You are on page 1of 62

MESSA ESEQUIALE E TUMULAZIONE DELLA SALMA DEL ROMANO PONTEFICE

GIOVANNI PAOLO II

PIAZZA SAN PIETRO, VENERDÌ 8 APRILE 2005

2

RITO DELLE ESEQUIE DEL ROMANO PONTEFICE

DALLE

PREMESSE

1. Nel rito delle esequie la Chiesa manifesta la sua fede nella vittoria di Cristo risorto sul peccato e sulla morte. Tale fede è espressa in modo particolare nelle esequie del Romano Pontefice, che a motivo del ministero da lui svolto nella Chiesa, ha confermato nella fede tutti i pastori e i fedeli. 2. All’annuncio della morte del Sommo Pontefice la Chiesa che è in Roma e nelle varie parti del mondo eleva al Padre, Signore della vita e della morte, un’intensa preghiera di ringraziamento, per il bene che il Pontefice defunto ha compiuto a favore della Chiesa e dell’umanità, di suffragio e di supplica, perché egli sia accolto dal Signore nella dimora di luce e di pace insieme con tutti i santi, in attesa che si compia la beata speranza. 3. Nelle preghiere si raccomanda a Dio la Santa Chiesa, priva del Romano Pontefice, perché si affidi con fiducioso abbandono a Cristo, Supremo Pastore, che ad essa ha promesso la sua perenne presenza e assistenza. Si ricordano anche coloro che per ragioni di parentela, di servizio o di collaborazione sono stati più vicini al Sommo Pontefice defunto. Per tutti, poi, questa è occasione per ravvivare la speranza della vita eterna e testimoniare la fede nella futura risurrezione con Cristo. 3

nella deposizione nella bara. nella sua solenne traslazione nella Basilica Vaticana. nella traslazione al sepolcro e nell’inumazione. ma soprattutto a motivo della fede nella vita eterna e nella risurrezione della carne. Al corpo del Sommo Pontefice defunto che con i sacramenti dell’iniziazione cristiana è divenuto tempio dello Spirito Santo e con il sacramento dell’Ordine episcopale si è totalmente dedicato al servizio del popolo di Dio. è reso il dovuto onore. secondo le usanze e la tradizione cristiana.4. nella Messa esequiale con l’ultima raccomandazione e il commiato. nell’esposizione della salma nella Casa Pontificia. Ciò si fa in alcuni momenti significativi: nell’accertamento della morte. 4 .

.

6 .

del Segretario del Sommo Pontefice. del Cardinale Arciprete della Basilica Vaticana. dopo la Messa avvengono la traslazione al sepolcro e la tumulazione. 7 . del Cardinale già Segretario di Stato. in cui avviene la tumulazione del Romano Pontefice Giovanni Paolo II è preceduta dalla deposizione della salma del Pontefice defunto nella bara. DEPOSIZIONE DELLA SALMA DEL ROMANO PONTEFICE NELLA BARA Prima della Messa esequiale. vestiti dell’abito corale. del Vice Camerlengo. del Prefetto della Casa Pontificia. A queste due parti del rito è prevista la partecipazione di un ristretto numero di persone. dei Cardinali Capi d’Ordine. del Cardinale Vicario per la Diocesi di Roma. e dei familiari del Defunto. Essa viene chiusa alla presenza del Cardinale Camerlengo. del Sostituto della Segreteria di Stato. la salma del Pontefice defunto viene deposta in una cassa di legno di cipresso. dell’Elemosiniere del Sommo Pontefice. di una rappresentanza dei Canonici della Basilica di San Pietro.MESSA ESEQUIALE La Messa esequiale.

per le quali rendiamo grazie a Dio. in nomine Domini huc convenimus ad quædam pietatis officia adimplenda ante Missam exsequialem pro Romano Pontifice Ioanne Paulo. i cui esemplari verranno sottoscritti dai presenti. leggeremo il Rogito. a Fratelli e sorelle carissimi. fulti spe eum Patris vultum posse contemplari et beatæ Virginis Mariæ omniumque Sanctorum frui consortio. insieme con la beata Vergine Maria e tutti i Santi. pro quibus gratias Deo Patri persolvimus. rogitum legemus quod defuncti Pontificis commemorat vitam et opera præcipua. Il Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice dà lettura del Rogito. prima della Messa esequiale del Romano Pontefice Giovanni Paolo. 8 . Dopo aver deposto nella bara il suo corpo mortale. Eius corpore mortali in capsa deposito. Vultum Defuncti reverenter operiemus. siamo qui riuniti per compiere alcuni atti di umana pietà.Il Cardinale Camerlengo introduce il rito della chiusura della bara con queste parole: Fratres et sorores carissimi. nella viva speranza che egli possa contemplare il volto del Padre. che ricorda la vita e le opere più importanti del defunto Pontefice. Copriremo il suo volto con rispetto e venerazione.

E tutti pregano per qualche tempo in silenzio. Dio onnipotente ed eterno. del Dio vivente: quando verrò e vedrò il volto di Dio? E. Preghiamo. secondo l’opportunità. speramus et credimus vitam Summi Pontificis Ioannis Pauli nunc in te absconditam esse. 9 .Frattanto si canta l’antifona: * L’anima mia ha sete di Dio. Signore della vita e della morte. Il Cardinale Camerlengo invita i presenti alla preghiera dicendo: Oremus. vitæ et mortis Domine. Poi il Cardinale Camerlengo prosegue: Omnipotens sempiterne Deus. si canta un salmo adatto. noi speriamo e crediamo che la vita del Santo Padre Giovanni Paolo è ora nascosta in te.

