Siracusa per tre giorni capitale della lealità

A pagina otto www.libertasicilia.com

FONDaTO NEL 1987 Da GIUSEPPE BIaNCa

CRONACA

Edy Bandiera vice presidente di Forza Italia
i A pagina cinque e mail info@libertasicilia.com

CRONACA

Mor ta per asfissia
EDITORIALE

domenica aprile2012 2014••Anno Anno XXV XXVII N. 79• •DIREZIONE DIREZIONEAmministrazione Amministrazionee sabato 176 eRedazione: Redazione:via marzo via Mosco Mosco 51 51 Tel. Tel. 0931 0931 46.21.11 •• N. 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicità: Poligrafica 64 •€ 0,0, 50 Poligrafica S.r.l. S.r.l. via via Mosco Mosco 51 51 Tel. Tel.0931 093146.21.11 46.21.11--Fax Fax0931/ 0931 60.006 / 60.006 •€ 50

QUotidiaNo dELLA ProViNCia Di DI SiraCUsa SIRACUSA

Cronaca

Ininfluenti le lesioni da oggetto contudente al capo della vittima

Il responso dell’autopsia sull’insegnante
di Giuseppe Bianca

Sono preoccupanti i rilievi legati all’andamento del lavoro e dell’occupazione in Sicilia e in provincia di Siracusa, La disoccupazione giovanile raggiunge la cifra record del 51 per cento, 12 mila giovani ogni anno vanno via e quasi mezzo milione di siciliani hanno smesso di cercare lavoro. La situazione sta peggiorando di giorno in giorno, sotto la spinta potente della crisi economica. Il peggio non è l’emorragia di posti di lavoro, quanto l’incapacità della nostra politica di porre un argine a tale salasso occupazionale. Ci sono poche idee e ben confuse sul da farsi. Ognuno rivela la propria ricetta che stride.
A pagina tre

La provincia ricca solo sulla carta

E’ deceduta a causa dello strangolamento e non per le lesioni al capo Elvira Leone, l’insegnante siracusana di 72 anni,,il cui cadavere è stato rinvenuto la mattina di giovedì scorso riverso nel soggiorno della propria abitazione, al sesto piano di un palazzo di piazza della Repubblca a Siracusa. Il dato significativo emerge dall’autopsia sul cadavere della vittima, eseguita ieri mattina presso l’obitorio dell’ospedale Umberto primo di Siracusa, dal medico legale Francesco Coco. Il sanitario ha notato, infatti, come le ferite al capo.
A pagina sei

Via Agatocle Non ci sono finanziamenti regionali
A pagina cinque

CRONACA

Omicidio La Porta il 10 il tribunale del riesame

E’ stato fissata per giovedì prossimo l’udienza dinanzi al tribunale della libertà di Catania davanti al quale compariranno i quattro indagati, presunti autori dell’omicidio del floridiano Nicola La Porta. I legali della difesa avevano preannunciato già subito dopo l’udienza di convalida degli arresti il ricorso al tribunale del riesame con l’obiettivo di annullare la relativa misura cautelare.
a pagina sette

2

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre l’assistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile è stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1° casa, imprenditore agricolo busta secondo i tempi e le modalità stabilite dall’organo che procede alla vendita e può essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non è gravata da oneri notarili o di dell’esperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dell’immobile offerto, quale cauzione, che verrà trattenuta in caso di revoca dell’offerta. Nel caso di più lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc procedura, l’interessato all’acquisto di un solo lotto può formulare offerte d’acquisto per più lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato all’efficacia delle offerte relative ai dall’aggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari è a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e Nella domanda l’offerente deve indicare le proprie generalità (allegando fotocopia doc. identità ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, è ordinata la cancellazione. società), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dell’agevolazione fiscale per la 1° casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dell’offerente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli (che consenta allo stesso l’identificazione della propria busta al momento dell’apertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile del giudice senza nessuna altra indicazione (né nome del debitore o del fallimento, né bene per cui è stata fatta l’offerta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina l’immediata liberazione. fare l’offerta leggere la perizia e l’ordinanza del giudice. A chi intestare l’assegno: a nome di “Procedura” aggiungendo le parole in L’ordine di sfratto è immediatamente esecutivo e l’esecalce ad ogni annuncio dopo l’indicazione Rif (per es. “Procedura RGE 100/99 Rossi”). Dove presentare al domanda: in Tribunale cuzione non è soggetta a proroghe o a graduazioni. all’ufficio Vendite Immobiliari. Come visitare l’immobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce all’annuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico se non indicati inviare richiesta per la visita dell’immobile all’ufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando l’immobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. L’ufficio comunicherà la richiesta all’Avvocato ceditore affinchè presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione all’incanto è disposta dal giudice dell’esecuzione con l’ordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicità do fino alla data prevista per l'asta sul sito: sul quotidiano di Siracusa «Libertà». Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di quest’ultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

TRIBUNALE DI SIRACUSA
COME PARTECIPARE

6 APRILE 2014, DOMENICA

PROSSIMA INSERZIONE:

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

09/04/2014
LE VENDITE GIUDIZIARIE

e-mail info@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

6 APRILE 2014 domenica ì

3

La provincia di Siracusa ricca la solo sulla carta
Sono preoccupanti i rilievi legati all’andamento del lavoro e dell’occupazione in Sicilia e in provincia di Siracusa, La disoccupazione giovanile raggiunge la cifra record del 51 per cento, 12 mila giovani ogni anno vanno via e quasi mezzo milione di siciliani hanno smesso di cercare lavoro. La situazione sta peggiorando di giorno in giorno, sotto la spinta potente della crisi economica. Il peggio non è l’emorragia di posti di lavoro, quanto l’incapacità della nostra politica di porre un argine a tale salasso occupazionale. Ci sono poche idee e ben confuse sul da farsi. Ognuno rivela la propria ricetta che stride se non addirittura in contrapposizione con altre. Eppure bisogna fare qualcosa perché la crisi economica, quella vera non solo non è finita, ma dalle nostre parti deve farsi ancora sentire. Per rimanere nell’alveo siracusano è una vera e propria beffa se si considera che i progetti, gli investimenti dei privati, gli stanziamenti pubblici esistono anche se solo sulla carta. Il problema è che non si riesce a tradurle in opportunità di lavoro ed occupazione. Se a ciò ci aggiungiamo situazioni paradossali come quella dei pensionati dell’ex consorzio Asi ´137 in tutta la Sicilia, 40 nella sola provincia di Siracusa) che da novembre scorso si sono

EDITORIALE. Navighiamo ad un ritmo altissimo di disoccupati e licenziati

www.astetribunale.com

Eppure basterebbe poco per sbloccare progetti ed investimenti che metterebbero nuovamente in moto la macchina economica

VENDESI IMMOBILI FLORIDIA, CORSO V. EMANUELE, centralissimo, basso commerciale di c/a 65 mq. Ottimo lo stato, costr. 2002. € 65.000. C.E.: G - EPgl: 274,4 KWH/MQ anno (RIF. 2523) Tel. 335/7762739 VIA MONTORSOLI , appartamento composto da ingresso su soggiorno con cucinino, camera da letto, piccola cameretta, bagno + rip. in veranda chiuso a vetri.. € 60.000. C.E.: G - EPgl: 212,1 KWH/MQ anno. (RIF. 2581) Tel. 335/7762739 ADIACENZE PIAZZA ADDA, VIA ARNO, in piccolo condominio, , appartamento pentavani composto da ingresso, salone doppio divisibile, 3 vani letto, cucina abitabile e bagno. Totalmente ristrutturato. Prezzo ribassato a € 135.000,00 . C.E.: G EPgl: 193,6 KWH/MQ anno (RIF. 2513) Telefonare 335/7762739 PIAZZAADDA, in Residence, posto al 1° piano, ideale per uso ufficio, bivani + servizi. Ottimo lo stato. € 95.000 trattabili. C.E.: G - EPgl: 192,5 KWH/MQ anno (RIF. 2515) Tel. 335/7762739 LIDO SACRAMENTO, indipendente, centralissima, villa in costruzione su 650 mq di terreno posta su 2 livelli + sottotetto e garage. Finiture di primissima scelta. € 345.000,00. (RIF. 2460) Tel. 335/7762739 VIA RIVERA DIONISIO IL GRANDE, in residence stile liberty, attico 4 vani + serv. + n° 2 terrazze a livello con vista mare. Prezzo Ribassato € 140.000 . Ottimo lo stato. Poss. garage. C.E.: G - EPgl: 208,3 KWH/ MQ anno (RIF. 2526) Tel. 335/7762739

INSERZIONI GRATUITE

PIZZUTA, in piccolo condominio con giardino e posto auto, appartamenti di diverse metrature: Tipologia 1: 2 vani + servizi di mq 45 € 80.000; Tipologia 2: 3 vani + servizi di mq 65 + garage mq 18 € 115.000,00; Tipologia 3: 3 vani su 2 livelli + d. ser. di mq 90 + garage mq 18 € 165.000; Tipologia 4: 3 vani + doppi s. di mq 101 + garage mq 18 € 192.000,00. (RIF. 2568) Tel. 335/7762739 PIAZZA ADDA, in residence, appto di mq 130 per uso ufficio, libero o locato con buon reddito. Prezzo Ribassato € 160.000. Classe Ener : G - EPgl: 159,6 KWH/ MQ anno (RIF. 2560) Tel. 335/7762739 VIA PADOVA , total mente ristr. nel 2003,vista mare,termo/ascensorato, appartamento composto da 3 vani + servizi. Facciata rifatta. € 130.000,00. C.E.: F - EPgl: 68,5 KWH/ MQ anno (RIF. 2479) Tel. 335/7762739 PRESSI VIALE TUNISI, panor., vista mare, da ristrutturare, appartamento 4 vani + servizi. € 110.000trattabili. C.E.: G - EPgl: 172,2 KWH/MQ anno (RIF. 2572) Telefonare per info 335/7762739 ARREDAMENTO CAMERA da letto anni ‘70 in ottime condizioni composta da: letto + 2 comodini + comò + armadio a 4 ante con specchio, E 400 Tel. 0931/756554 368/7102644 COPPIA di reti in buone condizioni Tel. 327/8139778 CRISTALLIERA in arte povera E 120 tratt Tel. 347/1327177 DIVANI 3 posti colore verde per salone + tavolo da cucina o salone 6/8 posti, legno tamburato,

