uni e degli altri&I; perché il processo gi2 concluso riguardante i disordini di pia""a aveva come imputati solo 2H persone (definite dai P8 come 'tute nere&, responsa%ili in %locco di tutti i danni alla citt2 secondo un 'teorema& essen"ialmente ideologico e condannati a 11Hanni di carcere) mentre + pi0 che evidente che di tali disordini sono stati responsa%ili sia i DlacK DlocK,

48

sia numerosi operatori delle for"e di poli"ia che hanno anche usato illecitamente i me""i in loro dota"ione e in alcuni casi erano dotati di me""i illecitiIP. (l G. di Genova + stata una maledi"ione che continua a produrre effetti nefasti* dopo la sconcertante senten"a del processo per l/assassinio di Carlo Giuliani s/+ arrivati a #uella contro i 2H manifestanti classificati con pura semplifica"ione ideologica responsa%ili di tutti i danni e devasta"ioni avvenuti nella citt2, compresi #uelli provocati dai '%lacK %loc&, da 'amici& delle poli"ie e da #ueste stesse, come mostrano a decine filmati e immagini. (nfine, la senten"a per le violen"e e le vere e proprie torture a Dol"aneto ha assolto trenta agenti su PH, cos$ come la chiesa assolveva Pinochet e come Dush giustifica Guantanamo e ,%ou Grai%. (...) on dimentichiamo che #uesto + l/epilogo di una congiuntura in cui prima il centro4sinistra dei @/,lema, @ili%erto, ?iolante e Dianco ha favorito la deriva neoautoritaria del ricorso alla violen"a sin dai fatti di apoli; poi il centro4destra s/+ sentito e si sente in dovere di fare dieci volte peggio in tutto e per tutto. on + in tali congiunture che le componenti pi0 rea"ionarie della societ2 (si pensi alle ronde, ai militanti anche di 'sinistra& della tolleran"a "ero e ai caporali) e delle for"e di poli"ia si contaminano per affermare la gestione muscolosa dell/ordine, cio+ del dominio del pi0 forte a discapito di ogni rispetto del cosiddetto stato di diritto democraticoI - non + in #ueste congiunture che %uona parte della magistratura giudicante sente il dovere di mostrare soler"ia verso il governo #ualun#ue esso sia #uando si tratta di 'difesa dell/ordine costituitoI Dasti pensare alla vigliacca campagna contro le 'violen"e& dei manifestanti in occasione della manifesta"ione degli studenti a )oma il 1P dic. 2:1:. -rgo, la violen"a deve sempre e solo essere appannaggio o li%ero ar%itrio delle poli"ie che difendono i poteri forti (e #uesto anche con il %eneplacito di 'santo&3aviano). 8a c/+ da aggiungere che l/epilogo del G. di Genova costituisce un fatto politico ancora pi0 grave* si legittima l/impunit2 della tortura e si cancella che Dol"aneto + stato l/,%ou Grai%d/-uropa. !a mattan"a che ci fu in #uei giorni nella nostra citt2 non ha eguali in nessuno dei casi di gestione violenta del disordine di pia""a conosciuti da 3eattle sino a )ostoN. 8ai si sono viste carceri improvvisate e torture a danno di detenuti4manifestanti e massacri come alla @ia". 3ta #ui l/aspetto pi0 in#uietante* l/(talia continua a essere il paese in cui l/involu"ione autoritaria resta sempre a portata di mano, si confonde magari col %uonismo del pomeriggio o dell/indomani o passa di mano a chi ripristina grem%iulini, catechismo cattolico integralista e na"ionalista nelle caserme per i raga""i durante le vacan"e e d2 copertura ad ogni a%uso da parte dei militanti del neora""ismo. ,ncora oggi la storia italiana resta orfana di una tradi"ione effettivamente li%eral4democratica. 8algrado spesso si tenda a difendere la magistratura, ci si dimentica #uanto il potere giudi"iario sia il corrispondente di #uello politico (a prescindere dall/eventuale concorren"a o competi"ione temporanea fra i due).
4

(vedi atti gi(diziari al sito+ttp2RRLLL.pro#essig8.org e D;D “?1”)

49

'8a cosa vuole&, dice un giudice a un giornalista, 'la verit2 giudi"iaria + sempre un altra cosa ...&. 7na cosa che non potr2 mai essere giustaG (non siamo certo Derlusconi)”&

&

+ttp2RRLLL.a#ademia.ed(R71T477R3pp(ntiUdiUri#er#aUs(lleUviolenzeUdelleUpolizieUalU'8UdiU'enova

50

LE TESTIMONIANZE
Testimonianza di Nic0 Da1ies - (da C+e '(ardian, 'ran Hretagna) '( raga""i stranieri che erano alla @ia" e a Dol"aneto raccontano le violen"e della poli"ia. !/inchiesta del Guardian sulla notte in cui ogni diritto civile venne sospeso. 8ancava poco a me""anotte #uando il primo poli"iotto colp$ 8arK Covell con una manganellata sulla spalla sinistra. Covell cerc1 di urlare in italiano che era un giornalista, ma in pochi secondi si trov1 circondato dagli agenti in tenuta antisommossa che lo tempestarono di colpi. Per un po/ riusc$ a restare in piedi, poi una %astonata sulle ginocchia lo fece crollare sul selciato. 8entre giaceva con la faccia a terra nel %uio, contuso e spaventato, si rese conto che i poli"iotti si stavano radunando per attaccare l/edificio della scuola @ia", dove S= raga""i si erano sistemati per passare la notte. 8arK sper1 che rompessero su%ito la catena del cancello, cos$ forse l/avre%%ero lasciato in pace. ,vre%%e potuto al"arsi e raggiungere la reda"ione di (ndMmedia dall/altra parte della strada, dove aveva passato gli ultimi tre giorni scrivendo articoli sul G. e sulle violen"e della poli"ia. Proprio in #uel momento un agente gli salt1 addosso e gli diede un calcio al petto con tanta violen"a da incurvargli tutta la parte sinistra della ga%%ia toracica, rompendogli una me""a do""ina di costole. !e schegge gli lacerarono la pleura del polmone sinistro. Covell, che + alto 1,<= e pesa meno di H1 chili, venne scaraventato sulla strada. 3ent$ ridere un agente e pens1 che non ne sare%%e uscito vivo. 8entre la s#uadra antisommossa cercava di for"are il cancello, per ingannare il tempo alcuni agenti cominciarono a colpire Covell come se fosse un pallone. !a nuova scarica di calci gli ruppe la mano sinistra e gli danneggi1 la spina dorsale. ,lle sue spalle, Covell sent$ un agente che urlava 'DastaG DastaG& e poi il suo corpo che veniva trascinato via. (ntanto un %lindato della poli"ia aveva sfondato il cancello della scuola e 1H: poli"iotti avevano fatto irru"ione nell/edificio con caschi, manganelli e scudi. @ue poli"iotti si fermarono accanto a Covell, uno lo colp$ alla testa con il manganello e il secondo lo prese a calci sulla %occa, spaccandogli una do""ina di denti. Covell svenne. Ci sono diversi %uoni motivi per non dimenticare cos/+ successo a 8arK Covell #uella notte a Genova. (l primo + che fu solo l/ini"io. , me""anotte del 21 luglio 2::1 i poli"iotti occuparono i #uattro piani della scuola @ia" imponendo il loro particolare tipo di disciplina ai suoi occupanti e riducendo i dormitori improvvisati in #uella che in seguito un fun"ionario di poli"ia ha definito 'una macelleria messicana&. Poi #uegli stessi agenti e i loro colleghi incarcerarono illegalmente le vittime in un centro di deten"ione che divent1 un luogo di terrore. (l secondo motivo + che, sette anni dopo, Covell e i suoi compagni aspettano ancora giusti"ia. (l 1P luglio 2::. #uindici poli"iotti, guardie peniten"iarie e medici carcerari sono stati condannati per il loro ruolo nelle violen"e. 8a nessuno sconter2 la pena. (n (talia gli imputati non vanno in prigione fino alla conclusione dell/ultimo grado di giudi"io, e le condanne per i fatti di Genova cadranno in prescri"ione l/anno prossimo. ( politici che all/epoca erano responsa%ili della poli"ia, delle guardie peniten"iarie e dei medici carcerari non hanno mai dovuto dare spiega"ioni.

51

!e domande fondamentali su come tutto ci1 sia potuto accadere rimangono sen"a risposta e rimandano al ter"o e pi0 importante motivo per ricordare Genova. 5uesta non + semplicemente una storia di poli"iotti esaltati. 3otto c/+ #ualcosa di pi0 grave e preoccupante. 5uesta storia pu1 essere raccontata solo gra"ie al duro lavoro coordinato da un pu%%lico ministero appassionato e coraggioso, -milio >ucca. Con l/aiuto di Covell e di una s#uadra di magistrati, >ucca ha raccolto centinaia di testimonian"e e anali""ato cin#uemila ore di video e migliaia di fotografie. Cutte insieme raccontano una storia cominciata proprio mentre Covell giaceva a terra sanguinante. 7no dei primi ad accorgersi dell/irru"ione fu 8ichael Gieser, un economista %elga di =H anni che si era appena messo il pigiama e stava facendo la fila davanti al %agno con lo spa""olino in mano. Gieser crede nel dialogo e in un primo momento si diresse verso gli agenti dicendo* '@o%%iamo parlare&. ?ide i giu%%otti im%ottiti, gli sfollagente, i caschi e le %andane che nascondevano i volti dei poli"iotti, cam%i1 idea e scapp1 di corsa per le scale. Gli altri furono pi0 lenti. -rano ancora nei sacchi a pelo. ( dieci spagnoli accampati nell/atrio della scuola si svegliarono sotto i colpi dei manganelli. ,l"arono le mani in segno di resa, ma altri poli"iotti cominciarono a picchiarli in testa, provocando tagli e ferite e fratturando il %raccio a una donna di JH anni. ella stessa stan"a alcuni raga""i erano seduti davanti al computer e mandavano e4mail a casa. Cra loro c/era 8elanie Vonasch, 2. anni, studentessa di archeologia a Derlino, che si era offerta di lavorare nella scuola e non aveva neppure partecipato ai cortei. 8elanie non riesce ancora a ricordare cosa accadde. 8a molti testimoni hanno raccontato che i poli"iotti l/aggredirono e la colpirono alla testa con tanta violen"a che perse su%ito conoscen"a. 5uando cadde a terra, gli agenti la circondarono continuando a picchiarla e a prenderla a calci, s%attendole la testa contro un armadio e alla fine lasciandola in una po""a di sangue. Latherina OttoNaM, che vide la scena, ricorda* 'Cremava tutta. ,veva gli occhi aperti ma rovesciati all/ins0. Pensai che stesse morendo, che non sare%%e sopravvissuta&. essuno dei raga""i che erano al piano terra sfugg$ al pestaggio. Come ha scritto >ucca nella sua re#uisitoria* ' ell/arco di pochi minuti, tutti gli occupanti del piano terra furono ridotti all/impoten"a. ( gemiti dei feriti si univano agli appelli a chiamare un/am%ulan"a&. Per la paura, alcune vittime persero il controllo dello sfintere. Poi gli agenti si diressero verso le scale. el corridoio del primo piano trovarono un piccolo gruppo di persone, tra cui Gieser, che stringeva ancora il suo spa""olino* '5ualcuno sugger$ di sdraiarsi, per dimostrare che non facevamo nessuna resisten"a, cos$ mi sdraiai. ( poli"iotti arrivarono e cominciarono a picchiarci, uno dopo l/altro. (o mi riparavo la testa con le mani e pensavo* R@evo resistere/. 3entivo gridare R%asta, per favore/ e lo ripetevo anch/io. 8i faceva pensare a #uando si sgo""ano i maiali. Ci stavano trattando come animali, come porci&. ( poli"iotti a%%atterono le porte delle stan"e che si affacciavano sui corridoi. (n una trovarono @an 8c 5uillan e orman Dlair, arrivati in aereo da 3tansted, vicino !ondra, per manifestare a favore di 'una societ2 li%era e giusta dove la gente possa vivere in armonia&, spiega 8c 5uillan.