æterno Pastori. eterno Pastore. che vivi e regni nei secoli dei secoli. commendet. iugiter collustretur. Il suo volto. contempli la tua bellezza e raccomandi il suo gregge a te. Poi il Cardinale Camerlengo asperge la sua salma con l’acqua benedetta. sia illuminato per sempre dalla vera luce che ha in te la sorgente inesauribile. Il Maestro depone nella bara la borsa con le medaglie coniate durante il Pontificato del Pontefice defunto e il tubo con il Rogito. che ha scrutato le tue vie per mostrarle alla Chiesa. a Vultus eius.Vultus eius. qui tua itinera est perscrutatus ut ea Ecclesiæ ostenderet. vera luce quæ ex te. manat. che viene sottratto alla nostra vista. qui e nostro conspectu discedit. stendono il velo di seta bianca sul volto del Defunto. a cui è venuta meno la luce di questo mondo. indeficienti fonte. Il Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice e il Segretario del Sommo Pontefice. Il suo volto. Vultus eius. Il suo volto. veda ora il tuo volto paterno. cui lumen huius mundi evanuit. pulchritudinem tuam contempletur et gregem tibi. 10 . Qui vivis et regnas per omnia sæcula sæculorum. dopo averlo sigillato con il sigillo dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice. tuum paternum vultum videat.

anima mia. Come la cerva anela ai corsi d’acqua. Deus. * multitudinis festa celebrantis. L’anima mia ha sete di Dio. salvezza del mio volto e mio Dio. * perché su di me gemi? Spera in Dio: ancora potrò lodarlo. e il mio cuore si strugge: † attraverso la folla avanzavo tra i primi * fino alla casa di Dio. del Dio vivente: * quando verrò e vedrò il volto di Dio? Le lacrime sono mio pane giorno e notte. * quando veniam et apparebo ante faciem Dei? Fuerunt mihi lacrimæ meæ panis die ac nocte. † quoniam transibam in locum tabernaculi admirabilis * usque ad domum Dei. in mezzo ai canti di gioia * di una moltitudine in festa. * così l’anima mia anela a te. Deum vivum. * salutare vultus mei et Deus meus. Quare tristis es. 2-6 Quemadmodum desiderat cervus ad fontes aquarum. quoniam adhuc confitebor illi.Mentre la bara viene chiusa si dice il Salmo 41 (42). a Perché ti rattristi. Gloria Patri. Gloria al Padre. * et quare conturbaris in me? Spera in Deo. * mentre mi dicono sempre: « Dov’è il tuo Dio? ». a Questo io ricordo. * lui. SALMO 41 (42). o Dio. * ita desiderat anima mea ad te. in voce exsultationis et confessionis. * dum dicitur mihi quotidie: « Ubi est Deus tuus? ». Sitivit anima mea ad Deum. anima mea. Hæc recordatus sum et effudi in me animam meam. 11 .

12 .

.

14 .

15 . Si usano le vesti sacre di colore rosso. RITI DI INTRODUZIONE Canto d’ingresso * L’eterno riposo donagli. L’assemblea ripete: Requiem æternam dona ei. Presiede la concelebrazione il Cardinale Decano del Collegio Cardinalizio.CELEBRAZIONE DELLA MESSA La Messa esequiale è celebrata dai Cardinali e dai Patriarchi delle Chiese Orientali. Signore: e splenda a lui la luce perpetua. Domine: et lux perpetua luceat ei.

* viene ogni mortale. C. C. A te. Etsi prævaluerunt super nos impietates nostræ. C. 1. * inhabitabit in atriis tuis. 5. Mirabiliter in æquitate exaudies nos. o Dio. C. 3. o Dio. * ma tu perdoni i nostri peccati. 5. * speranza dei confini della terra e dei mari lontani. * spes omnium finium terræ et maris longinqui. Con i prodigi della tua giustizia. C. * sanctitate templi tui. Beatus. 4. * a te si sciolga il voto in Gerusalemme. Ci sazieremo dei beni della tua casa. C. Pesano su di noi le nostre colpe. C. in Sion. Beato chi hai scelto e chiamato vicino. . * tu propitiaberis eis. C. 6. * della santità del tuo tempio. 2. * Ant. Replebimur bonis domus tuæ. che ascolti la preghiera. 2-6 1. C. C. a 3. tu ci rispondi. nostra salvezza. * abiterà nei tuoi atrii. a 6. quem elegisti et assumpsisti. Deus salutis nostræ. A te si deve lode. * ad te omnis caro veniet propter iniquitatem. C. Qui audis orationem. 4. a 16 2.SALMO 64 (65).

. per mia colpa. Confesso a Dio onnipotente e a voi. riconosciamo i nostri peccati. C.Il Celebrante: In nomine Patris. gli Angeli. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. orare pro me ad Dominum Deum nostrum. mia grandissima colpa. 17 .. E supplico la beata sempre Vergine Maria. Fratelli. fratelli. Amen. mia colpa. Ideo precor beatam Mariam semper Virginem.. E con il tuo spirito. fratres.. parole. C. omnes Angelos et Sanctos. saluta l’assemblea: Pax vobis. Dopo una breve pausa di silenzio. tutti insieme dicono: Confiteor Deo omnipotenti et vobis. quia peccavi nimis cogitatione. mea maxima culpa. fratelli. . C. invita all’atto penitenziale: Fratres. per celebrare degnamente i santi misteri. opere et omissione: mea culpa. . C. mea culpa. di pregare per me il Signore Dio nostro. fratres. agnoscamus peccata nostra. La pace sia con voi. i Santi e voi. Et cum spiritu tuo. verbo. et Filii. et Spiritus Sancti. opere e omissioni. ut apti simus ad sacra mysteria celebranda. Amen. che ho molto peccato in pensieri. et vos.

Dio onnipotente abbia misericordia di noi. et.Il Celebrante: Misereatur nostri omnipotens Deus. Amen. perducat nos ad vitam æternam. dimissis peccatis nostris. perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. C. La schola e l’assemblea cantano alternativamente il Kyrie * bis bis 18 . Amen. C.