Proc. Es. Imm. n° 402/09 + 466/10 AVVISO DI VENDITA Si rende noto che il 03/06/2014, alle ore 12:00, presso il proprio studio sito in Siracusa nella Via Gioberti n° 5/B, avanti l’Avv. Omar GIARDINA, professionista delegato giusta ordinanza del G.E. del 30/04/2012, avrà luogo la vendita senza incanto o, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, il 10/06/2014, alle ore 12:00 avrà luogo la vendita con incanto del seguente immobile: • Immobile urbano sito in territorio di Pachino, in Via Pesaro n°9, riportato nel NCEU al Foglio di mappa n°10, part. 2650, sub 16 consistente in un appartamento al P. T. cat. A/3 vani 6.5, sub 13 consistente in un garage al P. Si. cat C/6 cons. 31 mq. Prezzo base del lotto: € 125.000,00 L’immobile è attualmente occupato dall’esecutato. La spesa ordinaria condominiale ammonta mediamente ad € 30,00. Gli immobili vengono venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, con tutte le accessioni, pertinenze, attive e passive, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione di stima. Ogni concorrente, in caso di vendita senza incanto, per partecipare dovrà depositare in busta chiusa, ex art.571 c.p.c. al professionista delegato Avv. Omar GIARDINA, presso lo studio dello stesso, in Siracusa nella Via Gioberti n° 5/B, entro le ore 12:00 del giorno antecedente a quello fissato per la vendita, una cauzione pari al 10% del prezzo proposto, comunque non inferiore al prezzo base, ed un fondo spese pari al 20%, mediante assegno circolare intestato al professionista delegato, salvo conguaglio. Inoltre, nel termine suddetto l’offerente dovrà depositare dichiarazione in bollo contenente l’indicazione del prezzo, del tempo e del modo di pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta. Ogni concorrente, in caso di vendita con incanto, per partecipare dovrà depositare entro le ore 12:00 del giorno antecedente a quello fissato per la vendita, presso lo studio di cui sopra, una cauzione pari al 10% del prezzo base d’asta fissato e un fondo spese pari al 20%, mediante assegno circolare intestato al professionista delegato, salvo conguaglio. Per la vendita con incanto l’aumento minimo è stabilito in €. 7.000,00 L’aggiudicatario dovrà depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme previste per i depositi giudiziari entro il termine di gg.60 dall’aggiudicazione. La relazione di stima trovasi pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni sul sito www.astegiudiziarie.it o presso lo studio del professionista delegato (tel.: 0931/65123), nei giorni di lunedì e giovedì, dalle 17:00 alle 20:00. Siracusa, lì 24/03/2014 IL PROFESSIONISTA DELEGATO Avv. Omar GIARDINA noce chiaro e scuro Tel. 347/6549854 LETTO a castello E 50 + mobile appendiabiti con mensoline e anta scorrevole + ingressino stile veneziano Tel. 0931/32009 - 328/8159544

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita Proc. es. n. 276/03 +80/04 R.G.E. Il giorno 20/05/2014, ore 09.30. presso il Tribunale di Siracusa, l’avv. Marilena Messina, procederà alla vendita senza incanto, e se del caso all’aggiudicazione, del seguente lotto unico:Complesso immobiliare sito in Siracusa nel Viale Ermocrate n. 24 costituito da: 1. fabbricato, distinto in Catasto al foglio 44 part. 238, cat. D/1 classe 4, superficie lorda di mq 570 costituito da un grande locale adibito a garage di circa mq 360 compreso il vano per la riparazione gomme di circa 15 mq; da un’officina di due vani e un ripostiglio di superficie netta complessiva pari ad mq 75; da uno spogliatoio con servizi di superficie pari a mq 24; un laboratorio di mq 9 e da un’area di pertinenza del fabbricato priva di copertura con una superficie netta di mq 29. 2. fabbricato, distinto in Catasto foglio 44, part. 501, cat. D/1 classe 4 , superficie lorda di mq 94 costituito da tre vani adibiti ad ufficio: i primi due con una superficie netta di 19 mq mentre il terzo con una superficie netta di 23 mq, oltre un disimpegno, un ingresso e un W.C. 3. Terreno di pertinenza circostante, distinto in Catasto al foglio 44, part. 500, superficie catastale di mq 2.155 di cui mq 645 circa coperti dalle costruzioni. Il tutto ricadente nella zona “D 2 “del P.R.G.. Non presenti vincoli urbanistici. Fabbricati dotati di certificato di agibilità. Manca certificazione impianti. È escluso dal lotto e non è oggetto di vendita l’impianto centrale di betonaggio. Base d’asta ribassato : euro 231.599,66; Minima offerta in aumento (in caso di vendita con incanto): euro 12.000,00; In caso di esito negativo della vendita senza incanto, il giorno 27/05/2014, ore 09:30, presso il Tribunale di Siracusa, l’avv. Marilena Messina procederà alla vendita all’incanto del complesso immobiliare sopra descritto(lotto unico).In entrambi i casi le offerte o domande di partecipazione (entrambe in bollo), redatte in conformità alla legge ed all’avviso integrale, dovranno essere depositate in busta chiusa, presso lo studio dell’avv. Marilena Messina in Siracusa Corte Cesare Gaetani n. 2, piano secondo, il giorno antecedente la vendita, dalle ore 9,00 alle ore 12,00, accompagnate da cauzione del 10% e deposito spese del 20%, con assegni circolari non trasferibili intestati a avv. Marilena Messina. Saldo entro 60 giorni dall’aggiudicazione. Il predetto complesso immobiliare viene venduto a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, con tutte le pertinenze, accessori, ragioni e azioni, eventuali servitù attive o passive così come descritte più dettagliatamente nella consulenza tecnica depositata in procedura e pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it, insieme ad avviso integrale, ordinanza di delega cui espressamente si rinvia. Imposte e tributi relativi al trasferimento degli immobili aggiudicati e importi, borsuali e compensi, occorrenti per la cancellazione delle formalità gravanti sul complesso immobiliare restano a carico dell’aggiudicatario. Il presente bando è regolato dalle norme vigenti in materia di vendita forzata immobiliare. Maggiori informazioni presso URP del Tribunale di Sr (0931/752227) o presso studio del delegato (0931/464290). Siracusa il, 24.03.2014 Il professionista delegato avv. Marilena Messina

TRIBUNALE DI SIRACUSA

In foto, lo stabilimento Sasol di Augusta.

visti sospendere dal mese di novembre scorso il trattamento

pensionistico in attesa di un parere legale che sembra non arri-

vare mai, ecco che la tanti in itinere e con misura è colma. esso miriadi di fondi Progetti ve ne sono che potrebbero fare

ripartire la nostra economia, le piccole imprese, i dipendenti. La Sasol è una delle grandi imprese, insieme con la Versalis, ad avere annunciato investimenti sul territorio. Ma ci sono anche infrastrutture di una certa entità che possono essere avviate a breve: l’autostrada Siracusa-Gela per il lotto Rosolini-Modica; i lavori di consolidamento delle banchine del porto grande di Siracusa; quelli per il completamento del porto commerciale di Augusta; il rilancio della base di Punta Cugno per l’off-shore sono alcuni degli esempi più tangibili delle grosse opportunità che la nostra provincia possiede per prospettare un futuro prossimo decisamente migliore. Siamo assolutamente stanchi di sentire lamentele. Bisogna rimboccarsi le maniche e fare voce grossa con gli interlocutori giusti. Giuseppe Bianca

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Yaris Hybrid Lounge E 15.950. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011) con il contributo della Casa e dei Concessionari Toyota. Auris Hybrid Active ECO prezzo di listino 23.450 E (inclusa IVA, esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011). Ecoincentivo Toyota senza rottamazione o permuta: 4.000 E inclusa IVA con il contributo della Casa e del concessionario. Prezzo promozionale E 19.450. Offerta valida fino al 28/02/2014. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 27 km/l, emissioni CO2 85 g/km.

4

6 APRILE 2014 domenica

6 APRILE 2014 domenica

5

Restauro dei beni culturali Le cantine raccolgono i fondi
il progetto “Gli italiani restaurano l’Italia - la Sicilia” che sarà presentato oggi dall’assessore regionale ai beni culturali Mariarita Sgarlata, alle ore 15, al “Vinitaly 2014” di Verona, nella sala business del padiglione Sicilia. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione onlus “Amo l’arte, Amo l’Italia” in collaborazione con l’assessorato ai Beni culturali e con il patrocinio dell’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia (IRVOS). L'assessore Sgarlata ha stipulato nel mese di febbraio 2014 una convenzione con l'associazione “Amo l'Arte, Amo l’Italia Onlus” , finalizzata al sostegno dei costi per il restauro ed il recupero alla fruizione di beni culturali siciliani attraverso il contributo di imprese vitivinicole operanti nel territorio. L’associazione “Amo l’Arte Amo l’Italia Onlus” nasce per dare vita ad un nuovo progetto, “Gli italiani restaurano l’Italia”, il cui scopo è quello di raccogliere fondi attraverso l’abbinamento Eccellenze - Arte e contribuire quindi, in collaborazione con le strutture istituzionali, alla tutela, salvaguardia e restauro del patrimonio storico-artistico italiano. Dalla convenzione è nato il progetto “Gli italiani restaurano l’Italia - la Sicilia”, che coinvolgerà i produttori vitivinicoli siciliani. Le cantine che aderiranno, destinando pochi centesimi per ogni bottiglia di vino venduta, contribuiranno a creare un fondo da devolversi al restauro di alcuni beni del patrimonio culturale siciliano, che verranno presentati con gli importi relativi nel corso della conferenza stampa. Sempre nella sala business, inoltre, domani, l’assessore Sgarlata presenterà “Diodoros: il Vino della Valle”, un progetto nato dal connubio tra archeologia, turismo rurale ed eno-gastronomico. “Diodoros – il vino della Valle” è il frutto di una convenzione firmata dall'Autorità del Parco della Valle in collaborazione con le strutture produttive del territorio, per riprendere la coltivazione della vite nelle aree demaniali del Parco della Valle dei Templi. Interverranno, tra gli altri, Dario Cartabellotta, assessore Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea della Regione Sici-

Viene presentato oggi il progetto “Gli italiani restaurano l’Italia - la Sicilia”

Le somme necessarie per la realizzazione dei progetti non sono più disponibili

Dalla convenzione è nato il progetto “Gli italiani restaurano l’Italia - la Sicilia”, che coinvolgerà i produttori vitivinicoli siciliani
Parte

Vinciullo ha presentato un’interrogazione con la quale fornisce al Governo Regionale Siciliano le indicazioni per poter finanziare le due opere
La
linea di intervento 6.2.1 è stata definanziata e pertanto le somme necessarie per la realizzazione del progetto di rifunzionalizzazione della via Agatocle e del parcheggio coperto ad Augusta non sono più disponibili. Con Deliberazione di Giunta di Governo Regionale n. 326 del 26 settembre 2013 erano state rimodulate le risorse ed era stato autorizzato lo scorrimento della graduatoria – PAC terza fase. Con lo scorrimento della graduatoria, erano stati finanziati anche la sala Randone di Siracusa per 1milione e mezzo di euro, il progetto di rifunzionalizzazione e riqualificazione urbana dell’ex cintura ferroviaria nel tratto di via Agatocle tra piazza Euripide e via Piave per un importo di 1 milione e 900 mila euro e soprattutto il progetto esecutivo per la realizzazione di un parcheggio coperto a due livelli nella zona antistante la Capitaneria di Porto di Augusta per un importo di 5 milioni 827 mila euro. Questi progetti dovevano essere realizzati e collaudati entro il 31 dicembre 2015. Il progetto presentato dal comune di Augusta prevedeva come tempi di esecuzione 24 mesi e di conseguenza ad oggi non più compatibili con quanto previsto nel PO FESR 2007/2013. “La possibilità di poter realizzare le opere è ancora in essere – afferma il deputato regionale Enzo Vinciullo – in quanto l’intervento della città di Augusta era già stato inserito “a cavallo”, mentre quella della città di Siracusa era così irrilevante, nel contesto del finanziamento della Misura, che potranno essere individuate soluzioni alternative”. Vinciullo ha, quindi, presentato un’interrogazione con la quale fornisce al Governo Regionale Siciliano le indicazioni per poter finanziare lo stesso le due opere e quindi eseguire i lavori e, in pratica, essendo queste due opere già inserite nell’elenco a suo tempo autorizzato dalla Giunta di Governo, possono essere finanziate attingendo ai ribassi d’asta che da qui a qualche mese verranno prodotti da parte degli altri Enti che, a suo tempo, ave-

Via Agatocle e parcheggio I finanziamenti non ci sono

In foto, la via Agatocle.