52

,vevano sentito la poli"ia al piano terra e insieme a un amico neo"elandese, 3am Duchanan, avevano cercato di nascondersi con le loro %orse sotto dei tavoli in un angolo di una stan"a %uia. 7na decina di agenti fece irru"ione nel locale e li illumin1 con una torcia. 8c 5uillan scatt1 in piedi, al"1 le mani e cominci1 a ripetere 'Calma, calma&, ma non serv$ a fermare i poli"iotti. 8c 5uillan ne usc$ con un polso rotto. '3entivo tutto il loro veleno e il loro odio&, ricorda orman Dlair. Gieser era in corridoio* '(ntorno a me era tutto coperto di sangue. 7n poli"iotto grid1 RDastaG/ e per un attimo sperammo che tutto sare%%e finito. 8a gli agenti non si fermarono, continuarono a picchiare di gusto. ,lla fine u%%idirono all/ordine, ma erano come dei %am%ini a cui si toglie un giocattolo contro la loro volont2&. Ormai c/erano poli"iotti in tutta la scuola. Picchiavano e davano calci. 3econdo molte vittime c/era #uasi del metodo nella loro violen"a* gli agenti pestavano chiun#ue gli capitasse a tiro, poi passavano alla vittima successiva lasciando a un collega il compito di continuare a picchiare la prima. 3em%rava importante che tutti fossero pestati a sangue. icola @ohertM, un/assistente sociale di !ondra di 2J anni, racconta che il suo compagno, )ichard 8oth, si sdrai1 sopra di lei per proteggerla. '3entivo i colpi sul suo corpo, uno dopo l/altro. ( poli"iotti si allungavano per raggiungere le parti del mio corpo che erano rimaste scoperte&. icola cerc1 di proteggersi la testa con il %raccio. !e ruppero il polso. 7n gruppo di uomini e donne fu costretto a inginocchiarsi in un corridoio in modo che i poli"iotti potessero colpirli pi0 facilmente sulla testa e sulle spalle. @aniel ,l%recht, 21 anni, studente di violoncello a Derlino, fu colpito cos$ violentemente che dovettero operarlo per fermare l/emorragia cere%rale. 9uori dall/edificio, i poli"iotti tenevano i manganelli al contrario, usando il manico ad angolo retto come un martello. (n #uesto crescendo di violen"a ci furono momenti in cui i poli"iotti scelsero l/umilia"ione. 7n agente si mise a gam%e aperte davanti a una donna inginocchiata e ferita, si afferr1 il pene e glielo avvicin1 al viso. Poi si gir1 e fece la stessa cosa con @aniel ,l%recht, che era inginocchiato l$ accanto. 7n altro poli"iotto interruppe un pestaggio per prendere un coltello e tagliare i capelli alle vittime, tra cui icola @ohertM. 7n altro chiese a un gruppo di raga""i se stavano %ene e #uando uno disse di no, part$ un/altra scarica di %otte. ,lcuni riuscirono a sfuggire alla violen"a, almeno per un po/. Larl Doro scapp1 sul tetto, ma poi fece l/errore di rientrare nella scuola e su%$ lo stesso trattamento degli altri. )iport1 gravi lesioni alle %raccia e alle gam%e, una frattura cranica e un/emorragia toracica. Varaslav -ngel, polacco, riusc$ a uscire dalla @ia" arrampicandosi sulle impalcature, ma fu preso sulla strada da alcuni autisti della poli"ia che gli spaccarono la testa, lo scaraventarono per terra e rimasero a fumare mentre il suo sangue scorreva sull/asfalto. @ue studenti tedeschi, !ena >uhlKe, 2P anni, e il suo compagno iels 8artensen, furono tra gli ultimi a essere presi. 3i erano nascosti in un armadio usato dagli addetti alle puli"ie all/ultimo piano. 3entirono la poli"ia che si avvicinava s%attendo i manganelli sulle pareti delle scale. !a porta dell/armadio venne aperta, 8artensen fu trascinato fuori e picchiato da una decina di poli"iotti schierati a semicerchio intorno a lui.

53

>uhlKe attravers1 di corsa il corridoio e si nascose nel %agno. ( poli"iotti la videro, la seguirono e la trascinarono fuori per i capelli. (n corridoio, l/aggredirono come cani addosso a un coniglio. 9u colpita alla testa e poi presa a calci da ogni parte finché sent$ collassare la ga%%ia toracica. !a rimisero in piedi appoggiandola a una parete dove un poli"iotto le dette una ginocchiata all/inguine mentre gli altri continuarono a prenderla a manganellate. 3civol1 gi0, ma la picchiarono ancora* '3em%rava che si divertissero, #uando gridavo di dolore sem%rava che godessero ancora di pi0&. ( poli"iotti trovarono un estintore e spru""arono la schiuma sulle ferite di 8artensen. >uhlKe venne afferrata per i capelli e scaraventata per le scale a testa in gi0. ,lla fine, trascinarono la raga""a nell/ingresso del piano terra, dove avevano ammassato decine di prigionieri insanguinati e sporchi di escrementi. !a gettarono sopra ad altre due persone. on si muovevano e >uhlKe, tramortita, chiese se erano vivi. essuno rispose e lei rimase supina. on muoveva pi0 il %raccio destro ma non riusciva a tenere fermi il %raccio sinistro e le gam%e, che si contraevano convulsamente. (l sangue le gocciolava dalle ferite alla testa. 7n gruppo di poli"iotti le pass1 accanto* uno dopo l/altro si sollevarono le %andane che gli coprivano il volto e le sputarono in faccia. Perché dei rappresentanti della legge si comportarono con tanto dispre""o della leggeI !a risposta pi0 semplice pu1 essere #uella che %en presto venne urlata dai manifestanti fuori dalla @ia"* 'DastardiG&. 8a stava succedendo #ualcos/altro, #ualcosa che emerse pi0 chiaramente nei giorni seguenti. Covell e decine di altre vittime dell/irru"ione furono portati all/ospedale 3an 8artino, dove i poli"iotti camminavano su e gi0 per i corridoi, %attendo il manganello sul palmo delle mani, ordinando ai feriti di non muoversi e di non guardare dalla finestra, lasciandoli ammanettati. Poi, sen"a che fossero stati medicati, li spedirono all/altro capo della citt2 nel centro di deten"ione di Dol"aneto, dove erano trattenute decine di altri manifestanti, presi alla @ia" e nei cortei. ( primi segnali che c/era #ualcosa di pi0 grave possono sem%rare %anali. ,lcuni poli"iotti avevano vecchie can"oni fasciste come suoneria del cellulare e parlavano con ammira"ione di 8ussolini e Pinochet. @iverse volte ordinarono ai prigionieri di gridare '?iva il duce& e usarono le minacce per costringerli a intonare can"oni fasciste* '7no, due, tre. ?iva PinochetG&. !e 222 persone detenute a Dol"aneto furono sottoposte a un trattamento che in seguito i pu%%lici ministeri hanno definito tortura. ,ll/arrivo furono marchiati con dei segni di pennarello sulle guance e molti furono costretti a camminare tra due file di poli"iotti che li %astonavano e li prendevano a calci. 7na parte dei prigionieri fu trasferita in celle che contenevano fino a =: persone. 5ui furono costretti a restare fermi in piedi davanti al muro, con le %raccia in alto e le gam%e divaricate. Chi non riusciva a mantenere #uesta posi"ione veniva insultato, schiaffeggiato e picchiato. 8ohammed Ca%ach, che ha una gam%a artificiale e non riusciva a sopportare la fatica della posi"ione, croll1. 9u ricompensato con due spru""ate di spraM al pepe e, pi0 tardi, un pestaggio particolarmente feroce.

54

orman Dlair ricorda che mentre era in piedi nella posi"ione che gli avevano ordinato una guardia gli chiese* 'Chi + lo statoI&. '!a persona davanti a me aveva risposto RPoli"ei/, cos$ detti la stessa risposta. ,vevo paura che mi pestassero&. 3tefan Dauer os1 dare un/altra risposta* #uando una guardia che parlava tedesco gli chiese di dove era, rispose che veniva dall/7nione europea e aveva il diritto di andare dove voleva. !o trascinarono fuori, lo riempirono di %otte e di spraM al pepe sulla faccia, lo spogliarono e lo misero sotto una doccia fredda. ( suoi vestiti furono portati via e dovette tornare nella cella gelida con un camice d/ospedale. Cremanti sui pavimenti di marmo delle celle, i detenuti e%%ero solo #ualche coperta, furono tenuti svegli sen"a mangiare e gli venne negato il diritto di telefonare e a vedere un avvocato. 3entivano pianti e urla dalle altre celle. 7omini e donne con i capelli rasta vennero %rutalmente rasati. 8arco Distacchia fu portato in un ufficio, denudato, costretto a mettersi a #uattro "ampe e ad a%%aiare. Poi gli ordinarono di gridare '?iva la poli"ia italianaG&. 3inghio""ava troppo per u%%idire. 7n poli"iotto anonimo ha dichiarato al #uotidiano !a )epu%%lica di aver visto dei colleghi che urinavano sui prigionieri e li picchiavano perché si rifiutavano di cantare 9accetta nera. -ster Percivati, una raga""a turca, ricorda che le guardie la chiamarono puttana mentre andava al %agno, dove una poli"iotta le ficc1 la testa nel Nater e un suo collega maschio le url1* 'Del culoG Ci piacere%%e che ci infilassi dentro il manganelloI&. ,lcune donne hanno riferito di minacce di stupro, anale e vaginale. Perfino l/infermeria era pericolosa. )ichard 8oth, che aveva difeso con il suo corpo la compagna, era coperto di tagli e lividi. Gli misero dei punti in testa e sulle gam%e sen"a anestesia. '9u un/esperien"a molto dolorosa e traumatica. @ovevano tenermi fermo con la for"a&, ricorda. Cra le persone condannate il 1P luglio ci sono anche alcuni medici della prigione. Cutti hanno dichiarato che non fu un tentativo di costringere i detenuti a confessare, ma solo un eserci"io di terrore. - fun"ion1. elle loro testimonian"e, i prigionieri hanno descritto la sensa"ione d/impoten"a, di essere tagliati fuori dal mondo in un luogo sen"a legge e sen"a regole. !a poli"ia costrinse i prigionieri a firmare delle dichiara"ioni. 7n francese, @avid !arro#uelle, e%%e tre costole rotte perché non voleva firmare. ,nche Percivati si rifiut1* gli s%atterono la faccia contro la parete dell/ufficio, rompendole gli occhiali e facendole sanguinare il naso. ,ll/esterno arriv1 una versione dei fatti molto distorta. (l giorno dopo il pestaggio Covell riprese conoscen"a all/ospedale e si accorse che una donna gli stava scuotendo la spalla. Pens1 che fosse dell/am%asciata inglese, poi #uando l/uomo che era con lei cominci1 a scattare foto si rese conto che era una giornalista. (l giorno dopo il @ailM 8ail pu%%lic1 in prima pagina una storia inventata di sana pianta secondo cui Covell aveva contri%uito a pianificare gli scontri (ci sono voluti #uattro anni perché il 8ail si scusasse e risarcisse Covell per aver violato la sua privacM). 8entre alcuni cittadini %ritannici venivano pestati e trattenuti illegalmente, i portavoce del primo ministro ConM Dlair dichiararono* '!a poli"ia italiana doveva fare un lavoro difficile. (l premier ritiene che lo a%%ia svolto&. !e for"e dell/ordine italiane raccontarono ai me""i d/informa"ione una serie di men"ogne. Perfino mentre i corpi insanguinati venivano trasportati fuori dalla @ia" in %arella, i poli"iotti raccontavano ai giornali che le am%ulan"e allineate nella strada

55

non avevano nulla a che fare con l/incursione, che le ferite dei raga""i erano precedenti all/incursione, e che l/edificio era pieno di estremisti violenti che avevano attaccato gli agenti. (l giorno dopo, le for"e dell/ordine tennero una conferen"a stampa in cui annunciarono che tutte le persone presenti nell/edificio sare%%ero state accusate di resisten"a aggravata e associa"ione a delin#uere finali""ata alla devasta"ione e al saccheggio. ,lla fine, i tri%unali italiani hanno respinto tutti i capi di accusa contro ogni singolo imputato, Covell compreso. ( tentativi della poli"ia d/incriminarlo per una serie di reati gravissimi sono stati definiti 'grotteschi& dal pu%%lico ministero -nrico >ucca. ella stessa conferen"a stampa, furono esi%ite #uelle che la poli"ia descrisse come armi* piedi di porco, martelli e chiodi che gli stessi agenti avevano preso in un cantiere accanto alla scuola, strutture in alluminio degli "aini, 1< macchine fotografiche, 1= paia di occhialini da nuoto, 1: coltellini e un flacone di lo"ione solare. 8ostrarono anche due %om%e molotov che, come ha concluso in seguito >ucca, erano state trovate in preceden"a dalla poli"ia in un/altra "ona della citt2 e introdotte alla @ia" alla fine del %lit". 5ueste %ugie facevano parte di un pi0 ampio tentativo di in#uinare i fatti. !a notte dell/incursione, un gruppo di HS poli"iotti entr1 nell/edificio di fronte alla @ia" dove c/era la reda"ione di (ndMmedia e dove, soprattutto, un gruppo di avvocati stava raccogliendo le prove degli attacchi della poli"ia ai manifestanti. Gli agenti andarono nella stan"a degli avvocati, li minacciarono, spaccarono i computer e se#uestrarono i dischi rigidi. Portarono via tutto ci1 che conteneva fotografie e filmati. Poiché i magistrati rifiutavano di incriminare gli arrestati, la poli"ia riusc$ a ottenere l/ordine di espellerli dal paese, con il divieto di tornare per cin#ue anni. (n #uesto modo i testimoni furono allontanati dalla scena. (n seguito i giudici hanno giudicato illegali tutti gli ordini di espulsione, cos$ come i tentativi d/incrimina"ione. >ucca ha lottato per anni contro le %ugie e gli insa%%iamenti. ella memoria che accompagna la richiesta di rinvio a giudi"io ha dichiarato che tutti i dirigenti coinvolti negavano di aver avuto un ruolo nella vicenda* ' eppure un fun"ionario ha ammesso di aver avuto un ruolo sostan"iale di comando per #ualsiasi aspetto dell/opera"ione&. 7n alto fun"ionario ripreso in video sulla scena ha dichiarato che #uella notte era fuori servi"io ed era passato alla @ia" solo per accertarsi che i suoi uomini non fossero feriti. !e dichiara"ioni della poli"ia cam%iavano continuamente ed erano contraddittorie, e sono state platealmente smentite dalle prove fornite dalle vittime e da numerosi video. ' essuno dei 1H: poli"iotti presenti all/opera"ione ha fornito informa"ioni precise su un singolo episodio&. 3en"a >ucca, sen"a la determina"ione dei magistrati italiani, sen"a l/intenso lavoro di Covell per trovare i filmati sull/incursione alla @ia", la poli"ia avre%%e potuto sottrarsi alle sue responsa%ilit2 e ottenere false incrimina"ioni e pene detentive contro decine di vittime. Oltre al processo per i fatti di Dol"aneto, che si + appena concluso, altri 2. agenti e dirigenti della poli"ia sono sotto accusa per il loro ruolo nell/incursione alla @ia". -ppure, la giusti"ia + stata compromessa. essun politico italiano + stato chiamato a rendere conto dell/accaduto, anche se c/+ il forte sospetto che la poli"ia a%%ia agito come se #ualcuno le avesse promesso