Amen. per omnia sæcula sæculorum. nell’unità dello Spirito Santo. Deus. ut in cælesti regno pastorum tuorum perpetuo aggregetur consortio. C. Per il nostro Signore Gesù Cristo. qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti. la ricompensa promessa ai fedeli ministri del Vangelo. concede. che è Dio. quæsumus. a a Per Dominum nostrum Iesum Christum Filium tuum. qui Ioannem Paulum Pastorem Ecclesiæ tuæ præesse voluisti et nunc de hoc sæculo migrare iussisti. Deus omnium fidelium pastor et rector. C. e vive e regna con te.Colletta Il Celebrante: Oremus. guarda la tua famiglia radunata in preghiera e concedi al tuo servo e nostro Papa Giovanni Paolo che nell’amore del Cristo ha presieduto la tua Chiesa. 19 . col gregge a lui affidato. di condividere. tuo Figlio. per tutti i secoli dei secoli. Preghiamo. Amen. O Dio. padre e pastore della umanità.

20 .

.

22

LITURGIA DELLA PAROLA

Prima lettura Cristo è costituito da Dio giudice dei vivi e dei morti Lectura de los Hechos de los Apóstoles. En aquellos días, Pedro tomó la palabra y dijo: « Está claro que Dios no hace distinciones; acepta al que lo teme y practica la justicia, sea de la nación que sea. Envió su palabra a los israelitas anunciando la paz por Jesucristo el Señor de todos. a a a a Conocéis lo que sucedió en el país de los judíos, cuando Juan predicaba el bautismo, aunque la cosa empezó en Galilea. Me refiero a Jesús de Nazaret, ungido por Dios con la fuerza del Espíritu Santo, que pasó haciendo el bien y curando a los oprimidos por el diablo; porque Dios estaba con él. Dagli Atti degli Apostoli. 10, 34-43 In quei giorni, Pietro prese la parola e disse: « In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, ma chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque popolo appartenga, è a lui accetto. Questa è la parola che egli ha inviato ai figli d’Israele, recando la buona novella della pace, per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti. Voi conoscete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui. 23

Nosotros somos testigos de todo lo que hizo en Judea y en Jerusalén. Lo mataron colgándolo de un madero. Pero Dios lo resucitó al tercer día y nos lo hizo ver, no a todo el pueblo, sino a los testigos que él había designado: a nosotros, que hemos comido y bebido con él después de su resurrección. Nos encargó predicar al pueblo, dando solemne testimonio de que Dios lo ha nombrado juez de vivos y muertos. El testimonio de los profetas es unánime: que los que creen en él reciben, por su nombre, el perdón de los pecados ». a a

E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, ma Dio lo ha risuscitato il terzo giorno e volle che apparisse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. E ci ha ordinato di annunziare al popolo e di attestare che egli è il giudice dei vivi e dei morti costituito da Dio. Tutti i profeti gli rendono questa testimonianza: chiunque crede in lui ottiene la remissione dei peccati per mezzo del suo nome ».

C. C.

24

non timebo mala. C. 4. † non temerei alcun male. C. 4. Se dovessi camminare in una valle oscura. 2. Nam et si ambulavero in valle umbræ mortis. * quoniam tu mecum es. * per amore del suo nome. C. D. 3. C.Salmo responsoriale Il salmista: Salmo 22 (23) D. C. 3. 2. C. Deduxit me super semitas iustitiæ * propter nomen suum. su pascoli erbosi mi fa riposare. Il Signore è il mio pastore: * non manco di nulla. 1. * perché tu sei con me. C. Mi rinfranca. mi guida per il giusto cammino. 25 . 1. C. ad acque tranquille mi conduce.

C. C. He will give a new form to this lowly body of ours 26 Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippesi. C. 8. 9. Seconda lettura Cristo trasformerà il nostro corpo e lo con formerà al suo corpo glorioso A reading from the letter of Paul to the Philippians. 3. Etenim benignitas et misericordia subsequentur me * omnibus diebus vitæ meæ. it is from there that we eagerly await the coming of our savior. * et calix meus redundat. 7. we have our citizenship in heaven. cospargi di olio il mio capo. il quale trasfigurerà il nostro misero corpo per conformarlo al suo corpo glorioso. C. C. Parasti in conspectu meo mensam * adversus eos. As you well know. 9. qui tribulant me. Virga tua et baculus tuus. 7. 6. the Lord Jesus Christ. Il tuo bastone e il tuo vincastro * mi danno sicurezza. e abiterò nella casa del Signore * per lunghissimi anni. la nostra patria è nei cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo. 1 Fratelli. 5. 20—4. C. Davanti a me tu prepari una mensa * sotto gli occhi dei miei nemici. C. Et inhabitabo in domo Domini * in longitudinem dierum. * Il mio calice trabocca.5. Felicità e grazia mi saranno compagne * tutti i giorni della mia vita. Impinguasti in oleo caput meum. C. * ipsa me consolata sunt. a 8. C. 6. in virtù del . C.

alleluia. alleluia. 27 . by his power to subject everything to himself. alleluia.and remake it according to the pattern of his glorified body. rimanete saldi nel Signore così come avete imparato. my brothers. For these reasons. ut omnis qui videt Filium et credit in eum habeat vitam æternam. alleluia. fratelli miei carissimi e tanto desiderati. Canto al Vangelo La schola: L’assemblea ripete: Alleluia. C. potere che ha di sottomettere a sé tutte le cose. continue. you whom I so love and long for. carissimi! C. to stand firm in the Lord. Gv 6. mia gioia e mia corona. che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna. 40 Questa è la volontà del Padre mio. L’assemblea: Alleluia. you who are my joy and my crown. La schola: Hæc est voluntas Patris mei. my dear ones. a a Perciò.

28 .

.

30 .

