DOMANDA INDIVIDUALE E DOMANDA DI MERCATO Dopo aver esaminato come si determina la scelta del miglior paniere possibile è necessario

analizzare come varia questa scelta (decisione di consumo) in conseguenza della variazione dei prezzi dei 2 beni e del reddito del consumatore, ovvero: => come si determina la curva di domanda individuale del consumatore => come successivamente si determina per a re azione la domanda di mercato ➔ Gli strumenti per attuare questa analisi sono sempre il vincolo di !ilancio e le curve di indi""erenza ➔ Le modalit# di analisi si articolano in !asi: "# stabilire qual era il paniere di equili!rio precedente la variazione (prezzi relativi e reddito del consumatore) 2# individuare il paniere di equili!rio successivo alla variazione # con"rontare il paniere di equilibrio e$%ante con quello e$%post +LI E,,ETTI DELLE VARIA'IONI DEL &RE''O- LA CURVA &RE''O%CON(UMO )&CC* &os' come le variazioni dei prezzi dei 2 beni e del reddito del consumatore incidono sul suo (d), le variazioni del Vd. incidono sulle scelte del consumatore# LA CURVA &RE''O%CON(UMO )&CC* &onsiderando il sin olo consumatore, è opportuno partire dall*analisi della curva &CC per arrivare a costruire la sua curva di domanda individuale➔ la curva &CC rappresenta l*in!luenza delle variazioni del prezzo del !ene / sulla quantit# c+e il consumatore desidera acquistare, ceteris paribus (dati il reddito e i gusti del consumatore e il prezzo del bene ,)# -i indica 01 sull*asse delle ordinate e 0/ sull*asse delle ascisse ➔ la curva di domanda individuale c+e ne deriva descrive come varia la quantit# domandata del !ene / in corrispondenza di ciascun livello del suo prezzo2 -i indica &/ sull*asse delle ordinate e 0/ sull*asse delle ascisse A se uito delle variazioni )diminuzione3aumento* del prezzo del !ene / (ceteris paribus). i Vd. tracciati in corrispondenza di ciascun livello di prezzo del bene /, ruotano verso l*esterno (diminuzione del 0 /) o verso l*interno (aumento del 0/) . i panieri ottimali acquistati dal consumatore (ottenuti in corrispondenza dei punti di tangenza tra i vari vincoli di bilancio e le curve della mappa di indi!!erenza del consumatore) sono !ormati da 0 via via ma iori di !ene / (c+e diviene relativamente pi1 o meno conveniente) e da 0 di bene 1 c+e possono essere via via minori ma iori o invariate a seconda della tipolo ia del bene 1 (sostituto, complementare o indipendente rispetto al bene /) . l*unione dei vari panieri ottimali rappresenta la curva &CC . i diversi andamenti della curva &CC permettono di stabilire le diverse tipolo ie dei beni / e 1 La curva &CC rappresenta il luo o eometrico di tutte le com!inazioni ottime )di equili!rio* del !ene / e del !ene 19 corrispondenti a tutti i possi!ili prezzi del !ene /9 a parit# del prezzo del !ene 1 e del reddito del consumatore
CURVA &RE''O% CON(UMO )&CC*

01

(vedi spiegazione pagg# "" $""%)

017 014 015 016

.

. ..
I7 I4
&/7 M 0 /5 &/4

&CC

I6 I5

8

0/7M 0/4

0/6

M &/5

M 0 &/6 /

Scheda di ripasso – Cap. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio
1