In foto, l’assessore regionale ai Beni culturali, Maria Rita Sgarlata.

vano avuto opere finanziate dal avendo di conseguenza i limiti eseguire queste opere, andando momento che, essendo i ribas- temporali imposti dalla Comuni- oltre i termini perentori della Cosi d’asta entrati nel PAC e non tà Europea, si possano, lo stesso, munità Europea”.

C’è profumo di limone nella capitale austria-

Il limone di Siracusa si presenta all’istituto di cultura austriaco
siracusana “giocando”, letteralmente, con tutti e cinque i sensi. Oltre al prodotto fresco – settore in cui eccelle il “Limone di Siracusa IGP” – il pubblico avrà la possibilità di apprezzare le qualità dell’olio essenziale della maison Simone Gatto di San Pier Niceto, un puro concentrato di profumi e di virtù salutistiche, di accompagnare le creazioni di Corrado Assenza con i vini delle cantine Avide di Comiso, e di chiudere la degustazione con il “Limoncello di Siracusa” della Sicilsapori. Quello di Vienna sarà il terzo Istituto Italiano di Cultura a ospitare il “Limone di Siracusa IGP” – dopo Berlino e Parigi – in poco più di tre anni.A Priolo, intanto, è stata allestita una postazione, già operativa, all’interno del Centro Diurno per anziani di via Mostringiano per il rinnovo dell’esenzione relativamente a tutte e quattro le categorie (E01, E02, E03, E04).

EVENTI

ca: tra meno di una settimana, il 9 aprile, i limoni di Siracusa fioriranno nei giardini di Palais Sternberg, sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Vienna. “Wo die Citronen blüh’n”, “dove fioriscono i limoni”: questo il titolo della manifestazione in programma mercoledì prossimo alle 19, un titolo non casuale in omaggio all’omonimo valzer di Strauss figlio (e a sua volta mutuato dalla penna di Goethe, “Wo die Zitronen blühen”). Il programma dell’evento promette di sorprendere il pubblico austriaco con una degustazione tematica firmata da Corrado Assenza, autentico ed esperto ambasciatore delle materie prime siciliane, e con un percorso sensoriale ad hoc frutto di una ricerca realizzata dal Centro Studi Assaggiatori di Brescia, che farà conoscere e apprezzare le qualità dell’IGP

Il parlamentare regionale siracusano Edy

Edy Bandiera nominato vice presidente di Forza Italia

POLITICA

Bandiera è stato nominato vice presidente Forza Italia in Sicilia. “La nomina mi riempie di gioia e di onore – spiega Bandiera – in quanto manifesta la stima di due importanti esponenti del nostro partito, il Presidente Silvio Berlusconi e il coordinatore regionale Vincenzo Gibiino. Questo incarico è per me oggi motivo di ulteriore entusiasmo nel lavorare a un’azione di rilancio del partito e di radicamento sul territorio, convinto che oggi Forza Italia rappresenti l’unica vera possibili-

tà di contrastare il malgoverno attualmente imperante in Sicilia”. “Chiedo dunque a tutti gli aderenti una sinergia comune – conclude il parlamentare regionale siracusano – che valorizzi le nostre forze migliori per puntare al rilancio della nostra amata isola”. ‘E’ un incarico - conclude Bandiera - cher mi riempie di gioia e di onore, in quanto manifesta la stima di due importanti esponenti del nostro partito, il Presidente Silvio Berlusconi e il coordinatore regionale Vincenzo Gibiino, che voglio ringraziare”

Lo ha stabilito l’autopsia eseguita ieri mattina dal medico legale Francesco Coco

6

6 APRILE 2014 domenica

6 APRILE 2014 domenica

Deceduta per asfissia l’anziana insegnante
E’ deceduta a causa dello strangolamento e non per le lesioni al capo Elvira Leone, l’insegnante siracusana di 72 anni,,il cui cadavere è stato rinvenuto la mattina di giovedì scorso riverso nel soggiorno della propria abitazione, al sesto piano di un palazzo di piazza della Repubblca a Siracusa. Il dato significativo emerge dall’autopsia sul cadavere della vittima, eseguita ieri mattina presso l’obitorio dell’ospedale Umberto primo di Siracusa, dal medico legale Francesco Coco. Il sanitario ha notato, infatti, come le ferite al capo, dovute ad un corpo contundente, non siano compatibili con le cause della morte della donna. Si tratterebbe di ferite lacero contuse superficiali che non hanno in alcun modo scalfito la teca cranica. L’attenzione, quindi, si riversa sui segni al collo, dovuti al cavetto del computer che stringeva l’estremità del sacchetto di plastica dentro al quale è stata racchiusa la testa della malcapitata. Ma per essere più certi su quest’elemento si dovrà attendere gli ulteriori esami di laboratorio, in particolare quello tossicologico e quello istologico, che fugheranno ogni dubbio sulle cause del decesso dell’insegnante. A ciò bisognerà aggiungere e comparare i risultati del sopralluogo effettuato nelle ore successive al ritrovamento del corpo esanime della donna da parte degli esperti carabinieri del reparto investigazioni scientifiche di Messina. La morte della sfortunata insegnante siracusana risalirebbe a non meno di quattro giorni prima del ritrovamento del cadavere. Ciò significa che l’omicidio sarebbe collocabile tra domenica e lunedì scorsi. La morte per asfissia e non per i colpi inferti con un oggetto contundente rendono l’omicidio anomalo e rimettono in discussione la tesi fino ad oggi privilegiata dell’omicidio susseguente ad un furto in appartamento. Del resto era già anomalo il fatto che chiunque abbia agito, abbia perso del tempo ad applicare alla testa della vittima un sacchetto di plastica legato con un cavetto del pc. Dubbi e incertezze che il proseguo delle indagini cancelleranno. F.N.

Ulteriori certezze arriveranno dalla comparazione dei rilievi scientifici del Ris e dagli esami istologico e tossicologico

Omicidio La Porta: giovedì il tribunale del riesame
E’ stato fissata per giovedì prossimo l’udienza dinanzi al tribunale della libertà di Catania davanti al quale compariranno i quattro indagati, presunti autori dell’omicidio del floridiano Nicola La Porta. I legali della difesa avevano preannunciato già subito dopo l’udienza di convalida degli arresti il ricorso al tribunale del riesame con l’obiettivo di annullare la relativa misura cautelare. Vi hanno fatto ricorso Osvaldo Lopes, principale accusato di quell’omicidio avvenuto la notte tra il primo e il 2 marzo scorso alla periferia di Floridia, l’avolese Giuseppe Genesio, Leonardo Maggiore e Salvatore Mollica. Tutti gli indagati, a vario titolo sarebbero coinvolti nell’omicidio della vittima, le cui sorelle hanno dato mandato ad un nuovo leale per il patrocinio della parte offesa. I legali della difesa contano di potere portare a casa il risultato, atteso che le accuse avanzate dai sostituti procuratori Andrea Palmieri e Tommaso Pagano vertono su una serie di indizi a loro carico. La Procura di Siracusa è in attesa dell’esito della perizia affidata al Ris di Messina. In particolare, si cercano riscontri nell’abitacolo della Renault Megane Scenic, individuata nei pressi del luogo dove sarebbe avvenuto il delitto, un prossimità dell’ora in cui il medico legale fissa il decesso

A Catania saranno discuse le posizioni dei quattro presunti autori del delitto

7

Una sfilza di denunciati a Siracusa
genti delle Volanti della Questura di Siracusa, in servizio di controllo del territorio, hanno denunciato in stato di libertà: due minori di origine croata rispettivamente di 16 anni e 18 anni, per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso; J.N. di 32 e C.I. 42, entrambi di origine rumena, per ricettazione di 28 chilogrammi di rame; B.E.52 anni, residente in Siracusa, per il reato di evasione dagli arresti domiciliari cui era sottoposta; S.F. 23, residente in Siracusa, per possesso di un pugnale di genere vietato; M.A. di 22 anni anch’egli siracusano, per guida senza patente; Altri due giovani di 16 anni e 14, entrambi residenti in Siracusa, per aver rubato un martello, un piccone ed un mulinello da pesca.

CRONACA

I legali della difesa ceti di potere smontare la tesi dei pubblici ministeri, producendo alibi ai loro assistiti

A

In foto, Nicola La Porta, vittima di un omicidio. di Nicola La Porta. Tracce biologiche e dattiloscopiche al centro del quesito posto dai due pubblici ministeri agli esperti del reparto investigazioni scientifiche. La vettura in questione è di proprietà del Maggiora che viene indagato dalla magistratura siracusana proprio come colui che sulla sua auto avrebbe trasportato la vittima fino al luogo dell’estremo sacrificio. I legali degli indagati sosterranno dinanzi al tribunale del riesame le loro tesi, producendo alibi ai loro assistiti. Come nel caso di Osvaldo Lopes, che ha già avuto modo di ribadire ai pm i suoi spostamenti prprio la sera del delitto. R.L.

In foto, il luogo del ritrovamento del cadavere dell’insegnante.