56

l/impunit2. 7n ministro visit1 Dol"aneto mentre i detenuti venivano picchiati e a #uanto sem%ra non vide nulla, o almeno nulla che ritenesse di dover impedire. 3econdo molti giornalisti, Gianfranco 9ini W e6 segretario del partito neofascista 8si e all/epoca vicepremier W si trovava nel #uartier generale della poli"ia. essuno gli ha mai chiesto di spiegare #uali ordini a%%ia dato. Gran parte dei rappresentanti della legge coinvolti nelle vicende della scuola @ia" e di Dol"aneto W e sono centinaia W se l/+ cavata sen"a san"ioni disciplinari e sen"a incrimina"ioni. essuno + stato sospeso, alcuni sono stati promossi. essuno dei fun"ionari processati per Dol"aneto + stato accusato di tortura* la legge italiana non prevede #uesto reato. ,lcuni fun"ionari di poli"ia che all/ini"io dovevano essere accusati per il %lit" alla @ia" hanno evitato il processo perché >ucca non + riuscito a dimostrare che esisteva una catena di comando. ,ncora oggi, il processo ai 2. fun"ionari incriminati + a rischio perché 3ilvio Derlusconi vorre%%e far approvare una legge per rinviare tutti i procedimenti giudi"iari che riguardano fatti accaduti prima del giugno 2::2. essuno + stato incriminato per le violen"e inflitte a Covell. - come ha detto 8assimo Pastore, uno degli avvocati delle vittime, 'nessuno vuole ascoltare #uello che #uesta storia ha da dire&. A una storia di fascismo. Circolano molte voci che poli"iotti, cara%inieri e personale peniten"iario appartenessero a gruppi fascisti, ma non ci sono le prove. 3econdo Pastore, per1, cos$ si rischia di perdere di vista la #uestione principale* ' on si tratta solo di #ualche fascista esaltato. A un comportamento di massa della poli"ia. essuno ha detto no. 5uesta + la cultura del fascismo&. !a re#uisitoria di >ucca parla di 'sospensione dello stato di diritto&. Cin#uantadue giorni dopo l/irru"ione nella @ia", diciannove uomini usarono degli aerei pieni di passeggeri per colpire al cuore le democra"ie occidentali. @a #uel momento, politici che non si definire%%ero mai fascisti hanno autori""ato intercetta"ioni telefoniche a tappeto, controlli della posta elettronica, deten"ioni sen"a processo, torture sistematiche sui detenuti e l/uccisione mirata di semplici sospetti, mentre la procedura dell/estradi"ione + stata sostituita dalla 'consegna straordinaria& di prigionieri. 5uesto non + il fascismo dei dittatori con gli stivali militari e la schiuma alla %occa. A il pragmatismo dei nuovi politici dall/aria simpatica. 8a il risultato appare molto simile. Genova ci dice che #uando il potere si sente minacciato, lo stato di diritto pu1 essere sospeso. Ovun#ue.&J Da Re*2(('ica!'7na giovane tedesca scoppia a piangere ricordando il pestaggio di unFamica*' on + riuscita a trattenete le lacrime una giovane tedesca ,nna LutschKau di 2J anni, #uando ha ini"iato a parlare e a ricordare il pestaggio su%ito dalla sua amica 8elanie di Derlino, laureanda in 3toria sentita anchFella come teste nel corso del processo per lFirru"ione della poli"ia nella scuola @ia" il 21 luglio del 2::1 nei giorni del G.. T8elanie 4 ha detto scoppiando in lacrime la raga""a 4 era in una po""a di sangue sem%rava mortaU. (l presidente del tri%unale Ga%rio Darone ha sospeso lFudien"a per dieci minuti, per darle tempo di riprendersi.
T

Da2 +ttp2RRLLL.internazionale.itRneLsRitalia-e(ropaR!"1!R"7R1"RdaviesR

57

(l processo a carico di 2S poli"iotti; tra alti dirigenti e capi s#uadra, accusati a vario titolo lesioni personali gravi, percosse, falso, calunnia, e irru"ione ar%itraria dopo le deposi"ioni di ieri + stato rinviato al primo fe%%raio. !a giovane ,nna LutschKau, nella sua deposi"ione, ha anche parlato di un poli"iotto che a un certo punto aveva gridato per cin#ue volte TDasta, %astaU. !Fagente che la giovane %erlinese ha descritto Talto, ro%usto, con i capelli scuriU + stato poi identificato in una fotografia da unFaltra teste tedesca. Veannette @reMer. 3i tratta di 8ichelangelo 9ournier, vice di ?incen"o Cantarini, comandante del ucleo 3perimentale di )oma, entram%i imputati. , causa delle manganellate prese a sua volta dai poli"iotti, la LutschKau ha perso due denti incisivi e su%ito lesioni ad altri cin#ue. E, un certo punto 4 ha ricordato la teste 4 arriv1 del personale sanitario. 9inii su una %arella e venni portata allFospedale. 8i fecero sei inie"ioni nella gengiva superiore. ( denti di sopra erano piegati verso il palato e vennero piegati in avanti @ue erano spe""ati, uno di essi sradicato. 8i cucirono le la%%ra ancora dolenti sopra e sotto, mentre la %occa ancora sanguinavaU. Oltre alla Lutschau assistita dallFavvocato )iccardo Passeggi, sono stati poi sentiti altri tre giovani tedeschi, tra cui 8elanie Vonash. el ricordare la notte dellFirru"ione della poli"ia, la Vonash, == anni, originaria di Lemptem (,llgau) ha detto* TBo su%ito una manganellata alla testa e poi non ho visto pi0 niente. @a allora soffro di amnesia retroattivaU. T5uando sono stata colpita 4 ha aggiunto 4 avevo la schiena contro il muro e le mani al"ate. )icordo di essermi svegliata dopo un giorno di semi incoscien"a mentre mi trovavo su una am%ulan"a la Vonash, rispondendo alle domande dei pm -nrico >ucca e 9rancesco Carlona ,l%ini, ha ricostruito le prime fasi dellFirru"ione della poli"ia. T-ro al primo piano della scuola, #uando dallFalto ho visto entrare tanti poli"iotti con i caschi %lu, poi ho sentito gente che strillava e visto giovani impauriti. 5uindi un grande rumore provocato da uno scoppio di vetriU. Ba poi deposto (a @reMer, la #uale ha raccontato di aver visto 8elanie con ferite profonde alla testa, ,nna sen"a i denti incisivi che perdeva molto sangue dalla %occa e tre agenti che colpivano a manganellate un altro conna"ionale, Vochen Bermann. 7lteriormente drammatico + stato infine il racconto di 7irich )eichel, 2< anni, di Derlino. T,veva paura che i poli"iotti ci uccidesseroU.&.< Testimonianza di Ma)co P)e1e2 Che paese + #uello in cui una raga""a disarmata viene pestata a sangue, con un calcio le fanno volare via sette denti, al pronto soccorso i medici la suturano alla %ellXe meglio e lasciano che venga deportata in carcereI Che paese + #uello in cui unXaltra raga""a, disarmata pure lei, perde la memoria per una manganellata, viene ricoverata in ospedale ed + costretta ad urinarsi addosso davanti ad agenti maschi di poli"ia peniten"iariaI A Genova, luglio 2::1. , riascoltarli oggi i racconti di ,nna, Vulie, 8elanie, 7lrich, tutti studenti universitari tedeschi fanno ancora venire i %rividi. - anche per loro la rievoca"ione + difficile. (eri, 22esima udien"a del processo contro i 2S poli"iotti, tra alti dirigenti e capis#uadra, accusati a vario titolo di lesioni personali gravi, percosse, falso, calunnia, e irru"ione ar%itraria.
7

Da Rep(bbli#a

58

,nna mentre ricordava il raid dei picchiatori della celere romana nella scuola @ia", dove dormivano decine di giovani manifestanti stranieri, + scoppiata a piangere e il presidente del tri%unale ha ordinato unXinterru"ione.. Testimonianza di Anna* T,vevamo le mani al"ate e la poli"ia arrivava correndo. 7rlavano %astardi. Bo ricevuto un primo colpo al viso e poi un calcio al mento. 8i sono accorta che avevo perso dei denti. -ro in ginocchio ma con la schiena dritta e avevo le mani vicino alla testa, poi sono stata colpita con il manganello... poi ho su%ito ancora diversi colpi, ma me ne ricordo solo uno esattamente sulla schiena, e un altro calcio sulla mano... in ospedale mi hanno iniettato dei sedativi nelle la%%ra superiori, su%ito dopo sen"a aspettare due dei miei incisivi che erano rivolti verso l Xinterno, hanno tentato di rimetterli nella loro posi"ione nella mandi%ola... eX stato molto e cXerano almeno P persone che mi tenevano ferma.. ho avuto incu%i per sei mesi che non mi consentivano di dormire... nel gennaio dopo lXaccaduto, ho dovuto fare una terapia di intervento di crisi nel centro per la gente sevi"iata. Testimonianza di Me'anie* T)icordo che sono in piedi con le mani al"ate e i poli"iotti arrivano. Poi non ricordo pi0 niente mi + stata diagnosticata una amnesia retroattiva. ( ricordi riprendono in am%ulan"a dove sono svenuta e poi in ospedale dove ero semi incosciente per 2P ore. )icordo le infermiere che mi pulivano davanti ai poli"iotti dopo che mi ero urinata addosso in seguito ad una crisi epiletticaU. ,naloghi i resoconti delle altre parti offese. Cutti con tappe identiche la selvaggia %rutalit2 della poli"ia alla @ia", i soprusi e le violen"e prolungate in ospedale sen"a che medici o infermieri intervenissero (anche il giuramento di (ppocrate venne sospeso in #uei gironi del 2::1) e per #ualcuno a Dol"aneto. Testimonianza di 3')ic4, trauma cranico, naso e dita rotte dai manganelli* T7na mia amica, Vulia, era terrori""ata e gridava E#uesti ora ci amma""anoE. Cos$, come per difenderci, ci siamo a%%racciatiU. 8olti testi hanno poi ricordato come un fun"ionario ad un certo momento intervenne urlando E%asta %astaE di fronte ai pestaggi continuati. -ra uno degli imputati, 8ichelangelo 9ournier, vice di ?incen"o Canterini capo dei uclei speciali antisommossa. @ifficile sapere se il suo fu un grido di vergogna oppure un semplice comando per riportare allXordine la truppa scatenata.S Genova ha pianto e singhio""ato al ricordo della sua amica 8elanie svenuta in un lago di sangue* ridotta cos$ dalle manganellate di poli"iotti col volto coperto dal casco. !a sua crisi di pianto + stata tale che il processo contro le violen"e alla @ia" durante il G. ieri + stato sospeso per 1: minuti. Gi2'ia 52tsc40a2, 2J anni, di Derlino, laureanda in 3toria, non aveva avuto comun#ue un trattamento migliore. ,ssistita dallFavvocato )iccardo Passeggi, ha raccontato che si trovava in ginocchio con le mani al"ate #uando venne colpita con un %astone alla %occa* perse sette denti. ,nche 8elanie Vonash + stata poi sentita dai
8

dal 0e#olo V/V +ttp2RRLLL.veritagi(stizia.itRoldUrassegnaUstampaRgiornaliUgenovesiUtestimonianzeUdrammati#+eUdallaUdiaz.p+p

