You are on page 1of 4

c o m u n i c a t o

FIRENZE, 14 APRILE 2014

s t a m p a

Indagine congiunturale trimestrale Unioncamere Toscana-Confindustria Toscana L’industria toscana non è ancora fuori della crisi. Resta in terreno negativo la produzione, nonostante dal mercato estero continuino ad arrivare segnali positivi

Nuovo lieve peggioramento nella produzione manifatturiera Dopo il rallentamento della flessione produttiva registrato nella precedente rilevazione, i risultati dell’indagine Unioncamere Toscana-Confindustria Toscana sulle imprese manifatturiere evidenziano nel quarto trimestre dell’anno un nuovo seppur lieve aggravamento, deludendo le aspettative innescate da un clima di fiducia in lento recupero e dal miglioramento osservato nello scenario internazionale. L’indicatore della produzione si ferma a -0, ! "-0,#! il dato del terzo trimestre$ e si allontana dal dato nazionale c%e, secondo le stime &urostat disponi'ili, si attesta a (0,)! "variazione tendenziale della produzione manifatturiera del I* trimestre +0#,, corretta per gli effetti di calendario$.
-.D-/&.T0 D&LL- 120DU3I0.& /-.I4-TTU2I&2- I. T05C-.Variazioni % rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente

,,7 +,6

,,) +,#

-0,8 -#,9 -,,# -6,+ -6,8 #+.+ - ,0 #+., #+.6 -6,8 #,.# #,.+

-0,#

-0,

#0.6

##.#

##.+

##.,

##.6

#+.#

#,.,

#,.6

In media d’anno la produzione +0#, si ferma a -#,9! migliorando la performance del +0#+ "6,,!$ ma sottolineando ancora criticit:; ripresa de'ole della domanda interna e difficolt: di accesso al credito. .onostante il lieve arretramento del quadro produttivo, l’utilizzo degli impianti del comparto manifatturiero risulta in recupero< nei tre mesi conclusivi dell’anno = stato infatti mediamente utilizzato il 78,+! della capacit: produttiva disponi'ile, mentre nel medesimo periodo del +0#+ l’indicatore si fermava al 77,0!. La spesa per investimenti, dopo quattro anni di pesanti flessioni, torna in terreno positivo; (,,6!. 5i tratta certo di un risultato modesto alla luce delle perdite accumulate, ma da accogliere favorevolmente in considerazione delle persistenti difficolt: con le quali le imprese si trovano a dover fare i conti, e delle criticit: tuttora riscontrate sul fronte dell’accesso al credito.

#

ontinua il re!upero degli indi!atori di domanda e di offerta .onostante l’ulteriore frenata produttiva, il fatturato manifatturiero toscano nel I* trimestre recupera > rispetto al corrispondente periodo del +0#+ > dell’#,#! grazie soprattutto alla crescita dell’indicatore sui mercati internazionali "(#,9!$. Tale crescita = stata favorita da una dinamica dei listini di vendita c%e si = ormai arrestata "prezzi alla produzione (0,+! sull’anno precedente$, ma c%e risulta non sosteni'ile nel tempo senza compromettere i margini di redditivit: e di autofinanziamento delle imprese. -nc%e gli ordinativi, c%e complessivamente %anno registrato flessioni per quattro trimestri consecutivi, tornano a fine anno in terreno positivo "(0, !$, trainati ancora una volta dalla componente estera c%e recupera il ,,6! in termini tendenziali e porta al (+,6! il dato annuale. Tale evoluzione migliora anc%e la produzione assicurata dal portafoglio ordini delle imprese; si passa infatti dai )# giorni del quarto trimestre +0#+ agli attuali 70 giorni, cio= quasi due giorni in pi? anc%e rispetto all’indagine del trimestre luglio-settem're.
L- C0.@IU.TU2- /-.I4-TTU2I&2- I. T05C-.-; AU-D20 5I.T&TIC0 D&I 12I.CI1-LI I.DIC-T02I Variazioni % tendenziali +0## +0#+ +0#, +0#+ Indicatori anno anno anno I* tr. 1roduzione +,# -6,, -#,9 -,,# 4atturato ,,# -6,8 -#,8 -6, 0rdinativi totali #,+ - ,0 -#,9 -,,) di cui; esteri +,, 0,# +,6 #,) 1rezzi alla produzione +, 0,7 0,, 0,9 0ccupati 0,7 0,7 -0,6 0,#