Signore. Dicit ei: « Etiam. Gli disse per la terza volta: « Simone di Giovanni. c Dal Vangelo secondo Giovanni. o Signore. amen dico tibi: In quel tempo. In illo tempore: Cum prandissent. Gli rispose Gesù: « Pasci le mie pe31 . Dicit ei: « Pasce oves meas. tu lo sai che ti amo ». Et cum spiritu tuo. e gli disse: « Signore. quando si fu manifestato ai discepoli ed essi ebbero mangiato. Gli disse: « Pasci le mie pecorelle ». C. C. mi ami? ». tu scis quia amo te ». Contristatus est Petrus quia dixit ei tertio: « Amas me? ». Dicit ei: « Pasce agnos meos ». Amen. C. 15-19 C. diligis me plus his? ». Dicit ei: « Pasce oves meas ». a a Dicit ei iterum secundo: « Simon Ioannis. Gli rispose: « Certo. Domine. tu cognoscis quia amo te ». Gli disse di nuovo: « Simone di Giovanni. Gli rispose: « Certo. mi ami? ». Domine. Gloria a te. amas me? ». Signore. tu sai che ti amo ». Domine. Dominus vobiscum. dicit Simoni Petro Iesus: « Simon Ioannis. Ait illi: « Etiam. tu omnia scis. Gli disse: « Pasci i miei agnelli ». Gloria tibi. tu scis quia amo te ». mi ami tu più di costoro? ». Il Signore sia con voi. tu lo sai che ti amo ». c Lectio sancti Evangelii secundum Ioannem. et dicit ei: « Domine. tu sai tutto. E con il tuo spirito. D. 21.Vangelo Tu seguimi D. diligis me? ». Dicit ei tertio: « Simon Ioannis. Gesù disse a Simon Pietro: « Simone di Giovanni. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi ami?.

ubi volebas. Omelia Il Celebrante tiene l’omelia. In verità. e andavi dove volevi. ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani. cingebas teipsum et ambulabas.bi.cum esses iunior. a a Hoc autem dixit significans qua morte clarificaturus esset Deum. in verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo. quo non vis ».ni. 32 . Christe. C. e un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove tu non vuoi ». cum autem senueris. corelle. dicit ei: « Sequere me ». Laus ti. et alius te cinget et ducet. Questo gli disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E detto questo aggiunse: « Seguimi ». extendes manus tuas. Et hoc cum dixisset. Verbum Domi.

passus sub Pontio E in Gesù Cristo. creatorem cæli et terræ. nostro Signore. Padre onnipotente. C. patì sotto Ponzio Pilato. Filium eius unicum. nacque da Maria Vergine. Patrem omnipotentem. credo. Il cantore: Credo. Amen. Dominum nostrum: qui conceptus est de Spiritu Sancto. affermando la propria fede. La schola: Et in Iesum Christum. il quale fu concepito di Spirito Santo. natus ex Maria Virgine. La schola: Credo in Deum. creatore del cielo e della terra.Credo La schola e l’assemblea cantano il Credo. suo unico Figlio. C. fu crocifis33 . Io credo in Dio.

34 . C. remissionem peccatorum. siede alla destra di Dio Padre onnipotente. sedet ad dexteram Dei Patris omnipotentis. Credo nello Spirito Santo. Sanctorum communionem. crucifixus. discese agli inferi. a C. carnis resurrectionem. so. la risurrezione della carne. La schola: Credo in Spiritum Sanctum. descendit ad inferos. di là verrà a giudicare i vivi e i morti. mortuus et sepultus. La schola: Tertia die resurrexit a mortuis. inde venturus est iudicare vivos et mortuos. la vita eterna. la comunione dei santi. la santa Chiesa cattolica. la remissione dei peccati. Il terzo giorno risuscitò da morte. morì e fu sepolto. ascendit ad cælos. C. vitam æternam.Pilato. sanctam Ecclesiam catholicam. salì al cielo.

Il Diacono: Una simul omnes deprecemur: Te rogamus. audi nos. toujours vivant. che oggi ci ha riuniti per celebrare il mistero pasquale del suo Figlio Unigenito nelle esequie del Pastore della Chiesa universale. l’accueille avec bienveillance dans son règne de lumière et de paix. preghiamo Dio. lo accolga benigno nel suo regno di luce e di pace. a 35 . audi nos. Pasteur suprême qui. Pour notre Pape défunt. ascoltaci. Te rogamus. Diciamo insieme: Noi ti preghiamo. Francese 1. nostro Padre. 1. prions le Seigneur. che sempre vive per intercedere per noi. Deum omnium Patrem deprecemur. preghiamo il Signore. ut eum assumat in pacem suam et Ecclesiæ ac mundo bona cuncta largiatur.Preghiera universale Il Celebrante: Fratres. afin que le Christ. intercède pour nous. Fratelli. C. JeanPaul II. qui hodie nos congregavit ad Unigeniti Filii sui paschale mysterium in universæ Ecclesiæ Pastoris exsequiis celebrandum. C. Per il defunto Papa Giovanni Paolo: perché il supremo Pastore. perché lo accolga nella sua pace ed elargisca ogni bene alla Chiesa e al mondo.

audi nos. liwe chachu ya familia ya ki binadamu. a Polacco 4. którzy w Kościele głosili Ewangelię i wypełniali kapłańską posługę: aby zostali dopuszczeni do udziału w liturgii niebieskiej. preghiamo il Signore. formino una sola famiglia nella pace e siano uniti da sentimenti fraterni. C. Te rogamus. a C. Para sa lahat ng katauhan sa lahat ng bansa: sapagkat. preghiamo il Signore. Kwa ajili ya Kanisa Takatifu la Mungu: tumwombe Bwana ili. audi nos.Swahili 2. 4. 36 . Per i popoli di tutte le nazioni: perché. mabubuo nawa ang isang pamilya ng Kapayapaan at Pagkakaisa sa damdaming kapatiran. sa kanilang pagbigay galang sa Katarungan. preghiamo il Signore. 2. ya kujitengeneza upja katika Kristo. C. módlmy się. 3. Te rogamus. Za dusze zmarłych Papieży i wszystkich. perché. nel rispetto della giustizia. sia fermento di rinnovamento in Cristo della famiglia umana. fedele al suo mandato. audi nos. Te rogamus. likiwa aminifu kwa amri yake. Per la Chiesa santa di Dio. a Filippino 3. Per le anime dei Romani Pontefici defunti e di tutti coloro che nella Chiesa annunciarono il Vangelo ed esercitarono il ministero sacerdotale: perché siano fatti partecipi della liturgia del cielo.