@

59

giudici* ha raccontato di non ricordare pi0 nulla dellFaccaduto e di essersi svegliata in ospedale. da allora soffre ancora di violenti mal di testa.&. A Ca)'o ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1.,:: W preso in carico dall/amministra"ione peniten"iaria e #uindi immatricolato alle ore 2=,P: circa dello stesso giorno W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. A con ?. ?iene condotto il 2:O:<O:1 dopo le ore 1<,::; viene percosso mentre viene portato in cella dove viene costretto a stare in piedi con il volto contro il muro, le gam%e divaricate e le %raccia al"ate sopra il capo ed appoggiate al muro ed urlare T?iva il @uceU. 5uando chiede di andare in %agno nel corridoio al passaggio viene colpito con calci e anche con manganelli da due ali di agenti che sta"ionano ai lati del corridoio stesso. ?iene picchiato anche in cella e riceve un calcio alla gola da un agente della Poli"ia peniten"iaria. 7n agente lo colpisce con un calcio con gli anfi%i al polpaccio e lo fa cadere a terra; lo stesso porta un manganello attaccato al cinturone e i guanti neri. (n infermeria fa vedere i segni delle percosse e non viene nemmeno considerato. A E26enio 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 1<,=: circa W identificato verso le ore 2:,=: circa W esce dalla caserma alle 1,:: del 21O<. ?iene ripetutamente percosso durante gli spostamenti nel corridoio da parte di agenti della Poli"ia peniten"iaria; chi lo accompagna rimane completamente indifferente a #uesta condotta dei colleghi. A Simone ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,P: W immatricolato alle ore 1,2H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. 5uando viene portato a Dol"aneto + messo nell/ultima cella sulla sinistra, con circa una trentina di persone; tutti devono stare in piedi con la testa contro il muro, le mani ammanettate dietro alla schiena e le gam%e divaricate; ad un raga""o, che aveva male ad una gam%a, viene invece consentito di stare seduto. 5uando va a fare i rilievi vede all/esterno dei raga""i stranieri in fila con la testa appoggiata contro il muro dell/edificio che vengono picchiati; in particolare un francese viene ripetutamente percosso da un poli"iotto con i capelli rasati e molto prestante fisicamente. @eve cam%iare pi0 celle ma la posi"ione non cam%ia ad ecce"ione delle manette; riferisce %otte e calci al passaggio in corridoio da parte di agenti della Poli"ia peniten"iaria con i guanti. on lo fanno andare in %agno; lo accompagnano solo #uando non ne pu1 pi0 e l$ prende uno schiaffone in %agno da parte di uno della Peniten"iaria. el corso del trasferimento ai pullman deve mettersi in coda e fare il saluto romano. A Gi2se**e 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 1S,:: W 1S=: circa W esce dalla caserma alle 2,:: circa del 21O<. ?iene prelevato dal pronto soccorso dell/ospedale 3an 8artino ove era stato medicato per le ferite riportate in ?ia Colemaide. el cortile di Dol"aneto, sceso dal %lindato, vede molti poli"iotti e guardie peniten"iarie in divisa. 3ente che #ualcuno di loro parla di un cara%iniere o di un

60

poli"iotto ucciso. !o fanno sedere insieme agli altri su un muretto dove lo picchiano con pugni, calci, manganellate e colpi con i caschi. ?ede che volutamente lo colpiscono sulle ferite. ,d un certo punto si avvicina un agente della Poli"ia di 3tato molto grande, gli prende improvvisamente la mano, gli allarga le dita con le due mani e tira violentemente le dita divaricandole, cos$ spaccandogli la mano. 3viene dal dolore. , #uel punto lo portano in infermeria, lo denudano e o fanno sdraiare su un lettino. 8entre lo trasportano #ualcuno gli dice una frase intimidatoria del tipo* TCi sei fatto male da solo, veroIU. (n infermeria ci sono medici ed infermieri ma anche agenti in divisa. 5ualcuno gli chiede come si + fatto male ma lui, terrori""ato, dice che + caduto dalle scale. Gli cuciono la mano sen"a anestesia. !ui ha male ma gli dicono di stare fermo perché se si muove gli daranno il resto e gli fanno mordere uno straccio. Poi lo portano in una cella dove deve stare in piedi, faccia al muro, gam%e divaricate e fronte appoggiata al muro. Con caden"a #uasi regolare entrano nella cella agenti che colpiscono i presenti con pugni, calci e schiaffi. !o portano in %agno ma deve espletare i suoi %isogni di fronte all/agente che lo accompagna. !ungo il tragitto nel corridoio gli schiacciano i piedi e lo fanno cadere a terra. !o deridono dicendogli T8uovitiU. el corridoio lo fanno stare fermo in piedi appoggiato al muro con le %raccia al"ate e in #uella posi"ione sente grida e invoca"ioni di aiuto, che provengono dalle celle e dall/ufficio degli atti. B And)ea ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,P: W immatricolato alle ore 1,2H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,rriva a Dol"aneto, dopo le 1J.::, ed un/agente donna gli conficca le unghie nel collo. ?iene portato nella cella n. S. dove viene messo con la faccia al muro con le mani dietro la schiena; gli lasciano le fascette ai polsi ancora per un %el po/. 7n agente entra in cella ed o%%liga tutti a dire T?iva il duceU sotto minaccia di spe""are la schiena a calci. ella cella, al sua fianco sulla sinistra c/+ un raga""o, a cui degli agenti dicono che pu""a ancora di %en"ina e gli si avvicinano con lFaccendino acceso, dicendo* T?ediamo se prende fuocoU. 5uando va a fare il fotosegnalamento viene messo con la faccia contro il muro nei pressi dell/edificio; tra gli agenti che lo scortano c/e n/+ uno manesco, che ogni tanto passa e d2 schiaffoni sul collo facendo s%attere la testa al muro; ogni tanto riceve un pugno nelle costole per farlo avan"are nella coda. @opo il fotosegnalamento + in cella con ,. 3imone. ,l momento del trasferimento anche lui viene messo in fila e costretto a fare il saluto romano e una piccola sfilata con il %raccio al"ato. B Vincent 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto tra le ore 1<,:: e le 1.,:: circa W esce dalla caserma alle =,:: circa del 21O<. ?iene prelevato dall/ospedale dove era ricoverato a seguito delle ferite riportate sulla strada. Ba una ferita alla testa suturata con tre punti. , Dol"aneto lo mettono in una cella in piedi, faccia contro il muro, gam%e divaricate e %raccia al"ate; non si pu1 muovere. Ogni tanto entra #ualcuno che lo picchia con calci e pugni nella schiena e nelle gam%e.

61

Gli fanno s%attere la testa contro il muro, gli al"ano ancora di pi0 le %raccia e gli divaricano le gam%e. (l tutto accompagnato da intimida"ioni in italiano. !ui vede che il muro all/alte""a della sua testa si sporca del suo sangue. 5uando si pu1 muovere nota che anche i compagni di cella su%iscono la stessa sorte. 7n raga""o in particolare geme dal dolore perché gli stringono continuamente i laccetti ai polsi. (...) Poco dopo un medico viene in cella e gli chiede di girarsi, vede la ferita alla testa, gli fa #ualche domanda. !ui dice che non si sente %ene, il medico gli porta una gar"a %agnata ma gli agenti lo costringono a stare comun#ue con la testa contro il muro. @ue poli"iotti ridendo si avvicinano e gli chiedono che cosa a%%ia, lui risponde che + stato picchiato da Poli"iotti ed allora uno di loro lo afferra alle spalle urlando e gli dice* T@a un Poli"iottoI (mpossi%ileG 3ei caduto per terra, oKIU. !ui si rimette con la testa contro il muro. 5uando lo portano al fotosegnalamento il poli"iotto che lo accompagna gli dice* T8erda di francese, soffriraiU; lui chiede perché ed allora il poli"iotto gli torce un %raccio. (...) 5uando pronuncia la parola TavvocatoU lo prendono a calci. B Matteo. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,P: W immatricolato alle ore 1,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. ,rrivato a Dol"aneto passa tra due ali di poli"iotti, che lo percuotono con manganellate; in cella lo costringono a stare in punta di piedi con le gam%e divaricate e con la fronte contro il muro, le mani legate dietro alla schiena. onostante a%%ia una ferita alla fronte lo fanno s%attere ripetutamente con la testa contro il muro; un uomo rasato non alto con accento emiliano, che sem%ra essere un capo, entra nella cella e prende tutti a calci e pugni. Chiede pi0 volte ed inutilmente di andare in %agno. (n cella c/+ pu""a di urina e macchie di sangue dappertutto. (n infermeria non gli vengono refertate le ferite, che lui denuncia. (n cella #ualcuno ad un certo momento gli fornisce un sacchetto %ianco contenente ghiaccio da mettere sull/occhio; pretendono per1 che lo applichi all/occhio sen"a usare le mani e tenendolo a mo/ di cuscino con la testa contro il muro. Poi nelle prime ore del mattino in corridoio, prendendolo a calci, lo costringono a camminare ed a pronunciare le parole* T@uce, duceU. C A'essand)o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,:: W immatricolato alle ore 2,H: circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,rrivato a Dol"aneto, un poli"iotto lo afferra mettendogli una mano sui genitali e una sulla testa; viene #uindi condotto nella cella n. P su%endo percosse al passaggio nel corridoio, lungo il #uale viene costretto a tenere la testa %assa, sen"a poter #uindi vedere nessuno in volto. (...) ?iene fatto uscire una ter"a volta dalla cella per essere condotto in infermeria e nell/attesa dell/ingresso viene costretto a cantare T?iva il @uceU, sempre a faccia contro il muro. C Giacomo. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,:: circa W immatricolato alle ore 1.,=: circa del 2:O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa.

62

A il primo ad arrivare a Dol"aneto. Passa prima nell/ufficio tratta"ione atti sulla destra del corridoio dove gli viene letto il ver%ale di arresto; alle sue rimostrante su alcuni passaggi del ver%ale gli viene intimato con minaccia da un poli"iotto di firmare. ?iene portato, dopo il fotosegnalamento, in cella da un agente di P3, gli intima di stare in piedi, faccia con il muro %raccia al"ate sulla testa e gam%e divaricate. on pu1 girarsi altrimenti sono percosse. @opo un po/ gli viene concesso di sedersi da parte di un altro poli"iotto ma con la faccia a%%assata. ?ede altri raga""i percossi e sottoposti a trattamenti umilianti, vede che ad una raga""a viene tagliato il cappuccio della felpa e sente insulti pesanti. !o portano alla visita medica afferrandolo violentemente e facendogli del male; assiste a pestaggi di detenuti durante il loro passaggio nel corridoio. C A'essand)o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,P: W immatricolato alle ore 1,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. A stato nella manifesta"ione con il fratello Ga%riele e con gli amici ). e ,. on appena portato a Dol"aneto, viene messo in una cella in fondo al corridoio insieme con almeno altre 2: persone, tutti costretti a stare in piedi con la faccia contro il muro e le mani dietro alla schiena con le manette. 8entre + nella posi"ione passano spesse volte gli agenti, che cantano can"oni di ispira"ione fascista e che danno %otte e calci. (...) ?iene costretto a fare il saluto romano. C S Ped)o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,=: W immatricolato alle ore =,:H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. , Dol"aneto viene messo in cella insieme ad O. D. @eve stare in piedi, faccia al muro, gam%e divaricate e %raccia dietro la schiena. Ogni tanto entra in cella un poli"iotto e lo percuote anche per fargli mantenere la posi"ione. @urante gli spostamenti nel corridoio deve passare tra due ali di agenti della Poli"ia peniten"iaria che lo percuotono. ell/ufficio degli atti viene picchiato con un salame sul collo ed un agente, utili""ando un coltello, gli taglia i capelli. Gli agenti lo ingiuriano in continua"ione. D ,i'i**o. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto dall/ospedale Galliera W esce dalla caserma circa H ore dopo. ,rriva a Dol"aneto dall/ospedale Galliera. ?iene messo nell/atrio con la faccia contro il muro; gli tolgono la cartella clinica e gli strappano gli orecchini; deve stare con le %raccia al"ate nonostante a%%ia la mano steccata; da dietro lo colpiscono con schiaffi e calci, un calcio lo fa cadere a terra. @urante l/accompagnamento in %agno viene percosso con un manganello e con calci anche all/alte""a dei testicoli dall/agente che lo accompagna e da altri. @opo l/identifica"ione su%isce minacce di morte del seguente tenore* T8orirete tutti voi "eccheG ?i amma""eremo; vi facciamo una siringa e su%ito passaU. D Gian'2ca. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,:: circa W immatricolato alle ore 2,PH circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,rriva a Dol"aneto al tramonto e lo fanno attendere a lungo in auto nel cortile; + ferito ma lo fanno attraversare il corridoio a testa %assa; lungo il corridoio agenti della

