You are on page 1of 3

La vita lunica cosa stupefacente

Dire NO alla droga dire SI' alla vita... l'unica cosa stupefacente. Non esiste nessuna ricetta infallibile per passare un bel fine settimana. Una cosa per certa: se non stai bene con te stesso, nessuna droga ti aiuter a sentirti meglio. !"uso di droga prevalentemente una via di fuga, un rifugio, #ualc$e cosa in cui si cerca ci c$e non si $a o c$e non si trova. % la fuga dall"insoddisfa&ione, dal vuoto, dalla paura, dalle delusioni e dalla mancan&a di ideali. In #ueste condi&ioni facile scegliere la fuga e il disimpegno da tutto. Il consumo di sostan&e pone tutti di fronte a dei risc$i, spesso difficilmente valutabili. '' da pa&&i pensare c$e per suonare o cantare ci voglia la droga. (erc$) la droga pu sistemarvi in una maniera tale c$e non ce la farete pi*, n) a cantare n) a suonare. +illie ,olidaSe ti drog$i ti capisco, perc$) il mondo ti fa sc$ifo. se non lo fai ti ammiro, perc$) sei in grado di combatterlo. /im 0orrison 1omprare droga come comprare un biglietto per un mondo fantastico, ma il pre&&o di #uesto biglietto la vita. /im 0orrison !a droga come una gomma... dopo un po' ti cancella. Ignoto 'cco c$e cosa $o avuto dalla droga. 0i $a fatto allontanare dai figli, $a segnato in negativo la mia band, $a distrutto i miei matrimoni e spesso mi $a messo in ginocc$io. Steven 2-ler Droga. 0i $anno detto34prova4 Io $o risposto34no4 0i $anno c$iesto34perc$4 Io:4$o altro da fare4 0i $anno c$iesto:4cosa56 io:47I7'8'34 97ivere nella legalit : spiega ;iovanni Serpelloni, 1apo del D(< =Dipartimento (olitic$e <ntidroga> : e, ancora prima, nel principio dell"onest e della coeren&a dei propri comportamenti, lontano e contro tutte le organi&&a&ioni mafiose, un messaggio c$e le giovani genera&ioni dovrebbero sempre tenere ben presente, soprattutto nel momento in cui #ualcuno di loro fosse tentato di ac#uistare sostan&e stupefacenti. I giovani in particolare, ma anc$e i non pi* giovani, devono ricordare c$e anc$e un solo euro speso per la droga finisce nelle mani delle mafie, finan&iando #uindi le loro violen&e, le loro sopraffa&ioni e le altre organi&&a&ioni dedite al terrorismo e alla destabili&&a&ione degli stati democratici. 9Oltre a c$i usa drog$e occasionalmente, ogni persona con dipenden&a da #ueste sostan&e deve essere conscia c$e pu risolvere la propria malattia e c$e le strutture sanitarie pubblic$e e del privato sociale offrono, a tutti loro ed in ogni momento, la possibilit di avere cure efficaci e gratuite per poter sospendere tale uso. 2utti i giovani : $a concluso il capo del D(< : devono