Il 26 aprile l’assemblea provinciale dell’associazione della stampa siracusana
Nessun danno a cose per il sisma di venerdì
Nessun danno a persone o cose ma tanta

GIORNALISMO

L’Assemblea degli iscritti alla Sezione Provinciale è convocata sabato 25 aprile prossimo alle ore 8, in prima convocazione, e domenica 26 aprile 2014, alle ore 10.30, in seconda convocazione, a Siracusa, presso la sala conferenze della Confcommercio, in via Laurana, con il seguente ordine del giorno: 1) Formazione professionale obbligatoria continua 2) Relazione di fine mandato del segretario provinciale 3) Elezione della nuova segretaria provinciale (quadriennio 2014-2018) 4) Varie ed eventuali All’assemblea parteciperà il segretario regionale dell’Associazione Siciliana della Stampa Alberto Cicero.

paura e numerose telefonate al centralino dei vigili del fuoco. Questi gli effetti del sisma avvertito nella tarda serata di ieri in tutta la provincia di Siracusa come in tutto il Mediterraneo centro/orientale. Il terremoto di magnitudo 5.6 avvenuto ieri alle ore 22:08 italiane e localizzato in mare nella Grecia meridionale ad una profondità di circa 143 chilometri. Queste le principali località con più segnalazioni al servizio dell’INGV “Hai Sentito il Terremoto”: Siracusa 27, Ragusa 26, Taranto 15, Reggio Calabria e Modica (RG) 13, Vittoria (RG) e Nardò (LE) 12, Brindisi e Francavilla Fontana (BR) 9, Corato (BA) 7. Molte segnalazioni anche da Malta. Un’altra scossa tellurica si è verificata ieri mattina a largo delle coste calabresi di intensita superiore ai cinque gradi della scala Richter ed è stato avvertito distintamente anche nelal città di Messina. Anche in questo caslo, soltanto spavento per i residenti e nulla più.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

RAV4 2WD 2.0 D-4D 124CV. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusa I.P.T. E Contributo Pneumatici Fuori Uso, PFU, ex DM n. 82/2011 E 5,40 + IVA) con il contributo dei Concessionari Toyota aderenti all'iniziativa. Offerta valida anche senza rottamazione o permuta. La versione raffigurata del modello RAV4 è puramente indicativa. Offerta valida fino al 31/01/2014. Valori massimi: consumo combinato 13.9 km/l, emissioni CO2 176 g/km

8

Tra Avola, Noto e il capoluogo iniziative sportive nella memoria di Falcone e Borsellino

6 APRILE 2014 domenica

Siracusa per tre giorni capitale della legalità
Saranno tre giorni all’insegna dello sport, della solidarietà e della legalità. “In squadra con loro… in memoria di Falcone e Borsellino” è il progetto che vede protagonisti il comitato Uisp provinciale, l’associazione Superabili, il Baskin Sicilia e l’Ussi sezione di Siracusa, l’Ufficio scolastico provinciale che si terrà a Siracusa, Noto e Avola dal 30 maggio al 1 giugno 2014. Il progetto nasce con l’intento di promuovere una cultura della legalità e dello sport come strumento e risorsa per affermare valori quali il concetto di legalità condivisa, di lealtà e dedizione verso le Istituzioni, di accoglienza ed integrazione della diversità come stimolo e risorsa per una maggiore crescita personale e collettiva. Proprio il paradigma di legalità si fonda sul valore condiviso e civile del rispetto delle regole. La metafora tra sport e vita reale e quotidiana si presta per comunicare e condividere con i ragazzi adolescenti partecipanti la possibilità di apprendere in modo informale una maggiore consapevolezza verso il valore del rispetto delle regole e della diversità come risorsa per il raggiungimento di risultati condivisi e eticamente riconosciuti. La Nazionale Basket Magistrati il 4 Maggio 2013 ha partecipato ad una manifestazione di promozione della legalità a Cremona, dove ha avuto la fortuna di conoscere il Baskin. Da questo incontro è nata l’idea di organizzare una “Partita del Cuore” per promuovere la legalità e l’inclusione attraverso il rispetto di regole condivise. La partita si svolgerà presso il Palazzetto dello Sport di Siracusa il 31 maggio alle ore 11. L’evento si svilupperà nelle giornate del 30 – 31 Maggio e 1 Giugno 2014. Oltre alla “Partita del Cuore” che vedrà in campo la Nazionale Basket Magistrati contro All Sicilian Star composta da diverse personalità del mondo politico, sportivo e culturale siciliano durante le giornate si svolgeranno momenti si confronto e approfondimento delle tematiche in oggetto nei Comuni di Noto, Avola e Siracusa.Il capitano della squadra della All Sicilian Star sarà Susanna Bonfiglio, playmaker e guardia Nazionale e della Isab Energy Priolo; il Coach sarà Santino Coppa. I giocatori coinvolti

vita di Quartiere

6 aprile 2014, domenica

9

Evento annotato nell’agenda degli appuntamenti serali di qualità per le 19,00 di oggi. A esibirsi il trombettista Fabrizio Bosso ed il trio degli “Urban fabula”

Le iniziative previste il 30 maggio ed il primo giugno su input dell’Uips Attesa la partita di basket tra la nazionale magistrati e la all star siciliana

Nella foto, i giudici Falcone e Borsellino.

saranno “vecchie glorie” del basket siciliano e “giocatori” delle Istituzioni. “Saranno invitate le scuole attraverso l’Ufficio Scolastico Provinciale, sia per gli incontri tematici sia per la partita- spiega Giuseppe Battaglia referente Baskin Sicilia- e inoltre abbiamo pensato di indire un concorso per le scuole “A Canestro … con loro”, dove verranno invitate le scuole della Provincia di Siracusa

a produrre uno striscione creativo dove si valorizzino i valori di legalità, rispetto delle regole, diversità come risorsa. La presenza dei Magistrati, in una terra come la nostra servirà a diffondere, attraverso la pratica sportiva e sulle orme di quanto due nostri corregionali (Falcone e Borsellino) ci hanno testimoniato con la loro vita, i valori della lealtà, legalità e giustizia. Si vuole infatti riconoscere lo sport anche quale

strumento di sviluppo delle competenze educative dei giovani che può efficacemente veicolare i valori della lealtà, dell’impegno personale, del raggiungimento dei risultati con il proprio sforzo e sacrificio. L’iniziativa verrà promossa per diffondere una cultura dello sport che sia di formazione e svago, che aiuti a comprendere i propri limiti, rifiutando il perseguimento della vittoria ad ogni costo”.

Concerto

Ortigia: concerto di musica jazz presso il salone “Giacomo Carabelli”
non sono mai scontati, il senso dello swing è spinto agli eccessi, la tensione creativa è costante anche nell’interpretazione di standard. Oltre ad aver svolto attività concertistica sotto la direzione di George Russell, Mike Gibbs, Kenny Wheeler, Dave Liebman, Carla Bley e Steve Coleman, è stato anche reclutato da Charlie Haden per alcune tappe del tour promozionale dell’ultimo album della Liberation Music Orchestra. Nel 1999 viene votato come “Miglior Nuovo Talento” del jazz italiano dal referendum della rivista Musica Jazz, esce il suo primo disco “Fast Flight” in quintetto con Rosario Giuliani pubblicato per la Red Records e negli anni collabora stabilmente nei gruppi di Salvatore Bonafede, Giovanni Mazzarino ed Enrico Pieranunzi. Ma sono gli anni 2007/2008 a incoronare Fabrizio come uno dei più grandi musicisti italiani. L’Urban Fabula Trio, formato da Seby Burgio al pianoforte, Alberto Fidone al contrabbasso, Peppe Tringali alla batteria, è nato dall’incontro di tre giovani musicisti siciliani e dà il titolo al loro primo lavoro discografico, pubblicato da Abeat Records, con composizioni originali per lo più composte a “sei mani”. Il disco è stato premiato dalla rivista specializzata Jazzit con il bollino Likes it. Trio inteso come sintesi e non come somma di tre individualità, dove ognuno apporta il proprio contributo ricercando quella sinergia che potenzia e valorizza il gruppo. Spiccano l’esuberante pianismo, ricco d’inventiva, del poco più che ventenne pianista e la solidità di una ritmica fluida e mai scontata, consolidata da più di otto anni di collaborazioni. Il Trio è stato finalista all’European Jazz Contest ’10 e ha vinto numerosi concorsi italiani. Oltre a costituire la sezione ritmica dell’Orchestra Jazz del Mediterraneo, il trio vanta numerose collaborazioni come quelle con Javier Girotto, Rosario Giuliani, Steve Grossman, Gegè Telesforo e Barbara Casini. In programma, per la 51^ Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Siracusa, musiche di F. Bosso, S. Burgio, O. Nelson, G. Gershwin, M. Davis, B. Strayhorn. Il Concerto è patrocinato da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo e Regione Siciliana, Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, con sponsor unico della Banca Agricola Popolare di Ragusa.

Trovano portafogli con 1700 euro e lo riconsegnano al proprietario
Due guardie giurate particolari, appartenenti all’Istituto di Vigilanza Air Security Service, in servizio presso un Centro Commerciale di Avola, dopo aver trovato un portafogli con dentro documenti e soldi (più di 700 euro in contanti e titoli vari per circa 1000 euro oltre carta di credito e Bancomat), lo hanno riconsegnato al legittimo proprietario. La persona che aveva perduto il portafogli è rimasta sorpresa dalla pronta restituzione dell’oggetto smarrito e l’onestà dimostrata dal personale di servizio. Anche nella giornata di ieri è accaduto una simile vicenda, e anche in questo caso, il

AVOLA

portafogli con circa 40 euro e carte di credito oltre documenti vari, è stato restituito al legittimo proprietario.

jazz del trombettista Fabrizio Bosso e del Trio Urban Fabula, domenica 6 aprile 2014 alle ore 19 presso il Salone Carabelli di via Torres, in Siracusa. Fabrizio Bosso, ha iniziato a suonare la tromba a 5 anni. A 15 era già diplomato al conservatorio G. Verdi di Torino. Coltivando di continuo gli interessi per la musica di estrazione colta si è accostato al jazz. Un richiamo forte, suadente, a cui il torinese non ha saputo reagire. Tecnicamente impeccabile, ciò che più colpisce di Fabrizio è la creazione di una grafia personale, in cui il colore e la dinamica del suono

l jazz è una forma musicale contemporanea, di cui l'improvvisazione costituisce la caratteristica fondamentale. [4] Nato nei primi anni del XX secolo nelle comunità afroamericane del sud degli Stati Uniti, è frutto di una confluenza di tradizioni musicali africane ed europee. Oltre all'improvvisazione, le sue caratteristiche peculiari sono il ritmo swing spesso sincopato, la poliritmia ed il tono malinconico dell'uso delle blue note. Nel jazz ci sono due forme primarie: il blues, in 12 battute, e la canzone, in 32 battute. L'essenza dell'improvvisazione è nella linea melodica, ciò è dovuto al fatto che il mezzo jazz prototipico (originale) è il gruppo di ottoni, in cui, dato che ogni suonatore può produrre una sola nota alla volta, gli assolo sono necessariamente melodici. Il pianoforte venne dopo, copiando però le caratteristiche dell'insieme di ottoni. Sin dai primi tempi il jazz ha incorporato nel suo linguaggio i generi della musica popolare americana, dal ragtime, al blues, alla musica leggera fino alla musica colta, soprattutto statunitense. In tempi più recenti il jazz si è mescolato con tutti i generi musicali moderni anche non statunitensi, come il samba, la musica caraibica e il rock. Il jazz si è trasformato, nel corso di tutto il XX secolo, evolvendosi in una gran varietà di stili e sottogeneri: dal dixieland di New Orleans dei primi anni, allo swing delle big bands negli anni trenta.