63

Poli"ia peniten"iaria lo insultano con parole #uali TDastardi comunisti + ora che impariateU e lo percuotono con calci e forse anche con manganelli; a seguito dei colpi comincia di nuovo a sanguinare dal naso e ha un polpaccio tumefatto; lo introducono nella cella e uno degli agenti gli dice di sistemarsi con la testa contro il muro ma sen"a sporcarlo con il suo sangue. (n cella deve stare in piedi, faccia al muro e gam%e divaricate nonostante a%%ia ematomi al naso; vicino a lui + ,ndrea G., costretto anche lui a tenere le gam%e divaricate. Ogni tanto entrano in cella agenti che lo colpiscono. @eve rimanere nella posi"ione fino a me""anotte circa #uando viene poi portato a fare i fotosegnalamenti da una persona in %orghese. ella notte vede che alcuni arrestati, fatti uscire dalle celle, nel corridoio vengono costretti a fare il saluto romano e a gridare T?iva il @uceU. Prima di farlo entrare in infermeria lo tengono a lungo in attesa in piedi, faccia al muro; lui ha perso molto sangue ed ha un mancamento; #uando riprende i sensi + su un lettino in infermeria. D Lo)enzo. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 12,:: circa W immatricolato alle ore 2,HH circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,l passaggio in corridoio viene picchiato con calci e schiaffi a mano aperta. A nella stan"a n. <. ?ede un raga""o portato in %agno e poi uscito su una %arella e pensa #uindi che + meglio evitare di chiedere di andare in %agno. ?ede altri raga""i tumefatti, i #uali vengono costretti a tenere il ghiaccio sul volto o sulla testa premendo la testa contro il muro sen"a poter usare le mani. D. Matthias. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle 1S,::41S,=: circa W esce dalla caserma alle 2=,:: circa del 2:O<.?iene prelevato dall/ospedale 3an 8artino, presenta delle ferite al volto. el cortile, non appena aperta la portiera del me""o che lo aveva trasportato, un agente lo colpisce con un pugno in faccia. 7n altro agente si passa il dito indice sotto la gola in evidente segno di minaccia di morte. ,ccanto a lui vede un uomo di circa cin#uant/anni che ha un %raccio fasciato ma che + ugualmente costretto a mantenere la stessa posi"ione degli altri. el corridoio lo tengono in attesa in piedi, faccia la muro e %raccia al"ate. ella stessa posi"ione deve stare in cella; ogni tanto entra un agente che picchia i presenti con dei calci nelle gam%e. ,d un certo punto spru""ano dentro alla stan"a del gas che provoca %ruciore ed irrita"ione. 3ente che coloro che vengono portati in %agno gridano e vengono fatti cadere. E Ta'ine. ,rrestata il 2:O< intorno alle ore 1<,=: circa W immatricolata alle ore =,1: circa del 21O< W tradotta all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2H circa. ,lla caserma di Dol"aneto chiede di andare al %agno ma glielo rifiutano; dopo due ore lo richiede e la donna che + di guardia le dice di Tfarsela addossoU. 3olo pi0 tardi all/ennesima richiesta di andare in %agno, alla presen"a anche di altri agenti, le consentono finalmente di andarci ma la costringono a passare tra una fila di guardie che la colpisce ripetutamente; #uando esce dalla toilette, la spingono contro il muro. !e gridano frasi che non capisce. 7n poli"iotto le d2 un calcio nella

64

parte posteriore; #uando ripassa nel corridoio per rientrare in cella, le danno di nuovo dei colpi. ella notte un agente in a%iti %orghesi la chiama e la conduce in un ufficio dove ci sono cin#ue persone tutte in %orghese; le chiedono se + incinta e alla risposta negativa le danno uno schiaffo nella pancia. !e dicono di firmare, lei si rifiuta perché vuole vedere i documenti. !ei si rifiuta pi0 volte, ad ogni rifiuto la picchiano finché non cade per terra. on contenti, le tagliano tre ciocche di capelli; la colpiscono ancora alla schiena con le mani procurandole molto dolore; alla fine, terrori""ata, e stremata dal male, firma = o P fogli, anche perché continuano a picchiarla sul viso gridandole di firmare. !ei dice che ha diritto ad un avvocato, loro la schiaffeggiano. ?orre%%ero continuare a tagliarle i capelli, ma lei comincia a gridare, grida cos$ tanto che #uelle persone in %orghese smettono di comportarsi cos$. ,nche in cella, per tutta la notte viene umiliata insieme agli altri arrestati custoditi nella stessa cella; infatti alcuni agenti sputano nella cella, fanno versi di animali e insultano gli arrestati con frasi offensive a sfondo sessuale. C/e violen"a dappertutto, vede parecchie persone che vengono picchiate. 5uando la preparano per la tradu"ione, la costringono a stare contro il muro per tre ore circa e spesso le fanno dire T?iva il @uce, viva il 9ascismo, viva la Poli"ia peniten"iariaU. , ,a()izio. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 12,:: circa W immatricolato alle ore :,PH circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. ,rriva a Dol"aneto e viene controllato da un medico in maglietta; la visita gli appare molto s%rigativa, nonostante sia ferito visi%ilmente. ?iene spinto nella prima cella a destra del corridoio da un gruppo di agenti della Poli"ia peniten"iaria; riceve un pugno e uno schiaffo; ritornato dal fotosegnalamento, viene fatto sta"ionare per un/ora con le mani al"ate davanti all/infermeria; #ui vede un raga""o ricevere una serie di manganellate da un gruppo di agenti della Poli"ia peniten"iaria. 8entre si trova in #uesta posi"ione viene colpito da un agente di Poli"ia peniten"iaria con un calcio alla caviglia gi2 dolorante. (...) Chiede pi0 volte di essere medicato ma le sue richieste vengono ignorate; la visita in infermeria, dove gli verranno suturate le ferite, arriver2 solo tempo dopo. 8entre lo portano al pulmino per la tradu"ione un agente della Poli"ia peniten"iaria lo chiama per nome, urlando* TProfessor 9.U e #uando lui si gira gli fa una pernacchia; lui commenta TDravo, congratula"ioniU ed a #uesto punto un altro agente della Peniten"iaria gli d2 una ginocchiata sulla gam%a destra, dicendogli di stare "itto. 5uesto stesso agente poco dopo gli afferra la mano, divaricandogli le dita tra il medio e l/anulare, continuando a dirgli di stare "itto. , Diana. ,rrestata il 2:O< intorno alle ore 1J,:: circa W immatricolata alle ore 2,P: circa del 21O< W tradotta all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. A nella cella n. = o H insieme a -. Caline e P. -ster. A sempre sorvegliata da uomini ed + costretta a stare seduta per terra con la faccia contro il muro. 3ente insulti del tipo TCroie...puttaneU. @urante l/accompagnamento al fotosegnalamento vede un raga""o francese che si contorce dal dolore in #uanto l/agente che lo accompagna lo stringe moltissimo; sente poi i colpi inferti a #uesto raga""o; sa che si tratta del fidan"ato di P. -ster. ?ede

65

transitando nel corridoio un altro raga""o in una cella con i segni dei colpi sul dorso nudo. ,lcuni agenti fanno gridare* T?iva il @uceU ed altri motivi inneggianti alla Poli"ia. @alla cella sente i rumori dei colpi inferti a chi viene portato in %agno. )icorda che -. CalYne, che con lei parla in francese, al ritorno dal %agno le riferisce infatti di essere stata maltrattata. 3ente che alcuni agenti minacciano di tagliare i capelli ad -. Caline ed infatti poco dopo vede un/agente donna %uttare per terra una ciocca di capelli. (n infermeria la fanno spogliare; le fanno %uttare via gli orecchini e la sua maglietta con una scritta ed una stella rossa; un uomo con camice %ianco la can"ona dicendole che era una maglietta della %rigate rosse. G. Chiara. ,rrestata il 2:O< intorno alle ore 1S,1: circa W immatricolata alle ore :,HH circa del 21O< W tradotta all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. ,rriva a Dol"aneto e viene insultata nel cortile con l/epiteto TputtanaU; viene condotta in una cella sulla destra dove ci sono gi2 due raga""e una tedesca ed una francese; #uest/ultima ha una vistosa medica"ione sulla testa; devono stare con la faccia contro il muro anche se sedute. Poco dopo in cella arriva ,rianna. ,rianna + molto impaurita, sta male, chiede di andare in %agno e le viene negato, vomita, chiede #ualcosa per pulire ma la minacciano dicendole che l/avre%%ero costretta a pulire con la lingua. ,lla fine ,rianna pulisce con uno straccio. 3u%iscono insulti a sfondo sessuale* le dicono TPuttana, vieni a farmi un %occhinoU. ei trasferimenti viene colpita lungo il corridoio con schiaffi alla nuca, calci e una ginocchiata allo stomaco; nel percorso in corridoio + condotta mani dietro la nuca e costretta a guardare in %asso, per cui non ha modo di ripararsi dai colpi. !a donna che l/accompagna lascia fare e ride. 7n/altra agente donna poi per1 esclama*T on possono andare avanti cos$, violen"a chiama violen"aU. (n infermeria la fanno spogliare e fare flessioni ma non le chiedono se ha lesioni. (n infermeria ricorda un raga""o visi%ilmente ferito, che si lamenta. A pieno di sangue* un agente chiede agli infermieri di rianimarlo in fretta per poter poi riprendere a picchiarlo. 7scita dall/infermeria + nel corridoio con la faccia contro il muro; su%isce di nuovo schiaffi e colpi alla testa. 8entre + in cella vede un raga""o che viene costretto ad al"are il %raccio destro e a dire T?iva il @uceU. 3ente che si rifiuta, sente poi il rumore dei colpi che gli agenti gli danno e #uindi lo sente cantare la cantilena con le parole T?iva il @uceU. 7na raga""a di nome -ster, che ritorna dal %agno, insulta un agente e come risposta viene immediatamente colpita con un pugno in un occhio. 8entre + in cella degli agenti si rivolgono a lei dicendo che i manifestanti avevano TseccatoU due poli"iotti e che invece era stato ucciso un solo manifestante, per cui ne mancava uno per pareggiare il conto e che il prossimo sare%%e stato un tedesco. (...) G ,ede)ico. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,P: circa W immatricolato alle ore 1,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. ,rrivato a Dol"aneto lo portano in una cella in fondo al corridoio sulla sinistra dove viene messo in piedi, con le gam%e divaricate e la fronte appoggiata al muro.

66

,ll/ini"io il trattamento non + particolarmente duro ma poco alla volta le cose sono peggiorate. Ogni tanto #ualcuno entra e li prende a calci. !i insultano e li provocano in tutti i modi (TCosa sei venuto a fare a Genova, %astardo, "ecca, comunista di merda, chiedi aiuto a DertinottiU ecc.). Ogni tanto arrivano insulti anche dall/esterno. A vicino ad un raga""o spagnolo che chiede un farmaco; lui cerca di tradurre la richiesta alle guardie e in risposta viene picchiato, facendogli s%attere la testa contro il muro. ?ede che mentre portano via una raga""a americana (piuttosto tarchiata e grossa con i riccioli e %ionda) le passano in modo evidentemente allusivo il manganello sui fianchi. @opo l/immatricola"ione anche #uelli della Peniten"iaria entrano in cella e li colpiscono con calci alle caviglie, tirano loro in alto i polsi ancora legati con i lacci e li costringono a gridare T?iva il @uceU e T,lal2U; lui si rifiuta e viene ustionato con la sigaretta. 3ente cantare la filastrocca* T7no due tre evviva Pinochet, #uattro cin#ue sei a morte gli e%rei, sette o otto nove il negretto non commuoveU. ,d un certo punto gli tolgono i lacci e un/agente donna lo fa mettere in ginocchio. 8entre + in corridoio lo costringono a stare in piedi con il volto contro il muro; riesce per1 a vedere un raga""o con un cerotto sulla testa che non riesce a reggersi in piedi, il #uale viene colpito e poi portato via con una %arella; vede anche un agente con accento sardo picchiare molto forte un raga""o anche lui sardo dicendogli che disonora la sua terra. ?iene picchiato lungo il corridoio mentre + tradotto verso il pullman da agenti con la scritta TPoli"ia peniten"iariaU; lo fanno anche marciare ed al suo commento* T,desso anche la marcia dell/ocaU un agente gli lancia uno schiaffo al volto. G And)ea. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,:: circa W immatricolato alle ore 2=,HH circa del 2:O< W condotto poi in Ospedale. ,rriva a Dol"aneto alle 1S.:: circa e "oppica perché sulla strada ha ricevuto un calcio nei testicoli; nell/atrio c/+ un medico che lo guarda sen"a fare alcuna domanda. ?iene condotto in una cella in fondo a destra; all/interno ci sono gi2 altre persone, forse una do""ina. Cutti devono stare in piedi con le mani in alto contro il muro; dopo un po/ #ualcuno entra e gli fa mettere anche le gam%e divaricate; ad un certo punto entrano due agenti della Poli"ia peniten"iaria, che lo fanno mettere al centro della stan"a ed uno dei due dice* TPortatemelo via o gli spacco la facciaU; l/altro d2 poi un forte pugno al viso del raga""o che + a fianco a lui in cella e che ini"ia a sanguinare. ?iene poi portato in ospedale e da l$ direttamente condotto al carcere di ,lessandria (..). ,l Pm dir2 poi* T,d ,lessandria, in confronto a Dol"aneto, + sem%rato il ParadisoU. L Bo)is. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1S,2: circa W immatricolato alle ore 2,2H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. 5uando arriva a Dol"aneto viene portato in cella lungo il corridoio, ai lati del #uale, vi sono agenti che lo percuotono. (n cella deve stare in piedi, faccia contro il muro, gam%e divaricate e mani legate dietro alla schiena. 7n agente (...) lo insulta dicendogli che + un TComunista di merdaU e lo o%%liga a gridare T?iva il @uceU.