azzo

. la curva &CC è decrescente . 01 M &1 &/ : . e di 4) per ciascun livello di &/ ➔ La curva &CC (tramite l*equilibrio del consumatore) e la curva di domanda individuale sono quindi 4 modi alternativi di rappresentare le stesse in"ormazioni ➔ O ni punto della curva &CC rappresenta sia un punto sulla curva di domanda individuale del bene / sia un punto su quella del bene 1.< = 0/ 01 non muta M &1 . . 5l . .< = 0/ = 01 &/ : . al diminuire del prezzo del bene / il consumatore aumenta la 2 di bene / ma non varia la 2 di bene .ENI / E 1 / e 1 sono !eni (O(TITUTI . non varia ma varia 2.. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 2 azzo .DIVER(I ANDAMENTI DELLA CURVA &CC &ER DIVER(E TI&OLO+IE DEI . al diminuire del prezzo del bene / il consumatore diminuisce la 2 consumata di bene 1 e la sostituisce con incrementi di 2 del bene / 01 &/ : .< = 0/ : 01 / e 1 sono !eni COM&LEMENTARI . M &/7 &CC ..si possono osservare gli e!!etti delle variazioni di 0 / su entrambe le curve di domanda individuali e ricevere le in!ormazioni sulla tipologia dei beni / e . al diminuire del prezzo del bene / il consumatore aumenta sia la 2 consumata del bene / sia quella del bene 1 01 M &1 / e 1 sono !eni INDI&ENDENTI non correlati .ENE COM&O(ITO cioè l*insieme di tutti gli altri n$" beni acquistabili dal consumatore e diversi dal bene / Scheda di ripasso – Cap. M &/7 M &/4 .ENE 1 pu6 anc+e essere inteso come .# 2uando i 2 beni sono sostituti o complementari: "# nella curva di domanda individuale del bene / si veri!ica uno spostamento lun o la curva (varia 0/ varia 2/) 2# nella curva di domanda individuale del bene 1 si veri!ica uno spostamento della curva (0. M &/7 M &/4 &CC 8 M 0/ &/5 8 M &/4 M 0 &/5 / 8 M 0/ &/5 LA CURVA DI DOMANDA INDIVIDUALE ➔ La curva di domanda individuale del bene / è rappresentabile come relazione c+e indica la quantit3 del bene / domandata dal consumatore (0/) in corrispondenza di ciascun livello del suo prezzo ( &/) dati il reddito e i usti del consumatore e il prezzo del !ene 1 ➔ 2ueste in!ormazioni possono essere ricavate dalla curva &CC e sono racc+iuse nei panieri ottimali dai quali risulta la 0 del !ene / c+e il consumatore desidera acquistare (a parit3 di 0.) N. la curva &CC è crescente . la curva &CC è parallela all*asse delle ascisse . &CC .

78@ M.748 0/ &1 78 D individuale di !e ne 1 A . . c+e ne !a aumentare la 2 domandata. A c 01 5 /8 46 E& diretto /7 0/ A . . . aumenta anc+e la 0 del !ene 1 e la curva di domanda trasla verso destra 8 /8 46 /7 E& diretto 58 0/ 8 18 17 01 Scheda di ripasso – Cap. al diminuire del prezzo del !ene /. il cui insieme determina la curva di domanda individuale . &CC 6 8 .DALLA CURVA &CC ALLA CURVA INDIVIDUALE DI DOMANDA 7el gra!ico in alto a destra il !ene 1 è un bene (O(TITUTO in quanto. A c 7el gra!ico in basso a destra i !eni / e 1 sono COM&LEMENTARI in quanto. !ermi restando 4 e 0/. 4 58 &CC . 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 3 azzo . > ? &/7 .748 &/ > 6 8 A .748 .LA CURVA DI DOMANDA INDIVIDUALE. /8 /7 &/ . A I8 18 17 . a /8 /7 0/ &1 78 D individuale di !ene 1 A . 8 17 18 /7 0/ 01 74 D individuale di !e ne / . dom anda individuale !ene / 17 18 E& indiretto 8 /8 /7 E& diretto 0/ . 6 &1 . 78 M . A . I7 8 8 &/ &/8 &/7 /8 M& &/8 M& &/7 D individuale di !ene / 01 74 E& indiretto a &/8 . ! 01 M& &1 18 17 . !ermi restando 4 e 0/. 6@ M. la 0 del !ene 1 diminuisce e la curva di domanda trasla verso sinistra CURVA DI DOMANDA INDIVIDUALE 5ndicando 0/ nell*asse delle ordinate e 2/ nell*asse delle ascisse si possono rappresentare le coppie (0/82/) ricavabili dalla 0&& soprastante. c+e ne !a aumentare la 2 domandata. &/ > ! &1 . al diminuire del prezzo del !ene /.