I

Genere musicale popolare ma nel contempo colto ed elevato

10

6 aprile 2014, domenica

Siracusa

ospiterà la fase finale della XIV Edizione delle Olimpiadi Italiane di Astronomia, organizzata dalla Saif, la Società Astronomica Italiana, dall’Istituto Nazionale di Astrofisica in collaborazione con il Miur, con il patrocinio del Comune. Il programma completo delle Olimpiadi e di “Astropolis”, verrà illustrato nel corso di una conferenza stampa che si terrà lunedì 7 Aprile, alle 10.30, alla Sala Archimede di piazza Minerva 5. Saranno presenti il vice Sindaco, Francesco Italia, i coordinatori organizzativo e scientifico dell’Olimpiade, Giuseppe Napoli ed Emmanuele Schiavo, Giuseppe Cutispoto dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Catania, ed un Rappresentante del Codas. All’Olimpiade, che si terrà dal 12 al 14 aprile e che

Ortigia: olimpiadi di astronomia
sarà ospitata al Liceo Corbino, parteciperanno decine di studenti provenienti da tutta Italia. I vincitori dell’Olimpiade nazionale faranno parte della squadra che rappresenterà l'Italia alle prossime Olimpiadi Internazionali di Astronomia, che si svolgeranno in Asia Centrale. L'astronomia, che etimologicamente significa “legge delle stelle” è la scienza il cui oggetto è l'osservazione e la spiegazione degli eventi celesti. Studia le origini e l'evoluzione, le proprietà fisiche, chimiche e temporali degli oggetti che formano l'universo e che possono essere osservati sulla sfera celeste. L'astronomia non va confusa con l'astrologia, una pseudoscienza che sostiene che ci sia una corrispondenza tra il moto apparente del Sole e dei pianeti nello zodiaco e il manifestarsi delle energie interiori dell'uomo, le quali insieme al libero arbitrio determinano gli eventi personali e collettivi. Anche se le due discipline hanno un'origine comune, esse sono totalmente differenti: gli astronomi hanno abbracciato il metodo scientifico sin dai tempi di Galileo, a differenza degli astrologi. Generalmente, i termini "astronomia" o "astrofisica" possono essere usati per riferirsi allo stesso soggetto. Basati su precise definizioni del dizionario, il termine "astronomia" viene riferito allo "studio della materia e di oggetti fuori dall'atmosfera terrestre e delle loro proprietà fisiche e chimiche"[5] mentre l'"astrofisica" si riferisce alla branca dell'astronomia che tratta "il comportamento, le proprietà fisiche e i processi dinamici degli ogget-

Presentazione dell’evento a Siracusa in nota per domattina alle 10,30

S. Lucia: nuova conferenza sul MUOS
6 aprile 2014, domenica

11

ti celesti e altri fenomeni". In alcuni casi, come nell'introduzione al trattato “L'Universo Fisico” (The Physical Universe) di Frank Shu, viene detto che l'"astronomia" può essere utilizzata per descrivere lo studio qualitativo del soggetto, laddove l'"astrofisica" è usata per descriverne la versione orientata verso la fisica. Comunque, poiché la più moderna ricerca astronomica tratta soggetti relativi alla fisica, la moderna astronomia potrebbe attualmente essere chiamata astrofisica. Vari dipartimenti che fanno ricerche su questo soggetto possono usare "astronomia" e "astrofisica" a seconda se il dipartimento sia storicamente associato ad un dipartimento di fisica, e molti astronomi professionisti attualmente sono laureati in fisica. Uno dei principali giornali scientifici nel campo è denominato Astronomy and Astrophysics. All'inizio della sua storia, l'astronomia si occupò unicamente dell'osservazione e della previsione dei movimenti degli oggetti celesti che potevano essere osservati ad occhio nudo dall'uomo. I primi astronomi erano rappresentati dai sacerdoti di uno specifico culto religioso, in grado di svolgere una funzione utile alla società, creando i primi calendari, indispensabili per l'organizzazione della vita sociale ed agricolopastorale. Molti astronomi cercarono una risposta su il perché del ciclo dei fenomeni del cielo, il perché la giornata si alternava tra il dì e la notte, e la divisione delle fasi lunari nell'arco di 29 giorni.

Poiché le memorie piacevoli talvolta possono assecondare la serenità, ogni tanto giova chiudere gli occhi, abbandonarsi al passato e aggirarsi fra le serene emozioni del proprio ieri. Accade anche a me, fra una divagazione domenicale e l’altra, di esternare certi miei pensieri sulla carta, stimolando l’indifferenza di tanti lettori sconosciuti, coinvolti nella descrizione di qualche spunto del mio non recente passato. Fra i lettori, però, ci sono anche i miei figli, assidui e severi giudici di ogni mio scritto, ma indulgenti nelle opportunità di apprendere qualcosa di più della verde stagione del loro genitore. Un balzo indietro in quella piazzetta degli anni sessanta, priva ancora del palazzone dell’Inail, affacciato sul ponte umbertino. Accanto al portone di casa mia mai ridipinto, ottimo spunto per il mio esordio su “Libertà” del ventinove marzo 2009, abitava al pianterreno Mastru Austinu, il buon Agostino Amaldi, insieme alla laboriosa consorte nonna Pina, con un’effervescente tribù di nipotine che molto spesso venivano a trovarli. Ogni santa mattina si udiva il consueto cigolio delle piccole ruote del suo trabiccolo con tettoia, che usciva da quella porticina per essere spinto fino al vicino Corso Umberto e collocato sul marciapiede accanto all’allora esistente chiesa della Madonna di Pompei. La bancarella del nostro baffuto e affabile rivenditore era colma di merceria d’ogni genere a prezzi onesti, piccoli giocattoli, corsetteria e altre chincaglierie, che facevano vivere dignitosamente quella piccola comunità familiare. Mi sovviene anche il cortile della mia abitazione al primo piano, dove da un balconcino interno, osservavamo con i miei fratelli delle enormi pentole colme di cozze, e le vongole che a intervalli spruzzavano intorno alti zampilli di acqua di mare. Erano fra le genuine squisitezze cucinate con maestria dai cuochi del ristorante Bandiera, rinomato luogo d’incontro culinario delle personalità politiche e di spettacolo di quei tempi, in visita a Siracusa anche per le rappresentazioni classiche al Teatro Greco. Tanti graditi ricordi dell’altro ieri irrompono nella mia mente, come le puntuali paghette settimanali di nonno Ciccino, artigiano di eccezionale creatività, capace di trasformare qualsiasi residuo inutile in un pratico utensile. E poi la prima auto, una “seicento” celestina usata, dalla targa a cinque cifre, indimenticabile come la compagna di scuola che scortavo dall’uscita del Rizza fino ai ponti, entrambi studentelli, protagonisti di un timido e corretto rapporto ideale, sfociato nell’epilogo “e vissero felici e contenti”, ma… ognuno per strade diverse. Il presente, però, mi ha destinato da tempo un reale contatto con quel sincero affetto di allora, una splendida amicizia al riparo da tutte le intemperie escogitate dalla tirannia del tempo.

Mastru Austinu e la mia verde età

ggi stesso, domenica 6 aprile dalle 10:00 in piazza Santa Lucia 25 (sala della Deputazione dei portatori di Santa Lucia), Antonio Mazzeo, il giornalista antimilitarista e pacifista siciliano, candidato alle prossime elezioni europee presenterà ai siracusani e alla stampa il suo nuovo libro: “Il Muostro di Niscemi”. “Nel cuore della Sicilia” spiegano i promotori dell’evento “un paese straniero hanno deciso, senza mandato parlamentare e dei cittadini italiani e siciliani, di costruire un radar (il Muos) per controllare l’intero mediterraneo,a cominciare dalla Sicilia e quindi della nostra città. Mazzeo,con una scrittura comprensibile e lineare,nel suo libro analizza minuziosamente le motivazioni che spingono gli usa a costruirlo in Sicilia e come questo strumento influirà sulla nostra privacy,sulla nostra salute e sull’ambiente che viviamo quotidianamente. Diamo appuntamento quindi a quanti più siracusani e giorna-

O

“Tutte le ragioni dell’opposizione alla realizzazione della grande antenna nella nostra regione”
(Ultra High Frequency Follow-On). Il Mobile User Objective System (Muos) è un sistema ad alta frequenza (UhfUltra High Frequency, cioè nello spettro da 300 Mhz a 3 Ghz) del sistema Satcom, in primo luogo al servizio del Dod (Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti). Il Muos sostituirà il sistema Uhf Follow-on (Ufo), prima che questo sia dismesso, per fornire agli utenti nuove funzionalità e maggiori mobilità, accesso, capacità e qualità del servizio. Destinato principalmente ad utenti mobili (ad esempio, piattaforme aeree e marittime, veicoli di terra e soldati appiedati), il Muos trasmetterà la voce degli utenti, i dati e le comunicazioni video. Il Muos opera come fornitore globale di servizi cellulari per sostenere ogni militare con le funzionalità della tecnologia cellulare, tra le quali la condivisione di file multimediali. Converte un sistema telefonico con connessione commerciale di terza generazione (3g)

Evento annotato nell’agenda degli appuntamenti per stamani alle 10,00 nella pizza del sepolcro

Installazione di antenna MUOS nelle Hawaii. listi vogliano saperne pressi di Niscemi. Il di più a partecipare e programma Muos, geintervenire. stito dal Dipartimento Il Mobile User Objecti- della Difesa degli Stave System è un sistema ti Uniti, è ancora nella di comunicazioni tipo sua fase di sviluppo e si satellitari (Satcom) ad prevede la messa in oralta frequenza (Uhf) bita dei quattro satelliti e a banda stretta (non tra il 2010 ed il 2014. Il superiore a 64 kbit/s) sistema Muos integrecomposto da quat- rà forze navali, aeree e tro satelliti e quattro terrestri in movimento stazioni di terra, una in qualsiasi parte del delle quali è stata ter- mondo e ha l’obiettivo minata a fine Gennaio di rimpiazzare l'attuale del 2014 in Sicilia, nei sistema satellitare Ufo