I tr. -6,8 - ,) -6, 0,) 0,6 -0,7

+0#, II tr. III tr. -#,9 -0,# -,,0 0,0 -+,7 -0,6 #,) 6,0 0,0 0, -#,0 -0,,

I* tr. -0, #,# 0, ,,6 0,+ 0,,

In un contesto tuttora caratterizzato da forte incertezza, anc%e le dinamic%e occupazionali restano ancorate ad una sostanziale stazionariet:; complessivamente l’indicatore del trimestre tornare a segnare un risultato leggermente positivo " (0,,!$, tuttavia non sufficiente ad invertire un trend c%e in media d’anno rimane sfavorevole "-0,6!$. -nc%e dalla Cassa Integrazione @uadagni non arrivano segnali incoraggianti. B vero c%e, complessivamente, le ore autorizzate negli ultimi tre mesi dell’anno sono in diminuzione rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno ma = anc%e vero c%e questa flessione deriva per lo pi? dall’esaurimento di fondi per la Cassa in Deroga. Continua ad aumentare invece il dato della gestone straordinaria "(+,)! a fronte del (+#, ! del precedente trimestre$, ammortizzatore sociale c%e viene ric%iesto in casi di crisi e riorganizzazione aziendale e c%e > quindi > potre''e anticipare nuove riduzioni degli organici aziendali. An!ora diffi!olt" per le pi!!ole e medie impre#e In linea con quanto gi: evidenziato nel precedente trimestre, le grandi impre#e "oltre + 0 addetti$ continuano a rappresentare lo spaccato pi? reattivo nel tentativo di uscita dalla fase recessiva. La produzione segna in c%iusura anno un positivo (6,0! mentre il fatturato raggiunge addirittura il (8, !. Incoraggianti anc%e i dati sul fronte della domanda c%e, trainata dalla componente estera "(7,0!$, segna complessivamente un (+,#!. Tali dinamic%e, tuttavia, non si rispecc%iano sul quadro occupazionale, c%e flette dello 0,6!.

+

Torna in terreno negativo invece l’indicatore della produzione per le medie impre#e " 0-+68 addetti$; dopo il rallentamento emerso nella precedente indagine "(0,+! il dato di lugliosettem're$ si registra una perdita dell’#,6! mentre il fatturato resta in crescita "(#,+!$. 1rospettive migliori arrivano dagli ordinativi c%e crescono sul fronte estero del 6,6! mentre complessivamente il dato si ferma al (+,8!. 1ositiva infine l’occupazione "(0,8! la variazione tendenziale$.
L- C0.@IU.TU2- /-.I4-TTU2I&2- I. T05C-.- 1&2 DI/&.5I0.& DCI/12&5Variazioni % tendenziali - IV trimestre 2013 1roduzione 4atturato 0rdinativi di cui; esteri 0ccupati 1iccole "#0-68 addetti$ -#,, -#,+ -#,0 +,0 0,# /edie " 0-+68 addetti$ -#,6 #,+ +,8 6,6 0,8 @randi "+ 0 addetti e oltre$ 6,0 8, +,# 7,0 -0,6

1er quanto riguarda infine le pi!!ole impre#e "#0-68 addetti$, il quadro appare decisamente pi? preoccupante. La produzione e il fatturato flettono rispettivamente dell’#,, e dell’#,+! mentre gli ordinativi, nonostante il recupero sul fronte estero "(+,0!$, perdono l’#,0!. 5tazionario il dato occupazionale. Eterogeneo il $uadro #ettoriale - livello settoriale il quadro appare piuttosto diversificato. /olti i comparti in difficolt:, anc%e se l’entit: delle flessioni produttive risultano assai eterogenee. 2estano preoccupanti i dati del #i#tema moda, nel quale soltanto il settore del pelli e !uoio riporta una variazione positiva "(#,0!$ mentre il te##ile, l’a%%igliamento e le !alzature flettono rispettivamente del +,6!, del ,,)! e dell’#, !. Dopo il recupero del precedente trimestre torna in terreno negativo il dato della me!!ani!a "-#,0!$ e si aggrava la performance dell’elettroni!a "dal -0,)! al - ,8!$. In perdita anc%e il legno e mo%ili "-+,9!$ e i minerali non metalliferi "-#,9!$ e infine sempre con il segno D-D, anc%e se in misura pi? contenuta, la !&imi!a, gomma e pla#ti!a "-0,#!$. 0ltre al gi: citato dato del settore del pelli e !uoio, gli unici comparti in recupero sono la farma!euti!a "()!$, i metalli "(#,8! per effetto di una singola unit: locale c%e risente degli effetti > transitori > di un’importante commessa$, l’ indu#tria alimentare e le manifatture varie c%e registrano variazioni decisamente meno significative "(0, ! e (0,8!$. 'igliora ma prevale an!ora il pe##imi#mo nel !lima di fidu!ia delle impre#e In linea con la precedente rilevazione continua a migliorare il clima di fiducia delle imprese. L’indicatore destagionalizzato della produzione passa dal - al -6, delineando un quadro in moderato miglioramento, seppure ancora all’insegna del pessimismo. 0ltre c%e per la produzione si conferma purtroppo negativo il saldo tra ottimisti e pessimisti anc%e per la domanda interna "-##$ e per l’occupazione "- $, c%e resta una dei principali nodi da sciogliere non solo a livello regionale ma anc%e nell’intero sistema-paese. L’unico dato positivo interessa la domanda estera per la quale, in linea con i positivi risultati a consuntivo, tra gli operatori del sistema sem'ra dominare l’ottimismo relativamente alla dinamica dei prossimi mesi "(6 il saldo$.

,

NOTA SULLA IL!VA"ION! L#inda$ine s%lla con$i%nt%ra mani&att%riera re$ionale in Toscana' relati(a al IV trimestre 2013' )a ri$%ardato un campione di 1.174 unità locali manifatturiere con almeno dieci addetti. Le inter(iste si sono s(olte dal 1* dicem+re 2013 al 31 $ennaio 201,-

(ffi!i )tampa
franco.nataliEtos.camcom.it 0 -6)99.+0 simona.'andinoEconfindustriafirenze.it 0 -+707.6#8

Info
riccardo.perugiEtos.camcom.it 0 -6)99.+#0 s.pucciEconfindustria.toscana.it 0 -+77,.)#+

6