LA CURVA REDDITO%CON(UMO )ICC* Le variazioni del Vd. tracciati in corrispondenza di ciascun livello di reddito.ETTI DELLE VARIA'IONI DEL REDDITO. uno dei 2 beni è i n"eriore (la quantit3 domandata del bene in!eriore diminuisce all*aumentare del reddito mentre quella dell*altro bene aumenta e viceversa in caso di diminuzione del reddito) La curva ICC rappresenta il luo o eometrico di tutte le com!inazioni ottime )di equili!rio* del !ene / e del !ene 19 corrispondenti a tutti i possi!ili livelli di reddito del consumatore9 a parit# del prezzo del !ene / e del !ene 1 Scheda di ripasso – Cap.+LI E. ma manten ono costante la loro pendenza (per ipotesi 0/ e 0. sono entrambi normali (la loro 2 consumata aumenta all*aumentare di 4 e viceversa) 2# andamento decrescente . i beni / e . traslano avvicinandosi (diminuzione del 4) o allontanandosi (aumento del 4) dall*origine degli assi. è opportuno partire dall*analisi della curva ICC per arrivare a costruire la sua curva di domanda in "unzione del reddito9 ossia la curva di Engel ➔ la curva ICC rappresenta l*in!luenza delle variazioni del reddito del consumatore sulla quantit# del bene / e del bene . non variano quindi non varia la loro convenienza relativa) ➔ i panieri ottimali acquistati dal consumatore in corrispondenza dei vari livelli di reddito (ottenuti in corrispondenza del punto di tangenza tra i vari vincoli di bilancio e le curve della mappa di indi!!erenza del consumatore) sono !ormati da una quantit3 dei 2 beni c+e pu6 essere via via minore (diminuzione di 4) o maggiore (aumento di 4) per entrambi i beni o maggiore per un bene e minore per l*altro a seconda delle tipolo ie dei beni stessi normali o in!eriori) ➔ l*unione dei vari panieri ottimali9 ottenuti in corrispondenza di una serie in!inita di livelli di M9 rappresenta la curva ICC detta anc+e sentiero di espansione del reddito ➔ i diversi andamenti della curva ICC permettono di stabilire le diverse tipolo ie dei beni / e 1"# andamento crescente . c+e il consumatore intende consumare.. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 4 azzo . ceteris paribus (dati i gusti del consumatore e il prezzo dei 2 beni)# -i indica 01 sull*asse delle ordinate e 0/ sull*asse delle ascisse ➔ la curva di Engel c+e ne deriva descrive come varia la quantit# domandata del !ene / in corrispondenza di ciascun livello del suo reddito2 -i indica M sull*asse delle ordinate e 0/ sull*asse delle ascisse A se uito delle variazioni )diminuzione3aumento* del reddito del consumatore )M* (ceteris paribus)➔ i Vd. causate da variazioni del reddito del consumatore (a parit3 di tutte le altre condizioni) incidono sulle scelte del consumatore# LA CURVA REDDITO%CON(UMO )ICC* &onsiderando il sin olo consumatore.

la curva ICC è decrescente . in genere +anno molti sostituti pre!eriti dal consumatore di qualit3 superiore ma pi1 costosi: all*aumentare del reddito la scelta si sposta su questi beni . assume la caratteristica di bene in!eriore (esempio: la bistecca c+e superato un certo livello di reddito viene sostituita col !iletto) NOTA . . .ENI IN. la curva ICC è crescente . M7 &/ M4 &/ .ENE: l*ipotesi c+e un consumatore spenda per intero il proprio reddito esclude la possibilit3 c+e un paniere sia composto da soli beni in!eriori quanto pi1 ampia è la de!inizione di un bene meno è probabile c+e possa essere considerato un bene in!eriore Scheda di ripasso – Cap.ERIORI -5 de!iniscono . ICC curva reddito%cons um o M5 &1 M4 &1 M7 &1 .ERIORE . all*aumentare del reddito (!ermi restando 0/ . un bene pu6 considerarsi in!eriore per sua natura o se è un bene normale c+e. curva reddito%cons um o ICC M5 &/ 8 M7 &/ M4 &/ M5 0 / &/ !ene 8 normale M7 &/ M4 &/ M5 &/ 0/ 8 !ene in"eriore / !ene normale 0 . superata una certa soglia di reddito.ERIORE e 1 !ene NORMALE / !ene NORMALE e 1 !ene IN. ICC M4 &1 M7 &1 . all*aumentare del reddito (!ermi restando 0/ e 0.) la quantit# consumata dei beni / e . il consumatore tende a sostituirli quando vede aumentare il proprio potere d*acquisto (reddito in termini reali) . . . 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 5 azzo . all*aumentare del reddito (!ermi restando 0/ e . .) la quantit# consumata del !ene / aumenta e diminuisce e quella del !ene 1 aumenta quella del !ene 1 diminuisce 01 !ene 0 01 normale !ene 1 M7 &1 M4 &1 M5 &1 curva re ddito%consum o !ene normale in"eriore M5 &1 . la curva ICC è decrescente .) la quantit# consumata del !ene / 0. aumenta e 0.DIVER(I ANDAMENTI DELLA CURVA ICC &ER DIVER(E TI&OLO+IE DEI .ERIORI quei beni il cui consumo diminuisce all*aumentare del reddito e viceversa: .ENI / E 1 / e 1 sono entram!i !eni NORMALI / !ene IN.ENI IN.