credere nella possibilit di costruire un mondo libero dalle drog$e e dalle mafie e devono lottare contro #ueste organi&&a&ioni criminali esprimendo prima di tutto un comportamento individuale di legalit , di lontanan&a totale da #ueste organi&&a&ioni e di rispetto della propria salute fisica, mentale e sociale6. 9% tempo di dire tutti con una sola voce: 9NOI NO333 : conclude il (rocuratore. : '" tempo di soffiare tutti insieme, forte, sempre pi* forte per formare un vento c$e spa&&i via tutte le drog$e, naturali e sintetic$e, tutti i trafficanti, pus$er e spacciatori, nonc$) i loro soldi, sporc$i di lacrime, di sangue, di dolore per tante vite distrutte6. Uno dei pericoli pi* gravi per un adolescente rappresentato dall'assuefa&ione a #ualc$e sostan&a c$imica c$e modific$i il suo stato di coscien&a. !a 4droga4, come si definisce in maniera inappropriata la tossicomania, costituisce, da alcuni decenni e da alcune genera&ioni, un problema per giovani, genitori, educatori, famiglie. Soltanto nel ?@@A, i morti per droga sono stati B??. Si tratta sovente di molecole, c$e provocano danni irreversibili al cervello e c$e generano dipenden&e fisic$e e psicologic$e difficili da trattare. sostan&e c$e, comun#ue, mettono a repentaglio gravemente la salute di c$i ne fa uso. (er #uesto ci si interroga su #uali siano le cause c$e inducono i giovani a fare uso di sostan&e stupefacenti. Cuali i meccanismi psicologici c$e determinano #uesto comportamento giovanile deviante. Intanto va notato c$e alcune sostan&e capaci di modificare il nostro stato mentale, tossic$e per l'organismo, vengono accettate dalla societ : il tabacco, l'alcol e gli psicofarmaci in primo luogo. Ogni cultura riconosce le proprie drog$e 4legali4, stigmati&&ando l'assun&ione di altre. Il fatto c$e l'uso di determinate sostan&e sia legali&&ato permette di procurarsele sen&a ricorrere a comportamenti 4criminali4 e, forse, una maggiore conoscen&a consente di usarle in modo pi* maturo e cosciente. Cuanto conti la conoscen&a degli effetti negativi di una sostan&a introdotta nel corpo umano lo dimostra il caso dell'eroina. Un tempo le overdose di eroina falcidiavano centinaia di giovani vite ogni anno. (oi gli eroinomani $anno imparato, coll'esperien&a, ad usare l'eroina prendendo maggiori precau&ioni =dosi maggiormente controllate, impiego di siring$e monouso>, in modo da far diminuire sensibilmente negli ultimi anni, il numero di decessi collegati all'abuso di #uesta sostan&a. 1on #uesto non si intende certo sminuire i pericoli, gravissimi, collegati all'uso delle drog$e, comprovati da numerosi e seri studi tossicologici e scientifici sull'argomento. Si vuole soltanto sottolineare come la conoscen&a e l'informa&ione, approfondite, consentano di difendersi meglio. 0a perc$) i giovani si drogano5 Intanto esiste #uel fenomeno sociologico giovanile c$e si c$iama 4gruppo dei pari4. Si tratta di #uel gruppo amicale di coetanei, la cui importan&a e la cui autorit stanno superando #uelle dei genitori. Il gruppo $a delle sue rigide regole di fun&ionamento, un codice morale a volte estraneo se non antitetico al contesto sociale, c$e induce i singoli a uniformarsi pedisse#uamente a determinati comportamenti =scelta dell'abbigliamento, linguaggio, stile di vita, ecc.>. Il conformismo, vissuto come timore di non essere accettati e approvati dal gruppo, pu indurre l'adolescente ad adottare comportamenti disadattivi. !a fine dell'autoritarismo, un certo permissivismo, la libert di scelta, il relativismo culturale, aspetti del mondo contemporaneo tutt'altro c$e negativi, lasciano per spesso i giovani soli =o mal consigliati> di fronte alle scelte cruciali della propria esisten&a. Sbagliare facile. entrare in un tunnel da cui arduo fare ritorno, altrettanto. Diventare 4grandi4 sempre stato malagevole. !a droga pu costituire anc$e una apparentemente comoda via di fuga dalle responsabilit del mondo adulto, un ingannevole alibi per ritardare le scelte, le fatic$e, gli impegni =ma anc$e le soddisfa&ioni>, c$e l'esisten&a di ogni adulto comporta. Il consumismo, la comunica&ione c$e avviene ormai soltanto attraverso l'esibi&ione di oggetti, sembrano privare i giovani di un solida identit , basata sulla consapevole&&a delle proprie #ualit

interiori. Il successo da conseguire ad ogni costo, a scuola, sul lavoro, in societ , con la necessit di essere costantemente all'alte&&a, brillanti, socievoli, nell'epoca c$e esalta ed esige la performance, come ci insegnano i messaggi pubblicitari, porta giovani, e sempre pi* spesso anc$e adulti, ad aiutarsi con #ualc$e sostan&a c$imica. !'eccessivo edonismo della nostra civilt , la ricerca spasmodica di piaceri forti e immediati, a scapito della gioia, della felicit e della serenit c$e si possono ottenere sviluppando i propri talenti, mettono molti adolescenti sulla cattiva strada di una penosa, stordita e triste #uotidianit . Inoltre l'abuso di droga rappresenta talvolta una delle forme, oscura, contorta e sbagliata, in cui si manifesta il conflitto genera&ionale, la rivolta contro il mondo dei valori abbracciati dai genitori. Una rivolta sterile e autodistruttiva, cui possono indulgere adolescenti altrimenti intelligenti e sensibili. Non ultimo esiste un business, gestito dalla criminalit organi&&ata, c$e preme per indurre certi comportamenti, perc$) con la droga reali&&a ingenti profitti. (er arginare il fenomeno droga e limitarne i danni, forse sarebbe necessario ripristinare #uel dialogo genera&ionale, oggi interrotto, fra genitori e figli , privato per degli autoritarismi di epoc$e trascorse, c$e ancora affiorano, purtroppo, #ua e l , fra le maglie di un produttivismo esasperato. Occorre recuperare, #uindi, il valore del tempo da trascorrere insieme, nella dimensione di una comunica&ione autentica, capace di critica nei confronti dei valori dominanti. un tempo e una comunica&ione intrisi di tenere&&a, di conoscen&a reciproca, di ritrovata fisicit . 1on la scuola, c$e deve abbandonare la faccia feroce, per diventare, per gli adolescenti, occasione emotivamente significativa di matura&ione culturale, affettiva, civile. 1on la societ , c$e deve essere in grado di proporre ai giovani possibilit di autoreali&&a&ione. 'd necessaria, purtroppo, anc$e la repressione, per battere mafie e bande criminali e per tutelare la collettivit dal comportamento di #uei singoli c$e $anno deciso, mettendo in atto comportamenti sciocc$i, violenti, pericolosi e delin#uen&iali, di muovere guerra alla societ .