electorum tuorum iunge consortio. Per noi qui riuniti: perché. nostra salvezza. Amen. Por todos nós aqui reunidos: a fim de que. C. Deus. ascolta noi che ti supplichiamo insieme con tutti i Santi. l’anima del tuo servo e nostro Papa Giovanni Paolo. 5. preghiamo il Signore. um in das himmlische Reich Einlaß zu finden.Tedesco 5. dopo aver celebrato i santi misteri. Per Cristo nostro Signore. audi nos. 37 . C. possamos um dia ser chamados por Cristo no seu reino glorioso. Amen. Per Christum Dominum nostrum. una cum omnibus Sanctis te deprecantes. e accogli nell’assemblea dei tuoi eletti. C. Te rogamus. Portoghese 6. salutaris noster. daß sie würdig befunden werden. et animam famuli tui Papæ nostri Ioannis Pauli. Für alle verstorbenen Gläubigen: Wir bitten den Herrn. 6. possiamo un giorno essere chiamati da Cristo nel suo regno glorioso. qui Ecclesiæ oratione est confisus. depois de ter celebrado os santos mistérios. Per tutti i fedeli defunti: perché siano ammessi a partecipare al regno dei cieli. che ha confidato nella preghiera della Chiesa. Te rogamus. a Il Celebrante: Exaudi nos. C. preghiamo il Signore. audi nos. rezemos ao Senhor. O Dio.

38 .

.

40 .

41 .LITURGIA EUCARISTICA Mentre vengono portate all'Altare le offerte per il sacrificio. Funes inferni circumdederunt me. Domine. firmamentum meum et refugium meum et liberator meus. già mi avvolgevano i lacci degli inferi. Signore. Ti amo. mia forza. * Signore. 2. * Domine. 1. * già mi stringevano agguati mortali. mio liberatore. Diligam te. mia roccia. C. * præoccupaverunt me laquei mortis. a 2. C. SALMO 17 La schola: 1. si esegue il Canto di offertorio La schola: C. fortitudo mea. mia fortezza.

Exaudivit de templo suo vocem meam. dal suo tempio ascoltò la mia voce. ut hoc sacrificium. 42 . questa liturgia che il tuo servo e nostro Pastore Giovanni Paolo mentre era con noi. a Per Cristo nostro Signore. suppliciter imploramus. In tribulatione mea invocavi Dominum * et ad Deum meum clamavi. 3. maiestati tuæ pro salute fidelium obtulit. 4. * nell’angoscia gridai al mio Dio: 4. quod famulus tuus Pastor noster Ioannes Paulus. C. Nel mio affanno invocai il Signore. Domine. * al suo orecchio pervenne il mio grido. celebrava per la salvezza del suo popolo. sia ora per lui sorgente di perdono e di pace. C. a C. dum esset in corpore. * et clamor meus in conspectu eius introivit in aures eius. Padre d’infinita clemenza.3. a Orazione sulle offerte Il Celebrante: Immensam clementiam tuam. Per Christum Dominum nostrum. ipsi nunc prosit ad veniam. Amen. C. Amen.

C. Prefazio La speranza della risurrezione in Cristo Il Celebrante: Dominus vobiscum. Padre santo. quos contristat certa moriendi condicio. omnipotens æterne Deus: per Christum Dominum nostrum. æquum et salutare. E con il tuo spirito. Vere dignum et iustum est. In quo nobis spes beatæ resurrectionis effulsit. C. Dio onnipotente ed eterno. C. In alto i nostri cuori. sancte Pater. ci consola la promessa dell’immortalità futura. Tuis enim fidelibus. È cosa buona e giusta. non tollitur. È veramente cosa buona e giusta. vita mutatur. Sono rivolti al Signore. Rendiamo grazie al Signore nostro Dio. C. ut. Il Signore sia con voi. et. eosdem consoletur futuræ immortalitatis promissio. rifulge a noi la speranza della beata risurrezione. æterna in cælis habitatio comparatur. e l'associa a sé nella solenne preghiera. Domine. e se ci rattrista la certezza di dover morire. Et cum spiritu tuo. dissoluta terrestris huius incolatus domo. rivolge al Padre per mezzo di Gesù Cristo nello Spirito Santo. Signore. Ai tuoi fedeli. Sursum corda. la vita non è tolta. Dignum et iustum est. C. 43 . nostro dovere e fonte di salvezza. nos tibi semper et ubique gratias agere: Domine. ma trasformata. che a nome di tutti. viene preparata un’abitazione eterna nel cielo. rendere grazie sempre e in ogni luogo a te.PREGHIERA EUCARISTICA I Il Celebrante invita l’assemblea a innalzare il cuore verso il Signore nell’orazione e nell’azione di grazie. o Signore. In Cristo tuo Figlio. nostro salvatore. Habemus ad Dominum. e mentre si distrugge la dimora di questo esilio terreno. Gratias agamus Domino Deo nostro. C.

Et ideo cum Angelis et Archangelis. hymnum gloriæ tuæ canimus. cantiamo senza fine l’inno della tua lode: Sanctus La schola: L'assemblea: La schola: L'assemblea: La schola: L'assemblea: 44 . cumque omni militia cælestis exercitus. sine fine dicentes: Per questo mistero di salvezza uniti agli angeli e ai santi. cum Thronis et Dominationibus.