LA CURVA DI EN+EL ➔ La curva di Engel (o curva di domanda in !unzione del reddito) indica la quantit3 del bene / (0/) c+e il consumatore è disposto ad acquistare in corrispondenza di ciascun livello del proprio reddito (M) dati i pezzi dei beni / e . ")M* ➔ 2ueste in!ormazioni possono essere ricavate dalla curva ICC e sono racc+iuse nei panieri ottimali dai quali risulta la 0 del !ene / c+e il consumatore desidera acquistare (a parit3 di 0/ e 0. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 6 azzo . ) per ciascun livello di M ➔ La curva ICC (tramite l*equilibrio del consumatore) e la curva di Engel sono quindi 4 modi alternativi di rappresentare le stesse in"ormazioni ➔ O ni punto della curva ICC rappresenta sia un punto sulla curva di domanda del !ene / rispetto al reddito sia un punto su quella del bene 1: si possono osservare gli e!!etti delle variazioni del reddito (M) su entrambe le curve di domanda dei beni e ricevere le in!ormazioni sulla tipologia dei beni / e .ETTO REDDITO E (&O(TAM ENTO CURVE DI DOM ANDA D individuale di !e ne / a &/ ! EA EAA &1 D individuale di !ene 1 1A 1AA .< 0 . > EAA 8 8 1A 1AA 01 /A /AA 0/ 8 /A /AA !e ne 0 norm ale / Scheda di ripasso – Cap..: "# se il !ene è normale all*aumentare del reddito (ceteris paribus) aumenta la 0 consumata del bene (e viceversa) e la relativa curva di domanda individuale del bene trasla verso destra (aumento di 4) o verso sinistra (diminuzione di 4) 2# se il !ene è in"eriore all*aumentare del reddito (ceteris paribus) diminuisce la 0 consumata del bene (e viceversa) e la relativa curva di domanda individuale del bene trasla verso sinistra (aumento di 4) o verso destra (diminuzione di 4) ➔ La curva di En el per i !eni normali è crescente (+a una pendenza positiva): la 2 domandata aumenta all*aumentare del reddito e viceversa ➔ La curva di En el per i !eni in"eriori è decrescente (+a una pendenza negativa): la 2 domandata diminuisce all*aumentare del reddito e viceversa ➔ La curva di En el assume una !orma ad arco quando è relativa ad un bene c+e un consumatore consideri prima normale e poi in!eriore in conseguenza del progressivo aumentare del proprio reddito 01 !e ne in"e riore E. EAA 78 c EA EA . e i usti del consumatore .

< &/3&1 compongono un paniere: L*e""etto reddito cambia il potere dDacquisto del • e""etto sostituzione • varia la convenienza relativa dei 2 beni consumatore (il suo reddito reale) ..< la curva di Engel B decrescente 0 / !ene in"eriore e 1 !ene normale2222 1 !ene normale e / !ene normale cCe diventa in"eriore . .< la curva di Engel B crescente !ene 01 normale !ene1 normale / !ene in"eriore e 1 !ene normale ./ e 1 sono entram!i !eni normali . 0/5 0/4 0/7 M7 M> &1 M6 &1 M5 &1 M4 &1 M7 &1 &/ M4 &/ M5 0 / &/ !ene in"eriore . ICC . .< M3&/ • e""etto reddito • varia il potere dDacquisto del consumatore Scheda di ripasso – Cap. . da norm ale dive nta in"eriore e9 allDaum entare del reddito9 la sua quantit# dom andata dim inuis ce2222 M4 &/ M5 &/ M6 &/ M> &/ 0/70/>0/0/60/5 !ene normale cCe diventa in"eriore0/ curva di En e l 2222la curva di En el B dapprima crescente e poi decrescente !ene normale cCe diventa in"eriore 8 0/7 0/4 0/5 0/!ene normale 8 0/5 0/4 0/7 0/ !ene in"eriore 0/5 8 0/70/> 0/40/6 0/ E. M7 &/ 4 . ICC Dopo la quantit# 0/5 il !ene / 8 M M5 M4 M7 0/7 0/4 M7 0/5 &/ . M4 &/ M5 0 !ene / &/ normale 8 M M5 M4 Curva di En e l .< curva di Engel ad arco M5 &1 M4 &1 / e 1 sono entram!i !eni normali2222 M5 &1 M4 &1 M7 &1 curva reddito%cons um o .. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 7 azzo . ICC curva reddito%cons um o !ene 1 normale 0 1 !ene normale / !ene normale cCe diventa in"eriore2222 curva reddito%cons um o M7 &1 . . . 8 M M> M6 M5 M4 M7 2222la curva di En el B decrescente Curva di En el . 2222la curva di En el B crescente M7 .. . .. .ETTO &RE''O* 2uando varia il prezzo di uno dei 2 beni c+e Le variazioni di prezzo producono 4 e""etti sulla L*e""etto sostituzione cambia la convenienza curva di domanda del consumatore: relativa dei 2 beni .. .ETTI DI REDDITO E DI (O(TITU'IONE DERIVANTI DA UNA VARIA'IONE DI &RE''O )E. .

