You are on page 1of 1

4 CRONACA DI NAPOLI sabato 31 ottobre 2009

PISCINOLA IN TRE A VOLTO SCOPERTO SONO SALITI SUL BUS E HANNO APPICCATO IL FUOCO. SI SEGUE LA PISTA DEI DISOCCUPATI

Pullman di linea dato alle fiamme allo stazionamento di via Tafulli


Ennesima giornata di guerriglia ur- al capolinea, a volto scoperto, hanno aspettato che l’autista scendes- In quel caso, con sincronismo e premeditazione, a gruppi di quattro
bana. Un autobus è stato incen- se dalla vettura, vi si sono introdotti, hanno versato del liquido in- salirono sui bus, fecero scendere i passeggeri e l’autista e appiccaro-
diato a Piscinola, periferia nord fiammabile sul pavimento e vi hanno dato fuoco. no le fiamme. La differenza è che operarono a volto coperto e la ri-
della città, da sconosciuti. Le fiamme sono divampate immediatamente. È stato lo stesso autista vendicazione dei disoccupati fu data per attendibile in quanto poche
Sul posto sono intervenuti i vigili a dare l’allarme ai vigili del fuoco che in pochi minuti si sono recati ore prima era saltato un tavolo di confronto in Prefettura attraverso il
del fuoco, che hanno operato con sul posto. quale si dovevano mettere i cardini per un discorso nuovo sui con-
due squadre per evitare che le Una, in linea di massima, la pista seguita dai carabinieri: quella dei tratti di lavoro e sul ripristino dei Bros. In quel caso si trattò degli ex
fiamme potessero propagarsi ad disoccupati; anche se ieri pomeriggio, in città, non c’era alcuna ma- Isola.
altri veicoli, in sosta in quel mo- nifestazione da attribuie ai senza lavoro nè si è a conoscenza di tavo- Il procedimento di ieri invece lascia un po’ perlpessi gli ivestigatori
mento al capolinea, o comunque mettere in pericolo le persone. li istituzionali saltati per cui vi potevano essere delle manifestazioni di dell’Arma soprattutto per quanto riguarda l’agire a volto scoperto de-
Le fiamme sono state appiccate al mezzo pubblico in piazza Tafulli, rabbia. Ma c’è anche una pista alternativa che i carabinieri non di- gli incendiari, cosa non usuale fra i disoccupati che sono tutti cono-
dove c’è lo stazionamento, poco prima delle 18.30. sdegnano, ovvero quello dell’atto di teppismo puro e solo. sciuti e dunque facilmente riconoscibili da polizia e Digos. Un atto del
Sul luogo sono intervenuti i carabinieri che hanno chiesto ai pochi te- L’ultimo episodio di questo genere risale a quindici giorni fa quando genere potrebbe costare davvero caro ad un appartenente ad un mo-
stimoni di ricostruire quei concitati momenti in cui tre giovani fermi furono dati alle fiamme tre bus in tre diverse zone della città. vimento di senza lavoro. adg

VIABILITÀ DAL COMUNE LE INDICAZIONI PER PERCORSI ALTERNATIVI NEI RIONI DOVE CI SONO I CIMITERI. SENSI UNICI E STRADE VIETATE

