You are on page 1of 1

Centro Formazione Calcio

Luzern battuto, Coppa Italia U13 alla Lazio.


Nel primo tempo in campo si vede una sola squadra. Doppio vantaggio Lazio. Poi, nella ripresa, accorcia il Luzern ma in contropiede i biancocelesti chiudono il match: 3-1. Con questo successo i biancocelesti conquistano la vetta del Golden Circuit.

della Lazio, 3-1 al Luzern, la prima edizione della Coppa Italia U13, per la gioia dei suoi calorosi sostenitori che hanno colorato la tribuna dello Stadio Comunale di Piancastagnaio saltando, esultando e incitando i loro ragazzi dal primo allultimo minuto di gara. Per i giovani biancocelesti ce la soddisfazione di aver coronato con un successo limpido e ineccepibile un torneo giocato a buoni livelli fin dalla partita inaugurale, e anche di essersi reso conto che la squadra destinata a crescere e disputare un fase finale di stagione da protagonista.

avversari e con il pi classico dei contropiedi hanno segnato il gol che ha definitivamente spento le velleit del Luzern. Ma soprattutto la Lazio si imposta perch, semplicemente, si dimostrata una squadra migliore di quella svizzera, soprattutto dal punto di vista fisico dove la differenza apparsa straripante. Meritano comunque le lodi anche i giocatori del Luzern, che hanno avuto il merito di non arrendersi e di terminare la gara in crescendo, deliziando la platea con un secondo tempo di ottimo livello sia dal punto di vista tecnico che organizzativo. Insomma, dopo un primo tempo in cui avevano subito la chiara superiorit della Lazio e sembrava una partita destinata finire in goleada, gli svizzeri sono rientrati caparbiamente in partita e nel secondo tempo hanno saputo mettere paura ai rivali dimostrando che sul terreno di Piancastagnaio non cera una squadra sola. Il altri termini il Luzern ha saputo evitare nel momento di massima difficolt la figura di un pugile `groggy completamente in balia dellavversario, ed uscito dal campo a testa alta, dimostrando di essersi meritato la finale e lapplauso del pubblico. La Coppa Italia U13 era la prima tappa del Golden Circuit Trofeo Regione Toscana. Grazie al trionfo sul Luzern, la Lazio ha conquistato i 6 punti attribuiti alla vincitrice del torneo e si portata in testa alla speciale classifica riservata alle societ professionistiche seguita dal Luzern a quota 5, dal Mantova a quota 4 e dalla Fiorentina a quota 3 . Fra le societ dilettantistiche da sottolineare lexploit della Lastrigiana (terza assoluta), che

incamera 8 punti e precede lImolese con 7 punti. Con la vittoria della Lazio cala il sipario sulla prima edizione della Coppa Italia U13, che si rivelata un nuovo successo del Centro Formazione Calcio che con il suo team ha aiutato in modo determinante lUS Pianese (organizzatrice ufficiale della manifestazione) nella realizzazione di questa bella manifestazione svoltasi nel comprensorio dellAmiata e dellAlta Tuscia. Infatti buona parte del programma stato ospitato anche nel bellissimo Stadio di Acquapendente grazie alla collaborazione dellAlta Tuscia e della Vigor. Resta il rammarico per limprovvisa inagibilit dello Stadio di Arcidosso a causa di una frana che ha costretto gli organizzatori a modificare in fretta e furia il calendario del torneo e le squadre a far fronte a spostamenti pi lunghi del preventivato. Daltronde non vi erano alternative se non quella di annullare levento a pochi giorni dal suo inizio. Di fronte a questo rischio stata percorsa lunica strada utile e la gioia di tutte le squadre partecipanti e di tutti i sostenitori al loro seguito hanno gratificato lenorme sforzo organizzativo e ripagato la scelta fatta. Insomma, c grande soddisfazione per il riscontro avuto da questa prima tappa del Golden Circuit. Il Centro Formazione Calcio si proietta adesso sul Memorial Sergio Castelletti (Firenze 23-25 maggio), con la certezza di aver lanciato un nuovo importante appuntamento nel panorama dei tornei di calcio giovanili italiani.

La compagine romana, presentatasi alla manifestazione con i favori del pronostico, ha vinto la finale grazie a un inizio di gara micidiale che ha annichilito gli svizzeri del Luzern. Chiuso il primo tempo in vantaggio per 2-0 (ma le reti potevano essere anche di pi) ha dovuto subire la reazione orgogliosa e volitiva degli avversari che a met del secondo tempo sono riusciti con merito ad accorciare le distanze e riaprire le sorti dellincontro. E stato a questo punto che i biancocelesti hanno avuto la capacit di soffrire. Senza mai perdere la loro compattezza hanno domato larrembaggio finale degli

www.centroformazionecalcio.com

Pagina 1