< l*e""etto complessivo (e!!etto prezzo) della variazione della 0 domandata è dato dalla somma al e!rica dei due e""etti (sostituzione e reddito) in relazione al tipo di bene: ➔ ➔ ➔ bene normale# bene in!eriore bene di i!!en (i considerano panieri composti dai due !eni / e 1 E &er ipotesi varia il prezzo del !ene / E( B sempre NE+ATIVO (va in direzione ER B sempre NE+ATIVO per i .< varia la convenienza relativa dei 2 beni . 014 A 017 &CC .. varia il prezzo del bene / )F&/* .ENI NORMALI (va E& è di segno O&&O(TO alla variazione di prezzo opposta alla variazione del prezzo) nella stessa direzione della variazione di prezzo) c+e l*+a originata per i !eni normali in quanto somma di 2 variazioni concordi (cioè dello stesso ER B sempre &O(ITIVO per i .< varia il rapporto M3&/ .< $ 92/ se il bene è normale se il bene è in!eriore se il bene è normale se il bene è in!eriore E..< GF0/ se $ F&/ .< GF0/ .< GF0/ aumenta la 2 domandata del bene / E.< varia la 0 domandata del bene / in relazione al tipo di beni (normali o in!eriori): se GF&/ .) per i !eni in"eriori e di Giffen in quanto somma algebrica di 2 variazioni di segno opposto c+e si compensano: N.< varia il potere dDacquisto del M del consumatore .< %F0/ diminuisce la 2 domandata del bene / se %F&/ il bene / diventa pi1 conveniente di 1 .. varia il prezzo del bene / )F&/* . lDe""etto prezzo )E&* ra"icamente 01 puH essere ra""i urato come il passa io .ETTO (O(TITU'IONE )E(* . per il !ene in"eriore prevale lDE( tra due punti di una stessa curva &CC => E& è di segno opposto alla variazione di &/ c+e l*+a originata .ETTO &RE''O (E &/= Scheda di ripasso – Cap. .< varia la 0 domandata del bene /se GF&/il bene / diventa meno conveniente di 1 .E.ETTO &RE''O )E&* . per il !ene di Giffen prevale lDER . 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 8 azzo ..ETTO REDDITO )ER* . (si vedano spiegazioni alle pagg# "2<$"2=) => E& è di segno conocorde alla variazione di &/ c+e l*+a originata 0/ 8 0/4 0/7 E.< varia la 0 domandata del bene / .ERIORI O segno) DI GIFFEN (va nella stessa direzione della variazione di prezzo) E& è di entit3 minore di ciascuna delle 2 variazioni (:.< %F0/ .< varia il rapporto tra i 2 prezzi: &/3&1 .e :. varia il prezzo del bene / )F&/* .ENI IN.