67

?ede che lo stesso agente colpisce con un pugno al volto un raga""o straniero, dicendogli che gli avre%%e fatto venire il Tnaso alla franceseU. ,nche durante gli spostamenti nel corridoio sono insulti, anche a sfondo sessuale, e nuove percosse; deve tenere la testa a%%assata. (n infermeria viene fatto spogliare da due poli"iotti, i #uali davanti al medico lo maltrattano premendogli le ferite che ha sulla schiena. (l medico non dice nulla. L Da1id. ,rrestato verso le ore 1<,=: di venerd$ 2: !uglio W immatricolato alle ore :=,2H di 3a%ato 21 !uglio W tradotto all/(stituto Peniten"iario alle ore :J,=: di sa%ato 21 !uglio. , Dol"aneto lo mettono in una cella con la testa al muro e le manette strette dietro alla schiena; + colpito con pugni e calci; a lui ed ai compagni di cella viene negato di andare in %agno. (...) ell/ufficio dove si firmano gli atti lo picchiano indossando i guanti e anche con calci ai testicoli; gli mostrano poi dei fogli in italiano ma lui non vuole formarli perché non li capisce; allora un agente da dietro la scrivania da un calcio al costato e gli rompe tre costole; alle fine firma per non essere pi0 percosso. (...) L A Se(astien. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 12,:: circa W immatricolato alle ore =.:: circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,=: circa. ,rriva a Dol"aneto intorno alle ore 2:,=: dopo essere gi2 stato percosso durante il tragitto alla caserma. (n cella deve stare in piedi e tenere %raccia al"ate, gam%e divaricate, testa rivolta e premuta contro il muro sen"a poter parlare. 5uando si muove viene colpito alla testa con violenti schiaffi (...). C/+ clima di terrore* si sentono urla provenire dalle celle. 5uando lo portano ai servi"i e al fotosegnalamento deve passare lungo il corridoio attraverso due ali di poli"iotti che al passaggio fanno lo sgam%etto, danno pi""icotti e lo colpiscono. Gli portano un foglio da firmare scritto in italiano ed alla sua richiesta di poter vedere un avvocato ed avere un interprete lo picchiano; stessa sorte su%isce un altro raga""o. on + il caso si insistere ed allora firma dove c/+ una croce. (tutti gli stranieri riferiscono #ueste circostan"e e l/impossi%ilit2 di contattare il proprio consolato, ndr) L G7enda'. 9ermato per identifica"ione il 2:O< 4 ingresso a Dol"aneto verso le ore 1<,:: 41.,:: del 2:O< W esce dalla caserma alla ore P,:: circa del 21O<. , Dol"aneto viene collocato in una cella sulla sinistra in fondo al corridoio* deve stare in piedi, con la faccia contro il muro, gam%e divaricate e %raccia al"ate sopra il capo sen"a potersi muovere; ad ogni tentativo di girare la testa arrivano percosse. 3i sentono rumori di gente che urla e di colpi; ad intervalli fre#uenti gruppi di agenti entrano nelle celle, danno calci ai piedi, a volte gridano ed a volte parlano piano nelle orecchie, a volte stringono molto forte le dita dietro le orecchie. )iceve due colpi forti a mano aperta sul volto da un agente con un guanto grosso nero, il #uale lo s%atte contro il muro. 7n agente gli grida forte nell/orecchio* T?iva il @uceU e poi lo colpisce con due calci al ventre. @opo #uesti colpi lo afferrano per i capelli e gli s%attono la testa contro il muro per rimetterlo nella posi"ione di prima* comincia a tremare + in preda alla paura di essere ancora picchiato. (n ogni momento c/+ gente che entra nelle celle dando calci e pugni, ridendo. (n un momento in cui si pu1 voltare vede ?. che viene percosso da pi0 agenti in divisa che

68

gli fanno s%attere violentemente la fronte contro il muro; lui si preoccupa sapendo che ?. + gi2 ferito alla testa. 5uando lo portano al fotosegnalamento, chi lo accompagna gli dice* T9rancia merdaU. ,d un certo punto passa una persona che dice TDastaU, appare come un superiore perché al suo passaggio #uesti comportamenti di violen"a cessano, sia pure per poco. (...) el corridoio vede una persona per terra spasimante che ha un camice verde da ospedale, nonostante ci1 gli agenti che passano lo colpiscono(...) L Danie'e. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 1<,:: circa W identificato verso le ore 1.,1: circa W esce dalla caserma alle 21,:: circa del 2:O<. A insieme a P. 8arco ed un raga""o di Cuneo di nome D. Claudio, con i #uali viene trasferito a Dol"aneto. )icorda in cella con lui anche 8. 8assimiliano e forse anche ). 3imone. on appena in cella lo lasciano li%ero di stare nella posi"ione che crede ma su%ito dopo arrivano dei poli"iotti in divisa antisommossa che gli ordinano di stare in piedi con la faccia contro il muro. )icorda un agente che indossa un %asco %lu che a lui sem%ra in posi"ione di comando, il #uale li fa girare e li mostra a due Cara%inieri o a due Poli"iotti in divisa antisommossa per verificare se ci sono tra di loro #uelli che hanno lanciato le molotov. L G L2is A'(e)to. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,:: circa W immatricolato alle ore 2,:: circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. , Dol"aneto viene condotto in una delle celle sul lato destro, dove + costretto a stare in piedi con il volto contro il muro e le mani dietro alla schiena. -sce in due o tre occasioni ed ogni volta + costretto a stare nel corridoio in piedi contro il muro e mani dietro alla schiena; riceve colpi alla nuca, nelle gam%e e nella schiena dagli agenti che passano e che indossano guanti neri. (...) (n infermeria ricorda due persone con un camice %ianco da addetti alla sanit2. 7no di loro + seduto e l/altro in piedi; la persona con il camice %ianco che era in piedi gli dice di sollevare le %raccia come de dovesse essere visitato con un fonendoscopio e, approfittando della situa"ione, un poli"iotto gli d2 un forte pugno al costato sinistro provocando la rottura di una costola. 3u%ito dopo viene picchiato da altri poli"iotti ed il medico mentre lo colpiscono gli dice che provi a denunciare l/aggressione. ?iene ancora colpito alla schiena ed alla nuca con la mano aperta. Pi0 tardi viene portato nei %agni dove gli dicono* TOrina, finocchioU, gli mostrarono una sorta di piccolo manganello e minacciano di introdurglielo nell/ano. Con lo stesso manganello lo percuotono all/interno delle cosce. L B)2no. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,P: circa W immatricolato alle ore 1,2H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,rrivato a Dol"aneto su%isce una per#uisi"ione ini"iale molto %rusca; lo conducono nella cella n. S, sulla sinistra, insieme ad altre 1H persone e lo costringono a stare contro il muro e gli divaricano le gam%e; in cella vi + un raga""o romano che viene particolarmente picchiato perché risponde agli agenti. )icorda anche D. ,ndrea e 8. 8assimiliano. (n cella entrano molti agenti, sino a 1H, della Poli"ia di 3tato sia in divisa che in %orghese; successivamente cominciano ad

69

entrare agenti con la divisa grigia e guanti neri; #uesti ultimi con fre#uen"a regolare colpiscono con schiaffi in faccia e calci alle ginocchia e talvolta allo stomaco. ,nche lui + colpito ripetutamente. )iceve anche sputi in %occa. ,l ritorno dal fotosegnalamento riceve percosse al passaggio* in particolare un agente lo colpisce con un calcio alla schiena. ?ede che il raga""o romano mentre + accompagnato in %agno viene picchiato ripetutamente nel corridoio con calci. 5uando viene il suo turno lui non + toccato ma al rientro dal %agno un agente in divisa grigia gli fa gridare T?iva il @uceU. ,nche #uando dall/infermeria viene riportato in cella lo stesso agente dalla divisa grigia lo fa camminare lungo il corridoio, in fila con altri, con il %raccio destro in alto. M Te)esa. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1.,2: circa W immatricolato alle ore 22,P: circa del 2:O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. @ichiara al Giudice delle (ndagini preliminari che le hanno tagliato i capelli in 5uestura e mostra al Giudice ematomi ed a%rasioni sulla schiena di cui il Giudice d2 atto nell/interrogatorio del 2=O<. M Gio1anni. 9ermato per identifica"ione il 2:O<O2:: W ingresso a Dol"aneto alle ore 1.,:: circa (e non 21,:: come nel ver%ale di identifica"ione) W esce dalla caserma alle 2P,:: del 2:O<. ?iene prelevato dall/ospedale Galliera insieme a 8. , Dol"aneto + costretto a stare in piedi, con la fronte appoggiata contro il muro e le mani dietro alla schiena per circa P ore. A costretto dagli agenti a dire TDuonasera lor signoriU. 8entre + in cella nella posi"ione descritta un agente entra e gli torce il capo. )icorda un raga""o romano, che chiede pi0 volte di andare in %agno e viene accompagnato solo dopo molto tempo. M And)ea. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,1H circa W immatricolato alle ore 22,=H circa del 2:O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. ?iene condotto in una cella con altri raga""i, + costretto prima in piedi e poi in ginocchio. @eve stare faccia al muro, non pu1 girarsi e #uando ci prova, per tentare di consolare una raga""a che sta piangendo, riceve una manganellata. ?iene ripetutamente colpito alla schiena. Gli tagliano il cappuccio della felpa. (n infermeria viene visitato ma nessuno gli chiede l/origine delle sue lesioni. M Dani'o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,=: circa W immatricolato alle ore =,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. , Dol"aneto viene collocato in cella con altre persone costretto a rimanere con le mani al"ate contro il muro e le gam%e divaricate. 7n agente con la divisa grigia gli d2 uno schiaffone al viso e lo fa cadere a terra. el corridoio viene tenuto nella stessa posi"ione e viene colpito da dietro (...) 9acendo riferimento al suo cognome un agente gli d2 tre colpi sulla nuca con il manganello. el corridoio gli pun"ecchiano le mani mentre le tiene dietro la schiena con delle chiavi o #ualche cosa di simile.

70

(n infermeria un agente lo prende per il collo e lo spinge; gli tagliano anche il cappuccio della felpa. ?ede un raga""o che viene costretto a ripetere a voce alta T?iva il @uceU e vede un raga""o tedesco, che non riesce nemmeno a reggersi in piedi e #uando cade a terra viene preso per la nuca e fatto rial"are. M Ro(e)to. 9ermato per identifica"ione il 2:O<O2:: W ingresso a Dol"aneto alle ore 1H,=: circa W esce dalla caserma alle 1S,=: circa del 2:O<. ?iene fermato in pia""a ,lessi e portato in 5uestura; da #ui a Dol"aneto con un raga""o svi""ero, uno inglese e un italiano di nome )o%erto dell/hinterland milanese e del gruppo T,ttacU; con lui in 5uestura c/era anche un minorenne ed una raga""a tedesca. A uno dei primi ad essere portato a Dol"aneto* arriva verso le 1H,=:. !ungo il corridoio lo fanno passare in me""o a due ali di agenti della Poli"ia peniten"iaria con il manganello, giu%%etti neri e guanti scuri. (n cella deve stare in piedi, con la faccia contro il muro, le %raccia al"ate sopra la testa e le gam%e divaricate e cos$ tutti #uelli che si trovano con lui. 8entre lo portano al fotosegnalamento chi lo accompagna lo minaccia di lasciarlo in consegna a #uelli Tvestiti di grigioU. 3olo alla fine lo fanno sedere. M ,)ancesco. 9ermato per identifica"ione il 2:O<W ingresso a Dol"aneto alle ore 1.,:: circa (e non 21,:: come nel ver%ale di identifica"ione) W esce dalla caserma alle 2P,:: del 2:O<. , Dol"aneto (dove arriva dall/ospedale Galliera) viene costretto a stare in piedi con la testa contro il muro nonostante l/a%%ia visi%ilmente ferita; gli agenti lo incitano a riferire che la testa gli era stata spaccata dagli anarchici; lo tengono in #uella posi"ione mentre altri sono in ginocchio. 7n agente gli d2 uno schiaffo sul collo e lo o%%liga a dire TDuonasera ai signoriU. )icorda che ad un raga""o viene negato di andare in %agno e che gli hanno s%attuto con for"a la testa contro il muro e ha perso sangue. N C 8ean C'a2de. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,=: circa W immatricolato alle ore =,=: circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,=: circa. , Dol"aneto lo mettono in cella in piedi, faccia la muro e fronte contro lo stesso, gam%e divaricate e %raccia in alto sen"a poter parlare e sen"a potersi muovere. 3pesso entra #ualche agente che lo colpisce ai genitali, nella schiena e alle gam%e. A asmatico, gli portano via il farmaco T?entolinU che deve tenere sempre con sé. ,d ogni spostamento lungo il corridoio viene colpito dagli agenti ed insultato e riceve sputi in faccia. ,lle raga""e vengono fatte minacce di stupro. ell/7fficio degli atti alla sua richiesta di un interprete e di un avvocato lo percuotono. A costretto a dire T?iva il @uce, viva 8ussolini, viva la Poli"ia peniten"iariaU ed a fare il saluto na"ista. N Nico'a. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1.,2: circa W immatricolato alle ore 22,P: circa del 2:O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. , Dol"aneto lo fanno inginocchiare davanti alla cella e gli danno due pugni in faccia ed un calcio nel fondo schiena per farlo entrare.