Wideband Code Division Multiple Access (W-Cdma) in uno militare radio Uhf del sistema Satcom, utilizzando satelliti geostazionari al posto di torri cellulari. Operando nella banda di frequenza Uhf, una banda di frequenza inferiore a quella utilizzata dalle tradizionali reti cellulari terrestri, il Muos permette ai militari di comunicare in ambienti svantaggiati, come regioni boscose nelle quali i segnali di frequenza più elevata sarebbero eccessivamente attenuati dalla volta della foresta. La costellazione Muos sarà composta da quattro satelliti operativi e uno di riserva in orbita. Il Muos fornirà utenti con accessi militari pointto-point e con comunicazione compensata con l'accesso basata su un sistema di precedenza e preventivo per voce, dati, video o una miscela di servizi voce e dati che coprano l'intero globo. Le connessioni possono essere instaurate su richiesta dagli utenti nel campo, in pochi secondi.

ncora una visita presso la sede della Compagnia Carabinieri di Vittoria da parte degli alunni della Scuola Madia Statale “Vittoria Colonna” del capoluogo ipparino nell’ambito del progetto “Cultura della legalità” riproposto anche quest’anno per tutti gli istituti scolastici della giurisdizione, che va ad unirsi al ciclo di nove incontri tenuto dai rappresentanti dell’Arma locale negli istituti. Nello specifico, per oltre un’ora 40 alunni delle classi medie accompagnati dalle rispettive insegnanti hanno fatto visita al Comando di Via Garibaldi ove ad accoglierli hanno trovato il Comandante della Compagnia di Vittoria Capitano Francesco Soricelli, il Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile Tenente Luca Armao ed il responsabile del pro-

A

Scuola: Ancora visite delle medie ai Carabinieri
mento del sistema di pronto intervento 112 svolto in modo integrato dagli operatori della Centrale Operativa e dalle pattuglie del Nucleo Radiomobile per intervenire e risolvere tempestivamente le emergenza sul territorio, mostrando loro anche gli automezzi e le motociclette in dotazione al Reparto; gli strumenti a disposizione degli specialisti del Nucleo Operativo della Compagnia, addetti anche ai rilievi scientifici per i reati più efferati. Infine, per lasciare un ricordo di quest’ora passata presso la caserma dei Carabinieri, ai ragazzi è stato donato un piccolo gadget istituzionale. Prima di Pasqua sono previsti ulteriori 2 visite presso la Compagnia, tenuto conto che quest’anno le richieste da parte degli istituti sono state il doppio dello scorso anno scolastico.

Vittoria: si tratta di ulteriori sessioni del progetto formativo dal titolo “Cultura della legalità”

getto Maresciallo Capo Salvatore Incarbone, i quali hanno illustrato preliminarmente i compiti dell’Arma dei Carabinieri e nello specifico le funzioni connesse al delicato ruolo di operatore sociale svolto nella quotidianità dal “Carabiniere”. Successivamente i ragazzi han-

no visitato i vari reparti insistenti nella Compagnia, accompagnati dai rispettivi Comandanti, i quali hanno illustrato loro: le importanti funzioni di ricezione del pubblico svolta dalla Stazione Carabinieri sempre aperta 24 su 24 per le far fronte alle esigenze dei cittadini; il funziona-

12

Rubrica a cura della Confesercenti di Siracusa
“L’esplosione della disoccupazione è al centro della crisi del nostro Paese ed è anche il fantasma che agita i nostri concittadini. Secondo un sondaggio Confesercenti SWG, la maggioranza assoluta (6 su 10) degli italiani teme infatti di poter perdere il posto di lavoro, o che lo perda qualche altro membro del proprio nucleo familiare”. Così Confesercenti, in una nota, commenta il dato sulla disoccupazione diffuso oggi dall’Istat. “Nel dettaglio il 24,6% degli intervistati ha ammesso di avere molta paura di un nuovo disoccupato in famiglia, mentre il 37,2% ne ha abbastanza. A ritenere la prospettiva esistente, ma poco probabile, è il 24,8%. A sentirsi del tutto al sicuro, invece, è solo 1 italiano su 10. La paura della perdita di un posto di lavoro si collega ad una percezione generalmente negativa della situazione finanziaria del proprio nucleo familiare, ritenuta insoddisfacente dal 40% degli intervistati e molto insoddisfacente dall’11,2%. Il 45,9% degli italiani, invece, si dice soddisfatto, mentre solo l’1% si definisce del tutto soddisfatto”. “A questo punto – commenta Confesercenti – sarebbe davvero un autogol clamoroso tornare indietro sulla timida apertura fatta a favore di una maggiore semplificazione e flessibilità del lavoro: far ripartire l’occupazione è la priorità nazionale. Le prime misure del Governo hanno finalmente riaperto una prospettiva, anche se, vista la gravità della situazione, è necessario fare di più. Occorre impedire la chiusura delle imprese, rilanciando con grande forza il mercato interno, cui fa riferimento la maggior parte del tessuto imprenditoriale e quindi dei posti di lavoro in Italia. La ripresa dell’occupazione è un obiettivo che si può raggiungere, facendo prema chiaramente la cosa importante è che si imbocchi un positivo sentiero di consolidamento fiscale e che il tutto sia poggiato su un solido piano a medio termine che renda credibile il pacchetto di misure varate”. Sull’Europa, invece, Lagarde mette in guardia sugli effetti sociali della crisi: “Rispetto al 2011, quando l’Europa sembrava sull’orlo del tracollo, trascinata dalla crisi della Grecia e da quelle che rischiavano di travolgere Spagna e Italia, la situazione è assai migliorata, grazie anche agli interventi della Bce e alla rete di sicurezza stesa dal Fmi. Ma la ripresa e’ lenta e temo i rischi di una generazione perduta di giovani che non riescono a entrare stabilmente nel mondo del lavoro. Finita la recessione, poi, e’ finalmente tornata la crescita, anche se limitata per ora all’1%. Ma la bassissima inflazione comporta rischi aggiuntivi rendendo ancora piu’ difficile per alcuni Paesi della zona euro migliorare la situazione economica, particolarmente dal punto di vista del debito. Ma anche il cronicizzarsi di una situazione di bassissima inflazione – oggi siamo allo 0,5% in Europa, 0,4% in Italia – e’ pericoloso. Per questo e’ necessario un sostegno anche da parte delle banche centrali. Detto questo so bene che le politiche monetarie hanno i loro limiti e sono gia’ state usate ampiamente in Europa, cosi’ come so che anche le politiche fiscali hanno i loro limiti. E anche qui i Paesi dell’eurozona hanno gia’ fatto molto. Resta la terza cassetta degli attrezzi: quella delle riforme strutturali, a partire dal mercato del lavoro”. E a questo proposito cita l’esempio del Messico: “Tra i Paesi con un alto livello di disoccupazione giovanile e con molto lavoro nero il Messico sta facendo bene nei suoi tentativi di evitare il rischio della generazione perduta. Secondo alcune stime, le riforme che riducono le barriere alle assunzioni dovrebbero consentire di creare 400mila posti di lavoro in piu’ ogni anno”. Un terzo dei Comuni italiani senza prospettive di sviluppo Scarsa attività commerciale, bassa occupazione, prevalenza di anziani tra i residenti, poco turismo, pochi presidi sanitari, banche e scuole. Sono i sintomi del disagio insediativo di cui soffre il 33% dei Comuni italiani, oltre 2.600, nel 95% dei casi con meno di 10 mila abitanti. E’ quanto emerge dal Rapporto sul ‘Disagio insediativo’ di Unioncamere, presentato oggi insieme a Legambiente. Dal rapporto emerge anche un’Italia di ‘microComuni’ dove ben l’85% del totale dei centri (pari a 6.875), non raggiunge la soglia dei 10mila abitanti. Un disagio trasversale, dettato non dalla geografia ma dalla mancanza di collegamento e reti indispensabili ormai a governare lo sviluppo dei territori. La sfida oggi non è promuovere i piccoli Comuni ‘del bello e del buono’ ma saperli ricollocare al centro della vita e dell’economia del Paese. ”Il rischio – ha detto Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere – è che resti tagliato fuori dallo sviluppo più di un quarto della superficie del nostro Paese; per questo occorrono nuove politiche più mirate, che puntino alla creazione di occasioni di lavoro e alla crescita economica del sistema produttivo in un’ottica di rete”. In questa direzione, ha precisato Dardanello, si muove la nuova strategia nazionale per le Aree interne nell’ambito dei programmi Ue 2014-2020, alla quale il sistema camerale può contribuire attivamente.

Indagine Confesercenti-SWG: 6 italiani su 10 temono la perdita del posto per sè o per un familiare
6 APRILE 2014, DOMENICA

“La paura della perdita di un posto di lavoro si collega ad una percezione generalmente negativa della situazione finanziaria del proprio nucleo familiare”
Secondo il rapporto, l’armonica distribuzione della popolazione sul territorio è una ricchezza insediativa che rappresenta una peculiarità e una garanzia del sistema sociale e culturale,; una certezza nella manutenzione del territorio; una opportunità di sviluppo economico. Secondo il Rapporto Unioncamere, infatti non tutti i territori con meno di 10 mila abitanti rientrano nelle aree del disagio: 1.347 di questi, il 16,6% del totale, rappresentano circa i due terzi dei Comuni del benessere (65,5%), dove risiede il 10,5% del totale nazionale degli italiani, crescono le abitazioni, si registra un’alta concentrazione di lavoratori, con un saldo di imprese positivo nell’ultimo periodo e, nell’ultimo periodo, anche lo sviluppo della tecnologia e delle infrastrutture telematiche e l’alta dotazione turistica ricettiva. E Unioncamere lancia il progetto ‘Piazze d’Italia’. ”E’ un percorso che si inserisce nella rivitalizzazione del nostro Paese – ha spiegato Dardanello – le piazze, da sempre centro di incontro degli interessi della comunità, devono ridiventare il punto di partenza per il rilancio, utilizzando le tecnologie della rete di cui oggi disponiamo”. L’obiettivo del progetto, ha tenuto a precisare il presidente è ”far diventare ogni piccolo angolo il centro del nostro Paese e da qui creare condizioni per dare servizi a quelle comunità a rischio di abbandono e per ridare vita e valore a nuove forme di imprenditoria; tutto questo superando il digital divide”. I tagli lineari della spesa impoveriscono i pensionati. E’ una spending  review che negli anni ha colpito in maniera orizzontale i pensionati. Chiediamo al Governo Renzi che venga