aumento del prezzo !er un !ene normale CA(O .ETTO &RE''O (E &/= E( E& 0/ . 0/ . . .7 M 0/C &/4 &/4 &1 M0 &/4 /A MA &/4 &/7 &1 . 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 9 azzo . I7 &/4 &1 lo a .ETTO &RE''O (E &/= >si veda la spiegazione della scomposizione dell*e!!etto prezzo e dei relativi passaggi da un paniere all*altro alle pagg# "2?$"2@$" AB >si veda la spiegazione della determinazione dell*e!!etto prezzo a pag# " AB Scheda di ripasso – Cap.ENE NORMALE .ETTO &RE''O DERIVANTE DA UN AUMENTO DEL &RE''O CA(O A. .ENE IN...ERIORE &/7I&/4 &/7I&/4 el cio r all a an ! il 4 p d i le .7 C &/4 &1 .4 d i le a o ol e nt nc Vi rum st / .7 . .ENE NORMALE 01 MA &1 e i o al l n c p ar la ! i . oa C 01C .E. 01A . o lo n t a e nc V i um r st M &1 M &1 I8 01C 01. 0/C ER E( E& E. ER 0/A 8 0/.ERIORE E.7 A I8 01A I7 &/4 &1 &/7 &1 MA &/4 . .ENE IN.aumento del prezzo !er un !ene in"eriore 01 MA &1 / ..8 M &/7 01..8 M &/7 8 0/. A . . .

. C . .E. 01.< :0/ = 01 Il !ene / in questo caso B !ene di Giffen Vincolo di !ilancio strum entale . . .8 .4 paralle lo a ...aumento del prezzo !er un !ene di Giffen I . . M &/4 E& 0/ 8 M &/4 M &/5 0/ 0/ >si veda la spiegazione di pag# " 2B 5 !eni di Giffen sono un particolare tipo di beni in!eriori: .7 01C 01A .7 Curva di domanda inclinata positivamnte per un !ene di Giffen &/ / . all*aumentare del loro prezzo aumenta anc+e la quantit3 domandata (e viceversa) => ER elevato . M &/7 &CC TORNA INDIETRO eccezione curva di domanda . &/4 &1 MA &/4 E.EN &/7I &/4 01 I8 .ENE DI +I. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 10 azzo .ETTO &RE''O DERIVANTE DA UN AUMENTO DEL &RE''O CA(O C. 8 ..ENI DI GIFFEN 01 MA &1 M &1 &/ : . . sono scarsamente sostituibili => E( è di modesta entit3 L*e""etto prezzo è sempre dato dalla somma algebrica di ER e E( 5n questo caso per6 lDER prevale sull*E( perci6 l*E& risulta sempre dello stesso segno dell*e!!etto reddito Scheda di ripasso – Cap. A I7 &/4 &1 M &1 .ETTO &RE''O (E &/= &/7 &1 M &/7 8 0/C ER E( 0/A 0/.

ENE / Variazione del prezzo E""etto prezzo(e!!etto totale) variazione della 2 domandata a seguito della variazione del 0 E""etto di sostituzione variazione della convenienza relativa dei 2 beni sempre negativo.. 4: Domanda individuale e domanda di mercato – Lezioni di Microeconomia di Fabrizio 11 . cioè di segno opposto alla variazione del prezzo E""etto reddito diminuzioneCaumento del potere di acquisto a parit3 di prezzi relativi costanti negativo per i beni normali e positivo per i beni in!eriori e in!eriori di Gi!!en $ D2/ E D2/ E D2/ $ D2/ E D2/(prevale su :-) $ D2/ (prevale su :-) normale in"eriore in"eriore +i""en G J&/ % J&/ G J&/ % J&/ di G J&/ % J&/ % J0/ G J0/ % J0/ G J0/ G J0/ % J0/ $D2/ ED2/ $D2/ (prevale su :. L M9> 0/M ERCATO azzo 8 4 5 0/ 8 6 69> 0/ 8 Scheda di ripasso – Cap.) ED2/(prevale su :.RIA((UMENDO2222 Ta!ella 7 E E""etto prezzo .) $D2/ ED2/ DALLA DOMANDA INDIVIDUALE ALLA DOMANDA DI MERCATO ➔ La curva di domanda di mercato si costruisce per somma orizzontale delle curve di domanda individuali (ad esempio del bene /) ➔ per ciascun livello di 0/ si somma la FmisuraG delle corrispondenti quantit3 domandate delle curve individuali riportandola nel gra!ico della domanda di mercato ➔ unendo i punti cos' rilevati si determina la curva di domanda di mercato2 -i pu6 osservare c+e: "# a parit3 di prezzo si sposta verso destra a seguito dell*ingresso di nuovi consumatori 2# le determinanti c+e in!luiscono sulla curva di domanda del mercato in!luiscono anc+e sulla curva di domanda individuale DALLA CURVA INDIVIDUALE DI DOMANDA DI OUT&UT ALLA CURVA DI DOMANDA DI MERCATO DELLDOUT&UT &/ D individuale di !e ne / CARLO D individuale di !e ne / LUCA D di M ERCATO &/ &/ 78 K .