Ricordati. pro quibus tibi offerimus: vel qui tibi offerunt hoc sacrificium laudis. pro spe salutis et incolumitatis suæ: tibique reddunt vota sua æterno Deo. Dio eterno. supplices rogamus ac petimus. e N. . dei tuoi fedeli N. hæc sancta sacrificia illibata. Ricordati di tutti i presenti. et N. noi ti supplichiamo e ti chiediamo per Gesù Cristo. . Filium tuum. Domine. a a 45 Padre clementissimo. dei quali conosci la fede e la devozione: per loro ti offriamo e anch’essi ti offrono questo sacrificio di lode. vivo et vero. Noi te l’offriamo anzitutto per la tua Chiesa santa e cattolica. uti accepta habeas et benedicas hæc dona. Il Celebrante: Te igitur. per Iesum Christum. perché tu le dia pace e la protegga. Un Concelebrante: Memento. sicurezza di vita e salute. adunare et regere digneris toto orbe terrarum: una cum omnibus orthodoxis atque catholicæ et apostolicæ fidei cultoribus. custodire. hæc munera. e innalzano la preghiera a te... vivo e vero. trasmessa dagli Apostoli. quorum tibi fides cognita est et nota devotio. di accettare questi doni. pro se suisque omnibus: pro redemptione animarum suarum. Dominum nostrum. in primis. e per l’assemblea. quæ tibi offerimus pro Ecclesia tua sancta catholica: quam pacificare.. tuo Figlio e nostro Signore. questo santo e immacolato sacrificio. et omnium circumstantium. la raccolga nell’unità e la governi su tutta la terra con tutti quelli che custodiscono la fede cattolica. Signore.Preghiera per la Chiesa universale e i suoi pastori . per ottenere a sé e ai loro cari redenzione. clementissime Pater.. di benedire queste offerte. famulorum famularumque tuarum N.

ut placatus accipias: diesque nostros in tua pace disponas. Giovanni e Paolo. Simonis et Thaddæi. 46 Accetta con benevolenza. Simone e Taddeo. quorum meritis precibusque concedas. Cosma e Damiano e tutti i santi: per i loro meriti e le loro preghiere donaci sempre aiuto e protezione. Tommaso. sed et cunctæ familiæ tuæ. o Signore. Andreæ. suo sposo. atque ab æterna damnatione nos eripi et in electorum tuorum iubeas grege numerari. e accoglici nel gregge degli eletti. et memoriam venerantes. salvaci dalla dannazione eterna. Clemente. i santi apostoli e martiri: Pietro e Paolo. Giacomo. Cosmæ et Damiani et omnium Sanctorum tuorum. a . Clementis. Un altro Concelebrante: Communicantes. l’offerta che ti presentiamo noi tuoi ministri e tutta la tua famiglia: disponi nella tua pace i nostri giorni. ut in omnibus protectionis tuæ muniamur auxilio. Genetricis Dei et Domini nostri Iesu Christi: sed et beati Ioseph. Iacobi. Chrysogoni. Xysti. Lino. a a Il Celebrante: Hanc igitur oblationem servitutis nostræ. Matthæi. Cleto. Bartolomeo. Giacomo. Filippo. ricordiamo e veneriamo anzitutto la gloriosa e sempre vergine Maria. Petri et Pauli. Iacobi. Philippi. Cornelii. Cleti. Ioannis et Pauli. Ioannis. Matteo. in primis gloriosæ semper Virginis Mariæ. Lini.Memoria dei Santi. Sisto. Cornelio e Cipriano. Thomæ. san Giuseppe. Domine. Bartholomæi. Giovanni. Cypriani. Crisogono. Andrea. Laurentii. et beatorum Apostolorum ac Martyrum tuorum. quæsumus. In comunione con tutta la Chiesa. Lorenzo. Madre del nostro Dio e Signore Gesù Cristo. eiusdem Virginis Sponsi.

spezzò il pane. accepit panem in sanctas ac venerabiles manus suas. acceptabilemque facere digneris: ut nobis Corpus et Sanguis fiat dilectissimi Filii tui. dicens: La vigilia della sua passione. Dio Padre suo onnipotente. ti rese grazie con la preghiera di benedizione. rationabilem. in sacrificio spirituale e perfetto. ratam. postquam cenatum est. Deus. Qui. fregit. et elevatis oculis in cælum ad te Deum Patrem suum omnipotentem. quæsumus. I Concelebranti: Quam oblationem tu. benedictam. deditque discipulis suis. lo diede ai suoi discepoli. e alzando gli occhi al cielo a te. o Dio. Il Celebrante presenta al popolo l’ostia consacrata e genuflette in adorazione. adscriptam. egli prese il pane nelle sue mani sante e venerabili. Simili modo. Domini nostri Iesu Christi. e disse: 47 .Invocazione a Dio perché consacri questi doni. deditque discipulis suis. item tibi gratias agens benedixit. a Racconto dell’istituzione. in omnibus. pridie quam pateretur. il Signore nostro Gesù Cristo. Accipite et manducate ex hoc omnes: hoc est enim Corpus meum. quod pro vobis tradetur. allo stesso modo. e mangiatene tutti: questo è il mio Corpo offerto in sacrificio per voi. questa offerta con la potenza della tua benedizione. e disse: Santifica. rese grazie con la preghiera di benedizione. prese questo glorioso calice nelle sue mani sante e venerabili. dicens: Dopo la cena. tibi gratias agens benedixit. e degnati di accettarla a nostro favore. Prendete. perché diventi per noi il Corpo e il Sangue del tuo amatissimo Figlio. accipiens et hunc præclarum calicem in sanctas ac venerabiles manus suas. lo diede ai suoi discepoli.