6 APRILE 2014, DOMENICA

13

valere dialogo e coesione fra le Istituzioni e le parti sociali”. Incentivi fiscali per accrescere l’occupazione femminile. L’Italia “è uno dei Paesi della zona euro che incoraggiano meno la partecipazione delle donne al mercato del lavoro. Un cambiamento di rotta, a parte ogni considerazione di progresso sociale, potrebbe avere effetti benefici sulla produzione di reddito aggiuntivo e, quindi, sull’uscita da un periodo di stagnazione”. Lo afferma il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde in un’intervista al ‘Corriere’ in cui sollecita incentivi fiscali per ridare slancio al lavoro femminile.In Giappone, ad esempio, ricorda, “il premier Abe ha già cambiato rotta. E ha capito che creando una rete di centri per la cura dell’infanzia può aiutare le donne nipponiche a entrare nel mercato del lavoro, dando una spinta a un’economia che viene da anni molto difficili. Un Paese che ha avuto molto successo in questo campo e’ l’Olanda che ha dato la possibilità di creare lavori flessibili part time senza alcuna

restrizione”. Rilanciando il rischio di creare – dinanzi all’alto numero di giovani disoccupati – una ‘generazione perduta’, il direttore del Fondo rilancia la necessità di interventi sul mercato: “Secondo alcune stime, le riforme che riducono le barriere alle assunzioni dovrebbero consentire di creare 400 mila posti di lavoro in più ogni anno”. Durante l’intervista, il  numero uno  del Fondo si è espressa anche  sul  nuovo esecutivo italiano.   ”Considero ambizioso il programma di perché spazia dal mercato del lavoro alla riforma dei servizi fino al miglioramento di un sistema giudiziario oggi molto lento”.  “Mi pare – aggiunge – che la sua sia un’impostazione di politica fiscale che guarda piu’ alla riduzione delle spese che all’aumento delle entrate tributarie, grazie anche agli obiettivi della spending review di Carlo Cottarelli che era con noi a Washington fino a non molto tempo fa. Mentre al Tesoro c’e’ un altro ex del Fondo: Pier Carlo Padoan”. Sul tetto del deficit, Lagarde ritiene che “tocca all’Unione europea decidere su questo,

affrontato il nodo delle pensioni e della Riforma Fornero”. E’ quanto afferma Massimo Vivoli   presidente di Fipac Confesercenti. “I provvedimenti adottati in materia di perequazione dei trattamenti pensionistici fino ad oggi- continua il presidente- sono serviti sicuramente a mettere  a posto i conti dello Stato, ma hanno impoverito ulteriormente gli over 60. Gli effetti della Riforma Fornero per il 2012-2013 hanno portato a tagli  che man mano sono diventati strutturali per circa 5, 2 milioni di  pensionati,  in questo biennio la perequazione persa è di 8,2 miliardi, a conti fatti circa 1600 euro pro-capite.  Un meccanismo che per il 2014 sarebbe dovuto cambiare, ma che, in mancanza di interventi da parte del Governo consentirà che le nuove aliquote verranno applicate sull’intero importo pensionistico e non sulle quote eccedenti. In questo modo, a pagarne le spese non saranno coloro i quali percepiscono una pensione alta, ma i pensionati medi che continuano a fungere da ammortizzatori sociali in un paese dove il tasso di disoccupazione a febbraio è al 13 %, un dato che ci riporta alla crisi del 1977”. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze emana il regolamento sulle commissioni applicate alle transazioni effettuate con carte di pagamento

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.75 del 31 marzo 2014 il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze recante il regolamento sulle commissioni applicate alle transazioni effettuate mediante carte di pagamento, ai sensi dell’art. 12, commi 9 e 10 del D.L. n.201. Ai sensi dell’art. 12, comma 10-bis del D.L. n. 201/2011, dalla data di pubblicazione del decreto in oggetto  non trova più applicazione  l’art. 34, comma 7, della legge n.183/2011, che prevedeva la gratuità, sia per l’acquirente che per il venditore, delle transazioni regolate con carte di pagamento presso gli impianti di distribuzione di carburanti, di importo inferiore ai 100 euro. Pertanto, a far data dal 31 marzo 2014, le transazioni effettuate mediante carte di pagamento presso gli impianti di distribuzione di carburante, anche di valore inferiore ai 100 euro, non sono più gratuite, ma ad esse potranno essere applicate delle commissioni.  Il decreto in oggetto disciplina, inoltre, le modalità di applicazione delle commissioni da parte degli acquirer agli esercenti.L’acquirer  è il soggetto (Società o Banca) che stipula un contratto di convenzionamento con l’esercente per l’accettazione di una determinata carta di pagamento. L’acquirer gestisce la transazione commerciale in tutte le

sue fasi, dalla richiesta alla negoziazione, e svolge la funzione di intermediazione tra l’esercente e il soggetto emittente lo strumento di pagamento. Gli acquirer dovranno applicare commissioni differenziate in base alla tipologia delle carte di pagamento (di debito, di credito, prepagate) e alle loro specifiche caratteristiche, nonché in relazione ai diversi circuiti di riferimento. Il decreto stabilisce che per le transazioni di importo non superiore a trenta euro l’acquirer deve applicare commissioni  inferiori  a quelle generalmente applicate nel caso di operazioni effettuate tramite terminali evoluti di accettazione multipla. Nel contratto di convenzionamento stipulato tra l’acquirer e l’esercente deve essere inserita una clausola che impone la revisione periodica, con cadenza almeno annuale, delle commissioni; la revisione deve tenere conto anche del volume e del valore delle operazioni di pagamento effettuate presso l’esercente (o gruppi di esercenti convenzionati unitariamente), nonché delle variazioni delle eventuali commissioni di interscambio.   Per commissione d’interscambio si intende la commissione corrisposta dall’acquirer all’emittente della carta di pagamento per l’utilizzo della stessa presso gli esercenti convenzionati.   Il decreto detta inoltre le regole sulla pubblicità delle commissioni di interscambio, stabilendo che i gestori dei circuiti di carte di pagamento accettate in Italia devono pubblicare – e aggiornare regolarmente – sul proprio sito internet, in maniera chiara, completa, trasparente e facilmente accessibile, le eventuali commissioni d’interscambio applicate alle operazioni di pagamento eseguite sul territorio italiano, con adeguata informativa degli eventuali provvedimenti adottati  dalle Autorità europee e nazionali preposte alla tutela della concorrenza. Anche l’acquirer è tenuto ad informare l’esercente in merito all’entità delle eventuali commissioni di

interscambio, al momento del convenzionamento e, successivamente, almeno una volta l’anno. Infine, l’acquirer deve redigere l’informativa precontrattuale di cui al Titolo VI, capo II-bis del D.Lgs. n. 385/1993 – relativa alle informazioni e alle condizioni che il prestatore dei servizi di pagamento fornisce all’utilizzatore di servizi di pagamento – in maniera tale da consentire all’esercente di comprendere i  costi  e  le  caratteristiche  del  servizio  e  di confrontare i prodotti offerti. Il decreto in esame entrerà in vigore decorsi 120 giorni dalla data della pubblicazione e, cioè, a decorrere  dal 29 luglio 2014. PRESSO LA CONFESERCENTI SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I NUOVI CORSI ABILITANTI E PREPARATORI Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori per chi intende esercitare l’attività di vendita di generi alimentari, di somministrazione di alimenti e bevande, di ristorazione, di agente e rappresentante di commercio. Sono anche aperte le iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori per sostenere gli esami abilitanti presso la Camera di Commercio per chi intende esercitare l’attività di agente immobiliare. I corsi per gli aspiranti commercianti nel settore degli alimenti, per chi intende esercitare l’attività di somministrazione e ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate nell’arco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti agenti e rappresentanti di commercio e gli aspiranti agenti immobiliari i corsi hanno la durata di 80 ore articolate nell’arco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Martedì e Giovedì dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Chi intendesse frequentarli può recarsi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione.

S’intitola “Frammenti di storia della chiesa siracusana” e raccoglie precedenti studi da “Rivista diocesana” e “Con Lucia a Cristo”.

14

6 aprile 2014, domenica

Nella foto, in piedi al centro: lo studioso monsignor Pasquale Magnano.

Cultura: E’ in edicola un nuovo libro scritto da mons. Pasquale Magnano
E’
uscito da pochi giorni un lavoro editoriale a firma di Pasquale Magnano intitolato Frammenti di Storia della Chiesa Siracusana/1, che raccoglie quattro interventi precedentemente pubblicati sulla“Rivista diocesana di Siracusa” e sul periodico “Con Lucia a Cristo”. Questo fascicolo, verosimilmente il primo di una collana, è un breve ma intenso percorso lungo alcuni temi della storia della chiesa locale, e in particolare della sua storia contemporanea; ma è anche, a ben vedere, uno sguardo sulla storia della stessa città di Siracusa vista sotto il particolare profilo delle sue istituzioni e comunità ecclesiastiche e delle sue tradizioni religiose. Storia soprattutto contemporanea, si diceva, e questo forse vale anche per il saggio che si proietta più indietro nel tempo, quello che fa riferimento al culto di Santa Lucia e in modo particolare alla questione del patronato della santa sulla città e sulla diocesi: è vero che l’Autore prende le mosse dalla celebre epigrafe di Euskia e dal significato da attribuirsi nel relativo contesto al termine greco kyria (signora) riferito a Lucia; ma il ragionamento di Magnano è qui soprattutto orientato a sostenere che, diversamente da quanto previsto a partire dalla pubblicazione delle Messe proprie delle Diocesi di Sicilia del 1981, comprovate ragioni di natura storica inducano a ritenere Santa Lucia patrona principale non solo della città, ma anche dell’arcidiocesi di Siracusa, come dimostrerebbero fra l’altro i più recenti Officia Propria Sanctorum Metropolitanae Ecclesiae Syracusanae, redatti durante l’episcopato Baranzini e pubblicati nel 1964. Si può o meno concordare con l’analisi storico-liturgica proposta, che meriterebbe peraltro una più lunga riflessione in un più ampio contesto espositivo, ma qui interessa piuttosto sottolineare come, tra il piglio dello storico di lungo corso e quello dell’appassionato polemista, l’Autore voglia in effetti, con questo saggio breve, prendere di mira un certo clima postconciliare, che avrebbe comportato, in alcune sue espressioni più o meno consapevoli, un’insufficiente attenzione alle tradizioni plurisecolari del culto locale. Storia contemporanea della chiesa e della città di Siracusa quindi, come quella che viene raccontata in un altro degli interventi di cui si compone il fascicolo: il discorso di Commemorazione del terremoto del 1908, tenuto dall’Autore nel centenario del tragico evento che segnò il primo Novecento siciliano e dell’intero Paese. Lo spunto per rieditare questo discorso è arrivato da una recente visita che alcuni ricercatori dell’Università di Bologna hanno fatto all’Archivio Storico Diocesano, diretto dalla stesso Magnano, per indagare ad ampio raggio sugli effetti del sisma sulla città di Siracusa, ricercatori a cui il testo di quel discorso è stato mostrato proprio in quanto accenna una cronaca, seppure a volo d’uccello, degli avvenimenti del 28 dicembre 1908 e dei giorni e delle settimane seguenti. Anche qui naturalmente lo sguardo proposto è quello della chiesa siracusana, sia sotto il profilo della religiosità popolare che sotto quello dell’impegno del clero per il soccorso ai feriti e agli sfollati di Messina. Per un verso infatti Magnano ricorda la commossa processione penitenziale successiva al tragico evento, che condusse il simulacro argenteo di Santa Lucia fino al Porto Piccolo, e per l’altro ci racconta dell’eccezionale contributo offerto dall’arcivescovo Bignami, che favorì il ricovero di alcuni superstiti di Messina presso l’ospizio Umberto I, presso l’Istituto della Natività, presso altri istituti religiosi e non da ultimo nei locali dell’episcopio e del seminario. E sullo sfondo di questi racconti si intravede la stessa Siracusa dell’età giolittiana,colta per esempio in un momento in cui la folla radunata in piazza Archimede e agitata dalla nota vicenda di Nunzio Nasi - l’ex ministro trapanese la cui condanna per peculato aveva infiammato alcuni settori