Giorno dei morti: il piano traffico


Nuovo piano viario disposto, a partire da oggi, dall’assessorato alla Mo-
PIANO TRAFFICO PER
bilità che ha predisposto percorsi alternativi sia per le auto private che VIA MANZONI LA SIGNORA AVEVA PAURA DEI LADRI
per il trasporto pubblico, nei pressi dei cimiteri cittadini in occasione OGNISSANTI E 2 NOVEMBRE
della celebrazione dei defunti del 2 novembre. Le misure sono state adot-
tate in particolare per facilitare gli spostamenti dei cittadini verso i ci-
miteri della città, potenziando il servizio autobus e chiudendo al traffi-
SENSO UNICO
Si barrica in casa e mette
co veicolare alcune delle principali strade poste a ridosso degli stessi ci-
miteri.
SENSO UNICO
via marina da caramanico
via macello
l’antifurto a ripetizione
In alcune strade scattera da oggi il senso unico per evitare ingolfamen- Il traffico in via Manzoni alle 16 di ieri pomeriggio si è bloccato
ti, si tratta di: via Marino da Caramanico, dalla confluenza con via via nicola miraglia perchè parte di una carreggiata è stata occupata dal camion dei vigili
Nuova Poggioreale e fino a piazza Arabia;via Macello dalla confluenza del fuoco, e parte dell'altra da un'ambulanza. A far scattenare il
con piazza Arabia a quella di via Miraglia; via Nicola Miraglia, dalla putiferio l’antifurto a oltranza in un fabbricato. Si tratta di un
confluenza con via del Macello e fino alla confluenza con via Nuova Pog- appartamento nel quale vive una donna, di circa sessant'anni, che
gioreale. ZONE INTERESSATE DAL DISPOSITIVO viene descritta come una persona tranquilla e discreta, tanto che gli
QUARTIERE PER QUARTIERE: stessi vicini fanno fatica a visualizzare chi abiti in
A Poggioreale, dalle ore 6 alle ore 16 per oggi, domani e lunedì, sarà Poggioreale quell'appartamento sul cui balcone stanno lavorando i vigili del
vietato il transito ad eccezione dei mezzi pubblici e dei taxi- in via San- Miano fuoco e dal quale non smette di suonare la sirena. Il portiere, messo
ta Maria del Pianto dall’incrocio con Largo Santa Maria del Pianto a quel- Chiaiano in allarme aveva chiamato il fratello della donna che, arrivato sul
la con via del Riposo. Sarà chiusa al traffico la carreggiata destra di via posto, ha intuito che è stata proprio la sorella ad inserire l’antifurto
Nuova Poggioreale, nel tratto compreso tra via Marino da Caramanico
Fuorigrotta prima di barricarsi in casa. La signora, infatti, già da qualche tempo
e l’emiciclo di Poggioreale. Soccavo era in cura per superare un momento di depressione. Francesco, un
A Miano dalle ore 7 alle 15, sarà chiusa al traffico via del Cimitero, dal- Pianura ragazzo che vive in questo palazzo, l’ha definita «una persona carina
l’incrocio con piazza Madonna dell’Arco e con via del Ponte. Lo stop ri- che però ogni tanto mi scambiava per un ladro». Per ladro è stato
guarderà anche via Vicinale Piscinola- dall’incrocio con via del Cimite- scambiato anche il nipote della signora che, imbracato dai vigili del
ro a quello con Via Miano- e via Cupa delle Vedove. DAL PROVVEDIMENTO SONO ESCLUSI fuoco, è salito sul balcone al secondo piano nella speranza che una
A Secondigliano dalle ore 6 alle ore 16 sarà vietato il transito in via del voce familiare convincesse la donna ad aprire la finestra. Il tentativo
Cassano, nel tratto compreso tra via del Camposanto e il Rione dei Fio- taxi - trasporto pubblico non è riuscito e i vigili del fuoco non hanno potuto fare altro che
ri ad eccezione dei residenti, dei veicoli con i disabili a bordo e del tra- residenti - auto con a bordo disabili forzare la finestra. Nel frattempo è arrivato anche il medico del
sporto pubblico di linea. dipartimento di igiene mentale il quale, indossata l'imbracatura di
A Chiaiano dalle ore 6 alle ore 16, saranno chiuse al traffico via Comu- sicurezza, si è inerpicato sulla scala dei pompieri. I vigili non hanno
nale Margherita, all’incrocio con piazzetta Santa Croce e via Vicinale avuto scelta e alle 18 è stato
Margherita. portato su un flex. Solo così, tra
A Fuorigrotta dalle ore 6 alle ore 16, la chiusura riguarderà via Terra- scintille e preoccupazione, si è
cina, tra l’incrocio con via Cinthia e l’ingresso del cimitero. Saranno riusciti ad aprire un piccolo varco
esentati dal divieto i mezzi pubblici, i taxi e i veicoli con i disabili a bor- nella grata di ferro.
do. Trasportata al Don Bosco, sarà
A Soccavo dalle ore 6 alle 16, il divieto di transito riguarderà via Pia, nel discrezione dei medici
tratto tra l’incrocio con via Adriano e l’ingresso del cimitero, ad eccezione determinare se ci siano o no gli
dei veicoli dei residenti, degli autobus per il trasporto pubblico e dei vei- estremi per effettuare un Tso -
coli con a bordo persone diversamente abili. trattamento sanitario
A Pianura dalle ore 6 alle 16, saranno chiuse al traffico via Capelli, via obbligatorio per la signora che
Pallucci. Saranno esclusi dal divieto i mezzi pubblici, i taxi e i veicoli comunque non potrà più essere
con i disabili a bordo. Erminia Iadaresta lasciata sola. marima