48 . Fate questo in memoria di me. versato per voi e per tutti in remissione dei peccati. L’assemblea: Mistero della fede. qui pro vobis et pro multis effundetur in remissionem peccatorum. Il Celebrante presenta al popolo il calice e genuflette in adorazione. novi et æterni testamenti. Tu ci hai redenti con la tua croce e la tua risurrezione: salvaci.Accipite et bibite ex eo omnes: hic est enim calix Sanguinis mei. e bevetene tutti: questo è il calice del mio Sangue per la nuova ed eterna alleanza. o Salvatore del mondo. Prendete. Il Celebrante: Mysterium fidei. Hoc facite in meam commemorationem.

. Invocazione a Dio perché accetti questo sacrificio . hostiam immaculatam. sia 49 Volgi sulla nostra offerta il tuo sguardo sereno e benigno. della risurrezione dai morti e della gloriosa ascensione al cielo del Cristo tuo Figlio e nostro Signore. Panem sanctum vitæ æternæ et Calicem salutis perpetuæ. la vittima pura. I Concelebranti: Unde et memores. o Padre. e offriamo alla tua maestà divina. omnipotens Deus: iube hæc perferri per manus sancti Angeli tui in suTi supplichiamo. il sacrificio di Abramo. necnon et ab inferis resurrectionis. sed et in cælos gloriosæ ascensionis: offerimus præclaræ maiestati tuæ de tuis donis ac datis hostiam puram.. il giusto. . tam beatæ passionis. sanctum sacrificium. immaculatam hostiam. et sacrificium Patriarchæ nostri Abrahæ. Supra quæ propitio ac sereno vultu respicere digneris: et accepta habere. Supplices te rogamus. sicuti accepta habere dignatus es munera pueri tui iusti Abel. hostiam sanctam. nostro padre nella fede. eiusdem Christi. a a . santa e immacolata.. e l’oblazione pura e santa di Melchisedech. nos servi tui. tra i doni che ci hai dato. Filii tui. et quod tibi obtulit summus sacerdos tuus Melchisedech. e ci doni la sua grazia. come hai voluto accettare i doni di Abele. Domine. In questo sacrificio. noi tuoi ministri e il tuo popolo santo celebriamo il memoriale della beata passione. tuo sommo sacerdote. pane santo della vita eterna e calice dell’eterna salvezza. per le mani del tuo Angelo santo. Domini nostri. sed et plebs tua sancta.Memoriale e offerta.. Dio onnipotente: fa’ che questa offerta.

quem hodie ex hoc mundi vocasti atque famulorum famularumque tuarum N. et dormiunt in somno pacis. . la beatitudine. in conspectu divinæ maiestatis tuæ. ut indulgeas. o Ricordati. del Romano Pontefice il nostro Papa Giovanni Paolo. de multitudine miserationum tuarum speranti50 Anche a noi..blime altare tuum. omni benedictione cælesti et gratia repleamur. ut. lucis et pacis. a . che oggi hai chiamato a te da questa vita e dei tuoi fedeli che ci hanno preceduto con il segno della fede e dormono il sonno della pace.. o Signore. e per la nostra felicità eterna. tuoi ministri. la luce e la pace. et N. Romani Pontificis Papæ nostri Ioannis Pauli. Domine. concedi. e a tutti quelli che riposano in Cristo. qui nos præcesserunt cum signo fidei. Un Concelebrante: Memento etiam. Un altro Concelebrante: Nobis quoque peccatoribus famulis tuis.. Domine. scenda la pienezza di ogni grazia e benedizione del cielo. Signore.. Preghiera di intercessione per i defunti . comunicando al santo mistero del Corpo e Sangue del tuo Figlio. a Dona loro. perché su tutti noi che partecipiamo di questo altare. Ipsis. deprecamur. a portata sull’altare del cielo davanti alla tua maestà divina. locum refrigerii. et omnibus in Christo quiescentibus. peccatori.. ma fiduciosi nella tua infinita misericordia. quotquot ex hac altaris participatione sacrosanctum Filii tui Corpus et Sanguinem sumpserimus.

Agnete. Alessandro. semper bona creas. Cæcilia. Barnaba. ma per la ricchezza del tuo perdono. partem aliquam et societatem donare digneris. di aver parte nella comunità dei tuoi santi apostoli e martiri: Giovanni. Perpetua. quæsumus. Anastasia et omnibus Sanctis tuis: intra quorum nos consortium. Il Celebrante: Per Christum Dominum nostrum. a 51 . Agata. Alexandro. Agatha. Cecilia. vivificas. I Concelebranti: Signore. Matthia. Petro. Stefano.bus. Marcellino. Domine. Marcellino e Pietro. Agnese. et præstas nobis. Mattia. Lode alla Trinità. per quem hæc omnia. Ignazio. fai vivere. Lucia. o Dio. benedici e doni al mondo ogni bene. Felicita. a Per Cristo nostro Signore tu. benedicis. crei e santifichi sempre. largitor admitte. Barnaba. Anastasia e tutti i santi: ammettici a godere della loro sorte beata non per i nostri meriti. Ignatio. sanctificas. cum tuis sanctis Apostolis et Martyribus: cum Ioanne. non æstimator meriti. Lucia. Stephano. Perpetua. Felicitate. sed veniæ.

L’assemblea: 52 .

.

54 .

RITI DI COMUNIONE Preghiera del Signore Il Celebrante: L'assemblea: 55 .

da propitius pacem in diebus nostris.Il Celebrante: Libera nos. tua la potenza e la gloria nei secoli. quæsumus. L’assemblea: Liberaci. ut. concedi la pace ai nostri giorni. Domine. da tutti i mali. nell’attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro salvatore Gesù Cristo. ope misericordiæ tuæ adiuti. o Signore. Tuo è il regno. 56 . e con l’aiuto della tua misericordia vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento. ab omnibus malis. et a peccato simus semper liberi et ab omni perturbatione securi: exspectantes beatam spem et adventum salvatoris nostri Iesu Christi.