dell’opinione pubblica siciliana generando gravi tumulti anche a sfondo autonomistico - veniva pacificata dalle parole semplici e sagge dell’arcivescovo Bignami. Proprio da un rapido accenno a questo amato vescovo, e agli altri due che gli succedettero – Carabelli e Baranzini – tutti e tre lombardi, prende le mosse un recente discorso pronunciato dall’Autore in occasione dell’intitolazione di due vie della città agli arcivescovi Bonfiglioli e Lauricella e ora ripubblicato in questa raccolta. Si tratta di un’analisi che attraverso le biografie dei due presuli, ma con uno sguardo anche sui loro predecessori, coglie le più significative vicende della chiesa siracusana negli anni della “grande trasformazione”, quelli della forte urbanizzazione, della secolarizzazione e dei grandi sommovimenti sociali, negli ultimi anni ascrivibili al boom economico italiano e quindi, soprattutto, negli anni difficili del post-Concilio, fino ad arrivare ai tempi più recenti, a quella che in gergo viene definita “storia del tempo presente”: l’edificazione, a Siracusa, del Santuario della Madonna delle Lacrime, e gli ultimi giorni di vita terrena di mons. Lauricella, che lo stesso Magnano aveva accompagnato a Parigi per tentare un estremo rimedio alla terribile malattia che lo aveva colpito. Sono proprio queste frequenti incursioni autobiografiche che danno il tono a molte delle storie che si possono leggere in questo fascicolo, perché l’autore, costruendo la narrazione, intreccia spesso le fonti a stampa con la sua propria memoria, e da narratore si fa spettatore o protagonista silenzioso e modesto. È soprattutto il caso della Cronaca della missione mariana dell’Arcivescovo in Madagascar, l’articolo rieditato in questa raccolta che ci racconta del viaggio che S.E. Mons. Pappalardo, accompagnato da Mons. Magnano e dal sac. Luca Bandiera, ha affrontato nei giorni successivi al Natale del 2012 per inaugurare la nuova chiesa di Notre Dame des Larmes, il Santuario della Madonna delle Lacrime di Anivorano, nella diocesi di Morondava in Madagascar,per la cui edificazione molto si è speso il nostro stesso Autore. E’ un racconto veramente gustoso e dal sapore esotico, che si snoda tra le file dei baobab, gli alberi giganti caratteristici del paesaggio malgascio, e al suono di simpatici nomi impronunciabili, sulla via di una «straordinaria avventura mariana» (p. 18). È uno spaccato di profondo slancio missionario, ed è anche l’immagine di una chiesa giovane come quella africana e di una chiesa che si ringiovanisce in questo bell’incontro: un altro “frammento” di quella che diventerà la storia della chiesa siracusana.

SPORT Siracusa
Quando si verificano episodi come quelli che hanno caratterizzato negli ultimissimi tempi i rapporti fra Siracusa e Acireale è assurdo aspettarsi gesti di fair-play fra le due squadre. E meno male che sia all’andata che al ritorno i prefetti delle due province abbiano vietato alle due tifoserie di venire a contatto, perché in caso contrario oltre alle scintille in campo avremmo potuto assistere a disordini sulle tribune. Da questa premessa si può intuire quale sarà il tema della partita di oggi con due squadre in campo , di cui una, il Siracusa, che tenterà di superare l’altra per salire sul treno dei play-off e a sua volta disposta a mettersi di traverso, non allo scopo di fare il risultato , ma solo per il gusto di rendere la vita difficile e magari rovinare la festa ai padroni i casa.A questa partita il Siracusa si affaccia

6 aprile 2014, DOMENICA

15

Con gli ospiti che al di là risultato cercheranno di rendere la vita difficile al Siracusa
Le probabili formazioni
Siracusa (4-4-2) – All. Strano Farò Brancato Diop Matinella Liistro Bufalino Calabrese (cap.) Figura Scarano Frittitta Palmiteri sa sono i tre punti, prima di entrare nel clima rovente e senza esclusione di colpi dei play-off, bisognerà prima o poi risalire alle cause del particolare momento che la squadra di Strano sta attraversando, per correre ai ripari e avere almeno qualche possibilità di superarli. Salvo Ricca, guida tecnica della squadra ospite, costruirà quasi certamente un doppio argine verso la porta di Tasinato, costituito da un centrocampo che con gli esterni presiederà le fasce e coi centrali darà manforte alla solita difesa arcigna che da sola, prima della penalizzazione, stava per regalare ai granata il diritto di disputare gli spareggipromozione. Per saltare a piè pari un ostacolo di questo genere serve una prova maiuscola degli azzurri e una determinazione pari all’importanza di un

Fra azzurri e granata derby al veleno

Per l’ostilità fra le tifoserie (e ora anche fra le due società)

incontro che al di là dei tre punti,peraltro necessari come il pane, costituisce l’ultima possibilità per tentare di uscire dall’Eccellenza, cioè da un campionato più simile ad un girone infernale che ad un torneo di calcio. Armando Galea Le Partite di oggi Calcio – Eccellenza/B Acireale -San Pio (0-3) Vittoria-Mazzarrà (3-0) Igea V.- S. Gregorio Misterbianco-Rometta Siracusa-Fc Acireale Viagrande - Rosolini Taormina - Scordia Tiger Brolo- Modica

Bruno Costa Mirabella Cantarella Ricca C. Caponcello Cocuzza (cap.) Cordova Spartà Gallipoli Tasinato F.C. Acireale (4-4-2) All. S.Ricca Arbitro : M. Tomasello Andulajevic dd Mesina Ass. Stefano Tomaso ed Elvira Rizzo di Enna con una formazione rabberciata per le assenze di Carbonaro, di Visone, di Garrasi, squalificati, e forse di Lombardo provato fisicamente dai doppi impegni con la squadra e con la rappresentativa. E se a tutto questo aggiungiamo le precarie condizioni di Palmiteri reduce da una debilitante sindrome influenzale, abbiamo il quadro completo delle difficoltà che attendono il Siracusa, una potente macchina lanciatissima verso la D che improvvisamente e sul più bello si è bloccata per motivi tutti da scoprire. E anche se oggi quel che interes-

Calcio a 5/M Playoff scudetto U21. L'Augusta ribalta il risultato dell'andata e passa il turno.
Il quadro dei 32esimi di finale dei playoff scudetto Under 21 è completo. Nei due posticipi di ieri, le ultime due squadre a staccare il pass per i 16esimi sono state Bassa Atesina Unterland e Alter Ego Luparense, rispettivamente vittoriose per 7-2 contro New Team FVG e Bubi Merano. Grande impresa per l’Augusta che è riuscita a ribaltare il risultato dell’andata con cui aveva perso fuori casa contro Fata Morgana per 6-10 riuscendo a vincere ai supplementari il match per 9-2.Bissano, invece, nel ritorno il successo dell'andata in diciotto. Vanno in doppia cifra Real Rieti e Roma Torrino contro Maran Nursia (12-1) e Rapidoo Latina (11-2), ma non sono da meno Asti (8-1 al Bra), Futsal Città di Sestu (8-3 all'Ossi San Bartolomeo) ed Aosta (7-0 al Fratelli Bari Reggio Emilia). Settebello per la Marca Futsal al Bubi Merano (7-5) e per il Barletta allo Sporting Club Grotte (73), La Cascina Orte ne fa sei al Futsal Pistoia (64), cinquine per Comelt Toniolo Milano, Acireale e Lazio rispettivamente contro San Biagio Monza (5-3), Cataforio (52) e Sporting Lodigiani (5-1), poker dello Shaolin Soccer con il Puglia Sapori (4-2). Vittorie di misura per Mondo Crociera Elmas (3-2 al Cagliari Futsal), Lecco (3-2 al Futsal San Damiano), Pescara (2-1 all'Audax Sant'Angelo), DHS Napoli (3-2 allo Sporting Sala Consilina), Sammichele (3-2 al Modugno) e per i campioni d'Italia del Kaos Futsal (3-2 al Tigullio). Sono soltanto cinque le squadre che sono state capaci di ribaltare il risultato dell'andata, tre delle quali dopo i 40' regolamentari. Oltre all’Augusta anche la BiTecnology Reggiana batte per 4-2 il CLD Carmagnola, che si era imposto per 2-1; mentre in trasferta compie l'impresa la Capitolina, vittoriosa 6-2 sul campo del Partenope Monte di Procida dopo il k.o. per 5-4. Ai rigori si impongono LC Solito Martina ed Atletico Belvedere contro Giovinazzo (114) e Sant'Isidoro (10-6). Sconfitte indolori per Futsal Villorba e Futsal Sangiovannese: i primi perdono 3-2 contro l'Arzignano ma si qualificano grazie al 7-0 di gara-1, i secondi – forti del 5-3 dell'andata – vengono sconfitti di misura per 2-1 dall'Atlante Grosseto. Dopo il pareggio in gara-1, Italservice Pesarofano e Lions vincono contro Tenax Sport Club (8-5) e Futsal Potenza (8-3). Né vincitori né vinti in tre gare: festeggiano Città di Bresso, Fenice e Acqua&Sapone Emmegross contro Bocconi Sport Team (4-4), Futsal Avm Elettronica (6-6) e Real Dem (55). Salvatore Cavallaro

16

6 APRILE 2014 DOMENICA

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918

Aygo Edition 1.0 3P MY13. Prezzo promozionale chiavi in mano € 8.350 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di € 5,40 + IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 22,2 km/l, emissioni CO2 104 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Yaris Active 1.0 3P. Prezzo promozionale chiavi in mano € 9.950 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di € 5,40 +IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l, emissioni CO2 127 g/km. Solo per vetture disponibili in stock. Immagini vetture indicative.