71

,lcuni agenti della Peniten"iaria hanno i guanti im%ottiti. (n cella deve stare in piedi con le mani legate dietro la schiena e #uando scosta la faccia dal muro gli viene schiacciata la testa contro lo stesso. Ogni tanto #ualche agente colpisce i presenti con pugni alle costole, gridando* TPerché siete venuti a GenovaI 9ate schifo, pu""ate, merde, comunisti di merdaU. 7n raga""o nella cella chiede insistentemente di andare al %agno sen"a per1 ricevere risposta, ad un certo punto gli dicono che se continua gli danno un calmante; lui risponde di essere allergico poi si %utta a terra ed ini"ia a pregare. Gli cam%iano i lacci ai polsi #uando va in %agno e glieli mettono pi0 stretti; #uando si lamenta per il dolore glieli stringono ancora di pi0. 5uando lo accompagnano in %agno lo conducono tenendolo per i laccetti cos$ stringendoli di pi0; l/agente che lo accompagna gli grida* T3tai a testa %assa, sei un essere inferiore, non sei degno di guardare in altoU. 7n altro agente durante il percorso nel corridoio lo ingiuria ripetutamente pronunciando le espressioni* T3iete sfortunati perché con Derlusconi possiamo fare #uello che ci pareU. @opo il fotosegnalamento gli fanno firmare dei fogli sotto la seguente intima"ione* T on lo sporcare altrimenti ti spacco il culoU; lui per1 ha le mani sporche di inchiostro in #uanto gli sono state appena prese le impronte digitali; #uando lui lo fa notare gli viene per1 replicato* TPrima di uscire di #ui avrai un ricordo che ti rimarr2 per tutta la vitaU(...) !o riportano in cella e #uesta volta lo costringono a stare in ginocchio con le mani e la faccia contro il muro. Poi un agente della Poli"ia peniten"iaria lo colpisce con un pugno allo stomaco, dicendo che anche lui + uno di #uelli che lancia le molotov. !o fanno sedere ma con le gam%e incrociate e la faccia contro il muro; entra un agente che lo costringe a gridare T?iva il @uceU. @opo #ualche tempo entra in cella una persona in %orghese che gli rivolge la seguente espressione in tono evidentemente can"onatorio* T3e mi volete chiamare non mi chiamate, se mi volete chiedere #ualche cosa non me la chiedete, siamo in democra"ia e #ui decido ioU. O B Ca)'os Man2e'. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,=: circa W immatricolato alle ore =,2: circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,=: circa. , Dol"aneto viene messo in cella insieme a C. 3. @eve stare in piedi, faccia al muro, gam%e divaricate e %raccia dietro la schiena. Ogni tanto entra in cella un poli"iotto e lo percuote. @urante gli spostamenti nel corridoio deve passare tra due ali di agenti della Poli"ia peniten"iaria che lo percuotono. Gli viene spenta una sigaretta sul dorso del piede privo di scarpa. ell/ufficio degli atti, mentre sottoscrive il ver%ale di se#uestro, un agente lo colpisce con un salame ai genitali. Gli agenti lo ingiuriano in continua"ione. P Este). ,rrestata il 2:O< intorno alle ore 1<,=: circa W immatricolata alle ore =,2: circa del 21O< W tradotta all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,=: circa. A in cella insieme a -. Caline e a 9. @iana. !ei + costretta, come -. Caline, a stare in piedi contro il muro per almeno cin#ue ore; alle altre invece ogni tanto viene consentito di stare sedute. ?ede -. Caline #uando torna dal %agno* ha gli indumenti strappati, piange e le riferisce di essere stata picchiata. 5uando + il suo turno per il %agno la insultano

72

ripetutamente con parole #uali* TCroia, puttanaU e le infilano la testa dentro la ta""a; fanno riferimenti di tipo sessuale del tipo* TChe %el culo, ti piace il manganelloU. ?iene riportata in cella costretta a camminare con la testa %assa; al passaggio riceve insulti, s%erle, calci e sgam%etti da due ali di agenti con i guanti neri, che sta"ionano ai lati del corridoio. ,rriva una persona in %orghese che preleva -. Caline e lei; le d2 due s%erle e le fa sgam%etto facendola cadere a terra durante il tragitto. ,ll/interno dell/ufficio tratta"ione atti rimane sola con cin#ue uomini; chiudono la porta e le esi%iscono dei fogli da firmare, al suo diniego, due con i guanti neri la colpiscono, %loccandole le mani contro il muro; sanguina dal naso e le rompono gli occhiali da vista. ?ede poi nel corridoio un raga""o colpito ripetutamente con manganellate alla schiene e calci ai testicoli sino a farlo cadere a terra. el corridoio vede che un agente trattiene per un %raccio !. @avid, che si lamenta per il dolore. !o rivede in infermeria. @urante la tradu"ione anche a lei fanno gridare T?iva il @uceU. P Ma)co. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 1<4 1<,=: circa W esce dalla caserma intorno alle 21421,=: del 2:O<. !o portano nell/ultima cella sulla sinistra dove ci sono gi2 altri raga""i alcuni a dorso nudo, altri sen"a scarpe, ed uno in particolare sen"a pantaloni. Cutti devono stare in piedi faccia al muro, a %raccia al"ate e gam%e divaricate. Periodicamente entrano nella cella agenti che picchiano alla schiena e sui reni e dietro alle ginocchia anche con i guanti neri. 3ono con lui in cella un raga""o genovese, uno toscano, due fratelli campani; riconosce anche !. @aniele, 8. )o%erto e 8. 9rancesco. @opo il fotosegnalamento un agente della Peniten"iaria con i %affi ed i capelli ondulati, che gli sem%ra un capo, gli fa male al %raccio dolorante e lo offende, dicendogli* T3ei sen"a dignit2U, gli sputa e lo colpisce ai reni con un manganello o un %astone. (n infermeria un medico, nonostante lui gli segnali il dolore alla mano, gli afferra la mano stessa, gliela stringe molto forte e gli chiede in senso ironico T@ove ti fa maleIU. )itorna in cella dove gli consentono di stare seduto ma per poco, perché arriva un agente della Poli"ia peniten"iaria che gli ordina di rimettersi in piedi faccia al muro %raccia al"ate e gam%e divaricate. (...) 3ente un agente della Poli"ia peniten"iaria intonare il motivo fascista T9accetta eraU. (...) R Simone. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 1<,=: circa W esce dalla caserma intorno alle 21,=: del 2:O<. ?iene tenuto in cella in piedi, faccia contro il muro, gam%e divaricate e %raccia al"ate. (...) R ,a()izio. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 2:,=: circa W esce dalla caserma alle 2P,:: del 2:O<. ?iene prelevato dall/ospedale 3an 8artino, ove era stato medicato con venticin#ue punti di sutura al capo per le ferite riportate sulla strada. ,rrivato a

73

Dol"aneto un medico sui gradini dell/ingresso lo guarda sen"a neppure togliergli il cerotto e pronuncia le parole Ta%ile e arruolatoU. ?iene fatto entrare all/interno della caserma. ?iene messo in cella, sen"a maglietta, in piedi, mani appoggiate al muro. Ba molto freddo. , caden"a periodica entrano poli"iotti e percuotono con calci nelle cosce, schiaffi e pugni nella schiena. ,d un certo punto un agente gli dice di voltarsi e gli spru""a in faccia una sostan"a urticante. !o insultano e lo minacciano con parole #uali* TDastardo, infame, tua madre + una puttana. Comunista di merda, per voi + finita. ?iva il @uceU. A costretto a firmare sotto minaccia il ver%ale di identifica"ione. R An6e'o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,1: circa W immatricolato alle ore 1,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. , Dol"aneto, in cella deve stare in piedi, con al faccia la muro, le %raccia dietro la schiena, i lacci ai polsi e le gam%e divaricate. ( laccetti ai polsi gli fanno molto male, si lamenta e per risposta vengono stretti ancora di pi0. !o portano a fare i rilievi; poi nell/ufficio degli atti un agente in divisa della Poli"ia di 3tato e uno in %orghese con guanti tipo da cantiere lo percuotono, lo insultano e lo provocano continuamente costringendolo a dire* T3ono una merdaU; finalmente dopo un po/ interviene un altro agente e la smettono. ?iene ricondotto in cella e deve rimettersi nella stessa posi"ione di prima in piedi con la faccia contro il muro; ogni tanto entra #ualcuno in cella e dice di al"are le %raccia. 3ente agenti intonare il motivo politico* T7n due tre viva Pinochet, #uattro cin#ue sei a morte gli e%rei, sette otto nove il negretto non commuoveU. ,d un certo punto un agente dall/esterno della cella, attraverso le s%arre, gli spru""a in faccia del gas urticante, lui sta male, viene #uindi prelevato da un agente della Poli"ia peniten"iaria che lo porta a fare una doccia fredda per la decontamina"ione e durante l/accompagnamento uno degli agenti che lo conducono lo prende a manganellate. @opo la doccia gli danno un camice verde tipo ospedalieri per vestirsi. (..) R Massimi'iano. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1<,1: circa W immatricolato alle ore 1,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. , Dol"aneto + portato #uasi su%ito nell/ufficio degli atti; gli dicono di firmare dei fogli ed alle sue richieste di spiega"ioni lo prendono a schiaffi. ?iene poi portato in cella dove c/+ anche il fratello ,ngelo; su%ito possono stare seduti ma per poco* un raga""o infatti comincia a fare domande e per risposta gli fanno mettere prima tutti in piedi, faccia al muro poi addirittura in ginocchio e con le gam%e a s#uadra. ?ede che spru""ano lo spraM negli occhi al fratello. 7n agente della peniten"iaria, con %affi e capelli scuri, nel corridoio gli ordina di raccogliere gli effetti personali chinandosi sen"a piegare le ginocchia, lo percuote ripetutamente sen"a alcun apparente motivo e gli strappa violentemente anche il fischietto che ha al collo. S Danie'e. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1.,=: circa W immatricolato alle ore =,:H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa.

74

,rriva a Dol"aneto insieme a 8. @anilo; c/+ anche il raga""o tedesco arrestato con loro. ,ppena arrivato un agente gli chiede di dov/+, saputo che + di !a 3pe"ia, gli dice che + un suo conterraneo e gli d2 due violenti schiaffoni. (n cella lo fanno stare in piedi(...). ,ll/interno della cella entrano agenti della Poli"ia peniten"iaria che lo percuotono con pugni e calci dietro la schiena e sulle gam%e per farle divaricare di pi0. ,lcune guardie carcerarie hanno guanti neri im%ottiti altri guanti diversi; li hanno per1 in tanti. ,nche nel corridoio nei tempi di attesa in occasione degli spostamenti deve mantenere la stessa posi"ione; viene colpito con calci, pugni e anche con manganelli e gli fanno pi0 volte s%attere la testa contro il muro. ?iene colpito nuovamente allo stesso modo al ritorno dal fotosegnalamento. ?icino a lui ci sono due raga""i* uno francese con in capelli tipo rasta, che viene percosso violentemente ed il raga""o tedesco con cui era giunto, che sta molto male sino a svenire. !o vede poi portare via. Gli fanno anche dire frasi del tipo T?iva il @uceU, T?iva il Corpo di Poli"ia peniten"iariaU e lo insultano con frasi del tipo T-cco il popolo di 3eattleU, T-cco #ua #uelli che tirano le molotovU, T9ai schifoU etc. (n infermeria + insultato sia dalle guardie carcerarie che dai sanitari; in particolare un medico ro%usto con gli occhiali lo insulta con le seguenti espressioni* T@ove vai concio cos$, fai schifoU (...). S Gio)6io. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 1S41S,=: circa W esce dalla caserma alle 1,:: del 21O<. ,rriva a Dol"aneto proveniente dal Pronto soccorso dell/Ospedale 3an 8artino dove si + recato per una frattura ad un %raccio. (nfatti ha un %raccio ingessato. el pia""ale lo fanno mettere su un muretto circondato da molti agenti in divisa ed in %orghese; tutti vengono insultati (frasi del tipo T9ate schifoU), riempiti di sputi, selvaggiamente picchiati con pugni calci, colpi di casco e manganello. 5ualcuno lo colpisce al %raccio fratturato e glielo al"a. ?ede che un agente prende con le due mani la mano di un uomo, divide le dita e le tira in senso opposto con tanta violen"a da lacerargli la mano. (n cella lo mettono in piedi, %raccia e faccia contro il muro; gli agenti entrano ad intervalli periodici e lo colpiscono con calci e pugni. Gli agenti inneggiano continuamente al @uce. Ogni tanto sente una suoneria intonante il motivo T9accetta neraU. 8inacciano che era stato ucciso un cara%iniere e che tutti avre%%ero dovuto pagare. (...) S 5a)'. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 22,P: circa W immatricolato alle ore =,1: circa del 21O< W condotto all/Ospedale 3an 8artino. , Dol"aneto in cella deve stare in piedi, faccia al muro, mani dietro la schiena e gam%e divaricate sen"a potersi spostare; chi si muove viene colpito. ,nche durante gli spostamenti sia nell/atrio che i corridoio deve tenere la stessa posi"ione. 7n raga""o vicino a lui a%%assa le %raccia e viene s%attuto con violen"a con la faccia contro il muro e comincia a sanguinare a%%ondantemente dal naso. !ungo il corridoio vi sono due ali di agenti che al passaggio percuotono, minacciano ed insultano.