AL PORTO VISITABILI LE TRE NAVI SCUOLA CHE HANNO ATTRACCATO AL MOLO PISACANE
Navi spazzatrici per sorvegliare l’ecosistema delle coste
Oggi e domani, dalle 10 alle 12 e dalle 14:30 alle 17:30, al molo Pisacane del ste navi, in grado di ripulire la costa, più volte vilipesa da azioni crimino-
porto di Napoli, il pubblico potrà visitare le tre unità navali appartenenti al se.
Comando delle Forze di Pattugliamento per la Sorveglianza e la Difesa Co- Orione e Cassiopea ridurranno notevolmente l’inquinamento delle acque
stiera. dai rifiuti solidi galleggianti e prodotti chimici in superficie.
Danaide, Orione e Cassiopea sono i nomi delle tre navi, che il capitano di Le navi, solitamente dislocate ad Augusta ed impiegate lungo le costiere
vascello Roberto Tomsi ha voluto portare a Napoli in questi giorni. Cas- italiane ed internazionali, sono inoltre dotate di attrezzature per ossige-
siopea ed Orione saranno utilizzate negli interventi di disinquinamento nare le acque, pulire le scogliere, effettuare monitoraggio e analisi dei fat-
marino, dopo le tragiche vicende di quest’estate che hanno interessato il tori inquinanti.
golfo partenopeo. «Questa iniziativa vuole essere una risposta al disagio arrecato dall’inqui-
Ieri, il capitano Tomsi e gli ufficiali delle tre navi militari sono stati accol- namento ambientale alla nostra costiera, apprezzata dai turisti di tutto il
ti nella sala giunta di Palazzo San Giacomo dall’assessore all’Ambiente Ri- mondo. In questo modo, acceleriamo il processo di disinquinamento ma-
no Nasti, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale. rino del golfo di Napoli, rendendolo fruibile dai bagnanti l’estate prossima
Roberto Tomsi, capitano di vascello e direttore della Scuola di Comando Na- e, soprattutto, vigilando affinchè non si ripeta più lo scempio avvenuto nei
vale della Marina Militare, ha illustrato all’assessore le potenzialità di que- mesi di luglio e agosto» dichiara l’assessore Nasti. Emanuele De Lucia
Gli ufficiali delle navi in porto insieme con lʼassessore Nasti

L’EMOZIONE NON HA VOCE LA STORIA DI LUIGI VA DI PARI PASSO CON LA STRUTTURA, OGGI PARTITA DEL CUORE PER I CANI

Sui Camaldoli un rifugio speciale per animali abbandonati


“Dai diamanti non nasce nulla, dal letame nascono i fiori” questo verso “L'emozione non ha voce” un rifugio per animali abbandonati. Il
di De Andrè potrebbe sintetizzare la storia di cui Luigi Carrozzo è canile, ben diverso da quelli simili a lager,sembra essere un un posto
protagonista. Presidente e fondatore dell'associazione “Lega segreto e protetto contro la cattiveria umana che proprio attraverso gli
animalista”, Luigi testimonia con il suo operato che nelle difficoltà occhi dei 70 cani e 40 gatti presenti, viene a galla. Ogni cane un nome,
diamo il meglio di noi stessi. Forse se quest'uomo avesse continuato a ogni nome una storia. C'è Percing, una meticcia salvata quando, a soli
vivere nel suo appartamento nel cuore del Vomero, la sua storia oggi 30 giorni, era stata legata ad uno zaino di un barbone, senza una goccia
sarebbe diversa. Nel 2006, infatti, Luigi viene sfrattato assieme ai suoi di acqua sotto il sole di luglio, ma con in compenso un buco all'orecchio
“coinquilini”: 8 cani e 20 gatti. Per non separarsi da loro si trasferisce dal quale penzolava un percing appunto. Poi c’è Dankan, un meticcio sovvenzioni per evitare che un giorno si possa speculare sulla vita dei
sui Camaldoli, in un container con attorno un piccolo appezzamento di beige al quale una bestia, sparandogli, gli ha causato l'amputazione suoi amici. Le spese vengono pagate con donazioni, o con i soldi di chi
terreno. La notizia di quest'uomo e del suo esercito di amici a quattro della zampa. Qui sono ben accetti anche i cani che a causa della porta qui i propri cani in pensione e in parte dalle mille iniziative che
zampe, ben presto si diffonde, ed il numero di cani e gatti aumenta. meschinità umana, hanno avuto un passato violento come i pitbull. Qui Luigi, con l'aiuto di Maria Pia, una volontaria, riesce a realizzare, come
Resosi conto che lo spazio cominciava ad essere troppo piccolo, Luigi ogni animale è il padrone come dimostra la presenza di Brio un cavallo la partita di calcio che oggi allo stadio di Marano si terrà tra la squadra
fitta, sempre sui Camaldoli, un terreno più grande dando così vita a adottato da Carlo, amico e aiutante di Luigi. Luigi non vuole di attori e animalisti e veterinari. Mariavittoria Mancini