Il Celebrante: Pax Domini sit semper vobiscum. eamque secundum voluntatem tuam pacificare et coadunare digneris. Amen. Il Diacono: Signore Gesù Cristo. E con il tuo spirito. qui dixisti apostolis tuis: Pacem relinquo vobis. C. La pace del Signore sia sempre con voi. C. ma alla fede della tua Chiesa e donale unità e pace secondo la tua volontà. come segno di comunione fraterna. vi do la mia pace ». C. pacem meam do vobis: ne respicias peccata nostra. Et cum spiritu tuo. C. che hai detto ai tuoi apostoli: « Vi lascio la pace. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen. sed fidem Ecclesiæ tuæ. 57 . non guardare ai nostri peccati. I presenti si scambiano un gesto di pace.Rito della pace Il Celebrante: Domine Iesu Christe. Qui vivis et regnas in sæcula sæculorum. Nello Spirito di Cristo risorto datevi un segno di pace.

.Mentre il Celebrante spezza il pane eucaristico. 58 Beati gli invitati alla Cena del Signore. si canta: Agnus Dei La schola: L’assemblea: La schola: L'assemblea: La schola: L'assemblea: Il Celebrante: Ecce Agnus Dei. Beati qui ad Cenam Agni vocati sunt. ecce qui tollit peccata mundi. che toglie i peccati del mondo. Ecco l’Agnello di Dio.

perché tu sei buono. Signore. non sum dignus ut intres sub tectum meum: sed tantum dic verbo. * 59 . Canto di comunione * Splenda a lui la luce perpetua. non sono degno di partecipare alla tua mensa: ma di' soltanto una parola e io sarò salvato. O Signore.L’assemblea: Domine. 1. in eterno. et sanabitur anima mea. SALMO 129 (130) D. insieme ai tuoi santi. I Concelebranti si comunicano al Corpo e al Sangue di Cristo. Anche i fedeli ricevono la comunione.

60 2. C. * ut timeamus te. ascolta la mia voce. Speravit anima mea in Domino * magis quam custodes auroram. 4. 2. Domine. Se consideri le colpe. 7. Domine. Dal profondo a te grido.Ant. C. a . chi potrà sussistere? C. L’anima mia attende il Signore * più che le sentinelle l’aurora. 6. 1. * l’anima mia spera nella sua parola. Signore. C. C. Si iniquitates observaveris. Magis quam custodes auroram * speret Israel in Domino. * Signore. Più che le sentinelle l’aurora. C. * Domine. 3. * Israele attenda il Signore. Quia apud te propitiatio est. C. Fiant aures tuae intendentes * in vocem deprecationis meæ. quis sustinebit? C. Siano i tuoi orecchi attenti * alla voce della mia preghiera. 5. Ma presso di te è il perdono * perciò avremo il tuo timore. * Signore. 4. Io spero nel Signore. 7. C. 6. 5. Sustinui te. 3. o Signore. * sustinuit anima mea in verbo eius. C. C. C.

O Dio. ut veritatis possessione tandem congaudeat. * et copiosa apud eum redemptio. Domine. Preghiamo. Et ipse redimet Israel * ex omnibus iniquitatibus eius. che a questa mensa eucaristica ci hai fatto gustare le primizie del convito eterno. 9. C. con coraggio apostolico. confermò i suoi fratelli. C. a C. pro anima famuli tui Papæ Ioannis Pauli suppliciter imploramus. Amen. 61 . in qua populum tuum fidenter confirmavit. Ad mensam æterni accedentes convivii. Amen. Quia apud Dominum misericordia. C. C. * e grande presso di lui la redenzione. C. Orazione dopo la comunione Il Celebrante: Oremus. Per Christum Dominum nostrum. 9. misericordiam tuam. 8. Per Cristo nostro Signore. concedi al tuo servo e nostro Papa Giovanni Paolo di entrare con i tuoi santi nel pieno possesso della verità nella quale. Perché presso il Signore è la misericordia. Egli redimerà Israele * da tutte le sue colpe.8.

invita i presenti alla preghiera con queste parole: Fratres sororesque carissimi. Stando presso il feretro con gli altri concelebranti. dulcissimæ Dei misericordiæ commendemus animam Papæ nostri Ioannis Pauli. apud Deum intercedat ut vultum Filii sui benedicti Papæ nostro ostendat atque Ecclesiam luce resurrectionis eius consoletur. et corpus eius resuscitet in novissimo die. interceda presso Dio perché mostri il volto del Figlio suo benedetto al nostro Papa e consoli la Chiesa con la luce della risurrezione. il Cardinale Decano del Collegio Cardinalizio compie il rito dell’ultima raccomandazione e del commiato. riscattato dalla morte. Regina degli Apostoli e Salvezza del popolo romano. ut eum. a morte redemptum. apostolorum Regina et Salus populi Romani. La beata Vergine Maria. sia accolto nella sua pace e il suo corpo risusciti nell’ultimo giorno. in pacem suam assumat. a Fratelli e sorelle carissimi. Pro defuncto Pontifice Deum Patrem deprecemur per Iesum Christum in Spiritu Sancto. fratres in fide resurrectionis confirmavit. Preghiamo Dio Padre per Gesù Cristo nello Spirito Santo per il Pontefice defunto. Vescovo della Chiesa cattolica. che confermò i fratelli nella fede della risurrezione. perché. qui. Beata Virgo Maria. Tutti pregano per qualche tempo in silenzio. 62 .ULTIMA RACCOMANDAZIONE E COMMIATO Monizione Detta l’orazione dopo la Comunione. Ecclesiæ catholicæ Episcopus. affidiamo alla soavissima misericordia di Dio l’anima del nostro Papa Giovanni Paolo.