75

,nche lui viene colpito pi0 volte soprattutto alle spalle ed alla schiena anche con manganelli; alla notte ha molto freddo. on chiede di andare in %agno per timore di dover transitare nel corridoio. 3ente odore di urina nella cella e cos$ capisce che anche per altri + lo stesso. ?erso le prime ore del mattino sviene. S En)ico. 9ermato per identifica"ione il 2:O< W ingresso a Dol"aneto alle ore 21,:: circa W identificato verso le ore 21,1S circa W esce dalla caserma alle 2P,:: del 2:O<. ?iene portato a Dol"aneto dall/Ospedale Galliera, ove + ricoverato a seguito delle lesioni riportate sulla strada. A in condi"ioni fisiche pessime. , Dol"aneto rimane solo nell/atrio dove la fanno stare in piedi con la faccia contro il muro, le gam%e divaricate e le %raccia al"ate. Gli agenti lo insultano con parole del tipo* TDastardi, comunisti di merda, siete uno in meno, domani saremo due o tre a "eroU. 3u%isce una ginocchiata allo stomaco, un pugno e uno schiaffone in faccia da parte di un poli"iotto in %orghese. S G Ado'9o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,:: circa W immatricolato alle ore 2,1H circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,ppena giunto a Dol"aneto nel cortile viene messo contro il muro dell/edificio ed insultato dai poli"iotti; ha molta paura. (n cella entra un gruppo di poli"iotti, che picchia lui e gli altri compagni di cella e li o%%liga a restare o in piedi o in ginocchio. 8entre + nella posi"ione descritta un agente gli taglia un codino; successivamente viene accompagnato in %agno, dove viene nuovamente percosse e dove un agente %utta nel Nater il codino tagliato e lo o%%liga ad urinarvi sopra. (...) S A)ianna. ,rrestata il 2:O< intorno alle ore 1J,P: circa W immatricolata alle ore 1,2H circa del 21O< W tradotta all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. , Dol"aneto + collocata nella cella n.. insieme ad altre raga""e(...). ,d intervalli costanti entrano in cella agenti sia della Poli"ia di 3tato che della Poli"ia peniten"iaria. ,rrivano in cella ingiurie, #uali* TPe""i di merda, schifosi comunistiU anche dall/esterno ad opera di agenti in %orghese. ,rianna sta male e ha conati di vomito, chiede di andare in %agno, lungo il tragitto verso il %agno nel corridoio su%isce insulti e percosse; vicino al %agno in particolare un gruppo di agenti pronuncia anche nei suoi confronti frasi ingiuriose e minacciose a sfondo sessuale del tipo Tentro stasera vi scoperemo tutteU. )icorda al rientro in cella dopo il ritorno dal %agno una raga""a con la testa ferita, ricorda anche la G. Chiara e ?. ?alerie che incontra nella cella. el corso della notte si sente di nuovo molto male, vomita in cella, chiede aiuto, un agente della Poli"ia peniten"iaria prima le nega soccorso poi chiama il medico della peniten"iaria che per1 le %utta solo uno straccio per pulirsi, sen"a informarsi delle sue condi"ioni. el corso dell/intero periodo di deten"ione a Dol"aneto pi0 volte si affacciano nelle celle agenti in divisa sia della Poli"ia peniten"iaria che della Poli"ia di 3tato che le minacciano; alcuni dicono che non possono uscire vive da l$* infatti sono morti tre delle for"e dell/ordine e uno solo invece dei manifestanti, e perci1 %isogna Tfare pariU. ell/ufficio degli atti la costringono a firmare dei fogli sen"a che possa leggerne il contenuto.

76

,d un certo punto vede G. Chiara, alla #uale successivamente verr2 tagliato il cappuccio della felpa, che + percossa e minacciata da agenti* in particolare un poli"iotto piuttosto corpulento preme un piede all/alte""a della %occa della G. che si trova per terra e la ingiuria, dicendole ripetutamente che + Tun pe""o di merdaU. 5uesto stesso agente nel corridoio percuote gli arrestati con un manganello. el corso della notte un agente molto alto in divisa la fa stare W insieme ad altri arrestati W nel corridoio con la faccia al muro nei pressi delle celle numeri 2 e =; porta guanti neri, una fascia nera sui pantaloni; fa mettere in fila i raga""i, dando loro delle %otte sulla testa; insieme a lui ci sono altri agenti; ad un certo punto gli agenti parlano con uno che sem%ra un capo e #uesti ordina di fare stare tutti con il solo %raccio destro al"ato, a mo/ di saluto fascista. (n #uesta posi"ione vengono fatti salire in fila sul pullman che li porter2 al carcere di ,lessandria. (...) T ,a)d Sam:. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1H,:: circa W immatricolato alle ore 2=,1H circa del 2:O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. ,l giudice riferisce di essere stato percosso e insultato dopo l/arresto con modalit2 analoghe a #uelle narrate dagli altri arrestati condotti a Dol"aneto. 3 Piet)o. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1J,=: circa W immatricolato alle ore 1,P: circa del 21O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore J,2: circa. ,ll/arrivo a Dol"aneto deve attendere nel pia""ale contro il muro della caserma con la faccia contro il muro stesso, le %raccia al"ate e le gam%e divaricate. Poi lo portano all/interno della struttura e nel corridoio al passaggio viene percosso da due ali di agenti, che sta"ionano ai lati dello stesso. !o portano in una cella sulla destra in fondo insieme ad altri dove deve stare nella solita posi"ione. el corso della per#uisi"ione gli strappano i pantaloni e lo lasciano in mutande; lo percuotono in varie parti del corpo con calci, pugni, manganelli e vari oggetti contundenti, causandogli degli ematomi. Cos$ in mutande + condotto a fare i rilievi; mentre + in attesa lo lasciano in mutande e con la maglietta strappata all/esterno della struttura; per scherno gli tirano anche l/elastico delle mutande; + profondamente umiliato. (...) 3ente degli agenti che o%%ligano alcuni detenuti ad urlare T?iva il @uceU. 7n poli"iotto, saputo che + sardo come lui, lo colpisce duramente con pugni alla nuca e calci alle gam%e e lo offende sen"a motivo dicendogli che disonora la terra di 3ardegna. ,nche in %agno viene colpito ripetutamente alla schiena mentre sta urinando. !o insultano e minacciano con frasi, #uali TPe""o di merda, "ecca comunista, te la facciamo pagareU e poi ancora T( tuoi compagni stron"i comunisti hanno gi2 amma""ato tre Cara%inieri, adesso te la facciamo pagare, adesso devi gridare viva il @uceU. 8entre + in mutande degli agenti, %randendo una spranga di ferro, gli tirano l/elastico delle mutande e gli dicono* T!a vedi #uesta sprangaI Ora te la infiliamo nel culoU. (...) V Antonio. ,rrestato il 2:O< intorno alle ore 1. circa W immatricolato alle ore 2=,P: circa del 2:O< W tradotto all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa.

77

,ll/ingresso nella caserma lungo il corridoio viene colpito dagli agenti con calci, pugni e manganelli. , Dol"aneto + collocato nella cella numero S, dove ci sono gi2 una decina di persone arrestate, tutti devono stare in piedi con la faccia contro il muro, le gam%e divaricate, mani dietro la schiena legate con i laccetti; ad un certo punto arriva un poli"iotto che stringe ancora di pi0 le manette. (n #uesta posi"ione deve restare per molte ore, sei o sette. Con caden"a pressoché regolare, ogni 1: o 2: minuti, agenti entrano in cella e lo percuotono con calci, schiaffi in testa e anche manganellate ai fianchi. 7n agente avvicina l/accendino alle sue mani, legate dietro la schiena, dicendo* T?ediamo se prende fuocoU. @eve sostare nella stessa posi"ione anche nel corridoio, dove c/e un via vai di poli"iotti e guardie carcerarie. ,d un certo punto un agente gli sussurra all/orecchio di gridare* T?iva il @uce, viva la Poli"ia peniten"iariaU. !o insultano con espressioni, #uali* T3ei un gaM o un comunistaIU. ?iene portato in infermeria, dove lo fanno spogliare nudo e fare flessioni sulle gam%e; mentre fa le flessioni, un agente della Poli"ia peniten"iaria gli fa lo sgam%etto, facendolo cadere a terra; + un agente molto alto con gli occhiali e con pochi capelli. A presente anche una persona con un camice %ianco che non interviene e rimane indifferente (...) V Va'e)ie. ,rrestata il 2:O< intorno alle ore 1P,P: circa W immatricolata alle ore 1.,H: circa del 2:O< W tradotta all/istituto peniten"iario il 21O< alle ore =,1H circa. , Dol"aneto + nella seconda cella sulla destra; in cella con lei c/+ una raga""a tedesca con le mani contro il muro che piange; man mano che arrivano altri raga""i nella cella devono assumere #uella posi"ione con le mani al muro; lei per1 resta seduta e la lasciano stare. el corridoio ci sono molti poli"iotti, sempre di pi0 con il passare del tempo (addirittura in numero di P:4H:); molti sono in divisa alcuni sono della Poli"ia di 3tato, altri della Poli"ia peniten"iaria. )icorda nell/ingresso due raga""i feriti, uno perde sangue da un orecchio e sem%ra a%%ia le convulsioni, tutti e due hanno evidente %isogno di cure, ma nessuno li soccorre. 7n altro manifestante durante l/accompagnamento viene colpito pi0 volte con il casco da uno degli agenti che lo conduce. ,ncora nel corridoio vede passare un manifestante con il viso pieno di sangue, uno degli agenti che lo accompagnano lo spinge violentemente nella cella ed un altro lo afferra per la testa e gliela s%atte con for"a contro il muro (...). ,d un certo punto + accompagnata nell/ufficio degli atti, dove le vengono mostrati per la firma dei fogli per lei incomprensi%ili; lei non vuole firmarli perché non ne capisce il contenuto, un agente che + nell/ufficio allora la colpisce violentemente con la mano aperta sulla nuca; ma lei non vuole firmare comun#ue #uei fogli perché non li capisce; allora un altro Poli"iotto le mostra la foto dei figli W presente tra i di lei effetti personali W e le dice che se non firma potre%%e anche non rivederli. @opo la firma la riportano in cella, accompagnandola attraverso il corridoio pieno di agenti posti ai due lati; lo stesso agente che prima, nell/ufficio degli atti, l/aveva colpita alla nuca in pratica la TconsegnaU #uasi alle due ali di Poli"iotti che la percuotono, anche con colpi di manganelli sui fianchi, le fanno lo sgam%etto e la

78

s%attono da destra a sinistra, la insultano con gli epiteti, #uali TcomunistaU TrossaU. (...) @alla cella nota un agente di Poli"ia peniten"iaria che picchia violentemente un raga""o appoggiato al muro del corridoio, gi2 ferito alla testa, gli fa anche lo sgam%etto cercando di farlo cadere. Poi ogni tanto si avvicina alla cella dove + lei, afferra gli arrestati anche attraverso le s%arre e li picchia a volte anche con il manganello. 5uesto stesso agente per1, nello stesso corridoio, fa il gioviale con le Poli"iotte e le corteggia. ?ede nel corridoio macchie di sangue e segni di vomito; dalla cella sente urla di dolore e dalle grate sente provenire dall/esterno urla gutturali come versi di animali. ?ede persone che per paura di andare in %agno si urinano addosso in cella; vede anche una raga""a, che vomita in cella e la cui testa viene spinta nel vomito. (n %agno + costretta ad espletare i suoi %isogni con la porta aperta. ell/infermeria deve spogliarsi alla presen"a di uomini (...); alla sua richiesta di allontanare gli uomini, le dicono in modo rude che deve immediatamente spogliarsi, lei non ci riesce. ,llora si innervosiscono imponendole di fare velocemente; un/agente donna getta i suoi vestiti sulla coperta e con i piedi le allarga violentemente le gam%e. ?iene visitata da un medico donna, che non sem%ra prestare atten"ione ai molti ematomi che ha sul corpo. )icorda che nel carcere di ,lessandria una raga""a americana di nome Ceresa le mostra la sua schiena piena di lividi per le percosse, le dice che le sono stati tagliati i capelli; ricorda anche che di avere visto nel carcere di ,lessandria 9. @iana, G. Chiara, -. Caline, P. -ster e 3. ,rianna; tra #ueste G., -. e P. presentavano evidenti segni di percosse. 1:

10

Da2 +ttp2RRg8!""1.altervista.orgRtestimonianze!".+tm

79