You are on page 1of 4

10 minute (wx)Maxima tutorial

Benvenuti in wxMaxima! In questo tutorial introduttivo sipi di calcolo! Qui sotto trovi una cella di input con una semplice somma. Posizionare il cursore in esso e premete SHIFT-INVIO per valutarla. (%i1) 1 + 1;

(%o1) 2 Se non hai ottenuto alcun errore istruzioni su come impostare wxMaxima e Maxima correttamente! Assumendo che abbiate risolto i problemi, facciamo ancora un po’ di calcoli (ancora una volta - posizionare il cursore nella cella di input qui sotto e premete SHIFT-INVIO per valutare il codice)! (%i2) 5!; % * %o1 1 / 1.0

10; * 100; 3; / 3.0;

(%o2) 120 (%o3) 1200 (%o4) 200 1 (%o5) 3 (%o6) 0.33333333333333 Nella cella di input qui sopra, abbiamo inserito 5 ”linee” di Maxima. ogni linea deve terminare con un ”;” o un ”$”. Nel caso in cui la linea termina con un ”;”, Maxima mostrto della linea, mentre i risultati delle linee che terminano con ”$” saranno soppressi. Il ”$” calcoli. Si noti inoltre che il risultato di ”1 / 3” e di ”1.0/3.0” differiscono. Questo perchMaxima, a differenza dei pacchetti di matrice numerica (Matlab, ecc), cerca di mantenere calcoli precisi. Perci non vengono valutate espressioni come 1 / 3 o sqrt (2) a meno che non sia richiesto. In ”1.0/3.0” abbiamo usato numeri in virgola mobile, in modo da Maxima valuti l’ espressione. Possiamo, tuttavia, dire a Maxima che vogliamo un approssimazione in virgola mobile di un’espressione. Valutare la cella sotto e osservare i risultati. (%i7) sqrt(2 * %pi); float(%); √ √ 2 π (%o7) 1

x. Scrivere la risposta sotto la richiesta 2 .. la valutiamo e la integriamo: (%i16) f(x) := x^2 + a$ f(5). non solo numeri.92653589793 Finora abbiamo usato solo Maxima come una semplice calcolatrice. 0. nelle variabili. ma pure intere espressioni. var ). a = -5. Possiamo anche memorizzare. Valutare la cella sotto e osservare. volume: area * height. (%i9) radius: 10 $ height: 100 $ area: %pi * radius^2. Ora proviamo alcune cose non possibili con una semplice calcolatrice. Questo simbolo rapppresenta sempre il risultato dell’ultima riga valutata. (%o11) 100 π (%o12) 10000 π Valutiamo l’ultimo risultato numericamente: (%i13) float(%).506628274631001 Nella linea ”float(%). ”o2%”. x).(%o8) 2.. Calcoliamo un integrale indeterminato e uno determinato: (%i14) integrate( sin(x). I simboli nnumerati ”%o1”.” per memorizzare ”valore” in ”variabile nome”. . (%o14) − cos (x) (%o15) 2 Definiamo una funzione.” abbiamo usato il simbolo ”%”. integrate( f(var). Usare la forma ”variabiile nome: valore. f(5). %pi). contengono i risultati come appaiono quando le celle di input sono valutate. integrate( sin(x). (%o17) a + 25 (%o18) 20 (%o19) var3 + a var 3 A volte Maxima ha bisogno di informazioni supplementari per valutare l’espressione perc necessario rispondere a una domanda. (%o13) 31415.

Le matrici possono contenere espressioni numeri o simboli. x).B”. Algebra lineare. x). (Nota: per ricevere aiuto su qualsiasi fun sufficiente fare clic sul nome della funzione e premere il tasto F1. Ora proviamo a derivare utilizzando la funzione ”diff”.sin(c)]). Nota: invece di rispondere con ”positpossibile abbreviaare digitando ”p”. [x.0.[y.-2. 2*%pi]). [1.2]. E ora. Utilizzare l’istruzione ”matrix” per creare matrici.B. 3 . Usare il comando ”invert” per calcolare l’inversa e ”.-2. Nell’ultima riga abbiamo usato ”ratsimp” per semplificare il risultato di ”A.) --> assume(a > 0)$ integrate( 1 / (x^2 + a). grafici in 2D e 3D! --> wxplot2d([sin(x).B). Isapositiveornegative? Possiamo anche informare Maxima in anticipo tramite la funzione ”assume”. Prova. Risolvere equazioni utilizzando l’istruzione ”solve”: --> solve(a*x^2 + b*x + c = 0. wxplot3d( exp(-x^2 .2]). Di seguito un integrale con una domanda: (%i20) integrate( 1 / (x^2 + a). x).e inviarla a Maxima con SHIFT-INVIO. ratsimp(A. La semplificazio scela migliore.y^2). cos(x)]. [x.-1]. B: invert(A). fai clic su di essa e premere F1. Per far dimenticare l’assunzione usare ”forget”. A. forget(a > 0)$ Ora che hai imparato le basi su una funzione specifica. --> A: matrix([1. Maxima ha diverse funzioni di semplificazione a seconda del tipo di espressine che si vuole ridurre.” per la moltiplicazione di matrici.

ic2(%.--> f(x) := x^2 $ diff(f(x). g(y) := sin(y)$ g(f(x)). ode2( ’diff(y. Divertiti utilizzando di Maxima e wxMaxima! 4 . y = amp. t = 0. y. x). Ricorda di usare spesso F1 se vuoi che maxima ti aiuti a risolvere problemi di matematica.t) = 0 ). t ). Maxima conosce la regola della catena! Per finire risolviamo una equazione differenziale ordinaria: y”(t) + omega^2 * y(t) = 0 --> assume(omega > 0). Ora puoi iniziare a esplorare (wx)Maxima da solo. ’diff(y. t. x). 2) + omega^2 * y = 0. diff( g(f(x)) .